Sei sulla pagina 1di 4

3/9/2020 Collezione di orologi dell'URSS :: Collezione di orologi dell'URSS :: Storia dell'industria orologiera sovietica

← Home


Storia dell'industria orologiera sovietica
1. Prima della rivoluzione
2. 1917–1930
3. 1930–1941
4. 1941–1946
5. 1946–1964
6. 1964–1980
7 . 1980-1993.
8. orologio moderno della Russia

Prima della rivoluzione


I primi orologi apparsi in Russia erano solari. Nei secoli XI-XII ,
gli antichi russi costruirono cattedrali, templi e chiese, la cui
architettura fu progettata e utilizzata per misurare il tempo e
determinare vari valori astronomici. C'erano edifici religiosi con
meridiane a Kiev, Vladimir, Yaroslavl, Novgorod, Suzdal,
Rostov, Chernigov. Alcuni di loro sono sopravvissuti fino ad
oggi.

Nel 1404 apparve a Mosca il primo orologio meccanico da torre.


Lazar Serbin , un monaco della Montagna Sacra, ha installato un orologio da torre con quadrante rotto
alle 17 sul campanile del Cremlino di Mosca (il numero massimo di ore di luce diurna a giugno per la
Russia centrale). Durante il XV e il XVIII secolo, gli orologi da torre apparvero in molte grandi città
della Russia. Durante la loro costruzione sono stati utilizzati meccanismi stranieri e domestici, a volte
fatti in casa (anche in legno!).

Nel XVII secolo in Russia, insieme agli orologi da torre, furono ampiamente utilizzati anche orologi da
parete, da tavolo e da tasca. In questo periodo a Mosca, in via Myasnitskaya, fu creata un'istituzione
speciale, nota come Chasovoy Dvor . Qui vivevano e lavoravano orologiai, sia russi che stranieri,
emigrati in Russia, dove a quel tempo il mercato dei loro prodotti era praticamente illimitato. In totale,
nel periodo dal XV alla metà del XIX secolo, diverse centinaia di orologiai che lavoravano in varie città
lavoravano sul territorio dell'Impero russo, mantenendo i propri laboratori ( i fratelli Butenop, Mosca;
Nikolay Chizhov, San Pietroburgo ; Ivan Kulibin, Nizhny Novgorod; la dinastia Bronnikov a
Vyatka). Ma, nonostante ciò, l'orologeria russa non è andata oltre il quadro artigianale e non ha ricevuto
ulteriori sviluppi. Gli industriali nazionali si sono allontanati da questo tipo di produzione, che si
trovava in condizioni sfavorevoli "grazie" alla "debole metallurgia leggera russa e alla forte concorrenza
dei prodotti di orologi importati dall'estero, i cui dazi erano estremamente bassi. Gli orologi costosi più
complessi sono stati tassati più in alto, tuttavia, aggirando questa situazione, sono stati importati nel
paese in forma smontata. Così, le case commerciali nazionali che conquistarono il mercato russo entro
la fine del XIX secolo ( Pavel Bure, G. Moser and Co, Henrikh Kan, V. Gabu, Friedrich Winter,
Brothers Chetunove molti altri), che rilasciavano orologi con i propri marchi, dipendevano da parti e
accessori importati importati. Montaggio del cacciavite ...

Entro il primo decennio del 20 ° secolo, solo gli orologi da parete primitivi furono prodotti in Russia in
quantità enormi - oltre 200.000 pezzi all'anno . La produzione di orologi da parete di classe superiore
variava da 1500 a 2000 pezzi / anno, le sveglie venivano prodotte oltre 15.000 pezzi / anno. Diversi
laboratori presso le agenzie governative producevano cronometri da marina, orologi da ponte, orologi a
pendolo astronomici, diversi pezzi all'anno.

ussr-watches.ru/history.shtml 1/4
3/9/2020 Collezione di orologi dell'URSS :: Collezione di orologi dell'URSS :: Storia dell'industria orologiera sovietica

1917-1930
Dopo la Rivoluzione d'Ottobre del 1917 e il successivo esproprio di proprietà, i bolscevichi ottennero
alcune fabbriche e laboratori per l'assemblaggio di orologi da parete e da tasca. Fino al 1919, la
produzione di orologi nella Russia sovietica era sotto la giurisdizione dell'Agenzia degli orologi, che era
una suddivisione del Consiglio supremo dell'economia nazionale. Nel 1920, sulla base dell'Agenzia, fu
organizzata la Glavtochmekh (Direzione principale della meccanica di precisione, più tardi -
GOSTREST TOCHMEKH ), che comprende:
- fabbriche ferme per la produzione di orologi da parete (ex fabbriche Platov e Reinin);
- diversi magazzini per semilavorati, strumenti per orologi e accessori;
- officine centrali (ex officine "G. Moser");
- circa 150 laboratori di assemblaggio artigianale.

Nelle imprese esistenti, è stata organizzata la produzione di orologi e sveglie da parti importate. Al fine
di ridurre i costi di produzione, nell'aprile 1924 la fabbrica di orologi Nov è stata fusa con la fabbrica
Aviapribor . Nel 1928 iniziò l'assemblaggio di sveglie e sistemi di orologi elettrici nello stabilimento
MEMZ ( impianto elettromeccanico di Mosca). Ma sofisticati dispositivi orari scientifici e tecnici,
orologi da tasca e da polso erano ancora ordinati all'estero.

L'industrializzazione e la collettivizzazione della Terra dei Soviet, le crescenti esigenze materiali e


culturali della popolazione fornirono un'enorme richiesta di dispositivi temporali. Ferrovie e marina,
aviazione ed esercito, scienziati e comuni cittadini richiedevano sempre più ore. TOCHMEKH ha
raccolto pochissimi orologi da tasca e da polso tecnicamente semplici da parti difficili da acquistare per
l'oro in Europa. Dalla metà degli anni '20, il governo sovietico condusse senza successo negoziati di
concessione con le società di orologi svizzere ( P. Buhre, Hy. Moser & Cie, Ulysse Nardin, Doxa,
Tissot, Tavannes Watch Co., Omega, A. R. SA , Longines, Zenith) sull'organizzazione della
produzione congiunta di dispositivi temporali sul territorio dell'URSS. Ma alla fine si è deciso di
acquistare aziende di orologi già pronti.

Nel 1929, in America, l'ufficio commerciale sovietico Amtorg acquisì due fabbriche di orologi in
bancarotta: Duber Hampden di Canton, Ohio, per produrre orologi da tasca e da polso, e Ansonia, da
Brooklyn, New York , per produrre sveglie e orologio da parete. Queste due imprese divennero la base
per la prima e la seconda fabbrica di orologi statali del Trust of Precision Mechanics di Mosca, che già
nel 1930-1931 iniziò a produrre i primi orologi sovietici.

1930-1941
L'industria orologiera sovietica sta guadagnando slancio. Nel 1930, la
fabbrica di taglio della pietra a Peterhof fu ribattezzata "Prima
fabbrica statale di pietre tecniche precise", fu contrassegnata
"TTK-1" (la futura fabbrica di orologi Petrodvorets "Raketa") e
iniziò la produzione di pietre tecniche per l'industria di precisione.
Nel 1932, la 1st State Watch Plant produsse due tipi di orologi da
tasca (Tipo 1 e Tipo 2), orologi da polso da uomo (Tipo 3) e orologi
da polso da donna (Tipo 4). La seconda fabbrica di orologi statali
produce sveglie e deambulatori, nonché sistemi di orologi elettrici,
che, insieme al trust Svyaz - Montazh , sono installati presso aziende e istituzioni in tutta l'Unione
Sovietica.

Nel 1936 il governo dell'URSS firmò un accordo con l'azienda orologiera francese "Lip" per l'acquisto
di movimenti e parti di orologi, e in seguito anche di linee tecnologiche di produzione. Ingegneri e
tecnici francesi hanno supervisionato l'installazione dell'orologeria presso la fabbrica di biciclette ZiF
(Frunze Plant) a Penza, mentre gli ingegneri sovietici hanno completato uno stage in Francia. Nel
dicembre 1938 fu rilasciato il primo orologio da polso da donna del marchio ZIF con il movimento T-18
. Nel maggio 1940, l'azienda ha ricevuto il nome ufficiale della 3a fabbrica di orologi statali e alla fine
di quest'anno tutti i modelli di orologi prodotti qui hanno iniziato a essere prodotti con il marchio
Zvezda.

Ci sono molti orologi da tasca di quegli anni, trasformati in orologi da polso . Coloro che volevano
portare orologi da tasca (o solo soldi) per guardare le officine di riparazione in tutto il paese, i maestri
saldavano gli archi alle custodie da tasca. Lì, sotto l'ordine, venivano realizzate casse da polso, a volte in
argento e oro, le officine producevano anche quadranti - di conseguenza, gli orologi erano
completamente simili a quelli di fabbrica.

ussr-watches.ru/history.shtml 2/4
3/9/2020 Collezione di orologi dell'URSS :: Collezione di orologi dell'URSS :: Storia dell'industria orologiera sovietica

Gli orologi scarseggiano ancora, spesso vengono utilizzati per le premiazioni cerimoniali di comandanti
e soldati dell'Armata Rossa, primi operai in produzione, ottimi studenti di istituti di istruzione superiore.
Ma le fabbriche non riescono ancora a far fronte all'enorme domanda di orologi e, alla fine degli anni
'30 , parte degli ordini furono trasferiti a piccoli artigiani di orologi (Vernoe Vremya, Exact Vremya,
ecc.) E ai trust regionali dell'industria locale (TMP Zh .-D. District , TMP Sok. District , TMP
Comintern. District , ecc. ), Che ha ricevuto un impulso per lo sviluppo durante il periodo NEP. Queste
imprese assemblano orologi da tasca "Tipo 1" così necessari per il paese da parti di fabbrica,
cronometri, cronografi da tasca , padroneggiano il rilascio di un nuovo meccanismo di orologio da polso
da parti del calibro "Tipo 1".

Nell'ottobre 1940, con l'aiuto degli specialisti della Peterhof di Uglich , fu avviato il secondo impianto
per la produzione di pietre tecniche di precisione, "TTK-2" .

E domani c'è stata una guerra ...

1941-1946
Questa sezione è in costruzione. Sarò felice di vederti presto Vieni dentro!

Cordiali saluti, Dmitry.

1946-1964

1964-1980

1980-1993

Orologi moderni della Russia

ussr-watches.ru/history.shtml 3/4
3/9/2020 Collezione di orologi dell'URSS :: Collezione di orologi dell'URSS :: Storia dell'industria orologiera sovietica

***

2009 © Orologi sovietici Il


sito appartiene al collezionista Dmitry Troshin 7712696@gmail.com
Fatto

ussr-watches.ru/history.shtml 4/4