Sei sulla pagina 1di 3

LA

LETTERATURA BAROCCA

Si sviluppa per lo pi in Italia, Spagna,

Francia ed Inghilterra

GENERI:

-teatro;

-poesia;

diletto

Novit e sperimentalismo formale

stupore

Meraviglia

TEMI:

POETICA:

-apertura verso situazioni insolite;

-anticlassicismo: rottura

-entusiasmo per la vita ed abbandono alle passioni e

con la tradizione

-romanzo in versi;

ai piaceri (EDONISMO)

-trattato scientifico

-morte, caducit, scorrere del tempo

-Larte non imitazione

-realt come illusione (la vita un sogno)

della natura, ma
creazione spontanea

dellartista

-sperimentalismo di
nuovi generi;
-Elaborazione di
immagini insolite e
bizzarre;
-Necessit di stupire
-Uso di artifici retorici,
come la METAFORA:
accostamento di concetti
per relazione di
significato

Chiara Spatola
http://dida.orizzontescuola.it


Carattere principale della poetica barocca fu il CONCETTISMO

necessit di stupire i lettori accostando concetti diversi, usando artifici retorici o


le ESAGERAZIONI.


LINTELLETTUALE BAROCCO

In alcuni casi si consacra per garantirsi un futuro, non per vocazione

In alcuni casi un impiegato di corte

segretari con mansioni diplomatiche

In entrambi i casi per


sopravvivere deve:

Molti letterati

DISSIMULARE:

vivono ai limiti della

ha un atteggiamento servile,

esser soggetto al TRASFORMISMO:

povert

ossequioso e deve saper mascherare

cambiare il proprio orientamento politico e

le proprie opinioni

avere un atteggiamento opportunistico

CENTRI DI PRODUZIONE:

Cercano di compiacere i
Lettori e gli editori senza avere
Uno stile proprio

CHIESA

CORTI

Ha il controllo in Italia

laici ed eclettici, che rivendicano la

Delleditoria

propria indipendenza dalla Chiesa

LINCEI (scienza)

Chiara Spatola
http://dida.orizzontescuola.it

ACCADEMIE= centri del sapere formate da intellettuali

CRUSCA (lingua)

LINGUA

Nel 500 Pietro Bembo aveva proposto di

Uniformare la lingua letteraria a due grandi

Modelli:

Emerge il PURISMO linguistico, proclamato dalla

Galilei apporta linnovazione

Accademia dalla Crusca, ossia eliminare dal

per la lingua scientifica

linguaggio letterario tutti i dialettismi

1. F. Petrarca: per la poesia


2. G. Boccaccio: per la prosa

La lingua letteraria deve uniformarsi alla
lingua del Trecento dei grandi scrittori fiorentini




1612 Nasce il primo vocabolario della lingua
letteraria, che raccoglieva tutti i termini della
tradizione dantesca, petrarchesca e boccaccesca

Chiara Spatola
http://dida.orizzontescuola.it