Sei sulla pagina 1di 10

003 Editoriale 05.

qxp_Layout 1 07/09/15 17:20 Pagina 3


III COP ENIGMA N3_Layout 1 31/08/15 12:24 Pagina III
003 Editoriale 05.qxp_Layout 1 08/09/15 11:18 Pagina 3

EDITORIALE

Il viaggio che vi abbiamo preparato questo mese è lungo, proprio come lo è l’Italia. Dal nord LA PUBBLICAZIONE
dell’Emilia e della Lombardia sino al sud della Campania e della Basilicata, vi Mensile Settembre 2015
accompagniamo per scoprire un’Italia sempre più misteriosa. Anno I - n°5
Il Palazzo Ducale dei Gonzaga è un luogo ricco di simboli che racconta il sapere universale, Editore
un luogo di principi ed alchimisti. Zona Franca Edizioni srl
Via V. Veneto, 169
Nel 2014 un team di studiosi afferma di aver scoperto la vera tomba di Dracula. 00187 Roma
Esso è sepolto a Napoli nel chiostro di Santa Maria la Nova. Davvero in quel luogo sono
In attesa di registrazione
custodite le sue spoglie? Siamo andati lì per capire e le sorprese non sono mancate. al Tribunale di Roma
Abbiamo anche seguito tutti gli indizi che potrebbero ricostruire l’enigmatica storia della
principessa Maria Balsa. È lei la vera figlia di Dracula? Direttore Editoriale
Giulio Fascetti
Ma non solo italia in questo numero di Città Misteriose. Ci siamo spostati anche in Argentina,
dove sulla catena montuosa di Sierras Chicas, sorge La Falda, una città che deve la sua Direttore di testata
Luca Trovellesi Cesana
origine quasi esclusivamente ad un Hotel. L’ edificio che, parzialmente restaurato dopo anni
di abbandono, nasconde una storia ricca sia di personaggi che di misteri. Secondo i racconti, Direttore Responsabile
infatti, alcuni fantasmi vagherebbero ancora tra le sue antiche stanze ricordando quel passato Roberto Pinotti
e, soprattutto, custodendo un segreto. Quello che potrebbe essere il più grande segreto della Coordinamento redazionale
storia moderna. Diego Ricardo Corvaro, Beatrice Favazza

Ideazione e sviluppo progetto editoriale


Buona lettura Dario Gulli

Progetto Grafico
Dario Gulli Marco Persico & Danilo Persico

Responsabile progetto e supervisione


Segnalaci il mistero della tua città a redazione@cittamisteriose.it Stefania Veneri
Studio DG (office@allrightscompany.com)

Hanno collaborato:
Daniela Pompei, Silvia Cordella
Alberto Alpozzi, Luca Trovellesi Cesana
Diego Corvaro, Beatrice Favazza

Stampa
Tuccillo Arti Grafiche
S.S. Sannitica 87 Km 11
80024 Cardito (Napoli)

Distribuzione
Press Di: Distribuzione Stampa e Multimedia Srl
20134 Milano

Tutti i diritti sono riservati

Numero 1 Città Mi- 3


004-005 Sommario 05.qxp_Layout 1 08/09/15 11:22 Pagina 4

CONTENUTI

08 12
LA MISTERIOSA PRINCIPESSA

26
LA FIGLIA LA TOMBA
DI SRACULA DI DRACULA

30 32
IL CONTE DRACULA,
TRA STORIA E LEGGENDA

40
SCIENZA E MAGIA
UN'ISCRIZIONE INDECIFRABILE ALLA CORTE DEI GONZAGA
4  Città Misteriose  Numero 5
004-005 Sommario 05.qxp_Layout 1 08/09/15 11:22 Pagina 5

SOMMARIO
44 54
IL PALAZZO
DUCALE DEI GONZAGA I GONZAGA

72

64 I SEGRETI DELL’HOTEL EDEN GLI SCAVI DI VIA CARACCI

76

60 RECENSIONI LA NECROPOLI E IL MISTERO DEI REIETTI


Numero 5 Città Misteriose  5
006-007 APERTURA BASILICATA CITTA MISTERIOSE 05.qxp_Layout 1 08/09/15 11:23 Pagina 6

Regione

BASILICATA

Un ciclo di enigmatici affreschi del '500, una principessa con


un passato oscuro, un ordine segreto che unì sovrani e potenti
famiglie. Ripercorriamo le tracce della presunta figlia del
conte Vlad Tepes, meglio conosciuto come Dracula.

6  Città Misteriose  Numero 5


006-007 APERTURA BASILICATA CITTA MISTERIOSE 05.qxp_Layout 1 08/09/15 11:24 Pagina 7

I MISTERI DI
ACERENZA
MARIA DI BALSA,
LA FIGLIA SEGRETA DI DRACULA

Numero 5 Città Misteriose  7


008-011 La figlia di dracula - CITTA MISTERIOSE N°5.qxp_Layout 1 08/09/15 11:24 Pagina 8

Basilicata LA FIGLIA DI DRACULA

LA FIGLIA
DI DRACULA
Importanti ricerche dimostrerebbero che la figlia di Dracula, visse, sotto
Maurizio Odoardo de Fino

falso nome, a Napoli. Enigmatici affreschi presenti nella Cattedrale di


Acerenza aprono le porte a questo intricante mistero. Chi era Maria Balsa?
di Daniela Pompei

N
apoli, 1479. ritengono che non era un'orfana, ma che faceva parte “Quando si arriva ad Acerenza si è subito colpiti
Una bambina, un’orfana, della famiglia di Vlad, Vlad III, quello che veniva dall'imponenza della Cattedrale e dai simboli che,
accompagnata da Giorgio Castriota chiamato Draculea, che poi prende il nome di numerosissimi, si trovano sia dentro che fuori”-
Scanderbeg, arriva alla corte di Dracula. Lei in realtà arriva come orfana perché in continua De Fino. “Subito si vede un grande stemma,
Ferdinando d’Aragona: si chiama Maria di Balsa. Qui quel periodo la Chiesa era contraria a quella che era che unisce lo stemma dei Ferrillo ad uno che in realtà
cresce e viene data in sposa a Giacomo Alfonso la figura di Vlad . Lo chiamavano anche Zepesch è un drago. Il drago è un simbolo importante per quel
Ferrillo, conte di Muro Lucano e signore di Acerenza. l'Impalatore. Visto di buon occhio nella difesa del periodo, perché nel 1400 nasce l'Ordine del Dragone,
Nel 1524 i coniugi Ferrillo-Balsa ordinano la territorio dall’avanzata degli Ottomani, quando iniziò un ordine che difendeva determinati territori, ma che
ristrutturazione della cattedrale del paesino di ad impalare anche i Sassoni venne considerato nello stesso tempo era un patto di mutuo soccorso tra
Acerenza facendo edificare al suo interno una piccola nemico della cristianità. Per questo era difficile poter i vari principi che aderivano. Abbiamo principi
e misteriosa cripta. È in quella cripta che Maria di portare una ragazza a corte con la sua vera posizione. danubiani, abbiamo tutta l'area dell'Ungheria, quindi i
Balsa, decise di svelare il suo segreto. Questo segreto non verrà mai svelato”. principi ungheresi, gli aragonesi del regno di Napoli.
Una storia molto affascinante che ha condotto molti La storia di Maria di Balsa si incrocia, infatti, con la Diciamo che è un forte gruppo che difende tutta
studiosi ad affermare che Maria Balsa non era altro storia di tre famiglie: la famiglia aragonese, la l'area europea dall'attacco e dall'invasione ottomana.
che la figlia di Vlad III il celebre Conte Dracula. famiglia dei Ferrillo e la dinastia di Vlad dei Basarab. Dell’ordine faceva parte anche Vlad II e il simbolo del
“Maria è una orfana, almeno così dicono”- afferma lo In più si incrociano le storie di due cattedrali, quella di drago era stato scelto proprio come emblema della
scrittore Maurizio Odoardo De Fino- “ma gli studiosi Napoli e quella di Acerenza. famiglia”.

8  Città Misteriose  Numero 5


008-011 La figlia di dracula - CITTA MISTERIOSE N°5.qxp_Layout 1 08/09/15 11:24 Pagina 9

LA FIGLIA DI DRACULA Basilicata

Forse il Drago riporta alle sue vere origini?

MARIA DI BALSA O BARSA: La cosa che stupisce è che nell’emblema, creato


proprio per onorare le nozze Ferrillo- Balsa, il drago
UN NOME DAI MOLTI RIMANDI sovrasta il simbolo dei Ferrillo come per indicare un
rango superiore della moglie rispetto a quello del
La similitudine del cognome BALSA –BARSA, venne forse usata per poter utilizzare un nome che, di marito.
fatto, significava più cose. Dire la verità, celandola abilmente. Rango attestato, poi dall'iscrizione presente all'interno
della cripta.
1)BARSA È IL NOME DI UNA CITTÀ DELLA TRANSILVANIA DOVE VLAD VANTAVA DEI POSSEDIMENTI La cripta, costruita dagli stessi artisti che avevano
effettuato i lavori nella Cattedrale di Napoli, costò alla
2) PUÒ SIGNIFICARE MARIA DI VALACHIA (BALSA DA WHALS: VALACHIA) famiglia ben 24.000 ducati, tantissimi se pensiamo
che tutto il feudo ne valeva solo 12.000. Un progetto
3) PUÒ ESSERE LA CONTRAZIONE DEL NOME BASARD USATO DALLA FAMIGLIA DEL PRESUNTO PADRE molto dettagliato e molto preciso. Sicuramente molto
importante per la giovane sposa. Perché?
4) IN RUMENO, IL DRAGO È CHIAMATO BALAUR. IN SASSONE (COME IN INGLESE), “Gli affreschi in genere vengono detti esclusivamente
SI AGGIUNGE IL SUFFISSO SA O SON PER FIGLIO, QUINDI BALSA: FIGLIA DEL DRAGO (BALAUR * SA) devozionali”- precisa lo scrittore- “secondo me non

Cattedrale di Acerenza

Gli affreschi della cripta vengono detti esclusivamente devozionali,


ma in realtà raccontano una storia: la storia di Maria Balsa

Numero 5 Città Misteriose  9


008-011 La figlia di dracula - CITTA MISTERIOSE N°5.qxp_Layout 1 08/09/15 11:24 Pagina 10

Basilicata LA FIGLIA DI DRACULA

sono devozionali, ma raccontano una storia, tipo, quindi due sono i motivi: uno è il grande amore
raccontano proprio la storia di Maria Balsa che con di Giacomo Alfonso Ferrillo per Maria Balsa; l'altro è Maria è una orfana
quest’opera voleva redimere e a far rientrare nel l'importanza di questa donna nella vicenda.
cristianesimo suo padre, macchiato da orribili crimini. Il mistero delle sue origini non potrà mai essere o almeno così dicono,
Suo padre che secondo noi è Vlad Tepes”. svelato. Il padre, Vlad III, dopo aver ucciso e ma gli studiosi ritengono
L’importanza di Maria Balsa è infatti data anche da
un’iscrizione ai piedi di una colonna, di una delle
perseguitato circa 40.000 sassoni, venne considerato
nemico della Chiesa. Maria, macchiata dalla
che facesse parte
quattro colonne all'interno della cripta. È una maledizione che affliggeva la sua famiglia, della famiglia di Vlad III,
semplice iscrizione dove si dice che nel 1524 i due
coniugi Giacomo Alfonso Ferrillo e Maria Balsa hanno
probabilmente, fu condotta a Napoli.
Costruisce questa cripta per alleggerire la sua anima
che poi prenderà
ricostruito la cripta. Era strano che in quel periodo dal pesante segreto che l’affliggeva. Vuole raccontare il nome di Dracula.
venisse nominata una donna in un lavoro di questo la verità e lo fa di fronte a Dio. Era davvero sua figlia?
Colonna Iscrizione Maria di Balsa

10  Città Misteriose  Numero 5