Sei sulla pagina 1di 12

M 127 -

YSQ – L3

Jeffrey Young, Ph.D

Nome ___________________________________________________ Data___________________________

ISTRUZIONI:
Di seguito leggerà un elenco di affermazioni che possono essere utilizzate per descrivere se stessi. Le
chiediamo, per cortesia, di leggere ogni affermazione e decidere quanto si adatta a lei. Nei casi in cui non si sente
sicuro, basi la sua risposta su ciò che sente emotivamente, non su quello che ritiene essere vero
Se lo desidera, riformuli l’affermazione in modo che sia ancora più precisa nel descriverla (senza modificare il
significato fondamentale della domanda).
Scelga quindi il punteggio tra 1 e 6 che la descrive meglio (incluse le revisioni) e scriva il numero
corrispondente nello spazio che compare prima dell’affermazione.

SCALA DI VALUTAZIONE:

1 = completamente falso 4 = moderatamente vero


2 = per lo più falso 5 = per lo più vero
3 = leggermente più vero che falso 6 = mi descrive perfettamente

ESEMPIO:

a cui voglio bene


A. 4 Mi preoccupo di non piacere alle persone .

1. _____ Nessuno mi è stato vicino per risolvere i miei bisogni emotivi.

2. _____ Non ho ricevuto abbastanza amore e attenzione.

3. _____ Non c’è stato nessuno a cui potessi appoggiarmi per avere consigli e sostegno
emotivo

4. _____ Non c’è stato nessuno che si prendesse cura di me, condividesse le sue esperienze
con me o si interessasse profondamente a ciò che mi accadeva.

5. _____ Per la maggior parte della mia vita, non c’è stato nessuno che volesse essermi vicino
e passare molto tempo con me.

6. _____ In generale, le persone non sono state in grado di darmi calore, sostegno e affetto.

7. _____ Per la maggior parte della mia vita non c’è stato nessuno per cui mi sia sentito
speciale.

8. _____ Per la maggior parte della mia vita non ho trovato nessuno che mi ascoltasse,
comprendesse veramente o che fosse in sintonia con i miei reali sentimenti e bisogni.

9. _____ Raramente ho avuto al mio fianco una persona forte che mi desse dei consigli
sensati o mi indicasse la strada quando non ero (sono) sicuro della direzione da prendere
*de
128
M
10. _____ Mi preoccupo del fatto che le persone che amo possano morire presto, anche se
non ci sono ragioni a sostegno di questa mia preoccupazione.

11. _____ Mi ritrovo ad aggrapparmi alle persone che mi sono vicine per la paura che mi
abbandonino.

12. _____ Mi preoccupa pensare che le persone che sento vicine mi lascino o mi
abbandonino.

13. _____ Sento che mi manca una base sicura di sostegno emotivo.

14. _____ Non credo che le relazioni importanti possano durare, mi aspetto che finiscano.

15. _____ Mi sento dipendente da partner che non possono essere presenti in modo
continuativo.

16. _____ Alla fine rimarrò da solo/a.

17. _____ Quando sento che qualcuno a cui voglio bene si allontana da me, mi dispero.

18. _____ Talvolta sono così preoccupato che le persone mi possano lasciare che le spingo
ad allontanarsi.

19. _____ Rimango turbato quando qualcuno mi lascia da solo, anche se per un breve
periodo di tempo.

20. _____ Non posso contare sul fatto che le persone che mi sostengano siano presenti con
regolarità.

21. _____ Non mi permetto di avvicinarmi davvero alle persone perchè non sono sicuro che
rimangano sempre con me.

22. _____ Ho la percezione che le persone che ritengo importanti entrino ed escano
continuamente dalla mia vita.

23. _____ Mi preoccupa pensare che le persone che amo possano trovare qualcuno altro che
preferiscano e mi lascino.

24. _____ Le persone che mi sono vicine sono state molto imprevedibili: prima disponibili e
carine con me e poi arrabbiate, turbate, concentrate su di sé, scontrose ecc.

25. _____ Ho così tanto bisogno degli altri che ho paura di perderli.

26. _____ Non posso essere me stesso o esprimere come mi sento veramente altrimenti le
persone mi lasceranno.
*ab
27. _____ Ho l’impressione che le persone si approfittino di me.

28. _____ Spesso mi sembra di dovermi difendere dagli altri

29. _____Mi sembra di non poter abbassare la guardia in presenza di altri, perchè altrimenti
mi feriranno.
129
M
30. _____ Se qualcuno si comporta in modo gentile con me, credo che stia cercando di
ottenere qualcosa.

31. _____ È solo questione di tempo, ma prima o poi tutti tradiscono.

32. _____ La maggior parte delle persone pensa solo a sè.

33. _____ Trovo davvero difficile potermi fidare delle persone.

34. _____ Sono piuttosto sospettoso nei confronti delle motivazioni degli altri

35. _____ Le persone non sono quasi mai sincere, e solitamente sono molto diverse da come
sembrano.

36. _____ Sono sempre alla ricerca dei secondi fini delle persone.

37. _____ Se penso che qualcuno possa farmi soffrire, cerco di farlo soffrire per primo.

38. _____ Prima di fidarmi di qualcuno, devo vedere se si dimostra affidabile.

39. _____ Creo delle situazioni che mi permettano di verificare se gli altri mi dicono la verità e
se sono ben intenzionati.

40. _____ Approvo il detto “controllare o essere controllati”."

41. _____ Mi arrabbio quando ripenso a come sono stato trattato male dagli altri durante la
mia vita.

42. _____ Nella mia vita, le persone che mi erano vicine si sono approfittate di me o mi hanno
utilizzato per i loro scopi.

43. _____ Ho subito abusi di tipo fisico, emotivo o sessuale dalle persone importanti della mia
vita.
*sa
44. _____ Non riesco ad adattarmi.

45. _____ Sono profondamente diverso dagli altri.

46. _____ Non riesco a stare con gli altri, sono solitario.

47. _____ Mi sento lontano dagli altri.

48. _____ Mi sento isolato e solo.

49. _____ Mi sento sempre fuori dai gruppi.

50. _____ Nessuno mi comprende veramente.

51. _____ La mia famiglia è sempre stata diversa dalle altre famiglie.

52. _____ Talvolta mi sento come un alieno.

53. _____ Se sparissi domani non se ne accorgerebbe nessuno.


130
M
*es
54. _____ Nessun uomo/donna che desidero mi potrebbe amare se conoscesse i miei difetti.

55. _____ Nessuna persona che desidero vorrebbe starmi vicino se mi conoscesse
realmente.

56. _____ Ho dei difetti e sono imperfetto.

57. _____ Anche se ci mettessi tutto il mio impegno, non riuscirei a trovare un uomo/donna
significativo che mi rispetti o pensi che sono una persona con cui vale la pena stare.

58. _____ Non merito l’amore, l’attenzione e il rispetto degli altri.

59. _____ Credo di non poter essere amato.

60. _____ Non posso rivelarmi agli altri perchè per molti aspetti non posso essere accettato.

61. _____ Se gli altri scoprissero i miei difetti principali non sarei in grado di affrontarli.

62. _____ Quando piaccio a qualcuno, mi sembra di prenderlo in giro.

63. _____ Mi sento spesso attirato da persone che sono molto critiche nei miei confronti o che
mi rifiutano.

64. _____ Ho dei segreti e non voglio che le persone vicino a me li scoprano.

65. _____ È colpa mia se i miei genitori non mi possano amare abbastanza.

66. _____ Non permetto alle persone di conoscere il vero me.

67. _____ Una delle mie paure principali è che i miei difetti vengano scoperti.

68. _____ Non riesco a comprendere come qualcuno possa riuscire ad amarmi.
*iv
69. _____ Quasi niente di quello che faccio al lavoro (o a scuola) è al livello di quello che
fanno gli altri.

70. _____ Quando si tratta di valutare i risultati, io sono un incompetente.

71. _____ La maggior parte delle persone è più brava di me nell’area del lavoro (o della
scuola) e dei successi.

72. _____ Sono un fallimento.

73. _____ Non ho le stesse capacità della maggior parte delle persone sul lavoro o a scuola.

74. _____ Non sono intelligente quanto gli altri sul lavoro (o a scuola).

75. _____ Sono umiliato dai miei fallimenti e dalle inadeguatezze nella sfera del lavoro (o della
scuola).

76. _____ Spesso mi sento inadeguato rispetto agli altri perchè non mi sento al loro livello per
quanto riguarda i risultati.
131
M
77. _____ Spesso confronto i miei risultati con quelli degli altri e mi sembra che gli altri siano
molto più bravi.
*fa
78. _____ Non mi sento in grado di andare avanti da solo nella vita di tutti i giorni.

79. _____ Ho bisogno che gli altri mi aiutino ad andare avanti.

80. _____ Mi sembra di non essere in grado di cavarmela da solo.

81. _____ Credo che gli altri sappiano prendersi cura di me meglio di quanto posso fare da
solo.

82. _____ Ho problemi ad affrontare nuove attività al di fuori del lavoro a meno che non ci sia
qualcuno che mi guidi.

83. _____ Mi ritengo una persona dipendente per quanto riguarda la vita di tutti i giorni.

84. _____ Fallisco in ogni cosa che faccio, anche al di fuori del lavoro (o della scuola).

85. _____ Sono incapace nella maggior parte delle aree della mia vita.

86. _____ Se mi fido dei miei giudizi nelle situazioni quotidiane, prendo decisioni sbagliate.

87. _____ Mi manca il buon senso.

88. _____ Non posso fare affidamento sui miei giudizi nelle situazioni quotidiane.

89. _____ Non mi sento sicuro della mia capacità di risolvere i problemi che emergono nella
vita quotidiana.

90. _____ Credo di aver bisogno di qualcuno di cui mi fido e che mi dia consigli su aspetti
pratici della mia vita.

91. _____ Quando devo gestire le responsabilità della vita quotidiana, mi sento più un
bambino che un adulto.

92. _____ Le responsabilità della vita quotidiana mi sembrano enormi.


*di
93. _____ Mi sembra di non riuscire a superare la sensazione che stia per accadere qualcosa
di negativo.

94. _____ Mi sembra che in qualsiasi momento possa avvenire un disastro (naturale,
criminale, economico, di salute).

95. _____ Mi preoccupo di diventare un senza tetto o un vagabondo.

96. _____ Ho paura di essere attaccato.

97. _____ Prendo precauzioni enormi per evitare di ammalarmi o di soffrire.

98. _____ Mi preoccupo di poter avere una malattia grave, anche se non mi è stato
diagnosticato niente di serio dai medici.
132
M
99. _____ Sono una persona timorosa.

100. _____ Mi preoccupano molto le cose terribili che avvengono nel mondo: i crimini,
l’inquinamento, ecc.

101. _____ Spesso mi sembra di impazzire.

102. _____ Spesso mi sembra di avere degli attacchi di ansia.

103. _____ Spesso mi preoccupo che mi possa venire un infarto o il cancro, anche se non c’è
alcun motivo, dal punto di vista medico, di cui preoccuparmi.

104. _____ Mi sembra che il mondo sia un posto pericoloso.


*vu
105._____ Non sono stato in grado di separarmi dai genitori, così come mi sembra abbiano
fatto altre persone della mia età.

106. _____ Io e i miei genitori siamo troppo coinvolti nelle vite e nei problemi reciproci.

107. _____ È molto difficile per i miei genitori e per me non comunicarci reciprocamente
aspetti intimi senza sentirci traditi o in colpa.

108. _____ Io e i miei genitori dobbiamo sentirci quasi tutti i giorni altrimenti uno di noi si sente
in colpa, offeso, turbato o solo.

109. _____ Spesso mi sembra di non avere un’identità distinta da quella dei miei genitori o del
mio partner.

110. _____ Spesso ho l’impressione che i miei genitori vivano attraverso di me – e io non ho
una mia vita.

111. _____ Trovo molto difficile mantenere una distanza dalle persone con cui ho rapporti
stretti; per me è difficile avere una percezione distinta di me stesso.

112. _____ Sono così coinvolto dal mio partner o dai miei genitori che non so veramente chi
sono io o cosa voglio.

113. _____ Faccio fatica a differenziare il mio punto di vista o la mia opinione da quella dei
miei genitori o del mio partner.

114. _____ Con i miei genitori o il mio partner mi sembra di non avere ambiti di riservatezza.

115. _____ Credo che i miei genitori siano (o sarebbero) profondamente feriti se andassi a
vivere da solo lontano da loro.
*in
116. _____ Preferisco fare le cose come desiderano gli altri, perchè ho paura delle
conseguenze.

117. _____ Sono convinto che fare ciò che voglio mi possa causare problemi.

118. _____ Credo di non avere altra scelta che accontentare i desideri altrui altrimenti mi
faranno pagare le conseguenze o mi rifiuteranno.
133
M
119. _____ Nelle relazioni, lascio prendere il sopravvento all’altro.

120. _____ Ho sempre lasciato che gli altri prendessero decisioni per me, quindi non so cosa
voglio per me.

121. _____ Ho l’impressione che le decisioni fondamentali della mia vita non mi
appartengano.

122. _____ Faccio molti sforzi per piacere agli altri, in modo che non mi rifiutino.

123. _____ Faccio molta fatica a chiedere che i miei diritti siano rispettati e che i miei
sentimenti vengano presi in considerazione.

124. _____ Mi vendico con le persone di nascosto piuttosto che mostrare la mia rabbia
direttamente.

125. _____ Pur di evitare discussioni sopporto molto più della maggior parte delle persone.
*so
126. _____ Metto i bisogni degli altri davanti ai miei, altrimenti mi sento in colpa.

127. _____ Mi sento in colpa quando deludo gli altri.

128. _____ Do agli altri più di quanto ricevo.

129. _____ Solitamente sono quello che finisce col prendersi cura delle persone cui è vicino.

130. _____ Se amo qualcuno riesco a sopportare quasi qualunque cosa.

131. _____ Sono una brava persona perchè penso agli altri molto più che a me stesso.

132. _____ Sul lavoro sono solitamente la persona che si offre per far attività straordinarie o
per lavorare di più.

133. _____ Riesco sempre a trovare tempo per gli altri anche se sono molto impegnato.

134. _____ Posso vivere con molto poco perchè i miei bisogni sono minimi.

135. _____ Sono felice solo quando sono felici le persone intorno a me..

136. _____Sono così impegnato a fare cose per le persone a cui voglio bene che mi avanza
poco tempo per me stesso..

137. _____ Sono sempre stato quello che ascolta i problemi di tutti.

138. _____ Mi sento più a mio agio nel fare un regalo che nel riceverlo.

139. _____ Gli altri ritengono che io faccia troppo per gli altri e poco per me stesso.

140. _____ Ho sempre l’impressione di non dare abbastanza.

141. _____ Quando faccio quello che desidero mi sento sempre a disagio.

142. _____ Trovo molto difficile chiedere ad altri di prendersi cura dei miei bisogni.
134
M
*as
143. _____ Mi preoccupa la possibilità di perdere il controllo sulle mie azioni.

144. _____ Temo di poter far male a qualcuno fisicamente o emotivamente se perdo il
controllo sulla mia rabbia.

145. _____ Credo di dovere controllare le mie emozioni e i miei impulsi, altrimenti potrebbe
accadere qualcosa di terribile.

146. _____ Dentro di me si accumula molta rabbia e molto risentimento che però non
esprimo.

147. _____ Sono troppo imbarazzato per poter mostrare sentimenti positivi nei confronti di altri
(ad esempio., affetto, mostrare che voglio bene a qualcuno).

148. _____ Trovo imbarazzante comunicare i miei sentimenti agli altri.

149. _____ Trovo difficile mostrare affetto e autenticità.

150. _____ Mi controllo talmente tanto che le persone credono che io non abbia emozioni.

151. _____ Tutti mi vedono molto rigido dal punto di vista emotivo.
*ie
152. _____ Devo essere il migliore nella maggior parte delle cose che faccio, non riesco ad
accettare di essere il secondo.

153. _____ Faccio il possibile per mantenere quasi tutto in perfetto ordine.

154. _____ La maggior parte delle volte voglio essere al massimo del mio aspetto.

155. _____ Cerco sempre di fare il massimo, non mi accontento delle cose fatte
“sufficientemente bene"

156. _____ Ho talmente tante cose da fare che non ho quasi tempo per rilassarmi.

157. _____ Quasi niente di ciò che faccio va bene, posso sempre fare di meglio.

158. _____ Devo portare a termine tutte le mie responsabilità.

159. _____ Avverto una pressione continua per riuscire a portare a termine le cose.

160. _____ Le mie relazioni soffrono del fatto che devo sempre dare il massimo in tutto

161. _____ La mia salute risente del fatto che mi sottopongo a pressioni enormi per riuscire a
fare tutto al meglio.

162. _____ Sacrifico spesso il piacere e la felicità per riuscire a soddisfare i miei standard.

163. _____ Quando commetto degli errori merito critiche severe.

164. _____ Non riesco a risolvere le situazioni facilmente o a trovare giustificazioni ai miei
errori.
135
M
165. _____ Sono una persona molto competitiva.

166. _____ Il denaro e lo status per me sono fondamentali.

167. _____ Devo sempre essere il numero uno nell’esecuzione di qualsiasi cosa.
*ss
168. _____ Faccio molta fatica ad accettare risposte negative quando desidero qualcosa dagli
altri.

169. _____ Spesso mi arrabbio o mi agito se non riesco ad ottenere ciò che voglio.

170. _____ Sono una persona speciale e non dovrei accettare molti dei limiti che rispettano gli
altri.

171. _____ Odio subire delle limitazioni o non poter fare quello che desidero.

172. _____ Credo di non dovermi attenere alle normali regole e convenzioni che rispettano gli
altri.

173. _____ Credo che ciò che ho da offrire io abbia più valore dei contributi altrui

174. _____ Solitamente metto i miei bisogni davanti a quelli degli altri.

175. _____ Spesso mi rendo conto di essere talmente assorto dalle mie priorità che non ho
più tempo da dedicare ad amici e familiari.

176. _____ Le persone mi dicono spesso che controllo molto il modo in cui le cose vengono
fatte.

177. _____ Mi arrabbio molto quando le persone non fanno ciò che ho chiesto loro di fare.

178. _____ Non posso tollerare che gli altri mi dicano cosa devo fare.
*pr
179. _____ Faccio molta fatica a smettere di bere, fumare, mangiare eccessivamente o ad
arrestare altri comportamenti problematici.

180. _____ Non riesco a sforzarmi per portare a termine attività abituali o noiose.

181. _____ Spesso consento a me stesso di seguire degli impulsi o di esprimere emozioni che
mi possono mettere nei guai o possono far soffrire altre persone.

182. _____ Se non riesco a raggiungere un obiettivo, avverto un senso di frustrazione.

183. _____ Faccio davvero fatica a sacrificare la gratificazione immediata per raggiungere
obiettivi a lungo termine.

184. _____ Mi accade spesso di non riuscire a controllare la rabbia quando comincio ad
avvertirla.

185. _____ Tendenzialmente esagero con alcune cose anche se so che non mi faranno bene

186. _____ Mi annoio molto facilmente.


136
M
187. _____ Quando un’attività diventa difficile, non riesco a continuare per portarla a termine.

188. _____ Non c’è niente su cui riesca a concentrarmi a lungo.

189. _____ Non riesco a costringermi a fare cose che non mi piacciono anche se so che è per
il mio bene.

190. _____ Mi arrabbio alla minima offesa.

191. _____ Raramente sono in grado di tener fede alle mie decisioni.

192. _____ Raramente riesco a trattenermi dal mostrare alle persone come mi sento
realmente, anche se può costarmi caro.

193. _____ Spesso faccio cose in modo impulsivo, per pentirmene in seguito.
*au
194. _____ Per me è molto importante piacere a tutti quelli che conosco.

195. _____ Cambio a seconda delle persone con cui sono in modo da piacergli di più.

196. _____ Faccio molto sforzi per adattarmi alle situazioni.

197. _____ La mia autostima si basa prevalentemente sulla percezione che gli altri hanno di
me.

198. _____ Avere molti soldi e conoscere persone importanti mi fa sentire una persona di
valore.

199. _____ Trascorro molto tempo curando il mio aspetto fisico in modo che le persone
provino stima nei miei confronti.

200. _____ I miei successi hanno più valore se sono notati anche dagli altri.

201. _____ Mi sforzo talmente tanto per adattarmi alle situazioni che talvolta non so più chi
sono.

202. _____ Trovo molto complicate stabilire i miei obiettivi senza tenere in considerazione in
quale modo gli altri reagiranno alle mie scelte.

203. _____ Quando considero le decisioni che ho preso nella vita, mi rendo conto che la
maggior parte di queste decisioni sono state prese tenendo a mente l’approvazione degli altri.

204. _____ Anche se non mi piace qualcuno, voglio comunque piacergli.

205. _____ Mi sento poco importante se non ricevo molte attenzioni dagli altri.

206. _____ Se esprimo qualche opinione in una riunione o mi presento ad un gruppo di


persone, ricerco sempre il riconoscimento e l’ammirazione.

207. _____ Mi sento una persona apprezzabile se ricevo approvazioni e complimenti.


*rar
137
M
208. _____ Anche quando le cose sembrano andare bene, rimango convinto che sia solo una
cosa temporanea.

209. _____ Se accade qualcosa di positivo, penso che sicuramente succederà qualcosa di
negativo.

210. _____ Anche se si è sempre molto attenti, qualcosa può sempre andare storto.

211. _____ Anche se lavoro molto intensamente ho sempre paura che la mia situazione
economica crolli.

212. _____ Ho sempre paura che una decisione sbagliata mi porti al disastro.

213. _____ Talvolta mi esaurisco su questioni minime perchè ritengo che le conseguenze di
un errore possano essere molto gravi.

214. _____ Mi sento meglio a pensare che le cose andranno male così non rimarrò deluso se
le cose dovessero realmente andare male.

215. _____ Mi concentro prevalentemente sugli aspetti e sugli eventi negativi della mia vita
piuttosto che su quelli positivi.

216. _____ Sono tendenzialmente pessimista.

217. _____ Le persone che mi sono vicine mi considerano un ansioso.

218. _____ Se le persone si entusiasmano troppo, mi sento a disagio e credo sia utile metterli
in guardia sulla possibilità che le cose vadano male.
*np
219. _____ Se commetto un errore merito una punizione.

220. _____ Se non faccio del mio meglio, devo pensare che fallirò.

221. _____ Non ci sono giustificazioni agli errori che commetto.

222. _____ Le persone che non fanno la loro parte devono essere punite in qualche modo.

223. _____ Solitamente non accetto le giustificazioni degli altri. Penso che non vogliano
accettare le proprie responsabilità e pagarne le conseguenze

224. _____ Se non faccio ciò che devo, è giusto che ne paghi le conseguenze.

225. _____ Ripenso spesso agli errori commessi e mi arrabbio con me stesso.

226. _____ Quando qualcuno commette qualche errore, fatico a pensare all’importanza di
“perdonare e dimenticare”.

227. _____ Serbo rancore anche dopo che le persone si sono scusate.

228. _____ Mi arrabbio se penso che qualcuno se l’è cavata troppo facilmente.

229. _____ M arrabbio quando le persone trovano giustificazioni o attribuiscono ad altri la


responsabilità dei propri problemi.
138
M
230. _____ Non sono importanti i motivi per cui ho commesso un errore; se faccio qualcosa di
sbagliato devo pagarne le conseguenze.

231. _____ Me la prendo molto con me stesso se qualcosa va storto.

232. _____ Sono una persona cattiva che merita di essere punita.
*pu

© 2005, Jeffrey Young, Ph.D. Special thanks to Gary Brown, Ph.D., Scott Kellogg, Ph.D., Glenn Waller,
Ph.D., and the many other therapists and researchers who have contributed items and feedback in the
development of the YSQ, 3rd edition. Unauthorized reproduction without written consent of the author is
prohibited. For more information, write: Schema Therapy Institute, 36 West 44th St., Ste. 1007, New
York, NY 10036.