Sei sulla pagina 1di 66

Piazza Risorgimento, 2 - 82100 BENEVENTO Tel.

0824/1909540 - Fax 0824/1909545


(Plesso Via S. Pertini, 2 -- Tel. 0824 1909503 - 1909504)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

CODICE MECCANOGRAFICO BNIC86100D - CODICE FISCALE 8000 42 40 620


E-MAIL ORDINARIA ISTITUZIONALE: bnic86100d@istruzione.it - PEC ISTITUZIONALE: bnic86100d@pec.istruzione.it SITO WEB: www.icpascolibenevento.gov.it

CURRICOLO VERTICALE PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE SECONDO LE NUOVE INDICAZIONI

1 INDICE
INDICE
PREMESSA
pag. 3

FINALITA’
pag. 3

PROFILO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE


pag. 3

STRUTTURA DEL CURRICOLO


pag. 4

COMPETENZE CHIAVE PER L’APPRENDIMENTO PERMANENTE


pag. 5

ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO


pag. 7

CURRICOLO VERTICALE PER DISCIPLINA


pag. 22

CRITERI DI VERIFICA E VALUTAZIONE


Pag.60

2 INDICE
PREMESSA
Alla luce delle nuove Indicazioni per il Curricolo per la scuola dell’Infanzia e del primo ciclo d’istruzione e delle Competenze chiave europee definite dal Parlamento Europeo e dal Consiglio Europeo
(18/12/2006), l’Istituto G. Pascoli, ha elaborato il CURRICOLO VERTICALE di istituto al fine di garantire agli alunni un percorso formativo unitario, graduale, coerente, continuo e progressivo in
riferimento alle competenze da acquisire e ai traguardi in termini di risultati attesi. “Il curricolo d’istituto VERTICALE” è il cuore didattico del Piano dell’Offerta Formativa e rappresenta l’insieme delle
esperienze didattiche che, dai 3 ai 14 anni promuovono negli allievi il conseguimento dei risultati attesi sul piano delle competenze”. Nella sua dimensione verticale, il curricolo scolastico elaborato
organizza i saperi essenziali dei campi d’esperienza e delle discipline coniugandoli alle competenze trasversali di cittadinanza, fondendo i processi cognitivi disciplinari con quelli relazionali finalizzando,
quindi, l’azione educativa della scuola alla formazione integrale del cittadino europeo in grado di trasferire le conoscenze scolastiche in contesti reali, nell’interazione emotivo – affettiva e nella
comunicazione sociale.

FINALITA’

Il curricolo del nostro istituto, definito sulla base dei documenti nazionali ed europei, intende tradurre in azioni efficaci le nostre scelte didattiche e si propone di:

- valorizzare gli elementi di continuità, la gradualità degli apprendimenti e le conoscenze pregresse;


- presentare una coerenza interna;
- avere una funzione orientativa in ciascun ciclo, in modo particolare alla fine della scuola secondaria di I grado.

PROFILO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

Il Profilo in uscita, presente nelle Indicazioni nazionali 2012, è il filo che dà coerenza a ciò che si progetta all’interno di un Istituto Comprensivo e attribuisce a tutti i docenti compiti educativi e formativi
comuni. “Lo studente al termine del primo ciclo di istruzione, attraverso gli apprendimenti sviluppati a scuola, lo studio personale, le esperienze educative vissute in famiglia e nella comunità è in grado
di iniziare ad affrontare in autonomia e con responsabilità le situazioni di vita tipiche della propria età, riflettendo ed esprimendo la propria personalità in tutte le sue dimensioni” (Indicazioni per il
Curricolo del 2012).

3 INDICE
STRUTTURA DEL CURRICOLO

4 INDICE
COMPETENZE CHIAVE PER L’APPRENDIMENTO PERMANENTE

QUADRO DI RIFERIMENTO EUROPEO

“Ogni persona ha diritto a un’istruzione, a una formazione e a un apprendimento permanente di qualità ed inclusivi, al fine di mantenere e acquisire competenze che consentono di partecipare pienamente
alla società’ e di gestire con successo le transizioni nel mercato del lavoro. Ogni persona ha diritto a un’assistenza tempestiva e su misura per migliorare le prospettive di occupazione o di attività
autonoma. Ciò include il diritto a ricevere un sostegno per la ricerca di un impiego, la formazione e la riqualificazione”

Questi principi sono definiti nel pilastro europeo dei diritti sociali. Le competenze chiave intendono porre le basi per creare società più uguali e più democratiche, soddisfano la necessità di una crescita
inclusiva e sostenibile, di coesione sociale e di ulteriore sviluppo della cultura democratica. Ai fini della raccomandazione europea le competenze sono definite come una combinazione di CONOSCENZE,
ABILITA’ e ATTEGGIAMENTI, in cui:

1. La conoscenza si compone di fatti e cifre, concetti, idee e teorie che sono già stabiliti e che forniscono le basi per comprendere un certo settore o argomento;

2. Per abilità si intende sapere ed essere capaci di eseguire processi ed applicare le conoscenze esistenti al fine di ottenere risultati;

3. Gli atteggiamenti descrivono la disposizione e la mentalità per agire o reagire a idee, persone o situazioni. Esse si sviluppano in una prospettiva di apprendimento permanente, dalla prima Infanzia a
tutta la vita adulta, mediante l’apprendimento formale, non formale e informale in tutti i contesti, compresi la famiglia, la scuola, il luogo di lavoro, il vicinato e altre comunità. Le competenze chiave sono
considerate tutte di pari importanza; ognuno di esse contribuisce a una vita fruttuosa nella società. Esse si sovrappongono e sono interconnesse; gli aspetti essenziali per un determinato ambito favoriscono
le competenze in un altro. Elementi quali il pensiero critico, la risoluzione di problemi, il lavoro di squadra, le abilità comunicative e negoziali, le abilità analitiche, la creatività e le abilità interculturali
sottendono a tutte le competenze chiave.

5 INDICE
Il quadro di riferimento europeo delinea otto competenze chiave:

Indica la capacità di individuare, comprendere, esprimere creare e interpretare concetti, sentimenti, fatti e opinioni in forma sia orale che scritta, utilizzando materiali visivi,
Competenza alfabetica funzionale sonori e digitali attingendo a varie discipline e contesti. Essa implica l’abilità di comunicare e relazionarsi efficacemente con gli altri in modo opportuno e creativo.

Definisce la capacità di utilizzare diverse lingue in modo appropriato ed efficace allo scopo di comunicare. In linea di massima essa condivide le abilità principali con la
Competenza multilinguistica competenza alfabetica; si basa sulla capacità di comprendere, esprimere ed interpretare concetti, pensieri, sentimenti, fatti e opinioni in forma sia orale che scritta in una
gamma appropriata di contesti sociali e culturali a seconda dei desideri o delle esigenze individuali. Le competenze linguistiche comprendono una dimensione storica e
competenze interculturali.

La competenza matematica è la capacità di sviluppare e applicare il pensiero e la comprensione matematica per risolvere una serie di problemi in situazioni quotidiane.
Partendo da una solida padronanza della competenza aritmetico-matematica, l’accento è posto sugli aspetti del processo e dell’attività oltre che sulla conoscenza. La
competenza matematica comporta la capacità di usare modelli matematici, di pensiero e presentazione (formule, modelli, costrutti, grafici, diagrammi…) e la disponibilità
Competenza matematica e competenza in a farlo. La competenza in scienze si riferisce alla capacità di spiegare il mondo che ci circonda usando l’insieme delle conoscenze e delle metodologie comprese l’osservazione
scienze, tecnologie e ingegneria e la sperimentazione, per identificare le problematiche e trarre conclusioni che siano baste su fatti empirici e alla disponibilità a farlo. Le competenze in tecnologia e
ingegneria sono applicazioni di tali conoscenze e metodologie per dare risposta ai desideri o ai bisogni avvertiti dagli esseri umani. La competenza in scienze, tecnologie e
ingegneria implica la comprensione dei cambiamenti determinati dall’attività umana e dalla responsabilità individuale del cittadino.

La competenza digitale presuppone l’interesse per le tecnologie digitali e il loro utilizzo con dimestichezza e spirito critico e responsabile per apprendere, lavorare e
Competenza digitale partecipare alla società. Essa comprende l’alfabetizzazione informatica e digitale, la comunicazione e la collaborazione, l’alfabetizzazione mediatica, la creazione di
contenuti digitali (compresa la programmazione), la sicurezza (possedere competenze relative alla cyber sicurezza), le questioni legate alla proprietà intellettuale, la
risoluzione dei problemi ed il pensiero critico.

La competenza personale, sociale e la capacità di imparare ad imparare consiste nella capacità di riflettere su sé stessi. di gestire efficacemente il tempo e le informazioni,
Competenza personale, sociale e capacità di di lavorare con gli altri in maniera costruttiva, di mantenersi resilienti e di gestire il proprio apprendimento e la propria carriera. Comprende la capacità di far fronte
imparare ad imparare all’incertezza e alla complessità, di imparare ad imparare, a favorire il proprio benessere fisico ed emotivo, di mantenere la salute fisica e mentale, nonché di essere in
grado di condurre una vita attenta alla salute e orientata al futuro, di empatizzare e di gestire il conflitto in un contesto favorevole ed inclusivo.

La competenza in materia di cittadinanza si riferisce alla capacità di agire da cittadini responsabili e di partecipare pienamente alla vita civica e sociale, in base alla
Competenza in materia di cittadinanza
comprensione delle strutture e dei concetti sociali, economici, giuridici e politici oltre che dell’evoluzione a livello globale e della sostenibilità.

La competenza imprenditoriale si riferisce alla capacità di agire sulla base di idee ed opportunità e di trasformarle in valori per gli altri. Si fonda sulla creatività, sul pensiero
Competenza imprenditoriale critico e sulla risoluzione dei problemi, sull’iniziativa e sulla perseveranza, nonché sulla capacità di lavorare in modalità collaborativa al fine di programmare e gestire
progetti che hanno un valore culturale, sociale e finanziario.

La competenza in materia di consapevolezza ed espressione culturale implica la comprensione ed il rispetto di come le idee e i significati vengano espressi creativamente
Competenza in materia di consapevolezza ed
e comunicati in diverse culture e tramite tutta una serie di arti e altre forme culturali. Presuppone l’impegno di capire, sviluppare ed esprimere le proprie idee e un senso
espressione culturale
della propria funzione o del proprio ruolo nella società in una serie di modi e contesti.

6 INDICE
ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

SCUOLA SECONDARIA di PRIMO


COMPETENZECHIAVE SCUOLA DELL’ INFANZIA SCUOLA PRIMARIA
GRADO

Competenza alfabetica I discorsi e le parole


Area linguistica Italiano
funzionale (Comunicazione, lingua cultura)

Inglese
Competenza multilinguistica I discorsi e le parole Area linguistica
Francese

Competenza matematica, La conoscenza del mondo Matematica


Area matematica-scientifica-
competenza in scienze, (ordine- misura- spazio-tempo- Scienze
tecnologica
tecnologie e ingegneria natura) Tecnologia

Tutti i campi di esperienza


Competenza digitale (linguaggi, creatività. Tutti gli ambiti disciplinari Tutte le discipline
Espressione)

Competenza personale, sociale e


capacità di imparare ad Tutti i campi di esperienza Tutti gli ambiti disciplinari Tutte le discipline
imparare

Competenze in materia di Il sé e l’altro Ambito socio-antropologico


Tutte le discipline
cittadinanza Tutti i campi di esperienza Tutti gli ambiti disciplinari

Competenza imprenditoriale Tutti i campi di esperienza Tutti gli ambiti disciplinari Tutte le discipline

Storia
Competenza in materia di
Area motoria Arte e immagine
consapevolezza ed espressione Il corpo e il movimento
Ambito espressivo Scienze motorie
culturali
Religione

7 INDICE
AREALINGUISTICA
COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZAALFABETICAFUNZIONALE
COMPETENZE SPECIFICHE
Competenza:
1. padroneggiare gli strumenti espressivi indispensabili per gestire l'interazione comunicativa verbale in vari contesti
2. leggere e comprendere e interpretare testi di vario tipo
3. produrre testi di vario tipo in relazione ai differenti scopi comunicativi

Scuola dell’infanzia Campi di esperienza: I DISCORSI E LE PAROLE


Scuola Primaria Discipline di riferimento: AREA LINGUISTICA
Discipline concorrenti: TUTTE
Scuola Secondaria di I° Discipline di riferimento: ITALIANO
TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. DELL’INFANZIA TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. PRIMARIA TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. SECONDARIA DI I ^ GRADO

Competenza specifica 1 Competenza specifica 1 Competenza specifica 1


• Sa esprimere e comunicare agli altri emozioni, • scambi comunicativi. Ascolta e comprende. • L’allievo interagisce in modo efficace in diverse situazioni comunicative, attraverso modalità
sentimenti, argomentazioni attraverso il linguaggio L’allievo partecipa a dialogiche sempre rispettose delle idee degli altri; con ciò matura la consapevolezza che il
verbale che utilizza in differenti situazioni comunicative dialogo, oltre a essere uno strumento comunicativo, ha anche un grande valore civile e lo utilizza
Competenza specifica 2 per apprendere informazioni ed elaborare opinioni su problemi riguardanti vari ambiti culturali
Competenza specifica 2 • Legge e comprende testi di vario tipo. Legge testi e sociali.
• Si avvicina alla lingua scritta, esplora e sperimenta prime di vario genere e formula su di essi giudizi • Usa la comunicazione orale per collaborare con gli altri.
forme di comunicazione attraverso la scrittura, personali. • Ascolta e comprende testi di vario tipo "diretti" e "trasmessi" dai media, riconoscendone la fonte,
incontrando anche le tecnologie digitali e i nuovi media. Competenza specifica 3 il tema, le informazioni e la loro gerarchia, l’intenzione dell’emittente.
• Scrive testi corretti nell’ortografia, chiari e • Espone oralmente all’insegnante e ai compagni argomenti di studio e di ricerca, anche avvalendosi
Competenza specifica 3 coerenti. di supporti specifici (schemi, mappe, presentazioni al computer, ecc.).
• Sperimenta rime, filastrocche, drammatizzazioni; Competenza specifica 4 Competenza specifica 2
inventa nuove parole, cerca somiglianze e analogie tra i • Usa manuali delle discipline o testi divulgativi (continui, non continui e misti) nelle attività di studio
• Capisce e utilizza nell’uso orale e scritto i vocaboli
suoni e i significati. fondamentali. personali e collaborative; costruisce sulla base di quanto letto testi o presentazioni con l'utilizzo di
strumenti tradizionali e informatici.
Competenza specifica 4 Competenza specifica 5 • Legge testi letterari di vario tipo e comincia a costruirne un’interpretazione, collaborando con
• Ragiona sulla lingua, scopre la presenza di lingue diverse, • Riflette sull’organizzazione logico-sintattica della compagni e insegnanti.
riconosce e sperimenta la pluralità dei linguaggi, si frase semplice.
misura con la creatività e la fantasia. Competenza specifica 3
• Scrive correttamente testi di tipo diverso adeguati a situazione, argomento, scopo, destinatario.
• Produce testi multimediali, utilizzando in modo efficace l’accostamento dei linguaggi verbali con
Competenza specifica 5 quelli iconici e sonori.
• Il bambino usa la lingua italiana, arricchisce il proprio
lessico, comprende parole e discorsi, fa ipotesi sui
significati. Competenza specifica 4
• Comprende e usa in modo appropriato le parole del vocabolario di base.
• Riconosce termini specialistici; adatta i registri informale e formale in base alla situazione
comunicativa.

Competenza specifica 5
• Applica in situazioni diverse le conoscenze fondamentali relative al lessico, alla morfologia,
all’organizzazione logico-sintattica della frase semplice e complessa, ai connettivi testuali.
• Utilizza le conoscenze metalinguistiche per comprendere con maggior precisione i significati dei
testi.

8 INDICE
COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZA MULTILINGUISTICA
COMPETENZE SPECIFICHE
COMPETENZE TRASVERSALI SPECIFICHE:
1. utilizzare gli strumenti essenziali per gestire l'intenzione comunicativa verbale
2. leggere, comprendere e interpretare testi scritti
3. produrre brevi testi di vario tipo utilizzando il linguaggio specifico della disciplina
4. ampliare il patrimonio lessicale
5. riflettere sulle regole della lingua e sulle differenze tra culture diverse
Scuola dell’infanzia Campi di esperienza: I DISCORSI E LE PAROLE
Scuola Primaria Discipline di riferimento: INGLESE
Discipline concorrenti: Italiano, Inglese
Scuola Secondaria di I° Discipline di riferimento: INGLESE-FRANCESE
TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. DELL’INFANZIA TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. PRIMARIA TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. SECONDARIA DI I ^ GRADO

Competenza specifica 1 Competenza specifica 1- 2 Competenza specifica 1- 2


• Comprende semplici indicazioni in lingua straniera date • Descrive oralmente e per iscritto, in modo semplice, • Comunica oralmente in attività che richiedono solo uno scambio di informazioni
dall’insegnante. aspetti del proprio vissuto e del proprio ambiente ed semplice e diretto su argomenti familiari e abituali.
elementi che si riferiscono a bisogni immediati. • Descrive oralmente e per iscritto aspetti del proprio vissuto e del proprio ambiente.
• Comprende brevi messaggi orali e scritti relativi ad
Competenza specifica 2 ambiti conosciuti. Competenza specifica 2
• Il bambino comprende semplici parole legate al proprio • Legge testi di vario tipo con tecniche adeguate allo scopo.
ambiente con brevi filastrocche e canzoncine. Competenza specifica 2
• Svolge i compiti secondo le indicazioni date in lingua Competenza specifica 3
straniera dall’ insegnante.
Competenza specifica 3 • Chiede spiegazioni, svolge i compiti secondo le indicazioni date in lingua straniera
dall’insegnante.
• Interagisce nel gioco, ripete e memorizza vocaboli. Competenza specifica 3 • Scrive semplici resoconti e compone brevi lettere o messaggi rivolti a coetanei e
• Interagisce nel gioco e comunica con familiari.
espressioni e frasi memorizzate, in scambi di
informazioni semplici e di routine. Competenza specifica 4-5
• Stabilisce relazioni tra semplici elementi linguistico-comunicativi e culturali propri
Competenza specifica 4-5 delle lingue di studio.
• Individua alcuni elementi culturali e linguistici propri
della lingua straniera.

9 INDICE
AREA MATEMATICA-SCIENTIFICA-TECNOLOGICA
COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZA MATEMATICA E COMPETENZE IN SCIENZE, TECNOLOGIE E INGEGNERIA

COMPETENZE SPECIFICHE
Competenza matematica: 1. Operare con le quantità
2. Collocare nello spazio
3. Cogliere relazioni
Competenze di base in Scienze e Tecnologia e Ingegneria
1. Osservare e descrivere oggetti e fenomeni
2. Progettare, sperimentare e verificare ipotesi
3. Intervenire, trasformare e produrre
4. Comprendere l’impatto delle scienze, delle tecnologie e dell’ingegneria sull’ambiente naturale
Scuola dell’infanzia Campi di esperienza: LA CONOSCENZA DEL MONDO
Scuola Primaria Discipline di riferimento: MATEMATICA Discipline concorrenti: Italiano, Scienze motorie, Musica, Storia, Tecnologia e
Scuola Secondaria di I° Discipline di riferimento: Matematica Informatica, Scienze
TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE
TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. DELL’ INFANZIA TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. PRIMARIA TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. SECONDARIA DI I ^ GRADO

Competenza specifica 1 Competenza specifica 1 Competenza specifica 1


• Il bambino sa raggruppare e ordinare secondo criteri diversi, • L’alunno riconosce e utilizza rappresentazioni matematiche e • L’alunno si muove con sicurezza nel calcolo anche con i numeri razionali,
confrontare e valutare quantità, utilizzare semplici simboli per si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i ne padroneggia le diverse rappresentazioni e stima la grandezza di un
registrare, compiere misurazioni mediante semplici strumenti. numeri interi, decimali, razionali e relativi e sa valutare numero e il risultato di operazioni.
Competenza specifica 2 l’opportunità di ricorrere a una calcolatrice. • Riconosce e risolve problemi in contesti diversi valutando le informazioni
• Dimostra di sapersi orientare nell’organizzazione cronologica • Riesce a risolvere facili problemi in tutti gli ambiti di e la loro coerenza.
della giornata. contenuto, descrive il procedimento seguito e riconosce • Spiega il procedimento seguito, anche in forma scritta, mantenendo il
• Individua le posizioni di oggetti e persone nello spazio usando strategie di soluzione diverse dalla propria. controllo sia sul processo risolutivo, sia sui risultati.
termini come davanti/dietro, sopra/sotto, destra/sinistra, ecc. • Sviluppa un atteggiamento positivo rispetto alla matematica, • Confronta procedimenti diversi e produce formalizzazioni che gli
• Segue correttamente un percorso sulle basi di indicazioni attraverso esperienze significative, anche multimediali, che gli consentono di passare da un problema specifico a una classe di problemi.
verbali. hanno fatto intuire come gli strumenti matematici, che ha • Utilizza e interpreta il linguaggio matematico e ne coglie il rapporto con il
imparato, siano utili per operare nella realtà. linguaggio naturale.
• Ha rafforzato un atteggiamento positivo rispetto alla matematica
attraverso esperienze significative e ha capito come gli strumenti
matematici appresi siano utili in molte situazioni per operare nella realtà.

1 INDICE
Competenza specifica 2 Competenza specifica 2
Competenza specifica 3
• L’alunno riconosce e rappresenta forme del piano e dello • L’alunno riconosce e denomina le forme del piano e dello spazio, le loro rappresentazioni e ne
• Sa riferire correttamente eventi del passato
spazio, relazioni e strutture che si trovano in natura o che coglie le relazioni tra gli elementi.
recente, della loro collocazione temporale
sono state create dall’uomo e utilizza strumenti per il • Riconosce e risolve problemi in contesti diversi valutando le informazioni e la loro coerenza.
e sa formulare riflessioni e considerazioni
disegno geometrico (riga, compasso, squadra…) e i più • Spiega il procedimento seguito, anche in forma scritta, mantenendo il controllo sia sul processo
relative al futuro immediato e prossimo.
comuni strumenti di misura (metro, goniometro...) risolutivo, sia sui risultati.
• Descrive, denomina e classifica figure in base a • Confronta procedimenti diversi e produce formalizzazioni che gli consentono di passare da un
caratteristiche geometriche, ne determina misure, problema specifico a una classe di problemi.
progetta e costruisce modelli concreti di vario tipo. • Utilizza e interpreta il linguaggio matematico e ne coglie il rapporto con il linguaggio naturale.
• Riesce a risolvere facili problemi in tutti gli ambiti di • Ha rafforzato un atteggiamento positivo rispetto alla matematica attraverso esperienze
contenuto, descrive il procedimento seguito e riconosce significative e ha capito come gli strumenti matematici appresi siano utili in molte situazioni per
strategie di soluzione diverse dalla propria. operare nella realtà.
Competenza specifica 3
Competenza specifica 3 • L’alunno analizza e interpreta rappresentazioni di dati per ricavarne misure di variabilità e
• L’alunno utilizza rappresentazione di dati, tabelle e grafici, prendere decisioni.
in situazioni significative per ricavare informazioni. • Riconosce e risolve problemi in contesti diversi valutando le informazioni e la loro coerenza.
• Riconosce e quantifica, in casi semplici, situazioni di • Spiega il procedimento seguito, anche in forma scritta, mantenendo il controllo sia sul processo
incertezza. risolutivo, sia sui risultati.
• Riesce a risolvere facili problemi in tutti gli ambiti di • Confronta procedimenti diversi e produce formalizzazioni che gli consentono di passare da un
contenuto, descrive il procedimento seguito e riconosce problema specifico a una classe di problemi.
strategie di soluzione diverse dalla propria. • Produce argomentazioni in base alle conoscenze teoriche acquisite.
• Sviluppa un atteggiamento positivo rispetto alla • Sostiene le proprie convinzioni, portando esempi e controesempi adeguati e utilizzando
matematica, attraverso esperienze significative, anche concatenazioni di affermazioni; accetta di cambiare opinione riconoscendo le conseguenze
multimediali, che gli hanno fatto intuire come gli strumenti logiche di un’argomentazione corretta.
matematici, che ha imparato, siano utili per operare nella • Utilizza e interpreta il linguaggio matematico e ne coglie il rapporto con il linguaggio naturale.
realtà. • Nelle situazioni di incertezza si orienta con valutazioni di probabilità.
• Ha rafforzato un atteggiamento positivo rispetto alla matematica attraverso esperienze
significative e ha capito come gli strumenti matematici appresi siano utili in molte situazioni per
operare nella realtà.

11 INDICE
COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZA MATEMATICA E COMPETENZE DI BASE IN SCIENZE,TECNOLOGIA e INGEGNERIA
Scuola dell’infanzia Campi di esperienza: LA CONOSCENZA DEL MONDO
Scuola Primaria Discipline di riferimento: SCIENZE, TECNOLOGIA Discipline concorrenti: Italiano, Storia, Geografia, Informatica,
Scuola Secondaria di I° Discipline di riferimento: SCIENZE, TECNOLOGIA Matematica, Ed. Fisica
TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE
TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. PRIMARIA TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. SECONDARIA DI I ^ GRADO
DELL’INFANZIA

Competenza specifica 1 Competenza specifica 1 Competenza specifica 1


• Il bambino osserva il proprio corpo, i • L’alunno sviluppa atteggiamenti di curiosità e modi di guardare il • L’alunno sviluppa semplici schematizzazioni e modellizzazioni di fatti e fenomeni ricorrendo,
fenomeni naturali, gli organismi viventi mondo che lo stimolano a cercare spiegazioni di quello che vede quando è il caso, a misure appropriate e a semplici formalizzazioni.
e i loro ambienti, accorgendosi dei loro succedere. • Riconosce nel proprio organismo strutture e funzionamenti a livelli macroscopici e
cambiamenti. • Esplora i fenomeni con un approccio scientifico: con l’aiuto microscopici, è consapevole delle sue potenzialità e dei suoi limiti.
dell’insegnante, dei compagni, in modo autonomo, osserva e • Ha una visione della complessità del sistema dei viventi e della loro evoluzione nel tempo;
Competenza specifica 2 descrive lo svolgersi dei fatti, formula domande, ma anche sulla riconosce nella loro diversità i bisogni fondamentali di animali e piante e i modi di soddisfarli
• Si dimostra curioso, esplorativo, pone base di ipotesi personali, propone e realizza semplici esperimenti. negli specifici contesti ambientali.
domande, discute, confronta ipotesi, • Riconosce le principali caratteristiche e i modi di vivere di • Riconosce, nell’ambiente che lo circonda, i principali sistemi tecnologici e le loro molteplici
spiegazioni, soluzioni e azioni. organismi animali e vegetali. relazioni con l’ambiente stesso. Conosce i principali processi di trasformazione di risorse o di
• Conosce i giorni della settimana, sa • Ha consapevolezza della struttura e dello sviluppo del proprio produzione di beni e individua le diverse forme di energia coinvolte.
orientarsi nel tempo della vita corpo, nei suoi diversi organi e apparati, ne riconosce e descrive il • Conosce e utilizza oggetti, strumenti e semplici macchine di uso comune ed è in grado di
quotidiana e sa cogliere le funzionamento, utilizzando modelli intuitivi ed ha cura della sua descriverne la funzione principale ed il funzionamento in relazione alla forma, alla struttura
trasformazioni naturali. salute. e ai materiali.
Competenza specifica 3 • Conosce e utilizza oggetti di uso quotidiano ed è in grado di • Conosce le proprietà e le caratteristiche dei diversi mezzi di comunicazione ed è in grado di
• Compie semplici esperimenti per descriverne la funzione principale e la struttura e di spiegarne il farne un uso efficace e responsabile rispetto alle proprie necessità di studio e socializzazione.
osservare le trasformazioni degli funzionamento. Competenza specifica 2
elementi naturali. • Riconosce e identifica nell’ambiente che lo circonda elementi e • L’alunno esplora e sperimenta, in laboratorio e all’aperto, lo svolgersi dei più comuni
• Esplora e scopre possibili funzioni ed fenomeni di tipo artificiale. fenomeni, ne immagina e ne verifica le cause; ricerca soluzioni ai problemi, utilizzando le
usi di semplici strumenti tecnologici. Competenza specifica 2 conoscenze acquisite.
• L’alunno esplora i fenomeni con un approccio scientifico: con • È in grado di ipotizzare le possibili conseguenze di una decisione o di una scelta di tipo
l’aiuto dell’insegnante, dei compagni, in modo autonomo, osserva tecnologico, riconoscendo in ogni innovazione opportunità e rischi.
e descrive lo svolgersi dei fatti, formula domande, ma anche sulla • Utilizza adeguate risorse materiali, informative e organizzative per la progettazione di
base di ipotesi personali, propone e realizza semplici esperimenti. semplici prodotti, anche di tipo digitale.
• Individua nei fenomeni somiglianze e differenze, fa misurazioni, • Ricava dalla lettura e dall’analisi di testi o tabelle informazioni, in modo da esprimere
registra dati significativi, identifica relazioni spazio-temporali. valutazioni rispetto a criteri di tipo diverso.
• Individua aspetti quantitativi e qualitativi nei fenomeni, produce Competenza specifica 3
rappresentazioni grafiche e schemi di livello adeguato, elabora • L’alunno è consapevole del ruolo della comunità umana sulla Terra, del carattere finito delle
semplici modelli. risorse, nonché dell’ineguaglianza dell’accesso ad esse e adotta modi di vita ecologicamente
• Espone in forma chiara ciò che ha sperimentato, utilizzando un responsabili.
linguaggio appropriato; • Collega lo sviluppo delle scienze allo sviluppo dell’uomo.
• Trova le varie fonti (libri, internet, discorsi degli adulti, ecc.) • Ha curiosità e interesse verso i principali problemi legati all’uso della scienza nel campo dello
informazioni e spiegazioni sui problemi che lo interessano. sviluppo scientifico e tecnologico.
• Inizia a riconoscere in modo critico le caratteristiche, le funzioni e • Utilizza adeguate risorse materiali, informative e organizzative per la realizzazione di semplici
i limiti della tecnologia attuale. prodotti, anche di tipo digitale.

12 INDICE
Competenza specifica 3 • Sa utilizzare procedure e istruzioni tecniche per eseguire compiti operativi anche
• L’alunno individua aspetti quantitativi e qualitativi nei fenomeni, complessi, collaborando e cooperando con i compagni.
produce rappresentazioni grafiche e schemi di livello adeguato, • Progetta e realizza rappresentazioni grafiche, relative alla struttura e al funzionamento di
elabora semplici modelli. sistemi materiali o immateriali, utilizzando elementi del disegno tecnico o linguaggi
• Ha atteggiamenti di cura verso l’ambiente scolastico che condivide multimediali.
con gli altri; rispetta e apprezza il valore dell’ambiente sociale e
naturale.
• Trova le varie fonti (libri, internet, discorsi degli adulti, ecc.)
informazioni e spiegazioni sui problemi che lo interessano.
• Produce semplici modelli o rappresentazioni grafiche del proprio
operato utilizzando elementi del disegno tecnico o strumenti
multimediali.
• Si orienta tra i diversi mezzi di comunicazione ed è in grado di farne
un uso adeguato a seconda delle diverse situazioni.
• È a conoscenza di alcuni processi di trasformazione di risorse e di
consumo di energia, e del relativo impatto ambientale.

13 INDICE
COMPETENZA CHIAVE EUROPEA IN MATERIA DI CITTADINANZA

Curricolo Trasversale
COMPETENZETRASVERSALI SPECIFICHE
1. Utilizzare gli strumenti di conoscenza per sviluppare la consapevolezza di sé, il rispetto delle Scuola dell’infanzia Campi di esperienza: TUTTI
diversità, il confronto responsabile e il dialogo.
2. Partecipare in modo responsabile alla vita sociale nel rispetto delle regole condivise.
3. Riconoscere il valore del patrimonio culturale come bene comune e agire come persona in
grado di intervenire sulla realtà apportando il proprio originale e positivo contributo. Scuola Primaria Discipline di riferimento: TUTTE
4. Comprendere l’importanza dei valori etici e religiosi per una consapevole crescita del senso
morale e civile, responsabile e solidale. Scuola Secondaria di I° Discipline di riferimento: TUTTE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE


TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. DELL’INFANZIA TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. PRIMARA TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. SECONDARIA DI 1°

Competenza specifica 1 Competenza specifica 1 Competenza specifica 1


• Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa • L'alunno riconosce elementi significativi del passato del suo • Usa le conoscenze e le abilità per orientarsi nella complessità
argomentare e confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti • ambiente di vita. del presente, comprende opinioni e culture diverse, capisce i
e bambini. • L’alunno agisce in modo responsabile rispettando gli altri. problemi fondamentali del mondo contemporaneo
• Sviluppa il senso dell’identità personale, percepisce le proprie Competenza specifica2 Competenza specifica 2
esigenze e i propri sentimenti, sa esprimerli in modo sempre più • Assume responsabilmente atteggiamenti, ruoli e • Si confronta con la complessità dell’esistenza ed impara a dare
adeguato. comportamenti di partecipazione attiva e comunitaria. valore ai propri comportamenti per relazionarsi in maniera
• Sa di avere una storia personale e familiare, conosce le tradizioni • Riconosce e rispetta le regole del vivere comune. armoniosa con gli altri, con il mondo che lo circonda.
della famiglia, della comunità e le mette a confronto con altre. • Riconosce i meccanismi, i sistemi e le organizzazioni che
• Riflette, si confronta, discute con gli adulti e con gli altri bambini e Competenza specifica 3
regolano i rapporti tra i cittadini, a livello locale e nazionale. • Conosce aspetti del patrimonio culturale italiano e dell’umanità
comincia a riconoscere la reciprocità di attenzione tra chi parla e
chi ascolta. Competenza specifica 3 e li sa mettere in relazione con i fenomeni storici studiati.
• Riconosce ed esplora in modo via via più approfondito le • Riconosce nei paesaggi europei e mondiali, raffrontandoli in
Competenza specifica 2 tracce storiche presenti nel territorio e comprende particolare a quelli italiani, gli elementi fisici significativi e le
• Il bambino raggiunge una prima consapevolezza dei propri diritti e l’importanza del patrimonio artistico e culturale come bene emergenze storiche, artistiche e architettoniche come
doveri, delle regole del vivere insieme. comune da difendere e rispettare. patrimonio naturale e culturale da tutelare e valorizzare.
Competenza specifica 3 Competenza specifica 4 Competenza specifica 4
• Riconosce i più importanti segni della sua cultura e del territorio, le • Comprende il legame esistente tra i valori squisitamente • Riconosce i meccanismi, i sistemi e le organizzazioni che
istituzioni, i servizi pubblici, il funzionamento delle piccole comunità e religiosi e quelli etico-sociali, che stanno alla base di una regolano i rapporti tra i cittadini e i principi che costituiscono il
della città. responsabile e solidale convivenza civile. fondamento etico delle società, sanciti dalla costituzione, dal
• Riconosce i principi che costituiscono il fondamento etico diritto nazionale e dalle Carte internazionali.
• delle società (equità, libertà, coesione sociale), sanciti dalla • Si pone domande di senso in vista di un libero e responsabile
• Costituzione, dal diritto nazionale e dalle Carte progetto di vita, sviluppando un’identità capace di accoglienza.
internazionali.

14 INDICE
COMPETENZA CHIAVE EUROPEA:COMPETENZA PERSONALE,SOCIALE E CAPACITA’DI IMPARARE A IMPARARE
Scuola dell’infanzia Campi di esperienza: IL SE’ E L’ALTRO

Scuola Primaria Discipline di riferimento: RELIGIONE

Scuola Secondaria di I° Discipline di riferimento: RELIGIONE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE


TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC DELL’INFANZIA TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. PRIMARIA TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. SECONDARIA DI I ^ GRADO

RELIGIONE RELIGIONE RELIGIONE

• Scopre nei racconti del Vangelo la persona e l’insegnamento di Gesù, da • L’alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali • L’alunno è aperto alla sincera ricerca della verità e sa
cui apprende che Dio è Padre di tutti e che la Chiesa è la comunità di della vita di Gesù e sa collegare i contenuti principali del suo interrogarsi sul trascendente e porsi domande di senso,
uomini e donne unita nel suo nome, per sviluppare un positivo senso di insegnamento alle tradizioni dell’ambiente in cui vive; cogliendo l’intreccio tra dimensione religiosa e culturale. A
sé e sperimentare relazioni serene con gli altri, anche appartenenti a riconosce il significato cristiano del Natale e della Pasqua, partire dal contesto in cui vive, sa interagire con persone di
differenti tradizioni culturali e religiose. traendone motivo per interrogarsi sul valore di tali festività religione differente, sviluppando un’identità capace di
nell’esperienza personale, familiare e sociale. accoglienza, confronto e dialogo.
• Riconosce che la Bibbia è il libro sacro per cristiani ed ebrei e • Individua, a partire dalla Bibbia, le tappe essenziali e i dati
documento fondamentale della nostra cultura, sapendola oggettivi della storia della salvezza, della vita e
distinguere da altre tipologie di testi, tra cui quelli di altre dell’insegnamento di Gesù, del Cristianesimo delle origini.
religioni. • Ricostruisce gli elementi fondamentali della storia della Chiesa
• Identifica le caratteristiche essenziali di un brano biblico, sa e li confronta con le vicende della storia civile passata e
farsi accompagnare nell’analisi delle pagine a lui più recente elaborando criteri per avviare un’interpretazione
accessibili, pe collegarle alla propria esperienza. consapevole.
• Si confronta con l’esperienza religiosa e distingue la specificità • Riconosce linguaggi espressivi della fede (simboli, preghiere,
della proposta di salvezza del cristianesimo. riti, ecc…), ne individua le tracce presenti in ambiti locali,
• Identifica nella Chiesa la comunità di coloro che credono in italiano, europeo e nel mondo imparando ad apprezzarli dal
Gesù Cristo e si impegnano per mettere in pratica il suo punto di vista artistico, culturale e spirituale.
insegnamento. • Coglie le indicazioni etiche della fede cristiana e le rende
• Coglie il significato dei Sacramenti e si interroga sul valore che oggetto di riflessione in vista di scelte di vita progettuali e
essi hanno nella vita dei cristiani. responsabili.
• Inizia a confrontarsi con la complessità dell’esistenza e impara
a dare valore ai propri comportamenti, per relazionarsi in
maniera armoniosa con sé stesso, con gli altri, con il mondo
che lo circonda.

15 INDICE
COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZA IN MATERIA DI CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE

COMPETENZE TRASVERSALI SPECIFICHE Scuola dell’infanzia Campi di esperienza: il corpo e il movimento


1. Conoscere le opere del patrimonio culturale locale e non, espresse
con linguaggi diversi. Scuola Primaria Discipline di riferimento: ambito espressivo, area motoria
2. Essere in grado di apprezzare, esprimere idee, esperienze ed Scuola Secondaria di 1° Discipline di riferimento: arte ed immagine, musica, scienze motorie
emozioni attraverso diverse forme espressive.

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE


TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. DELL’INFANZIA TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. PRIMARIA TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. SECONDARIA DI I ^ GRADO

Competenza specifica 1 Competenza specifica 1 Competenza specifica 1


• Comprendere il linguaggio della cultura locale e non, • Acquisire una personale sensibilità estetica ed un • Acquisire una personale sensibilità estetica ed un
sperimentandolo attraverso gesti, immagini, suoni. atteggiamento di consapevole attenzione verso il patrimonio atteggiamento di consapevole attenzione verso il patrimonio
artistico. artistico.
Competenza specifica 2 • Sviluppare atteggiamenti di curiosità e maturare autonomia • Sviluppare atteggiamenti di curiosità e maturare autonomia di
• Manifesta le proprie esperienze, i propri sentimenti e le opinioni di giudizio. giudizio.
avvalendosi dei linguaggi sperimentati. Competenza specifica 2 • Individuare ed utilizzare gli strumenti e i materiali per la
• Sviluppare il senso di appartenenza ad una comunità e all’interazione • Sviluppare la capacità di esprimersi e comunicare in modo realizzazione di un lavoro, adattandosi in modo pertinente al
fra culture diverse. creativo e personale. contesto specifico richiesto.
• Relazionarsi con gli altri in modo adeguato ed efficace. • Comprendere e valutare eventi, materiali, opere musicali
• Utilizzare i linguaggi di base appresi per descrivere eventi, conoscendone i significati in relazione ai diversi contesti
fenomeni ecc. storico-culturali.
• Sviluppare il senso di appartenenza ad una comunità e Competenza specifica2
all’interazione fra culture diverse. • Sviluppare la capacità di esprimersi e comunicare in modo
creativo e personale.
• Relazionarsi con gli altri in modo adeguato ed efficace.
• Utilizzare i linguaggi di base appresi per descrivere eventi,
fenomeni ecc.
• Sviluppare il senso di appartenenza ad una comunità e
all’interazione fra culture diverse.
• Si pone domande di senso in vista di un libero e responsabile
progetto di vita, sviluppando un’identità capace di accoglienza.

16 INDICE
COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZA DIGITALE

COMPETENZE TRASVERSALI SPECIFICHE Scuola dell’infanzia Campi di esperienza: TUTTI


1. Ricercare e analizzare dati e informazioni attraverso gli strumenti
digitali
2. Utilizzare gli strumenti digitali per produrre elaborati Scuola Primaria Discipline di riferimento: TUTTE
3. Utilizzare gli strumenti digitali per interagire con gli altri
Scuola Secondaria di 1° Discipline di riferimento: TUTTE

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE


TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. DELL’INFANZIA TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. PRIMARIA TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. SECONDARIA DI I ^ GRADO

Competenze specifiche 1-2-3 Competenze specifiche 1-2-3 Competenze specifiche 1-2-3

• L’alunno conosce alcuni sistemi telematici e le loro • L’alunno è consapevole dell’importanza delle TIC (tecnologie
dell’informazione e della comunicazione) come mezzi di • L’alunno comprende l’importanza delle TIC (tecnologie
applicazioni.
diffusione della cultura e dell’informazione, nonché come mezzi dell’informazione e della comunicazione) come mezzi di
• Esplora le possibilità offerte dalle tecnologie per fruire
delle diverse forme artistiche, per comunicare ed utili per l’espletamento di una vasta serie di attività diffusione della cultura e dell’informazione, nonché come mezzi
esprimersi attraverso di esse, (videoscrittura, impaginazione, grafica, collegamento in rete, ecc utili per l’espletamento di una vasta serie di attività
• Utilizza le nuove tecnologie per giocare, svolgere compiti, …) (videoscrittura, impaginazione, grafica, collegamento in rete,
acquisire informazioni guidato dall’insegnante • Guidato, utilizza motori di ricerca e strumenti digitali per reperire ecc…)
• Utilizza il pc per visionare immagini. documentari, testi • Utilizza con autonomia motori di ricerca e strumenti digitali per
informazioni utili e pertinenti alla realizzazione del lavoro
multimediali reperire informazioni utili e pertinenti alla realizzazione del lavoro
• Sa utilizzare gli strumenti informatici e i più comuni software
operativi per supportare il proprio lavoro. • Sa utilizzare gli strumenti informatici e i più comuni software
• Conosce le regole per un corretto utilizzo degli strumenti operativi, sfruttandone al massimo le funzioni, per supportare il
informatici. proprio lavoro.
• Conosce e applica le regole per un corretto utilizzo degli strumenti
informatici.

17 INDICE
AREA DEI LINGUAGGI NON VERBALI
COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZA IN MATERIA DI CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE
COMPETENZE SPECIFICHE
ESPRESSIONE CULTURALE (LINGUAGGIO CORPOREO):
1. Percezione e conoscenza del proprio corpo in relazione allo spazio ed al tempo
2. Il linguaggio del corpo come modalità comunicativo-espressiva attraverso gioco, la psicomotricità, lo sport, le regole e il fairplay
3. Salute e benessere, prevenzione e sicurezza
Scuola dell’infanzia Campi di esperienza: IL CORPO IN MOVIMENTO
Discipline di riferimento
Scuola Primaria
SCIENZE MOTORIE
Discipline concorrenti: TUTTE
Discipline di riferimento:
Scuola Secondaria di I°
SCIENZE MOTORIE
TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE
TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. PRIMARIA TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. SECONDARIA DI I ^ GRADO
DELL’INFANZIA

Competenza specifica 1 Competenza specifica 1 Competenza specifica 1


• riconosce il proprio corpo e le sue • l’alunno acquisisce consapevolezza di sé’ attraverso la • L’ alunno è consapevole delle proprie competenze motorie sia nei punti di forza che nei limiti.
diverse parti. percezione del proprio corpo e la padronanza degli schemi
• vive interamente la propria corporeità. motori e posturali nel continuo adattamento alle variabili spaziali Competenza specifica 2
• matura condotte che suscitano e temporali contingenti. • utilizza le abilità motorie e sportive acquisite adattandone il movimento in situazione di gioco.
un’autonomia globale. • utilizza gli aspetti comunicativo-relazionali del linguaggio motorio per entrare in relazione con
Competenza specifica 2 gli altri, praticando, inoltre attivamente i valori sportivi (fair play) come modalità di relazione
Competenza specifica 2 • utilizza il linguaggio corporeo e motorio per comunicare ed quotidiana e di rispetto delle regole.
• riconosce i ritmi del proprio corpo, esprimere i propri stati d’animo, anche attraverso la • è capace di integrarsi nel gruppo, di assumersi responsabilità’ e di impegnarsi per il bene
differenzia la sessualità’ ed adotta drammatizzazione e le esperienze ritmico-musicali e artistiche. comune.
Competenza specifica 3
pratiche corrette per la cura e l ’igiene • sperimenta in forma semplificata e progressivamente sempre
• riconosce, ricerca ed applica a sé stesso comportamenti di promozione dello “star bene” in
del corpo e per l ’alimentazione; più’ complessa, diverse gestualità’ tecniche.
ordine ad un sano stile di vita e alla prevenzione.
• prova piacere nel movimento • sperimenta una pluralità di esperienze che permettono di
• rispetta alcuni criteri base di sicurezza per sé e per gli altri.
esperimenta schemi posturali e motori maturare competenze di gioco - sport anche come orientamento
applicandoli alle varie attività alla futura pratica sportiva.
(individuali e di gruppo). • comprende all’interno delle varie occasioni di gioco e di sport il
• interagisce con gli altri nei giochi valore delle regole e l’importanza di rispettarle.
di movimento, nella danza e nella
comunicazione espressiva. Competenza specifica3
• rappresenta il corpo in forma statica e • agisce rispettando i criteri base di sicurezza per sé e per gli altri,
dinamica in relazione a sé stesso e agli sia nel movimento che nell’uso di attrezzi e trasferisce tale
altri. consapevolezza nell’ambiente scolastico ed extrascolastico
• riconosce alcuni essenziali principi relativi al proprio benessere
Competenza specifica 3
psicofisico legati alla cura del proprio corpo, ad un corretto
• riconosce i ritmi del proprio corpo,
regime alimentare.
differenzia la sessualità ed adotta
pratiche corrette per la cura e l’igiene
del corpo e per l’alimentazione.

18 INDICE
COMPETENZA CHIAVE EUROPEA:COMPETENZA IN MATERIA DI CONSAPEVOLEZZA EDESPRESSIONE CULTURALE:
COMPETENZE SPECIFICHE
ESPRESSIONE CULTURALE (LINGUAGGIO ARTISTICO):
LINGUAGGIOARTISTICO
1. esplorare e sperimentare
2. ascoltare e scrivere
3. comunicare ed esprimere
4. osservare, leggere e interpretare
Scuola dell’infanzia Campi di esperienza: IMMAGINI, SUONI, COLORI
Scuola Primaria Discipline di riferimento: ARTE E MUSICA
Discipline concorrenti: TUTTE
Scuola Secondaria di I° Discipline di riferimento: ARTE E MUSICA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE


TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. SECONDARIA DI I ^ GRADO
DELL’INFANZIA

Competenza specifica 1 Competenza specifica 1 Competenza specifica 1


• Il bambino scopre il paesaggio sonoro • Esplora, discrimina ed elabora eventi sonori rispetto alla qualità’, • Partecipa in modo attivo alla realizzazione di esperienze musicali attraverso l’esecuzione
riproducendolo attraverso voce, corpo e allo spazio alla fonte, al ritmo, all’intensità’ e al fattore emotivo. e l’interpretazione di brani strumentali e vocali appartenenti a generi e culture differenti.
oggetti. • Gestisce diverse possibilità espressive della voce imparando ad Competenza specifica 2
• Sperimenta, esplora e combina i primi ascoltare se’ stesso e gli altri. • È in grado di ideare produrre e realizzare anche attraverso l’improvvisazione messaggi
alfabeti musicali per produrre semplici • Esegue da solo e in gruppo semplici brani vocali appartenenti a musicali e multimediali.
sequenze sonore. generi e culture musicali differenti. • Comprende e valuta eventi, materiali, opere musicali conoscendone i significati, anche in
Competenza specifica 2 Competenza specifica 2 relazione alle proprie esperienze musicali e ai diversi contesti storico culturali.
• Si esprime attraverso la • Riconosce gli elementi costitutivi di un semplice brano musicale Competenza specifica 3
drammatizzazione, il disegno, la pittura e utilizzandoli nella pratica. • Utilizza in modo funzionale e autonomo tecniche e materiali differenti anche con
altre attività’ manipolative utilizzando • Ascolta, interpreta e descrive brani musicali di diverso genere. l’integrazione di più media e codici espressivi.
materiali, strumenti e tecniche diverse; Competenza specifica 3 • Realizza elaborati personali e creativi applicando le conoscenze e le regole del linguaggio
esplora le potenzialità offerte dalle • Utilizza le conoscenze del linguaggio visuale per produrre e visivo
tecnologie. rielaborare in modo creativo le immagini attraverso tecniche, Competenza specifica 4
Competenza specifica 3 materiali e strumenti diversificati. • Legge le opere più significative prodotte nell’arte antica, medievale, moderna e
• Segue con curiosità e piacere spettacoli • Utilizza le abilità relative al linguaggio visivo per produrre varie contemporanea, sapendole collocare nei rispettivi contesti storici, culturali e ambientali.
di vario tipo (teatrali, musicali, visivi e di Tipologie di testi visivi: espressivi, narrativi, rappresentativi e • Conosce i principali beni del patrimonio artistico, culturale e ambientale del proprio
animazione); sviluppa interesse per comunicativi. territorio.
l’ascolto della musica. Competenza specifica 4
Competenza specifica 4 • Utilizza i diversi codici del linguaggio visuale per osservare,
• Sviluppa interesse per la produzione di descrivere e leggere immagini.
opere d’arte. • Conosce i principali beni paesaggistici ed artistico- culturali
presenti nel proprio territorio e mette in atto comportamenti di
rispetto e di tutela.

19 INDICE
COMPETENZA CHIAVE EUROPEA : IMPARARE AD IMPARARE E COMPETENZA PERSONALE SOCIALE

CURRICOLO TRASVERSALE
COMPETENZE TRASVERSALI SPECIFICHE Scuola dell’infanzia Campi di esperienza: TUTTI
1. Acquisire e interpretare l’informazione Scuola Primaria Discipline di riferimento: TUTTE
2. Individuare collegamenti/relazioni e saperli trasferire in nuovi
contesti Scuola Secondaria di 1° Discipline di riferimento: TUTTE
3. Organizzare il proprio apprendimento dal punto di vista metodologico

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE


TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. DELL’INFANZIA TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. PRIMARIA TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. SECONDARIA DI I ^ GRADO

Competenza specifica1 Competenza specifica 1 Competenza specifica 1


• Ripensa alle proprie azioni e ricostruisce il proprio pensiero • L’alunno reperisce tutte le informazioni necessarie • L’alunno reperisce tutte le informazioni necessarie provenienti da fonti diverse; le
• Ascolta con attenzione; utilizza semplici strategie di memorizzazione. provenienti da fonti diverse. confronta per stabilirne l’attendibilità; le seleziona a seconda delle priorità e dello
Competenza specifica2 • Usa le proprie conoscenze ed abilità per applicarle scopo.
• Interiorizza con la guida dell’insegnante la successione delle fasi di un in una serie di contesti diversi • Raccoglie ed interpreta dati attraverso la ricerca personale e di gruppo.
semplice compito Competenza specifica 2 • Acquisisce consapevolezza del proprio stile di apprendimento.
• Utilizza le informazioni possedute per risolvere semplici problemi. • Individua semplici collegamenti tra informazioni • Sviluppa autonomia di studio.
Competenza specifica 3 appartenenti a campi diversi e le utilizza per Competenza specifica 2
• Usa semplici strumenti predisposti dall’insegnante per la sequenza e la risolvere semplici problemi di esperienza. • Organizza le informazioni in quadri di sintesi coerenti, utilizzando anche schemi,
relazione di pochi e semplici concetti. • È capace di gestire i propri tempi di diagrammi, mappe, ecc.
• Rappresenta in modo grafico le proprie azioni ed esperienze apprendimento e riconosce l ‘importanza del • È in grado di trasferire in modo pertinente quanto appreso in nuovi contesti e
• Condivide l’uso dei giochi e dei materiali lavoro collaborativo. situazioni.
• Rispetta le regole • Riconosce e applica le regole nei diversi ambienti Competenza specifica 3
di vita quotidiana. • Dato un compito, un progetto da realizzare, distingue le fasi e le pianifica nel tempo,
• Interagisce nei lavori di gruppo rispettando i vari individuando le priorità delle azioni, le risorse a disposizione, le informazioni disponibili
punti di vista. e quelle mancanti.
Competenza specifica 3 • Riflette su quanto appreso, ha maturato una consapevolezza critica sul processo
• Applica semplici strategie di organizzazione delle personale di apprendimento svolto ed è in grado di valutarlo.
informazioni e compila elenchi, liste e semplici • Partecipa in modo efficace e costruttivo.
tabelle.

20 INDICE
COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZA IMPRENDITORIALE

Curricolo trasversale
COMPETENZE TRASVERSALI SPECIFICHE
1. Valutare e decidere Scuola dell’infanzia Campi di esperienza: TUTTI
2. Progettare in modo creativo e originale
3. Interagire con gli altri per trovare soluzioni e risolvere problemi
Scuola Primaria Discipline di riferimento: TUTTE

Scuola Secondaria di 1° Discipline di riferimento: TUTTE


TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE
TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. DELL’INFANZIA TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. PRIMARIA TRAGUARDI AL TERMINE DELLA SC. SECONDARIA DI I ^ GRADO

Competenze specifiche 1-2-3 Competenza specifica 1 Competenza specifica 1


• L’alunno, guidato dall’insegnante, collabora nel gruppo di lavoro o di • L’alunno assume iniziative nella vita personale e nel lavoro, • L’alunno assume iniziative nella vita personale e nel lavoro, valutando
gioco per individuare problemi, formulare e selezionare soluzioni. valutando aspetti positivi e negativi di scelte diverse e le aspetti positivi e negativi di scelte diverse e le possibili conseguenze.
• Assume e porta a termine compiti ed iniziative possibili conseguenze. • È in grado di assumere ruoli di responsabilità all’interno del gruppo
• Realizza semplici progetti individuali e di gruppo • È in grado di assumere ruoli di responsabilità all’interno del (coordinare il lavoro, tenere i tempi, documentare il lavoro, reperire
• Trova soluzioni nuove a problemi di esperienza gruppo (coordinare il lavoro, tenere i tempi, documentare il materiali ecc.).
• Usa la manualità per realizzare semplici prodotti lavoro, reperire materiali ecc.). • Dimostra di sapersi auto valutare e di mirare ad un miglioramento continuo
• Pianifica le proprie azioni per giungere a obiettivi comuni del proprio lavoro.
Competenza specifica 2 Competenza specifica 2
• Confrontandosi con gli altri, pianifica le fasi di una consegna • L’alunno sa pianificare azioni nell’ambito personale e del lavoro,
ed è in grado di rispettarne i tempi individuando le priorità, giustificando le scelte e valutando gli esiti,
reperendo anche possibili correttivi a quelli non soddisfacenti.
Competenza specifica 3
• In autonomia o confrontandosi con gli altri, pianifica le fasi di una consegna
• Guidato, individua problemi, formula e seleziona soluzioni.
ed è in grado di rispettarne i tempi.
• Collabora nel gruppo di lavoro o di gioco, tenendo conto dei Competenza specifica 3
diversi punti di vista e confrontando la propria idea con • L’alunno individua problemi, formula e seleziona soluzioni, le attua ene
quella altrui. valuta gli esiti, pianificando gli eventuali correttivi.
• Collabora in un gruppo di lavoro o di gioco, tenendo conto dei diversi punti
di vista e confrontando la propria idea con quella altrui.

21 INDICE
CURRICOLO VERTICALE PER DISCIPLINA

ITALIANO (pag. 23)

LABORATORIO DI APPRENDIMENTO DELLA LINGUA ITALIANA: LATINO (pag. 26)

LINGUA STRANIERA (pag. 29)

STORIA (pag. 30)

GEOGRAFIA (pag. 31)

MATEMATICA (pag. 32)

SCIENZE (pag. 34)

TECNOLOGIA (pag. 35)

MUSICA (pag. 36)

STRUMENTO MUSICALE ( pag.37)

ARTE E IMMAGINE (pag. 38)

SCIENZE MOTORIE (pag. 39)

RELIGIONE CATTOLICA (pag. 40)

22 INDICE
DISCIPLINA: ITALIANO

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TEMINE SCUOLA PRIMARIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE SCUOLA SEC. SECONDARIA
DELL’INFANZIA
CAMPO DI ESPERIENZA: I DISCORSI E LE PAROLE NUCLEO FONDANTE: ASCOLTO E PARLATO NUCLEO FONDANTE: ASCOLTO E PARLATO
• Utilizzare la lingua in tutte le sue funzioni e • Interagire in modo cooperativo in una conversazione, in una discussione • Ascoltare testi prodotti da altri, anche trasmessi dai media,
nelle forme necessarie per esprimersi e formulando domande, dando risposte e fornendo spiegazioni ed esempi riconoscendone la fonte e individuando scopo, argomento, informazioni
comunicare • Comprendere il tema e le informazioni essenziali di una esposizione principali
• Strutturare in modo corretto ed articolato una • Comprendere lo scopo e l’argomento di messaggi trasmessi dai media • Prendere parte in una conversazione o discussione di classe con coerenza
frase • Formulare domande precise e pertinenti di spiegazione e di e pertinenza rispettando i turni di parola e dando un contributo positivo e
• Comunicare esperienze, emozioni, pensieri e approfondimento personale
comportamenti • Comprendere consegne e istruzioni per l’esecuzione di attività scolastiche • Utilizzare le proprie conoscenze sui tipi di testo per adottare strategie
• Intervenire in una conversazione ed extrascolastiche funzionali a comprendere durante l’ascolto
• Raccontare una storia, individuando i • Cogliere in una discussione le idee dei compagni ed esprimere la propria • Ascoltare testi applicando tecniche di supporto alla comprensione
personaggi fondamentali opinione su un argomento in modo chiaro e pertinente durante l’ascolto e dopo l’ascolto
• Rielaborare fatti e situazioni • Raccontare esperienze personali o storie inventate organizzando il • Riconoscere all’ascolto alcuni elementi ritmici e sonori del testo poetico
• Narrare esperienze, eventi, trame selezionando informazioni significative
• Dialogare con i pari e con gli adulti racconto in sequenze logiche
in base allo scopo, ordinandole in sequenze logiche
• Distinguere il disegno dalla scrittura • Organizzare un semplice discorso orale di un argomento dibattuto in classe
• Descrivere oggetti, luoghi, persone e personaggi, esporre procedure
• Scoprire le funzioni del codice scritto o studiato
selezionando le informazioni significative in base allo scopo e usando un
• Cogliere la struttura fonetica delle parole
lessico adeguato all’argomento e alla situazione
• Trovare rime ed assonanze • Riferire oralmente su un argomento di studio esplicitando lo scopo e
presentandolo in modo chiaro
• Argomentare la propria tesi su un tema studiato o dibattuto in classe

NUCLEO FONDANTE: LETTURA NUCLEO FONDANTE: LETTURA


• Impiegare tecniche di lettura silenziosa e di lettura espressiva ad alta voce • Leggere ad alta voce e con espressività usando pause ed intonazioni per
• Usare nella lettura di vari tipi di testo opportune strategie per analizzare seguire l’intenzione del testo e permettere a chi ascolta di capire
il contenuto • Leggere in silenzio testi diversi applicando tecniche di supporto alla
• Porsi domande all’inizio e durante la lettura del testo comprensione e mettendo in atto strategie diverse
• Sfruttare le informazioni dal titolo, da immagini per capire l’argomento • Utilizzare testi funzionali di vario tipo per affrontare situazioni di vita
del testo quotidiana
• Leggere e confrontare informazioni da testi diversi per farsi una idea di un • Ricavare informazioni esplicite ed implicite da testi espositivi, per
argomento documentarsi su un argomento
• Ricerca informazioni da testi diversi con tecniche di supporto alla • Ricavare informazioni sfruttando le varie parti di un manuale di studio
comprensione • Confrontare su uno stesso argomento informazioni ricavabili da più fonti
• Seguire istruzioni scritte per realizzare prodotti, per regolare selezionando le più significative.
comportamenti, per eseguire una attività • Riformularle in modo sintetico le informazioni selezionate e riorganizzarle
• Leggere testi narrativi e descrittivi, sia realistici sia fantastici distinguendo in modo personale
l’invenzione dalla realtà • Comprendere testi descrittivi individuando gli elementi della descrizione,
• Leggere brani letterari e testi poetici cogliendone il senso, le la loro collocazione nello spazio e il punto di vista dell’osservatore
caratteristiche formali più evidenti, l’intenzione dell’autore ed • Leggere semplici testi argomentativi e individuare tesi e argomento a
esprimendo pareri personali sostegno valutandone la validità
• Leggere testi letterari di vario tipo e forma individuando il tema principale
e le intenzioni comunicative dell’autore

23 INDICE
NUCLEO FONDANTE: ACQUISIZIONE ED ESPANSIONE DEL LESSICO NUCLEO FONDANTE: ACQUISIZIONE ED ESPANSIONE DEL LESSICO RICETTIVO E
RICETTIVO E PRODUTTIVO PRODUTTIVO
• Comprendere ed utilizzare in modo appropriato il lessico di base • Ampliare sulla base delle esperienze scolastiche ed extrascolastiche, delle
• Arricchire il patrimonio lessicale attraverso attività comunicative letture e di attività specifiche il proprio patrimonio lessicale così da
orali, di lettura e di scrittura e attivando la conoscenza delle comprendere e usare le parole dell’intero vocabolario di base
principali relazioni di significato tra le parole • Comprendere e usare parole in senso figurato
• Comprendere che le parole hanno diverse accezioni e • Comprendere e usare in modo appropriato i termini specialistici afferenti alle
individuare l’accezione specifica di una parola in un testo diverse discipline e anche ad ambiti di interesse personale
• Comprendere nei casi semplici e frequenti l’uso e il significato • Realizzare scelte lessicali adeguate in base alla situazione comunicativa, agli
figurato delle parole interlocutori e al tipo di testo.
• Comprendere e utilizzare parole e termini specifici legati alle • Utilizzare la propria conoscenza delle relazioni di significato fra le parole e dei
discipline di studio meccanismi di formazione delle parole non note all’interno di un testo.
• Utilizzare il dizionario come strumento di consultazione • Utilizzare dizionari di vario tipo, rintracciare nel vocabolario le informazioni per
dubbi linguistici
NUCLEO FONDANTE: ELEMENTI DI GRAMMATICA ESPLICITA E RIFLESSIONE NUCLEO FONDANTE: ELEMENTI DI GRAMMATICA ESPLICITA E RIFLESSIONE SUGLI USI
SUGLI USI DELLA LINGUA DELLA LINGUA
• Relativamente a testi o in situazioni di esperienza diretta • Riconoscere ed esemplificare casi di variabilità della lingua
riconoscere la variabilità della lingua nel tempo e nello spazio • Stabilire relazioni tra situazioni di comunicazione, interlocutori e registri
• Conoscere i principali meccanismi di formazione delle parole linguistici
• Comprendere le principali relazioni di significato tra le parole • Riconoscere le caratteristiche e le strutture dei principali tipi testuali
• Riconoscere la struttura del nucleo della frase semplice • Riconoscere le relazioni tra i significati delle parole
• Riconoscere in una frase o in un testo le parti del discorso o • Conoscere i principali meccanismi di formazione delle parole
• Riconoscere la struttura logico-sintattica della proposizione semplice
categorie lessicali, riconoscerne i principali tratti grammaticali
• Riconoscere la struttura di una frase complessa
• Riconoscere le congiunzioni di uso comune • Riconoscere le parti di un discorso
• Conoscere le fondamentali convenzioni ortografiche e servirsi di • Riconoscere i connettivi sintattici
questa conoscenza per rivedere la propria produzione scritta • Riflettere sui propri errori
NUCLEO FONDANTE: SCRITTURA NUCLEO FONDANTE: SCRITTURA
• Raccogliere le idee, organizzarle per punti, pianificare la traccia di un • Conoscere ed applicare le procedure di ideazione,
racconto o di una esperienza • pianificazione, stesura e revisione del testo a partire dall’analisi del
• Produrre racconti scritti di esperienze personali o vissute da altri che • compito di scrittura: servirsi di strumenti per l’organizzazione di idee,
contengano informazioni essenziali relative a persone, luoghi tempi, • utilizzare strumenti per la revisione del testo in vista della stesura
situazioni, azioni • definitiva; rispettare le convenzioni grafiche
• Scrivere lettere indirizzate a destinatari noti, lettere aperte o brevi • Scrivere testi di vario tipo corretti dal punto di vista morfosintattico,
articoli di cronaca adeguando il testo ai destinatari e alle situazioni • lessicale, ortografico, coerenti, adeguati allo scopo e al destinatario
• Esprimere per iscritto esperienze, emozioni, stati d’animo sotto forma • Scrivere testi di forma diversa sulla base di modelli sperimentati,
di diario • adeguandoli a situazione, argomento, scopo, destinatario e
• Rielaborare testi e redigerne nuovi anche utilizzando programmi di • selezionando il registro più adeguato
scrittura al pc • Utilizzare nei propri testi sotto forma di citazione esplicita o di
• Scrivere semplici testi regolativi o progetti schematici per l’esecuzione • parafrasi parti di testi prodotti da altri e presi da fonti diverse
di attività • Scrivere sintesi anche sotto forma di schemi, di testi ascoltati in vista
• Realizzare testi collettivi per relazionare su esperienze scolastiche e • di scopi specifici
argomenti di studio • Utilizzare la videoscrittura per i propri testi curando l’impaginazione;
• Produrre testi creativi • scrivere testi digitali anche con supporto orale
• Sperimentare anche con l’utilizzo del pc diverse forme di scrittura • Realizzare forme diverse di scrittura creativa in prosa e in poesia;
adattando il lessico, la struttura del testo, l’impaginazione, le soluzioni • scrivere o inventare testi teatrali per una eventuale messa in scena.
grafiche alla forma testuale scelta e integrando il testo verbale con
materiali multimediali.
• Produrre testi sostanzialmente corretti dal punto di vista ortografico,
morfosintattico, lessicale, rispettando le funzioni sintattiche dei
principali segni interpuntivi.

24 INDICE
LABORATORIO DI APPRENDIMENTO DELLA LINGUA ITALIANA: LATINO

Obiettivi di apprendimento Traguardi per lo sviluppo delle Contenuti


Conoscenze/abilità competenze

Classe prima: Organizzazione del contenuto della Collegare logicamente e cronologicamente concetti, sequenze,
Comprendere testi orali italiani comunicazione orale, secondo il criterio frasi;
attinenti il latino e in seguito semplici della successione logico- temporale;
e brevi sententiae latine; Mettere in relazione/confronto le proprie conoscenze pregresse
Comprensione degli elementi principali (linguistiche, culturali, sia relative alla lingua madre, sia alla lingua
Riferire in forma chiara e della comunicazione orale: concordanze, latina) con frasi/testi da comparare.
Scuola Secondaria comprensibile i contenuti. pause, durate, accenti, intonazione
nella frase; Riutilizzare frasi ed espressioni memorizzate in testi nuovi da
ASCOLTO di Primo Grado
Saper rielaborare appunti. decifrare o analizzare;
E Comprensione di un racconto letto e/o
PARLATO Conoscere la specifica struttura del narrato dall'insegnante riguardo i principali Decifrare correttamente le strutture di base morfosintattiche
dizionario latino e sapersi orientare aspetti della civiltà romana. sottese alla coesione di un testo.
nella ricerca dei lemmi;

Comparare semplici frasi


latino/italiano.

Classe seconda:
Comprendere e riferire in italiano,
generalizzando le informazioni, un
semplice brano latino adatto al
percorso studiato.

Classe terza:
Comprendere e riferire in italiano
informazioni specifiche, relative ad un
brano latino, adatto al percorso
studiato.
Saper decodificare in modo chiaro e
coerente un brano di versione latino,
cogliendone il senso e rendendolo in
un italiano corretto e scorrevole

26 INDICE
Obiettivi di apprendimento Traguardi per lo sviluppo delle
Conoscenze/abilità competenze Contenuti

Classe prima:
Leggere un testo secondo le leggi Interpretare il significato fondamentale di Brani di diverse tipologie testuali, relativi alla civiltà, alla vita
fonetiche della lingua latina; un testo adatto all’età, motivando le quotidiana, alla letteratura, ecc.
comprendere il senso globale di un proprie scelte con opportuni riscontri
semplice testo latino. testuali. Aspetti del vivere quotidiano: la famiglia, la vita privata e i
Conoscere, attraverso brani in italiano, i Saper fornire una descrizione/ esposizione sentimenti, la scuola e l'educazione, l'alimentazione, le Strade e
Scuola Secondaria principali aspetti della vita quotidiana chiara di argomenti studiati riferendone i gli acquedotti, l'abbigliamento e le acconciature, gli
LETTURA
di Primo Grado dell'antica Roma. punti principali; spettacoli e i ludi, le terme, le abitazioni, le tappe della vita, ecc.
Saper organizzare un discorso seguendo un
Classe seconda: ordine logico- temporale. I principali nuclei fondanti della civiltà latina: la religione, il
Comprendere testi di difficoltà Saper esprimere riflessioni su argomenti concetto di civitas/imperium, la politica e il cursus honorum,
crescente, contestualizzandoli, della civiltà latina studiati. l'esercito.
traendone, attraverso la riflessione Saper confrontare un testo letto con altri,
linguistica, confronti con la lingua che presentino tematiche o altri elementi in
madre. analogia.
Conoscere i principali nuclei fondanti Saper padroneggiare il lessico specifico, in
della civiltà latina. modo da esprimersi adeguatamente sugli
argomenti studiati.
Classe terza:
Comprendere testi di diverse tipologie,
anche letterarie, contestualizzandoli,
traendone, attraverso la riflessione
linguistica, confronti con la lingua
madre.
Conoscere, attraverso testi di autori in
lingua o in traduzione e adeguati al
livello della classe, i primi elementi di
letteratura latina

27 INDICE
Obiettivi di apprendimento Traguardi per lo sviluppo delle
Conoscenze/abilità competenze Contenuti

Classe prima: - Acquisire la consapevolezza della Le parti fondamentali della „parola‟ latina: radice, tema, suffisso,
Conoscere e comprendere le origini comune matrice latina della cultura prefisso, desinenza.
latine della lingua italiana; europea, specie nella sua dimensione
linguistica. Il lessico fondamentale.
comprendere e acquisire il meccanismo - Saper riconoscere gli elementi
suffissale e flessivo della lingua latina; morfologici e sintattici di base della Famiglie di parole e alcuni campi semantici legati ai nuclei
lingua latina anche attraverso il fondanti della civiltà latina (es. mito, familia/gens/polis-
assimilare gli elementi di base del metodo dell’analisi contrastiva civitas/imperium, religione, scuola, ecc.).
lessico (su base frequenziale). italiano/latino
- L’organizzazione linguistica del testo: La declinazione.
gli elementi di coerenza e di coesione
Classe seconda: (concordanze, connettivi; coesione
RIFLESSIONE Scuola Secondaria Conoscere gli elementi di base della semantica e morfosintattica).
SULLA LINGUA di Primo Grado sintassi della frase semplice, le - Sapere leggere, contestualizzare,
concordanze fondamentali, i analizzare, tradurre e interpretare testi
complementi di base (termine, oggetto, latini di difficoltà adeguata alle
mezzo, luogo, tempo, ecc.). competenze acquisite.
- Saper trasporre il testo latino in un
italiano corretto e corrente.
Classe terza:
Conoscere i principali elementi della
sintassi della proposizione:
coordinazione e subordinazione, le
proposizioni con l'indicativo (relative,
temporali, causali).

28 INDICE
DISCIPLINA: LINGUA STRANIERA
OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELL’INFANZIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA PRIMARIA OBIETTIVO DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA SECONDARIA
CAMPO DI ESPERIENZA: I DISCORSI E LE PAROLE NUCLEO FONDANTE: ASCOLTO (comprensione orale ) NUCLEO FONDANTE: ASCOLTO (comprensione orale )
Potenziare le abilità linguistiche attraverso l’utilizzo pratico, in • Comprendere brevi dialoghi, istruzioni, espressioni e frasi di • Comprendere istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano
situazioni ludiche della lingua inglese uso quotidiano • Comprendere brevi testi multimediali indicando parole
• Comprendere brevi testi multimediali indicando le parole chiave e il senso generale
chiave e il senso generale
NUCLEO FONDANTE: PARLATO ( produzione e comunicazione orale ) NUCLEO FONDANTE: PARLATO (produzione e comunicazione orale )
• Descrivere persone, situazioni luoghi e oggetti familiari • Descrivere persone, luoghi e oggetti familiari
• Riferire semplici informazioni legati alla sfera personale • Riferire semplici informazioni legate alla sfera personale
• Interagire in modo comprensibile con i compagni utilizzando • Interagire in modo comprensibile con i compagni utilizzando
frasi idonee alla situazione frasi strutturalmente e lessicalmente corrette
NUCLEO FONDANTE: LETTURA (COMPRENSIONE SCRITTA) NUCLEO FONDANTE: LETTURA (COMPRENSIONE SCRITTA )
• Leggere e comprendere brevi e semplici testi, su supporti visivi, • Comprendere testi di contenuto familiare e di tipo concreto
cogliendo il loro significato generale e individuando parole e frasi • Comprendere testi relativi al linguaggio specifico di altre
familiari discipline (CLIL)
NUCLEO FONDANTE: SCRITTURA (PRODUZIONE SCRITTA ) NUCLEO FONDANTE: SCRITTURA (PRODUZIONE SCRITTA )
• Scrivere messaggi semplici e brevi per presentarsi e per situazioni • Scrivere testi semplici per raccontare le proprie esperienze e per
quotidiane situazioni di vita quotidiana

NUCLEO FONDANTE : RIFLESSIONE SULLA LINGUA NUCLEO FONDANTE : RIFLESSIONI SULLA LINGUA
• Osservare coppie di parole simili come suono • Osservare le parole nei contesti d’uso e individuare le
• Osservare parole ed espressioni nei contesti d’uso differenze di significato
• Osservare la struttura delle frasi con intenzioni comunicative • Osservare la struttura delle frasi e mettere in relazione le
intenzioni comunicative
• Confrontare parole e strutture e codici verbali diversi
• Riconoscere i propri errori e il proprio modo di apprendere le
lingue

29 INDICE
DISCIPLINA: STORIA

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELL’ INFANZIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA PRIMARIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA SECONDARIA
CAMPO DI ESPERIENZA: IL SÈ E L’ALTRO NUCLEO FONDANTE: USO DELLE FONTI NUCLEO FONDANTE: USO DELLE FONTI
• Consolidare la fiducia in sé stessi • Produrre informazioni con fonti di tipo diverso per la • Conoscere alcune procedure e tecniche di lavoro nei siti
• Essere consapevoli dei propri bisogni e dei propri sentimenti ricostruzione di un fenomeno storico archeologici, nelle biblioteche e negli archivi
• Esprimere le proprie emozioni in modo adeguato • Rappresentare in un quadro storico-sociale le informazioni • Usare fonti di diverso tipo per produrre conoscenze su temi
• Conoscere l’ambiente culturale e le tradizioni che provengono da tracce presenti sul territorio definiti
• Sviluppare il senso di appartenenza alla propria comunità
• Interagire bene con i pari
• Comprendere le esigenze degli altri
NUCLEO FONDANTE: ORGANIZZAZIONE DELLE INFORMAZIONI NUCLEO FONDANTE: ORGANIZZAZIONE DELLE INFORMAZIONI
• Leggere una cartina storica • Selezionare e organizzare informazioni con mappe, schemi,
• Usare carte storico-geografiche per rappresentare le tabelle, grafici e risorse digitali
conoscenze • Costruire grafici e mappe per organizzare le conoscenze
• Confrontare i quadri storici delle varie civiltà • Collocare la storia locale i n relazione con la storia italiana.
europea e mondiale
• Formulare e verificare ipotesi sulla base delle informazioni
• ricercate
NUCLEO FONDANTE: STRUMENTI CONCETTUALI NUCLEO FONDANTE: STRUMENTI CONCETTUALI
• Usare il sistema di misura occidentale del tempo storico e • Comprendere aspetti e strutture dei processi storici italiani,
comprendere i sistemi di misura del tempo storico di altre europei e mondiali
civiltà • Conoscere il patrimonio culturale collegato con i temi
• Elaborare rappresentazioni sintetiche della società affrontati
• Usare le conoscenze apprese per comprendere problemi
interculturali e di convivenza civile
NUCLEO FONDANTE: PRODUZIONE SCRITTA E ORALE NUCLEO FONDANTE: PRODUZIONE SCRITTA E ORALE
• Confrontare aspetti diversi delle società studiate ricavare e • Produrre testi, utilizzando conoscenze selezionate da fonti di
produrre informazioni da grafici, tabelle, carte storiche, informazioni diverse
reperti iconografici • Argomentare utilizzando il linguaggio proprio della disciplina
• Esporre con coerenza conoscenze e concetti appresi usando
il linguaggio specifico
• Elaborare in testi orali e scritti gli argomenti studiati

30 INDICE
DISCIPLINA: GEOGRAFIA

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELL’INFANZIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA PRIMARIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA SECONDARIA

CAMPO DI ESPERIENZA: LA CONOSCENZA DEL MONDO NUCLEO FONDANTE: ORIENTAMENTO NUCLEO FONDANTE: ORIENTAMENTO
• Partecipare a giochi ed attività di gruppo rispettando le regole • Orientarsi utilizzando la bussola e i punti cardinali anche in • Orientarsi sulle carte geografiche
• Localizzare e collocare sé stesso, oggetti e persone nello spazio, relazione al sole • Orientarsi nelle realtà territoriali lontane, anche attraverso
eseguire percorsi • Estendere il concetto di orientamento al territorio italiano, all’ l’utilizzo dei programmi multimediali
• Orientarsi negli ambienti scolastici con autonomia Europa e ai diversi continenti attraverso vari supporti

NUCLEO FONDANTE: LINGUAGGIO NUCLEO FONDANTE: LINGUAGGIO


• Analizzare i caratteri fisici di un territorio, fatti e fenomeni • Leggere e interpretare vari tipi di carte geografiche utilizzando
locali e globali, interpretando carte geografiche di diversa scale di riduzione, coordinate geografiche e simboli specifici
scala di diverso tipo • Utilizzare strumenti tradizionali ed innovativi per leggere il
• Localizzare sulla carta geografica dell’Italia le regioni, territorio
localizzare sul globo l’Italia in Europa e nel mondo
• Localizzare i principali caratteri dei diversi continenti e degli
oceani

NUCLEO FONDANTE: IL PAESAGGIO NUCLEO FONDANTE: IL PAESAGGIO


Conoscere gli elementi che caratterizzano i principali paesaggi • Interpretare e confrontare i caratteri dei paesaggi italiani,
italiani, europei e mondiali individuando analogie e differenze europei e mondiali anche in una dimensione temporale
• Conoscere temi e problemi di tutela del paesaggio come
patrimonio naturale e culturale
NUCLEO FONDANTE: REGIONE E SISTEMA NUCLEO FONDANTE: REGIONE E SISTEMA
• Acquisire il concetto di regione geografica (fisica, climatica, • Consolidare il concetto di regione geografica applicandolo
storico-culturale, amministrativa) all’Italia, all’ Europa e agli altri continenti
• Individuare problemi relativi alla tutela del patrimonio • Analizzare in termini di spazio le interrelazioni tra fatti e
naturale e culturale fenomeni demografici, sociali ed economici

31 INDICE
DISCIPLINA: MATEMATICA

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELL’INFANZIA OBIETTIVI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA PRIMARIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI
PRIMO GRADO

CAMPO DI ESPERIENZA: LA CONOSCENZA DEL MONDO-NUMERO E NUCLEO FONDANTE: I NUMERI NUCLEO FONDANTE: I NUMERI
SPAZIO

• Discriminare, ordinare, raggruppare in base a criteri stabiliti • Leggere, scrivere, confrontare numeri interi e decimali • Eseguire le operazioni in tutti gli insiemi numerici con il calcolo scritto o
• Contare oggetti immagini, persone. numerare, misurare • Eseguire le operazioni con sicurezza con il calcolo scritto e a mente, le calcolatrici o fogli di calcolo e applicando le proprietà
• Aggiungere e togliere quantità • mentale o con la calcolatrice a seconda delle situazioni • Dare stime approssimate per il risultato di una operazione
• Stabilire relazioni logiche causali, spaziali, temporali tra cose, • Eseguire la divisione con resto ed individuare multipli e • Rappresentare i numeri sulla retta
persone fenomeni • divisori di un numero • Utilizzare scale graduate in contesti significativi per le scienze e la
• Scoprire e riconoscere ed operare con le forme geometriche • Stimare il risultato di una operazione tecnica
• Riconoscere e riprodurre numeri e altri simboli convenzionali • Operare con le frazioni e riconoscere frazioni equivalenti • Utilizzare il concetto di rapporto fra numeri o misure in tutte le forme
• Utilizzare numeri decimali, frazioni e percentuali in contesti • Utilizzare frazioni equivalenti e numeri decimali per rappresentare uno
• reali stesso numero razionale
• Interpretare i numeri interi negativi • Comprendere il significato di percentuale e saperlo applicare in contesti
• Rappresentare i numeri sulla retta reali
• Conoscere i sistemi di notazione dei numeri nelle antiche • Individuare multipli e divisori di un numero naturale e multipli e divisori
comuni a più numeri
• civiltà
• Comprendere il significato e l’utilità del multiplo comune più piccolo e
del divisore più grande in situazioni concrete
• In casi semplici scomporre i numeri naturali in fattori primi
• Utilizzare la notazione pe le potenze con esponente intero positivo e
negativo consapevoli dell’uso delle proprietà soprattutto con le potenze
del 10
• Conoscere la radice quadrata e le sue proprietà
• Dare stime della radice quadrata utilizzando solo la moltiplicazione
• Descrivere con una espressione numerica la sequenza di operazioni che
rappresenta l’algoritmo di un problema
• Eseguire espressioni in tutti gli insiemi numerici e con le lettere
NUCLEO FONDANTE: SPAZIO E FIGURE NUCLEO FONDANTE: SPAZIO E FIGURE

• Descrivere, denominare e classificare figure geometriche • Riprodurre figure e disegni geometrici utilizzando in modo appropriato
• Riprodurre una figura in base a una descrizione, utilizzando e con accuratezza opportuni strumenti
gli strumenti opportuni • Rappresentare punti, segmenti e figure sul piano cartesiano
• Utilizzare il piano cartesiano ed individuare coordinate • Conoscere definizioni e proprietà delle principali figure piane
• Costruire modelli materiali nello spazio e nel piano • Descrivere figure complesse
• Riconoscere figure ruotate, traslate e riflesse • Riprodurre figure e disegni geometrici in base a una descrizione fatta da
• Confrontare e misurare angoli utilizzando proprietà e altri
strumenti • Riconoscere figure simili in vari contesti e riprodurre in scala una figura
• Utilizzare il concetto di perpendicolarità. di parallelismo. assegnata
• Riprodurre in scala una figura assegnata • Conoscere il teorema di Pitagora e le sue applicazioni in matematica e
• Determinare il perimetro di una figura utilizzando le comuni in situazioni concrete
formule • Determinare l’area delle figure con le più comuni formule

32 INDICE
• Determinare l’area di rettangoli e triangoli e di altre figure •Stimare per difetto e per eccesso l’area di una figura
• Riconoscere rappresentazioni piane di oggetti tridimensionali •Conoscere il π e alcuni modi per approssimarlo
•Calcolare l’area del cerchio e la lunghezza della circonferenza
•Conoscere e utilizzare le trasformazioni geometriche e i loro
invarianti
• Rappresentare oggetti e figure tridimensionali
• Calcolare area e volumi delle figure solide più comuni
• Risolvere problemi utilizzando le proprietà delle figure
NUCLEO FONDANTE: RELAZIONI E FUNZIONI NUCLEO FONDANTE: RELAZIONI E FUNZIONI

• Rappresentare relazioni e dati e utilizzare le rappresentazioni per • Interpretare, costruire e trasformare formule che contengono
ricavare informazioni, formulare giudizi e prendere decisioni lettere per esprimere in forma generale relazioni e proprietà
• Usare le nozioni di frequenza, moda e di media aritmetica e • Esprimere la relazione di proporzionalità con una uguaglianza di
mediana frazioni
• Rappresentare problemi con tabelle e grafici che ne esprimono la • Usare il piano cartesiano per le funzioni empiriche e quelle
struttura matematiche
• Utilizzare le principali unità di misura • Esplorare e risolvere problemi con le equazioni di primo grado
• Passare da una unità all’atra • Rappresentare insiemi di dati anche con il foglio elettronico.
• In situazioni concrete di una coppia di eventi indicare la più • In situazioni significative confrontare dati utilizza le distribuzioni
probabile delle frequenze e delle frequenze relative
• Riconoscere e descrivere regolarità in una sequenza di numeri e • In semplici situazioni aleatorie individuare gli eventi elementari,
figure assegnare e calcolare la probabilità
• Riconoscere coppie di eventi complementari, compatibili ed
incompatibili
NUCLEO FONDANTE: DATI E PREVISIONI
• • Rappresentare insieme di dati, anche facendo uso di un foglio
elettronico.
• In situazioni significative confrontare dati utilizzando le
distribuzioni delle frequenze e delle frequenze relative e le nozioni
di media e mediana
• In semplici situazioni aleatorie individuare gli eventi elementari,
assegnare e calcolare la probabilità
• Riconoscere coppie di eventi complementari, compatibili ed
incompatibili

33 INDICE
DISCIPLINA: SCIENZE

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTOAL TERMINE DELL’INFANZIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA PRIMARIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI
PRIMO GRADO
CAMPO DI ESPERIENZA: LA CONOSCENZA DEL MONDO NUCLEO FONDANTE: MATERIA E TRASFORMAZIONI NUCLEO FONDANTE: FISICA E CHIMICA
• Osservare con curiosità ed interesse elementi naturali • Individuare nell’osservazione di esperienze dirette e concrete • Utilizzare i concetti fisici fondamentali e realizzare semplici esperienze
materiali, fenomeni usando i sensi per ricavare informazioni alcuni concetti scientifici quali: dimensioni spaziali, peso, peso • Costruire e utilizzare correttamente il concetto di energia
• Relazionare su cose e fenomeni specifico, forza, movimento, pressione, temperatura, calore • Sperimentare reazioni chimiche non pericolose anche con prodotti chimici
• Osservare sulla base di criteri o ipotesi • Riconoscere la regolarità nei fenomeni e a costruire il concetto di uso domestico
• Porre domande, formulare ipotesi su fatti e fenomeni di energia
• Rielaborare informazioni • Osservare e utilizzare semplici strumenti di misura
• Scoprire analogie e differenze • Individuare le proprietà di alcuni materiali
• Individuare manifestazioni stagionali, riconoscere i passaggi, • Osservare e schematizzare alcuni passaggi di stato
verbalizzarli e riprodurli

NUCLEO FONDANTE: OSSERVARE E SPERIMENTARE SUL CAMPO NUCLEO FONDANTE: ASTRONOMIA E SCIENZE DELLA TERRA
• Proseguire nelle osservazioni frequenti e regolari con • Osservare, modellizzare e interpretare i più evidenti fenomeni celesti
appropriati strumenti attraverso l’osservazione del cielo anche utilizzando planetari o simulazioni
• Conoscere la struttura del suolo sperimentando con rocce, al pc, filmati
sassi, terricci • Ricostruire i movimenti della Terra da cui dipendono il dì e la notte e
• Osservare le caratteristiche dell’acqua e il suo ruolo l’alternarsi delle stagioni.
nell’ambiente • Costruire modelli tridimensionali anche in connessione con l’evoluzione
• Ricostruire e interpretare il movimento dei corpi celesti, storica dell’astronomia
rielaborandoli anche in modo ludico • Spiegare per mezzo di simulazioni i meccanismi delle eclissi di sole e di luna.
• Realizzare esperienze sulla meridiana, registrazione della traiettoria del
sole e della sua altezza a mezzogiorno durante l’arco dell’anno
• Riconoscere con ricerche sul campo ed esperienze concrete i principali tipi
di rocce ed i processi geologici da cui hanno avuto origine
• Conoscere la struttura della terra e i suoi movimenti interni
• Individuare i rischi sismici, vulcanici e idrogeologici della propria regione

NUCLEO FONDANTE: I VIVENTI E L’AMBIENTE NUCLEO FONDANTE: BIOLOGIA


• Descrivere ed interpretare il funzionamento del corpo come • Riconoscere analogie e differenze nel funzionamento delle diverse specie
sistema complesso situato in un ambiente di viventi
• Costruire modelli di struttura cellulare • Comprendere il senso delle grandi classificazioni, le trasformazioni
• Avere cura della propria salute anche dal punto di vista dell’ambiente fisico e l’evoluzione delle specie nel tempo.
alimentare e motorio. • Realizzare esperienze relative a piante ed animali
• Acquisire le prime informazioni sulla riproduzione e la • Sviluppare la capacità di spiegare il funzionamento dei viventi e delle loro
sessualità proprietà fondamentali
• Riconoscere l’esperienza di coltivazioni, allevamenti che la • Conoscere le basi biologiche della trasmissione dei caratteri ereditari
vita di ogni organismo è in relazione con altre forme di vita. acquisendo elementi di genetica
• Elaborare le prime classificazioni animali e vegetali • Acquisire corrette informazioni sullo sviluppo puberale e della sessualità
• Proseguire l’osservazione e l’interpretazione delle • Sviluppare la cura e il controllo della propria salute; evitare
trasformazioni ambientali comprese quelle globali consapevolmente i danni prodotti dal fumo e dalle droghe
• Assumere comportamenti e scelte personali ecologicamente sostenibili
• Rispettare la biodiversità

34 INDICE
DISCIPLINA: TECNOLOGIA

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELL’INFANZIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA PRIMARIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA SECONDARIA DI
PRIMO GRADO
CAMPO DI ESPERIENZA: La conoscenza del mondo, oggetti e fenomeni NUCLEO FONDANTE: VEDERE E OSSERVARE NUCLEO FONDANTE: VEDERE E OSSERVARE

• Utilizzare semplici materiali digitali per l’apprendimento • Eseguire semplici misurazioni e rilievi fotografici sull’ambiente • Effettuare stime di grandezze fisiche riferite a materiali e oggetti
• Usare oggetti, strumenti e materiali coerentemente con le scolastico o sulla propria abitazione dell’ambiente scolastico
rispettive funzioni • Leggere e ricavare informazioni utili da guide o istruzioni di • Valutare le conseguenze di scelte relative a situazioni
• Usare semplici software didattici montaggio problematiche
• Impiegare regole del disegno tecnico per rappresentare semplici • Immaginare modifiche di oggetti e prodotti di uso quotidiano in
oggetti relazione a bisogni e necessità
• Effettuare prove ed esperienze sulle proprietà dei materiali più • Progettare un oggetto impiegando materiali di uso quotidiano
comuni • Progettare una gita di istruzione o la visita a una mostra usando
• Riconoscere e documentare le principali funzioni di una nuova internet per reperire informazioni
applicazione informatica. Il coding
• Rappresentare i dati dell’osservazione attraverso tabelle, mappe,
diagrammi, testi
NUCLEO FONDANTE: INTERVENIRE E TRASFORMARE NUCLEO FONDANTE: INTERVENIRE E TRASFORMARE

• Smontare semplici oggetti e meccanismi di apparecchiature non • Smontare e rimontare semplici oggetti
più usate • Utilizzare semplici procedure per eseguire prove sperimentali nei
• Utilizzare semplici procedure per la selezione, la preparazione e la vari settori della tecnologia
presentazione di alimenti • Rilevare e disegnare la propria abitazione avvalendosi di software
• Eseguire interventi di riparazione e manutenzione sul proprio specifici
corredo scolastico • Eseguire interventi di riparazione e manutenzione di oggetti
• Realizzare un oggetto e descrivere documentando la sequenza di dell’arredo scolastico
operazioni • Costruire oggetti con materiali reperibili facilmente
• Creare, selezionare, scaricare e installare sul pc un comune • Programmare ambienti informatici ed elaborare semplici
programma di utilità istruzioni

35 INDICE
DISCIPLINA: MUSICA

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELL’INFANZIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA PRIMARIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA SECONDARIA DI
PRIMO GRADO
CAMPO DI ESPERIENZA: IMMAGINI, SUONI E COLORI NUCLEO FONDANTE: ASCOLTO E PRODUZIONE NUCLEO FONDANTE: ASCOLTO E PRODUZIONE

• Percepire alcuni parametri del suono • Utilizzare la voce, strumenti e nuove tecnologie sonore in modo • Eseguire in modo espressivo, da solo e insieme agli altri vocali e
• Sperimentare e combinare elementi musicali di base producendo creativo strumentali
sequenze sonore • Eseguire collettivamente e individualmente brani vocali e • Improvvisare, rielaborare, comporre brani musicali e strumentali
• Utilizzare corpo, voce, strumenti per imitare, riprodurre, strumentali curando l’intonazione, l’espressività e • Riconoscere e classificare gli stili più importanti e gli elementi
inventare suoni, rumori, melodie anche con il canto da soli e in l’interpretazione costitutivi del linguaggio musicale
gruppo • Valutare aspetti funzionali ed estetici in brani musicali di vario • Conoscere, descrivere e interpretare in modo critico opere
• Affinare le proprie abilità ritmiche genere e stile in relazione al riconoscimento di culture, di tempi d’arte musicali e progettare eventi sonori
• Discernere i suoni dai rumori e luoghi diversi. • Decodificare e utilizzare la notazione tradizionale e altri sistemi
• Esplorare e fruire delle diverse forme di arte e di spettacolo • Riconoscere e classificare gli elementi base del linguaggio di scrittura
esprimersi e comunicare attraverso il corpo, il movimento, la musicale • Orientare la costruzione della propria identità musicale
drammatizzazione • Rappresentare gli elementi base di brani musicali e di eventi ampliarne l’orizzonte valorizzando le proprie esperienze
sonori attraverso sistemi simbolici • Accedere alle risorse musicali presenti in rete
• Riconoscere gli usi, le funzioni e i contesti della musica e dei
suoni nella realtà multimediale

36 INDICE
DISCIPLINA: STRUMENTO MUSICALE

COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZA IN MATERIA DI CONSAPEVOLEZZA EDESPRESSIONE CULTURALE - COMPETENZA PERSONALE,SOCIALE E CAPACITÀ DI IMPARARE AD IMPARARE -
COMPETENZA IMPRENDITORIALE - COMPETENZA IN MATERIA DI CITTADINANZA

COMPETENZE SPECIFICHE
ESPRESSIONE CULTURALE (LINGUAGGIO ARTISTICO):
1. esplorare e sperimentare
SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

2. ascoltare e descrivere
3. comunicare ed esprimere
4. osservare, leggere ed interpretare
NUCLEI Traguardi per lo sviluppo delle competenze Obiettivi di apprendimento
TEMATICI:
Classe prima: Classe prima:
Pratica • L’alunno partecipa con interesse alla realizzazione di esperienze musicali; • Assumere un corretto assetto psico-fisico
strumentale • ha acquisito un metodo di studio appropriato; • Acquisire la tecnica strumentale per la mano destra e sinistra;
• conosce la grammatica applicata al proprio strumento. • Conoscere la sintassi musicale
Classe seconda: • Studiare brani di difficoltà diverse a secondo del livello di apprendimento.
Ascolto guidato • L’alunno partecipa con attenzione alla realizzazione di esperienze musicali; Classe seconda:
• ha consolidato il metodo di studio; • Leggere e solfeggiare con linearità
• ha ampliato la conoscenza della sintassi musicale e della prassi esecutiva. • Riconoscere all’ascolto gli elementi ritmici e melodici di un brano
Teoria musicale Classe terza: • Approfondire la sintassi musicale.
• L’alunno partecipa in modo attivo alla realizzazione di esperienze musicali; Classe terza:
• E’ in grado di eseguire brani di media e/o alta difficoltà; • Ascoltare brani e comprenderne la struttura, le dinamiche e l’agogica dei suoni
Musica d’insieme • Sa cogliere e decodificare le dinamiche di un brano; • Suonare i brani tipici del patrimonio culturale nazionale e straniero
• E’ in grado di utilizzare il sistema di notazione tradizionale e internazionale • Collaborare e saper relazionarsi con gli altri
• Partecipare attivamente.

37 INDICE
DISCIPLINA: ARTE E IMMAGINE

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELL’ INFANZIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA PRIMARIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA SECONDARIA DI
PRIMO GRADO
CAMPO DI ESPERIENZA: IMMAGINI, SUONI, COLORI NUCLEO FONDANTE: ESPRIMERSI E COMUNICARE NUCLEO FONDANTE: ESPRIMERSI E COMUNICARE

• Esprimersi attraverso il linguaggio grafico-pittorico e altre attività • Elaborare creativamente produzioni personali per esprimere • Ideare e progettare elaborati ricercando soluzioni creative
manipolative sensazioni e emozioni; rappresentare e comunicare la realtà originali, ispirate anche allo studio dell’arte
• Scegliere individualmente e in gruppo materiali e strumenti in percepita • Utilizzare consapevolmente gli strumenti, le tecniche figurative e
relazione al progetto da realizzare • Trasformare immagini e materiali ricercando soluzioni le regole della rappresentazione visiva per una produzione
• Sperimentare strumenti e tecniche diverse per realizzare prodotti creativa
grafici, plastici, pittorici e multimediali • Rielaborare creativamente materiali di uso comune, immagini
• Introdurre nelle proprie produzioni creative elementi linguistici e fotografiche, scritte, elementi iconici e visivi per produrre nuove
stilistici scoperti osservando immagini immagini
• Scegliere le tecniche e i linguaggi più adeguati per realizzare
prodotti visivi

NUCLEO FONDANTE: OSSERVARE E LEGGERE LE IMMAGINI NUCLEO FONDANTE: OSSERVARE E LEGGERE LE IMMAGINI

• Guardare ed osservare una immagine descrivendo gli elementi • Utilizzare tecniche osservative per descrivere con un linguaggio
formali verbale appropriato gli elementi formali ed estetici di un contesto
• Riconoscere in un testo iconico-visivo gli elementi grammaticali e reale
tecnici del linguaggio visivo individuando il loro significato • Leggere ed interpretare un’immagine o una opera d’Arte
• Individuare nel linguaggio del fumetto, dei film le diverse tipologie utilizzando gradi progressivi di approfondimento
di codici • Riconoscere i codici e le regole presenti nelle opere d’arte e nelle
immagini della comunicazione multimediale
NUCLEO FONDANTE: COMPRENDERE LE OPERE D’ ARTE NUCLEO FONDANTE: COMPRENDERE LE OPERE D’ ARTE

• Individuare in un’opera d’arte gli elementi essenziali della forma. • Leggere e commentare criticamente un’opera d’arte mettendola
della tecnica e dello stile dell’artista per comprendere il in relazione con gli elementi del contesto storico e culturale a cui
messaggio appartiene
• Prendere confidenza con alcune forme d’arte e di produzione • Possedere una conoscenza generale dei periodi storici del passato
artigianale e dell’arte moderna e contemporanea
• Riconoscere e apprezzare nel proprio territorio gli aspetti più • Conoscere le tipologie del patrimonio ambientale, storico-
caratteristici del patrimonio artistico ed urbanistico artistico
• Ipotizzare strategie per la tutela e la valorizzazione dei beni
culturali

38 INDICE
DISCIPLINA: SCIENZE MOTORIE

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELL’INFANZIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA PRIMARIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA SECONDARIA DI
PRIMO GRADO
CAMPO DI ESPERIENZA: IL CORPO E IL MOVIMENTO NUCLEO FONDANTE: IL CORPO E LA SUA RELAZIONE CON LO SPAZIO NUCLEO FONDANTE: IL CORPO E LA SUA RELAZIONE CON LO SPAZIO E
E IL TEMPO ILTEMPO
• Scoprire, conoscere ed usare il proprio corpo per star bene con sé • Coordinare e utilizzare diversi schemi motori • Saper utilizzare e trasferire le abilità per la realizzazione dei
stessi e con gli altri • Riconoscere e valutare traiettorie, distanze, ritmi esecutivi e gesti tecnici dei vari sport
• Gestire in autonomia la propria persona e avere cura degli oggetti successioni temporali delle azioni motorie, sapendo • Saper utilizzare l’esperienza motoria acquisita per risolvere
personali organizzare il proprio movimento nello spazio in relazione a sé, situazioni nuove
• Progettare strategie motorie in situazioni diverse agli oggetti, agli altri • Utilizzare e correlare le variabili spazio-temporali per realizzare
• Comprendere e seguire nei contesti ludici e motori attraverso la un gesto tecnico in una situazione sportiva
voce e i gesti • Sapersi orientare nell’ambiente naturale e artificiale
• Controllare gli schemi motori di base
• Affinare la coordinazione
• Rappresentare in modo completo la figura umana in situazioni
statiche e di movimento
NUCLEO FONDANTE: IL LINGUAGGIO DEL CORPO NUCLEO FONDANTE: IL LINGUAGGIO DEL CORPO
• Utilizzare in forma originale e creativa modalità espressive e • Conoscere e applicare semplici tecniche di espressione
corporee anche attraverso forme di drammatizzazione e danza corporea per rappresentare idee e stati d’animo
• Elaborare ed eseguire semplici sequenze motorie individuali o • Saper decodificare i gesti dei compagni e avversari in
di gruppo situazioni di gioco e di sport
• Saper decodificare i gesti arbitrali in relazione al regolamento
di gioco

NUCLEO FONDANTE: IL GIOCO; LOSPORT; LE REGOLE E IL FAIR PLAY NUCLEO FONDANTE:IL GIOCO; LO SPORT; LE REGOLE E IL FAIR PLAY
• Conoscere e applicare correttamente le regole di un gioco o di • Padroneggiare le capacità coordinative adattandole alle
uno sport situazioni richieste dal gioco
• Saper utilizzare numerosi giochi tradizionali applicando le • Sa utilizzare strategie di gioco, mette in atto comportamenti
regole collaborativi
• Partecipare alle varie forme di gioco anche sotto forma di gara • Conoscere ed applicare il regolamento degli sport praticati
• Rispettare le regole della competizione sportiva • Saper gestire in modo consapevole le situazioni competitive

NUCLEO FONDANTE: SALUTE E BENESSERE NUCLEO FONDANTE: SALUTE E BENESSERE


• Assumere comportamenti adeguati per la prevenzione degli • Essere in grado di conoscere i cambiamenti morfologici
infortuni e per la sicurezza personale caratteristici dell’età
• Riconoscere il rapporto tra alimentazione ed esercizio fisico in • Essere in grado di distribuire lo sforzo in relazione al tipo di
relazione a sani stili di vita attività richiesta e di applicare tecniche controllo respiratorio e
• Acquisire consapevolezza delle funzioni fisiologiche e dei loro di rilassamento muscolare
cambiamenti in relazione all’esercizio fisico • Saper disporre utilizzare e riporre correttamente gli attrezzi
• Saper adottare comportamenti appropriati per la propria ed
altrui sicurezza
• Praticare attività di movimento per migliorare la propria
efficienza fisica
• Conoscere ed essere consapevoli degli effetti dannosi legati
all’assunzione di sostanze illecite

39 INDICE
DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELL’INFANZIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA PRIMARIA OBIETTIVIDI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA SECONDARIA DI
PRIMO GRADO
CAMPI DI ESPERIENZA: TUTTI NUCLEO FONDANTE: DIO E L’UOMO NUCLEO FONDANTE: DIO E L’UOMO
• Scoprire nei racconti del Vangelo la persona e l’insegnamento di • Descrivere i contenuti principali del credo cattolico • Cogliere e nelle domande dell’uomo tracce di una ricerca religiosa
Gesù • Sapere che per la religione cristiana Gesù è il signore che rivela il • Comprendere alcune categorie fondamentali della fede ebraico-
• Sviluppare un positivo senso di sé volto del Padre cristiana e confrontarle con quelle di altre maggiori religioni
• Riconoscere nei segni del corpo l’esperienza religiosa • Cogliere il significato dei sacramenti • Approfondire l’identità storica, la predicazione e l’opera di Gesù e
• propria e altrui per cominciare a manifestare la propria • Riconoscere avvenimenti, persone e strutture fondamentali della correlarle alla fede cristiana
interiorità Chiesa Cattolica • Conoscere l’evoluzione storica e il cammino ecumenico della Chiesa
• Riconoscere alcuni linguaggi simbolici caratteristici delle • Conoscere le origini e lo sviluppo del cristianesimo e delle altri • Confrontare la prospettiva della fede cristiana e i risultati della
tradizioni e della vita dei cristiani grandi religioni scienza come letture distinte ma non conflittuali
• Imparare alcuni termini del linguaggio cristiano ascoltando
semplici racconti biblici
• Osservare con meraviglia ed esplorare con curiosità il mondo
riconosciuto dai cristiani come dono del Signore
NUCLEO FONDANTE: LA BIBBIA E LE SUE FONTI NUCLEO FONDANTE: LA BIBBIA E LE SUE FONTI
• Leggere pagine bibliche ed evangeliche riconoscendone il genere • Saper adoperare la bibbia come documento storico-culturale
letterario ed individuando il messaggio principale • Individuare il contenuto centrale di alcuni testi biblici
• Ricostruire le tappe fondamentali della vita di Gesù, nel contesto • Individuare i testi biblici che hanno ispirato le principali produzioni
storico -sociale e religioso del tempo artistiche
• Confrontare la bibbia con i testi sacri di altre religioni
• Decodificare i principali significati dell’iconografia cristiana
• Saper attingere informazioni sulla religione cattolica
NUCLEO FONDANTE: IL LINGUAGGIO RELIGIOSO NUCLEO FONDANTE: IL LINGUAGGIO RELIGIOSO
• Intendere il senso religioso del Natale e della Pasqua • Comprendere il significato principale dei simboli religiosi, delle
• Riconoscere il valore del silenzio come luogo di incontro con sé celebrazioni liturgiche e dei sacramenti della Chiesa
stessi, con l’altro, con Dio • Riconoscere il messaggio cristiano nell’arte e nella cultura in Italia e
• Individuare significative espressioni d’arte cristiana, in Europa
• Rendersi conto che la comunità ecclesiale esprime attraverso varie • Individuare gli elementi specifici della preghiera cristiana e farne un
modalità la propria fede e il proprio servizio all’uomo confronto con quelli di altre religioni
• Focalizzare le strutture e i significati dei luoghi sacri dall’antichità ai
nostri giorni
NUCLEO FONDANTE: I VALORI ETICI E RELIGIOSI NUCLEO FONDANTE: I VALORI ETICI E RELIGIOSI
• Scoprire la risposta della bibbia alle domande di senso dell’uomo • Cogliere nelle domande dell’uomo e in tante sue esperienze tracce
• Riconoscere nella vita e negli insegnamenti di Gesù proposte di di ricerca religiosa
scelte responsabili in vista di un personale progetto di vita • Riconoscere l’originalità della speranza cristiana in risposta al
bisogno di salvezza della condizione umana nella sua fragilità
• Saper esporre le principali motivazioni che sostengono le scelte
etiche dei cattolici rispetto alle relazioni affettive
• Confrontarsi con la proposta cristiana di vita come contributo
originale per la realizzazione di un progetto libero e responsabile.

40 INDICE
OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO SCUOLA DELL’INFANZIA

CAMPO D’ESPERIENZA I DISCORSI E LE PAROLE


3 ANNI 4 ANNI
• Prestare attenzione a semplici scambi comunicativi di gruppo. • Mantenere l'attenzione sul messaggio orale nelle situazioni comunicative proposte.
• Esprimere verbalmente i bisogni primari • Esprimere i propri bisogni in modo adeguato relativamente al linguaggio e al contesto.
• Formulare semplici domande e dare semplici risposte. • Formulare domande e dare risposte relativamente ad una esperienza (propria/altrui) o ad una storia.
• Identificare ed eseguire semplici consegne. • Identificare ed eseguire consegne relative a precise attività didattiche
• Verbalizzare esperienze personali in modo semplice. • Verbalizzare esperienze personali specificando qualche particolare.
• Partecipare spontaneamente alla conversazione. • Partecipare alla conversazione rispettando il turno della parola.
• Accostarsi alla lettura d’immagini • Leggere immagini descrivendo in modo semplice persone e oggetti
• Presentare i propri disegni • Spiegare i propri disegni utilizzando frasi espanse.
• Conoscere parole nuove • Utilizzare parole nuove
• Memorizzare filastrocche/ poesie/canzoncine. • Memorizzare semplici filastrocche/poesie/canzoni
• Sperimentare le proprie capacità espressive • Acquisire fiducia nelle proprie capacità espressive

CAMPO D’ESPERIENZA IMMAGINI SUONI E COLORI


3 ANNI 4 ANNI
• Conoscere i colori primari (rosso, giallo, blu). • Scoprire la formazione dei colori secondari attraverso la mescolanza dei colori primari..
• Sperimentare le tecniche di manipolazione • Sviluppare le tecniche di manipolazione.
• Esplorare i materiali a disposizione • Utilizzare con creatività i materiali a disposizione.
• Accompagnare una melodia con semplici movimenti del corpo. • Riconoscere il proprio corpo come strumento musicale.
• Riconoscere il suono della propria voce, della voce dell’insegnante e dei compagni. • Riconoscere i suoni delle vocali.
• Esplorare e ricercare sonorità nello • Esplorare le proprie possibilità sonoro- espressive ed utilizzare voce, corpo, oggetti per semplici produzioni musicali
• spazio esterno, inteso come ambiente di vita.

CAMPO D’ESPERIENZA IL CORPO E IL MOVIMENTO


3 ANNI 4 ANNI
• Riconoscere le principali parti del corpo su se stessi. • Riconoscere le principali parti del corpo su se stessi e sugli altri e rappresentarle graficamente.
• Riconoscere ciò che fa bene e male al corpo in termini di alimenti e azioni. • Curare la propria persona, l’ambiente, gli oggetti personali, i materiali comuni nella prospettiva della salute e dell’ordine.
• Orientarsi nello spazio • Muoversi con destrezza nei giochi liberi e guidati.
• Sapere orientarsi in spazi grafici

41 INDICE
CAMPO D’ESPERIENZA IL SE’ E L’ALTRO
3 ANNI 4 ANNI
• Controllare le emozioni suscitate dal distacco dai familiari. • Riconoscere e riferisce i suoi stati emotive.
• Riconoscere la propria e l’altrui identità sessuale. • Compiere scelte sulla base delle proprie preferenze
• Orientarsi nel tempo della vita quotidiana. • Conoscere e rispetta le norme che regolano la vita di gruppo.
• Distinguere il giorno dalla notte. • Collocare persone, fatti ed eventi nel tempo.
• Riconoscere le prime regole di vita sociale. • Ricostruire attraverso diverse forme di documentazione (storia e tradizioni).
• Mettere in atto le prime regole di vita
• sociale, rispettando gli esseri umani, la natura e gli animali.

42 INDICE
OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO SCUOLA PRIMARIA

DISCIPLINA ITALIANO

NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA CLASSE TERZA CLASSE QUARTA


FONDANTE

Ascolto e • Interagire in una conversazione rispettando • Prendere la parola negli scambi comunicativi (dialogo, • Prendere la parola negli scambi comunicativi (dialogo, • Interagire in modo collaborativo e pertinente in
Parlato il proprio turno conversazione, discussione) rispettando il proprio turno conversazione, discussione) rispettando il proprio turno conversazioni, discussioni e dialoghi su argomenti di
• Inserirsi in modo appropriato nel dialogo • Raccontare storie personali o fantastiche rispettando l’ordine • Raccontare storie personali, lette o ascoltate rispettando esperienza diretta
• Formulare domande cronologico l’ordine cronologico ed esplicitare le informazioni necessarie • Formulare domande precise e pertinenti
• Dare risposte pertinenti • Ricostruire verbalmente le fasi di un’esperienza vissuta a scuola o perché il racconto sia chiaro. • Raccontare esperienze personali o storie inventate
• Riferire esperienze personali, vissuti e in altri contesti • Ricostruire verbalmente le fasi di una esperienza vissuta a organizzando il racconto in modo chiaro, rispettando
semplici storie ascoltate • Individuare l’argomento e le informazioni principali di discorsi scuola o in altri contesti l’ordine cronologico e logico e inserendo gli opportuni
• Cogliere il senso globale di un testo (ascolto affrontati in classe • Comprendere l’argomento e le informazioni principali di elementi descrittivi e informativi
attivo) • Ascoltare testi di vario genere mostrando di saperne cogliere il discorsi affrontati in classe • Comprendere lo scopo e l’argomento di messaggi
• Individuare le informazioni principali di testi senso globale; riesporli in modo comprensibile per chi ascolta • Ascoltare testi narrativi ed espositivi mostrando di saperne trasmessi dai media
ascoltati (chi è, dov'è, cosa fa?) • Eseguire semplici istruzioni cogliere il senso globale e riesporli in modo comprensibile • Comprendere consegne ed istruzioni per l’esecuzione
• Memorizzare canzoni, filastrocche e poesie • Comprendere e dare semplici istruzioni di attività scolastiche ed extrascolastiche
• Esporre un argomento di studio seguendo una scaletta
preordinata
Lettura • Orientarsi nello spazio temporale per • Decodificare il segno scritto • Padroneggiare la lettura strumentale sia nelle modalità ad • Impiegare tecniche di lettura silenziosa e di lettura
sviluppare abilità percettive di tipo visivo ed • Rispettare la punteggiatura alta voce, curandone l’espressione, sia in quella silenziosa espressiva ad alta voce
uditivo • Utilizzare forme di lettura diverse, funzionali allo scopo: ad alta • Prevedere il contenuto di un testo semplice in base ad alcuni • Usare, nella lettura di vari tipi di testo, opportune
• Pronunciare correttamente i fonemi e avere voce, silenziosa elementi come il titolo e le immagini strategie per analizzare il contenuto
consapevolezza della corrispondenza tra • Prevedere il contenuto di un semplice testo in base ad alcuni • Comprendere il significato di parole non note in base al • Sfruttare le informazioni della titolazione, delle
grafema e fonema per sviluppare le abilità elementi come il titolo e le immagini contesto immagini e delle didascalie per farsi un’idea del testo
propedeutiche alla letto-scrittura • Comprendere il significato di parole non note in base al contesto • Leggere testi di vario genere cogliendo l’argomento di cui si letto
• Leggere parole e semplici frasi • Leggere testi cogliendo l’argomento di cui si parla e individuando parla e individuando le informazioni principali e le loro • Leggere e confrontare informazioni provenienti da testi
• Comprendere semplici messaggi, le informazioni principali relazioni diversi per farsi un’idea e scrivere di un argomento
informazioni e brevi testi • Leggere semplici e brevi testi letterari, sia poetici sia narrativi, • Leggere testi poetici, narrativi e descrittivi mostrando di • Seguire istruzioni scritte per regolare comportamenti,
mostrando di saperne cogliere il senso globale e individuandone saperne cogliere il senso globale per svolgere un’attività, per realizzare un
gli elementi essenziali (le fasi narrative di una storia in • Leggere semplici testi di divulgazione per ricavarne procedimento
successione temporale, i personaggi, i luoghi e i tempi) informazioni utili ad ampliare e organizzare conoscenze su • Organizzare un semplice discorso su un tema
argomenti di studio affrontato precedentemente utilizzando una scaletta
• Ricercare informazioni in testi di diversa natura per
scopi pratici o conoscitivi, applicando tecniche di
supporto alla comprensione (quali ad esempio,
sottolineare, annotare informazioni, costruire mappe e
schemi, ecc.)
• Leggere testi narrativi e descrittivi, sia realistici sia
fantastici, distinguendo l’invenzione letteraria dalla
realtà
• Leggere testi narrativi e semplici testi poetici
cogliendone il senso, le caratteristiche formali più
evidenti, l’intenzione
• comunicativa dell’autore
Scrittura • Orientarsi nello spazio temporale per • Scrivere sotto dettatura rispettando l’ortografia • Scrivere testi legati a scopi diversi • Raccogliere le idee, organizzarle per punti, pianificare
sviluppare abilità percettive di tipo visivo ed • Scrivere semplici testi rispettando la struttura e le principali • Rielaborare testi legati a scopi diversi la traccia di un racconto, o di un’esperienza
uditivo convenzioni ortografiche • Rispettare le fondamentali convenzioni ortografiche • Produrre racconti scritti di esperienze personali o
• Scrivere sotto dettatura ed autonomamente • Riordinare testi in sequenze logiche vissute da altri che contengano le informazioni
lettere, sillabe, parole • Usare la punteggiatura forte essenziali relative a persone, luoghi, tempi, situazioni,
• Utilizzare il codice scritto per comporre azioni
autonomamente parole e semplici frasi • Produrre testi sostanzialmente corretti dal punto di
• Eseguire semplici attività guidate di scrittura vista ortografico, morfosintattico, lessicale, rispettando
creativa le funzioni sintattiche dei principali segni interpuntivi

43 INDICE
• Rielaborare testi (ad esempio: riassumere un testo in
modo guidato, trasformarlo, completarlo)
Acquisizion • Orientarsi nello spazio temporale per • Comprendere in situazioni di ascolto, di dialogo di riflessioni • Attivare semplici ricerche su parole ed espressioni presenti • Utilizzare in modo appropriato i nuovi vocaboli appresi
e ed sviluppare abilità percettive di tipo visivo ed collettive e in brevi testi, il significato di parole non note nei testi • Ampliare e organizzare conoscenze su argomenti di
uditivo • Usare in modo appropriato le parole apprese studio
espansione • Scrivere sotto dettatura ed autonomamente • Utilizzare il dizionario per arricchire il lessico e
del lessico lettere, sillabe, parole rafforzare le proprie conoscenze
ricettivo e • Utilizzare il codice scritto per comporre
produttivo autonomamente parole e semplici frasi
• Eseguire semplici attività guidate di scrittura
creativa
Elementi di • Scrivere rispettando le principali convenzioni • Riconoscere e analizzare le parti variabili della frase • Riconoscere e analizzare le parti variabili e invariabili • Riconoscere e analizzare le parti variabili e invariabili
grammatica ortografiche • Utilizzare le principali regole morfosintattiche per produrre frasi presentate all’interno della frase del discorso
• Riconoscere la frase nucleare chiare e complete • Individuare gli elementi essenziali della frase • Individuare gli elementi della frase
esplicita e • Utilizzare semplici strategie di autocorrezione • Riconoscere la funzione principali segni interpuntivi • Riconoscere la funzione dei principali segni interpuntivi
riflessione • Riconoscere nella frase nucleare il Soggetto e il Predicato • Utilizzare strategie di autocorrezione • Utilizzare strategie di autocorrezione
sugli usi • Riconoscere e arricchire la frase nucleare
della
lingua

44 INDICE
DISCIPLINA LINGUA INGLESE

NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA CLASSE TERZA CLASSE QUARTA


FONDANTE

Ascolto • Ascoltare con attenzione e riconoscere suoni • Ascoltare con attenzione e riconoscere i suoni propri • Riconoscere parole, espressioni e frasi di uso • Ascoltare e capire brevi dialoghi
(comprensione e ritmi della L2 della lingua quotidiano relativi a se stessi, ai compagni, alla • Riconoscere espressioni e frasi di uso quotidiano
• Conoscere vocaboli • Riconoscere vocaboli famiglia • Identificare il tema generale di un discorso in cui si
orale) • Riconoscere semplici istruzioni verbali • Riconoscere semplici istruzioni verbali pronunciate • Riconoscere parole e semplici strutture linguistiche parla di argomenti conosciuti
pronunciate chiaramente e con il supporto chiaramente e con il supporto della gestualità • Cogliere il senso globale di brevi dialoghi • Ricavare le informazioni essenziali da semplici testi
della gestualità • Riconoscere parole ed espressioni di uso quotidiano accompagnati da immagini registrati
• Riconoscere parole ed espressioni di uso • Cogliere in modo globale il contenuto di semplici • Identificare le parole chiave e il senso generale di
quotidiano filastrocche o canzoni. brevi testi multimediali
• Cogliere in modo globale il contenuto di
semplici filastrocche o canzoni

Parlato • Rispondere a un salute • Rispondere a un salute • Interagire con un compagno per presentarsi, dare e • Utilizzare parole e frasi già incontrate ascoltando e/o
(produzione e • Riprodurre suoni, parole e semplici frasi • Riprodurre suoni, parole e semplici frasi rispettando chiedere informazioni personali leggendo
rispettando pronuncia e intonazione pronuncia e intonazione • Utilizzare espressioni e frasi memorizzate adatte • Descrivere persone, animali, luoghi e oggetti familiari
interazione • Riprodurre filastrocche e canzoni insieme al • Riprodurre filastrocche e canzoni insieme al gruppo alla situazione • Riferire semplici informazioni afferenti alla sfera
orale) gruppo classe classe • Riprodurre filastrocche e canzoni insieme al gruppo personale con l’aiuto di mimica e gesti
classe • Utilizzare espressioni e frasi adatte alla situazione
• Interagire in modo comprensibile con un compagno o
un adulto con cui si ha familiarità

Lettura • Identificare e abbinare figure e oggetti • Identificare e abbinare figure e oggetti • Cogliere il significato di parole e frasi con cui si è • Leggere e cogliere il significato globale di brevi e
(comprensione familiarizzato oralmente semplici testi, accompagnati preferibilmente da
• Leggere e cogliere il significato di messaggi di supporti visivi
scritta) cartoline, biglietti d’auguri e brevi testi • Identificare parole e frasi familiari
accompagnati preferibilmente da supporti visivi

Scrittura • • Copiare parole e semplici frasi attinenti alle attività • Copiare correttamente vocaboli ed espressioni della • Scrivere in modo autonomo vocaboli e semplici frasi
svolte in classe L2 riportanti informazioni su se stesso
(produzione
• Riprodurre in forma scritta parole e semplici strutture • Scrivere parole e semplici frasi attinenti alle attività • Scrivere in forma comprensibile, anche con l’ausilio di
scritta) note svolte in classe con l’ausilio di modelli modelli, messaggi semplici e brevi per fare gli auguri,
per ringraziare o invitare qualcuno, per chiedere o
dare notizie
Riflessione • Osservare parole simili come suono • Osservare coppie di parole simili come suono e • Osservare coppie di parole simili come suono e • Osservare parole ed espressioni nei contesti d’uso e
sulla lingua distinguerne il significato distinguerne il significato coglierne i rapporti di significato
• Osservare la struttura delle frasi e mettere in
relazione costrutti e intenzioni comunicative
• Riconoscere che cosa si è imparato e che cosa si deve
imparare

DISCIPLINA STORIA

NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA CLASSE TERZA CLASSE QUARTA


FONDANTE
Uso delle fonti • Distinguere fatti del presente e del passato • Ordinare cronologicamente alcuni fatti del passato • Individuare le fonti • Ricavare informazioni da documenti storici
• Cogliere i cambiamenti che il tempo determina • Cogliere i cambiamenti che il tempo determina su • Usare fonti per ricavare conoscenze sul passato • Individuare i nessi tra gli eventi storici e le
su cose e persone cose e persone familiare o della comunità di appartenenza caratteristiche geografiche di un territorio
• Utilizzare tracce o memoria per ricostruire fatti o • Utilizzare tracce o memoria per ricostruire fatti o • Ricavare da fonti di diverso tipo conoscenze semplici
eventi significativi di sé e della propria famiglia eventi significativi riguardanti la storia delle persone su momenti del passato
e delle cose
• Reperire semplici fonti storiche relative al proprio
ambiente di vita

45 INDICE
Organizzazione • Individuare e ordinare azioni ed eventi • Riconoscere relazioni di successione, di • Riconoscere relazioni di successione e di • Usare la linea del tempo (riconoscimento
delle utilizzando gli indicatori temporali adeguati contemporaneità contemporaneità, durate, periodi, cicli temporali in collocazione e interpretazione di avvenimenti)
• Riconoscere la ciclicità dei fenomeni temporali • Riconoscere cicli temporali e periodi fenomeni ed esperienze vissute e narrate • Usare carte storico-geografiche relative alle civiltà
informazioni • Riconoscere i rapporti di causalità tra fatti e • Collocare sulla linea del tempo fatti ed eventi studiate (localizzare, leggere, interpretare)
situazioni • Usare per la misurazione e la rappresentazione del • Usare cronologie e carte storico-geografiche per
• Valutare la durata cronologica delle azioni usare gli tempo (orologio, calendario, …) rappresentare le conoscenze
strumenti convenzionali per la • Confrontare i quadri storici delle civiltà affrontate
• La misurazione e la rappresentazione del tempo
(orologio, calendario, linea temporale, …)
Strumenti • Utilizzare i connettori logico/temporali • Realizzare un diagramma di flusso lineare, ad albero • Seguire e comprendere vicende storiche attraverso • Usare il sistema di misura occidentale del tempo
concettuali • Realizzare un diagramma di flusso lineare e a raggio a seconda delle esigenze e dell’efficacia l’ascolto o lettura di testi, storie, racconti storico
• Riordinare in sequenza comunicativa • Organizzare le conoscenze acquisite in semplici • Comprendere i sistemi di misura del tempo storico
schemi temporali di altre civiltà
• Individuare analogie e differenze attraverso il • Elaborare rappresentazioni sintetiche delle civiltà
confronto fra studiate, mettendo in rilievo le relazioni fra gli
• quadri storico-sociali divers elementi caratterizzanti
• Confrontare quadri di civiltà
Produzione • Rappresentare graficamente una sequenza di • Rappresentare graficamente una sequenza di azioni, • Rappresentare conoscenze e concetti appresi • Confrontare aspetti caratterizzanti le diverse società
orale e scritta azioni, di fatti vissuti e narrati di fatti vissuti e narrati mediante grafismi, disegni, testi scritti e con risorse studiate anche in rapporto al presente
• Riferire verbalmente una sequenza di azioni, di • Riferire in modo semplice le conoscenze acquisite digitali • Ricavare e produrre informazioni da grafici, tabelle,
fatti vissuti e narrati • Riferire in modo semplice e coerente le conoscenze carte storiche, reperti iconografici e consultare testi
acquisite di genere diverso, manualistici e non, cartacei e
digitali
• Esporre conoscenze e concetti appresi usando il
linguaggio specifico
• Elaborare in testi orali e scritti gli argomenti studiati,
anche usando risorse digitali

DISCIPLINA GEOGRAFIA

NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA CLASSE TERZA CLASSE QUARTA


FONDANTE

46 INDICE
Orientamento • Muoversi consapevolmente nello spazio • Muoversi consapevolmente nello spazio • Muoversi consapevolmente nello spazio • Orientarsi utilizzando la bussola e i punti cardinali,
circostante, orientandosi attraverso punti di circostante, orientandosi attraverso punti di circostante, orientandosi attraverso punti di anche in relazione al sole
riferimento, utilizzando gli indicatori topologici riferimento, utilizzando gli indicatori topologici riferimento, utilizzando gli indicatori topologici • Estendere le proprie carte mentali in relazione al
(avanti, dietro, sinistra, destra, ecc.) e le mappe di (avanti, dietro, sinistra, destra, ecc.) e le mappe di (avanti, dietro, sinistra, destra, ecc.) e le territorio italiano, all'Europa e ai diversi continenti,
spazi noti che si formano nella mente (carte spazi noti che si formano nella mente (carte mentali) • mappe di spazi noti che si formano nella mente attraverso gli strumenti dell'osservazione indiretta
mentali) (carte mentali) (filmati e fotografie, documenti cartografici, immagini
• Eseguire percorsi motori da telerilevamento,
• Descrivere oralmente diversi percorsi (casa-scuola, • elaborazioni digitali, ecc.)
classe- mensa, …)
Linguaggi • Rappresentare in prospettiva verticale oggetti e • Rappresentare in prospettiva verticale oggetti e • Rappresentare in prospettiva verticale oggetti e • Analizzare i principali caratteri fisici del territorio, fatti
della ambienti noti (pianta dell’aula, ecc.) e tracciare ambienti noti (pianta dell’aula, ecc.) e tracciare ambienti noti (pianta dell’aula, ecc.) e tracciare e fenomeni locali e globali, interpretando carte
percorsi effettuati nello spazio circostante percorsi effettuati nello spazio circostante percorsi effettuati nello spazio circostante geografiche di diversa scala, carte tematiche, grafici,
geograficità • Leggere e interpretare la pianta dello spazio vicino • Leggere e interpretare la pianta dello spazio vicino • Leggere e interpretare la pianta dello spazio vicino elaborazioni digitali, repertori statistici relativi a
indicatori sociodemografici ed economici

Paesaggio • Conoscere il territorio circostante attraverso • Conoscere il territorio circostante attraverso • Conoscere il territorio circostante attraverso • Conoscere gli elementi che caratterizzano i principali
l’approccio percettivo e l’osservazione diretta l’approccio percettivo e l’osservazione diretta l’approccio percettivo e l’osservazione diretta paesaggi italiani, europei, mondiali, individuando le
• Individuare e descrivere gli elementi fisici e • Individuare e descrivere gli elementi fisici e antropici • Individuare e descrivere gli elementi fisici e analogie e le differenze (anche in relazione ai quadri
antropici che che caratterizzano i paesaggi dell’ambiente di vita antropici che caratterizzano i paesaggi socio-storici del passato) e gli elementi di particolare
• caratterizzano i paesaggi dell’ambiente di vita della della propria regione dell’ambiente di vita della propria regione valore ambientale e culturale da tutelare e valorizzare
propria regione
Regione e • Comprendere che il territorio è uno spazio • Comprendere che il territorio è uno spazio organizzato • Comprendere che il territorio è uno spazio • Acquisire il concetto di regione geografica (fisica,
sistema organizzato e modificato dalle attività umane e modificato dalle attività umane organizzato e modificato dalle attività umane climatica, storico-culturale, amministrativa) e
• Riconoscere, nel proprio ambiente di vita, le • Riconoscere, nel proprio ambiente di vita, le funzioni • Riconoscere, nel proprio ambiente di vita, le utilizzarlo a partire dal contesto italiano
territoriale funzioni dei vari spazi e le loro connessioni, gli dei vari spazi e le loro connessioni, gli interventi funzioni dei vari spazi e le loro connessioni, gli • Individuare problemi relativi alla tutela e alla
interventi positivi e negativi dell’uomo e progettare positivi e negativi dell’uomo e progettare soluzioni, interventi positivi e negativi dell’uomo e progettare valorizzazione del patrimonio naturale e culturale,
soluzioni, esercitando la cittadinanza attiva esercitando la cittadinanza soluzioni, esercitando la cittadinanza proponendo soluzioni idonee nel proprio contesto di
• attiva • attiva vita

DISCIPLINA MATEMATICA

NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA CLASSE TERZA CLASSE QUARTA


FONDANTE
Numeri • Conoscere i numeri naturali negli aspetti ordinali e • Effettuare e registrare raggruppamenti di primo ordine • Contare oggetti o eventi, con la voce e mentalmente, • Leggere, scrivere e confrontare i numeri naturali e
cardinali. in base 10. in senso progressivo e regressivo e per salti di due, decimali.
• Confrontare e mettere in relazione gruppi di oggetti • Effettuare e registrare raggruppamenti di secondo tre. • Comprendere il valore posizionale delle cifre, il
(di più, di meno, tanti quanti). ordine in base 10 Conoscere la successione dei numeri • Leggere e scrivere i numeri naturali in notazione significato, l’uso dello zero e della virgola.
• Conoscere la sequenza numerica da 0 a 20. fino a 99. decimale, con la consapevolezza del valore che le • Conoscere la divisione con resto tra numeri naturali.
• Contare in senso progressivo e regressivo. • Confrontare e ordinare i numeri fino a 99. cifre hanno a seconda della loro posizione, • Individuare multipli e divisori di numeri naturali.
• Associare il simbolo numerico alla quantità. • Leggere e scrivere i numeri oltre il 100. confrontarli e ordinarli, anche rappresentandoli sulla • Eseguire procedure e strategie di calcolo mentale
• Ordinare i numeri e collocarli sulla linea numerica. • Eseguire addizioni e sottrazioni in riga utilizzando retta. applicando le principali proprietà delle operazioni.
• Stabilire rapporti di maggioranza, minoranza, strategie di calcolo veloce. • Eseguire procedure e strategie di calcolo scritto
uguaglianza fra quantità e numeri. • Sviluppare il concetto di moltiplicazione. applicando le principali proprietà delle operazioni.

47 INDICE
• Usare i numeri ordinali. • Sviluppare il concetto di divisione. • Eseguire mentalmente semplici operazioni con i • Dare stime per il risultato di un’operazione.
• Acquisire il concetto di decina. • Operare con la divisione con l’aiuto di rappresentazioni numeri naturali e verbalizzare le procedure di • Conoscere e rappresentare graficamente le frazioni.
• Costruire e rappresentare i numeri da 0 a 20. grafiche. calcolo. • Classificare, confrontare e ordinare le frazioni più
• Leggere e scrivere numeri da 0 a 20. • Costruire e memorizzare le tabelline. • Conoscere con sicurezza le tabelline della semplici.
• Sviluppare il concetto di addizione. • Eseguire addizioni e sottrazioni in colonna senza cambio moltiplicazione dei numeri fino a 10. • Calcolare la frazione di un numero.
• Usare il numero per addizionare. e con cambio. • Eseguire le operazioni con i numeri naturali con gli • Conoscere frazioni decimali.
• Eseguire semplici addizioni. • Eseguire moltiplicazioni in colonna con e senza cambio. algoritmi scritti usuali. • Trasformare frazioni decimali in numeri decimali e
• Sviluppare il concetto di sottrazione. • Comprendere la relazione tra addizione e sottrazione. • Leggere, scrivere, confrontare numeri decimali, viceversa.
• Usare il numero per sottrarre. rappresentarli sulla retta ed eseguire semplici • Collocare frazioni sulla linea dei numeri.
• Eseguire semplici sottrazioni. addizioni e sottrazioni, anche con riferimento alle • Utilizzare numeri e frazioni per descrivere
monete o ai risultati di semplici misure. situazioni quotidiane.
Spazio e • Comunicare la posizione di oggetti nello spazio fisico • Comunicare la posizione di oggetti nello spazio fisico • Comunicare la posizione di oggetti nello spazio fisico, • Conoscere e classificare gli angoli in base
figure rispetto a se stessi, usando termini adeguati. rispetto ad altre persone o oggetti, usando termini sia rispetto al soggetto, sia rispetto ad altre persone all’ampiezza.
• Riconoscere: regione interna, esterna e confine. adeguati. o oggetti, usando termini adeguati (sopra/sotto, • Costruire, disegnare e classificare poligoni.
• Eseguire un semplice percorso partendo dalla • Riconoscere: regione interna, esterna e confine. davanti/dietro, destra/ sinistra, dentro/fuori). • Classificare triangoli e quadrangoli in base ai lati e
descrizione verbale. • Eseguire un semplice percorso partendo dal disegno. • Eseguire un semplice percorso partendo dalla agli angoli.
• Rappresentare e tracciare un percorso sul piano. • Descrivere percorsi con parole e simboli. descrizione verbale o dal disegno, descrivere un • Riprodurre una figura, nel piano e nello spazio, in
• Riconoscere e denominare le principali figure • Individuare e rappresentare un percorso sul piano percorso che si sta facendo e dare le istruzioni a base ad una descrizione usando gli strumenti
geometriche piane, riflettendo su alcune loro quadrettato. qualcuno perché compia un percorso desiderato. opportuni (riga, compasso, goniometro, carta
caratteristiche. • Localizzare oggetti sul piano quadrettato attraverso • Riconoscere, denominare e descrivere figure quadrettata, software di geometria…).
• Riconoscere e denominare le principali figure l’uso di coordinate. geometriche. • Costruire, disegnare e confrontare figure
geometriche solide, riflettendo su alcune loro • Riconoscere e descrivere le figure piane e solide. • Disegnare figure geometriche e costruire modelli isoperimetriche ed equi estese.
caratteristiche. • Riconoscere e classificare linee. materiali anche nello spazio, utilizzando strumenti • Individuare simmetrie in figure date.
• Riconoscere le principali figure geometriche negli • Riconoscere e definire la posizione di rette sul piano appropriati. • Effettuare trasformazioni di figure (rotazioni e
oggetti dell’ambiente. • Cogliere la congruenza in oggetti e figure. traslazioni).
• Riprodurre figure in diversi modi. • Individuare simmetrie in oggetti e figure date. • Costruire e utilizzare modelli materiali nello spazio e
• Tracciare assi di simmetria nel piano come supporto ad una prima capacità di
visualizzazione.
• Determinare il perimetro di una figura piana.
• Determinare l’area di rettangoli e di altre figure per
scomposizione.
Relazioni, • Classificare oggetti e figure in base ad una o più • Classificare oggetti e figure in base ad una o più • Classificare oggetti e figure in base ad una o più • Individuare, descrivere e costruire relazioni
dati e proprietà. proprietà. proprietà. significative in contesti diversi: analogie, differenze,
• Confrontare grandezze. • Confrontare grandezze. • Confrontare grandezze. regolarità.
previsioni • Argomentare sui criteri che sono stati usati per • Argomentare sui criteri che sono stati usati per • Argomentare sui criteri che sono stati usati • Classificare realizzando rappresentazioni Analizzare
realizzare classificazioni e ordinamenti assegnati. realizzare classificazioni e ordinamenti assegnati. per realizzare classificazioni e ordinamenti assegnati. un testo, individuare le informazioni necessarie per
• Raccogliere dati. • Raccogliere dati. • Raccogliere dati. raggiungere un obiettivo, organizzare un percorso di
• Rappresentare dati in schemi, grafici e diagrammi. • Rappresentare dati in schemi, grafici e diagrammi. • Rappresentare dati in schemi, grafici e diagrammi. soluzione e realizzarlo.
• Leggere grafici e tabelle statistiche. • Leggere grafici e tabelle statistiche. • Leggere grafici e tabelle statistiche. • Raccogliere, leggere, confrontare e rappresentare
• Ricavare dati da testi, rappresentarli per risolvere • Ricavare dati da testi, rappresentarli per risolvere una • Ricavare dati da testi, rappresentarli per risolvere graficamente i dati.
una situazione problematica. situazione problematica. una situazione problematica. • Conoscere le misure relative a lunghezza, peso,
• Effettuare misurazioni con unità arbitrarie massa, capacità, valore.
• Effettuare conversioni tra misure diverse.
• Effettuare valutazioni di probabilità di eventi.
• Riconoscere e descrivere regolarità in una sequenza
di numeri o di figure.

DISCIPLINA SCIENZE

NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA CLASSE TERZA CLASSE QUARTA


FONDANTE
Osservare e • Esplorare attraverso i cinque sensi. • Cogliere somiglianze e differenze nel comportamento di • Osservare e sperimentare i momenti significativi • Osservare ad occhio nudo e con strumenti specifici
sperimentare • Sperimentare le caratteristiche di ciò che ci circonda animali e vegetali. nella vita di piante e animali. le parti che compongono l’ambiente.
attraverso i cinque sensi. • Conoscere le trasformazioni di elementi naturali (ciclo • Osservare le caratteristiche dei vari ambienti • Distinguere e ricomporre le componenti ambientali,
sul campo • Percepire la presenza e il funzionamento degli organi dell’acqua). circostanti. anche grazie all’esplorazione dell’ambiente naturale
di senso. • Sperimentare per cogliere le caratteristiche degli oggetti • Osservare e interpretare le trasformazioni e urbano circostante.
• anche in relazione tra di loro. ambientali naturali (ad opera del sole, di agenti • Cogliere la diversità tra ecosistemi.

48 INDICE
atmosferici, dell’acqua) e quelle ad opera dell’uomo • Individuare la diversità dei viventi e dei loro
(urbanizzazione, coltivazione, industrializzazione, comportamenti.
ecc.). • Indagare strutture del suolo, relazione tra suoli e
viventi; acque come fenomeno e come risorsa.

Esplorare e • Esplorare attraverso le percezioni. • Cogliere somiglianze e differenze nel comportamento • Seriare e classificare oggetti in base alle loro • Costruire operativamente in connessione a contesti
descrivere • Identificare alcuni materiali. dei materiali. proprietà. concreti di esperienza quotidiana i concetti fisici.
• Identificare le funzioni degli oggetti di uso comune. • Differenziare elementi naturali da quelli prodotti • Individuare strumenti appropriati alle esperienze • Indagare i comportamenti di materiali comuni in
oggetti e • Riconoscere le proprietà di alcuni oggetti (peso, dall’uomo proposte. molteplici situazioni sperimentabili per individuarne
materiali durezza, trasparenza, …). • Descrivere semplici fenomeni della vita quotidiana proprietà (consistenza, durezza, trasparenza,
• Descrivere con termini appropriati le proprietà di legati ai liquidi, al cibo, alle forze e al movimento, al elasticità, densità).
oggetti di uso comune. calore, ecc. • Produrre miscele eterogenee e soluzioni, passaggi di
stato e combustioni; interpretare i fenomeni
osservati in termini di variabili e di relazioni tra esse,
espresse in forma grafica.
• Avvio esperienziale alle idee di irreversibilità e di
energia.
L’uomo, i • Osservare e confrontare esseri viventi e non viventi. • Acquisire familiarità con la variabilità dei fenomeni • Riconoscere e descrivere le caratteristiche del • Studiare il funzionamento degli organismi e
viventi e • Descrivere le caratteristiche degli esseri viventi. atmosferici (venti, nuvole, pioggia, …). proprio ambiente. comparare la riproduzione dell’uomo, degli animali
• Osservare e interpretare le trasformazioni • Riconoscere le diversità dei viventi. • Osservare e conoscere le caratteristiche di animali e e delle piante.
l’ambiente ambientali sia di tipo stagionale, sia dovute all’azione • Cogliere le differenze e le analogie tra piante ed animali. piante. • Studiare le percezioni e le loro basi biologiche.
modificatrice dell’uomo • Associare le caratteristiche degli animali e delle piante • Riconoscere le relazioni tra gli esseri viventi e il loro • Classificare gli animali in base alle loro
al loro ambiente. ambiente caratteristiche.
• Rispettare il proprio corpo in quanto entità
irripetibile (educazione alla salute, alimentazione,
rischi per la salute).

DISCIPLINA TECNOLOGIA

NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA CLASSE TERZA CLASSE QUARTA


FONDANTE
Vedere e • Distinguere, descrivere con le parole e • Distinguere, descrivere con le parole e • Distinguere, descrivere con le parole e rappresentare • Distinguere, descrivere con le parole e rappresentare
osservare rappresentare con disegni elementi del mondo rappresentare con disegni elementi del mondo con disegni elementi del mondo artificiale, con disegni elementi del mondo artificiale,
artificiale, cogliendone le differenze per forma, artificiale, cogliendone le differenze per forma, cogliendone le differenze per forma, materiali e cogliendone le differenze per forma, materiali e
materiali e funzioni. materiali e funzioni. funzioni. funzioni.
• Seguire istruzioni verbali e ricavare informazioni utili • Leggere e seguire le istruzioni utili per la costruzione • Leggere e seguire le istruzioni utili per la costruzione di • Rispettare le regole di un corretto comportamento per
per la costruzione di un oggetto. di un oggetto. un oggetto. un lavoro sereno.
• Rispettare le regole di un corretto comportamento • Rispettare le regole di un corretto comportamento • Rispettare le regole di un corretto comportamento per • Rispettare l’ambiente classe/laboratorio e le macchine
per un lavoro sereno. per un lavoro sereno. un lavoro sereno. tecnologiche.
• Rispettare l’ambiente classe/laboratorio e le • Rispettare l’ambiente classe/laboratorio e le • Rispettare l’ambiente classe/laboratorio e le macchine • Rappresentare i dati dell’osservazione attraverso
macchine tecnologiche. macchine tecnologiche tecnologiche. tabelle, mappe, diagrammi, disegni e testi.
• Prestare attenzione alle consegne date. • Padroneggiare l’uso del sistema touch screen, della
• Rispettare gli schermi touch screen. tastiera e del mouse.
• Usare la LIM/tablet utilizzando tutti i tasti/strumenti.
• Conoscere alcune regole del disegno per
rappresentare semplici oggetti.
• Fare un uso guidato e protetto di Internet per
accedere a risorse testuali o grafiche
Prevedere e • Pianificare la fabbricazione di un semplice oggetto • Pianificare la fabbricazione di un semplice oggetto • Ipotizzare schemi di lavoro, elaborati testuali e grafici, • Ipotizzare ricerche ed approfondimenti.
immaginare elencando gli strumenti e i materiali necessari. elencando gli strumenti e i materiali necessari. mappe cognitive. • Partecipare a lavori di gruppo.
• Eseguire giochi didattici intuendone le richieste ed • Eseguire giochi didattici intuendone le richieste ed • Organizzare una gita o una visita didattica usando
usando mouse/touch, screen/tastiera per attivare le usando mouse/touch, screen/tastiera per attivare le internet in modo guidato per reperire informazioni
funzioni di gioco. funzioni di gioco. utili.

49 INDICE
Intervenire e • Realizzare un oggetto in cartoncino descrivendo la • Accendere e spegnere autonomamente e • Usare le funzioni del programma di videoscrittura. • Usare autonomamente il programma di
trasformare sequenza delle operazioni. correttamente il computer. • Creare e rinominare una cartella per salvare un file videoscrittura acquisendo anche una certa velocità di
• Accendere e spegnere correttamente il computer. • Partecipare a giochi didattici relativi a varie lavoro.
• Usare i vari strumenti del programma di disegno discipline. • Utilizzare le slide come “pagina di lavoro”.
digitale. • Scrivere semplici frasi al computer. • Riconoscere icone di lavoro uguali in diversi
• Sperimentare i tasti per selezionare strumenti e programmi.
colori sia con l’uso del mouse, sia con l’uso del touch • Utilizzare le funzioni di transizione e animazione
screen.

DISCIPLINA ARTE E IMMAGINE

NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA CLASSE TERZA CLASSE QUARTA


FONDANTE
Esprimersi e • Esprimere emozioni e sensazioni attraverso • Sperimentare in modo creativo • Utilizzare consapevolmente gli strumenti, le • Rielaborare immagini in modo creativo utilizzando
comunicare l’espressione grafica. tecniche figurative tecniche, materiali e strumenti proposti
• Riprodurre la realtà circostante.
• Usare correttamente gli strumenti

Osservare e • Descrivere immagini e oggetti dell’ambiente • Cogliere le linee e i colori predominanti in un’immagine e • Individuare il significato espressivo dei • Riconoscere in un testo iconico-visivo gli elementi
leggere le circostante nella realtà principali elementi visivi grammaticali e tecnici
immagini

Comprendere • Riconoscere immagini reali e di fantasia. • Cogliere i particolari di un’immagine. • Individuare la funzione comunicativa di linee, • Riconoscere e apprezzare diverse forme d’arte
e apprezzare • Distinguere la figura dallo sfondo. • Interpretare le relazioni fra i vari elementi forme e colori
• Individuare soggetti statici e in movimento
le opere
d’arte

DISCIPLINA MUSICA

NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA CLASSE TERZA CLASSE QUARTA


FONDANTE
• Riconoscere gli elementi costitutivi basilari del • Ascoltare, riconoscere e distinguere i parametri del • Individuare, attraverso l’ascolto, gli elementi • Riconoscere e classificare gli elementi costitutivi basilari
linguaggio musicale. suono. che producono il suono (fonti). del linguaggio musicale.
Espressione
• Valutare aspetti funzionali ed estetici in situazioni • Distinguere il timbro dei differenti strumenti. • Classificare le fonti in base a semplici • Utilizzare scritture anche convenzionali.
attraverso il sonore o musicali di vario genere. • Valutare aspetti funzionali ed estetici in situazioni sonore indicatori: timbro, intensità, durata e altezza. • Valutare aspetti funzionali ed estetici in situazioni
linguaggio • Ascoltare e discriminare silenzio, suoni e rumori. o musicali di vario genere e stile, in relazione al • Riconoscere e discriminare gli elementi di sonore o musicali di vario genere e stile, in relazione al
musicale • Associare sistemi grafici intuitivi ai suoni percepiti. riconoscimento di culture, di tempi e luoghi diversi base all’interno di un brano musicale. riconoscimento di culture, di tempi e luoghi diversi.
(fruizione) • Riconoscere intensità e durata del suono. • Cogliere all’ascolto gli aspetti espressivi e • Riconoscere gli usi, le funzioni e i contesti della musica e
• Cogliere l’atmosfera di brani musicali. strutturali di un brano musicale, traducendoli dei suoni nella realtà multimediale
con la parola, azione motoria e segno grafico.
Espressione • Utilizzare voce, strumenti e oggetti sonori. • Utilizzare voce, strumenti e oggetti sonori in modo • Riprodurre e creare suoni con l’uso della voce, • Utilizzare voce, strumenti e oggetti sonori in modo
attraverso il • Eseguire collettivamente brani vocali. creativo e consapevole, utilizzando scritture non per imitazione, creativo e
• Curare l’intonazione, l’espressività e convenzionali. • cercando di intonare semplici intervalli. • consapevole, utilizzando anche scritture convenzionali
linguaggio l’interpretazione. • Eseguire collettivamente brani vocali/strumentali. • Usare la voce per esprimersi con il canto ed ampliando con gradualità le proprie capacità di
musicale • Trovare nel canto corale il piacere di stare insieme. • Curare l’intonazione, l’espressività e l’interpretazione. individuale e di gruppo. invenzione e improvvisazione.
(produzione) • Trovare nel canto corale il piacere di stare insieme. • Trovare nel canto corale il piacere di stare • Eseguire collettivamente brani vocali/strumentali anche
insieme. polifonici.
• Usare strumenti per accompagnare ritmi e • Curare l’intonazione l’espressività e l’interpretazione.
semplici melodie. • Riprodurre sequenze ritmiche interpretando
successioni grafiche
50 INDICE
• Riprodurre sequenze ritmiche interpretando
successioni grafiche di segni non codificati e/o
convenzionali.

DISCIPLINA EDUCAZIONE FISICA

NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA CLASSE TERZA CLASSE QUARTA


FONDANTE
Il corpo e la • Percepire e rappresentare il proprio corpo • Muoversi con scioltezza, destrezza, disinvoltura, • Esprimersi e comunicare con il corpo. • Controllare il ritmo respiratorio.
sua reazione nominando le singole parti su di sé e sugli altri. ritmo (palleggiare, lanciare, ricevere da fermo e in • Coordinare il corpo con finalità mimiche ed • Coordinare e utilizzare diversi schemi
con lo spazio • Riconoscere, differenziare e verbalizzare differenti movimento, …). espressive. motori combinati tra loro inizialmente in
e il tempo percezioni sensoriali. • La gestualità fino-motoria con piccoli attrezzi. • Coordinare e utilizzare diversi schemi forma successiva e poi in forma simultanea
• controllare la respirazione. • Variare gli schemi motori in funzione dei parametri motori combinati tra loro. (correre/saltare, afferrare/lanciare, ecc.).
• Muovere correttamente le varie parti del corpo di spazio di tempo, equilibri (eseguire una danza, • Partecipare attivamente alle varie forme di • Riconoscere e valutare traiettorie, distanze,
anche in semplici combinazioni. una marcia, …). gioco collaborando con gli altri. ritmi esecutivi e successioni temporali delle
• Controllare e adattare i movimenti del corpo con • Affinare la coordinazione oculo-manuale e oculo- • Utilizzare in forma originale schemi motori e azioni motorie, sapendo organizzare il
semplici situazioni di equilibrio statico e dinamico. podalica. posturali. proprio movimento nello spazio in relazione
• Riconoscere e rafforzare la propria lateralità. • Orientarsi in un ambiente come la palestra o il • Elaborare ed eseguire sequenze di a sé,
• Collocare correttamente un oggetto rispetto al cortile movimenti individuali e collettive. • agli oggetti, agli altri
proprio corpo: vicino, lontano, davanti, dietro,
sopra, sotto.
Il linguaggio • Svolgere giochi di rilassamento e di espressione. • Utilizzare in modo personale il corpo e il movimento • Utilizzare in modo personale il corpo e il • Utilizzare in forma originale e creativa
del corpo • Svolgere giochi con semplici regole (spazio (gesti, mimica facciale, voce, postura) per movimento (gesti, mimica facciale, voce, modalità espressive e corporee anche
come definito, ognuno gioca per sé contro tutti, …). esprimersi, comunicare stati d'animo, emozioni e postura) per esprimersi, comunicare stati attraverso forme di drammatizzazione e
modalità • Associare movimenti a percezioni ed emozioni sentimenti. d'animo, emozioni e sentimenti. danza, sapendo trasmettere nel contempo
vissute. • Elaborare ed eseguire semplici sequenze di • Elaborare ed eseguire semplici sequenze di contenuti emozionali.
comunicativo-
movimento. movimento • Elaborare ed eseguire semplici sequenze di
espressiva
movimento o semplici coreografie
individuali e collettive.
• Migliorare l’espressività e la capacità di
comunicazione gestuale.
• Inventare e organizzare esercizi e/o giochi.
Il gioco, lo • Partecipare al gioco collettivo nel rispetto delle • Applicare correttamente modalità esecutive di • Applicare correttamente modalità • Applicare correttamente modalità
sport e il fair regole giochi individuali, di squadra e assumere un esecutive di giochi individuali, di squadra e esecutive di diverse proposte di gioco-
play atteggiamento di fiducia verso il proprio corpo, assumere un atteggiamento di fiducia verso sport.
accettando i propri limiti, cooperando e il proprio corpo, accettando i propri limiti, • Prendere parte attivamente alle varie
interagendo con gli altri. cooperando e interagendo con gli altri. forme di gioco organizzate anche in forma
• Eseguire percorsi su distanze e direzioni varie. • Partecipare a giochi di gruppo con di gara, collaborando con gli altri.
• Partecipare a giochi di gruppo con assunzione di assunzione di ruolo, spazi definiti e semplici • Affinare la propria tecnica motoria per
ruolo, spazi definiti e semplici regole. regole. ottimizzare la propria partecipazione ad
una attività ludica e/o sportiva. Rispettare
le regole nella competizione sportiva;
saper accettare la sconfitta con equilibrio,
51 INDICE
e vivere la vittoria esprimendo rispetto nei
confronti dei perdenti, accettando le
diversità, manifestando senso di
responsabilità.

Salute e • Individuare e attivare comportamenti adeguati nei • Assumere comportamenti adeguati alla • Assumere comportamenti adeguati alla • Assumere comportamenti adeguati alla
benessere, confronti dei vari spazi prevenzione degli infortuni e per la sicurezza nei prevenzione degli infortuni e per la prevenzione degli infortuni e per la
prevenzione e vari ambienti di vita. sicurezza nei vari ambienti di vita. sicurezza nei vari ambienti di vita.
sicurezza • Percepire e riconoscere sensazioni di • Riconoscere il rapporto tra alimentazione
benessere legate all'attività ludico-motoria. ed esercizio fisico in relazione a sani stili di
vita.
• Acquisire consapevolezza delle funzioni
fisiologiche (cardio- respiratorie e
muscolari) e dei loro cambiamenti in
relazione
all'esercizio fisico

DISCIPLINA RELIGIONE

NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA CLASSE TERZA CLASSE QUARTA


FONDANTE
Dio e l’uomo • Scoprire nell’ambiente i segni che richiamano ai • Comprendere che il mondo è opera di Dio, affidato • Scoprire che per la religione cristiana Dio è • Identificare nei segni espressi dalla Chiesa l’azione
Cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio alla responsabilità dell’uomo. Creatore e Padre e che fin dalle origini ha dello Spirito di Dio che la costituisce.
Creatore e Padre. • Conosce l’ambiente di vita di Gesù nei suoi aspetti voluto stabilire un’alleanza con l’uomo. • Cogliere l’annuncio di salvezza che, con la diffusione
• Riconoscere la Chiesa come famiglia di Dio, che fa quotidiani, familiari, sociali e religiosi. • Conoscere Gesù di Nazareth, il Messia, del Vangelo, la Chiesa ha dato alla società e alla vita
memoria di • Identificare tra le espressioni delle religioni la crocifisso e Risorto e di ogni uomo.
• Gesù e del suo messaggio preghiera e nel come tale testimoniato dai cristiani.
“Padre Nostro’’ la specificità della preghiera
cristiana
La Bibbia e le • Conoscere Gesù e la sua missione attraverso alcune • Conoscere la struttura e la composizione • Leggere direttamente pagine bibliche ed
altre fonti pagine evangeliche. della Bibbia. evangeliche , riconoscendone il genere letterario e
• Ascoltare, leggere e saper riferire circa individuandone il messaggio principale.
alcune pagine bibliche fondamentali, tra cui • Intendere il senso religioso della Pasqua, a partire
i racconti della creazione, e gli avvenimenti dalle narrazioni evangeliche e dalla vita di Gesù.
del popolo ebraico
Linguaggio • Riconosce i segni del Natale e della Pasqua • Cogliere il significato del Natale. • Riconoscere i segni cristiani in particolare • Ricostruire le tappe fondamentali della vita di Gesù
• Cogliere la storia della Pasqua cristiana. del Natale e della Pasqua nell’ambiente, nel contesto storico, sociale politico e religioso del
religioso
• Cogliere attraverso la vita di Gesù il comandamento nelle celebrazioni e nella tradizione tempo a partire dai Vangeli
dell’amore di Dio e del prossimo popolare

Valori etici e • Riconoscere la presenza di Dio attraverso gesti • Cogliere attraverso l’esempio di Gesù l’importanza • Riconoscere che la morale cristiana si fonda • Capire che Gesù è il Signore e rivela il Regno di Dio
religiosi d’amore verso il prossimo della giustizia e della carità come base della sul comandamento dell’amore di Dio e del con parole e azioni.
convivenza umana prossimo come insegnato da Gesù. • Riconoscere l’impegno della comunità cristiana nel
• Riconoscere l’impegno della comunità porre alla base della convivenza umana la giustizia e
cristiana nel porre alla base della la carità.
convivenza umana la giustizia e la carità.

52 INDICE
OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

DISCIPLINA ITALIANO
NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA
FONDANTE
Ascolto e • Ascoltare testi di diverso tipo e individuarne: scopo, argomento e informazioni principali. • Ascoltare testi, riconoscere e confrontare i diversi messaggi, i punti di vista dell’emittente, le informazioni principali e lo
Parlato • Intervenire in una discussione rispettando tempi e turni di parola. scopo.
• Ascoltare e distinguere gli elementi caratterizzanti un testo. • Intervenire in una conversazione e /o in una discussione rispettando tempi e turni di parola tenendo conto delle tematiche
• Prendere appunti. trattate, dei destinatari e portando riflessioni personali.
• Raccontare esperienze personali o di studio in modo logico e • Ascoltare, selezionare le informazioni comprendere e rielaborare.
• Cronologico adeguando il registro all’argomento e alla situazione. • Riconoscere in un testo poetico gli elementi ritmici e sonori
• Esporre e motivare le proprie ragioni. • Narrare esperienze ed eventi selezionando e ordinando le informazioni in base allo scopo e alla situazione.
• Descrivere situazioni diverse utilizzando un lessico adeguato.
• Riferire argomenti di studio in modo chiaro, completo e utilizzando il lessico specifico.
• Esporre, confrontare e motivare le proprie ragioni

Lettura • Leggere ad alta voce in modo corretto ed espressivo. • Leggere ad alta voce in modo espressivo e fluido, ponendosi in relazione a chi ascolta.
• Leggere in modo silenzioso applicando tecniche di supporto alla comprensione. • Leggere in modo silenzioso testi di varia natura applicando autonomante tecniche di supporto alla comprensione e mettendo
• Comprendere testi narrativi, descrittivi e poetici in atto strategie differenziate.
• Leggere e selezionare da un manuale le informazioni più significative e organizzarle e rielaborarle in maniera personale
• Identificare le caratteristiche fondamentali di testi narrativi, descrittivi espositivi e poetici
• Leggere in modo silenzioso applicando tecniche di supporto alla comprensione.
• Comprendere testi di vario tipo e forma

Scrittura • Scrivere testi corretti dal punto di vista ortografico, morfo sintattico, lessicale, adeguati a situazioni e • Scrivere testi corretti dal punto di vista ortografico, morfo-sintattico, lessicale;
scopo. • Scrivere testi coerenti e organizzati in parti equilibrate fra loro.
• Scrivere testi coerenti. • Scrivere testi di tipo diverso narrativo, espositivo, regolativi adeguati all’argomento, allo scopo, alla situazione, al destinatario
• Sintetizzare attraverso diverse forme e in base allo scopo testi letti e ascoltati. e al registro.
• Realizzare forme diverse di scrittura . • saper realizzare forme di scrittura creativa in prosa e in versi.
• Utilizzare un programma di videoscrittura. • Scrivere testi utilizzando programmi di videoscrittura e curando l’impostazione grafica e concettuale.

Acquisizione • Ampliare il proprio patrimonio lessicale tramite esperienze scolastiche ed extrascolastiche, utilizzando • Comprendere e usare parole in senso figurato
ed anche il dizionario. Comprendere e usare parole in senso figurato. • Realizzare scelte lessicali adeguate in base alla situazione comunicativa, agli interlocutori e al tipo di testo
• Comprendere i termini specialistici di base. • Rintracciare all’interno di una voce di dizionario le informazioni utili per risolvere problemi e dubbi linguistici
espansione
del lessico • Realizzare scelte lessicali adeguate in base alla situazione comunicativa.

ricettivo e
produttivo

Elementi di • Conoscere i principali meccanismi della formazione delle parole. • Riconoscere la situazione comunicativa anche a seconda del registro linguistico usato.
grammatica • Riconoscere l’organizzazione della frase semplice. • Identificare e analizzare le strutture linguistiche Riconoscere le relazioni logiche e sintattiche all’interno della frase semplice.
esplicita e • Riconoscere le parti del discorso e i loro tratti grammaticali e saperli analizzare. • Riconoscere e riflettere sui propri errori per auto correggersi nella produzione scritta
• Conoscere e usare i connettivi sintattici e testuali e i segni di interpunzione.
riflessione
• Riconoscere e riflettere sui propri errori per auto correggersi nella produzione scritta
sugli
usi della
lingua

53 INDICE
DISCIPLINA LINGUA INGLESE
NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA
FONDANTE
Ascolto • Riconoscere e discriminare elementi fonetici, espressioni linguistiche. • Comprendere i punti essenziali di un discorso, a condizione che venga usata una lingua chiara e che si parli di argomenti
• Comprendere brevi dialoghi, istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano se pronunciate chiaramente familiari inerenti alla scuola, al tempo libero ecc.
ed identificare il tema generale di un discorso in cui si parla di argomenti conosciuti.

Parlato • Descrivere persone, luoghi e oggetti familiari utilizzando frasi e parole già incontrate ascoltando e\o • Descrivere o presentare persone, condizioni di vita o di studio, compiti quotidiani, indicare che cosa piace e non piace.
(produzion leggendo • Interagire in modo comprensibile con un compagno con cui si ha familiarità, utilizzando espressioni e frasi adatte alla
• Descrivere semplici illustrazioni situazione.
ee
• Utilizzare lessico e funzioni acquisite in situazioni di lavoro di coppia
interazione • Sostenere una semplice conversazione utilizzando, correttamente, forme di saluto /congedo formali e
orale) informali/ parlando di abilità, possesso, gusti...
• Interagire per socializzare presentando se stessi, ponendo e rispondendo a domande, fornendo dati
personali quali: nome- età- nazionalità – provenienza famiglia- professioni- possesso - abilità - routine
quotidiana – attività del tempo libero.
Leggere • Leggere e comprendere brevi e semplici testi accompagnati eventualmente da supporti visivi, cogliendo • Leggere ed individuare informazioni esplicite in brevi testi di uso quotidiano e in lettere personali
(comprensio il loro significato globale e identificando parole e frasi familiari
ne scritta)

Scrivere • Scrive semplici messaggi e brevi lettere personali anche se formalmente difettose • Produrre risposte a questionari e formulare domande su testi.

Riflessione • Rilevare semplici analogie o differenze tra comportamenti e usi legati a lingue diverse • Osservare e confrontare le parole e la struttura delle frasi per rilevare le eventuali variazioni di significato e per mettere in
sulla lingua e relazione costrutti e intenzioni comunicative relative a codici verbali diversi
sull’apprend
imento

DISCIPLINA LINGUA FRANCESE

NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA


FONDANTE
Ascolto • Identificare il tema generale di un discorso in cui si parla di argomenti conosciuti; comprendere istruzioni, • Identificare il tema generale di un discorso inerente ad argomenti familiari e le informazioni principali su argomenti
espressioni e frasi di uso quotidiano se pronunciate chiaramente e lentamente. riguardanti i propri interessi e l’attualità

Parlato • Descrivere oralmente persone, luoghi e oggetti familiari utilizzando un lessico semplice e appropriato e • Descrivere oralmente persone, luoghi e oggetti familiari utilizzando parole e frasi già incontrate.
(produzione e dei costrutti già incontrati ascoltando e/o leggendo
interazione
orale)
Leggere(compr • Leggere e comprendere frasi ed espressioni di uso frequente, relative ad ambiti familiari, (accompagnati • Comprendere frasi essenziali e testi semplici con informazioni specifiche relative ai propri interessi.
ensione scritta) preferibilmente da supporti visivi), cogliendo il loro significato globale.

Scrivere • Scrivere semplici messaggi e brevi lettere personali, anche se formalmente difettose • Scrivere testi brevi e semplici per fornire informazioni personali e raccontare le proprie esperienze, per invitare qualcuno,
fare gli auguri, ringraziare, utilizzando un lessico appropriato, anche con errori formali che non compromettano la
comprensibilità del messaggio.
Riflessione • Osservare e confrontare le parole e le strutture delle frasi per rilevare le eventuali variazioni di significato • Osservare e confrontare le parole e la struttura delle frasi per rilevare le eventuali variazioni di significato e per mettere in
sulla lingua e e per mettere in relazione costrutti e intenzioni comunicative relative a codici verbali diversi. relazione costrutti e intenzioni comunicative relative a codici verbali diversi
sull’apprendim
ento

54 INDICE
DISCIPLINA STORIA
NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA
FONDANTE
Uso delle • Consultare in situazioni semplici fonti e documenti • Comprendere e usare fonti di diverso tipo per ricavare informazioni.
fonti • Comprendere fonti di diverso tipo per ricavare informazioni • Leggere carte tematiche e rappresentazioni grafiche per ricavare informazioni Utilizzare fonti diverse per ricavare
• Classificare fonti di diverso tipo conoscenze su determinati eventi storici.
• Ricercare testimonianze del passato presenti sul territorio. • Usare fonti documentarie e iconografiche per ricavare conoscenze su temi stabiliti
• Comprendere le informazioni fornite esplicitamente dal testo • Ricavare informazioni implicite dal testo, mediante inferenze
Organizzazio • Formulare semplici problemi sulla base delle informazioni raccolte. • Selezionare e organizzare informazioni con tabelle.
ne delle • Usare adeguatamente la cronologia e individuare rapporti di contemporaneità, anteriorità e posteriorità • Costruire mappe concettuali per organizzare le conoscenze acquisite.
tra gli eventi. • Collocare gli eventi storici studiati secondo le coordinate spazio-tempo
informazioni • Saper collocare i principali avvenimenti storici nello spazio e nel tempo. • Formulare problemi, in forma guidata, sulla base delle informazioni raccolte, per individuare relazioni di causa/effetto.
• Utilizzare la linea del tempo per ordinare le informazioni raccolte intorno ai fatti. • Usare in modo autonomo gli strumenti che facilitano la consultazione, lo studio, la sintesi
• Selezionare e organizzare le informazioni con mappe e schemi.
• Leggere carte tematiche e rappresentazioni grafiche per ricavare informazioni
Strumenti • Conoscere gli aspetti politici, economici e sociali del periodo storico studiato. • Conoscere aspetti e strutture dei momenti storici italiani, europei e mondiali studiati.
concettuali • Collocare la storia locale in relazione alla storia italiana, europea, mondiale. • Conoscere il patrimonio culturale collegato con i temi studiati.
• Usare le conoscenze per comprendere i problemi ecologici, interculturali e di convivenza civile • Collocare la storia locale in relazione alla storia italiana, europea, mondiale.
• Costruire semplici grafici di “quadri di civiltà” in base a indicatori dati. • Usare le conoscenze per comprendere i problemi ecologici, interculturali e di convivenza civile
• Utilizzare illustrazioni, cartine, linee del tempo, grafici, mappe concettuali per migliorare la comprensione.
• Leggere carte storiche
Produzione • Produrre testi, utilizzando conoscenze selezionate da fonti di informazione diverse, manualistiche e non, • Elaborare, in forma di testo espositivo orale o scritto, gli argomenti studiati servendosi del lessico specifico.
scritta e cartacee e digitali, operando semplici collegamenti. • Esporre in modo chiaro e ordinato i fatti storici, utilizzando le conoscenze tratte dal libro di testo e dalle altre fonti di
• Riferire su conoscenze e concetti appresi usando il linguaggio specifico della disciplina informazione operando collegamenti
orale

DISCIPLINA GEOGRAFIA
NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA
FONDANTE
• Orientarsi sulle carte in base ai punti cardinali (anche con l’utilizzo della bussola) e a punti di • Orientarsi sulle carte e orientare le carte a grande scala in base ai punti cardinali (anche con l’utilizzo della bussola) e
Orientamento riferimento fissi. a punti di riferimento fissi.
• Osservare, leggere e analizzare sistemi territoriali vicini e lontani • Orientarsi nelle realtà territoriali lontane, anche attraverso l’utilizzo dei programmi multimediali di visualizzazione dall’alto
• Saper analizzare e interpretare carte geografiche, fotografie e immagini
Linguaggio • Saper leggere e interpretare carte tematiche, grafici… • Leggere e interpretare vari tipi di carte geografiche.
della geo- • Conoscere la varietà dei linguaggi della geografia e arricchire il lessico relativo alla geografia fisica, • Riconoscere, interpretare e realizzare grafici (aerogrammi, istogrammi,diagrammi cartesiano, ideogrammi…)
economica, politica, umana e alla cartografia • Utilizzare strumenti tradizionali (carte, grafici, dati statistici, immagini, ecc.) e innovativi (telerilevamento e cartografia
graficità • Utilizzare strumenti tradizionali (carte, grafici, dati statistici, immagini, ecc.) e innovativi computerizzata) per comprendere e comunicare fatti e fenomeni territoriali.
(telerilevamento e cartografia computerizzata) per comprendere e comunicare fatti e fenomeni
territoriali.
Paesaggio • Interpretare i caratteri dei paesaggi europei, anche in relazione alla loro evoluzione nel tempo. • Conoscere e localizzare gli oggetti geografici fisici (monti, fiumi, pianure ecc.) ed antropici (comunicazioni, collegamenti,
• Localizzare sulla carta geografica dell’Italia, la posizione delle regioni fisiche ed amministrative. capitali, storie lingue e culture ecc.) dell’Europa utilizzando gli strumenti cartografici e il libro di testo.
• Conoscere temi e problemi di tutela del paesaggio come patrimonio naturale e culturale e progettare • Localizzare sulla carta geografica dell’Europa la posizione delle regioni fisiche degli Stati.
azioni di valorizzazione • Conoscere temi e problemi di tutela del paesaggio e progettare azioni di valorizzazione
Regione e • Consolidare il concetto di regione geografica (fisica, climatica, storica, economica) applicandolo in • Consolidare il concetto di regione geografica (fisica, climatica, storica, economica) applicandolo in particolar modo allo
Sistema particolar modo allo studio del contesto italiano. studio dell’Europa.
• Comprendere le principali relazioni di interdipendenza sussistenti fra gli elementi dei sistemi • Comprendere le principali relazioni di interdipendenza sussistenti fra gli elementi dei sistemi territoriali esaminati (ambiente,
Territoriale territoriali esaminati (ambiente, clima, risorse, popolazione, storia, economia ecc.). clima, risorse, popolazione, storia, economia ecc.). Riconoscere le principali trasformazioni avvenute in alcuni paesaggi
• Riconoscere le principali trasformazioni avvenute nel territorio italiano ed europeo nelle aree regionali dell’Europa
urbane

55 INDICE
DISCIPLINA MATEMATICA
NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA
FONDANTE
• Riconoscere e ordinare i numeri naturali in una sequenza data e su una semiretta • Riconoscere i numeri razionali dell’insieme Q+
Numeri • Riconoscere la struttura del sistema di numerazione decimale • Riconoscere il concetto di frazione generatrice di un numero decimale
• Riconoscere le 4 operazioni e le relative proprietà per risolvere semplici espressioni aritmetiche • Utilizzare frazioni equivalenti e numeri decimali operando con essi e risolvendo problemi
• Riconoscere il concetto di numero primo, multiplo, divisore e potenza • Riconoscere il concetto di radice quadrata come operatore inverso della potenza
• Riconoscere e applicare i procedimenti per il calcolo del M.C.D. e m.c.m. conoscendo l’utilità della
scomposizione in fattori primi
Spazio e • Riconoscere gli enti geometrici fondamentali e il concetto di grandezza e misura • Riconoscere le diverse unità di misura
figure • Riconoscere definizioni e proprietà delle principali figure geometriche piane • Calcolare l’area di semplici figure geometriche piane
• Calcolare il perimetro delle principali figure piane • Risolvere problemi passando da una unità di misura all’altra
• Risolvere problemi utilizzando le proprietà geometriche delle figure • Riconoscere il teorema di Pitagora e le sue applicazioni
Relazioni e • Disegnare ed interpretare i principali tipi di grafico e saper rappresentare problemi con tabelle e grafici • Disegnare ed interpretare i principali tipi di grafico e saper rappresentare problemi con tabelle e grafici
funzioni
Dati e • Conoscere il linguaggio grafico della matematica •
previsioni • Saper disegnare e leggere un ideogramma, ortogramma, istogramma e diagramma cartesiano

DISCIPLINA SCIENZE

NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA


FONDANTE
• Identificare le più comuni proprietà della materia nei suoi diversi stati fisici e le cause che determinano • Identificare il concetto di trasformazione chimica, effettuando semplici esperienze pratiche, ponendo l’attenzione anche sulle
Fisica e i passaggi di stato sostanze di impiego domestico
Chimica • Riconoscere la differenza tra calore e temperatura • Affrontare concetti fisici quali: temperatura e calore, densità, velocità, forza ed energia, concentrazione, effettuando
esperimenti, raccogliendo e correlando dati con strumenti di misura
Astronomia e • Riconoscere la funzione del sole come motore dei principali cicli terrestri: dell’acqua, delle rocce, … • Riconoscere i meccanismi fondamentali dei cambiamenti nei sistemi naturali e nel sistema Terra e il ruolo dell’intervento
Scienze della • Identificare il suolo come ecosistema e come una risorsa comprendendo altresì che la sua formazione umano nella trasformazione degli stessi
Terra è il risultato dei climi, della vita sulla terra, dei processi di erosione– trasporto-deposizione

Biologia • Riconoscere la struttura e il funzionamento delle cellule animali e vegetali • Riconoscere le parti del corpo umano, i tessuti, gli organi, gli apparati e le loro funzioni
• Riconoscere le caratteristiche degli animali, dei vegetali e dei microrganismi; conoscere la funzione di • Riconoscere le cause delle malattie infettive per saperle prevenire e curare e la classificazione degli alimenti in base ai loro
alcuni microrganismi principi alimentari
• Identificare il concetto della biodiversità nei sistemi ambientali e il senso delle grandi classificazioni

56 INDICE
DISCIPLINA TECNOLOGIA

NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA


FONDANTE
Vedere, • Riflettere sui contesti e i processi di produzione in cui trovano impiego utensili e macchine per la • Eseguire misurazioni e rilievi fotografici sull‟ambiente scolastico o sulla propria abitazione
osservare e trasformazione delle materie prime in prodotti finiti e relative conseguenze sull’ ambiente.
• Eseguire semplici misurazioni e rilievi fotografici sull‟ambiente scolastico o sulla propria abitazione
sperimentare
Prevedere, • Leggere e interpretare semplici disegni tecnici utilizzando gli strumenti e le regole del disegno tecnico • Effettuare stime di grandezze fisiche riferite a materiali e oggetti anche dell'ambiente scolastico.
immaginare nella rappresentazione di oggetti o processi. • Prevedere lo svolgimento e il risultato di processi o procedure in contesti conosciuti e non relativamente a oggetti e strumenti
• Prevedere lo svolgimento e il risultato di semplici processi o procedure in contesti conosciuti e non esplorati e inesplorati
e progettare relativamente a oggetti e strumenti esplorati e inesplorati • Intervenire e trasformare
• Intervenire e trasformare
Intervenire, • Conoscere gli elementi basilari che compongono un computer • Utilizzare materiali digitali per l‟apprendimento
trasformare • Utilizzare semplici materiali digitali per l‟apprendimento • Usare software didattici.
• Usare semplici software didattici • Accostarsi a nuove applicazione informatiche esplorandone le funzioni e le potenzialità.
e produrre • Accostarsi a nuove applicazione informatiche

DISCIPLINA ARTE E IMMAGINE

NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA


FONDANTE
• Riconoscere e ordinare i numeri naturali in una sequenza data e su una semiretta • Produrre messaggi visivi adeguati e coerenti al testo
Esprimersi e • Riconoscere la struttura del sistema di numerazione decimale • Inventare e produrre rielaborare i messaggi visivi in modo personale e creativo Sperimentare l’utilizzo integrato di più codici per creare
• Riconoscere le 4 operazioni e le relative proprietà per risolvere semplici espressioni aritmetiche messaggi con precisi scopi comunicativi
comunicare Riconoscere il concetto di numero primo, multiplo, divisore e potenza
• Riconoscere e applicare i procedimenti per il calcolo del M.C.D. e m.c.m. conoscendo l’utilità della
• scomposizione in fattori primi
Osservare e • Osservare e descrivere la realtà visiva • Applicare un metodo di osservazione
leggere le • Osservare e leggere un’immagine • Osservare e leggere opere d’arte e beni culturali
immagini
Comprendere • Riconoscere gli elementi più semplici della grammatica visuale (punto, linea, colore, superficie) • Riconoscere gli elementi del linguaggio visivo (ritmo, luce/ombra, composizione, peso visivo, stasi/dinamismo, modulo)
e apprezzare • Riconoscere materiali, strumenti e modalità esecutive delle tecniche espressive • Riconoscere i materiali, gli strumenti, le modalità esecutive delle tecniche
• Identificare il contenuto di un testo relativo alla storia dell’arte • Analizzare il contenuto di un testo relativo alla storia dell’arte
le opere • Riconoscere e collocare nel giusto contesto storico un’opera d’arte • Identificare i caratteri stilistici di un’opera d’arte
d’arte • Leggere il significato di un’opera d’arte identificandone il valore estetico • Leggere e spiegare un’opera d’arte cogliendone il significato espressivo, culturale ed estetico

57 INDICE
DISCIPLINA MUSICA

NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA


FONDANTE
Espressione • Riconoscere, riprodurre e rappresentare graficamente i suoni dell’ambiente circostante • Riconoscere all’ascolto brani musicali di diversa provenienza e di diverse epoche storiche
attraverso il identificandone la fonte Distinguere i parametri del suono: altezza, intensità, timbro, durata. • Riconoscere e discriminare gli elementi di base di un brano musicale: melodia, ritmo, armonia Identificare gli elementi basilari
• Riconoscere e classificare in famiglie di appartenenza gli strumenti musicali della fisiologia della voce cantata
linguaggio
musicale
(fruizione)
Espressione • Eseguire in gruppo semplici brani vocali e strumentali • Saper eseguire in modo espressivo, collettivamente e individualmente brani vocali e/o strumentali di diversi generi e stili.
attraverso il • Produrre semplici suoni e ritmi con la voce e con gli strumenti musicali • Eseguire in modo espressivo brani vocali o strumentali
• Produrre e creare fatti sonori ed eventi musicali • Utilizzare la voce, strumenti e tecnologie sonore in modo creativo
linguaggio
musicale
(produzione)

DISCIPLINA SCIENZE MOTORIE

NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA


FONDANTE
Il corpo e la • Utilizzare e correlare le variabili spazio-temporali funzionali alla realizzazione del gesto tecnico in ogni • Saper utilizzare e trasferire le abilità coordinative acquisite per la realizzazione dei gesti tecnici dei vari sport.
sua relazione situazione sportiva • Utilizzare e correlare le variabili spazio- temporali funzionali alla realizzazione del gesto tecnico in ogni situazione sportiva
• Riconoscere e utilizzare il ritmo nell’elaborazione motoria • Sapersi orientare nell’ambiente naturale attraverso la lettura e decodificazione di mappe
con lo spazio • Realizzare movimenti e sequenze di movimenti su strutture temporali sempre più complesse
e il tempo
Il linguaggio • Usare il linguaggio del corpo utilizzando vari codici espressivi, combinando la componente • Rappresentare idee, stati d’animo e storie mediante gestualità e posture svolte in forma individuale, a coppie, in gruppo
del corpo comunicativa e quella estetica • Saper decodificare i gesti arbitrali in relazione all’applicazione del regolamento di gioco
• Saper decodificare i gesti arbitrali in relazione all’applicazione del regolamento di gioco
come
modalità
comunicativo
- espressiva
Il gioco, lo • Partecipare in forma propositiva alla scelta di strategie di gioco e alla loro realizzazione • Gestire in modo consapevole abilità specifiche riferite a situazioni tecniche e tattiche semplificate negli sport individuali e di
sport, le • Conoscere e applicare correttamente il regolamento tecnico dei giochi sportivi, assumendo anche il squadra
ruolo di arbitro e/o funzioni di giuria • Partecipare in forma propositiva alla scelta di strategie di gioco e alla loro realizzazione
regole e il • Inventare nuove forme di attività ludico-sportive • Conoscere e applicare correttamente il regolamento tecnico dei giochi sportivi, assumendo anche il ruolo di arbitro e/o funzioni
fair play • Rispettare le regole del fair play di giuria
• Saper gestire gli eventi della gara (le situazioni competitive) con autocontrollo e rispetto per l’altro, accettando la “sconfitta”
• Rispettare le regole del fair play
Salute e • Giungere, secondo i propri tempi, alla presa di coscienza e al riconoscimento che l’attività realizzata e • Saper acquisire consapevolezza delle funzioni fisiologiche e dei loro cambiamenti conseguenti all’attività motoria, in relazione ai
benessere, le procedure utilizzate migliorano le qualità coordinative e condizionali, facendo acquisire uno stato di cambiamenti fisici e psicologici tipici della preadolescenza
benessere • Assumere consapevolezza della propria efficienza fisica, sapendo applicare principi metodologici utili e funzionali per mantenere
prevenzione un buono stato di salute (metodiche di allenamento, principi alimentari, ecc)
e sicurezza

58 INDICE
DISCIPLINA RELIGIONE

NUCLEO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA


FONDANTE
• Prendere consapevolezza delle domande che la persona si pone da sempre sulla propria vita e sul mondo • Individuare quali caratteristiche e comportamenti di Gesù indicano che è Figlio di Dio e Salvatore.
Dio e l’uomo che lo circonda; apprezzare il tentativo dell’uomo di ieri e di oggi di cercare risposte a tali domande. • Considerare, nella prospettiva dell’evento Pasquale, la predicazione, l’opera di Gesù e la missione della Chiesa nel mondo.
• Riconoscere l’evoluzione e le caratteristiche della ricerca religiosa dell’uomo lungo la storia, cogliendo • Riconoscere la Chiesa, generata dallo Spirito Santo, realtà universale e locale, comunità edificata da carismi e ministeri, nel
nell’ebraismo e nel cristianesimo la manifestazione di Dio. suo cammino lungo il corso della storia
• Approfondire l’identità storica di Gesù e correlarla alla fede cristiana che riconosce in Lui il Figlio di Dio
fatto uomo, Salvatore del mondo.
La Bibbia e le • Riconoscere il testo sacro nelle sue fasi di composizione (orale e scritta); usare il testo biblico • Individuare nei testi biblici il contesto in cui è nata la Chiesa e gli elementi che la caratterizzano (fraternità, carità, preghiera,
altre fonti conoscendone la struttura e i generi letterari ministeri, carismi).
• Utilizzare la Bibbia come documento storico-culturale e riconoscerla anche come parola di Dio nella fede • Decifrare la matrice biblica delle principali produzioni artistiche (letterarie, musicali, pittoriche, architettoniche…) italiane
della Chiesa. ed europee
• Distinguere le caratteristiche della manifestazione (rivelazione) di Dio nei personaggi biblici e in Gesù di
Nazaret.
• Riconoscere il messaggio cristiano nell’arte e nella cultura in Italia e in Europa. • Distinguere segno e simbolo nella comunicazione religiosa e nella liturgia sacramentale.
Il linguaggio • Individuare le tracce storiche documentali, monumentali che testimoniano la ricerca religiosa dell’uomo. • Riconoscere il messaggio cristiano nell’arte e nella cultura in Italia e in Europa,
• Scoprire nella realtà la presenza di espressioni religiose diverse. • nell’epoca tardo-antica, medievale e moderna.
religioso • Conoscere le differenze dottrinali e gli elementi in comune tra Cattolici, Protestanti e Ortodossi.
I valori • Individuare il bisogno di trascendenza di ogni uomo. • Riscoprire il valore dell’amicizia e dell’appartenenza ad un gruppo per la costruzione della propria identità.
religiosi • Riconoscere l’originalità della speranza cristiana, in risposta al bisogno di salvezza. • Riconoscere i valori cristiani nella testimonianza di alcuni personaggi significativi.
• Cogliere nella persona di Gesù un modello di riferimento e di comportamento per la costruzione della • Cogliere l’importanza del dialogo ecumenico e della continua ricerca dell’unità dei cristiani.
propria identità.

59 INDICE
CRITERI DI VERIFICA E VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI E DELLE COMPETENZE

La valutazione, ai sensi dell'articolo 1 del decreto legislativo n. 62/2017, ha per oggetto il processo formativo e i risultati di apprendimento delle alunne e degli alunni, concorre al miglioramento degli apprendimenti e al
successo formativo. Documenta lo sviluppo dell'identità personale e promuove l'autovalutazione in relazione all'acquisizione di conoscenze, abilità e competenze.
La valutazione è espressione:
• individuale sia collegiale.
• dell’autonomia professionale propria della funzione docente, nella sua dimensione sia dell’autonomia didattica propria delle istituzioni scolastiche.
L’insegnante valuta non solo un insieme di prestazioni dell’allievo/a in termini di apprendimento, di comportamento e di competenze, ma anche la qualità dell’apprendimento in termini di processo. La valutazione raggiunta
è quindi la descrizione del livello globale di sviluppo degli apprendimenti (rispetto al metodo di studio maturato, al livello di consapevolezza e ai progressi registrati relativamente alla situazione di partenza) e del processo
formativo in termini di progressi nello sviluppo culturale, personale e sociale (autonomia raggiunta dall’alunno e grado di responsabilità nelle scelte).
L’I. C. Pascoli valuta gli esiti formativi degli allievi confrontandoli con le richieste del Sistema Nazionale al fine di eventuali modifiche che permettano una riprogettazione efficace ed efficiente.

HA PER OGGETTO:
• Il processo di apprendimento nelle singole discipline/aree disciplinari.
• I progressi nello sviluppo degli apprendimenti.
• Il comportamento come sviluppo delle competenze di cittadinanza.
• Le competenze chiave europee e di cittadinanza al termine della scuola primaria e della secondaria di primo grado integrate dai livelli conseguiti nelle prove nazionali Invalsi di italiano, matematica e inglese.

La valutazione periodica e finale degli apprendimenti è riferita a ciascuna delle discipline di studio previste dalle Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell'infanzia e del primo ciclo di istruzione (decreto ministeriale
n. 254/2012).
È effettuata dai docenti nell’esercizio della propria autonomia professionale, in conformità con i criteri e le modalità definiti dal Collegio dei docenti e inseriti nel piano triennale dell’offerta formativa.
La valutazione periodica e finale degli apprendimenti degli alunni nel primo ciclo, compresa la valutazione dell'esame di Stato, per ciascuna delle discipline di studio previste dalle Indicazioni Nazionali per il curricolo, è espressa
con votazioni in decimi che indicano differenti livelli di apprendimento: Avanzato, Intermedio, Base ed Iniziale, come esplicitati nella griglia allegata “Criteri generali per la valutazione del livello degli apprendimenti e dei
progressi nello sviluppo (Scuola Primaria e Secondaria di primo grado.)”
I docenti di potenziamento forniscono elementi di informazione sui livelli di apprendimento conseguiti e sull’interesse manifestato dagli alunni.
I docenti di sostegno partecipano alla valutazione di tutti gli alunni e le alunne della classe. Nel caso di più docenti di sostegno che seguono lo stesso alunno, la valutazione sarà congiunta ossia tramite l’espressione di un unico
voto.
La valutazione della religione cattolica e di attività alternative all’insegnamento della Religione cattolica, per gli studenti che se ne avvalgono, è espressa con una nota distinta che descrive con un giudizio sintetico l’interesse
manifestato e i livelli di apprendimento raggiunti.

La valutazione del comportamento


Alla valutazione degli apprendimenti si aggiunge la valutazione del comportamento, imprescindibile per formulare un giudizio globale e completo dell’alunno.
La valutazione del comportamento si riferisce allo sviluppo delle competenze di cittadinanza e si rifà ai seguenti documenti:
- Statuto delle studentesse e degli studenti.
- Patto educativo di corresponsabilità.
- Regolamenti interni dell’Istituzione scolastica.
La valutazione del comportamento è espressa con i livelli: Avanzato, Intermedio, Base ed Iniziale, come esplicitati nella griglia per la valutazione del comportamento.

La valutazione delle competenze


La valutazione delle competenze mira a valutare la capacità degli allievi di risolvere situazioni problematiche complesse e nuove, utilizzando conoscenze, abilità e procedure acquisite.
Spetta ai docenti di classe per la primaria e al consiglio di classe per la secondaria di primo grado attribuire un livello (Avanzato, Intermedio, Base, Iniziale) a ciascuna delle competenze “chiave europee-del Profilo dello
studente” sulla base di una valutazione da intendere come un processo complesso, che si prolunga nel tempo, attraverso una sistematica osservazione degli alunni in situazione.
Per la certificazione delle competenze al termine della scuola primaria e del primo ciclo di istruzione l’I.C. Pascoli adotta i modelli di certificazione proposti dal MIUR nel D.M n.742/2017, in attuazione del D.L. n.62/2017.
La certificazione al termine del primo ciclo è corredata da una sezione redatta dall’ INVALSI che descrive i livelli raggiunti nelle prove nazionali di italiano, matematica e inglese.

60 INDICE
GLI ATTORI DELLA VALUTAZIONE:
Il singolo docente Valuta il livello di apprendimento e di
competenze raggiunto nell’ambito della
propria disciplina.
Il Consiglio di classe Valuta il livello globale e di sviluppo degli
apprendimenti e del comportamento
raggiunto dal singolo alunno, nonché il
raggiungimento dei traguardi di
competenza
Il Collegio docenti Definisce i criteri e le modalità di
valutazione.
SI EFFETTUA:
• Ex-Ante – Valutazione diagnostica: all’inizio dell’anno scolastico, con osservazioni in situazioni, con conversazioni mirate, con prove comuni utili alla registrazione dei pre-requisiti che costituiscono la base di partenza
per la futura programmazione.
• In itinere – Valutazione formativa: si svolge durante il processo di apprendimento, verifica tutti gli obiettivi programmati e fornisce informazioni agli alunni e ai docenti non solo rispetto ai risultati ma anche rispetto
all’efficacia del processo di insegnamento-apprendimento. E’ una guida importante al miglioramento, aiuta a regolare i ritmi, a ricercare alternative, a predisporre attività di recupero, consolidamento e potenziamento.
• Ex-Post – Valutazione sommativa: intende accertare i livelli di apprendimento raggiunti ed il grado di sviluppo delle competenze, con prove conclusive, al termine di ogni unità di apprendimento, al fine del primo
quadrimestre e del secondo quadrimestre.

ATTRAVERSO:
• Prove scritte, prove orali e pratiche (esecuzioni strumentali, prove grafiche, costruzioni di oggetti, esercizi fisici, ecc.).
• Prove strutturate, vero falso, a risposta multipla, a risposta chiusa e aperte.
• Osservazioni sistematiche: in situazione, individuale e di gruppo.
• Autovalutazione.
• Prove comuni: prove per classi parallele (Italiano, Matematica, Inglese) utilizzate per il monitoraggio ex-ante ed in itinere degli apprendimenti. (Si allega la griglia di valutazione prove comuni)
• Autobiografie cognitive
• Compiti di realtà, ovvero una situazione problematica, complessa e nuova, quanto più possibile vicina al mondo reale, da risolvere utilizzando conoscenze ed abilità già acquisite e trasferendo procedure e condotte
cognitive in contesti e ambiti di riferimento moderatamente diversi da quelli resi familiari dalla pratica didattica.
• Prove Nazionali

MODALITA’ DI VALUTAZIONE:
Per ottenere ed assicurare omogeneità nelle valutazioni, per rendere trasparente l’azione valutativa della scuola e per avviare gli alunni alla consapevolezza dei voti attribuiti nelle prove di verifica e i diversi livelli di
apprendimento, il Collegio dei docenti nelle sue diverse articolazioni settoriali ha predisposto:
• Griglie di osservazione per la scuola dell’Infanzia;
• Criteri generali per la valutazione del livello degli apprendimenti e dei progressi nello sviluppo (Scuola Primaria e Secondaria di primo grado.)
• Criteri generali per la valutazione degli apprendimenti di religione cattolica o di attività alternative all’insegnamento della religione cattolica.
• Criteri di valutazione prove dell’Esame di Stato.
• Griglie di valutazione prove dell’Esame di Stato.
• Criteri per gli alunni con disabilità o con difficoltà (DSA e BES)

61 INDICE
CERTIFICATO DELLE COMPETENZE

La scuola italiana è chiamata a valutare non solo le conoscenze e le abilità, ma anche le competenze in contesti reali o verosimili. Con il decreto n.742 /2017, il Miur ha pubblicato i modelli
relativi alla certificazione nel primo ciclo.

La certificazione avviene al termine della Scuola Primaria e al termine della Scuola Secondaria di primo grado, secondo i modelli nazionali di certificazione, con riferimento alle competenze
chiave europee e alla descrizione dei diversi livelli di acquisizione delle medesime (avanzato, intermedio, base, iniziale). Il documento viene redatto durante lo scrutinio finale dai docenti di
classe per la Scuola Primaria e dal Consiglio di Classe per la scuola Secondaria di primo grado ed è consegnato alle famiglie degli alunni e delle alunne e, in copia, all’Istituzione scolastica o
formativa del ciclo successivo.

VALUTAZIONE NELLA SCUOLA DELL' INFANZIA

Gli insegnanti della Scuola dell'Infanzia, osservano e valutano nei bambini l’inserimento, l’autonomia, l’autocontrollo, il rapporto con gli adulti e con i compagni mediante una relazione. A fine
anno valutano le competenze individualmente acquisite e il livello di maturazione (identità, autonomia, ...) mediante prove di verifica condivise.

62 INDICE
LIVELLI DI APPRENDIMENTO CLASSI SCUOLA PRIMARIA

10 Evidente eccellenza nella prestazione in tutti gli indicatori disciplinari. Sicuro e articolato possesso delle conoscenze oggetto di insegnamento. Padronanza delle procedure e metodologie disciplinari. Capacità di servirsi
degli apprendimenti in contesti diversi. Capacità di porre in relazione competenze e conoscenze maturate in diversi contesti. Capacità di esprimere valutazioni ed elaborazioni sintetiche personali.

Eccellenza delle prestazioni per la maggior parte degli indicatori disciplinari. Sicuro possesso delle conoscenze oggetto di insegnamento. Padronanza delle fondamentali procedure e metodologie disciplinari. Capacità
9
di spiegare il contenuto degli apprendimenti. Capacità di servirsi degli apprendimenti in contesti diversi

Prestazioni adeguate per tutti gli indicatori disciplinari. Sicuro possesso delle conoscenze fondamentali. Consolidata capacità di applicare procedure e metodologie disciplinari. Buona capacità di operare collegamenti
8
interdisciplinari. Metodo di studio efficace

Prestazioni generalmente adeguate per tutti gli indicatori disciplinari. Possesso delle conoscenze fondamentali. Capacità di applicare procedure e metodologie disciplinari. Esposizione abbastanza chiara. Metodo di
7
studio in via di consolidamento.

Prestazioni adeguate solo per alcuni indicatori disciplinari. Possesso delle conoscenze fondamentali. Esposizione piuttosto incerta. Metodo di studio non ancora strutturato. Relativa autonomia nell’applicare
6
procedure e metodologie disciplinari.

Prestazioni non ancora adeguate per la maggior parte degli indicatori disciplinari. Lacunoso possesso delle conoscenze fondamentali. Mancanza di autonomia nell’applicare procedure e metodologie. Esposizione
5
incompleta e frammentaria. Mancanza di autonomia nell’organizzazione.

63 INDICE
LIVELLO DI APPRENDIMENTO CLASSI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

LIVELLI

LIVELLO 10 > Organizzazione e applicazione delle conoscenze e competenze con rielaborazione autonoma e originale anche in nuovi contesti
ECCELLENTE

LIVELLO 9 > Conoscenze e competenze acquisite in modo approfondito, capacità di rielaborare in modo personale i contenuti, di operare collegamenti, di organizzare autonomamente le conoscenze in
AVANZATO situazioni nuove, di operare analisi e sintesi

LIVELLO 8 > Conoscenze e competenze acquisite in modo sicuro, capacità di rielaborazione dei contenuti, di operare collegamenti, di applicare concetti e procedure
INTERMEDIO 7 > Acquisizione adeguata delle conoscenze e delle competenze, applicate con discreta sicurezza in contesti noti e con uso abbastanza autonomo e corretto degli strumenti.

LIVELLO BASE 6 > Acquisizione essenziale delle conoscenze e delle competenze: tecniche e strumentalità di base usate in modo non sempre autonomo e sicuro

LIVELLO INIZIALE 5 > Acquisizione parziale delle conoscenze e delle competenze. Difficoltosa applicazione di concetti e procedure. Scarsa autonomia e padronanza nell’utilizzo degli strumenti propri delle discipline.
4 > Conoscenze non acquisite o frammentarie e competenze non sviluppate. Impegno discontinuo, autonomia insufficiente. Limitata la partecipazione al contesto di lavoro.

64 INDICE
ESAME DI STATO CONCLUSIVO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE
CLASSE TERZA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

VALUTAZIONEDEI LIVELLI DI ITALIANO-MATEMATICA-INGLESE SECONDO IL SISTEMA NAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DEL SISTEMA EDUCATIVO (INVALSI) CHE FANNO
PARTE INTEGRANTE DEL CERTIFICATO DELLE COMPETENZE

DESCRIZIONE DEL LIVELLO

ITALIANO

LIVELLO L’allievo/a individua singole informazioni date esplicitamente in parti circoscritte di un testo. Mette in relazione informazioni facilmente rintracciabili nel testo e utilizzando anche conoscenze
1 personali, Ricava semplici informazioni non date esplicitamente. Conosce e usa parole del lessico di base, e riesce a ricostruire il significato di singole parole o espressioni non note ma facilmente
comprensibili in base al contesto. Svolge compiti grammaticali che mettono a fuoco un singolo elemento linguistico e in cui è sufficiente la propria conoscenza naturale e spontanea della lingua

LIVELLO L’ allievo/a individua informazioni date esplicitamente in punti anche lontani del testo. Ricostruisce significati e riconosce relazioni tra informazioni ad esempio di causa ed effetto) presenti in una
2 parte estesa di testo. Utilizza elementi testuali (ad esempio uso del corsivo, aggettivi, condizionale, congiuntivo) per ricostruire l’intenzione comunicativa dell’autore in una parte significativa del
testo. Conosce e usa parole ed espressioni comuni, anche astratte e settoriali, purché legate a situazioni abituali. Svolge compiti grammaticali in cui la conoscenza naturale e spontanea della lingua
è supportata da elementi di riflessione sugli aspetti fondamentali della lingua stessa

LIVELLO L’ allievo /a individua una o più informazioni fornite esplicitamente in una porzione ampia di testo, distinguendo da altre non pertinenti. Ricostruisce il significato di una parte o dell’intero testo
3 ricavando informazioni implicite da elementi testuali (ad esempio punteggiatura o congiunzioni) anche mediante conoscenze ed esperienze personali. Coglie la struttura del testo (ad esempio titoli,
capoversi, ripartizioni interne) e la funzione degli elementi che la costituiscono. Conosce e usa parole ed espressioni comuni, anche non legate a situazioni abituali. Conosce ed utilizza le forme e le
strutture di base della grammatica e la relativa terminologia

LIVELLO L’allievo/a riconosce e ricostruisce autonomamente significati, espliciti e impliciti. Riorganizza le informazioni secondo un ordine logico- gerarchico. Comprende il senso dell’intero testo e lo
4 utilizza per completare in modo coerente una sintesi data dal testo stesso. Coglie il tono generale del testo (ad esempio ironico o polemico) o di sue specifiche parti. Padroneggia un lessico ampio
e adeguato al contesto. Conosce e utilizza i principali contenuti grammaticali eli applica all’analisi e al confronto di più elementi linguistici (parole, gruppi di parole, frasi)

LIVELLO L’allievo/a riconosce e ricostruisce autonomamente significati complessi, espliciti e impliciti in diversi tipi di testo. Coglie il senso del testo al di là del suo significato letterale, e ne identifica tono,
5 funzione e scopo anche elaborando elementi di dettaglio o non immediatamente evidenti. Riconosce diversi modi di argomentare. Mostra una sicura padronanza lessicale e affronta compiti
grammaticali che richiedono di analizzare e confrontare strutture linguistiche complesse, tenendo sotto controllo contemporaneamente più ambiti della grammatica (ad esempio sintassi e
morfologia)

DESCRIZIONE DEL LIVELLO

65 INDICE
DESCRIZIONE DEL LIVELLO

MATEMATICA

LIVELLO L’allievo /a utilizza conoscenze elementari e semplici abilità di base, prevalentemente acquisite nella scuola primaria. Risponde a domande formulate in maniera semplice relative a situazioni
1 scolastiche abituali per la scuola secondaria di primo grado o a contesti che richiamano l’esperienza comune, direttamente ed esplicitamente collegate alle informazioni contenute nel testo.

LIVELLO L’allievo /a conosce le nozioni fondamentali previste dalle Indicazioni nazionali di matematica per la scuola di primo grado ed esegue procedimenti di calcolo e procedure di base. Utilizza le
2 rappresentazioni abituali degli oggetti matematici studiati (ad esempio i numeri decimali) e ricerca dati in grafici e tabelle di vario tipo conosciuto e risponde a domande in cui il collegamento tra
la situazione proposta e la domanda è diretto e il risultato è immediatamente interpretabile e riconoscibile nel contesto.

LIVELLO L’allievo /a utilizza le abilità di base acquisite nella scuola secondaria di primo grado e collega tra loro le conoscenze fondamentali. Risponde a domande che richiedono semplici ragionamenti a
3 partire dalle informazioni e dai dati o che richiedono il controllo dei diversi passaggi risolutivi e del risultato. Risolve problemi in contesti abituali o che presentano elementi di novità, per esempio
nelle rappresentazioni diverse di uno stesso oggetto matematico (ad esempio numeri decimali e frazioni

LIVELLO L’allievo /a conosce anche in casi ordinari principali oggetti matematici (ad esempio una figura geometrica) incontrati nella scuola secondaria di primo grado e utilizza con efficacia le conoscenze
4 apprese. Risponde a domande nelle quali le informazioni non sono esplicitamente collegate alle richieste, ma che richiedono una interpretazione della situazione proposta, anche in contesti non
abituali. Riesce a costruire un modello con il quale operare, anche utilizzando a livello semplice il linguaggio simbolico proprio della matematica Utilizza diverse rappresentazioni degli oggetti
matematici conosciuti, in particolare dei numeri. Descrive il proprio ragionamento per giungere a una soluzione e riconosce tra diverse argomentazioni per sostenere una tesi quella corretta.
Produce argomentazioni a supporto di una risposta data, in particolare sulla rappresentazione di un insieme di dati

LIVELLO L’allievo /a utilizza con sicurezza gli aspetti concettuali e procedurali degli argomenti più importanti proposti nelle Indicazioni nazionali di matematica per la scuola secondaria di primo grado.
5 Risponde a domande che richiamano situazioni non ordinarie per le quali è necessario costruirsi un modello adeguato. Utilizza diverse rappresentazioni degli oggetti matematici e passa con
sicurezza da una all’altra, Illustra e schematizza procedimenti e strategie risolutive dei problemi e fornisce giustificazioni con linguaggio adeguato al grado scolastico, anche utilizzando simboli, in
tutti gli ambiti di contenuto (numeri, spazio e figure, relazioni e funzioni, dati e previsioni)

DESCRIZIONE DEL LIVELLO

66 INDICE
DESCRIZIONE DEL LIVELLO INGLESE – ASCOLTO ( LISTENING )

LIVELLO QCRE: PRE- A1 L’allievo/a è in grado di comprendere domande e affermazioni brevi e molto semplici purchè siano enunciate lentamente e con chiarezza, combinando le parole e elementi visivi o gesti per
facilitarne la comprensione, e ripetendo se necessario

LIVELLO QCER: A 1 L’allievo /a è in grado di seguire un discorso molto lento e ben articolato con lunghe pause che gli/le permettano di assimilarne il significato

LIVELLO QCER: A 2 L‘allievo /a è in grado di comprendere frasi ed espressioni relativi ad ambiti d’immediata rilevanza (per esempio informazioni elementari su se stesso e sulla famiglia, sul fare acquisti, sul contesto
territoriale, sul lavoro) se enunciate in modo chiaro ed articolate lentamente

DESCRIZIONE DEL LIVELLO INGLESE – LETTURA ( READING )

LIVELLO QCRE: PRE- A1 L‘allievo/a è in grado di riconoscere parole di uso quotidiano accompagnate da immagini, per esempio il menù di un ristorante fast-food corredato da foto o un libro illustrato contenente lessico
di uso comune

LIVELLO QCER: A 1 L’allievo /a è in grado di comprendere testi molto brevi e semplici leggendo una frase alla volta, cogliendo nomi conosciuti, parole e frasi elementari di uso comune rileggendo se necessario

LIVELLO QCER: A 2 L‘allievo /a è in grado di comprendere testi brevi e semplici che contengono il lessico di maggiore frequenza, compreso un certo numero di termini conosciuti e usati a livello internazionale

Le abilità attese per la lingua inglese al termine del primo ciclo di istruzione sono riconducibili al livello A2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento (QCER) per le lingue del Consiglio
d’Europa, come indicato dai traguardi di sviluppo delle competenze delle indicazioni nazionali per la scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione

67 INDICE