Sei sulla pagina 1di 2

ELMER, ELEFANTINO VARIOPINTO.

Testo rielaborato dagli alunni della classe 5F

Cera una volta un branco di elefanti: giovani, vecchi, magri, grassi, alti e bassi tutti diversi, felici
e dello stesso colore grigio.
Elmer era diverso, era differente da loro perch era color Arlecchino.
Lo conoscete questo colore? No!!!???
Elmer era giallo come un limone e grosso come un pallone, Elmer era rosso come il cuore che batte
forte per amore, Elmer era blu come il mare e arancione come il tramonto, Elmer era verde come il
prato e viola come un fiore, Elmer era anche bianco e nero insomma era di tutti i colori, ma non
era di color elefante.
Elmer era sempre felice e spensierato e rendeva allegri tutti gli altri elefanti.
A volte lo prendevano in giro, ma dovunque cera un sorriso, era Elmer che lo aveva acceso.
Una notte mentre gli altri elefanti dormivano, Elmer era triste
La mia pelle di tanti colori, non grigia come quella dei miei amici.
Sono diverso! Per questo tutti ridono quando siamo insieme. Allora mi prendono in giro? Sono
proprio stanco di essere diverso. Quasi quasi me ne vado via.
Allalba, mentre gli altri elefanti dormivano ancora, Elmer and via dal branco dirigendosi verso la
giungla.
Incontr molti animali, che lo salutavano felici: Ciao Elmer e Elmer rispondeva: Buongiorno.
Dopo aver passeggiato a lungo nella giungla Elmer vide da lontano un arbusto pieno di bacche
grigie. Lo afferr con la proboscide e fece cadere a terra tutte le bacche. Prima si rotol sulle
bacche, poi con la proboscide si strofin alcuni grappoli addosso per far sparire ogni traccia di
colore.
Finalmente Elmer era felice: era diventato color elefante, come tutti i suoi amici. Riprese il
cammino nella giungla per ritornare nel suo branco.

Quando arriv al branco, trov tutti gli altri elefanti in piedi, uno vicino allaltro, e in silenzio,
sinfil fra loro.
Nessuno si era accorto che Elmer era tornato nel gruppo. Elmer osservava gli elefanti; erano cos
seri, cos silenziosi, cos fermi che gli venne voglia di ridere. Chiuse la bocca per non far uscire la
risata, ma
Non ce la faccio, non ce la faccio, non riesco pi a trattenermi..
Alz la proboscide e BOOMuna risata fortissima.
A quel punto tutti gli elefanti cominciarono a saltare e pensarono che potesse essere Elmer, solo lui
rideva cos.
Allimprovviso, cominci a cadere la pioggia dal cielo ed Elmer torn ad essere variopinto: il
giallo, il verde, larancione, il rosso, il blu, il viola, il lilla, il bianco, lazzurro, il nero presero il
posto del grigio sul corpo di Elmer.
Fu solo allora che gli altri elefanti lo riconobbero davvero e iniziarono a sorridere e a saltare per la
felicit. Oh Elmer, ci hai sempre fatto ridere, ma questa la risata pi bella ditutte
Finalmente sei tornato tra noi . Ora si che possiamo divertirci tutti insieme.
Per decisione del capobranco fu istituita la giornata di Elmer, per ricordare quanto fosse speciale:
ogni anno tutti gli elefanti si dipingono il corpo di tutti i colori, mentre Elmer si colora di grigio per
poter essere comunque riconosciuto.