Sei sulla pagina 1di 2

Lo scompenso cardiaco prof.

Patti
Una delle principali cause la cardiopatia ischemica (infarto miocardico) la cui incidenza e prevalenza
aumentata nell'ultimo decennio.
Lo scompenso cardiaco la principale causa di ospedalizzazione e disabilit. La causa principale la
cardiopatia ischemica: pz che non ha subito una rivascolarizzazione efficace, si ha una necrosi
secondaria all'infarto, con rimodellamento negativo. Altre cause sono: l'ipertensione polmonare o
sistemica, cardiomiopatia dilatativa e cardiopatia valvolare.
Legge di Starling: il muscolo cardiaco incompetente dal punto di vista di una contrazione efficace e
man mano che aumenta EDV, il cuore scompensato non ce la fa ad aumentare la gittata cardiaca, alla
parte ad estrame destra della curva rossa, siamo in una fase orizzontale per cui la gittata cardiaca non
aumenta ulteriormente.
Fibrillazione atriale: attivit cardiaca irregolare e battito molto spesso aumentato. Rende franco uno
scompenso latente.
EF= frazione di sangue esplusa ad ogni contrazione dal VS in aorta, rispetto alla quantit giunta in
diastole, normalmente compresa fra 55-70%; ridotta nelle insufficienze cardiache di tipo sistolico,
ridotta <45%.
CLINICA:
Astenia: dovuta ad incapacit del cuore di mantenere una portata e quindi irrorazione dei tessuti
periferici
Dispnea: sintomo principale, aumento della pressione nel circolo polmonare.
Oliguria: redistribuzione del flusso renale e nicturia
Sintomi gastroenterici: scarsa irrorazione di sangue con vasocostrizione per favorire gli organi piu nobili.
Un altro meccanismo il ristagno a monte del cuore DX cio nel circolo splancnico (scompenso del
cuore DX).
La causa principale dello scompenso del cuore DX lo sviluppo dello scompenso del cuore SX. Altre
cause sono: Insufficienza tricuspidalica su base endocarditica (ex. Negli eroinomani).
Sintomi cerebrali: segni di ipoperfusione cerebrale
Dolori toracici: alcune volte dovute a dilatazione del VS
Presenza di edemi: scompenso SX solo edema polmonare, gli edemi declivi sono carattestici della
compromissione anche del cuore DX.
ECG: nello scompenso cardiaco possiamo rilevare:
- la presenza di una fibrillazione atriale o meno (mancanza di onde P e quindi complessi QRS non
preceduti da onde P)
-ipertensione del cuore SX quindi alti voltaggi dell'onda S nelle precordiali SX
-frequenza di onde Q (pregresso infarto miocardico)
RX TORACE: VALUTARE cardiomegalia, versamento pleurico eventuale.
AUSCULTAZIONE CARDIACA: presenza di S3, soprattutto se il pz tachicardico si ha un "ritmo di
galoppo" indice di aumentata pressione telediastolica VS, S4 invece pu essere presente per un
irrigidimento.
Dispnea parossistica notturna: frequente nello scompenso del cuore SX, insufficienze valvolare del cuore
Sx e stenosi mitralica; quando il pz si distende a letto, il clinostatismo determina un aumento del ritorno
venoso e un sovraccarico diastolico del ventricolo Sx.