Sei sulla pagina 1di 1

Ci sono giornate in cui tutto sembra andar male, e non

riusciamo a vedere nulla di positivo...siamo tristi...un po


come i discepoli che ascoltano lannuncio di Ges che
dichiara di andare al Padre e sembrano non ascolta-
re neppure le parole con cui li incoraggia confermando
che non solo lui continuer a camminare al loro fianco,
ma che mander anche un altro Paraclito un altro
compagno di strada che li aiuter a guardare con fidu-
cia la vita e scorgere anche nelle vicende pi faticose -
proprio come le giornate in cui nulla sembra funzionare
- i segnali che il cammino verso la meta della piena
gioia si sta completando, e realizziamo il nostro grande
sogno: la comunione con Dio, il Padre che ci ama

Altri giorni e altri fatti possono metterci di buonumore,


infonderci fiducia, donarci coraggio e voglia di camminare
sulla strada della vita; in queste settimane le ordinazioni
presbiterali, come anche il viaggio pastorale di papa Fran-
cesco in Terra Santa con gli incontri e le celebrazioni che
avranno certamente una ricaduta non secondaria nel dia-
logo tra i popoli e le comunit religiose; dialogo che da
quella Terra santa e martoriata sembra quasi prendere il
tono per nuovi canti
Anche questi sono dei segnali che lo Spirito - laltro
Paraclito - davvero il compagno di strada che ci cam-
mina a fianco e ci aiuta a puntare sicuri verso la casa dove
scopriremo che io sono nel Padre mio e voi in me e io in
voi come direbbe Ges per indicare la comunione che tutti cerchiamo

Uno che cammina al nostro fianco, ma


non come estraneo che esce con noi dal-
la stessa fermata della metropolitana,
ognuno chiuso nei suoi pensieri e nep-
pure come precettore esigente e severo,
che non ci risparmia rimproveri e casti-
ghi, e ci affida compiti sempre pi diffi-
cili, quasi sempre impossibili
Non un Dio che ci guarda pronto a
condannarci se sbagliamo anche di po-
co; il Vangelo lannuncio della gioia:
Ges e lo Spirito camminano al nostro
fianco, anche se ci vuole sempre atten-
zione e desiderio di incontrare tanta
delicata e dolce la loro presenza, messa
in luce in alcuni fatti grandi da perso-
naggi significativi, ma non meno attiva e vivace nella vita di ciascuno, anche di chi si sente un credente
sulla soglia, un cercatore di Dio, uomo o donna del nostro tempo, con tutte le sue fragilit e fatiche