Sei sulla pagina 1di 12

Finanza islamica Niente interessi ma grande interesse

Be ready!

Principi di finanza islamica

Premessa La nanza islamica linsieme di istituti giuridici, strumenti nanziari ed imprese, conformi ai dettami e alle tradizioni della Shariah, la legge islamica. La nanza islamica si fonda su principi giuridicoreligiosi dettati dalla Shariah che indicano cosa non fare, piuttosto che cosa fare. Infatti, secondo la Shariah, tutto permesso purch non sia espressamente vietato. Alcuni aspetti peculiari della nanza islamica sono: I principi su cui si fonda, ovvero la trasparenza, la responsabilit sociale e il contenimento della speculazione. Lo stretto legame con leconomia reale, ci comporta che ogni operazione deve avere dei sottostanti reali afnch la transazione possa essere denita conforme alla Shariah. Il bene sottostante alle operazioni deve essere posseduto o acquistato da una delle controparti, ad esempio non possibile nanziare lacquisto di un bene, ma occorre disporre del bene stesso per poterlo vendere. Lapplicazione, per alcuni strumenti, dello schema di partnership con la partecipazione agli utili ed alle perdite derivanti dal progetto (Prot-Loss Sharing) e, quindi, alla condivisione dei rischi. La presenza nelle banche di uno Shariah Board, ovvero un comitato volto a garantire losservanza delle leggi coraniche e le modalit di risoluzione delle controversie nascenti dai contratti. Questo organo consiliare garantisce la rispondenza dei prodotti islamici ai dettami della Shariah. La segregazione degli asset islamici da quelli convenzionali. Lo stretto legame tra gli strumenti dellattivo con quelli del passivo che consente di far coincidere le nalit della raccolta con quelli degli impieghi.

I principi giuridico-religiosi Riba - Divieto di pagamento di interessi legati al fattore temporale, frutto di una semplice rendita nanziaria non correlata ad unattivit reale con un determinato livello di rischio. Maisir - Divieto di speculazione. Gharar - Divieto di stipulare contratti che prevedano irragionevole incertezza o ambiguit. Haram - Attivit economiche proibite dal Corano, come ad esempio la distribuzione/produzione di alcol, tabacco, armi, carne suina, pornograa, gioco dazzardo.

La nanza islamica sta esprimendo le massime potenzialit in termini di crescita e redditivit nei sistemi bancari misti (i.e. Malesia) dove loperativit trae stimolo dalla presenza di banche convenzionali e da consolidamenti dimensionali. Aprire la propria cultura nanziaria a quella islamica consentirebbe alle banche di instaurare canali preferenziali volti alla penetrazione nei mercati in Medio Oriente e Nord Africa (MENA), ma specialmente in quello dei Paesi del Golfo (Gulf Cooperation Council - GCC).

Finanza islamica - Niente interessi ma grande interesse

Sviluppo della finanza islamica

La nanza islamica nel mondo Nel mondo ci sono circa 1,57 miliardi di musulmani. Ad oggi ci sono pi di 350 Islamic Financial Institutions (IFI) in circa 50 paesi nel mondo. Gli asset stimati per il 2010 sono pari a USD 1.000 miliardi mentre gli asset potenziali sono stimati per USD 5.000 miliardi. Negli ultimi dieci anni il tasso di crescita annuo stato del 10-15%, mentre negli ultimi quattro anni quasi del 30%. Il portafoglio di attivit detenute da musulmani stimato in USD 1.500 miliardi. La nanza islamica, dopo essersi sviluppata in Asia, in particolare nei Paesi GCC e in Malesia, sta trovando sempre maggiore diffusione in altre aree del mondo come il Nord Africa, gli Stati Uniti, lAustralia ed il Canada, oltre che in Europa dove molti Paesi stanno adeguando le proprie normative per recepire questa nuova operativit.

La nanza islamica in Europa In Europa ci sono circa 17 milioni di musulmani. Lammontare totale di risparmio gestito stimato in USD 14 miliardi nel 2020. Si evidenzia un crescente interesse per i prodotti nanziari islamici anche da parte della popolazione non musulmana, vista la sicurezza che i prodotti Shariaah compliant offre sia in termini etici che di collegamento con il sistema reale. I principali player europei per grado di sviluppo della nanza islamica sono il Regno Unito, la Germania, la Francia, il Lussemburgo, lIrlanda, la Svizzera, la Spagna e Malta. Regno Unito La popolazione di religione musulmana nel Regno Unito stimata in 2,9 milioni. Sono presenti 5 Islamic Bank (1 retail e 4 wholesale) che operano in Gran Bretagna con la stessa licenza bancaria delle banche convenzionali (Financial Service and Market Act 2000).

Sviluppo della nanza islamica per aree geograche

I prodotti e i servizi Shariah compliant sono offerti da numerose istituzioni nanziarie. Negli ultimi anni sono stati rimossi i principali ostacoli normativi e scali allo sviluppo di unofferta Shariah compliant. Il London Stock Exchange il primo mercato europeo di Sukuk 1 con 28 Alternative Finance Investment Bonds (Finance Act 2005/2006) per un controvalore di oltre USD 17,7 miliardi e rappresenta uno dei principali hub a livello globale. Germania La popolazione di religione musulmana in Germania stimata in 4,1 milioni, con immigrati, in particolare turchi, che sono alla quarta generazione. Nel 2004 in Germania stato emesso il primo Sukuk europeo con una size di EUR 100 milioni, su iniziativa del Land della Sassonia-Anhalt. Gli investimenti effettuati dagli arabi nel settore immobiliare sono attualmente pari ad EUR 400 milioni ed stimato che aumenteranno di altri EUR 300 milioni nel corso del 2010. In Germania sono presenti diverse banche che offrono prodotti e servizi Shariah compliant. Francia Gli immigrati musulmani, compresi quelli di seconda e terza generazione, sono circa 3,6 milioni. presente una forte sensibilizzazione al tema della nanza islamica, con volont politica del governo di fare di Parigi, in diretta competizione con Londra, il centro mondiale della nanza islamica. Nel corso del 2009 sono stati introdotti degli adeguamenti normativi, principalmente di natura scale, per alcune tipologie contrattuali Shariah compliant e in particolare per i Sukuk. Nel corso del 2010 stato rmato un accordo tra Paris Europlace e lAAOIFI 2 per promuovere lo sviluppo della nanza islamica in Francia, inoltre una primaria Banca islamica di un Paese del Golfo ha rmato un protocollo dintesa (Memorandum of

Understanding) con un primario Gruppo bancario francese per laccesso al mercato retail e SME (Small and Medium-Sized Enterprises). In Francia, cos come in Germania, sono presenti diverse banche che offrono prodotti e servizi Shariah compliant. Altri paesi europei Il Lussemburgo un importante hub di fondi di investimento islamici (attualmente quota 35 fondi per una massa amministrata pari a USD 0,58 miliardi), di Sukuk e di prodotti assicurativi islamici (Takaful). In Irlanda il governo sta promuovendo iniziative volte a formare un Centro Globale per i Fondi Islamici a Dublino. In particolare nel Finance Bill 2010 sono stati introdotti signicativi emendamenti volti a facilitare la nanza islamica nel paese ed in particolare lemissione e la domiciliazione di Sukuk. Attualmente sono 24 i fondi islamici domiciliati in Irlanda con massa amministrata stimata in USD 0,23 miliardi. La Spagna ha siglato un protocollo dintesa (Memorandum of Understanding) tra il Dubai International Financial Centre (DIFC) e il Madrid Centro Financiero (MCF) per sviluppare iniziative comuni nel campo della nanza islamica e pi in generale per promuovere relazioni nanziarie ed investimenti tra larea del Medio Oriente, Africa e Sud Asia (MEASA) e la Spagna. In Svizzera sono presenti circa 430 mila musulmani e diverse banche che offrono servizi di private banking Shariah compliant. Malta considerata come un centro ideale per lo sviluppo della nanza islamica in quanto ben posizionata geogracamente e gode dellappartenenza ad un network Double Tax Treaty (DTT), che mitiga gli effetti scali della doppia tassazione per le transazioni nanziarie islamiche. Malta gode, inoltre, di unottima reputazione da parte del mondo nanziario ed la prima giurisdizione che ha dichiarato di voler diventare il Centro per la Finanza Islamica nel Mediterraneo.

I Sukuk sono bond islamici con caratteristiche simili a quella di unobbligazione convenzionale (v. infra). LAccounting & Auditing Organization for Islamic Financial Institutions (AAOIFI) un organismo non-prot con la funzione di elaborare ed emettere standard contabili, etici e di governance societaria relativi alle attivit svolte dalle istituzioni nanziarie islamiche.
1 2

Finanza islamica - Niente interessi ma grande interesse

La nanza islamica in Italia In Italia ci sono circa 1,3 milioni di musulmani, che rappresentano circa un terzo degli stranieri residenti e oltre il 2% degli italiani. Le stime per il 2050 prevedono che essi raggiungano i 2,6 milioni. Attualmente non sono presenti delle banche islamiche in Italia e lofferta di prodotti e servizi Shariah compliant insufciente a soddisfare la domanda potenziale. Sul piano normativo e strategico, il mercato italiano sconta notevoli ritardi rispetto agli altri paesi europei che invece si stanno adeguando. Un recente studio ha stimato che la raccolta potenziale da clienti musulmani possa raggiungere EUR 4.500 milioni nel 2015, con ricavi potenziali per lIslamic banking per oltre EUR 170 milioni. La potenziale domanda di prodotti e servizi nanziari islamici sopra menzionata non tiene conto del fatto che tali prodotti e servizi potrebbero essere richiesti anche da parte della popolazione non musulmana vista la loro eticit ed il loro forte legame con leconomia reale e, quindi, la domanda potrebbe essere di gran lunga superiore alle aspettative.

Con laumento degli immigrati di religione islamica e con il miglioramento della loro posizione economica, la domanda di servizi interesser segmenti operativi a pi alto rapporto rendimento - rischio

Musulmani per regione su totale musulmani in Italia

Prodotti di finanza islamica

Panoramica dei principali prodotti Shariah compliant Dal lato della raccolta, le istituzioni nanziarie islamiche offrono principalmente due tipi di contratti che presentano caratteristiche differenti rispetto ai contratti di conto corrente e di deposito offerti dalle banche convenzionali: Non-Prot account: su questi conti afuiscono generalmente piccole somme di denaro che possono essere prelevate in ogni momento senza preavviso. Sono simili ai conti correnti convenzionali, ma su di essi non previsto il pagamento di interessi o altra forma di remunerazione e hanno il capitale garantito. Prot-Sharing investment account: sono conti di investimento che utilizzano contratti Mudaraba in cui il depositante non benecia della protezione del valore nominale del deposito e la cui remunerazione non ssa, legata a un tasso di interesse, ma una partecipazione agli utili/perdite della banca secondo una percentuale pressata nel contratto. Il titolare di conti dinvestimento una gura pi vicina a un investitore di un fondo comune o a un azionista senza diritto di voto che a un depositante tradizionale. Per quanto riguarda gli impieghi, questi si dividono in due grandi famiglie secondo il grado di partecipazione al rischio tra il nanziatore e il nanziato: PLS e non-PLS. Tecniche di nanziamento Prot-Loss Sharing (PLS) Si tratta di tecniche di nanziamento che presentano diverse strutture, accomunate dal fatto che la banca e il prenditore di fondi condividono il rischio dellinvestimento. Per esse non previsto lutilizzo di garanzie (collaterals), che invece ammesso esclusivamente come deterrente contro comportamenti opportunistici del prenditore e non come garanzia per la banca.

I principali contratti PLS sono: Mudaraba: un contratto di partnership tra un soggetto che apporta il capitale di rischio e un altro soggetto che provvede alla gestione del progetto concordato e approvato. I protti sono ripartiti secondo uno specico accordo e le perdite sono a carico del soggetto che apporta il capitale. Musharaka: un contratto di partnership nalizzata alla realizzazione di unattivit. In particolare, sia listituzione nanziaria sia il prenditore (e gestore) apportano il capitale di rischio mentre la gestione afdata al prenditore dei fondi. I protti derivanti da tale impresa sono distribuiti in base ad un accordo, le perdite invece sono ripartite secondo quanto conferito dai soggetti che vi partecipano. Tecniche di nanziamento non-Prot-Loss Sharing (non-PLS) In questa categoria rientrano tutte quelle tecniche di nanziamento che non si basano su un contratto di condivisione degli utili e delle perdite delloperazione nanziata. Nella maggior parte dei casi le tecniche non-PLS si avvalgono di contratti di scambio (es. Murabaha), di trasferimento dellusufrutto (es. Ijara) e di agenzia (es. Wakala) che garantiscono una remunerazione, chiara e denita, per lintermediario. I principali contratti non-PLS sono: Ijara/Ijara-wa-iqtina: un contratto paragonabile a quello di leasing (operativo nel caso dellIjara e nanziario nel caso dellIjara-wa-iqtina). Il nanziatore non presta denaro applicando gli interessi, ma ottiene una remunerazione addebitando al cliente dei canoni periodici per lasset concesso in locazione. Il totale dei canoni comprende un mark-up rispetto al costo di acquisto dovuto al rischio assunto dal locatore (banca o altro soggetto). LIjara-wa-iqtina la combinazione di una forma di leasing (Ijara) e di una opzione di acquisto nale (Iqtina).

Finanza islamica - Niente interessi ma grande interesse

Istisna: un contratto di acquisto di beni su specico mandato nel quale lintermediario riceve il rimborso da parte del cliente in modo progressivo in conformit allavanzamento di una certa attivit. Il prezzo di vendita costituito dal costo di acquisto o produzione, pi un mark-up per il rischio corso dal venditore. Un esempio costituito dallacquisto di un immobile in costruzione nel quale i pagamenti al costruttore sono effettuati agli stati di avanzamento dei lavori. Murabaha: contratto di compravendita in cui il nanziatore acquista un bene su specica richiesta del nanziato per poi rivenderglielo ad un importo pari al costo di acquisto pi un mark-up e ad un prezzo differito/dilazionato nel tempo. Possono rientrare in questa tipologia di prodotti anche i contratti di mutuo in cui la banca acquista un appartamento per conto del cliente e glielo rivende ad un importo pari al costo di acquisto maggiorato di un mark-up con pagamento differito. Qard al-Hasanah: questa forma contrattuale un prestito benevolo. Il prestito dato in caso di eccezionali condizioni di bisogno del prenditore di fondi senza alcuna garanzia e senza alcuna remunerazione. Salam: un contratto di vendita a termine di beni/merci in cui il pagamento viene regolato alla stipula del contratto mentre la consegna del bene viene effettuata a una data futura. necessario che la data di consegna sia denita e che le caratteristiche dei beni/merci siano espressamente e puntualmente denite senza alcun tipo di incertezza o ambiguit. I beni venduti sono generalmente tangibili, con esclusione di oro e argento; il Salam, quindi, pu avere ad oggetto tutto ci che sia ascrivibile in quantit, qualit e manifattura. Tawarruq: un contratto utilizzato nei nanziamenti personali dove il cliente acquista un bene dallistituzione nanziaria con pagamento differito e lo rivende ad una terza parte con pagamento immediato. In questo modo, il cliente pu ottenere contante senza il tramite di un prestito basato su un tasso dinteresse. Wakala: un contratto di agenzia nel quale un soggetto wakeel agisce per conto (e/o nel nome) di un altro soggetto a fronte del pagamento di una commissione.

Altri prodotti rilevanti I principali prodotti in questa categoria sono: Sukuk: sono certicati duciari che hanno caratteristiche simili a quella di unobbligazione convenzionale. Mentre le obbligazioni convenzionali rappresentano dei titoli di debito, i Sukuk rappresentano la propriet proporzionale di uno o pi asset sottostanti costituiti da beni reali (es. Ijara), progetti (es. Istisna), investimenti (es. Istithmar), imprese (es. Musharaka), o debiti (es. Murabaha), che sono utilizzati per produrre il rendimento. Le principali caratteristiche sono: (i) i rendimenti e i ussi nanziari sono legati alle attivit sottostanti piuttosto che ad un tasso di interesse; (ii) le strutture contrattuali sottostanti sono distinte in Prot-Loss Sharing (i rischi e beneci sono condivisi secondo un accordo che stabilisce in quali proporzioni essi siano ripartiti tra gli investitori e loriginator) e Non-Prot-Loss Sharing (i rischi e i beneci non sono ripartiti tra gli investitori e loriginator); (iii) la segregazione dellasset sottostante in un veicolo (SPV) attraverso la cessione di esso e la costituzione di un Trust. Takaful: la forma di assicurazione islamica basata sul concetto coranico della mutua assistenza. rappresentato da un contratto assicurativo che prevede la partecipazione al rischio cui sono esposti una pluralit di individui dietro pagamento di un premio. Il Takaful simile a una comune assicurazione nella quale i membri sono sia gli assicuratori che gli assicurati. Fondi islamici: i fondi comuni dinvestimento islamici sono impiegati in attivit Shariah compliant attraverso i criteri del Mudaraba che un accordo tra due parti, in cui la prima parte mette il capitale (grandi e piccoli investitori) e gli altri apportano il management e la gestione dimpresa. Chi apporta il capitale dimpresa a fronte del proprio investimento ottiene un certicato che gli d diritto a ricevere parte dei protti della gestione del fondo. In caso di perdita risponde solo chi apporta il capitale, in caso di utile entrambe le parti guadagnano in base a quote prestabilite. Accanto ai fondi comuni dinvestimento islamici troviamo gli ETF islamici che sono titoli rappresentativi di portafogli che replicano particolari indici parziali di Borsa, con lo scopo di analizzare i rendimenti delle principali aziende le cui attivit aderiscono ai principi della Shariah. Ogni emissione ha lobiettivo di generare sinteticamente un prolo di rischio/rendimento corrispondente a quello dellindice sottostante.

The Deloitte Difference

Grazie ad un network di societ presenti in oltre 140 Paesi, Deloitte porta i propri clienti al successo grazie al suo know how di alta qualit e a una profonda conoscenza dei singoli mercati in cui presente. Obiettivo dei circa 170.000 professionisti di Deloitte quello di mirare alleccellenza dei servizi professionali forniti.

Deloitte una tra le pi grandi realt nei servizi professionali alle imprese in Italia, dove presente dal 1923. Vanta radici antiche, coniugando tradizione di qualit con metodologie e tecnologie innovative. I servizi di audit, tax, consulting e nancial advisory sono offerti da diverse societ e studi specializzati in singole aree professionali e tra loro separati e indipendenti, ma tutti facenti parte del network Deloitte. Questo oggi conta circa 2.700 professionisti, i quali assistono i clienti nel raggiungimento di livelli deccellenza grazie alla ducia nellalta qualit del servizio, allofferta multidisciplinare e alla presenza capillare sul territorio nazionale. In Italia Deloitte Consulting S.p.A. opera con uno staff di circa 600 professionisti attivi in cinque ufci e offre servizi che riguardano tutti gli aspetti della gestione direzionale e operativa. Lapproccio proposto dal Consulting di Deloitte quello dellExecutable Strategy, in grado di far conseguire ai propri clienti un valore tangibile, signicativo e capace di durare nel tempo, nalizzato ad anticipare i cambiamenti e a sentirsi continuamente supportati nelle decisioni complesse.

Finanza islamica - Niente interessi ma grande interesse

A chi rivolta la nostra offerta I servizi offerti da Deloitte in materia di nanza islamica sono rivolti principalmente a: Istituzioni Finanziarie convenzionali (FI) che vogliono integrare il proprio business con lofferta di servizi e prodotti di nanzia islamica. Societ Corporate che vogliono raccogliere fondi per nanziare il proprio business attraverso prodotti di nanza islamica. Pubblica Amministrazione che vede la possibilit di nanziare le proprie attivit attraverso prodotti di nanza islamica. Istituzioni Finanziarie Islamiche (IFI) che vogliono entrare nel mercato italiano per offrire i propri prodotti e servizi Shariah compliant a una clientela non solo musulmana.

Principali servizi offerti sulla nanza islamica Le nostre competenze multidisciplinari ed il nostro approccio integrato ci permettono di assistere sia i soggetti interessati a creare unofferta di prodotti di nanza islamica, sia quelli alla ricerca di fonti alternative di nanziamento.

10

Contatti
Il Consulting di Deloitte presente a: Milano, Roma, Torino, Bologna e Treviso. Per maggiori informazioni sui nostri servizi di nanza islamica vi invitiamo a contattare:

Michele Sabatini Partner - Consulting Tel. +39 06 47805603 msabatini@deloitte.it Alberto Liotta Director - Consulting Tel. +39 06 47805705 aliotta@deloitte.it

Visitate i siti: www.islamicnance.deloitte.com www.deloitte.com/it/FinanzaIslamica

Oppure scrivete a: info@deloitte.it

Il Consulting di Deloitte, con un fatturato globale di oltre 6,5 miliardi di dollari, la pi grande realt di consulenza manageriale privata e indipendente del mondo. In Italia Deloitte Consulting S.p.A. opera con uno staff di circa 600 professionisti attivi in cinque ufci e offre servizi che riguardano tutti gli aspetti della gestione direzionale e operativa. Lapproccio proposto dal Consulting di Deloitte quello dellExecutable Strategy, in grado di far conseguire ai propri clienti un valore tangibile, signicativo e capace di durare nel tempo, nalizzato ad anticipare i cambiamenti e a sentirsi continuamente supportati nelle decisioni complesse. Il nome Deloitte si riferisce a una o pi delle seguenti entit: Deloitte Touche Tohmatsu Limited, una societ inglese a responsabilit limitata, e le member rm aderenti al suo network, ciascuna delle quali unentit giuridicamente separata e indipendente dalle altre. Si invita a leggere linformativa completa relativa alla descrizione della struttura legale di Deloitte Touche Tohmatsu Limited e delle sue member rm allindirizzo www.deloitte.com/about. 2010 Deloitte Consulting SpA. Member of Deloitte Touche Tohmatsu Limited Progettazione e creazione Studio Graco Deloitte - Italia - SG.082.10