Sei sulla pagina 1di 38

Layout creativo

PER DIVENTARE UN GRAPHIC DESIGNER OCCORRE SVILUPPARE LE ABILITA’ GRAFICO-SPAZIALI

ATTRAVERSO FORME, COLORI, IMMAGINI, TESTI.

Per “imparare ad osservare” a comprendere e ad utilizzare

proviamo a prendere spunto da ciò che segue…


Guardiamo questo… Due semplici lettere combinate creano un logo.

Sai chi lo ha fatto?


Layout creativo

MAX HUBER
http://www.sitographics.it/imagini_huber.htm
DINAMISMO COMPOSITIVO

RIPETIZIONI DI ELEMENTI
CON VARIAZIONI

TIPOGRAFIA:
CARATTERI GRAZIATI E NON

FOTOGRAFIA: SCONTORNO

STAMPA:
SOVRAPPOSIZIONE /
SOVRASTAMPA COLORE

RITMO E MOVIMENTO:
LINEE E TESTO OBLIQUI
CON DIVERSE INCLINAZIONI

GRANDE/PICCOLO:
CREA PIU’ PIANI (COME IN FOTOGR.)
OLTRE LA BIDIMENSIONALITA’
QUESITO….

E’ un contenitore, una forma con delle misure precise, è uno


spazio delimitato dai bordi, al cui interno si trovano elementi come
testi, immagini, forme, illustrazioni della nostra comunicazione.

Cos’è?
I designer dicono “E’ lo spazio ad essere impaginato, non gli elementi”.
Hai mai riflettuto…

…sulle possibilità

di uso creativo del formato?


Hai mai riflettuto…

…e sulle possibilità

di uso creativo dello sfondo?


Hai mai riflettuto…sulle possibilità di uso creativo dello sfondo?
Hai mai riflettuto…sulle possibilità di uso creativo dello sfondo?
Layout creativi

Il formato del progetto cambia

la natura e le relazioni tra gli elementi e


impone alcune scelte al nostro lavoro.

Ogni spazio ha una sua forma di partenza,


quello maggiormente utilizzato è

il formato rettangolare.

La dimensione del formato dipende dall’uso


che se ne deve fare (es. un catalogo può
entrare in una borsetta), oppure
dall’ambiente con cui interagisce.
Layout creativi
Se non abbiamo uno spazio preciso entro cui distribuire degli elementi non possiamo determinare

piani, posizioni, dimensioni (grande/piccolo), andamenti o direzioni (orizzontale/verticale/obliquo).

Ogni elemento è dotato di forma, dimensione e peso visivo.

Layout creativi

LA DIMENSIONE E LA VARIAZIONE

DEGLI ELEMENTI

Il testo prende l’intera composizione.

Il suo andamento verticale imprime

una tensione molto forte e le lettere premono


quasi sul perimetro del rettangolo.

Design by
Archie Ferguson
Layout creativi

Architettura Architettura
Layout creativi

Architettura
Architettura
Layout creativi

L’ORIENTAMENTO

La rotazione di testo, immagini,


forme nello spazio imprimono

un senso di movimento

alla composizione e creano un


certo impatto visivo.

Rispetto alla classica


disposizione del testo
orizzontale o verticale,

la variazione dell’inclinazione
degli assi ortogonali,

crea movimento nella


composizione.

Design by Design by
Josef Muller-Bochmann Aldo Calabresi
Layout creativi

Design by
Aldo Calabresi

Design by
Alan Fletcher
Layout creativi

La relazione tra elementi nello


spazio compositivo genera
tensioni visive.
Layout creativi

La relazione tra elementi nello


spazio compositivo genera
tensioni visive.
Layout creativi

COMBINAZIONE DI PIU’ ELEMENTI E LORO


CONFIGURAZIONE

La configurazione è la tendenza ad associarsi


degli elementi percettivi in un sistema unitario,
un tutto che non è la somma delle parti, ma
una nuova realtà visiva autonoma.

Le leggi della Gestalt aiutano ad organizzare le


configurazioni nel campo visivo.

Legge della vicinanza, continuità di direzione,


di somiglianza, chiusura, pregnanza della
forma,

https://www.pinterest.it/pin/377739487472525907/
Layout creativi

Le potenzialità del taglio fotografico

Il compito del grafico non è chiaramente quello

di saper scattare una fotografia,

ma di saperne individuare, comprendere e sfruttare

le potenzialità visive in funzione comunicativa.

Taglio, dimensione o orientamento dicono cose diverse

al pubblico.
Layout creativi
Layout creativi

Manifesto di Josef Muller-Brochkmann, 1953


APPLES

Layout creativi

Copertina Ori Kometani, MIT Press, 1998


Layout creativi

Ricordate che l’immagine può essere


fatta interagire con forme particolari che
ne modificano ulteriormente

il messaggio comunicativo e

la forza espressiva.
Layout creativi

Il taglio fotografico
può risultare ancora
più interessante

se spostiamo un
soggetto nello
spazio della
composizione, dopo
averlo ritagliato dal
suo sfondo
originario.

Copertina Michael Ian Kaye,


Copertina Roy Kuhlman, Grove Press, 1958
per Ferrar, Straus & Giroux, 1996
Layout creativi

Proviamo a riflettere sul rapporto tra immagine scontornata e sfondo,

rotazione dell’immagine e dimensione.


Layout creativi

Il collage fotografico è una pratica molto usata dalle avanguardie storiche.

Aleksandr Rodčenko

Filippo Tommaso Marinetti


Layout creativi

Le avanguardie russe fanno una grande sperimentazione sulla fotografia,


per cui abbiamo punti di vista davvero inusuali, di forte impatto visivo e
forza espressiva.
Layout creativi
Herbert Matter nelle copertine di Penguin edizioni, usa il collage fotografico in cui il
messaggio visivo si serve di immagini di generi e di dimensioni diverse inserendole nella
stessa composizione. I ritagli vengono utilizzati come singoli elementi, che inseriti in un
nuovo contesto, creano un’immagine di nuovo significato.
Layout creativi

Alle avanguardie storiche si deve anche l’uso della


sovrapposizione e fusione dell’immagine fotografica.

Anche qui siamo in Russia ai primi decenni del Novecento.


Layout creativi

Modificare una foto in bianco e nero ne aumenta


la drammaticità e la potenza visiva,

rispetto ad una a colori.

I contrasti di luci e ombre caricano di tensione


l’atmosfera.

Giocare su bianco e nero porta anche ad una


certa raffinatezza del risultato.

Questa scelta di contrasti

evidenti

può addirittura arrivare

alla simulazione del

tratto a mano.
Manifesto di Antonio Giancontieri, 1999
Layout creativi

In questo caso, partendo da fotografie in bianco e nero si è introdotto il


colore creando bicromie, che creano un effetto molto curato sull’immagine.
Layout creativi

Si può anche partire da un’immagine contrastata

e ridurla ad un numero limitato di colori.

In questo caso parliamo di posterizzazione.


Layout creativi

Sfocature e scie dovute al movimento, distorsioni, alterazioni di opacità,


sovrapposizioni di texture possono rendere l’immagine carica

di mistero o intensità.
Layout creativi

La fotografia può essere usata non solo come strumento di


rappresentazione della realtà, ma come veicolo simbolico conferito
dall’uso degli effetti che caricano l’immagine di forte tensione espressiva.