Sei sulla pagina 1di 6

1

La seconda guerra mondiale Fra i due grandi conflitti armati del secolo XX, la prima e la seconda guerra mondiale, ci sono numerose analogie ma anche numerose differenze. L'analogia principale che entrambi i conflitti hanno avuto un carattere totale, hanno cio impegnato tutte le risorse umane e materiali dei contendenti.(coinvolgimento nella guerra di tutta la societ) La differenza principale che la seconda guerra mondiale ha avuto un carattere pi totale ancora della prima,quasi uno sviluppo Infatti la seconda guerra mondiale stata ben pi estesa, territorialmente i teatri principali delle operazioni sono stati non solo l'Europa, ma il Pacifico e l'Asia orientale. Inoltre, la seconda guerra mondiale ha richiesto una mobilitazione pi ampia di risorse umane e materiali. Mentre la guerra del 1914-1918 fu combattuta solo sui fronti, la guerra del 1939-1945 ha coinvolto largamente i civili, che sono stati oggetto dei bombardamenti aerei e che hanno partecipato alla guerriglia contro i Tedeschi (la Resistenza).Mentre i morti della guerra 1914-1918 si sono aggirati intorno a 10 milioni, quelli della guerra 1939-1945 hanno superato i 45, di cui circa la met civili. Mentre la guerra del 19141918 stata principalmente una guerra di posizione, nella quale i contendenti si fronteggiarono dalle rispettive trincee, la guerra 1939-1945 stata una guerra di movimento, fatta di rapide avanzate e ritirate, rese possibili da un ampio uso di automezzi, carri armati, aerei la cui costruzione richiese sforzi ingenti.Infine,nel 1939-1945 il carattere di crociata ideologica e gli odi reciproci sono stati ben pi forti e marcati rispetto alla prima. I principali contendenti sono stati le potenze fasciste (Germania e Italia) e il Giappone militarista da una parte; le potenze democratiche (Inghilterra e Stati Uniti) e l'Unione Sovietica dallaltra. Il conflitto ideologico tra il nazionalismo esasperato e aggressivo delle potenze fasciste e del Giappone da una parte, e i loro avversari dallaltra, ha assunto i caratteri di una vera e propria guerra a tratti ideologica tra antifascismo e fascismo. Alcune cifre parziali Tra la prima guerra e la seconda guerra mondiale passano 20 anni ! una Apocalisse che mette i brividi in un periodo storico in cui la parola Progresso era allordine del giorno! L'URSS ha avuto oltre 20 milioni di morti, di cui quasi la met civili; la Polonia 6 m. (il 20% della popolazione totale), di cui la maggior parte civili; l'Inghilterra 500 000 , 100 000 civili; la Francia 600 000, di cui 400 000 civili; la Iugoslavia 1600 000, di cui 1000000 civili; la Germania 5 milioni, di cui 500 000 civili; gli Stati Uniti 300 000. La guerra lampo dei Tedeschi: inizio della seconda guerra mondiale La guerra di movimento, detta anche guerra lampo per la rapidit cui conseguiva i suoi obbiettivi strategici, era una invenzione dello stato maggiore tedesco, che la applic con successi strepitosi contro la Polonia e poi contro la Francia. Il nuovo tipo di guerra si basava sull'uso combinato del carro armato e dell'aeroplano e mirava a penetrare con puntate fulminee all'interno del paese nemico, chiudendo le armate avversarie in grandi "sacche" e facendole prigioniere. In poco pi di due settimane la Polonia, nonostante il valore dei suoi soldati, venne sconfitta. Iniziata il 10 settembre 1939, il 18 dello stesso mese la campagna militare era di fatto conclusa.I Tedeschi occuparono la parte occidentale della Polonia. A questo punto entrarono in funzione le clausole dell'accordo Ribbentrop-Molotov, che prevedevano la spartizione della Polonia (accordocon Stalin Agosto 39)). Gi il 17 settembre 1939 l'URSS inizi l'occupazione della Polonia Orientale. Successivamente lURSS si estese in altre regioni ancora: nei tre paesi baltici (Lituania, Lettonia,Estonia), in una parte della Carelia tolta alla Finlandia, nella Bessarabia e nella parte settentrionale della Bucovina tolte alla Romania. Infatti il 30 novembre 1939 lURSS aggred la Finlandia e, dopo una guerra durata fino al marzo 1940, le tolse la Carelia. Gli altri territori furono annessi fra il giugno e l'agosto 1940. Molto si discusso su questo accordo tra Stalin e Hitler ,secondo alcuni il governo Sovietico era cosciente dellaggressione prossima da parte tedesca ,tale accordo sarebbe servito a rallentarne la realizzazione secondo altri Stalin non aveva previsto lattacco di Hitler e ne sfruttava gli accordi per estendere i propri confini .Ricordiamo comunque che ancora nel 38 Inghilterra e Francia avevanoconcluso un accordo con Hitler "concedendogli" parte della Cecoslovacchia (Accordo di Monaco -1938),anche in questo caso grande la discussione tra gli storici sul significato di questi accordi.Intanto, nell'aprile del 1940, Hitler aveva invaso la Danimarca e la Norvegia per avere il pieno controllo del Mare del Nord in vista dell'offensiva contro la Francia.Negli anni precedenti Francesi avevano eretto lungo il confine con la Germania un poderoso sistema di fortificazioni, chiamato linea Maginot (dal nome del ministro della guerra che l'aveva progettato). L'esercito francese, insieme a quello inglese, si aspettava l'offensiva contro la linea Maginot. Invece l'esercito tedesco ripet, su scala pi ampia, il piano strategico messo in atto nel 1914. Invase l'Olanda, il Belgio,il Lussemburgo e penetr in Francia dal nord.La campagna sul fronte occidentale, iniziata il 10 maggio 1940, era gi conclusa il 22 giugno successivo con la caduta della Francia e la fine della Terza repubblica.Il successo, che segn infatti l'acme del prestigio di Hitler, era tanto pi strepitoso in quanto la Francia era, a tutti gli effetti, una grande potenza dotata di un esercito poderoso e ben armato. Per comprendere le cause del suo crollo bisogna tener conto sia di motivi strategici che di motivi morali e politici. Motivi strategici: lo stato maggiore francese era rimasto fermo alle concezoni della guerra di posizione del 1914-1918, riteneva il paese sicuro dietro la linea Maginot e fu colto di sorpresa dalla nuova strategia messa in atto dai Tedeschi. Negli anni precedenti solo un

2
militare francese, l'allora colonnello Charles De Gaulle, aveva ammonito sulla necessit di abbracciare la strategia della guerra di movimento, ma la sua voce era rimasta inascoltata. Quanto agli altri motivi, si tenga presente che la Francia fu colta da un cedimento morale perch molti conservatori dicevano apertamente di preferire Hitler ai comunisti. D'altra parte i comunisti, dopo l'accordo Ribbentrop-Molotov, si adeguarono alle direttive di Mosca che mettevano sullo stesso piano Germania e Francia (definite entrambe imperialiste) e indebolirono la difesa del loro paese.Poco dopo la caduta della Francia, i due mesi compresi fra met luglio e met settembre 1940 furono uno dei periodi pi drammatici dell'intera guerra. L'Inghilterra si trov sola a fronteggiare l'enorme potenza della Germania, che dominava le coste atlantiche dell'Europa dalla Norvegia alla Francia. Hitler progett di invadere l'Inghilterra e ne sottopose varie citt (Londra, Coventry e altre) a terribili bombardamenti aerei.Il governo inglese era guidato dal 10 maggio 1940 da Winston Churchill, un conservatore di grandi capacit politiche e animato dalla determinazione di resistere e sconfiggere il nemico. Il popolo inglese non si perse d'animo e la sua aviazione, grazie anche ai primi radar di cui era dotata, ottenne brillanti successi contro i bombardieri tedeschi. A met settembre Hitler aveva perduto la battaglia d'Inghilterra ed era costretto a rinunciare praticamente ai progetti di invasione dell'isola. Il 1 settembre 1939, quando i Tedeschi iniziavano la guerra contro la Polonia, Mussolini aveva dichiarato la non belligeranza dell'Italia nonostante l'alleanza che lo legava alla Germania, Mussolini era stato costretto a questa decisione perch le forze armate del paese, soprattutto l'esercito e l'aviazione, erano in pessime condizioni. Molto materiale era stato logorato nelle due precedenti guerre d'Etiopa e di Spagna e non era stato possibile rimpiazzarlo per difetti di vario tipo: la mancanza di materie prime in conseguenza dellautarchia, la disorganizzazione di vari uffici ed enti, ecc. Tuttavia, quando apparve chiaro che la Francia era ormai vicina al collasso , Mussolini decise di partecipare al conflitto per non lasciarsi sfuggire una parte almeno del bottino. Il 10 giugno 1940 dichiar la guerra un atto che i Francesi hanno giustamente definito una pugnalata alla schiena.Mussolini ambiva a condurre una guerra parallela (cos fu detto)a quella della Germania per ottenere successi in territori non toccati dalla penetrazione del potente alleato: nella Francia meridionale (Nizza e Savoia) nel Mediterraneo (Corsica e Malta), nell'Africa settentrionale e in regioni danubiano-balcaniche. Ma le condizioni disastrose dell'esercito impedirono all'Italia ogni successo militare e trasformarono presto le velleit della Guerra parallela, in uno stato di sudditanza alla Germania gi i pochi giorni di campagna militare sulle Alpi Occidentali contro la Francia avevano messo in evidenza la paurosa debolezza dell'esercito italiano. Solo grazie all'alleanza con la Germania l'Italia risult vincitrice Nel successivo settembre-ottobre fall un'offensiva militare contro gli inglesi sul fronte tra la Libia e l'Egitto. In ottobre Mussolini decise di aggredire la Grecia , ma l'offensiva venne arrestata da questo piccolo e coraggioso Paese e gi alla fine dell'anno poteva dirsi fallita.Per risolvere la situazione fu necessario l'intervento militare della Germania, che nell'aprile del 1941 aggred e sconfisse la Iugoslavia e la Grecia In questo periodo, il 27 settembre, venne firmato a Berlino il cosiddetto Patto tripartito fra Germania,Italia e Giappone.La Germania dovette intervenire anche in Libia per sostenere le pericolanti posizioni dell'Italia. Le forze italo-tedesche, comandate dal generale Rommel, scatenarono con successo un'offensiva nel marzo-aprile 1941 e ottennero vari altri successi, culminati nel giugno del 1942 con la presa di Tobruk. Alla fine dell'agosto successivo le truppe italo-tedesche erano giunte a circa 100 km da Alessandria. Invece l'Etiopia, rimasta isolata, venne presto perduta dall'Italia. Nell'aprile del 1941 gli Inglesi occuparono Addis Abeba. Intanto nel corso del 1941 erano avvenuti due fatti destinati ad essere decisivi per le sorti del conflitto: l'intervento in guerra, a fianco dell'Inghilterra, dell'Unione Sovietica e degli Stati Uniti. Nonostante l'intervento del Giappone, il numero e il valore dei soldati sovietici e le capacit industriali degli Stati Uniti finirono col rovesciare le sorti del conflitto. Basti dire che gli Stati Uniti, produssero durante la guerra qualcosa come 296 000 aerei, 1200 navi da guerra,64 500 mezzi da sbarco.Gi nel dicembre del 1940 Hitler aveva deciso di aggredire l'Unione Sovietica, L'attacco ebbe inizio improvvisamente il 22 giugno 1941 lungo tre direttrici: una diretta in Ucraina, un'altra contro Mosca e un'altra ancora contro Leningrado. Inizialmente l'esercito tedesco parve avere gli stessi successi della guerra lampo che aveva conseguito contro la Polonia e contro la Francia, penetr in profondit nel territorio russo, facendo milioni di prigionieri, assedi Leningrado e attacc Mosca dal 16 novembre al 5 dicembre (battagla di Mosca). Ma intanto era sopraggiunto l'inverno e l'offensiva tedesca si arrest. ( L'assedio di Leningrado dur dal luglio 1941 al gennaio 1943 con sofferenze durissime per la popolazione. Questa diminu fra il 1940 e il 1943 da oltre 3 milioni di persone a circa ). L'offensiva sul fronte russo fu ripresa nel giugno del 1942, diretta questa volta verso il Don e il Volga meridionali, verso il Caucaso e il Mar Caspio. Gli obbiettivi erano: impadronirsi dei pozzi petroliferi del Caucaso e tagliare la via di rifornimento che, attraverso il Golfo Persico, serviva a far giungere in Russia la maggior parte degli aiuti degli Stati Uniti (circa il 10% del materiale militare sovietico). Ma la citt di Stalingrado (oggi Volgograd), sul Volga, attaccata fin dall'agostosettembre 1942, resistette per molti mesi. E proprio la battaglia di Stalingrado, come diremo meglio pi avanti, fu l'episodio risolutivo della guerra fra Germania e Russia. Fin dall'inizio della guerra il presidente degli Stati Uniti Roosevolt aveva manifestato concretamente le sue simpatie per gli avversari delle potenze fasciste. Una legge del 4 novembre 1939, detta cash and carry (paga e porta via), consentiva di vendere in contanti materiale, purch non destinato esplicitamente a fini bellici, lasciando all'acquirente il compito di portarselo via.

3
La legge favoriva l'Inghilterra poich la Germania, che non aveva libert di accesso ai mari, non poteva approfittarne. Nel settembre del 1940, nel momento pi drammatico per l'Inghiterra, Roosevelt cedette a questo paese 50 caccatorpedniere in cambio di alcune basi navali. Nel marzo del 1941 la legge cash and carry fu cambiata in quella affitti e prestiti , grazie alla quale poteva essere venduto materiale anche bellico con pagamento dilazionato (e non pi immediato). Infine Roosevelt manifest in modo ancor pi esplicito le sue simpatie in un incontro con Churchill avvenuto in Terranova il 14 agosto 1941.In questa occasione i due statisti pubblicarono la cosiddetta Carta atlantica, una dichiarazione di principi di politica internazionale basata sulla libert e sulla pace, che riprendeva lo spirito dei 14 punti di Wilson della prima guerra mondiale.Fu per il Giappone che trascin in guerra gli Stati Uniti , aggredendoli di sorpresa .Il 7 dicembre 1941 aerei giapponesi attaccarono la base navale di Perl Harbor (Hawaii), distruggendo buona parte della flotta da guerra Americana .Fino alla primavera del 1942 i Giapponesi avanzarono in Asia e nel Pacifico(Malesia ,Filippine,Singapore ,Indovina, Hong kong ).Gli Stati uniti riuscirono nello stesso tempo ad aggregare numerosi Paesi nella loro lotta, Il 1 Gennaio 1942, 26 Stati sottoscrissero una dichiarazione che riprendeva e ampliava i principi della Carta Atlantica. erano le basi della Organizzazione delle Nazioni Unite. Nonostante alcune vicende alterne, fino agli ultimi mesi del 1942 le armate della Germania e del Giappone ebbero l'iniziativa e conseguirono grandi successi. La Germania dominava tutta l'Europa eccetto lInghilterra, le sue armate avevano raggiunto il Caucaso e, in Africa, l'Egitto il Giappone dominava l'Asia orientale e molte isole del Pacifico.Questa situazione cambi verso la fine del 1942,questo periodo, rappresenta pertanto una svolta cruciale nella guerra, la fine delle avanzate tedesche e giapponesi e l'inizio di un processo inverso che si concluder con la vittoria delle potenze antifasciste.Una delle battaglie pi importanti di tutta la guerra stata certamente di Stalingrado,combattuta accanitamente casa per casa dal settembre del 1942 fino al febbraio del 1943 e conclusasi con la resa di un'intera armata tedesca, comandata dal generale von Paulus. La vittoria sovietica si era gi profilata nettamente verso la fine di novembre del 1942. Da allora l'esercito sovietico inizi l'avanzata che sarebbe terminata a Berlno nell'aprile del 1945. Venne travolto dall'avanzata sovietica anche un corpo di spedizione italiano, che Mussolini aveva voluto inviare sul fronte russo e che arriv sino di 220 000 uomini,male armati e male equipaggiati,per met uccisi o fatti prigionieri Un'altra battaglia importante, oltre quella di Stalingrado, fu la battaglia di elAlamein (Egitto),combattuta fra il 23 ottobre e il 4 novernbre 1942, nella quale l'Ottava armata inglese, comandata dal generale Montgomery, sconfisse gli Italo-tedeschi di Rommel. Pochi giorni dopo, l'8 novembre, un esercito anglo-americano, al comando del generale americano Eisenhower, Comandante supremo delle forze Anglo americane) sbarc in Marocco e in Algeria. Prese fra due fuochi, le truppe italo tedesche,che si erano ritirate in Tunisia, si arresero nel maggio del 1943. Poco tempo prima, fra il 14 e il 26 gennaio, Roosevelt e Churchill avevano avuto a Casablanca un incontro nel corso del quale avevano affermato il principio che la resa dei nemici avrebbe dovuto essere incondizionata.Anche nell'Atlantico avvenne una svolta significativa. Nel corso del 1942, soprattutto della sua prima met, i sommergibili tedeschi affondarono un gran numero di navi mercantili inglesi e americane dirette in Inghilterra. Ma dopo il 1942, con l'introduzione di nuovi sistemi per avvstare e combttere i sommergibili, la navigazione divent sempre pi sicura Fu questa la cosiddetta battaglia dell'Atlantico, durata lungo tutto il corso della guerra ma risoltasi dopo il 1942 con la sconfitta della Germania.Nel campo aereo gli Angloamericani detenevano ormai una superiorit schiacciante e ne approfittarono largamente per sottoporre le citt tedesche e italiane a terribili bombardamenti, intesi non solo a distruggere le industrie, ma soprattutto a fiaccare il morale delle popolazioni.Sul fronte del Pacifico l'arresto e poi il contenimento dell'avanzata giapponese erano iniziati fin dalla primavera-estate del 1942. In seguito a due grandi vittorie conseguite dalla marina americana (nel Mar dei Coralli in maggio, vicino allisola di Mdway in giugno), il Giappone dovette rinunciare ad invadere l'Australia. Ma anche nel Pacifico il vero capovolgimento della situazione avvenne un po' pi tardi, nel corso della durissima battglia che gli americani impegnarono fra l'agosto del 1942 e il febbraio del 1943 per conquistare l'isola di Guadalcanal (arcipelago delle Salomone). La conquista dell'isola segn l'inizio di una sempre pi schiacciante superiorit americana.Si pu concludere su questo punto affermando che la svolta della guerra fu determinata da tre battaglie: Stalingrado in Russia,el- Alamein in Africa, Guadalcanal nel Pacifico.La riconquista e la liberazione dell'Europa dal dominio della Germania ebbe inizio in Scilia,dove gli Anglo-american (gli Alleati, come si chiamavano) sbarcarono nel luglio del 1943.( lo sbarco avrebbe poi provocato la caduta del fascismo e la resa Italiana) Poco dopo, ai primi di settembre , gli Alleati effettuarono un altro sbarco in Calabria e a Salernoi Parono l'Italia meridionale. A Napoli il 27-30 settembre la popolazione insorse contro i Tedeschi in fuga.Tuttavia l'avanzata degli Alleati in Italia fu quanto mai lenta.I Tedeschi si attestarono sull'Appennino centro-merdionale, con Cassno come centro nevralgico, e resistettero per tutto lnverno 1943-1944.Gli Alleati effettuarono uno sbarco ad Anzio nel gennaio del 1944, ma solo il 4 giugno successivo riuscirono ad entrare in Roma. I Tedeschi si attestarono allora su una nuova linea di difesa, chiamata Linea gotica, che attraversava l'Appennino tosco-emilano e che resistette fin quasi alla fine della guerra.Nel 1944 il fronte italiano divent meno importante nella strategia degli Alleati perch ne venne aperto un altro in Francia. Stalin insisteva da tempo per l'apertura di questo fronte, in grado d eserctare una pressione maggiore contro i Tedeschi. Ma Churchill, che gi si preoccupava per la grande

4
potenza conseguita dalla Russia, aveva anteposto lo sbarco in Italia, da dove era possibile tagliare la strada all'avanzata russa verso occidente .La decisone di sbarcare n Francia venne presa nella conferenza di Theran dove Roosevelt, Ghurchill e Staln s ncontrarono dal 28 novembre al10 dicembre 1943.Lo sbarco ebbe luogo sei mesi pi tardi, in Normandia, nella notte fra il 5 e il 6 giugno 1944,sotto il comando d Eisenhower e con uno spiegamento ingente di forze, ammassate precedentemente in Inghilterra: circa 3 mlioni di uomini, 1200 navi da guerra, 6500 mezzi da sbarco , 13000 aerei. Dopo un altro sbarco, di proporzioni minori, eseguito il 15 agosto in Provenza, i Tedeschi dovettero evacuare Parig, che fu liberata il 26 agosto.8Hitler avrebbe voluto distrutta la citt) Sul fronte russo dopo un'ultima offensiva tentata in luglio, i tedeschi erano in piena ritirata. Nonostante limpiego di nuove armi,(Missili) la situazione della Germania sottoposta a continui e devastanti bombardamenti aerei, divent disperata in autunno. Tuttavia la difesa si protrasse ancora per molti mesi, finoalla primavera del 1945. Il 30 aprile 1945 Hitler si suicd, mentre le truppe sovietiche erano ormai padrone di Berlino.Il 7 maggio la Germania capitol senza condizioni. Il giorno successivo la guerra in Europa della Germania finita.Nel Pacifico i Giapponesi ,allo stremo, fecero uso dei Kamikaze(Piloti suicidi), nel novembre del 1944 l'aviazione americana inizi a bombardare Tokyo. L'invasione del territorio giapponese cominci con la conquista dell'isola di Okinawa, in seguito a una battaglia durata dall'aprile al giugno 1945 e costata oltre 100000 morti giapponesi e 11000 americani. Tuttavia la conqusta completa del territorio giapponese s prospettava ancora come una impresa lunga, dfficile e costosa in termini di vte umane. Fu allora che il nuovo presidente degli Stati Uniti, Harry Truman, succeduto a Roosevelt, morto improvvisamente il 12 aprile, il 13 per porre fine alla guerra decise di usare la bomba atomica. Questa era stata messa a punto dagli scienziati in luglio:il giorno 16 era avvenuta la prima esplosione atomica sperimentale. Furono lanciate contro il Giappone due bombe atomiche: una, il 6 agosto, sulla citt di Hiroshima,dove si ebbero 90 000 mort; un'altra, il 9 agosto, sulla citt di Nagasak, con effetti analoghi. Il 15 agosto 1945 il Giappone si arrendeva. La seconda guerra mondiale era terminata. Durante la guerra la Germania, che raggiunse l'apogeo della sua potenza nel 1942, riun nelle sue frontiere quasi tutte le regioni popolate da Tedeschi (Austria, Sudeti ecc.) e cont quasi 100 mlioni di abitanti. Il Nuovo Ordine (cos fu chiamato) che la Germania intendeva imporre all'Europa cre nei territori slavi alcuni protettorati, in realt vere e proprie colonie, come la Boemia-Morava, la Polonia,l'Ucraina ecc. Nei progetti di Hitler tutte le regioni slave dovevano trasformarsi in colonie agricole della Germana. In queste regioni l comportamento dei Tedeschi fu particolarmente efferato. In Polonia, per esempio, Varsava venne rasa al suolo e la comunit ebraica, la pi numerosa d'Europa con oltre 3 milioni di persone, fu quas del tutto stermnata (negli altri paesi riusc a salvarsi una percentuale un po' superore di Ebrei).Nell'aprle del 1943 i 40 000 Ebrei del ghetto di Varsavia insorsero contro i Tedeschi e furono tutti massacrati.Oltre ai protettorati, c'erano paesi posti sotto il controllo militare tedesco, come la Norvegia, la Danmarca, l'Olanda, l Belgio, la parte della Francia occupata, la Iugoslavia, la Grecia. E c'erano i paesi satelliti, cio paesi retti da regimi fascisti o fascistizzanti e strettamente subordinati alla Germania, come l'Italia, l'Ungheria, la Slovacchia, la Romania, la Bugaria, la parte della Francia che non era stata occupata e che era retta da un governo stabilitosi a Vichy sotto la presidenza del generale Ptain. Col regime di Vichy parve rinascere la Francia antilaica,antisocialista, antidemocratica, antisemita, cheaveva avversato Dreyfus e poi il Fronte popolare. Su queste basi Ptain cerc di dar vita a un regime, ispirato a un chiuso conservatorismo, che intendeva esaltare, nelle intenzioni, i diritti del lavoro, della famiglia e della patria.Gl anni del dominio nazista furono per l'Europa fra i pi cupi dell'intera sua storia, per la fame, la generale durezza delle condzioni di vita, i bombardamenti aerei, l terrore che gli eserct tedeschi spargevano contro tutti, e non solo contro le cosiddette razze inferiori(ebrei ,slavi..). Il Nuovo ordine intendeva porre tutte le risorse materiali e umane dellEuropa al servizio della Germania e del suo sforzo bellico. Per procurarsi manodopera venivano fatte in tutti i Paesi retate che catturavano gli uomini,portati poi in Germania dove erano costretti al lavoro . Nel settembre del 1944 cerano in Germania oltre 7 milioni e mezzo di lavoratori stranieri, la maggior parte presi in retate , e circa 2 milioni di prigionieri di guerra addetti al lavoro .Questo sistema pu essere a buon diritto considerato come la forma pi brutale di dominazione che limperialismo abbia conosciuto. Esso aveva tuttavia una sua mostruosa razionalit . tanto vero che consent allindustria tedesca di aumentare la produzione,nonostante i bombardamenti aerei ,fino al 1943/44 Con i Paesi accupati in Asia il Giappone nel 1941/42 sembrava avesse finalmente risolto il problema delle materie prime necessarie alle sue industrie .Quei Paesi ne erano ,infatti quanto mai ricchi. Basti pensare che producevano il 95% del caucci mondiale,il 90 % della canapa ,il 70% del riso ,il 95 dello stagno. Tuttavia il Giappone pot sfruttare solo in piccola parte queste risorse , perch dovevano essere trasportate via mare e ben presto gli Stati Uniti conseguirono il dominio del mare , il dominio giapponese f quindi da questo punto di vista menno efferrato di quello tedesco in Europa. Esso contribu anche a far nascere un diffuso sentimento nazionalistico, in molte regioni, di tipo anticoloniale (Cina e Vietnam) La Resistenza in Europa In numerosi paesi d'Europa la parte migliore del popolo lott con le armi contro gli occupanti tedeschi e contro i fascisti locali, che collaboravano con i Tedeschi e furono chiamati collaborazionisti .

5
La lotta ebbe luogo con attentati e colpi di mano nelle citt; con la formazione di bande d combattenti,detti partigiani , nelle campagne, nei boschi e nei monti.Il vecchio Antifascismo si univa a quello nato alla fine degli anni tenta e durante la guerra stessa quando molti cittadini compresero la drammaticit della situazione e le menzogne del regime Fascista. Ancora oggi si sente dire che lunico errore imperdonabile di Mussolini f lingresso nella seconda guerra , quasi a Giustificare il Regime precedente di fronte ad un disastro inequivocabile .In realt la seconda guerra mondiale f la logica conseguenza di un regime politico che aveva fatto dellaggressione e del militarismo una ideologia fin dalle origini e della guerra (Spagna ,Etiopia,Albania.LImpero) uno strumento di politica internazionale.Nella stessa Germania l'andamento disastroso della guerra ndusse alcuni conservatori di sentimenti antinazisti e alcuni alti ufficial a ordire un attentato contro la vta di Hitler un attentato, che ebbe luogo il 20 luglio 1944. Hitler, scampato alla bomba che avrebbe dovuto ucciderlo, si vendic facendo condannare a morte nei mod pi barbari i membri del complotto. In Germania l'attentato a Hitler rimase un fatto isolato e l'avversione contro fl nazismo coinvolse in modo molto marginale la popolazione. Invece negli altri paesi parteciparono alla Resistenza ampi strati della popolazione, Tutte le classi furono presenti, anche se il contributo pi grosso lo diedero quelle popolari. Dopo l'aggressione tedesca contro l'Unone Sovietica nel giugno 1941, i comunisti furono in prma fila nella lotta armata, allora ebbe inizo la Resistenza in Iugoslavia, in Francia e nei territori dell'Unone Sovietica occupat dai Tedeschi.Ma la Resistenza non fu una lotta tra Comunisti e Fascisti secondo una vulgata grossolana ma tra Antifascisti e Fascisti ,nel primo fronte vi erano forze variegate nellambito di un contesto internazionale .Non priva di contraddizioni in un contesto spesso difficilissimo e tragico essa diede voce a realt sociali e nazionali soffocate dal Nazifascismo. In particolare in Italia le forze partigiane diedero nel contesto internazionale una dignit non solo diplomatica ad un Paese che non poteva avere molto da dire nel dopo guerra. Oltre che in questi paesi, la guerriglia partigiana acquist poi grande importanza in Grecia, n Polonia e in Italia. In Francia la personalit maggiore della Resistenza fu il generale Charles De Gaulle, che era un conservatore. In Iugoslavia invece la Resistenza fu guidata e vinta dai comunisti di Tito (losip Broz), Le azioni dei partigiani provocavano la rappresaglia dei Tedeschi sulle popolazioni. Forse il pi grosso massacro fu quello compiuto nel maggio- giugno 1942 nel villaggio di Lidice (Boemia); in seguito all'attentato compiuto contro un alto gerarca nazista, furono dapprima passate per le armi quasi 2000 persone e quindi massacrati tutti gli abitanti del villaggio. In Polonia le forze della Resistenza ammontavano nel 1944 a ben 400 000 uomini, in maggioranza d sentimenti anticomunsti. All'approssimarsi a Varsavia dell'esercito sovietico, essi diedero vita a una nsurrezione anti tedesca nella citt. Ma poich erano anticomunist, l'esercto sovietico ebbe l'ordine di non aiutarli, anche per non esporsi a un eventuale contrattacco tedesco. Gli insorti lottarono disperatamente dal 1 agosto al 2 ottobre 1944, finch furono liquidati dai Tedesch, La Resistenza in Italia L'andamento disastroso della guerra, culminato con lo sbarco alleato in Sicilia, aveva provocato la caduto del fascismo ad opera di due congiure parallele: una ordita da una parte dei gerarch fascisti, guidati da Dino Grandi; e un'altra ordta dal re Vittorio Emanuele III. Nella notte fra il 24 e il 25 luglio 1943 il Gran consiglio del fascismo, riunito n seduta, mise in minoranza Mussolini, che la sera del 25 venne arrestato per ordine del re. Contemporaneamente il re nomin capo del governo il generale P.Badoglio.Il re e Badoglio aspravano a liberars dal fascsmo e uscire dalla guerra a fianco della Germania, ma avevano due fortissimi timor: il timore del popolo, nel quale andavano crescendo i fermenti comunisti e repubbcani; il timore della Germania, largamente presente con le sue truppe in Italia.Preso fra queste due paure, Badoglio cominc a smantellare apparati della dittatura fascsta, ma represse duramente, talora con morti e feriti, ogni manifestazione popolare antfascista; contemporaneamente intavol trattatve segrete con gli Alleati, che si conclusero con l'armistizio firmato a Cassibile (Sracusa) il 3 settembre 1943 e reso pubblico il giorno 8 settembre Alla notizia dell'armistzo Tedeschi occuparono mliarmente lItalia centro-settentrionale. Il re,Badoglio, gli alti ufficiali fuggirono da Roma e si rifugiarono presso gli Anglo-amercani nell'Italia meridionale. Lsercito, abbandonato a se stesso senza ordini precisi, si sfasci. Solo a Roma gruppi di militari e di civili tentarono una breve resistenza contro i Tedeschi. Fra le truppe italiane stanziate fuori del paese, solo i presidi di Corf, di Cefalona e di altre isole greche resistettero con eroismo all'attacco dei Tedeschi e, sopraffatti, vennero da questi sterminati. Mentre il grosso della flotta militare riusciva a rifugiars a Malta, numerosi soldati e ufficali dell'esercto vennero fatti prigionieri e inviati in Germania. Altri presero la via dei monti, si unirono ai gruppi di antifascisti e inziarono la Resistenza. La data dellotto (8) Settembre rimane una data fondamentale nella storia del nostro Paese uno spartiacque fra il prima e il dopo. Mussolini, liberato dai Tedeschi, diede vita nell'Italia settentrionale ad un regime fascista in veste repubblicana: la Repubblica Sociale Italia detta Repubblica di Sal (dal nome della localit dove rsied il governo. Fu un governo fantoccio nelle mani dei Tedeschi,(anche se la cosa venne sempre negata dai Fascisti ) che collabor con questi alla repressione della lotta dei partigiani.La Resistenza assumeva cos aspetti di guerra civile e non poteva essere diversamente in un Paese dove un regime aveva fatto della Patria un culto negando ogni differenza che solo una idea Democratica di Nazione poteva concepire,si scopriva cos

6
che di Italiani c ne erano tanti e diversi . Una idea di Patria fanatica e razzista egemonizzata dai tedeschi che aveva come fine linstaurazione di un regime assimilabile a quello di Hitler continuatore del ventennio fascista, e una nuova idea di nazione con diverse tendenze democratiche compresa quella Europeista, che ripudiava la guerra come strumento di offesa e ipotizzava un cambiamento in senso democratico del Paese.Dal canto suo, il governo di Badoglio dichiar guerra alla Germana (13 ottobre 1943).Ma la lotta contro i Tedeschi e i fascist fu condotta dai partigiani,sotto la guida di organismi sorti spontaneamente ad opera dei partt antifascsti, che s erano ricostituiti dopo il 25 luglo 1943. Quest organismi furono i Comitati d liberazione nazionale (CLN). Il primo CLN si form a Roma il 9 settembre 1943, mentre il re e Badoglio fuggivano. Le forze partigiane alla fine della guerra, nel 1945, comprendevano 200.000 uomini ed ebbero un numero altissimo di caduti (valutat su 50-70 000). Crearono per qualche tempo delle zone libere nell'Italia settentrionale, arrivarono a tenere impegnate fino a 8 divisioni tedesche e collaborarono attivamente con gli Anglo-americani nella liberazione di Firenze (agosto 1944) e poi nella liberazione delle citt settentrionali (aprile 1945).Anche in Italia i Tedeschi eseguirono rappresaglie feroci. In seguito a un attentato che provoc la morte di 32 militari tedeschi a Roma (via Rasella, 23 marzo 1944), 335 prigionieri furono massacrati alle Fosse Ardeatine . Nel comune di Marzabotto in provincia di Bologna, tra il 29 settembre e il 1 ottobre 1944 vennero trucdate 1830 persone.La guerra termin in Italia il 25 aprile 1945. Mussolni fu catturato dai partigiani mentre cercava d fuggre e giustiziato con altri gerarchi del fascismo. Fu durante la Resistenza che l'antifascismo cess di essere un fatto di piccole minoranze, come era stato fino allora, e venne abbracciato da grandi di masse del popolo italiano. Inoltre, una caratteristica della Resistenza italiana fu la particolare importanza che vi ebbero gl operai. Le fabbriche del Nord furono teatro di possent scioperi a carattere non solo rvendcatvo per ottenere salari pi alti e condizion di vta meno disagiate, ma anche a carattere politico antitedesco e antifascista. Sono da ricordare sprattutto gli scioperi che ebbero luogo nel marzo del 1944 a Torno, Milano e Genova. La forza preponderante di socialisti, comunisti e delle tendenze repubblicane impensieriva Churchill, che sosteneva invece il re. Con l'arrivo in Italia del capo del Partito comunista, Palmiro Togliatti,rientrato dalla Russa nel marzo del 1944, si giunse ad una temporanea intesa fra tutti gli antifascisti, sia repubblicani che monarchici.Nel dicembre successivo le bande partigiane vennero ufficialmente riconosciute dagli Anglo-americani e poste sotto il comando del generale Raffaele Cadorna con due vicecomandanti politici: Luigi Longo, del Partito comunista, e Ferruccio Parri, del Partito d'azione. Questo era un partto nato pochi anni prima, che intendeva riallacciarsi alla eredit di Carlo Rosselli e unre i migliori fermenti della tradizione socialista e d quella liberale.Nel complesso l'intesa fra tutte le forze antifasciste funzion bene durante la Resistenza. Ma, al di l dell'intesa, andavano anche profilandosi contrasti sempre p profonde tra gli antifascisti di sinistra (comunisti, socialisti, Partito d'azione) e gli antifascisti moderati, raccolti intorno al Partito liberale e al Partito cattolico, rnato in quegli anni col nome di Democrazia crstiana. Queste divergenze riflettevano due mod diversi di concepire la Resistenza, le cui conclusioni nelle prospettive dei tre partiti di sinistra avrebbero dovuto essere pi avanzate sul piano del rinnovamento sociale e politico del paese. Ma quelle divergenze riflettevano anche lo stato delle relazon tra URSS e gli Anglo-americani. Infatti i comunisti erano particolarmente legati all'URSS, i democristiani e liberali invece erano particolarmente legati agl Anglo-americani. Le relazoni fra l'URSS e gli Anglo-americani andarono peggiorando nel corso del 1944. Per smussare gli attriti e assicurare la continuit della collaborazione, i capi di governo delle tre potenze della coalizione antifascista si riunirono altre due volte, dopo la conferenza di Teheran ricordata sopra: si riunirono a Yalta fra il 4 e l11 febbraio 1945; e a Potsdam, dopo la sconfitta della Germania, fra il 17 luglio e il 2 agosto 1945 (nel frattempo Roosevelt era morto e gli Stati Uniti furono rappresentati da Truman). La coalizione antifascista rimase in vigore, ma il risultato delle divergenze fu una progressiva tacita accettazione reciproca della divisione dell'Europa in due sfere d'influenza, la cui linea di demarcazone passava attraverso la Germania: una sfera occidentale riservata agli Anglo-americani e una sfera orentale alla Russia. Particolare rilievo assunse, in questo contesto, un incontro fra Churchill e Stalin che ebbe luogo a Mosca nell'ottobre del 1944. Nel corso dell'incontro i due statisti delinearono le influenze dei rispettivi paesi nei Balcani: Romania e Bulgaria furono assegnate alla zona di influenza sovietica, la Grecia alla zona di influenza inglese; in Iugoslavia e in Ungheria fu deciso ci sarebbe stata una parit di influenza sovietica e inglese. In realt tutti i paesi balcanici caddero poi sotto l'influenza sovetica, ad eccezione della Grecia, dove per il governo, sostenuto dalle truppe inglesi, dovette combattere a lungo contro i partigiani comunst. La Resistenza ebbe quindi un carattere Europeo ,essa fu nel complesso una lotta e una cultura contraria al Totalitarismo Nazifascista ,che rifond in senso democratico le vecchie Democrazie liberali Europee, ebbe direttamente o direttamente il coinvolgimento di migliaia di cittadini spesso di origine popolare, ma vide anche il coinvolgimento di gruppi notevoli di intellettuali che a differenza della prima guerra mondiale scoprirono il valore dellimpegno nella societ civile e ipotizzarono una nuova cultura, molto pi cosciente dei problemi sociali e lontana da posizione aristocratiche ed estetizzanti. Essa diede al popolo italiano almeno in parte la possibilit di avere un ruolo a livello internazionale quantomai dignitoso,gravissime erano agli occhi di mezzo mondo le responsabilit dell'Italia e degli Italiani. http://digilander.libero.it/davis2/lezioni/index.htm