Sei sulla pagina 1di 1

I Neuroni e il Sistema Nervoso

Il sistema nervoso e composto da cellule nervose o neuroni. Essi sono milioni e di diverse misure. I neuroni
sono composti da un lungo assone, definito anche processo o fibra, e da un corpo cellulare. L’informazione
è trasmessa lungo l’assone sotto forma di segnali elettrici. Il sistema nervoso si suddivide in due parti:
cervello + midollo spianale (che passa lungo il centro della spina dorsale) = Sistema Nervoso Centrale (SNC),
mentre tutto il sistema nervoso esterno al sistema nervoso centrale forma il sistema nervoso periferico.
Neurale e neuronale sono termini che si riferiscono ai neuroni come i percorsi neuronali. Un neurone
comunica ed elabora l’informazione, circa gli eventi del mondo esterno. Un’informazione viene trasmessa al
cervello attraverso i neuroni e qui vengono elaborate le decisioni, anch’essa presa da un gruppo di neuroni.
Anche un informazione interna al corpo viene trasmessa al cervello.

L’espressione nervo, descrive un gruppo di assoni che si trovano nel sistema nervoso periferico, l’uno
accanto all’altro, tali da estendersi ad una certa distanza ( simili ad un fascio di fili). All’interno di un nervo
specifico, sono presenti due assoni. Ogni singolo assone è costruito in modo tale che possa trasmettere
l’informazione o verso il SNC o proveniente da esso, ma non in entrambi i sensi. 1)Ex: alcuni potrebbero
trasmettere l’informazione di una mano, un secondo assone potrebbe segnalare un semplice tocco, un terzo
potrebbe segnalare una variazione di temperatura. 2)Ex: Calpestare una spina = A) Il riflesso di rimuovere il
piede dalla spina B) La percezione di un evento traumatico che riguarda la sensazione cosciente di dolore. In
questo caso sono coinvolti tanti neuroni in parallelo: i neuroni nocicettivi, che analizzano le lesioni ai tessuti.
All’estremità si formano segnali elettrici che vengono trasmessi per tutto l’assone del neurone. Nel riflesso,
l’informazione proveniente dal tessuto danneggiato e che raggiunge il muscolo non passa prima dal
cervello. La distanza sarà breve e la reazione rapida. Si può notare comunque che il neurone nocicettivo
comunica con un secondo neurone il quale proietta al cervello l’informazione attraverso il midollo spinale.
Questa informazione ha lo scopo di determinare una sensazione cosciente di dolore alla quale vengono
assegnati dei connotati emozionali negativi, affinché la spina venga introdotta nelle prossime avvertenza da
evitare.

La psicologia ad orientamento biologico, il temine “segnale elettrico”, è usato per spiegare una serie di
impulsi elettrici che percorrono l’intera lunghezza del neurone. Ogni impulso è definito potenziale d’azione.
Questo è uno dei principali linguaggi del sistema nervoso, indipendentemente dall’informazione che viene
trasportata. Cambia la frequenza di ampiezza sul tempo con cui si verificano i potenziali d’ azioni. Se si tocca
una zona calda, un neurone estremo sensibile alle variazioni di temperatura manderà impulsi elettrici
( potenziali d’azione) molto più deboli rispetto a quando si potrebbe toccare una parte incandescente dove
in quel caso la frequenza dei potenziali d’azione potrebbe raggiungere livelli alti. All’interno del neurone, i
potenziali d’azione sono tutti uguali tra loro e viaggiano alla stessa velocità. La codifica dell’informazione
dipende: dal tipo di neurone attivo e da quanti potenziali d’azione si verificano in una unità di tempo nello
specifico neurone. Neuroni Sensoriali: neuroni che trasmettono l’informazione sensoriale al SNC ( neurone
nocicettivo e il neurone sensoriale). Neurone Motorio: trasmette l’informazione dal SNC verso le periferia e
che in questo caso attiva un muscolo. Interneurone: è un neurone che non è né sensoriale né motorio ma
che si trova in una posizione intermedia. Sopra il livello del corpo l’informazione non passa più dal midollo
spinale, essa attraversa i nervi cranici. Ex : l’informazione visiva degli occhi come anche quello uditivo.