Sei sulla pagina 1di 3
2ausno 20a ANWOYOORN N28 DOWNAMODERNACOM DONNA MODERNA QUANDO IL FIDANZATINO DELLA FIGLIA. METTE LE TENDE IN CASA NOSTRA STEFANIA AUCI i «LAMIA SICILIA INASPETTATA» ROSA GENONI a DI DECIDE RE CONTRO L'ANSIA, LO YOGA DELLE MANI SPIEGATO DA LA PINA ROBERTA diAvelino GLUTEI STRATEGIE Sad ig BEAUTY o>» LAST MINUTE . 150€ errs pa aan i shanna att . ‘ina/to“/in/ an eiohemacs oe Acne bag ‘GnuPro «A oNDADORE cot Crone we LA eneatee= i i} DI PAPA FRANCESGO: Se la Chiesa usasse le suc terre responsabilmente, la tutela del Pianeta farebbe un enorme balzo in avanti. Da questa visione nasce il progetto della giovane analista premiata dall’Onu uo sembrarestrano, ma unica mappa geopafia delle propret della Chiesa atelca sul Planeta vse al 16° secolo 9 affroscata sulle pare! del Palazzo ‘Apostolico in Vaticano, che rafligurano Il mondo ‘sonosiutallora ha scoperto una atenne ameri= ana idealist dctermlnata, che ogg pt Dattezzaela“cartograa del Papa'sa 26 anni Molly Bushans ha intapreso un progetto unico mappa le proprictaeeclesastche -convinta che un ko rorsimente responsi dttta quella cchezea potesse fare a differen in diosa de'amblents © dale popolazion vite del cambiament climatic, [Nel2016 quindlvlataa Roma, destinarione Vati= cano,con Tablet dl revere qualeuno che pocesse are acceso all archi dalla Santa Sede Scoprendo, appunto, he una mappateraaggiormata non esse. DONNAMODERNA.COM Cee Laureata in Filosofia, ambientalista, anche ox balleri- ‘na: come si # imbarcata in un progetto cosi ambizioso? «Sono cresciuta a Butfalo, nello Stato di New York, in una famiglia cattolica: mio padve era ricercatore oncologico ¢ mia madre professoressa d'informatica. A 18 anni, all'uni versita, ho vissuto una sorta di risveglio spirituale, anche grazie alla danza: ho capito che il mio corpo era un dono di Dio e di voler dedicare Ia mia vita all'amore gli altri, natura, per difendere il nostro Pianeta. Nel 2013 ho seguito un Master in Ecodesign ¢ ho imparato a usare un software allavanguardiachiamato “Gis” che realizza complesse map pe multimediali. Sono stata invitata dall’ Esti, Pazienda lea’ der mondiale per quel tipo di tecnologia, a lavorare nel loro reparto di GeoTecnologia in California. Li ho abbozzato la prima mappaa livello globale della Chiesa cattolica romana, inserendo dati su dati, a cominciare dai confini delle varie diocesi nel mondo». Dove ha trovato le informazioni? «Da vecchilibriemappe disegnate a mano su siti web diocesani. Ma non erano dat sulficienti: dovevo andare alla fonte. Per questo nel 2016, di ritorno da una conferenzacattolica a Nairobi, sono volata a Roma per presentate il mio progetto in Vaticano. D'estate la citta era vuota, alloggiavo in un ostello per studenti: budget iornaliero 15 dollari al giorno, pasti compresi. Com’é rluscitaa forsi ricevere in Vaticano? « Avevo qual! che contatto alla lontana, Alcuni mi scoraggiavano, altri mi hanno preso sul serio e aiutato. Ai primi due sacerdoti che ho incontrato in Vaticano nell'ufficio della Segreteria di Stato ho chiesto dove fossero conservate le mappe della Santa Sede. M'indicarono gli affreschi sulle pareti! Non esisteva un dipartimento di Cartografia. Hanno poi capito lo che cercavoe mi hanno offerto grande collaborazione, tra cui lautorizzazione a continuare il lavoro. Dopodiche sono tornata a casa, in Connecticut, ¢ ho messo insieme uun team di 4o esperti mondiali con cui ho classificato i pri mi 2.000 dati raccolti, E nata cosi la mia associazione no profit GoodLands», News Haincontrate Papa Francesco? « Purtroppo non ho parlato on lui faccia a faccia, solo qualche minuto in udienza con ‘moltissime altre persone, Immaginavo di trovarmi davanti alla massima autorita della Chiesa ¢ dire “wow”, invece I nica cosa che ho pensato & stato “hey”. Mi ha fatto sentire perfetamente a mioagion, In che modo lo Chiesa pud rappresentare uno risorsa nella salvaguardia del Pianeta? «\ partire dalle sue enor ‘mi proprieta: Se cominciasse a usare le sue terre in maniera ‘moralmente responsabile a tutela dell'ambiente ne trarreb- be grande vantaggio. Senza contare che con 1,2 miliardi di . Incosale sue mappe possono aiutare la Chiesa? «Le map- pe interattive incrociano moltissime informazioni ¢ ana~ lizzano, per esempio, come le diocesi nel mondo potranno esser coinvolte dal riscaldamentoclimatico, dalle carestieo dallinnalzamento del livello del mare. Condividendo idee ¢ informazioni aiutano la Chiesa.a incanalare le sue risorse per combatter come conseguenza dei disastri ambientali», Hadetto“no" al primo dipartimento di Cartografia fon- dato da una donna nella storia della Curia romana. Ce me mai? «Non ho rifiutato, ho fatto una contiofferta, Non, ero interessata a 6 mesi di prova da sola in un ulficio, per- cch¢ questo lavoro ha bisogno di un team di molte person ¢ tanti soldi. La mia controproposta ¢ stata realizzare una plattaforma digitale che lo staffvaticano potrutilizzare per sempre, aggiornandola via via nel tempor. ‘Una curiosita: quale ufficio le hanno assegnato in Vatica- ‘no? «Per un periodo ho lavorato a Santa Marta residenza di Papa Francesco, ndP), poinel vecchioufficio del dipartimento, di Statistica e anche in trasferta a Castel Gandolfo. Adesso quando torno a Roma lavoroin un coworking a Trastevere € quando ho le riunioni vado in Vaticano, il posto pi pea: ceful, tranquillo, sulla facia della Terra.