Sei sulla pagina 1di 14

Larivoluzioneindustriale

17601830
Il termine Rivoluzione industriale viene
applicato agli eccezionali mutamenti intervenuti
nellindustria e, in senso lato, nelleconomia e
nellasociet inglese,tralafinedelXVIIIelinizio
delXIXsecolo;
La rivoluzione industriale non ebbe una data
precisa come la rivoluzione francese, ma
introdusse trasformazioni e progressi tecnologici
in grado di modificare in modo profondo la
societ;
Lorigine del termine rivoluzione industriale
risale a: Blanqui e de Briavoinne (1830); Arnold
Toynbee(1884).

Quattroscuoledipensierosullarivoluzioneindustriale:
cambiamento sociale: punta lattenzione sul
mutamento nei modi in cui avvenivano le transazioni
economiche tra gli individui, e dunque soprattutto
sullanascitadelleconomiadimercato;
organizzazione industriale: punta lattenzione sulla
struttura e sulle dimensioni dellimpresa, e dunque
sullanascitadelsistemadifabbrica;
macroeconomia: laccento posto su variabili quali la
crescitadelredditonazionale,levariazionidicapitale
einvestimenti,imutamentidemografici;
tecnologia: privilegia i cambiamenti avvenuti nella
tecnologia; la scuola che pi delle altre punta
lattenzione sulla portata rivoluzionaria della
trasformazioneeconomicaavvenutainInghilterra.

Il 1760 termine a quo poich la data


dellinvenzione del motore rotante azionato dal
vapore;il1830/50cometermineadquem poich
alla met del secolo la lunga fase di sviluppo
sembrava aver esaurito il suo potenziale
innovatore;
LInghilterradiventalofficinadelmondo;
Mondodominatodanuovefontidienergia;
Rottura netta con il passato, dopo secoli di
continuit: movimento demografico; uso delle
fontienergetiche;industria(inparticolaresettore
tessile e siderurgico); scambi; forme di
organizzazione dellavoro (diffusione del sistema
difabbrica).

Allaumento della produzione si accompagn


ovunque un aumento della popolazione, ma
inferiore a quello della produzione, quindi
aumentodelredditoprocapite;
Aumentodellasperanzadivitaallanascita:nella
societ preindustriale era inferiore a 30 anni, in
unpaeseindustrializzatosuperai65anni;
Nella societ preindustriale due terzi del reddito
medio venivano assorbiti dalla spesa per
lalimentazione; in un paese industrializzato tale
quotanonsuperaunterzo;
PrimadellaRivoluzioneindustrialedal60all80%
dellapopolazioneeraimpiegatainagricoltura;in
unpaeseindustrializzatononpi del5%.

Ipresuppostidellindustrializzazione:
la disponibilit di forza lavoro: lesistenza di una
quantit di forza lavoro resa libera
dallagricoltura, disponibile a spostarsi verso
nuove occupazioni e verso quelle aree dove gli
imprenditorineavevanopi bisogno;
la mentalit imprenditoriale: labilit di mercanti
e armatori inglesi (protestanti) nel conquistare
una posizione dominante sul mercato mondiale
nei decenni che precedettero la Rivoluzione
industriale fu un patrimonio fondamentale che
anchelindustriainespansionepot sfruttare;
laccumulazionedicapitale;
nuovemacchineenuoverisorseenergetiche.

Perch inInghilterra?
dissolvimento dei rapporti feudali nelle
campagne: entro il XVII secolo si era compiuto
quel processo per cui la terra si era affermata
come propriet individuale. Questo a sua volta
aveva accresciuto le fila di coloro che, rimasti
senzaterra,avevanobisognoederanodisponibili
a lavorare in cambio di salario. Importante era
ora larricchimento individuale, la capacit di
diventare proprietari. La posizione sociale non
era pi determinata dalla posizione o dal rango
madairapportidimercato.

classe imprenditoriale votata allinnovazione:


la presenza di un ceto di imprenditori
capitalisti riguardava, nel XVIII secolo, tutti i
centri pi sviluppati dEuropa. In Gran
Bretagna,tuttavia,taliimprenditoririuscirono
prima che altrove a liberarsi dai lacci della
tradizione;giunseroadisporrediuncontesto
legislativopi favorevole;divennerounaforza
sociale capace di aggregare attorno a s la
classe media che attingeva i suoi redditi dal
commercioedalleprofessioniliberali.

laccumulazione di capitale proveniente


soprattutto dal commercio conflu nel settore
industriale principalmente sotto la forma
dellindustriaadomicilio;ilcapitaleindustrialein
senso stretto prevalse solamente l dove, come
nellindustria mineraria o metallurgica, le
esigenze tecniche del settore richiedevano
investimentiincapitalefisso;
lapplicazionedi macchineazionate dauna forza
motrice allindustria divenne rivoluzionaria solo
quando serv a produrre merci destinate a un
mercato pi ampio che gi esisteva o che stava
sorgendo.Linvenzionedellemacchine,dipers,
non era condizione sufficiente a innescare il
processodiindustrializzazione.

In Europa: guerra; settore agricolo statico;


nobilt improduttiva;mercatoristretto;
In Inghilterra sistema creditizio basato
sullimpiego della cambiale e di istituti
specializzati; sistema bancario e creditizio
inglesepi sviluppatoearticolatodiquellodel
continente; imprenditori indipendenti dagli
istituti bancari e da altre forme di
finanziamento esterno; imprese organizzate
sotto forma di azienda familiare o di
accomanditasemplice,incuilapropriet ela
direzione rimanevano identificate in singoli
individui.

Divario continentale accresciuto dalle guerre


napoleoniche; i prodotti britannici avevano
invasoimercatieuropei;
Reazione continentale: intervento statale e
chiusuraprotezionistica;
Senza protezione alcune industrie continentali
nonsisarebberosviluppate;
Le tariffe protezionistiche portano alcuni
industriali (industria siderurgica francese) ad
accontentarsi dei profitti garantiti da tale
protezione, trascurando di apportare quei
miglioramenti tecnologici e organizzativi che
avrebbero potuto abbassare i prezzi rendendo
pi competitiviiloroprodotti.

Dualismo delle economie continentali:


mercato dominato dalla nobilt e dalla
borghesia, mentre una grossa percentuale
della
popolazione,
ancora
dedita
allagricoltura e allautoconsumo, fa pochi
acquisti;
Questo ritarda il passaggio al sistema di
fabbrica e le vecchie forme di industria nelle
campagne durano pi a lungo. Il peso
considerevole conservato da unagricoltura
rallenta
la
trasformazione
arretrata
delleconomianelsuocomplesso.

La ferrovia simbolo della rivoluzione industriale


inglese ma anche occasione per il continente:
permette di collegare meglio e pi rapidamente
le fonti di materia prima con i centri di
produzioneeidiversicentritradiloro;
In Inghilterra, la ferrovia arriva a processo
industriale gi maturo, quando vapore e ferro
erano in fase avanzata e quando i capitali
consentivanolinvestimento;
LEuropa segue lInghilterra, a partire dal Belgio,
dalla Francia, dagli Stati tedeschi, che diventano
second comers nella rivoluzione industriale. In
questi paesi la ferrovia arriva insieme alla
rivoluzione industriale, fornendo alla stessa un
grandestimolo.

Thirdcomers
Altripaesi,comelItalia,hannounosviluppo
tardivo,chepartesoltantodopolasecondamet
delXIXsecolo.
Inquestipaesi,arrivanoprimaleinfrastrutture
dellarivoluzioneindustrialeveraepropria.In
Italia,adesempio,arrivaprimalaferrovia,dal
1839,dellindustriachesiaffermasoltantoafine
Ottocento.
Sullaferrovia,primadel1861,siriversanole
speranzedellunionepoliticaedellosviluppo
economico.