Sei sulla pagina 1di 9

ETÀ MODERNA

- DATE CONVENZIONALI: 1492 (SCOPERTA AMERICA) – 1789 (RIVOLUZIONE FRANCESE)


- CUSANO (FILOSOFO ETÀ MODERNA) DICE CHE SONO STATE FATTE PIÙ SCOPERTE IN QUESTI

TRE SECOLI CHE IN MILLE ANNI DI STORIA MEDIEVALE

- SCOPERTE E INNOVAZIONI:
 1455 STAMPA (GUTHENBERG)
 POLVERE DA SPARO
 BUSSOLA
 RIVOLUZIONE ASTRONOMICA (VISIONE ELIOCENTRICA VS GEOCENTRICA)
- 4 PERIODI ETÀ MODERNA:
 UMANESIMO E RINASCIMENTO (‘400-‘500)
 RIVOLUZIONE ASTRONOMICA (‘500-‘600)
 ILLUMINISMO (‘700)
 IDEALISMO TEDESCO (‘800) [FEDE NELLA RAGIONE, NEL PROGRESSO]
- L’ETÀ MODERNA NASCE NEL ‘400 CON IL FENOMENO DELL’UMANESIMO, CHE SI PROPONE DI

RIDARE VITA ALLA CULTURA CLASSICA CHE PONEVA AL CENTRO DEI SUOI INTERESSI L’UOMO,

LA SUA DIGNITÀ E LA SUA LIBERTÀ

- TALE PROGETTO PROSEGUE NEL ‘500 IN TUTTA EUROPA COL RINASCIMENTO, CORRENTE CHE
SI UNISCE ALL’IDEALE DI RINNOVAMENTO RELIGIOSO E SPIRITUALE AVVIATO DALLA RIFORMA
PROTESTANTE = ANNI DI GRANDI CAMBIAMENTI (SCOPERTA NUOVO MONDO,
OCCIDENTALIZZAZIONE, RIFORME RELIGIOSE…)

- UMANESIMO  HA ORIGINE NELLE CITTÀ ITALIANE, IN PARTICOLARE A FIRENZE  UOMO AL

CENTRO DI TUTTO, INTERESSE PER LE HUMANES LITTERAE

- RINASCIMENTO  SI DIFFONDE IN EUROPA  RINNOVAMENTO IN TUTTI I CAMPI, CRITICA LA

CULTURA ECCLESIASTICA MEDIEVALE, RITORNO AL CRISTIANESIMO ORIGINARIO, ATTENZIONE

PER NATURA

- RINASCITA DOPO IL BUIO PERIODO MEDIEVALE (SEPPUR IL MEDIOEVO NON VADA

CONSIDERATO SOTTO UNA LUCE DEL TUTTO NEGATIVA, PER GLI UOMINI DEL TEMPO LE

GUERRE, LE EPIDEMIE, LE DIFFICOLTÀ CHE HANNO CARATTERIZZATO QUEGLI ANNI HANNO

RESO L’ETÀ MEDIEVALE UN’ETÀ OSTILE E CHIUSA DAL PUNTO DI VISTA CULTURALE)

- NEL MEDIOEVO VIGEVA UNA VISIONE TEOCENTRICA (DIO AL CENTRO) E L’UOMO ERA

CONSIDERATO COME QUALCOSA DI INSIGNIFICANTE INNANZI L’ONNIPOTENZA DIVINA


- NEL RINASCIMENTO, INVECE, ANCHE SE DIO È SEMPRE POSTO AL VERTICE, L’UOMO ASSUME

PIÙ IMPORTANZA. LA VITA È UN DONO DI DIO


- SECONDO PICO DELLA MIRANDOLA “L’UOMO È L’INTERMEDIARIO TRA LA TERRA E DIO”
- PER GLI ARISTOTELICI IL SANGUE PARTIVA DAL CERVELLO E MEDIEVALI NON HANNO MAI

MESSO IN DISCUSSIONE LE IDEE DEI SAGGI DELL’ANTICHITÀ. POI, PERÒ, HARVEY SCOPRE LA

CIRCOLAZIONE DEL SANGUE (SEZIONANDO I CADAVERI  PROIBITO NEL MEDIOEVO:

DISSACRAZIONE DEL CORPO)

- SPERIMENTARE È IMPORTANTE
- VENGONO RIPRESI I FILOSOFI CLASSICI, IN PARTICOLARE PLATONE (A FIRENZE) E

ARISTOTELE (A PADOVA)
 MARSILIO FICINO FONDA NELLA FIRENZE MEDICEA L’ACCADEMIA PLATONICA. HA
CERCATO DI CONCILIARE LE IDEE PLATONICHE CON IL CRISTIANESIMO. FICINO CONSIDERA

L’ANIMO UMANO COME COPULA MUNDI (ANIMA AL CENTRO DELL’UNIVERSO)  A METÀ

STRADA TRA TERRA E CIELO, PERCIÒ PUÒ ELEVARSI A DIO [RICORDA PLOTINO: ASCESA

VERSO L’UNO]

 PICO DELLA MIRANDOLA DEDICA TUTTA LA SUA VITA ALLO STUDIO: VEDE L’UOMO A METÀ

TRA CIELO E TERRA, PUÒ PLASMARSI COME VUOLE, PUÒ DIVENTARE BRUTO E

ABBASSARSI ALLE COSE TERRENE O DIVENTARE ANGELO E INNALZARSI ALLE COSE

SPIRITUALI, CELESTI, PURE (PERCHÉ DIO HA DATO LA LIBERTÀ ALL’UOMO: LIBERO

ARBITRIO). DIO DECIDE DI CREARE L’UOMO PERCHÉ HA BISOGNO DI QUALCUNO CHE

CONTEMPLI E APPREZZI LA BELLEZZA E LA GRANDEZZA DELLA SUA OPERA, LA CREAZIONE

DELL’UNIVERSO. CREÒ L’UOMO AFFINCHÉ QUESTO FOSSE LIBERO DI CREARSI UNA

PROPRIA IMMAGINE. IN OGNI UOMO SON GETTATI I SEMI DEI VARI MODI DI ESSERE E DI

DIVENIRE, MA SARÀ SOLO COSTUI A DECIDERE SE COLTIVARE UN SEME PIUTTOSTO CHE

UN ALTRO.

 FILOLOGIA  STUDIO E COMMENTO CLASSICI FILOSOFIA


 ARISTOTELE VIENE RIPRESO SOPRATTUTTO PER GLI ASPETTI NATURALISTICI
 PIETRO POMPONAZZI SCRIVE UN TESTO SULL’ANIMA  “È INDISSOLUBILMENTE LEGATA

AL CORPO: ALLA MORTE DEL CORPO MUORE ANCHE L’ANIMA  VS CHIESA. PER EVITARE

UNA CONDANNA PER ERESIA, POMPONAZZI AFFERMA CHE VI SONO DUE VERITÀ:
 VERITÀ FILOSOFICA: ANIMA MORTALE
 VERITÀ RELIGIOSA: ANIMA IMMORTALE
 SI NASCE COME TABULA RASA: BISOGNA STUDIARE IL MONDO PER POTERLO CONOSCERE
 L’UOMO DEVE SCOPRIRE LE LEGGI DELLA NATURA  LA NATURA È STATA CREATA DA

DIO, IL QUALE LE HA DATO DELLE LEGGI SCIENTIFICHE CHE L’UOMO DEVE CONOSCERE
- PER STUDIARE LA NATURA NEL MEDIOEVO CI SI POTEVA BASARE SOLO SULLA BIBBIA
- LA NATURA NON VIENE PIÙ GUARDATA UNICAMENTE COME ESPRESSIONE DEL POTERE DIVINO,

BENSÌ VIENE VISTA DOTATA DI LEGGI PROPRIE, CHE VANNO INDIVIDUATE, SCOPERTE

GIORDANO BRUNO
(1548 – 1600)

- NASCE A NOLA, VICINO A NAPOLI


- A 18 ANNI ENTRA NEL CONVENTO DEI DOMENICANI, MA VI RESTA POCO PERCHÉ LEGGE LIBRI

VIETATI DAL TRIBUNALE DELL’INQUISIZIONE (AD ESEMPIO QUELLI SU COPERNICO)


- COMPIE NUMEROSI VIAGGI IN ITALIA E IN EUROPA
- CONSIDERATO UN ERETICO, VIENE ARRESTATO E ARSO VIVO A ROMA NELLA PIAZZA DI

CAMPO DE’ FIORI


DE L’INFINITO UNIVERSO E MONDI
- PER BRUNO LA TERRA NON È AL CENTRO DELL’UNIVERSO E RITIENE CHE L’UNIVERSO SIA

INFINITO (SE È INFINITO NON PUÒ ESSERCI UN CENTRO)

- NELL’UNIVERSO, DIO, È IMMANENTE (È DENTRO, È INSITO IN OGNI COSA), NON

TRASCENDENTE (AL DI LÀ, AL DI SOPRA DELL’UNIVERSO) = VISIONE PANTEISTICA (DIO È IN

TUTTO)

- L’UNIVERSO È UNO, INFINITO, IMMOBILE, NON PUÒ ESSERE GENERATO, NÉ CORROTTO, NON

PUÒ CRESCERE O DIMINUIRE, NON PUÒ ESSERE MISURATO

- CHIAMA DIO “MENS INSITA OMNIBUS” = MENTE CHE STA IN OGNI COSA

LE CARATTERISTICHE DELLA SCIENZA

- DAL 1543  ANNO PUBBLICAZIONE LA RIVOLUZIONE DEI CORPI CELESTI DI COPERNICO


- AL 1687  ANNO PUBBLICAZIONE I PRINCIPI MATEMATICI DELLA FILOSOFIA NATURALE DI

NEWTON
- PASSAGGIO DAL GEOCENTRISMO (TOLOMEO) ALL’ELIOCENTRISMO (COPERNICO, TESI

SOSTENUTA ANCHE DA BRUNO E GALILEO)


- SCOPERTA DELLA CIRCOLAZIONE DEL SANGUE (TUTTO PARTE DAL CUORE E NON DAL

CERVELLO)

- CARATTERISTICHE TEORIA SCIENTIFICA:


 UNIVERSALITÀ
 CONTROLLO
 VERIFICABILITÀ / FALSIFICABILITÀ
 METODO IMPIEGATO: OSSERVAZIONI (ESPERIENZA DIRETTA)
 ANTITRADIZIONALISTA (NON ACCETTA PENSIERI PRECEDENTI MA LI SOTTOPONE A

CRITICA)

GALILEO GALILEI
(1564 – 1642) PP. 76-83

- NASCE A PISA
- RICEVE LA PRIMA FORMAZIONE A FIRENZE
- STUDIA MATEMATICA
- OTTIENE LA CATTEDRA DI MATEMATICA A PISA
- OPERA PRESO L’UNIVERSITÀ DI PADOVA
- HA RIPRESO TEORIA COPERNICANA AFFERMANDO CHE LA TEORIA È VERA E NON UNA

SEMPLICE IPOTESI

- CONSIDERATO ERETICO DAL SANT’UFFIZIO È COSTRETTO ALL’ABIURA DELLE SUE TEORIE

“ABIURO, MALEDICO, E DETESTO I SUDDETTI ERRORI ED ERESIE”  SCONTA LA PENA NELLA

CASA DI ARCETRI (FI)


- OPERA PRINCIPALE: DIALOGO SOPRA I DUE MASSIMI SISTEMI DEL MONDO, TOLEMAICO E

COPERNICANO 1632
- HA COSTRUITO IL CANNOCCHIALE (INVENTATO IN OLANDA E USATO SULLA TERRA) PER

OSSERVARE IL CIELO, COSÌ SCOPRE:

 LA LUNA NON È PERFETTA COME PRIMA SI PENSAVA (CI SONO CRATERI)


 SCOPRE I SATELLITI DI GIOVE
 SCOPRE GLI ANELLI DI SATURNO
 SCOPRE CHE LA VIA LATTEA È UN AMMASSO DI STELLE
 SCOPRE CHE È LA TERRA A GIRARE ATTORNO AL SOLE E NON IL CONTRARIO
 CERCA UNA SPIEGAZIONE PER LE MAREE  DATE DAL MOVIMENTO DELLA TERRA (IN
REALTÀ DALLA LUNA)
 MACCHIE SOLARI
 FASI DI VENERE
 MOTO DEI PROIETTILI
- TUTTO CIÒ NON PIACQUE ALLA CHIESA: NELLE SACRE SCRITTURE GIOSUÈ CHIEDE A DIO DI

FERMARE IL SOLE PER PROLUNGARE IL GIORNO E IL SOLE SI FERMA

- FEDE E RAGIONE NON SONO IN CONTRAPPOSIZIONE TRA LORO, MA SONO DUE VIE PARALLELE:
LA SCIENZA SPIEGA COME VA IL MONDO, LA RELIGIONE COME SI VA IN PARADISO, ENTRAMBE

SONO GUIDATE DALLE MANI DI DIO


- LE SACRE SCRITTURE NON SONO UN TRATTATO SCIENTIFICO, SERVONO COME FINE ETICO-

MORALE

- ATTENZIONE VERSO L’OSSERVAZIONE DEI FENOMENI NATURALI


- I PASSI DEL METODO SCIENTIFICO:
 FORMULAZIONE IPOTESI
 L’IPOTESI DEVE ESSERE VERIFICATA NON LEGGENDO TESTI ANTICHI, MA BASANDOSI

SULLE SENSATE ESPERIENZE (OSSERVAZIONE DIRETTA)

 DIMOSTRAZIONI PER SPIEGARE L’IPOTESI


 CIMENTO (VERIFICA LEGGI E TEORIA)
- GALILEO PARLA DI SENSATE ESPERIENZE E NECESSARIE DIMOSTRAZIONI
- SENSATE ESPERIENZE  ESPERIENZE COMPIUTE MEDIANTE I SENSI, IN PARTICOLARE LA

VISTA

- NECESSARIE DIMOSTRAZIONI  PROCEDIMENTO IPOTETICO-DEDUTTIVO CHE

PERMETTE DI INFERIRE DETERMINATE CONCLUSIONI A PARTIRE DA IPOTESI ELABORATE

GRAZIE A DEDUZIONI LOGICO-MATEMATICHE

- L’OSSERVAZIONE È MOSSA DA IPOTESI INIZIALI (ALTRIMENTI SI RACCOGLIEREBBERO DATI A

CASO)

- IPOTESI E TEORIE DEVONO OTTENERE IL CIMENTO = CONFERMA, VERIFICA

SPERIMENTALE  NON TUTTO PUÒ ESSERE VERIFICATO IN NATURA, PERCIÒ OCCORRE

RIPRODURRE ALCUNE CONDIZIONI IN LABORATORIO

- GALILEO DISTINGUE TRA:


 QUALITÀ OGGETTIVE (PRIMARIE)  RICONDUCIBILI AI RAPPORTI MATEMATICI INSITI NELLA

NATURA E MISURABILI IN MODO OGGETTIVO (ES. ALTEZZA, LUNGHEZZA…)

 QUALITÀ SOGGETTIVE (SECONDARIE)  DIPENDONO DALLA PERCEZIONE SOGGETTIVA

DELL’UOMO, ESISTONO SOLO IN RELAZIONE AI NOSTRI SENSI (ES. SAPORI, ODORI…)


- LO SCIENZIATO DEVE SPOGLIARE LA NATURA DI OGNI CONSIDERAZIONE SOGGETTIVA PER

STUDIARE I RAPPORTI QUANTITATIVI  ANALISI DEI CORPI, DELLE LORO PROPRIETÀ

MISURABILI E DELLE LORO CONNESSIONI CAUSALI

- NEL 1992 GIOVANNI PAOLO II HA TOLTO LA CONDANNA DI ERESIA A GALILEO

FRANCIS BACON
(1561-1626) PP. 84-91

- NASCE A LONDRA
- STUDIA A CAMBRIDGE EA LONDRA  RICEVE FORMAZIONE AVVOCATI ED ESPERTI DI DIRITTO

 SI DEDICA A QUESTI STUDI MALVOLENTIERI “COME ALL’ESTRAZIONE DI UN DENTE CHE FA

MALE”

- LA MORTE DEL PADRE LO LASCIA IN DIFFICILI CONDIZIONI ECONOMICHE


- SI DEDICA ALLA CARRIERA POLITICA
- OTTIENE UN SEGGIO IN PARLAMENTO E DIVENTA PRIMO MINISTRO
- ALL’APICE DELLA SUA FORTUNA VIENE ACCUSATO DI CORRUZIONE: CONDANNATO A PAGARE, A
PERDERE TUTTI I SUOI COMPITI PUBBLICI E POLITICI, ALLA RECLUSIONE (LA RECLUSIONE È CIÒ

CHE DÀ MENO PROBLEMI IN QUANTO DI BREVE DURATA)

- SI DEDICA ALLORA ALLA FILOSOFIA E ALL’INDAGINE SPERIMENTALE


- MUORE DI MALATTIA POLMONARE
- OPERE PRINCIPALI: SAGGI 1597-1612-1625, NOVUM ORGANUM 1620 (PARTE DI UN

PROGETTO PIÙ GRANDE, INSTAURATIO MAGNA), NUOVA ATLANTIDE 1627 (INCOMPLETA)


- NO SCOPERTE SCIENTIFICHE, MA INCARNA FIGURA VERO SCIENZIATO CHE PRIMA DI FARE

QUALSIASI SCOPERTA VUOLE BEN CONDURRE IL SUO METODO

- ATTENTO AL CAMMINO DELLO SCIENZIATO


- LA SCIENZA VUOLE ASSICURARE ALL’UOMO UN MIGLIORAMENTO RADICALE DELLE CONDIZIONI

DI VITA (SAPERE È POTERE)

- GRAZIE A SCIENZA E TECNICA L’UOMO PUÒ ESTENDERE IL SUO DOMINIO SULLA NATURA, CIOÈ

PUÒ OBBEDIRE ALLE SUE LEGGI, CONOSCERLA E RISPETTARNE LA SUA PIÙ INTIMA ESSENZA

- CRITICA IL PRINCIPIO DI AUTORITÀ (C’È CHI SI BASA SUGLI SCRITTI DEL PASSATO). LA SUA

CRITICA NON È VOLTA AD ARISTOTELE, CHE ANZI AMMIRA, MA A CHI PRENDE PER LEGGE I

SUOI SCRITTI E IMPEDISCE IL PROGRESSO. I MODERNI HANNO PIÙ ESPERIENZA


- CRITICA LA DITTATURA ARISTOTELICA  C’È CHI INVECE DI STUDIARE LA NATURA STUDIA LE

OPERE DI ARISTOTELE
- L’UOMO È MINISTRO E INTERPRETE DELLA NATURA  ATTENTO OSSERVATORE CHE PUÒ

SCOPRIRE LE LEGGI DELLA NATURA

- CAPACITÀ DI DOMINARE LA NATURA SENZA USARE VIOLENZA


- LE INVENZIONI, I VIAGGI DI ESPLORAZIONE, LE SCOPERTE HANNO MUTATO RADICALMENTE LA

VITA SULLA TERRA. SAREBBE ASSURDO PER BACON FERMARSI AGLI SCRITTI DEL PASSATO E

NON ANDARE OLTRE

- GLI UOMINI HANNO CAMBIATO MENTALITÀ: HANNO RESTAURATO IL CONTATTO DELLA MENTE

CON LE COSE  VI È STATO UN TEMPO IN CUI GLI UOMINI ASCOLTAVANO LA NATURA, POI GLI

INTELLETTUALI HANNO ALLONTANATO DA ESSA LE LORO MENTI PER AVVICINARSI ALLO STUDIO

DI TESTI CLASSICI E NON AGGIORNATI. L’EPOCA MODERNA È UN’EPOCA DI RESTAURAZIONE, DI

UN RITORNO ALLE ORIGINI

- LA VERITÀ È FIGLIA DEL TEMPO E SI RIVELA GRADUALMENTE ALL’UOMO


- BACON ALLA FIGURA DEL MAESTRO PREFERISCE QUELLA DELL’INVENTORE 
PROFESSIONISTA CHE CONTRIBUISCE AL PROGRESSO DELLA SCIENZA

- CONTRO SUPERSTIZIONI E MAGIA  LINGUA CRIPTICA ED ENIGMATICA, INCOMPRENSIBILE

ALLA GENTE COMUNE. LA SCIENZA NON AMMETTE SEGRETI. LE COSE DEVONO ESSERE

CHIARE E COMPRENSIBILI, ACCESSIBILI A TUTTI. LA MAGIA VUOLE SOLO SUGGESTIONARE LE

PERSONE E SOTTOMETTERLE ALLA SUA INFLUENZA

- NOVUM ORGANUM  DÀ INDIZI CIRCA IL NUOVO METODO SCIENTIFICO: METODO


INDUTTIVO (DAL PARTICOLARE AL GENERALE)  OSSERVARE IN MODO DIRETTO IL

FENOMENO E DA QUI ESTRARRE IPOTESI CHE PUÒ DIVENIRE TEORIA SCIENTIFICA

- PRIMA DI TUTTO BISOGNA “PULIRE” LA MENTE DELL’UOMO DA TUTTI I PREGIUDIZI CHE

OSCURANO LA RAGIONE

- 4 TIPI DI PREGIUDIZI CHE OSTACOLANO IL RAGGIUNGIMENTO DELLA VERITÀ:


 IDOLA TRIBUS  IDOLI TRIBÙ: RADICATI NELLA SPECIE UMANA E APPARTENENTI A TUTTI

GLI UOMINI. L’UOMO SI SENTE SUPERIORE ALLA NATURA PERCHÉ È CONVINTO CHE ESSA

SIA REGOLATA DA LEGGI BANALI. SI CONSIDERANO LE COSE IN BASE AI PROPRI SCHEMI

MENTALI / BISOGNI
 IDOLA SPECUS  IDOLI DELLA SPELONCA: L’EDUCAZIONE CHE UNA PERSONA RICEVE PUÒ
INFLUENZARE IL MODO DI VEDERE LA REALTÀ. PREGIUDIZI CHE DERIVANO DALLE PAROLE

(SCORRETTE, VUOTE)
 IDOLA FORI  IDOLI DEL MERCATO: RICHIAMO PER SOSTENERE L’ESIGENZA PER LO

SCIENZIATO DI AVERE UN LINGUAGGIO CORRETTO, PRECISO


 IDOLA THEATRI  IDOLI DEL TEATRO: BISOGNA ELIMINARE CONOSCENZE DEI FILOSOFI

PRECEDENTI  COME A TEATRO FALSA REALTÀ (RACCONTI, MITI NON PERMETTONO IL

PROGRESSO COME LE ARTI MECCANICHE)

- LA MENTE DELL’UOMO ARRIVA SOLO AL MONDO FISICO, NON PUÒ ANDARE OLTRE  NON HA

POTENZIALITÀ AL DI LÀ DEL MONDO FISICO

- DOPO ESSERSI LIBERATO DEI PREGIUDIZI LO SCIENZIATO PUÒ USARE IL METODO INDUTTIVO
- PRIMO GRADINO: OSSERVAZIONE DIRETTA  NON DEVE ESSERE FATTA A CASO, BISOGNA

AVERE TAPPE BEN PRECISE DA SEGUIRE (È LA RACCOLTA DATI CHE DEVE SEGUIRE CANONI

PRECISI)

- 3 SCHEMI SU CUI BASARE L’OSSERVAZIONE:


 TAVOLA DELLA PRESENZA  SCRIVERE TUTTE LE SITUAZIONI IN CUI IL FENOMENO CHE

VIENE OSSERVATO DI PRESENTA

 TAVOLA DELL’ASSENZA  SEGNARE TUTTE LE SITUAZIONI IN CUI TALE FENOMENO NON SI

PRESENTA

 TAVOLA DELLE COMPARAZIONI (O DEI GRADI)  CONFRONTARE LE SITUAZIONI IN CUI IL

FENOMENO SI PRESENTA CON INTENSITÀ DIVERSE

- SECONDO GRADINO: FORMULARE IPOTESI (LA PRIMA VENDEMMIA)


- TERZO GRADINO: CONDURRE ESPERIMENTI CON LO SCOPO DI VERIFICARE O FALSIFICARE

L’IPOTESI

- VENGONO CONDOTTI PIÙ ESPERIMENTI DI CUI L’ULTIMO È QUELLO CRUCIALE  SE L’IPOTESI

VIENE VERIFICATA DIVENTA TEORIA SCIENTIFICA

- PROCEDERE IN MODO GRADUALE E SENZA FARE SALTI


- UNA TEORIA SCIENTIFICA DEVE ESSERE CONDIVISA DA TUTTI
- PER BACON LA SCIENZA DEVE ESSERE MESSA A DISPOSIZIONE DELL’UOMO
- LA TECNICA PERMETTE LA COSTRUZIONE DI STRUMENTI SEMPRE PIÙ PERFEZIONATI, PRECISI

CHE POSSONO AIUTARE L’UOMO

- LA MANO E L’INTELLETTO DELL’UOMO NON BASTANO  SERVE ANCHE LA TECNICA


- CIÒ CHE DIVERSIFICA GLI UOMINI È LA CAPACITÀ TECNICA ACQUISITA, NON CULTURA, RAZZA,

IDEE

NUOVA ATLANTIDE
- IDEALE CITTÀ DELLA SCIENZA E DELLA TECNICA
- GRANDE LABORATORIO SPERIMENTALE IN CUI SCIENZIATI COLLABORANO TRA LORO
- DIVISIONE DEL LAVORO
- REALIZZAZIONE DI INVENZIONE
- SCOPERTE
- SOCIETÀ FELICE E PACIFICA CHE HA SCONFITTO L’IGNORANZA, LA VIOLENZA E LA

SUPERSTIZIONE