Sei sulla pagina 1di 2

Il capitale ( pluslavoro,plusvalore,ideologia)

Il pluslavoro la quantit di lavoro eccedente che l'operaio regala all'imprenditore.


Infatti, questa quantit di lavoro in pi finalizzata alla produzione di una merce che
costituir il guadagno dell'imprenditore. L'interesse dell'imprenditore quello di
estendere il pi possibile il pluslavoro e quindi il plusvalore. Per fare questo
l'imprenditore agisce sul plusvalore in due modi: -aumentandolo in modo assoluto,
cio a parit di salario vengono aumentate le ore di lavoro dell'operaio producendo pi
merce; -aumentandolo in modo relativo, cio agire sul capitale costante mantenendo
fissi salari e orario di lavoro degli operai producendo pi merci nello stesso tempo di
lavoro. Nel capitalismo pi sfrenato e privo di regole l'imprenditore fonde i due metodi.
Per c' un problema. Se il profitto (P) dato da un rapporto preciso tra plusvalore
(PV) e la somma tra capitale costante e capitale variabile (CC+CV) (quindi,
P=PV/CC+CV) e molti imprenditori investono sempre di pi nel capitale costante,
essendo per natura caratterizzati da questo continuo progresso tecnologico, nel
momento in cui aumenta il capitale costante, diminuisce il profitto. Quindi si scatena
una sorta di suicidio economico poich l'imprenditore percepisce che il profitto
diminuisce, non si rende conto che diminuiscono anche gli investimenti fatti nel
capitale costante e allora l'unico rimedio che trova investire sempre pi nel capitale
costante e nel capitale variabile. Per questo motivo Marx afferma che nella logica
interna al capitalismo che sta il segreto del suo crollo. Quando il sistema economico
capitalista si consolider, manifestandosi in seguito le prime crisi strutturali, il
proletariato, che nel frattempo ha acquisito la sua coscienza di classe, deve attuare la
rivoluzone. Se il capitalismo un sistema cos strutturato, destinato a implodere e che
si basa in modo radicale sulla divisione del lavoro e sul diritto di propriet privata dei
mezzi di produzione, come si consolida? In che modo ogni struttura si consolida? Ogni
struttura, secondo Marx, tende a legittimarsi attraverso l'ideologia. L'ideologia venne
trattata da Marx in un'opera chiamata "L'Ideologia Tedesca". Il termine ideologia
stato inventato da alcuni intellettuali francesi che operarono a cavallo tra il Settecento
e l'Ottocento con cui lo stesso Napoleone entr in contrasto. Questi intellettuali si
chiamavano ideologi, tra questi ricordiamo Claude, Destoutte, de Tracy e Cabaris.
Questi indicavano col termine ideologia lo studio razionale dell genesi e della
formazione delle idee. Per fare ci si ispirarono a Condillac, il quale sosteneva che le
idee sono l'esito di una cooperazione tra mente, corpo e cervello. Marx attribuisce al
termine ideologia un significato diverso. Infatti, per Marx l'ideologia una
rappresentazione capovolta della realt, fatta dalla classe dirigente di una struttura
per rendere l'esercizio del proprio potere accettabile da coloro che lo subiscono.
Questa visione rovesciata della realt fa apparire come naturale e necessario un modo
di vita che non lo affatto, ma che arbitrario e contingente. Esempi di ideologia
sono: -la propriet privata, legittimata come un diritto naturale -la famiglia borghese
monogamica, presentata come una tendenza naturale -la religione cristiana, perch
culturalmente ha contribuito a avvalorare l'idea che la sofferenza nella vita terrena sia
tradotta nella salvezza nell'aldil, cristallizzando cos l'individuo nella sua condizione
sociale di appartenenza -l'economia politica. L'economia politica nasce nel XIX secolo
con David Ricardo, il quale ha prodotto tutta una serie di studi e considerazione
sintetizzati nell'economia politica. L'oggetto di fondo dell'economia politica
individuare le leggi di sviluppo economica di una societ per prevedere l'andamento
economico della stessa e per agire e promuovere il suo sviluppo. Le leggi di sviluppo

economico di una societ sono due: -l'armonia tra domanda e offerta. Se manca
questa armonia la societ va incontro a una crisi. -l'armonia tra le voci di guadagno
delle categorie economiche, cio ci deve essere equilibrio tra salario, profitto e
rendita. L'economia politica un formidabile strumento ideologico nelle mani della
borghesia perch in questa materia che viene fatta passare l'idea per cui il sistema
capitalistico l'unica struttura migliore possibile.