Sei sulla pagina 1di 54

ARCHEOLOGIA E STORIA DELLARTE GRECA E ROMANA

prof. Sara Santoro


A.A. 2013-2014
Modulo A (6 cfu)
Il bello come forma del bene.
Nodi e concetti per lo studio
dellarte
greca dallarcaismo allellenismo

2 le basi conoscitive
dellarte antica

Noi e larte antica

Igor Mitoraj- frammento


M. Pistoletto,
La Venere degli Stracci

Basi conoscitive dellarte antica


Come si costituita nel tempo la nostra
conoscenza dellarte antica
Come cambiato il significato attribuito allarte
antica

Basi conoscitive: fonti letterarie antiche


Testi tecnici (es. Il Canone di Policleto, De
Architectura di Vitruvio)- La storiografia artistica
nasce nella Grecia classica, basata sulla genesi e
decadenza di uno stile bello . Ogni sviluppo
veniva costruito su una norma prestabilita,
rispetto alla quale era pensabile un progresso o
u regresso. Lo stile divent cos lo strumento
per classificafre le fasi della storia artistica.
Senocrate di Atene.
Teoria filosofica della percezione sensoriale (es.
teoria della visione in Democrito)
Opinione corrente (pubblico colto) (p.es.
Naturalis Historia di Plinio il Vecchio, le
opinioni espresse da Cicerone nelle Epistulae)

Giotto, Assisi, Basilica


S. Francesco- la visione

Basi conoscitive: fonti archeologiche


Sopravvivenza dellantico
Riuso (reimpiego)
Trasmissione di modelli
Copia, ispirazione, collezionismo (restauro)
Ricerca (archeologica)

Il paradigma medievale:
Convivere con lantico come rovina
Come modello
Come monito

RIUSO
DELLANTICO:
Spolia in se, spolia in re
(R. Brilliant, 1983; S.
Settis, 1985)

SOPRAVVIVENZA DELLANTICO

Antichi messaggeri: Il Marco Aurelio

Ricerca e studio dellantico


Pisanello, studio del Marco Aurelio

La trasmissione dellimmagine
antica: i media portatili

TRASMISSIONE
Per esempio: Le stoffe copte

Scena di battglia dal Manoscritto Virgilio Vaticano, secondo schema antico

Ricerca e studio dellantico

Antichi messaggeri

La Tazza Farnese- esterno

La Tazza Farnese
interno

Tazza Farnese

il pi grande cammeo esistente, unico per dimensioni, bellezza formale e


complessit figurativa - realizzata in sardonica, una variet dell'agata, dalle
splendide venature, incisa a rilievo su entrambe le facce. opera
alessandrina di et ellenistica, usata per cerimonie rituali alla corte egizia.

Le immagini rappresenterebbero Cleopatra III, il marito Tolomeo VIII (morto


nel 116 a.C.) e il figlio Tolomeo X Alexandros; secondo altri, invece, vi
rappresentata Cleopatra VII, ultima regina d'Egitto, sconfitta da Ottaviano
nel 31 a.C.

Conquistato l'Egitto, la Tazza entr a far parte del tesoro imperiale di Roma;
dopo la caduta dell'Impero fu trasferita a Costantinopoli, ma
presumibilmente torn in Italia dopo la presa di Bisanzio del 1204. Entr in
possesso di Federico II di Svevia ma, agli inizi del XV secolo, torn in
Oriente presso la corte persiana e poi a Samarcanda. Di l a poco era a
Napoli alla corte di Alfonso di Aragona e nel 1471 si trovava a Roma dove
fu acquistata da Lorenzo il Magnifico; successivamente entr in possesso di
Margherita d'Austria e, alla morte di questa, and ad arricchire le collezioni
della famiglia Farnese, e di qui il Museo Archeologico Nazionale di Napoli,
dove oggi si trova

Botticelli, la nascita
di Venere

Botticelli, La Calunnia ( da Apelle)

Le grottesche: la scoperta
della Domus Aurea, la
riproposizione del sistema
decorativo romano in tutti
I nuovi palazzi del potere

A sin.
Venus
Genitrix

A dx.
Raffaello
Disegno per
Giuditta

1506: un anno
fortunato

Le scoperte: Il Laocoonte

Laocoonte
Un discusso restauro
Michelangelo/Montorsoli

Ercole Farnese

Torso del Belvedere

Rinascimento dellantico: stare a paragone

Apollo del Belvedere

Apollo del Belvedere

Lantico e la citt nuova: Roma- dal Campidoglio

1506
Il Ripanda disegna
Il fregio della Colonna
Traiana a Roma

I disegni del Ripanda copiati e ripresi da Francisco de Hollanda e Mantegna

La scoperta dellarchitettura antica:


Ciriaco dAncona

Lo studio dellarchitettura antica: tavole di L.B. Alberti

Lantico nei giardini: Villa Medici a Roma

Il collezionismo privato: Amici ritratto da L. Lotto

Dalle Wunderkammern principesche


Al collezionismo borghese

Musei cartacei, necessit di confronto

Il collezionismo borghese nel XVIII sec.

Restauro come ri-creazione


Dellantico

La bottega di Cavaceppi a Roma

Restauri e rifacimenti

Una miniera di informazioni: gli scavi borbonici di Ercolano(1738) e Pompei(1748)

La sua imitazione
Da Pompei

Lantico come modello nellarredamento di fine XVIII sec.

Produzioni di lusso ispirate


allantico: Limoges,
Wedgwood, Capodimonte

Decoro alletrusca nella reggia di Caserta

Il Gran Tour e il voyeurismo


Romantico delle rovine

Piranesi, templi di Paestum

Ispirarsi allantico nei temi e nelle forme: David, gli Orazi e i Curiazi

neoclassisimo

Mengs: Il Parnaso- Palazzo Albani

Winckelmann (1717-1768): un teologo e


filologo tedesco sedotto dallarte greca

La collezione Albani, i rapporti con Mengs


Le arti del disegno presso gli antichi
La nobile semplicit, la pacata grandiosit dellarte greca
Il primato dellarte greca (ma conosceva solo copie
romane)
Primato morale, tecnico ed estetico> il valore didattico
ed educativo dellarte greca
Importanza della conoscenza autoptica
Un disegno complessivo dellarte antica, ma sempre con
un modello biologico ( nascita-acm-decadenza)

Societ di Dilettanti
Nascita dei Musei pubblici
Arrivano a Londra i marmi del
Partenone (1811)

Conversazioni nello studio di un


dilettante

1806: Un antico sorprendente : le scoperte

Il fregio del
Tempio di Afaia
A Egina:
La scoperta
Dellarte greca
arcaica

Lantico vagheggiato
romanticamente

Disperazione dei
Moderni davanti
Alla bellezza antica

I grandi scavi del XIX-XX secolo


Troia, Micene (Schliemann), Cnosso
(Evans): la scoperta della storicit di
Omero
Olimpia, Atene (scavi prussiani)
Le citt greche dellasia Minore (Pergamo,
Afrodisia, Efeso)
Pompei (Fiorelli)
Roma foro romano (G. Boni, inizi XX sec.)
e sterro dei Fori imperiali (1930)

Atene,
La
scoperta
Acropoli,
della
La
colmata
colmata
persiana
persiona
Ad Atene

Le ultime scoperte

La scoperta
Della
Grande pittura
Greca:
Le tombe di
Verghina
1975

Il ritrovamento
Dei grandi
Bronzi greci:
Riace

Il Satiro danzante

sintesi
Differenti fonti di conoscenza dellarte
antica: letterarie, filosofiche, materiali (
reimpiego, antichi messaggeri, scoperte)
Differenti atteggiamenti nel tempo verso
larte antica: pessimismo medievale, stare
a paragone rinascimentale, grande teoria
estetica del Bello dal XVII, filologismo XIX,
scoperte XX > il problema del restauro

bibliografia
J.J. Winckelmann, Il bello nellarte, Einaudi
1983, pp.124-127 (Laocoonte) e 132-135
(Apollo del Belvedere).
Letture consigliate e di approfondimento:
S. Settis, Tribuit sua marmora Roma. Sul reimpiego di
sculture antiche, in Lanfranco e Wiligelmo. Il Duomo di
Modena, cat., Modena 1984, pp. 309-317