Sei sulla pagina 1di 29

Corso di Laurea in SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE

(Classe L-24, secondo il Decreto Ministeriale 270/2004), trasformazione del

Corso di Laurea in PSICOLOGIA DEI PROCESSI RELAZIONALI E DI SVILUPPO


(Classe 34, secondo il Decreto Ministeriale 509/1999)
ANNO ACCADEMICO 2008-2009

Il presente Manifesto degli studi fa riferimenti al curriculum del Ianno del Corso di laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche (nuovissimo ordinamento secondo il Decreto Ministeriale 270/2004) ed al curriculum del II e III anno del Corso di Laurea in Psicologia dei processi Relazionali e di Sviluppo (nuovo ordinamento secondo il Decreto Ministeriale 509/1999). LOrdinamento degli studi ed il Regolamento di entrambi i Corsi di Laurea sono accessibili sul sito della Facolt di Lettere e Filosofia : www.lettere.unina.it e sul sito del Dipartimento di Scienze Relazionali G. Iacono: www.scienze-relazionali.unina.it Il Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche trasformazione del precedente Corso di Laurea in Psicologia dei Processi Relazionali e di Sviluppo ed caratterizzato in funzione di un adeguamento alle indicazioni contenute nel DM 270/04, nel DM 16 Marzo 2007, nonch alle linee guida fissate dal DM 26 Luglio 2997 n. 386 ed ai requisiti fissati dal DM 31 Ottobre 2007 n. 544. Il curriculum e la nuova denominazione rispecchiano il peculiare carattere dell'offerta formativa ampiamente articolata in tutti i settori disciplinari della psicologia, nelle principali teorie e tecniche ed orientata a fornire un'introduzione di base alle abilit degli psicologi e ai fondamenti della ricerca, nel quadro di riferimento della formazione di primo livello individuata come standard anche dal sistema di certificazione europeo (Europsy). Nel recepire le indicazioni della nuova normativa, nonch i criteri di qualificazione dell'offerta formativa di base in psicologia si inoltre inteso superare alcune criticit del curriculum precedente, a favore di una pi ampia ed articolata formazione in tutti i settori disciplinari dell'area psicologica (M-PSI/01-M-PSI/08) e favorire il contenimento del numero degli esami previsti. Il Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche condivide e recepisce tutti gli obiettivi formativi qualificanti della classe (Classe L-24) e ne rispetta i vincoli. Nello specifico il Corso mira alla formazione di una figura professionale che, in collaborazione e con la supervisione di un uno Psicologo professionista iscritto allAlbo, sia in grado di sviluppare e applicare i principi, le conoscenze, i modelli ed i metodi acquisiti nei diversi settori della psicologia, in modo etico e scientifico, al fine di promuovere lo sviluppo, il benessere e l'efficacia di individui, gruppi, organizzazioni e societ e che sia in grado di contribuire alla progettazione e realizzazione di interventi finalizzati primariamente all'attivazione delle risorse personali, familiari e dei contesti educativi, al potenziamento dei fattori protettivi, alla promozione della salute. A tal fine il curriculum del Corso di laurea offre attivit formative inerenti i fondamenti teorici e le metodologie caratterizzanti tutti i diversi settori delle discipline psicologiche. Offre, inoltre, attivit formative caratterizzate da esercitazioni, lavoratori, esperienze pratiche guidate in piccoli gruppi, stages, tirocini di orientamento, finalizzate alla acquisizione di abilit e competenze applicative, in situazioni reali o simulate, e abilit e competenze nelle metodiche sperimentali e nell'utilizzo di strumenti di indagine in ambito personale e sociale. I laureati della classe potranno svolgere attivit professionali in strutture pubbliche e private, nelle istituzioni educative, nelle imprese e nelle organizzazioni del terzo settore, sotto la supervisione di
1

un laureato magistrale in psicologia. Potranno operare nellambito della valutazione psicometrica, psicosociale e dello sviluppo nonch nellambito della gestione delle risorse umane, dei servizi diretti alla persona, ai gruppi, alle organizzazioni e alle comunit, dell'assistenza e della promozione della salute. Al Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche possono essere ammessi tutti coloro che sono in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo conseguito allestero e riconosciuto come idoneo. E previsto un numero di accessi programmato a livello locale di n. 250 posti, ritenuto necessario per avere un contesto adeguato di attivit didattica interattiva, di laboratori ad alta specializzazione, in piccoli gruppi e di verifica mirata dellacquisizione di conoscenze e competenze. Lammissione al Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche regolamentata da un apposito bando che prevede il superamento di una prova di accesso (vedi Ordinamento e Regolamento Didattico Corso di Laurea, all. A). Il Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche prevede un solo curriculum, comprendente Attivit formative di base, Attivit formative caratterizzanti, Attivit affini ed integrative ed altre Attivit formative (a scelta, conoscenza della lingua straniera, abilit informatiche, laboratori, stages e tirocini di orientamento, prova finale), articolate in semestri. (vedi Ordinamento e Regolamento didattico Corso di laurea, all. B1 e B2). Per lanno accademico 2008-2009 sar attivato il anno del Corso di laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche (nuovissimo ordinamento ex DM 270) ed il II e III anno del Corso di Laurea in Psicologia dei processi Relazionali e di Sviluppo (nuovo ordinamento ex DM 509), ai quali il presente Manifesto degli studi fa espressamente riferimento. Il calendario delle lezioni, degli esami e delle altre attivit formative, cos come ogni altra informazione non contenuta nel presente Manifesto, saranno pubblicati sul sito del Dipartimento di Scienze Relazionali, alla voce Didattica

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE (ex D.M. 270/04) Anno Accademico 2008/09

I ANNO
Insegnamento CFU Moduli Cfu Moduli SSD Area formativa Ambito disciplinare Fondamenti della psicologia Di base 2 Psicobiologia e psicologia fisiologica Psicologia dello sviluppo I 8 MPSI/02 Di base 8 1:.Fondamenti della psicologia dello sviluppo. 2. I metodi di ricerca nello studio dello sviluppo 3:.I contesti sociali dello sviluppo 4 Teorie e metodi di psicologia sociale Psicologia Dinamica I 8 4 MPSI/04 Di base 2 Fondamenti della psicologia Fondamenti della psicologia

Psicologia generale I

MPSI/01

MPSI/05 Di base MPSI/07 Caratterizzante

Fondamenti della psicologia Psicologia dinamica e clinica Filosofia morale

Filosofia morale

MFIL/03 IUS/01

Affini ed integrative Affini ed integrative Altre attivit formative (art. 10)

Diritto di famiglia

Diritto di famiglia Abilit informatiche e telematiche

Abilit informatiche

LOfferta Formativa relativa al II e III anno del Corso di Scienze e Tecniche Psicologiche (Classe L-24, ex DM 270/04) consultabile sul sito della Facolt di Lettere e Filosofia e sul sito del Dipartimento di Scienze Relazionali, allinterno del Regolamento Didattico del Corso medesimo.

CORSO DI LAUREA IN PSICOLOGIA DEI PROCESSI RELAZIONALI E DI SVILUPPO (Classe 34, ex D.M. 509/99) Anno Accademico 2008/09

II ANNO
INSEGNAMENTO Insegnamento 1 Psicologia generale II Insegnamento 2 Psicologia dello sviluppo II CFU Moduli 8 Psicologia generale II CFU/ modulo 8 s.s.d. M-PSI/01 Area formativa (b) caratterizzanti 8 Psicologia dello sviluppo II Laboratorio di psicologia dello sviluppo (Attivit laboratoriali/attivit seminariali/esperienze pratiche guidate) Insegnamento 3 Psicometria 4 Psicometria I test di livello e le tecniche proiettive (Attivit laboratoriali/attivit seminariali/esperienze pratiche guidate) Insegnamento 4 Psicologia sociale II Insegnamento 5 Pedagogia generale I Insegnamento 6 Psicologia dinamica II 8 Pedagogia generale I 8 M-PED/01 (a) di basei 8 Psicologia dinamica II 8 M-PSI/07 (b) caratterizzanti Formazione interdisciplin are Psicologia dinamica e clinica 4 Psicologia sociale 2 2 M-PSI/03 (a) di base 6 2 M-PSI/04 (b) caratterizzanti Ambito Psicologia. gen. e fisiologica Psicologia dello sviluppo e delleducazio ne

Fondamenti della psicologia

M-PSI/05

(b) caratterizzanti

Psicologia sociale e del lavoro

Insegnamento 7 Psicologia clinica I

Psicologia clinica I Teoria e tecnica del colloquio clinico (Attivit laboratoriali/attivit seminariali/esperienze pratiche guidate)

6 2

M-PSI/08

(b) caratterizzanti

Psicologia dinamica e clinica

Insegnamento 8 Statistica

Statistica Laboratorio di statistica (Attivit laboratoriali/attivit seminariali/esperienze pratiche guidate)

4 2

SECS-S/01

Scient.tecnol. e dei Affini o integrative metodi quantitativi (c)

ulteriori conoscenze

Attivit pratiche in area psicologica con valenza di tirocinio pratico

(f)Ulteriori conoscenze

TOTALE CREDITI

60

CORSO DI LAUREA IN PSICOLOGIA DEI PROCESSI RELAZIONALI E DI SVILUPPO (ex D.M. 509/99) Anno Accademico 2008/09

III ANNO
INSEGNAMENTO Insegnamento 1 Psicologia generale III Insegnamento 2 Psicobiologia e psicologia fisiologica Insegnamento 3 Psicologia sociale e psicologia di comunit CFU Moduli 2 4 Psicologia generale III Psicobiologia e psicologia fisiologica Fondamenti di psicologia sociale e di comunit Laboratorio di psicologia sociale e di comunit (Attivit laboratoriali/attivit seminariali/esperienze pratiche guidate) Laboratorio di psicologia dinamica (Attivit laboratoriali/attivit seminariali/esperienze pratiche guidate) Psicologia clinica II CFU/ s.s.d. modulo 2 M-PSI/01 4 M-PSI/02 Area formativa (b) caratterizzanti (b) caratterizzanti (b) caratterizzanti Ambito Psicologia. gen. e fisiologica Psicologia. gen. e fisiologica Psicologia sociale e del lavoro

6 2

M-PSI/05

Insegnamento 4 Laboratorio di Psicologia dinamica

M-PSI/07

(b) caratterizzanti

Psicologia dinamica e clinica

Insegnamento 5 Psicologia clinica II Insegnamento 6 Pedagogia generale II

M-PSI/08

(b) Psicologia dinamica caratterizzanti e clinica (c) Affini o integrative Discipl. linguistiche.,storiche, filosof. e pedagogiche

Pedagogia generale II Laboratorio multimediale di epistemologia operativa (Attivit laboratoriali/attivit seminariali/esperienze pratiche guidate) Sociologia generale

M-PED/01

Insegnamento 7 Sociologia generale Insegnamento 8 Psichiatria Insegnamento 9 Statistica sociale Attivit formativa a scelta dello studente Attivit per lapprendimento della lingua straniera Attivit per la prova finale

SPS/07

(a) Di base

Formazione Interdiscplinare Scienze biolog. e Mediche Discipl.econom. e sociologiche

Psichiatria

Statistica sociale

Modulo o moduli a scelta

Consultare giuda ondine

Ulteriori conoscenze

Attivit pratiche con valenza di tirocinio (4 cfu) e abilit informatiche (2 cfu)

4+2

(c) Affini o integrative SECS-S/05 (c) Affini o integrative (d) A scelta dello studente (e) Prova finale e lingua (e) Prova finale e lingua (f) A scelta dello studente

MED-25

TOTALE CREDITI

60 5

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE


(ex D.M. 270/04) Anno Accademico 2008/09

Anno Primo Semestre Primo


INSEGNAMENTO PSICOLOGIA GENERALE I (M-PSI/01 PSICOLOGIA GENERALE) CFU 8
DOCENTE: PROF.

ORAZIO MIGLINO

ORARIO DI RICEVIMENTO:: Luned h. 11.00/13.00 - Dipartimento di Scienze Relazionali, via Porta di Massa, 1
Elementi di storia e fondamenti di psicologia generale

Attivit formativa di base: fondamenti della psicologia CFU: 8

Settore Scientifico Disciplinare: M-PSI/01

Impegno orario del docente: 56 ore Impegno orario complessivo dello studente: 56 ore di lezione e 144 di studio individuale Obiettivi formativi : Il corso si propone di fornire un quadro esaustivo dellevoluzione disciplinare della Psicologia e dei principali modelli esplicativi delle funzioni cognitive di base (Percezione, Coscienza, Apprendimento, Memoria, Pensiero, Comunicazione, Motivazioni, Emozioni). Contenuti del Corso: Storia della Psicologia. Le origini: Fechner, Wundt; la scuola riflessologica e la teoria di Pavlov. La psicologia della Gestalt. Il comportamentismo. La scuola di Piaget. La scuola storico-culturale russa. Il cognitivismo. Il neo-connessionismo. Le principali funzioni psico-cognitive: Sensazione e percezione; Coscienza e attenzione, Comunicazione e linguaggio, Apprendimento e memoria, Pensiero, Motivazione, Emozioni Testi consigliati per sostenere lesame:
Anolli L., Legrenzi P.(2005) Psicologia generale. Il Mulino Hill W. (2000) L apprendimento. Zanichelli

Tipo di insegnamento: obbligatorio, propedeutico a Psicologia Generale II Modalit di accertamento del profitto: Esame orale e/o scritto N. B. Per esigenze didattiche potranno esservi modifiche durante lo svolgimento del corso.

INSEGNAMENTO: PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO I (M-PSI/04 PSICOLOGIA SVILUPPO E PSICOLOGIA DELLEDUCAZIONE) CFU 8 DOCENTE:PROF.SSA LAURA ALENI SESTITO Ricevimento: Marted, h. 11.30/13.30 - Dipartimento di Scienze Relazionali, via Porta di Massa, 1 Modulo 1: Fondamenti di psicologia dello sviluppo

DELLO

Settore Scientifico - Disciplinare: M-PSI/04 Impegno orario del docente: 28 ore Impegno orario complessivo dello studente: 28 ore di lezione e 72 di studio individuale Obiettivi formativi : Il corso si propone di offrire una preparazione di base inerente i fondamenti epistemologici della psicologia dello sviluppo, allo scopo di fornire elementi di valutazione delle problematiche inerenti il cambiamento evolutivo nel corso dellarco di vita. Obiettivo del Corso una analisi critica dei principali dei fattori protettivi e dei fattori di rischio, alla luce pi recenti interpretazioni teoriche ed alle impostazioni probabilistiche. Il corso si propone inoltre di fornire le conoscenze di base per affrontare modelli esplicativi ed interpretativi complessi, fondati sulla multidimensionalit e multifattorialit. Contenuti del Corso: Le origini della psicologia dello sviluppo e i nodi teorici attuali Natura e fattori del cambiamento evolutivo, continuit e discontinuit. Percorsi differenziati dello sviluppo (variabilit intra ed interindividuale) Analisi critica delle concezioni tradizionali dello sviluppo Modelli probabilistici, multicausali e multidimensionali La prospettiva dellarco di vita di Baltes La teoria dei sistemi evolutivi di Ford e Lerner Modulo 2: Ecologia dello sviluppo CFU: 2

Attivit formativa di base: fondamenti della psicologia CFU: 4

Impegno orario del docente: 14 ore Impegno orario complessivo dello studente: 14 ore di lezione e 36 di studio individuale Obiettivi formativi : Questo modulo si propone di offrire una riflessione sulla prospettiva ecologica e sulle complesse relazioni tra sviluppo individuale e ambiente. Attraverso lezioni frontali, supportate da materiali visivi e testuali, con spazi di discussione e confronto, si intende proporre lanalisi del ruolo peculiare che nello sviluppo svolgono i diversi contesti (familiare, scolastico, amicale) oltre che dellinfluenza esercitata dai media e dalle nuove tecnologie della comunicazione. Contenuti del Corso: Il modello ecologico di Bronfenbrenner La dimensione transazionale nella psicologia culturale di Bruner Il ruolo dellazione individuale nel contesto I contesti sociali dello sviluppo Modulo 3: Metodi e tecniche in psicologia dello sviluppo CFU: 2

Impegno orario del docente: 14 ore Impegno orario complessivo dello studente: 14 ore di lezione e 36 di studio individuale Obiettivi formativi : Obiettivo dei questo modulo didattico quello di offrire le conoscenze di base inerenti i principali metodi e strumenti di valutazione dello sviluppo e dei principali metodi di indagine in psicologia dello sviluppo. Contenuti del corso: Conoscenza ingenua e conoscenza scientifica in psicologia dello sviluppo Lapproccio allo sviluppo basato sulla ricerca scientifica Metodo sperimentale, metodo osservativo Strumenti e tecniche di valutazione dello sviluppo Ricerca longitudinale, trasversale e sequenziale Testi consigliati per sostenere lesame: I testi saranno indicati agli studenti frequentanti allinizio delle lezioni e pubblicati sul sito docente e sul sito del Dipartimento di Scienze Relazionali Tipo di insegnamento: obbligatorio, propedeutico a Psicologia dello sviluppo II e III Modalit di accertamento del profitto: Esame orale e/o scritto N. B. Per esigenze didattiche potranno esservi modifiche durante lo svolgimento del corso.

PSICOBIOLOGIA E PSICOLOGIA INSEGNAMENTO PSICOBIOLOGIA E PSICOLOGIA FISIOLOGICA ) CFU 8


DOCENTE: (AFFIDAMENTO PER CONTRATTO DI INSEGNAMENTO)

FISIOLOGICA

(M-PSI/02

Psicobiologia e psicologia fisiologica Settore Scientifico Disciplinare: M-PSI/02

Attivit formativa di base: fondamenti della psicologia CFU: 8

Impegno orario del docente: 56 ore Impegno orario complessivo dello studente: 56 ore di lezione e 144 di studio individuale Obiettivi formativi :Il corso si propone di offrire allo studente unintroduzione sistematica sull'organizzazione topografica del cervello, sulle basi anatomo-funzionali dei sistemi neuronali nonch sulle basi biologiche del comportamento e delle funzioni cognitive nell'uomo. Contenuti del Corso: I metodi di studio in psicologia fisiologica umana Metodi elettrofisiologici: elettroencefalogramma, poligrafia e potenziali eventocorrelati Metodi di Neuroimaging: TC, RM, SPECT, PET, fRM Metodi comportamentali: la valutazione neuropsicologica Principi di anatomo-fisiologia macroscopica del Sistema Nervoso Anatomia macroscopica del midollo spinale, bulbo, ponte, cervelletto, mesencefalo, diencefalo e telencefalo; Sistema Nervoso Autonomo; Nervi spinali e nervi cranici Anatomia microscopica del Sistema Nervoso: Il neurone, La conduzione nervosa, La trasmissione sinaptica, I neuro-trasmettitori e neuromodulatori, Le cellule gliali Principi di organizzazione generale del sistema motorio: l'unit motoria, i riflessi spinali, il midollo spinale, il tronco dell'encefalo, il sistema vestibolare Sistemi sensoriali: Sistema olfattivo e gustativo, Sistema visivo, Sistema uditivo e vestibolare, Basi anatomo-funzionali dei sistemi di regolazione - fame e sete, del comportamento sessuale, della regolazione del ritmo sonno-veglia, delle emozioni - lo stress, della memoria, del linguaggio,
8

della cognizione spaziale. Testi consigliati per sostenere lesame: I testi saranno indicati agli studenti frequentanti allinizio delle lezioni e pubblicati sul sito docente e sul sito del Dipartimento di Scienze Relazionali Tipo di insegnamento: obbligatorio Modalit di accertamento del profitto: Esame orale e/o scritto N. B. Per esigenze didattiche potranno esservi modifiche durante lo svolgimento del corso. INSEGNAMENTO: DIRITTO DI FAMIGLIA (IUS/01 DIRITTO PRIVATO) CFU 8 DOCENTE: PROF. FRANCESCO JANES CARRATU
Orario di ricevimento: Marted h. 12.00/14.00 presso il Dipartimento di Scienze Internazionalistiche, III paino Via
Porta di Massa n. 32

Modulo 1: Diritto di famiglia

Area formativa affine ed integrativa CFU: 8

Settore Scientifico Disciplinare: IUS/01 Impegno orario complessivo del docente: 64 ore Di cui: Lezione: 52

Esercitazione: 12

Laboratorio:

Impegno orario dello studente: 52 ore di lezione, 12 ore di esercitazione, 136 ore di studio individuale Obiettivi formativi : Lofferta didattica propone agli studenti la conoscenza dei singoli istituti del diritto di famiglia, che quella parte del diritto privato che disciplina la vita allinterno del gruppo e i rapporti tra familiari e terzi estranei. IL modulo sar indirizzato allo studio della problematicit giuridica relativa alla famiglia, definita dallart. 29 della Costituzione societ naturale fondata sul matrimonio. Successivamente i caratteri fondamentali del diritto di famiglia dovranno essere approfonditi nei suoi pi importanti istituti: matrimonio, rapporti personali e patrimoniali tra coniugi, separazione personale, divorzio, filiazione, adozione e affidamento anche alla luce dei numerosi progetti di riforma allesame del Parlamento. Contenuti del Corso: La famiglia nella societ: Diritto e famiglia. Parentela e affinit. La famiglia di fatto. Il matrimonio: nozione e caratteri. Il matrimonio civile e il matrimonio religioso. Il matrimonio c.d. concordatario. Il matrimonio celebrato innanzi ai ministri dei culti acattolici. La celebrazione del matrimonio. Linvalidit del matrimonio. Conseguenze della dichiarazione dellinvalidit. Il regime di invalidit del matrimonio concordatario. I rapporti personali tra i coniugi: diritti e doveri nascenti dal matrimonio. Lintervento del giudice. Il regime patrimoniale. La comunione legale: nozione ed oggetto. Amministrazione della comunione e responsabilit per i debiti. Lo scioglimento della comunione e la divisione dei beni. La comunione convenzionale. Il fondo patrimoniale. La separazione dei beni. La crisi del rapporto familiare. La mediazione familiare. La separazione personale dei coniugi e sua tipologia. Laddebito e le conseguenze. Effetti della separazione rispetto ai coniugi e nei confronti dei figli, anche alla luce della legge 8 febbraio 2006, n. 54. Il divorzio e la sua nozione. Le cause e il procedimento di divorzio. Effetti di carattere
9

personale e patrimoniale. La filiazione. Filiazione legittima e naturale. Lo stato di figlio. Laccertamento della filiazione. Riconoscimento del figlio naturale. Dichiarazione giudiziale di paternit e maternit naturale. La legittimazione. Procreazione assistita anche alla luce della legge 40/2004. Adozione (alla luce 184/1983 cos come modificata dalla legge n. 149/2001). Laffidamento familiare. Limpresa familiare. Lobbligazione alimentare e la sua disciplina. Testi consigliati per sostenere lesame orale, a scelta dello studente: G. BONILINI, Nozioni di diritto di famiglia, Torino, UTET, 2005 T. AULETTA, Il diritto di famiglia, Torino, Giappichelli, 2006 M. FORTINO, Diritto di famiglia, Milano, Giuffr, 2004 M. SESTA, Diritto di famiglia, CEDAM, Padova, 2003 Consigliato,inoltre, lutilizzo tra uno dei due seguenti Codici: F. BOCCHINI, Codice della famiglia e dei minori, Giuffr, Milano, 2006 M. FESTA, Codice della famiglia, Milano, 2000 Tipo di insegnamento: Obbligatorio Modalit di accertamento del profitto: Esame orale. N. B. Per esigenze didattiche potranno esservi modifiche durante lo svolgimento del corso.

10

Anno Primo Semestre Secondo


INSEGNAMENTO: TEORIE E METODI DI PSICOLOGIA SOCIALE (M-PSI/05 Psicologia sociale) CFU 8 DOCENTE: (AFFIDAMENTO PER CONTRATTO DI INSEGNAMENTO) Teorie e metodi di psicologia sociale Settore Scientifico Disciplinare: M/PSI-05 Attivit formative di base: fondamenti della psicologia CFU: 8

Impegno orario del docente: 56 ore Impegno orario complessivo dello studente: 56 ore di lezione e 144 di studio individuale Obiettivi formativi : Il corso articolato in tre parti: una prima parte (pari al 60% circa del corso) dedicata alla illustrazione delle teorie principali e distintive della disciplina; una seconda parte (pari al 25% circa del corso) dedicata alla presentazione delle metodologie della ricerca psico-sociale; nella terza parte (15% del corso), a carattere monografico, viene fatto riferimento ad un campo di studi specifico in cui si evidenzia linterconnessione tra teorie di riferimento e opzioni metodologiche. Il corso si propone i seguenti obiettivi formativi: acquisire le conoscenze fondamentali relative al corpo teorico della disciplina, tenendo conto anche del suo sviluppo storico; acquisire il linguaggio della disciplina attraverso la lettura di studi e ricerche di autori classici e contemporanei; acquisire le competenze metodologiche e strumentali di base in specifico riferimento alla ricerca psicosociale. Verranno illustrate alcune aree di particolare rilevanza scientifica e sociale, quali i processi di conoscenza sociale, di percezione interpersonale, di sviluppo del s e dellidentit, delle relazioni nei gruppi e tra i gruppi, i meccanismi di influenza propri della maggioranza e delle minoranze. Unattenzione specifica verr data alla comprensione delle dinamiche di inclusione ed esclusione sociale, di prevenzione e riproduzione dei pregiudizi, di affermazione e violazione dei diritti umani nel quadro dellattuale assetto della societ e del sistema simbolico pi ampio delle rappresentazioni e dei valori che permeano i gruppi sociali. Contenuti del Corso: La nascita e le diverse anime della psicologia sociale contemporanea Psicologia del senso comune, attribuzioni causali e cognizione sociale Sviluppo sociale, s e identit Atteggiamenti e azione sociale Relazioni interpersonali Processi di gruppo Aspetti psicosociali dei processi di comunicazione Espressione e comunicazione delle emozioni Stereotipi e pregiudizi Interazione sociale: conflitto, aggressivit, violenza e prosocialit Influenza sociale e processi di persuasione Rappresentazioni sociali Metodi quantitativi della ricerca psico-sociale Metodi qualitativi della ricerca psico-sociale Tipo di insegnamento: Insegnamento obbligatorio, accessibile dopo Psicologia Generale, propedeutico a Psicologia sociale della salute, a Psicologia del lavoro e delle organizzazioni e a Psicologia di Comunit Modalit di accertamento del profitto: Prova orale Libri di testo: - Palmonari A., Cavazza N., Rubini M., (2002), Psicologia sociale - Il Mulino - Palmonari A., Cavazza N., (a cura di) (2003), Ricerche e protagonisti della Psicologia sociale - Il Mulino - Di Nuovo S., Hichy Z. (2007) Metodologia della ricerca sociale Il Mulino N. B. Per esigenze didattiche potranno esservi modifiche durante lo svolgimento del corso.
11

INSEGNAMENTO: FILOSOFIA MORALE (M-FIL/03 Filosofia morale) CFU 8 (lettere A-L) DOCENTE: PROF.SSA SIMONETTA MARINO
Orario di ricevimento: Verr pubblicato sul sito web del Dipartimento

Area formativa (affine ed integrativa Settore Scientifico Disciplinare: M-FIL/03 CFU: 8

Impegno orario complessivo del docente: 56 ore di cui: Lezione: 56 Esercitazione:

Laboratorio:

Impegno orario dello studente: 56 ore di lezione 144 ore di studio individuale Obiettivi formativi : Introdurre ad una riflessione sullorigine dei valori e sulla formazione della coscienza morale allinterno della costruzione della scienza moderna e dei suoi dispositivi . Contenuti del corso:. Il corso intende analizzare il processo di alienazione della coscienza morale nella duplice oggettivazione del lavoro estraniato e degli stati psichici perturbati e proporne una rilettura critica e un possibile esito nel concetto derridaiano di eredit e di responsabilit etica Testi consigliati per sostenere lesame: K. Marx, "Il lavoro estraniato", in /Manoscritti economici-filosofici del 1844, /Einaudi, Torino S. Freud, /Il perturbante/, (1919) Boringhieri, Torino J. Derrida, /Spettri di Marx,/ Raffaello Cortina, 1994 Letture consigliate: M. Devi, /La trilogia del seno/, Filema, Napoli, 2005 Tipo di insegnamento:obbligatorio Modalit di accertamento del profitto: Esame orale N. B. Per esigenze didattiche potranno esservi modifiche durante lo svolgimento del corso.

INSEGNAMENTO: FILOSOFIA MORALE (M-FIL/03 Filosofia morale) CFU 8 (lettere M-Z) DOCENTE: PROF.SSA ANNA DONISE
Orario di ricevimento: Verra pubblicato sul sito web del Dipartimento

Modulo: Introduzione alla filosofia morale Settore Scientifico Disciplinare: M-FIL/03

Area formativa (a) di base ambito attivit di sede CFU: 8 Laboratorio:

Impegno orario complessivo del docente: 56 ore di cui: Lezione: 56 Esercitazione:

Impegno orario dello studente: 56 lezione 144 studio individuale Obiettivi formativi : il corso offre unintroduzione ad alcune delle questioni principali delletica moderna e contemporanea Contenuti del corso: il corso si propone di delineare un confronto tra due esemplari teorie della vita morale: critica della ragione pratica di Kant e la genealogia della morale di Nietzsche. Testi consigliati per sostenere lesame: I. Kant, Fondazione della metafisica dei costumi, Laterza, Roma-Bari 2005 F.Nietzsche, La genealogia della morale. Uno scritto polemico, Adelphi, Milano 2006 G. Cantillo, Natura umana e senso della storia , Luciano Editore, Napoli 2005 Tipo di insegnamento:obbligatorio Modalit di accertamento del profitto: Esame orale N. B. Per esigenze didattiche potranno esservi modifiche durante lo svolgimento del corso.
12

INSEGNAMENTO: PSICOLOGIA DINAMICA I (M-PSI/07 PSICOLOGIA DINAMICA) CFU 8

DOCENTE: PROF.SSA MARIA CIAMBELLI


Orario di ricevimento: luned h. 10.30/13.00; da marzo marted h. 11.30/13.00. Dipartimento di Scienze Relazionali, lato B, stanza n. 20. Modulo: Fondamenti di psicoanalisi Settore Scientifico Disciplinare: M-PSI/07 Impegno orario complessivo del docente: 56 ore di cui: Lezioni: 54 Area formativa caratterizzante: Psicologia dinamica e clinica CFU: 8 Esercitazioni: 2

Impegno orario dello studente: 56 ore di lezione, 144 ore di studio individuale. Obiettivi formativi : Il corso si propone di: 1) presentare i principali concetti della psicoanalisi

attraverso una introduzione al pensiero freudiano e alla sua genealogia, anche in relazione al pi ampio contesto storico-culturale di fine ottocento e al quadro della psicologia, oltre che alla originaria formazione scientifica di Freud; 2) rintracciare le questioni fondamentali che sorreggono le continue riformulazioni della teoria; 3) focalizzare gli aspetti peculiari del metodo in rapporto al suo oggetto. Tali obiettivi, nella loro stretta interdipendenza, mirano a fornire i lineamenti essenziali e caratterizzanti dell'approccio psicoanalitico alla mente e ad evidenziare la centralit della scoperta delledipo. Il corso si articola in una parte istituzionale, i cui contenuti sono di seguito indicati, e in una parte monografica volta allapprofondimento di alcuni testi freudiani.
Contenuti del corso:

Commento della enunciazione freudiana "La mia vita la psicoanalisi" L'inconscio: genesi di una invenzione-scoperta La psicopatologia della vita quotidiana e il sogno Il sessuale e la problematica dell'appoggio Il trauma e il modello delle serie complementari Sviluppo della libido e organizzazioni della sessualit L'apparato psichico della prima topica La metapsicologia Ledipo e le sue configurazioni La dinamica della traslazione Lintroduzione del narcisismo Teoria dell'angoscia. Le "esigenze" per una seconda topica.
Testi indicati per sostenere lesame:

Freud S. (1915-17) Introduzione alla psicoanalisi (Lezioni numero: 2, 6, 7, 8, 9, 11, 13, 14, 18, 21, 22, 23, 25, 26, 27) Bollati Boringhieri (Collana USB), Torino. Freud S. (1901) Frammento di unanalisi di isteria (Il caso clinico di Dora), in Casi clinici 3, Biblioteca Bollati Boringhieri, Torino, 2000. Freud S. (1905) Tre saggi sulla teoria sessuale, Bollati Boringhieri, Torino.* Freud S. (1911) Precisazioni sui due principi dellaccadere psichico, Bollati Boringhieri, Torino.** Freud S. (1912) Nota sullinconscio in psicoanalisi, Bollati Boringhieri, Torino.** Freud S. (1915) Metapsicologia: Pulsioni e loro destini, La rimozione e Lutto e melanconia Bollati Boringhieri, Torino.** Alcune lettere di S. Freud a W. Fliess, messe a disposizione dal docente, insieme ad altri materiali di supporto allo svolgimento del corso. * Contenuto nellAntologia La vita sessuale (Collana USB, Bollati Boringhieri) ** Contenuti nellAntologia La teoria psicoanalitica (Collana USB Bollati Boringhieri) Tipo di Insegnamento: obbligatorio, propedeutico a Psicologia Dinamica II. Modalit di accertamento del profitto: esame orale. N. B. Per esigenze didattiche potranno esservi modifiche durante lo svolgimento del corso; eventualmente ne verr data comunicazione durante le lezioni e sul sito di dipartimento alla pagina del docente.
13

ALTRE ATTIVITA FORMATIVE: ULTERIORI ATTIVITA (lettera d) ABILITAINFORMATICHE DOCENTE (Affidamento per contratto di insegnamento) CFU: 4 Impegno orario del docente: 32 ore Impegno orario complessivo dello studente: 32 ore di lezione e 68 di studio individuale Obiettivi formativi : Il Corso si propone di introdurre lo studente alla conoscenza dei principali componenti di un sistema informatico (hardware, software e telematica); introduzione alluso di applicativi relativi al word processing, elaborazione dati, comunicazione telematica. Lobiettivo formativo del corso consiste, in particolare, nellinsegnare a redigere un documento elettronico in cui sia prevista una sezione di presentazione di risultati quantitativi; sapere ricercare materiale bibliografico dal web. Contenuti del Corso: - elementi di hardware e software - i programmi per lelaborazione di testo - i programmi per lelaborazione dei dati - i programmi per laccesso e lutilizzo di internet

14

CORSO DI LAUREA IN PSICOLOGIA DEI PROCESSI RELAZIONALI E DI SVILUPPO (Classe 34, ex D.M. 509/99)
Anno Accademico 2008/09

Anno Secondo Semestre Primo


INSEGNAMENTO: PSICOLOGIA GENERALE II (M-PSI/ 01 PSICOLOGIA GENERALE) CFU 8 DOCENTE: PROF. MARIO MASTROPAOLO
Orario di ricevimento: Luned, Marted, Mercoled h. 11.00/12.00, presso il Dipartimento di Scienze Relazionali, Via Porta di Massa n.1.

Modulo: Psicologia della personalit

Area formativa caratterizzante: ambito Psicologia generale e fisiologica CFU: 8

Settore Scientifico Disciplinare: M-PSI/01 Impegno orario complessivo del docente: 64 ore di cui: Lezione: 54

Esercitazione: 5 + 5

Laboratorio:

Impegno orario dello studente: 54 ore di lezione, 5+5 di esercitazioni, 136 ore di studio individuale Obiettivi formativi : Il corso si propone di offrire una prima lettura delle teorie della personalit con particolare riguardo alle elaborazioni della scuola umanistica, esistenziale e transpersonale.Contemporaneamente intende promuovere una ricerca intorno alluomo e al disagio esistenziale attraverso una focalizzazione degli eventi pi significativi della vita quali il ciclo vita morte, la distruttivit, lamore, la conflittualit, langoscia , lautorealizzazione. Infine attraverso un percorso terapeutico presentare teoricamente e pragmaticamente le possibilit di accedere al cambiamento, inteso come ristrutturazione della personalit. La psicoterapia della Gestalt, infatti consente per la ricchezza delle fonti di riferimento (psicoanalisi freudiana, psicologia fenomenologica, psicodramma moreniano, la psicologia dei simboli, Jung, la scuola della psicologia della forma, i contributi delle arti teatrali e cinematografiche), un impiego organizzato e congruente di buona parte della conoscenza psicologica complessiva.. Contenuti del corso: La coscienza umanistica e lalienazione a partire dalle teorie di Fromm, Perls, Berne, Rogers e dalla rappresentazione realizzata dai grandi registi del cinema contemporaneo.: I. Bergman, G. Axel, Taviani, R. Faenza; P. Almodovar; R. Attenborough, W. Wenders, M. Antonioni....
Testi consigliati per sostenere lesame orale.

Erich Fromm Dalla parte delluomo - editore Astrolabio, Roma; Mario Mastropaolo Il S rivelato editore Franco Angeli Milano; Fritjof Capra Il punto di svolta editore Feltrinelli Milano, capitoli 1;4;5;6;9. Mario Mastropaolo La psicoterapia della Gestalt editore Effigi (in corso di stampa) Letture consigliate: Mario Mastropaolo, Una psicologia antica. 100 suggerimenti perch la psicologia diventi larte di vivere- Editore Liguori Tipo di insegnamento: Obbligatorio propedeutico a Psicologia generale III, accessibile dopo un propedeutico (Psicologia generale I) Modalit di accertamento del profitto: esame orale. Sono previste eventuali prove intercorso N. B. Per esigenze didattiche potranno esservi modifiche durante lo svolgimento del corso.
15

INSEGNAMENTO: PEDAGOGIA GENERALE I (M-PED/01 PEDAGOGIA GENERALE)CFU 8 DOCENTE: PROF.SSA MAURA STRIANO
Orario di ricevimento: Verr pubblicato sul sito del Corso di Laurea Programma: consultare il sito web.

INSEGNAMENTO: PSICOLOGIA DINAMICA II (M-PSI/07 PSICOLOGIA DINAMICA) CFU 8 DOCENTE: PROF.SSA BARBARA DE ROSA
Orario di ricevimento: Marted h. 14,00-16,00, Dip. di Scienze Relazionali, lato B, stanza n. 18.

Modulo: 1) Levoluzione del pensiero freudiano Area formativa caratterizzante ambito 2) La nascita della psicoanalisi infantile Psicologia dinamica e clinica Settore Scientifico - Disciplinare: M-PSI/07 CFU: 8 Impegno orario complessivo del docente: 64 ore Lezione: 64 di cui: Impegno orario dello studente: 64 ore di lezione, 136 ore di studio individuale. Obiettivi formativi : In continuit con il programma di Psicologia Dinamica I, il corso si propone di approfondire: 1) levoluzione del pensiero freudiano dalla transizione del narcisismo alla seconda topica; 2) levoluzione della teoria psicoanalitica e la sua applicazione allo sviluppo infantile attraverso il pensiero di Winnicott. Contenuti del corso: Freud, dalla transizione alla seconda topica: Il narcisismo. La teoria pulsionale nella seconda topica. La coazione a ripetere. La teoria dellapparato psichico e la teoria dellangoscia nella seconda topica. La femminilit. La psicoanalisi dello sviluppo nel pensiero di Winnicott: La teoria del rapporto infante-genitore: linterazione tra i processi di sviluppo primari e levoluzione delle funzioni materne. Limportanza dellaggressivit nello sviluppo emozionale e nellevoluzione del rapporto con loggetto. Il transizionale e le vicissitudini della creativit. Il falso S. La tendenza antisociale. Lo strumento dellosservazione: approccio epistemologico e funzioni. Testi indicati per sostenere lesame: Freud S. (1914), Introduzione al narcisismo, Bollati Boringhieri, Torino.* Freud S. (1920), Al di l del principio di piacere, Bollati Boringhieri, Torino.* Freud S. (1922), LIo e lEs, Bollati Boringhieri, Torino.* Freud S. (1932), Introduzione alla psicoanalisi (nuova serie di lezioni), lezioni: 31, 32 e 33 Bollati Boringhieri, Torino.* Winnicott D. (1945-67), Parte seconda-Sezione antologica, pp. 57-271, in A. Nunziante Cesro, V. Boursier, Psicoanalisi dello sviluppo, Armando Editore, 2004. Winnicott D. (1941), Losservazione dei bambini piccoli in una situazione prefissata, in Dalla pediatria alla psicoanalisi, Firenze, Martinelli editore, 1975, 1991**. * I testi di Freud sono raccolti nelle antologie gi utilizzate lanno scorso per il programma di Psicologia Dinamica I. Gli scritti del 1914, del 1920 e del 1922 sono in: Freud S., La teoria psicoanalitica; lo scritto del 1931 in: Freud S., La vita sessuale; lo scritto del 1932 in: Freud S., Introduzione alla psicoanalisi prima e seconda serie di lezioni. Le tre antologie sono edite da Bollati Boringhieri nella collana Universale Bollati Boringhieri (Torino, 2001, 2003,1985). ** Larticolo disponibile sul sito di Dipartimento alla pagina del docente. Tipo di Insegnamento: obbligatorio, accessibile dopo lesame propedeutico di Psicologia Dinamica I e propedeutico a Psicologia Clinica.
Modalit di accertamento del profitto: esame orale.

N. B. Per esigenze didattiche potranno esservi modifiche durante lo svolgimento del corso; eventualmente ne verr data comunicazione durante le lezioni e sul sito di dipartimento alla pagina del docente.
16

INSEGNAMENTO: STATISTICA (SECS/01 STATISTICA) CFU 4 DOCENTE: (AFFIDAMENTO PER SUPPLENZA)


Orario di ricevimento: Verr pubblicato sul sito del Corso di Laurea Programma: consultare il sito web.

INSEGNAMENTO: LABORATORIO DI STATISTICA (SECS/01 STATISTICA) CFU 2 DOCENTE: (AFFIDAMENTO PER SUPPLENZA)
Orario di ricevimento: Verr pubblicato sul sito del Corso di Laurea Programma: consultare il sito web.

17

Anno Secondo Semestre Secondo

Insegnamento: PSICOLOGIA SOCIALE (M-PSI/05 Psicologia Sociale) CFU 4 DOCENTE: PROF.SSA CATERINA ARCIDIACONO Orario di ricevimento: Mercoledi ore 12-13 , Dipartimento di Scienze Relazionali, Via Porta di Massa n. 1 Napoli Modulo 1: Psicologia del benessere e della salute area formativa caratterizzante ambito Psicologia sociale e del lavoro CFU: 4

Settore Scientifico - Disciplinare: M/PSI 05 Impegno orario complessivo del docente 36 ore di cui: Lezione: 36 Esercitazione: / Laboratorio / Impegno orario dello studente: 36 ore di lezione, studio individuale 64 Obiettivi formativi : Approfondimento teorico-metodologico per lintervento psicologico finalizzato alla promozione del benessere e della salute Contenuti del Corso: Il focus delle lezioni sullintervento psicologico in una prospettiva di comunit in considerazione delle dinamiche connesse alla formazione del benessere e all empowerment della salute individuale e collettiva. Modalit di accertamento del profitto: Esame orale e prove in itinere Testi consigliati per sostenere lesame orale* 1) Zani Cicognani Le vie del benessere- Carocci 2) un articolo sul sito docente 3)testo da definire Propedeuticit: Obbligatorio propedeutico a Psicologia sociale e di comunit. Accessibile dopo un propedeutico: Psicologia sociale I. N. B. Per esigenze didattiche potranno esservi modifiche durante lo svolgimento del corso.

INSEGNAMENTO: PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO II (M-PSI/O4 PSICOLOGIA


SVILUPPO E DELLEDUCAZIONE)

DELLO

CFU 8

DOCENTE: PROF.SSA SANTA PARRELLO Orario di ricevimento: consultare sito web del Dipartimento Modulo 1: Lo sviluppo socio-cognitivo: temi e modelli area formativa caratterizzante ambito Psicologia dello sviluppo e delleducazione CFU: 4

Settore Scientifico - Disciplinare: M/PSI 04 Impegno orario complessivo del docente 32 ore di cui: Lezione: 32 Esercitazione: / Laboratorio / Impegno orario dello studente: 32 ore di lezione, studio individuale 68 Obiettivi formativi Il corso si propone di mettere a fuoco alcuni aspetti cruciali dello sviluppo socio-cognitivo, passando in rassegna una selezione di temi significativi e modelli teorici. La nascita e levoluzione del pensiero saranno affrontate da prospettive costruttiviste di matrice biologica e sociale: in particolare ci si soffermer sul contributo teorico e metodologico di Piaget,

18

sulla scuola storico-culturale vygotskijana, sugli sviluppi post-piagetiani, sulla psicologia culturale da Bruner in poi. Lo sviluppo socio-cognitivo sar visto dunque in una prospettiva integrata, che mira alla comprensione dei nessi che legano in modo complesso socialit, affetti e conoscenza. Contenuti Maturazione, esperienza relazionale, apprendimento Dallazione al pensiero La teoria stadiale di Piaget Lipotesi storico-culturale di Vygotskij Gli sviluppi post-piagetiani: la costruzione sociale dellintelligenza La psicologia ingenua della mente Pensiero logico e pensiero narrativo Bruner: la psicologia culturale TESTI consigliati Liverta Sempio O. (a cura di), Vygotskij, Piaget, Bruner. Concezioni dello sviluppo, Cortina, Milano, 1998 (II parte: JEAN PIAGET: LA COSTRUZIONE COSTRUTTIVISTICA DELLA CONOSCENZA, capp. 5, 6) Marchetti A. (a cura di), Conoscenza, affetti socialit. Verso concezioni integrate dello sviluppo, Cortina, Milano, 1997 (capp, 1, 2, 4, 5) Bruner J., La ricerca del significato. Per una psicologia culturale, Bollati Boringhieri, Torino, 1992 Mod 2 Il disegno infantile: sviluppo e potenzialit euristiche CFU 2 16 h di lezione e 34 h di studio individuale Obiettivi formativi Questa parte del corso propone unanalisi del disegno come strumento di interpretazione dello sviluppo infantile. Particolare attenzione sar dedicata ai suoi aspetti di rappresentazione, narrazione e comunicazione. Ci si soffermer, inoltre, sui cambiamenti che il disegno subisce spostandosi parzialmente dal piano del gioco a quello del compito - in concomitanza con lingresso del bambino nella scuola elementare. Sar presentata, infine, la possibilit di utilizzare il disegno a tema come strumento di ricerca per accedere alle rappresentazioni infantili della realt sociale. Contenuti Lo sviluppo del disegno infantile: temi e modelli Oltre la dicotomia rappresentazione / proiezione Il disegno infantile come narrazione e comunicazione Il disegno a tema come strumento di ricerca TESTI consigliati Dons, L.. Parrello S. (2005), Disegnare il mondo. Disegno infantile e conoscenza sociale, Napoli: Liguori Tipo di insegnamento: obbligatorio accessibile dopo un propedeutico (Psicologia dello sviluppo I) LABORATORIO CFU 2 Frequenza obbligatoria Le attivit laboratoriali verteranno su temi e metodi inerenti il corso. N.B. Il programma potr subire variazioni che saranno comunicate a inizio del corso.

19

INSEGNAMENTO: PSICOLOGIA CLINICA (M-PSI/08 PSICOLOGIA CLINICA) CFU 2 DOCENTE: PROF.SSA DIOMIRA PETRELLI
Orario di ricevimento: marted ore 10-11 (nei mesi di marzo, aprile e maggio: marted ore 11-12) presso il Dipartimento di Scienze Relazionali, Via Porta di Massa n.1

Modulo 1: Modelli di funzionamento mentale in psicoanalisi Settore Scientifico - Disciplinare: M-PSI/08 Modulo 2: Teoria e tecnica del colloquio clinico

Settore Scientifico - Disciplinare: M-PSI/08 Impegno orario complessivo del docente 48 ore di cui: Lezione: 48 Esercitazione: Laboratorio: Impegno orario dello studente: 48 ore di didattica frontale, 102 ore di studio individuale, Obiettivi formativi :. Il corso si propone di offrire una conoscenza di base degli elementi generali di teoria psicoanalitica dello sviluppo e del funzionamento mentale. Verranno forniti brevi cenni ad alcuni modelli psicoanalitici di organizzazione e funzionamento mentale: il modello freudiano, il modello di M. Klein. Saranno affrontate tematiche connesse a: elementi di continuit e discontinuit nello sviluppo, concetti di normalit e patologia, il rapporto oggettuale, angosce e difese, fantasia inconscia gli oggetti interni. II modulo: Obiettivo del modulo offrire un primo approccio alla teoria e alla tecnica del colloquio clinico come strumento di conoscenza e di potenziale trasformazione. A tal fine verranno forniti alcuni cenni sulla fondazione psicodinamica della psicologia clinica: concetti di cambiamento e di trasformazione, analisi della domanda, ruolo delle emozioni nel rapporto clinico, processi di identificazione, transfert e controtransfert, il setting. Modalit di redazione di un resoconto clinico. Contenuti del Corso: Saranno approfondite alcune problematiche specifiche, con particolare riguardo ai problemi connessi con: Meccanismi di difesa primitivi I processi di identificazione La proiezione La scissione Lidentificazione proiettiva La fantasia inconscia La relazione oggettuale e il concetto di oggetto interno Senso di colpa inconscio Amore, colpa e riparazione Senso di colpa e creativit Propedeuticit: Psicologia dinamica I Psicologia dinamica II Modalit di accertamento del profitto: Esame orale . Sono previste eventuali prove intercorso

Area formativa caratterizzante ambito Psicologia dinamica e clinica CFU: 4 Area formativa caratterizzante ambito Psicologia dinamica e clinica CFU: 2

20

Testi consigliati per sostenere lesame: 1. S. Freud (1911).Precisazioni sui due principi dellaccadere psichico, trad. it. In: Opere di S. Freud, vol. 6, Boringhieri, Torino 2. S. Freud (1915). Lutto e melanconia. Trad. it. In: Opere di S. Freud, vol. 8, Boringhieri, Torino. 3. S. Freud (1920), Al di l del principio di piacere, paragrafo 2 (pp.198- 203) trad. it. in: Opere di S. Freud, vol. IX, Boringhieri, Torino. 4. S. Isaacs (1948), Natura e funzione della fantasia, in: (a cura di ) D. Petrelli (2007): Fantasia inconscia. Lorganizzazione mentale precoce secondo S. Isaacs, Il Pensiero Scientifico Editore, Roma. 5. M. Klein (1963). Il nostro mondo adulto ed altri saggi, trad. it. Martinelli, Firenze 6. M. Klein. Amore, colpa e riparazione, in: M. Klein, J. Riviere. Amore, odio e riparazione, Astrolabio, Roma 7. Fraiberg S., Il sostegno allo sviluppo, (capitoli 1, 2, 6 ,7 e 8) Milano, Cortina, 1999 N.B. Il programma potr subire variazioni che saranno comunicate a inizio del corso.

INSEGNAMENTO: TEORIA E TECNICA DEL COLLOQUIO CLINICO (M-PSI/08 PSICOLOGIA CLINICA)CFU 2 DOCENTE: PROF.SSA DIOMIRA PETRELLI Area formativa caratterizzanti ambito Psicologia dinamica e clinica CFU: 2 Esercitazione:

Laboratorio: Laboratorio: 16 ore di didattica frontale e 16 ore di esercitazioni in piccoli gruppi (facoltativo) Impegno orario dello studente: 16 ore di didattica frontale di laboratorio, 36 ore di studio individuale, 16 ore di lavoro individuale consistente in attivit pratiche guidate (facoltativo). La frequenza alle esperienze pratiche guidate consistenti in discussioni in piccolo gruppo di colloqui effettuati in contesti istituzionali facoltativa e avverr in seguito alliscrizione ai gruppi da effettuarsi durante lo svolgimento del corso. Obiettivi formativi : Acquisire la conoscenza degli elementi di base di tecnica del colloquio clinico. Contenuti del Corso: Il modulo si articola in : - lezioni teoriche introduttive volte a fornire conoscenze di base sugli aspetti teoricometodologici dellintervento e del colloquio clinico; - lezioni applicative dedicate ad introdurre aspetti teorici-pratici del colloquio clinico attraverso la discussione di esperienze pratiche guidate di colloqui effettuati in contesti istituzionali. Propedeuticit: Psicologia dinamica I Psicologia dinamica II Modalit di accertamento del profitto: Esame orale . Sono previste eventuali prove intercorso. Testi consigliati per sostenere lesame: Semi A. (1985) Tecnica del colloquio, Raffaello Cortina Editore N.B. Il programma potr subire variazioni che saranno comunicate a inizio del corso.
21

Settore Scientifico - Disciplinare: M-PSI/08 Impegno orario complessivo 32 Di cui: Lezione:

INSEGNAMENTO: PSICOMETRIA

(M-PSI/03 PSICOMETRIA) CFU 2

DOCENTE: (AFFIDAMENTO PER CONTRATTO DI INSEGNAMENTO) Modulo: Fondamenti di Psicometria Settore Scientifico - Disciplinare: M-PSI/03 Impegno orario complessivo del docente: 16 ore di cui: Lezione: 16 Esercitazione: Laboratorio: area formativa di base - ambito Fondamenti della psicologia CFU: 2

Impegno orario dello studente: 16 ore di lezione, 34 ore di studio individuale Obiettivi formativi :.Lobiettivo del corso presentare i concetti fondamentali della teoria e dei metodi psicometrici. In particolare saranno trattate le nozioni fondamentali di statistica applicata alla psicologia, i fondamenti di psicometria e statistica descrittiva, le nozioni basilari di statistica inferenziale ed analisi dei dati e lo strumento del questionario. Contenuti del Corso: La misurazione in psicologia Lattendibilit La validit Fondamenti di psicometria e statistica descrittiva Statistica inferenziale ed analisi dei dati Introduzione alla tecnica del questionario Testi consigliati per sostenere lesame: Ercolani, A.P., Areni, A., Leone, L. (2001). Statistica per la psicologia, Vol. I, il Mulino, Bologna. Bosco, A. (2003). Come si costruisce un questionario. Carocci

Tipo di insegnamento: Accessibile dopo un propedeutico (Psicologia generale I) consigliato dopo aver sostenuto lesame di Statistica Modalit di accertamento del profitto: Esame scritto N. B. Per esigenze didattiche potranno esservi modifiche durante lo svolgimento del corso. INSEGNAMENTO: LABORATORIO I TEST PROIETTIVE (M-PSI/03 PSICOMETRIA) CFU 2 Docente: (affidamento per contratto di insegnamento) area formativa (a) di base ambito Fondamenti della psicologia Settore Scientifico Disciplinare: M-PSI/03 CFU: 2 Impegno orario complessivo del docente: 20 Di cui: Lezione: 10 Esercitazione: Laboratorio: 10 Impegno orario dello studente: 10 ore di lezione, 10 ore di didattica assistita, 30 ore di attivit individuale. Per le ore di laboratorio gli studenti saranno suddivisi in gruppi
22

DI

LIVELLO

LE

TECNICHE

Obiettivi formativi : Il secondo modulo, di carattere prettamente metodologico, ha lobiettivo di formare lo studente allutilizzo e alla costruzione del questionario nellambito della ricerca in psicologia.. Contenuti del Corso: Le tecniche dellintervista e del questionario Strutturazione e standardizzazione del questionario Il disegno della ricerca e la scelta del questionario Testi consigliati per sostenere lesame: Bosco, A. (2003). Come si costruisce un questionario. Carocci Tipo di insegnamento: Obbligatorio Modalit di accertamento del profitto: Accertamento della frequenza o delle acquisizioni relative ai contenuti. N. B. Per esigenze didattiche potranno esservi modifiche durante lo svolgimento del corso.

23

Anno Terzo Semestre Primo


INSEGNAMENTO: PEDAGOGIA GENERALE II (M-PED/01 PEDAGOGIA GENERALE) CFU 6 DOCENTE: PROF.SSA MARIA ROSARIA STROLLO
Orario di ricevimento: Gioved 11-13, presso il Dipartimento di Scienze Relazionali

Settore Scientifico - Disciplinare: M-PED/01 Impegno orario complessivo 32 di cui: Lezione: 32 Esercitazione: Laboratorio: Impegno orario dello studente: 100 Obiettivi formativi : L obiettivo del corso relativo alla valorizzazione delle relazioni tra la sfera dellintelligenza creativa e le altre intelligenze ai fini della costruzione di strategie educative Contenuti del Corso: Processi formativi e creativit. Apprendimento e stili cognitivi. Emozioni e apprendimento. Ascolto delle musica e processi cognitivi. Musica come metodo e tecnica didattica. La musica come strumento di prevenzione, diagnosi ed intervento nel disagio scolastico. Drammatizzazione e processi cognitivi. Drammatizzazione come metodo e tecnica didattica. Il teatro come strumento di prevenzione, diagnosi ed intervento nel disagio scolastico. Propedeuticit: Fondamenti di Pedagogia Generale Modalit di accertamento del profitto: Esame orale Testi consigliati per sostenere lesame: Strollo M. R., Il Laboratorio di epistemologia e pratiche delleducazione, Liguori, Napoli, 2003. Strollo M.R., Bertirotti A., a cura di, Musica ed educazione, (in corso di pubblicazione) N. B. Per esigenze didattiche potranno esservi modifiche durante lo svolgimento del corso. INSEGNAMENTO: LABORATORIO DI PEDAGOGIA GENERALE II (M-PED/01 PEDAGOGIA GENERALE) CFU 2 DOCENTE: PROF.SSA MARIA ROSARIA STROLLO Area formativa affine o integrativa ambito disciplin. Ling., storiche, filos. pedagog. Modulo: Settore Scientifico Disciplinare: CFU: 2 Impegno orario complessivo docente di cui: Lezione: Esercitazioni: Laboratorio/seminario/ e.p.g. (frequenza obbligatoria): 16 Impegno orario dello studente: 50 Obiettivi formativi : Obiettivo formativo del laboratorio favorire nello studente un approccio epistemologicamente consapevole ed aperto allautoriflessione ed alla revisione del proprio apparato teorico e metodologico in relazione alla formazione in et adolescenziale ed in et adulta. Propedeuticit: Fondamenti di Pedagogia Generale Modalit di accertamento del profitto: Elaborazione ipertesto . Letture di riferimento: Strollo M. R.., Formazione e contesto, Liguori, Napoli, 1999. N. B. Per esigenze didattiche potranno esservi modifiche durante lo svolgimento del corso.
24

Area formativa affine o integrativa ambito disciplin. Ling., storiche, filos. pedagog. CFU: 4

INSEGNAMENTO: PSICHIATRIA (MED/25 - PSICHIATRIA) 4 CFU DOCENTE: PROF. ALESSANDRO GARELLA


Orario di ricevimento: Massa n. 1 Lunedi 10.30/12.30, presso il Dipartimento di Scienze Relazionali, Via Porta di

Modulo: Fondamenti di psicopatologia psicodinamica

Settore Scientifico - Disciplinare: MED-25 Impegno orario complessivo del docente: 32 di cui: Lezione: 32

area formativa affini o integrative ambito Scienze biologiche e mediche CFU: 4

Esercitazione:

Laboratorio:

Impegno orario dello studente: 32 ore di lezione, 68 ore di studio individuale Obiettivi formativi : Il corso si propone di sviluppare una preparazione di base inerente i fondamenti epistemologici e metodologici della psicopatologia psicodinamica e di fornire una conoscenza essenziale dei processi sottostanti la formazione dei sintomi di sofferenza psichica. Il corso inoltre mira allillustrazione della semeiologia psichiatrica e alla discussione dei principali raggruppamenti sindromici e delle correlative problematiche terapeutiche. Contenuti del Corso: Elementi di storia della psichiatria. Le origini della psicopatologia psicodinamica. Personalit e malattia psichiatrica. Natura e fattori del cambiamento patologico: biologici, psicologici, sociali. Nosologia e Semeiologia psichiatrica. Il DSM IV-TR. Modelli psicodinamici di malattia: nevrosi, psicosi e perversioni. La formazione del sintomo: angoscia, difesa, ruolo delle istanze. Le psiconevrosi. Le psicosi dissociative. I disturbi dellumore. Le sindromi psichiatriche su base organica. I disturbi dellalimentazione. Le tossicomanie. Dal sintomo alla parola, e ritorno: le terapie psicologiche. Cenni di terapia psichiatrica farmacologica. Lurgenza in Psichiatria. Aspetti legislativi e istituzionali in campo psichiatrico. Testi consigliati per sostenere lesame orale Giberti-Rossi (2005) Manuale di Psichiatria. Piccin & Vallardi Padova. (esclusi i cap. 4, 10, 12, 19, 20, 24, 25, 26) Tipo di insegnamento: Obbligatorio accessibile dopo un propedeutico (Psicologia Dinamica I e II). Modalit di accertamento del profitto: Esame orale. N. B. Per esigenze didattiche potranno esservi modifiche durante lo svolgimento del corso.

25

INSEGNAMENTO: PSICOLOGIA GENERALE III (M-PSI/01 PSICOLOGIA GENERALE) CFU 2 PROF. MASSIMILIANO SOMMANTICO Orario di ricevimento: gioved dalle ore 11.00 alle ore 13.30, presso il Dipartimento di Scienze Relazionali Modulo/i: La psicologia della personalit Area formativa di base ambito Fondamenti della Psicologia CFU: 2

Settore Scientifico Disciplinare: M-PSI/01 Articolazione del corso e obiettivi formativi :

Ci si propone di affrontare una breve panoramica storica sulle diverse teorie della personalit, partendo dai precursori, per arrivare ai pi recenti contributi teorici e di ricerca. Ci si propone altres di introdurre gli studenti alla psicologia dellarte. Lobiettivo formativo principale del corso lacquisizione, da parte degli studenti, di un approccio critico alle differenti impostazioni teorico-metodologiche sia allo studio della personalit che alla comprensione psicologica del fenomeno artistico, valutato in riferimento alla partecipazione in aula alla discussione, cos come ai materiali prodotti dagli studenti stessi durante il corso. Contenuti del Corso: La personalit: storia, teorie e strategie di ricerca; Panoramica sulle teorie della personalit: - Comportamentismo e ambientalismo; - Cognitivismo e costruttivismo; - Interazionismo e costruzione della personalit; - Lo studio della personalit nel filone psicodinamico. La psicologia dellarte, tra gestaltismo, cognitivismo e psicoanalisi. Tipo di insegnamento: obbligatorio Modalit di accertamento del profitto: orale Testi consigliati per sostenere lesame orale: - Gennaro, A. (2004). Introduzione alla psicologia della personalit. Il Mulino, Bologna (una selezione di capitoli); - Sommantico, M. (in press). IMMAGINI. Arte, cinema e psicologia. Liguori, Napoli. INSEGNAMENTO: PSICOLOGIA DINAMICA (M-PSI/08 PSICOLOGIA DINAMICA) CFU 2 DOCENTE: (AFFIDAMENTO PER CONTRATTO)
Orario di ricevimento: Verr pubblicato sul sito web del Dipartimento Programma: consultare il sito web.

INSEGNAMENTO: PSICOBIOLOGIA E PSICOLOGIA PSICOBIOLOGIA E PSICOLOGIA FISIOLOGICA ) CFU 4 DOCENTE: (AFFIDAMENTO PER CONTRATTO DI INSEGNAMENTO)
Orario di ricevimento: Verr pubblicato sul sito web del Dipartimento Programma: consultare il sito web.

FISIOLOGICA

(M-PSI/02

26

INSEGNAMENTO: SOCIOLOGIA GENERALE (SPS/07) CFU 4 Mutuazione dal C.d.l. in Storia


Programma: consultare il sito web del Corso di Laurea in Storia.

INSEGNAMENTO: LINGUA INGLESE I DOCENTE: (AFFIDAMENTO PER CONTRATTO) Modulo 1: English for Psychology I Settore Scientifico - Disciplinare: L-LIN/12 Lingua Inglese Impegno orario complessivo del docente: 32 Di cui: Lezione: 22 Esercitazione: 10

CFU 4

CFU: 4

Laboratorio:

Impegno orario dello studente: 22 ore di lezione, 10 ore di esercitazione, 58 ore di studio individuale Obiettivi formativi: Il corso mira a sviluppare prevalentemente labilit di lettura offrendo agli studenti la possibilit di acquisire o migliorare la competenza ricettiva di testi scritti in relazione al proprio ambito di studi. Contenuti del Corso: Il corso verte sulla lettura di vari tipi di testo (riferimenti bibliografici, pagina web, grafici, recensioni di pubblicazioni accademiche, abstracts) soffermandosi sugli aspetti strutturali dei testi analizzati e sul lessico base in relazione a diversi settori delle discipline psicologiche. Saranno impartite le necessarie nozioni di grammatica (morfologia e sintassi) e analisi del discorso. Saranno inoltre indicate le strategie per un corretto impiego del materiale di riferimento e delle varie fonti che offrono sostegno alle competenze in lingua orientando alluso corretto di dizionari e grammatiche. Il modulo prevede da un lato la trattazione di aspetti teorici e dallaltro il coinvolgimento diretto degli studenti in attivit pratiche. Modalit di accertamento del profitto: La verifica consiste in a) una prova scritta della durata di novanta minuti; b) portfolio (due tipi di task svolti durante il corso). Le modalit saranno illustrate con opportune esemplificazioni durante le lezioni. Testi consigliati per sostenere lesame: - Gallagher A., Galuzzi F., 2004. Activating Grammar. Longman, Pearson Education Italia. - R. Murphy - L. Pallini, Essential Grammar in Use. Grammatica di base della lingua inglese (terza edizione), Cambridge University Press, 2005 Dispense materiale a disposizione degli studenti durante il corso Dizionari un dizionario bilingue (Zingarelli, Hazon, Zanichelli, Collins) un dizionario monolingue (Oxford Learner, Collins, Cobuild) M. Masci, Dizionario di terminologia psicologica. Roma: EUR Reber A. & Reber E., Dictionary of Psychology. London: Penguin Glossario di termini specifici http://www.psychologymatters.org/glossary.html (inglese/inglese) N. B. Per esigenze didattiche potranno esservi modifiche durante lo svolgimento del corso.

27

ANNO TERZO SEMESTRE SECONDO

INSEGNAMENTO: PSICOLOGIA SOCIALE E DI COMUNITA (M-PSI/05 PSICOLOGIA SOCIALE) 6 + 2 CFU


DOCENTE:

PROF.SSA GIOVANNA PETRILLO

Orario di ricevimento: verr pubblicato sul sito web di Dipartimento Modulo/i: PSICOLOGIA SOCIALE E DI COMUNITA Settore Scientifico Disciplinare: M/PSI-05 CFU: 6 + 2 di Laboratorio Articolazione del corso e obiettivi formativi : Il corso si propone come principale obiettivo formativo quello di consentire lacquisizione delle competenze teoriche e metodologiche della psicologia sociale, con specifico riferimento allanalisi delle relazioni nei/tra i gruppi e delle dinamiche psicosociali nella vita di comunit. Viene data unattenzione particolare alla comprensione dei processi di influenza sociale e di stigmatizzazione alla base dellesclusione morale e delle azioni violente nei confronti di individui e gruppi sociali, privilegiando il campo di studi delle atrocit sociali. Viene fornita, inoltre, una panoramica delle problematiche che si pongono nei diversi ambienti di vita quotidiana, considerando i fattori che possono favorire o ostacolare lo sviluppo del senso di appartenenza e di comunit. In relazioni a tali tematiche sono approfondite le principali questioni ed opzioni concettuali e metodologiche. Contenuti del Corso: Esclusione e disimpegno morale: processi psicologici e condizioni Linfluenza sociale e le norme sociali Le condotte distruttive nellottica psicosociale I processi di categorizzazione sociale e le relazioni intergruppi Le rappresentazioni del nemico: influenze socioculturali La relazione tra carnefici e vittime e le atrocit sociali Pregiudizio, discriminazione e stigmatizzazione Comunit e globalizzazione Ambienti metropolitani e senso di comunit Reti sociali e sostegno sociale Lambiente scolastico come comunit Metodi qualitativi e quantitativi in psicologia sociale e di comunit: lintervista; il questionario, il focus group. Tipo di insegnamento e propedeuticit: Insegnamento obbligatorio; nessuna propedeuticit (si consiglia, tuttavia, di sostenere lesame dopo aver sostenuto Psicologia generale e Psicologia sociale del I anno) Modalit di accertamento del profitto: Prova orale Testi desame: - RAVENNA M. (2004), Carnefici e vittime. Le radici psicologiche della Shoah e delle atrocit sociali, Il Mulino, Bologna. - PREZZA M., SANTINELLO M. (2002), Conoscere la comunit. Lanalisi degli ambienti di vita quotidiana, Il Mulino, Bologna. - VOCI A. (2003), Processi psicosociali nei gruppi, Laterza, Bari (questultimo testo va considerato ai fini dellesame orale e dellacquisizione dei relativi CFU solo per gli studenti che non frequentano il corso).

28

INSEGNAMENTO: PSICOLOGIA CLINICA (M-PSI/08 PSICOLOGIA CLINICA) CFU 4


DOCENTE: (AFFIDAMENTO PER CONTRATTO DI INSEGNAMENTO)

Orario di ricevimento: Verr pubblicato sul sito del Corso di Laurea Programma: consultare il sito web.

INSEGNAMENTO: STATISTICA SOCIALE (SECS-S/05 STATISTICA SOCIALE) CFU 2


DOCENTE: (AFFIDAMENTO PER CONTRATTO DI INSEGNAMENTO)

Orario di ricevimento: Verr pubblicato sul sito del Corso di Laurea Programma: consultare il sito web.

INSEGNAMENTO: ABILITA INFORMATICHE CFU 2


DOCENTE: (AFFIDAMENTO PER CONTRATTO DI INSEGNAMENTO)

Orario di ricevimento: Verr pubblicato sul sito del Corso di Laurea Programma: consultare il sito web.

29