Sei sulla pagina 1di 4

IPOTESI DI ACCORDO

In data 27 Aprile 2009


Presso la Regione Lombardia, Agenzia Regionale per lIstruzione, la Formazione e il lavoro,
alla presenza del Dr. Balzerini si sono incontrate le parti:
Comital spa rappresentata dal Direttore Generale Giuseppe Serafica, dal Direttore del Personale
Manuel Putto e dalla sig.ra Federica Bevacqua;
Le OO.SS. nelle persone di Giancarlo Carminati (FIM/CISL), Severino Masserini (FIOM/CGIL)
e Claudio Betelli (UILM/UIL);
La RSU nelle persone dei sigg. Ivan Marcassoli, Renato Pulcini, Sergio Siquilberti;
Premesso che:

Comital spa da tempo interessata da una crisi di mercato, nel quadro di una grave
situazione di crisi che investe lintero settore dei semilavorati in alluminio;
Comital spa ha deciso la cessazione di tutte le proprie attivit produttive in Nembro (BG);
Comital spa ai sensi e per gli effetti dellart. 1, comma 6, Legge 223/91 e dellart. 2 del D.M
18 dicembre 2002, n. 31826, ha avviato in data 20 Febbraio 2009 la procedura di mobilit per
cessata attivit della sede di Nembro (BG);
Le parti si sono incontrate in data 20 Febbraio 2009, 27 Febbraio 2009, 4 Marzo 2009, 12
Marzo 2009, 26 Marzo 2009, 10 Aprile 2009 e 23 Aprile 2009 e la Societ ha ampiamente
illustrato e discusso le motivazioni contenute nella citata lettera riconducibili principalmente:
a) alla continua e progressiva flessione della domanda del mercato nel quadro di una
crisi generale del settore alluminio;
b) alla fortissima concorrenza di altri produttori che producono a costi di lavoro molto
bassi con conseguente riduzione dei margini economici;
c) dalla globalizzazione dei mercati che hanno comportato una drastica riduzione dei
prezzi;
I motivi che determinano la situazione di cessazione dellattivit produttiva di cui sopra,
rendono inevitabile, senza possibilit di soluzioni alternative, il ricorso alla risoluzione dei
rapporti di lavoro nei confronti di tutti i lavoratori;
In data 31 Marzo 2009 stato redatto Verbale di mancato accordo sindacale;
Le OO.SS./RSU, nel prendere atto delle dichiarazioni indicate in premessa e delle
argomentazioni esposte dalla Societ, hanno pi volte invitato la Societ a revocare la
procedura di mobilit e ad individuare soluzioni alternative che potessero, almeno in parte,
limitare la risoluzione dei rapporti di lavoro, esaminando la praticabilit di strumenti che
consentissero una gestione meno traumatica delle eccedenze;
La Regione Lombardia, Agenzia Regionale per lIstruzione, la Formazione e il lavoro ha
convocato le Parti in data 27 Aprile 2009 ed in tale sede le parti, sollecitate dalle Istituzioni,
fermo restando e confermata la dichiarazione di cessazione dellattivit del sito produttivo di
Nembro (BG), hanno individuato come strumento possibile per gestire al meglio gli esuberi,
il ricorso allintervento Straordinario della Cassa Integrazione Guadagni.

Si conviene quanto segue:


1. Le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente accordo;
1

2. CESSATA ATTIVITA
Ogni attivit dello stabilimento di Nembro (BG) cessa dal 4 Maggio 2009 e i lavoratori dovranno
fruire da tale data ferie e PAR residui. Al fine della realizzazione di un Programma di gestione
degli esuberi, lintervento della CIGS sar richiesto ai sensi della Legge n. 291 del 3/12/2004,
per 12 mesi a decorrere dal 01/06/2009 per la totalit (n. 97) dei dipendenti. Le parti si danno
atto che, trattandosi di cessazione dattivit non potranno essere applicati meccanismi di
rotazione, e che, decorso tale termine, tutti i lavoratori ancora in forza saranno posti in mobilit
senza necessit di aprire una nuova procedura;
3. ANTICIPO SPETTANZE DI CIGS
LAzienda si impegna ad anticipare il trattamento di CIGS alle normali scadenze, previa
fruizione di tutti gli istituti maturati alla data di messa in CIGS;
4. ANTICIPO TFR
Dal 1 Giugno 2009 al 31 Dicembre 2009 ai dipendenti collocati in CIGS, Comital spa
corrisponder su loro richiesta a titolo di anticipo sul TFR maturato, limporto mensile di euro
300,00 lordi.
5. ALIENAZIONE/RIQUALIFICAZIONE SITO COMITAL DI NEMBRO
Nella valutazione di possibili alienazioni e cessioni dellattivit imprenditoriale del sito di
Nembro, Comital spa operer le proprie scelte tenendo conto dei progetti di acquisizione che
prevedano il maggior reimpiego di maestranze Comital e/o che abbiano particolare valenza sul
piano della riqualificazione del sito.
6.

PIANO DI GESTIONE DEGLI ESUBERI


Nellarco della durata dei 12 mesi di CIGS per cessazione dattivit, Comital spa. attuer
lallegato Piano di gestione degli esuberi, che costituisce parte integrante del presente accordo e
prevede il ricorso alle azioni di seguito indicate:
a) MOBILITA TERRITORIALE PROPOSTA DA COMITAL
Tenuto conto dell'attuale situazione economico-produttiva esistente sul territorio, nonch
delle caratteristiche professionali dei dipendenti, Comital spa vaglier con le OO.SS. le
possibilit di nuova occupazione sul territorio per offrire ricollocazioni lavorative a
tempo indeterminato e/o determinato avente la durata di almeno 6 mesi, e finalizzato alla
stabilizzazione, presso aziende superiori a 15 dipendenti, situate entro i 50 chilometri
dalla residenza del lavoratore o raggiungibili in 60 minuti con i mezzi pubblici e che
comunque presentino i requisiti di cui alla L. 223/91, L. 350/2003 e D.L 249/2004, salvo
diversa richiesta del dipendente;
b) ASSUNZIONE A TERMINE IN ALTRE SEDI DEL GRUPPO
Si conferma la disponibilit ad esaminare la possibilit di assumere a tempo determinato
alcuni dipendenti ai quali, alla fine del periodo di CIGS e di mobilit, manchino loro
contributi pensionistici non superiori a sei mesi. Rispetto a tale fattispecie non verr
corrisposto alcun incentivo allesodo.
c) TRASFERIMENTO PRESSO ALTRE SEDI DEL GRUPPO
LAzienda si impegna, nel corso del 2 semestre 2009, ad esaminare le richieste di singoli
dipendenti di trasferimento in altre aziende del gruppo Comital, compatibilmente alle
esigenze produttive e tecnico-organizzative delle aziende interessate alleventuale
inserimento e ferma lequivalenza di trattamento economico. Anche rispetto a tale
fattispecie non verr corrisposto alcun incentivo allesodo.

d) RISOLUZIONE CONSENSUALE PER PENSIONAMENTO SENZA MOBILIT


A coloro che hanno gi maturato i requisiti per la pensione di anzianit o vecchiaia e
risolveranno il rapporto di lavoro mediante risoluzione consensuale con effetto non oltre
30 giorni dalla data di stipula del presente accordo, l'Azienda corrisponder a titolo di
incentivazione all'esodo, un importo onnicomprensivo al lordo delle ritenute di legge
dovute, di euro 1.000,00 (mille/00).
e) FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO PROFESSIONALE
Per i lavoratori in esubero, Comital spa si rende disponibile a partecipare alla
realizzazione, entro il periodo di mobilit, di programmi formativi di riqualificazione
professionale orientati allacquisizione delle competenze richieste dalle esigenze del
mercato del lavoro locale e/o dalle nuove attivit di sito promossi da Regione e Provincia;
f) OUTPLACEMENT COLLETTIVO PER RICOLLOCAZIONE
Per i dipendenti che ne facciano richiesta entro la fine del mese di Luglio 2009, l'Azienda
si attiver attraverso il ricorso a primarie e certificate societ di outplacement accreditate
dal Ministero del Lavoro, per fornire un servizio di ricollocazione sul mercato del lavoro
alle maestranze interessate che tenga conto delle esperienze professionali acquisite dalle
stesse;
g) RISOLUZIONE CONSENSUALE SENZA MOBILIT
A coloro che senza aver ricevuto per iscritto offerta di lavoro avente le caratteristiche di
cui ai punti b) o c) e senza beneficiare della collocazione in mobilit, cesseranno il
rapporto di lavoro mediante risoluzione consensuale, l'Azienda corrisponder a titolo di
incentivazione all'esodo e di integrazione del TFR e a fronte di sottoscrizione di apposito
verbale di conciliazione, lintegrazione lorda onnicomprensiva di euro 12.000,00
(dodicimila/00) oltre al supplementare importo lordo di euro 2.500,00
(duemilacinquecento/00) derivante dalleventuale mancata richiesta di outplacement;
h) RISOLUZIONE E COLLOCAZIONE IN MOBILITA' - PENSIONABILI
Ai lavoratori che matureranno i requisiti per il diritto alla pensione di anzianit e/o
vecchiaia nel corso della mobilit, a far data dalla loro collocazione nella stessa,
l'Azienda corrisponder sempre a titolo di incentivazione all'esodo ad integrazione del
TFR, un importo mensile lordo onnicomprensivo di euro 350,00 (trecentocinquanta/00),
per ogni mese mancante al raggiungimento dei requisiti per la pensione calcolato sulla
base di documentazione comprovante lentit di tali mesi mancanti. Si intende che tali
lavoratori non richiederanno il servizio di outplacement di cui al punto f).
i) RISOLUZIONE CON MOBILITA
Ai dipendenti che senza aver ricevuto offerta di lavoro avente le caratteristiche di cui al
Punto Mobilit territoriale e fruendo della collocazione in mobilit, non si opporranno
ad essere posti in mobilit, l'Azienda corrisponder a titolo di incentivazione all'esodo e
di integrazione del TFR e a fronte di sottoscrizione di apposito verbale di conciliazione,
unintegrazione lorda onnicomprensiva pari a euro:
- 12.000,00 (dodicimila/00), se cesseranno entro il 30 Giugno 2009;
- 8.500,00 (ottomilacinquecento/00), se cesseranno entro il 31 Dicembre 2009
oltre al supplementare importo lordo di euro 2.500,00 (duemilacinquecento/00) derivante
dalleventuale mancata richiesta di outplacement.
j) RISOLUZIONE CON MOBILITA POST CIGS
Si intende che i lavoratori rimasti in forza alla data del 31 Maggio 2010, saranno posti in
mobilit con un importo a titolo di incentivazione all'esodo e di integrazione del TFR e a
fronte di sottoscrizione di apposito verbale di conciliazione, lintegrazione lorda
3

onnicomprensiva di euro 5.500,00 (cinquemilacinquecento/00) oltre al supplementare


importo lordo di euro 2.500,00 (duemilacinquecento/00) derivante dalleventuale mancata
richiesta di outplacement.
7. PROCEDURA DI MOBILITA
Al fine dellattuazione del Piano di Gestione, Comital spa considera la vigenza della procedura
di mobilit aperta ai sensi della Legge 223/91 art. 4 e 24 fino a tutto il 1 Giugno 2010 e le parti
sin dora concordano che i criteri di fuoriuscita saranno quelli di cui al Piano di Gestione, in
deroga e integrale sostituzione di quelli previsti ex art. 5 della Legge 223/91.
8.

VERIFICHE
Entro il mese di Settembre 2009 e con cadenza trimestrale le parti sincontreranno per una
verifica sullattuazione del Piano di gestione degli esuberi.
Con il presente accordo le parti si danno reciprocamente atto di aver esperito positivamente la
procedura prevista dallart. 5 della Legge 164/75 e dellart. 2 del DPR 10/6/00 n 218 e succ.
modif. per la richiesta della CIGS per cessazione di attivit, nonch la procedura di cui al
combinato disposto degli artt. 4 e 24 della Legge 223/91 per la mobilit.
Letto, confermato e sottoscritto,

COMITAL SPA

FIOM/CGIL

REGIONE LOMBARDIA

RSU COMITAL

FIM/CISL

UIL