Sei sulla pagina 1di 1

I pullman muovono verso lo stadio

In due per fermare Giovinco, e non ci riescono

Lad Andrea Borghini e il bomber Gaeta

Il mesto ritorno a casa dei tifosi spezzini

La curva
dei tifosi
azzurri
Grande
pubblico
anche
nella
Gradinata
Baffo

AZZURRI, CLASSIFICA DI LUSSO


CARRARA. Carrarese terza con 15
punti, appaiata a Lanciano, Barletta e
Sudtirol, e dietro a Frosinone (17) e Pergocrema (18); Spezia 12, con 11 punti,
pur essendo indicata fra le favorite

dobbligo. Decisamente, dopo nove


giornate, una classifica inaspettata. E
ora, per gli azzurri, due trasferte: il Piacenza dellex Monaco, e il Prato, 5 mesi
dopo le finali playoff.

Lo sfott: Vincerete il tricolor...

Lesultanza dei sostenitori azzurri a fine gara

CARRARA. Spesso sono


proprio i post derby che regalano spunti umoristici
sui quali vale la pena soffermarsi. Un po come
quando a fine partita gli ultras azzurri gridano agli
spezzini: Vincerete, vincerete, vincerete il tricolor!.
Un coro di sfott, classico forse, che ha fatto sorridere un po tutti. In fondo
il derby non solo ordine
pubblico, tessere del tifoso
e guerre dei biglietti, ma
anche prese in giro come
queste.
Molto bello poi quello
che accaduto durante il mi-

nuto di raccoglimento per


il campione di moto Marco
Simoncelli,
tragicamente
scomparso nella mattinata
di ieri: tifosi carrarini e
spezzini in quel momento
si stavano prendendo di mira, ma allannuncio dello
speaker sullo stadio sceso un silenzio assoluto. E
poi un lungo applauso da
ambo le parti. La morte di
un ragazzo solare come Super Sic ha scosso davvero
tutti, e anche nella curva
nord stato appeso lo striscione Ciao Sic.
Inoltre, a fine partta hanno preso di mira il giornali-

sta della Rai Francesco Paganini, gi scuro in volto di


suo per la sconfitta del suo
Spezia. Paganini un tifoso dichiarato dello Spezia,
e in pi - a quanto gli hanno contestato i tifosi azzurri - avrebbe contribuito a
portare il multimiliardario
Volpi alla sua guida.
Paganini poi stato scortato alluscita da un cordone di carabinieri, ed ha potuto allontanarsi senza particolari problemi, al pari
del pullman dello Spezia;
per i giocatori avversari,
solo cori di scherno.
Luca Bardini

MATELLI

MATELLI

E qualcuno se la prende con Paganini della Rai

Bianco si ritrova il pallone vagante sul destro: stop e tiro, il gol dello 0-1

MATELLI

CARRARA. Penso che


questa giornata me la ricorder per tutta la vita. Il
cuore immenso di questa
Carrarese ha vinto contro i
milioni dello Spezia e tra gli
eroi di una giornata indimenticabile c anche lui,
Diego Vannucci, carrarino
doc e protagonista di una
prestazione da incorniciare. Le parole del terzino azzurro sono uno tsunami di
felicit: E il primo vero
derby che gioco e vinco.
Eravamo contro una squadra fortissima, ma noi abbiamo dato tutto quello che
avevamo, come ci aveva
chiesto il mister. Poi vincere cos, in rimonta, con tutto lo stadio pieno che ci incitava e lesultanza generale
alla fine, stato qualcosa di
stupendo. Diego, come lo
sognavi? Te lo dico sinceramente: ci speravo tantissimo ad una giornata cos. In
citt cera un grande entusiasmo, poi conosco tanti
amici che mi hanno chiamato, i tifosi ci sono venuti a
prendere come nella finale
dellanno scorso e poi entrare per il riscaldamento e vedere cos tanta gente che ti
incita dall1 al 90, sono tutte emozioni indescrivibili.
Questo pubblico ha fatto la
differenza.
Corrent ha raccontato
che dalle 8 della mattina in
ritiro ti sei messo a cantare
i cori dei tifosi. Dopo la colazione non riuscivo pi a
prendere sonno e cos mi sono messo a cantare in camera i cori della Carrarese per
far passare la tensione. Volevo caricare anche tutti i
miei compagni.
E stata una notte travagliata? Io sento tutte le partite. Come le altre volte mi
sono addormentato tardi,
ma poi mi sono svegliato
bello carico. Avevo voglia
di cantare ed ero determinato a fare una bella partita,
per regalare una gioia ai nostri fantastici tifosi. Sono
stati parecchi sugli spalti a
perdere la voce dalla gioia.
Chiss cosa avete combinato voi negli spogliatoi.
Eravamo contentissimi
per una vittoria speciale.
Sono sempre tre punti, ma
questo successo ci d ancora pi morale e ci fa capire
che se ci mettiamo voglia e
determinazione
possiamo
dare fastidio a tante squadre. Labbiamo visto a Trieste, col Frosinone e questa
volta contro lo Spezia. Tutte squadre pi attrezzate di
noi che hanno obiettivi molto diversi dai nostri.
Riguardo alla partita, meglio il primo o il secondo
tempo? Decisamente il secondo. Ce labbiamo nel
dna gi dallanno scorso.

MATELLI

In questo periodo - spiega il


forte terzino in prestito dalla
Fiorentina, classe 92 - non sono con la Nazionale, e cos ho
modo di conoscere meglio i
compagni. Il mister poi mi sta
aiutando molto sui movimenti
da difensore, e cos sto migliorando anche in fase difensiva.
Sono davvero contento per un
successo cos importante, di
fronte a un pubblico stupendo. Questa a Carrara per me
unesperienza importante, in
un gruppo che ha la mentalit
vincente.
Ed Emanuele Orlandi sorride: Certo - sospira - avessimo gicoato con questa determinazione a Bassano... l
che dobbiamo migliorare ora:
riuscire ad avere questa carica agonistica e cattiveria anche contro avversari che non
si chiamano Triestina o Spezia.
M.B.

MATELLI

aggiunge Bottici - ma certo, lo


sappiamo bene come stanno
le cose: Gigi ci ha messo la faccia, ha passione, ma a fine anno si tireranno le somme; la
sua idea sempre quella di
riuscire a coinvolgere un
gruppo di persone direttamente nella societ, lo ha sempre
ripetuto, se siamo in tanti ci divertiamo senza particolari sacrifici economici. Ma avremo
modo di tornarci sopra, sarebbe bello per che partite come
queste riuscissero a far passare il concetto che, davvero, basterebbe mettere insieme un
gruppo di 15-20 persone e tutti
insieme riuscire a mantenere
la C1 sarebbe un traguardo
tranquillamente alla portata.
Vedremo.
Torniamo ai protagonisti
sul campo. Cristiano Piccini
stato straordinario, da Trieste in poi si sta rivelando un
protagonista di primo piano:

MATELLI

MATELLI

te partite e contro avversari simili, in rimonta, e con il gol decisivo a pochi minuti dalla fine, vuol dire che sei forte mentalmente e fisicamente. Daltra parte, queste sono anche
le caratteristiche che ho sempre apprezzato: le squadre devono saper attaccare, se no
non vinci. Gli facciamo notare che oltre che per il pubblico, sembrava di essere tornati
agli anni doro, dei primi Anni
Ottanta, anche per lintensit
di certe partite, quando lo spirito della Carrarese di Orrico
era quello di mettere l, nel-

la propria metacampo e nella


propria area lavversario, fin
quando non capitolava; un po
quello che si visto nella ripresa arrembante: una, due,
tre occasioni con palloni a due
passi dalla porta di Russo, poi
il rigore del sorpasso. Nelso
Ricci annuisce: Questo lo
spirito che vogliamo vedere.
Da carrarino, sono davvero
contento per tutta questa gente: sono partite cos che ci possono aiutare nel continuare a
creare entusiasmo sempre crescente.
Anche Gigi Buffon ha gioito, seppure a distanza, per questo successo importantissimo;
ad informarlo, come sempre,
lamico Cristiano Bottici,
suo rappresentante in societ:
Era felice del risultato e della
partita, gli ho raccontato com andata. E sul piano societario come stanno le cose? Oggi
godiamoci questo successo -

In scooter, con la bandiera: bello finire il derby cos

Ci hanno spinto in quattromila:


una giornata cos la sognavo

Il mago del mercato:


ho rivissuto le emozioni
degli Anni Ottanta

Gigi Buffon
informato in
tempo reale dallamico
Cristiano Bottici:
Felice come tutti i tifosi

Esulta anche la tribuna dello stadio dei Marmi

Diego Vannucci, carrarino doc e grande protagonista della supersfida

MATELLI

E il mister in trionfo
canta: Chi non salta
uno spezzino

QUI LA FESTA

MATELLI

MATELLI

DOPO IL 90

CARRARA. Una vittoria doppia anche per il mago del mercato e direttore generale NelIl fallo di mano
so Ricci, acclamato da tutti i
di Murolo nel
tifosi: una soddisfazione inprimo tempo
credibile - afferma - penso che
abbiamo pienamente meritato
il successo.
Sono sensazioni uniche,
solo chi le
prova pu sapere. Sembrava di essere
negli anni 80
con questo
pubblico, veramente eccezionale. Questo derby poi
la testimonianza che i
campionati e
le partite non
LA CURIOSIT
si
vincono
con i milioni
di euro, ma si
vincono con
le motivazioni e con il
cuore. Spesso
nella mia carriera ho vinCARRARA A inizio anno to campionaquando la Carrarese prese Sot- ti con squatili, qualcuno rinfacciava al te- dre giovani,
cnico di aver baciato una sciar- perch i giopa dello Spezia in un incontro vani in camtra i liguri e il suo Valle dAo- po ci mettono
sta. Ieri Sottili ha decisamente cuore e attrichiuso il caso, visto che allu- buti. E anche
scita, stato portato in trionfo questa volta
dai tifosi con cui poi ha saltato si visto.
E aggiunal tormentone: Chi non salta
uno spezzino . Insomma: ora ge: A volte
anche le por tutto per la Carrarese.
taerei si inceppano. Della squadra mi
piaciuto moltissimo il secondo
tempo per intensit e voglia di
vincere; forse allinizio della
partita eravamo un po titubanti, poi siamo usciti, sicuramente quando si vincono cer-

LASCIATECI ESULTARE

MATELLI

TORNANDO A CASA

27

MATELLI

TEMPO DI SORRIDERE

MATELLI

AZZURRI INCONTENIBILI

LUNED 24 OTTOBRE 2011

Azioni del derby: mischia in area spezzina, la punizione nel finale di Testini, Vannucci al cross
Non so come mai, ma ci
esprimiamo meglio nelle riprese. Appena i nostri avversari calano, noi ne approfittiamo. Siamo pi costanti e a quel punto corriamo pi degli altri.
Una Carrarese versione
diesel.
Hai detto bene. Oggi siamo partiti un po contratti.
Forse perch siamo giovani
e inesperti e ci siamo trovati di fronte a giocatori che fino allanno scorso vedevamo in televisione. Il contraccolpo emotivo si fatto sentire. Poi piano piano ci siamo sciolti. Loro tutto sommano tenevano palla, ma
non avevano avuto grandi
occasioni da rete. Eravamo
in partita sotto laspetto dellagonismo e della determinazione. Poi nel secondo

MATELLI

Tifosi spezzini discutono con la polizia

PROVINCIA SPORT

IL TIRRENO

Michele
Serena

MATELLI

Il rigore del
momentaneo
1-1: Gaeta

TUTTI IN VIAGGIO

MATELLI

MATELLI

PRIMA DEL DERBY

IL TIRRENO

MATELLI

PROVINCIA SPORT

LUNED 24 OTTOBRE 2011

MATELLI

26

Larbitro
Cocchi

tempo, volevamo recuperare, eravamo in casa e non


potevamo perdere, a quel
punto abbiamo dato tutto.
Alla fine ci siamo meritati
la vittoria, perch nel secondo tempo lo Spezia non ha
mai superato la met campo. In tutto credo che loro
abbiano tirato in porta solo
due volte: il gol di Bianco e
poi loccasione finale di Mastronunzio.
A chi dedichi questa super vittoria? A tutte le persone che mi vogliono bene
che erano in tribuna, alla
mia ragazza, ai miei famigliari e a tutto il pubblico di
Carrara. Non ho parole per
descriverlo. Oggi i tifosi sono stati superlativi. Era come se in campo fossimo in
4000 e passa. Hanno giocato
tutti al nostro fianco. Ci
hanno dato una mano incredibile. Ho rivissuto le stesse emozioni della finale col
Prato dellanno scorso: dalla preparazione, alla consapevolezza di giocarci tanto.
Forse stata questa la forza
che ci ha spinto a vincere.
Per Diego Vannucci una
giornata davvero da incorniciare, perch condita anche da una prestazione decisamente importante. Nel
primo tempo un po pi attendista, un paio di errori
di misura, forse dovuti anche a un pizico di emozione.
Ma alla distanza, diventato
uno dei motori della riscossa, fiondando palloni su palloni da sinistra, anticipando
costantemente Madonna per
poi ripartire; proprio da un
suo lancio nato il primo rigore, quello che poi ha davvero cambiato linerzia della
partita. Una giornata davvero da sogno, che il bravo e
forte giocatore nostro concittadino si merita tutta.
L.S.