Sei sulla pagina 1di 2

Le osservazioni che seguono non sono state fatte per il gusto delle solite previsioni a posteriori, ma perch la carta

in questione dimostra con grande evidenza limportanza delle mutue ricezioni, che a mio giudizio dovrebbero essere maggiormente considerate dagli astrologi. Ecco dunque la carta eretta per il momento dell Habemus Papam del 19 aprile 2005.

Notiamo innanzitutto che Giove sorto da pochi gradi (il sorgere esatto di Giove avvenuto pi o meno in concomitanza con la fumata bianca avvenuta poco prima). Un primo elemento di incertezza la retrogradazione di Giove, ma di per s non certo sufficiente a far pensare a dimissioni anticipate. Notiamo per che Venere, signora dellAc, sotto i raggi del Sole, e pur essendo in separazione dal Sole si accinge a diventare combusta (in quel momento, essendo il Sole in un segno diverso, Venere non tecnicamente combusta, in quanto un pianeta per essere combusto deve trovarsi non soltanto entro 830 dal Sole, ma anche nello stesso segno del Solema poich il Sole stava per entrare anchesso in Toro, Venere stava per diventare combusta, cosa molto significativa in quanto si tratta del signore dellAc). Ma soprattutto da notare la culminazione di Saturno, che in esilio e in mutua ricezione per esaltazione con Giovee questo forse lelemento pi significativo di tutti. Come ho infatti avuto modo di spiegare in un recente articolo pubblicato su Linguaggio astrale, la mutua ricezione crea tra i due pianeti una sorta di fungibilit o interscambiabilit, con la conseguenza che qui Saturno assume anchesso significato sul Papa in virt della sua mutua ricezione con Giove, e la sua culminazione nel segno del suo esilio indica appunto una sorta di discesa o abbassamento da una posizione di potere. Oggi 11 febbraio 2013, giorno dellannuncio delle dimissioni, Venere di nuovo sotto i raggi e diventer combusta il 26 febbraio, cio due giorni prima delle effettive dimissioni (soltanto quel giorno, infatti, Venere entrer nello stesso segno del Sole). Inoltre Giove ha appena perfezionato il quadrato celeste con Marte, e Giove in esilio e stazionario (anche il passaggio di Giove dal moto retrogrado a quello diretto indica un cambiamento). Da notare che anche stavolta Giove coinvolto in una mutua ricezione, e anche adesso il pianeta in questione in debilit essenziale: si tratta infatti di Mercurio in esilio caduta. Ma dobbiamo prestare una particolare attenzione anche a Saturno, visto che questo pianeta era in mutua ricezione con Giove al momento dellelezione. Ebbene, al momento dellannuncio Venere (signora dellAc della carta dellelezione) era in esatto quadrato celeste proprio a Saturno (il pianeta che in quella carta annunciava le dimissioni) e Saturno di transito in controparallelo a Venere radix. Inoltre anche Saturno si trova in una fase di cambiamento, in quanto stazionario sul punto di diventare retrogrado, quindi in un certo senso esprime ancor meglio di Giove la natura della decisione del Papa. Del resto Saturno significa per natura le rinunce di ogni tipo, e quindi, stante la mutua ricezione originaria, si presta meglio di Giove a descrivere il Papa nella sua veste di dimissionario. Tutto questo mi sembra che conferma in modo evidente la grande importanza delle mutue ricezioni. La mutua ricezione originaria tra Giove e Saturno ha instaurato tra i due pianeti un legame che non mai venuto meno, e in virt di essa il Papa rappresentato anche nei transiti celesti non soltanto da Giove, ma per certi aspetti anche da Saturnotutto ci fino alla fine, cio fino al momento in cui la mutua ricezione in questione ha prodotto il suo effetto pi importante, cio le dimissioni anticipate (Saturno) del Papa (Giove). Chi interessato allastrologia oraria ed elettiva trover forse interessante visitare il mio sito www.astrologiaprevisionale.net