Sei sulla pagina 1di 56

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

'POEBUPSF&VHFOJP4DBMGBSJ

%JSFUUPSF&[JP.BVSP

XXXSFQVCCMJDBJU

"//0   / 

DPO $% "##"%0 & 10--*/*  

*/ *5"-*"   

.&3$0-&%  /07&.#3& 

3-"$01&35*/"

%0."/*$0/3&16##-*$"

3-"$6-563"

*MQJDDPMPBSUJHJBOPTJTDPQSFHMPCBMF
DPTVOBQQSJMBODJBMFJNQSFTF

1BSJHJ DPNFSFBHJSF
4QFDJBMFEJQBHJOF

#BVNBOi*NJFJBOOJEBTUSBOJFSP
VOWJBHHJPEBMDPSUJMFBMNPOEPw

1"0-0(3*4&3*&'*-*1104"/5&--*

8-0%&,(0-%,03/

(FSNBOJB MJODVCPEFMM*T
 "OOVMMBUBHBSBDPOM0MBOEB
BMMPTUBEJPQSFWJTUBMB.FSLFM
i3JTDIJPEJBUUFOUBUJNVMUJQMJw

 "TTFUSB$SFNMJOPF&MJTFP
OVPWBPGGFOTJWBTV3BRRB
1VUJODPNFDPOUSP)JUMFS

 -&VSPQBEJDFTB)PMMBOEF
i'PSOJSFNPBMMB'SBODJB
VOBTTJTUFO[BNJMJUBSFw

$"%"-"/6 $".103*/* $"4"%*0 '3"/$&4$)*/* (&--&3 --0:% -0.#"3%0;;* -:."3*& /"7"330 1*07"/* 4$)/&*%&3 456&3.&3 50/"$$* :";#&,&;".1"(-*0/&

-"/"-*4*

*-$"40

-"4503*"

*MDPOUBHJP
EFMMBQBVSB

-BNJTTJPOF
EJ#SVYFMMFT

*MGSBUFMMPEJ7BMFSJB
i4BSFNPDPSBHHJPTJ
MFJDFMPDIJFEFSFCCFw

#&3/"3%07"--*

"/%3&"#0/"//*

"/%3&"5"326*/*

(*6-*"/0'04$)*/*"1"(
*-3"$$0/50

'

PARIGI

Hollande ha
chiesto ieri la solidariet a un Europa
fredda e incupita.
RANOIS

"1"(*/"

BRUXELLES
A UE fa scattare il mec-

canismo di assistenza
militare per aiutare
Parigi contro il terrorismo.
"1"(*/"

-BTGJEBEJ$IBSMJF
i/POTQFHOFSBOOP
MBOPTUSBMJCFSUw
"/"*4(*/03*"1"(*/"

-"10-*5*$"

BERLINO
ANDATA bene per un

soffio: quattro giorni


dopo il massacro di
Parigi, i terroristi stavano
per compiere una seconda
strage, ancora una volta
in un luogo di gioia nel cuore dellEuropa. Lo stadio di
Hannover: unambulanza
imbottita desplosivo doveva seminarvi la morte.
"1"(*/"

*-1&340/"((*0

-&*%&&

-*/$)*&45"

*-3&1035"(&

1FSCBUUFSFJM$BMJGGP
TFSWFVOBMMFBO[B
DPOM*TMBNNPEFSBUP

*MSJGVHJPCFMHB
EFMLBNJLB[F

*MCFSTBHMJP
EFMMBCFMMF[[B

%"-/04530*/7*"50

"%3*"/040'3*

30(&3$0)&/"1"(*/"
$"3-0#0/*/*

*-16/50

-BUUJWJTNPEJ1BSJHJ
FJMQSPGJMPCBTTP
EJ1BMB[[P$IJHJ
45&'"/0'0--*"1"(*/"

4DBOEBMP.QT
MBWFEPWBEJ3PTTJ
i/POGVTVJDJEJP
FDDPMFQSPWFw

"//"-*4"$6;;0$3&"

4*.0/"10-*

che lM5S diventato adulto voglio cambiare il simbolo eliminando il mio nome. Beppe Grillo annuncia
la svolta e il Movimento lo
segue. Al posto di www.beppegrillo.it nel nuovo simbolo dora in avanti comparir
www.movimento5stelle.it
come sito di riferimento.
"1"(*/"

-BDPOGFTTJPOF
EJ$IBSMJF4IFFO
i*PTJFSPQPTJUJWP
NJSJDBUUBOPw
4*-7*"#*;*0"1"(*/"

PARIGI
ALAH Abdeslam, lottavo uomo del commando ancora in Belgio.

"1"(*/"

PARIGI
ARTED, ieri, lul-

timo giorno di lutto. giorno di


chiusura dei musei.

"1"(*/"

-*/5&37*45"

(SJMMPDBODFMMBUP
EBMTJNCPMP.4
i*MNPWJNFOUP
PSBBEVMUPw
GGI

%"1"(*/""1"(*/"

conoscere
il nome degli assassini. un giorno di speranza per Antonella Tognazzi, vedova di David Rossi, il dirigente Mps che nel 2013 mor cadendo dalla finestra del
suo ufficio. La riapertura
dellinchiesta potrebbe far
chiarezza su quel suicidio a
cui Antonella non crede.
RA VOGLIO

"1"(*/"

4&%&  30." 7*" $3*450'030 $0-0.#0   5&-  '"9  41&% "## 1045 "35  -&((&  %&-  '&##3"*0   30." $0/$&44*0/"3*" %* 16##-*$*5 " ."/;0/*  $ .*-"/0  7*" /&37&4"   5&-  13&;;* %* 7&/%*5" "6453*" #&-(*0 '3"/$*"
(&3."/*" *3-"/%" -644&.#63(0 .0/"$0 1 0-"/%" 10350("--0 4-07&/*" 41"(/"   ."-5"   (3&$*"   $30";*" ,/  3&(/0 6/*50 -45   3&16##-*$" $&$" $;,  4-07"$$)*" 4,,    47*;;&3" '3   6/()&3*" '5  64"   

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

-"453"(&%*1"3*(*

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

-FNFSHFO[B
*/453"%"
-BQPMJ[JBNFUUFJO
TJDVSF[[BMBSFB
BUUPSOPBMMPTUBEJP
EJ)BOOPWFS
FWBDVBUPQFSVO
BMMBSNFCPNCB
4PUUP MBSJDFSDB
BMMJOUFSOPEFMMP
TUBEJP

-BMMBSNF/PUUF
EJQBVSBCMPDDBUJBODIF
TUB[JPOF NFUSFVOBTBMB
EBDPODFSUP-B$BODFMMJFSB
FSBBUUFTBBMNBUDIGFSNBUB
NFOUSFFSBJOWPMP

i#PNCBBMMPTUBEJPEFMMB.FSLFMw
-".*/"$$*"

-*5"-*"
$BODIFJM$PMPTTFP
USBMFJNNBHJOJDIF
BQSPOPJMOVPWP
WJEFP i.FTTBHHJP
BMMBOB[JPOFEFMMB
DSPDFw DIFIB
JOJ[JBUPBDJSDPMBSFEB
JFSJTV5XJUUFSTV
NPMUJBDDPVOUMFHBUJ
BNJMJUBOUJEFMM*T
0MUSFBM$PMPTTFP TJ
SJDPOPTDPOPJM#JH
#FOFMB5PVS&JGGFM
*MWJEFPRVBUUSP
NJOVUJ JOBSBCP 
SVTTPFGSBODFTF
DFMFCSB
MBCCBUUJNFOUP
EFMMBFSFPSVTTPFMB
TUSBHFEJ1BSJHJ F
DPOUJFOFOVPWF
NJOBDDFBMMFjOB[JPOJ
EFJDSJTUJBOJDIF
IBOOPEJDIJBSBUP
HVFSSBBMM*TMBN*M
MPSPTBOHVFOPOTBS
SJTQBSNJBUPx

&WBDVBUPMJNQJBOUP
i$PODSFUPJMSJTDIJP
EJVOBUUFOUBUPw4BMUB
BODIF#FMHJP4QBHOB
"/%3&"5"326*/*
BERLINO andata bene per
un soffio: quattro giorni dopo
il massacro di Parigi, i terroristi stavano per compiere una
seconda strage, ancora una
volta in un luogo di gioia nel
cuore dellEuropa.
Lo stadio di Hannover, ieri
sera: unambulanza imbottita desplosivo doveva seminarvi la morte. La partita amichevole Olanda-Germania,
cui erano attesi come spettatori deccezione la Cancelliera Angela Merkel, il suo ministro dellInterno Thomas de
Maizire e due alti esponenti
del governo olandese, stata
annullata in corsa. La polizia
ha chiesto al pubblico di lasciare il campo da gioco e andare a casa. Poche ore dopo la
decisione di Bruxelles, dove
veniva alzato lallarme antiterrorismo a 3 su 4 e le autorit cancellavano la partita Belgio-Spagna.

Una vita umana vale pi


di un match, ha detto il ct
belga Marc Wilmots. Poco dopo a Hannover arrivato linvito perentorio del capo della
polizia locale, Colker Kluwe,
a tutta la popolazione cittadina: Vi chiedo di restare nelle
vostre case, tutti.
Lo stadio era pieno, tifoserie pi calme del solito: dopo
lorrore sul campo a Parigi,
niente voglia di hooligan. Tribune stracolme gi unora prima, quando arrivato il primo allarme, spiega Kluwe in
diretta alla tv pubblica. Era
cosa da poco, ma dopo Parigi
prendiamo il minimo segnale
sul serio: un individuo sospetto era stato individuato dagli
agenti, cercava di entrare allo stadio con un grande pacco. I miei uomini hanno subito pensato a un carico desplosivo, hanno dato il primo ordine di annullamento del gioco.
In pochi minuti, centinaia

1305"(0/*45"
"OHFMB.FSLFM
OPOFSBBODPSB
BSSJWBUBBMMP
TUBEJPRVBOEP
BSSJWBUPMBMMBSNF

di uomini dei reparti speciali,


elemetto, Maschinenpistole
Mp-5 in pugno e indosso giubbotti antiproiettile, sono accorsi arrivando con bus, blindati e coi grandi, verdi elicotteri francesi Super Puma,
quelli coi motori protetti dai
missili antiaerei. Allarme poi
rientrato: non si sa se il sospetto sia stato fermato, o se
fosse solo un esaltato scambiato per assassino.
Cessato allarme, tutto indi-

*OUSJCVOBBE)BOOPWFS
FSBOPBUUFTJBODIF
JMNJOJTUSPEFHMJ*OUFSOJ
FEVFDPMMFHIJPMBOEFTJ
cava che la partita si sarebbe
giocata, la vogliamo in nome delle vittime di Parigi, mostriamo che la vita continua,
dicevano i capitani delle due
formazioni. Quindi la Cancelliera ha dato di nuovo per radio luce verde per venire. Ma
poco dopo intervenuto il
peggio.
Lindizio era serio, troppo
grave, continua Volker Kluwe: Volevano introdurre nello stadio un pesante, potente
ordigno esplosivo. La sicurezza deve sempre avere la priorit su ogni altra considerazione, i miei agenti e ufficiali
hanno agito bene, hanno preso le decisioni giuste. Jeep

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

1&34"1&3/&%*1*
XXXIBOOPWFSEF
XXXXFMUEF

-"$0/'&3."
$)&10440/0
$0-1*3&
"/$)&%"/0*
.*$)"&-456&3.&3

-*TGBUSFNBSFMB(FSNBOJB
della polizia sono entrate in
campo al posto delle squadre.
E al posto del Deutschlandlied e del Wilhelmus, i due inni nazionali, i tifosi atterriti
hanno ascoltato lordine dagli altoparlanti: Signore e signori, cari concittadini, ci
spiace ma necessario annullare la partita. Per favore
mantenete la calma, non c
nessun pericolo, uscite con
calma e tornate a casa.
Tragedia sventata, hanno

detto prima il sito del giornale locale 4ZLFS,SFJT[FJUVOH,


poi un giornalista tedesco intervistato live dalla $OO: Pare che la polizia abbia trovato, o avesse indizi, di due potenti ordigni, uno destinato
allo stadio dovera attesa Angela Merkel, laltro alla
Hauptbahnhof, la stazione
centrale.
Drammatico susseguirsi di
allarmi e voci: se davvero gli
assassini volevano entrare

nello stadio con la tipica ambulanza Mercedes tedesca,


avrebbero usato un veicolo di
tre tonnellate, con unenorme capacit di carico. Pi tardi il ministro dellInterno bassosssone, Boris Pistorius,
cercava di rassicurare: Non
abbiamo trovato esplosivo,
non abbiamo effettuato alcun arresto. Ma non vuol dire che la caccia non continui.
Mentre Pistorius parlava, i
suoi agenti evacuavano la

grande stazione centrale. Poi


nellarena vicino allo stadio il
concerto rock dei Soehne
Mannheims, una nota band
multietnica tedesca, veniva
confermato. Ma in centro,
una jazz session presso la stazione stata disdetta in corsa. Angela Merkel a Berlino,
sicuramente nuovi consulti
con gli alleati sono in corso,
anche la Germania si sente in
guerra.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

"MMBSNFOFMMBSFOB
WJDJOPBMDBNQPEB
HJPDPQFSVODPODFSUP
SPDL

L TERRORE non ha Stato,


non conosce frontiere, in
ogni momento ovunque e
da nessuna parte. Come
Hannover ci conferma, pu
colpire chiunque, sempre e
dappertutto. Ma dove lo
Stato non riesce a offrire
difesa ai cittadini, regnano la
paura e lo sgomento: anima
costitutiva del Terrore.
Il Terrore ha nel mirino la
nostra anima di esseri
umani. Se non sapremo
difenderci, annuller il
contratto sociale originario
della statualit
dellOccidente: il cittadino
esige la difesa della sua
sicurezza fisica, della vita sua
e dei suoi cari, e della sua
propriet, e in cambio si
sottomette allautorit
democratica dello Stato.
I terroristi anarchici del
19mo secolo avevano per
bersagli e vittime zar,
imperatrici, presidenti.
Erano prevedibili. Il Terrore
che affrontiamo oggi invece
prende nel mirino ciascuno
di noi. La paura mirata a
demoralizzarci come
cittadini. E un mezzo, non
fine a se stesso.
E guerra, o emergenza
per servizi segreti? Come che
sia, unemergenza che di
fatto unisce come bersagli
chi da tempo era diviso da
silenzi carichi dira, cio noi
occidentali e la Russia.
Obama e Putin ne hanno
parlato al G20. Se gli Stati del
mondo nostra casa comune
non combattono insieme,
perderanno la fiducia dei
cittadini, e sar lanarchia.
Urge analizzare il culto della
morte degli islamisti, i loro
istinti politici, mezzi
materiali e fiancheggiatori. Il
Terrore non ha Stato:
divisioni corazzate,
squadriglie di
cacciabombardieri, armi
atomiche servono a poco.
Lidea di deterrente vuota
contro combattenti che
danno alla loro stessa vita il
valore nullo che
attribuiscono a quella della
loro vittime. Che la
chiamiamo guerra o
emergenza, la Comunit
degli Stati, da Mosca a
Washington, vincer solo
insieme, unita.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

-"453"(&%*1"3*(*

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

-BHJPSOBUB
-PTDFOBSJP
%JFDJNFTJGB EPQPMBUUBDDPB
$IBSMJF)FCEP MFQJB[[FTJ
SJFNQJSPOP0HHJMBUNPTGFSB
OPOQJRVFMMB*ONF[[P MBDSJTJEFJNJHSBOUJ
VOPEFHMJFWFOUJQJUSBVNBUJ[[BOUJQFSJM
DPOUJOFOUFDIFOFVTDJUPTQBDDBUPFDBNCJBUP

*-$"40

*'*4$)*%&*5*'04*563$)*
*MNJOVUPEJTJMFO[JP
DIFBMMPTUBEJPEJ
*TUBOCVMTJFSBEFDJTPEJ
USJCVUBSFBMMFWJUUJNF
EFMMBTUSBHFEJ1BSJHJ
QSJNBEJOJ[JPEFMMB
QBSUJUBBNJDIFWPMF
5VSDIJB(SFDJB TUBUP
SPWJOBUPEBJUJGPTJ
UVSDIJ$IF BMMB
QSFTFO[BEFJQSFNJFS
EFJEVFQBFTJJOHBSB 
"MFYJT5TJQSBTF"INFU
%BWVUPMV IBOOP
SVNPSFHHJBUPQFS
MJOUFSPNJOVUP 
GJTDIJBOEPFBEEJSJUUVSB
HSJEBOEPi"MMBI
"LICBSwEVSBOUFMB
DPNNFNPSB[JPOF
&SBHJTVDDFTTP
BMMJOEPNBOJ
EFMMBUUFOUBUPEJ
"OLBSBEJPUUPCSF

4VMEPMPSF
EFMM&VSPQB
MPNCSBMVOHB
EFMMFNFSHFO[B
QSPGVHIJ
#&3/"3%07"--*
PARIGI

ranois Hollande ha chiesto ieri la solidariet a unEuropa fredda, incupita,


che non pi quella generosa, aperta
di gennaio. Federica Mogherini, lAlta rappresentante per la politica estera, ha annunciato che la richiesta francese stata
accolta allunanimit. Ma la generosa dichiarazione assomiglia, almeno per ora, a
unauspicio, a un gesto politico, pi che a
una decisione concreta riguardante un aiuto militare. Tutto questo corrisponde agli
umori. Allora, dieci mesi fa, le piazze si
riempirono spontaneamente in grandi e
piccole citt del continente. E lo slogan dominante era Je suis Charlie. Lassassinio
dei redattori del giornale satirico, colpevole di avere pubblicato caricature di Maometto, e dei clienti di un negozio kosher alla Porte de Vincennes, non aveva acceso o
accresciuto lostilit allimmigrazione e in
particolare a quella araba che ne la principale componente. Va ricordato che nella
Baviera conservatrice, Horst Seehofer,
presidente della Csu, invitava il movimento islamofobo Pegida a rinunciare a una dimostrazione che sarebbe stata, a suo avviso, inopportuna. Dopo il massacro di venerd 13 novembre lo stesso Seehofer ha assunto un altro atteggiamento. Ha dichiarato che bisogna intensificare il controlo delle frontiere europee per ristabilire la legge
e lordine. E unaltra autorit bavarese, il
ministro delle finanze, Markus Soeder, pure lui del partito cristiano sociale, ha insistito affermando che la strage di Parigi cambiava tutto ed era il momento di porre fine a unimmigrazione incontrollata.
Tra la strage di gennaio e quella pi grave di novembre lEuropa ha conosciuto
londata di profughi proveniente in larga
parte dalla Siria. Secondo lAlto commissariato per i rifugiati 820.318 migranti hanno attraversato il Mediterraneo nel 2015.
Se si addizionano i profughi degli anni precedenti, il loro arrivo uno degli avveni-

'

menti pi importanti e traumatizzanti del


secolo. Ha suscitato solidariet e avversione, dividendo in generale il continente tra
il Sud-Ovest non del tutto restio allaccoglienza e il Centro-Nord invece apertamente ostile, in difesa dellidentit nazionale
restaurata dalle rovine della guerra e del
comunismo.
La strage parigina ha suscitato emozione, espressioni di sincero cordoglio, messaggi di sostegno, telegrammi, preghiere
e fiori, e c stata la generosa dichiarazione di Federica Mogherini. Ma quella tragedia ha soprattutto accresciuto, ingigantito
linquietudine per quellondata di migranti arabi che ancora si sta riversando in Europa. Lappello di Franois Hollande alla solidariet per la Francia ferita e impegnata
in una guerra ha ricevuto risposte amichevoli, annunci di disponibilit formale, messaggi di sincero dolore per le vittime. Ma la
parola guerra , evocata da decenni nell
Europa pacifica soltanto per ricordare tenzoni armate in corso alle porte, o lontane, o
remote, non ha avuto unaccoglienza adeguata al suo significato. Guerra sacrificio, strazio, morte, rinuncia, devastazione, irrazionalit, sciupio, odio. Tutti
aspetti deplorevoli, sciagurati della vita civile di cui il Vecchio continente ha avuto
una esperienza millenaria. Pensava di
averla esorcizzata almeno nel cuore del
suo territorio. Ed ora uno spezzone di quella eterna sciagura si abbattuto proprio
nel centro dellEuropa.
uno scandalo insanguinato. Angela
Merkel non vuole essere, scrive 4QJFHFM,
una cancelliera di guerra, anche se la sua
Germania fornisce mezzi logistici e addestratori alle forze armate francesi impegnate nellAfrica occidentale, e arma i combattenti curdi in Iraq. E compie ormai da
tempo missioni militari in varie parti del
mondo. Neppure Cameron, il primo ministro britannico, pur disponendo il suo paese del pi attrezzato esercito occidentale,

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

1&34"1&3/&%*1*
XXXMFNPOEFGS
XXXMJCFSBUJPOGS

-*//0
-B.BSTJHMJFTF
DBOUBUBEBMMJOUFSP
TUBEJPEJ8FNCMFZ
QSJNBEFMMJOJ[JPEJ
*OHIJMUFSSB'SBODJB
4PUUP 'SBODPJT
)PMMBOEFF+PIO
,FSSZDIFTJTPOP
JODPOUSBUJJFSJ

&8FNCMFZDBOUB
MB.BSTJHMJFTF
i4JBNPUVUUJGJHMJ
EJVOBTPMB1BUSJBw
*MUSJCVUPEFOUSPVOPTUBEJPCMJOEBUP
$BNFSPOi*MUFSSPSFOPOWJODFSw
%"-/04530$033*410/%&/5&
&/3*$0'3"/$&4$)*/*
LONDRA.

dopo quello degli Stati Uniti, ansioso di che in settembre aveva aperto le braccia ai
partecipare alla guerra che non soltanto profughi. Il suo governo stato accusato di
francese. Senza contare Matteo Renzi che nazismo perch rovesciava nei paesi vicini
non vuole spaventare gli italiani. La ondate di arabi, come i suoi predecessori
guerra giusta, quella in difesa di valori, mandavano le SS. Nella stessa Germania
Angela Merkel contestata dai compagni
sembra non avere pi alcun valore.
Invece di esprimere il desiderio di schie- di partito e di governo per la sua disponibirarsi a fianco di un alleato ferito, i governi lit ad accogliere ottocentomila profughi.
europei hanno visto nella tragedia france- E la sua posizione alla testa della cancellese un ulteriore motivo per frenare larrivo ria federale non pi tanto sicura per la
dei migranti, ritenendo che tra di loro sia donna che fino a qualche mese fa era la
annidato il terrorismo, anche
se per ora non c nulla che lo &--&,"11"
provi. Il pi esplicito nesso tra il
venerd di sangue parigino e l
immigrazione araba stato sottolineato in Polonia dove il partito di destra, Legge e Giustizia
(PiS), ha vinto, anzi trionfato,
in ottobre. Sabato, 14 novembre, poche ore dopo i pi di ottanta morti del Bataclan parigino, il ministro polacco degli affari europei, Konrad Szymanski, ha detto che dopo gli attacchi in Francia era escluso di poter distribuire i migranti secondo le quote stabilite. La Polonia
avrebbe mantenuto lassoluto
controllo delle sue frontiere.
Nella Repubblica ceca il passaporto siriano trovato a Parigi
sul cadavere di un terrorista,
che si suppone fosse entrato in
Europa come profugo, servito
al presidente Milos Zeman per
esternare la sua profonda preoccupazione.
A suo avviso gli arabi in arrivo potrebbero
applicare la Sharia e lapidare le donne infedeli. Sempre dopo quel era accaduto sulla
rive della Senna, il presidente slovacco, Ro- $PSEPHMJP FNP[JPOF.B
bert Fico, ha sottolineato trionfante che TPQSBUUVUUPJORVJFUVEJOFQFS
lui aveva avvertito gli altri europei sui riRVFMMPOEBUBEJJNNJHSBUJBSBCJ
schi di aprire le porte agli immigrati arabi.
DallEuropa del Centro-Nord sono partite DIFBODPSBTJTUBSJWFSTBOEPEBOPJ
pesanti accuse alla Cancelliera tedesca

pi potente del mondo.Il massacro a Parigi ha aumentato anche nel suo paese lavversione per gli immigrati.
La solidariet per la Francia ferita
senzaltro sentita; la solidariet per la
Francia in guerra resta vaga, malgrado le
dichiarazioni. Hollande lha forse chiesta
sul piano simbolico.Ha sollecitato unassistenza non unalleanza impegnativa. Ha
formulato lappello, luned al Congresso di
Versailles, riferendosi al Trattato di Lisbona, il quale prevede la solidariet europea in caso di aggressione di uno dei paesi membri
dellUnione. E Federica Mogherini ha detto che gli stata accordata. La clausola era stata
dimenticata a Bruxelles, anche
se Parigi assicura di avere informato in anticipo che il presidente francese lavrebbe evocata. LEuropa non del tutto
sprovveduta sul piano militare, lEurocorpo, cui partecipano cinque membri permanenti
e quattro associati (tra i quali
lItalia), pu teoricamente mobilitare sessantamila umini, e
ha gi partecipato a varie missioni. La Francia concorder comunque con i singoli paesi il sostegno che gli sembrer utile.
Hollande avrebbe potuto rivolgersi per un aiuto pi concreto
alla Nato (della quale sono
membri ventidue paesi dell
Unione europea) e che ha lobbligo (articolo 5) di fornire un aiuto armato a un paese
membro aggredito. Ma lintervento Nato,
gi rodato in Afghanistan, rischierebbe di
urtare Vladimir Putin sul quale si punta come alleato nella guerra al Califfato (o Daesh). Lappello del presidente francese ha
messo in evidenza quanto sia burocratica
e disarticolata lunit europea.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Per una sera ci sentiamo tutti enfants de la Patrie: giocatori e pubblico, 80 mila tifosi inglesi e tifosi francesi, David Cameron e il principe William in tribuna donore, i giornalisti di tutto il mondo in tribuna stampa e presumibilmente anche i milioni di spettatori davanti alla tiv.
Tutti in piedi a cantare la Marsigliese prima di una partita
che pi amichevole non potrebbe essere: perch stasera la
Patria dellinno nazionale non soltanto la Francia colpita
dal terrorismo ma lideale di libert, galit, fraternit, i
principi da cui nata lEuropa unita, libera e democratica, e
chiunque oggi vi si riconosca. Stasera importante esserci
e unirsi tutti contro il terrore, dice William, secondo in linea di successione per il trono, qui in qualit di presidente
della federcalcio inglese e rappresentante della Corona. Taglieremo la testa del serpente, afferma il premier Cameron, alludendo allIs, adesso siamo qui per dimostrare che
il terrorismo non vincer mai. Principe e premier depongono una corona di fiori al bordo del campo. E anche loro cantano la Marsigliese seguendo le parole che appaiono sui tabelloni luminosi di Wembley. Uno stadio blindato da poliziotti
in assetto da guerra, con il dito sul grilletto. Ma animato da
quelle tre parole, libert, eguaglianza, fratellanza, che scorro3PPOFZi7PMFWBNP
no su un nastro luminoso, mentre tutti tacciono per un minuto
FTTFSFRVJBGJBODP
e di cordoglio.
EFJGSBODFTJw*OUSJCVOB di silenzio
Questa non una partita coJMQSJODJQF8JMMJBN
me le altre, dice Roy Hodgson,
ct della nazionale inglese, prima
del fischio dinizio. I giocatori
francesi volevano essere qui per
dimostrare che il terrorismo non li spaventa, e noi vogliamo
essere qui per la stessa ragione al loro fianco, gli fa eco il
suo centravanti Wayne Rooney. E quando gli undici inglesi e
gli undici francesi si abbracciano al centro del campo sembrano genuinamente membri di una squadra sola. Inghilterra e Francia si sono fatte una guerra durata centanni, sono
state rivali per secoli, ancora adesso non si risparmiano ironie, come se il duca di Wellington avesse appena sconfitto
Napoleone Bonaparte a Waterloo. Ma quando si smette di
scherzare, Londra e Parigi si accorgono di essere due citt
sorelle, come le ha chiamate il sindaco della capitale britannica Boris Johnson dopo lattentato. Centinaia di migliaia di francesi vivono lungo le rive del Tamigi e altrettanti inglesi lungo quelle della Senna. Ogni anno milioni di visitatori fanno la spola tra luna e laltra per turismo e affari. Il canale della Manica, anzich dividerle, le unisce da quando lEurotunnel diventato un ponte che permette di andare dalla
stazione londinese di Kings Cross alla parigina Gare du
Nord in due ore. Adesso ad affratellare queste due magnifiche metropoli, che rappresentano quanto di meglio esprima lEuropa, c anche la tragedia del terrorismo, che ha colpito Parigi esattamente dieci anni dopo Londra, nel 2005
lattacco che fece 50 morti e 500 feriti nel metr londinese,
nel 2015 quello allo stadio e nelle strade della Ville Lumiere.
Cos, cantando Allons enfants de la Patrie per una amichevole di calcio, questa sera allo stadio non ci sentiamo tifosi di nessuno bens tutti amici, uniti, fratelli.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

-"453"(&%*1"3*(*

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

-BDSJTJ
-BDPNNJTTJPOF
'FEFSJDB  .PHIFSJOJ  "MUP 
SBQQSFTFOUBOUF  QFS  MB 
QPMUJDBFTUFSBFMBTJDVSF[[B
i4UJBNPEJNPTUSBOEPDPNFM&VSPQBEFMMB
%JGFTBRVBMDPTBDIFQPTTJBNPVTBSFw

"FSFJ USVQQFFNF[[J
DPTM6OJPOFFVSPQFB
TJQSFQBSBBEBJVUBSF1BSJHJ
i*5SBUUBUJMPJNQPOHPOPw
"/%3&"#0/"//*
BRUXELLES.. La Ue ha fatto scat-

-"4$)&%"

"35*$0-0
*M5SBUUBUP/BUP
QSFWFEFDIFJODBTP
EJBUUBDDPBVOP
EFHMJ4UBUJNFNCSJ 
HMJBMUSJ4UBUJiJOUSB
QSFOEBOPMB[JPOF
HJVEJDBUBOFDFTTBSJB 
JWJDPNQSFTPMVTP
EFMMBGPS[BBSNBUBw

"35*$0-0$0.."
*M5SBUUBUPEJ-JTCPOB
JNQFHOBHMJ4UBUJ
EFMMB6FBiQSFTUBSF
BJVUPFBTTJTUFO[B
DPOUVUUJJNF[[Jw
RVBOEPVOP4UBUP
NFNCSPTVCJTDFVOB
BHHSFTJPOFBSNBUB
OFMTVPUFSSJUPSJP

tare ieri il meccanismo di assistenza militare per aiutare Parigi nella guerra al terrorismo.
Oggi la Francia ha chiesto aiuto e assistenza alla Ue e la Ue
tutta unita ha risposto s, ha riferito lAlto rappresentante europeo per la politica estera e di
sicurezza, Federica Mogherini.
Era stato il presidente francese
Francois Hollande, di fronte alle Camere riunite dopo le stragi
di venerd, a dichiarare che la
Francia si trova in guerra e a
invocare larticolo 42.7 dei Trattati Ue, che prevede, in caso di
attacco armato sul territorio di
uno stato membro, che gli altri
Paesi dellUnione gli prestino
assitenza con ogni mezzo possibile. Ieri il ministro francese
della Difesa, Jean-Yves Le
Drian, ha ripetuto la richiesta
di fronte ai colleghi riuniti per
un vertice demergenza a Bruxelles. La richiesta ha ottenuto
unapprovazione unanime.
E la prima volta che questa
norma dei Trattati viene evocata. Dopo l11 settembre, con
una mossa analoga, gli Stati
Uniti avevano fatto ricorso
allarticolo 5 della Nato chiedendo e ottenendo la solidarie-

-B(SBO#SFUBHOB
QPUSFCCFCPNCBSEBSFM*T
BODIFJO*SBR PMUSFDIF
JO4JSJBEPWFHJBUUJWB
t degli alleati atlantici. Sembrava un gesto formale. Ma dopo qualche mese la Nato intervenuta in Afghanistan.
Anche lUnione europea, come ha ricordato ieri Mogherini,
dispone di una struttura di cooperazione militare, sia pure meno collaudata di quella della Nato. Il messaggio dei ministri
stato un atto politico e dimostra come lEuropa della Difesa
qualcosa che possiamo usare, ha spiegato lAlto rappresentante. La politica di sicurezza e difesa della Ue gestita da

I Paesi europei e le principali missioni allestero


Le cifre indicano il numero di soldati

Belgio

Paesi Bassi
60

AFGHANISTAN

(Resolute Support)

(Resolute Support)
105

LIBANO

Danimarca
83

AFGHANISTAN

35

KOSOVO

(Kfor)
7

KOSOVO

(Kfor)
Norvegia

Svezia

Gran Bretagna
AFGHANISTAN 395

(Resolute Support)
Danimarca

Irlanda

Gran
Bretagna
Polonia

Paesi Bassi

Polonia

Rep. Ceca

Bielorussia 235
KOSOVO

AFGHANISTAN 222

(Kfor)

(Resolute Support)
KOSOVO

Germania

Irlanda
LIBANO

R. Ceca

210

Slovacchia

12

(Kfor)

Ucraina

Austria
Francia

Svizzera
Italia

Spagna

Portogallo

Spagna

Francia

AFGHANISTAN 326

KOSOVO

(Resolute Support)

(Kfor)

LIBANO

589

Italia

Germania

AFGHANISTAN 760

Romania
AFGHANISTAN 850

(Resolute Support)
LIBANO
1.104

(Resolute Support)

MALI

580

LIBANO

181

KOSOVO

685

(Kfor)

(Kfor)

EUnavfor Med 700

EUnavfor Med 950

REP.
50
CENTRAFRICANA
EGITTO (Sinai)

REP.
1.000
CENTRAFRICANA

2.000

Missioni
congiunte

Moldavia
Mo
oldaviaa
oldavia

KOSOVO

320

(Kfor)

Belgio

KOSOVO

Russia

Turchia

78
Grecia

EUFOR
CONCORDIA
(Macedonia)

300

EUFOR
2.503
ALTHEA
(ex-jugoslavia)
EUFOR
2.500
Rep. Dem. Congo

Grecia
AFGHANISTAN

EUFOR
Ciad

4.300

(Resolute Support)
KOSOVO

119

(Kfor)

un organismo intergovernativo, il Cops, Comitato politico e


di sicurezza, composto da ambasciatori permanenti dei ventotto Stati membri, presieduto
da Mogherini e coadiuvato da
una non trascurabile struttura
di coordinamento militare.
Tuttavia, nel caso della richiesta francese, non sar almeno per ora il Cops a gestire direttamente le operazioni militari.
Dopo aver ricevuto limpegno
alla solidariet da parte di tutti
gli Stati membri, sar la stessa
Francia, tramite contatti bilate-

rali, a raccogliere le disponibilit dei vari governi e ad avanzare a ciascuno le richieste di aiuto che riterr necessarie. Il nostro stato innanzitutto un atto politico, che non ha precedenti nella storia europea, ha
spiegato il ministro Le Drian,
aggiungendo per che chieder agli alleati di condividere il
fardello dello sforzo militare
perch la Francia non pu fare
tutto da sola in Iraq, in Siria,
nel Sahel, in Libano e garantire
anche la propria sicurezza sul
territorio nazionale. Voglia-

mo chiedere ai nostri partner,


nella misura delle loro capacit, aiuto nella lotta contro Daesh in Iraq e in Siria e una maggiore partecipazione militare
ai teatri di operazione dove la
Francia gi impegnata. E
dunque probabile che le prime
domande riguarderanno sia la
fornitura di supporto logistico
nella guerra contro lIs (il ministro ha parlato di aerei da trasporto, armi e rifornimenti),
sia la sostituzione, almeno in
parte, dellesercito francese
che oggi impegnato in missio-

ni europee in Mali, Repubblica


Centrafricana e Libano. Non
escluso che Parigi speri anche
di ottenere la collaborazione
britannica nelle azioni di bombardamento in Siria, ipotesi finora bocciata dal parlamento
di Londra.
Tutti i Paesi europei, naturalmente, per ora conservano il diritto a rispettare i limiti che si
sono posti nel loro intervento
sul teatro di guerra siriano. Ma
questo non significa che la solidariet offerta sar solo formale. Escludo un intervento in Si-

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

1&34"1&3/&%*1*
IUUQFVSPQBFVJOEFY@JUIUN
XXXHPWFSOPJU

3&/;*i/0/640-"1"30-"(6&33"w105&3*%""*3&1"35*41&$*"-*%&--&'03;&"3."5&

i-*UBMJBD NBMFBSNJOPOCBTUBOPw
(*07"//"$"4"%*0
ROMA. Nessuno pu pensare di essere im-

mune dalla minaccia del terrorismo. Matteo Renzi avverte della drammaticit del
momento. Dopo lorrore di Parigi solo uno
che vive su Marte potrebbe dire tranquilli non c pericolo... hanno colpito anche in
Australia. Per il premier il senso di responsabilit impone scelte e accelera decisioni.
Quindi lItalia di certo presente in tante
partite. Non solo. Mettiamo in conto tutto, ma non si vince con le sole armi. Le azioni militari non bastano; parlare di guerra
non appropriato, la dichiarazione di guerra non ha senso. Renzi spiega: Capisco chi
utilizza la parola guerra ma io non la uso,
lattacco a Parigi strutturalmente un attacco militare, una gigantesca aggressione
alla nostra identit. Soprattutto si tratta
di una sfida educativa. Tuttavia nella risposta al terrorismo lItalia far la sua parte, fidandosi di Putin, usando gli strumenti che
le sono pi propri di soft power.
Putin? S possiamo fidarci di lui, questo

ria, mentre ci sar un rafforzamento della nostra missione in


Iraq: porteremo il contingente
da 500 a 750 militari. Abbiamo
assicurato alla Francia la massima disponibilit. Ma sul piano
militare lItalia fa gi molto,
perch siamo tra i primi contingenti in Iraq per la lotta allIsis, ha spiegato il ministro italiano della Difesa, Roberta Pinotti.
Faremo tutto quello che in
nostro potere per dare aiuto. La
Francia ha ragione sul fatto che
la lotta contro lo stato islamico
e il terrorismo non limitata alla Siria, ma si estende fino allAfrica sub-sahariana, ha spiegato la ministra della Difesa tede-

-B(FSNBOJBWBMVUBEJ
GBSTJDBSJDPEFJQSFTJEJ
JO$FOUSBGSJDBF.BMJ 
QFSiMJCFSBSFwBMUSFGPS[F
sca, Ursula von der Leyen, lasciando intendere che Berlino
potrebbe sobbarcarsi parte
dellonere delle missioni europee in Mali e Repubblica centrafricana.
Le richieste di aiuto e di assistenza da parte di Parigi non si
fermano comunque al piano militare. I francesi avanzeranno richieste anche su intelligence, sicurezza e sorveglianza web. Il
tema trattato venerd nella riunione straordinaria dei ministri dellInterno della Ue.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

"#369&--&4
-"MUP
3BQQSFTFOUBOUF
6FQFSHMJ"GGBSJ
FTUFSJ 'FEFSJDB
.PHIFSJOJ BM
NJOVUPEJTJMFO[JP
DPOJMNJOJTUSP
BHMJ"GGBSJ
FVSPQFJGSBODFTF
)BSMFN%FTJS JM
QSFTJEFOUFEFMMB
$PNNJTTJPOF
+VODLFSFJM
QSFTJEFOUFEFM
1BSMBNFOUP
.BSUJO4DIVM[

*MDPOUJOHFOUFBOUJ*T
QBTTBEBBVPNJOJ
*O"GHIBOJTUBOBOESBOOP
NJMJUBSJJOQJ
non vuol dire che la Russia sia il kingmaker
dello scacchiere internazionale - risponde il
premier alla presentazione del nuovo inserto del quotidiano La Stampa - ma va tenuta dentro. Comunque lItalia non manca di
fare la sua parte con gli altri paesi europei,
consapevole che chiudere le frontiere non
serve: Gli assassini nella stragrande maggioranza sono nati e cresciuti in Europa,
hanno giocato a calcio con i nostri figli. La
sicurezza comunque sar rafforzata con misure concrete. Lappello allunit delle forze politiche. C gi oggi il voto alla Camera
sul rifinanziamento delle missioni internazionali. Una spesa complessiva di 354 milioni. Previsto laumento del contingente anti
Isis da 525 a 750 militari. E in Afghanistan

ci saranno 200 militari in pi, da 630 a 834.


Nel provvedimento potrebbe essere inserita subito una novit che, studiata al Senato
per la legge quadro, avrebbe cos una corsia veloce. I reparti speciali delle forze armate potranno trasformarsi in 007 per alcune delicate missioni allestero. Potrebbe
valere subito per lIraq, in seguito per la Libia. Nicola Latorre, presidente della commissione Difesa di Palazzo Madama, fa notare che una risposta necessaria dopo Parigi. Francesco Garofani, che presiede la
commissione Difesa a Montecitorio, punta
a una prova generale di solidariet nazionale sulle missioni. Difficile sar convincere la
Sinistra. Scontro tra 5Stelle e Pd sui fondi
per la difesa. Il dem Andrea Romano accusa i grillini di essere parolai, dicono di volere pi soldi per la sicurezza ma propongono
3,5 miliardi di tagli alla Difesa. In arrivo
20 milioni in pi per lintelligence. Nella
legge di Stabilit inseriti circa 120 milioni
in pi per la sicurezza e lassunzione di 5 mila tra poliziotti, carabinieri e finanzieri.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

-"453"(&%*1"3*(*

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

*MDPOGMJUUP
*M$SFNMJOP*MQSFTJEFOUFQBSMBBM1BFTFFEJDFDIF
.PTDBJOHVFSSBJOTJFNFBMMB'SBODJB1JPHHJBEJGVPDP
TVMMBDBQJUBMFEFM$BMJGGBUP$POGFSNBTVMMBUUFOUBUP
BMM"JSCVTDPOWJUUJNFi0SEJHOPBCPSEPUSBJCBHBHMJw

i6OJUJDPNFDPOUSP)JUMFSw
#PNCFFNJTTJMJEBMNBSF
BMMFBO[B1VUJO)PMMBOEF
%"-/04530$033*410/%&/5&
/*$0-"-0.#"3%0;;*

MOSCA

entrata ufficialmente in guerra ieri mattina al fianco dellalleato


francese e in attesa di eventuali
nuove adesioni sul fronte occidentale. Uniti contro il terrorismo come accadde contro Hitler, nonostante tutte le nostre
divergenze, dice il Cremlino tagliando corto sulle sottigliezze
diplomatiche e lasciando la parola alle armi. Bombardieri a lungo
raggio, partiti da basi russe, tempestano Raqqa e Deir Ezzor, roccaforti siriane del Califfato, mentre missili da crociera lanciati
dai sottomarini di Mosca nel Mediterraneo coprono, tra Aleppo e
Idlib, la prima avanzata dellesercito di Assad, rinvigorito e
protetto dai fidati alleati, che comincia a strappare posizioni preziose alle milizie jiahdiste. Per la
prima volta in simultanea gli attacchi sono stati seguiti da quelli
dei caccia Dassault Rafale e Mirage francesi partiti dalle basi giordane e degli emirati arabi. Ed
Putin in persona a ordinare ai capi della Marina e dellAviazione
di comportarsi da alleati leali e
collaborativi con i colleghi francesi. Dalla tolda dellincrociatore lanciamissili Moskva, ammiraglia della Flotta russa nel Mar

7MBEJNJS1VUJOJMQSFTJEFOUF
SVTTPJOQSJNBGJMBOFMMBDSJTJ

A Russia

-VOHBUFMFGPOBUB
DPO)PMMBOEFJOWJTUB
EFMMJODPOUSPGJTTBUP
QFSJMOPWFNCSF
45"5*6/*5*

4501"*3*'6(*"5*
*SFQVCCMJDBOJBMMB
$BNFSBTUBOOP
MBWPSBOEPBVOB
MFHHFQFSJNQFEJSF
MBSSJWPEJSJGVHJBUJ
TJSJBOJOFHMJ4UBUJ
6OJUJ4BSQSFTBJO
DPOTJEFSB[JPOF
HJPWFEBMMB$BNFSB
FQSFWFEFEJQPSSF
VOBTFSJFEJ
MJNJUB[JPOJBHMJBSSJWJ
EFJSJGVHJBUJ PMUSFBE
VOBVNFOUPEFJ
DPOUSPMMJ

Nero, alla fonda davanti alla


base di Tartus, partono gi
informazioni e suggerimenti rivolti alla portaerei francese Charles de
Gaulle in arrivo in zona di combattimenti.
Gli stessi Putin e
Hollande, in una intensa telefonata di
pi di mezzora, si
sono scambiati proposte e considerazioni strategiche
in attesa di vedersi presto, a Mosca, il 26 novembre. Si parlato
poco di politica e
molto di azioni
militari in questa
insolita alleanza
naturale tra due

nazioni ugualmente colpite dal


terrorismo dellIs. E non un particolare da poco. Nellansia legalista della Russia di Putin, lescalation congiunta di Mosca e Parigi trova infatti la sua legittimit
nellarticolo 51 dello statuto
Onu che sancisce il diritto di
uno Stato allautodifesa. Con
tempismo, forse ben studiato,
Mosca ha infatti ufficializzato
proprio ieri quello che tutti sapevano da tempo: la strage dellaereo delle vacanze, lAirbus esploso in volo con tutti i suoi 224 passeggeri il 31 ottobre scorso sui
cieli del Sinai, stato un attacco
deliberato alla Russia, program-

mato e messo in atto dal Califfato due settimane prima dei massacri che hanno sconvolto Parigi.
Tra i bagagli dei turisti russi di ritorno a San Pietroburgo qualcuno, forse con la complicit del
personale egiziano dello scalo di
Sharm el Sheikh, ha messo una
bomba artigianale di oltre un chilo di esplosivo.
La scontatissima rivelazione dei servizi segreti ha scate-

nato Putin secondo uno schema


tristemente collaudato: Non
asciugheremo mai le nostre lacrime ma questo non ci impedir di
trovare i criminali. Li cercheremo dappertutto, ovunque si na-

scondano, li troveremo e li puniremo. Parole durissime, appena pi trattenute rispetto a quelle storiche pronunziate nel 1999
dopo le bombe cecene in due condomini di Mosca: Li troveremo

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

1&34"1&3/&%*1*
XXXHPWFSONFOUSVFO
XXXEFGFOTFHPVWGSUFSSF

i4PUUPBUUBDDP
NBQJMJCFSFw
MFEPOOFEJ3BRRB
TGJEBOPJM$BMJGGP
4V5XJUUFSMFWPDJEBMMBSPDDBGPSUF*T
i.JMJ[JBOJJOGVHB TQBWFOUBUJEBJSBJEw
(*".1"0-0$"%"-"/6

anche dentro ai loro cessi. Ma il


senso e la rabbia erano quelli.
Non a caso, quella antica espressione stata subito scelta, come
fosse stata detta ieri, da migliaia
di frequentatori di Internet per
urlare la propria indignazione e
il loro slancio patriottico a favore
della nuova offensiva russa in Siria. Un modo per esorcizzare la
paura di altri attentati che intanto dilaga insieme alle notizie che
arrivano dalla Siria. Paura invisibile ma evidente. Sui portoni di
molte case la polizia ha affisso foto segnaletiche di inquietanti
personaggi con preghiera di avvisare immediatamente in caso

di avvistamento. Alla Duma si


parla di chiudere i voli civili con
lEuropa, la Turchia e la Tunisia.
Qualcuno propone di reintrodurre il sovietico visto duscita,
con controlli personali e familiari per ogni cittadino che volesse
recarsi allestero. Agenzie di
viaggi, ma anche negozi del centro, parchi, sale da concerti, registrano un brusco calo di presenze. Su un sito molto popolare si
possono leggere i consigli dei
migliori esperti antiterrorismo.
Dicono di non dare mai le spalle
alla folla, di controllare personalmente che le uscite di sicurezza funzionino prima di sedersi in
un cinema, stazionare il meno
possibile in luoghi frequentati
da troppe persone, segnalare
alla polizia ogni persona o episodio sospetti.
Ma a giustificare le paure ci
pensa la guerra stessa. Le azioni
di Aviazione e Marina russa, im-

&GGFUUVBUFJOVOTPMP
HJPSOPNJTTJPOJTV
PCJFUUJWJDPOUSPMMBUJ
EBMMP4UBUPJTMBNJDP
pegnate nella lotta al terrorismo riempiono nuovamente i
telegiornali. Lutilizzo dei bombardieri a lungo raggio sarebbe
stato devastante. I Tupolev 22
M3 avrebbero effettuato in un
solo giorno 127 missioni su 206
obiettivi controllati dallo stato
islamico distruggendo, secondo il ministero della Difesa,
140 strutture, 10 depositi di
armi e quattro centri di comando. Cifre asettiche, come sempre nei bollettini di
guerra. AllOnu e presso
lorganizzazione Human
Rights Watch si parla di
centri medici bombardati e di molte vittime
civili. Con risposte indignate dellambasciatore russo alle Nazioni Unite Safronkov
contro la politicizzazione dei diritti
umani. La guerra,
quella vera, cominciata; la piet
per i civili, rimandata ad altre occasioni.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

I guerrieri dello Stato islamico spaventano la


gente di Raqqa continuamente. Ma quando arrivano gli aerei da guerra, loro scappano come topi e vanno a nascondersi fra i civili e le case. E
quando ti chiedono se sono andati via, ti senti
proprio bene. una narrazione a pezzi e bocconi quella trasmessa dai blogger di 3BRRBJTCFFO
TMBVHIUFSFEJOTJMFODF, da tempo unici testimoni
dallinterno della capitale di Daesh, il sedicente
Stato Islamico.
Compresso nelle poche parole pubblicabili su
Twitter, il loro comunque un racconto straordinario, che si concede persino il lusso dellironia:
Alcune donne sono uscite sul balcone per respirare aria fresca, perch i miliziani hanno tanta
paura degli aerei che non gli urleranno contro di
rientrare dentro e indossare il velo. Nella rappresentazione scandita in vari passaggi di 140
caratteri ben chiaro quello che il giogo dellortodossia fanatica rappresenta per la gente di Raqqa: S, i bombardamenti sono spaventosi, portano il panico, ma questi trenta minuti in cui i combattenti non si curano delle regole dellIs e pensano solo a scappare, sono trenta minuti di libert
dal loro brutale regime.
Ma la testimonianza lanciata sotto il nome collettivo di Raqqa massacrata in silenzio, un
grido daiuto pi che un vero nome, se ha raccolto in poco tempo lattenzione di addetti ai lavori
e curiosi, ha anche attirato la repressione dei fondamentalisti. Uno dei
fondatori del gruppo,
Al-Moutaz Bellah Ibrahim, stato sequestrato
e ucciso. Due uomini sono stati giustiziati davanti alla telecamera
dellIs proprio con laccusa di essere membri del
gruppo. E due settimane fa toccato a Ibrahim Abd al Qader, fondatore e direttore
dellorganizzazione: imprigionato e torturato
dagli uomini dellIs, era
poi riuscito a fuggire in
Turchia. Qui lo hanno
raggiunto gli assassini
dello Stato Islamico, che
hanno massacrato lui e
lamico Fares Hamadi,
giornalista del collettivo &ZFPO)PNFMBOE.
N il lutto n la sorveglianza ordinata dai vertici degli integralisti, per, dissuadono gli attivisti: dove i giornalisti occidentali (tranne pochissime eccezioni, come il
(-*0#*&55*7*
tedesco Jurgen Toden6ODBNQPEJ
hofer) non possono arriBEEFTUSBNFOUPFMFEJGJDJP
vare, importante che
EPWFNPSUB,BZMB
ci sia qualcuno pronto a
.VFMMFSTPOPGSBHMJFEJGJDJ
testimoniare. Sono loro
DPMQJUJEBJSBJEGSBODFTJJFSJ
che hanno segnalato ieri la pioggia di missili da
crociera arrivata sulla citt dalle navi russe che
incrociano nel Mediterraneo, sono loro che hanno disilluso lAeronautica francese, segnalando
che i bombardamenti a tappeto degli ultimi giorni avevano colpito in prevalenza vecchie sedi
dellIs, svuotate prima dellattacco.
Sono state due notti folli. Le postazioni abbandonate dellIs allingresso della citt sono state colpite, come i posti di controllo e diversi altri
obiettivi. Acqua e linee elettriche sono state tagliate, cos come le strade di rifornimento. Siamo in grado di confermare che gli attacchi francesi non hanno provocato vittime civili, hanno
scritto ieri gli attivisti, aggiungendo la registrazione sonora dei raid e delle esplosioni. Ma oltre
al dovere della testimonianza, Internet offre ai
blogger di Raqqa anche lo spazio per esprimere
la disperazione: Il mondo deve sapere che noi viviamo fra il controllo dellIs sul terreno e i bombardamenti che arrivano dallalto, si lascia andare un attivista.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



-"453"(&%*1"3*(*

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

-FJOEBHJOJ
*MDPNNBOEP
5SPWBUBMBUFS[BBVUPEFMMB
DFMMVMBFJMUFMFGPOJOPDIF
BOOVODJBWBMBUUBDDPDPO
VOUXFFU-FGBMMFEFMMBQPMJ[JBCFMHBDPT
QFSTFMFUSBDDFEFJGSBUFMMJ"CEFTMBN

6OWJEFPJODBTUSB
VOOPOPUFSSPSJTUB
i4BMBIJOGVHBJO#FMHJPw
*MGSBUFMMPi$POTFHOBUJw
%"-/04530*/7*"50
$"3-0#0/*/*

-"11&--0

i"33&/%*5*w
iMMNJPDPOTJHMJP
DPOTFHOBSTJBMMB
QPMJ[JB BGGJODI
QPTTBGBSFQJFOBMVDF
TVRVFTUBTUPSJBw
MBQQFMMPSJWPMUPJFSJ
EB.PIBNFE
"CEFTMBN JOVOB
JOUFSWJTUBUFMFWJTJWB 
BMGSBUFMMP4BMBI JO
GVHBEBWFOFSEi*P
FUVUUBMBNJB
GBNJHMJB
DPOEBOOJBNPPHOJ
GPSNBEJWJPMFO[B
4BMBIOPONBODBWB
NBJBJTVPJPCCMJHIJ
SFMJHJPTJNBOVMMB
MBTDJBWBJOUFOEFSF
DIFGPTTFEJWFOUBUP
VOFTUSFNJTUBw

PARIGI. Salah Abdeslam, lottavo uomo del commando dellorrore, ancora in Belgio. E non
da solo, se, come ormai sono
certi gli inquirenti francesi e
come riferito da  3FQVCCMJDB 
gi due giorni fa almeno un
altro uomo in fuga con lui. Un
1"3*(*
secondo ricercato che riporta
$POUSPMMJB1MBDF
gli uomini del commando o coEFMB3QVCMJRVF
munque direttamente legati al
"TJOJTUSB MB
gruppo di fuoco a nove (tre
TUBO[BQSFOPUBUB
squadre da tre). Un numero
EB4BMBI
suggerito sin qui non solo
dallaritmetica delle armi recuperate (erano 3 i kalashnikov
sulla Seat Leon ritrovata a Mon48 ore, sono formalmente incri- chiesto di lasciarlo vicino allo
treuil), ma anche da una terza
minati per terrorismo perch stadio Roi Baudouin .
macchina una Renault Clio
Gi, c dellaltro. Dice infatritenuti gli artificieri del comnera con targa belga anche
mando. Quando siamo rien- ti a 3FQVCCMJDB una qualificata
questa noleggiata da Salah Abtrati a Burxelles- hanno detto i fonte dellIntelligence belga:
deslam e ritrovata ieri nel didue a verbale Salah ci ha Se le informazioni di cui dispociottesimo arrondissement di
Parigi, il quartiere di Montmar- *-$"40-"/055&13*."%&--"55&/5"50*-$0.."/%0)"'"550#"4&*/6/)05&-%*"-'0357*--&
tre, il terzo (oltre al decimo e
undicesimo) che il piano
dellIs, come abbiamo raccontato nei giorni scorsi, prevedeva di colpire.

4UBO[FF iIBOOPEPSNJUPRVJw

j4"-")&26*x
Un secondo uomo, dunque,
e Salah. Che il fuggiasco di cui
da 4 giorni campeggia la foto
segnaletica sui siti di informazione del mondo intero (il che
ha moltiplicato i suoi presunti
avvistamenti) sia ancora in Belgio circostanza di cui sono
convinti al Ministero dellInterno belga. Al punto da cancellare la partita amichevole Belgio-Spagna a Bruxelles, in calendario ieri, elevare il livello di
allerta antiterrorismo da 2 a 3
(su una scala di quattro), e sollecitare lattenzione della polizia tedesca lungo il confine (ieri, cinque persone sono state
fermate e quindi rilasciate).
N, nella frenesia di queste
ore, centra, a quanto pare, lultima immagine del fuggiasco
consegnata agli inquirenti dai
due uomini, Mohammed Amri
e Hamza Attou, che, sabato
scorso, viaggiavano con lui sulla Volkswagen Golf rientrata
notte tempo da Parigi e che, da

%"-/04530*/7*"50
'"#*050/"$$*
PARIGI. Due camere triple di un hotel di

Alfortville, la 311 e la 312, sono state


per una notte il covo degli attentatori di
Parigi. Due stanze prenotate il 12 novembre (per lintera settimana) attraverso il sito Booking.com, come farebbe
un turista, con la carta di credito delluomo pi ricercato di Francia. Salah Abdeslam.
Al terzo piano dellAppartCity Paris,
un residence nel comune di Alfortville
in Val-de-Marne, a dieci chilometri di
strada dal teatro Bataclan, ci si arriva salendo con uno dei due ascensori a lato
della reception. Si gira a destra sul corridoio e si ha davanti la porta blu con la
maniglia laccata dottone, che mostra
ancora i segni dellirruzione della gendarmeria, avvenuta nella notte tra sabato e domenica. la 311. Allinterno larredamento sottosopra, i telai dei letti
sono spostati, i materassi accatastati,
sul lavandino ci sono macchie scure, lunica finestra aperta e la tenda sbatte
contro il muro. Ci sono ancora diversi

1SFOPUB[JPOFTV#PPLJOHDPN
DPOMBDBSUBEJ"CEFTMBN
/FMMFDBNFSFMBSSFEBNFOUP
TPUUPTPQSB HJBMMPTVMMFTJSJOHIF
cartoni di pizza, probabilmente resti della cena di gioved . Sul tavolo fialette, siringhe e tubetti di plastica. Come spiega
-F1PJOU, che per primo stato qui e pubblicato un video sul suo sito, si tratterebbe di materiale appartenente a chi ha
fatto le perquisizioni. Ma la polizia sostiene -F1PJOU ha trovato aghi, siringhe e altro materiale, e sta cercando di
capire se servito per drogarsi o confezionare le cinture esplosive.
Accanto, la stanza gemella, la 312.
Chiusa, nonostante la luce sia accesa. Costano 61 euro al giorno. Ma chi vi ha dormito il 13 novembre, la notte prima degli attentati? Sembrano esserci pochi
dubbi, ormai, sulla presenza di Salah Abdeslam. Lo collocano qui alcune testimonianze degli ospiti. Credo proprio di
averlo visto racconta a 3FQVCCMJDB

Alain, il minorenne che con la madre si


trova nella stanza 310 era in compagnia di uno uomo corpulento. Erano molto discreti, non abbiamo sentito rumori.
La gendarmeria, oltre a sequestrare
il Pc della reception, ha prelevato decine
di impronte digitali e campioni di Dna
nelle stanze e li sta mettendo a confronto con quelli raccolti sui resti dei cadaveri dei terroristi. Non solo. Ha mandato le
tracce alle autorit di Belgio, Germania,
Italia, Olanda, chiedendo di inserire i risultati nei loro database. Ci si affider a
questi esami per capire lidentit degli
ospiti della 311 e della 312, anche perch allAppartCity non esiste un sistema di videosorveglianza. Ci sono alcune
telecamere in zona, ma lontane dallingresso e i filmati sono stati comunque acquisiti.
certo che il fratello di Salah, Ibrahim, che si fatto saltare in aria in Boulevard Voltaire, ha affittato un appartamento a Bobigny dal 10 al 17 novembre.
Quanti terroristi hanno invece dormito
ad Alfortville? Due? Sei?
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 



1&34"1&3/&%*1*
XXXQPMJDFCF
XXXMFTPJSCF

non sia solo. Questo spiegherebbe il motivo per cui, ieri sera poco prima delle 19, le unit
speciali antiterrorismo di Polizia e Securit de lEtat (il Servizio segreto interno belga) siano tornate a Molenbeek, dove
un ultimo blitz, luned scorso,
aveva preso di mira una casa
abitata da 4 foreign fighters
salvo scoprirla deserta (tre degli inquilini sarebbero gi in Siria, un quarto in Siria morto
da poco sotto le bandiere
dellIs). E questo spiegherebbe
anche le parole preoccupate
del fratello di Salah, Mohammed, che, dai microfoni della
rete televisiva Bfmtv, proprio
ieri sera, lo ha invitato ad una
resa incruenta. Gli consiglio
di andare alla polizia per fare in
modo che la giustizia vada al
fondo di questa storia .

$04  '630/0  1&34*  *  '3"5&--* 


"#%&4-".

niamo sono buone e non abbiamo motivo per pensare il


contrario Salah ancora qui.
E se dobbiamo stare a quelle
stesse informazioni ragionevole pensare che nella fuga

Una giustizia, quella belga,


che del resto, in questa faccenda, ha molto da farsi perdonare. Non fosse altro perch, come conferma la Procura federale, non pi tardi del febbraio
scorso, entrambi i fratelli Abdeslam, Salah e Ibrahim (il martire morto in boulevard Voltaire), erano stati convocati e interrogati per misurare il loro
grado di radicalizzazione. Loccasione era stata lespulsione
dalla Turchia di Ibrahim, sorpreso proprio in quelle prime
settimane dellanno nel tentativo di entrare in Siria attraverso il confine meridionale turco.
Al termine di quel doppio interrogatorio, la stessa Procura
aveva deciso di segnalare entrambi i fratelli alla Securit de
lEtat, il Servizio segreto interno belga, perch procedesse al
loro controllo e monitoraggio.
Ma quella sorveglianza non c
mai stata. O, se pure cominciata, stata presto abbandonata e comunque non condivisa con lIntelligence francese,
che pure su quei due fratelli un
qualche interesse lo avrebbe
avuto, vista la loro nazionalit
francese.
Tra il febbraio scorso e venerd 13 novembre, Salah e Ibrahim sono stati dunque liberi di
muoversi lungo lasse Bruxelles-Parigi senza alcuna difficolt. Di pianificare lorrore nei
dettagli. Dalle auto, alle armi,
agli alloggi. Che ora, a mattanza consumata, diventano il
punto di partenza dellindagine a ritroso della Procura di Parigi.

-"5&3;""650&*-/0/060.0

-)05&-JOHSFTTPEFMM"QQBSU$JUZ
)PUFMEJ"MGPSUWJMMF EPWFJ
UFSSPSJTUJBWSFCCFSPEPSNJUP
MBOPUUFQSFDFEFOUFBHMJ
BUUFOUBUJEJ1BSJHJ

Indagine che, appunto, ha


ora un secondo ricercato. Decisive, nello sciogliere ogni dubbio sulla presenza di un nono
uomo nel commando (oltre ai
7 morti e a Salah Abdeslam in
fuga), sono state non solo le testimonianze raccolte dai sopravvissuti agli assalti al bistrot nellundicesimo arrondissement, concordi nellindicare
almeno tre uomini a bordo del-

la Seat nera da cui partita la


pioggia di proiettili che ha ucciso 39 innocenti, ma anche le immagini girate da una video-camera di sorveglianza. Da quelle immagini evidente che sulla Seat ci sono 3 uomini. Di macchine ne anche stata trovata
una terza, una Renault Clio nera, che Salah Abdeslam aveva

affittato in Belgio e abbandonata nel diciottesimo arrondissement. Di pi: la scoperta, grazie allesame delle destinazioni
memorizzate dal navigatore satellitare a bordo della Seat ritrovata domenica scorsa a Montreuil, dei due punti di appoggio utilizzati dal commando
nei giorni precedenti la strage.

Due stanze di albergo ad Alfotville e un appartamento a Bobigny, dove sono state trovate altre tracce in grado di comporre
il quadro numerico del commando. E anche i telefonini che
hanno ricevuto il tweet che ha
dato il via libera al massacro:
Che Dio vi benedica.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-&53"$$&
4JSJOHIF VO
DBSUPOFEJQJ[[BF
JMMFUUPSJWPMUBUP
OFMMBTUBO[B
BGGJUBUBEB
"CEFTMBNBMMF
QPSUFEJ1BSJHJ

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



-"453"(&%*1"3*(*

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

*MEPMPSF
-BGBNJHMJB-BNBESF-VDJBOB
JMQBESF"MCFSUP JMGSBUFMMP%BSJP
"RVBUUSPHJPSOJEFMMBUUFOUBUPJQBSFOUJ
EFMMBSBHB[[BWFOF[JBOBVDDJTBB1BSJHJ
TJTPOPSJVOJUJBMMPCJUPSJPQFSJMSJDPOPTDJNFOUP
i4PHOBWBEJUPSOBSFJO*UBMJB PSBDFMBSJQPSUFSFNPOPJw

-VMUJNPBCCSBDDJPB7BMFSJB
i/SBCCJBOQBVSB
MFJOPODFMPQFSEPOFSFCCFw
%"-/04530*/7*"50
(*6-*"/0'04$)*/*
PARIGI. Non rabbia. E non deve essere pau-

ra: Valeria non ci perdonerebbe mai se fossimo spaventati e dunque ora restassimo fermi. Nel suo nome, la nostra sfida deve essere
quella di non smettere mai di provarci, per
riuscire a cambiare le cose. Dario Solesin, 25

anni, il fratello di Valeria. E nelle sue parole


c il perch al Bataclan non soltanto morta
una ragazza di 27 anni ma, senza retorica,
unoccasione per lItalia. Ieri sera sono venuti
ad abbracciare Valeria i suoi genitori, Luciana e Alberto, che si sono presentati allingresso dellistituto di medicina legale, la Morgue,
composti, come sempre in questi giorni, nel
dolore: Porteremo sempre nel cuore nostra

figlia nel suo essere: quello che preme a me e


a mio marito il ricordo di nostra figlia che
era una persona meravigliosa, una figlia, una
persona, una cittadina e una studiosa meravigliosa aveva detto la signora dopo aver saputo che quel corpo era quello della sua Valeria.
Immaginate una mamma: ha la figlia che
studia alla Sorbona, che un talento, e poi la
perde cos dicono al consolato. Eppure la si-

gnora Luciana non ha perso nemmeno per


un attimo la dignit della sua disperazione.
Anche ieri quando arrivata a Parigi, insieme con il marito Alberto. Sono scesi, accompagnati dai funzionari della Farnesina, da
una macchina scura e con Andrea, il fidanzato di Valeria, e sua sorella Chiara, sono entrati a braccetto nel viale che porta a questa palazzina di mattonelle rosse sopra la Senna,

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 



1&34"1&3/&%*1*
IUUQOVPWBWFOF[JBHFMPDBMJU
XXXGSBODFJOGPGS

*-$"40

30." %*'&/%&453"(**/57%&/6/$*"50
-BQPMJ[JBIBEFOVODJBUPB3PNB
VOFOOFNVTVMNBOPDIFMVOFETFSB 
BMQSPHSBNNBUWEJ3FUF2VJOUBDPMPOOB 
IBEJGFTPMBTUSBHFEJ$IBSMJF)FCEPF
BDDVTBUPGSBODFTJFBNFSJDBOJQFSHMJBUUFOUBUJ
EJWFOFSE%JQBESFUVOJTJOPFNBESFJUBMJBOB 
DJUUBEJOPJUBMJBOP JMHJPWBOFTUBUP
SJOUSBDDJBUPOFMMBNPTDIFBEJ$FOUPDFMMF

-"55&4"%*7&/&;*" 0((*-0."((*0*/1*";;"4"/."3$0
"TJOJTUSB MBGBDDJBUBEJDBGBSTFUUJ TFEFEFM$PNVOFEJ
7FOF[JB JMMVNJOBUBDPOJDPMPSJEFMMBCBOEJFSBGSBODFTF
*OBUUFTBEFMSJFOUSPEFMMBTBMNB MBDJUUSFOEFSPNBHHJP
B7BMFSJB4PMFTJO GPUPTPUUP
TUBTFSBJOQJB[[B4BO.BSDP
4PQSB JHFOJUPSJEFMMBSBHB[[B BSSJWBUJJFSJB1BSJHJ
che nelle ultime ore si trasformata in un
enorme contenitore del male: una accanto
allaltra, ci sono tutte le 129 vittime dell11
novembre. I genitori, i parenti, di tutti questi
ragazzi e ragazze, sono stati pazienti e ordinati in fila per entrare in quello stanzone freddo
e dare un nome e un cognome a chi in questo
momento catalogato soltanto come un numero. Ad accoglierli ci sono operatori della
Protezione civile e psicologi. Una di loro racconta: Hanno voglia di parlare pi che di
piangere. Di capire pi che di disperarsi. E tutti hanno il bisogno di andare avanti.
Lo dice anche Dario, il fratello di Valeria.
Mai fermarsi, mia sorella non me lo perdonerebbe mai. Non sento rabbia ma soltanto un
enorme vuoto. E una consapevolezza: non
dargliela vinta, non spaventarci, ma continuare nellunica direzione in cui Valeria
avrebbe voluto: provare davvero a cambiare
le cose, a fare in modo di vivere in un posto migliore. Prende fiato, poi continua: Ero venuta a trovarla una settimana fa nemmeno. Era
felice per la nuova casa, probabilmente la vita stava prendendo il senso che voleva. La
Francia, ma soprattutto lItalia. Ho letto tante bugie in questi giorni. Ma una cosa sicuramente vera: Valeria sarebbe certamente voluta tornare in Italia per fare le stesse cose
che riusciva a fare in Francia. Per provare a

rendere in qualche maniera migliore il nostro paese.


Per tutto il pomeriggio, la fila davanti allistituto legale era lunga. Cerano i parenti dei
morti del Bataclan e alcuni ragazzi islamici,
che sembravano il disegno stereotipato della
banlieue che si descrive in questi giorni: erano l, raccontavano, per un fratello morto,
sembra assassinato, in una delle periferie di

i.BJGFSNBSTJ4FOUPVOHSBOEF
WVPUPEFOUSPNBBODIF
MBWPHMJBEJOPOEBSMBWJOUB
BDIJIBUPMUPMBWJUBBNJBTPSFMMBw
Parigi. Nellingresso della Morgue erano accanto mussulmani e cattolici, che piangevano e si consolavano, superamento plastico di
quellorrendo stereotipo passato in questi
giorni: non la religione a delineare vittime e
carnefici. Ma soltanto la follia. Cos come ad
accomunarli in questo momento lincertezza su quando potranno esserci i funerali: la data pi ottimistica parla di venerd come il primo giorno utile a riottenere le salme. Le procedure di identificazione delle vittime di attacchi terroristici infatti burocraticamente

molto complessa e lunga. Serve ancora tempo. Intanto oggi Venezia render omaggio a
Valeria in piazza San Marco (alle 19) mentre
alle 16 luniversit Sorbona ha organizzato
una cerimonia per la sua dottoranda in demografia. Cerimonia alla quale probabilmente
parteciperanno i genitori della ragazza.
Ieri, ad aspettarli fuori dallistituto di medicina legale, non cerano soltanto psicologi
pronti a parlare. Diplomatici e giornalisti. Ma
anche un signore italiano mischiato ai giornalisti. Ma che giornalista, invece, non era: si
chiama Matteo Ghisalberti, italiano, vive a
Parigi, e lui Valeria la conosceva bene. Ci siamo conosciuti due anni fa. Ha cominciato Andrea, come baby sitter di mio figlio che ha cinque anni. Poi Andrea aveva spesso problemi
di lavoro e allora ha cominciato a venire anche Valeria. Ultimamente venivano insieme,
e tutti e tre si sono divertiti tanto. Non ho ancora detto niente al bambino, anche perch
non sono ancora riuscito a trovare le parole
giuste per spiegarle a me. Lui quando deve dire la lettera V, dice: V come Valeria. Ha saputo dellattacco, lo ha sentito in tv. Era rimasto
gi colpito dallattacco a Charlie Hebdo. E cos mi ha chiesto: Pap perch gli uomini cattivi sono tornati?. Non gli ho risposto. Non sono stato capace.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-*/5&37*45"1"3-""/50*/&-&*3*4%"-%0-03&1&3-".0(-*&6$$*4""-#"5"$-"/"--"-&55&3""*5&3303*45*$)&)"$0..0440*-.0/%0

i.JPGJHMJPNJHVBSEB TPOPPCCMJHBUPBOPOPEJBSFw
+&"/-&:."3*&
(*03/"-*45"
"OUPJOF-FJSJT 
HJPSOBMJTUBEJ
'SBODF#MFV
4VBNPHMJF
)FMFOFTUBUB
VDDJTBBM#BUBDMBO
-BTVBMFUUFSBBJ
UFSSPSJTUJ
QVCCMJDBUB
TV'BDFCPPL
i/POBWSFUF
JMNJPPEJPw

IBDPNNPTTP
JMNPOEP

PARIGI. Le vittime della strage hanno,

amici parenti, figli. Come il nostro collega Antoine Leiris, giornalista di


France Bleu. Sua moglie Helene era al
Bataclan, e l stata uccisa.
Su Facebook lei ha pubblicato una
lettera ai terroristi in cui dice: non
avrete il mio odio. Quando ha deciso di scriverla?
Ho visto finalmente Helene luned
mattina, rivederla mi ha fatto un bene
che non potevo immaginare. Pensavo
che era morta ma al tempo stesso sentivo che il nostro nido esiste ancora e
che in qualche modo potremo continuare a vivere insieme. Ho preso nostro figlio Melvil che ha 17 mesi allasilo, siamo tornati a casa per mangiare,
mi sono messo al computer e le parole
sono uscite da sole. Solo dopo ho scoperto cosa era diventato il mio messaggio. Quando Melvil andato a dormire
ho cominciato a ricevere decine di messaggi dal mondo intero e solo allora mi
sono reso conto che quello che avevo
scritto aveva toccato il cuore.
Parlando ai terroristi scrive: avete
ucciso lamore della mia vita ma

non avrete mai il mio odio. Forse sono proprio queste parole che hanno
colpito gli internauti.
Mi sembrava la miglior risposta:
non avranno mai quello che cercano,
continuer a vivere la mia vita, ad amare la musica, ad uscire. Non voglio che
mio figlio cresca nellodio, nella paura
e nel risentimento. Gran parte di me
andata via con Helene quel giorno,
quello che di resta di me per Melvil,
per lui sono obbligato a dimenticare

odio, risentimento e collera. Se lui crescesse cos diventerebbe quello che loro sono diventati: gente cieca, violenta
che preferisce le scorciatoie al cammi-

i7PHMJPDSFTDFSF.FMWJM
DPNFBWSFCCFGBUUP)FMFOF
BQSFOEPHMJHMJPDDIJTVM
NPOEP MPOUBOPEBMMBQBVSBw

no pi complesso della riflessione, della cultura. Gente che si rifiuta di vedere il mondo come : magnifico.
Scrive agli assassini: questo bambino vi far laffronto di essere felice.
Vi racconto un aneddoto. Chiunque vi parler di Helene vi racconter
che aveva uno sguardo immenso, occhi grandi che mangiavano letteralmente il volto. Melvil nato con gli occhi gi aperti. Lidea, quello che volevo
trasmettere, che lo aiuter a tenerli

aperti sulla cultura, libri, musica, arte


e su tutto quello che fa vedere il mondo come un prisma, l opposto di come
lo vedono i terroristi. Voglio donargli
questa apertura perch cos avrebbe
voluto, e in realt ha gi fatto, Helene:
perch Melvil adora le storie e la musica. Continuer a tenere gli occhi aperti
per lui. Spero di dargli armi di carta, di
penna, di note e non kalashnikov.
Dice: non sacrificher la libert alla
sicurezza.
S, non vorrei avere laria di essere
un superuomo, non lo sono anche perch oggi dico questo, magari dopodomani dubiter e anche io sar tentato
dallodio, dalla paura. Helene era stata
molto colpita dagli attentati di gennaio, stata una delle persone che ho visto reagire con pi compassione e umanit, per tutti. Penso che bisogna fare
lo sforzo di scegliere il cammino pi
lungo, complesso, duro. Quello della
ragione, della riflessione e del perdono, quello di continuare a vivere. Magari domani avr dubbi, e commetter degli errori ma almeno avr questo
pensiero a guidarmi.

'SBODF*OGP
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



-&453"(*%*1"3*(*

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

*MSBDDPOUP
*MVPHIJ*SBHB[[JEFMUFBUSPDPNF
HMJFSPJEFMMB3QVCMJRVF-BTPMFOOJU
EFMMB4PSCPOBFJMHJBSEJOPEFMNVTFP
EJ$MVOZ7JBHHJPOFMMBDJUUDPMQJUB
BNPSUF"UUSBWFSTPJTJNCPMJDIFBDDFDBOPJKJIBEJTUJ
*-$"40

5655*"-#*45305
*FSJTFSBUBOUJIBOOP
SBDDPMUPMJOWJUPEFMMB
SJWJTUBHBTUSPOPNJDB
'PPEJOHBWJODFSFMB
QBVSBFBEBOEBSFJO
VOCJTUSPU
3JMBODJBUJTTJNP
MIBTIUBH
UPVTBVCJTUSPU

%BM#BUBDMBOBM1BOUIFPO
DPT1BSJHJTJTDPQFSUB
CFSTBHMJPVOJWFSTBMF
"%3*"/040'3*

ARTED, ieri, finisce il terzo e ul-

timo giorno di lutto. giorno


di chiusura dei musei. Pioviggina. C un crollo del turismo. Alla Rpublique i ragazzi provano a escogitare
qualche dettaglio, nuovi disegni di
candeline, e tutto rifinisce nella Marsi-

gliese. Ha riaperto il traffico davanti


al Bataclan. Fu gi in passato un bersaglio, per la propriet ebraica e la libert delle iniziative. E con un concerto
come quello, Eagles of Death Metal,
che nel momento dellattacco stava
eseguendo Kiss the Devil, una spe-

2VBMVORVFQVOUPEFMMBMJCFSB
WJUBNFUSPQPMJUBOBTBSFCCF
VOPCJFUUJWPJEFBMFQFSJM
GBOBUJTNPUFSSPSJTUB

cie di ritrovo satanico. Macch, la


band non richiama il Death Metal se
non ironicamente, e ha in repertorio
titoli come Peace and Love In realt, si insiste sulla scelta del Bataclan
per un bisogno di ricondurre anche
questo attacco dentro una logica, sia

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 



1&34"1&3/&%*1*
XXXMFGPPEJOHDPNBVCJTUSPU
XXXNBJSJFQBSJTGSNBJSJF

-*/5&37*45"*-$"103&%"5503&(3"3%#*"3%

i%PQP$IBSMJF
VOBMUSPBUUBDDP
BMMBMJCFSUw
%"-/04530$033*410/%&/5&
"/"*4(*/03*

pure la pi feroce. Ma il Bataclan e il


suo concerto non sono la replica della redazione di $IBSMJF o di una sinagoga, un luogo da cui i prudenti possano stare alla larga. E il bar Carillon,
e il ristorante Le Petit Cambodge, e
la gente nelle strade? Il Bataclan offriva una gran folla inerme di giovani: tutto.
Fate un esperimento: camminate
immaginando un giovane jihadista
alla ricerca di obiettivi. E lesercizio
che devono fare i responsabili della
sicurezza, e non c da invidiarli. Provate: qualunque punto della libera vita parigina, sembrerebbe, una volta
colpito, un bersaglio ideale. Accantoniamo la Tour Eiffel. Il Museo di Cluny chiuso, ma basta il suo giardinetto dei bambini. I francesi hanno quel
loro modo di rendere solenni le comunicazioni pi ordinarie. Questa area
di gioco messa degnamente a disposizione dei bambini. A ogni et il
suo gioco. In tempo di gelo lutilizzazione strettamente proibita. Lispettore jihadista mette una croce

altro che Palmira. Ripiegare provvisoriamente su obiettivi di dettaglio!


Il pendolo di Foucault, con la sua
pretesa di mostrare senza sosta che
la terra gira, non forse un bersaglio trionfale? Reciderlo, farlo crollare al suolo, cancellare ogni moto e
fermare il tempo sullora perpetua
del califfato Ma tutto, l dentro,
chiama allattentato glorioso. Voltaire, quello del boulevard del corteo per Charlie, quello del boulevard della strage di venerd notte,
l, con la sua fisionomia aguzza e la
vasta ombra proiettata sulla parete. Non c che limbarazzo della
scelta, Voltaire, Rousseau, e Victor
Hugo. E Zola Che scorta si darebbe
oggi a Zola? Se si fosse informato, lispezionatore jihadista, si fermerebbe da Jean Jaurs, socialista, contrario alla guerra, assassinato il 31 luglio del 1914, e il giorno dopo cominci la guerra mondiale. Jacques Brel
intitol una canzone cos: Perch
quelli hanno ammazzato Jaurs?.
La ricordarono gi a gennaio,

"MM6OJWFSTJUOPOUJMBTDJBOP
FOUSBSFiQFSMBTJDVSF[[B
EFJQSPGFTTPSJw.BUBOUJBMUSJ
MVPHIJTPOPTFO[BEJGFTB

/FMNPOVNFOUPBJQBESJ
EFMMBQBUSJBVOBNPTUSB
SJDPSEBMFWJUUJNF
EFMMB3FTJTUFO[B

sulla sua mappa.


Poco pi in l c un Salon de coiffeure, un parrucchiere per signora: il
pi sensibile degli obiettivi. La prossima facciata ha al primo piano unelegante insegna primo-novecento
che dice: Libreria Internazionale, e
un neon sottostante che dice: HC Fitness Club. Due bersagli strategici in
uno. Altri giardini, coppie, i famosi
FOGBOUTRVJTBJNFOU e si abbracciano in piedi o seduti contro le porte
della notte e del giorno: nel mirino.
Salto la Sorbona, perch non mi
fanno entrare, per la sicurezza dei
professori, ma va da s che un
obiettivo primario. aperto il Pantheon, bisogna solo pazientare perch sistemano la telecamera allingresso. Continuano a scusarsi. Quale
bersaglio pi ghiotto del Pantheon?
C una mostra, dedicata a quattro
protagonisti della resistenza, due
donne e due uomini, i ritratti sporgono dalla facciata.
Tira un gran vento oggi a Parigi.
Dentro, s e no una decina di visitatori. Il sopralluogo del jihadista ha qui
una soggezione, se non altro per lenormit della fabbrica. La cripta, coi
suoi grandi morti, massiccia come
un rifugio atomico: altro che Ninive,

Perch hanno ammazzato Charlie? dice: Erano consumati a quindici anni, finiti al momento di cominciare Che vita hanno fatto i nostri
nonni, fra lassenzio e le messe cantate, quindici ore al giorno al guinzaglio ti fanno un viso di cenere Perch hanno ucciso Jaurs? C una
certa comprensione: vale anche per
la frustrazione di questi giovani assassini-suicidi fra Bataclan e Siria?
Mah. un po razzista pensare che
nonostante tutto non sappiano quello che fanno: innumerevoli loro simili non lo fanno. Lautore del sopralluogo forse non sa ancora se si limiter a passare le informazioni, o se
sar designato ad agire. Nel qual caso, forse, lentusiasmo per la promozione paradisiaca incrinato dal
rammarico di non vedere le vittime
della sua azione: quelle pagine di
giornale fitte di fotografie di ragazze giovani, luminose, belle, come lui
non avrebbe mai potuto permettersi. Ci si pu permettere di ucciderle,
e non saranno pi di nessuno, e tanto meno di loro stesse. Eccolo, un
bersaglio universale, le strade di Parigi ne pullulano. E quelle di Roma,
e Berlino, e Madrid.

PARIGI. La copertina stata scelta luned sera dopo


un lungo dibattito. Un uomo crivellato di colpi che
continua a bere champagne. Il disegno firmato da
Coco, presa in ostaggio dai fratelli Kouachi. Il direttore Riss, ferito al braccio durante lattentato del 7 gennaio, racconta che venerd anche lui era con degli
amici al bar e la scorta lha riportato a casa in pochi
minuti. Tutto cominciato a $IBSMJF)FCEP, dieci mesi fa. E oggi il settimanale esce con un numero che
ostenta normalit. Vogliamo continuare a far ridere, anche in situazioni gravi, per far riflettere spiega il caporedattore Grard Biard che ormai lavora in
una redazione dallindirizzo segreto, una sorta di
bunker, senza perdere la voglia di scherzare.
Come avete vissuto al giornale questo nuovo attacco?
strano perch mi trovavo a una festa nella sede
del quotidiano -JCSBUJPO, a poca distanza degli attacchi. Anche se a $IBSMJF ci aspettavamo un nuovo
attacco, sono rimasto incredulo, non riuscivo a capire.
Non stato difficile
mantenere la testa lucida per fare il giornale?
La prima reazione
stata chiamarci tra colleghi per sapere se stavamo tutti bene. Poi subito
abbiamo smontato il giornale e pensato ai pezzi da
fare.
Ancora una volta il vostro collaboratore Patrick Pelloux si trovato in prima linea?
Venerd Patrick ha
fatto il suo lavoro di medico nei soccorsi, coordinando i vari interventi.
Racconta la sua notte
allinferno nel numero in
edicola.
Perch il suo editoriale
sintitola Il culo sopra
al vulcano?
Lobiettivo dei terroristi scatenare una guerra civile, mettendoci gli
uni contro gli altri. Era
gi lo scopo del 7 gennaio
ma con la grande manifestazione dell11 gennaio
i terroristi erano rimasti
delusi. Non hanno vinto
allora, e neanche adesso.
-&7*(/&55&
Ma forse provocheranno
%VFWJHOFUUFQVCCMJDBUFTV$IBSMJF
una reazione nelle urne,
)FCEPJOFEJDPMBPHHJ4PQSB 
con un successo del Front
i%JGGJEBUFEJ#BCCP/BUBMFDPO
National alle prossime
QBTTBQPSUPTJSJBOPw4PUUP EVF
elezioni regionali.
BO[JBOFi4POP#BUBDMBO NBJMSPDL
Qual la grande diffeDBMJGPSOJBOP DIFQSPWPDB[JPOFw
renza rispetto a gennaio?
Con Charlie avevano voluto colpire la libert di
espressione. Questa volta, hanno colpito la libert
tout court.
Allora si diceva Je suis Charlie. Oggi quale slogan bisognerebbe usare?
Forse dovremmo tutti dire Je suis humain perch lattacco non colpisce un modo di vita occidentale: andare in un ristorante, allo stadio o a vedere uno
spettacolo appartiene a qualsiasi societ umana.
In questi dieci mesi c qualcosa che non abbiamo
capito?
Non abbiamo riflettuto abbastanza sullobiettivo
dei terroristi. Non credo che attacchino la Francia
perch fa i raid in Siria o in Iraq, il nostro intervento
militare nella coalizione marginale. Piuttosto hanno colpito la Francia perch rappresenta un modo di
vivere e perch siamo un paese che ha ucciso Dio molte volte, con la Rivoluzione e poi con la legge sulla laicit del 1905. Siamo un paese simbolo e per questo
dobbiamo difendere i nostri valori.
Riuscite a lavorare sotto minaccia permanente?
Non sappiamo fare altro. Per molti di noi non solo lavoro, un modo di essere, come andare al bar, a
un concerto: la nostra umanit.

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

'*03*&$"/%&-&
1BSJHJDPNNFNPSBJTVPJNPSUJBPHOJBOHPMPEJTUSBEB 
EB1MBDFEFMB3QVCMJRVFBM1BOUIFPO GPUPEJ/FJHF%F
#FOFEFUUJ


Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



-"453"(&%*1"3*(*

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

-FJEFF

-"4$3*553*$&

-FWPTUSFCPNCFTPOPJOSJUBSEP
MBTPMV[JPOFDBDDJBSF"TTBE
4"."3:";#&,

li interessi contrastanti
dei governi mondiali e di
quelli della regione sono
alla base del peggioramento
della crisi in Siria. Se lOccidente si muove ora perch i problemi sono arrivati anche l. Se
ci fosse stata una decisione ferma dallinizio della rivolta o da
quando il regime ha usato le armi chimiche contro la popola4BNBS:B[CFLVOB
zione non saremmo arrivati a
EFJQJGBNPTJ
questa situazione e non sarebTDSJUUPSJTJSJBOJWJWF
bero esistiti questi gruppi estreJOFTJMJPQFSMFTVF
misti. Ora la coalizione internaQPTJ[JPOJBOUJ"TTBE
zionale vuole bombardare Daesh: ma cos crescer ancora la violenza e il numero delle vittime. Vorrei che fosse una soluzione giusta e vera.
Bisogna mandare via Daesh ma anche Assad: se uno
dei due resta il problema sar per il mondo intero.

*-(&/&3"-&

$JTUBOOPUSBTDJOBOEP
FM&VSPQBSFBHJTDFDPOGVTB
7*/$&/;0$".103*/*
TRANA societ la nostra,
che avendo paura delle
parole, non riesce a decidere circa le azioni. La Francia
dice di essere in guerra, ma invece di invocare lArt. 5 del
Trattato del Nord Atlantico,
chiede lapplicazione dellart.
42/7 del Trattato di Lisbona,
che si riferisce, tra laltro, al
7JODFO[P$BNQPSJOJ  terrorismo, e intanto lancia i
suoi Rafale a colpire postazioWJDFQSFTJEFOUF*"* 
ni nemiche. In Italia poi, la paFYDBQPEJTUBUP
rola guerra bandita: i nostri
NBHHJPSFEJ%JGFTB
velivoli identificano in Iraq gli
F"FSPOBVUJDB
obiettivi che altri colpiranno
(e se ci sono danni collaterali la colpa non nostra),
ma non possono farlo in Siria, anche se lavversario
lo stesso.
Troppa confusione sugli obiettivi politici, assolutamente non condivisi da chi si oppone al sedicente Stato Islamico. Se non si far chiarezza su questo, meglio lasciar perdere, non farsi trascinare in questa
contesa interna alla galassia islamica ed evitare di
versare lacrime ipocrite sulla sorte dei milioni di innocenti coinvolti, le cui sofferenze ricadranno su coloro
(monarchie del Golfo, Iran, Turchia) che hanno innescato ed alimentano questa guerra.

-"55*7*45"

4JBNPUVUUJOFMNJSJOP
EFMMJNQFSJBMJTNPJTMBNJDP
1".&-"(&--&3

, una guerra vera, contro


limperialismo islamico.
Purtroppo ce ne siamo accorti in ritardo: negli Usa solo dopo il tentato attacco jihadista
contro la mostra di fumetti di
Maometto che avevo organizzato in Texas per difendere le libert costituzionali; in Europa solo
dopo gli attentati di Parigi contro contro i giovani occidentali.
1BNFMB(FMMFS
stata una svolta. E dovrebbe
MBQSFTJEFOUFTTB
farci capire che non esiste una diEFMMB"NFSJDBO
stinzione tra musulmani estreGSFFEPNEFGFODF
misti e moderati: siamo tutti nel
JOJUJBUJWF
mirino dei jihadisti, mentre i cosiddetti moderati non hanno neanche il coraggio di purgare le loro comunit. Non c tempo da perdere se non
vogliamo lislamizzazione dellEuropa e del mondo. LIs
va schiacciato. E non mi dicano che non possibile.

4JBNP
JOHVFSSB
-JOUFSWJTUB.JDIBFM8BM[FS UFPSJDPEFMMBiHVFSSB
HJVTUBwi-JCPNCBSEJBNP MPSPDJBUUBDDBOPOFMMFTUSBEF 
VODPOGMJUUPSFBMFFDPODSFUP NBEJVOHFOFSFNBJWJTUPw

i4UJBNPDPNCBUUFOEP
NBOPOEPCCJBNP
SJOVODJBSFBMMFUJDB
EFMM0DDJEFOUFw
"35630;".1"(-*0/&

-&3303&".&3*$"/0

/PJMJCFSBMBNFSJDBOJ
DSJUJDBNNPEVSBNFOUF
JM1BUSJPU"DUQFSDIWJPMBWB
JMJNJUJDPTUJUV[JPOBMJ
7PJFVSPQFJOPOEPWFUF
GBSFMPTUFTTPTCBHMJP
.JDIBFM8BM[FS BOOJ VO
QFOTBUPSFBNFSJDBOPTQFDJBMJTUBEJ
GJMPTPGJBQPMJUJDBFNPSBMF
QSPGFTTPSFBMM*TUJUVUPEJ4UVEJ
BWBO[BUJEJ1SJODFUPO

NEW YORK

veramente in guerra? E se lo siamo, una


guerra giusta? Due domande molto dirette: che hanno un sapore quasi manicheo e
forse peccano di semplicismo.
Ma vanno anche al cuore delle
emozioni e delle riflessioni condivise in queste ore da decine
di milioni di europei, la cui coscienza stata scossa dagli attacchi in stile militare nelle
strade di Parigi. E Michael Walzer non si tira indietro. S, siamo in guerra, risponde il filosofo e politologo dellInstitute
for advanced studies delluniversit di Princeton. E aggiunge: una guerra giusta e necessaria, a condizione di combatterla senza dimenticare i
principi etici e di libert su cui
si fondano le nostre societ.
Da quando nel 1977 usc Just
and Unjust Wars, il pi famoso tra i 28 libri che ha scritto, e
in cui ha riproposto la teoria
della guerra giusta, legandola a principi morali e liberandola dal ricatto di uno sterile pacifismo, Walzer sempre stato la
figura di riferimento degli intellettuali liberal americani. E lo
stato soprattutto negli anni in
cui la Casa Bianca si ostinava a
vedere solo soluzioni militari a
tutte le crisi e a tradurre le paure dellopinione pubblica in
controlli a tappeto senza troppi timori per la privacy e le libert.
Francois Hollande non ha
dubbi: siamo in guerra, dice
il presidente francese, insistendo sul ruolo guida dello
Stato Islamico negli attacchi di Parigi. Molti politici europei appaiono per pi cauti. Lei che ne pensa?
Noi li bombardiamo dal cielo, loro ci attaccano per le strade: non possiamo non parlare
di guerra. Ma una guerra molto peculiare: tanto per cominciare non esiste la tradizionale

IAMO

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 



1&34"1&3/&%*1*
XXXOZUJNFTDPN
XXXFMQBJTDPN

*-30."/;*&3&

VOBQBSPMBDIFTQBWFOUB
NBJMGSPOUFHJBQFSUP
1&5&34$)/&*%&3

N Germania labitudine
postbellica alligiene della
parola ci spinge a vietarci
di usare in questo caso il termine guerra. un nonsenso:
si conducono legittime guerre contro la mafia o le epidemie. Adesso, dobbiamo combattere una guerra intelligente. I soli bombardamenti fino-FBEFSEFMA 1FUFS ra sono serviti a poco, auspico
una guerra efficiente. Finora
4DIOFJEFSIB
i pi efficenti sono stati i peshSBDDPOUBUPMB
merga curdi, truppe di terra.
HFOFSB[JPOFEFM
Perch lOccidente non pu
EPQPHVFSSBUFEFTDP
formare un corpo di spedizione congiunto? Perch non mandiamo i nostri ragazzi al fronte. Ci servono pi agenti segreti, poliziotti
e soldati, ma senza lasciarci imbarbarire dal nemico, senza Guantanamo, senza torture.

*-(*03/"-*45"

3FBHJBNPBNJOBDDFWFSF
DPNFM"NFSJDBEPQPJM
+0)/--0:%

linea del fronte e spesso vediamo gruppi disparati che si


combattono lun laltro. Daltra
parte non si tratta di una generica guerra al terrorismo, come
quella dichiarata in modo propagandistico da George W. Bush dopo gli attacchi dell11 settembre. La guerra contro lIs
molto concreta, reale, anche se
cos strana che confesso
non ne ho mai vista una simile.
Perch dice di non aver mai
visto una guerra come que-

sta?
Basta fare una carrellata
dei belligeranti per rendersi
conto di stranezze e contraddizioni: abbiamo una alleanza
tra sciiti, Hezbollah e Bashir al
Assad che combattono contro
lIs, ma anche contro tutti i sunniti. Intanto gli Stati Uniti sono
alleati dellArabia Saudita, la
quale per finanzia segretamente i jihadisti. I turchi bombardano pi i curdi che lIs: e invece i curdi sono i pi temibili
avversari sul terreno dei jihadi-

sti. La Russia ha un ruolo ambiguo: in sostegno di Assad ma


anche dei raid francesi. Intanto in Europa la guerra soprattutto condotta dagli apparati
di polizia.
Queste peculiarit, come le
chiama lei, contribuiscono
al senso di spaesamento
dellopinione pubblica europea. E ripropongono un dilemma: possibile, e come,
condurre una guerra giusta?
S, quella contro il fanati-

smo islamico una guerra giusta, ma deve anche seguire alcuni principi. Ad esempio non
pu limitarsi alle sole operazioni militari, ma avere una dimensione anche politica, diplomatica, ideologica. E comunque deve rispettare alcune regole di ingaggio in termini di
protezione delle popolazioni civili e di proporzionalit delle
operazioni militari.
Le sembra che i bombardamenti francesi su Raqqa abbiano pi il sapore della ritorsione che non dellazione chirurgica contro lIs?
presto per dirlo. Di sicuro
non sarebbe eticamente corretto in questa, come in tutte le
altre guerre sganciare tonnellate di bombe su una citt
che ha una numerosa popolazione civile, senza perseguire
un preciso obiettivo strategico.
Per questo sostengo da tempo,
pur rendendomi conto dei rischi, che abbiamo bisogno di
avere sul terreno una presenza
molto pi diffusa della intelligence, in modo da minimizzare i danni collaterali alle popolazioni civili.
Anche in Europa si avverte il
pericolo di una involuzione
dei controlli anti-terrorismo. Stiamo per ripercorrere la strada americana?
Il tema lo stesso sulle due
sponde dellAtlantico: come difendere la sicurezza dei cittadini senza cadere in un regime
autoritario. Noi liberal americani criticammo duramente il Patriot Act, la legge approvata dopo l11 settembre, perch violava i limiti costituzionali. Il nostro governo si spinto oltre.
Voi europei non dovete fare lo
stesso sbaglio, anche se invito
tutti i progressisti a non sottovalutare la paura che si diffusa nella societ, e che per il momento fa il gioco solo dellestrema destra.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

LI europei pensarono che

gli americani, dopo l11


Settembre avessero esagerato nel definire la loro reazione una guerra al terrorismo. Il massacro di venerd 13
a Parigi ha cambiato tutto. Anche lEuropa, ora, in guerra
contro il terrorismo.
Uninchiesta svolta il mese
scorso dal 'JOBODJBM5JNFT ha ri+PIO-MPZE FTQFSUP
velato che lIs ha unattivit
EJQPMJUJDB
diffusa simile a quella di una
JOUFSOB[JPOBMF 
compagnia petrolifera statale
FEJUPSJBMJTUBEFM
che recluta lavoratori qualifica'JOBODJBM5JNFT
ti, dagli ingegneri agli istruttori e ai manager e produce 34.000-40.000 barili al giorno. Qualsiasi organizzazione che sia in grado di controllare una grande produzione di petrolio pu ampliare la sua attivit e assumere chimici, biologi e scienziati nucleari. La minaccia esistenziale dellIs sta sia nelle sue capacit organizzative, nel suo accesso alla tecnologia e ai tecnologi, che nel suo nichilismo estremo.
Mettiamo tutto questo insieme e capiamo che il mondo ha un nemico spietato come i nazisti, e potenzialmente letale quanto una forza dattacco nucleare. Siamo veramente in guerra.

USBEV[JPOFEJ-VJT&.PSJPOFT

-"4"((*45"

*MEJBMPHPVOJMMVTJPOF
PSBTDPOUJBNPJOPTUSJFSSPSJ
+6-*"/"7"330

i pu parlare con questi terroristi? Sembra proprio di


no, e dovrebbero capirlo
quelli che dicono che bisogna
privilegiare il dialogo. Lunica
risposta la guerra? Non lo so.
Lunica cosa che so che dalla
guerra in Iraq in poi abbiamo
dato un calcio a un vespaio, e
che molte delle cose che stanno
accadendo sono una conse+VMJB/BWBSSP
guenza. Cos come stato sbaBVUSJDFEJTBHHJ
gliato lappoggio alla cosiddetQPMJUJDJFSPNBO[J 
ta Primavera araba che stata
USBDVJ4QBSB TPOP
un autentico fiasco. Non si pu
HJNPSUP
esportare la democrazia e i nostri valori nel modo in cui lOccidente lo sta facendo. Bisogna appoggiare gli intellettuali, i gruppi pi moderati di quelle societ, ma non possiamo imporre il nostro
modello di vita perch pensiamo che sia il migliore.

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



-"453"(&%*1"3*(*

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

-FJEFF
3PHFS$PIFO(MJBUUFOUBUJEJ1BSJHJ
NPTUSBOPDIFMVOJDBPQ[JPOFRVFMMB
NJMJUBSF-BCBUUBHMJBTBSMVOHB
NBQPTTJBNPWJODFSMBBCCJBNPQFSCJTPHOPEFMMBJVUP
EFJNJMJPOJEJJTMBNJDJDIFWPHMJPOPGFSNBSFMPSSPSF

4PMPVOBMMFBO[B
DPOJNVTVMNBOJ
NPEFSBUJ
TDPOGJHHFSM*T
30(&3$0)&/

l massacro di Parigi rivendicato dallo


Stato Islamico costituisce, come ha dichiarato il presidente francese Franois Hollande, un atto di guerra.
In quanto tale, esso sollecita tutti gli
Stati appartenenti alla Nato a una risposta
collettiva nel quadro dellarticolo 5 del Trattato. Le parti concordano che un attacco armato contro una o pi di esse, in Europa o nellAmerica Settentrionale, deve essere considerato come un attacco contro tutte, recita larticolo.
Tra i leader dellAlleanza gi in corso un
dibattito su quale dovr essere la risposta.
Lindignazione e lo sdegno, per, per quanto
giustificati, non sono sufficienti. Lunica misura appropriata, dopo luccisione di almeno
129 persone a Parigi, di tipo militare, e lunico obiettivo commisurato allattuale minaccia la distruzione dellIs e leliminazione delle sue roccaforti in Siria e in Iraq. Ai barbarici
terroristi che esultano sui social media alla
carneficina da loro prodotta non pu pi essere concesso di controllare un territorio fisico
sul quale organizzarsi, finanziarsi, dirigere e
pianificare la loro ferocia.
Ho sbagliato a considerare lIs solo una minaccia regionale. La minaccia globale. E
quando troppo troppo. A una certa qualit
del male non pu essere consentito di avere
un terreno fisico sul quale prosperare. Papa
Francesco ha definito gli attacchi a Parigi
non umani. In un certo senso ha ragione.
Tuttavia, la storia ci insegna che gli esseri
umani sono capaci di livelli di malvagit insondabili. Non combattuta, essa prolifera.
Per sconfiggere lIs in Siria e in Iraq occor-

-"/"50
-BSUJDPMP
QSFWFEF
MJOUFSWFOUP
JOBJVUPEFJ
QBFTJNFNCSJ
TPUUPBUUBDDP
&EEBRVJ
DIFCJTPHOB
QBSUJSF

AVVISO ESITO GARA

GARA A PROCEDURA APERTA IN AMBITO EUROPEO INDETTA


CON DELIBERA N. 199/13/CONS DEL 28 FEBBRAIO 2013 PER
L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MONITORAGGIO DELLA PUBBLICIT RADIOFONICA DELLE EMITTENTI A DIFFUSIONE NAZIONALE
PROVVEDIMENTO DI NON AGGIUDICAZIONE - CIG 49770718E9
L'Autorit per le garanzie nelle comunicazioni rende noto, ai sensi dell'articolo
66, comma 7, del d.lgs. n. 163/2006 che, con delibera n. 471/15/CONS del
28 luglio 2015, stata disposta la non aggiudicazione della gara per l'affidamento del servizio di monitoraggio della pubblicit radiofonica delle emittenti
a diffusione nazionale (CIG 49770718E9).
Spedizione dell'avviso di non aggiudicazione in Gazzetta Ufficiale dell'Unione
Europea (GUUE) - ID: 2015/S 208-377745. Pubblicazione dell'avviso di non
aggiudicazione in Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (GURI), V Serie
Speciale Contratti Pubblici, n. 127 del 28/10/2015. Il presente avviso pubblicato altres nel sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
IL DIRETTORE DEL SERVIZIO
AFFARI GENERALI, CONTRATTI E SISTEMI INFORMATIVI
Ing. Arturo Ragozini

reranno forze Nato a terra. ragionevole


chiedersi, tuttavia, dopo i lunghi e non risolutivi interventi occidentali in Iraq e in Afghanistan, se ci non sia una follia. E altrettanto ragionevole porsi la domanda se un intervento militare non avr soltanto leffetto di moltiplicare le adesioni allIs a mano a mano che esso perder uomini e mezzi. Sono tutti argomenti seducenti cui tuttavia bisogna resistere. Una guerra aerea contro lIs non raggiunger lobiettivo gli attacchi di Parigi sono
avvenuti proprio durante una campagna di
bombardamenti non abbastanza persuasiva.
Le principali potenze, tra cui Russia e Cina,
hanno condannato gli attacchi di Parigi con
forza. Non dovrebbero pertanto mettere il bastone tra le ruote a una risoluzione delle Nazioni Unite che autorizzi unazione militare
per eliminare lIs in Siria e in Iraq. Le potenze
regionali inoltre, in particolare lArabia Saudita, hanno un interesse a sconfiggere il mostro che hanno contribuito a generare: il loro
Califfato le potrebbe distruggere.
LIs unorganizzazione astuta ed efficiente. Gestisce unefficace macchina propagandistica e la sua ideologia ha la capacit di attirare i giovani musulmani delusi e convinti
della perfidia occidentale. La combinazione
tra un letteralismo medievale e una notevole
abilit tecnologica ha prodotto un esercito fanatico il cui fascino scavalca le frontiere. Ciononostante, non imbattibile in termini militari. Lintelligence occidentale ora molto
avanzata. Lo dimostra luccisione quasi certa
di Mohammed Emwazi, detto Jihadi John, il
pi ricercato boia dello Stato Islamico, per
mezzo di un attacco aereo gioved. Non basta
dire, per, come ha fatto finora il governo
Obama, che lIs sar sconfitto. Senza un piano a sostegno, sono parole vuote. E il tempo
preme perch proprio durante questo tempo
si pianificano nuove atrocit, e con ognuna di
esse aumenta la possibilit che tra le societ
europee gi messe a dura prova cresca una
spirale di violenza religiosa e settaria.
La battaglia sar lunga. Lislam attraversa
un momento di crisi fortissima, lacerato
com dalla lotta regionale tra interessi sunniti e sciiti o, in altre parole, tra Arabia Saudita
e Iran. Inoltre colpito dellideologia dellodio antioccidentale che cresce come una metastasi, oltre che dal fondamentalismo wahabita, che alla ricerca di unintesa ragionevole con la modernit. Il flagello al suo interno
potr essere sconfitto soltanto dallinterno,
dalle centinaia di milioni di musulmani che
amano la pace e che sono affranti dalla carneficina a Parigi come ogni essere umano degno di questo nome. Le loro voci dovrebbero
sentirsi pi forti in un unisono non ambiguo e
continuo.
La disfatta dellIs in Siria e in Iraq non eliminer la minaccia terroristica jihadista. Tuttavia, il meglio non pu essere nemico del bene. La passivit la ricetta perfetta per un fallimento sicuro. arrivato il momento di agire, in nome dellumanit, con convinzione e
forza contro il flagello dello Stato Islamico. La
disunione e la distrazione hanno in passato
minato gli sforzi militari per sconfiggere gli jihadisti. Lunit ora a portata di mano e con
essa la vittoria.

5IF/FX:PSL5JNFT
5SBEV[JPOF.BSJOB(VJPNBS1BSBEB

/JDPMB1JPWBOJ%BMNBTTBDSP
JOVOBTBMBDPODFSUJBJCSBOJ
EJ-FOOPOFEJ&EJUI1JBGJOUPOBUJ
DPNFTJNCPMPEJSJOBTDJUBMFDBO[POJTWFMBOP
MBOPTUSBWPHMJBEJWJUBFEJSJTDBUUPEBMMBCBSCBSJF

0EFBMMBNVTJDB
RVFMMBSUFGSBHJMF
DPTPEJBUB
EBUVUUJJGBOBUJDJ
/*$0-"1*07"/*

-&&.0;*0/*
-FTFUUFOPUFVUJMJ[[BOP
VOBMJOHVBDIFUSBTDFOEF
MBSB[JPOBMJUFDIFSJFTDF
BFTQSJNFSFTFNQSF
TFOUJNFOUJDPOEJWJTJ

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 



1&34"1&3/&%*1*
XXXSFQVCCMJDBJU
XXXOZUJNFTDPN

"EPOJT1FSJMQPFUBTJSJBOP
EVSBNFOUFDSJUJDBUPQFSJMTPTUFHOP
BE"TTBE JMUFSSPSJTNPJMWFSP
NBMFEFMTFDPMPi-0DDJEFOUFBEFTTPEFWFFTUJSQBSMP
SJQBSBOEPBHMJFSSPSJDPNQJVUJJO.FEJP0SJFOUFw

i3JFNQJSFMFQJB[[F
FVSPQFFFBSBCF
QFSTVQFSBSF
MFOPTUSFQBVSFw
(*6-*"/0'04$)*/*
PARIGI

el giardino di un palazzone a La
Defense una signora con il burqa e una ragazza con almeno
cinque piercing sul volto si aiutano passandosi le buste della
spesa. Al terzo piano del condominio Ali Ahmad Said, in arte Adonis il grande poeta siriano che le cronache ogni anno raccontano a
un passo dal Nobel, per poi spiegare che il premio non arriva per colpa delle sue parole in difesa del regime di Assad riflette su cosa
successo a Parigi.
Perch accaduto?
No c purtroppo nulla che mi abbia sorpreso. Chi conosce bene la mentalit dei
gruppi jihadisti non pu esserlo. Perch lEuropa scopre oggi, piangendo, il terrorismo
nel suo aspetto pi spaventoso. Ma purtroppo in Medio Oriente sono anni che accade. E
se oggi sta avvenendo anche qui, nel mondo
occidentale che si sentiva al sicuro, una parte
di responsabilit anche dellEuropa che ha
fatto lerrore di far cadere le dittature attraverso il terrorismo.
Sta dicendo forse che la colpa della Francia?
Non di un paese. N tantomeno dei suoi
cittadini. Ma la politica occidentale ha sicuramente una responsabilit importante. Sappiamo che gli americani hanno deciso di appoggiare e finanziare gruppi terroristici perch servivano loro per rovesciare alcuni regimi arabi. Ne hanno scelti alcuni, penso alla Siria, piuttosto che altri, come lArabia Saudita, con i quali invece continuano a fare affari.
Nonostante siano regimi tirannici. Ora, dopo
che per cinque anni abbiamo lasciato fare al
terrorismo in Siria facesse tutto ci che voleva, lEuropa ha cominciato a capire che il terrorismo, per sua natura, non pu essere limitato a un paese. diventato internazionale.
Spero a questo punto non sia troppo tardi.
Ma comunque bisogna alzare tutte le barriere possibili per evitare che dilaghi. E lunico a
poterlo fare lOccidente. necessario vedere il terrorismo come il male del secolo, tutto
il terrorismo. E fare in modo che gli interessi
economici non nascondano questa verit.
Intanto in Europa si stanno riaccendendo
i focolai di razzismo anti-arabo.
Purtroppo il razzismo gi esiste. Pu diventare pi forte, ma le radici gi ci sono. Capisco per che su alcuni temi, come per esempio quello molto delicato delle frontiere, necessario fare delle scelte. Io, personalmente,
vorrei cancellare tutte le frontiere del mondo, mi piacerebbe poter andare da Roma a
Beirut senza trovare alcun ostacolo. Ma io sono soltanto un poeta.
Anche nel caso dellattacco di Parigi gran
parte degli attentatori erano europei di ritorno dalla Siria. Come spiega il fenomeno
dei foreign fighters?
un fenomeno di distruzione che non riguarda soltanto gli europei, ma anche gli
americani. Penso che la religione abbia una
responsabilit limitata. Bisogna piuttosto indagare le ragioni economiche, deducazione.
Bisogna valutare laspetto psicologico di questa generazione, laspetto socio-economico.
Sono disoccupati, spesso vivono in ghetti, in
condizioni ben diverse rispetto ai loro coetanei, ai loro compagni di scuola. Non hanno

a domanda ricorrente, me la
fanno spesso: La musica pu fare qualcosa contro la barbarie?
contro la guerra? Per la pace? e
rispondere sempre pi difficile. Ancor di
pi in questi giorni, particolarmente bui
per noi occidentali. Perch, si ha un bel dire, ma quando la sciagura colpisce i nostri
vicini di casa siamo empaticamente pi
scossi e coinvolti, rispetto a sciagure che
avvengono in latitudini e culture lontane.
Questa asimmetria per merita riflessioni
complesse e competenti, pi che un semplice giudizio morale.
Parliamo di musica, che in questi giorni
entrata nella quotidianit del teatro di
guerra, delle strade parigine, delle manifestazioni di solidariet. Viviamo una civilt in cui la semplificazione uno dei primi
nostri nemici (dopo il fondamentalismo
fanatico). Ma se si suona -BWJFFOSPTF fra
ambulanze e lutti non ci deve sembrare
un gesto semplificatorio, perch il linguaggio della musica non ha obblighi di razionalit, il linguaggio che pi si presta a ritualizzare un sentimento corale un
termine musicale un sentire tanto indefinibile quanto preciso nella sua emotivit. Ho pianto nel vedere i ragazzi che
uscendo dallo stadio intonavano la .BSTJ
HMJFTF, con la sua musica eroica e dignitosa, e il perch non me lo spiego, ma lo so. E
anche quando Marek Halter insieme alliman Chagoulmi ha cantato Allons enfant de la patrie... per un attimo mi sembrava che scomparisse la complessit del
conflitto fra mondo arabo e cultura ebraica. Una canzone magica come *NBHJOF di
John Lennon assume per tutti la funzione
di una preghiera laica, profondamente
condivisa. Anche se suonata dilettantescamente da un pianoforte in strada, somigliava allo Shem Israel, la preghiera dimenticata intonata nel 4PQSBWWJTTVUPEJ
7BSTBWJBEJ4DIPFOCFSH. A cosa serve questo cantare il dolore, il lutto? A cosa serva non lo so, non so neanche se la guerra
si allontani con i canti e le marce della pa-

ce. Certo per, se vedessi i ragazzi sfilare


intonando canti di guerra, marcando il
passo, mi preoccuperei ancor di pi, la paura aumenterebbe. E penso che, in un momento cos terribile, se i passanti parigini
si radunano a crocchio intorno a un accordeonista che in strada suona +FOFSFHSFU
UFSJFO, i loro animi in quel momento saranno meno disponibili ad azioni belliche
e spietate per usare un aggettivo malauguratamente sfuggito al presidente
Hollande. Intonare un coro musicale in un
corteo, stringendo la mano di un estraneo
che sfila con noi, certo non ci illumina sul
traffico abusivo di petrolio che pare che
sia una delle cause forti di tanta sciagura
ma pu rafforzarci in quel sentire collettivo che ci fa uscire dal perimetro di interessi individuali, e questo pu essere una
premessa per meglio combattere i mercanti di guerra, il male.
La band che suonava al teatro Bataclan
la infausta sera del 13 novembre si chiama Eagles of Death Metal. Porta nel proprio nome la parola che alla lettera significa morte con intenzioni sicuramente
nobili, come la band che si chiama Necrophagia. Il singolo degli Eagles fatalmente finito in testa alle classifiche il mercato musicale funziona cos, lo sappiamo da
un po e non ci scandalizziamo pi. Ma tante altre e belle sono state le risonanze nel
mondo della musica, e non a caso. Lo ripeto, in certi momenti le parole giuste sono
difficili da trovare, e questo tempo in cui
il tacere ci fa riflettere meglio. Ma invece
cantare, fare musica, ci pu aiutare a tenere accese certe fiammelle dellanimo, quelle che non dovrebbero spegnersi mai.
E poi, la musica odiata dai fondamentalisti islamici. Tutta la musica, da Bach ai
Beatles, strumento di perversione, strumento di libert. E gi questo mi pare un
bastante motivo per uscire di casa a cantare, suonare, ascoltare musica, qualunque
musica, da Bizet a Brel, dal Gregoriano
allhard rock, da Monteverdi a Daniele Silvestri.

nulla da perdere. Ecco perch ritengo che a


spingerli a scelte cos radicali sia pi la disperazione che la religione. Per non bisogna sottovalutare laspetto che chi muore per lIslam otterr un premio in paradiso. Se si perde la terra, resta soltanto il cielo. Bisogna fare in modo che queste persone non perdano
la terra.
Le responsabilit dellOccidente, dal suo
punto di vista, sono chiare. Ma non crede
che, dopo i fatti di Parigi ci sia bisogno di
una risposta dellIslam moderato?
Il problema non lIslam. Il mio libro 7JP
MFO[BF*TMBN (in uscita il 3 dicembre per
Guanda, OES) cerca di spiegare come la struttura del monoteismo islamico sia essenzialmente violenta, come del resto lo sono le altre religioni monoteiste, anche il cristianesimo. Ma una religione non pu essere o non essere moderata. Il discorso deve essere spostato su un altro piano: esistono musulmani moderati e musulmani estremisti a secondo della loro lettura dei testi ma anche dei loro interessi.
E allora che risposta devono dare i musulmani moderati?
Io sar ai funerali di quei ragazzi e quelle
ragazze morte. Non ho paura. E penso sia importante manifestarlo. Molti non lo faranno
perch hanno paura di essere uccisi. Io penso
che bisogna essere coraggiosi e dire la verit,
altrimenti si tradisce la nostra natura. Lessere umano apertura verso laltro e io, in quanto arabo, posso esistere soltanto attraverso
laltro. Per vincere la paura, in Europa come
nei paesi arabi, importante riempire le piazze di verit. Le piazze di tutto il mondo.

Consorzio per lArea di Ricerca


Scientiica e Tecnologica di Trieste
tel. 0403755153, telefax 040226698
AVVISO DI GARA
Questo Ente indice procedura aperta a favore
dellofferta economicamente pi vantaggiosa per
lafidamento del servizio di copertura assicurativa
contro rischi diversi: Lotto 1 ALL RISKS (incendio
furto elettronica) CIG 6450283DE8; Lotto 2 RCT/
RCO CIG 6450319B9E; Lotto 3 Infortuni cumulativi
CIG 64503358D3; Lotto 4 IFK (incendio furto Kasko)
CIG 6450350535.
Importo a base di gara: 294.000,00.
Termine ricezione offerte: 16.12.2015 ore 12.00.
Documentazione integrale disponibile su www.
areasciencepark.it/lavora-in-area/gare-e-appalti/
Il Direttore del Servizio Approvvigionamenti
e Risorse Umane - Dott.ssa Paola Pavesi

*$0/'*/*
*MQSPCMFNB
EFMMFGSPOUJFSF
EFMJDBUP MP
DBQJTDP NB
JPWPSSFJVO
NPOEPJODVJ
TJWBTFO[B
CBSSJFSFEB
3PNBB#FJSVU

ARDISS (AGENZIA REGIONALE PER


IL DIRITTO AGLI STUDI SUPERIORI)
Salita Monte Valeria n. 3 - 34127 Trieste
pec: ardiss@certregione.fvg.it
AVVISO DI GARA D'APPALTO
Procedura aperta per la fornitura, il trasporto,
l'installazione e la messa in opera di arredi, attrezzature ed elettrodomestici presso il complesso
immobiliare di via Gaspare Gozzi 5 a Trieste CIG:
6235517F65 CUP F96J15000090002.
Importo presunto a base d'asta al netto di
I.V.A.: 271.760,86 pi oneri per la sicurezza
pari ad 1.500,00 non soggetti a ribasso.
Criterio di aggiudicazione: criterio dell'offerta
economicamente pi vantaggiosa di cui all'art. 83
del D.lgs 163/2006 e s.m.i, nei termini indicati
nel bando integrale (pubblicato sulla GUCE n.
S216 dd. 07/11/2015) e nella documentazione allegata (disponibile sul sito internet http://
www.ardiss.fvg.it/). Termine ultimo per la
presentazione delle offerte assieme alla
documentazione richiesta nel disciplinare di
gara: ore 12.00 del giorno 21/12/2015.
II Direttore generale
dott.ssa Cinzia Cuscela

IPAB DI VICENZA - Vicenza


AVVISO DI APPALTO AGGIUDICATO
Amm. aggiudicatrice: IPAB di Vicenza Contr
S. Pietro, 60 Vicenza Oggetto appalto: fornitura di generi alimentari Procedura di aggiudicazione: aperta, offerta economicamente pi
vantaggiosa Data di aggiudicazione:
08/10/2015 Numero offerte ricevute: 4 Aggiudicatario: Marr SpA Via Spagna, 20 Rimini
Valore dellofferta: Euro 2.338.746,82 IVA
esclusa Data di pubblicazione bando di gara:
16/06/2015 Data di invio del presente avviso
al GUCE: 11/11/2015
Il R.U.P. Dott.ssa Ambra Indraccolo

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



-&4$&-5&%&*1"35*5*

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

1&34"1&3/&%*1*
XXXSFQVCCMJDBJU
XXXGPS[BJUBMJBJU

*MDFOUSPEFTUSB

#FSMVTDPOJB4BMWJOJ
i".JMBOPDPOUSP4BMB
DBOEJEJBNP4BMMVTUJw

*-$"40%&-6$"

-BHJVEJDFJOEJGFTB
i4FOUFO[BPWWJBw
*/%"("5"
"EFTUSBJM
HJVEJDF"OOB
4DPHOBNJHMJP
BDDVTBUBEJ
DPSSV[JPOF
QFSJOEV[JPOF

7FUP-FHBTVMM/DEF-VQJTJDIJBNBGVPSJi/POBCJVSPw
/FMDFOUSPEFTUSBJMEJSFUUPSFEFMi(JPSOBMFwJOQPMF
$"3.&-0-01"1"
Alessandro Sallusti
pu tirarci fuori dai pasticci.
Quando Silvio Berlusconi hafatto il nome del direttore del
suo Giornale, lospite in salotto Matteo Salvini non ha
scosso la testa, come fatto poco prima quando era stato
messo sul tavolo quello
dellNcd Maurizio Lupi. Io
non avrei nulla in contrario,
se lui accetta avrebbe aperto il capo del Carroccio.
Del resto il capogruppo alfaniano, interpellato, ha gi
declinato linvito. Se mi chiedono unabiura, non se ne
parla, non lascio il partito,
non tradisco Angelino - ha tagliato corto il deputato milanese commentando la notizia coi suoi - Altra cosa se
lNcd fosse coinvolto al tavolo
della trattativa e si decidesse
di adottare per Milano il meROMA.

todo Lombardia (in giunta


governano con
Maroni,
OES). Ma cos non e non sar, non con Salvini alla guida
della Lega. E allora ecco che
prende quota lipotesi di una
candidatura assai marcata,
quella appunto del direttore,
da scagliare contro il moderato Giuseppe Sala (Mr Expo
deve per ancora sciogliere la
sua riserva). Il leader di For-

$JSDPMBOPJQSJNJOPNJ
QFSMBTVDDFTTJPOF
BMRVPUJEJBOPJOQPMF
.JO[PMJOJF.VM
za Italia ha raccontato di aver
fatto sondare un po tutti i nomi - i pochi rimasti in ballo dopo i vari forfait - e quello di Sallusti staccherebbe gli altri
per gradimento personale. A

NAPOLI. Le bozze del

che circolato quello del capogruppo forzista Paolo Romani e, meno quotata, della coordinatrice lombarda Mariastella Gelmini.
In queste ore per su Milano lievita a destra anche la
candidatura
extrapolitica
dellavvocatessa Annamaria
Bernardini de Pace. Il big
sponsor in questo caso sarebbe il governatore leghista Roberto Maroni.

provvedimento erano sul


computer di casa, aperto e senza
password, con in evidenza il
nome di De Luca: in una
memoria inviataalla Procura di
Roma e al Csm, il giudice Anna
Scognamiglio si difende
allaccusa di corruzione per
induzione che le viene
contestata insieme al marito,
lavvocato Guglielmo Manna, al
presidente della Regione
Campania e ad altre quattro
persone. Manna avrebbe
sfruttato la funzione della
moglie, relatrice nel
procedimento sul ricorso di De
Luca contro la legge Severino,
per ottenere un incarico nella
sanit. Con il marito, ricorda il
giudice, i rapporti sono logori da
anni. Mai avrei compromesso la
mia integrit per favorire la
carriera di un uomo che non
amo. E aggiunge che la
decisione era praticamente
scontata, come sapevano
anche i legali del governatore.

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-"40313&4"
1FSMBDPSTBB
TJOEBDPEJ.JMBOP
JMDFOUSPEFTUSB
QPUSFCCF
QVOUBSFTV
"MFTTBOESP
4BMMVTUJ BUUVBMF
EJSFUUPSFEFJM
(JPSOBMF

Salvini la candidatura non dispiace affatto. Ignazio La Russa, milanese di adozione, ha


gi fatto endorsement in suo
favore. Berlusconi coglierebbe due piccioni con una fava:
si libererebbe infatti la direzione del (JPSOBMF con la quale il feeling in questi anni ha
funzionato a fasi alterne. Sallusti per adesso si tiene fuori
e tace. Sta di fatto che ad Arcore circolano gi i nomi dei
possibili successori al quoti-

diano. In testa, quelli di Augusto Minzolini (senatore ma


prossimo al voto di decadenza post condanna a Palazzo
Madama) e il direttore di 1B
OPSBNB Giorgio Mul, pi distante lattuale vice Salvatore Tramontano.
Salvini, interpellato ieri in
tv, resta vago, ammette che
ci sono non uno, ma due nomi: quando ci sar laccordo
lo dir. Anche se al momento, lunico nome alternativo

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

-&4$&-5&%&*1"35*5*

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

*M.PWJNFOUP4UFMMF



1&34"1&3/&%*1*
XXXCFQQFHSJMMPJU
XXXSFQVCCMJDBJU

(SJMMPTJBVUPDBODFMMB
WJBJMTVPOPNF
EBMOVPWPTJNCPMP

i/0*"%6-5*w
#FQQF(SJMMP
TQJFHBMBTDFMUBEJ
UPHMJFSTJEBMMPHP
EJDFOEPDIFJM.4
PSNBJiBEVMUPw

i/POWPHMJPQJFTTFSFJMMFBEFSw
-BCBTFNBEFWJSFTUBSFJMHBSBOUF
"//"-*4"$6;;0$3&"
ROMA. Tiene in mano un teschio scrutandone
le orbite vuote, Beppe Grillo, nella foto che ha
scelto per accompagnare il comunicato numero 56 del Movimento 5 Stelle. Unimmagine da attore nel momento in cui annuncia
che alle scene vuole tornare, che la sua strada
si allontana dalla politica: Oggi che lM5S
diventato adulto e si appresta a governare lItalia credo sia corretto non associarlo pi a
un nome, ma a tutte le persone che ne fanno
parte. Per questo voglio cambiare il simbolo
eliminando il mio nome.
La decisione piomba improvvisa su migliaia di attivisti ed eletti. Si vota, dalle 10 alle
19:30, per decidere se al posto di www.beppegrillo.it nel nuovo simbolo bisogner mettere
www.movimento5stelle.it, oppure nulla. Prevale la prima ipotesi (con 31.343 iscritti contro 9.652), nasce quindi ufficialmente un
nuovo sito di riferimento per quello che il secondo partito italiano. Non sar pi il blog di
Grillo, la voce ufficiale. Non si confonderanno
pi tra un monologo di Aldo Giannuli e uninvettiva di Paolo Becchi, le iniziative del Movimento. O almeno, cos dovrebbe andare mano a mano che a gestire quel sito (gi esistente, ma secondario rispetto al
blog e modificato appena due
giorni fa) saranno sempre pi i
parlamentari e sempre meno la
Casaleggio Associati, che ne
tuttora il riferimento ufficiale. Sono suoi i numeri di telefono cui
associato il dominio ed stato il
suo staff a gestirlo finora, lavorando insieme agli uffici di Comunicazione di Camera e Senato,
quelli scelti - appunto - dal guru
in persona senza intromissioni di
sorta.
Essere o non essere?, chiede

13*."&%010

'0/%"503&
*MTJNCPMPDPO
JMOPNFEJ#FQQF
(SJMMPDIFWFSS
iQFOTJPOBUPw$PO
RVFTUPMPHPJ4UFMMF
IBOOPSFBMJ[[BUP
MFYQMPJUFMFUUPSBMF
EFM PUUFOFOEP
JMEFJWPUJF
DPORVJTUBOEP
QJEJTFHHJ
JO1BSMBNFOUP

*/%*3*;;08&#
*MOVPWPTJNCPMP
SJQPSUBMJOEJSJ[[P
XFCEFMNPWJNFOUP
-IBOOPTDFMUP
NJMBJTDSJUUJTV
DJSDBNJMBWPUBOUJ
-BMUFSOBUJWB
QSPQPTUBEBMMP
TUFTTP(SJMMPFSB
VOMPHPDPOMBTPMB
TDSJUUB.PWJNFOUP
FMFDJORVFTUFMMF

rio del simbolo, anche se si parla di un cambio


di carte che avrebbe messo nero su bianco la
condivisione con Casaleggio. ancora a lui
che bisogna mandare i documenti per iscriversi e certificarsi. Io ci ho messo la faccia, il
nome e anche il cuore, ha scritto nel comuni-

cato di ieri, uno di quelli con i numeri progressivi che fanno tanto vecchia politica, ma che
servono per le scelte importanti. Come quella
del numero 55 del 28 novembre 2014, quando Grillo si defin stanchino e diede vita al
direttorio. Dopo un anno, la nuova sterzata
cambia il volto del Movimento.
Beppe Grillo si concenter sul
suo spettacolo (Grillo versus
Grillo, per dire di dilemmi schakespeariani) che debutter a Milano il 2 febbraio. A quello lavora
in questi giorni, a quello pensava
quando gi sul palco di Imola - un
mese fa - aveva detto: Ho un sogno, e si avverer prestissimo, togliere questo nome dal simbolo
perch il Movimento vostro.
Era stato uno dei passaggi pi applauditi. Il guitto sa come calcare
la scena, e sa quando lasciarla. Ormai da tempo - sulle scelte strategiche - il direttorio si confronta soprattutto con Gianroberto Casaleggio. Che non a caso, luned, si

"MSFGFSFOEVNMBNQP
TVMMBQSPQPTUBEFMMFY
DPNJDPIBOOPWPUBUP
DJSDBNJMBJTDSJUUJ

0SNBJEBUFNQPJM
EJSFUUPSJPTJDPOGSPOUB
DPO$BTBMFHHJP(SJMMP
QBSUFQFSVOUPVS

implicitamente Beppe Grillo in


quella foto. Ce lo ripeteva sempre - confida chi ci ha parlato Non so pi chi sono. Sono un comico o un politico?. Credo lo domandasse soprattutto a se stesso. Forse ha solo voglia di tornare
a essere Beppe Grillo. Lui era il
motore, il cuore, lattore principale di tutto - racconta un altro
parlamentare senza porre freno
allenfasi - deve riappropriarsi
del suo mondo artistico, e della
sua vita.
Le reazioni in rete sono divise
tra lo sconcerto (senza di lui andiamo a sbattere) e il plauso alla coerenza. Quello che arriva
unanime dalle sue truppe parlamentari. Il Movimento 5 Stelle
diventato adulto e camminer
sempre di pi sulle proprie gambe(cit.) per arrivare al Governo
del Paese - scrive il delfino Luigi
Di Maio - .Grazie Beppe. Sei luomo pi generoso che conosca. E
Roberto Fico: Oggi tutti, eletti e
non eletti, hanno una responsabilit ancora maggiore. Portare
avanti in maniera collettiva il sogno del Movimento. Ma sia ben
chiaro che Beppe Grillo rimane il
garante. ancora il proprieta-

fatto vedere a unoccasione mediatica come la presentazione


del libro di Gianluigi Nuzzi a Milano per commentare la vittoria
nel comune lombardo sciolto per
mafia di Sedriano e dare la linea
sul dopo Parigi: La guerra non si
combatte con la guerra. Non sono ancora del tutto soli, Luigi Di
Maio e gli altri. La piattaforma
Rousseau, quella promessa come imminente mesi fa, che dovrebbe a questo punto far funzionare il nuovo sito e distribuire
nuove responsabilit tra Paola
Taverna, Danilo Toninelli, Alfonso Bonafede, Roberta Lombardi,
Manlio Di Stefano e Nicola Morra, non ancora arrivata. Il nuovo sito sar il nostro autogoverno
della rete - dice Roberto Fico - tutti potranno cliccare, isciversi e
partecipare.
Quel che certo, che alle
prossime amministrative il Movimento 5 Stelle si presenter col
nuovo simbolo e con le sue facce
nuove. L dovr dimostrare di essere cresciuto abbastanza perch quello di oggi non sia un salto
nel vuoto. una sfida del tutto
nuova, e non sar facile.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-&5"11&

13*."%&-.07*.&/50
/FMOBTDPOPHMJ
i"NJDJEJ#FQQF
(SJMMPw4JPSHBOJ[[BOP
JONFFUVQ QFS
DPNVOJDBSFF
DPPSEJOBSTJBMJWFMMP
MPDBMF1VOUPEJ
SJGFSJNFOUPJMCMPH
EFMDPNJDP
/&-&$$0*-.4
*MQSJNPi7%BZw
BSSJWBOFM.BMB
TWPMUBEBUBUB
TFUUFNCSF 
RVBOEP(SJMMPF
(JBOSPCFSUP
$BTBMFHHJPMBODJBOP
JM.PWJNFOUPDJORVF
TUFMMF
"1130%0"--&$".&3&
/FMMBMJTUBEFM
.4QSJNBBMMF
3FHJPOBMJTJDJMJBOF
1PJJMCPPNOFM 
DPOJM BMMB
$BNFSBF
QBSMBNFOUBSJFMFUUJ
"MMF&VSPQFF
TDFOEFBM 

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



$30/"$"

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

1&34"1&3/&%*1*
XXXWBUJDBOWB
XXXSFQVCCMJDBJU

-JODIJFTUB

*MHJPSOBMJTUB
EJ7BUJMFBLT
i3JTDIJPBOOJ
OPOFTUSBEBUFNJw

-&5"11&

(-*"33&45*
*MOPWFNCSF
NPOTJHOPS-VDJP
#BMEBF'SBODFTDB
$IBPVRVJWFOHPOP
BSSFTUBUJEBMMB
(FOEBSNFSJB

'JUUJQBMEJJOUFSSPHBUPOPOEJSMFGPOUJ
4PTQFUUJTVVONPOTJHOPSFEFMM"QTB
$033"%0;6/*/0
ROMA. La veloce inchiesta su Vati-

leaks 2, quella che, senza mai


mettere al centro gli scandali vaticani, vuole scoprire le fonti interne che hanno passato le carte
ai giornalisti Gianluigi Nuzzi ed
Emiliano Fittipaldi (e successivamente alla redazione italiana della 3FVUFST), da due settimane si
concentrata su un monsignore
dellApsa, lAmministrazione
del patrimonio della sede apostolica. Lalto prelato sotto controllo
nelle posizioni primarie dellanomala immobiliare vaticana
che nelle ultime stagioni si messa a fare concorrenza allo Ior agevolando transiti di denaro. Gli inquirenti, guidati dal capo gendarmeria Domenico Giani, hanno
certificato che i documenti economici che attestano sprechi e
lussi della chiesa vaticana sono
usciti anche in tempi recenti, suc-

cessivi alla pubblicazione dei libri. I promotori di giustizia vogliono punire chi li ha allungati e
fermare questo rilascio di notizie
che imbarazza profondamente
la curia romana. Linchiesta Valtileaks 2 si chiuder presto, senza dubbio entro lotto dicembre,
inizio del Giubileo di Roma.

*MDSPOJTUBEFMM&TQSFTTP
i7PMFWPDBQJSFDPODIFDPSBHHJP
NJBWSFCCFSPEFUUPDIFOPOQPTTP
SBDDPOUBSFMBWFSJUw
Luned scorso il giornalista
dellEspresso Emiliano Fittipaldi, autore di Avarizia, si presentato come imputato negli uffici del promotore di giustizia. Diverse intercettazioni della gendarmeria avrebbero svelato le
sue fonti. Il procuratore vaticano

gli ha contestato larticolo 116


bis del nuovo codice di procedura
penale, varato nel luglio 2013 dopo lemersione dello scandalo delle carte portate fuori dal Vaticano dal maggiordomo di Papa Ratzinger, Paolo Gabriele. Il 116 bis
si aggiunge al 10 Divulgazione di notizie e documenti e
prevede una reclusione da 4 a 8
anni per chi rivela notizie o documenti di cui vietata la divulgazione e che toccano gli interessi fondamentali della Santa
Sede. Tra laltro, c lipotesi di
applicare larticolo 4 Delitto
commesso allestero per chiedere lestradizione del cittadino
straniero Fittipaldi. Il giornalista
dell&TQSFTTP di fronte al promotore Gian Piero Milano ha avanzato il segreto professionale, anche
se nella Citt del Vaticano non
esiste tutela della libert di stampa. Dopo venti minuti ha lasciato
gli uffici.

Ieri, in una conferenza alla


stampa estera, Fittipaldi ha detto: Decider a ogni passaggio come comportarmi. Temo che ci
possa essere il rinvio a giudizio,
ma credo che la Repubblica italiana si opporr a qualsiasi richiesta di estradizione. Sarebbe un
precedente gravissimo. Sono andato in Vaticano perch volevo
capire con che coraggio mi si poteva dire che non posso raccontare la verit. Hanno indagato due
giornalisti, ma non vogliono far
luce sullobolo usato per pagare
le spese amministrative e sul fatto che la curia romana ogni anno
perde 77 milioni di euro. Ancora: Per verificare le mie notizie
ho interpellato anche Bertone e
lo Ior ottenendo risposte evasive.
Sono imputato in concorso con il
collega Gianluigi Nuzzi anche se
non lho mai visto. Il cardinale
George Pell ha smentito quello
che ho scritto e, allora, nelle suc-

cessive edizioni del libro abbiamo aggiunto i documenti che


comprovano che ha speso 78mila euro per acquistare i mobili del
segretario personale, 4.600 euro
per trovargli un sottolavello
allaltezza, 15.000 euro al mese
per dargli uno stipendio degno. Il
cardinale Pell stato scelto da Papa Francesco come prefetto economico, daltronde il papa aveva
scelto in una commissione importante il cardinale Lucio Balda e
Francesca Chaouqui, poi arrestati. Credo che il papa abbia bisogno di un buon capo del personale, ma la verit che pi solo di
quello che immaginiamo.
Gianluigi Nuzzi, autore di Via
Crucis, a sua volta convocato
nel governatorato per e-mail, ha
deciso di non presentarsi. Se il
Vaticano intende sentirmi per rogatoria davanti allautorit giudiziaria italiana valuter che fare.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*-*#3*
"MDFOUSP
EFMMJODIJFTUBDJTPOP
MFSJWFMB[JPOJ
DPOUFOVUFOFJMJCSJ
EJ'JUUJQBMEJ GPUP

F/V[[J
(-**/%"("5*
%PQPHMJBSSFTUJ
MB(FOEBSNFSJB
WBUJDBOBJOEBHB
TVJEVFHJPSOBMJTUJ
SJTDIJBOPGJOP
BBOOJEJDBSDFSF

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

$30/"$"

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 



1&34"1&3/&%*1*
XXXSFQVCCMJDBJUDSPOBDB
CBSJSFQVCCMJDBJU

-BTUPSJB

-BWFSTJPOF$VUPMP
TVMDBTP.PSP
i3BQJUPDPOMFBSNJ
EFMMBOESBOHIFUBw

-&5"11&

*-1&340/"((*0
3BGGBFMF$VUPMP 
BOOJ FSHBTUPMJ 
JODBSDFSFEBPMUSF
NF[[PTFDPMP
JOJTPMBNFOUP
EBBOOJ
TUBUP
DBQPEFMMB/VPWB
DBNPSSBPSHBOJ[[BUB

-FSJWFMB[JPOJEBMCJTEFMMFYDBQPEFMMB/DP
i1BUUPJODBSDFSFUSBMF#SFMFDPTDIFDBMBCSFTJw
%"-/04530*/7*"50
1"0-0#&3*;;*
PARMA. Le armi usate dal commando delle Brigate Rosse per rapire e uccidere il presidente della
Democrazia Cristiana, Aldo Moro, e per falciare i cinque uomini
della sua scorta in via Fani, uscirono dallarsenale della ndrangheta. Quasi certamente in cambio di una contropartita coi terroristi. Con tutta probabilit nel perimetro di una trattativa criminale ancora avvolta nel mistero, ma
della quale, oltre ai due contraenti brigatisti e ndranghetisti , erano al corrente anche
pezzi deviati dei servizi segreti.
Gli stessi soggetti che ed la
seconda rivelazione , affidando lambasciata al braccio destro
di Cutolo il fedelissimo Vincenzo Casillo, detto o Nirone, fatto
saltare in aria con la sua auto a
Roma il 29 gennaio 1983 vicino
alla sede del Sismi intimarono
allex capo della Nuova Camorra
Organizzata di togliersi di mezzo proprio quando il boss aveva
la possibilit di trattare in carcere con le Br per arrivare alla liberazione di Moro. il racconto
emerso dalle dichiarazioni le
prime, ancora da riscontrare

-FYCPTTi"WSFJQPUVUP
TBMWBSFJMMFBEFS%D DPNF
$JSJMMP.BNJJNQPTFSP
EJUPHMJFSNJEJNF[[Pw
rese da Raffaele Cutolo il 14 settembre nel carcere di Parma (dove detenuto al 41 bis): dichiarazioni registrate su un file audio
dal luogotenente dei carabinieri
Giuseppe Boschieri e dal magistrato Gianfranco Donadio, entrambi consulenti della Commissione parlamentare dinchiesta
sul rapimento e la morte di Aldo
Moro. Dopo aver svelato la collaborazione con lo Stato (da non
confondersi con un pentimento o
una dissociazione) del vecchio capo camorrista dietro le sbarre
da oltre 50 anni e da 23 anni sottoposto al carcere duro , 3F
QVCCMJDB ha potuto conoscere il
contenuto del documento raccolto dalla Commissione sullescussione del detenuto Cutolo Raffaele. Un documento secretato. Anzi, lunico, coperto da segreto, di
tutti i 41 documenti messi agli atti dallorganismo parlamentare.
Cutolo una pagina di verbale (il
documento 316/1, inserito nel
protocollo 1027). Una goccia nel
mare delle 1.415 pagine di indagine annunciate finora allufficio
di presidenza (la commissione
guidata da Giuseppe Fioroni).
Partiamo da qui: perch linterrogatorio del detenuto Cutolo Raffaele stato secretato? Stiamo
cercando riscontri alle sue parole. Cos ha fatto sapere ieri la
Commissione dinchiesta, confermando la nostra anticipazione.
Al di l dellobbligo di pruden-

*-$"40
*FSJTVi3FQVCCMJDBw
MBOPUJ[JBEFMMB
DPMMBCPSB[JPOF
EJ$VUPMPTVMDBTP
.PSP-FYCPTT
TUBUPJOUFSSPHBUP
EBMMBDPNNJTTJPOF
QBSMBNFOUBSF
EJODIJFTUB

*-3*5307".&/50
*MDPSQPEJ"MEP.PSP SJUSPWBUPB3PNBJOWJB
$BFUBOJJMNBHHJP"EFTUSB
3BGGBFMF$VUPMP PHHJJODBSDFSFB1BSNB
za e del riserbo richiesti da
una testimonianza ritenuta delicata perch di interesse per
indagini in corso va detto che
le circostanze e i dettagli riferiti
dallex boss di Ottaviano scottano anche per un altro motivo. Riscrivono, almeno in parte, alcuni
degli scenari dei 55 giorni del sequestro dello statista Dc (e del periodo che lo precede). Almeno
per come li abbiamo conosciuti fino ad oggi. Ecco che cosa riferisce Cutolo: Quando ero nel carcere di Ascoli Piceno, seppi che,
in epoca immediatamente antecedente al sequestro Moro, ci fu-

rono ripetuti contatti di membri


delle Br con ambienti ndranghetisti al fine di acquisire armi in favore dei terroristi. Armi da utilizzare per lassalto di via Fani,
dove Moro fu rapito dopo una carneficina nella quale rimasero uccisi i cinque uomini della scorta.
La ndrangheta, dunque, dice Cutolo. Un inedito. Gi. Perch se
erano sin qui noti con la vicenda del sequestro e della liberazione di Ciro Cirillo i collegamenti
di quegli anni (siamo tra il 1978
e il 1981) tra le Brigate Rosse (in
particolare la colonna napoletana diretta da Giovanni Senzani)

e la camorra (capeggiata da Cutolo), nulla si sapeva di una connessione tra i brigatisti e le cosche calabresi. Il link stando al racconto di Cutolo sembra dunque
ruotare intorno al caso Moro.
Avrei potuto salvarlo ha riferito lex boss della Nco . Cos come feci tre anni dopo con Cirillo,
quando lo Stato mi chiese di intervenire. Ma per Moro non and cos. Avviai delle trattative coi brigatisti in carcere, ma a un certo
punto Vincenzo Casillo mi disse:
MFWBAFNBOJ (togliti di mezzo,
ndr). Seppi poi che Casillo lavorava anche per i servizi.... Basta ti-

rare i fili per avanzare ipotesi. Lo


faranno, ora, i magistrati della
commissione Moro. Viene da
chiedersi: la collaborazione del
74enne Cutolo continuer, o
stata solo episodica? Altro dubbio: possibile sia finalizzata a ottenere una riduzione delle misure
di pena? Se ha deciso di dare
una mano per ricostruire una vicenda drammatica e oscura dice il suo legale, Gaetano Aufiero
conoscendolo escludo lo abbia
fatto per fini reconditi o per passare allincasso. Lo avrebbe fatto
molto prima, se avesse voluto.

*4&(3&5*
i$FSDIJBNPSJTDPOUSJ
BMMFQBSPMF
EJ$VUPMPw IBEFUUP
MB$PNNJTTJPOF
DIFIBTFDSFUBUPJM
WFSCBMF-FYQBESJOP
EFMMBDBNPSSB
QPUSFCCFDPOUJOVBSF
BSJWFMBSFTFHSFUJ

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*-(*"--04**/%"("463"(";;"6$$*4"*/64"
*MOPWFNCSFJM
4FOBUPSF
"WW

7JODFO[P.VOHBSJ
IBTFSFOBNFOUFMBTDJBUPRVFTUBWJUB
/FEBOOPJMUSJTUFBOOVODJPMBNPHMJF$MB
SBDPOJGJHMJ3PTBNBSJB (BFUBOP .BU
UFPF4UFGBOPFJOJQPUJUVUUJ
-FFTFRVJFBWSBOOPMVPHPNFSDPMFE
BMMFPSFQSFTTPMBDIJFTBEJ43P
CFSUP#FMMBSNJOPJO3PNB
3PNB OPWFNCSF
(MJ"WWPDBUJFJDPMMBCPSBUPSJEFMMP4UVEJP
-FHBMF$BWBMJFSF.VOHBSJTJTUSJOHPOP
BMEPMPSFEJ.BUUFPFEJUVUUBMBTVBGBNJ
HMJBQFSMJNQSPWWJTBTDPNQBSTBEFMMB
NBUP
"WW

7JODFO[P.VOHBSJ
3PNB OPWFNCSF
(MJ0SHBOJEFMM*OBJMFJM1FSTPOBMFUVUUP
FTQSJNPOP  QSPGPOEP  DPSEPHMJP  QFS  MB 
TDPNQBSTBEFM
1SPG"WW

7JODFO[P.VOHBSJ
HJ1SFTJEFOUFEFMM*TUJUVUP
3PNB OPWFNCSF

"CCJBNPQFSTPVOHSBOEFMFBEFSFBNJ
DP

SUPERENALOTTO

+JN/PCMF

COMBINAZIONE VINCENTE

DIFDJIBBDDPNQBHOBUPJOHSBOQBSUF
EFMMBOPTUSBWJUBQSPGFTTJPOBMF NBJMTVP
SJDPSEP  F  JOTFHOBNFOUP  SFTUBOP  QFS 
TFNQSFJOUVUUJOPJ
*TPDJFHMJBNJDJEJ%FMPJUUF'JOBODJBM"EWJ
TPSZ
.JMBOP OPWFNCSF

Numero Jolly

Superstar

LE QUOTE

(BCSJFMMB'BSOFUBOJ
"5F HVJEBJOTUBODBCJMFEFMNJPDBNNJ
OP DIFDPOUJOVFSBJ WJDJOB BUFOFSNJQFS
NBOP
$POUVUUPM"NPSFDIFIBVOJUPMFOPTUSF
WJUFFDIFWJWSPMUSFOPJ
*M5VPQFSTFNQSF3PCFSUP
'JSFO[F OPWFNCSF

.BSJB-VJTB4DBSBNCPOF
JO/BQPMJUBOP
TJTQFOUBJFSJJO#FMMJ[[J
$POMBNPSFEJTFNQSF MBCCSBDDJBMBTP
SFMMB3PTBSJB
/BQPMJ OPWFNCSF

LOTTO
BARI
CAGLIARI
FIRENZE

3FOBUP1JDDJPOF

GENOVA

$JBP MBQQVOUBNFOUPOPODBNCJB4PMJ
UBQBODIJOBEJ7JMMB1BHBOJOJQFSMFOP
TUSFJOUFSNJOBCJMJEJTDVTTJPOJ
(MJBNJDJEJBMMPSBFEJTFNQSF
3PNB OPWFNCSF

MILANO



TORINO



3FOBUB.F[[FSB
5SFBOOJMVOHIJTTJNJFWVPUJ
#SVOP
3PNB OPWFNCSF
*DPMMFHIJEJ%FMPJUUF'JOBODJBM"EWJTPSZSJ
DPSEBOPDPOBGGFUUP

NAPOLI
PALERMO
ROMA

VENEZIA
NAZIONALE

10

LOTTO

COMBINAZIONE VINCENTE

+JN/PCMF
MFBEFSDBSJTNBUJDP QVOUPEJSJGFSJNFOUP
FTVQQPSUP VPNPMFBMFTPOPWJDJOJBMMB
GBNJHMJBJORVFTUPUSJTUFNPNFOUP
.JMBOP OPWFNCSF

NUMERO ORO:

:MFOJB TQVOUBOVPWBQJTUB
QSFMFWBUPJMEOBEJ"M#BOP
BRINDISI. C una svolta nel caso di Ylenia Carrisi, la figlia
di Al Bano e Romina Power, scomparsa nel nulla negli
Stati Uniti il 31 dicembre del 1993. Il cantante e i suoi figli che vivono a Cellino San Marco, nei giorni scorsi, sono
stati sottoposti al prelievo di saliva (Romina era in America). Un accertamento necessario per ricavare il Dna da
comparare con quello di una donna, uccisa in Florida nel
1994.
Si tratta di una pista investigativa, riportata da Quotidiano Nazionale, che potrebbe portare alla risoluzione di
un giallo, caratterizzato in questi anni da ipotesi e voci,
poi smentite.
La giovane ritrovata senza vita negli
Usa sarebbe stata uccisa in una stazione
di servizio di Tampa, in Florida, da un camionista, Keith Hunter Jesperson, arrestato nel 1995 e poi condannato a tre ergastoli per otto omicidi. Nel 1996 luomo ha confessato di aver assassinato
una ragazza che si faceva chiamare Suzanne, il nome che lartista di strada di
New Orleans, frequentato da Ylenia in
quel periodo, aveva indicato come quello da lei utilizzato durante il soggiorno
americano. La vittima, zaino in spalla,
stava cercando di raggiungere la Califor:MFOJB$BSSJTJ 
nia o il Nevada in autostop. Lo sceriffo
TDPNQBSTBOFM
della contea di Palm Beach, affidandosi
ad un esperto, ha ricostruito anche il volto della vittima.
E limmagine ricavata mostra una evidente somiglianza
con Ylenia. Elementi che hanno fatto scattare lesame
del Dna. Ora vediamo che succede. Non ho davvero argomenti su questa storia. E dolorosa, amara. I carabinieri
ce lo hanno chiesto, noi lo abbiamo fatto ha spiegato
allAnsa Al Bano.
Su sua richiesta nel 2014 il Tribunale di Brindisi ha dichiarato la morte presunta di Ylenia. Una scelta che mai,
ha detto un anno fa il cantante, avrei voluto fare ma
inevitabile per mettere fine a ventanni di martirio.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

$30/"$"

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

1&34"1&3/&%*1*
GJSFO[FSFQVCCMJDBJU
XXXNQTJU

*MDBTP

"CVTJTVCJNCBEJBOOJ
*MGSBUFMMJOPQSFDJQJU
EBMQBMB[[PEFHMJPSDIJ
$BJWBOP OVPWPPSSPSFOFMDPOEPNJOJPEPWFNPS'PSUVOB
-BNBESFFJMQBUSJHOPBSSFTUBUJQFSWJPMFO[BTFTTVBMF
*3&/&%&"3$"/(&-*4

-&5"11&

"/50/*0
JMBQSJMF
RVBOEPJMQJDDPMPEJ
BOOJNVPSFEPQP
FTTFSFQSFDJQJUBUP
EBMMQJBOP
EJVOBDBTBQPQPMBSF
EFM1BSDP7FSEF
EJ$BJWBOP /BQPMJ

OFMMBGPUPTPUUP
'0356/"
*MHJVHOP
'PSUVOB-PGGSFEP 
BOOJ DBEF
EBVOQJBOPBMUP
EFMMPTUFTTPFEJGJDJP
BM1BSDP7FSEF
BODIFMFJNVPSF
TVMDPMQP4JTDPQSF
DIFTUBUBTUVQSBUB

NAPOLI. La madre sa ma non parla, sembra


non ascoltare le richieste di aiuto della figlia
di tre anni. La bambina si lamenta e lei risponde: Poi ti passa....Il patrigno abusa
sessualmente della bambina. Lo scoprono
gli assistenti sociali che seguono la piccola, e
ieri i carabinieri arrestano sia la madre sia il
patrigno per abusi sessuali. Una storia di degrado come tante purtroppo, ma in questo
caso solo lultimo atto di una vicenda dai numerosi capitoli. Soprattutto, uninchiesta
complessa che cerca di risalire alla verit sulla morte di due bambini di quattro e sei anni. La donna arrestata ieri, infatti, anche la
madre di Antonio, quattro anni, morto nel
2013 dopo essere precipitato dal settimo
piano di un edificio a edilizia popolare.
E lo scenario quello del parco Verde di
Caivano, la pi grossa piazza di spaccio della
provincia di Napoli. Ambiente fortemente
degradato, scenario di continui blitz delle
forze dellordine. Ma quello che succede
nellestate del 2014 a tingere di colori foschi
un intero condominio. Il 24 giugno Fortuna
Loffredo, Chicca, una bambina di sei anni,
precipita dalledificio 3 del parco e muore
sul colpo. Immediata la prima domanda:
omicidio o incidente? Intanto per, durante
lautopsia, si scopre che Chicca ha subito
abusi sessuali reiterati, cronici. Un intero
quartiere nel mirino della magistratura,
che per deve combattere contro connivenze, silenzi, complicit. Per cominciare sugli
ultimi minuti di vita della bambina, che per
i magistrati stata lanciata. Fortuna prima di cadere era andata a casa di una sua
amichetta per poi fermarsi sul pianerottolo
a giocare. Ma quella amichetta altri non

-BQJDDPMBTDPNQBSTBEPQPJMWPMP
EBMMPUUBWPQJBOPBWFWBUSBTDPSTP
MFVMUJNFPSFBHJPDBSFJODBTB
EFMMBEPOOBGJOJUBJFSJJONBOFUUF
*-5&45*.0/&
-VPNPDIFTPDDPSSF
'PSUVOBTVCJUP
EPQPMBDBEVUB
WJFOFQPJBSSFTUBUP
DPOMBNPHMJF
BDDVTBUP
EJBCVTJTFTTVBMJ
OFJDPOGSPOUJEFMMB
GJHMJBEPEJDFOOF
-"."%3&
*FSJMBNBESFEJ
"OUPOJP JMCJNCP
NPSUPOFM 
WJFOFBSSFTUBUB
DPOJMTVPDPOWJWFOUF
QFSBCVTJTFTTVBMJ
OFJDPOGSPOUJEFMMB
GJHMJBQJQJDDPMB 
EJUSFBOOJBQQFOB

che la sorellina di Antonio. I magistrati rispolverano il vecchio fascicolo. Scoprono


che il bambino morto il 27 aprile 2013
poco pi di un anno prima di Fortuna cadendo da un piano alto dello stesso palazzo.
Stessa morte, stessa dinamica. Dunque, deducono gli inquirenti, i due bambini frequentavano la stessa casa. Antonio perch
ci viveva con la madre, il suo convivente e le
sorelline; Fortuna perch era amica di una
delle due bambine. Ma non c altro, contro
la famiglia di Antonio. Non si prova il delitto, la madre di Antonio viene indagata per il
solo omicidio colposo di suo figlio: non avrebbe saputo vigilare su di lui.
Indagini complesse e piene di punti oscuri. Come, ad esempio la scomparsa di due
scarpette una di Antonio, laltra di Fortuna dopo la morte dei due bambini. E ancora, c la testimonianza controversa di un
condomino: Sono stato il primo a correre
verso Fortuna, ma era gi morta. Suo suocero, intervistato alla radio, racconter invece
di aver saputo che la bambina era caduta
mentre era a casa proprio con il genero allottavo piano delledificio. Il testimone stato
poi arrestato anche lui insieme alla moglie per abusi sulla figlia dodicenne.
Insomma: versioni discordanti, la mancanza totale di collaborazione da parte della
madre di Antonio circa la morte di Fortuna
ma anche lassenza di prove concrete non
permettono di chiudere nessuno dei due casi. Intanto per alla mamma di Antonio
che lascia il parco Verde, presto ribattezzato il parco degli orrori vengono tolte le
tre figlie femmine: lamichetta di Fortuna,
una bimba di due anni e unaltra di tre. Affidate a una casa famiglia, la Procura ottiene



di procedere con interrogatori protetti. in


questa fase che la bambina di tre anni comincia a parlare, a raccontare di cose che le
ha fatto il patrigno che le hanno fatto molto male. Lo disegna con dei serpenti sul volto, dice che tutti gli uomini hanno dei serpenti. A soli tre anni. Bambina stuprata in
un contesto familiare che i magistrati definiscono disastrato. In cui maturano le morti
di Antonio e Fortuna.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*-(*"--0
'PSUVOB-PGGSFEP 
MBCJNCBEJBOOJ
NPSUBJM
HJVHOP
EPQPVOWPMPEBM
CBMDPOFOFM1BSDP
7FSEFEJ$BJWBOP
6OBOOPQSJNB
"OUPOJP 
BOOJ FSBNPSUP
OFMMPTUFTTP
NPEPJFSJTVB
NBESFTUBUB
BSSFTUBUBQFS
WJPMFO[BTFTTVBMF

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



$30/"$"

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

1&34"1&3/&%*1*
GJSFO[FSFQVCCMJDBJU
XXXNQTJU

-JOUFSWJTUB1BSMB

-&5"11&

"OUPOFMMB5PHOB[[J MBWFEPWB
EJ3PTTJ JMSFTQPOTBCJMFEFMMB
DPNVOJDB[JPOFEJ.QT
DIFJMNBS[PEFMDBEEF
EBMMBGJOFTUSBEFMTVPVGGJDJP
B3PDDB4BMJNCFOJ

-"$"%65"
*MNBS[P%BWJE3PTTJ
DBEFEBMMBGJOFTUSBEFMTVP
TUVEJPOFMQBMB[[PEFM.POUF
EFJ1BTDIJB4JFOB TPUUP

EPQPBWFSTDSJUUPBMMBNPHMJF
*-.&44"((*0
i5POJ BNPSFNJP TDVTB 
IPGBUUPVOBDBWPMBUBw TDSJWF
BMMBNPHMJF.BRVFMMFQBSPMF
OPOGBOOPQBSUF
EFMMJOHVBHHJPEFMMBDPQQJB

i%BWJEOPOTJVDDJTP
PSBOFIPMFQSPWF
QSJNBEJRVFMWPMP
WPMFWBQBSMBSFDPJQNw

-&."*%VFHJPSOJQSJNBEFMMBNPSUF
3PTTJBWFWBJOWJBUPVOBFNBJM
BMMBEEJ.QTQFSDIJFEFSF
TFOPOGPTTFJMDBTPEJBOEBSF
JOQSPDVSBBGBSTJBTDPMUBSF

4*.0/"10-*

(-*"44"44*/*

-PIBOOPTQJOUP 
BMNFOPJOEVF 
WPHMJPDPOPTDFSF
JMOPNF
EFHMJBTTBTTJOJ
EJNJPNBSJUP

*-#*(-*&550

.JIBGBUUPDBQJSF
DIFOPOEJDFWB
RVFMMPDIFQFOTBWB 
DIFMPTUBWBOP
DPTUSJOHFOEP
BVTBSFRVFMMFQBSPMF

A prima piccola luce. Dopo

tre anni in cui sembrava


che David fosse stato inghiottito dal buio, che a nessuno
interessasse scavare nel mistero della sua morte. un giorno
di speranza per Antonella Tognazzi, vedova di David Rossi, il
responsabile della comunicazione di Mps che il 6 marzo 2013
cadde dalla finestra del suo ufficio a Rocca Salimbeni dopo aver
lasciato un biglietto di addio proprio a lei. La riapertura dellinchiesta potrebbe far chiarezza
su quel suicidio a cui Antonella
non crede. Insieme ai legali, a
due consulenti tecnici e a un
gruppo di parlamentari Cinque
Stelle ieri era a Montecitorio per
dare corpo ai suoi sospetti.
Come pensa che sia morto
suo marito?
Non certo buttandosi gi di
sua volont. Il medico legale ha
riscontrato lesioni che non hanno niente a che vedere con la caduta. Lo hanno
spinto, almeno in
due, anche se non
posso sapere quante persone ci fossero in quella stanza.
Ora voglio conoscere il nome degli assassini di mio marito.
Il vostro legale,
Luca Goracci, lascia intendere
che David potrebbe aver pagato la sua intenzione di essere ascoltato in
procura.
Io so soltanto che lui voleva
andare dai giudici per sapere
che cosa cercassero, che cosa volessero da lui. Questo pensiero
lo tormentava, ne parlavamo
spesso.
Potrebbero riesumare la salma, lei daccordo?
Per ora solo unipotesi. Laddove fosse necessario, vedremo.
Quando ha iniziato ad avere
dei dubbi sulla versione del
suicidio?
Appena mi sono ripresa dallo schock. Allinizio mi sembrava di stare su un altro pianeta, i
magistrati mi dicevano che era
tutto lampante, che gli indizi
concordavano, erano quasi arrivati a convincermi. Io ero malata quando mor David, venivo

%*3*(&/5&
%BWJE3PTTJFSBBDBQP
EFMMBDPNVOJDB[JPOFEJ.QT
RVBOEPGVUSPWBUPDBEBWFSF
JMNBS[P 
EPQPMBDBEVUBEBMMBGJOFTUSB
EFMTVPVGGJDJP"TJOJTUSB 
MBWFEPWB"OUPOFMMB5PHOB[[J

da uninfezione che mi aveva


causato febbre altissima, proprio quella sera avrebbe dovuto
farmi uniniezione, lo stavo
aspettando. Lo chiamai alle 19 e
mi disse tra una mezzoretta sono a casa. Succedeva spesso
che facesse tardi in ufficio, quello poi era un periodo difficilissimo al lavoro. Ma quando ho visto che passava il tempo e non
tornava mi sono preoccupata,
ho pensato a un malore e ho
mandato mia figlia a cercarlo.
Quella telefonata fu lultimo
contatto tra di voi?

-&'&3*5&
4FDPOEPJQFSJUJEJQBSUFTVM
DPSQPEJ%BWJETJTBSFCCFSP
SJTDPOUSBUFGFSJUFFMJWJEJOPO
DPNQBUJCJMJDPOMBDBEVUB
2VBMDVOPMPBWSFCCFTQJOUP

Lultima volta che ho sentito


la sua voce, s. Nel pomeriggio
era passato a salutarmi per vedere come stavo.
La calligrafia del biglietto
autentica per.
La calligrafia sembrerebbe
la sua, anche se la scrittura a
strappi, con cambiamenti continui, insomma strana. Ma stato
proprio il biglietto a farmi capire che David non diceva quello
che pensava, che lo stavano costringendo. Mi ha messo lui sulla strada giusta.
Il biglietto di addio nasconde-

va un secondo messaggio?
Esatto, proprio cos. Quelle
parole, Toni amore mio ti chiedo scusa, non facevano parte
del nostro vocabolario quotidiano. Lui sapeva che non mi piace
il diminutivo Toni e mi chiamava Antonella, a differenza di tutti gli altri. Non ci chiamavamo
mai amore perch non era quello il nostro stile. E David non era
un tipo che chiedesse scusa.
Messe in fila una dietro laltra in
quel contesto queste espressioni potevano avere solo un senso:
farmi capire che chi stava scri-

vendo non era lui, che in quel


momento qualcuno lo stava forzando. Solo io avrei potuto afferrare quellsos in codice, lo ha fatto apposta, mi ha aperto gli occhi.
Nel frattempo sembrava che
il caso fosse chiuso.
Gi, avevano archiviato in
fretta. Ma i miei stessi sospetti
sono nati anche nelle persone
che mi affiancavano, cominciavano a venir fuori molti elementi strani, non tutto era cos lineare come avevano voluto farmi
credere. Ad esempio, quella storia dellemail che David avrebbe scritto due giorni prima della
morte allamministratore delegato, in cui chiedeva se fosse il
caso di andare dai giudici. Possibile che in due giorni nessuno la
avesse letta? Prima mi dicono
che Viola si trovava a Dubai, poi
invece si scopre che alla mail era
stata data una risposta. Qualcosa non torna.
Suo marito era stato sottoposto a stress fortissimi. Il 19
febbraio la Guardia di finanza aveva perquisito casa vostra.
Stava vivendo una situazione di disagio. Non si capacitava
del fatto che invece di chiamarlo
in procura per sentire la sua versione avessero perquisito la casa. Che cercano qui?, mi diceva.
Come si sente oggi?
Mi auguro che adesso la magistratura con vera coscienza si
rimetta al lavoro e dia quelle risposte che per anni sono state
negate. Ho vissuto tanti momenti di sconforto, per tre anni ho
sopportato questo silenzio pesantissimo, atroce. Con tutte le
mie forze ora voglio credere che
le cose cambieranno, che si cercher la verit. Oggi posso finalmente farmi ascoltare, finora
nessuna voce autorevole si era
sollevata per chiedere di analizzare i punti oscuri di questa storia. Che sono tanti, troppi.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

La Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

$0/5"55*
4&(3&5&3*"@&$0/0.*"!3&16##-*$"*5
8883&16##-*$"*5



'54&.*#   %08+0/&4   &630%0--"30  1&530-*0#3&/5 "-#"3*-& 5"44**5"-*"/*""//* 

*-16/50
(*07"//*10/4

3DTJO#PSTB
BQSF[[JEBTBMEP
BHMJTDBNCJ
QBTTBEJNBOP
JMEFMDBQJUBMF

#SVYFMMFTM*UBMJBSJTDIJB
EJOPOSJTQFUUBSFJMQBUUP
1BEPBOTJBNPJOSFHPMB

$POWPMVNJSFDPSEJMWBMPSF
TDFOEFBNJMJPOJNB
JHSBOEJTPDJTPOPEFGJMBUJ

(JVEJ[JPSJOWJBUPJOQSJNBWFSB MBGMFTTJCJMJUOPOFTDMVTB
i3JGPSNFJNQPSUBOUJFEJRVBMJU TCBHMJBUPBCPMJSFMB5BTJw

MILANO. Dopo sei sedute

7"-&/5*/"$0/5&

pesantemente negative alla


settima arrivato il rimbalzo
per il titolo Rcs, ma il saldo di
questi sette giorni
pesantemente negativo: meno
23,1%. La discesa da inizio
anno arriva cos a toccare il
37,5% con la capitalizzazione
della casa editrice scesa a 304,8
milioni, ben dietro il gruppo
Espresso (397,6 milioni) e
Cairo Communications (335
milioni) e di poco sopra
Mondadori (286,8 milioni). Si
tratta di un re-rating di non
poco conto. Gli analisti hanno
fatto i conti dopo le previsioni di
fine anno rilasciate qualche
giorno fa dal neo ad Laura Cioli
e al multiplo di 8 volte lEbitda
(tra 70 e 75 milioni) il valore
dellazienda al netto dei debiti
dovrebbe essere compreso tra
210 e 250 milioni. Non sono
passati inosservati anche i forti
volumi scambiati nelle ultime
cinque sedute: fino a cinque
volte superiori alla media di 2,5
milioni di azioni, solo ieri
passato di mano il 2% del

ROMA. Rimandati in primavera, come un anno fa. La


legge di Stabilit italiana passa, zoppicando, il primo
esame di Bruxelles che la bolla come a rischio di non
conformit con il Patto di stabilit e crescita. E a rischio di significativa deviazione dallaggiustamento
richiesto per il pareggio di bilancio, posticipato ancora
al 2018. La Commissione europea si riserva dunque
una nuova valutazione tra sei mesi. Nel frattempo per chiede allItalia le necessarie misure per rispettare i target. Promettendo un occhiuto monitoraggio da vicino - delle riforme promesse e degli investimenti attuati, per capire se la flessibilit concessa (0,4% di
extra deficit) viene utilizzata a proposito e non per coprire altre poste di bilancio, come gli sgravi sulla casa.
Spostato al mese di maggio anche il giudizio sulla
clausola migranti (0,2% di deficit aggiuntivo, preteso
dal governo Renzi) che verr concessa, eventualmente, ex post. E riguarder i soli costi extra netti sostenuti per la crisi dei profughi. Non si scompone pi di
tanto il ministro dellEconomia Pier Carlo Padoan: Il
bilancio 2016 stato costruito in modo coerente con il
Patto di stabilit e crescita e la Commissione europea
riconosce le riforme fatte. Tranquillizzante la dichiarazione di Pierre Moscovici, commissario agli Affari
economici: Potenzialmente lItalia il solo paese che
pu beneficiare di tutte le flessibilit esistenti, consi-

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

3FO[Ji"OESCFOFw
.BQFSF
TFSWJSBOOPNJMJBSEJ

"-7&35*$&
-BVSB$JPMJ OFP
BNNJOJTUSBUPSF
EFMFHBUPEJ3DT
.FEJBHSPVQ
capitale. C rischio-scalata a
questi prezzi? Il dubbio
serpeggia nelle sale operative,
anche se i principali azionisti
negli ultimi tempi si sono
abbastanza disinteressati
dellandamento dellazienda.
La Exor della famiglia Agnelli
ha preferito investire
nellEconomist, Diego Della
Valle considera la
minusvalenza sui titoli Rcs
ormai difficilmente
recuperabile, Mediobanca ha
gi dichiarato pi volte la
volont di vendere anche il
residuo 6,5%, Giovanni Bazoli
ha confermato che Intesa
Sanpaolo uscir dal capitale
entro il 2017. Lunico che
potrebbe avere interesse a
salire leditore Urbano Cairo
che ha gi il 4,6% e potrebbe
aspirare a gestire lazienda.
Certo, non si pu escludere che
possa esservi qualche
interessamento dallestero
anche se Axel Springer aveva
tempo fa declinato linvito di
John Elkann a entrare
nellazionariato e Rupert
Murdoch appare impegnato
nella partita dei contenuti Tv.
Insomma la situazione appare
molto fluida, la discontinuit
gestionale ancora tutta da
dimostrare e solo lassemblea
di met dicembre dir se
laumento di capitale pu
aspettare ancora qualche
mese.

derato che le riforme in corso sono importanti e di qualit. Pi severo, al solito, il vicepresidente della Commissione Ue Valdis Dombrovskis: N la clausola delle
riforme strutturali n quella degli investimenti possono essere usate per compensare il taglio della tassa sulla prima casa.
Rilievi non da poco, ribaditi pure nel documento di
Bruxelles, reso noto ieri. Laddove vengono messi in luce tutti i punti deboli della legge di Stabilit, ora allesame del Senato: labolizione della Tasi non in linea con
la raccomandazione europea di spostare il carico fiscale dal lavoro al patrimonio, la TQFOEJOHSFWJFX ancora
troppo debole (occorrono sforzi aggiuntivi), incassi
dai giochi e dalle privatizzazioni probabilmente pi
magri di quanto stimato dallItalia (e questo significa
un rapporto tra deficit e Pil al 2,3% nel 2016, valuta la
Commissione Ue, anzich al 2,2% messo in conto da Roma).
Non solo. Bruxelles critica anche la mancata riforma
del catasto, la rinuncia a rivedere le UBYFYQFOEJUVSFT
(detrazioni fiscali), la non razionalizzazione delle tasse ambientali, il timido e parziale tentativo di rendere
pi efficiente ed equo il sistema di tassazione nel suo
complesso. Persino la riduzione auspicata del rapporto
tra debito e Pil al 131,4% nel 2016 (dal 132,8% di questanno) viene considerata ottimistica.
E dunque: Italia rimandata.

*-3&5304$&/"
"-#&350%"3(&/*0
ROMA. Non stata facile, ci sono
stati diversi momenti nellultimo mese in cui la manovra ha
realmente rischiato la bocciatura a tutto tondo. Ora lesame viene rinviato, lattenzione si sposta a maggio e determinante per
ottenere il via libera finale sar
limpegno a risanare i conti nel
2017 e 2018 con uno sforzo almeno di 11 miliardi. Ma il bicchiere
per il governo comunque mezzo pieno. Tanto che nelle scorse
ore il premier Renzi minimizzava sul congelamento della decisione: Andr tutto bene - spiegava in privato - anche lanno scorso ci hanno rinviato e poi non ci
sono stati guai.
Fino a luglio era impensabile
che il governo ottenesse flessibilit per 13 miliardi per finanziare
la sua politica economica, ovvero
facesse salire il deficit anzich tagliarlo senza finire commissariata con una procedura sui conti
pubblici. Da questo punto di vista, nonostante i tempi che si allungano, il governo ottiene un
successo negoziale nellallargare
le maglie dellausterit.
Basti pensare che i servizi tecnici della Commissione hanno

frenato fino allultimo, cercando


con diversi blitz di far cadere la
Legge di Stabilit appoggiati anche da alcuni governi del Nord.
Decisiva stata la politica, la mediazione del presidente della
Commissione Jean-Claude Juncker, che proprio settimana scorsa ha avuto un colloquio decisivo

con Renzi, tra il suo vicepresidente Dombroskis (le cui parole


abrasive di ieri comunque servono a tenere a bada i falchi) e la colomba Moscovici. Determinante
anche il lavoro di tessitura con
Bruxelles di Padoan e dietro le
quinte dei mediatori come gli
eurodeputati Pittella e Gualtieri.

Dunque lItalia a rischio di


non rispettare le regole europee
sui conti visto che prevede di tenere il deficit al 2,2% anzich tagliarlo fino all1,8%. Sar fuori regola se in primavera la Commissione non le riconoscer la flessibilit su riforme (0,1%) e sugli investimenti (0,3%). Ma attenzio-

-"$$03%0

(SFDJB QSPOUJ
NJMJBSEJEJBJVUJ

ROMA. Accordo tra Grecia e

creditori Ue per sbloccare


12 miliardi di aiuti. Se il
Parlamento di Atene
adotter le leggi concordate
entro domani lEurogruppo
dar il via libera allesborso
di due miliardi di euro per il
Tesoro di Atene e 10
miliardi per la
ricapitalizzazione delle
banche greche

ne, il compito potrebbe essere


pi facile, con un semplice riconoscimento dello 0,3% di flessibilit lo scostamento dei conti italiani potrebbe essere ritenuto non
significant, ovvero grave, e
dunque potrebbe farla franca anche se le clausole non dovessero
essere attivate interamente. Sar invece difficile ottenere anche
la flessibilit dello 0,2% sui migranti con la quale Renzi voleva
tagliare lIres gi nel prossimo
anno: i criteri stabiliti da Bruxelles per calcolarla penalizzano Roma, che otterr un inutile 0,1%
di sconto per il 2015 (anno gi in
cavalleria) e sapr solo alla fine
del 2016 se potr ottenere altrettanto per il prossimo esercizio di
bilancio, anche se al momento
Bruxelles non prevede costi aggiuntivi da abbonare.
Ora il calendario prevede che
il governo ad aprile mandi il Def
alla Commissione. A maggio arriver il giudizio finale. Per ottenere le clausole e dunque evitare il
commissariamento - spiegano in
queste ore dal cuore dellesecutivo comunitario - Bruxelles verificher che le riforme siano state
portate avanti (approvate e implementate) e che gli investimenti previsti da Roma siano
davvero stati messi in cantiere.
Dunque il governo dovr mantenere fede al suo programma.

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

La Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 


*1&((*03*


*&3*

'54&.*#   


'54&*5"--  
'54&*545"3   
'54&*5.*% 
$0.*5  
'6563&
5*50-*%*45"50

 

 

 

 

 

 

3&/%*.&/50

'54&

7"3

$&37&%  
*(3"/%*7*"((*  
/07"3&  
(38"45&*5"-*"  
53&7*'*/*/%  

#51 "//*
 
413&"%46-#6/% 
*.*(-*03*

'54&
7"3

'*&3".*-"/0  
&&.4  
'*/.&$$"/*$"  
(&'3"/  
4*/5&4*  

13*/$*1"-*5*50-*%&-.&3$"50";*0/"3*0
5*50-0
133*'
""  
"/*.")0-%*/(  
"/4"-%0454  
"5-"/5*"  
"650(3*--  
";*.65  
#"/$"(&/&3"-*  
#"/$01010-"3&  
#$"101.*-"/0  
#6;;*6/*$&.  
$".1"3*  
$/)*/%6453*"-  
&/&-  
&/&-(3&&/18  
&/*  
&903  
'$"'*"5$)3:4-&3"65  
'&33"(".0  
'*/.&$$"/*$"  
(&/&3"-* 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

#034&&6301&&
5*50-0

133*'

*/5&4"4"/1"0-0  


-69055*$"  
.&%*"4&5 
.&%*0#"/$"  
.&%*0-"/6.  
.0/$-&3  
.0/5&1"4$)*4*  
101&.*-*"30."(/" 
13:4.*"/  
3$4.&%*"(3061 
4"*1&.  
4/".  
45.*$30&-&$53  
5&-&$0.*5 
5&/"3*4 
5&3/"  
50%4  
6#*#"/$"  
6/*$3&%*5  
6/*10-4"*  
:009  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

7"-65&

1"&4&*/%*$&

".45&3%". "&9
 
#369&--&4#&-  
'3"/$0'035& 9&5%"9
 
'54&&63053"$,  
-0/%3" '54&
 
."%3*%*#&9 
04-0501  
1"3*(* $"$
 
7*&//" "59
 
;63*(0 4.*
 

7"3
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

#034&*/5&3/";*0/"-*
1"&4&*/%*$&

%+45099&630  
)0/(,0/()4  
+0)"//&4#63(  
/&8:03, 41
 
/&8:03, %+*/%
 
/"4%"2$0.1  
4*/("103&45  
4:%/&: "--03%4
 
50,*0 /*,,&*
 

7"3
 
 
 
 
 
 
 
 
 

$030/"%, 
$030/"/  
$030/"4  
%0--"30"64  
%0--"30$%/ 
%0--"3064"  
'3"/$0$) 
45&3-*/"6, 
:&/+  

 
 
 
 
 
 
 
 
 

030&.0/&5&"63&&&
/07&.#3&
."55*/0
4&3"
030.*-"/0 &630(3
 
 
030-0/%3" 64%0/$*"
   
"3(&/50.*-"/0 &630,(

 
1-"5*/0.*-"/0 &630(3

 
1"--"%*0.*-"/0 &630(3

 
/07&.#3&
%&/"30 -&55&3"
45&3-*/" 7$
 
 
45&3-*/" /$
 
 
45&3-*/" 1045
 
 
,36(&33"/%    
."3&/(0*5"-*"/0  
 

4DPOUJTFDPOEFDBTFDPOGJUUPSJEPUUP
$BOPOF3BJJOCPMMFUUBJOSBUF DPOMAFYUSBHFUUJUPBVNFOUFSMBOPUBYBSFBEFJQFOTJPOBUJ
$0..*44"3*0
1JFSSF.PTDPWJDJ DPNNJTTBSJP
BHMJ"GGBSJ&DPOPNJDJEFMMB
$PNNJTTJPOFFVSPQFB

*QSPQSJFUBSJEPWSBOOPTPMP
JMQFSNJMMFEJ*NVF5BTJ
TFJMDBOPOFDPODPSEBUP
&TFO[JPOJBODIFQFS
MFDPPQFSBUJWF DPNQSFTF
RVFMMFVOJWFSTJUBSJF
30#&3501&53*/*
ROMA. Un pacchetto casa del valore di 150 milioni e che, dopo labolizione della Tasi sulla prima
casa, introduce sconti fiscali del
25 per cento anche ai proprietari
di seconda casa che la danno in
affitto a canone concordato e a
coloro che, pur avendo una sola
casa, la lasciano ai figli, in comodato duso. Esenzioni Imu anche
per le cooperative, comprese
quelle universitarie, a propriet
indivisa. Estensione delle agevolazioni per la tassa di registro.Slitta invece alla Camera il
pacchetto Sud: in Commissione
Bilancio del Senato lostruzinismo rallenta i lavori e si verso la

*16/5*
$PNPEBUPBJGJHMJ
/POQBHIFS5BTJ
DIJIBJODPNPEBUP
EVTPMBDBTBEBM
QBESF$POEJ[JPOF
EFWFFTTFSFMVOJDB
DBTBEFMHFOJUPSF

4DPOUPTFDPOEBDBTB
$IJBGGJUUBMBQSPQSJB
TFDPOEBDBTBB
DBOPOFDPODPSEBUP
QBHIFSTPMPJM
QFSNJMMFEJ
*NVo5BTJ JM

$POHFEPOFPQBQ
*OFPQBQ
BWSBOOPEVFHJPSOJ
JOWFDFEJVOP
EJ
DPOHFEP
PCCMJHBUPSJP BODIF
OPODPOTFDVUJWJ

$BOPOF3BJ SBUF
*MDBOPOF3BJTBSB
QBHBUPTVMMB
CPMMFUUBFMFUUSJDBJO
SBUF*MHFUUJUP
FYUSBBOESBMMBOP
UBYBSFBQFOTJPOBUJ

&TVCFSJQSPWJODF
4POPDJSDBNJMBJ
EJQFOEFOUJEFMMF
1SPWJODFDIF
TBSBOOPSJDPMMPDBUJ
OFMMFBMUSF
BNNJOJTUSB[JPOJ

La Repubblica - 18/11/2015

AVVISO AL PUBBLICO
TUTTO CIO PREMESSO
DOPPIO COLLEGAMENTO IN CAVO A 380 KV TRA LA STAZIONE ELETTRICA DI
MELILLI E LA STAZIONE ELETTRICA DI PRIOLO

la Societ TERNA Rete Italia S.p.a., ai sensi dell art. 22 e 23 D.P.R. 8 giugno 2001,
n. 327 e successive modificazioni e dellart. 52 ter, comma 2, del D.Lgs. 330/2004

Asservimenti per pubblica utilit Determinazione urgente dellindennit


provvisoria(art. 22 DPR 327/2001 con le modalit dell art. 52 ter comma 2
D.Lgs. 330/2004)
TERNA - Rete Elettrica Nazionale S.p.A., con sede legale in Via Egidio Galbani 70,
00156 Roma
PREMESSO

Non sar invece un problema laver scelto di tagliare la Tasi, spiegano ancora da Bruxelles, nonostante la critica di Dombroskis,
cos come linvito a prendere misure adeguate non una richiasta di una manovra bis immediata Fondamentale, per, sar soprattutto lesame del Def che il
governo dovr approvare entro il
20 aprile. La flessibilit (eventualmente) concessa per il 2016
andr compensata e nel 2017 lItalia comunque non potr ottenere altri sconti perch non soddisfer pi i criteri (recessione o
crescita sotto il potenziale). Dunque Roma dovr restituire i soldi
con cui si indebiter lanno prossimo. In altri termini, dovr portare il deficit strutturale (quello
al netto delle una tantum) dallo
0,7% allo zero. Pi di 11 miliardi
di consolidamento, o austerit,
nel 2017 e 2018. Che si sommano alle clausole di salvaguardia
previste dalla manovra, 15 miliardi nel 2017 e 19,5 allanno nel
2018 e 2019. E gli ulteriori tagli
delle tasse annunciati da Renzi
dovranno essere coperti con tagli della spesa. Una vera bomba a
orologeria, a marzo probabilmente arriver un early warning
dufficio che poi dovrebbe essere chiuso a maggio senza procedura
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

- che TERNA S.p.A concessionaria dello Stato per la trasmissione e dispacciamento


dellenergia elettrica e per lo sviluppo della Rete Elettrica Nazionale, giusta concessione
emanata in data 20.4.2005 e divenuta efficace in data 1.11.2005, sulla base di quanto
disposto dal D.P.C.M. 11.5.2004;
- che la realizzazione del doppio collegamento in cavo a 380 kV tra la Stazione
Elettrica di Melilli e la Stazione Elettrica di Priolo stata autorizzata dal Ministero
dello Sviluppo Economico, di concerto con il Ministero dellAmbiente e della Tutela
del Territorio e del Mare, con decreto n. 239/EL-165/134/2010, emanato il 12
Gennaio 2011, avente efficacia di dichiarazione di pubblica utilit, urgenza,
indifferibilit e inamovibilit dellopera in oggetto;
- che con lo stesso decreto n. 239/EL-165/134/2010, del 12 Gennaio 2011, allart. 7,
il Ministero dello Sviluppo Economico ha delegato TERNA S.p.A., nella persona del
suo Amministratore Delegato pro tempore, con facolt di subdelega ad uno o pi
dirigenti della Societ, ad esercitare tutti i poteri espropriativi previsti dal D.P.R.
327/2001 e dal D. Lgs. 330/2004 e ad emettere e sottoscrivere tutti i relativi atti e
provvedimenti quali i Decreti di asservimento coattivo, i Decreti doccupazione ex
articoli 22, 22/bis e 49 del citato D.P.R. 327/2001, le autorizzazioni al pagamento
delle indennit provvisorie e definitive, e di espletare tutte le connesse attivit
necessarie ai fini della realizzazione dell'elettrodotto;
- che con procura rep. n. 18955 per notaio Luca Troili di Roma, registrata a Roma il
08.06.2012, lamministratore delegato e legale rappresentante pro tempore di
TERNA Rete Elettrica Nazionale Societ per azioni, ha dato incarico al Dirigente
dellUfficio Espropri affinch lo stesso, in nome e per conto della predetta Societ,
possa emettere e sottoscrivere tutti gli atti e i provvedimenti relativi al procedimento
espropriativo ed espletare le connesse attivit necessarie ai fini della realizzazione
degli impianti per il rinnovo e lo sviluppo della Rete Elettrica Nazionale;
- che in relazione allimpianto in oggetto, con lettera prot. TRISPA/A0000475 del
23/07/2012 stato individuato come Responsabile del Procedimento espropriativo
ling. Roberto Cirrincione, nato a Palermo il 29.03.1971 e residente per la carica in
Napoli, alla Via Aquileia 8;
- che nella qualit di autorit espropriante, delegata dal Ministero dello Sviluppo
Economico, TERNA S.p.A. ha provveduto, ai sensi dellart. 22 D.P.R. 327/2001, a
compilare lelenco dei beni da asservire e da occupare e dei relativi proprietari,
determinando altres lindennit da offrire in via provvisoria;
- che in applicazione dellart. 52 ter, comma 2, D. Lgs. 330/2004, vista limpossibilit
di notificare loccupazione dei beni immobili necessari per la realizzazione del
predetto elettrodotto e la relativa indennit provvisoria a causa della irreperibilit o
assenza dei proprietari cos come risultanti dalle visure catastali, essendo state
inutilmente eseguite tutte le indagini idonee e sufficienti ad individuare i destinatari
secondo la comune diligenza, tale notifica sostituita dalla pubblicazione del
presente Avviso per almeno venti giorni consecutivi, decorrenti dalla data odierna,
allAlbo Pretorio del Comune interessato e dalla contestuale pubblicazione del
medesimo sui quotidiani La Sicilia e La Repubblica;
- che la societ Terna Rete Elettrica Nazionale S.p.A. (C.F.. 05779661007), con sede
legale in via Egidio Galbani n. 70, rappresentata dalla Societ Terna Rete Italia
S.p.A. (C.F.: 11799181000), societ con socio unico sottoposta a controllo e
direzione di Terna S.p.A., con sede legale in Via Egidio Galbani n. 70 00156 Roma
(giusta procura Rep. n. 18464 del 14 marzo 2012 per notaio Luca Troili in Roma);

AVVISA
i sottoelencati proprietari, secondo le risultanze catastali, che per venti giorni
consecutivi, decorrenti dalla data odierna, presso lAlbo pretorio del Comune di
Priolo Gargallo depositata la comunicazione indicante il giorno e lora previsti per
loccupazione dei fondi interessati nonch i Decreti di asservimento Rep. N. 0372 del
30/09/2015 e Rep. N. 0389 del 09/11/2015, emessi dallUfficio Espropri di Terna
S.p.A. con indicazione dellimporto della relativa indennit provvisoria.
Decreto rep. N. 0372 del 30/09/2015
ELENCO DITTE con indicazione delle particelle interessate
COMUNE DI PRIOLO GARGALLO (SR)
Ditta PR10
Ditta PR20
Ditta PR34
Ditta PR36
Ditta PR44
Ditta PR52

Guzzardi Concetto
Fazzino Luigi
Giuliano Rosa, Lopes Giuseppe
F.M.G. S.R.L.
Terranova Antonella
ISAB Energy S.R.L.

Ditta PR54
Ditta PR58
Ditta PR60
Ditta PR80
Ditta PR86

Vernale Claudio
Pavano Giuseppe
Impelluso Maria, Pavano Carmelo
Saccer S.P.A.
Nonnari Giovanni

Fg. 84 p.lla 1322


Fg. 84 P.lle 256,741
Fg. 84 P.lle 1053,1065,1066,1067
Fg. 84 P.lle 1043,1044
Fg. 84 p.lla 1056
Fg. 84 P.lle 1101,1103,1105,1106,1107
Fg. 85 P.lle 532, 777, 778, 779, 795, 796,
852, 853
Fg. 84 P.lle 1075,1076,1077,1078
Fg. 84 P.lle 1094,1093
Fg. 84 P.lle 1081,1082
Fg. 84 P.lla 1112
Fg. 84 P.lle 479,504,50

Decreto rep. N. 0389 del 09/11/2015


ELENCO DITTE con indicazione delle particelle interessate
COMUNE DI PRIOLO GARGALLO (SR)
Ditta PR08 Lombardo Giuseppa
Ditta PR09 Lombardo Giuseppa

Fg. 84 p.lla 1153


Fg. 84 p.lla 1154

Terna Rete Italia S.p.A


Sede Legale Viale Egidio Galbani, 70 - 00156 Roma
Reg. Imprese, C.F. e P.I. 11799181000 REA 1328587
Capitale Sociale 120.000,00 Euro i.v. Socio Unico
Direzione e coordinamento di Terna Rete Elettrica Nazionale S.p.A

fiducia entro sabato.


Novita anche per il canone
Rai: in base agli emendamenti
concordati dal governo si pagher sulla bolletta elettrica, ma in
dieci rate. Secondo la relatrice Federica Chiavaroli lextragettito
dovuto alla lotta allevasione del
canone (oggi pagano 16 milioni
su 23 milioni di famiglie) potr
essere utilizzato per aumentare
dal 2017 la no tax area pensionati (dai 7.750 per gli under 75 e dagli 8.000 per gli over 75 gi previsti dalla Stabilit).
Tornando alla casa, lesenzione riguarda i proprietari di una
sola abitazione che decidono di
cederla in comodato duso ai figli. La norma entra in Stabilit,
mentre non entra lagevolazione
per le case assegnate agli ex coniugi (separati o divorziati). Su
questultimo punto la relatrice
Chiavaroli stata definitiva: Come ha chiarito il Mef gli sconti
per questa casistica gi esistono.
Invece i figli che ottengono
una casa in comodato duso da
parte di un genitore non paghe-

3JOWJBUPJMQBDDIFUUP
4VEi4UBCJMJUwJOBVMB
HJPWFE PTUSV[JPOJTNP
FJQPUFTJGJEVDJB
ranno la Tasi. Lesenzione soggetta ad una serie di condizioni
per evitare che loperazione serva, come accaduto in passato,
per evadere limposta concedendo la casa la casa delle vacanze ai
figli. Il padre che concede la sua
unica casa in comodato al figlio,
oltre a dover registrare il contratto, deve aver avuto limmobile come abitazione principale (cio esserci vissuto e avere avuto la residenza) nel 2015 e inoltre, come
accennato, non deve possedere
altre abitazioni in Italia. Il caso
dunque limitato al padre che decide di andare a vivere in affitto
(o che costretto a vivere in un
istituto di riposo) e lascia la casa
ai figli in comodato duso: costoro non pagheranno la Tasi essendo assimilati alla prima casa.
Laltro intervento favorisce gli
affitti a canone concordato e benefcia dunque i proprietari di
una seconda casa: per agevolare
la locazione virtuosa il tetto
dellImu-Tasi non potr superare
il 4 per mille: Si tratta di uno sconto rilevante, pari al 25 per cento,
se si pensa il livello della Tasi-Imu sulla seconda casa che vige in molti comuni arriva al 10,6
per cento, cio il tetto massimo
consentito dalla legge. Solo questo emendamento ha il costo di
80 milioni.
Sconti anche per limposta di
registro: potranno usufruire
dellimposta agevolata al 2 per
cento anche coloro che hanno gi
beneficiato dello sconto. Viene risolto anche il problema delle cooperative a propriet indivisa e
universitarie: in attesa dellassegnazione (spesso i tempi sono assai lunghi), siccome la casa non
abitata ma risulta gi di propriet, era considerata seconda casa
e dunque soggetta allImu. Ora
c lesenzione.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

&$0/0.*"



la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

1&34"1&3/&%*1*
XXXHSPVQJOUFTBTBOQBPMPDPN
XXXBDFBCF

-FB[JFOEF

*OUFTB 6OJDSFEJU
F(FOFSBMJTDFOEPOP
OFMDBQJUBMF#BOLJUBMJB
*USFB[JPOJTUJWFSTPMBDFTTJPOFEJVOBRVPUB
DPNQMFTTJWBEJDBQJUBMFJOUPSOPBMQFSDFOUP
 

"/%3&"(3&$0

*/5&4"4"/1"0-0
$POMFEJTNJTTJPOJ
QBTTFSEBMMBUUVBMF
 BM  
SJNBOFOEP
DPNVORVFJMQSJNP
B[JPOJTUBEJ#BOLJUBMJB

MILANO. Il rimescolamento dei so-


6/*$3&%*5
"MTFDPOEPQPTUPOFM
DBQJUBMFEJ#BOLJUBMJB
D6OJDSFEJUDPOJM
4FDPOEPGPOUJ
GJOBO[JBSJFBWSFCCF
BQQFOBDFEVUPJM 

ci della Banca dItalia cominciato. A due anni dalla legge del governo Letta che rivalut il capitale della vigilanza - per favorire il
ridimensionamento delle grandi
banche controllate - in partenza un primo giro di compravendite. Loperazione procede come
nata: in modo orchestrato, per volere politico-istituzionale e previa creazione di una piattaforma
dove cedere le quote a nuovi soci
ritenuti affidabili: enti, fondazioni, altre banche. Linteresse non
dovrebbe mancare: il dividendo
2015 di 380 milioni equivale a un
tasso annuo del 4,5% per lazione Bankitalia, nel 2014 fu il 5% e
negli anni a venire dovrebbe stare tra queste due grandezze.
Ci sono voluti 16 mesi di preparativi anche complessi, per realizzare il dettato della legge 2013,
che rivalut dai 156mila euro del
1936 a 7,5 miliardi di euro il capitale, ma impose a ogni azionista
sopra il 3% di portarsi sotto soglia entro fine 2016. Manca un

-"650*.."53*$0-";*0/*&6301&&  

7FOEJUF7X 
GSFOBJMNFSDBUP
-BEEJ6OJDSFEJU 'FEFSJDP(IJ[[POJ

anno, ma nessun venditore vuol


finire nellangolo dei costretti a
vendere, magari a prezzi scontati. Cos ieri Intesa Sanpaolo, prima forza con il 42,4%, ha firmato i preliminari per la cessione al
valore nominale, coincidente
con il valore di carico, di circa il
5,7% del capitale della vigilanza. Il controvalore circa 430 milioni, i compratori sono Enpam,
Inarcassa, Cassa Forense, Enpaia, Cassa Ragionieri e Banca del
Piemonte. Tutti enti previdenziali: scorrendo la lista, medici, ingegneri e architetti, avvocati,
agricoltori, ragionieri. Pi la banca della famiglia Venesio, che vi
avrebbe investito alcuni milioni
partendo da un rapporto Cet1
del 15,6% sul patrimonio netto
(150 milioni). I cambi di propriet sono subordinati allesito positivo della verifica - da parte del
consiglio superiore della Banca
dItalia - della sussistenza dei necessari requisiti in capo ai prossimi acquirenti.
Nelle stesse ore Unicredit, rivale di Ca de Sass e proprietaria
del 22,1% di Bankitalia, s mos-

sa per cedere un 3,2% della sua


partecipazione, a circa 240 milioni di euro. Loperazione, in questo
caso, in fieri: ma fonti finanziarie indicano che i compratori sarebbero simili, se non proprio
identici, a quelli che hanno accettato di rilevare quote da Intesa
Sanpaolo. Lo stesso discorso avviato a Trieste, dove Generali, terzo socio di Via Nazionale con il
6,3% (e venditore forzoso del 3%
almeno) si sarebbe accordata per
cedere, a soggetti tra cui almeno
alcuni combaciano con quelli elencati da Intesa Sanpaolo, lo 0,85%
delle quote, per un ricavo sui 60
milioni. Per i tre venditori la percentuale di quote in corso di cessione sul totale detenuto simile:
attorno al 14%. Quasi un riparto.
A settembre la tedesca Allianz,
bench detenesse solo un 1,3% di
Banca dItalia quindi senza obblighi di cessione, aveva venduto
tutto a un gruppo di piccoli operatori domestici: Banca di Credito
Cooperativo di Roma, Banca Sella
Holding, Banca Sistema, Eurovita assicurazioni.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

 
(&/&3"-**5"-*"
-F"TTJDVSB[JPOJ
(FOFSBMJTJDPMMPDBOPBM
UFS[PQPTUP4FDPOEP
JOEJTDSF[JPOJDHJVO
BDDPSEPQFSMB
DFTTJPOFEFMMP 


*/14
-BRVPUB*OQTEJ
DJSDBJM FBSSJWB
EPQPMB$BTTBEJ
3JTQBSNJPJO#PMPHOB 
DPOUSPMMBUBEB*OUFTB
4BOQBPMP

TORINO. Il mercato europeo dellauto continua a crescere ma meno dei mesi precedenti. E nei risultati di ottobre comincia a fare capolino leffetto dieselgate che penalizza il gruppo Volkswagen. I dati forniti dallAcea,
lassociazione dei costruttori europei dellautomobile,
confermano la crescita di Fca nel Vecchio continente. Il
gruppo del Lingotto sale ancora pi del mercato: lincremento del 7,7 per cento contro un aumento delle
vendite del 2,7. La quota di Fca sale al 6,2 dal 5,9 dello
scorso anno.
Volkswagen paga lo scandalo. Nel confronto tra ottobre 2015 e lo stesso mese dello scorso anno, il gruppo
di Wolfsburg scende dello 0,8 per cento, 3,5 punti sotto
il trend di mercato, mentre tra i brand scendono Volkwagen (-0,4), Skoda, (-2,9) e soprattutto Seat che lascia sul campo 11,2 punti percentuali. Guadagnano Audi (+ 3,5) e Porsche (+ 13,3). Il gruppo tedesco mantiene una quota superiore a un quarto del mercato europeo (25,2 per cento).
Per quanto riguarda Fca, gran parte dellincremento di mercato si deve alle produzioni di Melfi e Pomigliano: Panda, Fiat 500 e Renegade fanno registrare i principali aumenti di vendite. In particolare Renegade decreta il successo del marchio Jeep che con 7.400 auto
vendute a ottobre in Europa rappresenta da solo poco
meno della somma di Alfa e Lancia. I due storici marchi
italiani sono in calo. Mentre Lancia perde il 30,3 per
cento, Alfa scende del 9 in attesa del lancio, in primavera, della nuova Giulia e della gamma che dovrebbe rinverdire i fasti del biscione.
Il rallentamento della crescita in ottobre - osserva
Gian Primo Quagliano del Centro Studi Promotor piu essere considerato un incidente di percorso. Il
2015 far registrare comunque una ripresa significativa.

QH

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

*.13&4&.&3$"5*
5*50-0

"
"430."
""
"$&"
"$05&-(3061
"$4."(".
"&%&4
"&''&
"&3010350%*#0-0(/"
"-#"13*7"5&&2
"-&3*0/
".#*&/5)&4*4
".1-*'0/
"/*.")0-%*/(
"/4"-%0454
"3&/"
"4$01*"7&
"45"-%*
"45.
"5-"/5*"
"650(3*-"650453"%&.&3
";*.65
#
#$41&",&34
#"/$"(&/&3"-*
#"/$"*'*4
#"/$"4*45&."
#"/;"*
#"4*$/&5
#"450(*
###*05&$)
#$"$"3*(&
#$"$"3*(&3
#$"'*//"5
#$"*/5&3.0#*-*"3&
#$"1&5363*"&-";*0
#$"1.*-"/0
#$"1410-&50
#$"130'*-0
#$0%&4*0#3*"/;"
#$0%&4*0#3*"/;"3/$
#$01010-"3&
#$04"/5"/%&3
#$04"3%&(/"3/$
#&
#&()&--*
#&/*45"#*-*
#&456/*0/$0
#*"-&55**/%6453*&
#*"/$"."/0
#*&44&
#*0&3"
#0&30#"35
#0-;0/*
#0/'&33"3&4*
#03(04&4*"
#03(04&4*"3/$
#3&.#0
#3*04$)*
#36/&--0$6$*/&--*
#6;;*6/*$&.
#6;;*6/*$&.3/$
$
$"%*5
$"*30$0..
$"-&''*
$"-5"(*30/&
$"-5"(*30/&&%
$".1"3*
$"33"30
$"550-*$""4
$&.#3&
$&.&/5*3)0-%
$&/5-"55&503*/0
$&3".3*$$)&55*
$&37&%
$)$*"
$*$$0-&--"
$*3
$-"44&%*503*
$/)*/%6453*"-

7"3
*OJ[JP
*FSJ
BOOP

$IJV
*FSJ


NJO

NBY

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

DBQ
JONJM
EJ

XXXGJOBO[BSFQVCCMJDBJU

$IJV
*FSJ

NJO


NBY

DBQ
JONJM
EJ

 *-16/50
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

  
  
 

 

 

 

 

 

 

 

  
  
  
 

 

 

  
  
  
 

  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 









































 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 





















"ODPSBTV'JONFDDBOJDB DPO&OJ 1SZTNJBOFJMMVTTP


Piazza Affari ha guadagnato il 2,28%.
Continua a salire Finmeccanica (+5,4%), bene
anche Buzzi Unicem (+4,2%) e Fiat Chrysler
(+2,6%). Gli ordini di acquisto hanno sostenuto
pure Prysmian (+4,02%), Eni (+3,48%), Atlan-

MILANO

5*50-0

$0'*%&
$0/"'*13&45*50
$3&%"35*(*"/0
$3&%&.*-*"/0
$3&%7"-5&--*/&4&
$41
$5*#*01)"3."
%
%".*$0
%"%"
%".*"/*
%"/*&-*
%"/*&-*3/$
%"5"-0(*$
%&-0/()*
%&"$"1*5"%&-$-*."
%*"403*/
%*(*5"-#304
%."*-(3061
&
&%*40/3
&&.4
&*508&34
&-&/
&-*$"
&.",
&/&&/&-(3&&/18
&/&37*5
&/(*/&&3*/(
&/*
&3(
&3(:$"1*5"&413*/&5
&6,&%04
&6305&$)
&903
&913*7*"
'
'"-$,3&/&8"#-&4
'$"'*"5$)3:4-&3"65
'&33"(".0
'*%*"
'*&3".*-"/0
'*-"
'*/$"/5*&3*
'*/&$0#"/,
'*/.&$$"/*$"
'/.
'6--4*9
(
("#&55*13040-
("41-64
(&'3"/
(&/&3"-*
(&09
(38"45&*5"-*"
(36110&%-&413&440
)
)&3"
*

$IJV
*FSJ

*FSJ

7"3
*OJ[JP
BOOP

NJO

NBY

DBQ
JONJM
EJ

 
 

 
 
 
 

 
 

 
 
 
 

 
 

 
 
 
 

 
 

 
 
 
 

 
 

 
 
 
 









 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 














 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

  
 

 

 

  
  
 

 

  
  
 

 

 

 

  
 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

  
  
 

 

 

 

  
  
 

 


 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

  
 

 

 


 

 

 



 

 



tia (+3,43%) e Mediaset (+3,25%). Sotto la parit invece Mps (-0,54%) e Moncler (-0,07%)
ma in generale per il settore lusso stata una seduta positiva: +3,19% Ferragamo, +4,62%
Geox, +1,83% Luxottica e +1,03% Tods.

5*50-0

*(3"/%*7*"((*
*(%
*-40-&03&
*."
*..4*
*/%6453*"&*//
*/5&,(3061
*/5&,(30613/$
*/5&316.1
*/5&4"4"/1"0-0
*/5&4"4"/1"0-03/$
*/7&45&47*-6110
*/8*5
*3$&
*3&/
*4"(30
*4"(30";*0/*47*-6110
*58":
*5"-$&.&/5*
*5"-.0#*-*"3&
*5"-.0#*-*"3&3/$
*74(3061
+
+67&/564'$
,
,3&/&3(:
-"%03*"
-"/%*3&/;0
-";*0
-69055*$"
-7&/563&(3061
.
.$
."*3&5&$/*.0/5
."33
."44*.0;"/&55*#&7&3"(&
.&%*"$0/5&$)
.&%*"4&5
.&%*0#"/$"
.&%*0-"/6.
.&3*%*&
.*%*/%6453:$"1
.*55&.0-&4,*/&
.0-.&%
.0/$-&3
.0/%"%03*
.0/%057
.0/3*'
.0/5&1"4$)*4*
.07*&."9
.656*0/-*/&
/
/*$&
/0&."-*'&
/07"3&
0
0-*%"5"
074
1

$IJV
*FSJ

*FSJ

7"3
*OJ[JP
BOOP

NJO

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 

 



 

 

 

 

 



 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 

 

 

  
 


 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 



 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 






















 
 
 

 
 
 

 
 
 

 
 
 

 
 
 





 
 

 
 

 
 

 
 

 
 




'0/%*$0.6/*"1&35*4*$"7*5"-*"/*&-644&.#63()&4*%&-/07&.#3&
5*50-*

5*50-0


7"3
*OJ[JP
*FSJ
BOOP

7"- 7"- %JGG


PHHJ *FSJ NFTJ

5&-
"$0.&"".&3*$""  
"$0.&"".&3*$""  
"$0.&"".&3*$"2 
"$0.&""4*"1"$"  
"$0.&""4*"1"$2  
"$0.&""4*"1"$*'*$0"  
"$0.&"#3&7&5&3."  
"$0.&"#3&7&5&3."  
"$0.&"#3&7&5&3.2  
"$0.&"&5'"55*70"  
"$0.&"&5'"55*70"  
"$0.&"&5'"55*702 
"$0.&"&630##"  
"$0.&"&630##"  
"$0.&"&630##2  
"$0.&"&6301""  
"$0.&"&6301""  
"$0.&"&6301"2  
"$0.&"(-0#"-&" 
"$0.&"(-0#"-&" 
"$0.&"(-0#"-&2  
"$0.&"*5"-*""  
"$0.&"*5"-*""  
"$0.&"*5"-*"2  
"$0.&"-*26*%*5""  
"$0.&"-*26*%*5""  
"$0.&"-*26*%*5"2  
"$0.&"1"&4*&." 
"$0.&"1"&4*&." 
"$0.&"1"&4*&.2  
"$0.&"1"53"((3"  
"$0.&"1"53"((3"  
"$0.&"1"53%*/"."  
"$0.&"1"53%*/"."  
"$0.&"1"53136%"  
"$0.&"1"53136%"  
"$0.&"1"53"((32  
"$0.&"1"53%*/".2  
"$0.&"1"53136%2  
"$0.&"1&3'03."  
"$0.&"1&3'03."  
"$0.&"1&3'03.2  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 

 

 
 
 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 
 
 
 



 
 


5&-
"44&5"--0$"5*0/#   
'*/"/$*"-$3&%*5*   
'*/"/$*"-$3&%*53   
'*/"/$*"-&26*5:#    
'*/"/$*"-*/$0.&*   
'*/"/$*"-*/$0.&3   


 
 

 
 


7"-03*"-
5&-
"$5*7&%*4$07&3:'-&9  
"$5*7&(-0#"-'-&9  
"$5*7&*/$0.&'-&9  
"$5*7&011035'-&9  
"/*."$&%"1  
"/*."$&%"1**  
"/*."$&%"1***  
"/*."$&%"1* 
"/*."&70-6;*0/&*  
"/*."&70-6;*0/&**
 
"/*."&70-6;*0/&**  
"/*."&70-6;*0/&***  
"/*."&70-6;*0/&*7 
"/*."&70-6;*0/&*  
"/*."&70-6;*0/&**  
"/*."&70-6;*0/&***  
"/*."&70-6;*0/&*7 
"/*."'*9&.&3(&/5*"  
"/*."'*9&.&3(&/5*:  
"/*."'*9&630"  
"/*."'*9&630:  
"/*."'*9)*():&-%:  
"/*."'*9)*():*&-%" 
"/*."'*9*.13&4&"  
"/*."'*9*.13&4&: 
"/*."'*9.0/&5"3*0*  
"/*."'*90##-#5  
"/*."'*90##-#5:  
"/*."'*90##-(-0#  
"/*."'*90##-(-0#:  
"/*."'*90##-.-5  
"/*."'*90##-.-5:  
"/*."'03;""  
"/*."'03;"#  
"/*."'03;"#0/%:  
"/*."'03;""  
"/*."'03;"#  
"/*."'03;":  
"/*."'03;"#  
"/*."'03;"$-"  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 




 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

5*50-*

7"- 7"- %JGG


PHHJ *FSJ NFTJ

"/*."'03;"$-:  


"/*."'03;"#  
"/*."'03;"$-"  
"/*."'03;"$-:  
"/*."'03;"#  
"/*."'03;"$-"  
"/*."'03;"$-:  
"/*."(&0".&3*$""  
"/*."(&0".&3*$":  
"/*."(&0"4*""  
"/*."(&0"4*":  
"/*."(&0&6301.*"  
"/*."(&0&6301.*:  
"/*."(&0&6301""  
"/*."(&0&6301":  
"/*."(&0(-0#"-&"  
"/*."(&0(-0#"-&:  
"/*."(&0*5"-*""  
"/*."(&0*5"-*":  
"/*."(&01"&4*&."  
"/*."(&01"&4*&.: 
"/*."(-."$30%*7&34:%  
"/*."*/*;*"5*7"*5"1.*  
"/*."0##-$03103"5&"%  
"/*."0##-&.&3(&/5&"%  
"/*."0#*&55*70$&%  
"/*."13%*/".*$0  
"/*."13%*/".*$0**  
"/*."13%*/".*$0***  
"/*."13%*/".*$0.6"4  
"/*."130(&63$&%  
"/*."130((-0#$&%  
"/*."3&/%"44.0%&3"50"  
"/*."3&/%"44.0%&3"50:  
"/*."3*4&37"%0--"30"  
"/*."3*4&37"%0--"30'  
"/*."3*4&37"%0--"30*  
"/*."3*41"3.*0"  
"/*."3644&--.6-5*"44&5 
"/*."4&-%*/".**  
"/*."4&-%*/".***  
"/*."4&-%*/".*7  
"/*."4&-%*/".*$"  
"/*."4&-&$5*0/  
"/*."4'03;&4$0"%  
"/*."45"3*5"-50105:%  
"/*."453"5&63"-50105"  
"/*."453"5&63"-50105:  
"/*."453"5*5""-50105"  
"/*."453"5*5""-50105:  
"/*."5"3(&5$&%0-"  
"/*."53*5"-105**  
"/*."53&6"-105**  
"/*."53&6"-105***  
"/*."53*5"-105***  
"/*."53$3&4045**  
"/*."53$3&44045  
"/*."53"("-50105  
"/*."53"(&6"-105  
"/*."53"(*5""-105  
"/*."53"(1-64**  
"/*."53"('-&9  
"/*."53"('-&9**  
"/*."53"((-0#"-&  
"/*."53"((-0#"-&**  
"/*."53"(.6-5*"44 
"/*."53"((-0#"-&  
"/*."53"($&%".&3*$"  
"/*."53"($&%&6301" 
"/*."53"($3&*5"-*"  
"/*."53"(%*/".*$0  
"/*."53"(&70-6;* 
"/*."53"(1-64  
"/*."7*4$0/5&0"% 
"/."$5*7&$633&/$:'-&9  
"/."/*.""-50105(-0#'  
"/."/*.""-50105&/;*"-&(-0#"-&$-"  
"/."/*."".&3*$"$-"  
"/."/*."".&3*$"'  
"/."/*."$"11*'  
"/."/*."$"11*/  
"/."/*."$"11*'  
"/."/*."$"11*/  
"/."/*."$"1*51*/  
"/."/*."$"1*51*'  
"/."/*."$"1*5"-&1*$-"  
"/."/*."$"1*5"-&1*$-"  
"/."/*."$"1*5"-&1*$-"  
"/."/*."$"1*5"-&1*0##$-" 
"/."/*."&.&3(&/5*$-"  
"/."/*."&.&3(&/5*'  
"/."/*."&6301"$-"  
"/."/*."&6301"'  
"/."/*."'0/%053"%*/($-"  
"/."/*."'0/%053"%*/('  
"/."/*."*/*;*"5*7"&6'  
"/."/*."*/*;*"5*7"&6301"$-"  
"/."/*."*5"-*"$-"  
"/."/*."*5"-*"'  
"/."/*."-*2&630$-"  
"/."/*."-*2&630'  
"/."/*."-*26*%*5&630$-*  
"/."/*."0#)*():*&-%"%  
"/."/*."0#)*():*&-%' 
"/."/*."0##$03103'  
"/."/*."0##&.&3('  
"/."/*."0##-&630$-" 
"/."/*."0##-&630'  
"/."/*."0##-*(";):$-"  
"/."/*."0##-*(";*0/"3*0$03103"5&$-"  
"/."/*."0##-*(";*0/"3*0&.&3(&/5&$-"  
"/."/*."1"$*'*$0$-"  
"/."/*."1"$*'*$0'  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


 
 







 
 
 
 
 
 
 




 

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

5*50-*

7"- 7"- %JGG


PHHJ *FSJ NFTJ

"/."/*."1*"/&5"$-"  


"/."/*."1*"/&5"' 
"/."/*."3*4&37"&.&3$-"  
"/."/*."3*4&37"&.&3'  
"/."/*."3*4&37"(-0#$-"  
"/."/*."3*4&37"(-0#' 
"/."/*."3*41"3.*0$-"  
"/."/*."3*41"3.*0'  
"/."/*."4"-7"%"/"*0$-"  
"/."/*."4"-7"%"/"*0'  
"/."/*."4'03;&4$0$-" 
"/."/*."4'03;&4$0'  
"/."/*."53.$&%**  
"/."/*."53"($&%  
"/."/*."53"($&%  
"/."/*."53"($&%  
"/."/*."53"($&%**  
"/."/*."53"(.$&%  
"/."/*."53"($&%  
"/."/*."53"(5$&%  
"/."/*."53"(**  
"/."/*."53"(6"3%0  
"/."/*."53"(6"3%0  
"/."/*."53*$0-03&$-"  
"/."/*."53*$0-03&'  
"/."/*."7"-03&(-0#'  
"/."/*."7"-03&(-0#"-&$-"  
"/."/*."7*4$0/5&0$-"  
"/."/*."7*4$0/5&0'  
"/.$"1*5"-&1*0##-'  
"/.$"1*5"-&1*0##-/  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

5&-
";*.65%*/".*$0  
";*.653&%%*5064" 
";*.654$6%0  
";*.6540-*%*5: 
";*.6545353&/%  
";*.6553&/%  
";*.6553&/%".&3*$"  
";*.6553&/%&6301" 
";*.6553&/%*5"-*"  
";*.6553&/%1"$*'*$0  
";*.6553&/%5"44*  
'03.6-""#40-65&  
'03.6-"5"3(&5  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

5&-
1*0/&63(07#5 &9.0/
$-"  
1*0/&63(07#5#  
1*0/&&3";$3&4$*5"$-" 
1*0/&&3";"3&"1"$*'*$0$-"  
1*0/&&3";7"-03&&63%*4$-" 
1*0/&&3";".#  
1*0/&&3";".$-"  
1*0/&&3";"3&"1"$*'#  
1*0/&&3";$3&4$*5"#  
1*0/&&3";&6301"#  
1*0/&&3";&6301"$-"  
1*0/&&3";1"&4*&.#  
1*0/&&3";1"&4*&.$-" 
1*0/&&3";7"-&6301"%*4#  
1*0/&&3$*.&630'*9*/$0.&  
1*0/&&3$*.(-0#"-&26*5:  
1*0/&&3&6(07.5%*4"  
1*0/&&3&6(07.5%*4#  
1*0/&&3*//07";"55#  
1*0/&&3-*26*%*5"&630  
1*0/&&30&630$&5%*4#  
1*0/&&30&630$&5%*4$-"  
1*0/&&30#$0".%*4"  
1*0/&&30#$0".%*4#  
1*0/&&30#1*6"%*453*## 
1*0/&&30#4*45*5"-*"$-"  
1*0/&&30#4*45*5"%*4#  
1*0/&&30##(-0):%*4"  
1*0/&&30##(-0):%*4# 
1*0/&&30##&630%*4$-"  
1*0/&&30##1"&4*&%*4# 
1*0/&&30##1"&4*&%*4$-"  
1*0/&&30##1*%*4$-"  
1*0/&&30##&630%*453#  
1*0/&&35"3(&5$0/530--0#  
1*0/&&35"3(&5$0/530--0$-"  
6/*$3&%*5&$03&"-&"  
6/*$3&%*5&$03&"-&#  
6/*$3&%*53&%%*50" 
6/*$3&%*53&%%*50#  
6/*$3&%*540-1"&."  
6/*$3&%*540-1"&.#  
6/*$3&%*540-6;*0/&"  
6/*$3&%*540-6;*0/&# 
6/*$3&%*540-6;*0/&"  
6/*$3&%*540-6;*0/&# 
6/*$3&%*540-6;*0/&"  
6/*$3&%*540-6;*0/&# 
6/*$3&%*540-6;*0/&#5"  
6/*$3&%*540-6;*0/&#5# 
6/*$3&%*553&/%"  
6/*$3&%*553&/%#  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

ESTRATTO BANDO
DI GARA
Si comunica che con deliberazione n.
1455 del 12.10.2015 si proceduto
ad autorizzare l'esperimento della
gara a procedura aperta per l'aggiudicazione del servizio di gestione, distribuzione e fornitura dei gas medicinali,
tecnici ed altri gas ad uso umano
compresa la manutenzione degli impianti di stoccaggio, produzione onsite e della rete di distribuzione presso
i Presidi Ospedalieri ed i Poliambulatori dell'Azienda Unit Sanitaria Locale ROMA C per un importo annuo a
base di gara di Euro 923.670,60 + iva.
Data scadenza presentazione offerte
ore 12:00 del 11.01.2016. Bando integrale
pubblicato
sul
sito
www.aslrmc.it. Info: UOC Ingegneria
Clinica tel. 06.51003741 - fax
06.51009006 - email: gae@aslrmc.it
CIG: 64507195B7 pubblicato sulla
G.U. della Repubblica Italiana - Serie
Speciale n. 136 del 18/11/15.
Roma, l 13/11/2015
IL DIRETTORE GENERALE
DOTT. CARLO SAITTO


NBY

DBQ
JONJM
EJ

 

 

 

  
 

 

 

 

  
  
  
 

  
 

  
 

 

 

  
 

 

 


1"/"3*"(3061
1"3."-"5
1*"((*0
1*&33&1*/*/'"3*/"
1*26"%30
1*3&--*$3/$
10-*(34'"645*/0
10-*(3"'*$*&%*503*"-&
101&.*-*"30."(/"
10140/%3*0
1045&*5"-*"/&
13&-*04
13&.6%"
13*."*/%6453*&
13:4.*"/
3
3%&.&%*$*
3"*8":
3"55*
3$4.&%*"(3061
3&$03%"5*
3&1-:
3&5&-*5
3*4"/".&/50
30444
4
4"#"'41"
4"&4
4"&43/$
4"'*-0(3061
4"*1&.
4"*1&.3*41
4"-*/**.13&(*-0
4"-*/**.13&(*-03/$
4"3"4
4"7&
4&"51(
4&"51(3
4&37*;**5"-*"
4&4"
4*"4
4*/5&4*
4/"*
4/".
40(&'*
4041"$&
45&'"/&45&'"/&-3*41
45.*$30&-&$53
5
5".#63*
5"4
5&-&$0.*5
5&-&$0.*53/$
5&/"3*4
5&3/"
5&3/*&/&3(*"
5&4.&$
5*4$"-*
50%4
504$"/""&301035*
53&7*'*/*/%
595&40-65*0/
6
6#*#"/$"
6/*$3&%*5
6/*$3&%*53*41
6/*106/*10-4"*
7
7"-40*"
7*"/*/**/%6453*"
7*"/*/*-"703*
7*5503*""44
:
:009
;
;*(/"(07&530
;6$$)*
;6$$)*3/$

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


















 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 











 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 

  
 

  
 

  
 

 

 

 

 

  
 

 

  
 

 

 

 

 

 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

  
  
 

  
 

 

 

  
 

 

 


 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

  
  
 

  
  

 
 
 
 

 
 
 
 

 
 
 
 

 
 
 
 

 
 
 
 






 

 

 

 

 



 
 
 

 
 


 
 
 

 
 
 

 
 
 





Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

-FUUFSF
$PNNFOUJ
*EFF

-"55*7*4.0%*1"3*(*
&-*5"-*""#"440130'*-0

-BDVMUVSBEFMSJTQFUUP

45&'"/0'0--*

UTTO corre molto in fretta in Europa dopo le


stragi di Parigi. Si creato di fatto un asse fra
Parigi e Mosca. Da un lato, Hollande che continua a bombardare le posizioni dellIs in Siria; dallaltro, Putin che gli d man forte, fino al punto da prendere in prestito la retorica occidentale dei
momenti cruciali. Una minaccia analoga a quella
di Hitler fu largomento usato dalla Casa Bianca
per motivare lattacco a Saddam Hussein sia nella
prima sia nella seconda guerra del Golfo. Ed la stessa immagine usata ieri dal presidente russo per spiegare lintensificarsi dei bombardamenti contro lo
Stato islamico. Non solo. Putin ha messo sul tavolo i
224 morti dellaereo precipitato nel Sinai: per la prima volta in modo inequivocabile Mosca ha attribuito la catastrofe a un attentato dei fondamentalisti.
Cos tutto si tiene: i morti francesi a Parigi e i morti russi di Sharm. Un filo rosso inedito con Hollande
pronto a incarnare un nuovo protagonismo, impensabile fino a qualche tempo fa in un uomo cos poco
carismatico. Tuttavia sono gli eventi eccezionali, e
quindi le guerre, a plasmare i leader e pu darsi che
il socialista Hollande sia entrato nei panni che non
era riuscito a indossare, se non per un attimo, in
gennaio dopo lattentato di Charlie Hebdo. Che il
presidente stia pensando anche alle elezioni regionali e a come rintuzzare Marine Le Pen, non c dubbio. Ma ci non toglie che la sua iniziativa, rafforzata dallintesa con Putin, ha spiazzato il resto dellEuropa.
Federica Mogherini, commissario
*- per la politica estera, ha assicurato a
16/ Parigi lassistenza militare richie50 sta, ma ovviamente alle varie capitali che si guarda. Dove, un po ovunque, domina la prudenza, forse anche il fastidio per lattivismo francese. Di questa
cautela un perfetto esempio lItalia di Renzi. Il premier parla di mettere a punto con i partner una strategia entro cui comprendere tutte le opzioni, quindi
in via teorica anche un intervento militare concertato. Ma chiaro che si pensa ad altro: indagini, lavoro
di intelligence, ricerca di strumenti tecnologici innovativi per prevenire altri attentati. Cos facendo
si rischia di perdere di vista il punto politico: e cio
che la gravit della crisi potrebbe cambiare a medio
termine gli equilibri europei. Dopo aver accettato o
subto per anni legemonia tedesca, oggi la Francia,
spinta dalle circostanze, tornerebbe a svolgere un
ruolo di primo piano sulla scena continentale. E per
un paradosso della storia il paese pi ostile allintegrazione potrebbe cambiare spartito, innescando
un meccanismo in grado di condurre, se non altro, a
un nucleo di difesa comune.
Non un caso che Parigi insista in questi giorni
sulla necessit di abbattere i paletti dellausterit
economica e di accettare un livello pi alto di deficit
per finanziare gli strumenti militari. unaltra sfida implicita alla visione europea della Germania, a
cui per ora la Merkel non ha dato risposta. LItalia,
come si detto, tiene un profilo molto basso, anche
se la rottura dei parametri sarebbe nel nostro interesse. Eppure il protagonismo solitario di Hollande
non gradito a Palazzo Chigi. Forse perch il ricordo delle imprese in Libia di Sarkozy ancora troppo
vivo, o forse per altre gelosie. Certo, oggi il contesto
del tutto diverso, anche perch il presidente francese chiede, anzi implora che si crei una coalizione
europea. Difficilmente la otterr, ma lalleanza bilaterale con Putin gi di per s rappresenta unasimmetria clamorosa rispetto al solito tran tran
dellUnione.
Renzi ha scelto invece di tenersi stretto a Obama,
come si visto al G20. Tuttavia il presidente americano sta entrando nellultimo anno di mandato e
sembra chiara la sua intenzione di evitare in ogni
modo problemi che lo farebbero scivolare lungo un
piano inclinato. Apprezza senza dubbio la sponda
italiana e a sua volta Roma ricava dei vantaggi da
questa riaffermata lealt, ad esempio la partecipazione di Gentiloni ai colloqui di Vienna sulla Siria.
Ma questa prudenza diplomatica non serve a molto
se si ignora lo sfondo politico europeo modificato in
modo forse irreversibile dalle bombe di venerd 13.
Putin lo ha capito; altri nellUnione, no.

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

$033"%0"6(*"4
DBVHJBT!SFQVCCMJDBJU

4FSFOB4UBNQJ#BSCBUJ
TFSFOBTUBNQJ!HNBJMDPN

*
-FUUFSF
7JB$SJTUPGPSP
$PMPNCP 
3PNB
'BY

*OUFSOFU
SVCSJDBMFUUFSF
!SFQVCCMJDBJU

NFATTI lepisodio sarebbe solo ridicolo se non rive-

lasse uno smarrimento preoccupante da parte di


insegnanti o responsabili di istituto che nellattuale atmosfera di confusione ideologica non sanno pi
come comportarsi. Questo Paese e lEuropa nel suo
complesso hanno una storia legata al cristianesimo.
Storia unitaria fino ai primi decenni del XVI secolo,
poi divisa tra cattolici e protestanti, comunque una
storia cristiana con tutto il bene e il male (le guerre di
religione, leliminazione degli eretici) che questo ha
voluto dire. Questa storia stata e continua ad essere una potente ispiratrice di arte sacra rimasta per
secoli lunica forma darte figurativa praticata anche
perch ecclesiastica era nella maggior parte dei casi
la committenza. Venire in Italia o in Europa e pretendere di chiudere gli occhi davanti a questo dato indiscutibile non permesso. Chi viene qui dovrebbe essere tenuto ad accettare le tradizioni e le regole che qui
vigono. Quelle povere maestre smarrite hanno salta-

2VFMMFQBSPMF
EJTQFSBO[B

7PSSFJVOBDJUU
BQSPWBEJTJDVSF[[B

.BSJB(SB[JB%FQB
NHEFQB!ZBIPPJU

-FUUFSBGJSNBUB
3PNB

Ho letto il messaggio di Antoine Leiris per la morte di sua moglie al Batclan e le parole dei genitori di Valeria Solesin, e mi sono chiesta come facciano certe
persone a essere cos incredibilmente belle. Di fronte al chiasso sguaiato di chi sfrutta politicamente un dolore cos grande,
le loro parole rappresentano la
pi nobile difesa di tutto ci che
noi chiamiamo complessivamente democrazia. Posso solo
ringraziarli per aver detto ci
che molti di noi non saprebbero
mai dire in una situazione simile. Vorrei dire loro che no, non
avranno neanche il nostro odio.

Prendo tutti i giorni i mezzi pubblici e mi sposto per la citt per


lavoro e per motivi familiari, anche con due bambini di otto e
dieci anni. Luned mattina mi
sono mossa per Roma come
sempre con i mezzi pubblici e
ho preso la metropolitana pi
volte in pi punti della citt.

-BNBDB

-BGPS[B
EFMMBNVTJDB
(MPSJB
.JMBOP
Ieri mattina, mentre, come al
solito, raggiungevo la stazione
ferroviaria per inabissarmi sul
treno dei pendolari, una piacevole sorpresa sonora mi attendeva sul piazzale: un gruppetto
di ragazzi aveva installato due
casse da concerto con musica
rock a tutto volume. Una musica ritmata, come un urlo di liberazione. Che sia o no la ragione
di una tale iniziativa, questo il
modo giusto per reagire allevento di Parigi: aggredire con
la musica, con il rock, che i fondamentalisti temono tanto. Temono lo stile di vita cosiddetto
occidentale. Possiamo e dobbiamo combattere lIs non solo con
la musica, ma con lo sport, le
danze, le abbuffate ai ristoranti, i film comici. Dobbiamo rispondere con la gioia di vivere.

"

to un passaggio fondamentale che opportunamente


spiegato avrebbe invece aiutato la formazione dei giovani a loro affidati, cattolici o no che fossero. Ma in
realt il discorso molto pi ampio del deplorevole
episodio fiorentino. Il presidente iraniano Rohani
(che dopo il massacro di Parigi ha annullato il viaggio) aveva chiesto che alla cena di gala allEliseo non
fosse servito il vino. Il presidente Hollande a quel punto ha annullato la cena dimostrando ammirevole fermezza. Chi secondo precetto religioso deve astenersi
dagli alcolici semplicemente non beve; ma non pu
impedire agli altri di farlo. Questa mentalit propria
di ogni religione che si ritenga depositaria di verit,
compreso il cattolicesimo che esempio storico
ha impedito per anni che in Italia fosse introdotto il divorzio. Una tolleranza laica il solo principio che assicuri la convivenza: obbedienza alla propria fede nel rispetto di quella altrui.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Nellarco di tutti gli spostamenti in entrata e in uscita dalla metropolitana allinterno dei gabbiotti non cera nessuno. Nessuno a controllare chi entrava.
Allinterno dei gabbiotti ci sono
anche le telecamere che consentono di vedere ci che succede sotto le stazioni delle metropolitane, controllo che dovrebbe essere costante. Alcune volte ho visto il personale solo sulle banchine. Come posso sentirmi protetta e tutelata dopo che
hanno sbandierato linnalzamento delle misure di sicurez-

.*$)&-&4&33"

L Bataclan si flirtava con il diavolo, essendo noi oc-

cidentali dimentichi di Dio e per questo imbelli, e


per questo vittime predestinate di chi (i musulmani) nel proprio Dio ha fede. una sintesi (non credo arbitraria) delleditoriale di Giuliano Ferrara sul Foglio di
ieri; da ritagliare per la sua magistrale capacit di esprimere (altro che Fallaci) il jihadismo nostrano, ovvero il guerrasantismo paracristiano. Cristiano no, perch il papa non
spara e al papa i cristiani devono obbedire.
Ferrara sospetta del rock, un po alla maniera di quei preti
orecchiuti che facevano girare i dischi al contrario per svelare la voce del diavolo. Sono dettagli, questi, sui quali si potrebbe anche sorvolare, a meno che si abbia un parente o
un amico o un amore morto al Bataclan, nel quale caso limpulso francamente quello di fare ingoiare a chi lo pronuncia (musulmano o cristiano che sia) il suo rimbrotto, per
giunta post mortem, a proposito di ragazze e ragazzi che
ballano, bevono e scopano, attivit di per s non irreligiose
e certamente, comunque, tipiche degli umani. Il problema
che rimproverare i gaudenti (colpevoli di fare lamore e
non la guerra), oppure prendere per i fondelli il pianista di
strada che suona Imagine, come il Foglio fa con il suo
gongolante snobismo, perfino pi facile che balbettare le
solite e retoriche parole di dolore e di cordoglio, come facciamo noi che siamo pop e dunque banali. In pace come in
guerra, la spocchia fa molti pi guasti del diavolo.

za e invece c il nulla? I mezzi


pubblici non sono punti sensibili? Sono impaurita, vorrei vivere una vita normale sentendomi tutelata.

*SJDPSTJ
BM5BS
1JFSMVJHJ.BOUJOJ
1SFTJEFOUF$PNNJTTJPOF3JGPSNF
$POTJHMJPEJ1SFTJEFO[B
EFMMB(JVTUJ[JBBNNJOJTUSBUJWB
Ringrazio Roberto Mania per il
documentato articolo LItalia
bloccata dai ricorsi al Tar (luned su "GGBSJ  F  GJOBO[B). A
qualcuno dei miei colleghi non
piaciuto, a me s. Emerge bene che il cuore del problema
non il giudice amministrativo
(circa 400 in Italia, 1200 in
Francia, 2300 in Germania)
ma lassenza di certezza del diritto, le troppe regole, il formalismo giuridico. Ad abolirlo non
ci pensa pi nessuno, ma andrebbe riformato. La responsabilit disciplinare non pu essere quella del decoro e del prestigio ante Costituzione, la progressione di carriera non pu
aversi solo per anzianit e non
demerito, gli incarichi extra
giudiziari devono avere un pi
chiaro limite. Il Consiglio di Presidenza della Giustizia amministrativa, organo di autogoverno, molto impegnato in questa direzione. Ma possibile anche migliorare la performance
della giurisdizione: affidando alcune materie al giudice monocratico anzich collegiale e anche prevedendo udienze di rottamazione dei ricorsi pi vecchi e inattuali. E in materia di
appalti, sollecitati dalla legge
delega, si potrebbe anticipare
il ricorso contro le esclusioni e
le ammissioni alle gare (il 70
per cento del contenzioso) risparmiando tempo prezioso.

3*130%6;*0/&3*4&37"5"
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

(SVQQP&EJUPSJBMF-&TQSFTTP4QB

(SFHPSJP#PUUB %BSJP$SFTUP%JOB
"OHFMP3JOBMEJ "35%*3&$503

%JSFUUPSJDFOUSBMJ
1JFSBOHFMP$BMFHBSJ 130%6;*0/&&4*45&.**/'03."5*$*

4UFGBOP.JHOBOFHP 3&-";*0/*&45&3/&

3PCFSUP.PSP 3*4034&6."/&

$FSUJGJDBUP"%4O
EFM

7*$&%*3&5503*"OHFMP"RVBSP 'BCJP#PHP 

$0/4*(-*0%*"..*/*453";*0/&
13&4*%&/5&$BSMP%F#FOFEFUUJ
"..*/*453"503&%&-&("50.POJDB.POEBSEJOJ
$0/4*(-*&3*.BTTJNP#FMDSFEJ "HBS#SVHJBWJOJ 

%JWJTJPOF4UBNQB/B[JPOBMF

3&410/4"#*-&%&-53"55".&/50%"5* %-(4/

&;*0."6303&(*453";*0/&53*#6/"-&%*30."/%&-

-BUJSBUVSBEFiMB3FQVCCMJDBwEJNBSUFE
OPWFNCSFTUBUBEJDPQJF

%JSF[JPOF
&[JP.BVSP%*3&5503&3&410/4"#*-&
'0/%"503&&6(&/*04$"-'"3*

ARO Augias, un senso di angoscia mi ha colto nel leggere larticolo Quellarte sacra turba i non cattolici
dove si afferma che stata sospesa la visita di una scuola elementare di Firenze alla mostra di Palazzo
Strozzi in quanto la visione di crocifissioni o di altri simboli religiosi avrebbe potuto urtare i non cattolici.
Siamo quindi passati da autoritarismi di una epoca ormai remota, dove il cattolicesimo imperava sovrano, ad un
eccessivo rispetto per le altre confessioni, un politicamente corretto che stona con i principi di democrazia e
libert, oserei dire un pericoloso fondamentalismo che si associa a certi riprovevoli comportamenti di altre
credenze. Seguendo questo principio, i cattolici non dovrebbero visitare le moschee o i luoghi di culto anglicani
del Regno Unito fino alla magnifica Chiesa ortodossa di Gerusalemme in quanto rappresentanti credenze
diverse e offensive per il proprio dogma. Sono invece splendidi monumenti rappresentativi di storie e culture
diverse cos come la mostra in oggetto, la quale, con capolavori di Chagall, Van Gogh e altri artisti di fatto arte e
non un percorso destinato a catechizzare i bambini.

$"103&%"5503&$&/53"-&.BTTJNP7JODFO[J
$"103&%"5503&7*$"3*07BMFOUJOB%FTBMWP
$"103&%"5503&*/5&3/&5(JVTFQQF4NPSUP

"MCFSUP$M 3PEPMGP%F#FOFEFUUJ
'SBODFTDP%JOJ 4JMWJB.FSMP &MJTBCFUUB0MJWFSJ 
-VDB1BSBWJDJOJ$SFTQJ .JDIBFM;BPVJ

7*"$3*450'030$0-0.#0 30."
%*3&5503&(&/&3"-&$PSSBEP$PSSBEJ
7*$&%*3&5503&(JPSHJP.BSUFMMJ

3&%";*0/&$&/53"-&30." 7*"$3*450'030$0-0.#0 5&- 3&%";*0/&.*-"/07*"/&37&4" 5&-3&%";*0/&503*/07*"#36/0#60;;* 5&-3&%";*0/&#0-0(/"7*"-&4*-7"/* 5&-3&%";*0/&'*3&/;&7*""-'0/40-"."3.03" UFM3&%";*0/&/"10-*3*7*&3"%*$)*"*" 


5&-3&%";*0/&(&/07"7*"30$$"5"(-*"5"$&$$"3%* */55&-3&%";*0/&1"-&3.07*"13*/$*1&%*#&-.0/5& $5&-3&%";*0/&#"3*$03407*5503*0&."/6&-&** 5&-16##-*$*5"."/;0/*$7*"/&37&4" .*-"/05*10(3"'*"3050$0-0341"30." 7*"$3*450'030$0-0.#0 
45".1"&%*;*0/*5&-&53"4.&44&#"3*%&%"-0-*5045".1"43-7*"4"7&3*0.*-&--"  $"5"/*"&5*441";0/"*/%6453*"-&7***453"%"-*703/0'*/=&(*-&%*503*"-&7*"%&--"35*(*"/"50."/507"'*/&(*-&%*503*"-&13&440$*5&.40$$001"3-7*"('-6$$)*/*1"%&3/0%6(/"/0 .*
3050$0-0341"7*"/";"3*04"630 1"%07"'*/&(*-&%*503*"-&7*"-&%&--"
/"7*(";*0/&*/5&3/" 30."3050$0-0341"7*"%&-$"4"-$"7"--"3* 4"44"3*i-"/607"4"3%&(/"w41";0/"*/%6453*"-&13&%%"/*&%%"/03%453"%"/4/$(044&-*&4 #&-(*0
&63013*/5&34""7&/6&+&"/.&3.0;/03800% /&8+&34&:
64"i(36110&%*503*"-&0((**/$w 8"-/65453&&5."-5".*--&3/&8413*/5-*.*5&%.*--&3
)064& "*310358":5"39*&/30"%-62"-2"(3&$*".*-,30%*(*5"-)&--"4-5%)&1)"&4506453&&5,0301*(3&&$&"##0/".&/5**5"-*" $$1/30."
"//0 $0/4%&$&/1045"
&630  4&55&/6.&3*
&630  4&*/6.&3*
&630  $*/26&/6.&3*
5&- %"5&-&'0/*16##-*$*0$&--6-"3*
&."*-
"##0/".&/5*!3&16##-*$"*5"33&53"5*&4&37*;*0$-*&/5*8884&37*;*0$-*&/5*3&16##-*$"*5 &."*-4&37*;*0$-*&/5*!3&16##-*$"*5 5&- %"5&-&'0/*16##-*$*0$&--6-"3*
(-*03"3*40/0%"--6/&%"-7&/&3% *-$0450."44*.0%&--"5&-&'0/"5"%"3&5&'*44"%* $&/5"-.*/650  $&/5%*&630"--"3*41045" *7"*/$-64"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

-FUUFSF
$PNNFOUJ
*EFF



1&34"1&3/&%*1*
NPJTFTOBJNDPN
XXXHPWFSOPJU

&$$0$04"45"3*70-6;*0/"/%0
-&(6&33&%&-5&3;0.*--&//*0
.0*44/".

#6$$)*

N tempo erano fra trib. O fra citt-Stato. O un impero contro un altro. Oppure fra nazioni. Ma oggi chi che muove
guerra? Lo Stato islamico ha dichiarato guerra a Paesi, religioni, sette. E anche a gruppi come al Qaeda, Hamas,
Hezbollah e i Talebani. Ma che cos lo Stato islamico? Nonostante
i suoi sforzi per sembrare uno Stato e svolgere alcune delle funzioni normalmente svolte dai governi, lIs (o Daesh) non uno Stato,
bens unorganizzazione terroristica difficile da classificare, non
governativa, militarizzata e islamista, sostanzialmente priva di requisiti di statualit.
E qui si annida un problema.
In relazione al massacro di Pari- provvisati, bombe di fabbricagi, il presidente Franois Hol- zione artigianale solitamente
lande ha detto: Questo un at- collocate vicino a una localit
to di guerra condotto da un molto trafficata e fatte esplodeesercito terrorista. Gli atti di re a distanza, con un telefono
guerra un tempo erano il mono- cellulare o anche un semplice
polio degli Stati-nazione. evi- telecomando apriporta. Sostandente che non pi cos. Un zialmente si tratta di mine antitempo si parlava di bande o uomo artigianali, e le mine antigruppi terroristi. Ora non uomo sono armi che fanno parpi. E il presidente Barack Oba- te da tempo degli arsenali milima ha detto che gli attacchi di tari di ogni Paese. Ma mentre
Parigi non sono stati solo un attacco contro la Francia, ma un
attacco contro lumanit e i valori universali che tutti condividiamo. Da questo punto di vista, non uno Stato-nazione e i
suoi cittadini che sono stati attaccati a Parigi, ma un insieme
di credenze e di principi. evidente che abbiamo bisogno di
un nuovo linguaggio per capire
quello che sta succedendo.
E pi di dieci anni dopo gli attacchi terroristici dell11 settembre 2001 negli Stati Uniti,
le teorie prevalenti sulla natura

nella seconda guerra mondiale


le mine causarono il 5 per cento
delle vittime militari americane, nelle guerre di Iraq e Afghanistan sono state responsabili
della stragrande maggioranza
dei caduti. Ultimamente questi
ordigni improvvisati, oltre che
seppelliti sotto una strada in attesa del passaggio di una macchina o di un plotone di soldati,
e poi fatti esplodere a distanza,
vengono agganciati al corpo di
un attentatore suicida, diventando unarma devastante ed
efficace, come si visto negli attacchi di Parigi.
Unaltra arma nuova, che sta
cambiando anchessa la natura
della guerra nel XXI secolo, sono i droni, velivoli senza pilota
comandati a distanza. Gran parte dei leader di al Qaeda, dei Talebani e dello Stato islamico sono stati uccisi mediante missili

lanciati da droni. Anche se di solito sono le forze armate tecnologicamente avanzate del pianeta e in particolare gli Stati
Uniti a usare i droni, solo
questione di tempo prima che
anche i gruppi terroristici comincino a utilizzarli. Purtroppo, la combinazione di ordini
improvvisati e droni offre unaltra nuova e potente arma ai terroristi.
Infine la cyberguerra. Oggi
quasi tutte le forze armate del
mondo dispongono di persone
e risorse dedicate esclusivamente a difendere la loro nazione contro attacchi informatici,
e per spiare e lanciare attacchi
informatici contro altre nazioni. I gruppi terroristici hanno
imparato anche loro a usare internet per coordinare e finanziare le loro operazioni, reclutare militanti in tutto il mondo e
lanciare efficaci campagne di
propaganda.
Che coshanno in comune
questi quattro tipi di armi che
stanno rivoluzionando le guerre? Che non sono pi il monopolio dei militari e dei loro governi. In passato, le armi pi importanti e letali erano sotto il controllo di forze armate professionali e dei rispettivi governi. Ora
non pi. Ora potete comprare
un drone online e trovare su internet le istruzioni per fabbricare un esplosivo artigianale. E se
siete in grado di farlo voi, sono

/POPTUBOUF
JTVPJTGPS[J
MP4UBUPJTMBNJDP
VOPSHBOJTNP
UFSSPSJTUJDPQSJWP
EJRVBMVORVF
SFRVJTJUP
EJTUBUVBMJU

della minaccia, le sue cause e i


modi migliori per combatterla
sono confuse e fonte di dibattiti
accesi quanto inconcludenti.
Ma c di pi. Questo nuovo
secolo non ci ha portato solo
nuove forme di conflitto armato e nuovi tipi di combattenti,
ma ha anche trasformato le armi pi usate, quelle che fanno
pi morti e pi danni. Esplosivi
artigianali, droni o velivoli telecomandati, cyberguerre e attentatori suicidi sono le armi
pi distruttive, diffuse e letali
nei conflitti odierni.
Luso degli attentatori suicidi, ovviamente, non una novit. Nella seconda guerra mondiale, per esempio, 3.860 piloti
militari giapponesi, i famosi kamikaze, si suicidarono cercando di portare il proprio aereo a
schiantarsi contro una nave nemica (solo il 19 per cento di loro
ci riusc). Fra il 1981 e il giugno
di questanno, invece, ci sono
stati 4.620 attacchi suicidi che
hanno fatto 45mila vittime. A
questo triste numero dobbiamo ora aggiungere le vittime
della recente carneficina a Parigi, e altre in altri Paesi.
Una ulteriore arma usata
sempre pi di frequente, e che
ha avuto un impatto distruttivo enorme, sono gli ordigni im-

*DPOGMJUUJOPO
SJHVBSEBOPQJTPMP
JHPWFSOJPSBTPOP
EFUFSNJOBUJEB
HSVQQJEJOEJWJEVJ
DPOOVPWFTUSBUFHJF
UFDOPMPHJFFGPSNF
EPSHBOJ[[B[JPOF

in grado di farlo anche i terroristi. Inoltre, alcuni gruppi terroristici hanno a disposizione persone disposte a suicidarsi,
unopzione che gli eserciti delle
democrazie contemporanee
non hanno.
Le guerre non sono pi solo
una faccenda che riguarda i governi. Come quello che sta succedendo in moltissimi altri ambiti dellattivit umana, dal
prendere un taxi al prenotare
una stanza dove dormire, la
guerra rivoluzionata da gruppi e individui che mettono insieme tecnologie, strategie e forme di organizzazione nuove
per alterarne in modo drastico
la natura.
Significa che i terroristi hanno dei vantaggi che gli garantiscono la vittoria nel lungo periodo? Ovviamente no. Ma per fermarli e fare in modo che eventi
come quelli che abbiamo visto
a Parigi non si ripetano bisogner che le democrazie cambino
radicalmente il loro modo di
concepire la guerra, i combattenti, le armi, lintelligence e lo
spionaggio. Dobbiamo distruggere i distruttori.

UXJUUFS!NPJTFTOBJN
5SBEV[JPOF
EJ'BCJP(BMJNCFSUJ

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



.&3$0-&%  /07&.#3& 

*-$"40

2VFMMBGBDDJOB
DIFWBMF
QJEJNJMMF
QBSPMF
45&'"/0#"35&;;"()*

(-*41&55"$0-*

$PO3VCJOJ
VOBMVOHBOPUUF
EJUSBQQPMF
FSJWFMB[JPOJ
/"5"-*""41&4*

-FQJDDPMFJNQSFTFIBOOPTDPQFSUP
DIFQPTTPOPSBHHJVOHFSFDMJFOUJJOUVUUP
JMNPOEP$PTJMDBGGOBQPMFUBOP JWFUSJ
EJ.VSBOPFQFSTJOPJMNBSNPEJ$BSSBSB
DPORVJTUBOPOVPWJNFSDBUJ-BMJNFOUBSF
JOQSJNBGJMBNBBODIFJQSPEPUUJQJ
PSJHJOBMJTPOPQBSUJDPMBSNFOUFSJDIJFTUJ
&PSB(PPHMFF"NB[POTJGBOOPBWBOUJ

Imprese che dispongono di un proprio sito internet

1"0-0(3*4&3*
ea una di
quelle donne
in perpetuo
movimento di
pensieri, di
sentimenti, di emozioni e di azioni. Ora per ha deciso di fermarsi, una sosta per riprendere fiato. Seduta in quel bar che affaccia sullorizzonte senza fine del
mare blu, Bea fissa limpronta
che il rossetto ha lasciato sulla
tazzina bianca del suo caff. Lo
sorseggia, poi si perde in quella
vista che incanto. La prosa
di Luca Carbonelli, artigiano torrefattore dellinterland napoletano. E sbarcato su internet
quasi per disperazione: La crisi
ci stava facendo chiudere. Qui a
Melito di Napoli subivamo la
concorrenza dei grandi marchi
che invadevano i supermercati
a prezzi bassi. Nel 2006 abbia-

j#

Quote % sul totale per classi di addetti

60,8

86,7

97,7

1-9

10-20

oltre 20

numero di addetti
FONTE: Centro Studi CNA

mo cominciato a giocare la carta


di internet. Sembrava lultima
spiaggia. E invece abbiamo svoltato. In poco tempo abbiamo
quadruplicato il fatturato e ora
vendiamo in tutta Europa. Va
bene. Ma Bea, la storia del bar
sul mare, il rossetto sulla tazza...
era proprio necessaria? Su internet fondamentale. Io non
posso far sentire laroma ai miei
clienti in Germania. Devo raccontargli la storia, invogliarli,
convincerli che il caff Carbonelli ha una torrefazione speciale,
unica al mondo. Solo cosi riusciamo ad avere un negozio con 7 miliardi di clienti potenziali.
Il produttore di caff di Melito di Napoli lesempio di una
nuova generazione di artigiani
che attraverso internet uniscono tradizione e innovazione: producono locale e vendono globale. Un recente accordo tra Cna,
che rappresenta quasi 700 mila

"SUJHJBOJDPN

artigiani italiani, e due colossi


della rete come Google e Amazon, cerca di favorire il cambio
di pelle nelle piccole e piccolissime aziende. Il futuro cambiato, dice Luca Iaia, responsabile
della comunicazione digitale di
Cna. E spiega che per lartigianato italiano, sempre pi apprezzato nel mondo, internet
rappresenta lo strumento di
una potenziale rinascita. Cna
ha commissionato unindagine
sullItalia digitale e le imprese.
E stato scelto un campione di
3.056 aziende e di queste circa
l85 per cento ha meno di 10 addetti. Una proporzione che rappresenta fedelmente il panorama italiano. La digitalizzazione
delle micro imprese, quelle fino
a 9 dipendenti, ancora relativamente bassa: solo il 61 per cento
ha un sito internet. Nelle imprese oltre i 20 addetti la percentuale sale al 97,7 per cento, praticamente la totalit. Eppure proprio nelle imprese di dimensioni
molto ridotte che si nascondono
produzioni molto particolari e
dal mercato potenziale molto vasto. Quel che conta - dice Giulio
Lampugnani, responsabile del
progetto Made in Italy di Amazon - saper utilizzare la rete, conoscerne le regole e le malizie.
In Gran Bretagna e in Usa, ad
esempio, lartigianato dei gioielli e del design italiano molto apprezzato. Ma dimostrato che
se si riesce a inserire sul sito un
riferimeno ai vetri di Murano il
pubblico inglese si dimostra particolarmente sensibile. Amazon
ha cominciato a costruire una vetrina del Made in Italy (amazon.it/madeinitaly) partendo
dai prodotti di artigianato fiorentino per allargare a circa 100
botteghe di ogni parte dItalia.

Per ora - spiega Lampugnani ci siamo limitati allabbigliamento, larredamento e loreficeria. Manca insomma, accanto al lusso e alla creativit, laltro grande atout dellartigianato italiano rappresentato dalla
produzione alimentare.
Nonostante tutti gli accorgimenti per rendere pi appetibile il proprio sito, chiaro che internet non va bene per tutti: E
molto pi difficile avere il salto
di qualit per certi settori merceologici, ammette Iaia che cura il progetto Digitaly (www.digitalyimprese.it). La ricerca di
Cna mette in evidenza che il 77
per cento delle aziende alimentari dispone di un sito internet
mentre la percentuale crolla al
48 nei trasporti e al 52 nel settore delle costruzioni. Ma anche
vero che il diffondersi della digitalizzazione finir per modificare la mappa dellartigianato ita-

-BDPODPSSFO[B
BHHVFSSJUBFOPOCBTUB
VODPNQVUFSQFS
GBSDSFTDFSFHMJBGGBSJ
liano premiando le aziende che
hanno un prodotto originale da
proprorre (o sono particolarmente brave a farlo credere agli
utenti del web) e condannando
allestinzione quelle che non
hanno una particolare specializzazione.
Non di rado - racconta Lampugnani - sono i figili o i nipoti
dellartigiano ad aiutarlo ad
orientarsi. Nella rete contano le
immagini, i video, le suggestioni. Ci sono degli accorgimenti
imprescindibili, delle parole

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

.&3$0-&%  /07&.#3& 


7"$$"30/0 (00(-&

i8FCPSFBMF
OFMCVTJOFTT
OPODQJ
EJGGFSFO[Bw
'*-*1104"/5&--*
ON sono due mondi separati: gli affari tradizionali
contro quelli su Internet. Domani ogni business sar un business Internet. Se la Rete il Gran Bazar del mondo, Google il suo ingresso principale.
La guida che indirizza i consumatori, premia chi si sa far trovare,
penalizza gli altri. Cavalcare la
rivoluzione digitale non richiede
grandi investimenti, dice il numero uno della societ in Italia
Fabio Vaccarono, 44 anni. la
mentalit degli imprenditori che
deve cambiare.
Oggi solo una Pmi su dieci vende in Rete. Cosa perdono le altre nove?
Laccesso a quasi 3 miliardi
di consumatori globali, che entro
il 2020 diventeranno 5. Perdono
lopportunit di diventare delle
piccole multinazionali, perch le
eccellenze del made in Italy sono
ricercate in Rete in tutto il mondo.
Dura spiegare il web a una piccola azienda, magari familiare.
Laspetto centrale diffondere una nuova cultura. Il 40% dei
piccoli imprenditori dice che Internet non importante. Noi
spieghiamo che non ha senso separare gli affari tradizionali dalla
Rete: il digitale sta cambiando
tutta lazienda. Per i consumatori gi non c differenza, si spostano di continuo tra offline e online.
Chi potrebbe portare questa
mentalit nelle imprese?
Senza dubbio i giovani. Ma
c anche il problema opposto:
un imprenditore su quattro, tra
quelli che vogliono digitalizzarsi,
non trova le persone adatte. Per
questo, con ministero del Lavoro
e Unioncamere abbiamo lanciato il progetto Crescere in digitale. Formiamo agli strumenti della Rete ragazzi disoccupati, con
la possibilit di un tirocinio finale. Hanno aderito circa 2mila
aziende, segno che la consapevolezza sta crescendo. Anche se la
dispersione del tessuto produttivo italiano non facilita questa attivit di sensibilizzazione.
Poi sul digitale bisogna pure
investire, tempo e risorse.
Oggi limpresa pu partire
leggera, senza grosse spese,
sfruttando strumenti messi a disposizione da Google, Amazon o
eBay.
Lei da dove inizierebbe? Come si vince in Rete?
Il web non per forza e-commerce, ma soprattuto il luogo dove i consumatori formano le proprie idee di acquisto. La prima cosa dunque capire come raccontare la propria storia. Poi Google
permette di scoprire dove un prodotto pi ricercato, in modo da
pianificare lespansione allestero. E con le piattaforme di e-commerce non serve neppure reclutare una rete di vendita.
Ma non tutte le Pmi possono
eprmettersi un esperto di marketing digitale o di algoritmi.
In futuro 85 professioni su
cento avranno al proprio cuore
un nocciolo di competenze digitali, Internet sar il mestiere di tutti. Quindi chi non potr o vorr assumere, dovr comunque riconvertire i prorpi collaboratori.
Non c scampo.
Sperando di avere una connessione decente. La convince il
piano del governo sulla banda
larga?
Mi sembra serio e solido. Attuarlo senza dubbio una condizione necessaria.

j/

chiave. La prima regola quella


di descrivere il prodotto nei meninimi particolari. La seconda
quella di inserire nella descrizione particolari che attirano i potenziale cliente: se un prodotto
fatto a mano, se il materiale
la vera pelle, se soprattutto si
pu utilizzare il termine made
in Italy, si riesce a creare nei
clienti unattenzione particolare. Per un colosso delle vendite
on line orientato soprattutto al
mercato doltreAtlantico, la scoperta dellartigianato italiano
pu riservare delle sorprese:
Pu capitare di vendere on line

in Usa un paio di scarpe da


1.000 euro prodotte a mano da
un artigiano fiorentino. O scoprire nuovi problemi: Quando
un marmista di Carrara ci ha
contattato per chiedere di entrare nella nostra rete di vendita on line, siamo stati molto contenti. Salvo aggiungergli che
avremo dovuto metterci daccordo sulle modalit di consegna del prodotto.
Perch non basta un computer per saper utilizzare internet. La Cna sta svolgendo veri
corsi di alfabetizzazione digitale per gli artigiani italiani: Ab-

biamo realizzato incontri in oltre trenta territori, abbiamo


coinvolto cica 3.000 aziende,
dice Andrea Di Benedetto, vicepresidente nazionale della confederazione. Lincontro con i giganti del web come Google e
Amazon, una contaminazione essenziale per lo sviluppo delle nostre aziende e della nostra
economia.
Pu anche accadere che qualcuno abbia saltato i corsi perch
ha avuto lintuizione giusta una
decina di anni fa. Marco Vicentini il titolare di una piccola
azienda che produce filtri industriali a Rivarolo, in provincia di
Torino. Senza il web avremmo
avuto una vita molto difficile,
racconta Vicentini. E rivela il segreto del primo successo, quello
decisivo nella vita di ogni azienda: Avevo conseguito da poco
il diploma di perito informatico.
A 21 anni, insieme ad altre cinque persone, ho cominciato questa attivit di produzione dei filtri industriali. Ho deciso di puntare tutto su internet. Siamo
una piccola azienda. Ma sono
riuscito, con parole chiave e altri accorgimenti, ad essere al
primo posto nella pagina di Google quando si inserisce la parola
chiave filtri industriali. Un vantaggio non da poco rispetto a un
concorrenza certamente pi
grande. Cos abbiamo ottenuto
commesse importanti come
quella per il Mose di Venezia o
quella per un impianto industriale in Arabia Saudita. Cose
che succedevano un po di anni
fa. Conclude Vicentini: Oggi le
aziende sono esperte. Non basta pi uno studente di informatica per scalare la classifica delle pagine di Google.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Commercio elettronico
Dati 2014 in percentuale
Imprese che vendono online

Imprese che acquistano online

26,2

25,4

25
20,4
18,2

13

14,3
12,5

Totale

1-9

10-20

oltre 20

numero di addetti

Imprese che dispongono di un sito internet


Dati in percentuale

SETTORI
Manifattura

74,8

Alimentari

77,8

Costruzioni + impianti

52,6

Trasporti

48,9

Servizi per la persona

62,5

Servizi per le imprese

80,4

Totale

65,5

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



R2
*MDBTP

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

MFNPKJDIFSJEF
BMBDSJNFJMWJODJUPSF
EFHMJ0YGPSE
%JDUJPOBSJFT
1FSMBQSJNBWPMUB VO
TJNCPMPOPOWFSCBMF

*$0/"(*"--"
-FNPKJHJBMMPDIF
SJEFGJOPBQJBOHFSF
SJGMFUUFiVNPSJ FUIPT
FQSFPDDVQB[JPOJ
EFMw

2VFMMBGBDDJOB
DIFWBMFQJ
EJNJMMFQBSPMF
-"4$)&%"
-"1010-"3*5

-FNPKJEFMMBGBDDJOBDIF
QJBOHFEJHJPJBSJTVMUBUP
JMQJVUJMJ[[BUPBMJWFMMP
HMPCBMFFJMEJRVFMMJ
JOWJBUJJO(SBO#SFUBHOB
-".0%"

-VTPEJRVFTUFJDPODJOF
DPMPSBUFUSJQMJDBUP
OFMNPOEPOFMDPSTP
EJRVFTUBOOP
*-4031"440

-FNPKJIBWJOUPCBUUFOEP
QBSPMFDPNFiSJGVHJBUPu 
Pi#SFYJUu MVTDJUBEFM
3FHOP6OJUPEBMMB6F

4FNQSFQJEJGGVTPBODIF
OFJTPDJBMOFUXPSL

45&'"/0#"35&;;"()*
OSSONO aspettare tutti: la sharing economy, i rifugiati, la Brexit (uscita della Gran
Bretagna dallUnione Europea), i lumbersexual (da
lumber, taglialegna: uomini con
barba e camicia a scacchi il cui
stile vorrebbe suggerire rudi vite da boscaiolo). Il sito dei Dizionari Oxford questanno ha eletto come parola dellanno 2015
un segno che si stenta a considerare come parola. Si tratta di un
emoji, quello che rappresenta
una faccetta che sprizza lacrime
di gioia (lemoji levoluzione degli emoticon).
Naturalmente ci cpita
perch i dizionari provano a rivestire il loro corpo austero con

panni un po giovanili. Persino il


marchio Oxford sembra cercare
un succs de scandale con cui fare parlare di s: un emoji vince
un concorso di parole? Dove andremo a finire?
Fra i tanti che esistono, lemoji del pianto di gioia stato
scelto perch una ricerca di SwiftKey lo ha proclamato il pi impiegato al mondo: quando un britannico vuole mettere un emoji
in un suo messaggio, il 20 per
cento delle volte sceglier quello; la percentuale americana inferiore, ma di poco: 17 per cento;
si registrato un forte incremento questanno per entrambi i territori. Anche la parola emoji
avrebbe visto triplicare la sua
frequenza duso, e si vede che
tutti hanno letto laltra recente
ricerca che stabilisce una correla-

zione (francamente inaspettata) fra luso di faccette nei messaggi da parte di un soggetto e
frequenza e variet della sua attivit sessuale.
Una correlazione un po
meno fantasiosa quella che si
pu stabilire fra luso degli emo-

4JGBMBSHPVOBGPSNB
EJDPNVOJDB[JPOF
TFNQSFQJFNQBUJDB
FJNNFEJBUB
ji, di qualsiasi tipo, e lo sviluppo
delle nuove piattaforme di scrittura. Sta aumentando, fino al parossismo, un fenomeno che si osservava gi dai primi sms e dalle
prime email: scrittura discorsi-

va, inseguimento del parlato,


uso di segni convenzionali ma
via via sempre pi mimetici e
realistici per segnalare il tono
di unaffermazione. Dal segno
della faccetta coricata che sorride, (-:, ora si arrivati a figurine
vere e proprie e c chi si diverte
a comporre messaggi e post
usando solo quelle, senza parole,
in simpatiche sequenze geroglifiche.
Inoltre la moda e landazzo corrente privilegiano sempre
pi la dimensione emotiva e, come si dice, empatica della comunicazione, rispetto alla quale
gi le espressioni verbali pi
semplici appaiono mediate e
freddine. Fra un ti amo e liconetta del cuore rosso questultima appare pi sincera ed efficace (affermazioni che non si met-

tono nero su bianco senza un po


di magone, a proposito di emozioni). Lemoji vince sulla parola? No, unesagerazione che ha
consentito ai Dizionari Oxford di
non intristire il suo pubblico con
il lessico delle cronache economiche e geopolitiche. Ma perch le
lacrime di gioia vincono sugli altri emoji? Saranno anche lacrime di ilarit, di festosa emozione, di sollievo. Una faccetta pu
esprimere solo il sorriso: il riso
implica movimento e la resa iconica statica possibile solo con
le lacrime. Il mondo degli emoji,
o il mondo conquistato dagli
emoji, non pi quello in cui si rideva per non piangere, ma
quello in cui si piange per ridere.
E contenti loro, contenti fino alle lacrime tutti.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 



*13&$&%&/5*

R2
*MQFSTPOBHHJP

."(*$+0)/40/

-FSPFEFJ-PT"OHFMFT
-BLFSTEJDIJBSB
EJBWFSDPOUSBUUPM)JW
MOPWFNCSF

-BSJWFMB[JPOF
EFMMBTUBS
EVSBOUF
VOJOUFSWJTUB
BMMB/CD
i%PWFWPGBSMP
NJSJDBUUBWBOPw

"5503&
4DJPDDBOUFMBOOVODJP
EJ$IBSMJF4IFFOJO
UFMFWJTJPOFiWFSP TPOP
TJFSPQPTJUJWPw

'3&%%*&.&3$63:

OPWFNCSF
JMDBOUBOUFEFJ2VFFO
BNNFUUFEJBWFSFM"JET
.VPSFJMHJPSOPTVDDFTTJWP

4IFFO JMESBNNBJOEJSFUUBUW
iWFSP TPOPTJFSPQPTJUJWPw
4*-7*"#*;*0

"

LOS ANGELES

scuro, camicia
bianca e cravatta,
Charlie Sheen piuttosto agitato. Avevo tremendi dolori
alla testa, pensavo di avere un tumore al cervello. Sono finito in
ospedale e dopo una serie di test i
medici hanno pronunciato quella sigla di tre lettere difficile da
mandar gi, un punto di svolta
nella vita di chiunque: Hiv. Charlie Sheen lo racconta nel modo
pi plateale possibile. Sceglie il
Today Show della Nbc, risponde
alle domande del conduttore
Matt Lauer. A quattro anni dalla
disgnosi, decide di uscire allo scoperto. Quattro anni fa ha scoperto di aver contratto il virus, dice
di non sapere come. Ha continuato a condurre una vita di abusi,
eccessi, sesso non protetto. Parla
BITO

$JORVBOUBOOJ 
FDDFTTJWP GJHMJPEBSUF
TFNQSFTUBUPMBQFDPSB
OFSBEFMMBGBNJHMJB
pubblicamente, sostiene, per
metter fine alle chiacchiere ma
pure al ricatto di quelli a cui laveva confidato, pensando fossero
amici.
Cinquantanni, figlio darte suo padre il veterano di Hollywood Martin Sheen, suo fratello
lattore Emilio Estevez, vero cognome degli Sheen - sul set fin da
giovanissimo (il primo film, "MCB
SPTTB di John Milius, dell84, ha
diciannove anni, nell88 in 1MB
UPPO, nel 96 in 8BMM4USFFU),
sempre stato la pecora nera della
famiglia. Eccessivo in tutto, soprattutto nel consumo di alcol e
di droghe, nella frequentazione
di prostitute. La diagnosi coincide con il crollo professionale, viene cacciato dalla popolare sitcom
della Nbc 5XPBOEBIBMGNBO
perch non ne potevano pi delle
sue escandescenze. Allepoca lo
criticarono per quel modo di vivere, replic mandando tutti a quel
paese, mai una giustificazione,
non rinneg mai niente del suo
stile di vita, giudicato inadatto
allaristocrazia di Hollywood.
Ora il suo nome rimbalza sulle
cronache di tutto il mondo. E davanti alle telecamere spiega di
voler mettere fine a una campagna diffamatoria e estorsiva nei
suoi confronti. Devo fermare
questo fuoco di fila, le cose non

vere che si dicono su di me, che


sarei una minaccia per la salute
di altri. Racconta che dopo la diagnosi sera confidato con persone che riteneva di fiducia, che
poi gli chiesero milioni di dollari
in cambio del silenzio. Tra queste, una prostituta che sarebbe
entrata nel suo bagno e avrebbe
fotografato i farmaci che Sheen
assumeva. Spero di poter uscire

da questa prigione ha aggiunto


lattore, quattro figli da due mogli, due da Denise Richards e due
da Brooke Mueller. Mi sono fidato e sono stato tradito da tutti. La
verit mi render libero.
Sheen stato una presenza fissa sui tabloid. Nel 1995 fu anche
coinvolto nel processo alla madame delle star Heidi Fleiss: confess di aver speso oltre 50 mila

dollari in servizi forniti dalla donna. entrato e uscito dai rehab,


senza successo. Suo padre gli
stato accanto per anni poi si arreso, un atroce dolore privato,
disse Martin Sheen.
Dopo la diagnosi il suo medico
privato, Robert Huizenga, era
certo che non avrebbe seguito la
terapia. Era disperato, cercava
conforto nelle droghe ha detto

in unintervista, invece non ha


mai saltato una somministrazione. I suoi valori sono buoni, oggi
il rimedio allHiv esiste. Sto cercando di rimettere le cose in ordine spiega Sheen, spero di non
aver fatto del male a nessuno come ho fatto con me stesso. Dal
giorno della diagnosi ho fatto sesso non protetto, ma quelle persone erano consapevoli della mia si-

tuazione, lho sempre detto. Ora


voglio diventare una persona migliore, ho voglia di vivere e, per
una volta, di dare il buon esempio. Non rinnega il passato, gli
errori fanno parte del nostro percorso ma non sopporto chi specula, e i ciarlatani, che mi hanno girato intorno tutti questi anni come sciacalli.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

4FJMQVCCMJDP
OPOQFSEPOB
JDBUUJWJSBHB[[J
EJ)PMMZXPPE
(6*"40/$*/*

RA le lezioni da trar-

re dal caso Sheen


ce n una, marginale ma interessante, sulla nostra convinzione di sapere cosa accada
nelle vite di coloro dei quali
leggiamo sui giornali.
Credevamo di sapere che
anno fosse stato il 2011 per
Charlie Sheen: quello in cui
aveva litigato con lautore
di %VFVPNJOJFNF[[P, la
sitcom che ne aveva fatto
lattore pi pagato della tv
americana. Aveva iniziato
a dare di matto in pubblico:
crisi da mancanza di riflettori, aveva diagnosticato il
pubblico, certo che il licenziamento dalla serie fosse il
problema. Invece, nel 2011
Sheen aveva scoperto dessere sieropositivo.
La principale lezione ha
per a che fare con il modo
in cui quel pubblico che crede di conoscerti ti ha cristallizzato. Sheen il cattivo, un cattivo cos senza
sfumature da sembrare un
cartone animato. Non s
fatto mancare nessun genere di scandali: droga, prostituzione, violenza; disegnato su misura per farci
sentire superiori; non poteva che finire male. Quindi,
si sospendono empatia e solidariet.
Ieri, sui social, i commenti erano tutti un te lo meriti, devi morire. Sembrava
dessere tornati agli anni in
cui Sheen divent famoso,
quando lHiv era una colpa,
e le vittime erano carnefici.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

$0/5"55*
4&(3&5&3*"@-&(6*%&!3&16##-*$"*5
8883&16##-*$"*5



&JDNB
4JBQSFEPNBOJB.JMBOPJM4BMPOFEFMMFEVFSVPUF
QJSJDDPFQJBUUFTP-BDBSJDBFMPUUJNJTNP
EFHMJPSHBOJ[[BUPSJEFMMBSBTTFHOB*OVNFSJEFMNFSDBUP
FJTVDDFTTJEFMHSVQQP1JBHHJPDIFQSFTFOUBJMOVPWP
-JCFSUZ MPTDPPUFS.FEMFZFVOBNBHHJPSBUB(V[[J7

i3JNFUUJBNP
JONPUP
M&VSPQBw
'3"/$&4$01"5&3/

l mercato delle due ruote tornato a crescere nel 2015 e lEicma, salone milanese
di sapore mondiale alla 73esima edizione
che si apre domani al pubblico e si chiude
domenica 22, pronto a stappare qualche bottiglia. Vale la pena berci su, anche se Valentino
non ha portato a casa il suo decimo titolo mondiale e continua a impazzare un linguaggio da
industria dolciaria: resta che a Milano le due ruo-

Top 10 dei modelli


(10 mesi 2015)
Quantit

Honda Italia

Sh 150

7.702

Honda Italia

Sh 300

6.300

i*MGVUVSPEFMTFUUPSFQBSUF
EBMM*UBMJB EBMMBUFDOPMPHJB
EJBMUPMJWFMMPFEBMOPTUSPTUJMFw
$PTWJFOFQSFTFOUBUBMB
FEJ[JPOF4VHMJTUBOEEFMMB'JFSB
FTQPTJUPSJQSPWFOJFOUJ
EBUVUUPJMNPOEP4RVJO[J
i3JQBSUJSFEBMMJOEVTUSJBw

Honda Italia

Sh 125

6.176

Piaggio

Beverly 300

5.597

Kymco

Agility 125 R16

4.222

Yamaha

Tmax 500

4.000

te italiane sono protagoniste come non accadeva da tempo. Per dirla con le parole di Antonello
Montante, presidente di un Eicma da record vista la presenza di oltre 1.400 espositori: Usando una metafora, il Paese si sta mettendo in moto. Nel mercato delle due ruote lItalia il paese
con la pi alta produzione di moto in Europa, abbiamo il 53 per cento. E allora novit a pioggia:
da quelle de lla multinazionale Piaggio come
lha definita il suo presidente Roberto Colaninno, alle ultime Ducati, dalla Vespa 70esimo anniversario (1946-2016) con edizioni speciali al
ritorno dello storico marchio FB Mondial, dalla
MV Agusta Brutale 800 alla Energica di Mode-

Piaggio

Liberty 125 3v

3.654

Bmw

R 1200 Gs

3.029

Yamaha

Xmax 250

2.777

Piaggio

Beverly 350

2.686

1*"((*0-*#&35:
%PQPVONJMJPOFEJ
VOJUWFOEVUFJM-JCFSUZ
DBNCJBEFTJHOF
QSPQPOFVOBOVPWB
HBNNBEJNPUPSJ
RVBUUSPUFNQJB
JOJF[JPOFFMFUUSPOJDBF
"#4TVMMFPMUSFDD

na che punta alla quotazione in borsa e presenta


una moto elettrica fino alle supersportive Aprilia
RVS4 RR e RF, sulle quali arriva una nuova sospensione posteriore. Il gruppo Piaggio da Pontedera, 15,1% del mercato europeo e quasi il 25%
negli scooter (nel complesso vendite a +14,6%
nel primo semestre 2015), ricomincia proprio dagli scooter. Ricordate il Liberty, 1997?
Bene, cambia generazione: un po pi grande
senza esagerare, con i fondamentali migliorati come una sella pi comoda e un vano sotto pi capace per contenere un casco jet, una ruota anteriore
da 16 pollici da benedire sui pav urbani, motori
iGet che promettono pi efficienza, cilindrate 50,
125 e 150cc, con Abs di serie sulle ultime due. Do-

1*"((*0.&%-&:
$POEJNFOTJPOJ
JNQPSUBOUJJMOVPWP
.FEMFZTJQPTJ[JPOB
OFMMBHBNNB1JBHHJPB
NFUTUSBEBUSBJM-JCFSUZ
FJM#FWFSMZ7BOPTPUUP
TFMMBDIFPGGSFTQB[JP
QFSEVFDBTDIJ

po 18 anni, alla Piaggio si sono per accorti che il


Liberty piace pi alle donne che gli uomini e allora il marketing di Pontedera, dintesa con gli ingegneri, ha spinto per avere un altro scooter a ruota
alta di taglio pi maschile tra il Liberty e il Beverly. Si chiama Medley, prima assoluta a Milano,
sembra nato per fare concorrenza al leader giapponese e cos dovrebbe essere. Se non altro, perch Medley non ha bisogno del bauletto da postino per portarsi appresso due caschi, ma ha spazio
per entrambi nel sotto sella. Motori iGet 125 e
150cc, start e stop di serie.
Nei primi nove mesi del 2015, in Italia sono stati immatricolati 167.172 veicoli a due ruote,
+6,4% rispetto allo stesso periodo del 2014, pri-

(6;;*74503/&--0
-BDBTBEJ.BOEFMMP
EFM-BSJPSFDVQFSBVO
OPNFTUPSJDP 
4UPSOFMMP QFSVOB
NPUPDIFTVMMBCBTF
EFMMB7QSPQPOF
DPMPSJEFQPDB 
HPNNFUBTTFMMBUFF
TDBSJDPBMUP

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

-&7&/50
&*$." "55&4*.*-"41&55"503*
4JBQSFEPNBOJBMQVCCMJDPBMMB'JFSBEJ.JMBOPB3IP &JDNB 
FEJ[JPOFOVNFSPEFM4BMPOFJOUFSOB[JPOBMFEFMMFEVFSVPUF6OB
SBTTFHOBSFDPSEBMMFTUJUBTVEJVOBTVQFSGJDJFEJNRDPO
FTQPTJUPSJQSPWFOJFOUJEBUVUUPJMNPOEP"MMBSBTTFHOBDIFTJDIJVEF
EPNFOJDBTPOPBUUFTJPMUSFNJMBWJTJUBUPSJ

*O*UBMJBJMDPNQBSUPEFMMFEVFSVPUFSBQQSFTFOUBJMEFMGBUUVSBUP
FVSPQFPDPOVOHJSPEBGGBSJEJ NJMJBSEJEJFVSP*MTFUUPSFJNQJFHB
BEEFUUJ JMEFMMBNBOPEPQFSBFVSPQFB1FSJDPNQPOFOUJ JM
OPTUSP1BFTFSBQQSFTFOUBJMEFMHJSPEJBGGBSJFVSPQFP QBSJB 
NJMJBSEJEJFVSPDPOBEEFUUJ JMEFMQFSTPOBMFJO&VSPQB



*MNJUPBNFSJDBOP

Lescalation
delle naked

/VEBFUVUUBEBSL
MBHSBOEFCFMMF[[B
GJSNBUB)BSMFZ

var. %

Custom

3,23
Enduro

4,05
Naked

32,55
Sportive

7*/$&/;0#03(0.&0

18,32
Supermotard

-23,30
Trial

-13,39
Turismo

19,96
Altre

-31,46
Totale

14,09

La crescita
mese per mese
var. %

gen

7,05
feb

1,81
mar

-8,49
apr

5,95
mag

8,53
giu

10,59
lug
mo mercato europeo delle due ruote. Il cuore delle crescita negli scooter stato nella fascia di mercato dei 125: +14,9%, mentre i 150-250 si sono fermati a un -1%, contro una impennata del segmento 300-500 di cilindrata a +4,6% e di quello dei maxiscooter oltre 500 con +9,6%.
E le moto? Vanno alla grande le medie, fra 800
e 1000, con un +39,3% nei primi tre trimestri
dellanno. E cos dalla Moto Guzzi, sempre gruppo Piaggio, arrivano due proposte con tanto di numero inedito: le V9 Roamer e Bobber. Si tratta di
due custom con sotto il classico bicilindrico 850 e
la missione di riempire un vuoto fra la V7 e la California. Gi che c, la Casa dellAquila pesca nel
suo passato il nome Stornello roba da anni 60

(6;;*730".&3
$POJMOVPWPNPUPSFEJ
DDVOCJDJMJOESJDP
JOFEJUP OPOVOFEJ[JPOF
NBHHJPSBUBEFMOPUP
EFCVUUBOPMFDVTUPN
73PBNFSF7#PCCFS
-PPLSFUSFUBOUP
GBTDJOP

e fa una V7 II con questo nome, una sorta di speciale di serie. Specialissima, infine, la versione definitiva della MGX 21 Flying Fortress. In produzione da met 2016, un cuore 1400.
Contromano, Piaggio tira fuori anche la sua prima bicicletta elettrica e iper connessa. Si chiama
Wi-Bike, in 4 versioni, un propulsore elettrico con
potenza 250-350W, una batteria al litio da
400Wh sotto la sella. Questo sta per Bike. Per Wi,
sappiate che pedalando sarete sempre connessi
con il vostro smartphone e che se ve la rubano
avrete la possibilit di cercarla con una app, come
accade per i telefoni Apple. Che poi la ritroviate,
un altro discorso.

25,31
ago

8,77
set

9,57
set

8,73

on le Dark Custom, abbracciamo la bellezza della


nuda struttura della motocicletta, spiega Brad Richards, direttore del Centro Stile dellHarley-Davidson. Parliamo della bellezza di dadi e bulloni,
dellacciaio e della gomma e del cuore della macchina: il motore bicilindrico a V Harley-Davidson. Dark Custom per noi significa tornare indietro alle radici del nostro modo di fare stile, ma invita anche
il motociclista a fare un passo in avanti, per far sua la Dark Custom
attraverso accessori scelti accuratamente, lingegno o le esperienze di guida.
Il nuovo corso dellHarley parte tutto da qui, dalla linea Dark Custom che diventer - come spiegano a Milwaukee - una vera e propria filosofia di prodotto per affermare la nostra leadership nel settore delle moto ispirate allo spirito ribelle del passato ma aggiornate con un design moderno e nuove sospensioni che aggiungono un
po di dolcezza in pi allanima Harley-Davidson.
I due modelli cardine di questa rivoluzione sono le nuove Iron
883 e Forty-Eight. La prima stata lasciata intenzionalmente grezza e spartana: deve somigliare a tutti i costi alle bobber di una
volta costruite nei garage. Operazione perfettamente
riuscita, anche se - per fortuna - ora a salvare la pelle ai
motociclisti c una sospensione anteriore completamente nuova
e regolabile, ruote pi leggere e una sella migliorata per
evitare di spaccarsi la schiena ad ogni buca.
Laltro modello Dark os)"3-&:%"7*%40/'"5#0:
sia la nuova Forty-Eight ora
sfoggia un vistoso pneumatico anteriore da 130 mm (applausi) forcelle da 49 mm fissate da piastre in massiccio
alluminio forgiato. Bello anche il classico serbatoio peanut da 8 litri che regala alla
moto questo aspetto da
show. Cos la grande ruota
anteriore assomiglia a un
rullo compressore e ci sono
alcuni trucchi (filtro della)"3-&:%"7*%40/*30/
ria rotondo in acciaio pi piccolo e qualche cromatura
sullo scarico) per attirare lo sguardo sul motore, che sembra pi
grande sotto il serbatoio peanut.
Ma non vive solo di questo: ad Eicma lHarley presenta anche la
gamma cruiser pi potente della sua storia e tante migliorie in termini di prestazioni e stile. Ci sono ad esempio le nuove cruiser della
serie S limited-edition, la Fat Boy S e la Softail Slim S che adesso abbinano finiture ancora pi ricercate allimpressionante motore
Screamin Eagle Twin Cam 110. Da segnalare anche - ed era ora larrivo di nuove sospensioni per la gamma Sportster che ora abbina ammortizzatori con carica di azoto posteriori a nuove forcelle anteriori. Il risultato? Le Sportster ora garantiscono un miglior assorbimento dei piccoli sobbalzi e promettono viaggi pi confortevoli
anche a chi non ha la fortuna di viaggiare sulle infinite autostrade
americane,
La raffica di novit Harley non dimentica poi la regina Road Glide Ultra che adesso propone unaerodinamica pi ricercata per offrire maggior comfort nei lunghi viaggi, sia per il pilota che per il
passeggero. Mentre per i pi nostalgici rimane in listino la famosa
Heritage Softail Classic che abbina adesso ad un piccolo restyling il
cruise control elettronico e una migliore struttura per le borse laterali. I viaggiatori pi fedeli alla tradizione - e in una marca fondata
nel 1903 ce ne sono molti... - ringraziano sentitamente.

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

1*"((*08*#*,&
"MEFCVUUPMBUUFTB
F#JLFJOUFSBNFOUF
QSPHFUUBUBF
DPTUSVJUBEB1JBHHJP
JO*UBMJB4JDPOOFUUF
BMXFCFBHMJ
TNBSUQIPOFQFS
PGGSJSFJTFSWJ[JQJ
EJTQBSBUJBJDMJFOUJ

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica

-&(6*%&

(JBQQPOF

%BM.PUP(Q
BM4BMPOF
MBTGJEBJOGJOJUB
)POEB:BNBIB
7*/$&/;0#03(0.&0

allo scontro feroce in MotoGp al salone di


Eicma il passo e breve. Cos i colossi Honda e Yamaha tornano a incrociare le spade, katana pardon, per un altro duello da film. E gi perch se
in MotoGp la Honda uscita umiliata (ha perso il titolo
mondiali piloti e costruttori, incassando accuse durissime
di avere in scuderia un pilota come Marquez che avrebbe
favorito un pilota della concorrenza, Lorenzo) ora il numero uno al mondo cerca il riscatto. E non un caso che al salone, la Honda si presenti con uno stand colossale, circa 2 mila metri quadri, per esporre di tutto: una dimostrazione di
forza che punta ad annientare la Yamaha. Ce la far? Vedremo. Certo che tutti e due i big della moto so- no concentrati nello stesso Padiglione 22, separati da
un paio di corsie: lo scontro sar sotto gli occhi di tutti
e si accettano scommesse che la casa di Iwata
caler alla prima occasione il
suo
asso (Valentino Rossi)
per oscurare le novit
della concorrenza: quando il dottore scende
in campo non ce n
pi per nessuno, lattenzione la polarizza
tutta lui.
)0/%"/$4
Ma torniamo alle
novit. La pi apprezzata della Honda per
noi italiani sar di sicuro la versione riveduta e corretta
dellSH300i, scooter
amatissimo dai tanti
condannati del traffico cittadino, orfani
del bench minimo
servizio di trasporto
pubblico. Il design
pi o meno simile a
quello di sempre ma
:".")"/."9
possiamo legittimamente parlare di un
modello tutto nuovo perch il telaio stato completamente riprogettato (ora perfino pi lungo) per assicurare
maggiore stabilit e un vano sotto sella pi capiente. Il
motore stato poi potenziato (ora arriva a oltre 25 Cv)
mentre i consumi sono calati: la Honda adesso dichiara
una media di 33.3 km/l . Infine per combattere i furti arriva la smart key che consente di avviare lo scooter senza infilare la chiave nel blocchetto. Per il resto il maxi stand
Honda sar affollato da la vasta gamma CB500X, la famosa moto facileresa molto pi comoda, la Crosstourer riveduta e corretta (ha anche una presa di corrente esterna a 12V e cambio automatico con sensore di pendenza)
e le nuove NC750X e Honda CRF1000L Africa Twin.
A tanta potenza di fuoco Yamaha risponde con novit
nella gamma sportiva della serie YZF, la XVS950 Racer
che sispira alle custom sportive, un nuovo look per il
TMax e le versioni Street Rally e Sport Tracker della
MT-09 senza dimenticare la MT-07 MotoCage ispirata al
mondo degli stuntman. La grande novit per, guarda caso, proprio una specie di anti-Honda SH. Ossia lo scooter
NMAX tutto design e convenienza. Il motore 125, 4 tempi a iniezione, propone infatti un consumo record di 45,7
Km/l, mentre le ruote alte (da 13) con pneumatici larghi, il doppio ammortizzatore posteriore e Abs di serie
con freni a disco anteriore e posteriore da 230 mm garantiscono quella sicurezza che tutti cercano nella giungla
cittadina.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

46(-*45"/%

.&3$0-&%  /07&.#3& 

-*$0
/"



-B5SJVNQIQSFTFOUBMBOVPWB
WFSTJPOFEJVOBEFMMFNPUPQJ
GBNPTFEJTFNQSF*OTJFNFBMMB
4USFFU8JOFMBTQPSUJWJTTJNB
5ISVYUPO3&DDPDPNFDBNCJBOP

#0//&7*--&
5
-BWFSTJPOF
CMBDLEFMMB
OVPWB
#POOFWJMMF

#POOFWJMMF
FMFTVFTPSFMMF
'BTDJOP
CSJUJTI
1"0-00%*/;07

erede di unicona e di una leggenda mondiale. Alla Triumph descrivono cos la nuova
Bonneville. Usano poche parole ma che valgono bene a rendere lidea su
quella che levoluzione di un mito. Lultimo atto di una moto oltre la moto, forte di una lunga e intrigante storia alle
spalle, iniziata nel 1959, e di un fascino
senza tempo che nel suo divenire ha stregato non solo comuni mortali ma anche diversi personaggi famosi. A
salire ieri in sella sulla mitica
Bonnie, ribattezzata affettuosamente cos dai tanti ammiratori, sono stati infatti grandi protagonisti del cinema e della musica come Marlon
Brando, Steve McQueen ed Elvis Presley.
Mentre oggi la guidano celebrit del calibro di Bradley Cooper, Matthew McConaughey e Robbie Williams.
Sono per cambiate le persone ma
non lei perch rinnovandosi nel tempo la Bonneville ha mantenuto inalterato il nome, ispirato al famoso circuito americano per i record di velocit, e soprattutto
quel Dna capace da sempre di renderla
unica e che adesso pronto a caratterizzarne pure la quarta generazione
che domani debutta in anteprima mondiale a Milano davanti al pubblico dellEicma
Abbiamo aggiornato la Bonneville dice Miles Perkins, capo del marchio rispettandone le caratteristiche originali
ma riprogettandola da cima a fondo con
le pi avanzate tecnologie in modo da aumentarne le prestazioni e perfezionarla
nel comportamento stradale.
Nonostante sia rimasta fedele alla tradizione, dunque, la best seller doltremanica

1SPEPUUBEBMBE
PHHJ TVMMBi#POOJFw
TPOPTBMJUJQSPUBHPOJTUJ
EFMDJOFNBFEFMMB
NVTJDBEB4UFWF
.D2VFFOB&MWJT1SFTMFZ

%VDBUJ

1FVHFPU

%JBWFM MBEEJPBMMBDBUFOB

%KBOHP DPNFOFHMJBOOJ

%VDBUJMFUUFSBMNFOUFTDBUFOBUBBE&JDNBMBNBSDBDIFIBQSFTFOUBUPQJ
OPWJUJOBTTPMVUP*OQSBUJDBUVUUBMBHBNNBTUBUBSJWJTUB BQBSUJSFEBMMB
OVPWJTTJNB4DSBNCMFS QSPQPTUBOFMMFWFSTJPOJ4JYUZJTQJSBUBBMNPOEP
HJPWBOJMFEFMMBTUSFFUDVMUVSFF'MBU5SBDL1SPJTQJSBUBBMMBNPUPDIFIBDPSTP
JMDBNQJPOBUPBNFSJDBOP"."1SP'MBU5SBDL DPO5SPZ#BZMJTTF
+PIOOZ-FXJT/PONBODBOPQPJMBOVPWB9%JBWFM QSJNB%VDBUJBE
VUJMJ[[BSFMBUSBTNJTTJPOFGJOBMFBDJOHIJB MFSJOOPWBUFTQPSUJWF
)ZQFS.PUBSEF1BOJHBMF PSBBEBUUBRVBTJBUVUUJ
FTPQSBUUVUUPMB
.VMUJTUSBEB&OEVSP MBWFSTJPOFQJBWWFOUVSPTBEFMMBHBNNB

'SBMFUBOUFOPWJU1FVHFPUBE&JDNBEBTFHOBMBSFJM%KBOHPVOWFSPF
QSPQSJPTDPPUFSEFQPDBSJQSPQPTUPDPODPOUFOVUJUFDOJDJNPEFSOJTTJNJ
%JTQPOJCJMFOFMMFDJMJOESBUF PRVFTUP1FVHFPUQVOUBNPMUP
TVMMBQFSTPOBMJ[B[JOF"MQVOUPDIFOFMMBHBNNBQSFTFOUFBODIFMB
WFSTJPOFiJEwDIFQSFWFEFMBMMFTUJNFOUPUVUUPTDFMUPEBMMVUFOUF
*NQPSUBOSUFBODIFJMMBWPSPTWPMUPQFSDPOUFOFSFJQSF[[JWJTUPDIFJMMJTUJOP
WBEBFVSPJOTV/PWJUJOGJOFBODIFQFSQFSJMSVPUF.FUSPQPMJT
DIFPSBBCCJOBUPBMMBJSCBHOFMMBHJBDDB%BJOFTFFQFSJM5XFFU&WP MP
TDPPUFSBSVPUFBMUFDIFPSBDSFTDFTJBOFMMBDJMJOESBUBDIFOFMMBQPUFO[B

%6$"5*%*"7&-
-BOVPWB
WFSTJPOFDPO
USBTNJTTJPOF
BDJOHIJB

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica

.&3$0-&%  /07&.#3& 

453&&58*/
-FOUSZMFWFM
EFMMBOVPWB
HBNNB
5SJVNQI

5)36950/
-BDBGSBDFS
QFSFDDFMMFO[B
EFMMBHBNNB
JOHMFTF



(JBQQPOF

-B4VQFSCJLF
FMB4DSBNCMFS
VOQPSFUS
-FJEFF4V[VLJ

una moto tutta nuova fuori e dentro. Cresciuta tra altro non solo nei contenuti e nelle dimensioni ma addirittura nella gamma
dove ora conta cinque varianti. Da quella
per cos dire entry level, Street Twin, alla
sportivissima Thruxton R, passando per le
pi classiche T120 e T120 Black e per la
Thruxton destinata invece a porsi nella famiglia allargata come la caf racer per eccellenza.
Diversa da versione a versione in molte
parti, tipo le pedane, i forcelloni e le sospensioni, oltre che nelle geometrie e nellimpostazione di guida, lesclusiva due ruote di
Hinckley mantiene sempre il telaio a doppia culla strutturato in tubi tondi dacciaio.

Come rimane bicilindrico parallelo il motore destinato a spingerla sulle strade e nel
mercato, di 900 cc sulla Street Twin e 1200
sulle altre, adesso in linea con la normativa
sulle emissioni Euro4, dotato di un raffreddamento a liquido anzich ad aria e di una
trasmissione a sei marce associata a una frizione assistita pi morbida: studiata per garantire delle cambiate fluide e veloci.
Liniezione poi gestita adesso sulla Bonneville da un sistema ride by wire simile a
quello delle moto da pista e fornito, ad eccezione della Street Twin, di due mappature
differenti per adattare lerogazione della
potenza a seconda delle situazioni di marcia.

Completano lopera sulla nuova Bonneville numerosi equipaggiamenti per la sicurezza, compreso un controllo di trazione disinseribile e un impianto freni completo di
Abs. E non mancano a renderla in linea con
le ultime tendenze neppure alcuni equipaggiamenti hi-tech tipo limmobilizer, i fari a
LED, una presa USB e persino una strumentazione digitale-analogica fornita di indicatori a lancette e di un display LCD.
Se il tutto, infine, non dovesse ancora bastare diversi kit e accessori speciali, per un
totale di circa 160 pezzi, sono stati gi predisposti dai progettisti per consentire di personalizzare al massimo questa moto.

attesa finalmente finita. Suzuki presenter domani allEicma la GSX-R1000 Prototype: ovvero il concept dal quale deriver lerede della best seller di Hamamatsu
allapice di una gamma di moto che in trentanni ha
contato nel mondo con i suoi fortunati modelli pi di
un milione di pezzi. Arrivata sulle strade nel 2001, la
GSX-R1000 ha cambiato usi e costumi nel settore delle Superbike e adesso si appresta a scatenare unaltra
rivoluzione ponendosi ancora una volta come il punto
di riferimento nella categoria, dicono alla Suzuki.
Riprogettata completamente partendo da zero, la
sesta generazione di questa moto pi leggera, compatta e maneggevole e pu contare su delle dotazioni
mai viste prima dora. A cominciare dal motore raffreddato a liquido, il pi potente costruito fino ad oggi
per la famiglia GSX-R, accoppiato a un cambio da corsa con il quale addirittura possibile salire e scendere
di marcia senza utilizzare la fri- zione. Fino al telaio
e alle sospensioni direttamente
derivati dalla MotoGP e studiati per assicurare il miglior comportamento stradale, grazie anche alla aerodinamica della
carenatura degna di
un jet militare.
Sulla velocissima
moto con gli occhi a
46;6,*(493130505:1&
mandorla stata poi
impiegata una sofisticata elettronica che
ha per il vantaggio
di poter essere facilmente gestita persino dai meno esperti e
che prevede tra le tante un controllo di trazione con diversi livelli di intervento ma soprattutto un dispositivo molto utile per mo46;6,*37
dulare la potenza del
motore fino a consentire di usare la GSX-R1000 in citt al pari di uno scooter. Mentre riguardo allestetica, la new entry del Sol
Levante fa la differenza con diversi dettagli, immolati alle ultime tendenze hi-tech, tra cui delle luci a
LED che rispecchiano nel design lultimo family feeling della Casa e permettono di riconoscerla da lontano.
Accanto a questo vero e proprio bolide, la Suzuki
presenter alla rassegna milanese anche la nuova
SV650. Questultima stata rivista rispetto al modello del 2009 nellimpostazione generale della meccanica e impiega unevoluzione del celebre propulsore
a due cilindri V-Twin per garantire nellutilizzo una
maggiore efficienza e dei consumi pi bassi.
Le novit, comunque, non finiscono qui perch nello stand della marca nipponica, situato allinterno
del padiglione 24, ci sar da vedere anche una versione pi grintosa della Van Van.
La piccola scrambler, distinta dalla linea di stampo retr e da caratteristiche come la sella ribassata e
lampio manubrio che da sempre ne fanno unideale
compagna di viaggio in ogni situazione, stata potenziata con una motorizzazione di 200 cc e ha subito alcune modifiche estetiche, oltre a essere disponibile in delle inedite colorazioni destinate a renderla
pi esclusiva e attraente.



QBPMPPEJO[PW

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

,BXBTBLJ

#NX

7VMDBO4 MBDVTUPNTQPSUJWB

4PSQSFTB MB33EJWFOUBFMFUUSJDB

$POVOBOVPWBHSBGJDBDIFUSBFTQVOUPEBMMFiNVTDMFDBSwBNFSJDBOFEFHMJ
BOOJA MB,BXBTBLJ7VMDBO4TBSVOBEFMMFQSPUBHPOJTUFEFMM&JDNBEJ
.JMBOP&RVJQBHHJBUBDPOJMCJDJMJOESJDPQBSBMMFMPUJQJDPEFMMBHBNNB 
RVFTUBi,BXBwQSFTFOUBVOTFSCBUPJPEBMMBGPSNBJOFEJUBF BQQVOUP 
BCCJOBNFOUJEJDPMPSJDIFSJDPSEBOPUFNQJQBTTBUJ DPOUBOUPEJTUSJTDF
WFSEJTVJDFSDIJ
5SBMFOPWJUQJJOUFSFTTBOUJ EBTFHOBMBSFJMTJTUFNB&SHP'JUDIFQFSNFUUF
BJQJMPUJEJEJWFSTFBMUF[[FEJDBNCJBSFMBTFMMB JMNBOVCSJPFSFHPMBSFMF
QFEBOFTFDPOEPMFQSPQSJFFTJHFO[F

*MNPOEPEFMMFiFMFDUSJDNPUPSDZDMFTwDIFQJBDDJPOPUBOUPBHMJBNFSJDBOJTJ
BSSJDDIJTDFEJVONPEFMMPEBWWFSPTUSBPSEJOBSJPMBF33DPODFQU NFTTBB
QVOUPEJSFUUBNFOUFEBMSFQBSUPDPSTF#NX'PSUJEFMMFTQFSJFO[BDPOMF
BVUPFMFUUSJDIFJFJIZCSJE NBBODIFDPOMPTDPPUFS$FWPMVUJPOFMFDUSJD
PSBJUFDOJDJ#NXGBOOPVOVMUFSJPSFQBTTPBWBOUJQSPQPOFOEPVO
QSPUPUJQPEBMMFQSFTUB[JPOJTUSBPSEJOBSJF-BF33JOGBUUJOPOVOBNPUP
OBUBQFSGBSFCFMMBNPTUSBTJTFTVMMFQFEBOFEFJTBMPOJNBQFSTDFOEFSF
EBWWFSPJOQJTUB*OVOBEFMMFUBOUFHBSFSJTFSWBUFBMMFNPUPFMFUUSJDIFDIF
JOJ[JBOPEJGGPOEFSTJTFNQSFEJQJ

76-$"/4
(SJOUBEB
WFOEFSFQFSMB
OVPWB,BXBTBLJ
7VMDBO4

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

#.833
4VMMBDPODFQU
EFCVUUB
JMNPUPSF
FMFUUSJDP

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

$0/5"55*
4&(3&5&3*"@$6-563"!3&16##-*$"*5
8883&16##-*$"*5



-"NFSJDBQSPGPOEB
-JOUPMMFSBO[B*M,V,MVY,MBO
"SSJWBJO*UBMJBi7B NFUUJVOB
TFOUJOFMMBw JMTFRVFMEJi*MCVJP
PMUSFMBTJFQFwEJ)BSQFS-FF

&GVDPT
DIF"UUJDVT
EJWFOU
VOSB[[JTUB
)"31&3-&&

on la stessa straordinaria rapidit con cui un ragazzo crudele strappa la larva di un formicaleone
dal suo buco e la lascia l a lottare sotto il sole,
Jean Louise fu strappata al suo placido regno e lasciata sola a proteggere meglio che poteva la propria sensibile epidermide un umido pomeriggio domenicale alle 14,28 precise. Le circostanze che portarono allevento erano
queste: dopo pranzo, durante il quale Jean Louise aveva piacevolmente intrattenuto la famiglia con le osservazioni del dottor Finch sulle nuove mode nel
canto degli inni religiosi, Atticus
si sedette nel suo angolo del soggiorno a leggere i giornali domenicali. (...)
Atticus grid a Henry di spicciarsi. A presto, bambina. Jean
Louise lo segu nel soggiorno.
Quando la porta sbatt alle spalle dei due uomini, si avvicin alla
poltrona di suo padre per mettere in ordine i giornali che aveva
lasciato sul pavimento. Riattravers la stanza per raddrizzare la
piccola catasta di libri sul tavolino da t, e stava facendo queste
cose quando un opuscolo grande
come una busta commerciale attir la sua attenzione. In copertina cera il disegno di un negro antropofago; sopra il disegno erano
stampate le parole -BQFTUFOFSB.
Lautore era un tizio il cui nome
era preceduto da vari titoli accademici. Apr lopuscolo, si sedette nella poltrona di suo padre e cominci a leggere. Quando ebbe finito, prese lopuscolo per un angolo, lo tenne come avrebbe sollevato per la coda un topo morto e
and in cucina. Dondol lopuscolo sotto il naso di sua zia. Cos
questa roba? disse. Alexandra
lo guard al di sopra degli occhiali. Roba di tuo padre.
Jean Louise mise il piede sul
pedale della pattumiera e ci butt dentro lopuscolo. Non lo fare, disse Alexandra. Oggigiorno sono difficili da trovare. Jean
Louise apr la bocca, la chiuse e la
riapr. Zietta, hai letto questa roba? Sai cosa c dentro? Certamente. Se Alexandra le avesse
gridato in faccia unoscenit,
Jean Louise sarebbe stata meno

sorpresa. Tu... zietta, sai che


quello che c scritto fa sembrare
il dottor Goebbels un ingenuo ragazzotto di campagna? Non so
di cosa stai parlando, Jean Louise. In quellopuscolo ci sono molte verit. S, davvero, disse
sardonicamente Jean Louise.
Mi piaciuta in particolar modo
la parte dove dice che i negri, poveri cari, non possono fare a meno di essere inferiori alla razza
bianca perch il loro cranio pi
spesso e la scatola cranica meno
capace qualsiasi cosa voglia dire -, e dunque dobbiamo essere
tutti molto gentili con loro e non
permettere che si facciano del
male e tenerli al loro posto. Buon
Dio, zietta....
Alexandra era rigida come se
avesse ingoiato un palo. Allora? disse. Jean Louise disse:
solo che non sapevo che ti piacesse la letteratura oscena, zietta.
Sua zia non rispose, e Jean Louise prosegu: Sono rimasta veramente colpita dalla parabola dei
signori della terra che fin dagli albori della storia sono sempre stati bianchi, tranne Gengis Khan o
qualcuno come lui su questo
lautore davvero imparziale
e dallargomento inattaccabile
che persino i faraoni erano bianchi e i loro sudditi erano neri o
ebrei.... E non cos? Certo,
ma che centra con tutto il resto?. (...)
Alexandra stava parlando con
lei: Te lho detto. una cosa che
tuo padre ha portato a casa da
una riunione del Consiglio dei cittadini (il Ku Klux Klan, OEU).
Da cosa? Dal Consiglio dei cittadini della contea di Maycomb.
Non sapevi che ne abbiamo uno
anche noi? No. Be, tuo pa-

dre nel gruppo direttivo e Henry uno dei membri pi fidati.


Alexandra sospir. Non che ne
avessimo davvero bisogno. Qui a
Maycomb non successo ancora
niente, ma sempre saggio essere preparati. l che sono in que-

sto momento. Un Consiglio dei


cittadini? A Maycomb?, si sent
ripetere scioccamente Jean Louise. Atticus?. Alexandra disse:
Jean Louise, non credo che tu ti
renda conto pienamente di quello che sta succedendo quag-

COMUNE DI GROSSETO
AVVISO RELATIVO AD APPALTI AGGIUDICATI: CIG 6005853AAC
I.1) Amministrazione aggiudicatrice: Comune di Grosseto - (Comando Polizia Municipale) - Piazza Duomo n. 1, 58100 Grosseto - Tel. 0564/488500, Fax: 0564/417271, www.comune.grosseto.
it - II.1.1) Descrizione: procedura di gara ad evidenza pubblica per
lafdamento del servizio di gestione delle fasi di data-entry,
stampa, notica e rendicontazione dei verbali di accertamento
per illeciti amministrativi di competenza del Comando P.M. di
Grosseto, svolta in modalit telematica. IV.1.1) Tipo di procedura:
Aperta. IV.2) Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente pi vantaggiosa. V.1) Data di aggiudicazione: D.D. N 609 del
03/04/2015 V.2) Nome delloperatore economico aggiudicatario:
MAGGIOLI S.P.A. con sede legale in Santarcangelo di Romagna (RN), Via Del Carpino n. 8 V)3 Valore nale dellappalto:
357.000,00= IVA esclusa, di cui 1.500,00= IVA 22% esclusa,
quali oneri per la sicurezza.
Il RUP: Massimo Soldati
ASTA PUBBLICA PER ALIENAZIONE
IMMOBILE SITO IN VIA G. GALILEI, 7 IN
COMUNE DI VALDAGNO (VI).
LULSS n 5 Ovest Vicentino ha indetto
asta pubblica per la vendita dellimmobile
sito a Valdagno (VI) in Via G. Galilei, 7.
Aggiudicazione a lotto unico, a corpo, al
prezzo pi alto rispetto alla base dasta. Il
testo integrale dellAvviso di Asta, con le
modalit tassative di partecipazione alla
gara, pu essere scaricato dal sito internet
www.ulss5.it .
Offerte: entro il termine perentorio delle ore
12,00 del 17.12.2015, nella sede centrale
dellULSS in 36071 Arzignano (VI), Via
Trento, 4. Apertura plichi ed aggiudicazione:
seduta pubblica presso la sede predetta, ore
10,00 del giorno 18.12.2015.
Informazioni: UOC Affari Legali e Generali,
luned/venerd dalle 8,30 alle 13,00 - tel.
0444.479616 / 479620 - fax 0444.459551
- e-mail: affari.generali@ulss5.it.
Arzignano (VI), 18.11.2015
F.to IL DIRETTORE GENERALE
Dott. Giuseppe Cenci

*--*#30

7B NFUUJVOBTFOUJOFMMB
EJ)BSQFS-FF 'FMUSJOFMMJ
QBHH FVSP

%BMMJCSPUSBUUPJMCSBOP
DIFRVJBOUJDJQJBNP
*MSPNBO[PSJTBMFBMMBNFU
EFHMJBOOJ
BNCJFOUBUPWFOUBOOJ
EPQP*MCVJPPMUSF
MBTJFQF7JDPNQBJPOP
BMDVOJQFSTPOBHHJQSFTFOUJ
OFMMPQFSBDIFOFM
GSVUUBE)BSQFS-FF
JM1VMJU[FSFEBMMBRVBMF
OFMGVUSBUUPJMGJMN
JOUFSQSFUBUPEB(SFHPSZ
1FDLDIFWJOTFM0TDBS

46357-"&''&
*MTFSWJ[JPTV3FQ5W/FXT
DBOEJHJUBMFF4LZ


gi.... ()
Cosa stavano combinando
Hank e Atticus? Che stava succedendo? Non lo sapeva, ma prima
che il sole calasse lavrebbe scoperto. Doveva avere qualcosa a
che fare con lopuscolo che aveva
trovato in casa lasciato l al cospetto di Dio e degli uomini -,
qualcosa a che fare con i Consigli
dei cittadini. Li conosceva bene. I
giornali di New York non parlavano daltro. Avrebbe dovuto prestare pi attenzione a quegli articoli, ma una sola occhiata a una
colonna di testo bastava per venire a conoscenza di una storia familiare: erano le stesse persone
che formavano lImpero invisibile, che odiavano i cattolici; rozzi e
gagliardi anglosassoni al cento
per cento, rossi in viso, ignoranti, ligi alla legge e pieni di paura,
gli americani suoi connazionali:
feccia. ()
Era successo tutto cos in fretta che lo stomaco le andava ancora su e gi. Respir profondamente per calmarlo, ma non voleva
stare fermo. Si sent diventare
verde per la nausea e chin il capo; per quanti sforzi facesse non
riusciva a pensare; sapeva e basta, e ci che sapeva era questo:
lunico essere umano di cui si era
fidata pienamente e con tutto il
cuore laveva tradita; lunica persona che avesse conosciuto, che
poteva segnare a dito dicendo
con cognizione di causa: un
gentiluomo, nel segreto del suo
cuore un gentiluomo, laveva
tradita, pubblicamente, volgarmente e spudoratamente.
)BSQFS-FFF(JBOHJB
DPNP'FMUSJOFMMJ&EJUPSF5SBEV
[JPOFEJ7JODFO[P.BOUPWBOJ
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



3 $6-563"

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

*MQFSTPOBHHJP
*MHSBOEFTPDJPMPHP
EFMMBNPEFSOJUMJRVJEB
EPNBOJDPNQJFBOOJ

3BDDPOUBMBTVBTUPSJB
FHVBSEBJMNPOEP
iVODBNQPNJOBUPw

#BVNBO
i*P TFNQSFTUSBOJFSP
MVOJDPHJVEJDF
MBNJBDPTDJFO[Bw
8-0%&,(0-%,03/

apita di rado, e quando succede indice di una straordinaria


lucidit del protagonista, che un testimone di unepoca particolarmente difficile e con forti tratti di tragicit ne sia anche
uno dei pi perspicaci e critici interpreti. Ma questo: capire e
spiegare lultimo secolo della modernit, dalla tentazione di
rendere il mondo solido, univoco, privo di ogni ambiguit (e si vedano i fascismi e il comunismo) fino allapprodo a un universo sociale liquido e frammentario, con il corollario del terrorismo; il ruolo che si dato Zygmunt Bauman; lui stesso ebreo, vittima del nazismo, comunista e poi anticomunista
espulso nel 1968 dal suo paese natio. Il sociologo polacco, oggi di casa in

Inghilterra,a Leeds, una modesta dimora da professore universitario e dove lui si occupa delle faccende domestiche, cucina,
stira, pulisce domani compie i
90 anni. E, pi che unoccasione
per trarre il bilancio di una vita,
questa conversazione serve a ribadire il duplice ruolo, del pensatore tra i pi influenti nel mondo e nel contempo delloggetto
del proprio studio. Dice Bauman: Talvolta pi che un ornitologo, mi sento un uccello. La

conversazione non pu che cominciare con lattualit, Parigi e


la guerra in casa: come se vivessimo in un campo minato,
sappiamo che le esplosioni continueranno, ma non sappiamo dove e quando ci sar la prossima.
La quantit di armi in circolazione (anche grazie ai nostri governi) tale che pochi kamikaze sono in grado di provocare una catena di azioni e reazioni di conseguenze incalcolabili. E poi, i problemi da affrontare sono globali,

ESTRATTO DI BANDO DI GARA


La SO.RE.SA. S.p.A con sede in Napoli ha
indetto una procedura aperta per la FORNITURA DI ECOTOMOGRAFI NECESSARI
AL NUOVO OSPEDALE DELLA ZONA
ORIENTALE DI NAPOLI OSPEDALE DEL
MARE. Lentit dellappalto di
1.096.750,00, iva esclusa. Le offerte dovranno pervenire entro le ore 10.00 del giorno
19/11/2015, con le modalit indicate nel
bando integrale che, insieme alla documentazione di gara, disponibile sul sito internet
www.soresa.it/bandidigaraecontratti/Gare/2015.
Il bando di gara stato inviato alla
G.U.C.E. in data 23/10/2015 e pubblicato
sulla G.U.R.I. in data 06/11/2015.
IL DIRETTORE GENERALE
Ing. Renato Di Donna

ma ne fanno fronte le autorit locali, incapaci di arrivare alle radici del male. Tentare di affrontare
problemi globali con mezzi locali
infatti come cercare di rimettere il dentifricio nel tubetto. Finisce che soffre la democrazia, la
gente matura la convinzione che
occorra rinunciare alle libert
conquistate a caro prezzo, in nome della (presunta) sicurezza.
Si crea un circolo vizioso che vede agire di concerto gli xenofobi
locali e i terroristi globali.

Insomma, a 90 anni, tocca a


Bauman assistere al disfarsi di
un altro mondo ancora. nato a
Poznan, il 19 novembre 1925.
La Polonia indipendente esisteva da appena sette anni, e non
era un Paese dove le minoranze
nazionali avevano una vita facile. Poznan poi, era la roccaforte
della destra antisemita che esaltava una patria per i soli cattolici. Racconta Bauman: A scuola,
durante gli intervalli, non uscivo nel cortile. Era lunico modo
per evitare i calci e le botte degli
altri. Amavo i libri. E andavo
spesso in una libreria. Ma non
avevo soldi.
Limpresa commerciale di
suo padre fall, causa crisi.
S, fu una vicenda durissima.
Un giorno in quel negozio vidi
un cartello: locale cristiano. E
accanto un altro: compra dal polacco (significa non comprare
dagli ebrei, ndr). Frequentavo
anche una biblioteca pubblica,
finch vidi sullo scaffale la rivista "MMBHPHOB. Non ci tornai
pi.
Alla gogna era una delle
pi volgari riviste antisemite
mai esistite. Nel 1939 Hitler
invade la Polonia. Lei, appena 14enne, scappa in Urss, diventa piccolo comunista e si
arruola nellesercito polacco
che combatte a fianco dellArmata rossa.
Nel ginnasio sovietico posso
finalmente correre sul campo
dietro al pallone (e tuttora sono
un tifoso: di squadre perdenti):
nessuno mi dice che devo andarmene in Madagascar o in Palestina e, quando confesso il mio
amore per le lettere polacche,
nessuno mi ricorda che sono un
ebreo e quindi non devo usurpare una cultura non mia. Il mio essere polacco sempre risultato
sospetto, come se lappartenenza alla Polonia lavessi rubata
senza averne il diritto e cos fino
a oggi. Ma possiamo parlare anche delle mie idee e non solo della biografia?.
Nel 1968, in seguito alle manifestazioni degli studenti,
lei, allora professore allUniversit di Varsavia viene dichiarato il nemico pubblico
numero uno, sia in quanto deviazionista, sia in quanto sionista (e cio ebreo). Fino a
met degli anni Sessanta per lei stato comunista ed
stata unesperienza fondamentale. Cosa era il comunismo?
Il comunismo non nato per
miracolo n caduto dal cielo,

non un prodotto dellinferno.


Segna invece una continuit
con la storia. uno dei risultati
della riflessione filosofica, manifestatasi dopo il terremoto di Lisbona del 1755, che ha come scopo abbandonare latteggiamento da guardaboschi nei confronti del mondo a favore invece
di una posizione da giardiniere. Il giardiniere sistema il mondo; sceglie le piante giuste, estir-

pa quelle nocive. Il comunismo


non unutopia romantica, ma
figlio del secolo dei Lumi, di
Voltaire e Diderot. E ha qualcosa di messianico. Trotzky si considerava forse come un messia
degli ebrei, forse come una specie di Cristo, forse pensava al secondo Avvento.
E poi?
Infine, il comunismo una
tecnica di conquista del potere,

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

1&34"1&3/&%*1*
XXXGFMUSJOFMMJFEJUPSFJU
XXXNVMJOPJU

-*/'"/;*"*/10-0/*"

"TDVPMBOPOVTDJWP
OFMDPSUJMF%BFCSFP
FSBJMTPMPNPEP
EJFWJUBSFJDBMDJ
FMFCPUUFEFHMJBMUSJ
"NBWPTPMPJMJCSJ

2VFMDIFSFTUB
EFMHBMBUFP
EBMUSJUFNQJ

4)0
35
450
3*&4
-".0453""7&/&;*"

4DSJUUPJO*OHIJMUFSSBOFM
i-BSUFEFMMFCVPOFNBOJFSFw
DJGBTPSSJEFSFNBBODIFSJGMFUUFSF

-BOPTUBMHJB
EFMM&VSPQB
EJQJOUBEB4UBVEF

/"5"-*""41&4*

VENEZIA .Sinaugura

*-$0.6/*4.0

$FSBJMGBTDJOP
EJVOOVPWPJOJ[JP
7PMFWPDIFJMNJP
QPWFSPFJOGFMJDF
1BFTFDBNCJBTTF&SP
VOHJPWBOFTPMEBUP

tecnica golpista, tecnica che permette di ignorare i risultati delle elezioni, e che tende alla totale manipolazione delle coscienze e del linguaggio.
E con questa risposta ha spiegato anche perch a un certo
punto smise di essere comunista. Ma ladesione a cosa era
dovuta?
Camus disse che la particolarit del Novecento stava nel fat-

to di causare il Male in nome del


Bene. Cera il fascino del nuovo
inizio, che a sua volta si basava
sulla repulsione per il vecchio
mondo. Nelladesione al comunismo c molto del socialdemocratico Bernstein e di Walter Benjamin con il suo Angelo della storia. Il bolscevismo stato una
specie di Partito dellazione. E,
per quanto mi riguarda, ero un
giovane soldato decorato con
una medaglia al valore militare
per aver partecipato alle cruenti
battaglie di Kolberg e di Berlino.
Non ero un intellettuale. Volevo
che il mio povero e infelice Paese cambiasse.
Seguono gli anni del potere
comunista. Lei diventa un sociologo importante, poi un
dissidente; infine, espulso,
va in Israele ma vi rimane pochissimo...
Non volevo scambiare il nazionalismo polacco di cui sono
stato una vittima, per il nazionalismo israeliano.
La sua non una biografia comune...
Non esistono biografie comuni. Ogni uomo un mondo a s,
irripetibile.
Sar, ma la sua, una biografia molto ebraica. Ha vissuto
in Polonia, Israele, Inghilterra. Ovunque rimasto straniero.
Un comico inglese diceva
che lebreo un uomo che in
ogni luogo fuori luogo. S, sono
nato straniero e morir straniero. E sono innamorato di questa
mia condizione. Con mia moglie
Janina, scomparsa quasi cinque
anni fa, eravamo uniti in tutto,
ma una cosa non lho condivisa
con lei: ha scritto *MTPHOPEJBQ
QBSUFOFO[B, un libro in cui esprimeva il suo bisogno di appartenere. Io ne faccio a meno. Nellessere straniero ci sono alcuni
privilegi. Il pi grande di questi
potersene infischiare dellopinione pubblica. Lunico tribunale quello della propria coscienza ed il pi severo di tutti.
Come le venuta lidea della
modernit liquida?
Fin da bambino sono stato affascinato dalla fisica. Poi sono diventato un sociologo e non un
astronomo come sognavo. Lidea della modernit liquida mi
venuta leggendo il fondamentale libro di Ilya Prigogine, Nobel
per la fisica, 5IF&OEPG$FSUBJO
UZ. Prigogine parlava della debolezza dei legami tra le molecole
dei liquidi contrapposta alla forza di questi legami nei corpi solidi.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

vevo una raccolta di galatei ma chiss


che fine hanno fatto: ricordo solo, dei loro meravigliosi consigli, la disposizione
dei posti a tavola nel caso invitassi alla
stessa cena un vescovo e un ministro, e soprattutto come una fanciulla dovrebbe comportarsi se la
prima notte di nozze, tolta la giacca, il fresco sposo riveli due gobbe, una davanti e una dietro. Durante lultima guerra pi che altro i galatei tendevano allalimentare, suggerendo come fare le torte senza uova n burro, ma anche come non cedere al corteggiamento di diabolici seduttori anziani visto che i giovani erano tutti a combattere. Per non sono mai riuscita a sapere come si mettono a tavola tre bicchieri per posto, e se oggi sia ovvio anche per i futuri regnanti lobbligo di restituire i regali se la fidanzata fugge con il cuoco e
vuol tenersi, per venderlo, un diadema di qualche antica sovrana.
A proposito di sovrane, una di geniale attenzione verso il galateo matrimoniale e politico, era
Maria Teresa dAustria, che consigliava alle cinque figlie regalmente sposate, Maria Cristina,
Maria Giuseppa, Maria Carolina, Maria Amalia e
Maria Antonietta, il giusto comportamento verso lo sposo e verso il popolo. E per esempio a Maria Antonietta nel 1774, regina di Francia a 19 anni con marito poco portato al sesso: La passione
folle si disperde ben presto, ma occorre stimarsi
ed essere amici luno dellaltro per essere felici
nello stato matrimoniale, per poter sopportare le
improvvise difficolt di questa vita....
Nel 1918 fu pubblicato in Inghilterra 5IF"SU
PG(PPE.BOOFST, un galateo che dopo i disordini
e le tragedie della guerra era lindispensabile segno del ritorno alla normalit, al vivere gentile, a
quella serie di regole indispensabili per ricuperare serenit, rispetto, piaceri. La coppia sposata
dovr sempre ricordare che le piccole gentilezze reciproche sono sempre necessarie e contribuiscono a fare dello stato matrimoniale ununione felice.... Due secoli e mezzo dopo, 100 anni dopo, i fondamenti del galateo per una vita matrimoniale lunga e sopportabile sono gli stessi: non
aspettarsi decenni di passione ma assestarsi su
una quotidianit affettuosa, amichevole, complice, di reciproco aiuto.
Ma oggi le coppie sono pi capricciose di allora, e capita che la passione, sembrando il sentimento pi importante della vita, mandi allaria
anche dopo cinquantanni un matrimonio che pareva perfetto. La lettura di queste antiche Buone
Maniere non solo piacevole ma tuttora molto
istruttiva. Intanto si rivolge soprattutto agli uo-

"

mini come se fossero loro a dover impostare il galateo domestico e mondano, ma soprattutto sorprende perch tuttora molto utile. Nel senso che
sarebbe bello se si tornasse a tener conto che leducazione abbellisce la vita. Purtroppo sappiamo che il Villanzone, la Maleducata, lo Sguaiato,
lUrlona, sono i personaggi pi ricercati dalla televisione in quanto, come si dice, fanno audience.
I lettori depoca di questo prezioso librettino
inorridirebbero nellimmaginare delle belle signore che starnazzano musone dicendo le massime stupidaggini e dei giovanotti costantemente
in maglietta che insultano con la massima ignoranza. Ma il peggio che alle Pessime Maniere ci
stiamo abituando, anzi pare che se sei educato
non piaci a nessuno. Ribelliamoci, riscopriamo
quanto la vita sarebbe pi semplice e serena se
anche i politici pi grossolani, nei sempre pi horror talk show, seguissero i consigli del nostro
amabile libretto: Che la tua conversazione sia
leggera e piacevole. Evita limpressione di essere
dogmatico. Se chiedono la tua opinione, esprimila liberamente e sinceramente come solo tua,
ma offri la stessa cortesia ascoltando le opinioni
degli altri. Non contraddire mai, il che unaperta violazione delleducazione. Se la cosa importante, esprimi il tuo dissenso in modo appropriato.
Anche il rapporto con i figli oggi cambiato.
Forse c pi amore ma anche meno educazione.
Per esempio, quando si invitano a casa degli amici, pare normale lintervento fracassone degli
adorati piccini che impediscono agli adulti di parlare. Cari genitori, ascoltate: I bambini dovrebbero imparare a non sedersi alla presenza degli
adulti se non invitati a farlo o a meno che gli alti
lo siano gi. I ragazzi dovrebbero alzarsi sempre
quando qualcuno entra nella stanza, offrendo
una sedia se necessario. O no?
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*--*#30

2VFTUPUFTUPUSBUUPEBMMB
QSFGB[JPOFEJ/BUBMJB"TQFTJ
B-BSUFEFMMFCVPOFNBOJFSF
*M.VMJOPQBHH 
FVSP

oggi a Venezia, sullIsola di San Giorgio


Maggiore, un evento dedicato
al pittore tedesco Hans-Joachim Staude, organizzato dai figli Jakob Staude e Angela Staude Terzani, in collaborazione
con la Fondazione Giorgio Cini.
Per cinque giorni (fino al 22 novembre) la Sala Piccolo Teatro
ospiter una mostra curata da
Francesco Poli ed Elena Pontiggia con ventisette dipinti realizzati da Staude tra il 1929 e il
1973. Momento centrale sar
un convegno con la partecipazione di storici darte italiani e
stranieri (oggi e domani), per
riscoprire la figura di Staude, il
pi italiano tra i pittori tedeschi del Novecento.
Nato a Port-au-Prince (Haiti) da genitori tedeschi, Staude
si forma ad Amburgo, dove nel
1918 vede la prima grande mostra di Munch. Subito dopo entra in contatto con lespressionismo tedesco della Brucke e
in particolare con Schmidt-Rottluff. Ma gi nel 1922 decide di
abbandonare quella linea e
guardare altrove. Parte la prima volta per Firenze nel 1925,
ma vi si stabilisce definitivamente solo quattro anni dopo,
eleggendola a citt dellanima
e a sua dimora lavorativa. a Firenze, infatti, che Staude si avvicina alla moderna classicit dellarte italiana fra le due
guerre. La sua ricerca artistica
guarda alla tradizione dellarte
toscana del 400, da Piero della
Francesca a Masaccio e anche
nel dopoguerra rimane coerente, eludendo linformale e lastrattismo.
Tra le opere in mostra ci saranno ritratti, paesaggi e nature morte: i delicati pastelli degli
anni Sessanta (tra cui la serie
"MMF$BTDJOF), gli scorci naturali dei primi anni Settanta, in cui
la pittura si fa macchia di colore, e il celebre"VUPSJUSBUUP dipinto nel 1951.

"7&7""//*&3"45"50"-6/(0$0--"#03"503&%**/%30.0/5"/&--*

*MHJPSOBMJTNPFMBQBTTJPOFTUPSJDB
NPSUPJFSJB.JMBOP.BSJP$FSWJ
"/%3&".0/5"/"3*
MILANO - Mario Cervi, scomparso ieri a

Milano a 94 anni, era un giornalista di


altri tempi. Con la passione della storia, ma anche della politica italiana. Di
ieri e di oggi. Fond *M(JPSOBMF nel
1974 con Indro Montanelli che segu
anche nella breve esperienza de -B7P
DF nel 1994 dopo lo strappo con Silvio
Berlusconi. Quando lex Cavaliere si
butt in politica. Per poi, per, tornare
nel quotidiano di via Negri, prima come condirettore e alla rubrica delle lettere, che ha curato fino allultimo. La
sua carriera era iniziata molto giovane, al $PSSJFSFEFMMB4FSB nel 1945.
Il sodalizio con Montanelli dur molti anni. Insieme hanno scritto, tra laltro, una monumentale 4UPSJBE*UBMJB
a quattro mani distribuita in parecchi
volumi e con un linguaggio molto semplice e accessibile. Io li scrivevo, lui li
firmava, raccontava Cervi con ironia.
Come quando con civetteria ammette-

-"'050

.BSJP$FSWJ
BEFTUSB

GPUPHSBGBUP
DPO*OESP
.POUBOFMMJ

va in unintervista: Grazie a una raccomandazione faccio il giornalista da


66 anni.
Negli ultimi tempi, provava ad esorcizzare il pensiero della morte, vista la
veneranda et. Non sono
credente, aveva confessato di recente, Sarei felice
di pensare che me ne vado
a vedere i miei cari, mia
moglie, mia madre. Ma
non riesco a crederci.
Nel suo saggio sulla 4UPSJB  EFMMB
(VFSSBEJ(SFDJB, uscito nel 1965, aveva raccontato per primo e senza reticenze laggressione compiuta dallItalia fascista nel 1940 e la gestione disastrosa di uno degli episodi pi discussi
della partecipazione dellItalia alla Seconda guerra mondiale. In altri scritti
si era occupato di diverse vicende storiche. Dalla tragedia dell8 settembre
alla disfatta di Caporetto.

*-3*$0/04$*.&/50

*M1SFNJP4JMB
B4UFGBOP3PEPU
F$IJBSB4BSBDFOP
Stefano Rodot ha
vinto il Premio Sila speciale alla
carriera e terr una lectio magistralis dal titolo -BWJUBOFMMB
3FUF venerd prossimo a Cosenza (Palazzo Arnone, ore
18). Gli altri premiati sono Leonardo Colombati con il romanzo  (Mondadori); Chiara
Saraceno per il libro *MMBWPSP
OPOCBTUB (Feltrinelli) e Jason
Pine per il saggio /BQPMJTPUUP
USBDDJB (Donzelli). La cerimonia di premiazione si terr sabato prossimo a Cosenza, a Palazzo Arnone, alle ore 18.

COSENZA.

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

$0/5"55*
4&(3&5&3*"@41&55"$0-*!3&16##-*$"*5
8883&16##-*$"*5



(0-%&/(-0#&4

"8BTIJOHUPO
JMQSFNJP
$FDJM#%F.JMMF
Andr a Denzel
Washington il premio Cecil
B. DeMille, il premio alla
carriera assegnato dalla
Hfpa, lassociazione della
stampa estera a
Hollywood. La
consegna durante la
cerimonia dei Golden
JOQJMMPMF Globes, il 10 gennaio.
Washington, due volte
premio Oscar, stato di
recente protagonista al
cinema con 5IF&RVBMJ[FS e
sar nel cast del remake di *
NBHOJGJDJTFUUF di Antoine
Fuqua.

/FXT

/"5"-*""41&4*

"OUFQSJNB
DJOFNB
i%PCCJBNP
QBSMBSFwDPO
#FOUJWPHMJP 
3BHPOFTFF
$BM[POF

46-4*50
-FWJEFPJOUFSWJTUF
MFGPUP JMUSBJMFSF
MFDMJQEJi%PCCJBNP
QBSMBSFw BMDJOFNB
EBEPNBOJ

ONO le coppie che paiono


frantumate quelle che resistono di pi, nella quotidiana vitalit di silenzi, cupezze, accuse e minacce. Sono le coppie
che a furia di chiamarsi amore e di tubare dolcezze tacendo i contrasti, di colpo,
un giorno, scoppiano per eccesso di bugiarda felicit. Quanto cinema ci ha raccontato di questi scontri, di questi idilli,
e adesso Sergio Rubini mette insieme
due coppie di amici, quella innamorata
e quella disamorata, in una lunga notte
di guerra e pace, di attacchi e di rese, di
trappole e di rivelazioni. Certo %PCCJB
NPQBSMBSF ricorda il magnifico $BSOBHF
di Polanski, dalla pice teatrale di Yasmina Reza, quattro personaggi e un soggiorno, ma tutta unaltra storia, molto
italiana, anzi romana: e quel titolo nella vita, come nel film, una frase di grande pericolo, foriera di disastri, che almeno una volta piomba su una coppia rovinosamente, sia che generi mutismi furibondi o scontri crudeli. %PCCJBNPQBSMB
SF stato provato prima a teatro: un attico con superattico e due coppie, lo scrittore in crisi Sergio Rubini (Vanni) e la
molto pi giovane compagna e collaboratrice Isabella Ragonese (Linda), il celebre cardiochirurgo Fabrizio Bentivoglio (Alfredo) e la seconda moglie, dermatologa, anche lei al secondo matrimo-

pariolina, molto denaro e


nio, Maria Pia Calzone (Co'050%*(36110
poco interesse per la cultustanza).
4PQSB JQSPUBHPOJTUJ
ra. Ritorna Costanza e menGi lambiente descrive
EJi%PCCJBNP
tre i padroni di casa rinuni personaggi: Vanni paga
QBSMBSFw%BTJOJTUSB 
ciano anche alla cena con
un super affitto per un ap4FSHJP3VCJOJ *TBCFMMB
gli amici, la coppia contipartamento dove nulla fun3BHPOFTF .BSJB1JB
nua a insultarsi senza soziona ma dallarredamen$BM[POFF'BCSJ[JP
sta, ma il litigio scivola tra
to pretenzioso. Una gran#FOUJWPHMJP
le due donne, con rivelaziode fotografia di Mao confer4PUUP MBMPDBOEJOB
ni molto inopportune, per
ma che questa la casa di
EFMGJMN
poi incendiarsi tra Vanni e
intellettuali, per di pi di
Linda. Pare che sia tipicafluttuante sinistra. La copmente romano questo legapia innamorata e sbaciucme tra classi diverse: in quechiante sta preparandosi
sto caso i ricchi con barche
per andare con amici a una
mostra di Basquiat e poi a
e una folta servit filippina
cena, quando irrompe Coin casa, e quegli intellettuastanza fuori di s: ha scoli un po spiantati, ovviaperto che il marito Alfredo
mente di sinistra, cui piace
la tradisce, naturalmente
la vita danarosa. Non il cacon una zoccola sposata al
so di Vanni, che un tempo
Bulgari dei macellai. Si
comunista, vive da dieci anamici no? Quindi si rimanni con la sua ex allieva Linda Basquiat per consolare
da, senza per separarsi
la furente signora che, dodalla moglie ufficiale.
po aver loro rovinato la se%PCCJBNP  QBSMBSF porata, se ne va, ma ecco arritrebbe essere, il vero film di
vare il marito Alfredo dal pesante parlaNatale, divertente, mai volgare. Facile,
re romanesco, un fiume di accuse alla
ben fatto, con attori credibili, con una
moglie, alla di lei figlia, zoccola naturalsceneggiatura intelligente. un ritratto
mente, avuta dal primo marito spiantaverosimile che ricorda certe lettere alla
to, ed tutto un parlare del suo denaro
posta del cuore, della coppia italiana di
speso dalle due donne, con cifre precise
oggi. Uomini maturi che si prendono
e fatture conservate.
una ragazza con ventanni di meno anAlfredo e Costanza sono una coppia
che per sentirsi superiori ma non accettano che lei cerchi una sua strada, ragazze che non hanno il coraggio di pretendere il matrimonio e una loro libert, professionisti che cercano nellaccanimento del lavoro, di dimenticare lindifferenza di casa, lassenza di sesso matrimoniale, il sentirsi solo un utile bancomat,
donne di mezza et che vogliono il perbenismo della famiglia borghese unita
ma si tengono lamante. Il grande silenzio che cala spesso sulla coppia, giorno
per giorno, nessun litigio, buone maniere e i dubbi e i desideri e le piccole amarezze inespressi che diventano invincibile rancore. Certo dovremmo parlare ma
spesso se ne ha il coraggio troppo tardi.

$PQQJF
TDPQQJBUF

$PO3VCJOJVOBMVOHBOPUUF
EJUSBQQPMF BDDVTFFSJWFMB[JPOJ

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

%0##*".01"3-"3&
%JFDPO4FSHJP3VCJOJ
$PO'BCSJ[JP#FOUJWPHMJP *TBCFMMB
3BHPOFTF .BSJB1JB$BM[POF

.64*$"

#PC%ZMBO
HVBSEJFBSNBUF
BMDPODFSUP
I fatti di Parigi non fermano
il tour europeo di Bob
Dylan, stasera la prima
delle due date al Manzoni di
Bologna. Ma lartista ha
chiesto che venga
rafforzata rafforzare la
sicurezza con guardie
armate: in particolare, una
controller lingresso e
unaltra sar posizionata
davanti ai camerini.

0#"."

6OBNFEBHMJB
QFS4QJFMCFSH
F4USFJTBOE
Ci sono anche Steven
Spielberg e Barbra
Streisand fra le 17
personalit alle quali il
presidente Obama
consegner la Medaglia
della Libert. La pi alta
onorificenza civile
americana va a donne e
uomini che hanno
arricchito le nostre vite,
scrive il presidente in un
comunicato diffuso dalla
Casa Bianca.

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

-6$$"'*-.'&45*7"-
0."((*0"--)03303%*(&03(&30.&30
4BS(FPSHF"OESFX3PNFSP SFHJTUBFTDFOFHHJBUPSFTUBUVOJUFOTF 
NBFTUSPEFMMIPSSPS JMQSJNPPTQJUFEPOPSFEFM-VDDB'JMN'FTUJWBMF
&VSPQB$JOFNB DIFTJUFSSEBMBMBQSJMFB-VDDBFB7JBSFHHJP
"MMBVUPSFEJGJMNDVMURVBMJ-BOPUUFEFJNPSUJWJWFOUJTBSEFEJDBUBMB
SFUSPTQFUUJWBDJOFNBUPHSBGJDBDPNQMFUBFVOBNPTUSB

*-4&26&3:"/(04-*/(*/i#-"%&36//&3w$0/)"33*40/'03%
3ZBO(PTMJOH GPUP
BGGJBODIFS)BSSJTPO'PSEJO#MBEF3VOOFSjWFSP
4BSJORVFMGJMN NBDVODIJQOBTDPTUPEFOUSPEJNFDIFFTQMPEFSTF
EJDPRVBMDPTBMUSPxIBEFUUPMBUUPSFEVSBOUFVOJOUFSWJTUBQFSMB
QSPNP[JPOFEJ-BHSBOEFTDPNNFTTB*MGJNTBSEJSFUUPEB%FOJT
7JMMFOFVWFNFOUSF3JEMFZ4DPUUTBSQSPEVUUPSF

(VDDJOJMPTUJOBUP
i7PHMJPTPMPTDSJWFSF
DBOUBSFGBUJDPTPw

.64*$""-4"/50340-"

*-$0'"/&550
4JDIJBNBi4F
BWFTTJQSFWJTUP
UVUUPRVFTUPw
EJFDJEJTDIJDIF
OFSJQFSDPSSPOP
MBDBSSJFSB
FEVFDBO[POJ
JOFEJUF

*MDBOUBVUPSFQSFTFOUBB#PMPHOBVOOVPWPMJCSP
FVOBSBDDPMUBBOUPMPHJDBDPOEVFCSBOJJOFEJUJ
&.*-*0."33&4&

BOLOGNA
I CHIAMO Francesco Gucci-

ni, sono nato nella prima


met del secolo scorso, sono ancora vivo (a meno
che non mi stia sbagliando), ho fatto il
cantautore e ora faccio lo scrittore. Cos si presenta il maestrone, 75 anni, dietro un tavolaccio dellOsteria del Moretto, una delle sue celebri osterie fuori porta.
Non torna a cantare, non ci pensa
nemmeno: Non ne ho pi voglia, mi
costa fatica, quel che dovevo dire lho
detto. S, il pubblico mi manca, soprattutto mi mancano i miei musicisti, mi
spiace averli lasciati a piedi. Ma ora desidero comunicare solo con la scrittura: mi diverte e mi sento ancora fresco.
Sono uno snob, un fighetto: mi ha dato
pi soddisfazione vedere un mio racconto pubblicato nei .FSJEJBOJ che tut-

ta la mia intera discografia. Ho fatto il


cantante, ma mica volevo farlo. Non
suono pi la chitarra, non ascolto pi
musica, tranne Capossela gli altri mi
sembrano tutte copie, gente che canta
tanto per fare, ma anche le mie canzoni mi danno fastidio. Scrivere, quello
s, mi sempre piaciuto. Quando me lo
chiedevano da piccolo io rispondevo
che da grande avrei voluto fare lo scrittore.
Loccasione per lincontro luscita,
il 27 novembre, di un cofanone, come lo chiama lui, intitolato 4FBODIF
BWFTTJQSFWJTUPUVUUPRVFTUPo(MJBNJ
DJ MBTUSBEB MFDBO[POJ. Dieci cd (4 nella versione economica) pieni di registrazioni live mai sentite, versioni curiose delle sue hit e anche due brani
inediti ("MMPSBJMNPOEPGJOJS e -0TUF
SJBEFJ1PFUJ). Ma anche la pubblicazione della sua ultima raccolta di racconti
montanari 6ONBUSJNPOJP VOGVOFSB
MF QFSOPOEJSFEFMHBUUP: Un patrimo-



nio incredibile da un mondo che non


esiste pi e che ho avuto la fortuna di
conoscere.
I problemi alla vista che lo obbligano a leggere con una specie di proiettore non lo scoraggiano nella scrittura:
ha gi in mente il prossimo giallo, lottavo con Loriano Machiavelli, ambientato tra gli elfi, che sono poi gli hippy venuti a vivere su nei boschi da noi
negli anni 70 e ancora oggi hanno la residenza ma non la luce e lacqua. Ricorda volentieri gli inizi della sua carriera, regalando aneddoti, ma si illumina solo se parla di prossimi progetti

narrativi, perch con la musica ha veramente chiuso e non gli preme nemmeno sottolineare lattualit tragica
di una canzone post-atomica come
questa "MMPSBJMNPOEPGJOJS, incisa e
lasciata in un cassetto dal 1967. Casomai pi attuale -JCFSBOPT%PNJOF
in cui parlavo dei fanatismi religiosi e
di questa gente nimata da una ideologia feroce e disposta al martirio nella
speranza di quel paradiso con una
quantit smisurata di vergini, che poi,
boh, come si dice dalle mie parti, sarebbe pi la fatica del gusto.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-VMUJNBDBSF[[B
EJ"CCBEP
-6$"#"$$0-*/*
BOLOGNA. Lultima carezza di Claudio Abbado, a quasi due anni dalla sua scomparsa, si
posa sui bambini dellospedale SantOrsola
di Bologna. In quelle corsie, e non in un teatro o una sala da
concerto, Alessandra Abbado ha deciso di proseguire
limpegno civile del
padre dopo la sospensione delle attivit dellOrchestra
Mozart, dando vita
a unassociazione,
Mozart14, che ne
raccoglie e tiene in
vita leredit spirituale. Tamino il
progetto che porta
musica ai piccoli malati: per la prima volta
unir tutti i reparti di un polo pediatrico attraverso la musicoterapia, che in questi tre
giorni, senza pausa, li anima di concerti e laboratori. Nelle parole di Alessandra Abbado: Claudio ha donato al mondo emozioni e
sentimenti. Chiunque abbia avuto il dono
di ascoltarlo, dovrebbe restituire ai pi piccoli, specie se malati, quella fortuna.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

$0/5"55*
4&(3&5&3*"@41035!3&16##-*$"*5
8883&16##-*$"*5



$BMDJP
56550'3"(*-&
/0/45"5"
6/"1"35*5"
/03."-&
."63*;*0$304&55*

UTTO FRAGILE, tutto

precario e surreale in
questo bisogno di sport,
ma anche tutto cos
necessario. Resistenza, non
anestesia. Gli azzurri ci
provano ma sembrano a lungo
paralizzati, come se qualcosa li
rosicchiasse dentro,
uninquietudine che va oltre gli
errori o i limiti. Cercare la
squadra giusta per lEuropeo
senza neppure essere sicuri che
lEuropeo si far, e chiss come
poi, ostaggio di chiss cosa.
E la sera del panico che ha
cancellato Belgio-Spagna e
Germania-Olanda, a Bologna si
resiste tra cani anti bomba e
commozione diffusa, lItalia
per per unora gioca la
peggior partita della gestione
Conte. Il solito abbaglio
difensivo, il solito gol preso
quasi subito, il solito
svantaggio che fa tanto
assomigliare la nazionale alla
Juve (cinque i bianconeri nella
formazione iniziale).
La risalita lenta, lunga,
impacciata. Quasi mai un tiro.
Lentezza e sfiducia. Serve il
rigore per sbloccare lItalia, poi
qualcosa cambia e qualcosa di
meglio si vede, c il gol del
raddoppio e della rimonta
illusoria di Gabbiadini, molti
cambi necessari e uno
simbolico (Sirigu, che gioca a
Parigi, incerto nellazione del
pareggio romeno peraltro
irregolare), poi lincapacit di
vincere. Limpressione
dombra rimane, stata una
partita strana, quasi
ingiudicabile prima del letargo
azzurro fino a marzo: non
giover a nessuno, meno che
mai a Conte. Si andr
allEuropeo con una squadra
senza nulla di scontato, se non
la voglia di essere - appunto squadra: non poco, in fondo.
Poco il talento complessivo e
si sapeva, a meno che il
campionato non offra
imprevedibili fiori, ma in
mezzo a tutti questi stranieri le
primule soffocano. Di bello,
sicuramente, Marchisio, gol e
assist, una presenza sempre
viva nel gioco: da tempo sta
studiando da Pirlo, il ragazzo si
applica, ha stoffa, sar una
sicurezza anche in Francia.
Come tutte le creature
giovani in fase di crescita,
anche la Nazionale patisce e
gioisce per questioni di testa e
pancia, sembra un figlio che a
momenti tincoraggia e poi
subito non lo capisci, non ti
capisce. Nella sconfitta contro il
Belgio, nella maledetta sera di
venerd, si era visto pi gioco,
pi ricerca dellidea e dello
schema. Ieri si molto
improvvisato, trovando cose a
caso, per strada, da raccogliere
o disperdere. Certezze, quasi
nessuna.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

(JPDBSFEVSB
QFSM*UBMJBVOQBSJ
USBMVDJFPNCSF
"#PMPHOB DPNNP[JPOFFUJNPSJ
QPJMBMUBMFOBEJHPMDPOMB3PNBOJB
*5"-*"

45."3$)*4*0 3*(
45("##*"
%*/*

30."/*"

1545"/$6 45"/%0/&

&/3*$0$633

-

BOLOGNA

Italia-Romania
era stata 5 anni fa a Klagenfurt e si pensava che
sarebbe stato impossibile vivere
una serata pi irreale di quella,
con gli insulti razzisti a Balotelli
in uno stadio quasi vuoto, che rese paradossale la partita di calcio
sul campo. Ieri sera al DallAra
latmosfera era ben diversa, carica di commozione e di emozione
- la Marsigliese suonata dalla
banda, il minuto di raccoglimento per le stragi di Parigi e la Romania con il lutto al braccio per
le vittime dellincendio alla discoteca Colectiv di Bucarest e con
lo stadio quasi pieno, la curva
San Luca popolata da cinquemila tifosi romeni, orgogliosi rappresentanti di una comunit foltissima in Italia. Eppure lirrealt e il paradosso sono rimasti
nellaria, forse ancor pi che nel
2010, perch contemporaneamente sono state sospese le partite di Belgio, Spagna, Germania
e Olanda per la stessa ragione
che il calcio ha provato a scacciare a Bologna, continuando lo
spettacolo: la paura.
Lo sport come inno alla vita
ULTIMA

-&
1"
(&-&

$)*&--*/*

era il messaggio dichiarato: ha


funzionato a intermittenza, tra
le ovvie contraddizioni che nessun sistema di sicurezza, nemmeno il pi sofisticato, potr mai attenuare in qualunque manifestazione pubblica. I controlli raddoppiati agli ingressi e i poliziotti in
borghese non hanno potuto impedire che filtrassero ad esempio
i puntatori laser, per fortuna innocui. Ma la psicosi si pu allontanare almeno un po, con la forza e
lintensit del gioco. E le squadre
hanno fatto del loro meglio per
riuscirci, malgrado il contesto
amichevole. Lequo 2-2 finale il

.BSDIJTJP 
SJHPSFEB
CSJWJEJFBTTJTU
%BSNJBO
QBTUJDDJB

1BSUJUBTUSBEPNJOBUB 
BCCJBNPBWVUP
UBOUFPDDBTJPOJ
QFSTFHOBSFBODIF
JMUFS[PHPM4POP
BSSBCCJBUP NBHBSB
DPNVORVFQPTJUJWB

"OUPOJP$POUF QBSUJUFEBDU

13*.0(0-*/";;6330
.BOPMP(BCCJBEJOJNFUUF
BTFHOPEJUFTUBJMTVP
QSJNPHPMJOOB[JPOBMF
NBHHJPSF1PJVTDJS
QFSJOGPSUVOJP

frutto di qualche pasticcio e di


qualche bel gesto tecnico, in un
dignitoso equilibrio tra la necessit di conservare la spensieratezza e la consapevolezza che lattentato di Saint-Denis allunga
ombre sinistre su Euro 2016. Conte laveva del resto annunciato:
non ci si deve lasciare imprigionare dal terrore. Cos ha interpretato la partita secondo consuetudine, in trance agonistica, come
una tappa importante del proprio lavoro verso lEuropeo.
La squadra lha assecondato a
tratti - soprattutto nel secondo
tempo, in controtendenza rispet-

to a venerd scorso a Bruxelles - e


lesito tecnico dellultima prova
del 2015 va dunque giudicato in
chiaroscuro. Di scuro c che la
Nazionale, pur opposta a unedizione non trascendentale della
Romania, non ha smesso di balbettare in difesa e che la coppia
dattacco Pell-Eder non ha
smentito chi laccusa di non essere tecnicamente allaltezza della
tradizione azzurra. Dopo le distrazioni col Belgio di De Sciglio,
qui rimpiazzato sulla sinistra da
Chiellini con lingresso di Barzagli al centro, stavolta stato Darmian a regalare un gol precoce: si

'MPSFO[JFMFUUSJDP (BCCJBEJOJQVOHF
*5"-*"

'3"/$&4$0
4"7&3*0
*/503$*"

&-4)""3"8:

/PODJWFESFNP
QFSUBOUPUFNQP
FQPJNBODIFSBOOP
TPMPEVFNFTJ
BHMJ&VSPQFJ'PSTF
BOESFCCFSPTJTUFNBUJ
NFHMJPJDBMFOEBSJ

#6''0/

6OWPMPTV5PSKFBTWFOUBSFMB
QSJNBNJOBDDJB TUBWPMUBJMHPMMP
CFDDBBMTFDPOEPUJSP QPJTPMP
TCBEJHMJ0TBOOBUPEBMMBDVSWB
CPMPHOFTF%BMTU4JSJHV
OPOHJPDBQJOFM1TH VOB
QSFTFO[B
RVJTVMGBVONF[[P
NJSBDPMPJOTJFNFBVOHVBJP
%"3.*"/

6OBGSJUUBUBTVMWBOUBHHJPSVNFOP
JOWBOUBHHJPNBOPOTQB[[BF
BMMBGJOFTJTDPOUSBDPO#BS[BHMJ
'SFOBUPFJOUFSNJUUFOUFOFMMB
QSPQVMTJPOF
#"3;"(-*

"UUPSFDPQSPUBHPOJTUBFRVBTJ
JODPOTBQFWPMFEFMMBCBMMBUB
EFMMVOPB[FSPEJ4UBODV MVOJDB
SFBMFTCBWBUVSB1VFTTFSFVO
CVMMPOFQSF[JPTPQFSSFHJTUSBSFJM
SFQBSUP
#0/6$$*


*MQJMVDJEPMEJFUSP SJTDBUUBMF
JOEFDJTJPOJEJ#SVYFMMFT
$)*&--*/*

5SBTMPDBBTJOJTUSB GSPOUFHHJB
5PSKF OPOTJTHBODJBNBJ
'-03&/;*

2VBOEPQBSUFHMJTUBOOPEJFUSPJO
QPDIJ FJOGBUUJMVDSBJMHJBMMPEJ
)PCBO'BUJDBBQSFOEFSFSJUNPF
DPOUJOVJU
."3$)*4*0

6OUFNQPPQBDP EJTPGGFSFO[BF
DPOGVTJPOF TQFTTPOPOTBBDIJ
EBSFJMQBMMPOF4GJPSBMBUSBWFSTB
OFMMBQSJNBPDDBTJPOFEFMM*UBMJB BM
y
TFHOBVOSJHPSFDIFVO
NFOIJS MVMUJNPHPMGVBMNPOEJBMF 
DPOHMJJOHMFTJ
JOWFOUBMBTTJTUEFM
%BMTU1BSPMPTW
403*"/0

%VOBUJNJEF[[BRVBTJTWPHMJBUB 
SJOVODJBBJOTFSJSTJFTCBHMJBQVSF
HMJBQQPHHJQJDPNPEJ6OPSB
EBOPOJNBUP%BMTU
.POUPMJWPNF[[PSBBDDFUUBCJMF

&-4)""3"8:

-FCPMMJDJOF EJTDPOUJOVF BSSJWBOP
EBMVJTVMMBTJOJTUSB NBHMJNBODB
TFNQSFMBDBUUJWFSJBGJOBMF(JVOHF
JOSJUBSEPTVMMBQBMMBNJHMJPSF EJ
&EFS%BMTU$BOESFWBTW
1&--

4PSWFHMJBUPTQFDJBMFEFJSVNFOJ 
OPOGBTBMJSFMBTRVBESB TQFEJTDF
TVJUBCFMMPOJQVCCMJDJUBSJMFVOJDIF
EVFQBMMFHJPDBCJMJQFSWFOVUFHMJ
%BMTU0LBLBDPSSF THPNJUB 
QJDDIJB
&%&3

6OBNBDDIJPMJOBB[[VSSBOFMMB
NBSFBHJBMMB QBTUJDDJB TQSFDBQVSF
VOBQVOJ[JPOFEBMMBMVOFUUB*OWPDB
VOSJHPSFEB$IJSJDIFT QSFOEF
RVFMMPEFMQBSJF TVCJUPEPQP VO
HJBMMPQFSTJNVMB[JPOF%BMTU
(BCCJBEJOJEJUFTUBTGJPSBJM
 MPUSPWBVOBUUJNPEPQP JM
QSJNPJOB[[VSSP6OQBTTFUUP
BWBOUJWFSTPM&VSPQFP"DDJBDDBUP 
MBTDJBJOMBTRVBESB

*-3*(03&
.BSDIJTJPQBSFHHJBEBM
EJTDIFUUPDPOVOBHSBOCPUUB
BMMJODSPDJPJMWBOUBHHJP
SVNFOPEJ4UBODV

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

6/%&3
*5"-*"#"55&-*56"/*"&%13*."%"40-"
$POEVFHPMEJ#FSBSEJF#FOBTTJM6OEFSCBUUFMB-JUVBOJBB$BTUFM
EJ4BOHSPF HSB[JFBMLPEFMMB4FSCJBJO4MPWFOJB 
WBJOUFTUBEBTPMB
OFMHJSPOFEJRVBMJGJDB[JPOFB&VSP VOQVOUPJOQJFVOBQBSUJUB
JONFOPEFHMJTMPWFOJ6OQBMPDFOUSBUPEBVOPTUSBSJQBOUF#FSOBSEFTDIJ
OFMMBSJQSFTB"[[VSSJEJOVPWPJODBNQPBNBS[P JO*SMBOEB

$"-$*0%0//&
1"3-%*-0##:(": %&'&3*5013&4*%&/5&%&-503*/0
*MQSPDVSBUPSFEFMMB'JHDIBEFGFSJUPJMQSFTJEFOUFEFM5PSJOPEJDBMDJP
GFNNJOJMF 3PCFSUP4BMFSOP jQFSBWFSFFTQSFTTPQVCCMJDBNFOUF
EJDIJBSB[JPOJMFTJWFOFJDPOGSPOUJEJPSHBOJJTUJUV[JPOBMJx/FJHJPSOJ
TDPSTJ 3PCFSUP4BMFSOPBWFWBEJDIJBSBUPDIFDJTBSFCCFVOBMPCCZHBZ
jPOOJQSFTFOUF QSFQPUFOUF BSSPHBOUFxBDBQPEFMNPWJNFOUP



*QMBZPGG%VFHPMEFDJTJWJ
JO%BOJNBSDBJMNBOEBBWBOUJ;MBUBO
1BTTBBODIFM6DSBJOB DIFIBQBSFHHJBUP
JO4MPWFOJB4PSUFHHJPJMEJDFNCSF

4UBWPMUBDQVSF*CSB
USBTDJOBMB4WF[JB
BMM&VSPQFPEFMMFTUBS
"/%3&"4033&/5*/0
c anche Zlatan,
si pu davvero cominciare. Con gli ultimi spareggi di ieri il mosaico delle 24 partecipanti a Euro 2016 ha tutte le
tesserine al posto giusto. Due sublimi arabeschi del caro vecchio
Ibrahimovic (uno dei due su
straordinaria punizione) regalano la qualificazione alla Svezia,
che va sul 2-0 poi pareggia per
2-2 al Parken di Copenhagen dopo il 2-1 dellandata, eliminando
la Danimarca di Morten Olsen:
alla fine Ibra si inginocchia sul
prato, ringrazia Dio e tutti vanno ad abbracciare solo lui, ovvio.
A Maribor non riesce la rimonta
della Slovenia di Handanovic, Ilicic e Cesar dopo lo 0-2 di Leopoli:
solo 1-1 ruvidissimo (reti di Cesar e Yarmolenko, falli e fallacci
per 97) e Ucraina che va in Francia.
Sar il primo Europeo a 24
squadre, su un totale di 54 federazioni che fanno capo allUefa:
dilatazione senzaltro eccessiva,
che abbasser fatalmente il livello tecnico della competizione,
ma cos ha voluto Michel Platini
(per allargare la base del suo
consenso, sostengono i retroscenisti, e hanno ragione). Si passa
di colpo a un torneo da 16 a 24
squadre, da 8 a 10 stadi ospitanti, da 23 giorni di durata a un mese esatto: partita inaugurale il
10 giugno 2016 a Saint Denis, finale nello stesso stadio parigino
il 10 luglio. Il prossimo 12 dicembre, al Palais des Congrs di Parigi, si svolger il sorteggio per i
sei gironi da quattro squadre
che animeranno la prima fase
(tutte le squadre itineranti: nessuno giocher due volte nello
stesso stadio), prima dellelimi-

scontrato in area con Barzagli e


ha aperto il corridoio del rasoterra dell1-0 a Stancu. Marchisio,
male affiancato da Soriano, ha innescato di rado le puntate degli
esterni El Shaarawy e Florenzi, i
soli davvero vivaci. Le luci nellItalia si sono finalmente accese
nella ripresa, quando il pressing
ordinato dallo scafato Iordanescu si affievolito e si spalancata la porta della Romania, che nelle qualificazioni allEuropeo aveva incassato solo 2 gol. Il rigore
del pari lha offerto a Marchisio il
difensore Grigore, un nome un
programma, con un contrasto in
area su Eder. Quando la coppia
Gabbiadini-Okaka ha soppiantato Pell-Eder e chiss se sar solo un episodio il gioco si fatto
subito pi agile e potente, tanto
da fruttare il vantaggio: cross di
Florenzi sfiorato di testa da Okaka e assist di controbalzo di Marchisio per la testata del primo gol
in Nazionale di Gabbiadini, che
nel finale si sarebbe infortunato.
Il pari lhanno scritto in cooperazione Sirigu, con una parata non
trattenuta su colpo di testa di
Ivan, e Andone con la zampata relativa. Poi c stato ancora spazio
per la piccola rissa tra Candreva
e Chiriches. Fosse questa, la guerra.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*5"-*" 

#VGGPO TU4JSJHV
o%BSNJBO #BS[BHMJ
 #POVDDJ $IJFMMJOJo'MPSFO[J .BSDIJTJP
 TU1BSPMPTW
4PSJBOP TU.POUPMJWP

&M4IBBSBXZ TU$BOESFWBTW
o1FMM
TU0LBLB
&EFS TU(BCCJBEJOJ

30."/*" 

5BUBSVTBOV4BQVOBSV $IJSJDIFT 
(SJHPSF 3BU TU'JMJQTW
o)PCBO 
1JOUJMJJ TU1SFQFMJUB
o5PSKF TU
"OEPOF
#VEFTDV TU4BNBSUFBO

4UBODV TU*WBO
o,FTFSV TU
.BYJN

"3#*530+BDPUUFU 4WJ[[FSB

/05&"NNPOJUJ)PCBO &EFS $BOESFWB 
$IJSJDIFT4QFUUBUPSJ FVSP

*-$5-"'63*"i(0-13&4**/1"35*5&465*3*w

&$POUFTJBSSBCCJB
i#BTUBEJTUSB[JPOJw
BOLOGNA. Il letargo di Antonio
giorni ha preso 5 gol contro i 7
Conte questa volta non prece- di tutto il girone di qualificazioduto dallormai celebre avvele- ne. Condizionata, la sfida con
nata che cant a Genova, un an- la Romania, dalla sberla presa
no fa, dopo la vittoria sullAlba- in avvio ad opera di Stancu su
nia. Ma resta comunque una fe- gentile assist della difesa azzurrita non aver chiuso lanno con ra. Eravamo contratti alliniuna vittoria: Questa una par- zio aggiunge Conte, ma pertita che meritavamo ampia- ch stavamo gi perdendo uno
mente di vincere,
a zero. Poi ci siamo
mi dispiace. Ero gi
sciolti. Sono arrabarrabbiato per il ribiato perch quesultato di Bruxelste partite le devi
les. Il ct maledice
portare a casa, sen.*%*41*"$&
di nuovo le distraza se e senza ma.
zioni difensive: SoQuando giochi cos,
no molto arrabbiacon questa intensito, lho detto anche
t, devi vincere per
ai ragazzi: non si
forza.
possono prendere
Eppure c una
cinque gol su cincarezza in questo
que tiri in porta. Se
pugno mostrato alvogliamo
avere
la squadra, sono
lun per cento di
convinto che i rapossibilit di rendegazzi abbiamo dato
re orgogliosi gli itatutto, hanno tenuliani
allEuropeo
to un buon ritmo,
non possiamo fare
abbiamo un gruppo che merita di stacerti errori.
re qui per quello
I risultati delle
amichevoli di novembre dico- che dimostra in campo, questa
no che il ranking non poi men- unItalia che sa regalare delle
zognero, che lItalia lontana emozioni, giura il ct ed unaldal Belgio e oggi vale pi o me- tra arringa per il blocco attuale
no la Romania (una posizione, dei papabili. Alla ripresa, i test
anzi, un punticino solo di diffe- con la Spagna il 24 marzo (Bari
renza nella classifica Fifa). Pe- o Napoli) e la Germania il 29
r Conte insiste: Dispiace per- (Monaco di Baviera) aiuteranch meritavamo di vincere sot- no a sciogliere gli ultimi dubbi.

GTJ

to tutti i punti di vista, il bilancio amaro del ct, che in 5


3*130%6;*0/&3*4&37"5"

%JTQJBDF 
QFSDIHBSF
DPTMFEFWJ
QPSUBSFB
DBTBTFO[BTF
FTFO[BNB

RA che

;MBUBO*CSBIJNPWJD EVFHPM'SBODJBTBSJMTVPRVBSUP&VSPQFP

-&7&/5*26"55301&3'3"/$*"
13*."'"4$*"
5FTUFEJTFSJFEFMTPSUFHHJP
EJ1BSJHJEFMEJDFNCSF
TBSBOOPMB'SBODJBQBESPOB
EJDBTB MB4QBHOBDBNQJPOF
JODBSJDB FQPJ(FSNBOJB 
*OHIJMUFSSB 1PSUPHBMMPF#FMHJP

4&$0/%"'"4$*"
MBGBTDJBEFHMJB[[VSSJ
%FOUSPBODIF3VTTJB 4WJ[[FSB 
"VTUSJB $SPB[JBFMVMUJNB
RVBMJGJDBUB M6DSBJOB 
BMTVPTFDPOEP&VSPQFP
DPOTFDVUJWP

5PMUFMFTRVBESFJOTFSJUF
OFMMBQSJNBVSOB TPOP
EBFWJUBSFMB1PMPOJB
FMB3FQVCCMJDB$FDB

5&3;"'"4$*"
$JTPOP3FQVCCMJDB$FDB 
4WF[JB 1PMPOJB 3PNBOJB 
4MPWBDDIJBFMBTPSQSFOEFOUF
6OHIFSJB BMSJUPSOP
JOVO$BNQJPOBUPFVSPQFP
EPQPBOOJEJBTTFO[B

26"35"'"4$*"
4VMMBDBSUBTPOPMFTRVBESFQJ
EFCPMJEFMM&VSPQFP5VSDIJB 
*TMBOEB (BMMFT "MCBOJBF QFS
MBQSJNBWPMUBJOTJFNFJOVOB
HSBOEFNBOJGFTUB[JPOF *SMBOEB
EFM/PSEF3FQVCCMJDBE*SMBOEB

nazione diretta che per la prima


volta partir dagli ottavi, cui accederanno le prime due di ogni
girone pi le quattro migliori terze: lidentica formula dei Mondiali a 24 squadre del 1986,
1990 e 1994. Com ormai noto,
lItalia nel sorteggio sar in seconda fascia, visto che sesta
nel ranking Uefa (che premia i
risultati delle gare ufficiali negli
ultimi anni) ma la Francia, nazione ospitante, ha diritto a un
posto in prima fascia, e non parteciper neppure al sorteggio:
gi previsto che i Bleus saranno
nel girone A e giocheranno la

partita inaugurale. LItalia potrebbe pescare proprio i francesi, oppure una delle migliori cinque del continente: Germania
(numero 1 del ranking), Spagna, Inghilterra, Portogallo o
Belgio. In terza fascia le insidie
sembrano la Polonia di Lewandowski e la solida Repubblica Ceca, mentre in quarta fascia occhio soprattutto a Turchia e Irlanda, comunque entrambe ampiamente alla portata degli azzurri. Sar per la prima volta un
Europeo con quattro squadre
doltre Manica: allen plein
mancata solo la Scozia. La miti-

ca Irlanda del Nord, la pi debole delle partecipanti a giudicare


dal ranking (33) una delle cinque esordienti nella manifestazione insieme alla Slovacchia, al
Galles, allIslanda e allAlbania
di Gianni De Biasi. I grandi ritorni sono quelli dellUngheria, assente dal 1972, e del Belgio, che
mancava dal 2000. Si giocher
con un pallone chiamato Beau
Jeu, bel gioco, presentato giorni fa da Zinedine Zidane. La
Francia finora ha ospitato un Europeo, nel 1984, e un Mondiale
nel 1998: li ha vinti entrambi.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



3 41035

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

-""3*1"35&$0/#0-0(/"30."
+VWF.JMBOTBSQSFDFEVUB TBCBUP 
EB#PMPHOB3PNB BMMFBM%BMM"SB

$BMDJP

*EFTUJOJJODSPDJBUJ
EJ+VWFOUVTF.JMBO
NB"MMFHSJSJTDIJB
NFOPEJ.JIBKMPWJD

3*."450"
503*/0
+VBO$VBESBEP
EPQPMBTRVBMJGJDB
DPOMB$PMPNCJB
SJNBTUPB
EJTQPTJ[JPOFEJ
"MMFHSJEBM
4VEBNFSJDB
JOWFDFSJFOUSFS
%ZCBMB

4BCBUPB5PSJOPUSBBNBSDPSE QSPCMFNJ
FSJFOUSJ %ZCBMB #BDDB
BMMVMUJNPJTUBOUF
*MUFDOJDPSPTTPOFSPSFTUBJOCJMJDP
&."/6&-&(".#"

TORINO
A JUVENTUS sta cercando di

orientarsi tra obiettivi minimi (il terzo posto) e obblighi storici (vincere lunica cosa
che conta, lo stile di vita della
societ), ma probabilmente il
percorso pi lineare e logico
quello indicato da Allegri: Una
cosa per volta. Pensiamo a superare in classifica il Milan, poi si
vedr. Spingersi oltre non ha
senso. Non lo ha nemmeno per i
rossoneri, visto che non appena
Mihajlovic ha provato ad allungare lo sguardo (Battiamo lAtalanta e sar la svolta), lorizzonte ha recuperato labituale
mestizia.
Juventus-Milan di sabato sera
sar una schermaglia di retro-

via: ci si gioca il sesto posto o al limite ci si contende una speranza


di rimonta, anche se Galliani
meno drastico di Marotta e pu
alleggerire il peso di una partita
che avr conseguenze quasi
esclusivamente per gli sconfitti:
Non decisiva. Certo che no,
vista dalla Lombardia: il Milan
pu gestire il vantaggio che ha,
gioca fuori casa, non ha la reputazione di quattro scudetti da difendere, il terzo posto il suo
obiettivo massimo e non minimo e forse, in questo momento,
deve pi che altro evitare di inquietare Berlusconi, al quale
ogni partita giocata male (tipo
lo zero a zero con lAtalanta,
quello della non-svolta) genera
voglie desonero. Difatti Mihajlovic perennamente in bilico,
mentre Allegri lo solamente in

prospettiva: se ci sono dei conti


da regolare, tra lui e la societ,
se ne parler pi avanti. Adesso
il momento troppo delicato. E
di credito da spendere ne ha ancora.

Sabato, dunque, in palio un


posto alle spalle di chi sta lasciando il segno sul campionato. Si
tratta in ogni caso di due squadre in risalita, anche se la Juve
ha appena abbandonato la parte

*-$"40w-&#055&1"44"/0 -"53*45&;;"/0w

5030+67&16-$*/* 
"/$03"10-&.*$)&
j-FCPUUFQBTTBOP 
MBUSJTUF[[BSFTUBx1BSMBDPT
3JDDBSEP$PQQPMB JMQBQ
GJOJUPJOPTQFEBMFQFS
MBHHSFTTJPOFUSBHFOJUPSJ 
DPOJOTVMUJSB[[JTUJ OFM
EFSCZQVMDJOJHJPDBUPB
#PSHPNBOFSPUSB+VWFF
5PSP MOPWFNCSF'PUP MB
NBNNBGJOJUBJOPTQFEBMF

destra della classifica, occupata


fin dalla prima giornata. Chi sta
pi in alto (Inter, Fiorentina, Roma, Napoli), guarda al confronto dello Stadium (gi esaurito
dalla settimana scorsa) con curiosit, pi che con preoccupazione, anche se in assoluto Mancini, Sousa, Garcia e Sarri preferirebbero che a lasciarci le penne
fossero i bianconeri, malgrado
siano due punti in basso: tutti
pensano, allunanimit, che Allegri abbia il pootenziale per recuperare i nove punti di svantaggio, in pochi ritengono che invece Mihajlovic, con la rosa che ha,
possa rosicchiare i suoi sette. La
partita sar strana, imprevedibile. Sar condizionata dalla posizione di stallo delle due squadre
e da queste due settimane in cui
Vinovo e Milanello sono rimasti

pressoch deserti, visto che la parentesi dedicata alle nazionali


ha coinvolto sedici juventini e
quattordici milanisti. Gli ultimi
a rientrare saranno il giapponese Honda, che ieri ha giocato (e
segnato) nientemeno che in
Cambogia, e i sudamericani, con
Caceres che ha fatto notte in Uruguay-Cile e due titolari sicuri come Dybala e Bacca (oltre a Zapata) impegnati in Colombia-Argentina: si rimetteranno al lavoro solamente domani e difficilmente giocheranno a tempo pieno sabato. Ma le brutte notizie
sono arrivate dalle terre vicine, e
in particolare dal Prater di Vienna: Lichtsteiner uscito al 18
dellamichevole Austria-Svizzera per un problema muscolare alla coscia.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*30440/&3*#&350-"$$**/'034&

4UPQQFS%F+POH
PHHJ#BMPUFMMJ
TBSPQFSBUP

41035
*/#3&7&

1"--"/6050

45&'"/04$"$$)*
MILANO.

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Prima della sottoscrizione leggere


le
attentamente la nota informativa e le condizioni della promozione riportate nel sito www.cremaecioccolato.org

La speranza a Milanello
quella di ripetere a Torino con la Juve la prestazione perfetta dellOlimpico con la Lazio. Unaltra trasferta
contro una grande per lasciarsi alle
spalle lo 0-0 con lAtalanta che continua a indispettire Berlusconi. Mihajlovic per deve fare i conti con la sfortuna che gli impedisce di riproporre
lassetto ideale trovato a Roma. Difficile il
recupero di Bertolacci, elemento chiave
dello schieramento
del serbo. Nemmeno
ieri lex genoano
riuscito ad allenarsi
insieme ai compagni. Ultime speranze
affidate al collaudo
di oggi. Non potr sostituirlo De Jong, .BSJP#BMPUFMMJ
mai utilizzato da fine settembre, relegato in panchina
per far posto a Montolivo. Lolandese, dallalto della sua esperienza,
avrebbe potuto essere unalternativa in una serata come quella dello
Stadium, ma stato fermato da una
lesione muscolare al flessore della
coscia sinistra. E lallenatore rossonero dovr fare i conti con il rientro
di Bacca dal Sud America: il capocannoniere stagionale del Milan sosterr solo due allenamenti prima della
partenza per Torino. Era gi sicuramente fuori dalla sfida Balotelli che
oggi si operer a Monaco di Baviera
per risolvere i problemi di pubalgia:
intervento effettuato dalla dottoressa Ulrike Muschaweck, esperta di ernia inguinale, che in passato ha curato Xabi Alonso. Torner prima di
quanto pensiate, assicura il centravanti. Solitamente servono 6-12 settimane.

8-&"(6& *5"-*"
#"55&563$)*"

UVSOPEJ8PSME
-FBHVF B3PNBM*UBMJB
CBUUFMB5VSDIJB
5SJQMFUUFQFS#PEFHBT
F'POEFMMJ4FUUFCFMMP
DPOUSPMB$SPB[JBJM
EJDFNCSFB
%VCSPWOJL

1"--"70-0

.0/;"461&3"
.*-"/0

*MQPTUJDJQPEFMMB 
EJ4VQFS-FHB.JMBOP
.PO[B
$)".1*0/470--&:

*/$".1053&/50
&$*7*5"/07"

1FSJMUVSOPEFJ
HJSPOJEJ$IBNQJPOT
-FBHVF PHHJJO
USBTGFSUB5SFOUP
DPO1BPL4BMPOJDDP
F$JWJUBOPWBDPOJ
QPMBDDIJEFMMP4LSB
#FMDIBUPX
26"-.0/%*"-*

-"3(&/5*/"
503/""7*/$&3&

$PMPNCJB"SHFOUJOB
 HPMEJ#JHMJB

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

3 41035

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 



%0.&/*$"-"'*/"-&"--"0"3&/"
-BGJOBMFEFM.BTUFSTJOQSPHSBNNB
EPNFOJDB DPOEJSFUUB4LZ

5FOOJT

(FTUJEB'FEFSFS
EPNB%KPLPWJD
FJODBOUB-POESB

3*46-5"5*
0((*"--&.633":/"%"3JTVMUBUJEJJFSJ HSVQQP4UBO
4NJUI/JTIJLPSJ (JB
C#FSEZDI
3DF
  'FEFSFS 4WJ

C%KPLPWJD 4SC
 
5PSOFPEJEPQQJP#SZBO#SZBO
6TB
C#PMFMMJ'PHOJOJ 
0HHJ TJOHPMBSJHSVQQP*MJF
/BTUBTF0SF.VSSBZ
(CS
/BEBM 4QB
0SF
8BXSJOLB 4WJ
'FSSFS 4QB

5W%JSFUUFTV4LZ4QPSU

(SBOEFQSPWBEFMMPTWJ[[FSP HJJOTFNJGJOBMF
#PMFMMJF'PHOJOJ BMUSBTDPOGJUUBGVPSJEBM.BTUFST
(*"//*$-&3*$*

LONDRA
ON mi era parso possibile, da

quel cinico esperto di tennis


che sono ritenuto, che lamore di una donna bella, e anche specificamente esperta, potesse dun
tratto trasformare il fortunato Fabio Fognini in un doppista. Flavia
Pennetta ha conservato infatti un
atteggiamento che appariva deluso, e solo a tratti ravvivato da qualche tocco parlo di colpi dellamato. Infatti, nel sentirmi definire da
qualcuno dei miei nipotini un po
superato, perch credevo che il
doppio consistesse ancora nella
conquista della rete, ero stato invano indotto a sperare in un successo
dei nostri eroi, grandi slammer nei
campionati dAustralia.
Mi dicevo che, questanno, i gemelli Bryan non avevano vinto
nemmeno uno degli Slam, e qualcuno mi aveva anche informato che,
negli ultimi tornei, avevano subito

continue sconfitte al primo turno,


o al meglio nel secondo. Ma, ubbidendo a vecchi schemi dei miei
tempi, i due ultratrentenni avrebbero preso a raggiungere la rete
prima dei nostri, mentre cercavo
invano in tribuna chi mi aveva spiegato che il doppio era ormai unaltra cosa. La vicenda, che ha definitivamente eliminato i nostri eroi dal
Masters, stata relativamente breve, e non ha sollevato troppi entusiasmi in alcuni dei 400mila italiani, la cui presenza aiuta Cameron a
negare gli aiuti del welfare ai futuri migranti dallo stivale. Simile
match mi parso insomma simile
a un qualunque, banale 1 turno,
sia per la durata 55 minuti sia
per il punteggio. Che i Bryan abbiano realizzato, sulla prima palla, addirittura il 90% dei punti, non meno sorprendente del fatto che i nostri mai abbiano avuto una palla
break. E temo non ci sia altro da aggiungere, quanto piuttosto dirigermi, da vecchio aficionado, verso il

3PHFS'FEFSFSJFSJTFSBEVSBOUFJMNBUDIDPOUSP%KPLPWJD
nuovo classico match contemporaneo, il 43 tra quei due fenomeni di
Djokovic e Federer.
Dopo le nefandezze del nostro
povero doppio avremmo assistito
ad una straordinaria esibizione di
Federer, che ha trovato certo nella
folla degli adoratori qualcosa di ad-

dirittura pi galvanizzante che


nellamore del paese natio, il villaggio presso Basilea. Credo di aver
scritto pi volte che il Roger di oggi
in grado di superare Djokovic soprattutto, se non soltanto, in una
partita di 2 set su 3. Se n avuta
conferma questa sera, per la terza

volta nella stagione. Di fronte ad


un Roger freschissimo, che pareva
sorvolare il campo come su un invisibile surf, ho visto un Djokovic insolitamente passivo, e soprattutto
irregolare.
Nel suo splendido politichese
Djokovic non si lamenter certo, in
conferenza stampa, per esser stato
disturbato dallintensit vocale dei
fans di Roger, dai ripetutissimi Lets go Roger lets go, ma la sua psiche ne stata certo ferita. Per quel
che mi consente, di fretta, un accenno tecnico, devo osservare che
stasera Nole ha perduto un paio di
metri di campo nei riguardi di un
Federer in grado di colpire spesso
in mezza volata, i piedi infitti nella
linea di fondo. Tutto ci non pregiudica certo le possibilit di vittoria finale di Djoko anche se, ripeto, la distanza breve consente a Roger di
dimenticare, per unora, i suoi 34
anni, di fronte ai 28 del suo principale avversario.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



3 130(3"..*

la Repubblica .&3$0-&%  /07&.#3& 

"/50/*0%*10--*/"

 $"/"-(3"/%&

4DIJBWJEFMHFOFSFBODIFTVMi.POUF#JBODPw

%"/0/
1&3%&3&

'3"/$0#"55*"50
-&/0453&"/*.&
&1
*OPDDBTJPOFEFMMVTDJUB
EFMMBSBDDPMUBBOUPMPHJDB 
WBJOPOEBJMSBDDPOUPEJ
VOPEFJQFSDPSTJQJ
BGGBTDJOBOUJEFMMBOPTUSB
DVMUVSBNVTJDBMF
4LZ"SUF

ta consiste in due docce calde in albergo. E l un attimo, lintero castello


della sfida per principianti della montagna, la narrazione della cultura ascensionale, la sfida verticale, la diffusione di
un credo meraviglioso e silenzioso e meditativo, tutto crolla ricordandoti che
un giochino televisivo dei soliti. Meglio, il
primo di ideazione italiana. Ma come se
quelli del chinotto si vantassero contro la
Coca-Cola, visto che le regole sono identi-

6.00 Il caff di Raiuno - conducono Cinzia Tani e Guido


Barlozzetti
6.30 Tg 1
6.32 Previsioni sulla viabilit Cciss Viaggiare informati
6.45 Unomattina - conducono
Francesca Faldini e Franco
Di Mare. Allinterno: Che
tempo fa; 6.55 Rai Parlamento Telegiornale; 7.00 /
8.00 / 9.00 / 9.55 Tg 1; 7.30
Tg 1 L.I.S.; 9.30 Tg 1 Flash;
9.35 Linea verde - Meteo
verde; 10.00 Storie Vere
11.10 A conti fatti - La parola a voi
12.00 La prova del cuoco
13.30 Telegiornale
14.00 Tg 1 Economia
14.05 La vita in diretta - conducono Marco Liorni, Cristina
Parodi
15.00 Torto o ragione? . Allinterno: Che tempo fa
16.50 Tg 1
17.00 58mo Zecchino doro
- conducono Flavio Montrucchio e Cristel Carrisi
18.45 LEredit
20.00 Telegiornale
20.30 Affari Tuoi
21.20 Film: Lea - di Marco Tullio
Giordana. Allinterno: Tg1
60 secondi
23.20 Porta a Porta
1.05 Tg 1 Notte
Che tempo fa
1.40 Milleeunlibro
2.40 Moviextra
3.10 Settenote - Musiche e
musiche
4.50 Da Da Da
5.15 RAInews24

6.00
7.20
8.05
8.55
9.30
10.30
11.00
13.00
13.30
13.50
14.00
16.15
17.45
17.55
18.00
18.15
18.20
18.50
19.40
20.30
21.00
21.15
23.35
0.40
0.55
1.55
2.00

3.30

5.00
5.30

che, da bambinata ormai totalmente invasiva per il genere realityzzato che


quando pensi abbia toccato il fondo, inizia a salire. Verso il.POUF#JBODP (RaiDue il luned sera). Non che manchino le
fasi gustose, c Filippo Facci, tipo, che
esibisce il sarcasmo forbito come regola
unica. Ma Caterina Balivo l a imitare le
signore dei reality di successo e gli altri
imitano i concorrenti. Sempre pi in alto,
sempre pi schiavi del genere.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

CANALE 5

RAI 3

RAI 2

RAI 1

Detto Fatto
Il tocco di un angelo - Tf
Le sorelle McLeod - Tf
Meteo 2
TG2 Insieme
Cronache animali
I Fatti Vostri - conducono
Giancarlo Magalli, Adriana
Volpe, Marcello Cirillo
Tg 2 Giorno
Tg 2 Costume e Societ
Medicina 33
Detto Fatto
Senza traccia - Tf
Rai Parlamento Telegiornale
Tg 2 Flash L.I.S.
Rai Tg Sport
Meteo 2
Tg 2
Hawaii Five-0 - Tf
N.C.I.S. - Tf
Tg 2 20.30
LOL :-) - Serie Tv
Criminal Minds - Tf. Allinterno: 23.15 Tg 2
Generazioni
Tg 2
2Next. Economia e Futuro
- conduce Annalisa Bruchi
Meteo 2
Film: Freakonomics - di
Heidi Ewing, Alex Gibney,
con James Ransone, Morgan Spurlock, Tempestt
Bledsoe
Film: U Be Dead - di
Jamie Payne, con David
Morrissey, Alex Lowe, Tara
Fitzgerald
Videocomic
Detto Fatto - conduce
Caterina Balivo

6.00
7.00
7.30
8.00
10.00
10.10
11.00
11.55
12.00
12.25
12.45
13.10
14.00
14.05
14.20
14.40
14.50
15.00
15.05
15.10
15.55
16.40
18.10
19.00
19.30
19.40
20.00
20.15
20.35
21.05
24.00
1.00
1.05
1.15
2.15
2.20

Rai News 24
TGR Buongiorno Italia
TGR Buongiorno Regione
Agor
Rai Parlamento Spaziolibero
Mi manda Raitre
Elisir - conducono Michele
Mirabella, Virginie Vassart
Meteo 3
Tg 3
Tg3 Fuori Tg
Pane quotidiano
Il tempo e la storia
Tg Regione
Tg Regione Meteo
Tg 3
Meteo 3
TGR Leonardo
Tg 3 L.I.S.
TGR Piazza Affari
La casa nella prateria - Tf
Aspettando Geo
Geo - conducono Sveva Sagramola, Emanuele Biggi
Meteo 3
Tg 3
Tg Regione
Tg Regione Meteo
Blob
Sconosciuti
Un posto al Sole
Chi lha visto?
Tg 3 Linea Notte. Allinterno: 0.10 Tg Regione
Meteo 3
Rai Parlamento Telegiornale
Diario Civile con Franco
Roberti
Fuori orario. Cose (mai)
viste
Rai News 24

4$"-"5&
$BUFSJOB
#BMJWPB
i.POUF
#JBODPw

ITALIA 1

6.00 Tg 5 Prima pagina. Allinterno: 7.55 Traffico; Meteo.it


8.00 Tg 5 Mattina
8.45 Mattino cinque - conducono Federica Panicucci,
Federico Novella. Allinterno: 10.00 Tg 5 Ore 10
11.00 Forum
13.00 Tg 5. Allinterno: Meteo.it
13.40 Beautiful
14.10 Una vita
14.45 Uomini e donne
16.00 Grande Fratello
16.10 Il segreto - con Maria
Bouzas, Carlota Baro, Alex
Gadea, Sandra Cervera
17.00 Pomeriggio cinque - conduce Barbara DUrso
18.00 Tg5 minuti
18.45 Avanti un altro! - conduce
Paolo Bonolis
19.55 Tg 5 Prima pagina
20.00 Tg5. Allinterno: Meteo.it
20.40 Striscia la notizia - La voce
dellinvadenza
21.10 Senza identit II - Tf, con
Megan Montaner, Veronica Sanchez, Miguel Angel
Munoz, Daniel Grao
23.30 Matrix - conduce Luca
Telese
1.40 Ciak Speciale
1.45 Tg 5 Notte
2.02 Meteo.it
2.05 Striscia la notizia - La voce
dellinvadenza
2.20 Uomini e donne - conduce
Maria De Filippi
5.00 Mediashopping
5.15 Tg 5 Notte. Allinterno:
Meteo.it
5.45 Mediashopping

6.00
6.20
6.50
7.10
7.35
8.00
8.25
10.25
12.25
13.00
13.05
13.45
14.05
14.30
14.55
15.25
15.55
16.45
17.40
18.05
18.30
19.25
21.10
0.20
1.45
2.40
3.05
3.25
3.40

5.40
5.55

RETE 4

Cyber girls - Tf
Mediashopping
I Puffi
Marco dagli Appennini alle
Ande
Pollyanna
Pippi calzelunghe - Tf
Settimo cielo - Tf
Royal Pains - Tf
Studio Aperto
Meteo.it
Sport Mediaset
Grande fratello
I Simpson
Futurama
Big Bang Theory
2 Broke Girls
How I Met Your Mother - Tf
La vita secondo Jim -Smith,
Larry Joe Campbell
Mike & Molly - Tf
Camera Caf
Studio Aperto. Allinterno:
Meteo.it
C.S.I. - Scena del crimine Tf
Colorado - conducono
Luca Bizzarri e Paolo
Kessisoglu
Fronte del Palco - De
Gregori
Live a casa tua
Premium Sport
Studio Aperto - La giornata
Mediashopping
Film: La via degli angeli - di Pupi Avati, con
Valentina Cervi, Gianni
Cavina, Carlo Delle Piane,
Eliana Miglio
Mediashopping
Cyber girls - Tf

LA SETTE

6.00 Tg 4 Night News


6.20 Mediashopping
6.50 Rescue Special Operations
- Tf
9.10 Cuore ribelle
9.40 Carabinieri - Tf
10.45 Ricette allitaliana
11.30 Tg 4 - Telegiornale. Allinterno: Meteo.it
12.00 Detective in corsia - Tf
13.00 La signora in giallo - Tf
14.00 Lo sportello di Forum
15.30 Hamburg distretto 21 - Tf
16.35 Ciak Speciale
16.50 Film: Il grande Safari di Phil Karlson. Allinterno:
17.25 Tgcom; Meteo.it
18.55 Tg 4 - Telegiornale. Allinterno: Meteo.it
19.30 Tempesta damore
20.30 Dalla vostra parte
21.15 Film: ...Continuavano
a chiamarlo Trinit - di
E. B. Clucher (Enzo Barboni). Allinterno: 21.55
Tgcom; Meteo.it; 23.35 I
bellissimi di Rete 4
23.40 Film: Lamico del cuore
- di Vincenzo Salemme.
Allinterno: 0.20 Tgcom;
Meteo.it
1.30 Tg 4 Night News
1.50 Mediashopping
2.10 Film: Velluto Blu - di
David Lynch, con Kyle
MacLachlan, Isabella Rossellini, Dennis Hopper,
Laura Dern
4.10 Punto sette una vita 1987:
Mondaini & Vianello
5.10 Pezzi di cinema
5.35 Help

6.00
6.10
6.30
7.30
7.50
7.55
9.45
11.00
13.30
14.00
14.20
16.20
18.20

20.00
20.35
21.10
24.00
0.10
0.45
2.40
3.55

Meteo - Traffico
Oroscopo
Omnibus News
Tg La7
Meteo
Omnibus dibattito - con
Alessandra Sardoni
Coffee Break - conduce
Andrea Pancani
Laria che tira - conduce
Myrta Merlino
Tg La7
Tg La7 Cronache
Tagad - conduce Tiziana
Panella
Ironside - Tf
Lispettore Barnaby - Tf,
con John Nettles, Jane
Wymark, Barry Jackson
Tg La7
Otto e mezzo - conduce Lilli
Gruber
La gabbia - conduce Gianluigi Paragone
Tg La7
Otto e mezzo (r)
Tagad - conduce Tiziana
Panella
Coffee Break (r)
Laria che tira (r)

DEEJAY TV
14.30
15.20
16.10
18.00
18.55
19.25
21.15
23.05
23.50

1.15
1.55

Crimini del cuore


Scomparsi
Undercover Boss
Airport Security
Airport Security
Cucine da incubo USA
Lisola di Adamo ed Eva Alle origini dellamore
Lisola di Adamo ed Eva
XXX
Film: The Legionary
- Fuga allinferno - di
Peter McDonald, con JeanClaude Van Damme, Adewale Akinnuoye Agbaje
Alta infedelt
Appuntamenti da incubo

LA EFFE
16.00 RED - David Rocco Dolce
Vita
16.35 RED - Jamie: menu in 15
minuti
17.35 RED - Jamie: menu in 15
minuti
18.35 RED - Il re dello Street Food
19.55 RNEWS - Life
20.00 RED - Il cuoco vagabondo
21.05 Film: Lamante di Lady
Chatterley - di Just
Jaeckin
22.50 Film: Pollock - di Ed Harris, con Ed Harris, Marcia
Gay Harden, Amy Madigan, Jennifer Connelly
1.05 Film: Il calamaro e la
balena - di Noah Baumbach
2.50 RNEWS - Attualit

RAI
QRAI 4
6.10
6.30
6.55
7.35
8.25
9.15
10.00
10.50
11.35
12.20
13.05
13.55
14.20
14.45
15.25
15.30
16.15
17.00
17.05
17.55
18.45
19.25
20.15
21.10
22.55
0.30
2.05
2.55
3.40
4.40
5.05
5.30

QPREMIUM

Serial Webbers
Sabrina Vita da Strega
Switched at Birth
The Lying Game
Countdown
Medium
Close to home
Numbers
Army Wives
Army Wives
Switched at Birth
Sabrina Vita da Strega
Sabrina Vita da Strega
Stargate Atlantis
Anica appuntamento al cinema
Andromeda
Star Trek Enterprise
Rai News - Giorno
Robin Hood
Beauty and the Beast
Reign
Supernatural
Vikings
Film: Saving General Yang - di Ronny Yu
Film: Paris Countdown - di Edgar Marie
Film: Far Cry - di Uwe Boll
Dexter
Soprano
Soprano
Ai confini della realt
Ai confini della realt
Ai confini della realt

16.05
17.05
17.45
17.50
18.35
19.25
20.15
21.20
23.40
0.35
1.25
1.30
2.00
2.25
2.40
3.30

Un Medico In Famiglia
Valeria
Rai News - Giorno
Legmi
La Signora In Rosa
Terra Nostra
Il Restauratore
Monte Bianco
Mister Premium
Jo
Rai News - Notte
Chiamata DEmergenza
Chiamata DEmergenza
Granpremium
I Misteri Di Murdoch
La Squadra

QMOVIE
13.55 Film: A.C.A.B.: All Cops Are Bastards - di
Stefano Sollima, con Pierfrancesco Favino,
Filippo Nigro, Marco Giallini
15.50 Film: Arsenio Lupin - di Jean-Paul Salom,
con Romain Duris, Kristin Scott Thomas
18.00 Rai news - Giorno
18.05 Film: Il diario di un condannato - di
Raoul Walsh, con Rock Hudson, Julie Adams,
Mary Castle
19.35 Film: La bella mugnaia - di Mario
Camerini, con Vittorio De Sica, Sophia Loren,
Marcello Mastroianni

MEDIASET PREMIUM

15.10
16.00
16.50
17.45
18.40
19.30
20.25
21.15
22.05
23.00
23.50
0.40
1.30
2.20

Gli insetti di Ruud


Clima assassino
Come fatto il cibo
MythBusters
Megacostruzioni:
Ingegneria estrema
Mega aerei
Come fatto: Home Edition
Marchio di fabbrica
Scontro fra titani
Megafabbriche
Alieni: nuove rivelazioni
Io e i miei parassiti
Mega aerei
Invenzioni impossibili

16.20
17.45
18.10
18.15
18.45
19.40
20.40
21.15
22.55
23.20
23.50
23.55
24.00
0.45
0.50

Film: Proibito rubare - di Luigi Comencini


Scaramouche Scaramouche
Rai News - Giorno
Passepartout
Un Lento Viaggio Africano
I Buongustai DellArte
Passepartout
Riccardo Muti
Come Si Guarda UnOpera DArte
Lo Stato DellArte
Ghiaccio Bollente Sommario
Intro Rock Masters
Rock Masters
Intro Cream Live At Royal Albert Hall
Cream

GIALLO

8.05 Hollow Point - Impatto devastante - di


Sidney J. Furie
Studio Universal
9.23 Une rencontre - di Lisa Azuelos
Premium Cinema Emotion
10.20 Basta Vincere - di William Friedkin
Studio Universal
10.52 This Is Where I Leave You - di Shawn Levy
Premium Cinema
12.15 Bugsy - di Barry Levinson Studio
Universal
13.04 Il colore della notte - di Richard Rush
Premium Cinema Emotion
14.09 Death Race - di Paul Anderson Premium
Cinema Energy
14.35 Duello al sole - di King Vidor Studio
Universal
16.00 300 - di Zack Snyder Premium Cinema
Energy
16.42 Tutto molto bello - di Paolo Ruffini
Premium Cinema
16.59 The Host - di Andrew Niccol Premium
Cinema Emotion

QRAI 5

QCINEMA

FOCUS

21.15 Film: Ex - di Fausto Brizzi, con Claudia Gerini,


Flavio Insinna, Silvio Orlando, Nancy Brilli
23.20 Movie mag
23.50 Film: The Son of No One - di Dito Montiel,
con Channing Tatum, Al Pacino, Juliette
Binoche, Ray Liotta
1.20 Rai news - Notte
1.25 Film: La battaglia di Midway - di Jack
Smight, con Charlton Heston, Henry Fonda,
James Coburn, Toshiro Mifune
3.35 Film: Il diario di un condannato - di
Raoul Walsh

17.58 Codice: Swordfish - di Dominic Sena


Premium Cinema Energy
18.24 Harry Potter e la pietra filosofale - di Chris
Columbus Premium Cinema
18.35 City Hall - di Harold Becker Studio
Universal
19.05 Tutta colpa di Freud - di Paolo Genovese
Premium Cinema Emotion
19.40 The Hole - di Joe Dante Premium
Cinema Energy
21.15 La vita facile - di Lucio Pellegrini
Premium Cinema Emotion
21.15 Cloud Atlas - di Tom Tykwer, Andy
Wachowski Premium Cinema
Energy
21.15 Una moglie per pap - di Jessie Nelson
Studio Universal
21.20 La citt incantata - di Hayao Miyazaki
Premium Cinema
23.05 Un altro mondo - di Silvio Muccino
Premium Cinema Emotion
23.15 Ronin - di John Frankenheimer Studio
Universal

CIELO
15.15
16.15
17.15
18.15
19.15
20.15
21.10
23.00
24.00
1.30
3.00
4.30
5.30

MasterChef Nuova Zelanda


Fratelli in affari
Buying & Selling
Love it or List it - Prendere o
lasciare
Affari in grande
Affari di famiglia
40 Days and Nights
Hypersex: malati di sesso
Kink sesso estremo
9 to 5: Days in Porn
Sex Therapy
Most Dangerous - Pericolo
reale
Affari di famiglia

11.30
12.20
13.10
14.05
14.45
15.35
16.40
17.35
18.25
19.20
20.10
21.05
22.00
22.50
23.40
0.30
1.25
2.20
3.15
4.10
5.05

TV2000
15.00 La Coroncina Della Divina
Misericordia
15.20 Siamo Noi
17.30 Il Diario Di Papa Francesco
18.00 Rosario Da Lourdes
18.30 Tg 2000
19.00 Attenti Al Lupo
19.35 Il Mio Medico
20.00 Rosario Da Lourdes
20.35 Tg Tg
21.05 Il Diario Di Papa Francesco
Udienza Generale
21.30 Nati Ieri
23.35 La Classe
0.20 Effetto Notte

The Whole Truth


Bones
Bones
Law & Order - I due volti della giustizia
Law & Order - I due volti della giustizia
Law & Order - I due volti della giustizia
Law & Order - I due volti della giustizia
Bones
Bones
Bones
Bones
Law & Order UK
Law & Order UK
Disappeared Special - Il mistero del
parcheggio
Disappeared Special - Il mistero del Lago
Lainer
Deadline: Dentro il crimine
Deadline: Dentro il crimine
Silent Witness
Silent Witness
Silent Witness
Silent Witness

REAL TIME
10.00
10.55
12.50
13.50
14.45
15.45
16.45
17.15
19.10
20.10
21.10
22.10
23.05
0.05
1.05

Gipsy Sisters
Peccati mortali
Alta infedelt
Amici Casting
Il boss delle torte: la sfida
Abito da sposa cercasi
Abito da sposa cercasi
Quattro matrimoni
Chi diavolo ho sposato?
Alta infedelt
Il favoloso mondo di Whitney
Il favoloso mondo di Whitney
Sex ER: tutta colpa del sesso
ER: storie incredibili
Bizarre ER

SATELLITE

DIGITALE TERRESTRE

L PREMIOper il pezzo di scalata riusci-

SKY

[servizio a pagamento]

QCINEMA MATTINA
8.55 Indiana Jones e lultima crociata - di
Steven Spielberg Sky Cinema Max
HD
9.35 Lord of War - di Andrew Niccol Sky
Cinema 1 HD
10.35 Notte prima degli esami - di Fausto
Brizzi Sky Cinema Comedy HD
11.40 Rendition - Detenzione illegale - di
Gavin Hood Sky Cinema 1 HD
12.25 The To Do List - di Maggie Carey Sky
Cinema Comedy HD
13.15 Trilli e la creatura leggendaria - di Steve
Loter Sky Cinema Family
14.00 Henrys Crime - di Malcolm Venville Sky
Cinema Passion HD
14.35 Mr. Peabody e Sherman - di Rob Minkoff
Sky Cinema Family

QCINEMA POMERIGGIO

QCINEMA SERA

QCINEMA NOTTE

15.25 La pantera rosa colpisce ancora - di


Blake Edwards Sky Cinema Classics
16.00 Norbit - di Brian Robbins Sky Cinema
Comedy HD
17.15 Step Up 3D - di Jon M. Chu Sky Cinema
1 HD
18.45 Need For Speed - di S. Waugh Sky
Cinema Max HD
19.05 Alabama Monroe - Una storia damore di Felix van Groeningen Sky Cinema 1
HD
19.20 Una notte in giallo - di Steven Brill Sky
Cinema Comedy HD
19.25 Un gioco per due - di Mark Brown Sky
Cinema Passion HD
19.30 Il paradiso degli orchi - di Nicolas Bary
Sky Cinema Hits HD

21.00 Interno berlinese - di Liliana Cavani Sky


Cinema Classics
21.00 Viaggi di nozze - di Carlo Verdone Sky
Cinema Comedy HD
21.00 Saved! - Il paradiso ci aiuta - di Brian
Dannelly
Sky Cinema Family
21.00 Nella morsa del ragno - di Lee Tamahori
Sky Cinema Max HD
21.00 Conflitti di famiglia - di Emilio Estevez
Sky Cinema Passion HD
22.35 Antboy - di Ask Hasselbalch Sky
Cinema Family
22.50 Transformers 4 - Lera dellestinzione di Michael Bay Sky Cinema Max HD
22.55 Italians - di Giovanni Veronesi Sky
Cinema Comedy HD

22.55 Il cacciatore di ex - di Andy Tennant Sky


Cinema Hits HD
23.00 Charlies Angels - di McG (Joseph
McGinty Nichol) Sky Cinema 1 HD
23.05 McLintock! - di Andrew V. McLaglen
Sky Cinema Classics
23.10 Da tre a zero - di Sean Hanish Sky
Cinema Passion HD
0.45 Lamore bugiardo - Gone Girl - di David
Fincher Sky Cinema 1 HD
0.50 La moglie del sarto - di Massimo
Scaglione
Sky Cinema Hits HD
0.55 Anni 90 - Parte II - di Enrico Oldoini Sky
Cinema Comedy HD
1.15 Squatters - di Martin Weisz Sky
Cinema Passion HD

13.00 Calcio: Danimarca - Svezia


Qualificazioni Europei 2016 Sky
Supercalcio HD
14.00 Calcio: Cesena - Bari Serie B Sky
Supercalcio HD
15.00 Tennis: Singolare. Round Robin.
Sessione diurna ATP Finals 2015 Sky
Sport 1 HD
16.00 Calcio: Danimarca - Svezia
Qualificazioni Europei 2016 Sky Sport
3 HD
16.15 Calcio: Spezia - Cagliari Serie B Sky
Supercalcio HD
17.15 Automobilismo: GT Academy Back to
Basics Eurosport 2

18.00 Calcio: Danimarca - Svezia


Qualificazioni Europei 2016 Sky
Supercalcio HD
18.45 Tennis: Sky Studio Sky Sport 1 HD
19.00 Tennis: Doppio. Round Robin. Sessione
serale ATP Finals 2015 Sky Sport 1 HD
19.00 Basket: San Antonio - Portland NBA
Sky Sport 2 HD
20.00 Calcio: Highlights Major League Soccer
Eurosport
20.00 Basket: Hapoel Tel Aviv - Nizhny
Eurocup Eurosport 2
21.00 Tennis: Singolare. Round Robin.
Sessione serale ATP Finals 2015 Sky
Sport 1 HD

21.00 Wrestling: WWE Main Event Sky


Sport 2 HD
21.00 Calcio: Juventus - Milan 05/03/11 Serie
A 2010/11 Sky Supercalcio HD
21.30 Calcio: Juventus - Milan 02/10/11 Serie
A 2011/12 Sky Supercalcio HD
22.00 Calcio: Juventus - Milan 21/04/13 Serie
A 2012/13 Sky Supercalcio HD
22.10 Golf: US PGA Tour Mayakoba Classic
Eurosport
22.30 Salto con gli sci: HS 132 Summer Grand
Prix Eurosport 2
22.35 Rugby: ECC Highlights
Sky Sport 2 HD
23.00 Tennis: Sky Studio Sky Sport 1 HD

14.05 I Simpson Fox HD


14.55 Muoviti o muori National
Geographic
15.55 La vita secondo Jim Fox HD
16.50 Friends Fox HD
16.55 Megafabbriche - Coca-Cola National
Geographic
17.55 Car Strippers: le spoglio e ci guadagno
National Geographic
18.10 Friends Fox HD
18.55 Riscaldamento globale National
Geographic
19.10 Bones Fox Crime HD
19.10 I Simpson Fox HD
19.10 Greys Anatomy Fox Life
19.35 I Simpson Fox HD

20.00
20.05
20.05
20.25

22.50 Minatori dazzardo National


Geographic
22.55 NCIS Fox Crime HD
23.25 Quantico Fox HD
23.45 Limpero della droga National
Geographic
23.50 Bones Fox Crime HD
23.55 Greys Anatomy Fox Life
0.20 2 Broke Girls Fox HD
0.35 Megaexperience: MV Agusta National
Geographic
0.40 Megaexperience: Iveco National
Geographic
0.45 Bones Fox Crime HD
0.50 Mom Fox HD
0.50 Greys Anatomy Fox Life

QSPORT
8.15 Basket: Gran Canaria - Le Mans Eurocup
Eurosport 2
9.00 Calcio: Danimarca - Svezia
Qualificazioni Europei 2016 Sky Sport
1 HD
10.00 Automobilismo: Sintesi della stagione
World Series by Renault Eurosport
11.20 Calcio: Juventus - Milan 10/01/10 Serie
A 2009/10 Sky Sport 1 HD
12.00 Golf: Miglianico Golf e CC Italian Pro
Tour Sky Sport 2 HD
12.30 Calcio: Spezia - Cagliari Serie B Sky
Supercalcio HD
13.00 Calcio: Germania - Austria Qualificazioni
Europei U21 Eurosport 2

FOX


8.10 La vita secondo Jim Fox HD
9.10 NCIS Fox Crime HD
9.15 Stupidi al quadrato National
Geographic
10.05 Ghost Whisperer Fox Life
10.10 Trucchi geniali National Geographic
11.00 Ghost Whisperer Fox Life
11.50 Friends Fox HD
11.55 Bones Fox Crime HD
12.45 Friends Fox HD
12.50 Bones Fox Crime HD
13.00 Lupi di mare: Nord vs Sud National
Geographic
13.45 Criminal Minds Fox Crime HD
13.55 Survive the Tribe National
Geographic

20.30
20.55
21.00
21.05
21.05
21.55
22.00
22.00
22.30

2 Broke Girls Fox HD


Bones Fox Crime HD
Greys Anatomy Fox Life
Stupidi al quadrato National
Geographic
Mom Fox HD
Lupi di mare: Nord vs Sud National
Geographic
Quantico Fox HD
Reckless Fox Crime HD
Empire Fox Life
Ricchi, sporchi e cattivi National
Geographic
NCIS Fox Crime HD
Nashville Fox Life
Quantico Fox HD

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

AE0C3A2F1C44E67EB89794F0DFD2370C