Sei sulla pagina 1di 1

Urbino

24

VENERD 29 NOVEMBRE 2013

LESTATE DELLALTRO MILLENNIO

DOMANI pomeriggio alle ore 15, nel Circolo sportivo di Torre san Tommaso (ex scuola elementare), Giorgio Londei presenter assieme allautore lultimo libro di Umberto Piersanti, Lestate dellaltro millennio, romanzo edito da Mursia che racconta la storia di due ragazzi, Franco (contadino delle Cesane) e Marco, studente allUniversit di Urbino. Ai partecipanti allincontro verr distribuita una copia omaggio.

DISAGI

Campus scientifico isolato per la neve


I DISAGI creati dalla neve non si dimenticano facilmente. I problemi principali rimangono i trasporti, anche se gli autisti dei mezzi di Adriabus si sono prodigati per soddisfare le richieste degli utenti. Lo sottolinea il responsabile Roberto Lavanna: Abbiamo cercato di provvedere a tutte le esigenze, creando anche percorsi ad personam ove possibile. Dal mattino quando ha iniziato a nevicare gli autisti si sono messi a disposizione fino al tardo pomeriggio. Gli sforzi per si sono fermati dove le strade erano impraticabili. E rimasto isolato il Campus scientifico della Sogesta in localit Crocicchia perch la strada rimasta impercorribile per ore. Lassociazione Fuorikorso ha denunciato i disagi subti dagli studenti: Nonostante la neve sia stata prevista con largo anticipo dai servizi metrologici, il campus scientifico Mattei (ex Sogesta) rimasto isolato ancora una volta per pochi centimetri di neve. La struttura ospita un collegio con 200 posti letto e diversi corsi di laurea del Dipartimento Disteva delluniversit. Da mesi segnaliamo i disservizi di trasporto che in condizioni normali subiscono i ragazzi che studiano e vivono al Sogesta, la situazione diventa inaccettabile in caso di neve. Marted non stato garantito un servizio efficiente. Ci appelliamo alle responsabilit di Universit, Ersu e sindaco nei confronti di un disagio diventato intollerabile. v. b.

NEL MIRINO A fianco la discarica di Ca Lucio, sopra Tarcisio Porto, assessore provinciale allAmbiente

Potenziamento di Ca Lucio, i residenti ricorrono al Tar


IL CASO della discarica di Ca Lucio arriva al Tar. Il Comitato Ca Lucio ha presentato ricorso davanti al Tribunale amministrativo regionale delle Marche contro la delibera della Giunta provinciale n. 182 del 1 agosto 2013, che ha autorizzato lampliamento della discarica. Il ricorso, circostanziato da un ricco fascicolo in cui spicca anche una perizia tecnico-geologica, stato fatto da 37 persone a rappresentanza di 37 famiglie che da anni convivono con i disagi causati dalla discarica costruita vicino alle loro case. Sulle loro spalle cadranno anche le spese legali. La mossa stata ufficializza con una nota: Ci siamo costituiti si legge per contrastare la realizzazione dellabnorme ampliamento della discarica, deciso senza alcun preventivo coinvolgimento della popolazione. La deliberazione provinciale prevede una nuova e pericolosa discarica (con una volumetria di 680mila metri cubi e con un innalzamento di circa 20 metri) su quella gi esistente, che si avviava alla sua naturale conclusione. La prospettiva ha allarmato i cittadini residenti nelle zone circostanti la discarica, che da oltre 20 anni subiscono un deterioramento della qualit di vita e un deprezzamento dei beni immobili. E stata avviata una serie di riunioni e assemblee con la presenza di vari rappresentanti della Provincia, dei Comuni di Urbino, Fermignano e Urbania, durante le quali sono state dimostrate linadeguatezza e la pericolosit del nuovo progetto. In maniera riprovevole si constatato che, a differenza del Comune di Fermignano, che allunanimit ha espresso parere contrario allampliamento della discarica, lAmministrazione comunale urbinate si colpevolmente conformata alla deliberazione della Provincia. Chiusura ad ogni ipotesi di ripensamento stata manifestata dallassessore allAmbiente, Tarcisio Porto, e dai funzionari. Preclusa ogni altra possibilit di bloccare lampliamento della discarica, ben 37 cittadini, tutti residenti vicino la strut-

Presentato il documento da parte di 37 famiglie: Siamo in pericolo


perizia tecnico-geologica che evidenzia, senza alcun margine di dubbio, la pericolosit ambientale di tale ampliamento e la sua totale illegittimit. DELLA questione si parla anche stasera alle 21 nella Sala Serpieri di Collegio Raffaello, in un incontro organizzato dal Movimento 5 Stelle in collaborazione con il Comitato Ca Lucio, il Coordinamento Rifiuti Zero e Progetto Acqua. Nelloccasione il Comitato presenta le motivazioni che lo hanno spinto a presentare ricorso e chi vuole pu sostenere la causa con unofferta. Il dibattito si anima con la proiezione del film documentario Trashed con Jeremy Irons, un viaggio nel mondo minacciato dallinquinamento e una riflessione sulle possibili soluzioni. v. b.

INCONTRO PUBBLICO Vogliamo contrastare la realizzazione di questo abnorme ampliamento


tura, hanno presentato ricorso al Tar per lannullamento della deliberazione. Nonostante il notevole ed indebito carico economico per i ricorrenti, va detto che la decisione di queste famiglie stata presa con ancor maggior convinzione e determinazione, stante il supporto di una circostanziata e preziosa

VOLONTARIATO DOMANI LA CERIMONIA, VERRA INAUGURATO ANCHE UN MEZZO ADIBITO A SALA OPERATIVA

Protezione civile, medaglia doro a Sergio Tempesta


LA MEDAGLIA dOnore del Volontariato verr consegnata domani mattina a Sergio Tempesta da parte del Dipartimento della Protezione Civile della Regione Marche. La cerimonia si terr alle 10 nella sede del Centro operativo comunale della Protezione civile di Urbino in via Gagarin, 6. Il riconoscimento viene conferito ai volontari che hanno raggiunto il 75 anno di et e che abbiano fattivamente operato, per almeno un quinquennio, in attivit di Protezione civile, requisiti soddisfatti in pieno dallimpegno e dal lavoro svolto da Tempesta. Nelloccasione sar anche inaugurato un automezzo in dotazione al Gruppo Operatori CBOM adibito a Sala Operativa Mobile, seguito da una prova di collegamento con le apparecchiature radioinstallate allinterno. In tutti ancora impresso il grande sforzo e lenorme mobilitazione che ha visto impegnati tanti volontari nel nevone di due inverni fa. Lintero territorio stato messo in ginocchio e lattivit della Protezione civile stata determinante.

Sergio Tempesta premiato con medaglia donore al volontariato dalla protezione civile