Sei sulla pagina 1di 35

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:26 Uhr

Seite 36

Commissione

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:25 Uhr

Seite 33

Questo fumetto pubblicato in tutte le lingue ufficiali dellUnione europea: spagnolo, danese, tedesco, greco, inglese, francese, italiano,
olandese, portoghese, finnico e svedese.
Commissione europea
Direzione generale Informazione, comunicazione, cultura, audiovisivo
Unit Pubblicazioni, rue de la Loi 200, B-1049 Bruxelles
Per maggiori informazioni sulla politica sociale dellUE: http://europa.eu.int/pol/socio/it/socio.htm
Un indirizzo specifico in materia di istruzione: http://europa.eu.int/comm/campus
Per ottenere ulteriori informazioni sullUnione europea, si veda lultima parte dellopuscolo.
Manoscritto ultimato nel giugno 1998
Editore: Ufficio delle pubblicazioni ufficiali delle Comunit europee, Lussemburgo, 1998
Idea e realizzazione: Concerto Brussels, e-mail: rudi@concerto.be
Disegni: Sergio Salma
Colori: Mauricet
Numerose altre informazioni sullUnione europea sono disponibili su Internet, via il server Europa (http://europa.eu.int).
Una scheda bibliografica figura alla fine del volume.
ISBN 92-828-4021-2
Comunit europee, 1998
Printed in Germany
STAMPATO

SU CARTA SBIANCATA SENZA CLORO

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:24 Uhr

Seite 37

!" #$$%&#'" #()*+,--./!" 0)" 10#" 12..!3!*3% +


1!)" .#320%" 3#$" $!00% +

!!/---" 14" (#((# ,--!" .%(!" 3).!5#" $6)*3)(!*0)7


.#8)$!" (#&0)*" $20/!&" 9)*:;
</%" =#00%" 2*" 1%:*% ,

L'Unione europea intende combattere le discriminazioni fondate sul sesso, sulla razza, sullorigine
etnica, sulla religione e le convinzioni personali, su
eventuali handicap, sullet o sulle tendenze sessuali.
Nel presente opuscolo gli insegnanti e i giovani potranno trovare una serie di storielle comiche e di
documenti per stimolare la riflessione e la discussione sul razzismo.

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:02 Uhr

Seite 3

UN MONDO DI DIFFERENZE
1%*%" 102=%" ./!" 1)" &)3#" 3)" (!
>!&./?" 1%*%" >)..%$% ,

!" .%1#" 3%5&!)" 3)&!" )% +---" 8#10#" .%*


A2!10#" 102>)3#" 3)1.&)()*#@)%*!
>!&./?" 1%*%" *!&% ,

8!/' *!" /%" #88#10#*@#" #*./6)%" 3)" =#&()


1=%00!&! >!&./? 1%*% :&#11% ,
:*#( ,

$%" >&%.$#(%
#3" #$0#" 5%.!;" B

&#@@)1(%

8!$$%" !" 82%*% ,,

&#@@)1(%" )3)%0#
!" #&.#).% ,

14 , B %&#
3)" =)*)&$# ,
82&>1

>)..%$%'" :&#11%" !" *!&% ,---" #..)3!*0) ,


*%*" 3!56!11!&!" 1!(>&!" =#.)$! ,,,
2*" )*=!&*% ,

3#" *%*
.&!3!&! ---

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:03 Uhr

Seite 4

CHE LOOK !

!/)'" :2#&3#0!
2*" >%6" ./!
$%%9" 10&#(8% ,

(#((#" ()# ,

/#" 5)10%" 0&%>>)" =)$(


#(!&).#*)" A2!$$%" $C ,

.6B" >&%>&)%" 0200%;" 8!&&!00%'


=!$>#'" 1.#&>!" 3#" 0!**)1'" !"
>!&" 3)" >)D" B" (21).)10# ,

B" %55)%" ./!" 1)#" (21).)10#E


<$%&%F" .!" $6/#**%" *!$
1#*:2!'" B" &)1#>20% ,

/#**%" 2*" (#$!3!00%


1!*1%" 3!$" &)0(%;
&!::#!'" 8$2!1'" &#>---

I" 2GH
2GH" 3
.$#.

/# /# /# ,

:$)" 5)!*!" 3#)" $%&%


#*0!*#0)" 1./)#5) ,---" )*
3!=)*)0)5#'" B" (!&)0%
3!)" 8)#*./) ,

(#*).#
36)(8!.)$$) ,---

/!J" (#* ,
0200%" #
>%10% +

/#)" $6#&)#" =2%&)


3)" 0!'" #()*--./!" 12..!3! +

>&%>&)%
.%14 ,

)*.&!3)8)$! ---

()" B" #>>!*#" .#>)0#0#" 2*#" .%1#


#11%$20#(!*0!" 102>)3# ," .&!3!5%
./!" A2!10%" 0)>%" 3)" &!#@)%*)" =%11!
=)*)0% ," =):2&#0!5)" ./! ---

!/)," :2#&3#" )$" $%%9


3)" A2!$" 0)>% ,

&%8#" 3#
(#00) ,

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:03 Uhr

Seite 5

APPARENZE
B" .#&)*%" )$
*2%5%" #.A2)10% ,---

>2%)" $#1.)#&" >!&3!&!" :)2$)# --*%*" B" >!&" 0! ,

8!/ +," .%(!" >2%)" !11!&*!


.%14" 1).2&%'" #()* +
B" 1>%1#0%" %" .%1# +

*%'" *%*" B" A2!10% ,


(#" 1%*%" >)200%10%" :$)
2%()*)" #" )*0!&!11#&$%'
5%:$)%" 3)&!---" )*1%((#
B" :#J ,---

(!" *!" =&!:%" .%(>$!0#(!*0!" 3)" A2!10!" .%1!,


%:*2*%" B" $)8!&%" 3)" =#&!" A2!$" ./!" 52%$!-" >!&
$2)" >!&K" *%*" 3!56!11!&!" 1!(>&!" =#.)$!" *%*
=#&1!*!" #..%&:!&!'" =)*:!&! ,---

1!*@#" 1%10#" 3!5!


128)&!" $%" 1:2#&3%"
3!:$)" #$0&) ," .)" 1%*%
3!:$)" @%0).)" ./!
3).%*%;

<A2!$$%
$4" B" 2*
>!3!&#10# ,---F

#$0&)" 1)" =#**%


8!==!" 3)" $2)'" >!&" $#
12#" #&)#" 3#" ./!..#;
<>%5!&)*#'" /#)" )$" &)((!$
./!" 0)" .%$# ,F

#$0&)" (!00!&#**%
)*" :)&%" 5%.)" .%(!" 1!
=%11!" #==!00%" 3#" 2*
(%&8%" 5!&:%:*%1% --<A2!$" 0)>%" B
%(%1!112#$!'" (#
10#" )*" .#(>#*# ,--1!(8&#---" ()" /#**%
3!00%" ./!---F

>!&./?" 0200%" A2!106%3)%+" )%" 0&%5%" ./!" %:*2*%" >2K


=#&!" 3!$" 12%" .%&>%" A2!$$%" ./!" :$)" >)#.! ," )*1%((#'
A2!$$%" ./!" $!" >)#.! ,---" /)/)," J%2/%2 ,---

%9 ," %9 ," .)" 1%*%" #8)02#0% ,


1!)" >&%>&)%
2*" :&!00%
!0!&%1!17
12#$! ,

(#" *%'" 0)" :)2&% ---

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:03 Uhr

Seite 6

RAZZISMI A CATENA
1>)..)#0)'
#$0&)(!*0)" >!&3)"
$6#!&!%" ./!" 0)
&)>%&0#" #$" 02%
>#!1! ,

/!)'" 82%*:)%&*%
=#..!00#" *!&# ,---" 0200%
#*3#&!" 8!*!" %::) +

(#" :2#&3#" 2*" >%6" 0200)" A2!10)


=#**2$$%*)" 3)1%..2>#0) ," 1!" .!&.#11!&%
3#55!&%" 2*" $#5%&%'" $%" 0&%5!&!88!&%
3)" 1).2&% ,,

Ufficio di
collocamento

3!=).)!*0! ,

:&&&

Ufficio di
collocamento

/!) ,

:2#&3#" ./!
15!*0%$# ,

8#(8%$#'
5)!*)" #" 8!&!
A2#$.%1# +

$6/#)" 5)10#
A2!$$#" $4 +" >%0&!88!" =#&!" 2*%
1=%&@%" >!&" )*0!:&#&1) ,---

*%*" :$)" (#*.#


.!&0%" $#" =#..)#" 0%10#'
#" A2!)" 32! ,---"

:2#&3#" A2!$" :&#11%*!'


(#((# ,--*%*" =#&!88!" (!:$)%" #
(!00!&1)" #" 3)!0# +---

B
>&%>&)%
5!&% ,

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:04 Uhr

Seite 7

VECCHI LUOGHI COMUNI


/#)" $!00%" )$" >&%:&#((#" >%$)0).%" 3)" A2!$" 0)>% +
<1!" $!" 3%**!" &!10#11!&%" #" .#1#" 5)" 1#&!88!
()*%&!" 3)1%..2>#@)%*!<-" <8200)#(%" =2%&)
:$)" 10&#*)!&)'" .%14" 1)" .&!!&#**%" 3!)" >%10)
3)" $#5%&% ,F

%..%&&!&!88!" =#&$#" =)*)0#" 2*#" 5%$0#" >!&" 0200!" .%*


A2!10)" 5!../)" $2%:/)" .%(2*) ,---" %..%&&!" 1.2%0!&!" $!
.%1.)!*@!'" .#(8)#&!" $!" (!*0#$)0C ,

(#" .%(!" 1)" >%11%*%" 3)&!" )3)%@)!" 3!$" :!*!&! +


!" $#" .%1#" >)D" )*.&!3)8)$!" B" ./!" #$.2*)" .)" .&!3%*%
!" 5%0#*%" >!&" 2*" >#&0)0%" 3!$" :!*!&! ,,,

*%*" 16)(>#&!&C" 32*A2!" (#)" *)!*0!" 3#$$#" 10%&)# +


---0#*0!" $%00!'" 0#*0!" 8#00#:$)!" >!&" &)>)%(8#&!
)*" A2!10)" 102>)3)" 10!&!%0)>) ," 3)(()" 02" 1!" *%*" B
3)1>!&#*0! ,---

1#&C
32&# ,

#" >&%>%1)0%'" /#)" 5)10%" )$" *%10&%" *2%5%" .#>%" 1!&5)@)% +


>#&!" ./!" 1)#" !10&!(#(!*0!" 1)(>#0).# ---

B" 2*#

3%**# +,+

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:04 Uhr

Seite 8

LA PUBBLICIT LAVA PI BIANCO


)$" ()%" 1/#(>%%" B" .#>!$$%" L" )*" M /%" $#5#0%
$!" ()!" >)#10&!$$!" .%*"

TUTTOPULITO!

*%*" 5%&&!)" 1=%*3#&!" 2*#" >%&0#" #>!&0#'" (#" =&#*.#7


(!*0!" #" 5%$0!" )" >288$).)0#&)" !1#:!&#*%
Q SGTTQ
)N" OP
PG 9PVWGV
OGUS
QQ
QQQ
Q
G
(P

/#)" 5)10%" A2!10%" (%*3%" #&0)=).)#$!" 3%5!" *%*" .)" 1%*%


*?" 8&200)'" *?" :&#11)'" *?" *!&)'" *?" (#&%../)*)+ ,---" 1%$!
!" =!$).)0C'" ./!" 1!*1%" /#+" 0&%>>!" )((#:)*)" 1!(>$)7
.)10)./!" !" 1%>&#00200%" 10&#>)!*!" 3)" 10!&!%0)>)" =)*)1.%*%
.%$" .%*3)@)%*#&!" )" 0!$!1>!00#0%&) ,---" )*0!*3%'"
)*.%*1#>!5%$(!*0!---

$#5#0%" .%*"
0#1/
.%$%&)+" %9+

*%
" 1%
!
9
X
" *# %&!
.%* ():$)

#/
#
#
R#

:)%.#*%" 3#55!&%" 12:$)" )10)*0)" >&)(#&)" 3!$$6)*3)5)32% ,--3)!0&%" 2*#" =#..)#0#" 3)" 82%*2(%&!" .)" 8%(8#&3#*%
3)" .$)./?" !" 1%*%" 1).2&%" ./!" >%)" 3)5!*0#" #*.%&#" >)D
3)==).)$!" #==&%*0#&!" $#" &!#$0C ," *!$$#" 5)0#" &!#$!'
.)" 1%*%" >)%::)#'" (#&%../)*)'" :&#11%*)'" .#00)5)," *%*" 0)
1!(8&# +
14'
.!&0%,

%
>&%=2( &" $#
!
>
"
).
1.)1. " ./).
3%**#

.#&$#" 1./)==!&)10# ," /((( ,


.%(6B" 8!$$#," A2#*0%" B" 8)%*3# ,

E IO MI BEVO
A
GLOUGLOU UN
!
LA
O
-C
COLO
KISS

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:05 Uhr

Seite 9

HO FATTO UN SOGNO
1.%(>):$)#" )$" ()%" >#!1#::)%" A2!$$#" $4 ,--)$" 12%" $%%9" ()" 3)102&8#," )$" .%$%&!" 3!$$#
12#" >!$$!" ()" 3C" =#10)3)%," *%*" .#>)1.%
$#" 12#" $)*:2# ,---

:
*
!
8
:&&& ,

8!/,+---" .%1#" 12..!3! +" 3)" .%$>%" /%" $6)(>&!11)%*!


3)" 5!3!&.)" ./)#&% ,---" >!&./?" 1%*%" .%14" 0#*0%
&#@@)10#+" >!&./?" /%" >#2&# ,,---" 1%*%" 2*%" 102>)3% ,

./!" .6B" )*" =%*3%" 3)


>)D" 8!$$%" 3!:$)" )*.&%.)" 3)
&#@@! +

8#10#" .%*" A2!10!" 10%&)! ," 82%*:)%&*%" 1):*%&" (%/#(!3 ,


.%(!" 5#" )$" 02%" *!:%@)% +" !" )" 8#(8)*)'" 10#**%" 8!*! +
#/," ./!" =!$).)0C" 5)5!&!" )*" #&(%*)#" .%*" 0200) ,--./!" :)%)#" &!1>)&#&!'" .#(()*#&!" 1!*@#" #5!&!" >#2&#
3!$$6#$0&%'" 3!$$%" 10&#*)!&% ,---

!" #$$%&#'" #()* +,--./!" 0)" 10#" 12..!3!*3% +


1!)" .#320%" 3#$" $!00% +

!!/---" 14" (#((# ,--!" .%(!" 3).!5#" $6)*3)(!*0)7


.#8)$!" (#&0)*" $20/!&" 9)*:;
</%" =#00%" 2*" 1%:*% ,---F

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:05 Uhr

Seite 10

DISCORSI IRRESPONSABILI

.%(!" 1%*%" .#&)*) ,--#" A2!$$6!0C" 1%*%


#3%&#8)$) ,--!/'
8)1%:*!&!88!
./!" *%*
.&!1.!11!&%,

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:05 Uhr

Seite 11

IL FIDANZATO
(#((#'" 5%&&!)" >&!1!*0#&0)
)$" ()%" =)3#*@#0%E" 3!5%" >!&K
#55)1#&0)" ./!" B ---

(#" *%'" .%1#" 0)" 1#$0#" )*


(!*0! +" 5%$!5%" 3)&!" ./! ---

*!&% +, *%*" ()" 3)&!" ./!" )$


02%" =)3#*@#0%" B" *!&% ,,---" !/ +,
=&#*.!1.# ,+ ---

#$$%&#" B
(#&%../)*% ,+
(#((#" ()# ,--B" (#&%../)*% ,,+

A2#*3%" B" #&&)5#0#" A2)" /#


1%==!&0%" >!&" 5)#" 3!$" &#@@)1(%'
!" #3!11%" B" $!)" ./! ---

#$$%&#" .%1# ,+
B" /#*3).#>>#0% +
3)1%..2>#0% +
B" A2!10% +,
B" /#*3).#>>#0%'
3)1%..2>#0%
!" (#&%../)*% ,,+

(#" 10#)" @)00# ," $#1.)#()" >#&$#&! ,--5%$!5%" 1%$%" 3)&0)" ./!" B ---

--- 5!:!0#&)#*% ,

1):*%&#---

3)%" ()% ,
./!" &!$):)%*!
1#&C" (#) +,

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:05 Uhr

Seite 12

A DIETA !
3)Y'" *%*" B" ./!" 1!)" 2*
>%6" :&#11%'" 3) Y+,

3%>%" A2#$./!" (!1!" !" A2#$./!" ./)$%" )*" (!*% ---

3)Y'" *%*" B" ./!


/#)" $6#)31 +,

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:06 Uhr

Seite 13

COME GLI ALTRI !


5) >&!1!*0% #*0%*)%' ()% .2:)*%E *%* #88)#0! >#2&#'
B" 2*" >%6---" 8!/ ---" 3)5!&1%'" (#" B" #*./!" 1)(>#0).)11)(% ,

>!& A2#*0% >%11#


!11!&!" >&!>#&#0%'
2*%" #$$#" =)*!" &!10#
1!(>&!" 1%&>&!1% ,
1%>&#00200%'" 3!5%"
.%(>%&0#&()" )*" (%3%
*#02&#$! ,

)*" A2!10)" .#1)'"


8)1%:*#" 1%>&#07
0200%" *%*
(%10&#&1)" #
3)1#:)% ,---

/%" >!*7
1#0%" ./!
#5&!((%
>%020%" #*3#&!
#$" .)*!(# ,

1)" >%0&!88!" #*3#&!" #" 5!3!&!" 2*" =)$(!00%" )*:$!1! ---" 2*#
.%1#" 1!(>$).!" ./!" >#&$)" 3!$$#" A2%0)3)#*)0C'" 3!$$#" 5)0# --1!" #*3#11)(%" )*5!.!
#" 5!3!&!" 2*" =)$(
#(!&).#*%" 36#@)%*! +

8!*! ,

>!&" !1!(>)%'
3#**%
<3!10&2.0%&" )5F,

%..%&&! 3!.)3!&1) , >!&./? *%* 2* 82%* 5!../)%


=)$(" )*" 8)#*.%" !" *!&% +" !" )*" 5!&1)%*!" %&):)*#$! ,--10#**%" 3#*3%" A2!$$%" =#(%1%" .%*" 0%*J" .2&0)1
!" (#&)$J*" (%*&%!," .%(6B" )*0)0%$#0% +---

.)#%" #*0%*)% ," )%" ()


./)#(%" #()*---

#$" .)*!(# +" B" (#00% ,


&!10!&C" 1>)#@@#0%'
)$" .2:)*% ,
14'
%00)(#
)3!# ,

.)#% ,
)%" ()" ./)#(%
=&#*.!1.# ,

1#$5! ,

*%*" B" 3!00%" ./!


#" #*0%*)%" >)#..)# ,

>!&./?" *% +

/%" A2)" )$
>&%:&#((# ,
.)*!(#

=&!3" *%*" B" #" >%10%"


.%*" $#" 0!10#," .)" 52%$!
2*" =)$(" *%*" .%(>$).#0%'
#$0&)(!*0)" $6#$0&%" *%*
&)21.)&C" #" 1!:2)&! ,

2*" =)$(" 1!*@#


3)#$%:/)'" >!&./?" )$
>%5!&%" #*0%*)%
>%11#" 1!:2)&! ,---

1%(!" $)9!" )0" /%0 ," #" A2#$.2*%" >)#.!


.#$3%-" 8)$$J" R)$3!&'" MZ[\

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:06 Uhr

Seite 14

PREGIUDIZI
1#$5!" 1):*%&# ,
B" >!&" $#" .#(!&#" ---

(#/---" :)C
#==)00#0# ,
:)C" #==)00#0# ,

CAMERA
A F F I T TA S I

*%*" /%" *2$$#" .%*0&%" )" *!&)" ]3!$" &!10%"


#3%&%" !33)!" (2&>/J ,^'" (#" #5!&*!" 2*%" )*
.#1#'" *%" :&#@)! ,--!/'
().)% +,
()#% +

82%*:)%&*%" 1):*%&# ," #88)#(%


5)10% )$ .#&0!$$% ,--- !..%' ()% >#7
3&! ! $# ()# 1%&!$$)*# #()*#---

()---" ()" 3)1>)#.! ,


(#" /%" :)C" #==)07
0#0% ,---" !/(---

.)#%" 1):*%&#--()%" 3)%'"


3!)
(#&%../)*),---

3).#'" *%*" $!" 3C" =#10)3)%


./!" )" ()!)" #().)" 5!*:#*%
#" 0&%5#&() +

.!&0%" ./!" *% ," $!)" >2K


&).!5!&!" ./)" 52%$!'
:)%5#*%00% ,--:!*0)$!'
>2$)0%" !" 8!*
!32.#0% ," /%
=#00%" $#
1.!$0#" :)210#-

!" #$$#" =)*!'" 2*


>%6 >)D" 0#&3)---

!..% ,--)$" .%*0&#00%


B" =)&(#0%-

:&#@)!" #" 3)% ," .%*" 2*


8&#5%" &#:#@@%" 3)" A2) ,
*%*" 1%*%" &#@@)10#'" (#
1#'" #$$#" ()#" !0C ---

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:06 Uhr

Seite 15

NOMADI
1!*0)" A2!10%" 8&#*%'" =&#*.!1.# ,--./!" *%10#$:)# ," ./!" >%!1)# ,--!" #$" 0!(>%" 10!11%'" &)0(%" !" 0#*0#" !*!&:)# ,
#3%%%&%" $#" (21).#" :)0#*# ,

)*" =%*3%'" )" *%(#3)" 1%*%" :$)" 2*).)" 5!&)


5)#::)#0%&) ," B" )$" 5)#::)%" A2!$" ./!" .%*0#'
*%*" $#" (!0#" 3!$" 5)#::)% ," $#0./%" 3&%('"
.%(!" 3).%*% ,---

#/'" 1!)" =%&02*#0# ---" #" 0!" ./!" >)#.!" 0#*0%" $#" (21).#
:)0#*#'" >%0&#)" #*3#&!" #3" #1.%$0#&$#" 3#$" 5)5%E
1)" 1%*%" 1)10!(#0)" ]$C" 3%5!" $)" /#**%" $#1.)#0),^" 12" 2*
0!&&!*%" #88#*3%*#0%" >&!11%" )$" 12>!&(!&.#0%'
#" [__" (!0&)" 3#" .#1#" 02# ,---

.%1#" 10#5#(%
3).!*3% +

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:06 Uhr

Seite 16

IL ROVESCIO DELLA MEDAGLIA


A2#*3%" )$" 1):*%&" `!*%" >#11!::)#" *!$" 12%" A2#&0)!&!" 8&%*0%$#'" )*5!)1.!" .%*0&%" 0200)" .%$%&%" ./!'" 1!.%*7
3%" $2)'" 5!*:%*%" #" &%5)*#&:$)" )$" >#!1#::)%-" 1)" 1!*0!" 10&#*#(!*0!" #::&!3)0%" !" A2!10%" :$)" 3C" 12)" *!&5) ---

B" )*.&!3)8)$! ,
*%*" 1)" B" >)D" #
.#1#" >&%>&)# ,
:2#&3#0!" 2*" >%6
./!" 3)1%&3)*! ,

1%*%" &2(%&%1)'
#1.%$0#*%" $#"
3)1%&3)*#0)--$%&%" (21).#" #" 0200%
(#" 3%5!
5%$2(! ," /#**%" )
#*3&!(%
$%&%" *!:%@)" !" 1%*%
#" =)*)&! +
5!10)0)" .%(!" #$
$%&%" >#!1! ,---

--- !" A2#*3%" )$" 1):*%&" `!*%" =#" )$" 02&)10#'" 5!3!" $!" .%1!" )*" 02006#$0&%" (%3%-" B" 3)10!1%'" &)$#11#0%
--- 0200%" A2!$$%" ./!" $%" 3)102&8#" *!$$#" 5)0#" 3)" 0200)" )" :)%&*)'" 36)(>&%55)1%" 1)" 0)*:!" 3)" !1%0)1(%'
3)" #55!*02&#-" )$" 1):*%&" `!*%" B" )*" 5#.#*@#-

###/ ," ./!


>%0!*@#" A2!10#
(21).#" 0&#3)@)%*#$! ,
/#" 2*" =#1.)*%
)&&!1)10)8)$! ,

$#" :&#@)#
>)00%&!1.#" 3!$$!
5!../)!
10&#3)*! ,---

A2!10)" 5!10)0)'
0200)" A2!10)" .%$%&)
!" %3%&) ,--B" )*!8&)#*0! ,

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:07 Uhr

Seite 17

EST, OVEST

!VT

%abVT

OFF
DI L ERTE
AVO
RO

LLO
CRO MURO
O
DEL ERLIN
B
I
D

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

BELLA EDUCAZIONE !

14:07 Uhr

Seite 18

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:07 Uhr

Seite 19

FANTASIA POPOLARE
)" 5!../)" 10!&!%0)>)" >%>%$#&)" 1%*%" 32&)" #" (%&)&! ," 1)
3).!" ./!" :$)" )0#$)#*)" 1)#*%" =#**2$$%*)" !" 5)0!$$%*)'
:$)" 1.%@@!1)" 0)&./)'" )" *!&)" 8#(8)*%*) ---

0200!" A2!10!" )3)%@)!" ./!" 1)" .%*0)*2#*%" #" >&%.$#(#&!;" )


0!3!1./) 8!5%*% 0200) 8)&&# )* .#$@%*) 3) .2%)%' ) :&!.)
)*3%11#*%" :%**!$$)*)'" )" (#&%../)*)" 1%*%" =#&#8200) ---

8!/'" A2!10%" A2)" *%*" B" ().#" 2*" $2%:%


.%(2*! ," A2!$" ./!" 1)" 3).!" 12)
(#&%../)*)" B" $#" 5!&)0C ,
*%*" B" 5!&%
$%29%2( +

,
c82(

$6#5!0!" 5)10%" A2!$$%" $4 +---" .%16!&#'" 2*" 02&.% +


2*" #&#8% +" 2*" (#&%../)*% +" 1)" #11%():$)#*%
0200) ,---

)%" 3).%" ./!" 3%5&!88!&%" =#&!" 2*%" 1=%&@%" >!&" )*0!7


:&#&1)'" *%*" 5)" >#&! +" )*" %:*)" .#1%'" .#&%" 1):*%&!'" 2*
=#00%" B" #11%3#0%;" A2!$$#" :!*0!" $4'" *%*" B" *?" .%(!" $!)
*?" .%(!" (! ,

! )%' ./! 3) A2!$$6#&#8% 1%*% =):$)%' >%11%


3)&$!" ./!" 0200)" A2#*0)" 3%5&!88!&%" =#&!"
3!:$)" 1=%&@)'" .#&%" )$" ()%" 1):*%&! ,,,

8!..#0)
A2!10# ,

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:08 Uhr

Seite 20

LABITO NON FA IL MONACO

/# /# /# ,

:2#&3#" A2!$" (%..)%1% ,


#*.%&#" 2*%" ./!" 1)" #::/)*3#" .%(!
2*%" 1>#5!*0#>#11!&) ,---

./)" B" ./!" >#&$#5#


3!$$6#*)(%" >2&%
3!)" 8#(8)*) +

8!/'" &#:#@@!00%'" 1!)" #*.%&#


#*3#0%" #" .!&.#&!" 0&#" )" &)=)20)
>!&" 5!10)&0) +

!$!:#*0!" !" >%.%


.%10%1% ," !" >%)'
2* :210% 1A2)1)0% ,
---

(#*).#" 3)" 1*%8 ,

1)" &).%*%1.!" 3#" $%*0#*%" )$


0%..%" 3)" 2*" :&#*3!" 10)$)10# ,--./!" .$#11! ," ./!" !$!:#*@# ,

/!' /!

,
#$%1%
)%*! ,
8210) , 5)$$#*% , >!&(
)(
$
10&#..
$
!
1) ,
8
%
2
0
2*
!1
&
#/) ,
>

)" 3#**)
3!$$#
>288$)7
.)0C ,

*!
=%
.#

%
0&
1
.#
&).

%
&)*
2
8

5#" 8!/ ,

8#10#" #3!11% ,
5)" .%(>%&0#0!" 5!&#(!*0!" .%(!--.%(!" 3!:$)" #32$0) ,," =)*)0!$# ,
1>)!:#0!5)" )*5!.!" 3)" >!10#&5) ,

8!/'" B" 0200#" .%$>#" 12# , ---" >!&./?" B ---" )*1%((# --3)5!&1% , ---" A2!$$%" $C , ---

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:08 Uhr

Seite 21

IL BRUTTO ANATROCCOLO
B" 0&%>>%" 102>)3% ," !" 3)&!" ./!" 8#10!&!88!" 1%$0#*0%" 2*
>)..%$%" 1=%&@%" >!&" &!*3!&!" >)D" :&#3!5%$!" $#" 5)0#" )*
1%.)!0C ,--#" ./)" $%" 3).) ,---

!(#&:)*#*3%" #$.2*)" )*3)5)32)'" 1)" .&!#*%" 3!)" :/!00)


./!" :!*!&#*%" 0!*1)%*!" !" >&%5%.#*%" )*!5)0#8)$(!*0!
:&#*! ,---" 1!*@#" !11!&!" 0&%>>%" )3!#$)10)'" 1>!&)#(%
./!" 2*" :)%&*%" $#" 1)" =#..)#" =)*)0#" .%*" 0200!" A2!10!
=%&(!" 3)" !1.$21)%*! ,

1!" $#" :!*0!" .#>)11!" ./!" 2*#" .)00C" B" *!.!11#&)#(!*0!


2*" .&%.!5)#" 3%5!" 1)" .%*=%*3%*%" :&2>>)" !0*).)'
&!$):)%*)'" $)5!$$)" 1%.)#$)'" *%*" 1)" #..21!&!88!" #" 5).!*3#
>!&" $#" ()*)(#" 3)==).%$0C ,--.!&0% ,

1)" !1.$23%*%" :$)" 10&#*)!&)'" :$)" /#*3).#>>#0)'" )" 5!../)'


)" 3)1%..2>#0)'" )" &%11)" 3)" .#>!$$)'" $#" :!*0!" :&#11#'" :$)
#((#$#0)'" )" :)0#*)" !.. ----" 1%$%" >!&./?" 1%*%" 3)5!&1))*" =%*3%'" :$)" !11!&)" 2(#*)" 1%*%" >&%>&)%" 102>)3) ---

8!*" 3!00% ,

*%*" 1%*%" 1%$%" :$)" 2%()*)" #" >&#0).#&!" $6!1.$21)%*!E


$%" =#**%" #*./!" :$)" #*)(#$) ," *%*" #5!0!" 5)10%
<)$" 8&200%" #*#0&%..%$%F+" B" 2*" .#&0%*!" #*)(#0%" ./!
&#..%*0#" $#" 10%&)#" 3)" 2*" #*#0&%..%$%" &!1>)*0%" 3#$$!
#*#0&! ,---" /#/#/#," =%&1!'" #$$#" =)*!'" $#" .%1#" ():$)%&!
B" &)3!&.)" 1%>&#'" *%*" 5)" >#&! +,

1*)= ,

1*2= ,

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:08 Uhr

Seite 22

IL FUTURO DEL MONDO


&#@@)10# +," .!&0%'" %:*2*%" $%" B" 2*" >%6 , ---" #*./!
A2!$$)" ./!" *%*" 1!" $%" .%*=!11#*%," B" )*20)$!" *#1.%*7
3!&1!$% ,---

%/)%/) ," *% ," #$$!" 1%:$)!" 3!$" L___" A2!10%" B" 2*


#00!::)#(!*0%" #8!&&#*0!'" )*12$1%---" *!$" (%*3%" 0200%
B" (!1.%$#*@# ,

&#@@)10#" >2K" 5%$!&" 3)&!" 0200%" !" *)!*0! ,---" B" &#@@)1(%
#*./!" A2#*3%" *!$$#" >288$).)0C" B" 1!(>&!" 2*#" 8)%*3#
#" 1.!:$)!&!" )$" >&%3%00%" ():$)%&! +" !/ ,+---

*%*" 1)" 3)&C" (#)" #88#10#*@#" A2#*0%" 1)#" )(>%&0#*0!


$6)*=$2!*@#" 3!)" (#11" (!3)#" *!$" >&%>#:#&!" )3!!
18#:$)#0!-" >!&./?" )" :)%&*#$)" >#&$#*%" 3!:$)" 10&#*)!&)
1%$%" A2#*3%" .6B" 2*" >&%8$!(#+" .%14" 1)" =)*)1.!" .%*
$6#11)()$#&!" :$)" 10&#*)!&)" #)" >&%8$!()-

A2#*3%" #$.2*)" =#**%" 3!:$)" 1=%&@)'" #$0&)" 5!&1#*%" %$)%


12$" =2%.% ," 3)==%*3%*%" %3)%'" &#@@)1()" 3)" %:*)" 1%&0#'
3)(!*0).#*3%" :$)" )*1!:*#(!*0)" 3!$$#" 10%&)# ,,

1.!$0!" >%$)0)./!'" 1.!$0!" 1!112#$)'" &!$):)%*)'" 10)$)


3)" 5)0#E" 3%88)#(%" 3)=!*3!&!" $!" $)8!&0C" )*3)5)32#$)'" )$
$)8!&%" #&8)0&)%,---" *%)" :)%5#*)" 3%88)#(%" .#(8)#&!
)$" (%*3% ,

.!" *6B
3)" $#5%&% ,

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:08 Uhr

Seite 23

LOTTARE CONTRO IL RAZZISMO


tando a unindagine condotta nella primavera

ondate di profughi. I risultati dellinchiesta mettono

del 1997 nei paesi dellUnione europea, il

in evidenza la complessit del fenomeno razzista.

razzismo e la xenofobia raggiungono negli Stati

Reazioni istintivamente razziste coesistono con un

membri un livello preoccupante: quasi il 33% delle

forte attaccamento al sistema democratico e al

persone intervistate si dichiara apertamente

rispetto delle libert e dei diritti fondamen-

abbastanza razzista o molto razzista.

tali. La maggioranza delle persone interrogate ritie-

ne che la societ debba promuovere lintegrazione


Le persone che si dichiarano razziste sono insod-

e concedere la parit di diritti a tutti i cittadini, com-

disfatte pi di altre della loro situazione personale.

presi gli immigrati e gli appartenenti a minoranze.

Hanno paura della disoccupazione, temono il futuro e non hanno fiducia nel buon funzionamento

I pareri sono pi differenziati quando si chiede se

delle istituzioni e della classe politica del proprio

tutti gli appartenenti alle minoranze debbano bene-

paese; analogamente, in questo gruppo si registra

ficiare di questi diritti in qualsiasi circostanza. Molti

una percentuale maggiore di persone che condivi-

ritengono opportuno limitare i diritti di coloro che si

dono gli stereotipi negativi con cui vengono pre-

ritengono appartenere a gruppi che possono crea-

sentati gli immigrati e le minoranze.

re problemi, vale a dire immigrati la cui situazione


nellUnione europea non regolare, autori di delit-

In gran parte, coloro che si dichiarano razzisti sono

ti e disoccupati.

in realt xenofobi: le minoranze che formano


oggetto di reazioni razziste variano in ogni paese a

Le persone intervistate sono del parere che le isti-

seconda del passato coloniale e dei flussi migrato-

tuzioni europee debbano svolgere un ruolo pi atti-

ri che vi si sono succeduti, nonch delle recenti

vo nella lotta contro il razzismo.

grado di razzismo espresso


ripartizione per paese, in percentuale, senza tener conto di coloro che non rispondono
Domanda: Alcune persone hanno la sensazione di non essere per nulla razziste.
Altre sentono di esserlo molto. Potreste
guardare questa carta e quantificare da 1
a 10 le vostre reazioni in proposito? Se
avete la sensazione di non essere per nulla
razzisti indicate 1. Se avete la sensazione di
esserlo molto indicate 10. I valori compresi
tra 1 e 10 permettono di esprimere in quale
misura vi avvicinate alluno o allaltro
estremo.
Per produrre questo grafico, ci si basati
sulla categoria per nulla razzista (1 sulla
scala di valori) e si sono operati i raggruppamenti seguenti:
un po razzista (2 e 3)
abbastanza razzista (tra 4 e 6) e
razzista (tra 7 e 10)

100 %

90 %

80 %

70 %

60 %

50 %

40 %

Eurobarometro 47.1, Primavera 1997

% molto razzista (da 7 a 10)

30 %

20 %

% abbastanza razzista (da 4 a 6)


10 %

% un po razzista (da 4 a 6)
% per nulla razzista (1)

0%
B

DK

EL

IRL

NL

FIN

UK

EU-15

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:08 Uhr

Seite 24

LAZIONE DELLUNIONE
EUROPEA

1977

1992

Dichiarazione comune sui diritti fondamentali firmata da


Parlamento europeo, Consiglio e Commissione.

Il Comitato economico e sociale adotta una risoluzione


su razzismo, xenofobia e intolleranza religiosa.

1986
Il Parlamento europeo adotta il primo rapporto della sua
commissione dindagine sullavanzata del fascismo e del
razzismo in Europa.
Consiglio, Parlamento europeo e Commissione adottano
una dichiarazione comune contro il razzismo e la xenofobia.

1989
La Carta sociale sui diritti sociali fondamentali dei lavoratori sottolinea la rilevanza della lotta contro qualsiasi
forma di discriminazione, in particolare contro le discriminazioni fondate sul sesso, sul colore della pelle, sulla
razza, sulle opinioni e convinzioni personali.

Nel vertice di Edimburgo, il Consiglio europeo adotta una


terza risoluzione contro il razzismo che invita a prendere
in tutta Europa misure incisive ed efficaci per contenere
il fenomeno mediante azioni sia pedagogiche che legislative.

1993
Il Parlamento europeo adotta varie risoluzioni sul razzismo e sulla xenofobia, nonch sui pericoli della violenza
dellestrema destra.
Al vertice di Copenaghen,il Consiglio europeo adotta una
quarta dichiarazione, la quale condanna il razzismo e la
xenofobia. Esso dichiara di aver deciso di intensificare i
propri sforzi per individuare e mettere in luce le cause del
razzismo e si impegna a fare tutto il possibile per proteggere gli immigrati, i profughi e altre vittime di espressioni e manifestazioni di razzismo e di intolleranza.

1990
Al vertice di Dublino il Consiglio adotta una risoluzione
sulla lotta contro il razzismo e la xenofobia.
Il Parlamento europeo adotta il secondo rapporto della
sua commissione dinchiesta, che esorta a rafforzare
lazione condotta a livello europeo.

1991
Al vertice di Maastricht, il Consiglio europeo adotta una
risoluzione che promette unazione chiara e univoca per
contrastare lavanzata del razzismo e della xenofobia.

1994
Su iniziativa franco-tedesca, nel vertice di Corf, il
Consiglio europeo decide di insediare una commissione
consultiva sul razzismo e sulla xenofobia, incaricata di
formulare raccomandazioni pratiche a favore della tolleranza e della comprensione. Esso si propone di sviluppare, a livello europeo, una strategia globale volta a combattere il razzismo. Sempre nel 1994, al vertice di Essen,
il Consiglio europeo ha chiesto alla Commissione di
approfondire i lavori in corso nei settori dellistruzione,
della formazione, dellinformazione, dei mezzi di comunicazione di massa, della polizia e della giustizia.

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:09 Uhr

Seite 25

Nel suo libro bianco sulla politica sociale, la


Commissione annuncia la propria intenzione di insistere affinch vengano inseriti nel trattato poteri specifici in
materia di lotta contro la discriminazione razziale.
Una comunicazione della Commissione europea sulle
politiche in materia di immigrazione e diritto dasilo dedica lultimo capitolo alla lotta contro la discriminazione
razziale e contro i problemi connessi con il razzismo e la
xenofobia.
La risoluzione del Parlamento europeo sul razzismo e
sulla xenofobia chiede ladozione di una direttiva europea volta a potenziare le disposizioni esistenti nella legislazione degli Stati membri.

La riunione al vertice delle parti sociali rappresentanti


dei datori di lavoro e dei sindacati adotta una dichiarazione comune volta a prevenire la discriminazione razziale e la xenofobia, nonch a promuovere la parit di
trattamento sul posto di lavoro.

1996
Il Parlamento europeo, il Comitato economico e sociale e
il Comitato delle regioni sostengono la proposta di istituire lAnno europeo nel 1997.
La commissione consultiva termina il suo studio di fattibilit. Il Consiglio europeo chiede alla Commissione di continuare i suoi lavori fino allinsediamento dellOsservatorio europeo dei fenomeni razzisti e xenofobi. Esso d
altres il proprio assenso al varo dellAnno europeo.

1995
La commissione consultiva presenta al Consiglio europeo riunito a Cannes la sua relazione finale, contenente
numerose raccomandazioni di interventi concreti. Il
Consiglio europeo chiede alla commissione consultiva di
prolungare, in cooperazione con il Consiglio dEuropa, il
proprio esame in merito alla possibilit di istituire un
osservatorio europeo dei fenomeni di razzismo e di
xenofobia.
Due risoluzioni del Parlamento europeo su razzismo,
xenofobia e antisemitismo insistono affinch vengano
presi provvedimenti per proteggere la parit di opportunit in materia di occupazione, a prescindere dallet,
dalla razza, dal sesso, da eventuali handicap o dalle convinzioni personali.
Il Consiglio Affari sociali e il Consiglio Istruzione
adottano risoluzioni sulla lotta contro il razzismo sul
posto di lavoro e nei sistemi educativi.
La Commissione europea presenta al Consiglio una
proposta per decretare il 1997 Anno europeo contro il
razzismo. La Commissione sottolinea il ruolo specifico
che questo Anno potrebbe svolgere, affiancando le
iniziative nazionali. I settori chiave individuati sono: la
promozione dellintegrazione con lavvio di una politica
attiva, la promozione della parit di opportunit e la
riduzione dei fenomeni di discriminazione, la sensibilizzazione dellopinione pubblica e la lotta contro i pregiudizi, la prevenzione di qualsiasi comportamento razzista
e di qualsiasi violenza, la sorveglianza e la repressione
dei crimini razzisti, la cooperazione internazionale, il
potenziamento delle norme giuridiche contro il razzismo,
anche a livello europeo.

1997
Gli Stati membri e il Parlamento europeo decidono che
lOsservatorio europeo avr sede a Vienna. Il suo ruolo
sar duplice: catalogare e valutare i fenomeni razzisti e
xenofobi, analizzandone la cause, e al tempo stesso formulare proposte concrete e pratiche per combatterli.
I capi di Stato e di governo inseriscono la difesa dei diritti delluomo e delle libert fondamentali nel nuovo
trattato dellUnione europea adottato nel vertice di
Amsterdam.

1998
La Commissione europea presenta un piano dazione
globale di lotta contro il razzismo.

.!" *6B
3)" $#5%&% ,

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:09 Uhr

Seite 26

IL TRATTATO DI AMSTERDAM
E LE CONVENZIONI
INTERNAZIONALI
Il trattato di Amsterdam
Capitolo 1

gione o le convinzioni personali, eventuali handicap, let


o le tendenze sessuali.

Principi generali

Convenzione europea per la protezione dei diritti


delluomo e delle libert fondamentali, del 1950,
articolo 14

L'Unione si fonda sui principi di libert, democrazia, rispetto dei diritti delluomo e delle libert fondamentali,
nonch dello Stato di diritto, principi che sono comuni agli
Stati membri.
L'Unione rispetter questi diritti fondamentali garantiti
dalla convenzione europea per la protezione dei diritti
delluomo e delle libert fondamentali, firmata a Roma il
4 novembre 1950, e che discendono dalle tradizioni
costituzionali comuni agli Stati membri, sottese alla legislazione comunitaria.
L'Unione rispetter le identit nazionali dei suoi Stati
membri.
L'Unione si doter dei mezzi necessari per raggiungere i
propri obiettivi e condurre a buon fine le sue politiche.
Non discriminazione, articolo 6 a)
Fatte salve le altre disposizioni del trattato e nei limiti dei
poteri conferitigli dal trattato stesso, il Consiglio, deliberando allunanimit su proposta della Commissione e
previa consultazione del Parlamento, potr disporre
opportuni provvedimenti per combattere le discriminazioni fondate sul sesso, la razza o lorigine etnica, la reli-

Il godimento dei diritti e delle libert previste da questa


convenzione sar garantito senza discriminazioni per
motivi inerenti al sesso, alla razza, al colore della pelle,
alla lingua, allorigine, alla religione, alle opinioni politiche
o di altro tipo, allorigine nazionale o sociale, allappartenenza a una minoranza etnica, agli averi, alla nascita,
ovvero in base a criteri analoghi.
Convenzione internazionale delle Nazioni Unite
sulleliminazione di qualsiasi forma di discriminazione razziale, del 1965, articolo 1
In questa convenzione, il termine discriminazione razziale si riferisce, senza distinzione di sorta, allesclusione,
alla restrizione o alla preferenza fondata sulla razza, sul
colore della pelle, sullascendenza o sullorigine nazionale o etnica, nellintento di vanificare o diminuire il riconoscimento, il godimento o lesercizio, a condizioni
uguali, dei diritti delluomo e delle libert fondamentali in
campo politico, economico, sociale, culturale, ovvero in
qualsiasi altro ambito della vita pubblica.

PERCH AGIRE
A LIVELLO EUROPEO ?
Identit europea
La lotta contro il razzismo inseparabile dallidentit
europea. La necessit di diffondere uno spirito comunitario tra popoli che per troppo tempo si sono opposti in conflitti violenti, fa parte integrante degli ideali che hanno
ispirato i fondatori della Comunit.
Democrazia
LUnione europea deve essere costruita su una societ
che valorizzi la differenza, preoccupandosi di rappresentare le esigenze e di rispecchiare gli interessi e i valori di
tutti i suoi cittadini, a prescindere dalla loro appartenenza etnica, religiosa, nazionale o culturale. Questa condi-

zione essenziale per lo sviluppo democratico e per la


legittimit dei governi e delle istituzioni esistenti.
Nessuno Stato membro pu considerarsi al riparo e nessun gruppo sociale o culturale dispone della garanzia di
(1)
non diventare un giorno vittima del razzismo .
Rispetto dei diritti delluomo
Il rispetto dei diritti delluomo e delle libert fondamentali
sanciti dal trattato, nonch il diritto alluguaglianza di trattamento e allassenza di discriminazione sono principi
basilari sottesi a qualsiasi politica comunitaria.
(1)

Comunicazione della Commissione europea su razzismo, xenofobia


e antisemititsmo, COM (95) 653 def.

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:09 Uhr

Seite 27

Sviluppo e diritti economici e sociali


Il razzismo e la xenofobia rappresentano una minaccia
grave, non solo per la stabilit della societ europea, ma
anche per il buon andamento delleconomia (1).
Le economie europee non sfruttano appieno il potenziale della loro forza lavoro (1).
La discriminazione interferisce con la libera circolazione
delle persone e dei servizi, impedendo alle persone vittime di discriminazione di trovare lavoro o un alloggio,
ovvero di avvalersi dei servizi di cui hanno bisogno (2).
Differenze tra le politiche nazionali di protezione contro il
razzismo scoraggeranno le persone che rischiano di
soffrire per i fenomeni di razzismo dal recarsi negli Stati
membri dellUnione europea nei quali la protezione
insufficiente (2).
Una partecipazione di tutti i cittadini alla vita sociale, economica e politica, forma parte integrante dello sviluppo

europeo. Il razzismo provoca invece emarginazione, e al


tempo stesso sfrutta lemarginazione. Quando delle persone si sentono minacciate o respinte, sono pi inclini a
respingere a loro volta gli altri.
La lotta contro il razzismo strettamente legata al miglioramento delle condizioni di occupazione e alle politiche di immigrazione e di integrazione, dalle quali dipendono per esempio laccesso a un lavoro e allistruzione (1).

(1)

Dichiarazione comune delle parti sociali sulla prevenzione della


discriminazione razziale e della xenofobia, nonch sulla promozione
della parit di trattamento sul posto di lavoro.
(2)
Rapporto della conferenza inaugurale dellAnno europeo contro il
razzismo, 1997.

LEUROPA CONTRO IL RAZZISMO


Considerando che razzismo, xenofobia e antisemitismo
sono contrari ai diritti fondamentali, sanciti dal diritto
comunitario, riconosciuti nelle dichiarazioni e negli strumenti internazionali, oltre a essere iscritti nelle tradizioni
costituzionali;
considerando che la presenza costante del razzismo,
della xenofobia e dellantisemitismo in tutta Europa costituisce una sfida della massima gravit per le nostre
societ e richiede la mobilitazione di tutti per combattere
questi fenomeni;
considerando che il Consiglio e gli Stati membri hanno
riconosciuto questa emergenza nel decretare il 1997
Anno europeo contro il razzismo,
i sottoscritti ribadiscono
il diritto fondamentale di qualsiasi persona a vivere
senza discriminazioni o molestie provocate dalla razza,
dal colore della pelle, dalla religione o dallorigine
nazionale o etnica,
la necessit di istituire forme di partenariato per coalizzarsi nella lotta contro il razzismo, la xenofobia e lantisemitismo.

I sottoscritti si impegnano
a potenziare la loro azione in materia di lotta contro
razzismo, xenofobia e antisemitismo in tutti i settori
della vita, servendosi di tutti i mezzi e di tutte le risorse
disponibili,
a cooperare a tal fine con tutti i partner interessati,
a introdurre, incentivare e promuovere la diffusione
delle esperienze e delle buone prassi,
a promuovere i provvedimenti opportuni, compresi
codici di condotta europei e nazionali.
I sottoscritti intendono
partecipare attivamente allAnno europeo contro il razzismo,
partecipare attivamente alla mobilitazione europea
varata con lAnno europeo contro il razzismo.
I sottoscritti invitano le istituzioni europee, i pubblici poteri, le organizzazioni private e i cittadini, a livello sia europeo che nazionale o locale, a contribuire alla lotta contro
il razzismo, la xenofobia e lantisemitismo, nella vita quotidiana, a scuola, sul posto di lavoro e nei mezzi di comunicazione di massa.

Wim Kok

Jos Mara Gil-Robles Gil-Delgado

Jacques Santer

primo ministro dei Paesi Bassi,


presidente in carica
del Consiglio

presidente del Parlamento europeo

presidente
della Commissione europea

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:09 Uhr

Seite 28

STABILIRE COLLEGAMENTI
TRA LE VARIE CULTURE
Al giorno doggi, una delle massime sfide che le nostre
societ europee devono fronteggiare quella di svilupparsi integrando la crescente diversit di gruppi culturali.
Le politiche sono incentrate su concetti, valori e modelli
ritenuti come la norma dalla cultura dominante, col risultato che insistendo sulle somiglianze e sullomogeneit
si contribuisce a rafforzare il sentimento di emarginazione in coloro che non rientrano in questa definizione.
Il termine cultura inteso qui nel suo senso pi ampio:
esso supera le definizioni etniche o nazionali per inglobare fattori come listruzione, lestrazione sociale e la religione.
Secondo Hofstede (1), la cultura pu definirsi come la
programmazione collettiva dello spirito che distingue i
membri di un gruppo sociale da un altro.
Questa programmazione comincia fin dalla nascita e prosegue fino allet adulta. Essa avviene in famiglia,
a scuola e sul lavoro. Si tratta di una serie di valori comuni, di convinzioni e di atteggiamenti che plasmano la cultura di un gruppo, vengono assimilati fin dalla pi tenera
et e agiscono a livello consapevole e inconsapevole.

Essi assumono la forma di strutture di potere, di istituzioni e di pratiche sociali. Sono questi processi a differenziare un gruppo e a conferirgli la sua specificit. Essi
danno agli individui un senso di appartenenza e offrono
loro un sistema di riferimenti.
Le persone che si assomigliano per la loro appartenenza
al gruppo sono legate da una maggiore fiducia. Pi le differenze sono importanti, pi cresce la diffidenza ed difficile ricercare un terreno dintesa. Ci vale per la vita sia
privata che professionale.
La lotta contro il razzismo presuppone la capacit di
autoesaminarsi. Il razzismo oggigiorno passato da atti
espliciti a manifestazioni pi sottili e dissimulate, che si
fondano sul rifiuto della differenza. Esso comprende un
sistema nascosto di esclusione che divide coloro che
fanno parte di un gruppo da chi al di fuori di esso.

(1)

Hofstede, G., Cultures Consequence, 1980, Sage Publications,


Londra.

:2#&3#" A2!$" :&#11%*!'


(#((# ,--*%*" =#&!88!" (!:$)%" #
(!00!&1)" #" 3)!0# +---

B
>&%>&)%
5!&% ,

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:09 Uhr

Seite 29

FASI DELLA COMUNICAZIONE


INTERCULTURALE
fase 1
Atteggiamento che consiste nellignorare le differenze, con reazioni del tipo Il nostro modo di fare
quello migliore.

fase 2
Consapevolezza della differenza, raggiunta mediante il contatto interculturale, la comunicazione e
losservazione: Gli altri hanno modi di fare diversi.

Fase 3
Atteggiamento di tolleranza: constatare con riespetto sono differenti, senza formulare giudizi di
valore.

fase 4
Atteggiamento che consiste nellaccettare, valorizzare e mettere a frutto la differenza: Lasciateci
lavorare insieme in modo comune, perch ci constituisce un arricchimento reciproco.

UNO SGUARDO ALLE


DEFINIZIONI E AI CONCETTI
L'Europa una societ multiculturale e multinazionale
che trae arricchimento da questa diversit. Eppure, la
presenza continua del razzismo nella nostra societ non
pu essere ignorata. Il razzismo interessa tutti noi. Esso
degrada le nostre comunit e genera insicurezza e
paura.
Pdraig Flynn, commissario europeo

La creativit pu svilupparsi solo nella diversit.


Yehudi Menuhin, violinista e difensore dei diritti delluomo
Il razzismo comincia quando la differenza, reale o
immaginaria, viene accampata per giustificare unaggressione. Unaggressione fondata sullincapacit di
comprendere laltro, di accettare la differenza e di avviare
il dialogo.
Mario Soares, ex presidente del Portogallo
Pregiudizio: reazione sfavorevole nei confronti di una
persona o di un gruppo di persone, espressa senza
cognizione di causa, senza motivi o elementi di fatto.
Potere: capacit di creare una dinamica, di padroneg-

giare e controllare delle iniziative concrete.


Differenza tra razzismo e pregiudizio: il pregiudizio
pu equivalere a disprezzare qualcuno ancor prima di
conoscere alcunch su di lui, senza per avere necessariamente la capacit di influenzare negativamente la sua
vita. Il razzismo, invece, legato al funzionamento di
tutta una societ e comprende la capacit di tradurre i
pregiudizi razzisti in atti. Il potere della maggioranza prevale sulla minoranza e pu mettere in pratica comportamenti razzisti intenzionalmente o no. Il razzismo implica
quindi la possibilit di disporre del potere di discriminare
e di mettere in condizione di svantaggio le persone, invocando una loro differenza.
Consiglio britannico della giovent
Il razzismo consiste nel credere che alcune persone
siano superiori ad altre per il fatto stesso di appartenere
a una determinata razza. I razzisti definiscono razza un
gruppo di persone che hanno in comune la stessa ascendenza. Essi differenziano le razze in base a caratteristiche fisiche quali il colore della pelle o laspetto dei capelli. In realt, non possibile sostenere con certezza lesistenza di differenze manifeste. Le ricerche pi recenti

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:09 Uhr

Seite 30

provano che la razza un concetto inventato. Si tratta di


una nozione priva di qualunque fondamento biologico. Il
termine razzismo viene usato altres per descrivere un
comportamento abusivo o aggressivo verso membri di
una razza inferiore. Il razzismo assume forme diverse
nei vari paesi a seconda della loro storia, della loro cultura o di altri fattori sociali. Una forma relativamente
recente di razzismo, chiamata talvolta differenziazione
etnica o culturale, sostiene che tutte le razze e culture
siano uguali, ma non dovrebbero mescolarsi per conservare la loro originalit. Non esiste alcuna prova scientifica dellesistenza di razze diverse. La biologia ha individuato ununica razza: la razza umana.
L'intolleranza una mancanza di rispetto per le pratiche
e le convinzioni altrui. Essa emerge quando qualcuno rifiuta di lasciare che altre persone agiscano diversamente
e abbiano opinioni diverse. Lintolleranza pu condurre al
trattamento ingiusto di determinate persone in base alle
loro convinzioni religiose, alla loro sessualit o persino al
loro abbigliamento o addirittura alla loro capigliatura.
Lintolleranza non accetta la differenza. Essa alla base
del razzismo, dellantisemitismo, della xenofobia e della
discriminazione in generale. Spesso pu sfociare in violenza.
L'uguaglianza la caratteristica di ci che uguale.
Questo vuol dire che nessuna persona ha maggior valore di unaltra, quali che siano i suoi genitori o la sua condizione sociale. Ovviamente, le persone non hanno interessi, capacit o stili di vita identici. Di conseguenza, luguaglianza tra le persone significa che esse hanno gli
stessi diritti e possono esercitarli in condizioni identiche.
Esse devono disporre, in materia di istruzione o di lavoro,
di pari opportunit, che variano soltanto in funzione dei
loro sforzi. Luguaglianza diventer una realt solo quando tutti avranno accesso allo stesso modo a un alloggio,
alla previdenza sociale, ai diritti civici e alla cittadinanza.
L'interculturalismo consiste nel pensare che la conoscenza di altre culture costituisca un arricchimento e che
i contatti che abbiamo con esse permettano di sviluppare la nostra personalit. Persone diverse dovrebbero
poter vivere insieme pur avendo culture differenti.
Interculturalismo significa accettare e rispettare le differenze. Credere nellinterculturalismo equivale a credere
che si possa imparare e ci si possa arricchire tramite lincontro con altre culture.
United, per unazione interculturale
Esiste un certo numero di stadi che conducono alla
discriminazione attiva, alla violenza e persino alla purifi-

cazione etnica e al genocidio.


CATEGORIZZARE: operare generalizzazioni e ordinare
le nostre esperienze in categorie che ci rendano pi agevole gestire il mondo attorno a noi. Persone e gruppi vengono etichettati e divisi.
RAGIONARE PER STEREOTIPI: quando si etichettano
le persone, facile lasciarsi tentare dalluso di stereotipi.
Gli stereotipi sono giudizi fondati su un insufficiente
numero di dati di fatto. Esistono stereotipi positivi o negativi, ma crearsi stereotipi negativi ed esacerbarli pericoloso, e pu portare al...
PREGIUDIZIO, determinato da idee basate su una
gamma insufficiente di emozioni e dati di fatto. Un pregiudizio si forma spesso senza alcun fondamento, il che
non impedisce di accettarlo senza metterlo in discussione. Spesso si possono avvertire contrasti tra noi e loro.
I pregiudizi possono condurre a comportamenti ostili nei
confronti del gruppo in questione. Dal pregiudizio derivano le reazioni seguenti:
EVITARE... evitare il gruppo, non parlargli, non volerlo
incontrare;
ABUSI VERBALI... parlare negativamente del gruppo e
al gruppo;
DISCRIMINAZIONE... mentre il pregiudizio un atteggiamento, la discriminazione un comportamento che
denota mancanza di considerazione per il gruppo, lo tratta male, lo gratifica meno di altri, lo boicotta o addirittura
lo emargina;
ABUSO DI VIOLENZA... imprecare contro il gruppo,
importunarlo, minacciarlo, molestarlo o arrecare pregiudizio al suo retaggio culturale;
ELIMINAZIONE... isolare, bandire, uccidere, linciare,
procedere a genocidi o alla purificazione etnica.
CSV Media (UK) Verso luguaglianza, manuale per i
gruppi di giovani che lavorano su iniziative antidiscriminatorie nei mezzi di comunicazione di massa
L'immigrazione un fenomeno costante attraverso la
storia umana, crea e feconda le culture, pi che minacciarle.
Russell King, Universit del Sussex, 1991
Oggi ci troviamo a una svolta importante e davanti a noi
forse si profila la battaglia pi aspra mai combattuta. Le
credenze fondamentaliste di qualsiasi sorta hanno invaso il pianeta. Il razzismo uninvenzione umana, relativamente moderna e tuttaltro, a mio giudizio, che inevita-

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:09 Uhr

Seite 31

BIBLIOGRAFIA
Una raccolta pubblicata dalla Commissione europea offre il testo integrale della massima parte di questi provvedimenti. Questa pubblicazione, dal titolo Le istituzioni europee nella lotta contro il razzismo: testi scelti, disponibile gratuitamente presso le rappresentanze della Commissione europea
in ciascuno Stato membro o presso la stessa Commissione europea, direzione generale V:
Occupazione, relazioni industriali e affari sociali, documentazione.
Fax: (32-2) 296 23 93
Numero di catalogo: CE-01-96-438-EN/FR/DE-C
ISBN: 92-827-9845-3
Dichiarazione del Consiglio dellUnione europea e dei rappresentanti dei governi degli Stati
membri, riuniti in Consiglio il 16 dicembre 1997, sul rispetto delle diversit e sulla lotta contro
il razzismo e la xenofobia.
Gazzetta ufficiale C 1 del 3. 1. 1998
Dichiarazione del Consiglio dellUnione europea e dei rappresentanti dei governi degli Stati
membri, riuniti in Consiglio il 24 novembre 1997, relativa alla lotta contro il razzismo, la xenofobia e lantisemitismo nel mondo giovanile.
Gazzetta ufficiale C 368 del 5. 12. 1997
Verso nuove prospettive interculturali
Ufficio delle pubblicazioni ufficiali delle Comunit europee
ISBN: 92-828-1339-8
Razzismo e xenofobia in Europa
Eurobarometro 47.1, primavera 1997, direzione generale V
Compendio europeo di buona prassi in materia di prevenzione del razzismo sul posto di lavoro
Ufficio delle pubblicazioni ufficiali delle Comunit europee
ISBN: 92-828-1961-2
Piano dazione contro il razzismo
COM(1998) 183 def. del 25 marzo 1998

1.!$0!" >%$)0)./!'" 1.!$0!" 1!112#$)'" &!$):)%*)'" 10)$)


3)" 5)0#E" 3%88)#(%" 3)=!*3!&!" $!" $)8!&0C" )*3)5)32#$)'" )$
$)8!&%" #&8)0&)%," ---" *%)" :)%5#*)" 3%88)#(%" .#(8)#&!
)$" (%*3% ,

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:09 Uhr

Seite 32

Commissione europea
RAZZISTA IO!?
Lussemburgo: Ufficio delle pubblicazioni ufficiali delle Comunit europee
1998 31 pagg. 21 x 29,7 cm
ISBN 92-828-4021-2

L'Unione europea intende combattere le discriminazioni fondate sul sesso, sulla razza, sullorigine etnica, sulla religione e le convinzioni personali, su eventuali handicap, sullet o sulle tendenze sessuali. Nel presente opuscolo gli insegnanti e i giovani potranno trovare
una serie di storielle comiche e di documenti per stimolare la riflessione e la discussione sul razzismo.

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:25 Uhr

Seite 34

Altre informazioni sullUnione europea


Informazioni in tutte le lingue dellUnione europea possono essere ottenute su Internet via il server Europa
(http://europa.eu.int).

Per ottenere informazioni e pubblicazioni sullUnione europea in lingua italiana, rivolgersi a:

RAPPRESENTANZE
DELLA COMMISSIONE EUROPEA

UFFICIO
DEL PARLAMENTO EUROPEO

Rappresentanza in Italia
Via Poli 29, I-00187 Roma
Tel. 06 69 99 91

Ufficio per lItalia


Via IV Novembre 149, I-00187 Roma
Tel. 06 69 95 01

Rappresentanza a Milano
Corso Magenta 59, I-20123 Milano
Tel. 02 467 51 41

Rappresentanze e uffici della Commissione europea e del Parlamento europeo esistono anche negli Stati membri dellUnione europea. Delegazioni della Commissione europea esistono in altri paesi del mondo.
Ulteriori informazioni possono essere ottenute anche tramite le scuole, le amministrazioni comunali o le biblioteche.

Comic_Italienisch_NEU

02.10.2001

14:25 Uhr

Seite 35

>)..%$%'" :&#11%" !" *!&% ,---" #..)3!*0) ,


*%*" 3!56!11!&!" 1!(>&!" =#.)$! ,,,

2*" )*=!&*% ,

3#" *%*
.&!3!&! ---

CM-11-97-576-IT-C

L'Unione europea intende combattere le


discriminazioni fondate sul sesso, sulla
razza, sullorigine etnica, sulla religione e le
convinzioni personali, su eventuali handicap,
sullet o sulle tendenze sessuali.
Nel presente opuscolo gli insegnanti e
i giovani potranno trovare una serie di
storielle comiche e di documenti per
stimolare la riflessione e la
discussione sul razzismo.

IT
UFFICIO DELLE PUBBLICAZIONI UFFICIALI
DELLE COMUNIT EUROPEE