Sei sulla pagina 1di 14

Supplemento al numero 1 - 2014 - ISSN 1970-8165

ORGANO UFFICIALE DELLA SOCIET ITALIANA DI PEDIATRIA PREVENTIVA E SOCIALE

Protezione ambientale
e ortodontica vs la
traumatologia dentale
in et evolutiva:
strumenti di diffusione
delle Linee Guida
tramite il pediatra
Supplemento al numero 1 - 2014
ISSN 1970-8165

SOCIET ITALIANA DI PEDIATRIA


PREVENTIVA E SOCIALE
PRESIDENTE INTRODUZIONE 4
Giuseppe Di Mauro
MATERIALI E METODI 4
VICE PRESIDENTI
Sergio Bernasconi LINEE GUIDA NAZIONALI 2012 PER LA PREVENZIONE E LA
Gianni Bona
GESTIONE CLINICA DEI TRAUMI DENTARI NEGLI INDIVIDUI
CONSIGLIERI IN ET EVOLUTIVA
Salvatore Barberi 5
Annamaria Castellazzi Prevenzione primaria in ambiente domestico 5
Claudio Maffeis Prevenzione secondaria in dentizione tutta decidua (da 6 mesi a 5-6 anni) 8
Vito Leonardo Miniello
Prevenzione primaria in ambiente scolastico 8
SEGRETARIO Prevenzione primaria in ambiente sportivo
Giuseppe Varrasi 8
Prevenzione secondaria in dentizione permanente 11
TESORIERE
Emanuele Miraglia Del Giudice
REVISORI DEI CONTI CONCLUSIONI 11
Elena Chiappini
Daniele Ghiglioni
Elvira Verduci (Supplente)
VADEMECUM 11
PEDIATRIA PREVENTIVA & SOCIALE
ORGANO UFFICIALE DELLA SOCIET

DIRETTORE RESPONSABILE
Guido Brusoni "7 REGOLE D'ORO" 13

DIRETTORE
Giuseppe Di Mauro
BIBLIOGRAFIA 14
COMITATO EDITORIALE
Salvatore Barberi
Sergio Bernasconi
Gianni Bona
Annamaria Castellazzi
Elena Chiappini
Franco Locatelli
Ruggiero Francavilla
Daniele Ghiglioni
Paola Giordano
Claudio Maffeis
Lorenzo Mariniello
Editore
Gianluigi Marseglia Sintesi InfoMedica S.r.l.
Vito Leonardo Miniello Redazione
Emanuele Miraglia Del Giudice redazioneSIPPS@sintesiinfomedica.it
Giuseppe Varrasi Marketing e vendite
Leo Venturelli Marika Cal
Elvira Verduci m.calo@sintesiinfomedica.it

Registrazione Tribunale di Parma - N.7/2005 2014 Sintesi InfoMedica S.r.l.


Protezione ambientale e ortodontica
vs la traumatologia dentale
in et evolutiva: strumenti di diffusione
delle Linee Guida tramite il pediatra
Bassani AL, Frati E, Manzini P, Malerba A, Piergallini G, Rosmarini M, Strohmenger L.
Clinica Odontostomatologica, DiSS, Universit degli Studi di Milano - SS Odontoiatria Infantile - AO San Paolo, Milano
Infantoralcare Ortodonzia bio-dinamica

Parole chiave Key words


traumi dentali, Linee Guida Nazionali, prevenzione dental trauma, National Clinical Guidelines, prevention

Riassunto Abstract
Nel 2012 sono state pubblicate le Linee Guida Nazionali The National Clinical Guidelines for Dental trauma
sulla Protezione e gestione della traumatologia dentale management and safeguarding in developmental age
in et evolutiva per diffondere lattuazione di comporta- were published in 2012, in order to widely promote any
menti protettivi e preventivi al fine di ridurre al massimo preventive and protective behaviour, so as to reduce
lincidenza degli eventi traumatici e i danni agli elementi the frequency of traumatic injuries to deciduous or
dentari decidui o permanenti. permanent teeth to a minimum.
Ancora una volta il pediatra rappresenta lunica figura sa- Once again paediatricians play a pivotal role, for being
nitaria in grado di poter trasmettere ai genitori/educatori the only healthcare professionals who can really provide
le informazioni corrette in ambito preventivo e nella ge- parents and educators with correct information on how
stione dellevento traumatico. to prevent and treat traumatic dental injuries.
Con il presente lavoro intendiamo quindi fornire al pedia- Therefore, the aim of this work is to supply paediatricians
tra di base il materiale idoneo per diffondere i contenuti with proper documentation in order to spread the
delle Linee Guida Nazionali. National Clinical Guidelines contents.

3
APPROFONDIMENTI

Introduzione le in et evolutiva (in ambito dome- evolutiva e delle adeguate norme com-
stico, scolastico e sportivo)3 hanno portamentali sullimmediata gestione

N
ei Paesi industrializzati la sta- allineato il nostro Paese con quelli da clinica del danno dentale.
tistica registra che 1 soggetto pi tempo attivi sulla prevenzione
su 5, prima di aver lasciato la odontoiatrica: diciamo pi a livello
scuola, ha avuto una lesione trauma- informativo che istituzionalmente
Materiali e metodi
tica a carico di denti permanenti. operativo. a) Duplicazione del poster S.O.S Denti -
I dati sulla frequenza di traumi den- Infatti, al contrario di programmi na- a cura della Societ Italiana Trauma-
to-alveolari nella popolazione giova- zionali in corso (gennaio 2011 SIP- tologia Dentale - modificato in fun-
nile 1-21 anni identificano i maggiori SIPPS-Ministero Salute Progetto Mi zione delle diverse fasi di sviluppo
picchi nel range di et 1-3 aa (30%); voglio Bene: prevenzione dellobesit della dentizione nellet evolutiva.
in dentizione mista fra 8 e 11 anni infantile; settembre 2013 Dossier Mi-
(20%) e nella dentizione permanente nistero Salute-FMSI Sport e bambini:
I poster saranno resi immediatamen-
fra 16 e 21 aa (15%).1 s ad una infanzia in movimento: scel-
te fruibili a livello visivo nella sala di
I Paesi del Nord America, culturalmen- ta di attivit sportive idonee 5-12 aa),
attesa del pediatra, negli asili-nido,
te pi avvezzi alle pratiche sportive, e il Ministero della Salute non ne ha
quelli del Nord Europa, attivi anche nelle scuole e nei centri sportivi, sin-
dato diffusione alle Societ Pediatri-
nella risoluzione istituzionalizzata di tetizzando le indicazioni sulla prote-
che n i Ministeri competenti (Istru-
malocclusioni che aumenterebbero il zione e Sport) hanno trasmesso lin- zione e gestione clinica della trauma-
danno in caso di trauma, attuano da formazione nellambito scolastico n tologia dentale espresse dalle Linee
decenni programmi protettivi (uso sportivo tramite opportuni supporti Guida Nazionali ed Internazionali,
obbligatorio di paradenti/schermo ora- cartacei e non. con la "Segnaletica di Sicurezza" (se-
le nellattivit fisica & ortodonzia pre- Per superare questo vuoto comunicati- gnali di avvertimento di colore giallo:
ventiva pre/scolare) attraverso lazione vo, il pediatra di libera scelta - in coinci- rischi da fattori ambientali e situazio-
sinergica pediatra-odontoiatra per denza dei programmati bilanci di salute ni occlusali; segnali di prescrizione
linfanzia-medico sportivo.2 0-6 anni e non solo - pu rappresentare di colore celeste: comportamenti e
Nel 2012 le Raccomandazioni delle la figura ideale per la diffusione delle mezzi protettivi; segnali di soccor-
Linee Guida Nazionali Protezione e norme di prevenzione sulla traumato- so di colore verde: primo soccorso
gestione della traumatologia denta- logia di interesse odontoiatrico in et odontoiatrico).

4
b) Realizzazione di vademecum a RACCOMANDAZIONE 2
carattere descrittivo-prescrittivo In caso di eccessivo overjet, informa-
(cosa/quando/come fare ossia re- re i genitori dellaumento del rischio
gole comportamentali per ridurre di danno da eventuale trauma den-
i traumi dentali in situazioni am- tale e suggerire una valutazione or-
bientali e occlusali identificate ri- tognatodontica.
spetto al rischio) differenziandoli
per fasce di et. Nel momento in Nella prima infanzia, tra i fattori etio-
cui i vademecum saranno conse- logici pi frequenti di trauma den-
gnati al genitore e/o alladolescen- tale vanno considerati linizio della
te, questi stessi diventeranno a deambulazione con o senza girello,
loro volta dei caretakers vs la trau- momento in cui i bambini tendono a
matologia dentale. cadere con estrema facilit urtando
i mobili che arredano labitazione7
Se il pediatra li indirizza a consegnar- e labitudine a succhiare il pollice o
li a insegnanti dellasilo nido e scuola il ciuccio, che comporta laumento
materna/elementare, a operatori e dellOVJ (distanza tra incisivi supe-
educatori dei centri sportivi-ricreati- riori e inferiori) e, quindi, il danno da
vi, i vademecum con le informazioni caduta frontale.8
di prevenzione ambientale e primo Inoltre, il bambino obeso pi esposto
soccorso odontoiatrico diventeran-
alle cadute, per cui lattenzione verso
no patrimonio conoscitivo di tutti i
pi adeguata alimentazione neces-
tutori della salute e del benessere del
saria anche per evitare traumi facciali
bambino nellinfanzia.
o dentari.9 Per evitare questi frangenti,
sarebbe opportuno adottare, soprat-
tutto con i bambini pi vivaci, luso di
Linee Guida Nazionali paradenti10 e ricorrere a visite speciali-
2012 per la prevenzione stiche odontoiatriche per intercettare
e la gestione clinica e correggere precocemente eventuali
dei traumi dentari negli protrusioni che aumentano il danno in
individui in et evolutiva caso di traumi.11

Prevenzione primaria in ambiente


domestico RUOLO DEL PEDIATRA
RACCOMANDAZIONE 1 Il pediatra, tramite i poster, avr la possibilit di sensibilizzare nella fase
Adottare misure atte a disincentiva- della prima infanzia il genitore/i sulla correlazione esistente tra "acci-
re la suzione non nutritiva dopo i 2 dentalit" e norme comportamentali quotidiane non corrette e/o insuf-
anni, per interromperla entro lanno ficienti ovvero sulla prevenzione comportamentale per evitare oppure
successivo. limitare la traumatologia dento-facciale.
Se per, contemporaneamente, verr consegnato al genitore/i un va-
La suzione non nutritiva rappre- demecum che contenga immagini esplicative su caratteristiche facciali
sentata dal succhiamento del pollice a carattere disfunzionale e sulle conseguenti alterazioni dentali - quasi
o altre dita, succhiotto, labbro e lin- sempre determinate dalle abitudini viziate - lo indirizzer pi facilmente
gua. estremamente diffusa nellin- ed efficacemente verso la protezione specialistica ortodontica, in modo
fanzia, tanto da ritenersi normale. Se da consentire al bambino - gi in et molto precoce - il riequilibrio di
protratta oltre i 3 anni pu causare quelle occlusioni che sono pi fortemente a rischio del verificarsi di un
malocclusioni: morso aperto anterio- trauma dentale.11
re, morso crociato posteriore, II clas-
se molare.4-6

5
APPROFONDIMENTI

Figura 1. Poster 1-3 anni: prevenzione in ambiente domestico e di gioco/allasilo nido.


Modificato da www.sitdtraumidentali.com/pdf/traumi.pdf.

6
Figura 2. Poster 4-5 anni: prevenzione in casa/a scuola/in luoghi di gioco o attivit fisica.

7
APPROFONDIMENTI

Prevenzione secondaria in dentizione Figura 3. Le lesioni traumatiche dei denti. Disegni dal poster OMS-ANDI (anni '90)
tutta decidua (da 6 mesi a 5-6 anni)

Come prevenzione secondaria, os-


sia lintervento che deve limitare gli
effetti nocivi del trauma dentale nel
range det 6 mesi-5 anni, trattan-
dosi di dentizione tutta decidua, la
gestione clinica sar finalizzata al
controllo e alleventuale monitorag-
gio da parte di un odontoiatra, pre-
feribilmente specialista per linfanzia.
Infatti nellimpatto lelemento deci-
duo pu aver subito una lussazione Avulsione
Avulsione Frattura
Frattura della
della corona
corona
(Figura 3) con effetto di intrusione (il
dente si presenta pi corto perch Prevenzione primaria in ambiente
risalito nellalveolo) oppure di estru- scolastico
sione (il dente appare pi lungo per-
ch parzialmente fuoriuscito dallal- RACCOMANDAZIONE 1
veolo): questa seconda situazione Formare gli insegnanti sui rischi da
in genere meno lesiva rispetto alla trauma dentale, tramite corsi di for-
precedente perch pi difficilmente mazione, brochure e/o manuali. Af-
coinvolta lintegrit della gemma figgere sul muro dei corridoi e delle
del dente permanente. palestre scolastiche volantini e locan-
Se invece nel trauma un dente/i fos- dine illustrative.
se del tutto fuoriuscito dalla sua sede
naturale (avulsione, Figura 3), non Vista la frequenza
Avulsione
consigliabile il reimpianto: non sus-
Fratturadidella
traumicorona
dentari in Lussazione
ambiente scolastico, sarebbe oppor-
sistono le condizioni biologiche per tuno che gli Istituti scolastici organiz-
una prognosi positiva del suo riposi- zassero corsi di formazione rivolti al RACCOMANDAZIONE 1
zionamento nellalveolo. personale docente e non docente indi- Utilizzare caschi, paradenti e/o ma-
Nel caso in cui invece il dente deciduo rizzati a identificare e contenere i rischi schere facciali adeguate, in funzione
avesse riportato la frattura della co- cui i bambini vanno incontro.12,13 del tipo di attivit sportiva svolta e ag-
rona (Figura 3), inutile recuperare gli
giungere fiale di soluzione fisiologica
elementi danneggiati, perch il loro RACCOMANDAZIONE 2 sterile al kit di pronto soccorso.
riposizionamento risulta impossibile. Formare i bambini sui rischi provenienti
da atteggiamenti nocivi sia per la sicu- Frequentare la piscina, il campo
PRIMA VISITA rezza personale sia per quella altrui. sportivo, fare equitazione o ginnasti-
ODONTOIATRICA ca artistica, correre in bicicletta, usa-
Gli eventi pi frequenti sono labitu- re lo skateboard, il monopattino o i
Se l'evento si verificato in et dine a mordere la penna, trattenere pattini rappresentano alcune attivit
precoce (2/3 anni) esso rappre- in bocca oggetti di cancelleria, litiga- sportive cui connesso un aumen-
senta il pretesto per una prima re con bambini vittime di bullismo,9 to di rischio del trauma dentale.14 In
visita odontoiatrica e per fissare utilizzare giochi che comprendono tali circostanze sarebbe opportuno
controlli cadenzati e program- oggetti potenzialmente contunden- che il personale dei centri sportivi
mati nell'arco di 1 anno, finaliz- ti, cadere durante le attivit sportive consigliasse luso di paradenti e/o
zati anche a rassicurare il bambi- e quelle ricreative. maschere facciali in funzione dellat-
no sulla possibilit di recuperare tivit sportiva, informando il sogget-
lestetica del suo sorriso. Prevenzione primaria in ambiente to dei benefici a lungo termine di tali
sportivo dispositivi di sicurezza.3,15,16

8
RACCOMANDAZIONE 2
Diffondere volantini e locandine
illustrative a scopo preventivo

SOS DENTI: 6-12 ANNI

riconosciuto che nellinfanzia laumento dellattivit fisica ha valore protettivo inversamente proporzionale
allincidenza di fratture/lussazioni/avulsione dei denti.16 Non a caso il Dossier Ministeriale di settembre 2013 en-
fatizza limportanza dellattivit fisica perch, comunque, chi pratica giochi di gruppo e di movimento e/o sport
dilettantistici pi agile e, quindi, meno predisposto ai traumi per cadute o impatti.
Allattivit fisica, contemporaneamente e inderogabilmente, va affiancata la formazione alleducazione al gioco
individuale o di gruppo da demandarsi a genitori/educatori scolastici/insegnanti e personale dei centri sportivi
come promozione della sicurezza personale ed altrui nello sport e nei comportamenti quotidiani. Se, tuttavia alla
formazione non viene accompagnata anche linformazione alla famiglia e agli educatori sportivi e scolastici sui
fattori disfunzionali della bocca potenzialmente predisponenti ai fenomeni traumatici (in particolare sugli effetti
negativi delle abitudini viziate; alterazioni mandibolari; instabilit occlusale; posture non corrette), verrebbero a
mancare i pre-requisiti per una generalizzata ed efficace prevenzione specifica primaria e quella pi specialistica
ortodontica.

9
APPROFONDIMENTI

Figura 4. Poster dai 5-6 anni fino ai 12 anni: prevenzione in ambiente scolastico e sportivo.

10
Prevenzione secondaria in dentizio- temporaneo agli altri denti per 2-4 occlusali che pongono il bambino e
ne permanente settimane (splintaggio) ed i controlli ladolescente a un maggiore oppure
successivi sono gestiti da un odonto- aumentato rischio di incorrere in un
In caso di traumi dentari su denti iatra competente.10,17 In ogni caso trauma di interesse odontoiatrico. Ma
permanenti, necessario tranquil- va osservato un protocollo di con- poi con lo strumento comunicativo
lizzare il bambino, eliminare even- trolli a distanza, al fine di escludere del vademecum, organizzato in rap-
tuali residui ematici, rendersi conto l'insorgere di complicanze. porto alla fascia di et e in base alla
del danno riportato (tipo di dente fase della dentizione, che abbiamo
coinvolto, eventuali fratture del bor- Conclusioni fornito alla Pediatria la concreta pos-
do masticatorio, mobilit o parziale Nella logica sequenziale di presen- sibilit di portare le direttive delle Li-
estrusione del dente, necessit di tazione (dalla dentizione decidua alla nee Guida Ministeriali a conoscenza
avulsione, possibilit di recuperare il dentizione permanente) abbiamo po- di tutti gli altri tutori e promotori della
pezzetto di dente o il dente intero). sto in parallelo le Raccomandazione salute nellinfanzia (sia la famiglia sia
Un dente (intero o parziale danneg- delle Linee Guida con i poster S.O.S gli operatori ed educatori
giato ha buone probabilit di essere Denti, modificandoli in rapporto alla scolastici/sportivi) in modo da con-
re-impiantato se rimasto al massi- diverse fasi dellet evolutiva e foca- dividere con loro la prevenzione del
mo un paio dore in ambiente liquido lizzando attraverso la segnaletica di danno dento-facciale e il primo soc-
(soluzione fisiologica, latte o saliva) sicurezza le pi ricorrenti norme com- corso per la corretta gestione clinica
e se il reimpianto, ossia il fissaggio portamentali, ambientali e situazioni del trauma dentale.

VADEMECUM
6 mesi-3 anni: informazione e formazione per il genitore/i e gli operatori di asilo nido

Agenti materiali da cui situazione a rischio Incisivi superiori molto in avanti: abitudini viziate - in
di trauma dentale particolare succhiamento del pollice/altre dita- spin-
Uso del girello: a rischio di cadute che coinvolgono la gono gli incisivi superiori molto in avanti (anche per
faccia e i denti - anche quelli permanenti in formazio- mancata protezione del labbro superiore, una caduta
ne dentro losso. frontale li render pi esposti ai traumi).
Anello del ciuccio: in caso di caduta e/o urto contro Come prevenire i traumi dentali in dentizione decidua
qualcosa, lanello esterno, che in materiale rigido, Non usare il girello.
pu provocare traumi dentali pi meno gravi (in Quando il bambino inizia a camminare, cercare di limi-
rapporto allentit dellurto e alla caduta) e pi seri in tare luso del ciuccio al momento in cui si addormenta
rapporto a quanto pi il bambino piccolo det. o utilizzarlo soltanto di notte.
Ostacoli (in ambienti domestici e ricreativi; locali Scoraggiare labitudine a succhiare il pollice/altre dita,
interni e esterni dellasilo nido): verificare/rimuovere perch vengono spinti molto/troppo in avanti gli
perch se inciampa - soprattutto se il bambino in- incisivi superiori.
torno allanno det - pu influire sullestetica dei denti Eliminare negli ambienti della casa (o dellasilo nido)
permanenti (alla loro eruzione potrebbero presentare possibili ostacoli e spigoli appuntiti.
macchie biancastre e/o la deformazione della corona). Cosa fare in caso di trauma da caduta o nellurto
Condizioni della bocca che aumentano il rischio di contro qualcosa
trauma dentale
Recarsi presso
Bocca aperta se respira solo a bocca aperta e non con
Il dente stato spinto un pronto soccorso in cui ci sia
il naso: le labbra, non riuscendo a combaciare tra loro, una unit operativa odontoiatrica
dentro la gengiva
non danno protezione ai denti frontali. oppure da un dentista pediatrico
Morso aperto da uso eccessivo (anche di giorno) del Il dente caduto
fuori della bocca IL PRIMA POSSIBILE, AL MASSIMO
ciuccio: se le labbra non combaciano, non vi alcuna ENTRO 1 ORA.
protezione degli incisivi superiori e inferiori.

11
APPROFONDIMENTI

VADEMECUM
6-12 anni: informazione e formazione per genitori, insegnanti della scuola
e dei centri sportivi.
Cosa sapere ha incisivi superiori molto avanti rispetto a incisivi in-
Informare il bambino e sorvegliare i suoi comportamenti. feriori, nel linguaggio del dentista: protrusione o overjet;
Non usare i roller oppure la bicicletta senza unadeguata respira solo con la bocca e non pu chiudere le
protezione dentale. labbra, nel linguaggio dentista: labbra incompetenti-
Non saltare sopra laltalena mentre in movimento ma respiratore orale;
stare sempre seduti. ha instabilit nella chiusura delle arcate dentali, nel
Non uscire mai dal bordo della piscina ma usare sempre linguaggio del dentista: disordini occlusali e dentali
le scalette.
Non spingere il compagno/i durante il gioco, le attivit tutte queste condizioni aumentano il rischio di incorrere
fisiche, lo sport. in traumi dentali.
Non colpire i denti di amici e compagni con oggetti
pesanti. Come fare
Durante il gioco, sempre massima attenzione ai propri Comportamenti consigliati
denti e a quelli dei compagni. In qualsiasi attivit fisico-sportiva e/o ricreativa sempre
indossare il casco e un protettore orale.
Quando fare Nella normale vita quotidiana, dove non lo si pu
Informazione ortodontica per i genitori. proteggere con il paradenti, gi a 3 anni una visita dal
Se il vostro bambino dentista pediatrico.
ha incisivi superiori che ricoprono eccessivamente Se consigliata, attuare la terapia con apparecchio
incisivi inferiori, nel linguaggio del dentista: morso preformato (mettere prima possibile la bocca e i denti in
coperto o deep bite; posizione corretta).

Figura 5. Comportamenti da adottare in caso di Figura 6. Comportamenti da adottare in caso di


trauma dentale nei bambini piccoli. trauma dentale nei bambini in et scolare.

12
Con queste 7 regole, eviterai la possibilit di 5) Non spingere i compagni durante il gioco
Mai dare nemmeno gomitate, sgambetti, urti.
fratturare oppure di far volare via dalla tua
bocca qualche dente 6) Non colpire i denti dei compagni
Mai con nessun oggetto e in nessun modo.
7 REGOLE DORO
1) non salire sullaltalena se non ferma 7) Massima attenzione nel proteggere i denti
Mai saltarci sopra mentre in movimento. Sempre i tuoi come quelli di fratelli, amici
o compagni.
2) Non usare roller/monopattino/skateboard/sci
Mai senza unefficace protezione dentale. Ma anche
Se incisivi superiori coprono troppo incisivi inferiori
3) Non correre tra i banchi della tua classe e/o sono molto in avanti; se dormi o stai a bocca aper-
Mai perch gli spigoli sono a rischio di brutte cadute. ta anche di giorno: il tuo pediatra pu consigliare la vi-
sita dal dentista per bambini per correggere prima pos-
4) Non mordere matite o penne sibile - con apparecchi comodi, elastici, invisibili - i difetti
Mai mettere in bocca nemmeno degli oggetti. dei denti o della tua bocca.

Figura 7. Poster IADT, Copenaghen


(traduzione dallinglese a cura della dott.ssa Giulia Piergallini).

13
Bibliografia
1. Andrade RA, Eva ns PL, Almeida AL et al. Prevalence of Dental Traumatology 2009;25:442-6. Traumatology 2012;28:101-7.
dental trauma in Pan American Games athletes. Dental 8. Gupta S, Kumar-Jindal S, Bansal M, Singla A. 13. Ramroop V, Wright D, Naidu R. Dental Health
Traumatology 2010;26:248-53. Prevalence of traumatic dental injuries and role Knowledge and Attitudes of Primary School Teachers
2. Levin L, Zadik Y. Education on and prevention of of incisal overjet and inadequate lip coverage as toward Developing Dental Health Education. West
dental trauma: its time to act! Dental Traumatology risk factors among 4-15 years old government Indian Med J 2011;60:576-80.
2012;28:49-54. school children in Baddi-Barotiwala Area, Himachal 14. Mller KE, Persic R, Pohl Y et al. Dental injuries
3. Linee Guida Nazionali Protezione e gestione della Pradesh, India. Med Oral Patol Oral Cir Bucal in mountain biking a survey in Switzerland,
traumatologia dentale in et evolutiva. Ministero 2011;16:960-5. Austria, Germany and Italy. Dental Traumatology
della salute, Dipartimento ella sanit pubblica e 9. Glendor U. Aetiology and risk factors related to 2008;24:522-7.
dellinnovazione, novembre 2012. traumatic dental injuries a review of the literature. 15. aglar E, Kuscu OO, aliskan S, Sandalli N. Orofacial
4. Poyak J. Effects of pacifiers on early oral development. Dental Traumatology 2009;25:19-31. and dental injuries of snowboarders in Turkey.
Int J Orthod Milwaukee 2006;17:13-6. 10. Hegde AM, Pradeep Kumar KN, Varghese E. Knowledge Dental Traumatology 2010;26:164-5.
5. Peres KG, De Oliveira Latorre Mdo R, Sheiham A et of dental trauma among mothers in Mangalore. Dental 16. etinbas T, Yildirim G, Snmez H. The relationship
al. Social and biological early life influences on the Traumatology 2010;26:417-21. between sports activities and permanent
prevalence of open bite in Brazilian 6-yearsolds. Int J 11. Borzabadi-Farahani A. The association between incisorcrown fractures in a group of school children
Paediatr Dent 2007;17:41-9. orthodontic treatment need and maxillary aged 79 and 1113 in Ankara, Turkey. Dental
6. Zardetto CG, Rodrigues CR, Stefani FM. Effects of incisortrauma, a retrospective clinical study. Oral Surg Traumatology 2008;24:532-6.
different pacifiers on the primary dentition and oral Oral Med Oral Pathol Oral Radiol Endod 2011;112:75. 17. DiAngelis AJ, Andreasen JO, Ebeleseder KA et al.
myofunctional structures of preschool children. Pediatr 12. Arikan V, Snmez H. Knowledge level of primary International Association of Dental Traumatology
Dent 2002;24:552-60. school teachers regarding traumatic dental guidelines for the management of traumatic dental
7. Noori AJ, Al-Obaidi WA. Traumatic dental injuries injuries and their emergency management before injuries: 1. Fractures and luxations of permanent
among primary school children in Sulaimani city,Iraq. and after receiving an informative leaflet. Dental teeth. Dental Traumatology 2012;28:2-12.

14