Sei sulla pagina 1di 1

18 DIRITTI&SOCIET/ SCUOLE IMPEGNATE

Uno sportello per gli immigrati, Massimiliano Arena: Offriamo orientamento legale

sabato 16 febbraio 2013

Avvocati di strada, ecco Diritti a sud


Uno dei problemi pi diffusi tra gli immigrati che arrivano in un nuovo Paese la difficolt a trovare casa. Si tratta spesso di stranieri che non sanno cosa fare, che non hanno quindi un orientamento. Ad andargli incontro c ora il progetto Diritti a sud che verr realizzato nel corso del 2013 dallAssociazione Avvocato di strada Onlus. Il progetto, finanziato dalla Fondazione con il sud con 15mila euro e della durata di un anno, ha lobiettivo di potenziare e far crescere la rete degli sportelli di Avvocato di strada presenti nel Sud Italia e coinvolger le citt di Bari, Catania, Foggia, Lecce, Palermo, Salerno e Taranto. Il fenomeno dei senza tetto, tradizionalmente pi conosciuto nelle citt metropolitane del Nord, a causa della profonda crisi economica si diffuso anche al Sud, e pone nuovi e difficili questioni. Nel corso dellanno nelle citt coinvolte verranno realizzate numerose iniziative: corsi di formazione destinati a volontari e operatori pubblici e privati, convegni, una campagna di sensibilizzazione sul tema dei diritti e dellesclusione sociale, e altri momenti di sensibilizzazione. A Foggia lo sportello dellAvvocato di Strada nato nel 2005, in collaborazione con lassociazione di volontariato Fratelli della Stazione, con lobiettivo di fornire assistenza gratuita ai senza fissa dimora e agli immigrati che non possono usufruire del beneficio del gratuito patrocinio a spese dello Stato a causa della mancanza del requisito della residenza anagrafica. Siamo il secondo sportello pugliese dopo Bari ci dice al telefono Massimiliano Arena, coordinatore dello sportello Avvocato di Strada Onlus Foggia una volta alla settimana riceviamo presso lHelp Center della stazione perlopi senza fissa dimora, italiani e stranieri, a cui offriamo orientamento legale. Non prendiamo mandati professionali, una regola che ci siamo dati, ma facciamo solo orientamento dicendo cosa devono fare, dove devono andare e a chi rivolgersi. Duecento circa le persone che si rivolgono ogni anno allo sportello, di cui l80% circa sono stranieri senza permesso di soggiorno o per problemi col datore di lavoro che non paga contributi o stipendio, ma aumentano sempre di pi gli italiani che da un giorno allaltro si ritrovano senza una casa, per problemi spesso di natura economica. Allo sportello lavora un segretario, Antonio De Feudis, che viene stipendiato con i soldi del finanziamento, e ad affiancarlo ci sono avvocati, praticanti e laureandi in Giurisprudenza che prestano la loro opera volontariamente e senza alcun compenso. Ci auguriamo di dare continuit al progetto, con fonti di finanziamento

locali o con la prosecuzione dei finanziamenti della Fondazione con il Sud ci dice ancora Arena con i soldi ricevuti per il 2013 riusciremo a riammodernare la sede anche per quanto riguarda lhardware e il software, riusciamo a dare lavoro ad un ragazzo che smister i vari appuntamenti a seconda che si tratti di civile, penale o famiglie, e daremo la possibilit ai volontari che si affacciano allo sportello di frequentare corsi di formazione sul diritto allimmigrazione e sul diritto dei senza fissa dimora.