Sei sulla pagina 1di 6

IL TEMPIO

ROMANO
Capelli Doriana

Pesenti Benedetta
Il tempio romano

Tra le varie strutture di culto tipiche della religione romana il più importante edificio sacro della Roma antica è il tempio.
L'architettura sacra romana risente profondamente dell'influsso dei canoni di quelle greca ed etrusca. La più marcata
differenza del tempio romano rispetto al tempio greco è la sua sopraelevazione su un alto podio, accessibile da una scalinata
spesso frontale. Inoltre si tende a dare maggiore importanza alla facciata, mentre il retro è spesso addossato a un muro di
recinzione e privo dunque del colonnato. Gli ordini architettonici più utilizzati furono quello corinzio, lo ionico, il tuscanico ed
il composito. Vi sono anche esempi di un uso combinato dei primi tre, utilizzati su piani sovrapposti.
Tempio della Triade Capitolina

Il tempio dedicato alla Triade, edificato sul Campidoglio nel 509 a.C,Si elevava da un alto podio con ampie scale su uno dei lati
brevi. E' fornito di tre celle parallele nelle quali sono poste le statue delle tre divinità: Giove al centro, seduto in trono e con
i fulmini nella mano, Minerva alla sua destra e Giunone a sinistra. Il tempio di tipo esastilo era circondato su tre lati da una
fila di colonne, mentre l'ampio pronao aveva colonne disposte su tre file. Frontone, acroterio, antefissa e ogni altra
decorazione erano in terracotta.
Tempio di Ercole Vincitore

Il Tempio di Ercole Vincitore o Ercole Oleario sorge in Piazza Bocca della Verità a Roma, nel foro Boario.
Fu eretto alla fine del II secolo a.C. e restaurato al tempo di Tiberio. Realizzato da blocchi di marmo pentelico, è un tempio
circolare circondato da venti colonne corinzie scanalate, di cui una è mancante, attualmente prive della trabeazione; è inoltre
mancante la copertura originaria.
Tempio della Fortuna Virile

L'edificio è dedicato a Portunus, dio del porto fluviale. E' di tipo tetrastilo, pseudoperiptero di ordine ionico. Poggia su un podio
ed è dotato di un profondo timpano ornato di dentelli. Il podio è realizzato in tufo rivestito di travertino, di tufo sono anche
la cella e le semicolonne che le sono addossate esternamente. E' un raro esempio di architettura greco-italica.
Pàntheon
Il Pantheon è un edificio di Roma antica costruito in origine come tempio dedicato a tutti gli dei.
L'edificio è costituito da un pronao collegato ad un'ampia cella rotonda per mezzo di una struttura rettangolare intermedia. Il
pronao è costituito da 3 file di 8 colonne (ottastilo) in marmo rosa e grigio di ordine corinzio. All'interno, due file di quattro
colonne dividono lo spazio in tre navate: quella centrale più ampia conduce alla grande porta di accesso della cella, mentre le due
laterali terminano su ampie nicchie che dovevano ospitare le statue di Augusto e di Agrippa qui trasferite dall'edificio
augusteo. Il timpano è oggi liscio, ma si vedono ancora i fori che sostenevano la decorazione bronzea. Internamente la cupola è
costituita da 5 ordini di 28 lacunari. Questi elementi vanno restringendosi verso il centro dove si trova un oculo di 8 m di
diametro. I lacunari hanno la funzione di alleggerire la cupola, che altrimenti crollerebbe. L'esterno della cupola e del pronao
erano ricoperti in bronzo.