Sei sulla pagina 1di 2

st ampalibera.

com

http://www.stampalibera.com/?p=51701

DIGNITA CERCASI LA LEZIONE VENEZUELANA


La Rivoluzione non sar Tele t rasmessa (60 min. Venezuela Aprile 2002) Un document o st raordinario. Quando la relt supera la f inzione cinemat ograf ica. Una t roupe europea, impegnat a a f ilmare il moviment o bolivariano, si t rovat a ad essere involont aria t est imone e cronist a del colpo di St at o con cui la cosiddet t a opposizione democrat ica prov a rimuovere il governo venezuelano del president e Hugo Chavez. Il governo golpista di Pedro Carmona (presidente della Confindustria venezuelana) dur appena tre giorni, spazzato via dalla mobilitazione popolare che impose il ritorno di Chavez e dalla scelta del grosso dellesercito di restare fedele alla Costituzione, ma f u inizialment e riconosciut o come legit t imo dagli Usa, dal governo Aznar in Spagna e dai Ds (PD) in It alia. ( Si capisce di chi propriet il DS -PD?) Nel filmato apprezzabile anche il ruolo golpista giocato dai mass-media venezuelani. Nessuna delle televisioni golpiste per fu chiusa. Dopo anni non furono rinnovate le licenze per le frequenze nazionali in chiaro a Rctv, facendo gridare ai democratici di tutto il mondo (magari gli stessi che appoggiavano il golpe) allo scandalo e allattentato al pluralismo dellinformazione Quest o f ilmat o commuovent e molt o import ant e ed da vedere assolut ament e. Ci dice che i criminali servi delle banche possono essere cacciat i, ci insegna che il popolo deve essere sovrano e vigilare. Lo sventato colpo di stato in Venezuela ci apra gli occhi. In Italia, come fu tentato in Venezuela, una cricca di vecchi personaggi collusi con il mondo finanziario globalista, imposti dal presidente Napolitano (uomo PCI- DS- PD, detto anche lamericano), ha preso il potere e sta impoverendo, spogliando la nazione di ogni bene di valore. E UN GOVERNO COMPOSTO DI GENTE MAI ELETTA, CON UN PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ANCHE LUI NON ELETTO DAI CITTADINI. Citttadini che oggi sono scippati dei loro poteri di scelta e tenuti in pugno con il ricatto monetario, economico e fiscale. E un Golpe vero e proprio con un capo di Sato che non permette le elezioni libere. DEMOCRAZIA IN ITALIA UNA PAROLA SENZA SENSO. Roba per ingenui lettori-spettatori psicologicamente distrutti dalla propaganda martellante dei media di regime, sia essa televisiva che cartacea.

Il piano per lItalia che diventi una nazione del terzo mondo, da depredare ferocemente, dove il potere economico militare possa decidere sulla vita di noi tutti. PER FARE QUESTO HANNO MESSO LE MANI SU TUTTE LE FONTI DI INFORMAZIONE, agenzie stampa per prime, TOLLERANDO, SOLO TOLLERANDO, LE DIVERSIT DI OPINIONE ESPRESSE ATTRAVERSO INTERNET, nella consapevolezza della loro scarsa penetrazione nel tessuto sociale, nel LORO TOTALE CONTROLLO E NELLA CERTEZZA DELLA FRANTUMAZIONE e quindi impotenza a riunirsi in FAZIONI POLITICHE RESISTENTI. Le falsit in televisione, viste nel filmato, ricalcano fedelmente le metodiche comunicative criminali che il Regime ci sta propinando per farci appoggiare una invasione della SIRIA (vedi quando sostengono che Chavez ha fatto sparare sul popolo). Fu la stessa farsa nella guerra di sterminio e spoliazione irachena del 94 e la guerra di devastazione della Libia. In tutte le guerre in Medio Oriente hanno sempre addossato al governo legittimo la paternit di stragi, stragi compiute dai loro terroristi e tagliagole, mercenari abietti che uccidono per il gusto di uccidere, armati ci dicono fonti ufficiali siriane che hanno catturato i terroristi da Israele, addestrati in Turchia, pagati da Francia e Regno Unito, Qatar e Arabia Saudita. E di questi giorni loscuramento del satellite per telecomunicazioni che dava voce della Siria libera proprio come realizzato in Venezuela ed in Libia dove la disinformazione diventata finction, arrivando ad allestire in Qatar un gigantesco set cinematografico, una falsa Piazza Verde di Tripoli dove, ingaggiate delle comparse che inneggiavano ad una Tripoli liberata, hanno potuto sostenere che la citt era caduta provocando cos la resa di quanti hanno consideerato la guerra ormai persa. I criminali mondialisti stanno passando alle maniere forti, dopo aver derubato ogni bene dei governi sovrani di Iraq, Iran e Siria depositati nelle banche europee, si sono decisi di imporre il grande silenzio per poter affondare col coltello della disinformazione criminale su quella nazione martoriata che gi ospitava circa un milione e mezzo di civili iracheni salvati dallinvasione subita dal loro paese. Se i vostri soldi cari lettori vi impediscono di essere rivoluzionari, almeno le vostre idee non siano vendute al diavolo. Vi chiedo un atto di orgoglio e dignit. Stampate gli articoli di Stampalibera e lasciateli nei bar e nelle edicole, come nelle stazioni ed ogni luogo di transito. Fate girare questo video per favore, per amor di giustizia, ad amici, ad aziende, fate si che quanta pi gente possibile possa rendersi conto di quello che sta succedendo. Dei metodi che usa la cricca di criminali al potere. La gente deve sapere, capire, ORA, ADESSO o fra poco tempo sar troppo tardi. I prossimi nelle mire dei mondialisti guerrafondai potremmo (ma potrei usare il futuro al posto del condizionale) esssere noi, volenti o nolenti. Tanto, il nostro oro gi nelle loro banche e dei soldati di leva disposti a conbattere per la Patria non ne abbiamo pi e quindi i mercenari lavoreranno solo per coloro che li pagano ovvero le Banche. Fine