Sei sulla pagina 1di 4

8 ESTERI

| IL FATTO QUOTIDIANO | Domenica 27 Novembre 2016

Trump: Brutale dittatore

Oggi il mondo segna la scomparsa di un


dittatore brutale che ha oppresso il suo
popolo per quasi sei decenni. Cos ieri il
neo eletto alla Casa Bianca Donald Trump
ha reagito alla scomparsa di Fidel Castro.
Mentre Cuba rimane unisola totalitaria,
nelle mie speranze che la giornata di
oggi segni il suo distacco dagli orrori

sopportati troppo a lungo e verso un


futuro in cui il magnifico popolo cubano
viva finalmente nella libert che merita
Ed ha proseguito: Le morti e il dolore
causati da Fidel Castro non possono
essere cancellati. Trump non si
dimenticato degli elettori di origine
cubana che hanno votato per lui nelle
recenti elezioni: Mi unisco ai molti

cubano-americani che tanto mi hanno


sostenuto nella campagna
presidenziale. Tendiamo la mano
dellamicizia al popolo cubano - ha invece
detto Barack Obama sulla morte di Fidel
Castro. La storia giudicher l'enorme
impatto di questa singolare figura sulla
gente e sul mondo attorno a lui, si legge
in una nota diffusa dalla Casa Bianca.

(1926 - 2016)

Incontro di Capodanno Il 1961 lanno


della svolta di Castro, dalla guerriglia
nella Sierra alla sfida atomica
al mondo e il braccio di ferro con gli
Usa: il momento di passaggio di un
leader che diventa simbolo globale

rivisitato da quella notte e in


un secondo giro all'Avana
ccolo Fidel Castro, che (questa volta in jeep) mentre
tutti a quel tempo Che Guevara mi spiegava un
chiamano il coman- sistema di distribuzione dei
dante, un po Zorro, prodotti agricoli che lui chiaun po Garibaldi, pi giovane mava Tiendas del Pueblo. E,
di quel che ti immagini (poco verso sera, la festa sul tetto
pi di 30 anni) con un saluto dellHotel Hilton, abbandoallegro che non da rivoluzio- nato dai gestori americani e
nario e neppure da vanto del occupato come sede della giovincitore. lumore che per vent cubana. Alla balconata
forza provoca le battute e le ri- dellultimo piano cerano tutti
sate dei ragazzi immortali che i compagni-compagni di lotta
hanno resistito in prigione, di Fidel. Il gruppo di ospiti di
hanno combattuto sulla Sier- cui facevo parte (sembra imra e sono scesi allAvana e possibile, ma non ho mai parallHotel Nacional in tempo lato con Sartre, salvo i saluti),
per il Capodanno del 1959. Fi- Che Guevara ci presentava
del Castro, vestito da Sierra andando su e gi per la fila, e un
(ma con camicia bianca appe- anziano si accompagnava con
na stirata) apre la portiera del- la fisarmonica per ripetere ula limousine, forse appartenu- na sua canzone di brevi strofe
ta a Fulgencio Batista, forse che finivano sempre con la
non pi cos lucida, per far frase Yankee go home.
scendere Simone de Beauvoir, Dallalto si vedeva una folla
Franoise Sagan, Jean-Paul che si diramava lungo tutte le
Sartre. Sono i
strade fin dove
miei compagni
giungeva lo
sguardo, e sar la
di viaggio incontrati sul volo pestessa, tante generazioni dopo,
r u v i a n o L i- Gli immortali
ma-LAvana 421, Un po Zorro
che vedremo alla
la vigilia di Capocerimonia alla fidanno del 1961, un po Garibaldi,
ne di questi giorni
loro venuti da circondato
di veglia e lutto.
Parigi su invito
Quella sera Fdel
del Comandante dai barbuti
arrivato per ultimo e ha parlato
per celebrare il compagni
subito, a lungo. Eprimo anno della
ra al vertice ma
Rivoluzione, io di lotta
imbarcato nella
non parte del governo.
sosta tecnica
di Miami con visto scritto a
mano, a matita, sul passaporto IN QUEL TEMPO, prima del coda Raulito Castro (figlio di munismo, aveva unidea panRaul), buon amico al club dei nelliana del leader: garantire,
giornalisti dellOnu, allora un non comandare. Quando il
luogo molto simile al leggen- presidente Dorticos, uno scrupoloso giurista democratico,
dario caff di Casablanca.
Fdel (era gi iniziato il cul- ha firmato una legge per multo universale di quel primo tare o arrestare le prostitute, il
nome) vede che, prima di dissenso di Fdel ha costretto il
scendere, sto riposizionando presidente a lasciare. Ma le
la tendina che Sartre aveva minacce continue di Nixon, alquasi strappato per guardar lora vicepresidente Usa e canfuori (in auto ci faceva da gui- didato alle elezioni del 1960,
da Che Guevara, allora scet- scurivano il cielo. Linvasione
tico e non felice governatore di esuli cubani di destra nella
della Banca centrale, venuto mai dimenticata operazione
a nome del governo), nota con Baia dei Porci (preparata a
divertimento il tentativo (lui sorpresa da Nixon, fatta esploche tra poco ci porter nel suo dere mentre governa Kenneufficio) e commenta: Quan- dy, fermata allultimo istante
do arrivi da me, non ti avvici- dallo storico Arthur Schlesinnare al mio tavolo.
ger nella veste di consigliere
L a g i o r n a t a s i d i v i d e politico con delega a prevalere
nellarrivo del gruppo allHo- sui militari) una spinta brutel Nacional, dove tutto sem- tale che Kennedy non pu ferbra intatto dalla notte dellan- mare. Fdel va verso lUnione
no prima, compreso il lungo Sovietica e proprio lui, cos ditavolone nellatrio, con tante verso, cos naturalmente libetovaglie doro, dove gli invita- ral e culturalmente americati avrebbero ritirato il bigliet- no, non vuole e non pu torto con lassegnazione (se Fi- nare indietro. E cos Fdel, che
del, Raul e il Che non fossero ha saputo dare dignit alla sua
arrivati un po prima) di una rivoluzione, cade nella trapgrande stanza che nessuno ha pola come voleva la destra, ac FURIO COLOMBO

Cuba libre
Castro nella
piazza della
Rivoluzione;
sotto, lingresso allAvana l8
gennaio 1959
Ansa/Reuters

Siempre Fdel
Addio allicona
della Revolucin

cetta il rischio pauroso dei


missili sovietici a Cuba, e di
nuovo sono i Kennedy a salvare Usa, Cuba e il mondo dallo
scontro atomico.
Da allora, Fidel resta un
grande simbolo di quel glorioso giorno in cui ha occupato
lHotel Nacional e arrestato o
esiliato tutti i padroni del potere e della ricchezza del Paese. Ma non pi un simbolo di
libert, che era stato il senso
della sua rivoluzione. Molti
anni dopo, e prima del cauto
governo del fratello Raul, le
sue carceri troppo piene, isolate dalle richieste di un mondo da cui aveva avuto sostegno, hanno ridotto la sua
straordinaria immagine di
Zorro rivoluzionario che arriva in tempo e che lascia il segno. Due papi e Obama gli hanno cambiato la scena, spostandola verso un dignitoso tipo di
pace. Era la sola via duscita
per un uomo che si era dato come compito di restituire dignit al suo Paese. Nonostante
tutto si deve dire che in gran
parte ci riuscito.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I PROTAGONISTI

LAvana

Alejandro e gli altri Gi iniziata la sfida per la successione

Figli e generali, il nuovo volto


del regime viene da lontano

i sono pochi dubbi su chi


governer nel prossimo
futuro il periodo di transizione aperto con la morte di Fi- militari, gi designate da anni
del: il fratello Ral e i militari a succedere allattuale presisuoi fidi, maggioritari nel ver- dente-generale. Come il pritice del partito-stato comuni- mo vicepresidente Mig uel
sta e che controllano anche Diaz-Canel, o la figlia minore
pi dell80%
di Ral, Mariela
d e l le c o n om i a
Castro Espin. Il
dellisola e gaprimo appare da
un paio di anni in
rantiscono la siogni occasione,
c u r e z z a d e l Poli opposti
anche internapaese e del go- Mariela Castro
zionale, nella
verno, sotto il
quale non sia di
polso di ferro di liberal, Lopezrigore richiesta
Alejandro Ca- Callejas controlla
la presenza del
stro, colonnello
presidente.
e figlio del Capo Gaesa, limpero
Diaz-Canel
di stato. Una ge- economico
giovane, espostione che sar
nente della gea c c o m pa g n a t a dei militari
nerazione di
da figure civili e

mezzo dei quarantenni, fisico massiccio, capelli argentei,


un volto che ricorda lattore
Richard Gere; si fatto le ossa
come amministratore a Santa
Clara, citt del Che. Mariela
Castro senza dubbio il volto
liberaldel regime. Sociologa e
fondatrice del comitato di difesa dei diritti dei diversi, da
anni conduce una lotta contro
il machismo e lautoritarismo
nellisola. Sempre sorridente
e disponibile al dialogo, ha
catturato lattenzione dei cubani anche per le sue marce a
suon di musica a favore di omosessuali e transessuali.
conosciuta e apprezzata allestero, anche negli Usa dove, e-

ra corsa voce, aveva avuto


contatti con lo staff di Hillary
Clinton allinizio della sua
campagna presidenziale. Sar il marchio di famigliaCastro a gestire la transizione.
ALEJANDRO PROIETTA la sua

ombra lunga sul potere. Responsabile della sicurezza del


padre e in generale del vertice
del partito-stato diventato
anche il consigliere del presidente. Le sue ambizioni politiche sono evidenti anche dal
controllo della Commissione
per la lotta alla corruzione, come dire che ha in mano i pezzi
grossi della burocrazia e
de ll economia dello Stato.

ESTERI

Domenica 27 Novembre 2016 | IL FATTO QUOTIDIANO |

Vaticano: Figura controversa

leader leggendario e pieno di carisma.


Sullo sfondo, al di l di un bilancio storico
ovviamente prematuro, resta la
complessit delluomo, a tutti gli effetti
uno dei pi controversi simboli del
Novecento. Il quotidiano della Santa Sede
ricorda il rapporto di Castro con i tre
pontefici, sino alla ripresa dei rapporti tra
Washington e LAvana: Era il novembre

Fidel Castro leader dalle mille facce.


LOsservatore Romano parla della morte
del lider maximo: Figura dalle mille
sfaccettature, Castro stato da molti
considerato un dittatore senza scrupoli, un
tiranno violento e nemico dei diritti umani.
Per altri, invece, stato luomo che ha
cercato di riscattare il suo popolo, un

1996 quando venne ricevuto in udienza da


Giovanni Paolo II. Due anni dopo, lo storico
primo viaggio papale nellisola. Possa
Cuba aprirsi con tutte le sue magnifiche
possibilit al mondo e possa il mondo
aprirsi a Cuba, disse Giovanni Paolo II
appena arrivato. Un messaggio ribadito e
rafforzato da Benedetto XVI e da papa
Francesco.

MALECN IN LACRIME Sul lungomare della Capitale la musica


si smorza, spiazzati anche i giovani disillusi dalla politica

A letto con il morto:


la notte triste dellAvana
conquista Santiago. Il 1 gennaio 1959 i Barbudos entrano
allAvana. Fidel conquista la
Capitale l8 gennaio. Da questo momento, LAvana e Fidel
si sovrappongono, la Capitale
lo scenario del Lder Maximo, lo esalta con le marce e le
manifestazioni di centinaia di
migliaia di persone, di raduni
di massa, di discorsi infiammati e infiniti (il pi lungo supera le 7 ore). La piazza della
Rivoluzione, immensa, sar
legata a questi discorsi, ai
grandi incontri (con tre Pontefici, tra laltro), ai grandi raduni del 1 maggio.

DIEGO LPEZ

LAvana

asta siempre comandante. quasi mezzanotte di venerd


quando le trasmissioni in televisione si interrompono e il conduttore storico dei telegiornali annuncia una comunicazione speciale. Semiaddormentati dopo il film della notte, appesantiti da qualche birra, i cubani
ancora svegli temono che accada quello che molte volte si
sono rifiutati di credere: laddio al comandante Fidel. Questa volta vero. Compare Ral
in divisa verde da generale, accasciato sulla scrivania, in mano un foglio. Annuncia che il
fratello maggiore Fidel morto alle 22.29. E che, rispettando la sua volont, sar cremato. Hasta siempre Fidel, viva la
Rivoluzione.
LA NOTIZIA si propaga solo pi

tardi, nella notte. Il venerd inizia la farandula e chi non


dorme si diverte tra le mille luci dellAvana ritornata meta di
turismo anche yankee, di salsa
e reguetton, bar e disco. E chi
non ha i soldi sta sul Malecn,
il grande balcone dellAvana
sulloceano, a tirare notte come pu, bottiglia in mano. Sono in gran parte giovani che
credono poco alla politica e
vogliono soprattutto divertirsi. Ma anche qui le facce si fanno grevi. Partono gli sms. Lo
sgomento si palpa nellaria. E il
silenzio. Che fa da contraltare

Affare
di famiglia
Il colonnello
Alejandro
Castro Espin
e Mariela, entrambi figli di
Raul Castro
Ansa

Sempre pi frequentemente
negli ultimi mesi ha tentato di
accreditarsi anche come politico. Il limite evidente, il cognome Castro significa agli
occhi di Trump e degli Usa una continuit che difficilmente sar accettata.
Chi fa, o vuole fare affari
con Cuba, deve vedersela con
un altro militare, il generale
Luis Alberto Rodrguez L-

pez-Callejas, ex genero del


presidente Ral Castro di cui,
una ventina danni fa, ha sposato la figlia maggiore, Deborah Castro Espn, laureata in
ingegneria chimica con la
quale ha avuto due figli e dalla
quale ha divorziato lanno
scorso; 55 anni, mandibola
quadrata, occhi chiari, mentalit disciplinata e obbediente,
cresciuto nel culto del segre-

to. Non partecipa quasi a cerimonie ufficiali, non compare accanto ai potenti. Ma
Bloomberg Business definisce
Rodrguez Lpez-Callejas
uno degli uomini pi potenti
dellisola: ha il controllo il
gruppo imprenditoriale delle
Forze armate, Gaesa, il pi
grande impero economico
dellisola, un conglomerato
che comprende almeno 57
compagnie che appartengono
alle Forze armateoperanti in
vari settori, dal turismo alle
costruzioni, dalla ristorazione ai servizi, dal commercio
alle banche.
Di recente Gaesa ha assorbito la compagnia Habaguanex che controlla tutte le attivit turistiche dellAvana vieja, la parte coloniale della capitale ormai centro del turismo internazionale.
D.L.

RIPRODUZIONE RISERVATA

QUI AVVIENE la prima dichia-

Lannuncio
Ral Castro
comunica alla
televisione
la morte del
fratello Fidel
Reuters

Le date

Fidel Castro,
dagli studi
di Legge alla
rivoluzione

26

luglio 1953

Il primo
attacco alla
caserma
Moncada
condotto da
Fidel e i suoi
si risolve in
un fallimento

gennaio
1959

I Barbudos
conquistano
LAvana, il
dittatore
Batista
scappa

febbraio
2008

Il lder
maximo con
problemi di
salute dal
2006, lascia
il comando
nelle mani del
fratello Ral

razione dellAvana nel 1961,


con la quale Fidel chiama a una
rivoluzione generale contro
al clamore di Miami. lOrien- limperialismo in America late la regione dove nacque tina (Il dovere del rivoluzioche lancia Fidel nella storia, di nario fare la rivoluzione).
Cuba prima, poi del mondo. linizio dellembargo Usa.
Nel 1953, gi avvocato (studi Sempre piazza della RivoluallAvana nella scuola dei ge- zione, oggi con i grandi ritratti
suiti) assieme al fratello Ral e del Che Guevara e di Camilo
un manipolo di giovani condu- Cienfuegos, la tribuna della
ce lassalto alla caserma Mon- s e c o n d a d i c h i a r a z i o n e
cada a Santiago di Cuba. Lat- dellAvana nel 1962, dopo il
tacco un fallimento, Fidel, fallito tentativo di abbattere
Ral e altri sopravvissuti, sono Fidel e il suo governo rivolucatturati, processati e condan- zionario con lo sbarco nella
nati al carcere duro. Il maggio- baia de los Cochinos(dei porci)
re dei Castro si difende da solo, di esiliati cubani armati dalla
e la sua allocuzione diventa un Cia. Il Lder Maximo li sconatto di accusa alla
figge. Fidel prodittatura. Conclama il carattere
dannatemi dice
marxista-leniniai giudici ma la
sta della rivolustoria mi assolve- Il primo arresto
zione, impone il
r. E a Santiago, Nel 1953 dopo
Partito Unito (e
nel cimitero mounico) che poi dinumentale, ver- il fallito assalto
verr Partito coranno deposte le alla caserma
munista. Lo sceceneri di Fidel. Il
nario si sposta inmonumento fu- Moncada disse ai
fine nella zona
nerario era gi giudici: La storia
occidentale, nei
stato programquartieri resimato dallan no mi assolver
denziali di Siboscorso queste
ney e Miramar,
almeno le voci
un paesaggio di
che circolavano quando tut- palme reali e grandi alberi dalta la zona circostante fu risi- le radici che pendono dai rami,
dove fanno sfoggio le ville delstemata.
le ambasciate e delle residenze
MESSO IN LIBERT dopo 2 an- dei diplomatici e oggi dei
ni di carcere, Fidel si trasferi- nuovi ricchi come paesagsce in Messico, dove prepara gio dellautunno del Comanuna nuova fase della Rivolu- dante. Nellagosto del 2006,
zione. La guerriglia. Con un Fidel viene sottoposto a una
contingente di 82 uomini , il serie di operazioni chirurgiGruppo 26 di luglio a bordo che. Lascia temporaneamente
del battello Gr a n ma , Fidel le redini del comando al fratelsbarca a Cuba alla fine del lo Ral e poi, nel 2008, segue la
1956; attaccati dai soldati di rinuncia definitiva dalle cariBatista restano in 12 compre- che di presidente e segretario
so Che Guevara e si rifugiano generale del Pcc. Ed nella casulle alture boscose della Sier- sa di Siboney che trascorre gli
ra Maestra. In questa monta- ultimi anni, accudito dalla mogna Fidel diventa personaggio glie Dalia Soto del Valle, con
internazionale, inizia la leg- rare apparizioni in pubblico,
genda dei Barbudos, verr in- soprattutto per smentire le ritervistato dal New York Times. correnti voci della sua morte.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Dopo due anni la guerriglia

10 ESTERI

| IL FATTO QUOTIDIANO | Domenica 27 Novembre 2016

Xi Jinping: Gloriosa immagine

Per Vladimir Putin la Cuba libera e


indipendente che Castro e i suoi alleati
hanno costruito divenuta un membro
influente della comunit internazionale
ed un esempio di ispirazione. Dalla Cina
Xi Jinping ritiene che la morte di Castro
ha fatto perdere al popolo cinese un
compagno vicino e un sincero amico. La

sua gloriosa immagine e i grandi risultati


andranno nella storia. Il presidente
francese Francois Hollande: Fidel Castro
ha incarnato la rivoluzione cubana nelle
speranze che essa ha sollevato e nella
disillusione che ha provocato. E poi i
commenti dei leader dei Paesi centro e
sudamericani: Nieto in Messico: morto
un amico, Maduro in Venezuela: Fino

alla vittoria, sempre, Rafael Correa in


Ecuador: Se n' andato un grande. Fra i
commenti anche quelli dellex campione
argentino Diego Armando Maradona:
stato lunico Comandante, ha combattuto
per i suoi ideali. Non si sbagliava mai, per
me Fidel , stato e sar, eterno, lunico, il
pi grande. Mi piange il cuore perch il
mondo perde il pi saggio di tutti.

MOMENTO-CHIAVE

Fuga di massa 26 anni fa


il regime permise a oltre
centomila vermi di
abbandonare lisola: nucleo
fondante della comunit
di oppositori in Florida

NUCCIO CICONTE

anti, balli, bandiere al


vento, occhi pieni di
lacrime, gioia e dolore. Fdel morto. Stavolta vero, non la solita bufala, e loro sono in piazza a festeggiare. Pochi minuti dopo
lannuncio di Raul, centinaia
di cubani si riversano sulle
strade di Miami: profughi andati via subito dopo il trionfo
della rivoluzione, anticastristi
legati al vecchio regime di Batista. Ma non solo: altre centinaia di migliaia di persone
sono arrivate negli Stati Uniti
durante il periodo della Guerra fredda. Lesodo pi massiccio avvenne nella prima met
degli anni 80 del secolo scorso. Da quasi due anni vivevo
a ll Avana come corrispondente de lUnit. Ero arrivato
quando i rapporti tra Cuba e
Stati Uniti, dopo anni di tensioni, stavano vivendo una fase di timido disgelo. Alla Casa
Bianca cera Jimmy Carter e
per la prima volta le diplomazie segrete avevano raggiunto
un accordo: Castro aveva dato
il via libera al ritorno in patria
per centinaia di cubani che vivevano negli Usa. Potevano
rientrare per un periodo di ferie, potevano riabbracciare i
familiari. Un primo passo, poi,
ci sarebbero stati quelli che
dallAvana avrebbero potuto
ottenere il visto per andare a
trovare i familiari negli Usa.
Un annuncio che aveva colto di sorpresa i cubani e irritato non poco non solo i pi

LINTERVISTA

Marielitos
Un gruppo di
esuli cubani
in partenza
dal porto di
Mariel e i festeggiamenti
ieri a Little
Avana,
Miami Ansa

Dalla vendetta del 1980


alla Miami anti-castrista
duri e puri del Partito comunista cubano. Quelli che avevano scelto di scappare in Florida erano sempre stati bollati
come gusanos (vermi), perch Fdel aveva deciso di premiarli? Malumori che non avevano eco ufficiale, non ne
trovavi traccia in giornali o tv
controllati dal regime. Ma a
rendere difficile la gestione di
questo accordo non era solo
laspetto politico.
A Cuba in quegli anni non
cera la fame che potevi vedere nei paesi del Centro e Sud
America, il governo riusciva a
garantire un importante sistema scolastico e una buona
assistenza sanitaria. Il fiume
di miliardi che arrivavano

Guerra Fredda
Nella citt americana
in migliaia si sono
riversati per strada
a festeggiare

Distensione
Con i vicini yankee
la fase di apertura si
chiude con il sostegno
allUrss in Afghanistan

dallUrss per mantenere


quellavamposto socialista a
poche miglia di distanza dal
nemico nordamericano, teneva in piedi un Paese comunque impoverito, seppur
orgoglioso della rivoluzione
che lo aveva affrancato dal colonialismo e dallo strapotere
del potente vicino del Nord.
in questa Cuba fiaccata

da perenni sacrifici, dove era


difficilissimo comprare un
ventilatore, una radio, un televisore o anche solo un paio
di pantaloni o una gonna, che
irrompono gli ex castristi con
le tasche piene di dollari.
Ricordo i negozi degli alberghi presi dassalto, con i
parenti degli esuli che affollavano per strada carichi come

muli portando ogni tipo di elettrodomestico e beni di


lusso normalmente destinati solo agli stranieri.
UNA PARTE DEI CUBANI risco-

pre cos, a ventanni dal trionfo


della rivoluzione, il consumismo capitalista. Ma quelli che
ne beneficiano sono soprattutto le famiglie meno legate al
castrismo. La direttiva del partito per chiara: lapertura
serve a Castro come carta da
giocare sullo scacchiere internazionale. E i gusanosimprovvisamente vengono ribattezzati mariposas (farfalle).
Timido disgelo con Washington e forte proiezione internazionale: nel settembre

del 79 allAvana si tiene il vertice dei Paesi non allineati


che proclamano Castro presidente del movimento: Cuba
diventa crocevia di incontri e
trattative internazionali. Ma
dura poco. In dicembre le
truppe dellArmata Rossa intervengono in Afghanistan.
Kabul membro dei Non Allineati ma Castro, che ne il
presidente, si schiera con Mosca. I rapporti col potente vicino tornano burrascosi. I voli
degli esuli sinterrompono.
Cos come la promessa per i
cubani di ottenere i visti.
AllAvana c una tensione
palpabile. A farne per primi le
spese, ancora una volta, gli omosessuali. Tollerati, cocco-

Aleida Guevara La figlia del Che aveva mantenuto stretti i rapporti fino alla fine

Addio Fdel: non ci faremo ingannare


ALEX CORLAZZOLI

uante volte in Europa mi


hanno chiesto: cosa succeder a Cuba quando Fidel
Castro non ci sar pi? Ho
sempre risposto: un popolo
decide di fare una rivoluzione
socialista a 90 miglia dallimpero pi forte di questo pianeta e resiste allembargo pi criminale della storia dellumanit, non perch esiste un uomo ma perch ha coscienza
sociale. Ci sia o non ci sia Fidel
Castro, il popolo cubano ha un
livello culturale sufficiente
per non lasciarsi ingannare.
Aleida Guevara, la figlia del
Che, non ha dubbi: il merito
di Fidel Castro stato quello di
costruire una coscienza di popolo. Prima di quattro figli, a-

vuti dal secondo matrimonio


di Ernesto Guevara con Aleida
March, laureata in medicina
come suo padre, lavora nellospedale Soler nella capitale e
ha scelto di vivere in un quartiere dellHavana. Membro
degli organi del Partito, Aleida, 56 anni appena compiuti il
24 novembre, ha continuato a
mantenere stretti rapporti
con il lder maximo della rivoluzione cubana.
UN LEGAME daffetto e ricono-

scenza che non mai venuto a


mancare e ieri sera anche Aleida si commossa di fronte
allannuncio di Raul. Sul suo
profilo facebook ha scritto:
Muri Fidel Castro. Falleci
este 25 de noviembre a los 90 aos de edad. Que la tierra le sea

leve comandante. Restano i ricordi di una vita e la certezza


che il popolo cubano sapr
raccogliere leredit di Fidel:
Bisogna vivere in modo che
quando uno deve andarsene
da questo mondo non senta un
dolore che lo tortura per gli anni che ha perso invano. Dobbiamo approfittare di ogni

Yoani Snchez riceve


denaro per scrivere
contro il suo popolo:
non una dissidente,
ma una mercenaria

momento della vita. Il Che


stato il miglior esempio. Non
ha mai avuto paura di dire
quello che pensava. Un uomo
solo non vale niente, necessaria lunit del popolo, senza
di essa non avremo mai la forza
per cambiare la societ. Per ottenere lunit abbiamo bisogno di tornare alla parola originale: rispettarci, cos diceva qualche tempo fa in unintervista esclusiva per il nostro
giornale.
Aleida ha sempre difeso il
lder maximo anche dagli attacchi di Yoani Snchez che
anche in queste ore di lutto per
il popolo cubano ha twittato
Finalmente muore: In spagnolo la parola dissidente significa che non si daccordo
con ci che pensa una perso-

na. Ma quando ricevi denaro


per scrivere contro il proprio
popolo, non si pi dissidenti
ma mercenari. Ho perso stima
aveva spiegato la figlia di Ernesto Guevara - per il premio
Pulitzer quando lhanno dato
a questa signora. Un premio di
letteratura ad una persona
che capace di inventarsi una
notizia! Raccomando sempre
di leggere Mafalda: a lei non
piaceva la zuppa. Mafalda diceva che se Fidel Castro dovesse affermare che la zuppa
buona, non sarebbe comunque obbligata a mangiarla. Ora, chiedetevi: Questa giornalista rappresentativa del nostro popolo?.
Sul futuro del Paese, Aleida,
non ha mai avuto dubbi: Cuba
non perfetta. Abbiamo molto

Come il padre Aleida Guevara,


medico allAvana LaPresse

da migliorare. Bisogna dare un


livello di vita migliore alla popolazione, vero che abbiamo
istruzione e salute gratuita per
tutti ma dobbiamo lavorare
ancora molto sul tema casa,
un serio problema. Dobbiamo
imparare a produrre di pi sulla nostra terra, la terra cubana
fertile, dobbiamo approfittarne di pi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ESTERI

Domenica 27 Novembre 2016 | IL FATTO QUOTIDIANO |

Mattarella: Profonda tristezza


Ho appreso con profonda tristezza della
scomparsa di Fidel Castro, un
protagonista della storia del suo paese e
della vita del mondo. Nel corso degli
ultimi anni, seppur lontano dalla politica
attiva, egli non ha mancato di far sentire
con decisione la sua voce su tematiche
globali di grande rilievo e attualit, ad

iniziare da quelle ambientali. Lo ha detto


il presidente della Repubblica, Sergio
Mattarella, nel messaggio inviato a Cuba.
Sono certo che la sua figura rimarr viva
nella memoria del popolo cubano, al
quale lItalia tutta legata da profondi
sentimenti di antica amicizia. E a Napoli
non poteva mancare il tributo del presepe
a Fidel. Liniziativa di Marco Ferrigno,

11

dellomonima bottega di via San Gregorio


Armeno, la via dei presepi nel Centro
antico di Napoli, patrimonio dellumanit
tutelato dallUnesco. Ferrigno ha
realizzato la statuina di Fidel Castro
ritraendolo con la classica divisa militare,
che sar poi a disposizione per quanti
vorranno utilizzarlo nellallestimento di
un presepe sui generis.

UNISOLA Lamore per il socialismo tropicale

FABRIZIO DESPOSITO

lati se inseriti in ruoli importanti (registi, scrittori, ballerini, musicisti) e allineati al regime, diventano il nemico nei
momenti di difficolt.
Ma la crisi scoppia a fine
marzo: unauto sfonda il cancello dellambasciata del Venezuela, i due cubani a bordo
chiedono asilo politico; il giorno dopo altri 2 si rifugiano nella sede del Per. Castro annuncia che da quel momento
verr tolta la protezione armata davanti alle due residenze.
Poche ore dopo lannuncio su
Granma, lambasciata del Per
viene invasa da migliaia di cubani che chiedono di lasciare
lisola. Ci sono nuclei familiari
che si frantumano: figli che i

mariti strappano alle mogli e


viceversa. Alla fine si contano
10 mila persone. Cubani di ogni et e estrazione sociale. Insospettabili sostenitori della
rivoluzione. Ma per il regime,
come recitano giornali e tv, sono solo lumpen, delinquenti e
omosessuali antisociali. La
tensione alle stelle, i comitati
rivoluzionari organizzano
manifestazioni di sdegno
sotto le case dei richiedenti asilo. Carter che, dopo qualche settimana, apre le porte e
oltre 100 mila persone lasciano Cuba dal porto di Mariel.
Molti di loro forse laltra sera
sono scesi in piazza a Miami
per festeggiare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Italia Fidelizzata. Ancora oggi. Un cordoglio trasversale, in cui


il valore eterno della
rivoluzione prevale sul richiamo critico alla complessit
del regime cubano, per dirla
con il togliattiano Giorgio Napolitano, per mezzo secolo
nella destra del Pci. Comunisti, postcomunisti, ex comunisti, populisti in ordine
sparso, finanche grillini e giustizialisti si commuovono per
la morte del comandante in
capo della rivoluzione cubana. Antonio Ingroia, per esempio, ricorda leccellenz a, laggi nei Caraibi, di
scuole, universit e ospedali.
Un merito che rimanda alla
memorabile autodifesa di Honecker, simbolo comunista
dellex Ddr, nel processo contro di lui: Abbiamo assicurato
cibo, lavoro, casa e istruzione. Il benessere collettivo o
presunto tale in cambio della
mancanza di libert. Il limite
tragico del comunismo novecentesco.

I viaggi di Calvino, i colloqui di Berlinguer, litaliano


resuelve todo di nome Pagano, il film del compagno G

PER la Cuba di Fdel, e prima

ancora di Fidel e del Che, per


molti italiani, non solo politici
e non solo intellettuali, sempre andata oltre tutto questo,
oltre unarida analisi dottrinaria di quella che Luigi Pintor
una rivoluzione popolare in
senso leninista. Tra le diverse
vie del socialismo (Mosca, Pechino, il gradualismo della via
al socialismo di Togliatti), Cuba e lAvana sono state lesatto
contrario dellisola che non
c. Lutopia che diventa realt. Il socialismo tropicale. Il
comunismo caraibico. Un faro
dentro e fuori il grande Pci.
Persino lo storico ufficiale del

La foto
Giangiacomo e quei
giorni con lui allAvana
INGE FELTRINELLI risponde al telefono con la
voce rotta dallemozione: Cosa vuole, ho
conosciuto Fidel pi di sessantanni fa, nel 1953....
Lei, reporter e fotografa tedesca, era allAvana per
Hemingway. Ricordo Cuba poverissima, come
Calcutta. I bambini erano affamati, giravano
coperti di cenci per strada. Sono stata tante volte
l, sia a trovare Fidel sia alla Casa della cultura
dellAmerica Latina dove c un raduno annuale di
intellettuali e scrittori. Era un uomo straordinario.
Una volta con Gabriel Garcia Marquez, si
raccontavano barzellette e come ridevano! Fidel
era affascinante, anche se parlava sempre lui. E
spiritoso, ma non autoironico. Io lo ricordo come
un uomo stupendo. Le donne erano
affascinatissime da lui. Era bello, ma come diceva
Brecht il potere rende gli uomini attraenti. La
foto qui sopra (Inge Feltrinelli/Luz) stata
scattata nel 1964, a casa di Castro nel centro
dellAvana. Mio marito e Fidel erano amici, anche
se Giangiacomo lo criticava molto per la
persecuzione degli omosessuali. Per quando
Fidel arrivato al potere stato il primo a
cambiare le cose in America Latina: tutti i Paesi

Viva la rivoluzione!
LItalia Fidelizzata
del Pci e degli scrittori

volevano essere come Cuba. Scuola, universit,


ospedali e ricerca erano un modello. Cuba era
lunico Paese con una politica moderna. Certo non
era una democrazia, ma era un Paese avanzato e
questo si deve a Fidel.
SIT

Comunismi Castro riceve Berlinguer allAvana il 9 ottobre 1981

Partito, Paolo Spriano, si lasci andare chiedendosi se a


Cuba il socialismo non potesse
trasformarsi in un ritmo ballabile.Il fascino senza tempo
per i barbudos che rovesciarono Batista tuttora unoasi ideologica e sognante per coloro che nellarco di 60 anni
sono rimasti delusi, via via,
dal comunismo sovietico oppure, pi in piccolo, dal realismo del Pci togliattiano. Come accadde a Italo Calvino,
peraltro nato a Cuba nel 1943
perch i genitori botanici si
trovavano l per lavoro. Nacque in un villaggio a pochi chilometri dallAvana, Santiago
de Las Vegas, e Santiago fu il
suo nome da partigiano durante la Resistenza. Calvino,
poi, ci ritorn nel 1964 per
sposare la compagna argentina e divorziata. In Italia non
era possibile.

Palme in Svezia, dovera anche


regista e giornalista. Pagano,
ingegnere navale, morto tre
anni fa a Piano di Sorrento, in
provincia di Napoli, nel silenzio generale, tranne qualche

DA UNISOLA allaltra: fu nel


Sessantotto che Giangiacomo
Feltrinelli, il miliardario rosso
che salt in aria ai piedi del traliccio di Segrate, elabor il
progetto di fare della Sardegna
la Cuba del Mediterraneo, cui
era interessato anche il bandito Graziano Mesina. Tra le pieghe di questa storia c il profilo nobile di un altro italiano,
un irregolare dallincredibile
curriculum rivoluzionario:
Gaetano Pagano di Melito. Figlio di un marchese diplomatico, Pagano fece la rivoluzione maoista, poi quella cubana,
infine fu consigliere di Olof

Cuba un simbolo
della lotta
allimperialismo,
indipendentemente
dalla forma politica
in cui il socialismo
stato realizzato

GAETANO
PAGANO DI MELITO

Spiegai a Fidel quello


che Giangiacomo
(Feltrinelli) voleva
attuare in Italia,
lui rispose
che la guerriglia
non era possibile
OLIVIERO
DILIBERTO

eccezione. La sua straordinaria vita raccontata in Pan


Chal. Il destino di un uomo nel
vento della storia di Chiara
Bianca Maturo. Conobbe Fdel in Messico e quando la ri-

voluzione conquist lAvana,


Castro gli affid la ricostruzione della flotta di pescherecci,
vitale per la sopravvivenza
della popolazione. Rimase otto anni a Cuba, il compagno
Pagano. In seguito, Fdel volle
che fosse lui a intervistarlo per
un documentario che fu venduto in 72 Paesi. Titolo: La historia me absolver. Ha rivelato Pagano nel libro: Quando
spiegai a Fidel quello che
Giangiacomo voleva attuare in
Italia, rispose che la guerriglia
non era possibile attuarla e per
informarsi e capire cosa stesse
succedendo l, subito mi mise
su un aereo speciale, personale, segreto perch andassi a
dissuaderlo. Mi presi questa
grossa responsabilit. Fdel
definiva Pagano come litaliano resuelve todo e fino
allultimo il nobile rivoluzionario ha tenuto in casa, sul tavolo vicino alla tv, una foto con
dedica di Castro: Para Pagano, el mejor historiador de nuestra revolucion, fraternalmente Fdel Castro.
A PROPOSITO di film. La lunga

fascinazione per Cuba e Castro dal Pci di Berlinguer, che


and allAvana nel 1981 e Ugo
Baduele verg magnifiche
cronache per lUnit, per la serie Ore di colloqui tra Berlinguer e Castro su nord-sud e
crisi della distensione, dal Pci
di Berlinguer, dicevamo, la
mala castrista giunge fino al
primo centrosinistra prodiano. La difesa dal vile embargo
americano port il vice-premier Veltroni a firmare un accordo per la cooperazione cinematografica con Cuba. Da
questa collaborazione doveva
nascere un film su Fidel intitolato Il sognatore, la cui sceneggiatura fu approvata da
Raul Castro. Per trovare i denari si mosse Primo Greganti,
il compagno G di Tangentopoli che allAvana sempre stato
di casa, ma poi non se ne fece
pi nulla. Il sentimento anti-americano della sinistra italiana sempre stato alimentato
dalla passione per Cuba. Un amore fortissimo, quello per
Castro, indipendentemente
dalla forma politica in cui il socialismo si realizzato come
disse Oliviero Diliberto.
RIPRODUZIONE RISERVATA