Sei sulla pagina 1di 193

A

C
TI

AN

Integrazione redazionale allo Studio Tecnico della

SE

FIAT PUNTO 1.2 16 V e 1.3 JTD

Questo Cd una produzione di Semantica Srl. Ogni sua riproduzione senza il consenso delleditore vietata.
Copyright 2005 - Semantica srl

FIAT PUNTO 1.2 16V e 1.3 JTD


prima vista la nuova Fiat Punto con il frontale
A
ridisegnato sembra aver acquistato un po pi
dimportanza, abbandonando qualcosa del vecchio

SE

AN

TI

look da utilitaria. Poche le modifiche allinterno, ma


in compenso lequipaggiamento, soprattutto con
alcuni optional importanti, da berlina di categoria
superiore, mentre labitabilit resta un punto di
riferimento, almeno per le concorrenti che non
hanno scelto la strada del monovolume.
La Nuova Punto si pu adattare ad ogni esigenza,
Infatti la scelta tra ben 40 versioni: due vetture a 3

e 5 porte; otto motori (1.2 8v - 1.2 16v - 1.4 16v - 1.8


16v - 1.3 Multijet - 1.9 Multijet - 1.9 JTD - 1.2 8v a
benzina e metano); due cambi meccanici (uno a 5 e
uno a 6 marce); un cambio Speedgear automatico
e sequenziale insieme; un cambio Dualogic con
funzione sequenziale e automatico, oltre che automatico in modalit Economy; otto allestimenti
(Actual, Active, Sound, Dynamic, Class, Emotion,
Sporting, HGT); 13 colori di carrozzeria, per ognuno
dei quali, in genere, sono disponibili due differenti
tinte dei rivestimenti interni.

FIAT PUNTO
generalit

Generalit

Codice autotelaio

1.3 Multijet JTD

Targhetta dati identificazione vettura

da 06/2003

applicata sulla traversa anteriore del vano motore.

188A5000

188A9000

Dettaglio targhetta

ZFA 188.000

ZFA 188.000

Numero valvole

16

16

Numero cilindri

4 in linea

4 in linea

Cilindrata

1.242

1.248

Potenza KW/CV

59/80

51/69

Normativa antinquinamento
Euro 4
2
Emissione CO allo scarico
142 g/km (155 cambio aut.)

Euro 4
119 g/km

C514.5

C510.5

Trasmissione

Manuale

Manuale

AN

Cambio
Numero rapporti

Codice motore

1.2 16v
da 06/2003

Commercializzazione

TI

Denominazione commerciale

A. Nome del costruttore


B. Numero di omologazione
C. Codice identificazione tipo veicolo
D. Numero progressivo fabbricazione autotelaio
E. Peso massimo autorizzato vettura a pieno
carico
F. Peso massimo a pieno carico pi rimorchio

TARGHETTE DI IDENTIFICAZIONE

SE

Posizionamento targhette di identificazione e marcatura scocca

G. Peso massimo autorizzato su asse ant.


H. Peso massimo consentito su asse post.
I.Tipo motore
L. Codice versione carrozzeria
M. Numero per ricambi
N.Valore corretto coefficiente fumosit
(versioni Diesel)

Targhetta identificativa verniciatura


La targhetta applicata allinterno del cofano motore.
Stampigliatura numero identificazione

1
2
3
4
1.Targhetta dati identificazione vettura
2. Marcatura scocca
3.Targhetta identificazione vernice carrozzeria

1. Fabbricante della vernice


2. Denominazione del colore

3. Codice colore
4. Codice colore per ritocchi

FIAT PUNTO
generalit

Marcatura scocca
situata sul pianale dellabitacolo, vicino al sedile anteriore destro, vi
si accede sollevando lapposita finestra ricavata nella moquette.
La vettura dotata di due sedi filettate, una anteriore e una posteriore per il montaggio dellanello di traino che si trova nellalloggiamento allinterno del ruotino, nel bagagliaio.

NUMERO MOTORE
Il numero motore stampigliato sul monoblocco lato distribuzione
per il motore benzina e lato volano per il motore Diesel.

Attenzione:

Posizionamento marcatura motore

Prima di iniziare il traino, accertarsi di avere avvitato a fondo lanello


di traino dopo averne pulito accuratamente la sede filettata.

motore 1.248 JTD

AN

motore 1.242 16V

TI

Gancio traino anteriore

Ruotare la chiave in posizione MAR e poi in posizione STOP e NON


ESTRARLA!

Attenzione:
Per le vetture con cambio automatico e cambio robotizzato necessario:
Mettere la leva del cambio in N
Mantenere una velocit di traino inferiore a 30 km/h
La distanza massima percorribile al traino di 20 km.
Per distanze maggiori, sollevare la parte anteriore della vettura in
modo da evitare danneggiamenti al cambio dovuti a insufficiente
lubrificazione.

SE

Per il sollevamento della vettura con un ponte a bracci o con un sollevatore da officina, disporre le estremit dei bracci o il sollevatore
nelle zone indicate di seguito.
Per il sollevamento con martinetto in dotazione, il punto di applicazione contrassegnato con delle marcature ben riconoscibili dal lato
della vettura.
Punti di sollevamento

Freccia bianca: con sollevatore da officina

Gancio traino posteriore

Freccia nera: con ponte a bracci

FIAT PUNTO
generalit

ogni 20.000 km

Controllo funzionamento impianto illuminazione

ogni 20.000 km

Controllo funzionamento impianto tergilavacristallo

ogni 20.000 km

Controllo condizioni e usura pattini freni a disco anteriori

ogni 20.000 km

Controllo condizioni e usura guarnizioni freni a tamburo posteriori

ogni 60.000 km

Controllo visivo condizioni cinghie comando accessori

ogni 40.000 km

Controllo regolazione corsa leva freno a mano

ogni 40.000 km

Controllo condizioni/usura pneumatici

ogni 40.000 km

Controllo emissioni allo scarico/fumosit (versioni Diesel)

Sostituzione cartuccia filtro combustibile Diesel (Green filter)


Sostituzione cartuccia filtro aria (versioni benzina)

AN

Sostituzione cartuccia filtro aria per versioni 1.3 MJ

ogni 80.000 km

TI

Verifica impianto antievaporazione (versioni benzina)

ogni 60.000 km
ogni 60.000 km
ogni 30.000 km
ogni 20.000 km

Controllo cinghia dentata comando distribuzione (escl.1.3 MJ)

ogni 60.000 km

Sostituzione cinghia dentata comando distribuzione (escl.1.3 MJ)

ogni 120.000 km/3 anni

Sostituzione candele di accensione (versioni benzina)

ogni 40.000 km

SE

Ripristino livelli liquidi (raffreddamento motore e freni)

Controllo sistemi gestione motore (mediante presa diagnosi)

ogni 40.000 km

Controllo livello olio cambio robotizzato

ogni 20.000 km

Controllo livello olio cambio meccanico

ogni 80.000 km

Controllo livello olio cambio automatico (Speedgear)

da 20.000 km / ogni 40.000 km

Sostituzione olio cambio automatico (Speedgear)

ogni 40.000 km

Sostituzione filtro e olio motore 1.242 16V

ogni 20.000 km / 1 anno

Sostituzione filtro e olio motore 1.3 MJ

ogni 30.000 km / 1 anno

Sostituzione liquido freni

ogni 60.000 km / 2 anni

Sostituzione filtro antipolline

ogni 20.000 km / 1 anno

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > dati tecnici

1. Motore B 1.2 16 V
dati tecnici
Motore a benzina tipo 188A5000 4 tempi, 4 cilindri in linea, disposizione anteriore trasversale.

Blocco cilindri in ghisa e testata in alluminio. Distribuzione mediante due alberi a camme in testa.

AN

TI

Vista motore 1.2 benzina 16 V

188A5000
4 in linea / 16 / 1.242 cm3
59 KW/80 CV a 5.000 giri/min
114 Nm/11,6 Kgm a 4.000 giri/min
70,8 mm
78,86 mm
1-3-4-2
10,6 0,2
820 50 giri/min
142 g/Km
in alluminio
in ghisa
in ghisa sferoidale con 8 contrappesi e 5 supporti di banco
2 alberi a camme in testa, punterie idrauliche
completamente elettronica con doppia bobina DIS
BOSCH Motronic ME7.3H4
EURO 4
forzata con pompa a ingranaggi a lobi in asse
a liquido con circolazione forzata mediante pompa centrifuga

SE

Tipo motore
Numero cilindri/ valvole / cilindrata
Potenza
Coppia
Alesaggio
Corsa
Ordine di iniezione
Rapporto di compressione
Regime minimo
Emissioni CO allo scarico
Testa cilindri
Basamento
Albero motore
Distribuzione
Accensione
Alimentazione
Antinquinamento
Lubrificazione
Raffreddamento

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > dati tecnici

Complessivo testa e sovratesta

Altezza cilindri (valore costruttivo)

77 0,2 mm

Conicit a fascia superiore

70

Conicit b fascia di contatto con valvola

45 5

Conicit c fascia inferiore

15

Volume camera di combustione

12,28 cm3

Planarit piano inferiore

0,2 mm

VALVOLE

Per ogni valvola viene utilizzata una punteria idraulica azionata direttamente dalla camma.
Complessivo valvola

TI

1. Punteria
2. Piattello superiore
3. Molla
4. Piattello inferiore
5. Semiconi
6. Anello paraolio
7. Guidavalvola
8.Valvola

AN

1
2
3
4
5
6

SE

8
7

1. Sovratesta
2.Testa
3. Guarnizione testata
4. Monoblocco

La testa cilindri di tipo monolitico in lega di alluminio.


Le quattro valvole per cilindro sono montate nelle rispettive guide,
comandate da due alberi a camme tramite punterie idrauliche.
Le guida valvole sono piantate nelle rispettive sedi della testa cilindri
con interferenza.
Il perfezionamento del diametro interno viene realizzato, dopo il
montaggio, con specifico alesatore.
Gli alberi a camme sono inseriti in sovratesta integrale, senza coperchio punterie.
La guarnizione tra testa cilindri e basamento del tipo metallico
bistrato dello spessore di 0,5 mm e non sono previsti riserraggi della
testa per tutta la vita del motore.

Diametro esterno valvole


di aspirazione e di scarico

22,250 22,550 mm

Diametro stelo valvole


di aspirazione e di scarico

5,974 5,992 mm

Diametro interno guidavalvola

6,022 6,040 mm

Gioco stelo valvola - guidavalvola

0,030 0,066 mm

Larghezza I fascia di contatto con valvola

~2

Spessore tratto cilindrico fuga valvola

>1

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > dati tecnici

MOLLE VALVOLE - GUIDAVALVOLA

PUNTERIE IDRAULICHE

Molle valvole identiche per aspirazione e scarico, guidavalvola riportate nella testa.
Altezza molla sotto carico (423 N)

23 mm

Altezza molla sotto carico (225 N)

31 mm

Diametro esterno guidavalvola

10,010 10,030 mm

Le punterie idrauliche annullano automaticamente il gioco valvole durante il funzionamento del motore con il vantaggio di ridurre
gli interventi di manutenzione e la rumorosit del motore.

Funzionamento in fase aperta


Quando la camma dellalbero di distribuzione agisce sul bicchierino (1) e, di conseguenza, sul pistoncino (2), lolio intrappolato nella
camera (6), a causa della chiusura della valvola a sfera (4), trasmette il movimento del pistoncino (2) direttamente al manicotto (3) e,
di conseguenza, alla valvola. In questa fase, data lalta pressione cui
sottoposto, una parte dellolio presente nella camera (6) trafila
attraverso la minima luce esistente tra il pistoncino (2) ed il manicotto (3).

Interferenza guidavalvola - sede guidavalvola 0,049 0,051 mm


Diametro sede guidavalvola su testa cilindri

9,959 9,989 mm

Per montare i guidavalvola nuovi, scaldare la testa fino a 80 100 C.


Inseritore per guidavalvole

Funzionamento in fase chiusa

TI

Nella fase di chiusura della valvola, affinch la punterie, sospinta


dallazione della molla (5), segua il profilo della camma, si viene a
creare una depressione allinterno della camera (6) che provoca
lapertura della valvola a sfera (4), permettendo limmissione dellolio. Lolio immesso nella camera (6) rimpiazza quello trafilato
nella precedente fase di apertura della valvola.

AN

Fasi di apertura e chiususra

SE

1. Bicchierino
2. Pistoncino
3. Manicotto
4.Valvola a sfera
5. Molla
6. Camera olio

6
6

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > dati tecnici

Il basamento in ghisa.
I cilindri sono ricavati direttamente nel basamento e sono selezionati in tre classi dimensionali pi una maggiorazione.
Apposite canalizzazioni ricavate nelle pareti del basamento permettono il passaggio del liquido di raffreddamento e dellolio di lubrificazione.

Conicit canne cilindri

0,005 mm
Classe A 70,800 70,810
Classe B 70,810 70,820

Diametro canne cilindri (mm)

Monoblocco e basamento inferiore

Classe C 70,820 70,830

Maggiorazione diametro
interno canne cilindri

0,4 mm

0,05 mm

Planarit piano appoggio testa cilindri

< 0,1 mm

TI

Ovalizzazione canne cilindri

BASAMENTO INFERIORE

AN

Il basamento inferiore realizzato in lega di alluminio presso-fuso


con i cappelli di banco in ghisa co-fusi. Tra i due basamenti viene
interposto un cordone di sigillante per evitare perdite di olio.

SUPPORTI MOTOPROPULSORE

Ciascun supporto provvisto di un tassello in gomma-metallo che


ha il compito di smorzare le vibrazioni generate dal motore, riducendo in gran parte le vibrazioni trasmesse alla scocca.

SE

Supporti del motore

1. Fissaggio gruppo motopropulsore


2.Tasselli supporto motopropulsore
3. Elementi di reazione motopropulsore

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > dati tecnici

ALBERO MOTORE

PISTONI

In ghisa sferoidale con 8 contrappesi e 5 supporti di banco con smorzatore torsionale, temprato a induzione. Supporti di banco con interposti semicuscinetti suddivisi in classi dimensionali. Il gioco assiale
dellalbero motore regolato da due semianelli alloggiati in corrispondenza del supporto di banco centrale.

I pistoni sono in lega di alluminio al silicio con riporto grafitato sul


mantello. Sul cielo riportano una lettera che indica la classe di appartenenza ed una freccia che durante il montaggio dei singoli pistoni
deve essere rivolta nello stesso senso di rotazione del motore (lato
distribuzione).

Albero motore

Divisione pistone

Classe A

47,994 48,000

Classe B

47,988 47,994

Classe C

47,982 47,988

1. Gole alloggiamento fasce


2. Mantello del pistone

SE

Diametro perni di banco (mm)

AN

TI

Diametro perni di biella (mm)

Classe A 70,760 70,770


Diametro esterno (mm)

41,990 42,008

(effettuare la misura a 6 mm
dal bordo inferiore del mantello)

Gioco assiale (mm)

0,055 0,265

Gioco cuscinetti banco


perni albero motore (mm)

0,025 0,049

Gioco cuscinetti banco


perni di banco albero motore (mm)

0,254 0,508

Minorazione perni di banco (mm)

0,254 0,508

Minorazione perni di biella (mm)


Perni di biella albero motore (mm)

Classe B 70,770 70,780


Classe C 70,780 70,790

Gioco pistone - canna cilindri (mm)

0,030 0,050

Diametro sede spinotto (mm)

17,982 17,986

Diametro esterno spinotto (mm)

17,970 17,974

0,254 0,508

Maggiorazione perno spinotto

0,2 mm

0,024 0,060

Differenza di peso tra i pistoni

5g

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > dati tecnici

BIELLE

FASCE

Le bielle sono in ghisa sferoidale. Gli spinotti sono del tipo fisso e
accoppiati con la biella per contrasto.

Tre fasce per pistone, riferimenti di montaggio Top rivolti verso lalto.

Complessivo pistone e biella


Gioco assiale (mm)

Luce (mm)

1 anello

0,00 0,06

2 anello

0,00 0,055

3 anello

0,00 0,055

1 anello

0,20 0,40

2 anello

0,25 0,45

3 anello

0,20 0,45

Maggiorazione anelli di tenuta

0,4 mm
1 anello

2 anello

1,175 1,190

3 anello

2,475 2,490

Spessore (mm)

1,170 1,190

TI

VOLANO

In ghisa, con corona dentata in acciaio riportata.


Il volano fissato tramite una flangia con bulloni allalbero motore.

SE

1. Pistone
2. Spinotto
3. Biella
4. Cappello di biella

AN

Volano motore

Diametro piede di biella (mm)

17,939 17,956

Diametro testa di biella (mm)

45,128 45,138

10

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > dati tecnici

ANGOLI DI FASATURA

Alberi di aspirazione e scarico


punterie
idrauliche

Gioco controllo funzionamento

0,45 mm
(aspirazione
e scarico)
Apertura
prima del PMS
Chiusura
dopo il PMI
Apertura
prima del PMS
Chiusura
dopo il PMI

Scarico

7,5

Diametro dei perni (mm)

35,000 35,015

48,000 48,015

49,000 49,015

Gioco di spallamento (mm)

0
32

0,15 0,34

CINGHIA DISTRIBUZIONE
La cinghia di distribuzione trasferisce il movimento dellalbero motore ad un solo albero a camme. La tensione regolata da un tenditore automatico.

32
0

Gioco controllo messa in fase

Aspirazione

Alzata camme (mm)


non necessario

Periodicit di manutenzione

ALBERI A CAMME

sostituzione

120.000 Km / 3 anni

TI

Due alberi a camme in testa, in ghisa sferoidale, alloggiati in una


sovratesta e comandati da cinghia e ingranaggi.
Camme ricavate sugli alberi. Anteriormente lalbero di scarico predisposto per il montaggio della puleggia dentata, per mezzo della
quale riceve il movimento dallalbero motore tramite la cinghia dentata. Una coppia di ingranaggi montata posteriormente agli alberi
consente il trasferimento del moto dallalbero di scarico a quello di
aspirazione. Per ogni valvola viene utilizzata una punteria idraulica
azionata direttamente dalla camma.

AN

Vista di insieme comando distribuzione

Alberi a camme

6
4

SE

1. Ingranaggio di comando anteriore


2. Alberi a camme
3. Ingranaggi di accoppiamento posteriori
4. Sovratesta
5. Carter albero di aspirazione
6. Punterie idrauliche

1. Cinghia distribuzione
2. Ingranaggio albero a gomiti
3. Rullo tenditore
4. Ingranaggio albero a camme
5. Pompa acqua
6. Carter distribuzione

11

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > dati tecnici

Valvola limitatrice pressione

Lubrificazione forzata con pompa ad ingranaggi a lobi in asse.


Complessivo circuito lubrificazione

Posizioni valvola

Valvola in chiusura

Valvola in apertura

35 mm

Altezza molla valvola limitatrice pressione olio


(sotto carico di controllo di 117,3 125,1 N)

COPPA E COPERCHI BASAMENTO

TI

La coppa ha il compito di ospitare lolio di lubrificazione del motore.


E costituita interamente di alluminio e comprende il foro filettato
con tappo per lo scarico dellolio motore.
La tenuta con il basamento ottenuta con un cordone di sigillante
siliconico.
I coperchi lato distribuzione e lato volano garantiscono la tenuta sullalbero motore e sono fissati al basamento con viti.

AN

POMPA OLIO

Lolio motore viene aspirato dalla coppa mediante la depressione


creata dalla rotazione degli ingranaggi calettati sullalbero motore.

Complessivo pompa olio

SE

1.Viti
2. Pescante
3. Guarnizione
4. Carter pompa olio
5. Ingranaggio condotto
6. Ingranaggio conduttore
7.Valvola limitatrice
1
pressione olio

Carter albero a gomiti

2
1. Coppa olio
2. Carter lato volano
3. Carter lato distribuzione
con pompa olio integrata

OLIO MOTORE
3

Denominazione

Classific azione

Quantit

SELENIA 20K

SAE 10W-40 - ACEA 03 - API S

2,80 litri

SAE 5W-30 - AVEA A1 - API SL

2,80 litri

Gioco assiale tra il lato superiore ingranaggi


ed il piano di appoggio coperchio (mm)

0,025 0,070

SELENIA
PERFORMER

Gioco radiale tra ingranaggio


condotto e corpo pompa (mm)

0,100 0,210

Periodicit di
manutenzione

12

Sostituzione olio e filtro ogni 20.000 Km

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > dati tecnici

A liquido con circolazione forzata mediante pompa centrifuga e circuito sigillato; radiatore e serbatoio supplementare di espansione.

Sul termostato montato il sensore temperatura acqua motore collegato alla centralina di gestione motore.

Complessivo circuito raffreddamento

Termostato

1
3
4

2
3

1. Fascette manicotto
2.Viti di fissaggio
3. Gruppo termostato

TI

RADIATORE E VASCHETTA ESPANSIONE

AN

Ubicazione vaschetta espansione

1. Radiatore raffreddamento motore


2. Pompa acqua e termostato
3.Tubazioni manicotti liquido raffreddamento
4. Radiatore di riscaldamento abitacolo

Il serbatoio, oltre alla funzione di alimentare il circuito, assorbe le


variazioni di volume del liquido di raffreddamento al variare della
temperatura del motore.
E composto da una massa radiante e da due vaschette laterali per
lingresso e luscita del liquido refrigerante.
I tubi e le alette della massa radiante sono in alluminio, le vaschette
in plastica.

SE

LIQUIDO RAFFREDDAMENTO
Denominazione

Classific azione

Miscela al 50%
PARAFLU UP / CUNA NC 956-16, ASTM D 3306
acqua
Periodicit di
manutenzione

Quantit
4,6 litri

Controllo e ripristino livello ogni 20.000 Km

POMPA ACQUA

Vaschetta di espansione con valvola di sovrapressione integrata nel


tappo.

Del tipo centrifugo a palette, fissata al basamento motore e azionata


direttamente tramite la cinghia della distribuzione.

Pressione di apertura

0,98 bar

TERMOSTATO
Con temperatura minore di 87 2 C la valvola termostatica chiusa e devia il liquido di raffreddamento direttamente verso la pompa.
Con temperatura superiore, la valvola termostatica aperta e convoglia il liquido di raffreddamento verso il radiatore.

ELETTROVENTILATORE
Elettroventilatore di raffreddamento a due velocit, comandato
direttamente dal modulo di gestione motore.

13

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > dati tecnici

Complessivo circuito alimentazione carburante

Caratteristiche

Portata

110 litri / ora

Pressione

3,5 bar

Tensione

12 V

Corrente

7,5 A

Immersa nel serbatoio, accessibile dal vano abitacolo, tramite coperchio di protezione posizionato sotto il cuscino di seduta posteriore.

Ubicazione pompa

Riserva carburante

47 litri

AN

Capacit serbatoio carburante

TI

1. Serbatoio combustibile
2. Complessivo pompa immersa completa
3.Tubazione introduzione carburante
4. Collettore combustibile
5. Elettroiniettori

6 litri

ELETTROPOMPA CARBURANTE

SE

Lelettropompa combustibile dispone di un motorino elettrico a


magnete permanente (1) che comanda la girante della pompa (2) e
di un coperchio supporto terminale (3) che contiene i collegamenti
elettrici e idraulici.
Lo stadio dellelettropompa di tipo singolo a flusso periferico con
alte prestazioni in condizioni di basse tensione e temperatura.

Pompa carburante

2
1.Viti di fissaggio
2. Coperchio di protezione
3. Connessione elettrica del misuratore di livello
4. Innesto rapido della tubazione di mandata
5. Attrezzo speciale di rimozione ghiera
6. Ghiera di fissaggio della pompa sul serbatoio

3
2

14

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > dati tecnici

INIETTORI

INTERRUTTORE INERZIALE

Gli iniettori comandati dalla centralina nebulizzano il carburante a


forma di getto conico con angolo compreso fra i 30 e 90.

Linterruttore inerziale, montato sul fianchetto destro sottoplancia


lato passeggero, in caso di urto del veicolo interrompe il collegamento a massa dellelettropompa combustibile e, di conseguenza, lalimentazione allimpianto di iniezione.

Iniettore

12V
13,8 15,2 ohm a 20 C

Temperatura funzionamento

-30 C 110 C

AN

Alimentazione
Resistenza interna

TI

Ubicazione interruttore inerziale

Il circuito di alimentazione aria costituito da vari componenti che


provvedono al corretto convogliamento della portata daria necessaria al motore nelle diverse condizioni di funzionamento.

SE

Convogliatore e filtro

Periodicit di manutenzione

15

Sostituzione ogni 60.000 Km

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > dati tecnici

Componente

Fissaggio

Valore Nm

Tirante inferiore su motore


Tirante inferiore su motore
Tirante reazione gruppo motopropulsore
Tirante reazione gruppo motopropulsore
Tasselli elastici supp ant gr motoprop
Tasselli elastici supp ant gr motoprop
Tasselli elastici supp ant gr motoprop
Tasselli elastici supp ant gr motoprop
Tassello elastico supporto lato cambio
Tassello elastico supporto lato cambio
Tassello elastico supporto lato cambio
Supporto rigido motore lato distribuzione
Supporto rigido motore lato distribuzione
Supporto rigido lato cambio gr motoprop
Supporto rigido lato cambio gr motoprop
Tappo conico
Tappo conico
Tappo conico
Testa cilindri motore
Testa superiore motore
Elementi fissaggio testa superiore motore
Tappo conico
Tappo conico
Tappo conico
Coppa olio motore
Coppa olio motore
Coppa olio motore
Coppa olio motore
Coperchio post albero motore
Coperchio post albero motore
Volano motore (aut-mec)
Elementi fissaggio cappelli

dado
vite
vite
vite
dado
dado
dado
dado
dado
dado
dado
vite
vite
dado
vite
tappo conico
tappo conico
tappo conico
vite
vite esascanalata
tappo
tappo conico
tappo conico
tappo conico
vite
dado
vite
dado
vite
vite
vite
vite

M12
M12
M12
M12
M10X1,25
M10X1,25
M12X1,25
M10
M8
M12X1.25
M8
M10X1.25
M8
M12
M10X1.25
M20X1.5
M14X1.5
M20X1.5
M9X1.25
M9X1.25
M16
M14X1.5
M20X1.5
M16X1.5
M6
M6
M6
M6
M6X20
M6X32
M8
M8

80
120
120
80
50
45
90
50
25
90
25
60
22
90
50
40
15
40
30
15
15
15
40
15
10
5
10
5
10
10
44
2

(lato traversa sosp ant)


(distribuzione)
(scocca)
(cambio)
(motore)
(cambio)
(a supporto motore)
(a scocca)

SE

AN

TI

(cambio)
(cambio)
(su sovratesta lato anteriore)
(lato posteriore sovratesta)
(lato posteriore sovratesta)
+ 90 + 90

16

(lato posteriore sovratesta)


(lato anteriore sovratesta)
(sovratesta)

(basamento)
(corpo pompa)

+ 40

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > dati tecnici

Componente

Fissaggio

Valore Nm

Tenditore mobile
Pulegge condotte
Pulegge condotte
Puleggia conduttrice com distribuzione
Ingranaggio rinvio su albero aspirazione
Ingranaggio rinvio su albero scarico
Serbatoio canister
Sensore temperatura acqua
Collettore di scarico
Collettore di scarico
Collettore di scarico
Collettore aspirazione
Collettore aspirazione
Convertitore catalitico
Convertitore catalitico
Sostegni tubazione scarico
Sostegni tubazione scarico
Supporto rigido tubazione scarico
Supporto rigido tubazione scarico
Tubazione scarico uscita collettore
Tubazione scarico uscita collettore
Sonda Lambda
Interruttore insuff pressione olio mot
Interruttore insuff pressione olio mot
Pompa olio
Pompa olio
Riparo pompa olio
Traversa sostegno radiatore raffredd.
Pompa acqua motore
Pompa acqua motore
Puleggia albero motore
Tenditore mobile com altern /com vari

dado
dado
vite
vite
vite
vite
vite
sensore
dado
dado
vite
dado
vite
dado
dado
vite
vite
vite
vite
dado
vite
Sonda
interruttore
vite
vite
vite
vite
vite
vite
dado
vite
vite

M8
M12
M12X1.25
M12X1.25
M12
M12
M8
M16
M10
M10
M8
M7
M6
M8
M8
M10X1.25
M8
M8
M8
M8
M8
M18
M14
M6
M6X20
M6X320
M6
M10
M6
M6
M8
M8X1.25

25
120
120
20
120
120
35
34
25
45
27
15
7
25
15
25
25
30
30
25
25
15
32
10
10
10
7
50
10
10
25
22

(al catalizzatore)
(alla testata)

(al collettore)
+ 30
(centrale)
(a traversa anteriore)
(anteriore)
(posteriore)

TI

AN

SE

+ 90

17

(convertitore catalitico)

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > gestione motore

gestione
DESCRIZIONE FUNZIONALE

motore
E inoltre presente una funzione particolare che gestisce il collegamento col body computer attraverso un segnale bidirezionale per la
linea CAN che comprende:

Limpianto Bosch Motronic ME7.3H4 (centralina a tecnologia microibrida) a farfalla motorizzata appartiene alla categoria dei sistemi
integrati di accensione e di iniezione elettronica di tipo sequenziale
fasato.
Il sistema di alimentazione carburante privo di circuito di ritorno.
La centralina controlla elettronicamente la portata daria al regime di
rotazione impostato attraverso la farfalla elettronica, regola liniezione di carburante in modo che il rapporto (aria / carburante) sia sempre entro il valore ottimale, calcolando listante di accensione al fine
di permettere il funzionamento regolare del motore al variare dei
parametri ambientali e dei carichi applicati.
Il sistema di accensione di tipo statico con bobine singole pencil
coil, mentre i moduli di potenza sono contenuti allinterno della centralina.
Limpianto di controllo motore in grado di riconoscere i mutamenti che avvengono nel motore e di compensarli secondo funzioni
autoadattative che correggono i piani di carburazione e portata aria
mappati in centralina.
Esistono in particolare due funzioni adattative del piano di carburazione in funzione dellelettrovalvola antievaporativa (aperta o chiusa), pi un piano adattativo al minimo: questultimo in grado di
compensare in maniera efficace eventuali trafilamenti daria.
Lautoadattamento continuo del piano di carburazione permette di
avere in ogni condizione di temperatura e quota la corretta quantit
di carburante.
In conseguenza di ci, necessario dopo ogni intervento guidare la
vettura per almeno 15 minuti nelle varie condizioni di esercizio, allo
scopo di far memorizzare alla centralina eventuali mutazioni avvenute nel sistema e terminare ladattamento.
Le funzioni principali del sistema sono essenzialmente le seguenti:

temperatura motore per quadro strumenti (output)


tensione batteria (output)
spia massima temperatura motore per quadro strumenti (output)
spia pressione olio motore per quadro strumenti (output)

velocit vettura (input) + odometro (input)


antifurto Fiat Lancia Code (input / output)

stato chiave

segnale consumometro per trip computer (output)

TI

segnale livello carburante (input)

SISTEMA DI INIEZIONE

AN

Le condizioni essenziali che debbono sempre essere soddisfatte


nella preparazione della miscela aria / combustibile per il buon funzionamento dei motori ad accensione comandata sono principalmente:

la dosatura (rapporto aria / carburante) deve essere mantenuta


il pi possibile costante vicina al valore stechiometrico, in modo
da assicurare la necessaria rapidit di combustione, evitando inutili consumi di carburante.

regolazione tempi di iniezione

SE

la omogeneit della miscela, composta da vapori di benzina, diffusi nellaria il pi finemente ed uniformemente possibile.

regolazione anticipi di accensione

controllo arricchimento in accelerazione

Ubicazione centralina

gestione regime di minimo


(anche in funzione della tensione batteria)
limitazione massimo regime motore
controllo combustione con sonda lambda
recupero vapori benzina
controllo elettroventole
collegamento con centralina cambio automatico
attacco / stacco impianto climatizzazione
autodiagnosi

18

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > gestione motore

Limpianto di iniezione - accensione utilizza un sistema di misura


indiretta del tipo SPEED DENSITY-LAMBDA, ovvero velocit angolare di rotazione, densit dellaria aspirata e controllo del titolo della
miscela (controllo in retroazione).
In pratica, limpianto utilizza i dati di regime motore (numero di giri
al minuto) e densit dellaria (pressione e temperatura) per misurare
la quantit di aria aspirata dal motore.
La quantit di aria aspirata da ogni cilindro per ogni ciclo motore
dipende, oltre che dalla densit dellaria aspirata, anche dalla cilindrata unitaria e dallefficienza volumetrica.
Per densit dellaria si intende quella dellaria aspirata dal motore e
calcolata in funzione della pressione assoluta e della temperatura,
entrambe rilevate nel collettore di aspirazione.
Per efficienza volumetrica si intende quel parametro relativo al coefficiente di riempimento dei cilindri rilevato in base alle prove sperimentali fatte sul motore in tutto il campo di funzionamento e successivamente memorizzate nella centralina elettronica.
Stabilita la quantit di aria aspirata, il sistema deve fornire la quantit
di carburante in funzione del titolo di miscela desiderato.
Limpulso di fine iniezione o fasatura di erogazione contenuto in
una mappa memorizzata in centralina ed variabile in funzione del
regime motore e della pressione nel collettore di aspirazione.
In pratica si tratta delle elaborazioni che la centralina elettronica esegue per comandare lapertura sequenziale e fasata dei quattro iniettori, uno per cilindro, per una durata strettamente necessaria a formare la miscela aria - benzina pi prossima al rapporto stechiometrico.
Il combustibile viene iniettato direttamente nel collettore in prossimit delle valvole di aspirazione ad una pressione di circa 3,5 bar.
La velocit (numero di giri al minuto) e la densit dellaria (pressione
e temperatura) vengono utilizzate per misurare la quantit di aria
aspirata, stabilita la quale viene dosata la quantit di combustibile in
funzione del titolo di miscela desiderato.
Gli altri sensori presenti nel sistema (temperatura liquido refrigerante, posizione valvola a farfalla, tensione di batteria, ... ecc.) permetto-

no alla centralina elettronica di correggere la strategia di base per


tutte le particolari condizioni di funzionamento del motore.
Fare in modo che il rapporto aria - carburante oscilli attorno a valori
stechiometrici la condizione indispensabile sia per un corretto e
duraturo funzionamento della marmitta catalitica sia per la riduzione
delle emissioni inquinanti.

regime di rotazione del motore

valore di pressione assoluta (mmhg)


rilevata nel collettore di aspirazione

SISTEMA DI ACCENSIONE

AN

TI

Il circuito di accensione a scarica induttiva di tipo statico, cio senza


il distributore ad alta tensione, con moduli di potenza posti allinterno della bobina di accensione.
Il sistema prevede bobine doppie collegate alle candele tramite cavi.
Il primario di ciascuna bobina collegato al rel di potenza (quindi
alimentato dalla tensione di batteria) ed ai pin dellunit di comando
elettronico per il collegamento di massa.
Lunit elettronica, superata la fase di avviamento, gestisce lanticipo
base ricavato da apposite mappature.
Il valore di anticipo viene corretto in funzione delle temperature del
liquido di raffreddamento motore, dellaria aspirata, della detonazione e della posizione farfalla.

22

20
19

SE

21

23

Dettaglio componenti

COMPONENTI IMPIANTO

5
7

18
17
16

15
14

25

13
12

11

26

01.Modulo controllo motore


02.Batteria
03.Commutatore di avviamento
6
04.Teleruttore impianto controllo
motore
8
05.Teleruttore elettropompa combustibile
06.Elettropompa combustibile
07.Teleruttore/i elettroventola radiatore
10
08.Elettroventola radiatore
09.Teleruttore inserimento compressore
10.Compressore
24
11.Elettroiniettori
12.Candele di accensione
13.Bobina daccensione
14.Elettrovalvola lavaggio filtro e car27
boni
28 15.Sonda Lambda (pre-catalizzatore)
29 16.Sonda Lambda (post-catalizzatore)
30 17.Sensore temperatura liquido refrigerante

31

19

18.Accelerometro scocca
19.Sensore detonazione
20.Attuatore comando farfalla e sensore posizione farfalla
21.Sensore regime motore e PMS
22.Sensore fase iniezione
23.Sensore pressione assoluta temperatura aria
24.Interruttore pressione olio
25.Body computer
26.Centralina code (tramite rete CAN)
27.Presa diagnostica (tramite rete
CAN)
28.Contagiri (tramite rete CAN)
29.Lampada avaria (tramite rete CAN)
30.Tachimetro (tramite rete CAN)
31.Pulsante city per servo guida (tramite rete CAN)

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > gestione motore

Collettore carburante

Caratteristiche elettriche
La resistenza delliniettore pu essere misurata scollegando il collettore e collegando un ohmetro.

Il collettore del carburante, la cui funzione quella di ripartire il carburante agli elettroiniettori, incorpora le sedi per gli elettroiniettori e
la valvola di spurgo aria.
Lingresso carburante realizzato tramite un attacco rapido.
Poich limpianto del tipo returnless, non presente la tubazione
di ricircolo carburante.

Valore della resistenza

Complessivo collettore

14,5 5 Ohm

Funzionamento
I getti di carburante alla pressione differenziale di 3,5 bar escono dalliniettore polverizzandosi istantaneamente e formando due coni di
propagazione.
La logica di comando degli iniettori del tipo sequenziale fasato. I
quattro iniettori, cio, vengono comandati secondo la sequenza di
aspirazione dei cilindri del motore, mentre lerogazione pu iniziare
per ogni cilindro gi nella fase di espansione fino alla fase di aspirazione gi iniziata.

Corpo farfallato motorizzato

TI

E montato sul cassoncino di aspirazione e regola la quantit di aria


aspirata dal motore.
La centralina di iniezione, in funzione del segnale proveniente dal
potenziometro pedale acceleratore, comanda lapertura della farfalla
tramite un motorino a corrente continua integrato nel corpo della
farfalla.
Lapertura della farfalla avviene da 0 a 80, comprendendo quindi
anche la regolazione del regime del minimo.
Il corpo farfallato dotato di due potenziometri integrati in modo
tale che uno controlli laltro e viceversa.
In caso di avaria dei due potenziometri, oppure in mancanza dellalimentazione, in funzione della posizione del pedale acceleratore la
centralina ridurr la coppia motrice come segue:

Elettroiniettori

AN

Gli elettroiniettori a doppio getto (con spray inclinato rispetto allasse delliniettore) sono specifici per motori a quattro valvole per cilindro e consentono infatti di poter dirigere opportunamente i getti
verso le due valvole di aspirazione.
Liniettore del tipo top-deed, con alimentazione del carburante
dalla parte superiore del corpo, dove anche alloggiato lavvolgimento elettrico collegato ai terminali del collettore (A).
Quando lavvolgimento viene percorso da corrente, il campo magnetico che si crea attira lotturatore determinando lapertura delliniettore ed il passaggio di carburante.
Due anelli assicurano la tenuta lato collettore carburante (B) e lato
collettore di aspirazione (C).
Una tacca (D) determina la posizione angolare delliniettore e la corretta direzione dei getti rispetto alle valvole di aspirazione.

pedale premuto a fondo - taglio dellalimentazione a uno o pi


pistoni, fino a raggiungere un regime massimo di 2.500 giri / min

SE

pedale nelle posizioni intermedie - taglio dellalimentazione a uno o


pi pistoni fino a raggiungere un regime inferiore a 1.200 giri / min

Iniettore doppio getto

La sostituzione del corpo farfallato o della centralina di iniezione o


del cassoncino capacit aria richiederanno lesecuzione della procedura di autoapprendimento.

Farfalla motorizzata

20

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > gestione motore

Funzionamento
La gestione dellapertura della farfalla avviene attraverso un motorino a comando elettronico.
Il sistema ME73H4 pilota la farfalla motorizzata in base alla richiesta
del pedale acceleratore; ad esso connesso un potenziometro che
invia un segnale di tensione alla centralina.

Funzionamento
Per lelemento NTC relativo allimpianto di iniezione, la tensione di
riferimento di 5 V. Poich il circuito di ingresso in centralina progettato come divisore di tensione, questa ripartita tra una resistenza presente nella centralina e la resistenza NTC del sensore.
Ne consegue che la centralina in grado di valutare le variazioni di
resistenza del sensore attraverso i cambiamenti della tensione ed
ottenere cos linformazione di temperatura.

Bobine di accensione
Impianto con 4 bobine singole (pencil coil), con stadi finali integrati
nel modulo gestione motore, inserite direttamente sulle candele tramite gli attacchi candela.

Sezione sensore/Ubicazione sensore

Caratteristiche elettriche
resistenza circuito primario

0,5 Ohm 10% a 23 C

resistenza circuito secondario

6.300 Ohm 10% a 23 C

Bobina

TI

AN

1. Resistenza NTC
2. Corpo sensore
3. Connettore elettrico

Sensore detonazione

Il sensore di detonazione, di tipo piezoelettrico, montato sul basamento e rileva lintensit delle vibrazioni provocate dalla detonazione nelle camere di scoppio.
Il fenomeno genera una ripercussione meccanica su un cristallo piezoelettrico che invia un segnale alla centralina, la quale provvede a
ridurre lanticipo di accensione fino alla scomparsa del fenomeno. In
seguito, lanticipo viene gradualmente ripristinato al valore base.

Sensore temperatura motore

Gradi (C)
-20
-10
0
10
20
25
30
40
50
60
70
80
90
100

SE

Emontato sul corpo del termostato e rileva la temperatura dellacqua a


mezzo di un termistore NTC (coefficiente di resistenza negativo).
La tabella seguente mostra la variazione del valore resistivo in funzione della temperatura.
Ohm ()
1.5971
9.620
5.975
3.816
2.502
2.044
1.679
1.152
807
576
418
309
231
176

Caratteristiche elettriche
Sensore detonazione

21

resistenza 4,9 Mohm 20%

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > gestione motore

Funzionamento
Le molecole di un cristallo di quarzo sono caratterizzate da una polarizzazione elettrica.
In condizioni di riposo (A) le molecole non possiedono un orientamento particolare.
Quando il cristallo sottoposto ad una pressione o ad un urto (B),
esse si orientano in modo tanto pi marcato quanto pi elevata la
pressione cui il cristallo sottoposto.
Tale orientamento produce una tensione ai capi del cristallo.

Funzionamento
Il flusso magnetico creato dal magnete (3) subisce, a causa del passaggio dei denti della ruota fonica, delle oscillazioni conseguenti alla
variazione di traferro.
Tali oscillazioni inducono una forza elettromotrice nellavvolgimento
(2), ai cui capi si viene a trovare una tensione alternativamente positiva (dente affacciato al sensore) e negativa (cava affacciata al sensore).
Segnale generato

Orientamento cristalli

(V)

1
1 0,5 mm

Sensore giri

(S)

1. Sensore
2. Segnale in uscita
3. Segnale corrispondente ai due denti mancanti
4. Puleggia albero motore con ruota fonica

AN

TI

E montato sul basamento e si affaccia sulla ruota fonica posizionata


sulla puleggia dellalbero motore.
E di tipo induttivo, ossia funziona mediante la variazione del campo
magnetico generata dal passaggio dei denti della ruota fonica (60 - 2
denti).

Il valore di picco della tensione in uscita dal sensore dipende, a parit


di altri fattori, dalla distanza tra sensore e dente (traferro).
Sulla ruota fonica sono ricavati 60 denti, 2 dei quali vengono asportati per creare un riferimento. Il passo della ruota corrisponde quindi
ad un angolo di 6 (360 diviso 60 denti).
Il punto di sincronismo riconosciuto alla fine del primo dente successivo allo spazio dei due denti mancanti. Quando questo dente
transita sotto il sensore, il motore si trova con la coppia di pistoni 1-4
a 114 prima del PMS.

La centralina di iniezione utilizza il segnale del sensore giri per:


determinare la velocit di rotazione del motore
determinare la posizione angolare dellalbero motore

resistenza 1.134 1.386 Ohm a 20 C

Caratteristiche elettriche

SE

La distanza prescritta (traferro) per ottenere segnali corretti tra lestremit del sensore e la ruota fonica deve essere compresa tra 0,5
1,5 mm.
Il sensore costituito da un astuccio tubolare (1) al cui interno si
trova un magnete permanente (3) ed un avvolgimento elettrico (2).

Sensore posizione acceleratore


Il pedale acceleratore dotato di due potenziometri integrati, uno
principale ed uno di sicurezza.
La centralina di iniezione attua le seguenti strategie di recovery nelle
seguenti condizioni:

Ubicazione sensore

in caso di avaria di uno dei due potenziometri la centralina utilizza la pista rimanente, senza limitare la coppia, e ne controlla la
plausibilit con linterruttore freno
in caso di completa avaria dei due potenziometri esclude lapertura della farfalla.

Funzionamento
Il sensore costituito da una carcassa fissata al supporto pedale
acceleratore, allinterno della quale, in posizione assiale, posto un
albero collegato al potenziometro a doppia pista.

22

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > gestione motore

Una molla ad elica sullalbero garantisce la giusta resistenza alla pressione mentre una seconda molla assicura il ritorno in rilascio.
Campo operativo da 0 a 70

Lelemento sensibile del sensore di pressione costituito da un circuito di misura (ponte di Wheatstone) serigrafato su una membrana
di materiale ceramico. Su una delle facce della membrana presente
il vuoto assoluto di riferimento, mentre sullaltra faccia agisce la
depressione presente nel collettore di aspirazione.
Il segnale (di natura piezo-resistiva) derivante dalla deformazione
che subisce la membrana, prima di essere inviato alla centralina di
controllo motore viene amplificato da un circuito elettronico contenuto nello stesso supporto che alloggia la membrana ceramica.
Il diaframma, a motore spento, flette in funzione del valore di pressione atmosferica. Si ha cos, a chiave inserita, lesatta informazione sullaltitudine.
Durante il funzionamento del motore, leffetto della depressione procura unazione meccanica sulla membrana del sensore, la quale flette facendo variare il valore delle resistenze.
Poich lalimentazione mantenuta rigorosamente costante (5 V)
dalla centralina, variando il valore delle resistenze varier anche il
valore della tensione in uscita.

arresto meccanico a 88

Sensore pedale acceleratore

SE

Ubicazione sensore

AN

Il sensore di pressione e temperatura aria aspirata un componente


integrato che ha la funzione di rilevare la pressione e la temperatura
dellaria allinterno del collettore di aspirazione.
Entrambe le informazioni servono alla centralina iniezione per definire la quantit di aria aspirata dal motore. Questa informazione
viene poi utilizzata per il calcolo del tempo di iniezione e del punto
di accensione.
Il sensore montato sul collettore di aspirazione ed costituito da
un termistore NTC (a coefficiente di temperatura negativo). La resistenza presentata dal sensore diminuisce allaumentare della temperatura.

MAP

(+)

(-)

TI

Sensore pressione assoluta e temperatura aria

Caratteristiche elettriche

T C

T C

-40

49.993

+60

0.578

-30

26.628

+70

0.419

-20

15.701

+80

0.309

-10

9.539

+85

0.263

5.959

+90

0.231

+10

3.820

+100

0.176

+20

2.509

+110

0.135

+25

2.051

+120

0.105

+30

1.686

+125

0.092

+40

1.157

+130

0.083

+50

0.810

m
4.750

140

Il circuito di ingresso centralina realizza una ripartizione della tensione di riferimento di 5 V tra la resistenza del sensore ed un valore fisso
di riferimento, ottenendo una tensione proporzionale alla resistenza
e, quindi, alla temperatura.

15
112.5

23

105
707.5

KPa
mmHg

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > gestione motore

Segnale velocit

Modulo gestione motore

Il segnale di velocit veicolo pu essere generato da un sensore di


Hall posizionato alluscita del differenziale. Per le vetture equipaggiate con ABS il segnale viene generato dalla centralina ABS ed inviato
alla centralina di controllo motore tramite rete CAN.

Ubicazione centralina

TI

Ubicazione sensore velocit (vettura senza ABS)

SE

AN

Il modulo montato nel vano motore sopra al corpo farfallato e resiste alle alte temperature.
La memoria del modulo del tipo flash eprom, ossia riprogrammabile dallesterno senza intervenire sullhardware.
La sostituzione del modulo di iniezione o del corpo farfallato richiede lesecuzione della procedura di autoapprendimento.

24

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > gestione motore

PIN-OUT CENTRALINA
Connettore lato motore (1)

1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.
14.
15.
16.
17.
18.
19.
20.
21.
22.
23.
24.
25.
26.
27.
28.
29.
30.
31.
32.
33.
34.
35.
36.
37.
38.
39.
40.
41.
42.
43.
44.
45.
46.
47.
48.
49.

Non collegato
Comando iniettore cilindro 3
Non collegato
Non collegato
Non collegato
Segnale sensore di pressione aria
+5 V sensori pressione aria / sensore di fase
Segnale sonda lambda (+) a monte del catalizzatore
Massa sensori di fase
Sensore giri motore
Massa attuatore valvola farfalla
Non collegato
Non collegato
Non collegato
Comando bobina cilindro 4
Comando bobina cilindro 2
Segnale sonda lambda riscaldata (-) a valle del catalizzatore
Comando iniettore cilindro 2
Non collegato
Non collegato
Segnale sensore detonazione
Non collegato
Ingresso segnale potenziometro farfalla 1
Non collegato
Massa sonda lambda a monte del catalizzatore
Massa sensore pressione e temperatura aria
Non collegato
Attuatore valvola farfalla (positivo)
Non collegato
Non collegato
Comando bobina cilindro 3
Comando bobina cilindro 1
Comando elettroventola lavaggio canister
Comando iniettore cilindro 4
Non collegato
Segnale sensore fase motore
Massa sensore detonazione
Segnale sensore temperatura acqua motore
Ingresso segnale potenziometro farfalla 2
Non collegato
Segnale sonda lambda (-) a calle del catalizzatore
Sensore giri motore
Massa attuatore valvola farfalla
Non collegato
Non collegato
Non collegato
Non collegato
Non collegato
Segnale negativo sonda lambda riscaldata (-) a monte del
catalizzatore

Connettore lato veicolo (2)


Pin

descrizione

descrizione

TI

Pin

Non collegato
Comando iniettore cilindro 1
Non collegato
Non collegato
Segnale sensore lineare condizionatore
Segnale sensore temperatura aria
Alimentazione (+5 V) potenziometro farfalla 1 e 2
Segnale sonda lambda a valle del catalizzatore
Massa potenziometro farfalla 1 e 2
Non collegato
Positivo attuatore valvola farfalla
Non collegato
Non collegato
Non collegato
Non collegato

50.
51.
52.
53.
54.
55.
56.
57.
58.
59.
60.
61.
62.
63.
64.

SE

AN

1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.
14.
15.
16.
17.
18.
19.
20.
21.
22.
23.
24.
25.
26.
27.
28.
29.
30.
31.
32.
33.
34.
35.

25

Non collegato
Linea K Body computer
Non collegato
Alimentazione (+5 V) potenziometro pedale acceleratore 2
Massa potenziometro pedale acceleratore 2
Non collegato
Segnale interruttore frizione
Segnale decelerazione cruise control
Segnale accelerazione cruise control
Non collegato
Rete CAN (High)
Non collegato
Non collegato
Comando teleruttore ventola 1a velocit
Non collegato
Non collegato
Alimentazione del teleruttore principale
Alimentazione diretta (+30)
Comando teleruttore principale
Segnale contagiri
Alimentazione (+5 V) potenziometro pedale acceleratore 1
Massa potenziometro pedale acceleratore 1
Non collegato
Non collegato
Segnale da contatto NA interruttore pedale freno
Non collegato
Non collegato
Rete CAN (Low)
Non collegato
Comando teleruttore ventola 2a velocit
Segnale accensione spia MIL
Non collegato
Alimentazione del teleruttore principale
Non collegato
Non collegato

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > gestione motore

Pin

descrizione

Pin

descrizione

36.
37.
38.
39.
40.
41.
42.
43.
44.
45.
46.
47.
48.
49.
50.
51.
52.
53.
54.
55.
56.
57.

Non collegato
Input segnale potenziometro acceleratore 2
Non collegato
Non collegato
Richiesta di inserimento condizionatore
Resume cruise control
Segnale pressione olio motore
Rete CAN (Low)
Non collegato
Non collegato
Comando rel inserimento compressore condizionatore
Non collegato
Non collegato
Alimentazione diretta dal rel principale
Non collegato
Segnale da commutatore di accensione (+15/54)
Linea W da Body computer
Segnale positivo sensore pressostato lineare condizionatore
Input segnale potenziometro acceleratore 1
Non collegato
Non collegato
Segnale da contatto NC interruttore freni

58.
59.
60.
61.
62.
63.
64.

Comando accensione cruise control


Non collegato
Rete CAN (High)
Non collegato
Comando teleruttore pompa benzina
Non collegato
Non collegato

A30

Bobina daccensione cilindro 1

B01
B02

Centralina di derivazione vano motore


Centralina di derivazione sotto pancia

C10
C20
C30
C40

Massa anteriore sinistra


Massa plancia lato passeggero
Massa plancia lato passeggero
Massa su motore

D04
D81

Giunzione anteriore / posteriore


Giunzione iniettori

E50
E5020
E6021
E8010

Quadro strumenti
Collegamento al circuito raffreddamento motore
Collegamento al circuito inserimento compressore
Connettore multiplo di diagnosi

F1
F11
F16
F17
F18
F21
F22
F37
F53

Fusibile principale
Fusibile attuatori
Fusibile modulo M10
Fusibile modulo M10
Fusibile modulo M10
Fusibile pompa benzina
Fusibile bobina e iniettori
Fusibile Body Computer
Fusibile Body Computer

SE

AN

TI

Vista connettori modulo gestione motore

26

H1

Commutatore accensione

I31
I50

Interruttore pedale frizione


Interruttore inerziale

K15
K16
K30
K43
K45
K46
K47
K50
K55
K73
K84

Sonda Lambda su pre-catalizzatore


Sonda Lambda su post-catalizzatore
Sensore (interruttore) insufficiente pressione olio
Sensore temperatura aria integrato
Sensore temperatura motore
Sensore giri
Sensore di fase
Sensore di battito
Potenziometro pedale acceleratore
Sensore accelerazione verticale
Sensore tachimetro

L10

Elettrovalvola recupero vapori combustibile

M01
M10

Boby computer
Centralina controllo motore

N40
N70
N75

Elettropompa combustibile e misuratore di livello


Elettroiniettori
Attuatore corpo farfallato integrato

R9
R10

Rel principale
Rel pompa benzina

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > gestione motore

TI

Vista cablaggio motore

Vista cablaggio iniettori

SE

AN

Vista cablaggio elettroventola

27

FIAT PUNTO

SE
28

Schemi elettrici gestione motore

AN

TI

1. motore benzina 1.2 16 V > gestione motore

FIAT PUNTO

SE
29

Schemi elettrici gestione motore

AN

TI

1. motore benzina 1.2 16 V > gestione motore

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

operazioni

manutenzione

Operazioni senza distacco del motore


Coperchio inferiore

Tirante inferiore

A
- Procedere con lo stacco della cinghia
comando alternatore / compressore condizionatore e del filtro aria completo del tubo
collettore combustibile unico, completo di
elettroiniettori.
- Rimuovere i tappi di protezione degli alberi
distribuzione su testa superiore (10).
- Ruotare lalbero motore nel senso di normale rotazione e montare un perno di centraggio (11).

AN

Supporto rigido lato distribuzione

Tappi e perni di centraggio

SE

Smontaggio
- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.
- Procedere con lo stacco della ruota anteriore destra, della protezione parapolvere vano
motore nel passaruota anteriore destro e del
passaruota supplementare.
- Posizionare un martinetto idraulico sotto il
cambio.
- Svitare la vite (1), il bullone (2) e rimuovere il
tirante inferiore di reazione (3) del gruppo
motopropulsore.

- Le suddette viti vanno posizionate al posto


della vite di fissaggio traversa inferiore radiatore alla scocca ed al posto della vite di fissaggio tirante inferiore di reazione gruppo
motopropulsore alla traversa della sospensione anteriore.
- Svitare i dadi e rimuovere il tassello elastico
supporto gruppo motopropulsore lato distribuzione.
- Allentare le viti di fissaggio supporto rigido
lato distribuzione del gruppo motopropulsore.
- Svitare le viti (6) e rimuovere il coperchio
superiore di protezione del comando distribuzione (7).

TI

CINGHIA DENTATA

- Rimuovere il martinetto idraulico da sotto il


cambio.
- Svitare la vite di fissaggio traversa inferiore
radiatore alla scocca.
- Montare una barra di supporto inferiore (4)
e fissarla con opportune viti (5).

Barra di supporto

4
11
10

5
5

- Svitare le viti precedentemente allentate e


rimuovere il supporto rigido lato distribuzione del gruppo motopropulsore.
- Svitare la vite (8) e rimuovere il coperchio
inferiore di protezione del comando distribuzione (9).

30

- Verificare che il grano di riferimento presente sulla puleggia conduttrice sia in posizione
opposta al sensore di giri.

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

- Allentare il dado (1) di fissaggio tenditore


mobile del comando distribuzione.
- Scalzare e rimuovere la cinghia comando
distribuzione.
Dado tenditore

Nota:

Massimo tensionamento

Quando entrambi gli attrezzi posizionati


nelle sedi delle candele raggiungono questa
posizione, il motore avr i pistoni in linea tra
loro, cio a met corsa utile, e il pistone del 1
cilindro in fase discendente, cio in aspirazione.

- Eseguire la rotazione dellalbero motore


procedendo gradatamente per evitare che il
perno degli attrezzi venga espulso dalla
compressione dei pistoni.
- Utilizzare lattrezzo (4) e allentare la vite di
fissaggio (5) della puleggia dentata condotta.

Rimozione puleggia

C
TI

- Scollegare le connessioni elettriche dalle


bobine di accensione.
- Rimuovere i cavi candela.
- Rimuovere le candele di accensione.

- Calzare la cinghia dentata comando distribuzione (6) procedendo in senso antiorario


ed a partire dalla puleggia conduttrice (7),
fino al completamento del giro-cinghia.

Tensionamento cinghia

12

Montaggio della cinghia

SE

Attrezzo di fasatura

AN

Montaggio
- Avvitare gli attrezzi di fasatura (2) nella sede
delle candele del cilindro n 1 e 2.
- Con piccoli spostamenti, ruotare lalbero
motore nel senso della normale rotazione,
fino a quando i particolari mobili (3) degli
attrezzi risultano allineati perfettamente tra
loro.

- Rimuovere gli attrezzi utilizzati per la fasatura.


- Utilizzare lattrezzo per il fermo della puleggia e serrare la vite di fissaggio della puleggia
dentata condotta.
- Far compiere due giri allalbero motore nel
senso della normale rotazione.
- Allentare il dado di fissaggio (12) del tenditore mobile e far coincidere lindice mobile
(10) con il riferimento fisso (11), trattenendo
sempre il tenditore con unidonea pinza a
becchi ricurvi per non scaricare bruscamente
la tensione del tenditore stesso.
- Una volta allineati i due riferimenti, serrare il
dado di fissaggio del tenditore mobile alla
coppia di 25 Nm.

11

7
- Utilizzando unidonea pinza a becchi ricurvi, ruotare il tenditore mobile del comando
distribuzione portandolo nella posizione di
massimo tensionamento, cio con il riferimento mobile (8) posizionato come appare
in figura, quindi serrare il dado (9) di fissaggio
del tenditore.

31

10

- Far compiere due giri allalbero motore nel


senso normale di rotazione, quindi riposizionare gli attrezzi per lallineamento dei pistone e per la fasatura degli alberi distribuzione
per una verifica finale della fasatura del
motore.
- Riporre nelle loro sedi le candele di accensione e serrarle alla coppia di 27 Nm.
- Riporre nelle loro sedi le bobine di accensione e fissarle con le relative viti.

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

Montaggio tirante inferiore

Montaggio supporto motore

1
1
3

- Rimuovere la barra di supporto inferiore utilizzata per sostenere in sicurezza il gruppo


motopropulsore.
- Serrare la vite di fissaggio traversa inferiore
radiatore alla scocca.
- Riporre nella sua sede il tirante inferiore di
reazione del gruppo motopropulsore (4) e,
quindi, fissarlo con il bullone (5) alla coppia di
72 88 Nm e con la vite (6) alla coppia di 114
126 Nm.

- Procedere infine con il riattacco del passaruota supplementare, della protezione parapolvere lato motore e della ruota anteriore
destra.

TI

SE

AN

- Collegare le connessioni elettriche alle


bobine di accensione.
- Serrare i tappi di protezione degli alberi
distribuzione su testa superiore alla coppia di
15 Nm.
- Procedere con il riattacco del tubo collettore combustibile unico, completo di elettroiniettori.
- Procedere con il riattacco del filtro aria completo e della cinghia alternatore / compressore condizionatore.
- Riporre nella sua sede il coperchio inferiore
di protezione del comando distribuzione e
fissarlo con la relativa vite.
- Riporre nella sua sede il supporto rigido
lato distribuzione gruppo motopropulsore e
fissarlo con le viti senza serrarle.
- Riporre nella sua sede il coperchio superiore di protezione del comando distribuzione e
fissarlo con le viti.
- Serrare le viti di fissaggio supporto rigido
lato distribuzione del gruppo motopropulsore.
- Riporre nella sua sede il tassello elastico del
gruppo motopropulsore lato distribuzione
(1) e fissarlo con i dadi (2) alla coppia di 45
55 Nm e (3) alla coppia di 41 50 Nm.

32

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

- Svitare il dado e scollegare il cavo di massa.


- Scollegare la connessione elettrica dal sensore di detonazione.
- Scollegare la connessione elettrica dallelettromagnete inserimento compressore condizionatore.
- Disimpegnare il cablaggio elettrico motore
dalle fascette sul cassoncino capacit aria,
quindi spostarlo lateralmente.
- Scollegare la valvola unidirezionale (10) dal
servofreno.

Rimozione connettori centralina

Smontaggio
testa superiore

- Procedere con lo stacco della batteria e del


relativo cestello di supporto.
- Allentare la fascetta e scollegare la tubazione aspirazione vapori olio motore dal coperchio punterie.
- Scollegare la tubazione aspirazione vapori
olio motore dal collettore di aspirazione.
- Allentare la fascetta e scollegare il manicotto
da filtro aria a collettore aspirazione, lato collettore aspirazione, e rimuoverlo.
- Allentare la fascetta (1) e scollegare il manicotto superiore (2) entrata liquido di raffreddamento al radiatore, lato termostato.

Valvola unidirezionale

10

Fascette da rimuovere

Connettore sensore pressione aria

Manicotto inferiore radiatore

- Disimpegnare la tubazione in depressione


per servofreno dalla fascetta.
- Allentare la fascetta e scollegare la tubazione di mandata liquido raffreddamento al
riscaldatore dellimpianto di climatizzazione,
lato testa cilindri.
- Disimpegnare il cablaggio elettrico motore
(11) dalle fascette.

TI

- Allentare la fascetta (3) e scollegare il manicotto inferiore (4) uscita liquido di raffreddamento da radiatore, lato radiatore.
- Scollegare la connessione elettrica della
sonda lambda a monte.
- Scollegare la connessione elettrica della
sonda lambda a valle.
- Scollegare la connessione elettrica dal sensore temperatura motore.

- Scollegare la connessione elettrica dallelettrovalvola vapori carburante.


- Svitare il dado e scollegare il cavo di massa
dal compressore del condizionatore.
- Scollegare la connessione elettrica (8) dal
sensore di pressione / temperatura aria aspirata e disimpegnare il relativo cablaggio elettrico dalla fascetta.
- Scollegare linnesto rapido (9) della tubazione di ricircolo vapori combustibile dal cassoncino capacit aria.

AN

Recuperare il liquido di raffreddamento


motore in un adatto recipiente.

Nota:

11

SE

1
3

9
- Svitare le viti inferiori e la vite superiore (12)
di fissaggio cassoncino capacit aria alla
testa cilindri.

8
- Scollegare la connessione elettrica dal
corpo farfallato motorizzato.
- Scollegare le connessioni elettriche (5) e (6)
dalla centralina dellimpianto iniezione /
accensione.
- Disimpegnare il cablaggio elettrico motore
dalla sua fascetta.
- Svitare il dado e scollegare il cavo di massa
(7) dalla centralina dellimpianto iniezione /
accensione.

- Scollegare la connessione elettrica dal sensore di giri.


- Scollegare la connessione elettrica dallinterruttore per spia pressione olio motore.
- Scollegare le connessioni elettriche dal
motorino di avviamento.

33

Viti collettore aspirazione

12

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

- Svitare le rimanenti viti superiori laterali (1)


e rimuovere il cassoncino capacit aria (2)
completo.
Rimozione collettore aspirazione

- Alzare leggermente la testa superiore ed


inserire un attrezzo per fare leva.
- Rimuovere la testa superiore unica.
- Rimuovere la relativa guarnizione.

Montaggio testa superiore

SE

Rimozione connettore sensore fase

AN

- Procedere con lo stacco della paratia paracalore del collettore di scarico e del convertitore catalitico e svitare la vite di fissaggio
tubo asta livello olio motore.
- Svitare i tappi di protezione, quindi svitare
le viti di fissaggio testa superiore.
- Rimuovere bobine e candele.
- Scollegare il connettore (3) del sensore di
fase.

TI

- Riporre nella sua sede una nuova guarnizione


per testa superiore unica.
- Riporre nella sua sede la testa superiore
unica.
- Rimuovere lattrezzo di ritegno punterie.
- Serrare le viti da M8 di fissaggio della testa
superiore unica alla coppia di 15 Nm.
- Serrare i tappi di protezione da M16 alla coppia di 15 Nm.
- Serrare la vite di fissaggio tubo asta livello olio
motore.
- Procedere con il riattacco del collettore e
della paratia paracalore.
- Riporre nella sua sede il cassoncino capacit
aria completo e fissarlo con le relative viti da
M6 alla coppia di 7 Nm.
- Fissare il cablaggio elettrico motore con le
relative fascette.
- Collegare la tubazione di mandata liquido di
raffreddamento al riscaldatore dellimpianto di
climatizzazione, lato testa cilindri, e serrare la
relativa fascetta.
- Fissare la tubazione di depressione per servofreno con la relativa fascetta.
- Collegare la valvola unidirezionale per servofreno al servofreno.
- Riporre nella sua sede il cablaggio elettrico
motore e fissarlo con le fascette sul cassoncino
capacit aria.
- Collegare la connessione elettrica allelettromagnete inserimento compressore condizionatore.
- Collegare la connessione elettrica al sensore
detonazione.
- Collegare il cavo di massa e fissarlo con il relativo dado.
- Collegare le connessioni elettriche al motorino di avviamento, serrare il relativo dado e
chiudere il coperchio di protezione.
- Collegare la connessione elettrica allinterruttore per spia pressione olio motore.
- Collegare la connessione elettrica al sensore
di giri.
- Collegare linnesto rapido della tubazione di
ricircolo vapori carburante al cassoncino capacit aria.
- Collegare la connessione elettrica al sensore
di pressione / temperatura aria aspirata e fissare il relativo cablaggio elettrico con la fascetta.
- Collegare il cavo di massa al compressore del
condizionatore e fissarlo con il relativo dado.
- Collegare la connessione elettrica allelettrovalvola vapori carburante.

- Fissare il cablaggio elettrico motore con la


relativa fascetta.
- Collegare il cavo di massa alla centralina dellimpianto di iniezione / accensione e fissarlo
con il relativo dado.
- Collegare le connessioni elettriche alla centralina dellimpianto iniezione / accensione.
- Collegare la connessione elettrica al corpo
farfallato motorizzato.
- Collegare la connessione elettrica al sensore
temperatura acqua motore.
- Collegare la connessione elettrica della sonda
lambda a valle.
- Collegare la connessione elettrica della sonda
lambda a monte.
- Collegare la connessione elettrica al sensore
albero a camme.
- Collegare il manicotto inferiore uscita liquido
raffreddamento da radiatore, lato radiatore, e
serrare la relativa fascetta.
- Collegare il manicotto superiore entrata liquido raffreddamento al radiatore, lato termostato, e serrare la relativa fascetta.
- Riporre nella sua sede il manicotto da filtro
aria a collettore aspirazione, quindi collegarlo
al collettore di aspirazione e serrare la relativa
fascetta.
- Collegare la tubazione di aspirazione vapori
olio motore al collettore di aspirazione.
- Collegare la tubazione di aspirazione vapori
olio motore al coperchio punterie e serrare la
relativa fascetta.
- Procedere con il montaggio del cestello di
supporto della batteria e della batteria stessa.
- Rifornire limpianto raffreddamento motore.

34

Smontaggio testata
- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.
- Con chiave di avviamento in posizione di
STOP, scollegare il morsetto negativo ed il
morsetto positivo della batteria (4).
- Svitare le due viti e rimuovere la staffa ritegno batteria (5).
- Rimuovere la batteria.
Rimozione batteria

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

- Sganciare le fascette di ritegno (1), svitare le


tre viti di fissaggio (2) del cestello (3) alla
scocca e al supporto motore.
- Rimuovere il cestello batteria.

- Rimuovere lo scudo termico con convertitore catalitico.


Rimozione scudo termico

Rimozione cestello batteria

- Utilizzare una staffa (12) e fissarla nel punto


indicato sul propulsore con una vite.
- Utilizzare lattrezzo (13) e ancorare il gancio
alla staffa.
- Svitare i dadi di fissaggio e rimuovere il tassello elastico supporto anteriore (14).
Rimozione tassello elastico supporto anteriore

3
14

12

TI

Rimozione filtro aria

- Scollegare la connessione elettrica della


sonda Lambda anteriore K40 (8) e posteriore
(9).
- Svitare i dadi di fissaggio (10) del collettore
/convertitore catalitico alla testa cilindri.
- Svitare i dadi di fissaggio del collettore
/convertitore alla tubazione di scarico.
- Svitare la vite di fissaggio della staffa supporto collettore /convertitore catalitico al
cambio.
- Rimuovere il collettore /convertitore catalitico (11).

AN

- Rimuovere la fascetta di fissaggio (4) e scollegare la tubazione di entrata aria corpo farfallato - (5) lato filtro aria.
- Rimuovere la fascetta di fissaggio (6) e scollegare la tubazione di entrata al collettore
carburante (7) lato filtro aria.
- Svitare le viti di fissaggio del gruppo filtro
aria.

Rimozione collettore / convertitore catalitico

SE

13

10

- Rimuovere la ruota anteriore destra.


- Svitare le viti di fissaggio e rimuovere il passaruota supplementare (15).
Rimozione passaruota supplementare

7
11

6
- Svitare le viti di fissaggio del riparo calore al
collettore di scarico.
- Svitare i dadi di fissaggio del riparo calore al
convertitore catalitico.

35

15

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

- Svitare le viti di fissaggio (1) e rimuovere il


supporto rigido motore (2).

Rimozione carter inferiore cinghia

Rimozione puleggia albero motore

Rimozione supporto rigido motore

10

1
6

- Rimuovere i tappi (11) protezione dellalbero distribuzione su sovratesta lato anteriore e


posteriore.
- Ruotare lalbero motore nel senso normale
di rotazione e inserire lattrezzo (12) di centraggio.

TI

Posizionamento attrezzo

AN
Rimozione cinghia

- Scollegare il sensore di giri motore K46.


- Svincolare dalle fascette di tenuta il cablaggio elettrico del sensore di giri e scansarlo.
- Svitare la vite di fissaggio (3) e rimuovere il
coperchio superiore di protezione comando
cinghia distribuzione (4).

- Allentare il dado inferiore di fissaggio (7)


dellalternatore.
- Allentare il dado superiore di fissaggio (8)
dellalternatore.
- Ruotare in senso orario lalternatore e sfilare la cinghia.

12

11

SE

Rimozione carter superiore cinghia

- Verificare che il grano di riferimento (13),


presente sulla puleggia conduttrice, sia in
posizione opposta al sensore di giri motore
(14).

Verifica riferimenti

13
14
- Svitare le viti di fissaggio (5) e rimuovere il
coperchio inferiore di protezione comando
cinghia distribuzione (6).

- Svitare le viti di fissaggio (9) e rimuovere la


puleggia dellalbero motore (10).

36

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

- Scollegare il connettore elettrico dellattuatore corpo farfallato, dellalimentazione


bobine, del sensore temperatura liquido
refrigerante e del sensore di fase.
- Svitare le viti di fissaggio (3) e rimuovere la
testa cilindri unica (4).
- Recuperare la guarnizione sottostante.

Montaggio testa cilindri

SE

Montaggio scudo termico

AN

Rimozione testa cilindri

- Collegare le connessioni rimosse.


- Montare e mettere in fase la cinghia dentata comando distribuzione.
- Montare la puleggia dei servizi su albero
motore e serrare le viti alla coppia di 25 Nm.
- Montare la cinghia comando alternatore e
regolarne la tensione.
- Montare il coperchio di protezione del
comando distribuzione.
- Montare il supporto rigido del gruppo
motopropulsore lato distribuzione.
- Montare il passaruota supplementare.
- Montare la ruota anteriore destra.
- Montare il tassello elastico del supporto
anteriore lato distribuzione del gruppo
motopropulsore.
- Montare il collettore di scarico con convertitore catalitico.
- Montare lo scudo termico collettore di scarico.

Rimozione cinghia distribuzione

Montaggio testata
- Montare la nuova guarnizione testa cilindri
sul basamento avendo cura di verificare che
sia dello stesso spessore di quella rimossa.
- La guarnizione della testa cilindri del tipo
ASTADUR.
- La guarnizione a causa dello speciale materiale di cui composta subisce un processo
di polimerizzazione durate il funzionamento
del motore, con conseguente indurimento
durante luso.
- Affinch avvenga il processori polimerizzazione necessario tenere la guarnizione
sigillata in busta di nylon e liberarla appena
prima del montaggio ed evitare di lubrificare
o sporcare con olio.
- Posizionare la testa cilindri (5) e serrare le
viti (6) alla coppia di 20 Nm seguendo lordine di serraggio indicato.
- Sempre mantenendo lo stesso ordine, completare il serraggio delle viti di fissaggio della
testa cilindri alla coppia di 30 Nm + 90 + 90.

TI

- Allentare il dado di fissaggio del tenditore


mobile (1) e scalzare la cinghia di distribuzione (2).

37

- Montare il tubo collettore combustibile


unico, completo di elettroiniettori.
- Montare il filtro aria completo.
- Montare il cestello batteria.
- Montare la batteria.
- Riempire il circuito di raffreddamento.
- Rimuovere la vettura dal ponte sollevatore.

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

Operazioni con distacco del motore


sostegno sul collettore di aspirazione la
tubazione e posizionarla a lato.
- Svitare le viti di fissaggio (12) e posizionare
a lato le tubazioni rigide del compressore
(13) svincolandole dalle relative mollette di
ritegno.

Rimozione filtro aria

RIMOZIONE MOTORE
DALLA VETTURA

Svincolo tubazioni rigide

Smontaggio

- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.


- Rimuovere le ruote anteriori.
- Svitare le viti di fissaggio e rimuovere il passaruota supplementare.
- Con chiave di avviamento in posizione di
STOP, scollegare il morsetto negativo ed il
morsetto positivo della batteria.
- Svitare le due viti e rimuovere la staffa ritegno batteria.
- Rimuovere la batteria.
- Sganciare le fascette di ritegno (1), svitare le
tre viti di fissaggio (2) del cestello (3) alla
scocca e al supporto motore.
- Rimuovere il cestello batteria.

12
4

TI

13

- Aprire il coperchio di protezione della centralina portarel alloggiata nel vano motore
lato sinistro vettura e scollegare i connettori
elettrici (14, 15 e 16).

Rimozione manicotti

Scollegare connessioni elettriche

SE

- Posizionare un idoneo recipiente per il recupero del liquido refrigerante al di sotto della
vettura in corrispondenza del manicotto
inferiore radiatore.
- Scollegare il manicotto superiore (9) e inferiore (10) lato radiatore rimuovendo la fascette di fissaggio (11).

AN

Rimozione cestello

12

10

11
11

14
- Rimuovere la fascetta di fissaggio (4) e scollegare la tubazione di entrata aria corpo farfallato - (5) lato filtro aria.
- Rimuovere la fascetta di fissaggio (6) e scollegare la tubazione di entrata al collettore
carburante (7) lato filtro aria.
- Svitare le viti di fissaggio del gruppo filtro
aria (8).

16
15
- Scollegare la giunzione intermedia della
tubazione di degasaggio impianto di raffreddamento motore; svincolare dalle staffette di

38

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

- Svitare il dado di fissaggio (1) dei cavi del


polo positivo batteria.
Rimozione fissaggio cavi batteria

- Svitare il dado di fissaggio (6) e scollegare il


cavo massa su motore C40 (7)
- Scollegare il connettore elettrico L20 (8)
dallinterruttore luci di retromarcia.

Recupero carburante

13

Rimozione connessione

6
11
7
12

- Svitare le viti di fissaggio (2) della staffa di


supporto delle trasmissioni flessibili di selezione e innesto marce (3).

- Scollegare la tubazione (14) dellimpianto


antievaporazione e la tubazione (15) di mandata carburante dal serbatoio.

Rimozione tubazioni

Rimozione fissaggi staffa

AN

- Scalzare la tubazione del depressore servofreno e liberarla dalla fascetta di ritegno.


- Rimuovere le fascette di fissaggio (9) e scollegare le tubazioni di mandata/ritorno liquido refrigerante al riscaldatore (10) lato riscaldatore; svincolare le tubazioni dalle fascette
di ritegno.

SE

- Svitare le viti di fissaggio (4) e rimuovere il


cilindro operatore frizione (5).

- Svitare le viti (16) di fissaggio del riparo


calore al collettore di scarico.
- Svitare i dadi (17) di fissaggio del riparo
calore al convertitore catalitico.
- Rimuovere lo scudo termico con convertitore catalitico.

Rimozione cilindro operatore frizione

15

Rimozione tubazioni refrigerante

14

TI

10

Rimozione scudo termico

10

- Rimuovere il tappo di protezione (11) della


valvola di sfiato del connettore carburante
(12).
e utilizzando lattrezzo (13) scaricare la pressione combustibile.
- Recuperare il combustibile in un idoneo
recipiente tramite il raccordo a innesto rapido.

39

16

17

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

- Scollegare la connessione elettrica della


sonda Lambda anteriore K40 (1) e posteriore
(2).
- Svitare i dadi di fissaggio (3) del collettore
/convertitore catalitico alla testa cilindri.
- Svitare i dadi di fissaggio (4) del collettore
/convertitore alla tubazione di scarico.
- Svitare la vite di fissaggio della staffa supporto collettore /convertitore catalitico al
cambio.
- Rimuovere il collettore /convertitore catalitico (5).

- Scansare la tubazione di scarico dal collettore/convertitore di scarico.


- Svitare il dado di fissaggio della testina snodata tirante scatola sterzo al montante
mozza anteriore.
- Separare la testina (10) dal montante mozzo
anteriore utilizzando lestrattore testine (11).
- Svitare i bulloni di fissaggio dellammortizzatore al montante mozzo anteriore.

Rimozione fissaggio tirante di reazione

15

14

Scomposizione sospensione

Rimozione collettore /convertitore catalitico

3
10

- Abbassare il ponte sollevatore e posizionare una pedana sotto il gruppo motopropulsore


- Posizionare un apposito anello (16) in corrispondenza del prigioniero (17) posto al di
sotto del compressore condizionatore ed un
anello (18) sulla campana del cambio.
- Imbracare il motore in corrispondenza degli
anelli posizionati in precedenza, utilizzando
un sollevatore idraulico dotato di apposite
catene e ganci.
- Sollevare leggermente il motopropulsore e
assicurarsi che le funi abbiano lo stesso tensionamento.

11

TI

5
4

AN

- Eseguire le medesime operazioni per


entrambi i montanti mozzi anteriori.
- Svincolare dallammortizzatore anteriore il
cavo del sensore di giri ruota fonica impianto
ABS.
- Sollevare la vettura su ponte sollevatore.
- Rimuovere le fascette di fissaggio (12) delle
cuffie giunti scorrevoli (13) e scansare i
semiassi.

Rimozione fascette cuffia

SE

- Svitare la vite di fissaggio (6) della staffa


centrale supporto tubazione di scarico (7).
- Svitare la vite di fissaggio (8) della staffa
anteriore supporto tubazione di scarico (9).

Imbarcamento propulsore

18

16

17

Rimozione staffe tubazioni scarico

13

12

7
6

- Svitare la vite di fissaggio (14) del tirante di


reazione (15) sulla traversa anteriore.

40

- Svincolare dalle fascette di ritegno su scocca, il tratto di tubazione di degasaggio, da


vaschetta di espansione a raccordo intermedio.

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

1
2

- Svitare il dado di fissaggio del supporto


motore al tassello elastico lato cambio (3).

TI

Rimozione supporto lato cambio

serrare le relative viti da M8 alla coppia di 18


Nm.
- Posizionare le trasmissioni flessibili di selezione e innesto marce e avvitare le viti di fissaggio
della staffa supporto dei flessibili stessi.
- Calzare le testine snodate delle trasmissioni
flessibili sulle leve comando.
- Avvitare il dado di fissaggio dei cavi del
polo positivo batteria.
- Collegare i connettori elettrici della centralina teleruttori B1a, B1b e B1c e chiudere il
coperchio di protezione.
- Montare le tubazioni del compressore e fissarle con le viti.
- Collegare le giunzione intermedia della
tubazione di degasaggio impianto di raffreddamento motore; vincolare alle staffette di
sostegno sul collettore di aspirazione la
tubazione stessa.
- Collegare il manicotto inferiore e superiore
al radiatore e fissarli con le fascette di ritegno.
- Montare il filtro aria completo.
- Montare il cestello batteria.
- Collegare la batteria.
- Montare le ruote anteriori.
- Montare il passaruota supplementare.
- Rifornire limpianto di raffreddamento
motore.
- Rimuovere la vettura dal ponte sollevatore.

Rimozione supporto lato distribuzione

zione a non danneggiare i componenti limitrofi.


- Serrare alla coppia di 90 Nm il dado di fissaggio da M12X1.25 del supporto motore al
tassello elastico lato cambio.
- Serrare alla coppia di 50 Nm i dadi di fissaggio del supporto motore al tassello elastico
lato distribuzione.
- Rimuovere il sollevatore idraulico utilizzato
per lo stacco del motopropulsore e le staffe
utilizzate per lancoraggio dai ganci.
- Vincolare alle fascette di ritegno su scocca, il
tratto di tubazione di degasaggio, da vaschetta di espansione a raccordo intermedio.
- Alzare il ponte sollevatore e montare il
tirante di reazione sulla traversa sospensioni
fissandolo con la relativa vite da M12X1.25
alla coppia di 120 Nm.
- Montare i due semiassi sul differenziale e
montare le fascette di ritegno delle cuffie
giunto scorrevole.
- Serrare alla coppia di 75 Nm i bulloni di fissaggio da M10X1.25 dellammortizzatore al
montante mozzo anteriore ed eseguire la
medesima operazione per lammortizzatore
rimanente.
- Vincolare allammortizzatore anteriore in
cavo del sensore di giri ruota fonica impianto
ABS.
- Calzare la testina snodata del tirante scatola sterzo sul montante mozzo anteriore.
- Ripetere loperazione per il tirante scatola
sterzo rimanente.
- Serrare in dado di fissaggio da M10X1.25
del tirante sterzo al montante mozzo alla
coppia di 32 Nm, svitare il dado di 90 quindi
riserrarlo alla coppia di 40 Nm; eseguire la
medesima operazione anche per il tirante
sterzo rimanente.
- Posizionare la tubazione di scarico del collettore /convertitore di scarico e serrare le viti
di fissaggio staffe di supporto anteriore m8
alla coppia di 25 Nm e centrale da M10X1.25
alla coppia di 50 Nm.
- Montare il collettore di scarico con convertitore di scarico.
- Montare lo scudo termico collettore di scarico.
- Collegare la tubazione dellimpianto antievaporazione e fissarla con la relativa fascetta.
- Collegare linnesto rapido della tubazione
da mandata/ritorno liquido refrigerante al
riscaldatore lato riscaldatore e fissarle con le
relative fascette di tenuta .
- Collegare la tubazione del depressore e fissarla con la fascetta di tenuta.
- Collegare il cavo massa C40 su motore e fissarlo con il dado.
- Collegare il connettore elettrico dellinterruttore luci retromarcia L20.
- Posizionare il cilindro operatore frizione e

- Svitare i dadi di fissaggio (1) del tassello elastico (2) al supporto motore lato distribuzione.

SE

AN

- Abbassare con cautela il gruppo motopropulsore e adagiarlo sulla pedana.

Montaggio
- Manovrare lentamente il sollevatore idraulico e posizionare il gruppo motopropulsore
allinterno del vano motore prestando atten-

41

REVISIONE MOTORE
Scomposizione
- Operazioni da intendersi con motore posizionato su cavalletto di revisione e testata gi
rimossa.
- Rimuovere lanticoppia per il ritegno volano
motore.
- Rimuovere le viti di fissaggio (4) e rimuovere il disco frizione (5).
Rimozione disco frizione

4
5

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

- Posizionare lattrezzo di bloccaggio albero


motore, come indicato in figura.

Nota:
Operare con lattrezzo di ritegno volano
motore.

- Svitare la vite (8) e rimuovere il tubo rigido


entrata pompa acqua motore (9) completo di
anello di tenuta
- Svitare le viti (10) ed il dado (11) e rimuovere la pompa acqua (12).

Montaggio flangia

Rimozione pompa acqua

19

- Svitare la vite di fissaggio (1) dellingranaggio albero motore e rimuoverlo (2).

10

Rimozione ingranaggio albero motore

12

TI

- Rimuovere il filtro olio (13) con un idoneo


attrezzo.
- Rimuovere il trasmettitore pressione olio
motore (14).
- Svitare le viti (15) e rimuovere il coperchio
anteriore basamento (16) con integrata la
pompa olio, completo di paraolio anteriore
albero motore (17) e il pescante (18).
- Rimuovere la guarnizione coperchio anteriore basamento

AN

Rimozione volano

11
- Svitare le viti di fissaggio (3) del volano
motore.
- Rimuovere il volano motore (4) unitamente
alla piastrina (5) ed al fermavolano precedentemente posizionato.

- Ruotare lalbero con la flangia fino a portare il pistone n1 e n4 al PMS.


- Svitare le viti (20) e rimuovere il cappello di
biella (21) dei cilindri n 1 e 4.
- Rimuovere i semicuscinetti di biella inferiori (22).
- Rimuovere i complessivi biella pistone
(23) dei cilindri n 1 e 4.
- Rimuovere i semicuscinetti di biella superiori (24).
- Procedere analogamente alla rimozione dei
pistoni e bielle dei cilindri n 2 e 3.
- Rimuovere la flangia.

Rimozione bielle stantuffi

20
21
22

Rimozione coperchio anteriore

SE

15

14

13

- Svitare le viti di fissaggio (6) e rimuovere il


coperchio posteriore dellalbero motore (7).
Rimozione coperchio

16

23

17
24
7

18

- Utilizzando delle viti di servizio montare la


flangia (19) per la rotazione dellalbero motore.

42

- Verificare, con un comparatore supportato


da idonea base magnetica, che il gioco assiale dellalbero motore rientri nei valori di
0.0550.265 mm.

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

Nota:

Separazione basamento

6
5
5

- Verificare lintegrit degli spruzzatori olio.


- Nel caso siano otturati rimuovere gli spruzzatori olio mediante un battitoio dacciaio
(7), inserire il foro di guida del battitoio sulla
superficie dellugello per evitare che il battitoio stesso possa scivolare durante loperazione di estrazione danneggiando la canna
cilindri.

SE

Montaggio spruzzatori

Nota:

- Utilizzando una riga metallica calibrata (10)


ed uno spessimetro (11), verificare la planarit del piano di appoggio testa cilindri-basamento.
- Qualora la misura non rientrasse nei valori
di < 0.1 mm rettificare il piano di appoggio
testa cilindri (12).

Verifica piano

il semicuscinetto di banco centrale incorpora


i semianelli di spallamento dellalbero motore.

Rimozione tappi

Verifica e Assemblaggio
- Lavare e controllare visivamente lintegrit
di tutti i componenti smontati.
- Montare i tappi di tenuta acqua/olio sul
basamento, utilizzando idonei introduttori e
spalmando idoneo sigillante.
- Montare mediante lintroduttore (8) ed un
martello in plastica i nuovi spruzzatori olio
(9).

TI

- In caso il valore del gioco assiale dellalbero


motore non rientri nei valori prescritti, al
rimontaggio rettificare le sedi sul basamento
motore ed utilizzare semianelli di spallamento (fissati al semicuscinetto di banco centrale) opportunamente maggiorati di 0.127
mm.
- Svitare le viti (1 e 2) e rimuovere il basamento inferiore con funzione di cappelli di banco.
- Rimuovere i semicuscinetti di banco inferiori (3).
- Rimuovere lalbero motore.
- Rimuovere i semicuscinetti di banco superiori (4).

di idonee catene e rimuovere il basamento


dalle staffe di sostegno; riporlo su di un
banco di lavoro.
- Scomporre pistoni con bielle al banco.
- Rimuovere gli anelli di tenuta con lestrattore.
- Posizionare il complessivo biella-stantuffo
sul supporto, quindi utilizzando una pressa
idraulica ed un idoneo battitoio estrarre il
perno dallo stantuffo.
- Staccare la pompa olio e verificarla al
banco.
- Rimuovere i tappi (5) delle camere liquido
di raffreddamento del basamento utilizzando un idoneo battitoio in acciaio.
- Rimuovere il tappo (6) del condotto di lubrificazione del basamento utilizzando un idoneo battitoio in acciaio.

AN

Verifica gioco assiale

12
10

Ogni qualvolta si esegue lo smontaggio degli


spruzzatori olio, questi ultimi non possono
essere riutilizzati ma devono essere sostituiti.

Smontaggio spruzzatori

3
11
3

7
- Rilevare il diametro delle canne cilindri
secondo lo schema e verificare che rientri nei
valori prescritti

- Imbracare opportunamente il basamento


motore con un martinetto idraulico munito

43

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

- Nel caso il valore del diametro dei perni di


banco non rientri nei valori prescritti rettificarli secondo la minorazione di 0.254 0508
mm.

Verifica parametri

Nota:
Lalbero motore e nitrurato; pertanto in caso
di rettifica deve essere sottoposto nuovamente ad un trattamento di nitrurazione
morbida e ad una successiva verifica dimensionale.

Serraggio basamento

70.800 70.810

Classe B

70.810 70.820

Classe C

70.820 70.830

In caso di alesatura, tutte le canne devono


subire la stessa maggiorazione.

- Pulire mediante pistola ad aria compressa i


fori di passaggio olio presenti sullalbero
motore.
- Eseguire il controllo di bilanciamento statico dellalbero motore appoggiando i perni di
banco su idonee parallele.
- Verificare che il diametro dei perni di banco
rientri nei valori prescritti.

47.982 47.988

Classe B

47.988 47.944

Classe C

47.944 48.000

- Rimuovere il basamento inferiore e controllare il gioco dei perni di banco rilevando la


larghezza del filo calibrato con un apposito
misuratore, questo gioco pari a 0.025
0.049 mm.

Nota:
Controllare un perno di banco alla volta
senza ruotare lalbero motore (6).
Verifica misure

1
- Applicare un cordone di sigillante dello
spessore di 2 mm sulla superficie di contatto
fra il basamento inferiore e basamento superiore.
- Procedere al montaggio definitivo del basamento inferiore serrando le viti di fissaggio.
- Rimontare i pistoni con biella.
- Pulire accuratamente gli stantuffi dai residui
carboniosi.

Diametro perni di banco (mm)


Classe A

Montaggio albero motore

SE

Nota:

- Verificare che lovalizzazione delle canne


cilindri rientri nei valori di 0.05 mm.
- Verificare che la conicit delle canne cilindri
rientri nei valori di 0.005 mm.
- Nel caso, la conicit o lovalizzazione delle
canne cilindri non rientrassero nei valori prescritti, alesare le canne cilindri secondo la
maggiorazione di 0.4 mm.

TI

Classe A

AN

Diametro canne cilindri (mm)

- Verificare che il diametro dei perni di biella


rientri nei valori di 41.990 42.008 mm.
- Nel caso il valore del diametro dei perni di
biella non rientri nei valori prescritti rettificarli secondo la minorazione di 0.254 0.508
mm.
- Controllare i cuscinetti di banco tenendo
presente che non si devono eseguire operazioni di adattamento sui semicuscinetti. Se si
riscontrano rigature o tracce di ingranamento occorre sostituirli.
- Montare i semicuscinetti di banco sulle sedi
del basamento superiore facendo coincidere
i fori per la lubrificazione ed osservando una
scrupolosa pulizia. Il semicuscinetto di banco
centrale ha integrati i semianelli di spallamento in quanto la sua funzione portantereggispinta.
- Qualora lalbero motore sia stato rettificato
montare dei semicuscinetti nuovi e maggiorati opportunamente, in modo da ripristinare
le condizioni iniziali di tolleranza.
- Montare lalbero motore (1) nellapposita
sede sul basamento superiore.
- Applicare il filo calibrato (Plasticage) (2) per
effettuare il rilievo del gioco de motore dei
perni di banco.

- Posizionare sul basamento inferiore i cuscinetti di banco.


- Montare il basamento inferiore su quello
superiore controllando che le sigle stampigliate sulle due parti del basamento corrispondano, in quanto le parti componenti il
basamento non sono intercambiabili.
- Serrare le viti (3) e le viti (4) di fissaggio del
basamento inferiore. Per il serraggio usare il
goniometro (5).

44

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

- Verificare che il diametro esterno degli stantuffi rientri nei valori prescritti; in caso contrario sostituire lo stantuffo completo di anelli
di tenuta e spinotto.

Utilizzando uno spessimetro (1) controllare il


gioco di accoppiamento tra gli anelli elastici
(2) e le relative cave sul pistone (3).

Punti di identificazione

Gioco assiale (mm)


Diametro esterno (mm)
Classe A

70.760 70.770

Classe B

70.770 70.780

Classe C

70.770 70.780

1 anello di tenuta

0 0.6

2 anello di tenuta

0 0.055

3 anello di tenuta

0 0.0055

Verifica misure

Nota:

Da misurare a 6mm dal bordo del mantello


stantuffo.

Spessore (mm)

A
TI

- Montare i complessivi biella-pistone (7)


completi di semicuscinetti utilizzando lintroduttore (8) per la compressione degli aneli
elastici e la successiva introduzione dello
pistone nella canna.

Introduzione anelli elastici

AN

- Posizionare lo stantuffo nella relativa canna


cilindri e utilizzando uno spessimetro verificare che il gioco rientri nei valori di 0.030
0.050 mm.
- Verificare che il diametro interno rientri nei
valori di 17.982 17.986, in caso contrario
sostituire lo spinotto con uno con uno maggiorato di 0.2 mm.
- Verificare che il diametro esterno dei perni
stantuffi rientri nei valori di 17.970 17.974
mm.
- Utilizzando un micrometro, misurare lo
spessore degli anelli di tenuta dello stantuffo.

- Verificare che il diametro della testa di biella e del piede di biella rientri nei valori prescritti.

1.170 1.190

Diametro
testa di biella (mm)

45.128 45.138

2 anello di tenuta

1.175 1.190

Diametro
piede di biella (mm)

17.939 17.956

SE

1 anello di tenuta

3 anello di tenuta

2.475 2.475

1 anello di tenuta

0.200 0.400

- Montare il gruppo pistoni perni e anelli, successivamente montare il gruppo pistoni e


bielle.
- Montare la pompa olio.
- Posizionare la flangia per la rotazione dellalbero motore.
- Ruotare lalbero motore con la flangia.
- I complessivi biella-pistoni vanno montati
secondo i seguenti riferimenti.
- (4) classe del pistone e freccia indicante il
lato distribuzione.
- (5) zona di stampigliatura del numero della
canna cilindro a cui appartiene la biella.
- (6) disassamento perno pistone.

2 anello di tenuta

0.250 0.450

Nota:

3 anello di tenuta

0.200 0.450

Maggiorazione anelli di tenuta (mm)


3 anello di tenuta 0.4

- Introdurre gli anelli di tenuta nella canna


cilindro ed utilizzando uno spessimetro verificare che la luce tra le estremit dellanello
rientri nei valori prescritti. In caso contrario
sostituire gli anelli di tenuta.
Luce (mm)

sul basamento sono ubicate le lettere distintive della classe di appartenenza delle canne
dei cilindri.

45

- Ruotare il motore sul cavalletto di revisione.


- Applicare il filo calibrato (Plasticage) per il
rilievo del gioco dei perni di biella.
Verifica gioco

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

- Montare i cappelli di biella (1) completi di


semicuscinetti (2) e fissarli con le relative viti
da M8 (3) alla coppia di 20 Nm + 40 utilizzando lattrezzo (4) per il serraggio ad angolo.

- Montare il trasmettitore pressione olio


motore (8) serrandolo alla coppia di 10 Nm.
Montaggio coperchio anteriore

Montaggio cappelli

8
3
1

2
6

- Montare il volano motore con la piastrina di


sicurezza e fissarlo con le viti da M8 alla coppia di 44 Nm.
- Posizionare lingranaggio sullalbero motore.
- Posizionare lattrezzo di bloccaggio albero
motore.
-Fissare lingranaggio albero motore mediante
la vite da M12X1.25 alla coppia di 20 Nm + 90.
- Montare lattrezzo fermavolano.
- Allineare il disco condotto per il montaggio
del complessivo frizione (11), utilizzando il
perno (12) di centraggio.
- Avvitare le viti (13) di fissaggio della frizione
al volano motore.
- Rimuovere lattrezzo di bloccaggio rotazione volano applicato in precedenza.

Montaggio frizione

13

- Montare il paraolio (9) sul coperchio anteriore albero motore utilizzando un introduttore idoneo.

TI

Montaggio paraolio

11

AN

- Rimuovere i cappelli di biella e controllare il


gioco dei perni di biella rilevando la larghezza del filo calibrato di 0.024 0.060 mm con
un apposito misuratore.
Verifica gioco

SE

- Montare il coperchio posteriore basamento


(10) e fissarlo mediante le viti serrandole alla
coppia di 10 Nm.

Montaggio coperchio posteriore

- Nel caso il valore rilevato non rientri nei


valori prescritti, sostituire i cuscinetti di biella.
- Montare nuovi cappelli di biella completi di
semicuscinetti e fissarli con le relative viti alla
coppia prescritta.
- Rimuovere la flangia dallalbero motore.
- Ruotare il motore sul cavalletto di revisione.
- Posizionare una nuova guarnizione (5) della
pompa olio.
- Montare il coperchio anteriore basamento
(6) con integrata la pompa olio, completo di
tromba di aspirazione e fissarlo con le relative viti M6X20 e M6X32 alla coppia di 10 Nm.
- Montare il filtro olio motore (7).

12
- Pulire i piani di contatto del basamento
inferiore e della coppa olio, rimuovendo i
residui del sigillante siliconico.
- Applicare in modo continuo senza interruzioni, il sigillante prescritto su tutto il perimetro della coppa del basamento come indicato in figura.
- Montare la coppa del basamento (14) e fissarla con le relative viti (15) da M6 alla coppia
di 10 Nm, e i dadi (16) da M6, alla coppia di 5
Nm.
Applicazione sigillante

14
16
10

15

46

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

- La messa in fase della distribuzione viene


eseguita con i quattro stantuffi in linea, cio a
met della corsa utile, pertanto indispensabile posizionare lalbero motore in fase con
gli alberi distribuzione. Un posizionamento
approssimativo si ottiene ruotando lingranaggio albero motore (1) fino a che il grano
di centraggio (2) posizionato dalla parte
opposta alla sede del sensore di giri PMS (3)
e con lo stantuffo del primo cilindro in fase
discendente, cio in aspirazione.

attrezzi. in tal modo gli alberi di distribuzione


risultano fasati.
Posizionamento attrezzi

Nota:
Per il serraggio procedere nellordine indicato di seguito.
Sequenza di serraggio testa cilindri

Messa in fase motore

- Rimuovere il coperchio di protezione degli


ingranaggi posteriori alberi posteriori di
distribuzione.
- Svitare i tappi laterali (4) della testa superiore.
Rimozione tappi

TI

- Rimontare il coperchio di protezione degli


ingranaggi posteriori alberi distribuzione.
- Montare i grani di centraggio sul basamento.
- Posizionare la guarnizione sul basamento
con la dicitura ALTO rivolta verso loperatore, avendo cura di non sporcare o lubrificare
la guarnizione ed i piano del basamento. I fori
indicati dalle frecce sono di diametro decrescente dal cilindro n 1 al n 4, in modo da
distribuire uniformemente il liquido refrigerante su tutto il basamento.

AN

lato aspirazione

lato scarico

- Posizionare la guarnizione della testa superiore sul piano di appoggio della testa cilindri.
- Posizionare gli attrezzi per ritegno punterie
al di sotto della testa superiore (10), quindi
posizionare questultima sulla testa cilindri e
sfilare gli attrezzi.
- Serrare alla coppia di 15 Nm le viti (11) da
M8x1, per il fissaggio della testata superiore.
- Rimontare i tappi (12) e serrarli alla coppia
prescritta.

Fissaggio testa superiore

SE

Guarnizione

12
11

B
4
- Posizionare gli attrezzi (5) nelle sedi dei
tappi precedentemente svitati, quindi ruotare gli alberi distribuzione sino a quando la
scanalatura (6) posta su ciascun albero di
distribuzione coincide con il perno (7) degli

10
- Posizionare la testa cilindri sul basamento
facendo coincidere i perni di centraggio.
- Serrare le viti di fissaggio testa cilindri (8) da
M9 x1,25 mm alla coppia di 30 Nm + 90 +
90, utilizzando lattrezzo (9) per il serraggio
ad angolo.

47

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

- Montare la puleggia di comando della


distribuzione accostando la relativa vite di
fissaggio.
- Posizionare gli attrezzi (1) nelle sedi della
candela dei cilindri n 1 e 2, avvitando i particolari (2) ad una coppia di 5 Nm.
- Ruotare lalbero motore nel normale senso
di rotazione, sino a quando la superficie (3)
presente sul particolare mobile dellattrezzo
allineata al piano (4) presente sul particolare fissato nella sede della candela. Quando
entrambi gli attrezzi posizionati nelle sedi
delle candele raggiungono questa condizione il motore avr i pistoni in linea tra loro,
cio a met della corsa utile.
- Posizionare i perni di riferimento (5) sugli
alberi a camme.

Montaggio cinghia distribuzione

Allineamento pistoni

- Ruotare il tenditore automatico portandolo


nella posizione di massimo tensionamento
(vedere procedura dedicata).
- Utilizzando lattrezzo (10) serrare alla coppia di 120 Nm la vite (11) da M12x1,25 di fissaggio della puleggia albero distribuzione.

8
7

Verifica messa in fase

14

13

12

TI

ditore con apposita pinza a becco per non


scaricare bruscamente la tensione del tenditore stesso.
- Una volta allineati i due riferimenti, serrare il
dado (14) di fissaggio del tenditore alla coppia prescritta.
- Far compiere altri due giri allalbero motore
nel normale senso di rotazione, quindi riposizionare gli attrezzi utilizzati per la fasatura
del motore e verificare che il motore sia in
fase.
- Rimontare i tappi sulla testa superiore e serrarli alla coppia di 25 Nm.

Serraggio puleggia

10
5

AN

11

SE

- Procedere al montaggio della cinghia di


comando distribuzione calzandola inizialmente sullingranaggio albero motore (6),
sulla puleggia pompa acqua (7), sulla puleggia comando distribuzione (8) ed infine sul
rullo tendicinghia (90).

- Rimuovere gli attrezzi precedentemente


posizionati per la fasatura e il bloccaggio
dell albero distribuzione e far compiere due
giri allalbero motore nel senso di rotazione
per assestare la cinghia di comando distribuzione.
- Allentare il dado del fissaggio del tenditore
e far coincidere lindice mobile (12) con il riferimento fisso (13) trattenendo sempre il ten-

48

- Rimontare il riparo superiore della cinghia


di comando distribuzione.
- Montare la puleggia di comando organi
ausiliari su albero motore e serrare le viti di
fissaggio alla coppia di 22 Nm.
- Montare il sensore di giri e PMS e fissarlo
con la relativa vite.
- Rimontare lastina livello olio motore.
- Rimontare il collettore di aspirazione completo di iniettori e corpo farfallato.
- Posizionare il cablaggio elettrico e collegare
le connessioni elettriche.
posizionare la parte interessata del cablaggio nellapposita canalina.
- Rimuovere il motore dal cavalletto di revisione e posizionarlo nel vano motore (vedere
operazione dedicata).

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

Montaggio

Complessivo pompa immersa

Smontaggio

- Accertarsi che la chiave di accensione sia in


posizione STOP e, quindi, scollegare il morsetto negativo della batteria.
- Sollevare il cuscino del sedile posteriore e
sollevare il rivestimento pavimento in modo
da poter accedere al complessivo della
pompa immersa.
- Svitare le viti (1) e rimuovere il coperchio di
protezione (2).
- Scollegare la connessione elettrica (3) dallelettropompa combustibile e misuratore di
livello.
- Scollegare linnesto rapido della tubazione
di mandata combustibile (4).
- Svitare la ghiera (5) utilizzando un attrezzo
adeguato (6).
- Rimuovere il complessivo pompa immersa
(7) completo di comando indicatore di livello.

2
5

Coperchio di protezione

POMPA CARBURANTE

- Riporre nella sua sede il complessivo


pompa immersa completo di comando indicatore di livello. La posizione di montaggio
obbligata.
- Riporre nella sua sede la ghiera e serrarla.
- Collegare linnesto rapido della tubazione
di mandata combustibile.
- Collegare la connessione elettrica allelettropompa combustibile e misuratore di livello.
- Riporre nella sua sede il coperchio di protezione e fissarlo con le relative viti.

- Riporre nella sua sede il rivestimento del


pavimento.
- Abbassare il cuscino del sedile posteriore.
- Ricollegare il morsetto negativo batteria.

SE

AN

TI

49

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

POMPA OLIO

e fissarla con il relativo tappo.


- Montare lingranaggio conduttore.
- Montare lingranaggio condotto.
- Montare il coperchio pompa olio e serrare
le viti da M6 alla coppia di 7 Nm.

Rimozione paraolio

Nota:

Smontaggio

Girare manualmente gli ingranaggi per controllare che non vi siano puntamenti.

Nota:
viene descritta considerando il motore staccato.

- Montare il pescante completo di guarnizioni.

Nota:
Il paraolio anteriore albero motore deve essere montato alla pompa olio sul basamento.

Montaggio

- Scomporre la pompa olio su un banco da


lavoro adeguato.
Scomposizione pompa

Rimozione complessivo pompa olio

AN

Nota:

1.Viti
2. Pescante
3. Guarnizione
4. Carter pompa olio
5. Ingranaggio condotto
6. Ingranaggio conduttore
7.Valvola limitatrice pressione olio

SE

- Rimuovere la guarnizione coperchio anteriore basamento (4).

- Posizionare una nuova guarnizione pompa


olio.
- Montare il coperchio anteriore basamento
con integrata la pompa olio, completa di
pescante e filtro olio, e fissarlo alla coppia di
10 Nm.
- Montare il paraolio sul coperchio anteriore
albero motore utilizzando un attrezzo inseritore adeguato.
- Posizionare lingranaggio sullalbero motore.
- Posizionare lattrezzo bloccaggio albero
motore.
- Fissare lingranaggio albero motore
mediante la relativa vite serrandola alla coppia di 20 Nm + 90.
- Applicare sul bordo esterno della pompa
acqua, in modo continuo e senza interruzioni, il sigillante prescritto.

Scomposizione e verifica

TI

- Svitare i dadi e le viti di fissaggio della


coppa olio al basamento.
- Utilizzando un attrezzo adeguato, tagliare
il sigillante siliconico lungo tutto il perimetro della coppa dellolio.
- Rimuovere la coppa olio motore.
- Rimuovere la pompa dellacqua.
- Posizionare lattrezzo per il fermo del volano, quindi svitare la vite di fissaggio dellingranaggio albero motore e rimuoverlo.
- Svitare le viti e rimuovere il coperchio
anteriore basamento (1) con integrata la
pompa olio, completo di paraolio anteriore
albero motore, pescante (2) e filtro olio (3).

- Verificare che il gioco radiale tra lingranaggio condotto ed il corpo pompa rientri nei
valori di 0.100 0.210 mm.
- Verificare che il gioco assiale tra il lato superiore ingranaggi ed il piano appoggio coperchio pompa olio rientri nei valori di 0.025
0.070 mm.
- Verificare che laltezza della molla per valvola limitatrice pressione rientri nei valori di 35
mm di altezza con un carico applicato di
117.3 125.1 Nm.
- Montare la valvola limitatrice pressione olio

50

Unire perfettamente la parte terminale del


cordone con quella iniziale.
- Montare la pompa e fissarla con le relative
viti e il dado alla coppia di 10 Nm.
- Pulire i piani di accoppiamento tra la coppa e
il basamento inferiore dai residui di sigillante.
- Applicare in modo continuo e senza interruzioni il sigillante prescritto su tutto il perimetro della coppa.

Nota:
Unire perfettamente la parte terminale del
cordone con quella iniziale.
- Montare la coppa basamento e serrare le viti
alla coppia di 10 Nm e i dadi alla coppia di 5 Nm.

Nota:
Attendere almeno unora dopo il montaggio
della coppa del basamento prima di effettuare il rifornimento con olio motore.

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

POMPA ACQUA

- Svitare le viti (4) e rimuovere il gruppo termostato (5).

Smontaggio

Rimozione manicotto superiore termostato

Nota:

Le operazioni vengono descritte considerando la cinghia della distribuzione rimossa.


- Allentare la fascetta e scollegare il manicotto inferiore uscita liquido raffreddamento dal
radiatore.

- Scollegare la connessione elettrica dallelettroventilatore raffreddamento radiatore.


- Allentare la fascetta e scollegare il manicotto superiore entrata liquido raffreddamento
radiatore.
- Svitare la vite di fissaggio elettroventilatore
raffreddamento radiatore alla scocca.
- Assicurare opportunamente il condensatore del condizionatore alla scocca.
- Svitare le viti di fissaggio condensatore (6)
allelettroventilatore raffreddamento radiatore.
Viti condensatore

Nota:

- Svitare le viti (1) e rimuovere la pompa


acqua (2).

Recuperare il liquido di raffreddamento in un


idoneo contenitore.

TI

Rimozione pompa acqua

Montaggio

Montaggio

AN

- Riporre nella sua sede il gruppo termostato


e fissarlo con le relative viti alla coppia di 10
Nm.
- Collegare il manicotto superiore entrata
liquido raffreddamento al radiatore, lato termostato, e serrare la relativa fascetta.
- Procedere con il riattacco del manicotto.
- Rifornire limpianto di raffreddamento
motore.

TERMOSTATO
Smontaggio
- Procedere con la rimozione del manicotto
dal filtro aria collettore aspirazione.
- Allentare la fascetta (3) e scollegare il manicotto superiore entrata liquido di raffreddamento al radiatore, lato termostato.

Nota:
Recuperare il liquido di raffreddamento in un
idoneo recipiente.

Rimozione radiatore

RADIATORE

SE

- Riporre nella sua sede la pompa acqua e fissarla con le viti alla coppia di 10 Nm.
- Collegare il manicotto inferiore uscita liquido raffreddamento da radiatore, lato radiatore, e serrare la relativa fascetta.
- Rifornire limpianto di raffreddamento
motore.

- Scollegare i manicotti superiore (7) e inferiore (8), rimuovendo le fascette di fissaggio.


- Scalzare il radiatore dai gommini di ritegno
posti sulla traversa di rinforzo.
- Estrarre il radiatore.

Smontaggio

- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.


- Accertarsi che la chiave di accensione sia in
posizione STOP, quindi scollegare il morsetto negativo della batteria.
- Procedere con lo stacco del filtro dellaria
completo e del paraurti anteriore.
- Allentare la fascetta e scollegare il manicotto inferiore uscita liquido raffreddamento da
radiatore, lato radiatore.

Nota:

Montaggio

Recuperare il liquido di raffreddamento in un


idoneo contenitore.
- Scollegare le connessioni elettriche dal resistore per elettroventilatore raffreddamento
motore.

51

- Montare il radiatore e calzarlo nei gommini


posti sulla traversa di sostegno.
- Collegare il manicotto inferiore e superiore
al radiatore e serrare la relative fascette.
- Serrare le viti di fissaggio condensatore al
radiatore.

FIAT PUNTO
1. motore benzina 1.2 16 V > operazioni manutenzione

- Procedere con il riattacco del paraurti anteriore e del filtro aria completo.
- Montare lelettroventilatore raffreddamento radiatore e la sua resistenza.
- Collegare la connessione elettrica allelettroventilatore.
- Collegare le connessioni elettriche al resistore per elettroventilatore.
- Collegare il morsetto negativo della batteria.
- Rifornire limpianto di raffreddamento
motore.
- Rimuovere la vettura dal ponte sollevatore.

- Svitare il tappo (1) dal serbatoio di espansione incorporato al radiatore.

Nota:
Effettuare loperazione a motore freddo, pericolo di ustioni.
- Posizionare un recipiente idoneo per il recupero del liquido refrigerante.
- Scollegare il manicotto (2) inferiore del
radiatore.
- Aprire gli spurghi (3 e 4) posti rispettivamente sul radiatore e sul manicotto di ritorno del riscaldatore.

RIEMPIMENTO E SPURGO

AN

TI

SE

Complessivo circuito e tappi di spurgo

- Preparare in un contenitore la miscela


acqua e antigelo al 50%.
- Collegare il manicotto (2) inferiore del radiatore.
- Versare lentamente il liquido nellapposito
bocchettone di rifornimento sul serbatoio di
espansione.
- Chiudere la vite di spurgo sul radiatore.
- Continuare con lintroduzione di liquido
fino a che non fuoriesca dallo spurgo posto
sul tubo di ritorno del riscaldatore.
- Chiudere la valvola di spurgo.
- ultimare il riempimento della vaschetta
espansione fino al filo del tappo, eccedendo
quindi eccedendo rispetto al riferimento
Max.
- Avvitare il tappo (4) del serbatoio di espansione.
- Accertarsi che il condizionatore non sia
inserito.
- Avviare il motore e mantenerlo al minimo
per 2 3 minuti.
- Eseguire periodicamente (ogni 30 secondi)
e gradualmente delle accelerate fino a 3.000
giri/min.
- Effettuare questa operazione fino ad ottenere almeno tre inserimenti dellelettroventola.
- Durante questa fase della procedura, il livello del liquido in vaschetta non deve mai
scendere sotto il livello di Min, se necessario,
svitare con cautela il tappo e rabboccare fino
al contrassegno Max.
- Chiudere il tappo della vaschetta espansione.
- Eseguire ulteriormente una serie di accelerate per un periodo di 10 minuti, portando il
motore a circa 4.500 giri/min.
- Arrestare il motore.
- A motore freddo verificare che il livello del
refrigerante nel serbatoio di espansione sia
in corrispondenza del riferimento Max.

52

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > dati tecnici

1bis. Motore 1.3 Multijet


dati tecnici
Motore turbodiesel, iniezione diretta senza precamera, 4 cilindri in
linea, 1.248 cc, quattro valvole per cilindro con punterie idrauliche,
due alberi a camme in testa con trasmissione del moto a ingranag-

gi, sovralimentazione aria con turbocompressore e intercooler,


impianto di iniezione elettronica Magneti Marelli MJD 6JF Common
Rail Multijet.

AN

TI

Vista motore

188A9000
4 in linea / 16 / 1.248 cm3
51 KW / 70 CV a 4.000 giri/min
180 Nm / 18,3 Kgm a 1.750 giri/min
69,6 mm
82 mm
1-3-4-2
18,1 0,4
830 50 giri/min
123 grammi / Km
in lega di alluminio e silicio
in ghisa suddiviso in due parti
in acciaio con 5 supporti di banco
2 alberi a camme in testa, punterie idrauliche
diretta Multijet Common Rail M. Marelli MJD 6JF
EURO 4
forzata con pompa a ingranaggi a lobi in asse
a liquido con circolazione forzata mediante pompa centrifuga

SE

Tipo motore
Numero cilindri/ valvole / cilindrata
Potenza
Coppia
Alesaggio
Corsa
Ordine di iniezione
Rapporto di compressione
Regime minimo
Emissioni CO2 allo scarico
Testa cilindri
Basamento
Albero motore
Distribuzione
Alimentazione
Antinquinamento
Lubrificazione
Raffreddamento

53

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > dati tecnici

GUARNIZIONE TESTATA

La testa cilindri di tipo monolitico in lega di alluminio e silicio, due


alberi a camme in testa, in ghisa sferoidale, alloggiati in una sovratesta; il comando a catena ad ingranaggi.
Le quattro valvole per cilindro, parallele e verticali, sono posizionate
nelle relative guidavalvola e comandate da bilancieri azionati dagli
eccentrici degli assi a camme e mantenuti a contatto delle valvole
tramite punterie idrauliche.
I guidavalvola sono piantati nelle relative sedi della testa cilindri con
interferenza; il perfezionamento del diametro interno viene realizzato, dopo il montaggio, con alesatore specifico.
Rispetto alle teste cilindri con precamera, lintero processo di combustione ha luogo nella camera di scoppio ricavata sul pistone.
La guarnizione tra testa cilindri e basamento metallica e non sono
previsti riserraggi della testa per tutta la vita del motore.

0,1 mm

Disallineamento
testa superiore testa cilindri

0,1 mm

0,028 - 0,127 mm

0,67 - 0,77 mm

senza foro

0,128 - 0,227 mm

0,77 - 0,87 mm

un foro

0,228 - 0,327 mm

0,87 - 0,97 mm

due fori

Planarit piano inferiore

Contrassegno

Le valvole sono comandate da una leva di trascinamento a rulli con


compensazione idraulica del gioco.

0,1 mm

Spessore
guarnizione testata

VALVOLE

105,5 0,05 mm

Disallineamento
testata-basamento

Sporgenza pistoni

Diametro piattello valvola

TI

Altezza nominale

Per la guarnizione sono previsti tre spessori da scegliere sulla base


della media della sporgenza massima dei pistoni.

Diametro stelo

21,47 mm
5,90 5,94 mm

Le quote corrispondono sia per la valvola di aspirazione


sia per la valvola di scarico

AN

Sovratesta e testata

SEDI VALVOLE

SE

Angolo fascia di contatto


con la valvola

45 20

GUIDAVALVOLA
I guidavalvola sono riportati sulla testa con interferenza.

Diametro esterno

11,010 11,030 mm

Diametro interno

6,020 6,038 mm

Maggiorazioni diametro esterno

0,05 / 0,10 / 0,25 mm

MOLLE VALVOLA
Molle valvole identiche per aspirazione e scarico.

1. Sovratesta portante assi a camme


2. Guarnizione sovratesta/testata
3.Testata
4. Guarnizione testata/monoblocco

54

Lunghezza sotto carico


(36 39 Kg)

23,5 mm

Lunghezza sotto carico


(16 18 Kg)

31,0 mm

Lunghezza libera

37,9 mm

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > dati tecnici

Monoblocco in ghisa, suddiviso in monoblocco e in basamento inferiore del monoblocco.


Nella parte inferiore di ogni cilindro (1) installato un getto (2) dal
quale viene spruzzato lolio sul cielo del pistone per raffreddarlo e
assicurare per caduta la lubrificazione dello spinotto.

Distanza foro

77 mm

Alesaggio

69,6 mm

Corsa

82 mm

Conicit
canne cilindri

minore di 0,010 mm

Blocco cilindri e getto olio

Diametro
canne cilindri

Classe A
Classe B
Classe C

69,600 69,610 mm
69,610 69,620 mm
69,620 69,630 mm

Diametro
sedi perni di banco

Classe A
Classe B
Classe C

54,710 54,714 mm
54,714 54,718 mm
54,718 54,722 mm

Maggiorazione
canne cilindri

0,1 mm

Ovalizzazione
canne cilindri

0,005 mm

TI

1. Monoblocco
2. Ugello getto olio

BASAMENTO INFERIORE

SUPPORTI MOTOPROPULSORE

AN

Il basamento inferiore realizzato in alluminio e si trova tra il monoblocco e la coppa dellolio; include il cappello del cuscinetto di
banco, o meglio lalbero motore nel monoblocco.
Laccoppiamento con il basamento superiore viene realizzato
mediante viti e grani di centraggio che ne garantiscono la precisione
di montaggio.
La figura seguente indica il basamento superiore (1) e il basamento
inferiore (2) accoppiati.

Complessivo supporti

SE

Blocco cilindri

Ciascun supporto provvisto di un tassello in gomma - metallo che


ha il compito di smorzare le vibrazioni generate dal motore, riducendo in gran parte le vibrazioni trasmesse alla scocca.

1
1

1. Supporto lato distribuzione


2. Supporto lato cambio
3.Tirante

1. Monoblocco
2. Basamento inferiore

55

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > dati tecnici

ALBERO MOTORE

PISTONI

in acciaio, poggia su cinque supporti di banco e il suo gioco assiale regolato da due semianelli alloggiati nel supporto di banco centrale.

I pistoni in lega di alluminio al silicio con inserti autotermici sono


suddivisi in tre classi dimensionali.
Laccoppiamento con lo spinotto realizzato tramite due boccole in
lega di rame.

Albero motore
Pistone e biella

1. Albero motore
2. Semigusci bronzine di banco
3. Paraolio posteriore

TI

Classe A
Classe B
Classe C

Diametro
perni di banco

Classe A
Classe B
Classe C
Classe A
Classe B

50,994 51,000 mm
50,988 50,994 mm
50,982 50,988 mm

0,028 0,048 mm

Perni di biella

0,030 0,062 mm

Minorazione
perni di banco

0,127 mm

Minorazione
perni di biella

0,127 mm

Spessore
semianelli di spinta

2,310 2,360 mm

Spessore
semicuscinetti di
banco

Classe A
Classe B
Classe C

Diametro
sede spinotto

22,990 22,996 mm

Differenza di peso
tra pistoni

8 grammi

BIELLE

42,591 42,600 mm
42,582 42,591 mm

Gioco
cuscinetti di banco

69,520 69,530 mm
69,530 69,540 mm
69,540 69,550 mm

Le bielle sono in acciaio bonificato, con boccola in rame piantata per


accoppiamento con lo spinotto (2) del pistone. Gli spinotti di tipo
flottante sono trattenuti tramite due anelli elastici ad espansione (1)
che trovano sede nelle apposite cave praticate sui pistoni.

SE

Diametro
perni di biella

AN

Diametro pistoni

Complessivo pistone e biella

3
2
1

1,836 1,841 mm
1,841 1,846 mm
1,846 1,851 mm

1. Anelli elastici ferma spinotto


2. Spinotto

56

3. Pistone
4. Biella

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > dati tecnici

Diametro
testa di biella
Diametro
piede di biella
Spessore
semicuscinetti

VOLANO

45,734 45,744 mm

In ghisa, con corona dentata in acciaio riportata.


Il volano fissato tramite una flangia con bulloni allalbero motore.

23,006 23,012 mm
Classe A
Classe B

Volano e ruota fonica

1,546 1,552 mm
1,550 1,556 mm

SPINOTTI
Il pistone e la biella sono collegati tramite uno spinotto galleggiante
e fissati con due anelli di sicurezza.
Diametro esterno

22,982 22,987 mm

FASCE ELASTICHE

0,04 0,08 mm

Gioco assiale anello raschiaolio

0,03 0,07 mm

Luce 1 anello tenuta

0,20 0,30 mm

Luce 2 anello tenuta

1,00 1,50 mm

Luce anello raschiaolio

0,25 0,50 mm

Gioco assiale 2 anello tenuta

TI

0,09 0,13 mm

1.Viti di fissaggio ruota fonica per sensore giri motore


2.Volano motore

SE

AN

Gioco assiale 1 anello tenuta

Tre fasce per pistone, riferimenti di montaggio Toprivolti verso lalto.

57

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > dati tecnici

La caratteristica rilevante di questo motore rappresentata dalla


distribuzione valvole con azionamento a catena, leva oscillante e
punteria idraulica.
La catena di distribuzione comanda lalbero a camme agente sulle
valvole di scarico mediante lingranaggio di comando della distribuzione.
Un gruppo di ingranaggi allestremit dellalbero a camme agente
sulle valvole di scarico trasmette il movimento rotatorio allalbero a
camme agente sulle valvole di aspirazione.

Alzata nominale camme aspirazione

6,4 mm

Alzata nominale camme scarico

7,5 mm

Diametro perni

Primo perno
Secondo perno
Terzo perno

38,500 38,515 mm
38,000 38,015 mm
30,000 30,015 mm

Diametro supporti

Primo supporto
Secondo supporto
Terzo supporto

38,545 38,570 mm
38,045 38,070 mm
38,045 38,070 mm

ANGOLI DI FASATURA
Gioco assiale
Regolazione
gioco valvole

aspirazione
scarico

0,50 mm
0,50 mm

Angoli di fasatura
aspirazione

Apertura prima del PMS


Chiusura dopo il PMI

-12
6

Angoli di fasatura
scarico

Apertura prima del PMI


Chiusura dopo il PMS

40
-12

TI

Punterie e bilancieri

In ghisa, con tempra a induzione sulle camme.


Lalbero a camme di scarico comandato direttamente dalla catena
e trasmette il moto allalbero distribuzione lato aspirazione tramite
una coppia di ingranaggi a denti dritti. Lalbero distribuzione lato
scarico comanda anche la pompa di alta pressione, mentre quella
lato aspirazione comanda il depressore dei freni.
Alberi e ingranaggi

AN

ALBERI A CAMME

PUNTERIE

Per ogni valvola viene utilizzata una punteria idraulica azionata da un


bilanciere a sua volta mosso dallasse a camme.

Gioco di controllo
messa in fase

0,15 0,34 mm

non previsto (punterie idrauliche)

SE

3
4
1

1. Sovratesta
2. Alberi a camme
3. Ingranaggi
4. Bulloni di fissaggio ingranaggi
5.Testata
6. Punteria e bilanciere

01.Valvola
02. Molla scodellino
03. Bilanciere
04. Punteria idraulica
05. Paraolio asse a camme
06.Tappo di chiusura asse camme

CATENA DI DISTRIBUZIONE
Il motore provvisto di catena di distribuzione.
La pompa ad alta pressione comandata dallalbero a camme e la

58

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > dati tecnici

pompa del liquido refrigerante dalla cinghia Poli-V.


Solo lingranaggio dellalbero motore e lingranaggio della distribuzione sono comandati dalla catena di distribuzione.

Pompa alta pressione e depressore

Catena distribuzione

1
2
3

1
4

1. Pompa alta pressione


2. Giunto innesto pompa/
asse a camme
4. Depressore freni
5. Guarnizione

Tendicatena e guide

1. Catena di distribuzione
2.Tenditore idraulico
3. Pattino mobile catena distribuzione
4. Pattino fisso catena distribuzione
5. Corona conduttrice
6. Corona condotta
7. Alimentazione olio al tenditore
8. Ingranaggio albero motore

Un tendicatena idraulico, che non necessita di manutenzione, provvede al corretto tensionamento della catena.
La catena di distribuzione guidata da una barra tenditrice centrale
e una barra di guida fissata sul lato di trazione.

SE

AN

TI

Pompa alta pressione e depressore comandati direttamente dagli


alberi a camme.

59

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > dati tecnici

Complessivo pompa olio

LIQUIDO RAFFREDDAMENTO
Lubrificazione sotto pressione alimentata tramite pompa olio ad
ingranaggi e lobi in asse trascinati da albero motore.
Nel circuito troviamo la pompa, un filtro installato su un supporto
comprendente anche lo scambiatore di calore acqua / olio, tubazioni
di mandata e ritorno della turbina esterne al monoblocco, quattro
getti per il raffreddamento dei pistoni, una coppa in acciaio, un sensore di pressione olio installato sulla testata lato filtro e un sensore di
livello in coppa.

1. Paratia di separazione
2. Condotto mandata olio
3. Ingranaggio condotto
4. Ingranaggio conduttore
5. Camera di bassa pressione
6.Valvola limitatrice
7. Camera di pressione
8. Condotto di collegamento
tra alta e bassa pressione

Complessivo circuito lubrificazione

AN

9
10

GRUPPO FILTRO OLIO


E SCAMBIATORE DI CALORE

Questo gruppo integra sia lelemento filtrante che lo scambiatore di


calore. Lateralmente ha il tappo per lintroduzione dellolio.
Scambiatore di calore e filtro

SE

TI

1. Pescante con reticella filtrante


2. Pompa olio
3. Cartuccia filtro olio
4. Scambiatore di calore (acqua/olio)
5. Condotto olio per tenditore

06. Interruttore spia pressione olio motore


07.Tubazioni lubrificazione turbocompressore
08. Astina controllo livello olio motore
09. Paratia frangiflutti
10. Coperchio catena distribuzione

2
1.Tappo introduzione olio
2. Coperchio elemento filtrante
3. Scambiatore di calore acqua/olio

POMPA OLIO
La depressione presente a partire dalla paratia di separazione (1)
degli ingranaggi fino alla pescante della coppa olio. La pressione si
sviluppa invece a partire dalla paratia di separazione (1) in tutti i condotti di mandata olio del motore (2).
Quando la pressione supera il valore di 5 bar, la spinta esercitata sulla
valvola limitatrice (6) vince la reazione della molla sottostante e sposta la valvola fino ad aprire il condotto (8) di collegamento tra camera di pressione (7) e la camera di bassa pressione (5).

60

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > dati tecnici

Coppa e carter antiscuotimento

veicolo), garantisce che il livello rimanga costante andando a togliere


ciclicamente, al passaggio dei cappelli di biella, lolio in eccesso.

Tra basamento e coppa olio motore viene interposta una paratia che,
oltre a evitare gli scuotimenti dellolio motore (dovuti ai movimenti del

Avvertenza:

Coppa olio e carter antiscuotimento

La pasta sigillante al silicone (grigia) sigilla la zona tra la coppa dellolio e il monoblocco.
Capacit olio

3 litri
Selenia WR - SAE 5W-40

Tipo olio
ACEA B4 - API CF
Olio e filtro ogni 30.000 Km

TI

Periodicit di manutenzione

Complessivo circuito di raffreddamento

SE

AN

Limpianto di raffreddamento a circuito sigillato e prevede una


pompa meccanica trascinata dalla cinghia servizi, un termostato,
uno scambiatore per la valvola EGR, uno scambiatore per lolio
motore, un radiatore e unelettroventola.

Quantit

6,8 litri

Percentuale

acqua al 50%

Denominazione

PARAFLU UP

Classificazione

CUNA NC 596-16, ASTM D 3306

POMPA ACQUA
La pompa del tipo centrifugo a palette, fissata al basamento motore ed azionata direttamente tramite la cinghia servizi.

Viti rimozione pompa

4
1

5
4

5
1
2
1. Pompa acqua
2. Radiatore di raffreddamento
3. Sensore temperatura motore
4. Scambiatore valvola EGR

5. Scambiatore olio motore


6.Vaschetta espansione
7. Riscaldatore abitacolo

2
61

1. Pompa acqua
2. Cinghia Poli-V
3.Tenditore cinghia Poli-V
4.Viti di fissaggio pompa
5. Puleggia

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > dati tecnici

TERMOSTATO

Ubicazione spurgo aria riscaldatore abitacolo

Valvola termostatica chiusa con temperatura inferiore a 88 2 C, il


liquido viene deviato direttamente verso la pompa.
Valvola termostatica aperta con temperatura superiore a 88 2 C, il
liquido viene convogliato verso il radiatore.
Sul termostato montato il sensore di temperatura motore collegato alla centralina di gestione motore.

Termostato

ELETTROVENTILATORE

TI

RADIATORE E SERBATOIO ESPANSIONE

Lelettroventola di raffreddamento a due velocit ed comandata


direttamente dalla centralina di gestione motore, sulla base delle
temperature rilevate dal sensore temperatura motore posizionato
sul gruppo termostato.

Il radiatore composto da una massa radiante in alluminio e da due


vaschette laterali in plastica per lingresso e luscita del liquido refrigerante. Il serbatoio di espansione assorbe le variazioni di volume del
liquido di raffreddamento al variare della temperatura motore.

AN
5

2
4

Serbatoio di espansione

Vista ventilatore

SE

3
2
1.Tubo ritorno liquido raffreddamento
2.Tubo alimentazione impianto raffreddamento

1.Viti di fissaggio elettroventilatore


2. Complessivo elettroventola
3. Pioli inserimento sulla traversa

3. Dado e vite di fissaggio serbatoio


4. Serbatoio espansione

62

6
4. Alette per incastro sul radiatore
5. Radiatore
6.Traversa inferiore

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > dati tecnici

Complessivo alimentazione carburante

1
11
2

14
13

15

AN

M
47 litri

1
2

6 litri

SE

Riserva carburante

Pompa bassa pressione

Il filtro carburante situato posteriormente a destra, sotto la vettura,


lato serbatoio carburante.
Deve essere montato con la freccia nel senso di circolazione del carburante.
Capacit serbatoio carburante

10

FILTRO CARBURANTE

12

TI

1. Serbatoio combustibile
2.Tubo introduzione combustibile
3.Tubazione di riflusso
4. Filtro combustibile
5. Sensore presenza acqua nel filtro combustibile
6. Pompa di pressione
7.Tubazioni alta pressione
8.Tubo collettore combustibile unico
9. Elettroiniettori
10.Tubazione da elettroiniettori a tubo
collettore ritorno combustibile
11.Tubo collettore ritorno combustibile
12. Regolatore di pressione
13. Sensore pressione combustibile
14. Sensore temperatura combustibile
15. Riscaldatore combustibile

3
1.Viti fissaggio coperchio
2. Coperchio di protezione
3. Attrezzo speciale
rimozione ghiera
4. Ghiera di fissaggio
5. Connessione elettrica
pompa e misuratore livello
6.Tubazione mandata dotata
di innesto rapido
7.Tubazione di ritorno
dotata di innesto rapido
8. Cestello porta pompa

ELETTROPOMPA BASSA PRESSIONE


Pompa completa di sensore livello, immersa nel serbatoio e ispezionabile tramite coperchio di protezione posizionato sotto il cuscino di
seduta posteriore.
Portata

145 litri / ora

Pressione

2,5 bar

Tensione

12 V

Corrente

7,5 A

63

4
5
7
6
8

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > dati tecnici

FILTRO CARBURANTE

La pressione massima di mandata raggiunge 1.400 bar.


La pompa di pressione lubrificata e raffreddata dallo stesso combustibile tramite opportune canalizzazioni.

Il corpo del filtro carburante provvisto di riscaldamento del carburante, di un sensore per la temperatura del carburante e di un sensore per il livello dellacqua nel corpo del filtro carburante.
Affinch la tecnologia ad iniezione diesel Common Rail funzioni in
maniera ottimale, necessario curare il drenaggio del filtro carburante.
Il filtro carburante presenta un indice di separazione dellacqua maggiore rispetto ai tradizionali filtri del gasolio: lefficienza di circa il
90%.
In seguito a ci, una maggior quantit di acqua separata fluisce nel
corpo del filtro carburante durante la marcia. Per poter contenere
questa maggior quantit di acqua, il serbatoio dellacqua pi grande rispetto a quello dei tradizionali corpi del filtro del gasolio. Il sensore per il livello dellacqua nel corpo del filtro carburante provoca
laccensione di una spia dedicata sul quadro strumenti.

Pompa radialjet

AN

TI

Filtro carburante

REGOLATORE PRESSIONE CARBURANTE

montato sul rail e comandato dalla centralina di iniezione; regola la


pressione di alimentazione del combustibile agli elettroiniettori.

SE

Ubicazione regolatore di pressione

POMPA ALTA PRESSIONE

del tipo radialjeta tre pistoni radiali (cilindrata totale 0,567 cm3) ed
comandata dallasse a camme tramite un giunto oldham.
Non ha posizioni di fasatura.
Ogni gruppo pompante costituito da:
un pistone, azionato da un eccentrico solidale
con lalbero della pompa
una valvola di aspirazione a piattello
una valvola di mandata a sfera
La pompa di pressione deve essere alimentata con una pressione di
almeno 0,7 bar, pertanto limpianto combustibile dotato di unelettropompa ausiliaria immersa nel serbatoio.

64

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > dati tecnici

Il funzionamento dellelettroiniettore si pu dividere in tre fasi.


POSIZIONE DI RIPOSO: la bobina (4) diseccitata e lotturatore (6) in
posizione di chiusura e non consente introduzione di combustibile
nel cilindro Fc > Fa [Fc: dovuta alla pressione di linea che agisce sullarea di controllo (7) dellasta 1; Fa: dovuta alla pressione di linea che
agisce nel volume di alimentazione (8)].
INIZIO INIEZIONE: la bobina (4) eccitata e provoca linnalzamento
dellotturatore (6).
Il combustibile del volume di controllo (9) defluisce verso il collettore di ritorno (10) provocando un calo di pressione sullarea di controllo (7). Contemporaneamente la pressione di linea attraverso il condotto di alimentazione (12) esercita nel volume di alimentazione (8)
una forza Fa > Fc provocando linnalzamento della spina (2) con conseguente introduzione di carburante nei cilindri.
FINE INIEZIONE: la bobina (4) diseccitata e fa tornare in posizione di
chiusura lotturatore (6) che ricrea un equilibrio di forze tale da far
tornare in posizione di chiusura la spina (2) e di conseguenza terminare liniezione.

Regolatore di pressione

7
8
6

5. Bobina
6. Corpo del regolatore
7. Ancora
8. Spillo di regolazione

Classificazione IMA

In fase di collaudo gli iniettori vengono verificati controllandone le


caratteristiche in diverse condizioni di pressione/portata.
Tutti gli iniettori che non rientrano allinterno di un determinato
standard vengono eliminati; i rimanenti vengono classificati con un
codice alfanumerico di nove caratteri, detto codice IMA, riportato
con scrittura laser sulla parte superiore del magnete.

1. Otturatore sferico
2. Perno di comando valvola
3.Valvola
4. Molla di precarico

ELETTROINIETTORI

TI

Gli elettroiniettori sono montati sulla testa cilindri e comandati dalla


centralina di iniezione.
Lelettroiniettore si suddivide in due parti:
- attuatore/polverizzatore composto da asta di pressione (1), spina
(2) e ugello (3)
- elettrovalvola di comando composta da bobina (4) e valvola pilota (5).

AN

Iniettore

Marcatura iniettori

SE

10

13

15

11

14

12

1. Asta di pressione
2. Spina
3. Ugello
4. Bobina
5.Valvola pilota
6. Otturatore a sfera
7. Area di controllo
8.Volume di alimentazione

Al montaggio su vettura la centralina deve memorizzare il singolo


codice ed in caso di sostituzione di uno o pi iniettori in assistenza si
dovr provvedere, tramite la diagnosi con strumento, allinserimento
della variazione del codice.

9.Volume di controllo
10. Ritorno combustibile - bassa pressione
11. Condotto di controllo
12. Condotto di alimentazione
13. Connessione elettrica
14. Raccordo entrata combustibile - alta
pressione
15. Molla

COLLETTORE COMBUSTIBILE COMUNE


Il tubo collettore combustibile unico (rail) montato sulla testa cilindri lato aspirazione.
Con il suo volume di circa 20 cm3 smorza le oscillazioni di pressione

65

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > dati tecnici

Iniettori e sensore pressione

del combustibile dovute a:


funzionamento della pompa di pressione
apertura degli elettroiniettori

Da un lato del collettore di mandata montato il sensore pressione


combustibile e dallaltro collegato il regolatore di pressione.
I collegamenti idraulici (in alta pressione) tra collettore-pompa e collettore-elettroiniettori sono effettuati tramite tubazioni in acciaio
aventi diametro interno 2 mm e diametro esterno 6 mm.

Complessivo circuito alimentazione aria

TURBOCOMPRESSORE

TI

Il turbocompressore collegato al collettore di scarico.


costituito essenzialmente da due giranti calettate su uno stesso
albero, il quale ruota su cuscinetti flottanti lubrificati tramite una
derivazione del circuito di lubrificazione del motore.

AN

Turbocompressore

SE

1. Filtro aria completo


2. Flussometro
3.Tubo al compressore
4.Turbocompressore
5.Tubo allintercooler

1.Viti tubazione ritorno olio


2. Guarnizione
3. Alette ferma viti
4.Viti fissaggio convertitore catalitico
5.Turbocompressore
6. Convertitore catalitico

6.Tubo di mandata aria sovralimentata


7. Collettore di aspirazione
8.Viti coperchio filtro aria
9. Coperchio filtro aria
10. Filtro aria

66

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > dati tecnici

Questo sistema permette di inviare allaspirazione una parte (5


15%) del gas di scarico in determinate condizioni di funzionamento.

Lelettrovalvola EGR comandata dalla centralina di iniezione svolge


la funzione di reimmettere nellaspirazione del motore parte dei gas
di scarico prelevati dal collettore di scarico. Uno scambiatore di calore permette il parziale raffreddamento dei gas di scarico abbassando ulteriormente la temperatura della camera di combustione.

Circuito EGR

Elettrovalvola EGR

5
2

AN

1. Corpo valvola EGR


2. Ingresso gas dal collettore di scarico
3. Uscita gas al collettore di aspirazione
4. Scambiatore di calore

SE

1. Elettrovalvola EGR
2. Centralina Iniezione
3. Scambiatore di calore
4. Collettore di scarico
5. Collettore di aspirazione

TI

67

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > dati tecnici

Fissaggio

Nm

Tirante inferiore su motore


Tirante inferiore su motore
Tasselli elastici supp ant gr motoprop
Tasselli elastici
Tassello elastico supporto lato cambio
Tassello elastico supporto lato cambio
Tassello elastico supporto lato cambio
Supporto rigido motore lato distribuzione
Supporto rigido lato cambio gr motoprop
Supporto rigido lato cambio gr motoprop
Testa cilindri motore
Testa superiore motore
Testa superiore motore
Testa superiore motore
Tappo scarico olio
Coppa olio motore
Coperchio post albero motore
Coperchio distribuzione
Coperchio distribuzione
Corona dentata sensori fase/ giri motore
Volano motore (mecc)
Cappelli di biella
Tenditore mobile distribuzione
Pulegge condotte
Serbatoio combustibile
Tubo introduzione combustibile
Tubo introduzione combustibile
Cassoncino aria aspirata
Collettore scarico
Tubazione scarico uscita motore /collettore
Collettore recupero olio motore
Collettore /i catalitico /i
Scambiatore di calore gas di scarico EGR
Supporto filtro olio motore
Tubazione mandata olio motore turbo
Tubazione ritorno olio motore turbo
Interruttore insuff pressione olio mot
Scambiatore di calore olio motore
Pompa acqua motore
Termostato motore
Flangia supporto puleggia su albero motore
Puleggia albero motore

bullone
vite
dado
dado
dado
dado
dado
vite
dado
vite
vite
vite
vite
vite
dado
vite
dado
vite
vite
vite
vite
dado
dado
vite
vite
vite
vite
dado
vite
vite
vite
vite
vite
raccordo
vite
interruttore
vite
dado
vite
vite sinistrorsa
vite

M12
M12
M10
M10
M8
M8
M12X1.25
M10
M12
M10
M10
M12
M7
M8
M18
M6
M6
M6
M6
M8
M8
M8
M6
M12
M8
M14
M6
M8
M10
M8
M6
M8
M8
M6
M10
M6
M14
M6
M8
M14
M8

7288 (lato cambio)


114126 (Lato traversa sospensione anteriore)
4150 (lato scocca)
4555 (lato supporto rigido)
25 (cambio)
25 (scocca)
2328 (lato scocca)
5763 (lato basamento superiore motore)
8199 (lato tassello elastico)
4555 (lato cambio)
3842 + 90 + 90
108132 (lato distribuzione alberi)
1620 (lato testa cilindri inferiore)
2328 (lato testa cilindri inferiore)
1822 (lato coppa del basamento)
810 (lato basamento motore)
810
810
810
810 (lato albero motore)
4048 (lato albero motore)
1921 + 40 2
810 (lato testa cilindri)
108132 (lato albero distribuzione scarico)
35
2
9
2328 (lato testa cilindri)
2125 (lato testa cilindri inferiore)
25 (convertitore catalitico)
810 (lato basamento motore)
2328 (lato turbocompressore)
2024 (lato testa cilindri)
810 (lato basamento motore)
1113 (lato turbocompressore/supporto filtro olio)
810 (lato turbocompressore/ basamento motore)
2935 (lato testa cilindri)
810 (lato basamento motore)
810 (lato basamento motore superiore)
2328 (lato testa cilindri)
219242 (lato albero motore)
2328 (lato flangia albero motore)

TI

AN

SE

Componente

68

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > gestione motore

gestione

motore

TI

Vista motore

DESCRIZIONE FUNZIONALE

Pre-iniezione

Durante la fase di pre-iniezione una piccola quantit di gasolio viene


iniettata nel cilindr, migliorando cos lefficacia della combustione e
ottenendo i seguenti effetti:

AN

Il motore 1.3 JTD dispone di un sistema Multijet MM 6JFche rappresenta unevoluzione del principio Common Rail e sfrutta il controllo
elettronico degli iniettori per eseguire, durante ogni ciclo motore, un
numero maggiore di iniezioni rispetto alle due attuali. In questo
modo, la quantit di gasolio bruciata allinterno del cilindro resta la
stessa, ma viene suddivisa in pi parti, ottenendo una combustione
pi graduale ed efficiente.
Il vantaggio di Multijet racchiuso nelle caratteristiche di progetto di
centralina ed iniettori che consentono di eseguire una serie di iniezioni anche molto ravvicinate.
Tale processo di iniezione, di nuova concezione, assicura un controllo pi preciso delle pressioni e delle temperature sviluppate nella
camera di scoppio ed un migliore sfruttamento dellaria immessa nei
cilindri. Il principio motoristico sul quale si basato lo sviluppo del
sistema Multijet semplice.
Gi oggi, nei motori di tipo Common Rail, viene fatta una pre-iniezione, che innalza la temperatura e la pressione nel cilindro cos da
consentire una combustione pi graduale rendendo il motore pi
silenzioso.
Potendo suddividere liniezione principale in iniezioni pi piccole si
riescono a raggiungere ulteriori traguardi nel controllo del rumore di
combustione, nella riduzione delle emissioni, nellincremento delle
prestazioni.

la pressione di compressione viene leggermente alzata da una prereazione o meglio una combustione parziale che accorcia il ritardo
di accensione delliniezione principale

laumento della pressione di combustione e i picchi della pressione


di combustione vengono ridotti (combustione dolce)

SE

Iniezione principale
Liniezione principale viene suddivisa fino a tre iniezioni pi piccole.
Durante il funzionamento, la gestione del motore MM 6JF definisce
continuamente lo schema di iniezione, il numero delle iniezioni e la
quantit di gasolio iniettata.
Potendo suddividere liniezione principale in iniezioni pi piccole si
riescono a ottenere i seguenti vantaggi:

Sequenza delle iniezioni


1.

Pre-iniezione

2.

1a Iniezione principale

3.

2 Iniezione principale

4.

3a Iniezione principale

5.

Post-iniezione

1.

controllo del rumore di combustione

2.

riduzione delle emissioni

3.

incremento delle prestazioni

Post-iniezione
La post-iniezione viene aggiunta alla miscela di carburante durante
la fase di scarico, dopo liniezione principale.
Al contrario di quanto accade nella pre-iniezione e nelliniezione
principale, il carburante non viene bruciato ma vaporizzato dal calore residuo e portato allimpianto di scarico dalle valvole di scarico

69

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > gestione motore

nella fase di scarico. Una parte del carburante viene ricondotta alla
combustione tramite il ricircolo dei gas di scarico e agisce come una
pre-iniezione molto precoce.

sione del carburante e i tempi di iniezione. Le informazioni che la


centralina elabora per controllare la quantit di combustibile da
iniettare sono:
- giri motore

I vantaggi del sistema sono:


Maggiore economia di carburante
Ridotte emissioni allo scarico
Maggiore efficienza di avviamento a freddo
Maggiore regolarit del motore

- temperatura liquido di raffreddamento


- pressione di sovralimentazione
- temperatura aria (da flussometro)
- quantit aria aspirata
- tensione batteria

CENTRALINA E STRATEGIE DI GESTIONE

- pressione gasolio
- posizione pedale acceleratore

Modulo gestione motore

- temperatura carburante

Caratteristiche generali del sistema

AN

TI

iniezione multipunto con iniettore elettronico


controllo della pressione di sovralimentazione
controllo del regime del minimo
controllo delle emissioni inquinanti
controllo delle elettroventole di raffreddamento
controllo temperatura combustibile
controllo temperatura liquido raffreddamento motore
controllo quantit combustibile iniettata
taglio del combustibile in fase di rilascio (cut-off )
controllo bilanciamento cilindri al minimo
controllo ricircolo gas di scarico EGR
controllo candelette di preriscaldamento
controllo impianto di climatizzazione
controllo anticipo iniezioni principali e multiple
calibrazione iniettori IMA
controllo delle funzioni ausiliarie
funzionamento di emergenza e autodiagnosi dei guasti
immobilizzazione motore

SE

La centralina controlla la quantit di combustione regolando la pres-

70

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > gestione motore

MODULO GESTIONE MOTORE


Dettaglio componenti
1. Elettropompa combustibile ausiliaria
2. Sensore presenza acqua nel gasolio
3. Compressore condizionatore
4. Elettrovalvola EGR
5. Contagiri
6. Elettroventole
7. Centralina preriscaldamento candelette
8. Potenziometro pedale acceleratore doppia traccia
9. Doppio interruttore pedale freno-interruttore pedale frizione
10. Sensore pressione combustibile
11. Sensore massa aria
12. Sensore temperatura liquido raffreddamento
13. Sensore temperatura carburante
14. Cruise Control (se previsto nellallestimento)
15. Sensore di sovrappressione
16. Sensore fase
17. Sensore giri
18.Tachimetro
19. Batteria
20. Fiat Code (body computer)
21. Presa diagnosi
22. Regolatore di pressione
23. Elettroiniettori
24. Candelette di preriscaldamento
25. Spia candelette di preriscaldamento
26. Spia iniezione
27. Spia Max temperatura acqua
28. Spia presenza acqua filtro carburante

15

16
17
18

7
5
4
3

28 27 26 25

19
20
21
22

24

23

AN

TI

Sulla camma di scarico ricavato un dente che consente al sensore


di fase di segnalare la posizione di fasatura del motore.
La centralina di iniezione utilizza il segnale del sensore di fase per
conoscere i PMS alla fine della compressione, e in fase di avviamento
in modo da sincronizzare la centralina con il motore.

SE

Il sensore di fase iniettori a effetto Hall ed montato sullalloggiamento alberi a camme e si affacciasulle camme di distribuzione lato
scarico.

Funzionamento
Ogni qualvolta viene alimentato (accensione inserita) sul terminale +
del sensore di posizione albero a camme si applica una tensione continua di circa 5V. Quando lalbero a camme gira, il passaggio dellintaglio sul rotore in corrispondenza del sensore provoca un repentino

Ubicazione sensore di fase

11 12 13
14

SEGNALI IN INGRESSO
Sensore fase iniettori

10

Sensore di fase Hall

3
4

1. Sensore di fase Hall


2. Dente di traferro sullalbero a camme di
scarico

3. Connessione elettrica sensore


4. Sensore di fase
5.Vite di fissaggio

Pin 1
Pin 2
Pin 3

71

negativo con schermatura - massa dal terminale 21


tensione di uscita in onda quadra 5-0V - verso il terminale 56
+12V dal terminale 25

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > gestione motore

abbassamento di questa tensione da 5V a 0,2V. Questo segnale negativo viene ripetuto ogni 2 giri dellalbero motore e permette al
modulo motore di identificare la posizione di fasatura del motore e
di comandare gli iniettori secondo lordine di fase.

semiconduttore) che converte la pressione in segnale elettrico.


Il segnale generato inviato a un circuito di analisi interno al sensore, dove viene amplificato e inviato al modulo gestione motore.
Sensore giri motore

Sensore giri motore e PMS


Il sensore giri/PMS un generatore di segnali di tipo induttivo con
avvolgimento e magnete permanente fissato nella parte posteriore
del basamento del motore. Il volano motore provvisto di ruota dentata con 60 denti di cui 2 mancanti.

Sensore giri motore

negativo con schermatura

Pin 1

0,8 1,5 mm

Resistenza avvolgimento

650 950 ohm

Tensione in uscita

2,0 3,5Vac

tensione di uscita 5 - 0V

verso il terminale 38

Pin3

alimentazione +5V

dal terminale 8

tensione di alimentazione

AN

Distanza traferro

Pin 2

TI

1. Connessione elettrica
2. Sensore giri motore
3.Vite di fissaggio

massa al terminale 6

tensione di uscita

5V
0,5V (0 bar) e 5V (1.500 bar)

Sensore temperatura carburante

Sensore pressione carburante

Il sensore per la temperatura del carburante un sensore con coefficiente di temperatura negativo (NTC).
Il sensore si trova nel filtro del carburante e rileva la temperatura
momentanea del carburante stesso.
Vista connessione sensore temperatura carburante

SE

Sensore pressione carburante

Il sensore di pressione avvitato nellaccumulatore di pressione sul


lato della distribuzione.

Il sensore di pressione misura la pressione reale nellaccumulatore di


pressione (rail) e invia un segnale di tensione alla centralina motore.
Il carburante sotto pressione scorre in un foro cieco e raggiunge la
membrana, sulla quale si trova lelemento sensibile (elemento a

72

Pin 1

negativo

massa dal terminale 13

Pin 2

tensione in uscita 5 - 0V

verso il terminale 61

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > gestione motore

Tabella temperatura/resistenza sensore T carburante


Resistenza (KOhm)
48,80
27,41
15,97
9,62
5,97
3,81
2,5
1,68
1,15
0,81
0,58
0,42
0,31
0,23
0,18
0,14
0,11
0,08

Pin 1

tensione in uscita 5 - 0V - T aria

Pin 2

alimentazione +12V

Pin 3

negativo

massa dal terminale 27

Pin 4
Pin 5

tensione di riferimento +5V


tensione in uscita 5 - 0V - Flusso
aria

verso il terminale 40
verso il terminale 14

Temperatura (C)
-40
-30
-20
-10
0
10
20
30
40
50
60
70
80
90
100
110
120
130

AN

Alla centralina motore questo segnale serve per calcolare linizio


della mandata e la quantit da iniettare, tenendo conto della densit
del carburante alle diverse temperature.
Se il segnale viene a mancare, la centralina del motore calcola un
valore sostitutivo in base al segnale fornito dal sensore temperatura
liquido raffreddamento.
Se il segnale temperatura carburante raggiunge gli 80 C, il modulo
di gestione motore comanda il regolatore di pressione al fine di
ridurre la pressione in linea e se non sufficiente riduce anche la
quantit di combustibile iniettata.

Sensore flusso massa aria

Integra anche il sensore temperatura aria di immissione.


Loutput del sensore massa aria una tensione analogica proporzionale alla massa dellaria in ingresso, che viene impiegato per stabilire
la corretta dose di carburante da iniettare nei cilindri.
Viene inoltre impiegato quale segnale di reazione per il sistema
dellEGR.

Resistenza (KOhm)
39,26
22,96
13,85
8,609
5,499
3,604
2,42
1,662
1,166
0,835
0,609
0,452
0,34
0,261
0,202
0,159
0,127
0,102

In caso di guasto del sensore temperatura aria, lECU passa a un valore preimpostato di 5 C.

SE

Flussometro

verso il terminale 10

Tabella temperatura/resistenza del sensore T aria

TI

Temperatura (C)
- 40
-30
-20
-10
0
10
20
30
40
50
60
70
80
90
100
110
120
130

Il sensore della temperatura aria incorpora un termistore a coefficiente di temperatura negativo (NTC) tramite il quale lECU pu correggere la mappa dellalimentazione carburante in relazione alla
temperatura dellaria di immissione.

Sensore temperatura liquido raffreddamento


Il sensore temperatura del liquido raffreddamento montato sul
corpo del termostato (sulla testa cilindri lato cambio).Invia informazioni allECU in merito alla temperatura del liquido di raffreddamento del
motore. LECU sfrutta queste informazioni per le seguenti funzioni:
calcoli per lalimentazione carburante
indicatore della temperatura
limitazione del funzionamento del motore se la temperatura del
liquido raffreddamento eccessiva
funzionamento della ventola di raffreddamento
tempo di funzionamento delle candelette a incandescenza

73

Pin 1

negativo

massa dal terminale 54

Pin 2

tensione in uscita 5 - 0V

verso il terminale 29

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > gestione motore

Per i valori di resistenza/temperatura, fare riferimento alla tabella del


sensore T carburante.

Resistenza a terminali cursori potenziometri: 1 0,4 KOhm

In caso di guasto del segnale, lECU riprende un valore di base pari a


80C della temperatura del liquido di raffreddamento per i fini dellalimentazione carburante.
LECU porta inoltre in funzione la ventola quando laccensione inserita per proteggere il motore in caso di surriscaldamento. Nel caso in
cui il modulo di gestione motore rilevi una temperatura liquido raffreddamento motore superiore a 105C, esso riduce la quantit di
combustibile iniettata (riduce la potenza motore), comanda le elettroventole di raffreddamento e accende la spia temperatura liquido
di raffreddamento.

Resistenza pista 1

1,2 0,4 KOhm

Resistenza pista 2

1,7 0,8 KOhm

Sensore pressione collettore


Il sensore di pressione di sovralimentazione montato sul collettore
di aspirazione e consente di misurare una pressione di aspirazione
fino al valore di 1,5 bar (corrispondenti a 2,5 bar assoluti).
Lelemento sensibile costituito da un elemento piezoelettrico il cui
segnale viene amplificato da un circuito elettronico integrato nel
sensore. Il sensore viene alimentato direttamente dalla centralina
elettronica con una tensione di 5V e fornisce in uscita la tensione
direttamente proporzionale alla pressione di sovralimentazione.

Sensore posizione pedale acceleratore

Il sensore per la posizione del pedale dellacceleratore si trova sulla


pedaliera.
Si tratta di un doppio potenziometro azionato dal pedale acceleratore; le due piste forniscono due segnali (uno di riferimento ed uno di
sicurezza).
Se uno dei due segnali assente il motore rimane al minimo e non
pu essere accelerato per permettere al conducente di raggiungere
la pi vicina officina.

+5V

dal terminale 23

Pin 2

negativo

dal terminale 24

Pin 3

tensione in uscita 5 - 0V

verso il terminale 41

1
2b

Interruttore pedale frizione

Linterruttore del pedale della frizione attivato quando il pedale


viene azionato. Con frizione azionata viene ridotta brevemente la
quantit iniettata. La centralina impiega il segnale dallinterruttore
della frizione per dare smorzamento del pompaggio durante il passaggio da un rapporto allaltro. Lo smorzamento del pompaggio
impedisce leccessivo aumento del regime motore durante il passaggio da un rapporto a un altro.

SE

2a

AN

TI

Ubicazione sensore pedale acceleratore

Pin 1

Pin 1

alimentazione pista 2

ingresso 5V dal terminale 15

Pin 2

alimentazione pista 1

ingresso 5V dal terminale 83

Pin 3

massa pista 1

massa dal terminale 35

Pin 4

segnale pista 1

uscita analogica dal terminale 65

Pin 5

massa pista 2

massa dal terminale 32

Pin 6

segnale pista 2

uscita analogica dal terminale 41

Interruttore freni
Linterruttore luci stop e linterruttore pedale freno sono riuniti in un
unico componente fissato alla pedaliera.
Entrambi gli interruttori (uno normalmente aperto e laltro normalmente chiuso) forniscono alla centralina del motore il segnale freno
azionato.
Dato che il sensore posizione acceleratore potrebbe essere difettoso,
quando viene azionato il freno in contemporanea al pedale acceleratore, la centralina lo interpreta come un guasto e viene ridotto il regime del motore per motivi di sicurezza.

SEGNALI ADDIZIONALI
Segnale velocit vettura
Questo segnale viene trasmesso alla centralina del motore dal sensore velocit.
Esso serve per il calcolo di diverse funzioni, per il ritardo della ventola del radiatore, per lo smorzamento degli scuotimenti al cambio di

74

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > gestione motore

una marcia e come controllo per il funzionamento dellimpianto di


regolazione della velocit vettura.

Inserimento compressore
Linterruttore del climatizzatore trasmette alla centralina motore il
segnale che il compressore del climatizzatore verr inserito entro
breve. In questo modo, la centralina pu aumentare il regime del
minimo del motore prima che venga inserito il compressore, in modo
da impedire un improvviso abbassamento del regime di giri.

Iniettore n 1

terminali 47 / 16

Iniettore n 2

terminali 49 / 17

Iniettore n 3

terminali 48 / 31

Iniettore n 4

terminali 46 / 1

Regolatore pressione carburante


La valvola di regolazione della pressione avvitata nellaccumulatore di pressione sul lato del cambio.
La valvola di regolazione pressione carburante regola e mantiene la
pressione del sistema nellaccumulatore di pressione al valore impostato/richiesto dal modulo di gestione motore (Max 1.400 bar).

Carico alternatore
Dal segnale trasmesso dallalternatore, la centralina del motore riconosce il carico dellalternatore e, a seconda della capacit disponibile, pu inserire una, due o tre candelette del riscaldamento addizionale tramite il rel per basso potere calorifico e il rel per alto potere
calorifico.

Regolatore pressione carburante

CAN-bus dati

1 2

TI

SEGNALI IN USCITA

La centralina del motore, la centralina dellABS e la centralina del


cambio automatico (se presente), nonch il gruppo strumenti, si
scambiano un gran quantitativo di informazioni attraverso un CANbus.

Elettrovalvole iniettori

Vista iniettori

AN

Le valvole per gli iniettori sono fissate agli stessi per mezzo di un
dado. Si tratta di elettrovalvole che vengono attivate dalla centralina
motore.
Attraverso queste valvole la centralina del motore regola linizio
mandata e la quantit iniettata dagli iniettori.
La quantit iniettata viene determinata dal tempo di attivazione dellelettrovalvola.

SE

1.
2.

Anello tenuta alta pressione


Anello di tenuta antiestrusione

colore nero o verde


colore bianco

Pin 1

negativo

massa al terminale 34

Pin 2

positivo

12V dal terminale 4

Campo di frequenza

1KHz

Resistenza

2,07 2,53 Ohm

Intensit di corrente

2,5A

Elettrovalvola controllo EGR


Il modulatore dellEGR, essendo a comando elettrico, non ha bisogno
di solenoidi aggiuntivi ma viene pilotato direttamente dal modulo
gestione motore.
LEGR attivato quando il motore ha raggiunto la normale temperatura di funzionamento e in condizioni di crociera.
Il modulatore dellEGR riceve tensione di batteria dal rel principale
nella scatola portafusibili nel vano motore.

Gli iniettori ricevono alimentazione da un convertitore interno alla


centralina che eleva la tensione di alimentazione di 12V al valore di
circa 80V.
Se la tensione della batteria scende a 6 - 9V, il funzionamento degli
iniettori elettronici viene limitato influenzando cos i regimi di massimo e di minimo del motore.

75

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > gestione motore

Candelette di preriscaldamento

LECU completa il percorso verso massa allavvolgimento del solenoide.

Grazie allimpianto di preriscaldamento viene facilitato lavviamento


del motore a basse temperature.
Limpianto viene inserito dalla centralina del motore quando la temperatura del liquido di raffreddamento inferiore a +9C.

Circuito EGR

5
1. Elettrovalvola EGR
2. Centralina iniezione
3. Scambiatore di calore
4. Collettore scarico
5. Collettore aspirazione

Preriscaldamento
Con temperatura inferiore a +9C, dopo linserimento dellaccensione vengono inserite le candelette e si accende la spia delle candelette.

Postriscaldamento

Dopo ogni avviamento del motore ha luogo un postriscaldamento,


indipendentemente dal fatto che abbia avuto luogo o no un preriscaldamento.
In questo modo vengono ridotti i rumori di combustione, migliorata
la qualit del minimo e diminuite le emissioni di idrocarburi.
La fase di postriscaldamento dura al massimo 4 minuti e viene interrotta quando il regime del motore sale oltre i 2.500 giri/min.

Componenti

K41
K45
K46
K47
K55
K82
K83
K84
K100
L30
M01
M10
M15
N40
N70
N77
R9
R10
R19

AN

Batteria (-)
Candelette daccensione (cilindro 1)
Centralina di derivazione vano motore
Centralina di derivazione sotto plancia
Fusibile (MAXI FUSE) candelette
Massa anteriore sinistra
Massa plancia lato passeggero
Massa plancia lato passeggero
Giunzione ant / posteriore
Collegamento schema luci stop
Collegamento schema raffreddamento motore
Collegamento schema inserimento compressore
Connettore multiplo di diagnosi
Quadro strumenti
Fusibile principale
Fusibile attuatori
Fusibile modulo M10
Fusibile modulo M10
Fusibile modulo M10
Fusibile rel R19
Fusibile pompa benzina
Fusibile modulo M10
Fusibile Body Computer
Fusibile Body Computer
Fusibile Body Computer
Commutatore daccensione
Interruttore pedale freno
Interruttore pedale frizione
Interruttore inerziale
Sensore (interruttore) insufficiente pressione olio
Sensore presenza acqua nel filtro del gasolio

SE

A01
A40
B01
B02
B37
C10
C20
C30
D04
E2021
E5020
E6021
E8010
E50
F1
F11
F16
F17
F18
F20
F21
F22
F35
F37
F53
H1
I30
I31
I50
K30
K31

TI

Misuratore portata aria


Sensore temperatura motore per i.e.
Sensore di giri
Sensore di fase
Potenziometro pedale acceleratore
Sensore sovralimentazione
Sensore pressione combustibile
Sensore tachimetro
Sensore temperatura e resistenza riscaldamento carburante
Elettrovalvola EGR
Body computer
Centralina controllo motore
Centralina preriscaldamento candelette
Elettropompa combustibile e misuratore di livello
Elettroiniettore
Regolatore di pressione combustibile
Rel principale
Rel pompa carburante
Rel riscaldamento carburante

CODICI COLORE

76

Azzurro

Marrone

Bianco

Nero

Arancione

Rosso

Giallo

Rosa

Grigio

Verde

Blu

Viola

FIAT PUNTO

AN

TI

1 bis. motore 1.3 16V Multijet > gestione motore

SE

Vista cablaggio motore

Vista cablaggio raffreddamento

Vista cablaggio preriscaldamento

77

FIAT PUNTO

SE
78

Schema elettrico gestione motore

AN

TI

1 bis. motore 1.3 16V Multijet > gestione motore

FIAT PUNTO

SE
79

Schema elettrico gestione motore

AN

TI

1 bis. motore 1.3 16V Multijet > gestione motore

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > operazioni manutenzione

operazioni

manutenzione

Operazioni senza distacco del motore


Smontaggio

- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.


- Scollegare la batteria.
- Scaricare il circuito refrigerante del condizionatore con attrezzatura adeguata.
- Scaricare lolio motore.
- Procedere con lo stacco della ruota anteriore destra, della protezione parapolvere e del
passaruota supplementare anteriore destro.
- Procedere con lo stacco della cinghia organi motore e della puleggia servizi sullalbero
motore.
- Procedere con lo stacco della staffa di unione
cambio/motore e della coppa del basamento.
- Procedere con lo stacco del coperchio della
distribuzione.
- Svitare la vite di fissaggio puleggia condotta (6) comando distribuzione.

CATENA DISTRIBUZIONE
Catena distribuzione

6
1

TI

SE

AN

Nota:

Contrassegnare la posizione di montaggio


della puleggia dentata comando albero
distribuzione lato scarico, della puleggia
dentata conduttrice e della catena di comando distribuzione (nel caso di riutilizzo della
catena rimossa). In caso di sostituzione delle
pulegge, montarle con le scritte rivolte verso
lesterno.
- Rimuovere la catena della distribuzione (1)
unitamente alla puleggia condotta comando
distribuzione (6) e alla puleggia dentata conduttrice (5).
- Utilizzare idonea attrezzatura per armare il
tenditore mobile e mantenerlo completamente arretrato bloccandolo con una spina.

Montaggio
4

1. Catena
2.Tendicatena
3. Barra tendi-catena
4. Guida catena
5. Corona conduttrice
6. Corona condotta
7. Alimentazione olio al tenditore
8. Ingranaggio albero motore

80

- Riporre nella sua sede la catena della distribuzione unitamente alla puleggia condotta
comando distribuzione ed alla puleggia dentata conduttrice.
- Serrare alla coppia di 108 132 Nm la vite
da M12 di fissaggio puleggia condotta
comando distribuzione.
- Rimuovere la spina dal tenditore mobile e
verificare che il pistoncino mobile sia in battuta sul relativo pattino.
- Invertire le operazioni di smontaggio.
- Rifornire limpianto di lubrificazione e di raffreddamento.

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > operazioni manutenzione

TENDITORE
Smontaggio
- Rimuovere la catena distribuzione (vedi
operazione relativa).
- Svitare le viti (1) e rimuovere il tenditore
mobile del comando distribuzione (2).
Tenditore

zionatore con stazione di ricarica adeguata.


- Procedere con lo stacco della ruota anteriore destra, della protezione parapolvere e del
passaruota supplementare.
- Procedere con lo stacco della batteria, del
relativo cestello e del fascio cavi dellimpianto.
- Scollegare linnesto rapido della tubazione
di ritorno liquido raffreddamento (3) al serbatoio alimentazione raffreddamento motore, lato termostato.
- Svitare e rimuovere il tappo introduzione
combustibile per scaricare la pressione presente nellimpianto.
- Scollegare linnesto rapido (4) della tubazione di mandata combustibile da filtro a
pompa di pressione, lato pompa di pressione.
- Scollegare linnesto rapido (5) della tubazione di ritorno combustibile al serbatoio, lato
tubo collettore combustibile unico.

- Disimpegnare le tubazioni dalle fascette di


fissaggio, svitare le viti (9), quindi rimuovere il
complessivo tubazioni (10).

Complessivo tubazioni

10

Nota:

AN

Montaggio

- Riporre nella sua sede il tenditore mobile


del comando distribuzione e fissarlo alla coppia di 8 10 Nm.
- Montare la catena della distribuzione.

- Scollegare linnesto rapido della tubazione


di ritorno liquido di raffreddamento (6) al serbatoio alimentazione raffreddamento motore, lato serbatoio.

SE

In caso di montaggio di un nuovo tenditore


mobile del comando distribuzione, questo
viene fornito a ricambio gi armato e mantenuto completamente arretrato con una
spina.

- Armare il tenditore mobile e mantenerlo


completamente arretrato bloccandolo con
una spina.

TI

Raccordi sul filtro carburante

Rimozione tubazione combustibile

- Scollegare linnesto rapido della tubazione


di mandata combustibile (7) da filtro a
pompa di pressione, lato filtro combustibile.
- Scollegare linnesto rapido della tubazione
di ritorno combustibile, lato filtro combustibile.
- Scollegare linnesto rapido della giunzione
intermedia della tubazione di ritorno combustibile (8) al serbatoio.

- Rifornire il circuito refrigerante del condizionatore.

Raccordo serbatoio espansione

Nota:
Effettuato il montaggio catena della distribuzione, rimuovere la spina dal tenditore mobile e verificare che il pistoncino sia in battuta
sul relativo pattino.

TESTA SUPERIORE

- Spingere manualmente le mollette e scollegare il tubo di ritorno da elettroiniettori a collettore, lato elettroiniettori.
- Allentare la fascetta e scollegare la tubazione di ritorno combustibile dalla pompa di
pressione, lato pompa di pressione.
- Svitare i raccordi e rimuovere la tubazione
da pompa di pressione a collettore combustibile.

Nota:

Smontaggio

Utilizzare una nuova tubazione da pompa di


pressione a collettore combustibile in fase di
rimontaggio.

- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.


- Scaricare il circuito refrigerante del condi-

81

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > operazioni manutenzione

- Svitare i raccordi (1) e rimuovere le tubazioni da collettore combustibile a elettroiniettori (2).

- Rimuovere gli elettroiniettori completi di


staffa.
- Ripetere la suddetta procedura per la rimozione della rimanente coppia elettroiniettori.
- Rimuovere gli anelli di tenuta elettroiniettori dalla testa superiore unica.

Nota:
Utilizzare nuove tubazioni da collettore combustibile a elettroiniettori in fase di rimontaggio.

Nota:
Questi anelli di tenuta vanno sostituiti in fase
di rimontaggio.

- Svitare le viti (3) e rimuovere le staffe di supporto complete di tubo collettore combustibile unico (4).
- Svitare la vite e rimuovere il sensore albero
a camme (5).

- Allentare la fascetta (8) e scollegare la tubazione (9) di presa depressione per servofreno, lato depressione.

- Rimuovere i tappi (10) e installare al loro


posto gli attrezzi (11) sugli alberi distribuzione.

Nota:
Montare gli attrezzi posizionandoli con le fresature presenti sugli stessi in senso orizzontale e verificando il loro corretto inserimento
nelle relative sedi sugli alberi distribuzione.
- Montare un idoneo perno (12) del diametro
di 8 mm per fermare il volano attraverso lapposito foro presente sul cambio.
Perno fermavolano

Rimozione raccordi carburante

Nota:

TI

Verificare il corretto inserimento del perno


nella relativa sede sul volano motore.

AN

Montaggio attrezzi di fase

10

SE

11

- Svitare il dado della staffa di fissaggio elettroiniettori (6).


- Rimuovere la prima rondella e la seconda
rondella conica.
- Estrarre uno alla volta gli elettroiniettori (7)
utilizzando un estrattore adeguato.

10

Tubazione servofreno

12
11

Attenzione:
In caso di riutilizzo degli stessi elettroiniettori, contrassegnare il cilindro di appartenenza
per il corretto rimontaggio.
In caso di montaggio di nuovi elettroiniettori, effettuare la procedura di autoapprendimento con strumento di diagnosi adeguato.

- Svitare la vite e scollegare il raccordo della

82

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > operazioni manutenzione

tubazione (1) di recupero vapori olio motore


dal coperchio della distribuzione con comando a catena.
- Montare una staffa (2) per il sollevamento
del gruppo motopropulsore e fissarla con la
vite superiore (3) di fissaggio alternatore al
relativo supporto.

- Svitare le viti (10) e rimuovere la puleggia


dellalbero motore (11).
Rimozione puleggia albero motore

10

11

alimentazione raffreddamento motore.


- Svitare il dado di fissaggio staffa supporto
tubazione impianto condizionamento al tassello elastico supporto gruppo motopropulsore, lato distribuzione.
- Svitare i dadi (15), quindi rimuovere il tassello elastico (16) supporto gruppo motopropulsore lato distribuzione.

Rimozione recupero olio


Rimozione staffa lato distribuzione

16
3

Rimozione vite albero motore

TI

- Svitare le viti di fissaggio staffa supporto


tubazione condizionamento al supporto rigido motore lato distribuzione.
- Svitare le viti (17) e rimuovere il supporto
rigido motore lato distribuzione (18) completo di staffa sollevamento motore (19).

Rimozione supporto motore

AN

Traversa supporto motore

13

15

12

- Serrare le viti inferiori di fissaggio alternatore al relativo supporto.


- Montare la traversa di supporto motore (4)
completo di tasselli di appoggio (5).
- Montare i ganci su barra filettata (6) e collegarli alla traversa precedentemente montata
tramite tirante (7).

- Utilizzando gli attrezzi fermapuleggia (12)


come dispositivi anticoppia, allentare la vite
sinistrorsa (13) di fissaggio flangia supporto
puleggia su albero motore.

12

- Svitare la vite e scollegare la tubazione da


valvola di espansione a compressore, lato
compressore.

Nota:

19

Chiudere con opportuni tappi a tenuta i raccordi scollegati per evitare lingresso di umidit e impurit nellimpianto.

SE

- Agire con una chiave in senso antiorario sul


tenditore mobile (8) e rimuovere la cinghia
unica comando organi motore (9).

- Scollegare la tubazione di alimentazione


impianto, lato radiatore.
- Svitare i dadi (14) e rimuovere il serbatoio

Rimozione cinghia

Rimozione vaschetta espansione

9
14

17
18

17

- Svitare il tappo (20) e la vite (21) di fissaggio


puleggia dentata comando albero distribuzione lato scarico.
- Svitare le viti (22) e rimuovere il coperchio
(23) completo di guarnizione.
Rimozione tappi di ispezione

21
8

14
20
83

22

23

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > operazioni manutenzione

- Disimpegnare la puleggia dentata dallalbero distribuzione lato scarico agendo attraverso il foro sul coperchio distribuzione, adagiandola sulla nervatura interna del coperchio distribuzione.

coppia di 9 Nm, seguendo lordine riportato


in figura in modo da avanzare gradatamente
verso il coperchio distribuzione.

Punti applicazione sigillante

Accostamento testa superiore

Nota:

Effettuata questa operazione, si ottiene la


completa fuoriuscita del pistoncino del tenditore mobile del comando distribuzione.

1
6
5

- Svitare le viti di fissaggio coperchio distribuzione (1) alla testa superiore unica.
- Recuperare le staffe (2).
- Svitare le viti (3) e (4), quindi rimuovere la
testa superiore unica (5) completa.
- Rimuovere la guarnizione testa superiore
unica (6).

del coperchio distribuzione.

AN
M

Montaggio

SE

- Applicare sigillante siliconico in corrispondenza della zona di contatto tra testa cilindri
e coperchio catena distribuzione (7).
- Posizionare sulla testa cilindri la guarnizione (8), inserendola sulle boccole di centraggio (9).
- Applicare sigillante siliconico sulla guarnizione tra testa cilindri inferiore e testa cilindri
superiore (10), in corrispondenza della zona
di contatto con il coperchio distribuzione.
- Applicare un cordone dello stesso sigillante
siliconico sulla superficie della guarnizione
coperchio distribuzione (11), seguendo la
linea nera di silicone presente sulla guarnizione stessa.

Nota:
Applicare uno strato sottile di sigillante sulla
guarnizione coperchio distribuzione in
modo da non creare un eccessivo spessore e
da evitare che il sigillante debordi allinterno

16

13

17

16
15

TI

- Inseriti al loro posto gli attrezzi per la fasatura degli alberi distribuzione, posizionare la
testa superiore unica prestando attenzione a
non spostare dalla loro posizione i bilancieri.
- Accostare, senza serrarle, le viti di fissaggio
della testa superiore unica alla testa cilindri.
- Avvitare e serrare alla coppia prescritta le
viti indicate di fissaggio del coperchio distribuzione (12) alla testa superiore unica.

Serraggio coperchio distribuzione

10
14

18

11

15
14

12

10

10

11

Rimozione testa superiore

13

- Serrare le viti di fissaggio da M8 testa superiore unica (17) con pre-coppia di 15 Nm e da


M7 (18) con pre-coppia di 12 Nm.
- Serrare le viti (19) e (20) di fissaggio della
testa superiore unica alla coppia seguente:
(19) da M8 a 25 Nm e (20) da M7 a 18 Nm.

Nota:
Per la sequenza di serraggio attenersi allordine indicato in figura.
Serraggio testa superiore

17
19

15

14

9
4
17
19

12

16

Nota:
Durante questa fase non avvitare ancora le
rimanenti viti di fissaggio del coperchio
distribuzione.
- Serrare le sei viti posteriori di fissaggio testa
superiore unica (13) alla coppia di 9 Nm.
- Allentare le viti (14) e (15) di fissaggio del
coperchio distribuzione serrate precedentemente.
- Proseguire con il serraggio delle viti di fissaggio della testa cilindri superiore (16) alla

84

10

13

11
17

6
18

12

18
20

- Inserire le restanti viti di fissaggio del coperchio della distribuzione alla testa superiore
unica, quindi serrare alla coppia di 8 10 Nm
tutte le viti di fissaggio del coperchio distribuzione alla testa superiore unica.
- Il disallineamento tra testa superiore unica
e testa cilindri non deve superare il valore

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > operazioni manutenzione

prescritto di 0,1 mm.

Nota:
ammessa la sola sporgenza della testa
superiore.
- Operando dal coperchio distribuzione, in
corrispondenza del foro di ispezione, posizionare il perno in modo che agisca sulla nervatura del pattino mobile. Arretrare quindi il
pistoncino del tendicatena in modo da portarlo in posizione di bloccaggio.

- Riporre nella sua sede il tassello elastico (1)


supporto gruppo motopropulsore lato distribuzione e fissarlo con i dadi da M10 alla coppia seguente: (2) da M10 a 45 55 Nm e (3)
da M10 a 41 50 Nm.
- Serrare il dado di fissaggio staffa supporto
tubazione impianto condizionamento (4) al
tassello elastico supporto gruppo motopropulsore lato distribuzione.
Serraggio staffa tassello elastico

Compressione tenditore

- Riporre nella sua sede la puleggia dellalbero motore e fissarla con le viti da M8 alla coppia di 23 28 Nm.
- Agire con una chiave sul tenditore mobile e
calzare la cinghia unica comando accessori.
- Rimuovere gli attrezzi usati per il supporto
in sicurezza del gruppo motopropulsore.
- Svitare la vite superiore, allentare le viti inferiori di fissaggio alternatore e rimuovere la
staffa utilizzata per il supporto del gruppo
motopropulsore.
- Serrare le viti da M8 di fissaggio alternatore
al relativo supporto alla coppia di 23 28
Nm.
- Collegare il raccordo della tubazione di
recupero vapori olio motore al coperchio
della distribuzione con comando a catena e
serrare la relativa vite.

Nota:

Accertarsi della presenza dellanello o-ring e


del suo corretto posizionamento.

- Rimuovere il perno dal foro presente sul


cambio.
- Rimuovere gli attrezzi di messa in fase dagli
alberi distribuzione e serrare i relativi tappi.
- Collegare la tubazione di presa depressione
per servofreno, lato depressore, e serrare la
relativa fascetta.
- Riporre nelle loro sedi nuovi anelli di tenuta
elettroiniettori sulla testa superiore unica.
- Riporre nelle loro sedi gli elettroiniettori (7)
completi di staffe (8).

AN

TI

- Riporre nella sua sede il serbatoio alimentazione raffreddamento motore e fissarlo con i
relativi dadi.
- Collegare la tubazione di alimentazione
impianto, lato radiatore.
- Collegare la tubazione da valvola di espansione a compressore, lato compressore, e serrare la vite da M6 alla coppia di 7 11 Nm.

Attenzione:

Sostituire gli anelli o-ring dei raccordi, utilizzando esclusivamente anelli di colore verde,
resistenti al fluido refrigerante R134a.
Lubrificare le filettature dei raccordi con olio
anticongelante.

SE

- Calettare la puleggia dentata sullalbero


distribuzione lato scarico agendo attraverso
il foro presente sul coperchio distribuzione.
- Posizionare la vite di fissaggio dellingranaggio e avvitarla senza serrarla, in modo da
impedire che lingranaggio possa fuoriuscire
accidentalmente dalla relativa sede.
- Agendo dal foro di ispezione, arretrare completamente il pistoncino del tendicatena
verificando che vada a contatto con il pattino
mobile.
- Inseriti gli attrezzi di fasatura degli alberi
distribuzione, serrare la vite M12 di fissaggio
puleggia dentata comando albero distribuzione lato scarico alla coppia di 108 132
Nm.
- Serrare il relativo tappo.
- Riporre nella sua sede il relativo coperchio
completo di guarnizione e fissarlo con le viti.
- Riporre nella sua sede il supporto rigido
motore lato distribuzione completo di staffa
sollevamento motore e fissarlo con le viti da
M10 alla coppia di 57 63 Nm.
- Serrare le viti di fissaggio staffe supporto
tubazione condizionamento al supporto rigido motore lato distribuzione.

- Serrare la vite sinistrorsa da M14 (5) di fissaggio flangia supporto puleggia su albero
motore alla coppia di 219 242 Nm, utilizzando un ferma-puleggia (6).

Nota:
Prima del montaggio sostituire lanello di
rame sugli elettroiniettori.
- Riporre nelle loro sedi la rondella conica (9)
e la rondella (10).
- Serrare il dado (11) da M8 della staffa di fissaggio elettroiniettori alla coppia di 18 22 Nm.
Montaggio iniettori

Serraggio flangia puleggia motore

10
6

11

7
8

85

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > operazioni manutenzione

TESTATA

Nota:

Recuperare il liquido di raffreddamento che


fuoriesce in un adatto recipiente.

SE

Montaggio tubazione carburante

- Riporre nella sua sede il complessivo tubazioni e fissarlo con le relative viti e fascette.
- Collegare linnesto rapido della giunzione

Smontaggio

- Smontare la testa superiore.


- Scollegare il manicotto superiore entrata
liquido di raffreddamento al radiatore, lato
termostato.

- Riporre nella sua sede una nuova tubazione


da pompa di pressione a collettore combustibile unico e fissarla con i relativi raccordi
senza serrarli.
- Serrare il raccordo da M12 della tubazione
da pompa di pressione a collettore combustibile unico, lato pompa, alla coppia di 23
25 Nm.
- Serrare il raccordo da M14 della tubazione
da pompa di pressione a collettore combustibile unico, lato collettore combustibile, alla
coppia di 27 29 Nm.
- Collegare la tubazione di ritorno combustibile dalla pompa di pressione, lato pompa di
pressione, e serrare la relativa fascetta.
- Collegare il tubo di uscita combustibile
dagli elettroiniettori (1), lato elettroiniettori,
spingendolo fino ad avvertire lo scatto delle
mollette.

Fascette tubazioni radiatore interno

Pulire con eptano le sedi filettate della suddetta tubazione sul collettore e sugli elettroiniettori.

lore collettore di scarico completa di staffa


sollevamento motore.
- Svitare la vite di fissaggio tubazione mandata liquido di raffreddamento allo scambiatore di calore olio motore, al basamento
motore.
- Svitare le viti e rimuovere la tubazione mandata liquido di raffreddamento allo scambiatore di calore olio motore completo di relativa guarnizione.
- Svitare i raccordi e rimuovere la tubazione
mandata olio motore al turbocompressore.
- Scollegare il tubo di recupero olio motore
condensato, lato separatore vapori olio.
- Allentare le fascette (2) e scollegare le tubazioni entrata ed uscita liquido raffreddamento dal riscaldatore impianto di climatizzazione.

TI

Nota:

intermedia della tubazione di ritorno combustibile al serbatoio.


- Collegare linnesto rapido della tubazione
di ritorno combustibile, lato filtro combustibile.
- Collegare linnesto rapido della tubazione
di mandata combustibile da filtro a pompa di
pressione, lato filtro combustibile.
- Collegare linnesto rapido della tubazione
di ritorno combustibile al serbatoio, lato tubo
collettore combustibile unico.
- Collegare linnesto rapido della tubazione
di mandata combustibile da filtro a pompa di
pressione, lato pompa di pressione.
- Collegare linnesto rapido della tubazione
di ritorno liquido di raffreddamento al serbatoio di alimentazione raffreddamento motore, lato termostato.
- Procedere con il riattacco del fascio cavi dellimpianto, del supporto cestello della batteria, del passaruota supplementare, della protezione parapolvere e della ruota anteriore
destra.
- Rifornire il circuito refrigerante del condizionatore.
- Rimuovere infine la vettura dal ponte sollevatore.

AN

- Riporre nella sua sede il sensore di fase e fissarlo con la relativa vite da M6 alla coppia di
6 8 Nm.
- Riporre nelle loro sedi le staffe di supporto
complete di tubo collettore combustibile
unico e fissarle con le relative viti.
- Riporre nelle loro sedi nuove tubazioni da
collettore combustibile a elettroiniettori e
fissarle con i relativi raccordi senza serrarli.
- Serrare i raccordi da M12 delle tubazioni da
collettore combustibile a elettroiniettori, lato
elettroiniettori, alla coppia di 23 25 Nm.
- Serrare i raccordi da M14 delle tubazioni da
collettore combustibile a elettroiniettori, lato
collettore, alla coppia di 27 29 Nm.

- Scollegare la tubazione flessibile di ricircolo


vapori olio dalla tubazione rigida.
- Rimuovere la tubazione entrata aria al turbocompressore.
- Allentare la fascetta di fissaggio tubazione
mandata liquido di raffreddamento allo
scambiatore di calore olio motore, lato termostato.
- Allentare la fascetta e scollegare la tubazione da scambiatore di calore a cassoncino
capacit aria, lato cassoncino.
- Allentare la fascetta e scollegare il tubo di
mandata liquido di raffreddamento al riscaldatore impianto di climatizzazione, lato
scambiatore di calore gas di scarico/acqua
per impianto EGR.
- Svitare la vite e rimuovere il tubo per asta
livello olio motore completo.
- Svitare i dadi e rimuovere la paratia paraca-

86

- Svitare la vite di fissaggio scambiatore di


calore gas di scarico/acqua per impianto EGR
al basamento motore.
- Operando dal foro del coperchio distribuzione (3), svitare la vite di fissaggio pattino
fisso catena distribuzione alla testa cilindri.
- Svitare le viti di fissaggio (4) coperchio
distribuzione alla testa cilindri.
Vite pattino e viti coperchio

4
4

- Svitare i dadi di fissaggio turbocompressore


al collettore di scarico.

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > operazioni manutenzione

- Scollegare la tubazione di mandata aria tra


turbocompressore e scambiatore di calore,
lato turbocompressore e rimuovere la relativa guarnizione.
- Svitare le viti di fissaggio tubazione ritorno
olio motore dal turbocompressore, lato basamento motore.
- Svitare i dadi di fissaggio (1) tubo rigido
della tubazione di scarico tra convertitore
catalitico e silenziatore, lato silenziatore.
- Disimpegnare il tubo rigido dello scarico tra
convertitore catalitico e silenziatore dal silenziatore.
- Allentare il collare (2) e rimuovere il tubo
rigido dello scarico tra convertitore catalitico
e silenziatore (3).

tendo dalle viti pi esterne per finire con


quelle centrali.
- Rimuovere la guarnizione testa cilindri.

Montaggio
- Rilevare la sporgenza dei pistoni su due
punti a 180, sullasse dello spinotto, mediante comparatore ed apposito supporto (6), e
fare la media dei due valori rilevati per ogni
pistone.
Misura sporgenza pistoni

Punti applicazione sigillante

Tubo rigido di scarico

- Applicare sigillante siliconico in corrispondenza della zona di contatto (7) tra basamento e coperchio distribuzione.
- Posizionare sul basamento la guarnizione
testa cilindri (8) dello spessore selezionato in
precedenza, inserendola sulle boccole di
centraggio (9).
- Applicare sigillante siliconico sulla guarnizione testa cilindri, in corrispondenza della
zona di contatto (10) con il coperchio distribuzione.
- Applicare inoltre un cordone del medesimo
sigillante siliconico sulla superficie di contatto
con la testa cilindri della guarnizione coperchio distribuzione (11) seguendo la linea nera
di silicone presente sulla guarnizione stessa.

TI

- Scegliere lo spessore della guarnizione


testa cilindri da utilizzare, in funzione del
valore massimo tra le medie della sporgenza
di ogni singolo pistone.

11
8

10
9
Nota:

SE

Applicare uno strato sottile di sigillante sulla


guarnizione coperchio distribuzione in
modo da non creare un eccessivo spessore e
da evitare che il sigillante debordi allinterno
del coperchio distribuzione.

Rimozione testata e guarnizione

11

Guarnizione

- Svitare la vite di fissaggio staffa supporto


convertitore catalitico alla staffa di unione
cambio/motore.
- Rimuovere il turbocompressore completo
di convertitore catalitico.
- Svitare le viti (4) e rimuovere la testa cilindri
(5) completa.

AN

- Posizionare la testa cilindri sul basamento


inserendola nelle rispettive boccole di centraggio.

Nota:
Prima di maneggiare la testa cilindri applica-

Nota:
Rispettare la sequenza di smontaggio par-

Sporgenza pistone

Spessore guarnizione testata

Contrassegno

0,028 0,127 mm

0,67 0,77 mm

nessun foro

0,128 0,227 mm

0,77 0,87 mm

un foro

0,228 0,327 mm

0,87 0,97 mm

due fori

87

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > operazioni manutenzione

re grasso sul pistoncino del tendicatena in


modo da evitare che possa fuoriuscire accidentalmente durante la movimentazione.

Nota:

- Avvitare e serrare alla coppia di 8 10 Nm le


viti da M6 (1) di fissaggio coperchio distribuzione su testa cilindri.

Nota:

- Il serraggio nominale di 40 Nm va eseguito


in due fasi distinte: una prima fase di accostamento a 20 Nm, seguita da un ulteriore serraggio a 40 Nm e, infine, i serraggi angolari di
90 + 90.

Durante questa fase non avvitare sul foro (2)


la relativa vite.

Sequenza di serraggio finale

Per la sequenza di serraggio attenersi allordine indicato in figura.

Serraggio provvisorio coperchio

Nota:

Sostituire le rondelle di tenuta in rame dei


raccordi.

AN

TI

- Inserire la terza vite da M6 di fissaggio del


coperchio distribuzione alla testa cilindri,
quindi serrare alla coppia di 8 10 Nm le tre
viti di fissaggio del coperchio distribuzione
alla testa cilindri.
- Il disallineamento tra testa cilindri e basamento motore non deve superare il valore
prescritto di 0,1 mm.

Nota:

ammessa la sola sporgenza del basamento


motore.
- Riporre nella sua sede il turbocompressore
completo di convertitore catalitico.
- Serrare la vite di fissaggio staffa supporto
convertitore catalitico alla staffa di unione
cambio / motore.
- Riporre nella sua sede il tubo rigido dello
scarico tra convertitore catalitico e silenziatore e fissarlo con il relativo collare.
- Serrare i dadi di fissaggio tubo rigido dello
scarico tra convertitore catalitico e silenziatore, lato silenziatore.
- Posizionare una nuova guarnizione tra
basamento motore e tubazione ritorno olio
motore dal turbocompressore.
- Serrare le viti da M6 di fissaggio tubazione
ritorno olio motore dal turbocompressore, lato
basamento motore, alla coppia di 8 10 Nm.
- Collegare la tubazione di mandata aria tra
turbocompressore e scambiatore di calore
completa di guarnizione, lato turbocompressore, e fissarla con le relative viti.
- Serrare i dadi di fissaggio da M8 turbocompressore al collettore di scarico alla coppia di
23 28 Nm.
- Serrare la vite di fissaggio pattino fisso cate-

- Posizionare nelle relative sedi le viti di fissaggio della testa cilindri e avvitarle parzialmente senza estrarle.
- Serrare alla coppia prescritta di 25 Nm solo
le due viti indicate in figura (3) di fissaggio
della testa cilindri al basamento.
- Allentare le viti di fissaggio coperchio distribuzione (4) serrate precedentemente.
- Proseguire nel serraggio delle viti di fissaggio della testa cilindri (5) alla coppia di 25 Nm
seguendo lordine riportato in figura, in
modo da avanzare gradatamente verso il
coperchio distribuzione.
Sequenza per accostamento

SE

- Serrare le viti da M10 della testa cilindri alla


coppia prescritta utilizzando il goniometro
per il serraggio angolare.

- Riporre nella sua sede la tubazione mandata liquido raffreddamento allo scambiatore
di calore olio motore completa di guarnizione, quindi serrare la fascetta e le viti.
- Serrare la vite di fissaggio tubazione mandata liquido di raffreddamento allo scambiatore
di calore olio motore, al basamento motore.
- Riporre nella sua sede la paratia paracalore
collettore di scarico completa di staffa di sollevamento motore e fissarla con i relativi dadi.
- Riporre nella sua sede il tubo per asta livello olio motore completo e fissarlo con la relativa vite.
- Collegare il tubo di mandata liquido di raffreddamento al riscaldatore dellimpianto di
climatizzazione, lato scambiatore di calore
gas di scarico/acqua per impianto EGR, e serrare la relativa fascetta.
- Collegare la tubazione da scambiatore di
calore a cassoncino capacit aria, lato cassoncino, e serrare la relativa fascetta.
- Riporre nella sua sede la tubazione entrata
aria al turbocompressore e serrare la relativa
fascetta.
- Collegare la tubazione di ricircolo vapori
olio alla tubazione rigida e serrare la relativa
fascetta.
- Collegare il manicotto superiore entrata
liquido di raffreddamento al radiatore, lato
termostato, e serrare la relativa fascetta.
- Montare la testa superiore (vedere procedura relativa).
- Montare e ricollegare il cablaggio motore.
- Montare il cestello batteria e la batteria.
- Rifornire limpianto di raffreddamento
motore.
- Procedere con il riattacco del passaruota
supplementare e della ruota anteriore destra.
- Rifornire il circuito refrigerante del condizionatore.
- Rimuovere la vettura dal ponte sollevatore.

na distribuzione alla testa cilindri.


- Serrare la vite di fissaggio scambiatore di
calore acqua/gas di scarico per impianto EGR
al basamento motore.
- Collegare le tubazioni di entrata ed uscita
liquido di raffreddamento al riscaldatore dellimpianto di climatizzazione e serrare le relative fascette.
- Collegare il tubo di recupero olio motore
condensato, lato separatore vapori olio, e serrare la relativa fascetta.
- Riporre nella sua sede la tubazione mandata
olio motore al turbocompressore e fissarla con
i raccordi da M10 alla coppia di 11 13 Nm.

88

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > operazioni manutenzione

Operazioni con distacco del motore

RIMOZIONE MOTORE DALLA


VETTURA

- Allentare la fascetta e scollegare la tubazione unica mandata e ritorno acqua al riscaldatore, lato scambiatore di calore gas di scarico/acqua per impianto EGR.
- Scollegare la valvola unidirezionale per servofreno dal servofreno.
- Svitare il dado e scollegare la tubazione da
valvola di espansione a compressore, lato
valvola di espansione.

scollegare la relativa tubazione.


Rimozione cilindro frizione

Smontaggio

- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.


- Procedere con lo stacco delle ruote anteriori, delle protezioni parapolvere, di entrambi i
passaruota supplementari e della batteria col
relativo cestello.
- Scollegare la connessione elettrica (1) dal
misuratore portata aria.
- Allentare la fascetta (2) e scollegare il manicotto entrata aria al turbocompressore, lato
misuratore portata aria.

Nota:

Ostruire con opportuni tappi a tenuta i raccordi scollegati per evitare lingresso di umidit o impurit nellimpianto.

- Svitare la vite (9) e scollegare la tubazione


da compressore a condensatore del condizionatore (10), lato compressore.

Connettore e fascetta misuratore

TI

Tubazione condensatore

- Scollegare le funi di innesto/selezione


marce (7).
- Rimuovere i fermi e disimpegnare le funi di
innesto/selezione marce dalla staffa di supporto (8).

AN

10

Funi innesto/selezione marce

SE

- Rimuovere il filtro aria (3) completo di misuratore portata aria (4), disimpegnandolo
prima dai pioli sottostanti e poi dal fissaggio
posteriore.

- Scollegare linnesto (11) della tubazione di


ritorno liquido di raffreddamento dal serbatoio alimentazione raffreddamento motore.
- Allentare la fascetta e scollegare la tubazione di alimentazione impianto, lato radiatore.
- Svitare i dadi (12) e rimuovere il serbatoio
alimentazione raffreddamento motore.

Scatola filtro aria

- Scaricare il circuito refrigerante del condizionatore con idonea attrezzatura.


- Allentare la fascetta e scollegare il manicotto uscita liquido di raffreddamento da radiatore, lato radiatore.

Innesto rapido serbatoio

12

11

Nota:
Scaricare il liquido di raffreddamento motore
in un idoneo recipiente.

4
- Svitare le viti (5) e spostare lateralmente il
cilindro operatore frizione (6), senza per

- Allentare la fascetta e scollegare il manicotto superiore entrata liquido di raffreddamento al radiatore, lato termostato.
- Allentare la fascetta e scollegare la tubazione
mandata e ritorno acqua al riscaldatore, lato
tubo rigido entrata liquido alla pompa acqua.

89

12

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > operazioni manutenzione

- Svitare il dado e scollegare il cavo di massa


dal morsetto negativo della batteria.
- Scollegare le connessioni elettriche dalla
centralina di preriscaldamento candelette.
- Scollegare le connessioni elettriche (1) dal
modulo gestione motore Diesel.
Connettori centralina iniezione

cambio.
- Svitare i bulloni di fissaggio semialbero sinistro al semialbero interno sinistro differenziale.
- Svitare il bullone superiore (3) e allentare il
bullone inferiore (4) di fissaggio ammortizzatore anteriore sinistro al montante ruota.

- Svitare la vite di fissaggio (8) tirante inferiore di reazione gruppo motopropulsore alla
traversa della sospensione anteriore.
Tirante di reazione

Bulloni ammortizzatore

8
1

TI

SE

Rimozione connettori su filtro carburante

- Allontanare il semialbero sinistro dal


semialbero interno differenziale e fissarlo
opportunamente.
- Svitare i bulloni di fissaggio semialbero
destro al semialbero intermedio.
- Recuperare le piastrine di sicurezza.
- Svitare il bullone superiore e allentare il bullone inferiore di fissaggio ammortizzatore
anteriore destro al montante ruota.
- Allontanare il semialbero destro dal semialbero intermedio e fissarlo opportunamente.
- Svitare i dadi (5) di fissaggio tubo rigido
dello scarico tra convertitore catalitico e
silenziatore, lato silenziatore.
- Disimpegnare il tubo rigido dello scarico tra
convertitore catalitico e silenziatore dal silenziatore.
- Allentare il collare (6) e rimuovere il tubo
rigido dello scarico tra convertitore catalitico
e silenziatore (7).

AN

- Scollegare la connessione elettrica dal


dispositivo di preriscaldamento combustibile (2).
- Scollegare la connessione elettrica dal sensore presenza acqua nel filtro combustibile.

Tubazione di scarico

- Svitare e rimuovere il tappo introduzione


carburante per scaricare la pressione presente nellimpianto.
- Scollegare linnesto rapido della tubazione
di mandata combustibile da filtro a pompa di
pressione, lato filtro combustibile.
- Scollegare linnesto rapido della tubazione
di ritorno combustibile dal filtro combustibile.
- Scollegare linnesto rapido della giunzione
intermedia della tubazione di ritorno combustibile al serbatoio.
- Scollegare la connessione elettrica dallinterruttore luci retromarcia.
- Scollegare il cavo di massa batteria dal

- Allentare la fascetta e scollegare il manicotto mandata aria tra turbocompressore e


scambiatore di calore, lato scambiatore di
calore.
- Allentare la fascetta e scollegare il manicotto mandata aria da scambiatore di calore a
tubo rigido, lato scambiatore di calore.
- Svitare il dado di fissaggio staffa superiore
elettroventilatore raffreddamento alla traversa superiore.
- Svitare le viti laterali di fissaggio elettroventilatore raffreddamento al radiatore.
- Rimuovere lelettroventilatore completo di
cablaggio elettrico dopo aver disimpegnato i
pioli inferiori dalla traversa inferiore radiatore
e le alette posizionate a incastro sul radiatore.
- Sostenere il gruppo motopropulsore con
una gru idraulica munita di idonee catene (9)
collegate alle apposite staffe presenti sul
motore.

Punti di supporto motore

5
90

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > operazioni manutenzione

- Posizionare unidonea pedana sotto il gruppo motopropulsore.


- Disimpegnare la tubazione impianto condizionamento (1) dalla fascetta (2).
- Svitare i dadi (3 e 4), quindi rimuovere il tassello elastico supporto motore lato distribuzione (5).
Rimozione tassello elastico

a 41 50 Nm.
- Serrare il dado di fissaggio staffa supporto
tubazione impianto condizionamento al tassello elastico supporto gruppo motopropulsore, lato distribuzione.
Serraggio tassello elastico

3
1

- Collegare il semialbero sinistro al semialbero interno differenziale e ripetere i serraggi


come per il lato destro.
- Collegare il cavo di massa batteria al cambio e fissarlo con la relativa vite.
- Collegare la connessione elettrica allinterruttore luci retromarcia.
- Collegare linnesto rapido della giunzione
intermedia della tubazione di ritorno combustibile, lato filtro combustibile.
- Collegare linnesto rapido della tubazione
di mandata combustibile da filtro a pompa di
pressione, lato filtro combustibile.
- Collegare la connessione elettrica al sensore presenza acqua nel filtro combustibile.
- Collegare la connessione elettrica al dispositivo di preriscaldamento combustibile.
- Collegare le connessioni elettriche alla centralina dellimpianto iniezione elettronica
Diesel.
- Collegare le connessioni elettriche alla centralina di preriscaldamento candelette.
- Collegare il cavo di massa al morsetto negativo della batteria e fissarlo con il relativo dado.
- Collegare la connessione elettrica alla scatola di derivazione vano motore.
- Riporre nella sua sede la scatola di derivazione vano motore facendola ruotare sulle
relative cerniere.
- Collegare le connessioni elettriche alla scatola di derivazione vano motore.
- Collegare il cavo alla scatola di derivazione
vano motore e fissarlo con il relativo dado.
- Riporre nella sua sede il coperchio della scatola di derivazione vano motore.
- Riporre nella sua sede il serbatoio alimentazione raffreddamento motore e fissarlo con i
relativi dadi.
- Collegare la tubazione di alimentazione
impianto, lato radiatore, e serrare la relativa
fascetta.
- Collegare linnesto rapido della tubazione
di ritorno liquido raffreddamento al serbatoio alimentazione raffreddamento motore.
- Collegare la tubazione da compressore a
condensatore del condizionatore (9), lato
compressore, e serrare la vite (10) alla coppia
di 7 11 Nm.

AN

Rimozione supporto lato cambio

- Svitare il dado di fissaggio supporto rigido


gruppo motopropulsore lato cambio (6) al
relativo tassello elastico.

TI

- Rimuovere la pedana da sotto il gruppo


motopropulsore.
- Rimuovere la gru idraulica munita di idonee
catene utilizzata per il supporto del gruppo
motopropulsore.
- Riporre nella sua sede lelettroventilatore
raffreddamento radiatore completo di
cablaggio elettrico, fissando i pioli inferiori
alla traversa inferiore e le alette posizionate
ad incastro sul radiatore.
- Serrare le viti laterali di fissaggio elettroventilatore raffreddamento radiatore al radiatore.
- Serrare il dado di fissaggio staffa superiore
elettroventilatore raffreddamento radiatore
alla traversa superiore.
- Collegare il manicotto mandata aria da
scambiatore di calore a tubo rigido,lato scambiatore di calore, e serrare la relativa fascetta.
- Collegare il manicotto mandata aria tra turbocompressore e scambiatore di calore, lato
scambiatore di calore, e serrare la relativa
fascetta.
- Serrare la vite di fissaggio tirante inferiore di
reazione gruppo motopropulsore alla traversa della sospensione anteriore alla coppia di
114 126 Nm.
- Riporre nella sua sede il tubo rigido della
tubazione di scarico tra convertitore catalitico
e silenziatore e fissarlo con il relativo collare.
- Serrare i dadi di fissaggio tubo rigido della
tubazione di scarico tra convertitore catalitico e silenziatore, lato silenziatore.
- Collegare il semialbero destro al semialbero
intermedio.
- Serrare i bulloni di fissaggio da M10
ammortizzatore anteriore destro al montante ruota alla coppia di 71 79 Nm.
- Serrare i bulloni di fissaggio da M8 semialbero destro al semialbero intermedio alla
coppia di 36 44 Nm.

SE

- Abbassare lentamente il gruppo motopropulsore con la gru idraulica fino ad appoggiarlo sulla pedana precedentemente predisposta.

Montaggio
- Riporre nella sua sede nel vano motore il
gruppo motopropulsore utilizzando la gru
idraulica.
- Serrare il dado di fissaggio da M12 supporto rigido gruppo motopropulsore lato cambio al relativo tassello elastico alla coppia di
81 99 Nm.
- Riporre nella sua sede il tassello elastico
supporto gruppo motopropulsore lato
distribuzione e fissarlo con i dadi da M10
alla coppia seguente: (7) a 45 55 Nm e (8)

91

Serraggio tubazione condensatore

10

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > operazioni manutenzione

- Smontare i 2 cappelli di biella.

Nota:
Osservare lordine di successione dei cilindri.

- Svitare le 4 viti e premere i 2 pistoni con la


biella verso lalto.
- Togliere i 2 pistoni.

Rimozione pistoni

- Applicare lattrezzo speciale fermavolano e


rimuovere il volano.
- Smontare i 5 cappelli di banco svitando le
10 viti nella sequenza illustrata.
- Mantenere in ordine i cuscinetti di banco ed
i cappelli dei cuscinetti di banco per il successivo montaggio.
- Regolare il cilindro n 1 al PMS.
- Smontare i 2 cappelli di biella del pistone n
2 e n 3.

Nota:

SE

REVISIONE MOTORE
Smontaggio e verifica componenti
Avvertenza:
Il sistema di iniezione Diesel costruito sulla
base di tolleranze e giochi estremamente
precisi. quindi indispensabile che gli interventi su tali componenti vengano effettuati
nella pi assoluta pulizia. Montare sempre
dei tappi su ogni foro o tubazione aperti.
- Smontare la testata e di conseguenza la

Rimozione cappelli di biella

Rimozione frangiflutti

- Collegare la tubazione da valvola di espansione a compressore, lato valvola di espansione, e


fissarla con il dado alla coppia di 7 11 Nm.
- Collegare la valvola unidirezionale per servofreno al servofreno.
- Collegare la tubazione unica mandata e
ritorno acqua al riscaldatore, lato scambiatore di calore gas di scarico/acqua per impianto EGR, e serrare la relativa fascetta.
- Collegare la tubazione unica mandata e
ritorno acqua al riscaldatore, lato tubo rigido
entrata liquido alla pompa acqua, e serrare la
relativa fascetta.
- Collegare il manicotto superiore entrata
liquido di raffreddamento al radiatore, lato
termostato, e serrare la relativa fascetta.
- Collegare il manicotto inferiore uscita liquido di raffreddamento da radiatore, lato radiatore, e serrare la relativa fascetta.
- Fissare le funi di innesto/selezione marce.
- Riporre nella sua sede il cilindro operatore
frizione e fissarlo con le relative viti.
- Riporre nella sua sede il filtro aria completo
di misuratore portata aria.
- Collegare il manicotto portata aria al turbocompressore, lato misuratore portata aria, e
serrare la relativa fascetta.
- Collegare la connessione elettrica al misuratore portata aria.
- Procedere con il montaggio del cestello
della batteria e della batteria.
- Rifornire limpianto di raffreddamento
motore.
- Rifornire il circuito refrigerante del condizionatore.
- Procedere con il montaggio dei passaruota
supplementari.
- Montare le ruote, riportare il veicolo al suolo.

coppa dellolio.
- Svitare le 6 viti e smontare la lamiera frangiflutti olio.

TI

Sostituire gli anelli o-ring dei raccordi, utilizzando esclusivamente anelli di colore verde
resistenti al fluido refrigerante R134a.
Lubrificare le filettature dei raccordi con olio
anticongelante.

AN

Nota:

Osservare lordine di successione dei cilindri


per lo smontaggio.
- Contrassegnare la biella con il cappello di
biella.

Importante:
Le superfici di rottura delle bielle e dei cappelli di biella formano un accoppiamento
individuale e non devono essere scambiate
n danneggiate. Non appoggiare sulle superfici di rottura.
- Svitare le 4 viti dai cappelli di biella e premere i 2 pistoni con la biella verso lalto.
- Togliere i 2 pistoni.
- Girare lalbero a gomiti nel senso di rotazione del motore di 180, per portare i cappelli
di biella del cilindro n 1 e n 4 in posizione
per la rimozione.

92

- Togliere gli 8 semicuscinetti di biella.

Nota:
Contrassegnare i cuscinetti di biella rispettandone la sequenza.
- Montare il comparatore e il suo supporto
sul monoblocco lato cambio.
- Applicare il tastatore del comparatore sulla
flangia dellalbero a gomiti.
- Montare con un leggero precarico.
Misura gioco

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > operazioni manutenzione

- Posizionare la ghiera mobile del comparatore sullo zero.


- Misurare il gioco in lunghezza dellalbero a
gomiti.

- Montare i 5 cappelli di banco.


- Rispettare la marcatura, la disposizione e la
sequenza di serraggio.
- Serrare le 10 viti.

- Togliere i 10 semicuscinetti dellalbero a


gomiti.
- Misurare il diametro dei 4 perni di biella.
- Misurare con la vite micrometrica in 2 punti.

Nota:

Nota:

Nota:

Ripetere la misurazione pi volte e verificare


che il gioco in lunghezza dellalbero a gomiti
rientri nei valori ammessi - vedere Dati tecnici - manovellismo, monoblocco.

Per la misurazione dellalbero a gomiti le viti


non devono essere sostituite.

Annotare le quote. Se una quota si trova al di


fuori della tolleranza, lalbero a gomiti deve
essere rettificato o sostituito.

Tolleranza ammessa della rotondit di funzionamento dellalbero a gomiti - vedere


Dati tecnici - manovellismo, monoblocco.
- Rimuovere lalbero motore (1).
- Togliere le 2 rondelle di spinta (2).

Il gioco del cuscinetto di banco viene calcolato in base ai diversi diametri del foro del
cuscinetto di banco e del perno del cuscinetto di banco.
Per il gioco del cuscinetto di banco ammesso, vedere Dati tecnici - manovellismo,
monoblocco.

SE

- Prepararsi per misurare il diametro del


perno dei 5 cuscinetti di banco.
- Misurare con la vite micrometrica su 2 punti
per ogni cuscinetto.

Nota:
Annotare le quote. Se una quota si trova al di
fuori della tolleranza, lalbero a gomiti deve
essere rettificato o sostituito.

Nota:

Per la misurazione del gioco della biella i dadi


non devono essere sostituiti.

Nota:

Rimozione albero a gomiti

- Inserire gli 8 semicuscinetti di biella.


- Rispettare il contrassegno e lassegnazione
nella biella e cappello di biella.
- Montare i 4 cappelli di biella.
- Rispettare il contrassegno e la disposizione,
serrare gli 8 dadi alla coppia di 24,5 Nm +
100 + 15.

- Preparare lalesametro.
- Smontare la punta del compasso.
- Montare il rispettivo tastatore nellalesametro.
- Montare il comparatore con circa 1 mm di
precarico nellalesametro.
- Spingere lalesametro tra le superfici di controllo della vite micrometrica.
- Determinare il punto di inversione della lancetta.
- Equilibrare lalesametro tra le superfici di
prova.
- Azzerare il comparatore sul punto di inversione della lancetta.
- Misurare il diametro dei fori dei 4 cuscinetti
di biella.
- Determinare il punto di inversione su due
punti.
- Fare oscillare lalesametro nel foro del cuscinetto di biella.

TI

Nota:

AN

- Smontare il comparatore completo del suo


supporto.
- Montare il comparatore con il supporto sul
monoblocco.
- Applicare il tastatore del comparatore sul
perno del cuscinetto di banco applicando un
leggero precarico.
- Azzerare il comparatore.
- Misurare la tolleranza della rotondit di funzionamento, girando uniformemente lalbero
a gomiti.
- Leggere il valore di controllo.

- Preparare lalesametro.
- Montare il rispettivo tastatore nellalesametro.
- Montare il comparatore con circa 1 mm di
precarico nellalesametro.
- Spingere lalesametro tra le superfici di controllo della vite micrometrica.
- Determinare il punto di inversione della lancetta.
- Equilibrare lalesametro tra le superfici di
prova.
- Azzerare il comparatore sul punto di inversione della lancetta.
- Misurare il diametro dei 10 fori dei cuscinetti di banco.
- Determinare il punto di inversione su due
punti per cuscinetto.
- Equilibrare lalesametro nel foro del cuscinetto di banco.
- Annotare le quote.
- Calcolare il gioco dei 5 cuscinetti di banco.

- Quando si sceglie il semicuscinetto di


banco prestare attenzione a quanto segue:
I semicuscinetti di banco sono suddivisi in tre
classi. La classe dipende dal diametro del
foro per i semicuscinetti di banco nel monoblocco ed contrassegnata da un numero
per ogni perno dellalbero a gomiti nel
monoblocco.
Il diametro interno del semicuscinetto di
banco dipende dal diametro esterno del
perno dellalbero a gomiti. A secondo del
diametro i bracci dellalbero a gomiti sono
contrassegnati con - oppure I numeri
(da 1 a 5) si riferiscono ai relativi perni dei
cuscinetti dellalbero a gomiti.
- Con questi contrassegni i semicuscinetti
possono essere scelti insieme con il gioco del
cuscinetto adeguato - vedere Dati tecnici.
- Smontare i 5 cappelli di banco.
- Svitare le 10 viti.

93

Misura foro biella

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > operazioni manutenzione

Il gioco del cuscinetto di biella calcolato in


base alle diverse quote del foro del cuscinetto
di biella e del perno del cuscinetto di biella.
Gioco del cuscinetto di biella ammesso - vedere Dati tecnici - manovellismo, monoblocco.
- Smontare i 4 cappelli dei cuscinetti di biella.
- Svitare gli 8 dadi.
- Togliere gli 8 semicuscinetti di biella.
- Smontare lalesametro.

Montaggio
- Inserire i 10 semicuscinetti di banco.
- Rispettare il contrassegno e lassegnazione.
- Prestare attenzione alla posizione del cuscinetto reggispinta nel monoblocco e nei cappelli di banco.
- Inserire lalbero a gomiti nel monoblocco.
- Inserire le 2 rondelle di spinta.

Nota:
Fare attenzione ai contrassegni.

La freccia sulla testa del pistone rivolta


presso il lato distribuzione del motore.
Orientamento pistone

Importante:

Importante:

La freccia sulla testa del pistone rivolta


presso il lato distribuzione del motore.
- Bagnare con olio motore il pistone e i cilindri n 2 e n 3.
- Comprimere le fasce elastiche pistone con
del nastro di fissaggio ed inserire il pistone.
- Montare i 2 cappelli di biella seguendo le
indicazioni e i serraggi dei pistoni n 1 e n 4.
- Montare la lamiera frangiflutti olio e serrare
le 6 viti alla coppia di 9 Nm.
- Montare la testata, distribuzione e coppa
olio (vedere operazioni relative).

TI
AN

- Bagnare con olio motore il pistone e i cilindri.

del pescante olio motore.


- Svitare le viti (1) e rimuovere il coperchio (2)
pompa olio.
- Rimuovere lingranaggio conduttore (3).
- Rimuovere lingranaggio condotto (4).

SE

Smontaggio

- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.


- Accertarsi che la chiave di accensione sia in
posizione STOP, quindi scollegare il morsetto negativo della batteria.
- Scaricare il circuito refrigerante del condizionatore con apposita apparecchiatura.
- Scaricare lolio motore.
- Procedere con lo stacco della ruota anteriore destra, della protezione parapolvere vano
motore nel passaruota anteriore destro, del
passaruota supplementare, della cinghia di
comando degli organi motore e della puleggia dei servizi sullalbero motore.
- Procedere con lo stacco della staffa di unione cambio/motore, della coppa del basamento, del coperchio della distribuzione e

Attenersi alla disposizione e alla posizione di


montaggio.
- Sostituire le 4 viti e serrare le viti nuove alla
coppia di 20 Nm + 40.
- Girare lalbero a gomiti nel senso di rotazione del motore di 180.
- Montare il pistone.

Le scanalature dellolio sono rivolte verso lalto.

POMPA OLIO

Importante:

- Bagnare con olio motore.


- Posizionare le 3 fasce elastiche del pistone e
disporre le luci sfalsate di 120.
- Montare il pistone.

Nota:
- Montare i 5 cappelli di banco con viti nuove.
- Rispettare la marcatura, la disposizione e la
sequenza di serraggio. La freccia rivolta
verso il lato distribuzione motore.

- Procedere iniziando dal cilindro n 1 e proseguire fino al cilindro n 4.


- Comprimere le fasce elastiche pistone con
del nastro di fissaggio ed inserire il pistone.
- Montare i 2 cappelli di biella.
- Bagnare con olio motore i 2 perni di biella.

Nota:

- Serrare le 10 viti nuove alla coppia di 88,2


Nm.
- Inserire gli 8 semicuscinetti di biella nella
biella e nel cappello di biella.

- Annotare le quote.
- Calcolare il gioco dei 4 cuscinetti di biella.

Pompa olio

2
1

Montaggio
- Riporre nella sua sede lingranaggio condotto.
- Riporre nella sua sede lingranaggio conduttore.
- Riporre nella sua sede il coperchio pompa
olio e serrare le relative viti.

Nota:
Ruotare manualmente gli ingranaggi per
controllare che girino senza impuntature.

3
4

94

- Invertire le operazioni di stacco.


- Collegare il morsetto negativo della batteria.
- Rifornire limpianto di lubrificazione olio
motore.
- Rifornire il circuito refrigerante del condizionatore.

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > operazioni manutenzione

POMPA ACQUA
Smontaggio
- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.
- Allentare la fascetta (1) e scollegare il manicotto inferiore uscita liquido di raffreddamento da radiatore, lato radiatore.
Manicotto inferiore radiatore

con i dadi alla coppia di 8 10 Nm.


- Invertire le operazioni di smontaggio.
- Collegare il manicotto inferiore uscita liquido di raffreddamento da radiatore, lato scambiatore di calore olio motore, e serrare la relativa fascetta.
- Rifornire limpianto di raffreddamento
motore.

ne di mandata liquido di raffreddamento allo


scambiatore di calore olio motore, lato termostato.
- Scollegare la tubazione di mandata liquido
di raffreddamento allo scambiatore di calore
gas di scarico/acqua per impianto EGR, lato
termostato.
- Svitare le viti (4) e rimuovere il termostato
(5) completo di anello o-ring.
Gruppo termostato

TERMOSTATO

Smontaggio
- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.
- Allentare la fascetta e scollegare il manicotto inferiore uscita liquido di raffreddamento
da radiatore, lato radiatore.

Nota:

Scaricare il liquido di raffreddamento motore


in un idoneo recipiente.

SE

Dadi pompa acqua

- Procedere con lo stacco della ruota anteriore destra, della protezione parapolvere nel
passaruota, del passaruota supplementare e
della cinghia di comando organi motore.
- Svitare i dadi (2) e rimuovere la pompa
acqua (3) completa di relativa guarnizione.

- Procedere con lo stacco della batteria e del


relativo cestello.
- Scollegare la connessione elettrica dal
misuratore portata aria.
- Allentare la fascetta e scollegare il manicotto entrata aria al turbocompressore, lato
misuratore portata aria.
- Rimuovere il filtro aria completo di misuratore portata aria, disimpegnandolo prima dai
pioli sottostanti e poi dal fissaggio posteriore.
- Svitare le viti di fissaggio tubazione rigida
ricircolo vapori olio motore.
- Allentare la fascetta e scollegare il tubo flessibile ricircolo vapori olio motore dalla tubazione rigida.
- Svitare la vite di fissaggio tubazione mandata liquido di raffreddamento allo scambiatore di calore olio motore, al basamento
motore.
- Scollegare la tubazione di mandata liquido
di raffreddamento allo scambiatore di calore
olio motore, lato scambiatore di calore olio
motore, completa di relativa guarnizione.
- Scollegare la connessione elettrica dal sensore temperatura acqua motore.
- Scollegare linnesto rapido della tubazione
di ritorno liquido di raffreddamento al serbatoio alimentazione raffreddamento motore,
lato termostato.
- Allentare la fascetta e scollegare il manicotto superiore entrata liquido di raffreddamento al radiatore, lato termostato.
- Allentare la fascetta e scollegare la tubazio-

AN

Nota:

Montaggio

- Riporre nella sua sede il termostato completo di anello o-ring e fissarlo con le viti da M8
alla coppia di 23 29 Nm.
- Collegare la tubazione di mandata liquido
di raffreddamento allo scambiatore di calore
gas di scarico/acqua per impianto EGR, lato
termostato, e serrare la relativa fascetta.
- Collegare la tubazione di mandata liquido
di raffreddamento allo scambiatore di calore
olio motore, lato termostato, e serrare la relativa fascetta.
- Collegare il manicotto superiore entrata
liquido raffreddamento al radiatore, lato termostato, e serrare la relativa fascetta.
- Collegare linnesto rapido della tubazione
di ritorno liquido di raffreddamento al serbatoio alimentazione raffreddamento motore,
lato termostato.
- Collegare la connessione elettrica al sensore temperatura acqua motore.
- Collegare la tubazione di mandata liquido
di raffreddamento allo scambiatore di calore
olio motore, lato scambiatore, completa di
relativa guarnizione, quindi serrare le viti.

TI

Scaricare il liquido di raffreddamento motore


in un idoneo recipiente.

Montaggio
- Riporre nella sua sede la pompa acqua
completa di relativa guarnizione e fissarla

95

Nota:
Ripiegare le alette di antigiro della guarnizione.
- Serrare la vite di fissaggio tubazione mandata liquido di raffreddamento allo scambiatore di calore olio motore, al basamento
motore.
- Collegare il tubo flessibile ricircolo vapori
olio motore alla tubazione rigida e serrare la
relativa fascetta.

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > operazioni manutenzione

- Serrare le viti di fissaggio tubazione rigida


ricircolo vapori olio motore.
- Riporre nella sua sede il filtro aria completo
di misuratore portata aria.
- Collegare il manicotto entrata aria al turbocompressore, lato misuratore portata aria, e
serrare la relativa fascetta.
- Collegare la connessione elettrica al misuratore portata aria.
- Procedere con il montaggio del cestello
batteria e della batteria.
- Collegare il manicotto inferiore uscita liquida raffreddamento al radiatore, lato radiatore, e serrare la relativa fascetta.
- Rifornire limpianto di raffreddamento
motore.

fissaggi (5) e spostarlo lateralmente.

to radiatore.
- Rimuovere lelettroventilatore raffreddamento radiatore (9) dopo aver disimpegnato
i perni inferiori (10) dalla traversa inferiore
radiatore e le alette (11) posizionate a incastro sul radiatore.
- Separare il radiatore raffreddamento motore (12) dalla traversa inferiore radiatore (13).

Manicotto superiore radiatore

5
4

Rimozione traversa dal radiatore

12
3

9
11

2
8

Smontaggio

RADIATORE

- Vincolare opportunamente il condensatore


del condizionatore alla scocca.
- Svitare le viti di fissaggio (6) condensatore
del condizionatore al radiatore raffreddamento motore.
- Svitare la vite superiore di fissaggio (7)
radiatore raffreddamento motore alla scocca.

Rimozione manicotto radiatore

Rimozione viti condensatore

- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.


- Procedere con la rimozione del paraurti
anteriore.
- Allentare la fascetta (1) e scollegare il manicotto inferiore uscita liquido raffreddamento
da radiatore, lato radiatore.

TI

AN
7

SE

Nota:

Scaricare il liquido di raffreddamento motore


in un adatto recipiente.

- Scollegare la tubazione di alimentazione


impianto, lato radiatore.
- Allentare la fascetta (2) e scollegare il manicotto superiore entrata liquido raffreddamento al radiatore.
- Scollegare la connessione elettrica (3) dal
motorino elettroventilatore motore.
- Scollegare le connessioni elettriche dal resistore per elettroventilatore raffreddamento
motore.
- Disimpegnare il cablaggio elettrico (4) dai

10

- Posizionare un martinetto idraulico sotto la


traversa inferiore radiatore.
- Svitare le viti di fissaggio traversa inferiore
radiatore alla scocca.
- Abbassare il martinetto idraulico e rimuovere la traversa inferiore radiatore completa di
radiatore raffreddamento motore ed elettroventilatore raffreddamento radiatore.

Nota:
Durante la fase di abbassamento del martinetto idraulico verificare che i pioli dello
scambiatore di calore aria/aria di sovralimentazione si disimpegnino dalla traversa inferiore radiatore.
- Operando al banco, svitare le viti laterali (8)
di fissaggio elettroventilatore raffreddamen-

96

13

Montaggio

- Assemblare il radiatore raffreddamento


motore sulla traversa inferiore radiatore.
- Riporre nella sua sede lelettroventilatore
raffreddamento radiatore fissando i perni
inferiori alla traversa inferiore radiatore e le
alette posizionate a incastro sul radiatore.
- Serrare le viti laterali di fissaggio elettroventilatore raffreddamento radiatore.
- Utilizzando il martinetto idraulico, riporre
nella sua sede la traversa inferiore radiatore
completa di radiatore raffreddamento motore ed elettroventilatore raffreddamento
radiatore.
- Serrare le viti di fissaggio traversa inferiore
radiatore alla scocca.
- Rimuovere il martinetto idraulico da sotto la
traversa inferiore radiatore.
- Serrare la vite superiore di fissaggio radiatore raffreddamento motore alla scocca.
- Serrare le viti di fissaggio condensatore del
condizionatore al radiatore raffreddamento
motore.
- Riporre nella sua sede il cablaggio elettrico
e fissarlo.
- Collegare le connessioni elettriche al resistore per elettroventilatore raffreddamento
motore.
- Collegare la connessione elettrica al motorino elettroventilatore motore.
- Collegare il manicotto superiore entrata
liquido raffreddamento al radiatore e serrare
la relativa fascetta.
- Collegare la tubazione di alimentazione
impianto, lato radiatore.
- Collegare il manicotto inferiore uscita liqui-

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > operazioni manutenzione

do di raffreddamento da radiatore e serrare


la relativa fascetta.
- Procedere con il montaggio del paraurti
anteriore.
- Rifornire limpianto di raffreddamento
motore.

motore.
- Disimpegnare il cablaggio elettrico dai fisRimozione elettroventilatore

saggi e spostarlo lateralmente.


- Svitare le viti laterali di fissaggio (1) elettroventilatore raffreddamento radiatore al
radiatore.
- Rimuovere lelettroventilatore raffreddamento radiatore (2).

Montaggio

ELETTROVENTOLA
Smontaggio

01

TI

- Accertarsi che la chiave di accensione sia in


posizione STOP e, quindi, scollegare il morsetto negativo della batteria.
- Scollegare la connessione elettrica dal
misuratore portata aria.
- Allentare la fascetta e scollegare il manicotto entrata aria al turbocompressore, lato
misuratore portata aria.
- Rimuovere il filtro aria completo di misuratore portata aria, disimpegnandolo prima
dai pioli sottostanti e poi dal fissaggio posteriore.
- Scollegare la connessione elettrica dal
motorino elettroventilatore.
- Scollegare le connessioni elettriche dal resistore per elettroventilatore raffreddamento

- Riporre nella sua sede lelettroventilatore


raffreddamento radiatore.
- Serrare le viti laterali di fissaggio elettroventilatore raffreddamento radiatore al
radiatore.
- Collegare le connessioni elettriche al resistore per elettroventilatore raffreddamento
motore.
- Collegare la connessione elettrica al motorino elettroventilatore motore.
- Riporre nella sua sede il filtro aria completo
di misuratore portata aria.
- Collegare il manicotto entrata aria al turbocompressore, lato misuratore portata aria, e
serrare la relativa fascetta.
- Collegare la connessione elettrica al misuratore portata aria.
- Collegare il morsetto negativo della batteria.

Manicotto superiore radiatore

SE

AN

Connettore ventola raffreddamento

97

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > operazioni manutenzione

TURBOCOMPRESSORE

Tubazione aria scarico olio

Smontaggio

4
7

Montaggio

Dadi turbocompressore

- Svitare i dadi di fissaggio (8) turbocompressore al collettore di scarico.

Rimozione tubo scarico

Assemblaggio turbocompressore

AN

SE

- Svitare la vite di fissaggio (9) staffa supporto convertitore catalitico alla staffa di unione
cambio/motore.

- Riporre nella sua sede la guarnizione.


- Assemblare il turbocompressore al convertitore catalitico e serrare le viti da M8 alla
coppia di 23 28 Nm.
- Chiudere le alette della flangia di sicurezza.
- Riporre nella sua sede sul turbocompressore una nuova tubazione di ritorno olio motore dal turbocompressore completa di nuova
guarnizione e serrare le relative viti da M6
alla coppia di 8 10 Nm.

TI

- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.


- Accertarsi che la chiave di accensione sia in
posizione STOP, quindi scollegare il morsetto negativo della batteria.
- Allentare la fascetta e scollegare il manicotto entrata aria al turbocompressore, lato
misuratore portata aria.
- Rimuovere il filtro aria completo di misuratore portata aria.
- Svitare i dadi di fissaggio (1) tubo rigido
dello scarico tra convertitore catalitico e
silenziatore, lato silenziatore.
- Disimpegnare il tubo rigido dello scarico tra
convertitore catalitico e silenziatore dal silenziatore.
- Allentare il collare (2) e rimuovere il tubo
rigido dello scarico tra convertitore catalitico
e silenziatore (3).

- Rimuovere il turbocompressore completo


di convertitore catalitico, tubazione ritorno
olio motore dal turbocompressore e relativa
guarnizione.
- Posizionare il convertitore catalitico in una
morsa provvista di ganasce protettive.
- Svitare le viti e rimuovere la tubazione ritorno olio motore dal turbocompressore e la
relativa guarnizione.
- Aprire le alette della flangia di sicurezza.
- Svitare le viti e separare il turbocompressore dal convertitore catalitico.
- Rimuovere la relativa guarnizione.

- Svitare le viti (4) e scollegare la tubazione di


mandata aria tra turbocompressore e scambiatore di calore (5), lato turbocompressore.
- Rimuovere la relativa guarnizione (6).
- Svitare le viti di fissaggio (7) tubazione ritorno olio motore dal turbocompressore, lato
basamento motore.
- Scollegare il manicotto entrata aria al turbocompressore, lato turbocompressore.
- Rimuovere la paratia paracalore collettore
di scarico completa di staffa sollevamento
motore.
- Scollegare la tubazione mandata olio
motore al turbocompressore, lato turbocompressore.

Rimozione turbocompressore

- Rimuovere il convertitore catalitico dalla


morsa.
- Riporre nella sua sede il turbocompressore
completo di convertitore catalitico, tubazione ritorno olio motore dal turbocompressore
e relativa guarnizione.
- Serrare la vite di fissaggio staffa supporto
convertitore catalitico alla staffa di unione
cambio/motore.
- Serrare i dadi da M8 di fissaggio turbocompressore al collettore di scarico alla coppia di
23 28 Nm.
- Collegare la tubazione mandata olio motore al turbocompressore, lato turbocompressore, e serrare il relativo raccordo da M10 alla
coppia di 11 13 Nm.

Nota:
Sostituire le rondelle di tenuta in rame del

98

FIAT PUNTO
1 bis. motore 1.3 16V Multijet > operazioni manutenzione

raccordo.
- Riporre nella sua sede la paratia paracalore
collettore di scarico completa di staffa sollevamento motore e fissarla con i relativi dadi.
- Collegare il manicotto entrata aria al turbocompressore, lato turbocompressore, e serrare la relativa fascetta.
- Posizionare una nuova guarnizione tra
basamento motore e tubazione ritorno olio
motore dal turbocompressore.
- Serrare le viti di fissaggio da M6 tubazione

ritorno olio motore dal turbocompressore, lato


basamento motore, alla coppia di 8 10 Nm.
- Collegare la tubazione di mandata aria tra
turbocompressore e scambiatore di valore,
lato turbocompressore, completa di guarnizione, e serrare le relative viti.
- Riporre nella sua sede il tubo rigido della
tubazione di scarico tra convertitore catalitico
e silenziatore e fissarlo con il relativo collare.
- Serrare i dadi di fissaggio tubo rigido dello
scarico tra convertitore catalitico e silenziato-

re, lato silenziatore.


- Riporre nella sua sede il filtro aria completo
di misuratore portata aria.
- Collegare il manicotto entrata aria al turbocompressore, lato misuratore portata aria, e
serrare la relativa fascetta.
- Collegare la connessione elettrica al misuratore portata aria.
- Collegare il morsetto negativo della batteria.
- Rimuovere infine la vettura dal ponte sollevatore.

Turbocompressore

SE

AN

TI

Collettore di scarico

99

FIAT PUNTO
2. frizione > dati tecnici

2. Frizione
dati tecnici
La frizione del tipo monodisco a secco, con cuscinetto reggispinta
sempre a contatto della molla spingidisco.
Il trascinamento del disco condotto ottenuto tramite la pressione
esercitata da una molla a diaframma. Il distacco della frizione realizzato mediante impianto idraulico comandato dal pedale.
La pompa (2), comandata dal pedale frizione, mette in pressione il

circuito idraulico e aziona il cilindro comando frizione (4).


Questultimo agisce sul leverismo (5) di azionamento, il quale tira il
cuscinetto reggispinta (3),vincendo lazione delle molle spingidisco (7).
Tale azione provoca il distacco del disco frizione (8) dal volano.
Al rilascio del pedale, lazione delle molle a diaframma (7) riporta il
meccanismo nella posizione iniziale.

TI

Frizione

AN

SE

1. Serbatoio liquido freni/frizione


2. Pompa frizione
3.Tubazione di collegamento tra pompa e cilindro
4. Cilindro di comando frizione
5. Leverismo
6. Cuscinetto reggispinta
7. Molla a diaframma
8. Disco frizione

Tipo

1.2 16v

1.3 JTD

Monodisco a secco

Monodisco a secco

Azionamento

Tirato

Tirato

Comando

Idraulico

Idraulico

Diametro esterno disco condotto (mm)

190

215

Diametro interno disco condotto (mm)

134

147

Carico molla a disco (kg)

400

430

100
100

FIAT PUNTO
2. frizione > dati tecnici

Tipo

Componente

Denominazione

Capacit

Fluido sintetico

Impianto idraulico freni-frizione

Tutela TOP 4

0,5 l

Fissaggio

Valore Nm

Validit

Meccanismo frizione completo


Cilindro maestro (pompa) frizione
Cilindro operatore frizione
Cilindro operatore frizione

Vite M8
Vite M6
Vite M8
Vite M8

(Lato volano motore) 25 31


(Lato scocca) 6 10
(Lato cambio) 16 24
(Lato cambio) 16 20

1.2 16V/1.3 JTD


1.2 16V/1.3 JTD
1.2 16 V
1.3 JTD

Componente

Cestello frizione

SE

AN

TI

Cilindro comando frizione

101
101

FIAT PUNTO
2. frizione > operazioni manutenzione

operazioni

Smontaggio

11

10

- Sganciare le fascette di ritegno (5), svitare le


tre viti di fissaggio (6) del cestello (7) alla
scocca e al supporto motore.
- Rimuovere il cestello batteria.

- Svitare le viti (12) di fissaggio dello scudo


termico al collettore di scarico.
- Svitare i dadi (13) di fissaggio dello scudo
termico al convertitore catalitico.

Rimozione cestello batteria

Rimozione scudo termico

12

SE

- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.


- Per ruote con il cerchio in lamiera, scalzare e
rimuovere la coppa ruota.
- Svitare le viti e rimuovere la ruota con cerchio in lamiera o in lega.
- Svitare le viti (1) di fissaggio e rimuovere il
passaruota supplementare (2).

Rimozione filtro aria

Rimozione batteria

FRIZIONE

- Svitare le viti di fissaggio del gruppo filtro


aria.

TI

Al rimontaggio lubrificare le parti, dove


necessario, per prevenire ingranamenti o
grippaggi nel periodo iniziale di funzionamento. Al rimontaggio fondamentale
rispettare le coppie di serraggio ed i dati di
regolazione.
Sostituire a ogni rimontaggio guarnizioni di
tenuta, anelli paraolio, rondelle elastiche, piastrine di sicurezza, dadi autobloccanti, viti
pretrattate e tutti i particolari che risultino
deteriorati.

morsetto positivo della batteria.


- Svitare le due viti (3) e rimuovere la staffa
ritegno batteria (4).
- Rimuovere la batteria.

AN

Il vano motore contiene numerose parti in


movimento, componenti ad elevata temperatura e cavi elettrici sotto tensione.
Prendere scrupolosamente le seguenti precauzioni quando si eseguono operazioni nel
vano motore:
spegnere il motore ed attendere che si sia
raffreddato.
non fumare.
non utilizzare fiamme libere.
accertarsi che nei pressi sia disponibile un
estintore.

manutenzione

Rimozione passaruota

13

1
1

- Con chiave di avviamento in posizione di


STOP, scollegare il morsetto negativo (1a) e il

- Rimuovere la fascetta di fissaggio (8) e scollegare la tubazione di entrata aria corpo farfallato (9) lato filtro aria.
- Rimuovere la fascetta di fissaggio (10) e
scollegare la tubazione di entrata al collettore carburante (11) lato filtro aria.

102
102

- Svitare i dadi di fissaggio del collettore/


convertitore catalitico alla testa cilindri.
- Svitare i dadi di fissaggio del collettore/
convertitore alla tubazione di scarico.
- Svitare la vite di fissaggio della staffa sup-

FIAT PUNTO
2. frizione > operazioni manutenzione

porto collettore /convertitore catalitico al


cambio.
- Rimuovere il collettore/convertitore catalitico.
- Scollegare la connessione elettrica della
sonda Lambda anteriore K40 (1) e posteriore
(2).

- Procedere con lo smontaggio del cambio.


- Inserire lattrezzo fermavolano (6) e fissarlo
con una vite generica (7).
- Svitare le viti di fissaggio (8) e rimuovere la
frizione (9).

- Rimuovere la boccola superiore (13).


- Sfilare lalbero di comando forcella (14).
- Rimuovere la boccola inferiore (15).
Rimozione albero comando forcella

Rimozione frizione

Rimozione collettore/convertitore catalitico

11

12

13
7
14

15

TI

9 8

Montaggio

Smontaggio

- Operazioni descritte considerando il cambio rimosso dalla vettura.


- Spingere la leva di comando disinnesto frizione e rimuovere il cuscinetto reggispinta
(10) dalla sede sullalbero primario del cambio.

SE

Rimozione tirante di reazione

CUSCINETTO REGGISPINTA

- Alzare il ponte sollevatore.


- Posizionare il martinetto idraulico (3) sotto
il gruppo motopropulsore.
- Svitare la vite di fissaggio (4) del tirante di
reazione sulla traversa sospensioni.
- Svitare la vite e il dado di fissaggio (5) del
tirante di reazione al cambio.

AN

- Procedere nellordine inverso dello smontaggio.


- Riporre nella sede il disco della frizione e il
cestello frizione utilizzando un attrezzo per il
centraggio.

CILINDRO MAESTRO
Smontaggio

- Rimuovere la batteria.
- Rimuovere il supporto/cestello batteria.
- Utilizzando una siringa aspirare il liquido
freni-frizione contenuto nel serbatoio.
- Operando dallinterno vettura, portare a
fondo corsa il pedale comando frizione, quindi sganciare i due fermi di bloccaggio (16) del
cilindro maestro al pedale.
- Svincolare il puntale del cilindro maestro
(17) dal dispositivo di bloccaggio sul pedale
precedentemente staccato dal pedale stesso.
Puntale cilindretto maestro

Rimozione cuscinetto reggispinta

10
16

3
5

- Rimuovere lanello elastico (11) di ritegno


della leva di comando disinnesto (12) e
rimuovere la leva stessa.

103
103

17

FIAT PUNTO
2. frizione > operazioni manutenzione

- Operando dal vano motore, svitare le viti di


fissaggio (1) del cilindro maestro alla scocca.
- Scollegare le due tubazioni olio (2) dal cilindro maestro.
- Rimuovere il cilindro maestro (3).
Rimozione cilindro maestro

2
1

Rimozione cilindro maestro

Smontaggio
- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.
- Verificare che il liquido freni-frizione contenuto sia compreso tra la tacca MIN e MAX.
- Rimuovere il tappo del serbatoio olio
frenifrizione e collegare lattrezzatura al serbatoio stesso (4).
- Sollevare la molletta (5) e arretrare la tubazione olio (6) sino al primo scatto, in modo
tale da aprire la valvola di spurgo integrata
nellattuatore, quindi collegare il dispositivo
di recupero (tubazione e serbatoio) (7) alla
valvola di spurgo sullattuatore.
- Aprire lentamente il rubinetto del serbatoio
fluido (8).
- Attendere che laria contenuta nellimpianto idraulico sia completamente fuoriuscita.
- Spingere verso lattuatore la tubazione olio
e bloccarla in posizione con la relativa molletta di ancoraggio.

4
2

SPURGO CIRCUITO IDRAULICO

Nota:

Nota:

TI

Il liquido freni-frizione recuperato non deve


essere riutilizzato.
Il ripristino del livello deve essere sempre
effettuato con liquido nuovo.

AN

Montaggio

Se, dopo aver eseguito loperazione di spurgo aria, limpianto non ripristina la piena funzionalit, ripetere lintera procedura dopo
aver atteso alcune ore che il liquido freni- frizione si sia stabilizzato nellimpianto.

SE

- Collegare le due tubazioni del cilindro maestro e avvitare le viti di fissaggio alla scocca
alla coppia di 8 Nm.
- Montare sul pedale frizione il dispositivo di
ritegno puntale innestando i due fermi nelle
apposite sedi.
- Innestare a pressione il puntale del cilindro
maestro al dispositivo di ritegno sul pedale.
- Ripristinare il livello di olio nel serbatoio olio
freni-frizione ed effettuare lo spurgo dellimpianto.
- Montare il supporto/cestello batteria.
- Montare la batteria.

104
104

FIAT PUNTO
3. cambio > dati tecnici

3. Cambio
dati tecnici
Cambi C510.5 e C514.5 a 5 rapporti sincronizzati pi il rapporto di RM.
Disposti trasversalmente allestremit del motore, formano un unico
gruppo con il differenziale. Ingranaggi a dentatura elicoidale per i
rapporti avanti e a dentatura diritta per il rapporto RM. Differenziale a
coppia di riduzione cilindrica rotante su due cuscinetti a rulli conici.

Rapporti di trasmissione
1.242 16V

1.248 16V Multijet

Tipo cambio

C.514.5

C.510.5

Rapporti di trasmissione
1a

Tipo motore

AN
M

SE

Spaccato cambio C514.5

1
9

3
4
16
5

2.238

3a

1.480

1.444

1.121

1.029

5a

0.897

0.767

RM

3.818

3.909

Rapporti alle ruote

Tipo motore

1.242 16V

1.248 16V Multijet

Tipo cambio

C.514.5

C.510.5

Rapporto al ponte

3.438

3.353

Rapporti alle ruote


1a

13.439

13.107

7.419

7.504

5.088

4.842

3.854

3.450

5a

3.084

2.572

RM

13.126

13.107

1. Albero primario
2. Ingranaggio conduttore 5a velocit
3. Albero secondario
4. Ingranaggio condotto 5a velocit
5. Ingranaggio condotto 4a velocit
6. Ingranaggio condotto 3a velocit
7. Ingranaggio condotto 2a velocit
8. Ingranaggio condotto 1a velocit

10

6
7

2.158

12

14

13

3.909

TI

1. Scatola ingranaggi
2. Alberi
3. Coperchio posteriore
4. Differenziale

15

3.909

Spaccato cambio C510.5

11
105

9. Satelliti
10. Planetari
11. Corona dentata
12. Cuscinetto reggispinta
13. Scatola frizione
14. Scatola ingranaggi
15. Coperchio posteriore
16. Piastra ritegno cuscinetti posteriori

FIAT PUNTO
3. cambio > dati tecnici

STRUTTURA DEL CAMBIO

Complessivo differenziale

Cambio meccanico comprendente tre alberi in cascata supportati


da cuscinetti, con ingranaggi sempre in presa e coppia di riduzione
finale.
La scatola ingranaggi contiene e supporta lalbero primario e lalbero secondario, le aste e le forcelle di innesto marce e il dispositivo di
selezione e di innesto marce.
Il coperchio posteriore contiene gli ingranaggi della 5a velocit e la
piastra di ritegno cuscinetti posteriori degli alberi primario e secondario.
La scatola frizione che contiene la frizione, il cuscinetto reggispinta e
il relativo leveraggio di comando (tale scatola per le versioni con
attuatore elettroidraulico selesped opportunamente modificata
per supportare il gruppo selettore).

12

11

10

13

Albero primario

1. Paraolio flange tenuta differenziale


2. Cuscinetti scatola interna differenziale
3. Ingranaggio condut. segnale velocit
cambio
4. Scatola interna differenziale
5. Corona differenziale
6. Flangia tenuta differenziale

Albero secondario

TI

Costituito dagli ingranaggi della 1a, 2a, 3a, 4a e 5a velocit calettati sullalbero.
Il supporto dellalbero secondario realizzato da un cuscinetto anteriore a rulli e da un cuscinetto posteriore a sfere.

7.Guarnizione flangia tenuta differenziale


8. Flangia attacco semialbero sinistro
9. Planetari/satelliti differenziale
10. Portasatelliti differenziale
11. Planetari/satelliti differenziale
12. Flangia attacco semialbero destro
13.Anelli spallamento differenziale

COMANDI ESTERNI

Gli ingranaggi sono del tipo a dentatura elicoidale per le marce avanti e a dentatura diritta per la retromarcia.

Sincronizzatori

AN

Ingranaggi

Costituito dagli ingranaggi della 1a, 2a velocit e RM, ricavati direttamente sullalbero e dagli ingranaggi della 3a, 4a e 5a velocit calettati
sullalbero.
Il supporto dellalbero primario realizzato tramite due cuscinetti a
sfere per il cambio C510.5, e con un cuscinetto a rulli anteriore ed da
un cuscinetto a sfere posteriore per il cambio C514.5.

Comandi esterni

SE

I sincronizzatori per le marce avanti sono del tipo Borg-Warner.


Lo schema adottato per i sincronizzatori definito di tipo sdoppiato,
in quanto i sincronizzatori della 1a e 2a velocit sono calettati sullalbero secondario mentre quelli della 3a, 4a e 5a velocit sono sullalbero primario. Questa soluzione riduce la rumorosit del cambio durante la sosta in folle dal momento che non vengono trascinate tre delle
cinque coppie di ingranaggi.
Inoltre, vengono ridotti i carichi di innesto e sincronizzazione in conseguenza della corrispondente riduzione delle masse rotanti inerti a
valle dellalbero motore.

Il comando esterno cambio a doppio flessibile tipo Bowden, con


componenti in materiali plastici ad elevate caratteristiche (resistenza
alla fatica, potere autolubrificante, peso ridotto).

7
3

Differenziale

Nei cambi C510.5 e C514.5. il gruppo del differenziale posizionato


nella parte posteriore della scatola cambio ed costituito da una
coppia cilindrica di riduzione e da una scatola differenziale in un
unico pezzo, che integra planetari e satelliti.
Il differenziale supportato da due cuscinetti a rulli conici.
I planetari presentano allinterno un profilo scanalato nel quale si
innestano i due giunti collegati ai due semiassi che trasmettono il
moto alle ruote.
Sullesterno della scatola differenziale calettato lingranaggio di
comando per il rinvio contachilometri (solo vetture senza ABS).

106

1. Leva di comando cambio


2. Supporto per flessibili di selezione e innesto marce
3. Flessibile innesto marce
4. Flessibile selezione marce
5. Dispositivo automatico registrazione flessibile
6. Leva innesto marce
7. Leva selezione su cambio

FIAT PUNTO
3. cambio > dati tecnici

OLIO

Ubicazione tappi riempimento

Capacit
Tipo olio

1.65 litri
TUTELA CAR ZC 75 SYNTH

TI

Ubicazione tappi scarico

Fissaggio

Nm

ghiera

M20

118

dado

M10X1.25

40 (inferiore)

vite

M12X1.25

55 (inferiore)

vite

M12X1.25

80 (superiore)

vite

M6

20

vite

M6

tappo

M22

46

Flangia tenuta differenziale/cambio

vite

M8

20

Flangia tenuta differenziale/cambio

vite

M10

49

Forcella comando 5 velocit

vite

M6

12

Ingranaggi cambio/differenziale

vite

M6

Leveraggio esterno innesto marce

dado

M8

15

Leveraggio interno cambio

vite

M8

15

Piastra ritegno cuscinetti posteriori

vite

M8

20

Rinvio RM

vite

M8

26

Scatola ingranaggi

vite

M8

20 (lato supporto unione)

Staffa unione cambio a motore

vite

M10X1.25

40

Staffa unione cambio a motore

Vite

M12X1.25

55

Supporto differenziale scatola cambio

vite

M10

35

Supporto differenziale scatola cambio

vite

M8

20

Tappi scatola cambio

tappo conico

M22x1.5

25

Alberi cambio meccanico/differenziale


Cambio meccanico/differenziale
Cambio meccanico/differenziale
Coperchio innesto marce
Coperchio posteriore cambio

SE

Coperchio posteriore cambio

Cambio meccanico/differenziale

AN

Componenti Cambio C514.5

107

FIAT PUNTO
3. cambio > dati tecnici

Fissaggio

Nm

Alberi cambio meccanico/differenziale

ghiera

M20

100 124

Cambio meccanico/differenziale

vite

M12

72 88 (lato basamento)

Cambio meccanico/differenziale

dado

M12

72 88 (lato basamento)

Cambio meccanico/differenziale

vite

M8

23 28 (lato staffa cambio/motore)

Comandi interni cambio

vite

M6

15 19

Coperchio posteriore cambio

tappo

M22

46

Coperchio posteriore cambio

vite

M8

21 26

Distanziale coperchio posteriore

vite

M8

21 26

Flangia tenuta differenziale/cambio

vite

M8

40

Forcella comando 1 e 2 velocit

vite

M6

15 19

Forcella comando 3 e 4 velocit

vite

M6

15 19

Leva selezione innesto marce

vite

M8

Rinvio RM

vite

M8

Scatola ingranaggi

vite

M8

Staffa unione cambio a motore

vite

Staffa unione cambio a motore

vite

Tappi scatola cambio

tappo conico

M
SE
108

21 26
29 36
21 26 (lato supporto unione)

M8

27 33 (lato basamento inferiore)

M8

23 28 (lato cambio)

M22

37 55 (lato differenziale)

AN

TI

Componenti Cambio C510.5

FIAT PUNTO
3. cambio
3. cambio
C514.5 >
C514.5
operazioni
> datimanutenzione
tecnici

operazioni

manutenzione
Rimozione connessione elettrica

RIMOZIONE CAMBIO
DALLA VETTURA

Posizionamento flessibili

Smontaggio

10

AN

Rimozione centralina

- Svitare le viti di fissaggio (7) e posizionare a


lato il cilindro operatore frizione (8).

Posizionamento cilindro frizione

11

TI

- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.


- Rimuovere le ruote anteriori.
- Rimuovere il passaruota anteriore sinistro.
- Scollegare e rimuovere la batteria.
- Rimuovere il cestello batteria.
- Rimuovere il filtro aria completo.
- Rimuovere il collettore di scarico completo
di catalizzatore.
- Svitare le viti di fissaggio (1) e scansare la
centralina completa di staffa (2).

SE

- Svitare le viti di fissaggio e rimuovere la protezione volano.


- Svitare il dado di fissaggio (12) della testina
snodata del tirante scatola sterzo al montante mozzo anteriore.
- Separare la testina dal montante mozzo
anteriore utilizzando lestrattore.
- Svitare i bulloni di fissaggio (13) dellammortizzatore al montante mozzo anteriore.
- Eseguire le medesime operazioni per
entrambi i montanti mozzi anteriori.
Smontaggio sospensione

8
- Svitare le viti di fissaggio (3) della staffa di
supporto delle trasmissioni flessibili di selezione e innesto marce (4).
- Scalzare le testine snodate (5) delle trasmissioni flessibili di selezione e innesto marce
(6).
- Posizionare a lato le trasmissioni flessibili
complete di staffa supporto.

13
12
- Svitare il dado di fissaggio (9) e scollegare il
cavo di massa motore C40 (10).
- Scollegare il connettore elettrico dellinterruttore luci di retromarcia L20 (11).

109
109

FIAT PUNTO
3. cambio
3. cambio
C514.5 >
C514.5
operazioni
> datimanutenzione
tecnici

- Rimuovere la fascetta di fissaggio (1) della


cuffia giunto scorrevole (2) e scansare il
semiasse.
- Eseguire la medesima operazione per
entrambi i semiassi.

- Rimuovere il semiasse completo di mozzo e


di disco freno lato sinistro.
- Svitare le viti di fissaggio (7) lato motore e
lato cambio e posizionare a lato il motorino
di avviamento (8).

Posizionamento semiassi

Posizionamento motorino avviamento

- Rimuovere il tirante inferiore di reazione del


gruppo motopropulsore.
- Svitare le viti di fissaggio scocca (17) del tassello elastico supporto motore (18) lato cambio.
- Rimuovere la staffa supporto motore completa di tassello elastico.
Rimozione tassello elastico

18

17

- Procedere con lo scarico dellolio cambio


svitando il tappo (3).
- Posizionare un recipente idoneo per la raccolta dellolio.

- Posizionare una staffa di supporto, lato


anteriore (9) e posteriore (10) del motore.
- Posizionare i tiranti (11, 12, e 13 ) e ancora i
ganci (14) alle staffe.
- Svitare le viti di fissaggio del supporto
motore lato cambio.

TI

Posizionamento traversa di supporto

AN

Scarico olio

14

12

11

10

14

- Svitare le viti superiori (19) di fissaggio del


cambio.
- Utilizzare un martinetto idraulico (20) e
posizionare il supporto (21).
- Svitare la vite (22) e fissare il braccio dellattrezzo (23) al cambio lato anteriore.
- Utilizzare la vite e il dado di fissaggio del
tirante di reazione (24) e fissare il braccio dellattrezzo (25) e fissare il braccio dellattrezzo
al cambio lato posteriore.
- Svitare le viti inferiori (26) di fissaggio del
cambio.

Rimozione cambio

19

SE

13

- Svitare le viti di fissaggio (4) e scansare la


pinza freno sinistra.
- Svitare il bullone di fissaggio (5) della testina del braccio oscillante (6) lato sinistro.
Punti di rimozione

- Svitare le viti di fissaggio (15) del supporto


motore (16) lato cambio.

Rimozione supporto motore

15

16

26
23

21
22
20

25
24
110
110

FIAT PUNTO
3. cambio
3. cambio
C514.5 >
C514.5
operazioni
> datimanutenzione
tecnici

- Manovrare opportunamente il martinetto


in maniera tale da sfilare il cambio senza
danneggiare i componenti limitrofi ed
estrarlo dal vano motore abbassando lentamente il martinetto idraulico.

Montaggio
- Riposizionare il martinetto idraulico con il
cambio sotto la vettura sollevata.
- Sollevare il cambio con il martinetto idraulico e posizionarlo nel vano motore.
- Infilare lalbero del cambio nel disco condotto della frizione.

Nota:
Quando si serrano le viti dei montanti ruote,
spingere verso lalto i montanti stessi per
annullare gli eventuali giochi dei fissaggi.

REVISIONE
SCATOLA CAMBIO
Complessivo scatole e alberi

- Stringere le fascette di fissaggio delle cuffie


giunti lato differenziale.
- Montare il riparo scatola cambio e fissarlo
con le relative viti da M6 alla coppia di 5 Nm.
- Pulire il tappo di scarico olio da M22 e serrarlo alla coppia di 46 Nm.
- Svitare il tappo (1) di riempimento olio cambio.

Tappo di riempimento

Nota:
Per facilitare il centraggio dei perni sul
motore e dellalbero del cambio con il disco
condotto frizione, far compiere leggere
oscillazioni al gruppo cambio/differenziale.

AN

TI

- Rifornire il cambio con lolio attraverso il


foro di riempimento con 2,4 litri di olio tipo
TUTELA ZC75 SYNT SAE 75W90

- Avvitare parzialmente le due viti e il dado


di fissaggio del cambio motore.
- Abbassare il martinetto idraulico e rimuoverlo da sotto la vettura.
- Svitare le viti di fissaggio e rimuovere i supporti dal cambio.
- Serrare la vite e il dado da M12 di fissaggio
del cambio alla coppia di 78 Nm.
- Montare il supporto rigido posteriore del
gruppo motopropulsore completo di tassello elastico e serrare il da M12 del supporto
intermedio alla coppia di 91 Nm e la vite da
M8 del tassello elastico posteriore alla coppia di 25 Nm.
- Montare il supporto rigido del gruppo
motopropulsore lato cambio completo di
tassello elastico e serrare la vite da M10 del
supporto lato cambio alla coppia di 45 Nm e
la vite da M8 del tassello elastico lato cambio alla coppia di 30 Nm.
- Riposizionare il motorino di avviamento e
serrare la vite da M8 di fissaggio alla coppia
di 20 Nm.
- Scollegare il tirante della traversa sostegno
motore dalla staffa sul motore.
- Rimuovere la traversa sostegno completa
di tasselli di appoggio.
- Rimuovere la staffa per il sostegno del
motore e montare il supporto dei cavi candele.
- Riposizionare i cavi candele nel supporto.
- Montare la protezione bobine di accensione e fissarla con la relativa vite.
- Posizionare le fascette di fissaggio delle
cuffie sui giunti del differenziale.
- Infilare i semialberi nel differenziale.
- Unire i montanti ruote agli ammortizzatori
con le viti da M12 e serrare i relativi dadi alla
coppia di 91 Nm.

SE

- Verificare che il livello olio sfiori il bordo


inferiore del foro di riempimento.
- Pulire il tappo di riempimento da M22 e serrarlo alla coppia di 46 Nm.
- Montare il passaruota supplementare sinistro.
- Montare le due ruote anteriori.
- Collegare il cavo della massa batteria sul
cambio e fissarlo con il relativo dado.
- Calzare le estremit dei flessibili innesto
marce.
- Collegare la connessione elettrica dellinterruttore luci retromarcia.
- Collegare il flessibile del comando disinnesto frizione comando reggispinta frizione.
- Collegare il pedale frizione e regolare la
corsa.
- Montare il dispositivo risuonatore circuito
aria in depressione
- Collegare il morsetto negativo della batteria.
- Chiudere il cofano motore.
- Rimuovere la vettura dal ponte sollevatore.

111
111

1. Ruotismi e sincronismi cambio con differenziale


2. Scatole ruotismi e coperchi cambio con differenziale
3. Differenziale

Scomposizione
- Rimuovere dal cambio con differenziale il
martinetto idraulico e i supporti utilizzati per
lo smontaggio e montaggio dalla vettura.
- Montare il cambio con differenziale sul
cavalletto rotativo per la revisione.
Posizionamento su cavalletto

FIAT PUNTO
3. cambio
3. cambio
C514.5 >
C514.5
operazioni
> datimanutenzione
tecnici

Nota:
Per questa operazione sono necessari due
operatori.

- Svitare la vite (8) della forcella comando 5a


velocit (9).
- Innestare la 5a velocit premendo la relativa
forcella sullalbero primario.

- Svitare le viti (1) e rimuovere il coperchio


posteriore cambio (2).

Nota:

Nota:

Linserimento contemporaneo di due marce


comporta il bloccaggio degli alberi del cambio.

Utilizzare un phon per favorire il distacco del


sigillante.
- Rimuovere gli alberi di uscita differenziale
(3) con tripodi esterni mediante lestrattore
(4).
Rimozione coperchio posteriore e alberi

- Rimuovere la piastrina ritegno (14) rullini e


molle sincronizzatore 5a velocit.
- Rimuovere la forcella dinnesto 5a velocit
(15).
- Rimuovere il manicotto (16) scorrevole
innesto 5a velocit.
- Rimuovere le molle e i rullini (17) per mozzo
5a velocit.
Rimozione forcella e manicotto 5a

- Eliminare le acciaccature delle ghiere degli


alberi primario e secondario utilizzando un
idoneo punzone (10).
- Allentare le ghiere degli alberi primario e
secondario.

14
16

Rimozione cianfrinatura di sicurezza ghiere

15

10

TI

AN

- Rimuovere il mozzo per manicotto scorrevole innesto 5a velocit (18), lanello sincronizzatore 5a velocit (19) e lingranaggio conduttore 5a velocit (20) con lapposito estrattore (21).

- Posizionare la forcella comando 5a velocit


in posizione di folle.

Rimozione gruppo innesto marce

Il posizionamento in folle della forcella


comando 5a velocit necessario evitare la
perdita dei rullini del sincronizzatore.
- Svitare completamente le ghiere (11) degli
alberi primario e secondario.
- Rimuovere lingranaggio condotto 5a velocit (12) con lestrattore (13).

Rimozione mozzo 5a

Nota:

SE

- Innestare una marcia qualsiasi agendo sulla


leva di selezione/innesto marce.
- Svitare il prigioniero (5) e le viti (6), quindi
rimuovere il coperchio (7) gruppo innesto
marce cambio.

17

18
19
20

Rimozione ingranaggio condotto 5a

12

11

21
5

13

112
112

FIAT PUNTO
3. cambio C514.5 > operazioni manutenzione

- Rimuovere la boccola per ingranaggio conduttore 5a velocit (1) con lapposito estrattore (2).

- Svitare le viti (7) e rimuovere il supporto con


leva a forcella per innesto retromarcia (8).
Rimozione scatola ruotismi

Rimozione boccola ingranaggio 5a

- Rimuovere lingranaggio (15) di rinvio retromarcia.


- Rimuovere il complessivo albero primario
(16).
- Rimuovere il complessivo albero secondario (17).
Rimozione alberi

16
1

15

17

Rimozione piastra ritegno cuscinetti

- Svitare la vite (9) e sfilare lasta di guida forcelle innesto marce (10).
- Rimuovere la forcella di comando innesto
3a-4a velocit (11).
- Rimuovere il nasello per comando forcella
innesto retromarcia (12).
- Rimuovere il nasello per comando forcella
innesto 5a velocit (13).
- Rimuovere la forcella di comando innesto
1a-2a velocit (14).

AN

- Svitare le viti (3) e rimuovere la piastra di


ritegno cuscinetti posteriori (4).

TI

SE

Rimozione asta e forcelle 3a, 4a e 1a, 2a

Nota:
Lanello e la guarnizione di tenuta devono
essere sostituiti.
Rimozione coperchio tenuta

10
20

21
13

Nota:
Per estrarre gli anelli elastici disporre le loro
aperture frontalmente.

11
9
113
113

18

19

12

14

- Rimuovere gli anelli elastici di ritegno cuscinetti posteriori.

- Svitare la vite albero ingranaggi rinvio retromarcia.


- Svitare le viti (5) e rimuovere la scatola ruotismi (6).

- Svitare le viti (18) e rimuovere il coperchio


di tenuta scatola differenziale (19) completo
di guarnizioni di tenuta (21) e paraolio (20).

FIAT PUNTO
3. cambio C514.5 > operazioni manutenzione

- Svitare le viti (1) e rimuovere il supporto differenziale cambio meccanico (2) completo di
paraolio (3).
- Rimuovere la calamita (4).
- Rimuovere lanello di rasamento per precarico cuscinetti differenziale.
- Rimuovere le piste esterne (5)cuscinetti differenziale.

- Eliminare le acciaccature e rimuovere il centratore olio per albero secondario dal supporto di unione cambio meccanico al motore (8).
- Rimuovere il paraolio per albero primario
dal supporto di unione cambio meccanico al
motore (9).

- Rimuovere lanello elastico (18) di ritegno


mozzo per manicotto scorrevole innesto 3a4a velocit.
- Rimuovere il mozzo per manicotto scorrevole innesto 3a e 4a velocit (19), lanello sincronizzatore 3a velocit (20) e lingranaggio
conduttore 3a velocit (21) con lestrattore
(22) e i bracci lunghi (23).

Rimozione centratore olio


Rimozione mozzo 3a-4a e ingranaggio 3a

Rimozione complessivo e supporto differenziale

18

1
21

19

20

23
22

Scomposizione albero primario

- Rimuovere lanello elastico di ritegno leveraggio esterno comando reggispinta.


- Rimuovere il leveraggio esterno e la boccola del comando reggispinta frizione.
- Rimuovere il leveraggio interno (6) a la boccola (7) del comando reggispinta frizione.

- Rimuovere il cuscinetto posteriore (10) e


lingranaggio conduttore 4a velocit (11) con
lestrattore (12) e i bracci corti (13).
- Rimuovere lanello sincronizzatore 4a velocit (14) e il manicotto scorrevole 3a-4a velocit (15).
- Recuperare le molle (16) e i rullini (17) per
mozzo 3a-4a velocit.

AN

TI

SE

Nota:

Rimozione mozzo 3a-4a e ingranaggio 4a

Sostituire le boccole interne ogniqualvolta


lalbero comando cuscinetto reggispinta presenti un eccessivo gioco.

12

10
13

- Posizionare lalbero secondario in morsa


provvista di ganasce protettive.
- Rimuovere lanello elastico (24) di ritegno
cuscinetto.
- Rimuovere il cuscinetto posteriore (25) e
lingranaggio condotto 4a velocit (26) con
lestrattore (27).
- Rimuovere la bussola distanziale (28).
Rimozione ingranaggio 4a

Rimozione leveraggio esterno reggispinta

Scomposizione
albero secondario

11

24
25

14
15
17
6

16

26

27
28
114
114

FIAT PUNTO
3. cambio C514.5 > operazioni manutenzione

- Rimuovere lingranaggio condotto 3a velocit (1) e lingranaggio condotto 2a velocit


(2) con lestrattore (3).
- Rimuovere lanello sincronizzatore 2a velocit (4) ed il manicotto scorrevole innesto 1a e
2a velocit (5).
- Recuperare le molle ed i rullini per mozzo 1a
e 2a velocit.
a

Rimozione ingranaggio 3 -2

1
3

Ricomposizione albero primario


- Procedere al lavaggio e alla verifica dellintegrit di tutti i componenti.
- Montare lingranaggio conduttore 3a velocit e lanello sincronizzatore 3a velocit.
- Montare il mozzo per il manicotto scorrevole innesto 3a e 4a velocit con lIntroduttore.
- Montare lanello elastico di ritegno mozzo
per il manicotto scorrevole innesto 3a e 4a
velocit.
- Inserire le molle (12) sul mozzo per il manicotto scorrevole innesto 3a e 4a velocit.
- Montare il manicotto scorrevole 3a e 4a velocit (13).

- Montare il cuscinetto posteriore (17) sullalbero primario con lIntroduttore (18).


Montaggio cuscinetto posteriore albero primario

17
18

Nota:

- Montare i rullini (14) tra le molle e gli incavi


del manicotto scorrevole innesto 3a e 4a velocit.
- Montare lanello (15) sincronizzatore 4a
velocit.
- Portare il manicotto scorrevole 3a e 4a velocit in posizione di folle per evitare la perdita
di molle e rullini.
- Montare lingranaggio (16) conduttore 4a
velocit.
Montaggio manicotto 3a- 4a e ingranaggio 4a

16

15

- Rimuovere lanello elastico di ritegno


mozzo (6).
- Rimuovere lingranaggio condotto 1a velocit (7), lanello sincronizzatore 1a velocit (8)
ed il mozzo per il manicotto scorrevole innesto 1a-2a velocit (9) con lestrattore (10) e i
bracci lunghi (11).

AN

TI

Gli incavi del manicotto devono essere in


corrispondenza delle molle.

Rimozione mozzo 1a- 2a e ingranaggio 1a

SE

Montaggio ingranaggio e mozzo 1a velocit

10

Ricomposizione albero secondario

- Lubrificare le parti interessate con olio cambio prima del montaggio definitivo.
- Montare lingranaggio condotto 1a - 2a velocit (19).
- Montare lanello sincronizzatore 1a velocit
(20).
- Montare il mozzo per il manicotto scorrevole innesto 1a - 2a velocit (21) con lintroduttore (22).
- Montare lanello elastico (23) di ritegno
mozzo per manicotto scorrevole innesto 1a 2a velocit.

23

13

22

14

21

20
12
11

19

115
115

FIAT PUNTO
3. cambio C514.5 > operazioni manutenzione

- Inserire le molle (1) sul mozzo per il manicotto scorrevole innesto 3a e 4a velocit.
- Montare il manicotto scorrevole 1a e 2a velocit (2).

- Montare la boccola interna leveraggio


comando reggispinta frizione.
- Montare il leveraggio interno (18), la boccola esterna (19) e il leveraggio esterno (20) del
comando reggispinta frizione.
- Montare lanello elastico di ritegno leveraggio esterno comando reggispinta frizione.

Montaggio cuscinetto posteriore

10

Nota:

12

Gli incavi del manicotto devono essere in


corrispondenza delle molle.

Montaggio leveraggi reggispinta


- Montare i rullini (3) tra le molle e gli incavi
del manicotto scorrevole innesto 1a e 2a velocit.
- Montare lanello (4) sincronizzatore 2a velocit.
- Portare il manicotto scorrevole 1a e 2a velocit in posizione di folle per evitare la perdita
di molle e rullini.
- Montare lingranaggio (5) conduttore 2a
velocit.
- Montare lingranaggio condotto 3a velocit
(6) con lIntroduttore (7).

11

18

Assemblaggio scatole

- Montare il paraolio (13) dellalbero primario


sul supporto di unione cambio meccanico a
motore, con lintroduttore (14) e limpugnatura (15).

20

19

TI

Montaggio ingranaggio 2a e 3a

Montaggio paraolio albero primario

AN

15

14

13

SE

Montaggio supporto differenziale

- Montare il centratore (16) olio dellalbero


secondario sul supporto di unione cambio
meccanico a motore.
- Acciaccare il bordo della sede centratore
olio in due punti a 180 (17).

25

24

23
21

Montaggio centratore olio

- Montare il distanziale (8) tra gli ingranaggi


condotti 3a - 4a velocit.
- Montare lingranaggio condotto 4a velocit
(9) con lattrezzo (10).
- Montare il cuscinetto posteriore (11) con
lIntroduttore (12).
- Montare lanello elastico di ritegno cuscinetto posteriore sullalbero secondario.

- Montare il differenziale completo (21) e le


piste esterne cuscinetti differenziale (22).
- Montare la calamita (23).
- Applicare il sigillante prescritto sulle superfici di contatto tra supporto differenziale e
scatola ruotismi.
- Montare il supporto differenziale scatola
cambio meccanico (24), quindi serrare le relative viti da M8 alla coppia di 20 Nm e le viti da
M10 (25) alla coppia di 35 Nm.

16

22
17

116
116

FIAT PUNTO
3. cambio C514.5 > operazioni manutenzione

Montaggio alberi

innesto 5a velocit.
- Montare il nasello (6) per comando forcella
innesto retromarcia.
- Montare nella sua sede lasta (7) guida forcelle innesto marce.
- Serrare la vite (8) sul nasello comando forcella innesto 5a velocit alla coppia di 12 Nm.
- Montare il supporto con la leva a forcella (9)
per innesto retromarcia e serrare le relative
viti (10) alla coppia di 15 Nm.
- Sgrassare accuratamente le superfici di contatto prima dellapplicazione del sigillante.
- Applicare il sigillante sulle superfici di contatto tra la scatola ruotismi e il supporto di
unione cambio meccanico motore (11).
- Montare la scatola ruotismi (12) e serrarla
con le relative viti da M8 (13) alla coppia di 20
Nm.

Montaggio piastra cuscinetti posteriori

15

14

- Montare il complessivo albero secondario.


- Montare il complessivo albero primario.
- Montare lingranaggio di rinvio retromarcia
(1) inserendo la spina (2) nellapposita sede
sulla scatola.

Montaggio scatola ruotismi

Montaggio boccola ingranaggio 5a velocit

11

10

- Montare la forcella di comando (3) innesto


3a - 4a velocit.
- Montare la forcella di comando (4) innesto
1a - 2a velocit.
- Montare il nasello (5) per comando forcella

- Montare la boccola (16) per ingranaggio


conduttore 5a velocit con laiuto di un introduttore (17) di diametro adeguato.

AN

12

TI

13

SE

Montaggio forcelle e aste

16
9

- Serrare la vite da M8 albero ingranaggio rinvio retromarcia alla coppia di 26 Nm.


- Montare gli anelli elastici di ritegno cuscinetti posteriori.

Nota:
Per facilitare il montaggio degli anelli elastici
di ritegno cuscinetti posteriori, disporre le
loro aperture frontalmente.

3
- Montare la piastra di ritegno cuscinetti
posteriori (14) e serrarla con le relative viti
M8 (15) alla coppia di 20 Nm.

117
117

17

FIAT PUNTO
3. cambio C514.5 > operazioni manutenzione

- Montare lingranaggio conduttore 5a velocit (1).


- Montare lanello sincronizzatore 5a velocit
(2).
- Utilizzando lIntroduttore (3) montare il
mozzo per manicotto scorrevole innesto 5a
velocit (4) con le scanalature per il passaggio dellolio rivolte verso lingranaggio.

- Montare lingranaggio condotto 5a velocit


(9) sullalbero secondario con lIntroduttore
(10).

- Acciaccare le ghiere (13) di bloccaggio


ingranaggi 5a velocit alberi primario e
secondario con la pinza dedicata (14).

Montaggio ingranaggio 5a

Cianfrinatura ghiera

9
14

Montaggio ingranaggio e mozzo 5a velocit

10

2
3

13

Nota:
Gli incavi del manicotto devono essere in
corrispondenza delle molle.

Nota:

Linserimento contemporaneo di due marce


comporta il bloccaggio degli alberi del cambio.

Montaggio forcella 5a e ghiere

Azzeramento comparatore

11

16

12
6

Verifica e regolazione
precarico differenziale

- Serrare la vite da M6 (11) forcella comando


5a velocit alla coppia di 12 Nm.
- Serrare le ghiere da M20 (12) di bloccaggio
ingranaggi alberi primario e secondario alla
coppia di 118 Nm.

SE

Montaggio manicotto e forcella 5a

- Applicare il sigillante sulle superfici di contatto tra il coperchio posteriore cambio e la


scatola ruotismi cambio.
- Montare il coperchio posteriore cambio e
serrarlo con le relative viti da M6 alla coppia
di 5 Nm.

- Posizionare il supporto comparatore (15)


completo di comparatore centesimale (16)
sul piano di appoggio coperchio di tenuta
differenziale, quindi portare il tastatore a battuta sulla pista esterna del cuscinetto a rulli
conici.
- Azzerare il comparatore con un precarico di
1 mm.

- Montare la forcella innesto 5a velocit (7).


- Montare i rullini (8) tra molle e incavi del
manicotto scorrevole innesto 1a e 2a velocit.
- Montare la piastrina di ritegno rullini e
molle sincronizzatore 5a velocit.
- Portare il manicotto scorrevole 5a velocit in
posizione di folle per evitare la perdita di
molle e rullini.

AN

- Inserire le molle (5) sul mozzo per il manicotto scorrevole innesto 3a e 4a velocit.
- Montare il manicotto scorrevole 5a velocit (6 ).

TI

- Montare le ghiere degli alberi primario e


secondario senza serrarle.
- Applicare il sigillante prescritto sulle superfici di contatto tra la scatola ruotismi e il
coperchio gruppo innesto marce cambio.
- Montare il coperchio innesto marce e serrare le viti da M6 alla coppia di 20 Nm.
- Innestare una marcia qualsiasi agendo sulla
leva di selezione/innesto marce.
- Innestare la 5a velocit premendo sulla forcella di comando dellalbero primario.

8
5

118
118

15

FIAT PUNTO
3. cambio C514.5 > operazioni manutenzione

- Posizionare il supporto comparatore (1)


completo di comparatore centesimale sul
coperchio di tenuta differenziale (2) come
rappresentato in figura e rilevare la differenza.
- Calcolare lo spessore dellanello di rasamento per precarico cuscinetti differenziale
sommando 0,12 mm alla differenza rilevata.

- Montare sul coperchio differenziale (3) il


paraolio (4) con lintroduttore (5) e limpugnatura (6).
- Montare la guarnizione di tenuta (7) sul
coperchio differenziale.

pia di 20 Nm.
- Montare il paraolio (10) supporto differenziale scatola cambio con lintroduttore (11) e
limpugnatura.
Montaggio paraolio lato motore

Montaggio paraolio su coperchio

Nota:
0,12 corrisponde allinterferenza prescritta
per lassestamento e il precarico dei cuscinetti del differenziale.

10
4

Rilevamento quote

2
Nota:

- Montare il coperchio di tenute differenziale


(8) e serrare le relative viti da M8 (9) alla cop-

Montaggio coperchio

Montaggio anello di rasamento

Il paraolio e la guarnizione di tenuta devono


essere sempre sostituiti.

AN

- Riporre nella sua sede lanello di rasamento


per precarico cuscinetti differenziale di spessore uguale o immediatamente superiore a
quello calcolato.

11

TI

SE

- Montare gli alberi di uscita differenziale con


tripodi esterni.
- Svitare i fissaggi e rimuovere il cambio con
differenziale del cavalletto di revisione.

Nota:
Per questa operazione sono necessari due
operatori.
- Posizionare il cambio con differenziale sui
supporti utilizzati per lo smontaggio/montaggio dalla vettura.
- Posizionare il cambio in vettura (vedere
operazione dedicata).

Nota:
Per facilitare il centraggio dei perni sul motore, far compiere leggere oscillazioni al gruppo cambio.

119
119

FIAT PUNTO
4. trasmissione > dati tecnici

4. Trasmissione
dati tecnici
Il semiasse destro e dotato di una massa smorzatrice di vibrazioni,
che in caso di smontaggio deve essere riposizionata alla giusta
quota prescritta.

Vista semiasse sinistro

Vista semiasse destro

Complessivo semiasse sinistro

SE

AN

TI

Trasmissione delle ruote anteriori tramite due alberi di lunghezza


diversa dotati di giunti omocinetici alle estremit e dal lato cambio
il destro con un giunto tripode munito di cuscinetti ad aghi ed il sinistro con un giunto omocinetico scorrevole.

1. Giunto omocinetico lato ruota


2. Fascetta ritegno cuffia
4
3. Semiasse
4. Cuffia per giunto omocinetico
5. Flangia per giunto omocinetico lato cambio
6. Giunto omocinetico lato cambio

Complessivo semiasse destro

2
3
1
3

1. Cuscinetto a tenuta stagna


2. Guarnizione di tenuta
3. Massa smorzatrice

120
120

FIAT PUNTO
4. trasmissione > dati tecnici

1.2 16V
Componente

Tipo

Denominazione

Quantit

Giunti omocenetici esterni

Grasso

Tutela star 500

85 g 10g

Giunto omocenetico six scorrevole lato differenziale

Grasso

Tutela MRM zero

100 g

1.3 16V JTD


Componente

Tipo

Denominazione

Quantit

Giunti omocenetici esterni

Grasso

Tutela star 500

80 g 10g

Giunto omocenetico six scorrevole lato differenziale

Grasso

Tutela MRM zero

90 g

Diametro

Valore Nm

Dado
Bulloni
Bulloni
Dado

M22
M10
M8
M10

70 + 55
75
40
40

Giunto lato cambio

SE

Dado di sicurezza

AN

Montante mozzo anteriore


Bulloni montanti ammortizzatori
Bulloni omocinetico scorrevole lato differenziale
Dadi testine braccetti sterzo

Fissaggio

TI

Descrizione

121
121

FIAT PUNTO
4. trasmissione > operazioni manutenzione

operazioni
SEMIASSE DESTRO

manutenzione
SEMIASSE SINISTRO

Rimozione semiasse

Smontaggio

Smontaggio

- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.


- Svitare il tappo scarico olio cambio e recuperare lolio in un recipiente idoneo.
- Pulire il tappo di scarico olio e avvitarlo.
- Rimuovere le ruote anteriori.
- Disacciaccare sul dado il fermo ribattuto e
svitare il dado.

- Disacciaccare sul dado il fermo ribattuto e


svitarlo.
- Svitare il dado (6) e con l estrattore per
testine braccetto e sterzo.
Testina sterzo

Per svitare il dado tenere il pedale freno premuto.

TI

- Svitare i bulloni (1) di fissaggio montante


ammortizzatore.
- Svitare il dado di fissaggio (2) e con lestrattore scalzare la testina dello sterzo.

Montaggio

- Innestare il giunto tripode sul differenziale.


- Bloccare il semialbero alla flangia con una
fascetta nuova.
- Innestare il giunto omocinetico sul mozzo
ruota.
- Riposizionare il complessivo disco freno/
mozzo ruota nel montante ammortizzatore.
- Serrare a coppia i bulloni di fissaggio montante ammortizzatore M10 a 75 Nm.
- Posizionare il perno della testina braccetto
sterzo e serrare il dado M10 a 40 Nm .
- Serrare il dado M22 di fissaggio mozzo
ruota a 70 Nm + 55.

- Svitare i bulloni (7) che fissano il montante


sulla sospensione.
- Estrarre dal mozzo ruota il giunto omocinetico (8) del semiasse.
- Svitare i bulloni di fissaggio del giunto omocinetico del semiasse lato differenziale.
- Rimuovere il semiasse completo.

Nota:

Rimozione semialbero

SE

AN

Rimozione fissaggi

Nota:

Tenere premuto il pedale del freno mentre si


esegue il serraggio del dado mozzo.
Procedere allacciaccatura corretta del dado
mozzo (5).

Condizione corretta di acciaccatura mozzo

- Disinserimento semialbero dallinnesto


mozzo ruota.
- Sfilare il semialbero dal mozzo ruota.
- Aprire la fascetta (3) di fissaggio del semialbero al differenziale.
- Rimuovere il semialbero completo di giunto omocenetico (4) e di giunto tripode.

Nota:
Se viene rimossa la massa equilibratrice, per il
nuovo montaggio rispettare la quota di posizione rilevata prima della rimozione.

122
122

FIAT PUNTO
4. trasmissione > operazioni manutenzione

Nota:

Montaggio
- Posizionare il semialbero nella sede flangia
differenziale.
- Avvitare i bulloni M8 di fissaggio giunto
omocinetico scorrevole lato differenziale e
serrare a 40 Nm.
- Avvitare i bulloni M10 di fissaggio del montante della sospensione e ammortizzatore e
serrare a 75 Nm.
- Serrare il dado di fissaggio del mozzo ruota
M22 a 70 Nm + 55.

Qualora si sia intervenuti sui cuscinetti di


tenuta dei semialberi destro e sinistro,
necessario rimontarli nelle quote prescritte.
Quota 1 semiasse sinistro

Nota:

Tipo olio cambio Tutela car ZC 75 Synth.


Capacit di riempimento

1,65 litri

Quota posizionamento
con cuscinetto a rullini

143,8 mm

Quota posizionamento con


cuscinetto a sfera

122,2 mm

Quota posizionamento con


cuscinetto a rullini

123,3 mm

- Posizionare la nuova cuffia di protezione


semialbero.
- Utilizzando lapposito attrezzo (5) montare
il cuscinetto di tenuta (6) sul semiasse, rispettando le relative quote precedentemente
indicate.
- Montare il giunto a tripode.
- Inserire lanello di fermo del giunto.
- Calzare la cuffia sul cuscinetto di tenuta e
stringere la fascetta.
- Rimuovere il semiasse dalla morsa.

SE

- Posizionare il semiasse destro in una morsa.


- Rimuovere lanello elastico (1) e sfilare.
dal semiasse il giunto tripode (2).
- Rimuovere la fascetta di fissaggio cuffia (3).
- Rimuovere la cuffia di protezione (4).
Rimozione giunto tripode

10

Quota 2 semiasse destro

11
8

Istallazione cuscinetto di tenuta

3
4
2
5

123

9
8

Montaggio

GIUNTO SCORREVOLE
TRIPODE
LATO DIFFERENZIALE
Smontaggio

Rimozione dei componenti

TI

Nota:

142,7 mm

AN

- Procedere allacciaccatura corretta del dado


mozzo.
- Svitare il tappo conico M22 di riempimento
olio cambio.
- Rifornire il cambio di olio attraverso il foro di
riempimento, verificare che il livello olio sfiori il bordo Inferiore.
- Rimontare il tappo olio M22 e serrare a 25 Nm.
- Montare le ruote interessate.
- Abbassare la vettura e rimuoverla dal ponte
sollevatore.

Quota posizionamento
con cuscinetto a sfera

Smontaggio
- Posizionare il semiasse (7) in una morsa.
- Rimuovere le fascette di fissaggio (8) ed
arretrare la cuffia (9).
- Rimuovere il giunto omocinetico dal
semialbero con laiuto di un estrattore a
massa battente (10).
- Pulire accuratamente dal grasso la zona di
alloggiamento del cuscinetto.
- Con una pinza ad espansione rimuovere lanello di fissaggio (11) del cuscinetto giunto
omocinetico.

Tenere il pedale del freno premuto mentre si


esegue il serraggio del dado.

GIUNTO OMOCINETICO
LATO RUOTA

Montaggio
Attenzione:
Prima di rimontare il giunto omocinetico
lavarlo accuratamente e controllare visibilmente che le sfere e le relative sedi di alloggiamento e di lavoro siano perfettamente
speculari e prive di segni di ingranamenti o
rigature. Se si riscontrano eccessive usure o
danneggiamenti sostituire il giunto.
- Posizionare la nuova cuffia sul semialbero.
- Montare il cuscinetto sul semialbero.
- Montare lanello elastico con la pinza ad
espansione.
- Riempire di grasso Tutela star 500 / quantit
80 grammi, sia la cuffia che il giunto omocinetico ed inserire con pressione il giunto sul
semiasse.
- Posizionare la cuffia giunto omocinetico e
stringere le fascette.

123

FIAT PUNTO
5. sterzo > dati tecnici

5. Sterzo
dati tecnici
per evitare fenomeni vibrazionali e risonanza.
Il piantone a struttura scorrevole telescopica per aumentare la
sicurezza.
La scatola guida del tipo a rapporto costante mentre il servocomando di tipo elettrico ubicato sul piantone.

La struttura del volante in magnesio per ridurre il peso e aumentare la rigidezza. Volante regolabile in altezza.
Il piantone guida fissato alla mensola di supporto denominata
Struttura a portale resa particolarmente rigida da una barra montata traversalmente che fissa la mensola con il montante porta, ci
Complessivo sterzo

Caratteristiche

TI

Tipo volante: a piantone snodato ad assorbimento di energia.


Piantone con regolazione angolare e longitudinale su tutti gli allestimenti assistito elettricamente Dualdrive.
Comando a pignone e cremagliera con lubrificazione permanente.

Vista plancia

3
1

SE

AN

1. Servosterzo EPS
2. Scatola guida meccanica
3. Batteria
4. Centralina di derivazione vano motore (B01)
5. Centralina di derivazione sottoplancia (B02)

SCATOLA STERZO A RAPPORTO COSTANTE

Specifiche
Rapporto di demoltiplicazione pari a 51 mm/giro fisso
Rapporto angolo volante/angolo ruote pari a 14/1
Giri volante: ~ 2,74 per una corsa cremagliera di 135 mm
Diametro di sterzata tra marciapiedi: ~ 10.5 m

Scatola sterzo

Sezione della scatola sterzo a rapporto costante con rappresentazione schematica dei denti della cremagliera e del pignone.

Elettrocomando sterzo
Il servosterzo EPS (Electrical Power Steering) prodotto dalla DELPHI
un dispositivo di asservimento dello sterzo.
Il suo scopo di alleggerire lo sforzo al volante da parte dellutente,
soprattutto nelle manovre di sterzata a bassa velocit, senza tuttavia
rendere troppo leggero il comando in marcia normale.
Il servosterzo elettrico, rispetto al servosterzo idraulico, offre i

124

FIAT PUNTO
5. sterzo > dati tecnici

seguenti vantaggi:
Limpianto ha un minore numero di componenti e quindi un peso e una complessit impiantistica minore
Linstallazione e/o lassistenza ha tempi ridotti e pi semplicit
Limpianto servosterzo elettrico assorbe energia dal motore termico solo quando viene richiesta servoassistenza, migliorando le prestazioni della vettura e riducendo i consumi e le emissioni
Un ridotto rumore di funzionamento migliora il comfort di marcia
Riduzione inquinamento, in quanto lenergia elettrica utilizzata pulita
Variazione dellasservimento secondo la velocit veicolo

Ritorno sterzo al centro guida Ritorno attivo


Smorzamento oscillazioni ritorno sterzo

Componenti

AN

TI

Asservimento selezionabile (Normal/City)

Fissaggio

Valore (Nm)

Validit

Vite

M10

50 61 (Lato scatola guida)

1.2 16v

Vite

8 10

1.2 16v/1.3 JTD

Dispositivo elettrocomando sterzo

Dado

M8

12 18

1.2 16v

Dispositivo elettrocomando sterzo

Vite

M8

12 18

1.2 16v

Montante mozzo anteriore

Bullone

M10

62 68 (Lato ammortizzatore)

1.2 16v

Tiranti sterzo registrazione con scatole

Dado

M10

36 44 (Lato montante)

1.2 16v

Tiranti sterzo registrazione con scatole

Dado

M10

36 44 (Lato montante)

1.3 JTD

Tiranti sterzo registrazione con scatole

Dado

M12

31 37 (Lato scatola sterzo)

1.2 16v/1.3 JTD

Volante sterzo

Dado

M16

45 55

1.2 16v/1.3 JTD

Scatola sterzo a cremagliera completa

Vite

M12

67 74 (Lato traversa sospensio1.2 16v/1.3 JTD


ni anteriori)

SE

Centralina/motorino
elettrocomando sterzo

Alberino interno di collegamento


a scatola sterzo

125

AUDI A3
5. sterzo > operazioni manutenzione

operazioni

manutenzione

Giunto piantone

VOLANTE
Smontaggio
- Smontare lAir Bag (vedere capitolo Varie).
- Scollegare la connessione elettrica H5 (1)
- Rimuovere lanello di protezione (2).
- Svitare il dado (3) e rimuovere il volante (4).

6
5

Rimozione volante

- Svitare la vite (10) e allentare il bullone di


fissaggio tirante inferiore di reazione gruppo
motopropulsore.
- Svitare i dadi di fissaggio collettore di scarico (11) con convertitore catalitico al silenziatore di scarico.
- Svitare la vite di fissaggio staffa (12) supporto tubazione di scarico alla traversa delle
sospensioni anteriori.

Giunto piantone

2
Nota:

11

La vite del tipo pretrattata e pertanto non


riutilizzabile al riattacco.

TI

Funi innesto marce

Nota:
Il dado di fissaggio del volante deve essere tassativamente sostituito a ogni rimontaggio.

Montaggio

- Posizionare il volante nella sua sede verificando la corrispondenza dei segni precedentemente fatti sul volante e sulla semiscatola
superiore.
- Serrare un nuovo dado di fissaggio volante
alla coppia di 50 Nm.

AN

- Smontare le ruote anteriori.


- Disimpegnare le funi di selezione e innesto
marce (7) dal fissaggio sulla scatola sterzo.

12

- Svitare le viti di fissaggio scatola sterzo (13)


alla traversa delle sospensioni anteriori.

Ubicazione vite scatola sterzo

SE

SCATOLA STERZO
Smontaggio

- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.

10

- Svitare i dadi (8) e scollegare i tiranti sterzo


(9) dai montanti mozzi anteriori con lestrattore per tiranti.

13

Rimozione tirante

Nota:
Per le versioni dotate di VDC, prima di scollegare il giunto cardanico del piantone sterzo,
occorre inserire il bloccasterzo per evitare
rotazioni.

Nota:

Montaggio

Verificare che le ruote anteriori siano dritte.


- Disimpegnare il giunto cardanico del piantone sterzo (5) svitando la vite (6) di fissaggio
alla scatola sterzo.

- Rimuovere la scatola sterzo dal passaruota


sinistro.

- Riporre nella sua sede la scatola sterzo.


- Serrare le viti di fissaggio da M12 scatola
sterzo alla traversa delle sospensioni anteriori alla coppia di 67 74 Nm.

126

AUDI A3
5. sterzo > operazioni manutenzione

- Serrare la vite di fissaggio staffa supporto


tubazione di scarico alla traversa delle
sospensioni anteriori.
- Serrare i dadi di fissaggio da M8 collettore
di scarico con convertitore catalitico al silenziatore di scarico alla coppia di 23 28 Nm.
- Serrare la vite e il bullone di fissaggio da
M12 tirante inferiore di reazione gruppo
motopropulsore alle seguenti coppie:
vite (lato traversa
sospensione anteriore)

114 126 Nm

bullone (lato cambio)

72 88 Nm

- Spostare in avanti il devioguida quanto


basta a scollegare le connessioni elettriche.
- Scollegare le connessioni elettriche (3) dal
devioguida H5.
- Rimuovere il devioguida (4) sfilandolo dalla
sede sul piantone sterzo.

Rimozione rivestimento

Rimozione devio guida

- Collegare i tiranti sterzo ai montanti mozzi


anteriori e serrare i relativi dadi (1) alla coppia di 36 44 Nm.

- Svitare la vite di fissaggio (5) e sfilare il


devioguida (6) dalla sede sul piantone senza
scollegare le connessioni.
- Svitare la vite di fissaggio (7) e rimuovere la
protezione del motore elettrico (8).
- Scollegare le connessioni elettriche (9 e 10)
della centralina comando guida elettrica e la
connessione elettrica del commutatore di
accensione.
- Svitare le viti di fissaggio (11) del supporto
guida elettrica alla scocca.
- Posizionare sul piantone sterzo (12), lattrezzo di bloccaggio e riferimento.
- Svitare il dado (13), sfilare la molletta (14) e
la vite, rimuovere il piantone sterzo.
- Rimuovere il complessivo guida elettrica (15).

TI

Tirante sterzo

AN

- Rimuovere il rivestimento accesso fusibili su


plancia portastrumenti.
Rimozione complessivo guida elettrica

12

5
6

- Fissare le funi di selezione e innesto marce


al fissaggio sulla scatola sterzo.
- Rimontare le ruote anteriori.
- Collegare il giunto cardanico del piantone
sterzo e fissarlo con una nuova vite alla coppia di 50 61 Nm.

15

SE

ELETTROCOMANDO STERZO

- Scollegare il morsetto negativo batteria.


- Rimuovere il modulo Air Bag.
- Rimuovere il volante.
- Rimuovere il rivestimento piantone guida.
- Rimuovere il cavo spiralato per moduli Air
Bag su volante.
- Allentare la vite e aprire la fascetta di fissaggio (2) devio guida.

10

Rimozione connessione devioguida

9
11

2
14

13

127

FIAT PUNTO
6. sospensioni > dati tecnici

6. Sospensioni
dati tecnici
SOSPENSIONI ANTERIORI

delle forze tangenziali allo stelo, con conseguente miglior assorbimento delle piccole asperit del fondo stradale.

Le sospensioni anteriori a ruote indipendenti sono di tipo MacPherson. Per ottimizzare il filtraggio del rumore verso labitacolo la
traversa di attacco delle sospensioni anteriori stata irrigidita con lo
scatolamento delle sezioni di attacco alla scocca.

Ammortizzatore e molla

Ammortizzatori

1.2 16V

1.2 16V *

1.3 JTD

Lunghezza aperto
(inizio tamponamento) mm

487 2,5

462 2,5

462 2,5

Lunghezza chiuso
in battuta mm

326 2,5

307 2,5

307 2,5

Diametro stelo mm

20

22

22

Molle

AN

* Versione sporting

TI

Descrizione

Gli ammortizzatori a doppio effetto con nuovi tasselli superiori


migliorano la stabilit e il confort di guida.

Le molle a elica di tipo side-load consentono una migliore riduzione


1.2 16V

1.2 16v (-) 1.2 16V ()

SE

Descrizione

1.2 16V ()

1.2 16V ()

1.3 JTD

1.3 JTD ()

Diametro del filo mm

11,45 0,05

11,55 0,05

11,74 0,05

12,67 0,05

12,67 0,05

11,8 0,05

11,8 0,05

Numero spire utili

4,05

4,05

4,34

3,56

3,56

4,34

4,34

Altezza mola libera mm

363

373

385

303

313

385

393

250 270

268 288

287 307

287 307

300 320

299 319

325 345

Verde

Azzurro

Bianco

Rosa

Rosso

Carico da N per lunghezza


risultante mm 204
Carico da N per lunghezza
risultante mm 189
Colore contrassegno

) Vettura con climatizzatore


) Versione con cambio automatico senza climatizzatore
) Versione con cambio automatico e climatizzatore
) Versione sporting cambio meccanico con e senza climatizzatore e cambio automatico senza climatizzatore
) Versione Sporting con cambio automatico e climatizzatore

128

e-mail: info@fasep.it - www.fasep.it

L A SSETTO R UOTE I TALIANO V ENDUTO I N O LTRE 50 P AESI D EL M ONDO

FIAT PUNTO
6. sospensioni > dati tecnici

SOSPENSIONI POSTERIORI

Bracci oscillanti
La costruzione di bracci oscillanti in ghisa sferoidale con nuove boccole montate posteriormente ad asse verticale migliorano lassorbimento vibrazionale e la tenuta in curva.
Braccio oscillante

La sospensione posteriore a ponte torcente (ruote semi-indipendenti).


Questa soluzione consegue i seguenti vantaggi:
Analogia di comportamento cinematico con lo schema a ruote indipendenti, con i relativi vantaggi funzionali. La traversa svolge funzioni di stabilizzatrice, i pesi sono ridotti.
Permette il premontaggio della sospensione prima di istallarla sulla
vettura.
La sospensione a ponte torcente fissata alla scocca con due staffe e
dagli ammortizzatori.
Alle estremit dei bracci sono alloggiate due boccole elastiche dette
intelligenti, irrigidite con dei listelli plastici montati trasversalmente.
Le boccole sono ottimizzate per filtrare la rumorosit e migliorare la
stabilit in curva (Autosterzante).
Le boccole sono inserire a 600 Kg sui bracci e disposte con un angolatura di 25

Ammortizzatori

Barra stabilizzatrice

AN

TI

Ammortizzatore e molla

1.2 16V

1.3 JTD

Diametro barra stabilizzatrice mm

22

22

SE

Ancoraggi barra stabilizzatrice

Descrizione

Descrizione

1.2 16V

1.2 16V *

1.3 JTD

Lunghezza aperto
(inizio tamponamento) mm

400 3

390 3

400 3

Lunghezza chiuso
in battuta mm

262 3

260 5

262 3

* Versione Sporting

129

e-mail: info@fasep.it - www.fasep.it

L A SSETTO R UOTE I TALIANO V ENDUTO I N O LTRE 50 P AESI D EL M ONDO

FIAT PUNTO
6. sospensioni > dati tecnici

Molle

1.3 16V JTD

Vista molla e tampone

Convergenza ruote anteriori

0 1

Campanatura ruote anteriori

53 30

Incidenza ruote anteriori

2 3

Convergenza ruote posteriori

2,5 3,6

Campanatura ruote posteriori

45 30

Nota:
Verifica con pneumatici gonfiati alle pressioni prescritte e vettura in
ordine di marcia.

PNEUMATICI
Descrizione

Larghezza
pneumatici (mm)

1.2 16V *

Diametro del filo

11,60,05

12,150,05

11,60,05

Numero delle spire utili

4,25

4,10

4,25

Altezza molla libera (mm)

270

258

277

258 282

Colore contrassegno

185

185

Rapporto daspetto

/ 70

/ 60

/ 60

/ 55

Classe velocit

Struttura

R*

R*

R*

R*

Diametro
calettamento

14

14

14

15

Indice di carico

81

82

82

82

Dimensione
cerchi ruotino

4B X 14

4B X 14

4B X 14
ET 43

4B X 14
ET 43

323349

Bianco

Viola

Larghezza
nominale ruotino

135 (h)

135 (h)

135

135

Rapporto
daspetto ruotino

/ 80

/ 80

/ 80

/ 80

Classe
velocit ruotino

Struttura
pneumatico ruotino

R*

R*

B*

B*

Diametro
calettamento ruotino

14

14

14

14

Indice di carico

84

84

80

80

279 302

SE

Carico da N per lunghezza


risultante mm 181
Carico da N per lunghezza
risultante mm 177

1.3 JTD

1.3 JTD*

185

TI

1.2 16V

1.3 JTD

165

AN

Descrizione

1.2 16V *

51/2 J x14 6 J x 14 6 J x 14 6 J x 15
ET 33 () ET 35 () ET 33 ()
ET 35

Dimensioni cerchi

1.2 16V

* Versione Sporting

GEOMETRIA RUOTE
1.2 16V
Convergenza ruote anteriori

0 1

Campanatura ruote anteriori

131 30

Incidenza ruote anteriori

2 10 3 10

Convergenza ruote posteriori

2,5 3,6

Campanatura ruote posteriori

45 30

*) Versione Sporting
) Cerchi in lega

130

e-mail: info@fasep.it - www.fasep.it

L A SSETTO R UOTE I TALIANO V ENDUTO I N O LTRE 50 P AESI D EL M ONDO

FIAT PUNTO
6. sospensioni > dati tecnici

Pressioni di gonfiaggio (a gomme fredde)


Descrizione

1.2 16V

1.2 16V*

1.3 JTD e Van

Pneumatico

165/70 - 185/60

185/55

165/70 - 185/60 - 185/55

A carico ridotto anteriore (bar)

2,0

2,2

2,2

Posteriore (bar)

1,9

2,1

2,1

A pieno carico anteriore (bar)

2,2

2,4

2,4

Posteriore (bar)

2,1

2,3

2,3

Ruotino (bar)

2,8

2,8

2,8

*) Versione Sporting

Nota:

Componente

AN

TI

Per le versioni Van prevista una ruota scorta avente le stesse caratteristiche delle ruote in dotazione. Per le pressioni di gonfiaggio fare riferimento a quanto prescritto per il pneumatico in dotazione alla vettura.

Fissaggio

Valore Nm

Bullone
Dado
Vite
Vite
Vite
Dado
Vite

M10
M12
M8
M8
M12
M8
M12

75
59
35
35
11
32
12

Sospensione posteriore
Ammortizzatori
Ammortizzatori
Assale
Tasselli elastici fissaggio a scocca

Vite
Vite
Vite
Vite

M10
M10
M10
M12

8 Superiore
10 Inferiore
6
9

Mozzi ruote anteriori


Mozzo al semialbero
Mozzo al semialbero
Montante mozzo
Montante mozzo
Montante fuso mozzo

Dado
Dado
Bullone
Dado
Vite

M22
M24
M10
M8
M10

70 + 55
70 + 62
75
32
69

Mozzi ruote posteriori


Montante fuso mozzi
Mozzi completi di cuscinetto

Vite
Dado

M8
M22

25
28

SE

Sospensioni anteriori
Ammortizzatore lato montante
Ammortizzatore
Barra stabilizzatrice al braccio oscillante
Barra stabilizzatrice alla traversa
Bracci oscillanti inferiori
Testa snodata bracci oscillanti
Traversa sospensioni

131

e-mail: info@fasep.it - www.fasep.it

L A SSETTO R UOTE I TALIANO V ENDUTO I N O LTRE 50 P AESI D EL M ONDO

FIAT PUNTO
6. sospensioni > operazioni manutenzione

operazioni

manutenzione

Importante:

- Smontare la ruota anteriore interessata.


- Scalzare la tubazione freni (1) dal supporto
ammortizzatore.
- Svitare i bulloni (2) dellammortizzatore al
montante.
Rimozione tubazione

Per la sostituzione degli ammortizzatori sia anteriori che posteriori attenersi alle seguenti
indicazioni:
Se gli ammortizzatori hanno un percorrenza superiore a 20.000/25.000 Km sostituire sempre insieme gli ammortizzatori di ciascun asse, avendo cura di montare sullo stesso asse
ammortizzatori dello stesso tipo tra quelli previsti come ricambio.
Se gli ammortizzatori hanno una percorrenza inferiore ai 20.000/25.000 Km si pu sostituire un solo ammortizzatore, perch quello nuovo sia dello stesso tipo e dopo aver verificato
che laltro ammortizzatore in perfetta efficienza.
Inoltre prima di rimontare gli ammortizzatori anteriori e i vari componenti controllare che
la molla non presenti incrinature o deformazioni tali da pregiudicarne lefficienza.Verificare
anche lintegrit della cuffia , dove presentasse anomalie di tagli o crepe, sostituirla.

AN

TI

Complessivo sospensione anteriore

10

SE

11

01. Ammortizzatore
8
02. Molla ad elica
03. Piattello superiore ammortizzatore
04. Distanziale cuscinetto
05. Anello superiore appoggio molla in gomma
06. Canotto e tampone di fine corsa
07. Montante
08. Braccio oscillante con perno fisso
09. Giunto omocinetico
10. Anello elastico ritegno cuscinetto
11. Cuscinetto a sfere
12. Mozzo ruota
13. Dado di fissaggio mozzo ruota

3
4
5
6

- Abbassare la vettura.
- Bloccare la rotazione dello stelo e svitare il
dado (3) di fissaggio dellattacco superiore
ammortizzatore alla scocca e rimuovere il
tampone (4).
- Rimuovere lammortizzatore (5).
Rimozione ammortizzatore

12

13

AMMORTIZZATORE E MOLLA
Smontaggio
- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.
- Aprire il cofano motore.
- Montare le coperte di protezione carrozzeria.
- Staccare il morsetto negativo batteria.

132

e-mail: info@fasep.it - www.fasep.it

L A SSETTO R UOTE I TALIANO V ENDUTO I N O LTRE 50 P AESI D EL M ONDO

FIAT PUNTO
6. sospensioni > operazioni manutenzione

Scomposizione

Compressore molle

- Rimontare la cuffia e la molla sullammortizzatore.


- Posizionare il complessivo ammortizzatore
sullattrezzo e comprimere la molla.
- Montare il tampone in gomma completo di
cuscinetto.
- Inserire il dado da M12x1,25 sullo stelo e
serrarlo alla coppia di 59 Nm.
- Ad operazione terminata rimuovere lammortizzatore dallattrezzo.

Complessivo braccio oscillante destro

Montaggio in vettura

7
6
1

- Posizionare lammortizzatore sulla vettura.


- Montare il tampone (11) e avvitare il dado
di fissaggio (12).
Montaggio del tampone

1. Braccio oscillante inferiore


2.Testina
3. Bulloni di fissaggio
4. Barra stabilizzatrice
5.Telaietto anteriore

BRACCIO OSCILLANTE

Ricomposizione

- Posizionare lammortizzatore (1) sullattrezzo pneumatico per compressione molle (2).


- Bloccare lammortizzatore con il dispositivo
di bloccaggio (3) per il blocco montante con
le staffe (4) atte alla compressione della
molla.
- Agendo sulla leva (5) comprimere la molla.
- Svitare il dado di fissaggio (6) e rimuovere il
tassello e la flangia (7).

Rimozione molla

AN

12
- Con lattrezzo rilasciare la compressione
della molla e rimuovere la sospensione dallattrezzo.
- Sfilare la molla (8) e la cuffia (9) dellammortizzatore (10).

TI

11

SE

- Sollevare la vettura.
- Montare i bulloni da M10 dellammortizzatore al montante mozzo e serrarli alla coppia
di 75 Nm.

Smontaggio

- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.


- Rimuovere la ruota anteriore interessata.
- Svitare il bullone (13) di fissaggio della testina snodata braccio oscillante dal mozzo.
- Separare la testa snodata braccio oscillante
(14) dal montante mozzo con lestrattore per
testine (15).
- Svitare le viti di fissaggio (16) della barra
stabilizzatrice al braccio oscillante e le viti di
fissaggio (17) del cavalotto fissaggio barra
stabilizzatrice al telaio.
- Svitare le viti di fissaggio (18 e 19) del braccio oscillante alla traversa.
- Rimuovere il braccio oscillante inferiore (20).

Punti di rimozione

19

Nota:

10

Quando si serrano i dadi di fissaggio dellammortizzatore al montante mozzo, spingere


verso lalto il montante per annullare gli
eventuali giochi di fissaggio.

- Calzare la tubazione pinza freno.


- Rimontare la ruota anteriore.
- Abbassare la vettura ed appoggiarla a terra
sulle ruote.
- Bloccare lo stelo ammortizzatore e serrare il
dado da M10 del tassello superiore, alla coppia di 75 Nm.
- Collegare e serrare il morsetto negativo
della batteria.
- Rimuovere la vettura dal ponte sollevatore.

13

20

14
16
17
18

133

e-mail: info@fasep.it - www.fasep.it

L A SSETTO R UOTE I TALIANO V ENDUTO I N O LTRE 50 P AESI D EL M ONDO

15

FIAT PUNTO
6. sospensioni > operazioni manutenzione

Montaggio
Nota:
per garantire un corretto funzionamento della
sospensione anteriore ed evitare un prematuro danneggiamento delle boccole in gomma
del braccio oscillante, il serraggio a coppia
delle viti di fissaggio del braccio oscillante alla
traversa deve essere eseguita mantenendo il

braccio oscillante nella posizione determinata


dal carico statico della vettura in condizioni
Standard (massa del veicolo completo compresa la ruota di scorta, utensili, accessori e
rifornimento pieno di carburante).
- Serrare le viti di fissaggio da M8 del braccio
oscillante, alla coppia di 35 Nm.
- Posizionare la barra stabilizzatrice e monta-

re il cavallotto di fissaggio.
- Serrare le viti da M8 di fissaggio del cavallotto alla traversa della barra stabilizzatrice al
braccio oscillante, alla coppia di 35 Nm.
- Serrare il dado da M8 della testa snodata,
alla coppia di 32 Nm.
- Rimontare la ruota anteriore.
- Abbassare la vettura e rimuoverla dal ponte
sollevatore.

MOLLE
Nota:
Complessivo ammortizzatore e molla

Rimozione ammortizzatore

Smontaggio

AN

Montaggio
2

1. Bullone ammortizzatore posteriore


2. Molla e tampone battuta fine corsa

- Posizionare la vettura sul ponte.


- Comprimere parzialmente la sospensione
con un martinetto idraulico.
- Rimuovere lammortizzatore della sospensione posteriore interessato.
- Rimuovere il martinetto idraulico.
- Sfilare la molla ad elica.

TI

Montaggio

- Montare lammortizzatore e fissarlo con la


relativa vite superiore e inferiore.
- Serrare la vite superiore da M10x1,25 alla
coppia di 80 Nm.
- Serrare la vite inferiore da M12x1,25 alla
coppia di 100 Nm.

SE

AMMORTIZZATORE

Smontaggio

- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.


- Sollevare la vettura e smontare la ruota
interessata.
- Comprimere parzialmente la sospensione
con un martinetto idraulico.
- Svitare la vite di fissaggio superiore (1) dellammortizzatore.

Le molle ad elica posteriori sono divise in


due categoria, identificate da una striscia di
vernice sulla spira centrale. Le molle montate
devono appartenere alla stessa categoria.

- Svitare la vite di fissaggio inferiore (2) dellammortizzatore.


- Rimuovere lammortizzatore (3).

Nota:
Prima di rimontare la molla ad elica posteriore controllare che non presenti incrinature o
deformazioni tali da pregiudicarne lefficienza.
- Montare la molla a elica posteriore posizionandola correttamente nellapposita sede
del ponte.
Sedi molla

Vite inferiore

Vite superiore

- Rimuovere il martinetto idraulico.


- Montare la ruota.
- Abbassare la vettura e rimuoverla dal ponte
sollevatore.

134

e-mail: info@fasep.it - www.fasep.it

L A SSETTO R UOTE I TALIANO V ENDUTO I N O LTRE 50 P AESI D EL M ONDO

FIAT PUNTO
6. sospensioni > operazioni manutenzione

- Comprimere parzialmente la sospensione


con un martinetto idraulico.
- Montare lammortizzatore e serrare le viti
alla coppia prescritta.
- Rimuovere il martinetto idraulico.
- Rimontare la ruota interessata.
- Abbassare la vettura e rimuoverla dal ponte
sollevatore.

trollare che non presenti cricche, deformazioni, in caso contrario sostituirlo.

Rimozione tubazione

- Montare il supporto di fissaggio alla scocca


dellassale posteriore.

Supporto assale

ASSALE TRAVERSA
POSTERIORE
Complessivo Assale traversa

- Montare un martinetto idraulico per supporto dellassale posteriore.


- Svitare le viti di fissaggio dellassale posteriore alla scocca.
- Abbassare lentamente il martinetto idraulico.
- Disporre lassale al banco.
- Scalzare le mollette di fissaggio (3) e svitare
il raccordo (4) delle tubazioni freno.
- Svitare i dadi di fissaggio (5) e rimuovere il
complessivo freno posteriore (6) completo di
tubazione rigida.
- Scalzare dalla sede il tampone (7) di fine
corsa fissato a pressione.
- Svitare la vite di fissaggio (8) e rimuovere
lammortizzatore posteriore (9).
- Svitare il bullone di fissaggio (10) e rimuovere il supporto (11) dellassale posteriore.

- Serrare i bulloni da M12x1,25 del supporto


allassale, alla coppia di 90 Nm.
- Montare lammortizzatore sullassale e serrare la vite inferiore da M12x1,25 alla coppia
di 100 Nm.
- Montare nellapposita sede il tampone di
fine corsa (innesto a pressione).
- Montare il complessivo freno posteriore completo di tubazione rigida freni e serrare i dadi
da M10x1,25 sullassale alla coppia di 69 Nm.
- Collegare il raccordo tubazioni freno.
- Calzare le mollette di fissaggio dei tratti rigidi e flessibili delle tubazioni freni sullassale.
- Posizionare lassale sul supporto del martinetto idraulico.
- Sollevare il martinetto e serrare le viti di fissaggio dellassale alla scocca da M12x1,25
alla coppia di 90 Nm.
- Utilizzando lapposita chiave collegare la
tubazione rigida olio ai freni posteriori serrando il raccordo da M10 con il tratto flessibile, alla coppia di 16 Nm.
- Posizionare le funi del freno a mano sui relativi ritegni.
- Rimontare le molle posteriori nella apposita
sede.
- Ultimare il montaggio dei due ammortizzatori serrando le viti superiori da M10x1,25,
alla coppia di 80 Nm.
- Distaccare il martinetto idraulico impiegato
per il montaggio dellassale posteriore.
- Ripristinare il livello liquido freni, ed eseguire lo spurgo dellaria dal sistema frenante.
- Registrare il freno a mano operando dallapposito dado di registro.
- Rimontare il portacenere.
- Montare le due ruote posteriori.
- Rimuovere la vettura dal ponte sollevatore.

TI

AN

Rimozione componenti

SE

1. Assale traversa
2. Molla e ammortizzatore

10

11
7

3
4

Smontaggio

- Smontare il portacenere anteriore.


- Allentare il dado di registro del freno a
mano.
- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.
- Aprire il cofano motore e scollegare il morsetto negativo della batteria.
- Sollevare la vettura e smontare le due ruote
posteriori.
- Comprimere parzialmente la sospensione
con un martinetto idraulico.
- Svitare le viti che fissano gli lammortizzatori destro e sinistro e sfilare le molle.
- Scollegare la tubazione rigida (1) olio freni
svitando il raccordo con il tratto flessibile.
- Con un apposito tappo evitare la fuoriuscita dellolio liquido freni.
- Liberare le funi (2) del freno a mano dai ritegni posti sul ponte posteriore.

9
8

Montaggio
Nota:
Prima di rimontare lassale posteriore con-

135

e-mail: info@fasep.it - www.fasep.it

L A SSETTO R UOTE I TALIANO V ENDUTO I N O LTRE 50 P AESI D EL M ONDO

FIAT PUNTO
7. freni > dati tecnici

7. Freni
dati tecnici

FRENI ANTERIORI

TI

FRENI POSTERIORI

Complessivo freno a tamburo posteriore

SE

Complessivo freno anteriore

disco pieno
tamburo
9 pollici
tandem con diametro 13/16 di pollice (20,64 mm)

AN

Freni anteriori
Freni posteriori
Servofreno
Pompa freni

tore di frenata sensibile al carico. I freni anteriori sono a disco pieno


con pinze flottanti a scorrimento, i freni posteriori sono a tamburo
per le due motorizzazioni prese in esame. Il sistema ABS di tipo
Bosch 8.0 e integra la funzione EBD di regolazione e ripartizione
della frenata controllata elettronicamente tra i due assi. Le vetture
dotate di ABS, non hanno il dispositivo meccanico della ripartizione
frenata e non hanno lingranaggio tachimetrico in coda cambio.

Limpianto frenante e del tipo a doppio circuito incrociato che consente in caso di avaria di un circuito, di frenare comunque su entrambi i lati della vettura. Ogni circuito agisce su una ruota anteriore e su
quella posteriore diagonalmente opposta. Tutte le versione montano un servofreno da 9 pollici. Le versioni benzina senza ABS montano direttamente sul corpo pompa freni due regolatori a pressione
costante. Nel diesel senza ABS, posteriormente montato un corret-

Specifiche
Tipo disco
Diametro disco
Spessore nominale
Spessore dopo rettifica
Spessore minimo consentito
Diametro pistone pinza

1.2 16V
1.3 JTD
pieno
pieno
257257,5 mm 257257,5 mm
11,812,1 mm 19,820,1 mm
10,55 mm
18,55 mm
10,2 mm
18,2 mm
48 mm
54 mm

136
136

Specifiche tecniche equivalenti per le versioni 1.2 16V e 1.3 JTD


Diametro nominale tamburo
180180,25 mm
Diametro massimo dopo la tornitura
180,85 mm
Diametro massimo ammesso
181,35 mm
Diametro cilindretto ganasce
30 mm
Regolatore di frenata
rapporto di riduzione 0,25 (1.2 16V)
Correttore di frenata
rapporto di riduzione 0,30 (1.3 JTD)

FIAT PUNTO
7. freni > dati tecnici

POMPA FRENO

Complessivo pompa freni

Serbatoio pompa freni

3
1. Serbatoio olio freni
2. Sensore livello insufficiente olio freni
3. Raccordo alimentazione pompa frizione
4. Indice di livello MAX olio freni
5. Indice di livello MIN olio freni
6. Servofreno

TI

La pompa di comando freni fa corpo unico con il servofreno.


Sulla parte superiore della pompa calzato a pressione il serbatoio
dellolio di riserva dellimpianto idraulico freni.
Sul serbatoio stato previsto un attacco per collegare la tubazione di
alimentazione dellimpianto idraulico di comando disinnesto frizione.
Sulle vetture dotate di cambio robotizzato o automatico, lattacco
per la tubazione di collegamento alla pompa frizione chiuso con un
tappo, in quanto linnesto e disinnesto della frizione viene attuato
automaticamente.
Sul serbatoio presente un sensore di insufficiente livello olio, il
quale si attiva quando lolio viene a trovarsi sotto il livello minimo,
segnalando la condizione al Body Computer, che comanda laccensione della spia sul quadro strumenti.

Liquido freni

Tutela Top 4

Capacit

0,45 litri

Descrizione

SE

AN

LIQUIDO FRENI

Pinze freni anteriori complete


Tappo serbatoio liquido freni
Leva freno a mano
Correttore di frenata
Depressore impianto freni (solo JTD)
Raccordi tubazioni freni
Servofreno completo
Tubazione freni correttore/ flessibile intermedio
Tubo flessibile pinze freni anteriori
Cilindretti freni a tamburo posteriori
Pedale freni

Fissaggio

Diametro

Valore Nm

Vite
Vite
Vite
Vite
Vite
Raccordo
Dado
Raccordo
Raccordo
Vite
Raccordo

M8
M8
M8
M8
M8
M10
M8
M10
M10
M6
M10

12
12
27
26
18 22
16
22
16
16
10
16

137
137

FIAT PUNTO
7. freni > dati tecnici

Complessivo sistema ABS

6
9

2
7

8
1

1. Pompa comando freni


2. Modulatore ABS/EBD
3. Pinze anteriori
4.Tamburi posteriori
5. Cilindro maestro e servofreno
6. Spia ABS
7. Leva freno a mano
8. Cavi freno di stazionamento
9. Cablaggio elettrico ai sensori ruota

TI

DESCRIZIONE GENERALE

Sezione sensore attivo anteriore Sezione sensore attivo posteriore

AN

Il sistema ABS BOSCH 8.0, oltre la funzione di antibloccaggio ruote,


gestisce anche la funzione EBD, che controlla la ripartizione della
forza di frenata tra i due assi. La centralina elettronica di comando
integrata con il modulatore elettroidraulico, che provvede a modulare la pressione di frenatura alle pinze dei freni mediante otto elettrovalvole, due per ogni ruota. I sensori impiegati, sono di tipo attivo
(magnetoresistivi), e lavorano su un cuscinetto mozzo dedicato.
Un indicatore ottico, posto sul quadro di controllo, indica al conducente una eventuale avaria al sistema.

1
2

1. Codificatore magnetico multipolare


integrato nel cuscinetto del mozzo ruota
2. Captatore magnetoresistivo che si
affaccia sul codificatore

SE

Sensori giri ruote attivi

I vantaggi offerti dalladozione dei sensori attivi sono i seguenti:

Minore sensibilit alla distanza


tra il sensore e lanello magnetico traferro
Riduzione della sensibilit ai disturbi elettromagnetici
Capacit del sensore attivo di misurare la velocit giri ruota
fino a zero (anzich i 2,5 Km/h dei passivi)
Risparmio peso ed ingombro
Semplifica i giunti di trasmissione
per leliminazione delle ruote foniche

Funzionamento dei sensori attivi


Il sensore attivo si basa sul variare della resistenza elettrica interna in
funzione dellintensit e dellorientamento delle linee di forza di un
campo magnetico esterno, (codificatore magnetico multipolare)
generando un tipo di segnale ad onda quadra variabile in frequenza
in funzione della velocit di rotazione della ruota, ma costante in
ampiezza. Il sensore attivo quindi un sensore di prossimit ad elettronica integrata, collegato per mezzo di un cavo alla centralina ABS,
da cui alimentato elettricamente, alla quale trasmette la velocit
del veicolo. La ruota fonica un anello multipolare, un elastomero
dotato di una certa quantit di particelle magnetiche che tramite
una speciale tecnica di magnetizzazione, vengono orientate in modo
da formare diversi magneti con polarit Nord o Sud in senso circonferenziale.

138
138

FIAT PUNTO
7. freni > dati tecnici

26

16
4

15

01
02
03
04
05
06
07
08
09
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26

Massa potenza
Alimentazione + 30
Alimentazione + 30
Massa di segnale su telaio
Segnale sensore anteriore sinistro
Positivo sensore posteriore sinistro
Non usato
Positivo sensore posteriore destro
Positivo sensore anteriore sinistro
Segnale sensore anteriore destro
Linea K diagnosi ABS
Non usato
Segnale per spia ABS
C-Can L
C-Can L
Positivo sensore anteriore sinistro
Segnale sensore posteriore sinistro
Alimentazione + 15
Segnale sensore posteriore destro
Segnale stop
Non usato
Non usato
Segnale tachimetrico
Non usato
C-Can H
C-Can H

Azzurro
Bianco

Arancione

Giallo

Grigio

Blu

SE

CODICI COLORE

AN

TI

Assegnazione

Vista connettore ABS

Pin

Pin/Out Centralina

Marrone

Rosa

Nero

Verde

Rosso

Viola

LEGENDA SCHEMI ELETTRICI


Codice

Descrizione

Codice

Descrizione

B01
B02
C10
C12
C20
E50
E1050
E2021
E5030
E5050
E8010
F1
F4

Centralina di derivazione vano motore


Centralina di derivazione sotto plancia
Massa anteriore sinistra
Massa anteriore ABS
Massa plancia lato passeggero
Quadro strumenti
Collegamento schema linee di collegamento can
Collegamento schema luci stop
Collegamento schema gestione elettronica motori benzina
Collegamento schema gestione elettronica motori diesel
Connettore multiplo di diagnosi
Fusibile principale
Fusibile Max centralina ABS

F37
F42
F53
H1
I30
I32
K70
K71
K75
K76
M01
M50

Fusibile Body Computer


Fusibile centralina ABS
Fusibile alimentazione Body Computer
Commutatore daccensione
Interruttore pedale freno
Interruttore traction control
Sensore ruote anteriore sinistra per ABS
Sensore ruote anteriore destra per ABS
Sensore ruote posteriore sinistra per ABS
Sensore ruote posteriore destra per ABS
Body computer
Centralina ABS

139
139

FIAT PUNTO

SE

M
140

Schema elettrico ABS

AN

TI

7. freni > schemi elettrici

Ubicazione componenti sulla vettura

VISTA CABLAGGIO ABS

TI

AN

SE

FIAT PUNTO

7. freni > dati tecnici

141

FIAT PUNTO
7. freni > operazioni manutenzione

operazioni

manutenzione
PINZA FRENI
Smontaggio
- Posizionare la vettura sul ponte.
- Rimuovere la ruota interessata.
- Rimuovere la molletta di fissaggio (2).
- Avvitare il raccordo della tubazione freni.
- Liberare il ritegno in gomma (3) dalla sede
(4).

Molla di fissaggio

Complessivo freni anteriori

AN

- Rimuovere i tappi copri viti e svitare le viti


sottostanti.
- Scalzare la pinza freni anteriore.
- Rimuovere dalla pinza i pattini freni e sostituirli.

7
5

Montaggio

- Comprimere e far arretrare lo stantuffo della


pinza freni con apposito attrezzo.
- Montare i nuovi pattini freno nella pinza
freni.
- Fissare la pinza freni serrando le viti alla
coppia indicata

SE

TI

Ritegno tubo freno

1. Ritegno della tubazione freni.


2. Sede del ritegno tubazione sullammortizzatore.
3. Molla di fissaggio della pinza freno alla staffa.
4.Tappi copri viti posteriori.
5.Viti di fissaggio.
6. Pinze freni.
7. Pattini freni.

PATTINI FRENI ANTERIORI


Smontaggio
- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.
- Smontare le due ruote anteriori.
- Liberare il ritegno in gomma dalla sede dellammortizzatore.
- Rimuovere la molla (1) di fissaggio della
pinza freno alla staffa.

Vite M10x1,25

57 Nm

Vite M12x1,25

88 Nm

- Montare correttamente la molla di fissaggio


della pinza.
- Collegare la connessione elettrica usura
pattini freno.
- Eseguire le stesse operazioni per laltra
pinza.
- Verificare il livello liquido freni, eventualmente ripristinare.
- Montare le due ruote anteriori.
- Rimuovere la vettura dal ponte sollevatore.

142
142

- Rimuovere la molla di fissaggio della pinza


freni alla staffa.
- Rimuovere i tappi coprivite posteriori (5).
Tappi parapolvere

FIAT PUNTO
7. freni > operazioni manutenzione

- Svitare le viti sottostanti (1).


- Rimuovere la pinza freni anteriore completa (2).

Ricomposizione e montaggio

Rimozione valvola

Rimozione pinza

- Sfilare lo stantuffo (6) dal corpo pinza con


un getto di aria compressa indirizzandola nel
foro dingresso del liquido freni.

- Montare la guarnizione nella sede sul corpo


pinza freni anteriore.
- Montare la cuffia di protezione nella scanalatura dello stantuffo.
- Montare il complessivo stantuffo.
- Montare la valvola di spurgo completa di
cappuccio.
- Avvitare il raccordo della tubazione freni e
serrare il raccordo da M10 a coppia 16 Nm.
- Posizionare le due guarnizioni frenanti nella
sede pinza freni.
- Rimontare la pinza freni e serrare le viti da
M8 alla coppia di 12 Nm.
- Eseguire spurgo impianto idraulico freni
(liquido freni Tutela top 4).
- Montare la ruota interessata.
- Rimuovere la vettura dal ponte sollevatore.

Rimozione stantuffo

DISCHI FRENI
Smontaggio

- Rimuovere dalla pinza freni i due pattini.


- Svitare il raccordo (3) sulla pinza e rimuovere la tubazione.
Rimozione pattini

AN

TI

- Liberare il ritegno in gomma dalla sede sullammortizzatore.


- Rimuovere la molla di fissaggio della pinza
freni alla staffa.
- Rimuovere i tappi svitare le viti sottostanti,
scansare la pinza completa.
- Svitare le viti di fissaggio della staffa (9).
- Rimuovere la staffa (10) della pinza freni.

Rimozione staffa

- Rimuovere la cuffia di protezione (7) dello


stantuffo.
- Rimuovere guarnizione di tenuta (8).

SE

Rimozione cuffia

3
7
Nota:

Scomposizione
- Mettere la pinza freni in morsa.
- Rimuovere la valvola di spurgo (4) completa di cappuccio (5).

Sfilare lo stantuffo con cautela per prevenire


spruzzi di liquido freni, danneggiamenti o
rigature.
Durante lestrazione della guarnizione di
tenuta fare attenzione a non rigare il cilindro
del corpo pinza freni.

143
143

10

FIAT PUNTO
7. freni > operazioni manutenzione

- Svitare i due perni (1) di fissaggio ferma


disco freni.

- Rimuovere il disco freni anteriori.

viti da M8 alla coppia di 12 Nm.


- Calzare nelle sedi della pinza i pattini.
- Montare la pinza freni sul disco.
- Fissare la pinza con le viti di fissaggio posteriori (2).

Rimozione disco freni

Perni di fissaggio

Fissaggi posteriori pinza

- Montare correttamente la molla di fissaggio


della pinza.
- Vincolare la tubazione sul montante dellammortizzatore.
- Montare la ruota interessata.

Montaggio

TI

- Posizionare i dischi freni e fissarli con i perni.


- Montare la staffa pinza freni e serrare le due

randolo dal rivestimento sul tunnel.

AN

Rimozione portacenere

Complessivo freni a tamburo

SE

CILINDRETTO
COMANDO GANASCE
Smontaggio
- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.
Accertarsi che il freno a mano si rilasciato.
- Smontare la ruota posteriore interessata.
- Aspirare il liquido dei freni dal serbatoio con
una siringa.

- Rimuovere verso lalto il portacenere posteriore dalla sua sede.


- Svitare la vite di fissaggio (4) e rimuovere il
supporto portacenere (5) dalla sede.
Rimozione portacenere posteriore

- Rimuovere il tappo di protezione valvola


spurgo del cilindretto.
- Inserire sulla valvola un tubetto di plastica
trasparente.
- Alloggiare allaltra estremit del tubetto
un recipiente.
- Svitare la valvola di spurgo.
- Abbassare il pedale freni fino a fine corsa.
- Scalzare il portacenere (3) anteriore libe-

144
144

4
5

FIAT PUNTO
7. freni > operazioni manutenzione

- Allentare il dado (1) di registro del cavo


tirante freno a mano.
Tirante di registro

- Scollegare dallinnesto sul tamburo il cavo


comando freno stazionamento.
- Scollegare il raccordo rigido (5) della tubazione dei freni.

Dispositivo recupero gioco

Raccordo rigido

5
- Posizionare le mollette di ritegno ganasce.
- Posizionare le molle di richiamo ganasce.

Molla superiore

- Svitare i perni (2) di fissaggio del tamburo.


- Rimuovere il tamburo (3).
Rimozione tamburo

Molla inferiore

AN

TI

- Posizionare lattrezzo di fermo (6) sul cilindretto comando ganasce (7).


- Utilizzando una pinza, rimuovere le molle (8
e 9) di richiamo ganasce.
- Rimuovere le mollette (10) di ritegno ganasce freni posteriori.
- Rimuovere il dispositivo di recupero giochi
(11) unitamente alle due ganasce freno
posteriori (12).
- Svitare le viti di fissaggio (13) e rimuovere il
cilindretto.

Rimozione cilindretto

- Togliere il coperchio (4).

13

SE

Coperchio innesto fune freno stazionamento

7
11

- Rimuovere lattrezzo di ritegno del cilindretto.


- Utilizzando la chiave specifica avvitare il
raccordo rigido da M10 della tubazione freni,
alla coppia di 16 Nm.
- Collegare il cavo di comando (14) freno a
mano nella sede del tamburo.

10

Cavo freno a mano

12
9

10

Montaggio

- Posizionare sul nuovo cilindretto lattrezzo


di compressione.
- Serrare le viti da M6 del cilindretto alla coppia di 10 Nm.
- Posizionare il dispositivo recupero giochi
unitamente alle ganasce posteriori.

145
145

14

FIAT PUNTO
7. freni > operazioni manutenzione

- Smontare la centralina idraulica ed elettronica impianto ABS.


- Svitare i raccordi (8) e scollegare le tubazioni (9).
- Scollegare la connessione elettrica (10).
- Svitare i dadi (11) e rimuovere la centralina
idraulica ed elettronica (12).

Svuotamento circuito

POMPA FRENI
E SERVOFRENO

Funi e registro

Registrazione freno a mano


- Avviare il motore.
- Con il motore al minimo premere con forza
sul pedale del freno almeno 10 o 15 volte.

- Avvitare il dado di registro (1) della fune del


freno a mano nella posizione originaria.
- Assicurarsi che con la leva freno a mano a
riposo, le ruote posteriori girino libere.
- Verificare che lazione frenante del freno a
mano inizi gi dal primo scatto.
- A fine registrazione la leva deve compiere
cinque scatti del settore dentato.
- Spegnere il motore rimontare portacenere.
- Montare la ruota posteriore interessata.
- Rimuovere la vettura dal ponte sollevatore.

Rimozione modulatore

TI

Complessivo pompa freni

- Posizionare il coperchio di protezione.


- Rimontare il tamburo e installare i relativi
perni.
- Rifornire la vaschetta liquido freni ed effettuare lo spurgo dellimpianto idraulico.
- Ripristinare il livello liquido freni.

- Svitare i raccordi (4 e 5) rimuovere la tubazione rigida da cilindro maestro (pompa) a


centralina idraulica ABS (6) dopo averla
disimpegnata dalla staffa (7).

SE

AN

1. Serbatoio olio freni.


2. Sensore livello insufficiente olio freni.
3. Indice di livello massimo olio freni.
4. Indice di livello Minimo olio freni.
5. Servofreno.

Rimozione tubazioni

Smontaggio

12
10

- Smontare il supporto della centralina ABS.


- Scollegare la connessione elettrica (13) del
sensore livello liquido freni.
- Allentare la fascetta (14) e scollegare la
tubazione di mandata da serbatoio a cilindro
maestro frizione lato serbatoio.
- Scollegare la valvola unidirezionale (15) dal
servofreno.
Punti di rimozione

14

7
15

- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.


- Smontaggio della batteria.
- Stacco supporto cestello batteria.
- Stacco protezione riparo sottomotore.
- Smontare la ruota anteriore sinistra.
- Applicare il dispositivo di recupero (2) alla
valvola di spurgo freni.
- Allentare la valvola (3) e eseguire lo svuotamento del serbatoio liquido freni/frizione.

13
146
146

11

FIAT PUNTO
7. freni > operazioni manutenzione

- Operando sulla parte posteriore del pedale


freno, rimuovere il dispositivo di ritegno (1)
di colore nero, quindi svincolare il puntale del
servofreno (2) dal pedale freno (3).
- Recuperare la coppetta (4) sede della testa
sferica del puntale servofreno.

- Montare la batteria ed inserire i morsetti.


- Rimuovere la vettura dal ponte sollevatore.

Rimozione puntale servofreno

Ubicazione depressore

DEPRESSORE FRENI
(solo 1.3 Multijet)

Nota:

Montaggio

Rimozione depressore

SE

- Montare il complessivo servofreno pompa


freni nella sede nel vano motore.
- Collegare la tubazione di depressione sullinnesto della valvola unidirezionale sul servofreno.
- Avvitare i dadi da M8 della pedaliera al servofreno e serrarli alla coppia di 22 Nm.
Inserire nellapposita sede il puntale del servofreno sul pedale.
- Montare il supporto della centralina ABS e
serrare i dadi da M8 alla coppia di 24 Nm.
- Montare la centralina idraulica ed elettronica nel supporto e serrare i dadi da M8 alla
coppia di 12 Nm e collegare la relativa connessione elettrica.
- Collegare i raccordi da M10 delle tubazioni
alla centralina idraulica alla pompa freni e
serrarli alla coppia di 16 Nm.
- Ripristinare il livello liquido freni.
- Effettuare lo spurgo dellaria nel sistema frenante.
- Ripristinare il giusto livello liquido freni, a
spurgo terminato.
- Montare il supporto cestello porta batteria.

- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.


- Rimuovere le ruote anteriori e posteriori.
- Rimuovere il tappo di protezione della valvola di spurgo sulla pinza freni.
- Collegare il dispositivo di recupero (tubazione e serbatoio), alla valvola di spurgo.
- Aprire la valvola di spurgo sulla pinza freni.
- Agire sul pedale dei freni fino alla fuoriuscita
di tutto il liquido.
- Ripetere le suddette operazioni per le restanti pinze freni e cilindretti freni posteriori.
- Chiudere tutte le valvole di spurgo e riempire
il serbatoio impianto freni/ frizione con olio
Tutela top 4.
- Infilare un tubetto di plastica trasparente
sulla vite di spurgo.
- Inserire laltra estremit del tubetto in un recipiente contenente liquido freni ed eseguire lo
spurgo dellaria.
- Eseguire le stesse operazioni su tutte e quattro le valvole di spurgo aria del sistema.
- Ripristinare il livello liquido freni.
- Rimontare il cestello porta batteria e la batteria ricollegando i relativi morsetti.
- Rimontare le ruote anteriori e posteriori.
- Rimuovere la vettura dal ponte sollevatore.

Dopo ogni operazione di smontaggio sostituire il dispositivo di ritegno (1) di colore


nero del puntale del servofreno, anche se
apparentemente risulta integro.

- Posizionare la chiave di accensione su stop.


- Scollegare i morsetti della batteria.
- Smontare la batteria.
- Staccare il supporto cestello porta batteria.
- Scollegare la connessione elettrica dal
misuratore portata aria.
- Allentare la fascetta e scollegare il manicotto entrata aria dal turbocompressore lato
misuratore aria.
- Rimuovere il filtro dellaria completo di
misuratore daria.
- Allentare la fascetta (5) e scollegare il tubo
di presa depressione.
- Svitare la vite (6) di fissaggio staffa supporto tubazioni.
- Svitare le viti (7) e rimuovere il depressore (8).
- Rimuovere la guarnizione.

TI

- Svitare i dadi di fissaggio pedaliera al servofreno


- Rimuovere il complessivo servofreno/pompa freni

SOSTITUZIONE LIQUIDO
E SPURGO

Smontaggio

AN

prima di accostamento alla coppia di 5 Nm, la


seconda di serraggio finale, alla coppia di 18
22 Nm.
- Serrare la vite di fissaggio staffa supporto
tubazioni.
- Collegare il tubo di presa di depressione al
depressore e serrare la fascetta.
- Montare il supporto cestello batteria.
- Montare la batteria.
- Riporre nella sua sede il filtro aria completo
di misuratore.
- Collegare il manicotto entrata aria al turbocompressore, lato misuratore aria e relativa
fascetta.
- Collegare la connessione elettrica al misuratore aria.
- Collegare i morsetti batteria.

Collegamenti per spurgo

Montaggio
- Riporre nella sua sede il depressore completo di guarnizione e serrarlo in due fasi, la

147
147

FIAT PUNTO
8. impianto elettrico > dati tecnici

8. Impianto elettrico
dati tecnici
BATTERIA

14

1.2 16V/1.3 JTD

70 A

1.2 16V

75 A

1.2 16V

Tensione (V)

Posizione della batteria nel vano motore

TI

Corrente nominale

90

1.3 JTD

per versioni con condizionatore

AN

MOTORINO AVVIAMENTO

Capacit

12V

1.2 16V - 1.3 JTD

40 Ah

1.2 16V

44 Ah

1.2 16V
con condizionatore

50 Ah

1.3 JTD

SE

Tensione (V)

Motorino avviamento

ALTERNATORE
Alternatore

Tensione (V)
Potenza nominale (kW)

148
148

12
0,9

1.2 16V

1,3

1.3 JTD

Numero poli

Eccitazione

serie-parallelo

Innesto

a ruota libera

Comando

elettromagnetico

Gioco assiale
albero indotto

0.15 0.45 mm

FIAT PUNTO
8. impianto elettrico > dati tecnici

Ubicazione centraline di derivazione

AN

TI

1. Centralina derivazione lato abitacolo


2. Centralina derivazione lato motore
3. Plancetta comandi

CENTRALINA DI DERIVAZIONE ABITACOLO

SE

Dettaglio centralina di derivazione

149
149

FIAT PUNTO
8. impianto elettrico > dati tecnici

Legenda fusibili
Componente

Portata (A)

Denominazione

Componente

Portata (A)

F12

10

Anabbagliante destro

F50

7.5

Air Bag

F51

7.5

Alimentazione luce targa,


illuminazione utilizzatori
plancia (telefono, autoradio)

F52

15

Tergilunotto

F53

10

Luci direzione/emergenza,
nodo Quadro Strumenti

7.5

F32

15

Impianto illuminazione

F33

Alzacristallo posteriore sinistro


(predisposizione)

Alzacristallo posteriore destro


(predisposizione)

F35

10

Guida elettrica, impianto


cambio automatico, interruttore
Traction Control

F36

15

Impianto Subwoofer

F37

10

Luci stop, nodo Quadro


Strumenti

F38

20

F39

10

F40

30

Lunotto termico

7.5

F43

30

F44

Specchi riscaldati
Centralina ABS

Tergicristallo,
pompa bidirezionale

Accendisigari, presa corrente

15

Sedili riscaldati

15

Tetto apribile

F47

20

Alzacristallo elettrico
anteriore sinistro

F48

20

Alzacristallo elettrico
anteriore destro

7.5

Servizi (+15) (autoradio, telefono, specchi elettrici,


climatizzatore,comando Cruise
Control, illuminazione comandi
plancetta, illuminazione
comando sedili riscaldati)

F46

F49

R1

20

Micro

Abbaglianti

Micro

Lunotto termico

R11

30

R12

30

Micro

Scarico chiave base

R13

50

Micro

Scarico chiave OPT

Connettore A

20

F45

Denominazione

01.
02.
03.
04.
05.
06.
07.

F42

Tipo

PIN-OUT connettori

SE

7.5

Portata (A)

Bloccoporte

Servizi (+30)
(autoradio, telefono,
climatizzatore,presa diagnosi)

F41

Componente

AN

F34

Legenda rel

F31

Bobine teleruttore ventole


interne e teleruttore
lavaproiettore, comando
inserzione condizionatore,
alimentazione luce RM

Anabbagliante
sinistro/Correttore assetto fari

TI

10

F13

Denominazione

08.
09.
10.
11.
12.
13.
14.
15.
16.
17.
18.
19.
20.

Segnale comando correttore fari


Alimentazione motorini correttore assetto fari
Alimentazione anabbagliante sinistro
Linea seriale cambio automatico
Comando guida elettrica CITY/Normal
Livello olio
INT/A per bobine rel centralina derivazione vano motore
Alimentazione luce RM
Segnale comando RM
Alimentazione pompa combustibile
Alimentazione tergicristallo/pompa bidirezionale
INT per ABS
Alimentazione anabbagliante destro
Luci impianto riscaldatore/condizionatore
Alimentazione interruttore luci stop
Segnale comando luci stop
Segnale stop per ABS
INT per guida elettrica
INT per interruttore Traction Control
Alimentazione impianto cambio automatico
Massa correttore assetto fari

Connettore B
A.
B.

150
150

Positivo batteria per servizi (predisposizione)


Disponibile

FIAT PUNTO
8. impianto elettrico > dati tecnici

Connettore D

Connettore F
10.
11.
12.
13.
14.
15.
16.
17.
18.

Predisposizione massa correttore assetto fari


Comando tergilunotto
INT plancetta comandi
Segnale + luci da devioguida
Alimentazione correttore assetto fari su quadro strumenti
Freno tergilunotto
Alimentazione impianto luci
Alimentazione tergilunotto
Segnale comando correttore assetto fari

Connettore G
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.

Linea seriale cambio automatico Livello olio


INT (predisposizione)
Non disponibile
Non disponibile
Predisposizione comando spie cinture di sicurezza per NQS
Non disponibile
Non disponibile
Predisposizione illuminazione comando correttore assetto fari

Connettore X

AN

Connettore E

INT/A da commutatore accensione


Segnale comando luci stazionamento da commutatore accensione
INT per autoradio
INT per radiotelefono
B-CAN B autoradio
INT per Air Bag
Alimentazione e memoria autoradio
Alimentazione autoradio/radiotelefono
Alimentazione accendisigari
Massa di potenza centralina plancia
INT da commutatore accensione
Illuminazione radiotelefono/autoradio

SE

1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.

Illuminazione accendisigari
INT/A (predisposizione)
Livello olio motore
Comando guida elettrica CITY/Normal
B-CAN a autoradio
Non disponibile
Alimentazione alzacristallo anteriore lato passeggero
Alimentazione alzacristallo anteriore lato guida

TI

Alimentazione alzacristallo posteriore sinistro (predisposizione)


Alimentazione alzacristallo posteriore destro (predisposizione)
Alimentazione tetto apribile
Alimentazione sedili riscaldati
Alimentazione luce terzo stop
Segnale stop per rimorchio (predisposizione)
Segnale RM
Comando luce RM lato passeggero
Freno tergilunotto
B-CAN A (predisposizione aggregati sul posteriore)
Alimentazione impianto illuminazione (predisposizione)
Presa corrente di potenza
Alimentazione Subwoofer
Presa corrente di potenza
Alimentazione lunotto termico
Comando blocco porte
Alimentazione alzacristalli anteriore destro (predisposizione)
Comando sblocco porte
Alimentazione/illuminazione comando specchi elettrici
Alimentazione motorino tergilunotto
Illuminazione comando sedili riscaldati
Predisposizione comando spia cinture di sicurezza
Predisposizione alimentazione sensore pioggia e presa corrente
INT per rimorchio (predisposizione)
Alimentazione luce targa (predisposizione)
Alimentazione luce targa
Alimentazione luce (predisposizione)
B-CAN B (predisposizione aggregati su posteriore)
Disponibile
Alimentazione alzacristallo anteriore sinistro (predisposizione)
Specchi riscaldati
Alimentazione pompa benzina

1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.
14.
15.
16.
17.
18.
19.
20.
21.
22.
23.
24.
25.
26.
27.
28.
29.
30.
31.
32.

13.
14.
15.
16.
17.
18.
19.
20.

Positivo batteria per centralina plancia base


Positivo batteria per centralina plancia OPT

Connettore C
A.
B.

1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.
14.
15.
16.
17.
18.

Alimentazione bloccoporte
Segnale di stop
Segnale comando retromarcia (non utilizzato)
Non disponibile
B CAN B
Comando bobina teleruttore lunotto termico
B-CAN A
Comando bobina teleruttore anabbaglianti
INT per Body Computer
Comando bloccoporte
Comando sbloccoporte
Alimentazione impianto luce da commutatore accensione
INT protetto per NQS
Comando bobina teleruttore servizi OPT
Alimentazione luce targa e illuminazione interna
Non disponibile
Alimentazione servizi/servizi SBMT
Alimentazione Body Computer (immobilizer, CAN, posizioni,
retronebbia)
19. Alimentazione protetta direzione, emergenza, NQS
20. Massa bloccoporte

151
151

FIAT PUNTO
8. impianto elettrico > dati tecnici

CENTRALINA DI DERIVAZIONE
VANO MOTORE

Componente

Colore

Portata
(A)

Tipo

Denominazione

Punteria e bilanciere

Rosso

10/15

Mini

F14

Rosso

10

Mini

Abbagliante destro

F15

Rosso

10

Mini

Abbagliante sinistro

Mini

Centralina controllo
motore, teleruttore
impianto motore,
NCR, selettore
comando marce,
comando Auto

Mini

Alimentazione
centralina motore
gruppo elettrovalvole pompa Diesel,
bobine e iniettori

F11

Generatore tachimetrico, riscaldamento


sonda Lambda, elettrovalvola Canister,
centralina preriscaldamento candelette,
carichi secondari,
impianto controllo
motore

Colore

Portata
(A)

Tipo

Denominazione

F01

Beige

70

Maxi

Centralina
plancia base

40

Maxi

F04

Rosso

60

Maxi

F05

Blu

60

F07

F08

F09

F10

Maxi

Guida elettrica

Maxi

1a velocit ventola
radiatore/
monovelocit

Ambra

30

Ambra

40/50

Maxi

2a velocit
ventola radiatore

Verde

30

Mini

Ventilatore abitacolo

Mini

Lavafari/
Raffreddamento
olio cambio
automatico

Giallo

Azzurro

20

15

Mini

Marrone

F17

Marrone

7.5

10

F18

Marrone

7.5

Mini

Centralina controllo
motore, teledeviatore circuito serieparallelo impianto
raffreddamento
motore

F19

Marrone

7.5

Mini

Compressore
impianto
condizionamento

F20

Azzurro

20

Mini

Filtro riscaldato
(JTD)

ABS/ESP (NFR)

SE

F06

Commutatore accensione

AN

Ambra

F02

F16

TI

Componente

LEGENDA FUSIBILI

Avvisatori acustici

152
152

F21

Azzurro

15

Mini

Pompa
combustibile,
impianto elettrostop
versione Diesel

F22

Giallo

20

Mini

Iniettori, bobine
accensione, pompa
carburante

F23

Rosso

10

Mini

Centralina cambio
automatico

F30

Azzurro

15

Mini

Fendinebbia

FIAT PUNTO
8. impianto elettrico > dati tecnici

Legenda rel
Componente

Colore

Portata
(A)

Tipo

Denominazione

R02

Nero

20

Micro

Abbaglianti

R03

Nero

20

Micro

Avvisatori acustici

R05

Rosso

20

Micro

Compressore impianto condizionamento


1a velocit ventola
radiatore/
monovelocit

30

Maxi

R07

Rosso

50

Maxi

R08

Rosso

30

Micro

29.
30.
31.
32.

2a velocit ventola
radiatore
Ventola interno
vettura
Impianto
controllo motore
Pompa combustibile
e elettrostop

Rosso

30

Micro

R10

Nero

20

Micro

R14

Nero

20

Micro

Fendinebbia

R17

Nero

20

Micro

Lavafari/Raff.to olio
cambio automatico

R19

Nero

20

Micro

Filtro riscaldato (JTD)

R20

Nero

20

Micro

C.

Alimentazione ventola radiatore 2a velocit


Alimentazione interruttore termometrico monolivello per ventola radiatore (predisposizione)
Alimentazione ventola radiatore 1a velocit/monovelocit

TI

R09

CONNETTORE C 3 PIN
A.
B.

Nero

Alimentazione comando cambio automatico


Disponibile
Alimentazione 15/54 NCR
Comando rel avvisatore acustico
Alimentazione abbagliante destro
Comando negativo rel fendinebbia
Predisposizione alimentazione abbagliante
Alimentazione abbagliante sinistro
Massa bobina teleruttore ventola interna abitacolo
Alimentazione avvisatore bitonale tono alto (predisposizione)
Alimentazione avvisatore monotonale avvisatore bitonale
tono basso
Disponibile
+15/54 commutatore accensione (+ chiave)
Alimentazione commutatore accensione
Alimentazione elettroventilatore interno vettura

R06

18.
19.
20.
21.
22.
23.
24.
25.
26.
27.
28.

CONNETTORE D 2 PIN
Alimentazione centralina guida elettrica NGE
Alimentazione centralina ABS/NFR

AN

A.
B.

CONNETTORE E 2 PIN

Cambio automatico

A.
B.

Alimentazione centralina plancia (base)


Alimentazione centralina plancia (OPT)

PIN-OUT CONNETTORI CENTRALINA

1.
2.
3.

Alimentazione centralina derivazione da positivo batteria

SE

A.

CONNETTORE F 32 PIN

CONNETTORE A 1 PIN

CONNETTORE B 32 PIN

01. Alimentazione motorino pompa lavafari/ventola raffreddamento olio cambio automatico


02. Predisposizione alimentazione carichi primari
03. Disponibile
04. Alimentazione luce fendinebbia sinistro
05. Alimentazione luce fendinebbia destro
06. Comando rel lavafari/segnale eccessiva temperatura olio cambio automatico
07. Disponibile
08. Disponibile
09. Alimentazione luce RM INT/A
10. INT/A per condizionatore manuale
11. Ingresso alimentazione INT/A da CPL
12. Comando rel luci abbaglianti
13. Disponibile
14. Alimentazione rel cambio automatico
15. +50 commutatore accensione (avviamento)
16. Alimentazione pompa combustibile (predisposizione)
17. Comando rel cambio automatico

4.
5.
6.
7.

8.
9.
10.
11.
12.
13.
14.
15.
16.
17.
18.
19.
20.
21.

153
153

Disponibile
Alimentazione filtro riscaldato
Predisposizione alimentazione bobina rel cambio automatico
(R20)
Alimentazione compressore condizionatore
Comando negativo rel compressore condizionatore
Alimentazione bobina rel filtro riscaldato
Alimentazione sonda Lambda elettrovalvola canister generatore tachimetrico centralina preriscaldamento candelette
carichi secondari impianto controllo motore
+15/54 alimentazione bobina rel impianto controllo motore
+15/54 key sense centralina controllo motore
Alimentazione bobina teleruttore impianto controllo motore
Comando rel pompa carburante elettrostop
Comando rel impianto controllo motore
Disponibile
Disponibile
Disponibile
Disponibile
Predisposizione alimentazione da rel (R20)
Alimentazione iniettori bobine pompa benzina
+50 elettromagnete per motorino avviamento
Disponibile
Comando rel 2a velocit ventola radiatore

FIAT PUNTO
8. impianto elettrico > dati tecnici

22.
23.
24.
25.
26.
27.

28. Comando rel mono 1a velocit ventola radiatore


29. Alimentazione bobina teleruttore pompa combustibile elettrostop
30. Alimentazione pompa carburante elettrostop
31. Alimentazione carichi primari impianto controllo motore
32. Alimentazione potenza centralina controllo motore.

Comando rel filtro riscaldato


Alimentazione positivo batteria centralina controllo motore
Disponibile
Disponibile
Disponibile
Disponibile

PLANCETTA COMANDI

Mostrina versione ricca

TI

AN

1. Ubicazione plancetta
2. Inserimento servomotore guida cittadina
3. Lunotto termico
4. Alzacristallo anteriore sinistro

5. Alzacristallo anteriore destro


6. Retronebbia
7. Fendinebbia
8. Luci demergenza

SE

La plancetta comandi una unit elettronica ed elettromeccanica


che prevede limpiego di una serie di comandi, lilluminazione degli
ideogrammi, circuiti di interconnessione e, solo per le versioni con
alzacristalli con automatismo, una unit di controllo elettronica.
Il contenuto alzacristalli ha due varianti: nella versione pi semplice

costituito da due interruttori basculanti che pilotano direttamente i


motorini alzacristalli anteriori. La versione pi completa prevede
anche lelettronica di pilotaggio con funzione di automatismo in salita e in discesa del cristallo lato guida.
I comandi della mostrina, in base alla versione, sono:

Funzione

Comando lunotto termico


Comando retronebbia
Comando emergenza

Allestimento base

Allestimento ricco

Comando City per guida elettrica

no

Deviatore alzacristallo lato guida con illuminazione ideogramma

no

Deviatore alzacristallo lato passeggero con illuminazione ideogramma

no

Spia emergenza

154
154

FIAT PUNTO
8. impianto elettrico > dati tecnici

Fissaggio

Valore Nm

Cavo di massa motore/scocca


Motorino di avviamento
Alternatore
Alternatore
Supporto alternatore (1.2 16V)
Supporto alternatore (1.2 16V)
Supporto alternatore (1.3 JTD)

dado
vite
vite
dado
dado
vite
vite

M8
M8
M10
M12
M10
M10
M8

24
25
50
80
50
50
26

SE

AN

TI

Componente

155
155

FIAT PUNTO
8. impianto elettrico > operazioni di manutenzione

operazioni

manutenzione
- Allentare la fascetta (9) e rimuovere il manicotto da filtro aria a corpo farfallato (10).
- Svitare la vite superiore (11) di fissaggio
motorino di avviamento.

Nota:

Rimozione manicotto filtro

Spostare in avanti il gruppo motopropulsore


per svitare la vite superiore di fissaggio alternatore.

10

Rimozione alternatore

11

TI

Rimozione connessioni elettriche

Smontaggio
- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.
- Accertarsi che la chiave di accensione sia in
posizione stop, quindi scollegare il morsetto
(-) della batteria.
- Rimuovere la ruota anteriore destra .
- Rimuovere il passaruota supplementare
anteriore destro.
- Rimuovere la cinghia comando organi
motore.
- Aprire il coperchio di protezione (1), svitare
i dadi (2) e scollegare le connessioni elettriche (3) dellalternatore.

2
1

AN

Montaggio

Rimozione motorino

16

14

13

- Riporre nella sua sede lalternatore e fissarlo con le relative viti alla coppia prescritta.
- Serrare la vite di fissaggio tirante di reazione gruppo motopropulsore alla coppia di
120 Nm.
- Collegare il connettore catalitico al tratto
anteriore della tubazione di scarico e fissarlo
con i relativi dadi.
- Collegare le connessioni elettriche dellalternatore e fissarle con i relativi dadi, quindi
chiudere il coperchio di protezione.
- Montare la cinghia di comando organi
motore.
- Montare il passaruota supplementare anteriore lato destro.
- Montare la ruota anteriore destra.
- Collegare il morsetto(-) della batteria.
- Rimuovere la vettura dal ponte sollevatore.

- Aprire il coperchio di protezione (12) delle


connessioni elettriche del motorino di avviamento.
- Svitare i dadi (13) e scollegare le connessioni elettriche (14) dal motorino di avviamento.
- Svitare le rimanenti viti (15) e rimuovere il
motorino di avviamento (16).

Rimozione fissaggi

MOTORINO AVVIAMENTO
4

- Svitare le viti (7) e rimuovere lalternatore


(8).

Smontaggio
- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.
- Accertarsi che la chiave di accensione sia in
posizione stop, quindi scollegare il morsetto
(-) della batteria.

156
156

12

13

SE

- Svitare i dadi (4) e scollegare il convertitore


catalitico (5) dal tratto anteriore della tubazione di scarico.
- Svitare la vite di fissaggio supporto (6) del
supporto rigido intermedio gruppo motopropulsore.

15
14

Montaggio
- Riporre nella sua sede il motorino di avviamento e fissarlo con le relative viti alla coppia
di 27 Nm.
- Collegare le connessioni elettriche al motorino di avviamento e chiudere il relativo
coperchio di protezione.
- Riporre nella sua sede il manicotto da filtro
aria corpo farfallato e serrare la fascetta.
- Collegare il morsetto (-) della batteria.
- Rimuovere la vettura dal ponte sollevatore.

FIAT PUNTO
8. impianto elettrico > operazioni di manutenzione

D63
D66
D67
D79
D97
D110
E50
F10
F11
F30
F31
F52
G10
G45
H01
H05
H75
H80
H81

K31
K32
K45
K65
K66
K67
K84
K86
K90
K95
K96
K110
K111
K112
K113
K120
L20
M01
M10
M11
M50
M51
M54
M55
M55
M60
M70
M86
M94
N40
N85
N78

N82
N85
O30
P05
P20
P25
P26
P30

Attuatore sportello miscelazione


aria destro
Attuatore sportello distribuzione
aria
Attuatore sportello presa aria
esterna/ ricircolo
Elettroventilatore aria abitacolo
Resistenza regolazione elettroventilatore aria abitacolo
Avvisatore acustico monotonale
Autoradio
Alimentatore/amplificatore antenna
Microfono vivavoce
Altoparlante posteriore sinistro (su
cappelliera)
Altoparlante posteriore destro (su
cappelliera)
Altoparlante su porta anteriore
destra per radiotelefono
Altoparlante su porta anteriore
sinistra
Altoparlante su porta anteriore
destra
Altoparlante Tweeter anteriore sinistro
Altoparlante Tweeter anteriore
destro
Lettore/cambia CD
Antenna per dispositivo Fiat-CODE
Subwoofer
Antenna GPS/GSM
Interfaccia comandi radio su volante
Air Bag lato conducente
Air Bag su plancia
Air Bag laterale lato guida
Air Bag laterale lato passeggero
Head Bag lato guida
Head Bag lato passeggero

K30

N80

P31
P34

I40
J05
K10
K25

N79

P35

TI

D30
D31
D40
D62

I17

Gruppo comandi interruttori


Interruttore su porta anteriore sinistra
Interruttore su porta anteriore
destra
Interruttore freno a mano inserito
Rel consenso avviamento
Pressostato a quattro livelli
Sensore (interruttore) livello liquido freni
Sensore (interruttore) insufficiente
pressione olio
Sensore presenza acqua nel filtro
gasolio
Sensore livello olio motore
Sensore temperatura motore iniezione elettronica
Sensore presenza passeggero
Sensore per Air Bag laterale, lato
guida
Sensore per Air Bag laterale, lato
passeggero
Sensore tachimetro
Sensore antibrina
Sensore solare
Potenziometro posizione frizione
Sensore di pressione su cambio
Sensore temperatura distribuzione
aria superiore destro
Sensore temperatura distribuzione
aria inferiore destro
Sensore temperatura distribuzione
aria superiore sinistro
Sensore temperatura distribuzione
aria inferiore sinistro
Sensore lineare (per climatizzatore)
Elettromagnete inserimento compressore condizionatore
Body computer
Centralina controllo motore
Diodo rel principale iniezione
Centralina ABS
Centralina impianto frenante
Centralina cambio robotizzato
Centralina cambio automatico
Centralina cambio automatico
Centralina Air Bag
Centralina climatizzazione
Centralina guida elettrica
Nodo radio ricevitore
Elettropompa combustibile e
misuratore livello
Elettroventilatore aria abitacolo
Attuatore sportello miscelazione
aria sinistro

D20
D26

Batteria (+)
Alternatore
Motorino avviamento
Centralina derivazione vano motore
Centralina derivazione sotto plancia
Fusibile (MAXI FUSE) candelette
Fusibile alimentazione cambio
Massa batteria
Massa anteriore sinistra
Massa plancia lato passeggero
Massa posteriore sinistra
Massa posteriore destra
Massa compressore
Massa su motore
Massa per Side Bag
Massa centralina iniezione metano
Giunzione anteriore/motore
Giunzione anteriore/condizionatore-riscaldatore
Giunzione plancia/posteriore
Giunzione
plancia/posteriore
destro
Giunzione porta anteriore sinistra
Giunzione porta anteriore destra
Giunzione anteriore/motore
Giunzione Side Bag lato guida/
posteriore
Giunzione Side Bag lato passeggero/ posteriore
Giunzione carcassa sedile lato
guida/ Side Bag
Giunzione carcassa sedile lato passeggero/ Side Bag
Giunzione sensori cambio
Giunzione cortocircuitante
Giunzione cavo spiralato e gruppo
comandi al volante
Quadro strumenti
Proiettore sinistro
Proiettore destro
Fanale posteriore sinistro
Fanale posteriore destro
Gruppo luci targa
Plafoniera anteriore
Luci comandi condizionatoreriscaldatore
Commutatore accensione
Devioguida
Commutatore disabilitazione Air
Bag passeggero
Comando condizionatore
Comando elettroventilatore condizionatore-riscaldatore

SE

A01
A10
A20
B01
B02
B37
B43
C01
C10
C20
C30
C31
C39
C40
C51
C62
D04
D08

H90
I16

AN

LEGENDA SCHEMI ELETTRICI

157
157

P36
P45
P46
P75
P91
P92
P110
P130
Q9
Q11
Q30
Q31
Q40
Q41

CODICI COLORE
A

Azzurro

Marrone

Bianco

Nero

Arancione

Rosso

Giallo

Rosa

Grigio

Verde

Blu

Viola

FIAT PUNTO

SE
158

Schema alimentazione

AN

TI

8. impianto elettrico > schemi elettrici

FIAT PUNTO

SE
159

Schema alimentazione

AN

TI

8. impianto elettrico > schemi elettrici

FIAT PUNTO

SE
160

Vista centraline di derivazione

AN

TI

8. impianto elettrico > schemi elettrici

FIAT PUNTO

SE
161

Schema punti di massa

AN

TI

8. impianto elettrico > schemi elettrici

FIAT PUNTO

SE
162

vista punti di massa

AN

TI

8. impianto elettrico > schemi elettrici

FIAT PUNTO

163

Schema delle linee di collegamento CAN

SE

AN

TI

8. impianto elettrico > schemi elettrici

FIAT PUNTO

SE
164

Vista delle linee di collegamento CAN

AN

TI

8. impianto elettrico > schemi elettrici

FIAT PUNTO

SE
165

Schema riscaldatore

AN

TI

8. impianto elettrico > schemi elettrici

FIAT PUNTO

SE
166

Schema condizionatore

AN

TI

8. impianto elettrico > schemi elettrici

FIAT PUNTO

SE
167

Vista riscaldatore/condizionatore

AN

TI

8. impianto elettrico > schemi elettrici

FIAT PUNTO

168

Schema inserimento compressore 1.2 16V

SE

AN

TI

8. impianto elettrico > schemi elettrici

FIAT PUNTO

169

Schema inserimento compressore 1.3 JTD

SE

AN

TI

8. impianto elettrico > schemi elettrici

FIAT PUNTO

SE
170

vista inserimento compressore

AN

TI

8. impianto elettrico > schemi elettrici

FIAT PUNTO

SE

M
171

Schema Air Bag

AN

TI

8. impianto elettrico > schemi elettrici

FIAT PUNTO

SE
172

Vista cablaggi Air Bag

AN

TI

8. impianto elettrico > schemi elettrici

FIAT PUNTO

SE
173

Schema guida elettrica

AN

TI

8. impianto elettrico > schemi elettrici

FIAT PUNTO

SE
174

Vista cablaggi guida elettrica

AN

TI

8. impianto elettrico > schemi elettrici

FIAT PUNTO

SE

M
175

Schema CODE

AN

TI

8. impianto elettrico > schemi elettrici

FIAT PUNTO

SE
176

Vista cablaggi code

AN

TI

8. impianto elettrico > schemi elettrici

FIAT PUNTO

SE
177

Schema strumento di bordo

AN

TI

8. impianto elettrico > schemi elettrici

FIAT PUNTO
9. varie > dati tecnici

9. Varie
dati tecnici
A partire dal 2002 le vetture 1.2 16V vengono equipaggiate con un

condensatore con filtro disidratatore integrato.


R134a

Tipo gas
Quantit gas

500 40 g

Capacit olio

130 cm3

ND8 PAG ISO 46

Tipo olio
Compressore

SCROLL SC 08

Rumorosit massima

65dbA

UBICAZIONE COMPONENTI VANO MOTORE

AN

COMPRESSORE SCROLL

350m3/h

TI

Portata daria

Vista compressore

Complessivo compressore

SE

3
8

13

12

11

10

1. Chiocciola fissa (corpo)


2. Chiocciola orbitante
3. Albero eccentrico
4. Anello di tenuta dellalbero eccentrico

1. Pressostato a quattro livelli


2. Filtro disidratatore
3. Condensatore
4.Tubazione bassa pressione
5.Valvola di espansione
6. Radiatore riscaldatore
7. Evaporatore

5. Riparo
6. Connessione elettr. alim. compressore
7. Massa equilibratrice
8. Puleggia

178

5
8. Sensore di temperatura
9. Filtro antipolline
10. Raccordo bassa pressione
11. Raccordo alta pressione
12. Compressore
13.Tubazione alta pressione

FIAT PUNTO
9. varie > dati tecnici

CONTROLLO IMPIANTO

Collegare ai raccordi di riempimento i tubi dellapparecchiatura di


ricarica.
Introdurre nelle bocchette di ventilazione un termometro.
Avviare il motore e mantenerlo a regime minimo.
Disinserire il compressore (led arancio su tasto 1 spento).
Disinserire il ricircolo (led arancio su tasto 3 spento).
Portare alla massima velocit il ventilatore.
Leggere dopo un minuto la temperatura T0 indicata dal termometro ed annotarla.
Verificare che non superi la temperatura esterna TE di oltre 5C.
Verificare che le pressioni di alta e bassa pressione siano tra loro
uguali e pari a circa 5 bar per temperature esterne di circa 20 C e
circa 6 bar per temperature esterne di circa 30 C.
Inserire il ricircolo premendo il tasto 11 (led su tasto acceso).
Inserire il compressore premendo il tasto 1 (led su tasto acceso).
Verificare che dopo 2 minuti la temperatura dellaria, sia diminuita
di almeno 8C rispetto al valore iniziale T0.
Verificare che dopo 5 minuti la temperatura sia diminuita di almeno 12C rispetto al valore iniziale T0.
Lelettroventilatore si disinserisce quando lalta pressione scende
da 11 a 12 bar.

Pressione
Utilizzare lapposita stazione di svuotamento/vuoto e ricarica.
Far funzionare il motore con condizionatore inserito per 15 minuti.
Svitare i tappi delle valvole di ricarica.
Collegare il tubo di raccordi alta pressione (HIGH) e bassa pressione (LOW).
Iniziare la procedura di svuotamento del fluido refrigerante.
Svuotare lolio del compressore in un contenitore
Ripristinare nellimpianto la stessa quantit di olio.
Iniziare la ricarica del fluido refrigerante.
Caricare la quantit prescritta di fluido refrigerante.
Collegare limpianto allapparecchiatura di ricarica.
Immettere la quantit dolio prescritta di fluido refrigerante.
Ripetere limmissione ed il recupero del fluido refrigerante.

Temperatura

AN

Descrizione

TI

La prova deve essere eseguita con la temperatura esterna compresa


tra 18 C e 30 C. Se il veicolo proviene da un ambiente esterno con
temperatura < 18 C.

SE

Pressostato plurilivelli impianto


Tubazione compressore/condensatore su compressore
Tubazione compressore/condensatore su condensatore
Tubazione condensatore/evaporatore su valvola espansione
Tubazione condensatore/evaporatore su condensatore
Tubazione condensatore/filtro essiccatore lato condensatore
Tubazione condensatore/filtro essiccatore lato filtro
Tubazione filtro essiccatore/valvola espansione lato valvola
Tubazione filtro essiccatore/valvola espansione lato filtro
Tubazione valvola espansione/compressore su valvola
Tubazione valvola espansione/compressore su compressore

179

Valore Nm
58
9
9
9
9
6 10
6 10
6 10
6 10
9
9

FIAT PUNTO
9. varie > dati tecnici

Disposizione Air Bag

non controllati dalla centralina elettronica di seguito descritta.

12

I Sistemi Ritenuta Sicurezza sono progettati specificatamente per


lavorare in autovetture di specifica marca e tipo. Pertanto non possono essere manomessi, adattati o installati su altri tipi di autovetture.
Qualsiasi tentativo di riutilizzo, adattamento o installazione del sistema su un tipo diverso di autovettura, pu essere causa di lesioni gravi
o letali per gli occupanti dell autovettura, sia in caso di normale utilizzo dellautovettura stessa, sia in caso di incidente.
Per ragioni di sicurezza non sono ammessi controlli di continuit sul
cablaggio.

7
8

Attenzione:

10

Linstallazione del seggiolino trasporto bambini sul sedile anteriore,


implica tassativamente la disattivazione del modulo Air Bag frontale.

11

In caso di disattivazione del modulo, leventuale passeggero ospitato sul sedile anteriore protetto, in caso di urto, esclusivamente dalla
cintura di sicurezza con pretensionatore e dagli Air Bag laterali.
Lattivazione degli Air Bag libera una piccola quantit di polveri, che
si possono depositare sui cuscini dispiegati e allinterno del veicolo,
non sono nocive ma possono irritare la pelle e gli occhi.
In caso di esposizione lavarsi con sapone neutro e acqua.

TI

8. Spia su quadro strumenti segnalazione


anomalie
9. Spia su quadro strumenti disabilitazione Air Bag passeggero
10. Sensori satelliti per urto laterale
11. Pretensionatori attivazione meccanica
12. Contatto spiralato

Lattivazione degli Air Bag possibile nel caso in cui la vettura sia sottoposta a forti urti o incidenti che interessino il fondo scocca, per
esempio urti violenti contro gradini, risalti fissi del suolo o, cadute
della vettura in grandi buche o avvallamenti.
Il sistema si collega con:
Presa di diagnosi per la verifica del sistema con strumento
di diagnosi adeguato

1. Air Bag lato guida


2. Air Bag lato passeggero
3. Air Bag laterali (side bag)
4. Air Bag laterali (head bag)
5. Centralina elettronica di controllo
6. Interruttore disabilitazione Air Bag lato
passeggero
7. Presa diagnosi per verifica del sistema

11

AN

10

Nota:

SE

La vettura dotata di un sistema di sicurezza a controllo elettronico


che, in caso di urto frontale di una certa severit, aziona gli Air Bag.
Una centralina elettronica gestisce lintero sistema controllandone
tutti i componenti e attivando quando necessario gli Air Bag. LAir
Bag lato passeggero, dove previsto, pu essere disattivato manualmente tramite un apposito interruttore posto sulla testata plancia.

Spia su quadro strumenti segnalazione anomalie


Spia su quadro strumenti disabilitazione Air Bag passeggero
I componenti principali dellimpianto sono interconnessi tra loro tramite cavi integrati nel cablaggio vettura.

Affinch il dispositivo Air Bag possa avere la massima efficacia,


necessario che il guidatore e il passeggero indossino correttamente
le cinture di sicurezza, dotate di pretensionatori di tipo meccanico

Quando si eseguono operazioni sul sistema Air Bag osservare scrupolosamente le norme di sicurezza prescritte.

Air Bag passeggero

Chiave disattivazione

180

FIAT PUNTO
9. varie > operazioni manutenzione

operazioni

manutenzione
Rimozione connessione elettrica

Smontaggio

il quadro di bordo (4) dalla sede.

- Rimuovere il volante.
- Rimuovere il modulo Air Bag
- Svitare le quattro viti (1) e rimuovere le cornice quadro di bordo (2).

Rimozione quadro

Rimozione cornice

- Ruotare il quadro di bordo e scollegare la


connessione elettrica (5).
- Rimuovere il quadro strumenti.

- Svitare le tre viti di fissaggio (3) e rimuovere

AN

TI

Smontaggio

SE

PRESSOSTATO
Smontaggio

- Rimuovere il passaruota supplementare


anteriore.
- Rimuovere il paraurti (vedere operazione
dedicata).
- Rimuovere il proiettore destro.
- Scollegare la connessione elettrica dal pressostato plurilivello dellimpianto condizionamento aria.
- Svitare e rimuovere il pressostato plurilivello.

Montaggio

- Ricollegare la connessione elettrica.


- Posizionare il quadro di bordo ed avvitare le
tre viti di fissaggio.
- Posizionare la cornice quadro di bordo ed
avvitare le quattro viti di fissaggio.
- Montare il rivestimento del piantone guida.
- Montare il modulo Air Bag.
- Montare il volante.

FILTRO ANTIPOLLINE

- Operando dal vano abitacolo, rimuovere le


viti (6) e il coperchio (7) di accesso allelemento filtrante.
- Sfilare verso il basso lelemento filtrante (8).
Elemento filtrante

Filtro antipolline

8
2

Montaggio
- Riporre nella sua sede il pressostato e serrarlo alla coppia di 5 8 Nm.
- Montare il proiettore.
- Montare il passaruota supplementare
anteriore.

181

1. Convogliatore
2. Filtro antipolline
3. Coperchio filtro

7
6

FIAT PUNTO
9. varie > operazioni manutenzione

Montaggio

condensatore e serrarla alla coppia di 9 Nm.


- Vincolare le tubazioni alle mollette di ritegno sulla scocca.
- Montare la cinghia di comando alternatore/compressore.
- Montare la protezione parapolvere vano
motore nel passaruota anteriore destro.
- Montare la ruota anteriore destra.
- Eseguire la ricarica del circuito refrigerante.
- Collegare il morsetto () della batteria.
- Rimuovere la vettura dal ponte sollevatore.

Rimozione compressore

- Riporre nella sua sede un nuovo elemento


filtrante.
- Rimontare il coperchio e fissarlo con le
viti.

COMPRESSORE
Smontaggio
8
7

FILTRO ESSICCATORE
Rifornimento olio

Rimozione raccordi

Smontaggio
- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.
- Accertarsi che la chiave di accensione sia in
posizione stop, quindi scollegare il morsetto
() della batteria.
- Scaricare il fluido refrigerante.
- Rimuovere il paraurti anteriore.
- Rimuovere il gruppo ottico anteriore destro.
- Svitare le due viti superiori (10) di fissaggio
del condensatore (11) al radiatore e spostarlo in avanti.

TI

- Scaricare lolio contenuto nel compressore


condizionatore facendolo uscire attraverso i
raccordi di attacco delle tubazioni, per facilitare loperazione ruotare la puleggia.
- Recuperare lolio scaricato dal compressore
in un opportuno recipiente trasparente
(quantit A).
- Scaricare e recuperare in un identico recipiente lolio contenuto nel nuovo compressore (quantit B) operando come precedentemente descritto.
- Introdurre nel compressore nuovo una
quantit di olio pari a quella estratta dal
compressore da sostituire (eliminare la quantit C = B - A).

AN

- Posizionare la vettura sul ponte sollevatore.


- Accertarsi che la chiave di accensione sia in
posizione stop, quindi scollegare il morsetto
(-) della batteria.
- Scaricare il fluido refrigerante.
- Rimuovere al ruota anteriore destra.
- Rimuovere la protezione parapolvere vano
motore nel passaruota anteriore destro.
- Rimuovere la cinghia di comando alternatore condizionatore.
- Svitare le viti (1) e rimuovere la protezione
(2).
- Svitare la vite (3) e scollegare la tubazione
alta pressione, da compressore a condensatore (4), lato compressore.
- Svitare la vite (5) e scollegare la tubazione di
bassa pressione, da valvola di espansione a
compressore (6), lato compressore.

Rimozione viti condensatore

11

Misurazione quantit olio

SE

10

10

Nota:
Chiudere con opportuni tappi a tenuta i raccordi scollegati per evitare lingresso di umidit e impurit nellimpianto.
- Scollegare la connessione elettrica (7) del
giunto elettromagnetico compressore.
- Svitare le viti (8) e rimuovere il compressore
(9).

- Rimuovere lanello di tenuta (12) ed estrarre


verso lalto il filtro essiccatore (13).

Montaggio

- Riporre nella sua sede il compressore e fissarlo con le viti.


- Collegare la connessione elettrica L20 del
giunto elettromagnetico compressore.
- Collegare la tubazione da valvola espansione a compressore, lato compressore e serrarla alla coppia di 9 Nm.

Rimozione essiccatore

12

Nota:
Sostituire gli anelli O-Ring dei raccordi.
Utilizzare esclusivamente anelli di colore
verde, resistenti al fluido refrigerante R134a.
- Lubrificare la filettatura dei raccordi con olio
anticongelante.
- Collegare la tubazione da compressore a

182

13

FIAT PUNTO
9. varie > operazioni manutenzione

Montaggio
- Inserire nella relativa sede il filtro essiccatore.
- Trattenere in sede il filtro mediante lappo-

sito anello di tenuta.


- Avvitare le viti di fissaggio del condensatore al radiatore.
- Montare il gruppo ottico anteriore.

- Montare il paraurti anteriore.


- Collegare il morsetto () della batteria.
- Eseguire la ricarica del circuito refrigerante.
- Rimuovere la vettura dal ponte sollevatore.

- Rimuovere il modulo Air Bag nellapposito


armadio appoggiandolo su una superficie
libera con il cuscino rivolto verso lalto.

Prima di operare lo stacco e il riattacco del


modulo Air Bag eseguire tassativamente le
seguenti operazioni preliminari.
- Porre la chiave di accensione in posizione
stop ed estrarla.
- Scollegare e isolare i cavi batteria.
- Attendere 10 minuti prima di procedere.
- Svitare le viti (1).
- Spostare leggermente il modulo Air Bag (2).
- Scollegare la connessione elettrica (3).
Rimozione Air Bag

MODULO PASSEGGERO
Smontaggio

- Rimuovere le sportello ripostiglio plancia.


- Scollegare la connessione elettrica (4) dellinterruttore (5) per la disattivazione dellAir
Bag lato passeggero (6).

AN

SE

- Riporre il modulo Air Bag nellapposito


armadio su una superficie libera con il cuscino verso lalto.

Maneggiare lAir Bag con estrema cautela.


- Assicurarsi che la batteria sia scollegata.
- Se si installa un nuovo modulo, sistemare le
relative etichette.

INTERRUTTORE AIR BAG


PASSEGGERO

Rimozione connessione elettrica

Nota:

Nota:

Montaggio

Smontaggio

modulo. Il dossier deve essere conservato


per eventuali controlli.
- Unitamente al modulo viene fornita una
nuova targhetta adesiva da incollare sopra
quella gi presente in vettura.
- Prima per occorre perforarla in corrispondenza del mese e dei 14 anni successivi
allanno in cui viene montato il modulo.

TI

MODULO GUIDATORE

Smontaggio

Nota:
Prima di operare lo stacco e il riattacco del
modulo Air Bag eseguire tassativamente le
seguenti operazioni preliminari:
- Porre la chiave di accensione in posizione
stop ed estrarla.
- Scollegare e isolare i cavi batteria.
- Staccare il coperchietto accesso fusibili su
plancia porta strumenti.
- Accedere dal vano coperchio centralina di
derivazione ed agire sui ritegni (8) quindi
scalzare linterruttore (9).
- Scollegare la connessione elettrica H75 (10).
- Recuperare linterruttore (11).

Rimozione interruttore

- Svitare le quattro viti di fissaggio (7).

Rimozione Air Bag passeggero

Montaggio

10
8

Nota:
Maneggiare lAir Bag con estrema cautela.
Assicurarsi che la batteria sia scollegata.
- Se si installa un nuovo modulo, sistemare le
relative etichette.
- Asportare dal nuovo modulo la parte removibile delletichetta adesiva e sistemarla in un
apposito dossier riportando i dati della vettura (modello, dati immatricolazione, numero
di telaio) e il numero di serie del vecchio

9
11
7

Montaggio
- Controllare che linterruttore non sia dan-

183

FIAT PUNTO
9. varie > operazioni manutenzione

neggiato e, se necessario, provarne la funzionalit elettrica.


- Collegare la connessione elettrica.
- Inserire in sede linterruttore facendo entrare la sua aletta nella sede.
- Fare impegnare i ritegni.
Montaggio interruttore

nessione elettrica del sensore presenza passeggero (2).


- Eseguire loperazione solo parzialmente in
modo da accedere alle viti di fissaggio
dellAir Bag laterale.
- Rimuovere lo schienale sedile anteriore.
- Rimuovere la leva/manopola e mostrina dei
comandi del sedile anteriore interessato.
- Rimuovere lo sportello del ripostiglio plancia.
- Svitare le due viti di fissaggio (3) Air Bag
laterale.

Posizionamento Air Bag

Rimozione fissaggi

- Operando dallalto schienale, serrare i dadi


alla coppia di 8.5 Nm.
- Sistemare il rivestimento nella zona dello
schienale.
- Montare lo sportello del ripostiglio plancia.
- Montare la leva/ manopola e mostrina dei
comandi del sedile anteriore interessato.
- Montare lo schienale sedile anteriore.
- Collegare le connessioni elettriche.
- Montare il sedile anteriore interessato.
- Collegare la batteria.
- Verificare la funzionalit del sistema utilizzando uno strumento di diagnosi adeguato.

TI

- Montare il coperchietto accesso fusibili su


plancia porta strumenti.
- Verificare la funzionalit utilizzando un
apposito strumento di diagnosi.

AIR BAG LATERALI


Nota:

AN

- Premere sui fermi (4) e scollegare la connessione elettrica (5).

Smontaggio

Rimozione connessione

(Air Bag a tendina)


Smontaggio
Nota:

Prima di operare lo stacco e il riattacco del


modulo Air Bag eseguire tassativamente le
seguenti operazioni preliminari:

Prima di operare lo stacco e il riattacco del


modulo Air Bag eseguire tassativamente le
seguenti operazioni preliminari.

SE

- Porre la chiave di accensione in posizione


stop ed estrarla;
- Scollegare e isolare i cavi batteria.
- Attendere 10 minuti prima di procedere.
- Rimuovere il sedile anteriore interessato.
- Prima di rimuovere il scollegare la connessione elettrica Air Bag laterale (1).
- Per il sedile passeggero, scollegare la con-

Rimozione connessioni elettriche

- Rimuovere il modulo Air Bag laterale.

Montaggio

HEAD BAG

- Collegare la connessione elettrica sul


modulo Air Bag laterale.
- Posizionare in sede il modulo Air Bag laterale (6) verificando il corretto accoppiamento
del rivestimento con il modulo.
- Se necessario sistemare il rivestimento.

184

- Porre la chiave di accensione in posizione


stop ed estrarla.
- Scollegare e isolare i cavi batteria.
- Attendere 10 minuti prima di procedere.
- Rimuovere il rivestimento del montante
anteriore interessato.
- Rimuovere la cappelliera.
- Rimuovere i supporti della cappelliera.
- Rimuovere il rivestimento del padiglione.
- Rimuovere il fianchetto posteriore interessato.
- Svitare la vite di fissaggio della briglia di
trattenimento al montante anteriore, quindi
aprire le clip plastiche.

Nota:
Per vetture con numero di telaio a partire da
550500, svitare anche le viti di fissaggio de
modulo nella parte superiore del montante
parabrezza.

FIAT PUNTO
9. varie > operazioni manutenzione

Rimozione fissaggi

gas al fianchetto del passaruota, e collegare


la connessione elettrica Head Bag.
- Chiudere le clip plastiche di ritegno del
tubo rigido del modulo Head Bag.
- Avvitare le vite di fissaggio della briglia di
trattenimento al montante centrale.
- Richiudere le clip plastiche di fissaggio del
modulo Head Bag nella parte superiore dil
montante parabrezza.
- Montare il fianchetto posteriore interessato
- Montare il rivestimento del padiglione.
- Montare i supporti della cappelliera.
- Montare la cappelliera.
- Montare il rivestimento del montante anteriore interessato.
- Collegare la batteria.
- Verificare la funzionalit del sistema utilizzando uno strumento di diagnosi adeguato.

Rimozione Head Bag

4
4
4
- Estrarre dal fianchetto posteriore la connessione elettrica e scollegarla (1).
- Svitare le viti di fissaggio (2) del generatore
di gas alla scocca.

Rimozione fissaggi

Punti di intervento su carrozzeria

TI

Montaggio

AN

- Carteggiare/asportare dalla zona interessata alla foratura/saldatura la vernice.


- Proteggere opportunamente la zona non
interessata alla saldatura.
- Forare con una punta da 9 mm e asportare
le eventuali bavature dal foro.
- Proteggere il perimetro del foro effettuato
con primer.
- Applicare il ribattino (5) con lo specifico
inserto ed applicare due punti (6) di saldatura elettrica a filo continuo per saldare il ribattino al montante.
- Proteggere la saldatura con il primer.
- Procedere al montaggio Head Bag tenendo
presente che per le versioni post-modifica
occorre rimuovere la pellicola di protezione
del nastro biadesivo posto in corrispondenza
del sacco.
- Avvitare le viti di fissaggio del generatore di

SE

- Svitare la vite (3) di fissaggio della briglia di


trattenimento. quindi aprire le clip plastiche
(4).

75

- Rimuovere il dispositivo Head Bag completo.

185

4,7

A-A
6

9 mm

FIAT PUNTO
10. carrozzeria > dati tecnici

10. Carrozzeria
dati tecnici

labitacolo. In oltre per la massima protezione agli occupanti e per


ridurre al minimo gli effetti degli urti, la vettura dotata di piantone di sterzo collassabile e attacchi del motore che scaricano la
forza dellurto sullossatura anteriore e evitano carichi eccessivi
sullabitacolo

La vettura dotata di un telaio monoscocca autoportante. La scocca, a rigidezza differenziata, adotta dei rinforzi di irrobustimento
della cellula di sopravvivenza localizzati nei puntoni, sui longheroni e sui montanti laterali e sul pavimento, questo per aumentare la
resistenza agli urti frontali al fine di garantire lindeformabilit del-

DIMENSIONI E PESI

SE

Dimensioni vettura

AN

TI

Complessivo telaio monoscocca

B
D

F
G

B
D

F
G

A. 804 mm
B. 2.460 mm
C. 576 mm (601 mm - 5 porte)

D. 3.840 mm (3.865 mm - 5 porte)


E. 1.480 mm
F. 1.398 mm

186

G. 1.954 mm
H. 1.660 mm
I. 1.392 mm

FIAT PUNTO
10. carrozzeria > dati tecnici

Carico utile con conducente


1.2 16V

510 Kg

1.3 JTD

3 porte

510 Kg

1.3 JTD

5 porte

480 Kg

Ripartizione pesi e carichi sugli assi


1.2 16V

1.3 JTD

1.3 JTD

3 porte

5 porte

3 porte

5 porte

Peso MAX ammesso in Kg

1.430

1.445

1.475

1.490

Peso MAX ammesso sullasse anteriore in Kg

780

780

820

820

Peso MAX ammesso sullasse posteriore in Kg

750

750

750

750

1.2 16V

1.2 16V

In ordine di marcia senza conducente in Kg

5 porte

3 porte

5 porte

965

980

990

1.005

1.035

1.050

SE

1.3 JTD

935

Fissaggio

Rivestimento laterale vano di carico


Rivestimento plancia
Cerniera cofano motore
Serratura cofano motore
Cerniera portellone
Scontrino portellone
Serratura portellone
Cerniere porte anteriori
Maniglia esterna porte anteriori
Scontrino porte anteriori
Specchio esterno manuale
Arrotolatore cintura sicurezza post
Cintura centrale posteriore
Cintura di sicurezza posteriore
Cintura di sicurezza posteriore
Cintura di sicurezza posteriore
Estremit cintura di sicurezza anteriore
Pretensionatore cintura anteriore
Ramo con fibbia agg. cintura anteriore
Regolatore altezza cintura sicur. ant.
Tirante di ancoraggio
Tirante di ancoraggio

1.3 JTD

920

AN

In ordine di marcia con conducente in Kg

Componente

1.2 16V

TI

3 porte

Peso vettura

vite
vite
vite
dado
vite
vite
vite
dado
vite
vite
ghiera
vite
vite
vite
vite
vite
vite
vite
vite
vite
vite
vite

187

Valore Nm

M7
M6
M8
M8
M6
M6
M6
M10X1.25
M5
M8
M30X1.5
M7/16
M7/16
M8
M8
M7/16
M7/16
M8

37 53
32 61 (superiore inferiore)
22 32 (lato scocca)
6 10 (lato coperchio motore)
61 116 (lato scocca)
60 130
85
45 65
30 60
21 35
15
33 61
37 53
33 61 (inferiore)
33 61 (superiore)
16 31 (lato scocca)
33 61
33 61
37 53
33 61
33 61
33 61

FIAT PUNTO
10. carrozzeria > dati tecnici

Punti di registrazione parti mobili

15
14
16

3
5

12

6
9

11
10

TI

Vista posteriore registrazione parti mobili

SE

21

17
23

22

18
19

25
17. 4.61
18. 51.5
19. 51
20. 2.31
21. 6.30.3
22. 41.5
23. 21
24. 21
25. 51

AN

01. 50.8
02. 5.51
03. 2.1
04. 5.51.5
05. 51
06. 3.51
07. 3.91
08. 4.81
09. 4.71
10. 41
11. 1.70.7
12. 4.11
13. 4.5+0.7-0.3
14. 51
15. 3.81
16. 51

13

20
24

188

FIAT PUNTO
10. carrozzeria > operazioni manutenzione

operazioni
PARAURTI ANTERIORE

manutenzione
Rimozione puntello

PORTELLONE

Smontaggio

Smontaggio

- Scollegare i cavi della batteria.


- Scollegare le connessioni elettriche dei
proiettori fendinebbia.
- Svitare le viti (1) di fissaggio paraurti.
- Svitare le viti (2) di fissaggio paraurti alla traversa inferiore e le viti (3) di fissaggio parte
superiore.

- Aprire il portellone posteriore


- Smontare pannello interno
- Svitare le viti di fissaggio (6) e rimuovere il
pannello interno del portellone (7).
Rimozione pannello interno

Fissaggi superiori

12

11

TI

Montaggio

- Rimuovere la serratura.
- Svitare le viti (8) delle serratura (9) al portellone (10).
- Scollegare la connessione elettrica L11 e
togliere la serratura /nottolino dalla sua sede.

- Svitare le viti (4) di fissaggio paraurti ai parafanghi, quindi staccare il paraurti dalla vettura (5).

AN

- Staccare il portellone posteriore rimuovendo i fissaggi delle due cerniere.

Rimozione serratura

SE

Rimozione paraurti

- Eseguire il montaggio del portellone procedendo in senso inverso allo smontaggio.

PORTE ANTERIORI
Smontaggio pannello porta
- Rimuovere la mostrina interna ed esterna
su telaino porta laterale anteriore.
- Rimuovere la cuffia di protezione comando
manuale regolazione specchio, svitare la vite
di fissaggio, utilizzare lapposito attrezzo e
staccare le mostrina.
- Rimuovere lappiglio interno.
- Svitare le viti (13) di fissaggio, rimuovere
lappiglio interno (14) dal pannello porta.

10

Rimozione appiglio interno

14
4

8
2

Montaggio
- Per il montaggio procedere in senso inverso
allo smontaggio.

- Rimuovere i puntelli telescopici.


- Abbassare la cappelliera posteriore
- Agire sulle mollette (11) e rimuovere il puntello telescopico (12) dal sistema di aggancio
portellone e montante posteriore.

189

13

FIAT PUNTO
10. carrozzeria > operazioni manutenzione

- Rimuovere la tasca portaoggetti.


- Svitare le viti (1) e rimuovere la tasca esterna portaoggetti.

Rimozione pannello

- Se fosse necessario sostituire il cilindro serratura, operando come segue.


- Inserire la chiave (13) nel cilindretto (nottolino), scalzare il rinvio (14) di azionamento
serratura, estrarre la molla di tenuta(15),
disimpegnare la molletta di ritegno (16),
estrarre il cilindretto serratura (nottolino)
(17).

Rimozione tasca esterna portaoggetti

Scomposizione serratura

13
14

5
17

Smontaggio serratura

Rimozione maniglia esterna

15

- Rimuovere i tiranti di collegamento blocchetto/serratura porta.


- Disimpegnare il tirante di collegamento
(18) dal sistema di arresto del blocchetto per
chiave (19).

Rimozione tirante di collegamento

18

16

TI

AN

- Rimuovere la maniglia esterna.


- Portare il cristallo nella posizione di chiusura.
- Scansare la protezione in plastica e liberare
il tirante di collegamento tra maniglia esterna e serratura porta.
- Svitare le viti (7) di fissaggio e rimuovere la
maniglia esterna (8).

SE

- Scalzare la sede in plastica (2) dal tirante di


sicurezza (3).
Rimozione tirante sicurezza

- Rimuovere il blocchetto chiave.


- Liberare il tirante di collegamento (9) dal
bloccaggio (10) della serratura porta.
- Scalzare la forcella di bloccaggio (11) ed
estrarre il blocchetto per chiave (12) dalla
parte esterna della porta.

Estrazione blocchetto chiave

3
2

12

11

9
- Agire sulle alette di ritegno e scalzare il bottone coprifissaggio (4), svitare le viti (5), utilizzare il coltello scalzatore (6) e staccare il pannello dalla porta.

10

190

19

Serratura

FIAT PUNTO
10. carrozzeria > operazioni manutenzione

- Rimuovere il tirante del dispositivo di sicurezza.


- Svitare le viti di fissaggio (1) della serratura
alla porta, per poter accedere allattacco del
tirante sulla serratura. Agire sul sistema di
aggancio (2) ed estrarre il tirante (3).

- Disimpegnare lelemento di fissaggio (8) del


cristallo dal canalino cristallo scendente (9),
ruotare ed estrarre il cristallo (10) dal telaio
porta

Nota:
Prestare attenzione a non danneggiare lelemento di fissaggio del cristallo.

Rimozione tirante serratura

- Rimuovere lappiglio interno.


- Svitare le viti (14) di fissaggio e rimuovere
lappiglio (15) della porta laterale posteriore.

3
8

Rimozione appiglio

10

15

14

AN

Rimozione guida

TI

Smontaggio cristallo
- Rimuovere la guida cristallo scendente.
- Portare il cristallo scendente della porta
nella posizione di chiusura.
- Svitare le viti (4) e rimuovere la guida (5)
dalla sua sede.

- Svitare i dadi di fissaggio (11), scollegare la


connessione elettrica (12), rimuovere lalzacristallo elettrico (13) dalla sua sede.
- Utilizzare lapposito attrezzo ed estrarre la
maniglia e la ghiera dellalzacristallo meccanico.
- Svitare il pomello (16) del dispositivo di
sicurezza porta, scalzare il coprifissaggio (17)
e svitare le viti di fissaggio (18), quindi utilizzare lattrezzo (19) e scalzare il pannello (20)
dai ritegni di fissaggio.

Rimozione alzacristallo elettrico

11

SE

13

Rimozione pannello

16

- Portare il cristallo (6) dal ritegno di sicurezza (7), quindi portare a fine corsa inferiore, il
perno di trascinamento stesso.
Posizionamento cristallo

PORTE POSTERIORI
Smontaggio pannello interno

Estrazione cristallo

Montaggio
- Eseguire il montaggio dei componenti
rimossi, procedere in senso inverso alla rimozione.

11
12
18

20
17

19
11
7

191

FIAT PUNTO
10. carrozzeria > operazioni manutenzione

Smontaggio cristallo
- Portare il cristallo nella posizione di massima apertura, scalzare il raschiavetro esterno
(1) dalla sua sede.

- Abbassare il cristallo in modo da poter accedere al ritegno di sicurezza.


- Scollegare il cristallo (4) dal ritegno di sicurezza (5).

Rimozione raschiavetro

Scollegamento cristallo

Smontaggio comando meccanico


- Portare il cristallo in posizione da poter
accedere al ritegno di sicurezza.
- Scollegare il cristallo (7) dal ritegno di sicurezza (8), portare il cristallo in posizione di
chiusura quindi svitare i dadi (9) di fissaggio
ed estrarre lalzacristallo meccanico (10) dal
telaio della porta.
Estrazione alzacristallo manuale

- Ruotare ed estrarre il cristallo (6) dalla porta.

Rimozione guida

Estrazione cristallo

TI

- Posizionare il cristallo nella posizione di


chiusura.
- Svitare le viti di fissaggio (2) e staccare la
guida (3) del cristallo.

AN

SE

Serratura con blocco di sicurezza

Montaggio
- Eseguire il montaggio procedendo in senso
inverso allo smontaggio.

10

Pannello porta posteriore

192