Sei sulla pagina 1di 2

Serie B R 16a giornata LUNEDÌ 17 DICEMBRE 2018 LA GAZZETTA DELLO SPORT 33

Alla fine è Gastaldello LE PAGELLE di G. LO.


vimento per non dare movi­
mento al suo marcatore (Ro­
magnoli) oppure a cercare lui
stesso la conclusione. Il Lecce

Brescia pazzo di gioia


crea di più nel primo tempo:
colpo di testa di La Mantia fuo­
ri di poco su lancio di Falco, su­
bito dopo, minuto 25, arriva il

Il Lecce dura un tempo


gol: punizione del solito Man­
cosu dopo uno strampalato ap­
poggio di Alfonso per Tonali,
BRESCIA 7 LECCE 5
marcato e costretto al fallo: la IL MIGLIORE IL MIGLIORE
barriera respinge, riprende DANIELE MARCO
1La zampata dell’esperto difensore firma il ribaltone al 92’ Mancosu che appoggia a Bovo.
Cross al centro, Alfonso respin­
GASTALDELLO MANCOSU

Sesta vittoria di fila al Rigamonti: Corini adesso è secondo ge male, proprio sui piedi di La 7 7
Mantia che non ha difficoltà a
Ci perdoni Donnarumma, ma stavolta Forse distratto dalle voci di mercato
mettere dentro. E finalmente il premiamo chi non è un uomo gol. (Cagliari su tutti), era un po’ in calo.
Brescia ha un accenno di rea­ Troppo importante la prodezza nel Si riscatta con una prova orgogliosa:
BRESCIA 2 zione. Ma le cose non funzio­ recupero. Capolavoro di tempismo. è l’uomo chiave del Lecce. (Haye s.v.)
nano come al solito: manca
LECCE 1 l’uomo dell’ultimo passaggio.
ALFONSO 5 Grave l’errore sul gol, VIGORITO 6 Non aveva preso gol
Non è Spalek, sovrastato da Pe­ rimedia poi con un paio d’interventi. nelle ultime tre partite, battuto due
PRIMO TEMPO 0-1
MARCATORI La Mantia (L) al
triccione, non è Tonali, sfian­ SABELLI 6,5 Frenato nel primo volte ieri. Ma senza colpe.
25’ p.t.; Donnarumma (B) al 6’, cato dal doppio lavoro: frenare tempo, nel secondo si libera di tutte LEPORE 6 Intoccabile un anno fa, solo
Gastaldello (B) al 47’ s.t. Mancosu e impostare. le paure. 4 presenze adesso. Cerca di ripagare
ROMAGNOLI 6,5 Il suo uomo è Falco la fiducia di Liverani.
BRESCIA (4-3-1-2) Alfonso; SI SVEGLIA IL BRESCIA E, sor­ e per 45 minuti lo soffre. Quando cala, LUCIONI 6,5 Non ha problemi con
Sabelli, Gastaldello, Romagnoli, può respirare. Morosini, ma l’intesa con Meccariello
presa!, il Brescia dopo l’inter­ MATEJU 6 Corini lo preferisce stavolta non funziona.
Mateju; Bisoli, Tonali, Ndoj; vallo si trasforma. Per prima
Spalek; Morosini (dal 40’ s.t. a Curcio per avere più copertura. MECCARIELLO 5 L’ex che a Brescia
Cortesi), Donnarumma.
cosa pareggia, merito ovvia­ Sufficiente, niente di più. aveva trovato poco spazio va in
PANCHINA Andrenacci, mente del capocannoniere: BISOLI 6,5 Sbaglia più del dovuto, confusione con Donnarumma.
Martinelli, Cistana, Curcio, perfettibile tiro di Spalek e anche perché Scavone lo infastidisce. BOVO 7 A sorpresa al posto di
Semprini, Viviani, Ferrari. Donnarumma si fa trovare al Cresce alla distanza. Calderoni e adattato a sinistra: buona
ALLENATORE Corini. posto giusto in mezzo all’area, TONALI 6,5 In marcatura su spinta e l’assist del gol.
Mancosu, oltre ai soliti compiti di ARMELLINO 6 Si limita a frenare
ruba il tempo a Meccariello e copertura. Nella ripresa si sblocca. Ndoy e costruisce troppo poco.
LECCE (4-3-1-2) Vigorito; Lepore,
Daniele Gastaldello, 35 anni, segna il gol della vittoria LAPRESSE segna di destro. Poi, tutta la NDOJ 6 Come tutta la squadra: PETRICCIONE 6,5 Il Modric del
Lucioni, Meccariello, Bovo;
Armellino, Petriccione, Scavone squadra ritrova la voglia di gio­ partita bipolare. Salento è impeccabile su Spalek, poi fa
(dal 43’ s.t. Arrigoni); Mancosu chio Rigamonti è davvero un carsela. Al 10’ contropiede di SPALEK 6,5 Aiuta Tonali su Mancosu la mezz’ala quando esce Scavone.
(dal 31’ s.t. Haye); La Mantia, Guglielmo Longhi brutto stadio. In tutti i sensi. Bisoli per Donnarumma che e ha Petriccione alle costole. SCAVONE 6,5 Nel primo tempo vince
Falco (dal 44’ s.t. Palombi). INVIATO A BRESCIA Sesta vittoria di fila in casa: stavolta sbaglia, tentando il Che faticaccia. il duello con Bisoli, ma scompare poco
PANCHINA Bleve, Riccardi, MOROSINI 5,5 Per Torregrossa per volta. (Arrigoni s.v.)
non accadeva dal 1951­1952 e destro a giro. Il Lecce capisce

A
Di Matteo, Fiamozzi, Cosenza, non al meglio: sciupa una buona LA MANTIA 6,5 Sesto gol e a lungo
lla fine arriva il giovane dal 1956­1957 che è meglio non correre rischi occasione. Resta troppo ai margini. presenza dolorosa nell’area del
Marino, Tabanelli, Torromino,
Pettinari.
Gastaldello, classe ’83, e decide di arretrare. Ma è tut­ (Cortesi s.v.) Brescia. Sfortunato perché tocca il
ALLENATORE Liverani. professione difensore COMANDA MANCOSU Eppure to il Brescia in crescita. Spalek, DONNARUMMA 7 Sempre più pallone che finisce a Gastaldello.
centrale: raccoglie un angolo per 45 minuti è il Lecce a co­ per esempio: si libera dalle ca­ capocannoniere: 14 gol in 13 gare. È FALCO 6,5 Molto vivace, troppo per
ARBITRO Fourneau di Roma. di Tonali da sinistra e regala al mandare: stesso sistema del tene di Petriccione e comincia lui a guidare la rinascita del Brescia. Tonali che rischia il doppio giallo.
ALL. CORINI 7 Partita complicata, Bravo a non dare punti di riferimento.
AMMONITI Scavone (L), Mateju Brescia il gol che vale il secon­ Brescia, ma molto più efficace. a inventare, come il tiro a giro avversario tosto. Il Brescia male (Palombi s.v.)
(B) e Tonali (B) per gioco do posto, almeno per 24 ore, e Tutto gira attorno a Mancosu, al 27’ di poco a lato. Il Lecce è per un tempo, poi sa come reagire. ALL. LIVERANI 6 Gran primo tempo,
scorretto; Gastaldello (B) e il sorpasso sul Lecce. Che, for­ uomo chiave di Liverani. Su di in affanno e si affida, novità Vince l’organizzazione. poi la squadra prende paura.
Lucioni (L) per c.n.r.
NOTE spettatori 7.000 circa; se, ancora si starà chiedendo lui c’è Tonali, che fatica a te­ della serata, al contropiede.
cosa è successo. Ma è tutto ve­ nerlo: un altro passo. Petriccio­ Vedi tiro di Scavone (28’), sta­
abbonati 4.336, paganti, incaso e
quota non comunicati.
Tiri in porta 6-3. Tiri fuori 7-6.
ro, e tutto meritato. La squadra
di Corini, malissimo nel primo
ne blocca Spalek e fa partire
l’azione, poi ci pensa Mancosu.
volta Alfonso respinge bene.
Ma c’è solo il Brescia. Fin quan­
GLI ARBITRI di G. LO.
FOURNEAU Proteste per il contatto Bisoli-Meccariello in area del Lecce,
In fuorigioco 5-2. Angoli 10-2.
Recuperi: p.t. 0’, s.t. 3’.
tempo, rinasce da se stessa nel A verticalizzare per le due pun­ do non arriva Gastaldello. 6,5 ma non è rigore. Donnarumma è in posizione regolare quando segna: lo
secondo e dimostra che il vec­ te, con Falco che fa molto mo­ © RIPRODUZIONE RISERVATA tiene in gioco Bovo, bravo l’assistente Muto COLAROSSI 6 - MUTO 7

DOPO IL RINVIO LA GARA DI STASERA


CLASSIFICA
Cosenza e Benevento pari Tra il Verona
Letizia dirottato a destra con
Improta a sinistra nel 3­5­2. SQUADRE PT PARTITE RETI

Dall’altra parte pure Braglia


e il Pescara
G V N P F S

torna alla difesa a tre e per no­ PALERMO 30 15 8 6 1 26 12

nel ricordo di Imbriani ve undicesimi presenta la for­


un big match
BRESCIA 27 15 7 6 2 30 20
mazione che ha vinto i playoff PESCARA 26 15 7 5 3 23 18
in C (Perina e Legittimo le novi­
con clima teso
LECCE 26 16 7 5 4 26 20
tà), rispolvera un ottimo Pal­ CITTADELLA 25 15 6 7 2 18 10

1Buonaiuto e Di Chiara centrano i pali: che sfortuna per Bucchi miero in cabina di regia e in
avanti c’è Baclet titolare.
VERONA (4-3-3)
VERONA
BENEVENTO
22
22
14
15
6
6
4
4
4
5
20
22
16
20

Tre clamorose occasioni per la squadra di Braglia, poi espulso IN RICORDO DI CARMELO È la
PERUGIA
SPEZIA
22
21
15
15
6
6
4
3
5
6
20
20
20
18
partita nel ricordo di Carmelo
PESCARA (4-3-3) ASCOLI 20 15 5 5 5 16 16
Imbriani (i tifosi di casa hanno OGGI ore 21 ARBITRO Minelli di VENEZIA 20 15 5 5 5 16 16
COSENZA 0 esposto uno striscione), morto Varese PREZZI 12-100 euro TV Dazn SALERNITANA 20 15 5 5 5 18 20
il 15 febbraio 2013. Quella ca­ 1
CREMONESE 19 15 4 7 4 13 13
BENEVENTO 0 labrese è la squadra con la qua­ SILVESTRI COSENZA 15 16 3 6 7 13 23
le ha collezionato più presenze 29 6 27 33 CROTONE 13 15 3 4 8 15 20
COSENZA (3-5-2) Perina 6,5; Idda ALMICI MARRONE DAWIDOWICZ EMPEREUR CARPI 13 15 3 4 8 14 25
6,5, Dermaku 6,5, Legittimo 6,5;
(46 con 2 gol) dopo il Beneven­
to (133, 7 gol). Sabato c’era il FOGGIA (-8) 12 15 5 5 5 24 25
Corsi 6, Bruccini 6, Palmiero 6,5, 4 8 20
fratello Giampaolo al quale il PADOVA 11 15 2 5 8 15 26
Mungo 6 (dal 36’ s.t. Garritano HENDERSON GUSTAFSON ZACCAGNI
s.v.), D’Orazio 5 (dal 32’ s.t. Baez presidente Guarascio ha conse­ LIVORNO 10 15 2 4 9 12 23
s.v.); Baclet 5,5 (dal 22’ s.t. gnato una targa prima che arri­ 7 10 16
MATOS DI CARMINE LEE SERIE A PLAYOFF PLAYOUT RETROCESSIONI
Maniero 5,5), Tutino 6. vasse la decisione del rinvio.
PANCHINA Saracco, Cerofolini,
Nel momento migliore dei ca­ 7 9 19
Pascali, Tiritiello, Schetino,
labresi Montipò con la mano MANCUSO MONACHELLO MARRAS
RISULTATI
Di Piazza, Perez.
ALLENATORE Braglia 6. respinge il colpo di testa di Der­ ASCOLI-CITTADELLA 1-1
8 16 10 BRESCIA-LECCE 2-1
maku e il pallone colpisce la MEMUSHAJ BRUGMAN MACHIN CARPI-SALERNITANA 3-2
BENEVENTO (3-5-2) Montipò 6,5; traversa, sulla ribattuta Tutino
Antei 6,5, Billong 6, Di Chiara 6,5; 3 6 5 14 COSENZA-BENEVENTO 0-0
spreca. La replica è affidata a CROTONE-VENEZIA 1-1
Letizia 6, Tello 5,5, Bandinelli 6,5, Coda: conclusione che Perina
DELGROSSO SCOGNAMIGLIO GRAVILLON BALZANO
Buonaiuto 6,5 (dal 38’ s.t. Del 12
FOGGIA-CREMONESE 3-1
Pinto s.v.), Improta 6; Asencio 5 alza in angolo. A inizio ripresa KASTRATI PALERMO-LIVORNO 1-1
(dal 13’ s.t. Ricci 5), Coda 5,5. prima Di Chiara poi Buonaiuto PERUGIA-SPEZIA 1-1
VERONA
PANCHINA Puggioni, Gori, (palo) danno l’impressione che PANCHINA 12 L. Ferrari, 26 Berardi,
VERONA-PESCARA OGGI ORE 21
Sparandeo, Tuia, Volpicelli, Il volo di Pietro Perina, 26 anni, a negare il gol al Benevento LAPRESSE il Benevento possa prendere in 2 Caracciolo, 3 Eguelfi, 24 Kumbulla, RIPOSA PADOVA
Filogamo, Nocerino, Cuccurullo, mano le redini della partita. 14 Colombatto, 21 Laribi, 25 Danzi,
Gyamfi, Insigne. 9 Ragusa, 11 Pazzini, 19 Cisse, 28 Tupta PROSSIMO TURNO
Ma finisce là. Anzi è il Cosenza ALLENATORE Grosso
ALLENATORE Bucchi 6.
Valter Leone IL MIGLIORE ad avere l’occasione più nitida: SQUALIFICATI Balkovec 17ª GIORNATA
COSENZA Mungo inventa e D’Orazio DIFFIDATI nessuno VENERDÌ 21 DICEMBRE
ARBITRO Pillitteri di Palermo 6,5. INDISPONIBILI Tozzo, Crescenzi e
spreca tutto solo calciando ad­ ASCOLI-BRESCIA ORE 21
ASSISTENTI C. Rossi 6-

U
Calvano SABATO 22 DICEMBRE
Macaddino 6. n pareggio che regala dosso a Billong. In pieno recu­ CREMONESE-CARPI ORE 15
ESPULSI il tecnico Braglia (C) al emozioni e fa muovere la pero Bruccini di testa (cross di PESCARA LIVORNO-VERONA ORE 15
40’ p.t. per proteste. classifica a Cosenza e Be­ Tutino) dà l’illusione del gol PANCHINA 21 Farelli, 23 Perrotta, DOMENICA 23 DICEMBRE
AMMONITI D’Orazio (C), Antei 13 Fornasier, 15 Elizalde, 31 Ciofani, SALERNITANA-FOGGIA ORE 12.30
(B), Bandinelli (B) e Buonaiuto (B) nevento. Nel recupero (non con il pallone che rotola sulla 25 Crecco, 39 Palmucci, 20 Palazzi, CITTADELLA-PERUGIA ORE 15
per gioco scorretto. piove ma le condizioni del ter­ parte esterna della rete . Nel 26 Antonucci, 29 Del Sole, 19 Cocco LECCE-PADOVA ORE 15
ALLENATORE Pillon
NOTE spettatori 5.000 circa; reno di gioco sono pessime) Cosenza in 4 non sono stati SQUALIFICATI nessuno
VENEZIA-COSENZA ORE 15
paganti e incasso non comunicati; dopo il rinvio di sabato, fa qual­ convocati, messaggio chiaro in SPEZIA-PALERMO ORE 17.30
DIFFIDATI Del Grosso, Memushaj
abbonati 1.533, quota di 10.922 BENEVENTO-CROTONE ORE 21
cosa in più il Cosenza mentre il vista di gennaio: Bearzotti INDISPONIBILI Fiorillo, Capone,

6,5
RIPOSA PESCARA
euro. Tiri in porta 5 (con un Benevento, una sola vittoria (piace al Monza), Verna (può Campagnaro, Melegoni e Kanoutè
traversa)-4 (con un palo).
Tiri fuori 6-4. In fuorigioco 0-3.
nelle ultime 7 partite, si vede a tornare al Pisa), Varone e Ana­ MARCATORI
Angoli 4-5. Recuperi: p.t. 3’, s.t. 3’. fiammate. Bucchi si presenta al ● PALMIERO stasio sono in partenza. Capito­ 14 RETI: Donnarumma (Brescia, 2)
Marulla incerottato specie in CENTROCAMPISTA DEL COSENZA lo rinforzi: idea, difficile, Pomi­ 8 RETI: Mancuso (Pescara, 1)
difesa: Volta e Costa squalifica­ Merita più fiducia: unico ni (Palermo) in porta, chiesto 7 RETI: Coda (Benevento, 3)
ti, sostituiti da Antei e Di Chia­ regista in organico, torna l’attaccante Chiricò al Lecce. 6 RETI: La Mantia, Palombi (Lecce),
ra; out anche Maggio e Viola: titolare, fa girare la squadra © RIPRODUZIONE RISERVATA Nestorovski (Palermo, 1), Vido (Perugia, 3)
Serie B R 16a giornata LUNEDÌ 17 DICEMBRE 2018 LA GAZZETTA DELLO SPORT 35

Il Crotone Il Carpi ritrova


con il difensore Vaisanen (14’) tato al silenzio stampa e all’an-
che di testa colpisce la base del nullamento della cena degli au-
palo. Il Venezia è sornione, guri di stasera, con la squadra
aspetta la prima buona occasio- che da stamattina sarà in ritiro

non vince più la casa amica


ne che si materializza alla mez- a San Gregorio Magno (Saler-
zora quando sugli sviluppi di no). Prima dei fuochi d’artificio
una punizione sfrutta una se- della ripresa, la paura era stata
conda palla con Schiavone che il filo comune sui due fronti del

Zenga, un punto La Salernitana


mette in area sulla testa di Mo- primo tempo.
dolo che porta avanti i suoi. Il
Crotone annaspa, è confusio- BANDIERA Con gli attacchi in-
nario e non trova la misura del- capaci di pungere (fra Arrighi-

e tanti applausi: ancora battuta


le giocate. Il Venezia non riesce ni, il debuttante dall’inizio Ma-
ad allungare e preferisce anda- chach, Jallow e Djuric un botti-
re al riposo col minimo vantag- no di appena 2 gol in 4) non
gio anche se nel finale il croto- c’erano state occasioni vere fi-

il Venezia è ok finisce in ritiro


nese Golemic (un altro difenso- no al 45’, quando dal cross di
re) spedisce fuori di poco con Pachonik da destra era stato
un colpo di testa. Pasciuti in girata a trovare l’an-
golino. La «bandiera» emiliana

1Budimir su rigore risponde a Modolo: SCOSSA ROSSOBLÙ Nalini e


Stoian sono le novità del secon- 1Una vittoria attesa al Cabassi da marzo
(gara numero 262 ieri in 10 an-
ni col Carpi) aveva esultato po-
per Oddo solo due punti in cinque gare do tempo. Restano fuori Gole-
mic appesantito da un giallo e Colantuono si sveglia tardi: crisi e fischi lemicamente con la tribuna,
che lo aveva «beccato» in prece-
l’inguardabile Spinelli. Oddo denza per un paio di errori in
ordina il 4-4-2 e per il Crotone disimpegno. La reazione della
comincia una nuova partita. Salernitana nella ripresa si era
Martella e Stoian spingono sul- fermata alla protesta per un
la fascia sinistra e da un cross contatto Sabbione-Bocalon in
del difensore al 10’ arriva il col- area, poi il 2-0 del Carpi aveva
po di testa respinto da Vicario. indirizzato la gara. Una rete
Zanellato si avventa sulla re- partorita in simbiosi fra Sab-
spinta ma Schiavone lo tocca bione (stacco di testa sul corner
sulla gamba e provoca il penal- di Jelenic spizzato da Djuric) e
ty. Budimir, dopo 2’ di proteste, Concas, abile da due passi a
rimette in equilibrio la gara. piazzare la deviazione vincente
Zenga capisce che il Crotone sul tocco del compagno. Con gli
col nuovo modulo è più perico- ingressi di Bocalon e Rosina per
loso e abbassa Zampano sulla il nuovo 3-4-1-2 i campani ave-
linea difensiva rimettendosi a vano sfiorato il gol prima con
specchio. Non passa nemmeno Vitale e poi con lo stesso Rosi-
un minuto che Bruscagin si ri- na, ipnotizzati da Piscitelli. Ma
trova solo soletto nel cuore del- a dare il colpo di grazia, dopo
La festa a Marco Modolo, a sinistra con la maglia numero 13 LAPRESSE l’area e spara un destro a pochi L’esultanza, con polemica, di Lorenzo Pasciuti, 29 anni LIVERANI che Castori era passato alla di-
metri da Cordaz che il capitano fesa a cinque, era arrivato il
rossoblù riesce miracolosa- contropiede letale di Pachonik,
CROTONE 1 Luigi Saporito mente a deviare in angolo. La CARPI 3 Davide Setti con assist per il destro a incro-
CROTONE mossa di Zenga riporta la gara CARPI (MODENA) ciare di Vano. Gara chiusa?
VENEZIA 1 sui binari del primo tempo. Sto- SALERNITANA 2 Non con il Carpi, che solo 2 vol-

L I
a notizia è che il Crotone ian ci prova con una conclusio- l cerino della crisi resta in te su 14 in stagione non ha subi-
PRIMO TEMPO 0-1 PRIMO TEMPO 1-0
MARCATORI Modolo (V) al 31’ p.t.;
non riesce più a vincere, ne dalla distanza all’8’ ma sen- MARCATORI Pasciuti (C) al 45’
mano alla Salernitana, to reti. La Salernitana l’ha ria-
Budimir (C) su rigore al 12’ s.t. nemmeno in casa. Oddo za fortuna. Ma l’unica palla gol p.t.; Concas (C) al 14’, Vano (C) al contestata ancora una vol- perta subito con Casasola, uno
racimola solo il secondo punto che il Crotone costruisce nasce 36’, Casasola (S) al 40’, Rosina (S) ta a fine gara dai propri tifosi, dei pochi a salvarsi, abile a de-
CROTONE (3-5-2) Cordaz 6; su 5 gare da quando ha sostitui- da piedi di Budimir che scodel- al 43’ s.t. proprio come lunedì scorso col viare in mischia di testa, arri-
Sampirisi 5,5, Vaisanen 6, Golemic to Stroppa. Di contro Zenga in- la sulla testa di Zanellato al 25’ Brescia, dopo la terza sconfitta vando al 2-3 poco prima del
5 (dal 1’ s.t. Stoian 6); Faraoni 5, cassa l’ottavo punto in 4 partite ma il colpo di testa dell’ex Pri- CARPI (4-4-1-1) Piscitelli 6,5; consecutiva. I campani si con- 90’, quando Rosina, su sponda
Molina 5 (dal 41’ s.t. Rohdén s.v.), Pachonik 7, Sabbione 6,5, Poli
Barberis 5,5, Zanellato 6,5,
senza sconfitte. Il ritorno del- mavera Milan colpisce il palo. 6,5, Pezzi 6,5; Concas 6,5 (dal 27’
fermano talismano per il Carpi di Djuric, aveva battuto ancora
Martella 6; Spinelli 4,5 (dal 1’ s.t. l’Uomo Ragno a Crotone è pie- Lo spavento fa alzare il livello s.t. Buongiorno 6), Pasciuti 6,5 (7 vittorie emiliane in 7 con- Piscitelli da distanza ravvicina-
Nalini 5,5), Budimir 6,5. no di pathos. Applausi e atte- di attenzione in casa Venezia. (dal 38’ s.t. Mbaye s.v.), Di Noia 6, fronti diretti), che rivede inve- ta. Sul «Cabassi» d’un tratto
PANCHINA Festa, Figliuzzi, stati di stima per un allenatore Zenga mette mano anche ai Jelenic 6; Machach 7; Arrighini 6 ce la luce, conquistando una sembravano tornati i fantasmi
Cuomo, Valietti, Firenze, Tripicchio, che lo scorso anno in Calabria cambi per dare maggior equili- (dal 35’ s.t. Vano 6,5). vittoria che in casa mancava di 8 mesi e mezzo senza vitto-
Nanni, Simy. ha fatto respirare la Serie A per brio e per portarsi a casa un me- PANCHINA Serraiocco, Ligi, addirittura da 262 giorni (2-1 rie, ma nel finale Bocalon e Ro-
ALLENATORE Oddo 5,5. buona parte della stagione. Da ritato pareggio. Suagher, Frascatore, Mokulu, alla Ternana lo scorso 29 mar- sina hanno solo sparato a salve.
Piscitella, Romairone, Wilmots,
VENEZIA (3-5-2) Vicario 6; ex Zenga non fa mistero di vo- © RIPRODUZIONE RISERVATA
Saric. ALLENATORE Castori 7. zo). La squadra di Castori per la © RIPRODUZIONE RISERVATA

Modolo 6,5, Andelkovic 5,5, ler provare a vincere la gara prima volta da inizio stagione
Cernuto 6 (dal 22’ s.t. Marsura 6); sfruttando magari anche il mo- SALERNITANA (3-5-2) Micai 6; riesce a mettersi alle spalle tre
Zampano 6, Falzerano 6,5, mento negativo del Crotone. IL MIGLIORE Perticone 5,5, Schiavi 5, Gigliotti squadre in classifica, aggan- IL MIGLIORE
Schiavone 5,5, Pinato 6, Bruscagin Nonostante le pesanti assenze 6; Casasola 6,5, Akpa Akpro 5 ciando il Crotone al quart’ulti-
5,5; Citro 6 (dal 30’ s.t. Geijo 5,5), (Domizzi e Bentivoglio su tutti) (38’ s.t. Palumbo s.v.), Di Tacchio mo posto, dopo una gara domi-
Di Mariano 6 (40’ s.t. St Clair s.v.). 5,5, Mazzarani 5 (16’ s.t. Rosina
PANCHINA Facchin, Lazzerini, l’Uomo Ragno sorprende il col- 6), Vitale 5,5; Jallow 5 (dal 10’ s.t. nata fino al 3-0 dell’81’ e che
Coppolaro, Migliorelli, Fabiano, lega Oddo schierandosi a spec- Bocalon 6), Djuric 5. PANCHINA poi ha rischiato di buttare via
Zennaro, Garofalo, Segre, Litteri. chio con un 3-5-2 che anestetiz- Vannucchi, Lazzari, Migliorini, con un finale da brividi. Per
ALLENATORE Zenga 6. za nel primo tempo tutte le idee Pucino, Mantovani, D. Anderson, ora, nonostante il quarto k.o. in
di gioco dei rossoblù. Castiglia, Orlando, A. Anderson. 5 gare e una classifica che vede
ARBITRO Di Paolo di Avezzano 6,5. ALLENATORE Colantuono 5. la Salernitana precipitata a me-
ASSISTENTI Mastrodonato 6,5-
Fiore 6,5. SORNIONE E CINICO Oddo ha ARBITRO Massimi di Termoli 6. tà, Stefano Colantuono resta in
AMMONITI Pinato (V), Golemic la difesa rabberciata, fa esordi- ASSIST. Baccini 6-Borzomì 6. sella, anche se per il suo futuro
(C), Schiavone (V), Molina (C),
Nalini (C), Vaisanen (C) e Modolo
re Zanellato in mediana dal pri-
mo minuto con buoni risultati
6,5 AMMONITI Akpa Akpro (S),
Pezzi (C) e Jelenic (C) per gioco
(i nomi dei possibili sostituti so-
no quelli di Cosmi, Baroni e
7
(V) per gioco scorretto. ma la sua squadra non produce ● BUDIMIR scorr., Djuric (S) per proteste. Camplone) sarà decisiva la ga- ● MACHACH
NOTE paganti 982, incasso di né idee tantomeno gioco. In at- ATTACCANTE DEL CROTONE NOTE paganti 1.223, incasso di ra di domenica col Foggia. I vol- TREQUARTISTA DEL CARPI
6.465 euro; abbonati 4.164, quota 10.040,60 euro, abbonati 903,
di 30.067 euro. Tiri in porta 4 (con
tacco la scelta di affiancare a Entra in tutte le azioni quota di 6.585,02 euro.
ti scuri nella dirigenza campa- Al debutto da titolare riempie la
due pali)-4. Tiri fuori 5-3. Budimir Spinelli non dà i suoi pericolose del Crotone. Suo il Tiri in porta 4-6. Tiri fuori 2-5. na, con il patron Mezzaroma sua gara di magie
In fuorigioco 0-1. Angoli 4-5. frutti e infatti l’unico pericolo i colpo di testa che procurerà il In fuorigioco 2-3. Angoli 4-8. che ha abbandonato lo stadio e numeri da funambolo che
Recuperi: p.t. 1’, s.t. 4’. padroni di casa lo producono rigore da lui stesso trasformato Recuperi: p.t. 2’, s.t. 4’. dopo il 2-0, hanno per ora por- mandano in tilt la Salernitana

IL FINANZIAMENTO
AI DIPENDENTI
E AI PENSIONATI
Non perdere altro tempo, contattaci con fiducia!
Richieste di finanziamento valutate anche in presenza di protesti
o altre pregiudizievoli e anche se hai altri finanziamenti in corso.
fir m a singola Non occorre la firma del coniuge.
e, pra tico e a
Semplic d om icilio
Visite gr
atuite a
02 94435299
Iscr. RUI E000294718 - Iscrizione O.A.M. A 8427 www.asfina.it
Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. La presente promozione è svolta da Asfina S.r.l. agente in attività finanziaria monomandatario (iscrizione OAM n. A8427), incaricato da Prestitalia S.p.A, Gruppo UBI Banca, iscritta all’Albo degli Intermediari Finanziari elenco ex art. 106 D.Lgs. 385/93 al n. 60, sede
legale Via Stoppani, 15 - 24121 Bergamo. Per le condizioni economiche e contrattuali di offerta al pubblico si rinvia alle informative Generali sul prodotto disponibili sul sito www.prestitalia.it nella sezione Trasparenza-Informative Generali prodotti rete Agenti Prestitalia. Per le condizioni personalizzate, sulla base delle
informazioni e preferenze manifestate dal cliente, può essere richiesto il Documento “Informazioni Europee di base sul credito ai consumatori”, disponibile presso la rete distributiva agenziale di Prestitalia. Finanziamenti soggetti ad approvazione ed erogazione di Prestitalia S.p.A.