Sei sulla pagina 1di 24

gioved 24 aprile 2014

Il Writing a Locate di Triulzi LAmazing Day 2014 Prima Parte di


Giada Pellicari





Questanno ho avuto la fortuna di prendere parte in prima persona allAmazing Day 2014, la manifestazione
nata da unidea di Mr. Wany con la volont di creare un evento che ricalcasse le jam storiche, dove erano
compresenti tutte le discipline dellhip hop (se non avete letto gli articoli precedenti sulla manifestazione, forse
ora di farlo, ad esempio ne trovate uno qui ). Ero presente in realt in una doppia veste, che mi vedeva come
voce della mostra tramite un saggio critico introduttivo in catalogo e come parte di Street Art Attack, che
questanno stato mediapartner dellevento.
E grazie a questo doppio coinvolgimento che ho avuto la possibilit di respirare sia da esterna che da interna
lintero progetto nella sua complessit, vedendo e vivendo in prima persona la fatica e la determinazione nel
realizzarlo, osservando in maniera attenta il coinvolgimento delle persone e, successivamente, seguendo in
diretta tutta la parte artistica relativa alle murate.
Penso che Locate di Triulzi sia un caso pi unico che raro, soprattutto in Italia, di partecipazione della comunit
nella fruizione del Writing e nella frequentazione di una manifestazione di questo tipo, che solitamente
appannaggio di chi questambiente abitualmente lo abita, risultando il pi delle volte come un insieme chiuso.
Molto spesso nella letteratura relativa al Writing, prevalentemente in quella riguardante le forme che si
avvicinano a quello che viene inteso come muralismo urbano, viene utilizzato impropriamente il termine di
arte pubblica, poich il pi delle volte con essa si va ad intendere una qualsiasi forma darte esposta in pubblico.
Lerrore che si fa solitamente che la comunit quando non si sente parte del lavoro o della sua realizzazione
fin dalla parte progettuale, spesso vive lopera darte come uneffettiva invasione del proprio territorio. Nel
caso del Writing si va ad accentuare questo aspetto che assume una velatura di complessit ancora pi forte,
dato che per comprenderlo nella sua interezza necessario quanto meno saper leggere qualche lettera.
Dallesterno infatti il tutto viene visto come una sorta di codice incomprensibile e, invece, leggibile
prevalentemente da chi partecipe della cultura e da pochi altri. E proprio per questo motivo che spesso forme
di Street Art o di Writing figurativo vengono maggiormente accettate dalle comunit, perch ricalcano degli
schemi gi parte della cultura visiva quotidiana e vanno a configurarsi tramite un linguaggio iconico molto pi
comprensibile. In realt non volevo che questo articolo assumesse una disquisizione sulla teoria e la curatela
dellarte pubblica, cosa che di fatto faccio nella mia vita quotidiana, ma si rendeva necessario innanzitutto per
dare delle coordinate rispetto allutilizzo improprio del termine fatto usualmente senza tener conto di tutte le
variabili complesse che vanno a detonare un progetto di arte pubblica e la sua riuscita, ma anche e soprattutto
per comprendere come, in realt, le dinamiche di relazione che accadono a Locate di Triulzi siano
effettivamente interessanti, perch la comunit sta iniziando a comprendere cosa sia il Writing e a gestire una
fase di normalizzazione della materia.



Ph: Giada Pellicari

Locate di Triulzi infatti un caso anomalo nel mondo del Writing e nella sua fruizione, e proprio per questo
motivo uno dei pi interessanti che io abbia mai visto da vicino e anche studiato, perch durante i giorni
dellAmazing Day ho riscontrato in prima persona come il Writing sia effettivamente parte della citt e come
venga realizzato in maniera molto integrata con la pianta del paese e vissuto, di conseguenza, come un aspetto
della quotidianit della cittadina. Si pu proprio pensare che a Locate sia possibile assistere ad una dimensione
relazionale del fenomeno, cosa che ho constatato piacevolmente quando la Domenica della manifestazione
insieme ai writers che dipingevano, cera anche un signore che si imbiancava la staccionata, le signore anziane
che chiacchieravano o il parroco che in primis ha dato la disponibilit del proprio oratorio per dipingere.



Dallo smartphone, Ph: G.P


E chiaro che una situazione come questa si creata grazie allesistenza di unamministrazione comunale
oculata, ma soprattutto conseguentemente al lavoro da interno che Mr. Wany ha fatto nel corso degli anni,
dove a mano a mano riuscito ad avere sempre pi spazi dove poter dipingere, invitando grandissimi nomi, e
realizzando degli effettivi interventi che pi che di Writing vanno a toccare forme di muralismo urbano, come
nel caso del sottopassaggio della stazione locale. LAmazing Day, che a Locate esiste solo da due edizioni, in
realt la fase finale di anni di hall of fame che Wany ha ottenuto per dipingere.



Sofles e Mr. Wany, Ph: G.P

Bisognerebbe quindi ragionare su forme di questo tipo, su come facendo un lavoro dal basso e allargandosi in
maniera organica, pensata e coerente, questa stessa pratica venga accettata dalla comunit e anche aspettata il
pi delle volte. Grazie al Writing infatti si sono create delle forme di relazionalit interna che hanno
determinato, poi nella realt dei fatti, delle dimensioni pubbliche del fare graffiti. Altro aspetto molto
interessante che praticamente inesistente il bombing nella cittadina, un fatto forse dovuto proprio perch
ormai essa risulta piena zeppa di murate e di hall of fame.



Una scuola a Locate di Triulzi, Ph: G.P

LAmazing Day stato strutturato per lultima edizione di questanno in quattro sedi principali, che si sono
andate a dislocare per il centro di Locate di Triulzi, senza andare a toccare e ad intaccare le pareti
precedentemente dipinte, come: la murata delloratorio, quella della palestra, quella della bocciofila e la sede
della mostra.
Partendo dalla parte centrale, arrivando dalla stazione, ci si imbatteva nellex municipio, dove stata allestita
la mostra Urban Triangle, che ha visto la partecipazione di artisti nazionali e internazionali, dislocati in un
percorso che partiva da una base storica, ma che si sviluppata tramite un rapporto di assonanze tra i lavori.
Le pareti principali della manifestazione in realt, guardate a posteriori, sembravano strutturate anchesse
secondo assonanze stilistiche o di provenienza dei writer.
Ad esempio nella murata delloratorio che, a differenza delle altre, si sviluppava in maniera longitudinale, sono
stati chiamati a intervenire writer prevalentemente provenienti dalla zona del milanese o dellhinterland, o
comunque che avessero inclinazioni al Wild Style.



Pongo, Ph: G.P



Deco, Ph: G.P

Tra gli altri possiamo ricordare il caso di Orgh da Roma, o della combo dei CKC tra Pongo e Deco, passando
per Wubik eRifle, arrivando al pezzo di Toran degli AMC che ha giocato tra i toni del giallo e dellaranciato
impostando successivamente uno sfondo che avesse la capacit di dare profondit al pezzo, circondandolo da
alcuni puntini bianchi che in realt sono divenuti da diversi anni una sua cifra stilistica. Si termina poi con il
lavoro di Ericsone e della crew The Losers, composta da EricsOne, Steyn & Frenky Qpro, di chiara ispirazione
filmica.



Wubik, Ph: G.P



Toran, Ph: G.P



Erics, Ph: G.P

La parte relativa alla palestra, invece, suddivisa in diverse murate principali, era caratterizzata da stili
completamente diversi e anche da writers di provenienze opposte, dove per si sono concentrati alcuni dei
grandi nomi partecipanti alla manifestazione, come nel caso di Dems, che oltre al pezzo in rosa dipinto in una
sola giornata, si cimentato successivamente in diversi throw up su di una parete laterale interna.
Altri invece sono Serval e Deco che, molto vicini, hanno realizzato una parete dove ora si pu trovare la
compresenza di lettering e figurativo, per poi andare su un muro dedicato a Pariz che ha dipinto invece un
pezzo molto gioioso, il progetto diV3rbo che si inserito in maniera site-specific su di una fornace allargandosi
tramite una forma architettonica, il lavoro di Frode che ha proposto un pezzo prettamente pittorico e
caratterizzato dallo studio di uniconografia classica ma rivisitata in maniera contemporanea come quella della
madonna, e Blef, che si sa quello che in grado di fare.



Deco, Ph: G.P


Serval, Ph: G.P


Pariz, Ph: G.P


V3rbo, Ph: G.P

Nel retro invece un master dei TDK come Raptuz, che ha avuto una parete intera dove ha portato avanti un
ghepardo, realizzato con la nuova tecnica che sta portando avanti negli ultimi anni e che nasce da una
scomposizione e traslazione dei piani pittorici, come se tutto fosse visto attraverso un cristallo rotto.
Quest'ultimo stato dedicato al trentennio dei CBS, la crew californiana di cui parte.




Raptuz, Ph: G.P


Raptuz, Ph: G.P



Giada Pellicari



In copertina CMPone, Ph: G.P
Per leggere gli articoli precedenti:
Mr. Wany intervistato dalla tv svizzera
Urban Triangle - Amazing Art Exhibition
Aspettando l'Amazing Day 2014
Amazing Day Diary - giorno 1



marted 6 maggio 2014
Il Writing a Locate di Triulzi LAmazing Day 2014 seconda
parte di Giada Pellicari






Gi nella prima parte di questarticolo ho affrontato il caso del Writing a Locate di Triulzi e di come esso si
sia ben integrato allinterno della cittadina e relazionato con la comunit locale. La seconda edizione
dellAmazing Day, che anche questanno si tenuta a Locate, divenuta il passo successivo di quel processo
di integrazione nel paese formatosi nel tempo grazie alla presenza di diverse hall of fame. Ovviamente, come
in ogni esperienza relativa al Writing, vi sono state anche opinioni contrastanti da parte della comunit
sullintero progetto realizzato e su alcune murate risultanti. Questaspetto, per, non deve essere visto come
sfavorevole rispetto a progetti di Writing legale come questo, perch il pi delle volte parte integrante di una
dinamica di integrazione ma anche di una normalizzazione della materia allinterno di una quotidianit. Quello,
semmai, su cui bisognerebbe porre sempre lattenzione per una discussione costruttiva sullargomento,
prendendo ad esempio in esame quest'ultimo semplicemente come caso studio, riguarda proprio la prassi di
tutelare fenomeni di Writing legale a discapito, invece, di forme illegali che, in realt, rispetto alla cultura di
provenienza dovrebbero essere la norma e non leccezione alla regola. Il pi delle volte, infatti, vi una doppia
reazione da parte delle istituzioni, che spesso cercano di dimenticarsi che progetti di questo tipo nascono da
anni di Writing illegale il quale, successivamente, andato ad autodeterminarsi in una naturale evoluzione in
forme anche condivise ed effettuate in spazi dati in concessione.



Swet, ph: Gloria Fiammetta Viggiani
LAmazing Day di questanno, in ogni caso, si caratterizzato per unalta qualit dei pezzi risultanti, che si
sono suddivisi in maniera eterogenea fra quelli riguardanti lutilizzo di lettering e quelli prevalentemente di
matrice figurativa, ovvero configurati dalla realizzazione di characters, sia da parte di writers internazionali
che italiani.
Come gi avevo anticipato nella prima parte precedente, la manifestazione si dislocata sostanzialmente in tre
pareti dislocate nella cittadina: quella delloratorio, quella della palestra e quella della bocciofila.
La parete frontale della palestra, che divenuta sostanzialmente il muro principale della manifestazione, anche
perch al suo interno si tenevano tutti gli eventi, si costituita in due parti contraddistinte: a sinistra una combo
formatasi dal binomio traMr. Woodland, che ha dipinto un fenicottero rosa e da Jeroo che andato a insediarsi
nella parte sottostante, snodandosi con le sue forme geometriche attraverso gli angoli esistenti.



Mr Woodland e Jeroo, Ph: Giada Pellicari


Jeroo, Ph: G.P

A destra, invece, su sfondo viola e blu si poteva vedere il pezzo immenso dei Puf, ovvero dalla donna-madre
dalle fattezze animali, ancora in fase di realizzazione, di Mr. Wany, padrone di casa e ideatore della
manifestazione, e due bambini intenti a giocare come se fossero dentro ad un utero, realizzati tramite fini ed
eleganti pennellate da Eight e Loyd, entrambi abilissimi fumettisti.



Wany, Ph: Gloria Fiammetta Viggiani
In dialogo con questa facciata, anche grazie allo sfondo similare, dallaltra parte della strada si trova una murata
realizzata dagli Art of Sool, collettivo di Brescia, che sono noti per fare dei pezzi caratterizzati da una grande
ironia dei personaggi realizzati tramite un tratto fumettistico. Si va terminare con il lettering di Smake che ha
creato uno sfondo calligrafico, dove poi si andato a insediare Neon, il quale andato a formare, cos, una
combo dai tipici tratti newyorkesi.
Nel retro della palestra invece si trova il pezzo di Rae, denotato dal lettering fluttuante e dallo sfondo
realizzato tramite lo sviluppo di alcune nuvole, per arrivare a dei throw up leggeri e non previsti dei
grandi Dems e Swet.



Neon e Smake, ph: Gloria Fiammetta Viggiani


Rae, Ph: G.P
Infine la bellissima combo tra CMPone e Swet, che hanno realizzato uno dei capolavori della manifestazione,
ovvero un pezzo lavorato solo di chiaroscuri e di colori tendenti al seppia, come se si trattasse di uno schizzo
realizzato a spray, che tra laltro dialogava benissimo anche con i disegni che avevano presentato in mostra.
Non nuova, in realt, questa loro tipologia di lavoro quando vanno ad impostare delle combo insieme, come
ad esempio successo due anni fa dove, in una murata longilinea, avevano dipinto un paesaggio urbano,
all'interno del quale si andava a insediare il bellissimo lettering di Swet caratterizzato da una grande flow.
Anche in questo caso il paesaggio urbano laspetto fondamentale della murata, incentrata prevalentemente
sulla visione di una stazione e del treno, su cui va ad aleggiare il pezzo di Swet in alto.



CMPOne e Swet, Ph: G.P

A lato della palestra si trova, inoltre, una pensilina adibita a giornalaio che stata data interamente a Kraser,
noto writer e street artist spagnolo, ormai italiano dadozione, il quale recentemente si sta focalizzando sempre
di pi sul mondo animale e in generale zoomorfo. Kraser ripercorre cos, tramite la pittura su muro, tutta una
tradizione appartenente dal punto di vista iconografico al bestiario, forma estetica che, in realt, si evince
spesso a partire dagli ultimi anni negli ambiti della street art declinati al wall painting, soprattutto nel caso in
cui si parli di muralismo urbano. Esiste attualmente, infatti, uneffettiva tendenza esistente relativa alla
realizzazione di animali da parte di street artists. La peculiarit di Kraser, per, e che lo va contraddistinguere
da tutti gli altri, che negli altri casi spesso si tratta di murales (e in questo caso la parola corretta perch
vengono utilizzati anche strumenti come pennelli e pittura) dalla chiara matrice realistica, mentre nella sua
produzione il tutto viene realizzato con una tecnica s incline al realismo e ben definita, ma che va a creare
delle forme che vanno a configurarsi il pi delle volte come uno sviluppo onirico e fantastico su muro. Si
potrebbe infatti riscontrare nel suo lavoro un chiaro riferimento di matrice boschiana, dove esistono animali di
fattezze realistiche ma conditi da elementi fantastici e inventati. In questo caso latmosfera onirica stata
determinata anche dallutilizzo di colori pastosi e da uno sfondo bipartito dalla contrapposizione cromatica tra
blu e rosso.


Kraser, Ph: Gloria Fiammetta Viggiani


La facciata della bocciofila invece ha visto il susseguirsi di writer prevalentemente milanesi, con qualche
partecipazione di esterni come nel caso di Reso, writer da Tolosa.
Tutta la murata stata caratterizzata da uno sfondo azzurro e dalla tematica del cielo, che stata lanciata
sostanzialmente dalla combo dei BN, costituita dai due astronauti di Impo e dal wild style di Ope, dedicato a
Kado, come molti altri pezzi presenti alla manifestazione.
Altra combo molto degna di nota stata quella tra Giowe e Cheone, a destra della precedente, costituita dal
figurativo di Cheone rappresentante una donna in una bolla, realizzato tramite ottime trasparenze, e il pezzo
sottostante di Giowe, writer milanese degli AMC, il quale ha avuto la capacit di creare un lettering in
prospettiva con la particolarit di risaltare e distaccarsi molto bene dallo sfondo, ma soprattutto con la
peculiarit di riflettersi e andarsi a snodare sulle bolle trasparenti.


Impo e Ope, Ph: Gloria Fiammetta Viggiani


Cheone e Giowe, Ph: Giowe


Dello stesso tema anche il lavoro di Shine Royal, che ha portato su parete uno dei suoi ultimi lavori grafici,
ovvero quello del verme, che come sempre caratterizzato da un linguaggio visivo molto simpatico e da
cartoon.
Di fronte a questa murata, un lavoro di Seacreative, che gi aveva dipinto linterno di una delle stanze del
municipio di Locate di Triulzi, poi adibita a sede della mostra, che in questo caso ha creato un character dalle
fattezze similari a quelli per cui riconosciuto, ma realizzato con toni blu scuri e dedicato allAmazing Day.
Al di sotto, infatti, ha riportato la scritta: back to the roots, slogan della manifestazione, grazie alla quale ha
creato un gioco di parole raffigurando proprio delle radici e dando, di conseguenza, una connotazione ironica.


Shine Royal, Ph: G.P

Seacreative, Ph: The amazing art
Questo articolo non voleva essere totalmente esaustivo sui lavori presenti, quanto pi che altro voleva creare
un percorso tra le diverse murate, in modo che, anche a posteriori, le persone possano andare a vederle e,
magari, utilizzarlo come una piccola guida che dia qualche indicazione in pi su alcuni dei writer presenti.
LAmazing Day stato, quindi, unottima esperienza, di condivisione, di scambio e soprattutto di produzione
di pezzi estremamente interessanti, che si sono andati ad insediare nella cittadina in maniera naturale e
contestualizzandosi molto bene con le architetture esistenti.


Ph: Gloria Fiammetta Viggiani


Giada Pellicari









Per leggere gli articoli precedenti:
Il Writing a Locate di Triulzi - L'Amazing Day 2014 - prima parte- di Giada Pellicari
Mr. Wany intervistato dalla tv svizzera
Urban Triangle - Amazing Art Exhibition
Aspettando l'Amazing Day 2014
Amazing Day Diary - giorno 1


Info: Amazing Day pagina ufficiale
Foto di copertina: Reso, Ph: Gloria Fiammetta Viggiani pagina ufficiale sito web


Entrambi gli articoli sono gi stati pubblicati nellaprile e maggio 2014 nel sito
www.streetartattack.com ai seguenti link:

http://streetartattack.blogspot.it/2014/05/il-writing-locate-di-triulzi-lamazing.html
http://streetartattack.blogspot.it/2014/04/il-writing-locate-di-triulzi-lamazing.html

E !ietata la riproduzione senza autorizzazione

" #iada $ellicari