Sei sulla pagina 1di 12

ALLEGATO GRATUITO AL

16 OTTOBRE 2016

www.corrieredellosport.it

OROLOGI

EQUITAZIONE

BEAUTY

Connessi
con la moda

Questione
di feeling

Fermare
il tempo

Dall'arrivo dell'Apple Watch


lo smartwatch diventato un must.
E i fashion brand lo firmano

Dal salto a ostacoli al turismo


equestre. Quella con il cavallo
una vera storia d'amore

Trattamenti antiage al
maschile. L'uomo si vuole
sempre pi bello

P 9

P 7

P 10

FITNESS CHE PASSIONE

ALLENAMENTO FUNZIONALE, BODYWEIGHT TRAINING,


ANTIGRAVITY YOGA. LA PALESTRA TORNA DI TENDENZA

di Monica Piccini

Crescono i numeri dello sport. Soprattutto indoor, ovvero in palestra, dove, archiviati i bilancieri alla
Schwarzenegger e le tutine colorate di Jane Fonda,
ci si misura a tu per tu con il proprio corpo. L'Italia tra i primi cinque paesi d'Europa per numero
di strutture con 6500 centri: non sar un caso che
la pop star Madonna abbia aperto prima a Roma e
poi a Milano le sue Hard Candy Fitness. Molteplici i corsi e gli allenamenti, dalla tonificazione funzionale, con esercizi a corpo libero e senza pesi, allo
yoga "aereo", senza dimenticare quelli pi cardio,
dove si suda davvero. Ma c' anche chi si allena in
palestre dal fascino vintage.
A PAGINA 3

PROTAGONISTI

Fabio e Sergio Candido


INTERVISTA ESCLUSIVA

La fortuna
di nascere
con la camicia
Camicissima, la realt
italiana che conquista
tutto il mondo P. 11

MODA

Dalle sfilate
alla palestra
Gli stilisti puntano sullo
sport con linee dedicate
super tecniche P. 9

DOMENICA
16 OTTOBRE 2016

3
SPORT & STYLE

COVER STORY

TRAINING INDOOR
A CORPO LIBERO

DIMENTICATE LE SALE PESI, LALLENAMENTO SI SVOLGE


TRA TONIFICAZIONE FUNZIONALE E TRAINING SENZA ATTREZZI
ircoli sportivi, luxury club, fitness village.
Secondo il rapporto Coni-Istat I numeri
dello sport lItalia tra i primi cinque paesi in Europa per numero di palestre con oltre 6500 strutture censite e 4,2 milioni discritti. Una tendenza in aumento negli ultimi due anni. Buone notizie per chi ha investito nel settore e per tutti gli sportivi che
con lautunno appena cominciato possono
scegliere tra una vasta gamma di proposte.
Perch le attivit da fare indoor si rinnovano continuamente, con lobiettivo di coinvolgere quante pi persone possibili, racconta Luca Valotta, 45 anni, sportivo per
passione e per professione. Da tre anni presidente di Virgin Active Europa (virginactive.it) unico network di club
presenti in ben 33 citt italiane, da Torino a Catania, con
160 mila iscritti. Nel 2003 quando il fondatore britannico del Virgin Group pens di affidargli il marchio (a sir
Richard Branson non si pu dire di
no) Valotta aveva 32 anni e allattiWELLNESS
vo 15 palestre Fitness First aperte in
la nuova
due anni. Nellallenamento indoor spiega - si passati dalle lezioni
password in
coreografate alla tonificazione funpalestra, mix
zionale, ossia un allenamento sendi well being
za pesi e a corpo libero. Un grande
e fitness
ritorno pi che una novit chiamato
Body weight training, ai primi posti
tra i trend 2016 secondo il sondaggio
Worldwide Survey of Fitness Trends for 2016" dellAmerican College of Sports Medicine. Salti, squat e flessioni:
esercizi che si possono fare anche da soli in casa, ma in
palestra decisamente pi divertente.

NON SOLO
SUDORE
Per divertirsi sempre di
pi le palestre di Madonna
propongono corsi di pole
dance, hip hop e break
dance. E la sera in sala pesi
arriva la musica techno.

benessere mentale e del divertimento, parola di Nerio


Alessandri, fondatore di Technogym che sul wellness ha
costruito un impero (lintervista a pag. 5). Nellottica di allenarsi divertendosi, chi si segna oggi in palestra pu scegliere tra corsi a prova di noia, dallevoluzione dello spinning ribattezzato The Pack, sfida a squadre le cui prestazioni sono proiettate su un maxischermo, al Sup o Stand
up paddle dove su una tavola da surf in piscina si pagaia in piedi come i gondolieri. Entrambe targate Virgin. In
alternativa le palestre Hard Candy Fitness (hardcandyfitness.com), aperte dalla pop star Madonna negli ultimi
due anni a Roma e Milano (qui in partnership con le palestre Audace), rispondono allunica esigenza: svagarsi
in gruppo mantenendosi in forma.
Perch la diva di Like a Virgin si annoia facilmente. Tra i
vari corsi proposti dai suoi
luxury club: pole dance,
hip hop, break dance e la
sera in sala persi arriva il
dj set. Musica, luci colorate, attrezzi allavanguardia e arredamento pi che
originale (come lorango
total white che vi osserva
dal soffitto).
IL CORPO LO
STRUMENTO

Allestremo opposto, rientrano nel benessere psicofisico le lezioni di pilates, yoga, dinami (connubio di pilates e girotonic) e calisthenic, allenamento a carico interno, antesignano del
bodyweight training. Discipline che puntano allequilibrio di mente e corpo, insegnate dai maestri dellinnovativa palestra IN|EX (dallinglese Inhale ed Exhale, inspirare ed espirare) aperta un anno fa nel centro di Milano (inexpalestre.it). Volevamo ritornare allessenzialit
del movimento, sintetizza Alessandro Dernini, 42 anni,
comproprietario con un passato da direttore tecnico dei

BENESSERE FISICO, MENTALE E POP FITNESS

Archiviati i bilancieri di Schwarzenegger anni 80, e i body


fosforescenti di Jane Fonda dei 90, lera del fitness stata, infatti, sostituita da quella del wellness (mix dei termini inglesi well being e fitness). Uno stile di vita tutto
italiano che tiene conto, oltre alla forma fisica, anche del

centri Downtown di Milano.Abbiamo cercato di intercettare in leggero anticipo lesigenza di molti di riacquisire la consapevolezza della propria fisicit, dedicando
del tempo a se stessi lontano dalle sollecitazioni tecnologiche. Anche le sale delle palestra, con mateNATURALEZZA
riali naturali e senza specchi, rifletIl corpo al
te questo ritorno alle origini (vedi
centro ma si
box). Scommessa condivisa con la
allena anche
palestra Pure (purewellness.it) inaugurata poco pi di un anno fa a Mila psiche e
lano in un lussuoso appartamento
l'autocontrollo
di via Borgogna/piazza San Babila.
Qui il cliente seguito da un team di
esperti e specialisti, dallosteopata, allo sport therapists
che lavorano su carattere, sincerit, attenzione, cortesia
e autocontrollo. Da allenare saggiamente insieme ai muscoli. _(di Monica Piccini)

Allenarsi un'occasione
per rilassarsi e scaricare le
tensioni. Ognuno sceglie la
disciplina o l'ambiente che
gli pi consono. In alto
completo Puma training.
Da sinistra una lezione di
Antigravity aerial yoga (in
alto), un allenamento ZUU
e il The Pack alle Palestre
Virgin Active. Qui sotto: yoga
e pilates da In/Ex Milano.

DA NON PERDERE

Sacco, spalliere e cavallina. La palestra vintage


Tornare indietro per andare avanti.
Da Amsterdam a New York, da Los Angeles a Milano sono in aumento le palestre
che alla tecnologia preferiscono macchinari in materiali naturali presi in prestito alla ginnastica artistica. Nel capoluogo lombardo da quasi un anno aperta la
palestra IN|EX le cui sale sono state disegnate dallo Studio PArcnouveau intorno
alla persona per ritornare a un benessere
autentico, tra meditazione e movimento.
Al centro della sala un vecchio sacco da
boxe, attrezzature senza elettricit (come

il tapis roulant meccanico), colori neutri


alle pareti e assenza di specchi per favorire la concentrazione. La voglia di essenzialit si declina, quindi, nellestetica degli
spazi che rimandano in parte a un ginnasio ottocentesco, e
ANTI TECNO
in parte agli anni SesIl denominatore santa,
periodo doro
l'assenza
delle palestre ancodi attrezzature
ra lontane da logiche
di marketing e coina elettricit
volgimento di massa.

Un altro esempio, sempre a Milano, il


Nautilus (nautilusmi.it) a cui si accede attraverso il cortile di una casa anni 40 in
Corso di porta vittoria. La palestra sispira al sottomarino di Ventimila leghe sotto il mare di Jules Verne. stata ricavata
dieci anni fa dalla riconversione di una serie di cantine e di recente rinnovata dalla
creativa Chichi Meroni, che poco distante
ha anche un negozio di moda, una galleria darredo e un caff-libreria. Divanetto
in velluto viola alla reception, negli spogliatoi armadietti in metallo quasi corroso, macchine per il pilates, tra specchiere e cavalline.
Oggetti dantan molto simili agli attrezzi
che un team di mastri artigiani tedeschi
restaura via via che vengono dismessi dalle scuole della zona nel magazzino atelier
Zur schnen Linde(zurschoenenlinde.
de) a pochi chilometri da Karlsruhe, al
confine con la Francia.

IN/EX ripropone gli attrezzi delle palestre classiche, dalle parallele al quadro svedese.

cos che un ex fabbro anarchico esperto in recycling trasforma il cavallo da volteggio, con le gambe segate, in una comoda panca e dai materassi da caduta ricava pouf indistruttibili, con una maniglia
per spostarli. Per bar e locali oltre che per
palestre! _(M.P)

DIIRETTORE RESPONSABILE
ANDREA BRAMBILLA
a.brambilla@contieditore.it
UFFICIO GRAFICO CENTRALE
IGLIS BACCHI
grafici_sportestyle@contieditore.it
Luca Lazazzera
Vanni Romagnoli
Cristian Tromba
Roberta Massa
PROGETTO GRAFICO
anversal.com
HANNO COLLABORATO:
MARZIA CICCOLA,
MONICA CODEGONI BESSI,
VALERIA ONETO (STYLIST),
FRANCESCO COLLA, SALVATORE
DIMAGGIO, DANIELA FAGNOLA,
MONICA PICCINI.
I nostri contatti: tel. 051 6227111,
fax 051.6227242,
e-mail: sportestyle@contieditore.it
Conti Editore pubblica anche:
Auto, InMoto, Autosprint,
Motosprint, AM Automese,
Guerin Sportivo,
Cotto e Mangiato
DIRETTORE EDITORIALE
ANDREA BRAMBILLA
Direzione, redazione,
amministrazione:
Via del Lavoro 7,
40068 S. Lazzaro di Savena (BO),
Tel. 051.6227111, fax 051.6227242
SPORT & STYLE MODA E
TENDENZE, pubblicazione mensile,
N.8323 DEL 17/01/2014
Tribunale di Bologna
Stampa: Societ Tipografico
Editrice Capitolina S.r.l.,
Via dei Mille 1;
Via Giacomo Peroni 280, ROMA.
Mediastampa S.r.l., Via
del Litografo 4, BOLOGNA.
Monza Stampa S.r.l., Via Buonarroti
153, MONZA
Marina Press S.r.l., Zona Industriale
Contrada Olivola, BENEVENTO

Concessionaria esclusiva
per la pubblicit Italia ed estero:
SPORT NETWORK s.r.l.
www.sportnetwork.it
Sede legale:
Piazza Indipendenza, 11/b
00185 - Roma
Uffici Milano: Via Messina, 38
20154 Milano Telefono 02.349621
Fax 02.3496450
Uffici Roma:
Piazza Indipendenza, 11/b
00185 Roma - Telefono 06.492461
Fax 06.49246401
Testi, fotografie e disegni:
riproduzione anche parziale vietata.
BANCHE DATI DI USO REDAZIONALE
In conformit alle disposizioni
contenute nellallegato A.1 del
D.Lgs 196/2003, nellart. 2, comma
2, del Codice Deontologico
relativo al trattamento dei dati
personali nellesercizio dellattivit
giornalistica ai sensi dellart.
139 del D. Lgs 196/2003, del
30/06/2003 la Conti Editore
S.r.l. rende noto che presso la
sede esistono banche dati di uso
redazionale. Ai fini dellesercizio dei
diritti di cui allart.7, s.s. del D.Lgs.
196/2003, le persone interessate
potranno rivolgersi a: Conti Editore
S.r.l. - Via del Lavoro 7,
40068 San Lazzaro di Savena (BO),
tel. 051.6227101, Fax 051.6227314.
RESPONSABILE DEL
TRATTAMENTO DATI
(LEGGE 675/96):
ANDREA BRAMBILLA
Tutti gli articoli contenuti in
Sport & Style sono da intendersi
a riproduzione riservata ai sensi
dellArt. 7 R.D. 18 Maggio
1942 n. 1369.

4
SPORT & STYLE

DOMENICA
16 OTTOBRE 2016

COVER STORY

SPECIAL ONES
Fotografia

LARTE DI IMMORTALARE
IL GESTO SPORTIVO

ALLENAMENTI OPEN AIR

Momenti indimenticabili di drammi e vittorie.


Istanti ritratti in ogni parte del mondo e fissati sulle
oltre 230 fotografie delle pi diverse discipline sportive,
firmate da 170 fotografi internazionali, tra i quali Richard
Avedon, Andy Warhol e Stanley Kubrick. Fino all'8 gennaio
la mostra dal titolo "Who Shot Sports: A Photographic
History, 1843 to the Present" al Brooklyn Museum di
New York e rappresenta l'esposizione pi completa di
fotografie sportiva mai fatta prima (la prima foto risale
a met dell'800). In bilico tra ricerca antropologica e
impatto sociale, le foto esposte illustrano dallo sport
rituale in Etiopia (chiamato Surma Donga Stick Fight)
al beach volley nel campo londinese dell'Horse Guards
Parade. Dalla tragedia all'Heysel Stadium nel 1985 a
Mexico City quando due atleti vincitori dell'oro e del
bronzo sui 200 metri salirono sul podio con il pugno
chiuso della protesta dei Black Power. Immagini
straordinarie, capaci di racchiudere il senso stesso della
pratica sportiva e di mostrarne dettagli come muscoli
tesi, sguardi concentrati e smorfie di fatica. Gesti che
spesso durano una frazione di secondo e che diventano
eterni grazie allo sguardo di chi scatta.
Per info: brooklynmuseum.org/exhibitions/touring/
who_shot_sports

CINQUE VOLTE LA SETTIMANA PER VENTI MINUTI. IL SEGRETO DI LUNGA


VITA SECONDO FABIO INKA, IL TRAINER PI FAMOSO DELLA CAPITALE
on un semplice trainer. Fabio Inka ha un
curriculum di tutto rispetto, oltre ad essere training ambassador del marchio
Asics: ex atleta, due lauree (Scienze Motorie e in Scienze della Comunicazione)
e una in arrivo in Scienze della Nutrizione, un Life e Sport coach certificato. A
Roma una delle figure di riferimento
per chi vuole stare in forma, allena infatti
migliaia di persone in tutti i parchi della
Capitale dove pratica Impacto Training, rivoluzionario ed
efficace sistema dallenamento da lui ideato.
Cos Impacto training?
un programma di allenamento ad alta intensit che accelera il metabolismo e consente di consumare grassi e calorie non solo durante lallenamento, ma anche nelle 48 ore
successive. Migliora forza ed efficienza muscolare senza
gonfiare i muscoli e aumenta
coordinazione, equilibrio e flessibilit. Lo si pratica dove si vuo- AL PARCO
le e quando si vuole. Non ha biso- Il training all'aria
gno di alcun attrezzo, n di molto
spazio: bastano pochi metri qua- aperta anche in
drati. I risultati sono evidenti gi inverno ha molti
in 8 settimane, allenandosi 5 vol- risvolti positivi
te a settimana per 20 minuti. Si
pu adattare a differenti livelli di
forma fisica quindi non si ha bisogno di essere gi allenato per iniziare. Impacto Training una guida per il benessere del corpo e della mente.
Quali sono i plus?
breve, efficace, divertente e diversificato e d risultati rapidamente. Ogni allenamento differente e bastano poche lezioni per vedere e percepire i primi miglioramenti.
A cosa dovuto il successo di Impacto?
Oltre agli aspetti tecnici secondo me il successo dipende
anche dall fatmosfera che si riesce a creare durante l fallenamento nelle lezioni dal vivo. E dai feedback che ricevo
per i video su YouTube direi che l fentusiasmo si trasmette anche dallo schermo.
Perch predilige allenamenti allesterno?
In Italia il concetto di fitness allaperto, inteso non come
una lezione allaperto una tantum (magari a primavera)
bens come una vera e propria palestra open air attiva tutto lanno, anche in inverno, in un certo modo innovativo. I vantaggi sono molteplici: laria fresca, lenergia del

sole, il silenzio della natura creano unesperienza decisamente piacevole.


Allenarsi usando video o app sempre pi comune. Ma
le lezioni di aerobica in videocassetta sono sempre esistite, dai tempi di Jane Fonda... Cosa cambiato oggi?
Da questo punto di vista, il modo di fruizione sicuramente: oggi grazie agli smartphone e alla connessione internet possiamo allenarci ovunque senza essere vincolati a
un videoregistratore.
Dal running alla bicicletta, dal crossfit alle discipline a
pi basso impatto, come pilates e yoga, ormai chi non pratica alcuno sport letteralmente tagliato fuori...
Lesercizio fisico regolare
ormai riconosciuto come
elemento fondamentale di
un sano e corretto stile di
vita. Sempre pi persone si
rendono conto che lallenamento costante pu essere considerato lunico vero
elisir di lunga vita. Lattivit
fisica favorisce la conservazione della massa proteica,
ritarda gli effetti dellinvecchiamento e rallenta i processi degenerativi legati a
esso: quindi grazie allallenamento viviamo pi a lungo e con una migliore qualit. Perch non dovremmo
farlo?
Cosa rende speciale
un trainer?
Innanzitutto delle solide basi
accademiche, poi lesperienza e le doti comunicative, e
soprattutto la capacit di far
ottenere il massimo dei risultati ai propri allievi, che si
tratti di sportivi di alto livello o persone che si approcciano allallenamento per il
proprio benessere.
Lei d anche consigli dietetici sul blog...
Sto frequentando la Magi-

strale in Scienze della Nutrizione (sar la mia terza laurea):


sul mio blog do consigli di carattere generale per ottimizzare i risultati di un buon allenamento avvalendomi della
consulenza di vari specialisti della nutrizione.
Cosa suggerisce a chi vuole iniziare a fare attivit fisica, ma non essendo allenato si potrebbe arrendere facilmente?
uno degli argomenti che ho trattato nel mio libro, spesso si pensa crede erroneamente che non essendo in forma, si debba cominciare con pochi allenamenti settimanali. In realt iniziare subito con la giusta frequenza (tra 3
e 5 volte a settimana) la scelta pi salutare e porta maggiori risultati. In letteratura sportiva ampiamente dimostrato che anche e soprattutto in fase di adattamento,
la frequenza settimanale
pi importante della durata
di ogni singolo allenamento. Per adattare rapidamente il corpo sono meglio 5 allenamenti settimanali di 20
minuti che un allenamento da 100 minuti. Quel che
deve essere graduale nelle prime 4-5 settimane il
carico di lavoro allinterno
della sessione. Tanti sono
convinti del contrario, ma
allenarsi di pi non sempre produttivo. Infine, propongo sempre due versioni
per ogni esercizio, una pi
facile (e senza saltelli) e una
pi difficile, entrambe efficaci.

Reebok e Gigi Hadid

L'ELOGIO
DELLIMPERFEZIONE

Quale miglior ambasciatrice della ragazza pi


bella ed ex atleta professionista? Si chiama Gigi Hadid,
IL nome che circola di pi sulle passerelle della moda
e sui magazine patinati, e ha appena cominciato una
collaborazione con il marchio Reebok, come nuovo
volto della campagna #PerfectNever, rivolta a tutte le
donne per celebrare limperfezione come vera bellezza.
Incoraggiandole a praticare sport per liberarsi dalle
negativit e raggiungere un equilibrio non solo fisico ma
anche sociale e mentale. La topmodel, ex pallavolista,
con una grande passione per la boxe, dice: Ai tempi in
cui ero unatleta professionista ero cos concentrata sul
raggiungimento della perfezione che i miei allenatori
avevano dovuto impedirmi di partecipare alle gare. Non
facevo altro che concentrarmi sui miei errori, innescando
cos altri passi falsi, in un effetto domino inarrestabile.
Finch ho imparato a cambiare approccio. I miei errori e
le mie imperfezioni sono diventati cos la mia pi grande
motivazione. Anche se parlare di imperfezioni con una
come Gigi non proprio... immediato!

Come avvenuto lincontro con Asics? Quali valori


condivide con il marchio?
Ho fortemente voluto e cercato la collaborazione con
ASICS perch un marchio
di fama mondiale sinonimo
da sempre di qualit. l facronimo di anima sana in
corpore sano, e questo sicuramente uno dei tanti valori che che condividiamo._
(Marzia Ciccola)

TRACKER SPAZIALI
PER ALLENARSI IN
PALESTRA
Una start up tutta made in Italy, nata nel
2013, racchiusa in un fitness tracker. Tre
ingegneri aerospaziali, Ernst Vittorio
Haendler, Tommaso Finadri e Lucio Pinzoni
hanno unito le loro forze concependo
un sensore di 1 cm x 4 ad oggi unico nel
suo genere, concepito per monitorare
lallenamento pesi in palestra. Sviluppato
grazie al supporto di atleti e trainer italiani e stranieri, permette di tracciare e di ricevere
in modo accurato una serie di informazioni essenziali. Basta indossarlo, collegarlo al
telefono via Bluetooth e scaricare lapp iOS o Android. Dopo aver selezionato la modalit di
allenamento il sensore rilever in tempo reale forza, velocit, potenza e esplosivit durante
lesecuzione dellesercizio sulla App Beast dello smartphone. Il sensore terr soprattutto in
considerazione sia come il fisico reagisce a determinati stimoli, sia lo stato di forma in quel
determinato giorno (riposato o sotto stress). Grazie alla condivisione dei dati con laccount
del trainer i risultati degli allenamenti potranno essere anche monitorati a distanza e il
trainer pu caricare direttamente sullApp dellatleta la scheda dallenamento da seguire.
utilizzato dalla Nazionale italiana di calcio, fornitore ufficiale della Nazionale italiana
Sci e sponsor ufficiale di Modena e Trentino Volley. Collabora con i preparatori e i trainer di
Federazione italiana di Pallacanestro, Federazione italiana Pallavolo, Redbull gym Santa
Monica in California, Coni, Federazione italiana di football americano, Federazione italiana
Vela e Tennis, alcune squadre di football americano, calcio, pallavolo e atletica, italiane,
inglesi e americane. www.thisisbeast.com

FABIO INKA Sport e Life Coach certificato, (quasi) tre lauree, ha ideato Impacto Training.

DOMENICA
16 OTTOBRE 2016

5
SPORT & STYLE

COVER STORY

UN MONDO DI FITNESS

NERIO ALESSANDRI LO STEVE JOBS ITALIANO: HA FONDATO LA SUA


TECHNOGYM NEL GARAGE DI CASA. A MAGGIO SI QUOTATA IN BORSA
alla provincia romagnola alle Olimpiadi di Rio. Dal 1983, Nerio Alessandri, 55
anni, fondatore e ad di Technogym, non
si pi fermato. Unimpresa leader mondiale nella produzione di attrezzi sportivi
che anche una filosofia di vita allinsegna del benessere globale o wellness. Pi
di 2 mila dipendenti, 35 milioni di persone che ogni giorno utilizzano un suo tapis roulant o vogatore, il modernissimo
quartier generale o Technogym Village di Cesena (inaugurato alle presenza di Bill Clinton): 60 mila metri quadri
in cui i dipendenti possono allenarsi in palestra o fare jogging nei giardini. Perch come ci racconta lui pi avanti
siamo Nati per muoverci (dal titolo della sua autobiografia, Baldini&Castoldi).
Perch lattivit fisica importante?
Perch allunga la vita, come confermano molti studi scientifici. Cito solo un dato: le malattie causate dai cattivi stili
di vita (sedentariet, cattiva alimentazione, fumo e alcol)
MOVE
oggi rappresentano la prima causa di morte.
Una nuova

unit di misura
del movimento
creata da
Technogym

Con una vita piena


dimpegni le resta tempo per lallenamento?
Il tempo il prodotto pi
democratico del mondo.
Possediamo tutti 24 ore al
giorno! Quindi il fatto di averne o meno per lesercizio una questione di priorit Io mi alleno 3 volte alla settimana ovunque mi trovi.
Quando lasci il posto fisso per fondare la sua
azienda, nel 1983, sua madre si preoccup moltissimo. Cosa dice oggi la sua famiglia?
Trentanni fa ero talmente convinto che sono riuscito a realizzare il mio sogno nonostante la
preoccupazione dei miei. Vengo da una famiglia umile, sono partito da zero senza denaro
da investire ma con molta passione. Con laiuto della mia famiglia (in particolar modo di
mio fratello e mia moglie), e di tutti i collaboratori,

TECHNOGYM
IN NUMERI
Nerio Alessandri, con la sua
azienda presente in 65 mila
wellness center e 100 mila
abitazioni private nel mondo.

ho creato un brand internazionale. La mia famiglia ne


molto orgogliosa.
Cos "limbestio"?
In Technogym abbiamo inventato questa parola per definire la curiosit vigile come il fiuto di un predatore che
rende pronti a cogliere ogni pi piccola opportunit. In
pi passione, quella forza che ti
fa mandar gi i bocconi amari, consapevoli che gli errori servono per TEMPO
migliorare. Nel tempo sono cambia- la cosa pi
te dimensioni dei progetti e investi- democratica del
menti, ma limbestio non cambiamondo. Tutti
to di una virgola.

abbiamo 24 ore

T r a 1 0 0 0 d i p e n d e n t i d e l a disposizione
Technogym Village c chi diserta lesercizio fisico?
Difficile non farsi coinvolgere dallattivit fisica al
Technogym Village! Un campus, progettato con larchitetto Antonio Citterio, con una grande palestra, uffici progettati per il benessere in termini di illuminazione e postura (dotati di wellness ball, sfere di gomma al posto delle
sedie per un miglior equilibrio muscolare, ndr), e sale riunioni per incontri in piedi. Inoltre, il ristorante serve ricette con materie prime stagionali, a basso contenuto di
sale e grassi saturi. Infine abbiamo creato un programma
di Corporate Wellness con un check-up sanitario annuale per ogni collaboratore.
vero che tutti in azienda hanno unapp che conta i
Move, lunit Technogym di misura del movimento?
Non solo in azienda, ma milioni di persone in tutto il mondo sono connesse al nostro ecosistema digitale, che grazie ad una app permette di misurare il proprio movimento nella vita quotidiana e di accedere, sui nostri attrezzi a
unesperienza personalizzata.
Technogym fornitore ufficiale delle Olimpiadi. A Rio
per voi stata la sesta edizione. Si ricorda la prima?
Per uno come me, partito da un garage di Cesena, essere fornitore ufficiale delle Olimpiadi ha rappresentato un
sogno, apparentemente impossibile. Con Sydney 2000, la
nostra prima volta, abbiamo vissuto latmosfera del Villaggio, incontrato atleti da centinaia di Paesi e seguito i

Alcune immagini del


modernissimo quartier
generale TechnoGym
Village di Cesena.
60 mila metri quadri
in cui i dipendenti
possono allenarsi in
palestra, fare jogging
nei giardino o pranzare
al ristorante, gustando
ricette sane preparate
con materie prime
di stagione.

loro allenamenti sui nostri prodotti. Ma anche questanno a Rio (in cui abbiamo allestito 15 centri di preparazione atletica con oltre 1200 attrezzi) lemozione stata tanta.
A maggio la sua azienda (prima europea del settore)
entrata in Borsa. Quanto lontano il garage in cui costru il primo attrezzo?
Per me ogni giorno come il primo. Affronto ogni progetto con la stessa attenzione ai dettagli con la quale costruii
il primo attrezzo. Oggi siamo una grande azienda quotata in Borsa, ma per me fondamentale mantenere lo spirito di una start up.
Oggi un 20enne pu ancora realizzare i propri sogni
professionali?
Stiamo attraversando una congiuntura economica sicuramente complessa, ma i ragazzi oggi hanno una grande opportunit rappresentata dalle
nuove tecnologie. Quando ho
fondato Technogym, per esempio, mi servivano mesi per farmi inviare dallAmerica riviste e
materiali fitness. Oggi, in pochi
click si accede a qualsiasi informazione._(di Monica Piccini)

6
SPORT & STYLE

DOMENICA
16 OTTOBRE 2016

COVER STORY

GLI INDISPENSABILI PER ALLENARSI


CROSS TRAINING

styling Valeria Oneto


1 / DOMYOS

Top e leggings in tessuto tecnico e


manubri esagonali,
19,99 - 26,99 e 14,99 euro.
decathlon.it

2 / SENNHEISER

Auricolari pensati per lo sport,


99 euro. sennheiser.com

5 / FREDDY

La Workout Box contiene tutto il


necessario per allenarsi. freddy.com

6 / ERRE REPUBLIC

Felpa in cotone con cappuccio,


52,90 euro. errearepublic.com

9
3

3 / FREDDY

Guanti da palestra
24,90 euro. freddy.com

4 / DOMYOS

Con le STRAP TRAINING ci si pu


allenare ovunque, 29,90 euro.
decathlon.it

7 / 8 / LEONE 1947

Allure vintage per i guantoni da


sacco Mexico in pelle a tre colori
e per il sacco da 30 kilogrammi,
63 e 220 euro.
leone1947.com
9 / LEONE 1947

Corda da salto in nylon


9,50 euro. leone1947.com

SPECIAL ONES
Fitness addiction

M600: LO SMARTWATCH
PENSATO PER LO SPORT

Costruito sulla piattaforma Android Wear di


Google, l'ultimo smartwatch di Polar completamente
ottimizzato per lo sport, waterproof, con display
touchscreen e rilevazione della frequenza cardiaca
direttamente dal polso, tramite lettura ottica a 6 led.
Dotato di GPS integrato e Glonass, activity tracking e
con le funzioni esclusive Polar Smart Coaching. Inoltre,
tramite la app Polar Flow, possibile tracciare tutti
i dettagli della propria attivit, seguirne i progressi e
condividerli sui social network.
349,90 euro polar.com/it

Allenamento vocale in tempo reale

GLI OCCHIALI INTELLIGENTI


DI OAKLEY

Si chiamano Radar Pace sono i nuovissimi smart


glass di Luxottica, occhiali che sfruttano la tecnologia
Intel Real Speech per consentire all'atleta di interagire
con un coah virtuale, tramite un sistema vocale chiamato
Dual-Initiative-System, in grado di monitorare la
prestazione e assistere lo sportivo. oakley.com

Di corsa per una buona causa

MIRAFIORI OPEN RUN:


SI CORRE IN FABBRICA

Domenica 23 ottobre, a Torino, si festeggiano i dieci


anni dalla nascita del Mirafiori Motor Village, con una
corsa, non competitiva di 8 km allinterno degli storici
stabilimenti FCA e lungo la pista di collaudo di Mirafiori.
Parte del ricavato andr in beneficienza.
Iscrizioni su www.mirafioriopenrun.it

DOMENICA
16 OTTOBRE 2016

7
SPORT & STYLE

EQUITAZIONE

TRA UOMO E CAVALLO


AFFINIT ELETTIVA

APPUNTAMENTO A FIERACAVALLI PER SCOPRIRE CHE QUELLO


EQUESTRE UN MONDO CON NUMEROSE DISCIPLINE E POSSIBILIT
uante volte siamo rimasti incantati davanti a un salto ad ostacoli osservando la grazia e la perfezione con cui si muovono cavallo e cavaliere. Quante altre rapiti da una
foto romantica di una passeggiata a cavallo
al tramonto. Tra la prima immagine e l'altra c' un mondo variegato in cui si intrecciano numerosissime discipline che hanno come comune denominatore il mondo
equestre: da quelle Olimpiche che comprendono il salto a ostacoli, il dressage o il volteggio a quelle
Western, dagli sport come il Polo, l'Horseball, l'Endurance al mountain trail. Insomma, un mondo complesso, in
continua crescita, che conta 5000 aziende associate, pi
di trecentomila italiani coinvolti, tra praticanti e membri
di associazioni, per 58 milioni di cavalli presenti nel mondo. Si pu comprendere quindi l'importanza di Fieracavalli, la manifestazione italiana di riferimento per il mondo dell'equitazione
NATURA
internazionale, che l'anno scorso ha
Il cavallo mette contato 160 mila visitatori. Quest'anno, dal 10 al 13 novembre, ad accoin relazione
gliere gli appassionati e gli operatoimmediata
ri del settore, 750 espositori da tutto
l'uomo con
il mondo e 3 mila cavalli, oltre a gare
l'ambiente
importanti, come Jumping Verona,
unica tappa italiana della Longines
FEI World Cup, spettacoli ed eventi.
Di Fieracavalli, del panorama equestre italiano, degli infiniti mondi in evoluzione ci parla Luciano Rizzi, Area Manager Agriexpo & Technologies.
Come si svolge Fieracavalli?
La Fiera disposta secondo un percorso che segue la vita
di cavalli e cavalieri. All'ingresso la zona dedicata ai giovanissimi, dove si svolgono i Pony Games e attivit ludiche, a seguire la parte allevatoriale, i puledri con il salto libero (quando i cavalli giovani iniziano a saltare ma ancora senza una guida) fino al salto ad ostacoli alla sua massima espressione con Jumping Verona.
La sera si prosegue con le Notti di Fieracavalli, spettacoli e
feste organizzate dai vari partecipanti, dalla festa dei Butteri agli spettacoli di Line Dance, il tipico ballo count- TURISMO
ry dei cowboy.
Non solo salto

a ostacoli.

Sotto il cappello dell'equitazione


L'equitazione
ci sono tantissimi mondi...
Fieracavalli un insieme di mondi di- porta a scoprire
versi e anche i numeri sono estrema- il territorio
mente frazionati. C' la FISE (Federazione Italiana Sport Equestri) che
un'emanazione del CONI che ha circa 70 mila tesserati che praticano in maniera amatoriale o professionistica
quelli annoverati tra gli sport olimpici. E c' Fitetrec-ante
(Federazione Italiana Turismo Equestre e Trec-Ante) che
si occupa del turismo, del trekking a cavallo e comprende gli sport che non sono olimpici, come la Monta da Lavoro (c' un campionato di Monta Tradizionale Maremmana) e che conta circa 30 mila tesserati. Dopodich tut-

JUMPING
VERONA
Uno dei maggiori eventi
competitivi internazionali
la Longines FEI World Cup,
di cui quella di Verona
l'unica tappa italiana.

te le associazioni allevatoriali, che sono quasi una per razza, che hanno creato dei piccoli mondi a s.
Un evento come Fieracavalli permette al grande pubblico di scoprire proprio queste mille sfaccettature, perch
l'equitazione va ben oltre il salto a ostacoli.
Com' il panorama italiano?
un panorama ricco, da una nostra ricerca si parla di quasi un milione di persone che entrano in contatto con il cavallo, anche solo per una passeggiata. L'equitazione rappresenta una grande offerta anche per coloro che amano
il tursimo slow, lento, che consente di accedere a luoghi
meravigliosi e paesaggi inaccessibili diversamente e in cui
vengono coinvolte tutte le strutture della filiera, dagli agriturismi agli enti territoriali.
Rimane comunque un mondo elitario.
Fieracavalli vuole essere fedele alle sue origini di mercato di allevatori che 118 anni fa si teneva in piazza Bra ma
anche testimoniarne l'evoluzione. E se pur vero che
l'impegno economico di chi
gareggia alto, affrontabile dalla maggior parte delle
persone quello che il turismo equestre, la passeggiata a cavallo. Per cui ci sono
infinite sfaccettature e possibilit per chi ama la natura e gli animali. Negli ultimi anni c' stata una grande crescita di interesse per
la Monta Americana, sport
di squadra pi aggregante e
divertente: i cavalieri vestiti da cowboy fanno gruppo.

turismo. L'equitazione uno sport da incentivare perch


educativo, prima ci si prende cura del cavallo, solo dopo
si monta in sella.
Altri progetti?
Facciamo parte di una commissione composta da ASL,
Universit di Padova (facolt di Veterinaria) e Progetto
Islander, associazione no profit di cui fondatrice e presidentessa Nicole Berlusconi (figlia di Paolo) in cui ci occupiamo di promuovere una serie di iniziative volte alla difesa del cavallo e alla cura e riabilitazione dei cavalli maltrattati. _(Marzia Ciccola)
Simon Delestre vince
Premio Fixdesign,
Longines FEI World Cup
a Fieracavalli
2015, sopra.
A sinistra un momento
di uno show di Monta
Americana e il Western
show dedicato
ai piccoli cavalieri.

Che sviluppo ha il turismo


equestre?
un'idea che ci piace molto
perch permette di collegare il cavallo al territorio, facendolo diventare il vettore tra turismo, anche estero,
e prodotto del territorio. Ci
sono vari progetti in campo, come il Progetto Maremma nato dalla collaborazione tra comuni del maremmano che hanno definito una serie di percorsi e
servizi di accoglienza. Oppure "Horsewine", in collaborazione con il Touring Club e
Coldiretti alla scoperta delle aziende vitivinicole del territorio. ancora a livello di progetto ma si sta finalizzando.

Qui a fianco immagini


di passeggiate
a cavallo: il turismo
equestre consente
di scoprire luoghi
che non sarebbero
altrimenti accessibili
e mette in relazione
turismo e territorio.

Con cos tante iniziative e centri, come si sicuri della loro validit?
Il controllo l'affiliazione a una delle due Federazioni, sia
per quanto riguarda la parte pi agonistica che quella del

FOCUS ON

In sella la sicurezza viene prima di tutto


Quando si parla di discipline a cavallo, la sicurezza
assume un ruolo fondamentale. Una delle aziende italiane che la mette al primo posto, Kep Italia. Nata nel
2007, presente in 60 Paesi del mondo, progetta e produce
caschi per lequitazione, per proteggere il cavaliere con il
massimo della tecnologia e dello stile. Ne abbiamo parlato con la fondatrice, Lelia Polini.
La sicurezza del cavaliere il vostro credo...
Produciamo caschi per la sicurezza di chi va a cavallo, con lo scopo preciso di proteggere la testa del cavaliere. Seguiamo anche alcune gare ed eventi per diffondere limportanza dell'utilizzo
di adeguate protezioni. Il casco
deve essere sempre indossato MADE IN ITALY
quando si monta a cavallo e il I caschi da
cliente deve poter essere certo
della sua efficacia. Molti genito- equitazione
ri, quando si tratta dei propri fi- sono al 100%
gli, si focalizzano maggiormente fatti in Italia
sullacquisto dell'abbigliamento e dell'animale, trascurando la
scelta del cap adatto, che invece questione prioritaria.
In fase di scelta ci si affida alla presenza del marchio CE,
ma esistono diverse omologazioni che ne determinano
la sicurezza effettiva. La nostra azienda nata per assicurare questo importante aspetto. Poi il casco deve essere anche gradevole esteticamente, oltre che confortevole, ma principalmente deve essere il pi sicuro possibile per quanto si possa fare, visto che nessun casco garantisce la protezione al 100%.
Come si valuta la sicurezza di un casco da equitazione?
Come per i caschi da bicicletta o da sci, non esiste come
per le moto lobbligo di classificazione in funzione dei
vari test conseguiti. Generalmente infatti, il fabbricante cerca di avere unomologazione necessaria a vendere un casco, ma presta meno attenzione alla sicurezza.
Il sistema adottato in Kep Italia, invece, parte dalla vo-

lont di conseguire pi omologazioni possibili, perch


lunica maniera di garantire al cliente finale la maggiore
sicurezza possibile. In questo modo, inoltre, chi acquista
un nostro cap ha la certezza che avendo varie omologazioni lazienda sia maggiormente controllata da addetti e ispettori: vengono infatti testati ogni volta i campioni per verificare che i prodotti siano di livello adeguato.
Una conferma ulteriore quindi per le aziende che vengono visitate pi volte.

A sinistra Giulia
Martinengo
Marquez in
azione.
In alto, il cap Cromo T.
Pitone. A destra, versione
camouflage. In basso,
l'eLIGHT con calotta in
carbonio. Pesa solo 396 grammi e
ha le 5 certificazioni di sicurezza
internazionali del casco Cromo.

Come controllate la filiera per essere certi


di avere il massimo della sicurezza?
La nostra produzione avviene con operatori
qualificati in tutte le fasi, dalla progettazione
alla realizzazione. Ci avvaliamo di tecnici interni ed esterni, attraverso importanti studi
in termini di ricerca e innovazione. Il casco finale oltre ad essere bello deve avere solide caratteristiche di sicurezza unita a grande leggerezza e comfort, che invogli a tenerlo sempre, sia
quando si va a cavallo che quando si in prossimit di esso. La priorit passare tutte le cinque omologazioni di sicurezza. Da l partiamo con la progettazione del lato estetico e quello del comfort.
Quali sono i materiali che prediligete?
Uno tra tutti, la fibra di carbonio, che in grado di proteggere e allo stesso tempo di essere molto leggera. Stratificandola, si ottengono caschi leggeri e al contempo molto sicuri. Il futuro sta nel riuscire a impiegare materiali il
pi confortevoli possibile, cercando anche di abbattere
i costi in modo che un casco sicuro sia accessibile a tutti.
Avete diverse linee di prodotto...
Di cui cambiano le catteristiche estetiche: per il polo,
per tradizione la visiera pi larga. Il casco da equitazione classica e per il salto ad ostacoli ha colori pi severi
e tipici. Per l'endurance pi colore e disegni particolari.
E puntiamo molto sulla personalizzazione._(M.C.B)

8
SPORT & STYLE

DOMENICA
16 OTTOBRE 2016

MODA

GI LE MANI DALLO ZAINO

BACKPACK IS BACK. LO DICONO LE PASSERELLE E LA TENDENZA DILAGA. ECCO I MODELLI PI UP-TO-DATE


unga vita allo zaino. Da fedele compagno di
scuola fin dalla pi tenera et a protagonista indiscusso del look del giovane metrosexual. Domina le passerelle dell'autunno/
inverno quello che fino a poco tempo fa era
solo un accessorio funzionale a passeggiate in campagna, oppure in citt come elemento distintivo di chi si occupava di informatica. Oggi, autunno 2016, indossato da
chiunque, dai pi ai meno giovani, dai professionisti come dai fashion addicted. Multitasche, con
scomparti imbottiti dedicati alla protezione di preziosi
tablet e Macbook Air, lo zaino si veste di tessuti tecnologici come di materiali super pregiati, per trasformarsi
in un attimo in accessorio sofisticato. _(Monica Codego-

ni Bessi, Styling Valeria Oneto)

CANALI.

MOSCHINO.

ERMENEGILDO ZEGNA.

PHILIPP PLEIN.

PORTS 1961.

VERSACE.

FOCUS ON
1

2 / COACH

styling Valeria Oneto

4 / EMPORIO ARMANI

Monospalla in pelle
martellata, 425 euro.
coach.com

6 / FENDI

Maxi in vitello stampa cocco,


1150 euro.
armani.com

In nylon con applicazioni


a contrasto, 2150 euro.
fendi.com
6

4
2

3
3 / CALVIN KLEIN
COLLECTION

1 / DIRK BIKKEMBERGS

In nylon con finiture in pelle e


bande elastiche, 149 euro.
bikkembergs.com

Metallizzato in materiale
croccante.
it.calvinklein.com

5 / DOLCE & GABBANA

In nylon con dettagli e patch in


pelle degli stilisti, 995 euro.
dolcegabbana.com

Primo store in Italia

Matteo Cibic per O bag

ZAINI E
NON SOLO

Lo zaino delle meraviglie

Il brand di accessori
canadese Herschel Supply
Co. apre a Milano il suo primo
flagship store italiano. Il negozio
di C.so di Porta Ticinese 105
essenziale e minimale: uno
spazio di 130 mq., curato nelle forme, nei materiali e nelle tonalit dei colori, che privilegia la
visibilit del prodotto e ne riprende lestetica ricercata. Legno, cemento e ferro sono gli elementi
caratterizzanti, abbinati tra loro allo stato grezzo per creare una palette acromatica, che
rispecchia lo stile essenziale e senza tempo del marchio. herschelsupply.com

Si affida al designer Matteo Cibic, O bag per


il suo primo zaino unisex, che mantiene la signature del brand letteralmente esploso grazie alla
borse da donna in materiale plastico molto leggero, componibili e personalizzabili.
Seguendo la stessa filosofia, Cibic crea One, un
backpack dalla forma ergonomica e futuristica
composto da quattro pezzi componibili e intercambiabili: la scocca in gomma Eva, semirigida,
lo schienale ergonomico e base piatta comoda
per appoggiare lo zaino a terra a cui si agganciano gli spallacci, il rivestimento esterno in tessuto
tecnico e gli accessori interni. Ogni singolo pezzo
disponibile in diverse varianti in modo da poter
creare combinazioni di colori sempre nuove ma
uniche. Per una componibilit che apre la strada a infinite varianti.

Il viaggio continua

PIQUADRO: RACCONTI
DI VITA REALE

La seconda edizione del progetto


Passengers di Piquadro vede nuovamente
protagonisti cinque personaggi molti diversi
tra loro per professioni, passioni e stili di
vita ma accomunate dal gusto per il design e
dallamore per il viaggio, che interpretano alla
perfezione lo stile del brand. Sotto Pierluigi
Coscarella, sailor e strategist, interpreta la
collezione Sporty-Chic. piquadro.com

Marinai di citt

QUANDO LAVORARE
TELONI DIVENTA ARTE

Per chi sa come portarla, la R123 Woolf


un po zaino, un po sacco da marinaio ma al
tempo stesso una borsa moderna, nonostante
arrivi direttamente dal passato, dato che
nasce da un telone di camion riciclato e
lavorato ad hoc assieme alla pelle. Unisex, con
la sua forma originale perfetto per dare un
tocco di stile a chi lo porta in citt e non solo.
270 euro. freitag.ch

mutare facilmente da elegante zaino da lavoro a


zaino per la scuola o da picnic.
Ha anche fondato un marchio menswear ed
eyewear, 10A. Cosa lega moda e design?
Ci che li lega la capacit di generare meraviglia. Il mondo della moda molto veloce, ogni sei
mesi ricrea immaginari e mondi ipotetici, da cui
nascono collezioni che diventano presto obsolete gi dopo qualche mese dalluscita.
Il mondo del design mira invece a produrre oggetti che durano un po di pi nel tempo._

Com avvenuto lincontro con O Bag?


Lanno scorso ho conosciuto Michele Zanella, direttore generale di O
Bag, in occasione di Pitti Immagine Uomo, grazie ad un workshop
che ho condotto presso lo IED.

Sacca in canvas, 820 euro.


givenchy.com

Tessuto cimosato

IL JAPANESE DENIM
DI EASTPAK

Eastpak presenta Kuroki, lultima di


una serie di collaborazioni uniche dal titolo
Inspired by the World of che si lasciano
ispirare da alcuni dei tessuti pi celebri
utilizzati nellindustria
manifatturiera nel
mondo. Questa
volta vola in
Giappone e
sceglie per i suoi
zaini il denim
contemporaneo
di Kuroki Co.
di Okayama.,
sinonimo di denim
giapponese dal
1950. eastpak.com

Limited Edition

MANDARINA DUCK &


10 CORSOCOMO

Quale filosofia progettuale


condivide con il marchio?
La capacit di creare oggetti iconici senza tempo, con materiali e tecnologie inusuali, modulari, colorati e facilmente riconfigurabili.
Da quali concetti partito per
definire lo zaino One?
Cercavo da tempo uno zaino resistente e imbottito, in cui potessi tranquillamente portare il laptop
I suoi progetti si distinguono anche per ironia
e giocosit. In quali aspetti dello zaino One si ritrovano?
La possibilit di cambiare le scocche, gli accessori e i colori lo rendono un prodotto in costante mutazione nelle stagioni, e negli utilizzi: pu

7 / GIVENCHY BY
RICCARDO TISCI

MATTEO CIBIC CON LO ZAINO ONE .

Nata nel 1977 la Utility Bag di Mandarina


Duck diventa famosa per il suo stile colorato
e pratico. Grazie allutilizzo di materiali
innovativi rappresenta
una vera e propria
rivoluzione nel
mercato, allora
come oggi. Qui
una nuovissima
riedizione
delliconico
zainetto,
ideato dallo
stilista Denis
Frison, che ha
disegnato una capsule collection assieme a 10
CorsoComo. mandarinaduck.com

DOMENICA
16 OTTOBRE 2016

TECNICO
H&M Sport

COMFORT
SVEDESE
PER TUTTI

La linea sport
del brand svedese,
colosso del fast
fashion, realizzata in
nuovi tessuti tecnici
ad alta performance
che garantiscono
grande comfort nella
fase di allenamento
sia indoor che outdoor.
Realizzata anche grazie
ai preziosi suggerimenti
della squadra olimpica
nazionale svedese, la
collezione completa di
H&M Sport disponibile
in alcuni punti vendita in
tutto il mondo e on-line
su hm.com/it . (V.O.)

9
SPORT & STYLE

MODA

PER IL FITNESS

Dalla passerella alla palestra


Sar perch fa bene al corpo e allo spirito, perch aiuta a scaricare le tensioni della giornata lavorativa, perch fa stare bene
con se stessi: lattivit fisica diventata parte
fondamentale della vita di molti e fa sempre
pi proseliti. E la moda, ovviamente, si adegua, spaziando tra sportswear e activewear.
il boom. Sono moltissimi i fashion brand di
successo - dai pi blasonati ai low cost - che
offrono capi e calzature adatte a ogni disciplina, da quelle praticate in palestra a quelle
outdoor, fino a quelle pi estreme.
E se da una parte ci sono quelli strettamente tecnici per attivit specifiche, molti sono
adatti alla performance sportiva e al contempo riservano un occhio di riguardo allo stile
e alle ultime tendenze fashion. Tra quelli dal
posizionamento pi elevato - per intenderci, dalla passerella alla palestra - lultimo in ordine di tempo Philipp Plein,
che ha appena lanciato Plein Sport. Non
una seconda linea, ma un marchio con
unanima propria, adatto allazione grazie allutilizzo di tecnologie davanguardia e dal prezzo competitivo, dove il lusso incontra la funzionalit. Racconta il
designer: Questa prima collezione dedicata alluomo, a cui seguir quella per
la donna, si focalizza sulla palestra. I colori principali sono il nero, grigio, bianco e alcune stampe sui toni del rosso, blu

e giallo. I materiali sono quelli classici, cotone e felpa. A partire dalla prossima collezione ne verranno introdotti di pi tecnici simili al Dry Fit di Nike. Ogni collezione avr un
tema principale, ispirato ad uno specifico
sport. Gli obiettivi sono altissimi A dicembre inizieranno una serie di aperture di negozi monomarca a partire da Milano, Parigi e
Amsterdam. Lobiettivo aprirne 20 nei prossimi due anni. Al momento abbiamo raggiunto lobiettivo di 500 punti vendita in sole 4 settimane. E anche se con la linea Philipp Plein
ho abbandonato le sfilate di Milano alla volta
di New York - lAmerica un mercato su cui
puntiamo molto - non un addio: con Plein
Sport sfileremo a gennaio.
E se il designer tedesco tra le novit, tra gli
stilisti che gi da molto sono attenti al mondo

Per lo sport e il tempo libero

dello sport c sicuramente Giorgio Armani


con la sua EA7 dal 2004, che gi nel logo racchiude la sua essenza. Sette linee che rappresentano i sette mondi di riferimento: Basket,
Mountain, Watersports, Outdoor, Training,
Tennis, Golf. E, oltre ad essere stato official
oufitter dellItalia alle Olimpiadi e Paralimpiadi di questanno, dalla stagione 2011/2012
sponsor e official outfitter della squadra milanese di pallacanestro Olimpia Milano, accompagnandola nelle molte vittorie sul parquet.
Un altro stilista da sempre affascinato dalluniverso sportivo Yohji Yamamoto: con adidas ha creato Y-3, brand che sin dal lancio nel
2003 ha dato nuova linfa al settore sport-style.
Anche per questa stagione punta su unestetica essenziale, moderna e ribelle accostata
a un aggressivo tocco industrial, grazie alla
inconfondibile firma sartoriale dello stilista
giapponese.
Ma lo sport non ha conquistato solo le
griffe pi high level: ad adeguarsi alla nuova fetta di mercato da conquistare sono
stati anche i marchi fast fashion, pronti
a offrire al grande pubblico le loro linee
dedicate, belle e colorate. Da OVS a Mango, da H&M a Oysho e Zara.

OVS ACTIVE SPORT TRAINING

la nuova collezione di OVS realizzata con tessuti


tecnici e traspiranti, adatta a ogni tipo di sport. La
campagna dell'AI 2016/17 (foto sotto), stata scattata
dal fotografo Giampaolo Sgura a Londra. ovs.it (V.O.)

E quindi, se lattivit fisica diventata un


obbligo, labbigliamento adeguato a disposizione proprio di tutti. _ (Monica Co-

degoni Bessi, Styling Valeria Oneto)

Sportswear

Sport addicted

La collezione Mango
Sport offre capi ad alte
prestazioni, adatti agli
appassionati di attivit
indoor in generale, ma
anche ai pi temerari che
amano allenarsi correndo
all'aperto.
mango.com (V.O.)

Yoga, boxe, crossfit,


running. Si compone di
tante diverse collezioni,
realizzate ad hoc per
ogni differente sport, la
Gymwear di Oysho, che
organizza lezioni gratuite
di yoga in tutto il mondo.
oysho.com (V.O.)

URBAN
ATHLETICS

H&M SPORT

T-shirt in tessuto tecnico


traspirante.

IL GYMWEAR
DI OYSHO

H&M SPORT

Leggings da running
con dettagli riflettenti.

FASHION & SPORT

A sinistra un outfit total white di Y3 . Qui sopra un completo


ginnico Plein Sport. A destra ispirazione Trx e Fat Bike per EA7.

WATCHES TO WATCH

Fashion smartwatch
Da quando uscito il primo Apple Watch, gli orologi connessi (in senso lato: che siano smartwatch veri
e propri, analogici intelligenti o activity tracker qui poco
importa) sono al centro dellattenzione generale. Annunciati come dispositivi rivoluzionari, in grado di cambiare
la vita e le abitudini quotidiane, in realt hanno suscitato
reazioni contrastanti: c chi li ama e chi li odia, chi li considera oggetti di culto e chi li vede come un flop non allaltezza delle aspettative. In ogni caso, sono sicuramente ac-

cessori di tendenza. Non un caso, quindi, che abbiano


catturato linteresse soprattutto dei marchi fashion per
definizione sensibili alle mode e con unattitudine alla stagionalit delle collezioni.
A cominciare dai brand di Fossil Group: il colosso texano delle lancette, che ha in portafoglio numerosi marchi
lifestyle (di propriet) e licenze (siglate con celebri stilisti), lanno scorso ha acquisito anche Misfit, unazienda
specializzata in tecnologia. E i risultati si sono visti subito:

GUESS CONNECT

FOSSIL Q WANDER

Cassa in acciaio (45 mm).


Sistema operativo Android
Wear, compatibile con
dispositivi iOS e Android.
Display touchscreen, bracciale
in acciaio, intercambiabile. 299
euro - www.fossil.com

dopo aver lanciato sul mercato i dispositivi di Fossil, che


ormai ha una vasta linea a tema, ora propone anche quelli di Michael Kors e Skagen e ha gi in programma quelli di Emporio Armani e di Diesel.
Mentre atteso anche lo smartwatch di Gucci, presentato
lo scorso anno a Basilea in collaborazione con Will.i.am,
in uscita nei prossimi giorni il device di Nixon, dedicato
agli appassionati di sport estremi (con apposite app per la
neve o il surf). Sono gi in vendita invece librido di Guess,

NIXON THE MISSION

Cassa in acciaio (41 mm).


Movimento al quarzo,
connettivit con dispositivi
iOS e Android. Quadrante con
display, lunetta in acciaio IP oro
rosa con cristalli, cinturino in
silicone. 379 euro - www.guess.
com

Cassa in policarbonato (48


mm), impermeabile fino a
10 atm. Sistema operativo
Android Wear, compatibile
con dispositivi Android e iOS
(limitata). Display touchscreen,
lunetta in acciaio, cinturino in
silicone. Personalizzabile.
Da 429 euro - nixon.com

MICHAEL KORS ACCESS


DYLAN

Cassa in acciaio IP nero (46


mm). Sistema operativo
Android Wear, compatibile
con dispositivi iOS e Android.
Display touchscreen, cinturino
in silicone, intercambiabile.
349 euro - michaelkors.com

Device
rivoluzionari
che hanno cambiato
le nostre
abitudini
di vita
realizzato con Martian (altra azienda specializzata, con base in California), e di Salvatore Ferragamo, sviluppato con MMT (Manufacture Modules Technologies, societ ginevrina che
mette a disposizione dellorologeria svizzera la piattaforma Horlogical Smartwatch). Da citare infine - anche se
un caso a parte - de Grisogono, che ha vestito il Samsung
Gear S2 con un look molto prezioso. E ha creato un autentico gioiello di tecnologia. (Daniela Fagnola)

SKAGEN HAGEN CONNECTED

Cassa in titanio (42 mm).


Movimento al quarzo,
connettivit con dispositivi
IOS e Android. Quadrante mat,
cinturino in pelle. 219 euro skagen.com

SALVATORE FERRAGAMO
TIMEPIECES F-80 MOTION

Cassa in acciaio IP blu (44


mm), impermeabile fino a 10
atm. Movimento al quarzo
Swiss made, connettivit
con dispositivi iOS e Android.
Quadrante multilivello, vetro
zaffiro, cinturino in pelle
stampa alligatore e caucci.
1.160 euro
ferragamo.com

SAMSUNG GEAR S2 BY DE
GRISOGONO LIMITED EDITION

Cassa in oro rosa e acciaio DLC


nero (41 mm), incastonata di
diamanti (1.2 ct) e diamanti
neri (1.8 ct). Sistema operativo
Samsung, compatibile con
dispositivi Android e iOS
(limitata). Display touchscreen,
cinturino in galuchat. Edizione
limitata di 300 esemplari. 15.000
euro - degrisogono.com

10
SPORT & STYLE

DOMENICA
16 OTTOBRE 2016

BEAUTY

PER ESSERE IL PI
BELLO DEL REAME

PUNTURINE, RITOCCHINI, TRATTAMENTI ANTIAGE PI O MENO BLANDI.


L'UOMO SCOPRE IL MAGICO MONDO DELLA BELLEZZA. E GLI PIACE
pecchio delle mie brame... Da tempo davanti
non c' pi solo Grimilde: ha dovuto far spazio
al suo compagno che ha capito che un aspetto pi fresco e atletico giova al successo non
solo sentimentale ma anche lavorativo. Purch, ovviamente, senza eccessi. Il trend in
crescita, anche per quel che riguarda il ricorso una chirurgia plastica che non sente crisi,
come dimostrano i dati dell'Aicpe (Associazione Italiana Chirurgia Plastica Estetica) relativi al 2015. I pazienti maschi sono ancora una minoranza, ma stanno aumentando: sono raddoppiati negli ultimi
dieci anni afferma il segretario Aicpe Pierfrancesco Cirillo. Anche l'indagine dell'International Society of Aesthetic
Plastic Surgery, la pi completa a livello mondiale, conferma il dato: il trattamento in assoluto pi eseguito, anche tra
gli uomini, la tossina botulinica, seguito dall'acido ialuronico, e, nel mondo, quasi un milione e mezzo di trattamenti estetici e operazioni hanno riguardato gli uomini, pari al
15,3% del totale: nel 2014 erano il 13,7%.

in forte aumento la richiesta dei trattamenti anti-aging per


il viso. Consigliamo solitamente dei percorsi con lutilizzo
di tecnologie specifiche, come apparecchi a radiofrequenza che favoriscono la veicolazione in profondit dei prodotti utilizzati, massimizzandone i risultati. I nostri trattamenti sono sempre personalizzati sulle esigenze del cliente. Consigliamo anche di far precedere un iter di trattamento da una profonda pulizia della pelle e idratazione intensa,
a maggior ragione agli uomini, i cui inestetismi sono associati spesso a secchezza e impurit.

PASSIONE
PLASTICA
La medicina estetica non
sente crisi e il numero
degli uomini raddoppiato
negli ultimi 10 anni: sono
quasi un milione e mezzo i
trattamenti che
l'hanno riguardato.

Conferma la Dottoressa Corinna Rigoni, specialista in Dermatologia e Presidente di DDI (Donne Dermatologhe Italia):
Magari gli uomini sono meno aggiornati rispetto alle donne e meno sperimentatori, ma si
stanno avvicinando molto al mondo della cosmesi. Le rughe, insom- BOTOX
ma, non sono pi di moda come il trattamento
un tempo!. Continua Rigoni: La
pelle dell'uomo da un lato pi pi richiesto da
spessa di quella femminile, quin- uomini e donne
di pi resistente agli allergeni, presenta un film idrolipidico maggiore, perci meno irritabile, anche se talvolta la frequente rasatura produce problematiche anche piuttosto importanti.
Il mercato della cosmesi si accorto dell'interesse maschile
e ha sviluppato prodotti studiati ad hoc, creme meno ricche

Senza andare nello studio di un chirurgo plastico o di un


medico estetico, basta accedere a uno dei tanti Istituti Estetici presenti in Italia Negli ultimi anni, sempre di pi uomini richiedono trattamenti professionali, con una crescita anche del 30% di presenze nei nostri centri estetici spiega Paola Pelucchi, responsabile formazione Dibi Milano.

BECOS

CLINIQUE FOR MEN

Della nuova linea


Aqua Factor, siero
idratante dalla texture
fluida per unidratazione
a lunga durata.
50 ml - 54 euro.
becos.it

2 in 1 Skin Hydrator
& Beard Conditioner
idrata la pelle del viso
senza renderla lucida e
ammorbidisce la barba.
50 ml - 29 euro.
clinique.com

3
COMFORT ZONE

Siero dalla texture


ultraleggera che disseta
immediatamente la
pelle regalando una
piacevole sensazione di
freschezza.
30 ml - 50 euro.
comfortzone.it

4
KIEHL'S

Age Defender Power


Serum, trattamento
antiage rinforzante e
rassodante, ultraleggero
dal rapido assorbimento.
75 ml - 60 euro.
kiehls.it

e con una composizione meno oleosa rispetto a quelle femminili,


considerando anche che l'uomo da sempre predilige prodotti pi
freschi e leggeri, magari in gel.
Per ci che riguarda interventi pi specifici adatti all'uomo Rigoni conferma: peeling o dermoabrasioni come procedure di ringiovanimento, soprattutto se ci sono cicatrici causate da acne, ma
anche acido ialuronico e laser surfacing. Il botox in ogni caso resta
tra gli interventi pi richiesti. Per ci che riguarda l'aspetto chirurgico: l'uomo ricorre per lo pi alla sistemazione del doppio mento e alla blefaroplastica. Come medico consiglio sempre di valutare l'armonia generale di una persona. Ho notato che alcuni uomini sono pi pericolosi delle donne quando si fissano su qualche
imperfezione. E un uomo troppo vanitoso ancora destabilizzante. _(di Marzia Ciccola)

BIOTHERM HOMME

COLLISTAR

Aquapower Gel uno dei


pi famosi trattamenti
al maschile, con oltre 4
confezioni vendute ogni
minuto nel mondo.
75 ml - 41 euro.
biotherm.it

Idratazione totale
non-stop 24h, gel
viso e contorno occhi
un concentrato di
idratazione e freschezza.
75 ml - 28 euro.
collistar.it

7
VICHY HOMME

Hydra Mag C un
idratante anti fatica per
viso e contorno occhi che
tonifica e riduce borse e
occhiaie.
50 ml - 22,70 euro.
vichy.it

8
AVEDA

Dalla linea Botanical


Kinetics, Intense
Hydrating Soft Creme,
di derivazione naturale
al 98% , ideale
per tutti i tipi di pelle.
50 ml - 49,50 euro.
aveda.it

9
AESOP

Parsley Seed AntiOxydant Facial Hydrating


Cream contiene una
potente miscela di
estratti botanici che
fortificano la pelle.
60 ml - 65 euro
aesop.com

2
1

PROFUMI DI COPPIA
1 / GUCCI GUILTY

3 / JEAN PAUL GAULTIER

For Him e For Her celebrano la visione del marchio,


per spiriti liberi e affascinati dall'indefinito.
50 ml - 74 euro For Her, 64 euro For Him
gucci.com

5 / PRADA

I due flaconi-bustino delle Essence


de Parfum Classique e Le Male si
vestono eleganti e si riempiono
di sfaccettature.
50 ml - 82 e 71 euro.
jeanpaulgaultier.com

La Femme e L'Homme rappresentano la


quintessenza dei profumi Prada, di cui delineano
un mondo ricercato ed elegante. 50 ml - 88 euro
La Femme Prada, 65 euro L'Homme Prada.
prada.com

1
2 / LOEWE

001 interpreta l'idea di purezza


e futuro incerto delle prime ore
del giorno. 50 ml - 70 euro.
loewe.com

5
3

4 / TRUSSARDI

In bianco e nero, sono ormai dei


classici della profumeria. Edp Donna
50 ml - 70 euro, EdT Uomo 50 ml - 63
euro. trussardiparfums.com

DOMENICA
16 OTTOBRE 2016

11
SPORT & STYLE

INTERVISTA
Fabio Candido

UNA REALT
TUTTA ITALIANA
NATA CON LA CAMICIA
di Monica Codegoni Bessi

na storia che inizia nel lontano 1931 quella di Fenicia Spa, quando Giovanni Candido avvi un laboratorio specializzato nella confezione di camicie
su misura da uomo a marchio CC, acronimo di Confezioni Candido.
Lespansione rapida,
fino alla svolta allinizio degli anni 60 grazie al figlio Gaspare, che la accompagna nel
boom degli anni 80. Per arrivare poi ai giorni nostri, sotto la guida alternata dei nipoti
del fondatore, Fabio Candido - Presidente,
e Sergio Candido - Amministratore Delegato. Il brand Camicissima vive un momento,
a dispetto del contesto economico generale, di espansione e internazionalizzazione.
Ci parla della vostra storia e come vi siete evoluti nel tempo?
Faccio parte della terza generazione. Lazienda stata fondata da nostro nonno nel
1931, che operava nella produzione delle camicie: questa la nostra mission aziendale,
la stessa da ormai 85 anni. Negli anni 80 abbiamo collaborato con diversi stilisti, molti
dei quali francesi. Primo tra tutti, Christian
Dior, con cui abbiamo lavorato per circa 18
anni nelle boutique di tutto il mondo, ma anche Lanvin e, tra gli italiani, Krizia. Allinizio
del 2000 abbiamo constatato che il mercato
stava cambiando. E come accadde negli anni
80 con lavvento degli stilisti, anche in quegli anni il retail risult avere dei problemi. I
negozi multibrand erano cresciuti enormemente di numero e purtroppo accusavano il
momento negativo. Abbiamo quindi pensato
di cambiare nuovamente le strategie azien-

DA PALERMO A MILANO
Dal 2008 la sede
principale
Milano, centro delle
relazioni con l'estero

VALORI
La passione
fondamentale,
condivisa sia
dall'azienda
che dai partner

dali e deciso di aprire il primo punto vendita.


stato quasi per gioco, perch allora ci occupavamo di vendita allingrosso - ora non
pi - e nel momento in cui debutti nel retail,
il rischio di subire qualche contraccolpo
molto alto. Fortunatamente non soffrimmo
pi di tanto. Abbiamo aperto il primo negozio a Milano a maggio 2004, che ha appena
compiuto 12 anni. Al 30 giugno di questanno abbiamo inaugurato 211 punti vendita
worldwide, tutti monomarca divisi equamente tra Italia ed estero.

CAMICIE
PER OGNI
ESIGENZA
Tre fit e le pi diverse
tipologie per ogni gusto
e occasione d'uso.

Quali sono i Paesi dove siete presenti?


Per noi linternazionalizzazione fondamentale, la base per il futuro. Abbiamo firmato un importante accordo nel 2014 con un
partner in Cina, dove contiamo circa 78 negozi ad immagine di quelli italiani. La scelta
del partner stata fondamentale: qui la fascia medio-alta di mercato dove ci posizioniamo non ha risentito delle problematiche
economiche, anzi molti cinesi desiderano

FRATELLI Fabio e Sergio Candido si alternano - Presidente e AD - alla guida dell'azienda.

MOMENTO POSITIVO

Il cliente estero apprezza


Camicissima in qualit
di prodotto italiano.
E lo ricerca a garanzia
di qualit e stile.
Oltre alla camicie,
il brand offre pantaloni,
giubbotti e pull.

DENIM

Casual ma con stile,


immancabile.

RED ATTITUDE

Chi ama farsi notare


pu osare con il colore.

CLASSICA

Colori classici
e microfantasie.

dedicarsi allo shopping. Abbiamo firmato lo


scorso anno un accordo con lIran quando
sono cadute determinate barriere e si sono
risolte diverse problematiche. Questo
non significa che la situazione attuale sia immune dai problemi,
ma questo Paese ha una storica
passione per lo stile italiano. Qui
abbiamo aperto gi tre negozi e il
quarto in cantiere. Inoltre abbiamo firmato accordi per aprire negozi in Israele. Siamo gi in Medio Oriente - Emirati Arabi e Libano - ormai da diversi anni, e il
prossimo obiettivo abbracciare
tutti i Paesi del Golfo. Siamo presenti in Africa a Gibuti, in Messico,
a Panama, a Curaao nei Caraibi,
in Kazakistan. Ma anche Grecia, Giappone e
Svizzera. A livello distributivo siamo ancora
allinizio: abbiamo 211 punti vendita ormai
ma lo spazio di manovra ancora enorme.
La vostra una realt monoprodotto, possiamo definirla cos? O vi state evolvendo
verso il total look?
Non del tutto. Il core business dellazienda
senzaltro la camicia. Molte le sue tipologie
previste: dal classico, al fancy, al trendy. Abbiamo la camicia non-iron, che non necessita di essere stirata, fino a quella pi sportiva. Chi entra in un negozio Camicissima
ne esce sicuramente soddisfatto trovando
il prodotto adatto alle proprie esigenze. Innanzitutto perch abbiamo diversi fit: regular, slim, extra-slim. Cerchiamo di accontentare nel miglior modo possibile ogni nostro
cliente, intuendone i gusti e i desideri. Con
un'attenzione particolare all'offerta taglie:
partiamo dalla 37, molto piccola, e arriviamo alla 50 che praticamente ormai introvabile. Cerchiamo di abbracciare trasversalmente gran parte della nostra clientela. Poi
chiaramente a lato del core business aziendale vendiamo pull, giubbotti, pantaloni: il
completamento della camicia. Ma chi entra
in uno dei nostri store cerca principalmente
il nostro prodotto di punta, dove siamo altamente specializzati.

importante, i modelli cambiano in base


alla costituzione fisica del cliente a cui vi
rivolgete?
Questa un aspetto fondamentale. Da
quando siamo arrivati nel mercato
Orientale, abbiamo dovuto tenere conto della conformazione fisica diversa dalla nostra, e abbiamo quindi sviluppato altre quattro nuove vestibilit per la Cina.
Ad esempio, il modello del collo pi piccolo rispetto a quello
destinato al cliente occidentale.
Avete una produzione specifica per ogni mercato?
La definirei pi che altro una collezione "adeguata". Il dna e lo stile rimangono italiani, perch proprio litalianit ad attirare i nostri clienti esteri, che ci
scelgono soprattutto per questo motivo. Ma
le collezioni vengono modificate in base alle
esigenze di ogni Paese._

Vista la vostra internazionalizzazione

PARTNERSHIP

Zenith El Primero, il primo Suv da polso con Range Rover


Solitamente le collaborazioni tra case automobilistiche e maison d'orologeria si concludono con un quadrante che porta impresso un badge famoso e un cinturino
che omaggia i colori di una scuderia. Non volevamo
questo sentenzia orgoglioso Gerry McGovern, capo
del design Land Rover, incontrato al Salone di Parigi.
Volevamo un marchio capace di coniugare il design, il lusso e le performance di una Range Rover
in un cronografo. Ed ecco Zenith El Primero Range Rover, 42 mm di diametro, leggerezza e robustezza da vera off-road, garantite da un'architettura in alluminio e dettagli in alluminio ceramico, abbinati al
pregevole pellame del cinturino e
alla fibbia in titanio, gli stessi materiali utilizzati per la Range SVAutobio- IN COMUNE
graphy. Con Zenith abbiamo in co- Tradizione e
mune una grande tradizione e un'altrettanto grande precisione. Ci siamo precisione senza
chiesti: come creare un oggetto di de- compromessi
sign, robusto e immediatamente rico- i capisaldi di
noscibile come Range Rover? Ecco il entrambi
risultato. Un Suv da polso in vendita a 7.900 euro, che non rimarr unico
nel suo genere. Il prossimo sar dedicato alla nuova Defender, la nostra icona. E sar un vero cronografo 4x4, adatto ad
affrontare ogni situazione. _ (F.C.)

ZENITH EL
PRIMERO RANGE
ROVER

Nel 42 mm
di diametro,
leggerezza e
robustezza grazie
all'architettura
in alluminio
e dettagli
in alluminio
ceramico.
Cinturino in pelle
e fibbia in titanio.
A sin. Aldo Magada CEO di Zenith con Gerry McGovern di Land Rover.