Sei sulla pagina 1di 18

Endocrinologia PROF.

ALESSANDRO MALFATTI
Corso di Fisiologia e Benessere
degli animali in produzione

ORMONI

L'ENDOCRINOLOGIA lo studio delle ghiandole a 'secrezione inter -


na' ghiandole cio che rilasciano i loro prodotti nel sangue potendo
cos influenzare organi e tessuti di tutto l'organismo (attivit endocri-
na p.d.) o nel liquido interstiziale influenzando cellule vicine (attivit
paracrina).
Questi 'prodotti' sono gli ORMONI, sostanze di varia natura e vario
meccanismo d'azione, accomunate dal fatto di agire su altre cellule
dell'organismo inducendo cambiamenti specifici.
Quasi tutti gli ormoni agiscono dopo essersi legati a recettori chimici
specifici (sulla membrana cellulare o nella cellula) e spesso attivando
'secondi messaggeri', cio sistemi della cellula che poi inducono i cam -
biamenti metabolici. Ecco perch lo stesso ormone pu avere effetti
molto diversi su cellule diverse, o addirittura sulle stesse cellule quan -
do si trovino in un diverso stato fisiologico (per esempio nell'animale
giovane o adulto, gravido o meno, ecc.).
Endocrinologia PROF. ALESSANDRO MALFATTI
Corso di Fisiologia e Benessere
degli animali in produzione

GHIANDOLE ENDOCRINE
EPIFISI o PINEALE: piccolo organo cerebrale che produce la melatonina
IPOTALAMO: un'organo del cervello che produce piccoli ormoni, alcuni che agi -
scono direttamente, altri che servono a regolare il funzionamento dell'ipofisi
IPOFISI: situata alla base del cranio e produce ormoni che agiscono direttamen -
te (ormone della crescita, prolattina, peptidi oppioidi) o regolano altre ghiandole en -
docrine (corticale del surrene, tiroide, gonadi)
TIROIDE: regolazione del metabolismo (ormoni tiroitei, T4-tiroxina e T3-triiodoti -
ronina) e della calcemia (calcitonina)
PARATIROIDI: regolazione della calcemia (paratormone)
PANCREAS endocrino: regolazione della glicemia (insulina e glucagone)
CORTICALE del SURRENE: regolazione dell'equilibrio idrico-salino (aldosterone) e
reazione di stress (cortisolo-corticosterone)
MIDOLLARE del SURRENE: reazione di allarme-emergenza (adrenalina e noradre-
nalina)
GONADI (ovaie e testicoli): ormoni sessuali: estrogeni, androgeni (testosterone),
progesterone
Endocrinologia PROF. ALESSANDRO MALFATTI
Corso di Fisiologia e Benessere
degli animali in produzione

ALTRI TESSUTI ENDOCRINI

CUORE: produce il fattore natriuretico atriale (NAF) in risposta


all'ipertensione ematica
RENE: produce eritropoietina (in risposta all'ipossia) e renina (in risposta
all'ipotensione ematica).
Inoltre attiva la vitamina D (che agisce come un ormone)
Vari tessuti producono le prostaglandine (ormoni 'locali')
Vari tessuti producono i fattori di crescita (ormoni 'locali')
FEGATO: produce particolari fattori di crescita, le somatomedine (IGF)
STOMACO e INTESTINO: producono ormoni proteici che hanno azione
principalmente su altre sezioni dell'app. digerente, regolandone la funzione
PLACENTA: un importantissimo organo endocrino 'temporaneo', che
produce molti ormoni, sia proteici sia steroidi. Principalmente gli ormoni
placentari sono deputati a sostenere la gravidanza, anche permettendo
all'organismo materno di riconoscere che una gravidanza in atto, e a
preparare la madre all'allattamento
Endocrinologia PROF. ALESSANDRO MALFATTI
Corso di Fisiologia e Benessere
degli animali in produzione

NATURA CHIMICA degli ormoni

Derivati da AMINOACIDI:
Ormoni della TIROIDE (dalla tirosina)
Ormoni della midollare del SURRENE (dalla tirosina)
MELATONINA (dal triptofano)
Di natura PROTEICA:
Ormoni dell'IPOTALAMO e dell'IPOFISI
PARATORMONE
INSULINA e GLUCAGONE (del pancreas)
Di natura STEROIDEA (derivati del colesterolo):
Ormoni SESSUALI (estrogeni, progesterone, androgeni)
Ormoni della corticale del SURRENE (glucocorticoidi e mineralcorti -
coidi)
Endocrinologia PROF. ALESSANDRO MALFATTI
Corso di Fisiologia e Benessere
degli animali in produzione

IPOTALAMO e ipofisi

L'ipotalamo un organo dell'encefalo che sovrintende a molte funzioni con


carattere di controllo dell'omeostasi.
Una delle modalit con cui agisce nell'organismo il
CONTROLLO DELLA SECREZIONE DI ORMONI IPOFISARI
che avviene tramite fattori di stimolo o inibizione al loro rilascio.
Inoltre l'ipotalamo produce e trasporta all'ipofisi (da dove vengono rilasciati
nel sangue) due ormoni importanti:
OSSITOCINA:
induce il comportamento materno
agisce su cellule muscolari lisce
utero, durante il parto
tube uterine, al momento della fecondazione
cellule a canestro della mammella, durante l'allattamento
VASOPRESSINA ORMONE ANTIDIURETICO (ADH):
nel RENE favorisce il riassorbimento di acqua, concentrando le urine
Induce la sensazione di SETE
Endocrinologia PROF. ALESSANDRO MALFATTI
Corso di Fisiologia e Benessere
degli animali in produzione

IPOTALAMO e ipofisi
Endocrinologia PROF. ALESSANDRO MALFATTI
Corso di Fisiologia e Benessere
degli animali in produzione

IPOFISI

L'ipofisi una ghiandola posta alla base del cranio. Viene distinta in
NEUROIPOFISI: pi che una vera ghiandola il terminale degli assoni dei
neuroni dell'ipotalamo che producono OSSITOCINA e VASOPRESSINA
ADENOIPOFISI: una vera ghiandola. Produce ormoni proteici che in-
fluenzano molte funzioni dell'organismo, direttamente o regolando la fun -
zione di altre ghiandole endocrine.
SOMATOTROPINA o ormone dell'accrescimento (GH): se manca o
carente nel giovane si assiste al NANISMO, in caso contrario a
GIGANTISMO. Agisce sia direttamente, sia tramite le
SOMATOMEDINE (IGF), ormoni prodotti dal FEGATO.
PROLATTINA (PRL): importantissima per la produzione del LATTE,
ma anche per lo stimolo al COMPORTAMENTO MATERNO.
Negli uccelli stimola gli istinti della NIDIFICAZIONE e della COVA.
CORTICOTROPINA o ormone adrenocorticotropo (ACTH): stimola la
corticale surrenale a produrre e secernere GLICOCORTICOIDI, pro -
tagonisti della reazione di STRESS.
Endocrinologia PROF. ALESSANDRO MALFATTI
Corso di Fisiologia e Benessere
degli animali in produzione

IPOFISI

TIROTROPINA (TSH): stimola la funzionalit dei follicoli della tiroi -


de, quindi importantissima nella regolazione del metabolismo basale.
GONADOTROPINE: agiscono su TESTICOLI e OVAIE regolandone la
funzionalit.
FSH (ormone FollicoloStimolante):
FEMMINA: induce la crescita dei FOLLICOLI, la produzione
di ESTROGENI e la maturazione dell'ovulo.
MASCHIO: coinvolto nella maturazione degli SPERMATOZOI
LH (ormone Luteinizzante-femmina) o ICSH (maschio):
FEMMINA: induce l'OVULAZIONE e la trasformazione del
follicolo in CORPO LUTEO, capace di produrre PROGESTERO -
NE, l'ormone della gravidanza.
MASCHIO: stimola la secrezione degli ANDROGENI
Endocrinologia PROF. ALESSANDRO MALFATTI
Corso di Fisiologia e Benessere
degli animali in produzione

TIROIDE

La tiroide posta nel collo e produce due generi di ormoni:



I cosiddetti 'ormoni tiroidei' (TIROXINA e TRIIODOTIRONINA)

La CALCITONINA.
TIROXINA (T4) e TRIIODOTIRONINA (T3):
SINTESI: T3 e T4 hanno una particolarit che li rende unici: con -
tengono IODIO (sono le uniche molecole che utilizzano questo
elemento chimico). La tiroide una ghiandola follicolare, capta Io -
dio dal sangue e lo sintetizza con la Tirosina producendo soprat -
tutto T4 (tirosina + 4 I), abbondante nel sangue, che poi quando e
dove serve nell'organismo viene deiodata in T3 (tirosina + 3 I) che
l'ormone attivo.
REGOLAZIONE: la funzione tiroidea viene stimolata dal TSH (or-
mone ipofisario), a sua volta stimolato dal TRH (fattore ipotalami -
co. L'abbondanza di T3 nel sangue inibisce TRH e TSH (feedback
negativo).
Endocrinologia PROF. ALESSANDRO MALFATTI
Corso di Fisiologia e Benessere
degli animali in produzione

TIROIDE: regolazione a feedback


(retroazione)

IPOTALAMO
TRH

stimola
(incrementa) IPOFISI
TSH

inibisce

TIROIDE
T3-T4
Un esempio di
feedback negativo

SANGUE
T3-T4
Endocrinologia PROF. ALESSANDRO MALFATTI
Corso di Fisiologia e Benessere
degli animali in produzione

TIROIDE

AZIONI:
Metabolismo basale: lo incrementa in tutte le cellule
dell'organismo, determinando anche aumento del consumo di
O2 e un importante effetto calorigeno. Nel grasso bruno
l'effetto calorigeno indotto anche per disaccoppiamento
della fosforilazione dall'ossidazione (es. animali ibernanti).
Catabolismo glucidi e lipidi con anabolismo proteico.
Sviluppo e maturazione del sistema nervoso nel giovane.
Nell'adulto la loro carenza determina turbe del comportamento
e dell'umore.
IN GENERALE: una equilibrata funzionalit della tiroide
permette di adattare il metabolismo alle variazioni ambientali
(freddo/caldo, disponibilit/carenza alimentare) e dello stato
fisiologico (crescita, invecchiamento, attivit sessuale,
cova/gravidanza, lattazione)
Endocrinologia PROF. ALESSANDRO MALFATTI
Corso di Fisiologia e Benessere
degli animali in produzione

METABOLISMO del CALCIO

La CALCEMIA uno dei parametri pi strettamente regolati


dell'organismo (condiziona la funzionalit nervosa, muscolare e la
coagulazione del sangue). Coinvolge diversi ormoni:
PARATORMONE (PTH), ghiandola PARATIROIDE:
AUMENTA LA CALCEMIA: favorisce il riassorbimento
dell'osso e il recupero di Ca dal rene, attiva la vit. D
CALCITONINA (CT), ghiandola TIROIDE (cellule C 'chiare'):
DIMINUISCE LA CALCEMIA: favorisce la deposizione di Ca
nelle ossa e l'escrezione renale di cationi
VITAMINA D: dall'alimento, con l'irradiazione solare:
AUMENTA L'ASSORBIMENTO DEL CALCIO: deve essere
introdotta con l'alimento, poi attivata in tre tappe: nella
cute (ultravioletti) nel fegato nel rene (PTH)
Endocrinologia PROF. ALESSANDRO MALFATTI
Corso di Fisiologia e Benessere
degli animali in produzione

METABOLISMO del GLUCOSIO

La GLICEMIA anche regolata in buona parte per via endocrina


Molti ormoni sono IPERGLICEMIZZANTI, con diversi meccanismi:
GLUCAGONE, ghiandola PANCREAS ENDOCRINO (isole di
Langerhans, cellule A):
Glicogenolisi epatica (e lipolisi nel tessuto adiposo)
CATECOLAMINE, ghiandola MIDOLLARE SURRENALE:
Glicogenolisi epatica e muscolare (e lipolisi)
GLUCOCORTICOIDI, ghiandola CORTICOSURRENALE :
Gluconeogenesi da proteine e lipidi
Altri ormoni, con diversi meccanismi:
Tiroxina: aumento appetito, sinergia con catecolamine
Somatotropina: antiinsulinico, lipolitico
Endocrinologia PROF. ALESSANDRO MALFATTI
Corso di Fisiologia e Benessere
degli animali in produzione

METABOLISMO del GLUCOSIO

Invece l'unico ormone IPOGLICEMIZZANTE :


L'INSULINA, prodotta nel PANCREAS ENDOCRINO (isole di
Langerhans, cellule B)
Induce e permette a tutte le cellule dell'organismo -escluse
quelle nervose- l'assunzione di glucosio dal sangue (quindi
riduce la glicemia).
La carenza di insulina determina una grave sindrome, il diabete
mellito (nome dovuto al sapore dolce del sangue e delle urine), che
comporta:
Perdita di glucosio con le urine con disidratazione, sete, fame,
debolezza neuromuscolare
Utilizzazione dei lipidi come fonte di energia con conseguente
acetonemia e acidosi (fino al coma e morte)
Microangiopatie, specie in retina (cecit), reni (insufficienza),
sistema nervoso. anche causa di ulcere e piaghe.
Endocrinologia PROF. ALESSANDRO MALFATTI
Corso di Fisiologia e Benessere
degli animali in produzione

SURRENE

La CORTICALE SURRENALE produce ormoni steroidi:


GLICOCORTICOIDI: cortisolo/corticosterone
implicati nella regolazione giornaliera dei cicli metabolici (es.
anabolismo nel sonno, catabolismo nella veglia) e nella reazione
di stress
MINERALCORTICOIDI: aldosterone
regolazione dell'equilibrio idrico e salino (recupero di sodio e
acqua) e conseguente regolazione della volemia
STEROIDI SESSUALI: androgeni ed estrogeni in piccole quantit
non se ne conosce la funzione
La MIDOLLARE SURRENALE produce le:
CATECOLAMINE:
Noradrenalina (norepinefrina) e Adrenalina (epinefrina)
Che sono le protagoniste, insieme al SNV, della reazione di
ALLARME/EMERGENZA (lotta/fuggi)
Endocrinologia PROF. ALESSANDRO MALFATTI
Corso di Fisiologia e Benessere
degli animali in produzione

ASSE IPOTALAMO-IPOFISI-SURRENE

IPOTALAMO RITMI CIRCADIANI


STRESSORE
CRH

IPOFISI
ACTH

-ENDORFINE

CORT. SURRENE
stimola GLICOCORTICOIDI
(incrementa)

inibisce
SANGUE
GLICOCORT.
Endocrinologia PROF. ALESSANDRO MALFATTI
Corso di Fisiologia e Benessere
degli animali in produzione

L'EPIFISI (ghiandola PINEALE)

una piccola ghiandola cerebrale che produce MELATONINA, un


ormone legato alla regolazione dei bioritmi, i pi importanti dei
quali sono i ritmi CIRCADIANI e quelli ANNUALI (STAGIONALI)

Sono DETERMINATI da un oro-


logio biologico interno [segna-
tempo-zeitgebers] sito nel NU-
CLEO SOPRACHIASMATICO
(nell'IPOTALAMO anteriore)
Sono REGOLATI principalmente
dall'alternanza luce-buio (giorno-
notte) di cui l'organismo viene
informato dalla melatonina, che
viene secreta solo di notte
Endocrinologia PROF. ALESSANDRO MALFATTI
Corso di Fisiologia e Benessere
degli animali in produzione

REGOLAZIONE IDRICO-SALINA

Concerne sia il volume di acqua dell'organismo (di cui l'espressione pi


'comprensibile' la volemia) sia la quantit di sali (concentrazione di Na
in particolare), ossia la cosiddetta pressione osmotica del LEC (liquido
extra cellulare), ma anche la relazione tra essi. Gli ormoni pi implicati:
VASOPRESSINA: induce rapidamente riassorbimento di H2O a livello
renale
secrezione scarsa determina pi urinazione
determina sensazione di sete
Sistema RENINA-ANGIOTENSINA-ALDOSTERONE, il rene in rispo-
sta a ipotensione ematica libera renina, che attiva angiotensina, che
induce liberazione di aldosterone. Cos si determina aumento della
pressione idrostatica:
sia rapidamente per vasocostrizione (angiotensina)
sia pi durevolmente:
angiotensina (sete)
aldosterone (riassorbimento renale di Na e H2O)