Sei sulla pagina 1di 34

IO NON HO PAURA _____________________ RAGAZZI CORRONO NEL CAMPO SQUITTIO DI TOPI. RUMORE DI GOCCE D'ACQUA CORVO GRACCHIA Michele!

Maria! NEL CAMPO Sono caduta! Salvatore dice: Dove vai? Si sono rotti! Te l'avevo detto di non venire. E adesso? Ci mettiamo lo scotch. Vieni. Michele dice: Dai, Maria, corri! Che schifo! Sono passati di qui. ---MICHELE E SUA SORELLA ARRIVANO ALLA CASA NEL CAMPO c' una casa! Salvatore dice: Complmenti. Finalmente ce l'hai fatta! Mia sorella si era fatta male. E gl altri? Sono andati gi. E chi ha vinto? Chi ha vinto? Il Teschio. CORVO GRACCHIA Teschio dice: Sto posto mio. Michele dice: Come, tuo?

Teschio dice: mio perch l'ho visto per primo. Le cose sono di chi le vede per primo. Chi fa la penitenza? Sei arrivato ultimo e tocca a te fare la penitenza. Io mi sono dovuto fermare perch mia sorella si era fatta male. Hai perso. A chi tocca fare la penitenza? A lei! Non e giusto, tocca sempre a me. Facclamo la votazione, no? Non puo decidere sempre tutto lui. Facclamo la votazione. Io dico che tocca a te. Pure io. Pure io. Pure io. Pure io. Visto? Che devo fare? Ce la devi far vedere. Te io puoi scordare. Cos'e che ci deve far vedere? Ssst. Hai perso e lo fai. No. No? E non dite niente voi? Va bene. Pero non ci vengo pi con voi. Stronzi! Che fai, piangi? No, non piango. Ferma!

La faccio io. Io sono arrivato per ultimo. ---41 ENTRANO IL GRANAIO Cazzo! Ci devi camminare sopra. (bisbiglando) Lui era l'uomo lucertola.. ..e poteva anche camminare sui muri. (bisbiglando) E poi diventa l'uomo di vetro, se cade si spezza. Che dici? Niente. Teschio dice: Adesso attccati al ramo e scendi. ---48 I BAMBINI STA RITORNANDO A CASA Maria dice: Michele,.. ..dammi gl occhial. Mi sono caduti. Mamma ti ammazza. Aspetta qua! MICHELE RITORNA AL GRANAIO CORVO GRACCHIA. RUMORE DI LAMIERA. Una grotta piena d'oro e di pietre preziose. CON SUA SORELLA. l hai trovati? Corri, che abbiamo fatto tardi. c' mamma! Anna dice: Ma dove siete stati? Vi ho cercato dappertutto! Ma quante volte vi ho detto di non allontanarvi, eh? Michele guarda che stavolta.... Maria dice: Siamo andati....

Anna dice: A casa, di corsa! 61 A LORO CASA arrivato papa! Michele dice: Papa! Mich, sei pesante! Bella di papa, vieni qua, dai un bacio a papa. Pino dice: E allora, dove siete stati? A giocare, ai torrente. Ma quanto resti? Pino dice: Resto un po'. Ma che hai fatto? l hai rotti? Un'altra volta? caduta. Ma si possono aggiustare con lo scotch. Anna dice: Michele, che ti avevo detto? Pino dice: Lascla stare. Hai fatto le flessioni? Non vero. vero, le ho fatte! Ora vediamo. Se non mi batti, niente regalo. c' un regalo? Che regalo? Maria dice: Che regalo? Ora vedi. Allora... PINO RIDACCHIA. Pino dice: E che Cristo, che c'hai la ricotta ai posto dei muscol? Pino dice : Dai... Eh? Sei una femmina, Michele. Pino dice: Dai, Mari', aitalo tu. PINO RIDACCHIA. MICHELE E MARIA ESULTANO Michele dice : Il regalo! Dacci Il regalo, adesso! Anna, prendi la scatola.

Pino dice: Plano plano! SUONO DI CARILLON Una barca. Pino dice: No. Non una barca. Quella una gondola. E che cos'? Una barca che sta solo a Venezla. Michele dice: Con un remo solo? Cos'e un remo? un bastone che muove la barca. Bello! Pino dice: Eh, no. Con questa non si puo giocare. La TV dice: Sono state rinvenute a Rignano Flaminio dai carabinieri.. ..dei nucleo speciale per la tutela dei patrimonio artistico di Roma.. ..due preziose sculture dei Cinquecento.. ..che sono attribuite a Benvenuto Cellni. Anna (in dialetto lucano): A chi tocca prendere il vino? A Maria. Maria dice: Non ho vogla, vai tu. Michele dice: No! Tocca a te. Non ci vado. E perch? Mi fa male la testa. Michele dice: Non e vero! Dici sempre cosi! (in dialetto) Zitti! Ftemi sentire! Che Cristo! Anna dice: Fintela! Vai tu, Michele. Michele dice: Ma non e giusto.

La TV dice: Dopo le sconfitte riportate dai fiorettisti.... Pino dice: Allora, che successo? Tocca a lei andare a prendere il vino. Sapete che facevano i soldati in guerra.. ..per decidere chi doveva andare a fare le missioni mortaii? Pino dice: Chi prende quello senza testa, ci tocca andare. (entusiasta) Tocca a te! Hai perso! Ci vai tu a prendere il vino. ---NELLA CAMERA DEI BAMBINI Michele (bisbiglando): E ailora io seppellscono.. ..e rimane l nella pancia della terra,.. ..in mezzo a segreti, morti, ossa, scheletri e buio. ---UNA SCENA NEL VILLAGGIO Ma dove sei stato? Tua madre ti stava cercando. Mi sa che si sono arrabbiati. = I know that (informal form of penso che and w/o subj.) Donna dice: Stanno comode queste scarpe? Dai, cosi le possiamo comprare. Speriamo che mia madre si convince, sono veramente belle. Donna dice: Anna, che ne pensi? Anna dice: Fammela vedere. Che dici? Quanto vuoi per 'ste scarpe? Assunta dice: Quanto costano? Uomo dice: Eh! Ma e un buon modello. Se no, ne ho pure delle altre. Felice dice: Pino! Ci sta tuo figlio. Pino dice: Dove sei stato? Michele dice: A fare un giro. Pino dice: Ma quale giro e giro? Lo sai che ore sono? Sono quasi le due! E nessuno sapeva dove stavi.

Tua madre pure venuta a cercarti. Mich, la devi smettere di fare come cazzo ti pare a te, chiaro? Se no, se vuoi fare come vuoi tu, allora e meglo che te ne vai. (in dialetto) Vattene. ---LA SCENA CAMBIA: MICHELE NELL'ALBERO Maria dice: Michele, scendi! Michele dice: Che vuoi? pronta la cena. Digl che io non sono pi figlio loro e che non torno pi. Non sei nemmeno pi fratello mio? No! Allora mi posso prendere i tuoi giornalini? No. Quello non c'ntra. Guarda che mamma si arrabbla. Papa dov'e? uscito. Torna tardi. Che c' da manglare? Il pure e l'uovo. LA SCENA CAMBIA: Barbiere dice: Guaglio'! Ben alzato! ??153 Che stato? Sembra che sei caduto dai letto. Avevo dei pensieri. Barbiere dice: Che pensieri? Vieni qua, dai un bacetto a papa. Io credevo che eri arrabbiato. E che pensieri tenevi? Anna dice: E dllo, no? Pensieri tristi.

Pino dice: Giovano', preparati che stasera facciamo braccio di ferro, eh? Anna! Fai una cosa, cmprami i wurstel. Michele dice: Papa, quando torni? Tardi! LA SCENA CAMBIA: I BAMBINI GIOCANO. Remo dice: Michele. Remo dice: Un, due, tre, stella! Michele. Salvatore dice: Che fai? Non gioco pi. Vuoi che vengo con te? Teschio dice: Lscialo perdere. ---MICHELE RITORNA AL GRANAIO Filippo con un filo di voce dice: Acqua. Ma che sei vivo? Filippo dice: Acqua. Che hai detto? Non ho capito. Acqua. Hai sete! Vuoi l'acqua? Filippo dice: Sete. Aspetta, aspetta. Filippo dice: Fame. Hai fame? Io non ho niente da mangiare. Senti, io ora devo andare a casa. Se vuoi domani ti posso portare qualcosa. Ma che! Sei un bambino? ----

MICHELE PASSA UN UOMO CHE GRIDA: Che ci fai qua? Io ti conosco, tu sei il figlio di Amitrano. vero? Voi non ci dovete pi venire qua. Se vi vedo ancora qua.... L vedi quelli maiali l? Hanno sempre fame. Pure le ossa vi mangiano. ---MICHELE A CASA SUA Anna dice: Mich... Che stai facendo? Niente. Stavo giocando. Rimetti tutto a posto, va'. ALLA TAVOLA. Non mi va pi. Mangia quella carne. Maria dice: Non posso, mi fa venire mal di testa! Non ce la faccio pi con te! Pino dice: Anna... Se non le va... ??Che sar mal? Pino dice: Tra quaiche giorno viene a stare una persona qua. Percio, niente storie e niente lagne. chiaro? E chi e questa persona? Un amico. E come si chiama? Sergio. Maria dice: Che nome buffo. MICHELE A LETTO, SCRIVENDO IN UN QUADERNO Michele (bisbigliando): Un papa e una mamma.. ..aspettano un bambino.

Invece ne nascono due,uno biondo e uno bruno. Uno normale e l'altro pazzo. Quello biondo pazzo. Quando lo allatta, la morde e le fa uscire il sangue insieme al latte,.. ..e la madre non lo vuole pi. Allora, gl dice ai padre che lo deve uccidere. Il padre lo prende e lo porta su una montagna altissima,.. ..e poi pero non ce la fa a pugnalarlo perch peccato. E allora scava un buco e lo mette dentro. E gl porta da manglare e da bere, cos il bambino non muore. Cos lui.. ..non... muore. --LA SCENA CAMBIA: MICHELE ENTRA UN NEGOZIO Ciao, Michele. Beh? Che ti serve? Con 500 lire che posso comprare? Che ne so, dipende da quello che ti serve. Una cosa buona, da manglare. C'hai i Ringo? No. I dolci stanno l. Un Buondi Motta o anche un Kinder. Un Kit Kat. Sono tutti molto buoni. Assunta. Che c', Michele? Se uno ha fame, con 500 lire che puo comprare? E che si puo comprare? Il pane. Quando uno c'ha fame, si compra Il pane.

---MICHELE E' ALLA BUCCA. FILIPPO MANGIA IL PANE. Michele dice: Senti, ti devo chiedere una cosa. Conosci Felice? Il fratello del Teschio, Felice Natale? io, io odio Felice. Ma lui che ti da da manglare? No, perch l'ho visto che veniva via da questa parte,.. ..e pensavo.... Michele dice: Adesso vado a casa. Va bene? Michele dice: Clao, eh. Ma sei sordo? Senti, scusa, mi venuta in mente una cosa. Me lo ridai quel pane se non te lo mangi? Senti, te lo spiego. Se arriva Felice e lo trova, quello lo capisce. Michele dice: Allora io vengo a prendere io. MICHELE VA NELLA BUCCA Senti... Ma tu come ti chiami? Michele dice: Come si chiama tuo padre? Mio padre si chiama Pino. Pure il tuo si chiama Pino, per caso? Vabbe, me ne vado. Filippo sottovoce dice: gli orsetti. Michele dice: Hai parlato? Non capisco. Filippo sottovoce dice: gli orsetti. Gli orsetti? Come, gli orsetti? Filippo dice: gli orsetti lavatori.

Se lasci la finestra aperta entrano in casa.. ..e rubano le torte, i biscotti... Ma qui non ci stanno gl orsi. Filippo dice: gl orsetti lavatori possono anche mordere I'uomo. Michele dice: pittosto, mica ieri ti sei manglato una fettina di carne? molto importante. Filippo dice: Tu sei l'Angelo Custode? Io non sono l'Angelo. E chi l'Angelo Custode? Filippo dice: Quello che dice le cose vere. A me lo puoi dire. Non lo dico a nessuno. (RUMORE DI CATENE) Io non sono l'Angelo. Io sono Michele. Michele Amitrano, quinta B. (RUMORE DI CATENE) Filippo, sussurrando: Sono morto? Che dici? Sono morto? Morto? Come morto? Filippo dice: Sono morto! (urlando) Sono morto! Sono morto! Sono morto! Sono morto! Sono morto! Sono morto! Sono morto! ---MICHELE CON IL SUO AMICO, SALVATORE. Michele dice: Ti ricordi quando la signora Destani.. ..ci aveva raccontato il miracolo di Lazzaro? Salvatore dice: S. Michele dice: Secondo te, quando Lazzaro risorto lo sapeva di essere morto? Salvatore dice: No. Secondo me, pensava di essersi sentito male.

Secondo te, soio Gesu puo far rivivere un morto? Boh! Pero mia zia mi ha raccontato una storia vera. Che una volta a uno gli morto il figlio.. ..tutto maciullato sotto una macchina. Il padre non riusciva pi a vivere, piangeva tutto il giorno. Allora andato da un mago.. ..e gli ha dato tutti i soldi che aveva per fargli rivivere il figlio. Il mago gli ha detto: Torna a casa che tuo figlio torner stanotte. Il padre si messo ad aspettare, ma il figlio non tornava. Allora andato a letto. Poi ha sentito dei passi in cucina. Si alzato felice ha visto il figlio maciullato,.. ..con il cervello che gli colava. Il figlio gli ha detto che lo odiava perch era colpa sua se era morto. Lo aveva lasciato in mezzo alla strada per andare con le donne. E allora? Allora, Il padre ha preso la benzina e gli ha dato fuoco. Ha fatto bene. Ha fatto bene, s. ---IN CAMERA, CON L'OSPITE DI PINO Maria sottovoce dice: Che fai? Michele dice: Mi scappa la pipi, dormi. ---MICHELE SENTE LA CONVERSAZIONE NELLA CUCINA. Barbiere dice: Che dicono a Milano? Sergio dice: Che cazzo vuoi che dicano? Barbiere dice: Ci avevano detto che 'sta storia finiva prima. Sono ga dei mesi. Che succede? Non si capisce!

Sergio dice: Tu non devi capire niente. Voi meno pensate, meno cazzate fate. (in dialetto milanese) Ci vuole il suo tempo. (in milanese) Ci vogliono 6 mesi. 6 mesi? Sergio dice: 6 mesi, un anno, quello che ci vuole. Col cazzo che io per un anno. Barbiere in dialetto) dice: Zitto! Ma perch non ci dicono niente? Tu non devi sapere niente. (in milanese) Voi dovete solo tenere nascosto il bambino. Tenere nascosto Il bambino e stare calmi. Avete fatto una cazzata dietro l'altra. Questo qua il pi rimbambito di tutti. Glel'ho detto che non siete capaci. Barbiere dice in dialetto: Dobbiamo stare calmi. Calmi? Ma che calmi? Quelli non pagano! 314 00:43:41,860 --> 00:43:44,420 Dicevi che ai Carducci gli uscivano i soldi dai culo.[They said Carducci had money coming out of his as s. Tutte puttanate. Te taci. Te taci,.. Che te sei peggio di tutti qua. E sai perch? Perch pensi. Io? S. Sergio dice: Vaffanculo, va'. Il grande esperto del mio cazzo. Tu sei un deficiente, ecco cosa sei. Te lo dico io! Barbiere grida: il telegiornale! Anna, spegni la luce. Alza il volume. L'uomo di TV dice: Buonasera. Difesa dei diritti umani.. ..e pazienza nel negoziato, dice Carter a Berlino.

Domani a Bonn inizia il vertice dei Paesi industrializzati. Allarme a Trento per una nube tossica sprigionatasi.... Pino dice: A me uno. Assunta dice: Forse manco oggi ne parlano. Anche ieri.. ..non ne hanno parlato. Sergio dice: Allora? Non si sente niente! Pino dice: Eccolo! Eccolo! L'uomo di TV dice: In tutta la regione continuano senza sosta.. ..le ricerche dei piccoio Filippo, sequestrato a MIlano. gli inquirenti stanno seguendo una nuova pista.. ..che sembra portare a buoni risuItati. Trasmettiamo ora un appello della signora Luisa Carducci ai rapitori... ..di questa mattina. E questa che cazzo vuole? Luisa Carducci dice: Sono la madre di Filippo. Mi rivolgo ai sequestratori di mio figlio. Vi imploro, non ftegli dei male. un bambino buono, educato, molto timido. Vi impioro di trttarlo bene. La cifra che avete chiesto moIto alta,.. ..anche per la nosIla famiglia. Vedrai che i soldi li cacciano. Avete minacclato di tagllare un orecchio a Filippo. Vi supplico di non farlo. E poi c' un'altra richiesta che vi devo fare: ..dite a Filippo che la sua mamma e il suo papa gli vogliono tanto bene.. ..e io pensano sempre. Felice dice: Due orecchie gli tagliamo. Due!

---MICHELE INCONTRO SERGIO E tu chi sei? Sono Michele, Michele Amitrano. Sembra il nome di un cantante. Io sono Materia Sergio. Placere. Non te l'hanno insegnato che prima di entrare in un bagno si bussa? Mi scusi. Sergio dice in dialetto: Sei il figlio di Pino? Cosa? Sei il figlio di Pino? S. Sei un tipo silenzioso. Mi piacciono i bambini silenziosi. E sei anche ubbidiente? Sergio dice in dialetto: Allora chiudi, e fuori dai cogloni! Cosa? Chiudi la porta e vai fuori dai coglioni! ---MICHELE CON SUA MAMMA NELLA CUCINA. Michele dice: Mamma! Chi quello nel bagno? (in dialetto) Che vuoi? Lasciami. Sergio, l'amico di tuo padre. Te l'aveva detto che veniva, no? E quanto rimane? Non lo so, qualche giorno. Passami l'altra roba, va'. E dove dorme? Nel letto di tua sorella.

E lei? Con noi. La mamma dice (in dialetto): Passami quella. E io? In camera tua. Michele dice: Non voglio stare con quello! Anch'io voglio stare nel letto vostro. Basta! Non dire fesserie. La mamma dice (in dialetto): Ma dove ti metto? Sei troppo grande, non c'ntri! Mi faccio piccoio piccoio. Ora basta! cos e basta! Vieni qua. Vieni. Anna dice: Senti, io proprio non ce la faccio pi. Ma che ne sai tu? Non ti ci mettere pure tu. Fallo per me. E dai! Non giusto. Ma solo per poco. ---388 THE WATCHER IS LISTENING TO HIS CAR RADIO ....non cambi mai, non cambi mai! Tu sei il mio ieri, il mio oggi, il mio sempre. Inquietudine. Adesso ormai ci puoi provare. Chiamami tormento dai, gi che ci sei. Tu sei come il vento che porta i violini e le rose. Parole parole parole. Ascoltami. Parole parole parole. Ti prego.

Parole parole parole. Ti giuro. Parole parole parole, soltantob parole, parole tra noi! Ma vaffanculo, va'! ---MICHELE AL BUCO Tu ti chiami Filippo, vero? Tua madre dice che ti vuole bene e che le manchi. Lo ha detto ieri alla televisione. E ha detto di non preoccuparti. Filippo dice: Mia mamma morta. Cosa? Filippo dice: Non e vero! Mia mamma e morta! E anche il mio papa e anche la nonna! Sono tutti morti e vivono nei buchi! Per caso tua mamma bionda? E c' anche un quadro con una barca a casa vostra? Non una barca. un veliero. Michele dice: Lo vedi? Tua madre stava alla televisione e si vedeva il veliero. Ha detto che ti vuole molto bene, e anche il tuo papa. E allora perch non mi vengono a prendere? Non io so. E perch me ne sto qui? Questo non io so. Filippo dice: Tu non sai niente! Vattene! Smttila! Non sei l'Angelo Custode! Filippo dice: Lsciami in pace! Michele dice: Basta! Michele dice: Smttila! Filippo dice: Vattene via! Io sono venuto fin qua per te,..

..ho fatto tutta questa strada e tu mi cacci via! Vattene via! Va bene, io me ne vado, e non torno mai pi. E qui starai sempre solo, e ti taglieranno anche le orecchie. E io non sono il tuo Angelo Custode! Filippo dice: Aspetta. Che vuoi? Filippo dice: Ti prego, rimani. Pero se fai il pazzo me ne vado. Non io faccio. Perch non apri gli occhi? Vieni qui. Filippo dice: Sapevo che tornavi. Me lo avevano detto gli orsetti lavatori. Michele dice: Uffa con questi orsetti! E dai, apri gl occhi. Non posso. Un attimo solo. Sei piccolo. Beh, ho dieci anni. Anch'io. Che classe fai? Faccio la quinta, e tu? Anch'io. Siamo uguali. S. ---435 MICHELE CON SUA SORELLA CHE HA UNA BAMBOLA Michele dice: Che fai? Niente. Sta in piscina. Vabbe, ma cos muore. Tanto rotta. E gli altri dove stanno? Gi ai torrente. Salvatore ha chiesto dov'eri.

---438 PINO CALLS MICHELE Mich! Vieni qua! Pino dice: Insomma, hai fatto arrabbiare tua madre. Dice che non vuoi dormire con Sergio. Che deve pensare Sergio, che non vuoi dormire con lui? Michele dice: Non m'importa. Papa, ma Sergio e il tuo capo? Il capo? Ma che stai dicendo? lui che decide le cose? Lui non decide proprio niente. un amico e basta. Insomma, non sei contento che sono tornato? Si, sono contento. E allora? Io voglio andare via di qua. Come sarebbe? Non ti place pi qua? Si, mi place, pero.... Dai, facciamo braccio di ferro. 453 00:56:38,260 --> 00:56:39,090 Vediamo, su. [what't the purpose of su?] 454 00:56:42,060 --> 00:56:46,417 - Michele, si puo sapere che hai? [- What's your problem?] - No. [- Nothing] Senti, se fai il bravo, quando ho finito con tutte 'ste cose,.. ..andlamo tutti ai mare. Te lo giuro. Veramente. ---457 LA CAMERA DI MICHELE Sergio dice: Lo so che sei sveglo. Questa casa mia in Brasile.

Non si vede un cazzo perch c' davanti un mio amico, Paco. morto. Questa e mia mogle, la signora mia. Ma hai una mogle negra? Di colore. Sergio dice: Non sai che paese che il BrasIle. La vita non costa niente. Servito, riverito... Non come questo paese di merda. Michele dice: lontano questo Brasile? Molto lontano. Molto. Sergio dice (in dialetto): Ora dormi. Eh? Adesso dormi! ---474 MICHELE NELLA CUCINA CON SUA MAMMA Ho fatto la torta. Quella con la crema! Anna dice: Vieni qua. Dammi un bacio! Va' a mangiare! E papa? fuori con Sergio. Ha detto che la prossima settimana ci porta ai mare. Andiamo al ristorante a mangiare le cozze. Salvatore dice: Michele! Salvatore. Va' gi, va'. Portagliene un pezzo. Michele dice: buona? S. Guarda che mi ha mandato mio zio.

Salvatore dice: Belli, vero? Bellssimi. A questo si allunga la scala. Quest'altra c'ha anche il letto dentro. E questa deila polizia si apre e c'ha anche la sirena. Tutti te li ha regalati? S. Anche questo beilo. Non si apre. Non mi piace tanto. A me, invece, mi piace. Me io regali se non ti piace? Non posso. Mio zio si arrabbia. Ma sta in America. No, non posso. Se me lo dai, ti do i giornalini di Tex. Li ho gi letti tutti. Se ti dico un segreto, me lo dai? Un segreto non vale una macchinetta. Questo si. Te lo giuro. io te lo dico, ma tu mi devi giurare su Dio.. ..che non lo dici a nessuno, nemmeno ai Teschio. ---501 MICHELE CON IL SUO AMICO, SALVADORE. Maria dice: Michele, che fate? Lsciaci in pace. Vieni con me. Michele dice: Sai la casa dove siamo stati? Nel cortile c' un buco segreto, tutto scavato,.. ..e dentro c' un bambino. vivo ed e pazzo. Salvatore dice: Che ci fa l dentro? Niente. Ce l'hanno messo i grandi.

La madre andata alla televisione, ma loro non vogliono ridarglielo. Anzi, gli vogliono tagliare anche l'orecchio. Non ci credo. vero. Si chiama Filippo. Vieni, te io faccio vedere io. No, non mi va. lontano. Ma non ti place questo segreto? Non molto. Allora, il furgoncino non me lo dai? Prenditelo. Tanto a me mi fa schifo. ---MICHELE CON FILIPPO NEL BUCO Michele dice: Ti hanno pulito! Chi stato? Sono scesi e mi hanno lavato tutto. Ti hanno tolto pure la catena. 516 01:03:21,020 --> 01:03:23,932 Guarda che ti ho portato. Si un po' sbriciolata, ma.... Ancora! Dammene ancora! Non ce ne ho pi, te l'ho data tutta. Se ce n' ancora, te la porto domani. Senti, mi venuta in mente un'idea. Ti va di uscire? Filippo dice: Uscire dove? Fuori. Filippo dice: Fuori dove? Fuori dal buco. Filippo dice: Quale buco? Questo buco qui, dove siamo. Questo non un buco.

E che cos'? il posto dove si sta quando si muore. Senti, io non so come fartelo capire. Questo un buco per terra. Fuori c' l'aria, ci sono i campi, c' tutto. Dai, andlamo. Michele dice: Provaci, no? Almeno provaci! Filippo dice: Non ce la faccio, non posso! Michele dice: Solo un attimo! Filippo dice: Fa male! Michele dice: Dai, prova! Michele dice: Lo sai che l gi c' il mare? Solo che non si vede. Michele dice: Guarda! Ti piace? Guarda, eh! Senti... Io pero adesso devo andare a casa. Ti riporto gi. Michele dice: Devo tornare a casa presto perch tocca a me apparecchiare. Io resto qui, ma tu domani torni, vero? S. Promesso? Promesso. Michele dice: Cos'e questo? Filippo dice: Sono io. Non che domani potresti portarmi un panino col formaggino Mio? E che il formag -FELICE SORPRENDE MICHELE Felice dice: Cucu! L'aprile non c' pi! ritornato maggio ai canto dei cucu. Felice dice: Porca puttana, era Michelino!

Ogni cazzo di volta trovavo tutte le cose messe diverse! Lo volevi far scappare, eh? Bravo! Alzati, fessacchiotto! Cammina! Felice dice: Ringrazia Dio che sei figlio di tuo padre. Ringrazia Iddio. Cammina. Stai fermo qua. Prego. NELLA MACCHINA DI FELICE Felice (in dialetto) dice: Andamo, entra. bravo Salvatore, aveva ragione. La promessa debito, Salvatore. Felice (in dialetto) dice: Andiamo, prendi il volante e fammi vedere. Salvatore dice: Adesso? Felice: E quando senno? Felice dice: Segui la discesa e ricordati di frenare. Qui perfetto per imparare. Dai, che siamo partiti bene. Felice (in dialetto) dice: Guarda come afferra il volante, mi sembri Fittipaidi. Regolare. Stai tranquillo. Che acceleri? Vai piano, aspetta. Pietra! Fosso! Salvatore, guarda avanti. Salvatore, la pietra! Salvatore, frena! Che cazzo fai? Cos mi sfondi la macchina! ---ALLA CASA Che successo? Era su, con il ragazzino. Anna dice: Che ti successo? Mi ha picchiato. Che cosa gli hai fatto?

Disgraziato! Non gli ho fatto niente! (in dialetto) lei dice: Non permetterti di picchiare mio figlio! Io ti ammazzo! Felice grida: Smttila! Lo voleva far scappare! Basta! Felice grida: Calma! Michele grida: Lsciala! 591 01:11:15,020 --> 01:11:16,089 Felice grida: Lvati! Pino dice: Che cazzo fai? Ma che fai? Gli hai fatto male! ??594 Sergio grida: Basta! Fuori! Tutti fuori dai coglioni! Pino dice: Anna... Anna dice: Vai via. Sergio grida: Dai, via! Fuori! Pino dice: Che cazzo stavi facendo? Felice dice: Niente, voleva picchiarmi! Non niente, niente. Dormi, ora. Dormi. Michele, stammi a sentire. Tu mi devi promettere che appena diventi grande te ne vai da qui. PINO NELLA LA CAMERA DI MICHELE Michele! Pino dice: Svgliati, Michele. Che hai fatto oggi? Niente. Non dire fesserie. Felice ha detto che lo volevi liberare! No, giuro. L'ho tirato fuori e l'ho rimesso subito dentro. Quante volte t'ha visto?

Tre. Quante? Quattro. Ti puo riconoscere? Come? Se ti vede, ti riconosce? No, non vede bene. Tiene sempre la testa sotto la coperta. Ci hai parlato? No. Un pochino. E che ti ha detto? Niente. Parla di cose strane, non si capisce niente. E tu che gli hai detto? Niente. Ascltami bene. Non sto scherzando, Michele. Se torni di nuova l, io ti ammazzo di botte. Se torni l, quelli gli sparano in testa, e la colpa e tua. Non ci torno pi, te lo giuro. No. Devi dire: Giuro sulla testa di mio padre che non ci torno pi. Giuro sulla testa di mio padre che non ci torno pi. Scrdalo. Non esiste. Non ne devi parlare con nessuno, mai pi. Cristo di Dio! 626 01:14:28,060 --> 01:14:31,018 Guarda che cazzo di casino doveva succedere! Papa, mi dici una cosa? Che cosa? perch L'avete messo li' dentro? Non io riesco a capire. Ci sono cose che sembrano sbagliate quando uno....

Non ci pensare. Dimentica tutto. Dormi, dai. Dormi. 637 LA SCENA CAMBIA Che guardi? - c' un cane. Dove? - l. Non lo vedo. Allora perch io posso vedere solo io. Credevo che lo potevi vedere anche tu, invece no. 650 SCENE CHANGE?? Uffa! Che facciamo ora? Teschio dice: perch non andiamo ai posto dell'altra volta? Barbara dice: Dove? Teschio dice: Alla casa abbandonata. Vicino alla campagna di Candela. Barbara dice: Che ci andiamo a fare? lontano. E se si mette a piovere? Teschio dice imitandola: E se si mette a piovere? Teschio dice: Ci bagniamo. E poi a te nessuno ti ha chiesto niente. Teschio dice: Andiamo? io ci vado. Chi vuole venire, viene. Se non si fanno gare. Niente gare. Teschio dice: Tu allora non vieni? Michele, tu che fai, ci vai? Barbara dice: Torniamo a casa. Teschio dice: Se vi cagate sotto per un po' d'acqua, andate a casa che e meglo. Teschio dice: Riparliamoci dentro!

Michele dice: Non c' pi! Salvatore dice: Io so dove sta. Dove sta? Dmmelo! Se te lo dico, dobbiamo fare pace. Dmmelo! Lo hanno messo da Candela. Sotto, nelle grotte la vicino. E chi te l'ha detto? Mio padre parlava col tuo e con quello del nord. Pace? Pace. Uffa. ---678 I RAGGAZZINI ARRIVANO A UN VILLAGGIO VUOTO Non c' nessuno! Michele dice: Nemmeno da me! Ma dove sono? Da te c' qualcuno? Teschio dice: No! Barbara: Che facciamo ora? Remo dice: Se ne sono andati. Teschio dice: Meglio. 682 01:23:51,660 --> 01:23:54,811 Non vedevo l'ora che se ne andavano tutti a fare in culo. Maria! Michele dice: Dove stanno i grandi? Nel negozio di Assunta. E che fanno? Non lo so. Sono passati gli elicotteri e tutti sono usciti per strada. Poi sono entrati nel negozio e mamma ha detto che non si puo entrare.

Maria dice: Ma quando finiscono? Michele dice: Che ne so. Barbara dice: Uffa. Teresa dice: Barbara, che ci fai qui? Vai a casa! Ma quando vieni? Adesso. Ho detto vai. Uffa! Mamma nostra quando esce? Teresa dice: Presto. Andiamo, su. ---695 SCENE CHANGE Maria dice: Pero non dormo. Michele dice: E non dormire. Maria dice: Ci sono due pomodori. Mettici il sale, pi buono. Sergio: Veloce che tardi. Anna dice: Che fate ancora svegli? A letto, su. Maria dice: Ma non abbiamo mangiato niente! Per una volta che non mangiate non morirete. A letto, di corsa! ---704 NEW SCENE? Sergio dice: Al pelo siamo arrivati. Anna dice: perch non dormi? Maria dice: perch non gli dici di strillare pi piano? Vi ho portato qualcosa da mangiare. Maria dice: Ma che succede? Ora mangia e poi dormi.

Mamma... Anna dice: Che vuoi? morto, vero? Non e morto nessuno! Nessuno! Capito? Anna dicec (in dialetto): Tu sei troppo piccolo. Ora basta. Mangiate. Vabbe! Se non avete fame non importa. Dormite, pero. Anna dice: Torno tra dieci minuti, e se non dormite vi faccio vedere io. Maria (sottovoce): Che fai? Sei pazzo? Zitta! ---720 SCENE CHANGE? Felice dice: Col cazzo che io faccio io. io non ci finisco in galera per te! No, non ci finisco! Sergio dice: I patti erano chiari: ai bambino ci pensavate voi. [The terms were clear: You'd deal with the kid.] Sia che le cose andavano bene, sia che andavano male,.. ci pensavate voi. Pino dice: Ridimoglielo indietro. l'unica soluzione, no? (in dialetto) Lascimolo libero. Lo lasciamo in mezzo alla strada, lo trovano, e cos finita. Sergio dice: Ma come cazzo ragionate? Ma che testa c'avete? Ma che testa avete? Il bambino va eliminato! Voi siete dei contadini dei cazzo,.. ..e te sei un cagasotto. Felice dice : Ma tu chi cazzo ti credi di essere,.. ..pezzo di merda di un milanese? Pino dice: Che cazzo fai? Sei impazzito?

Felice dice: perch lo devo fare io? Sergio dice: Ma te non eri quello coraggioso? Tu sei un culattone. Felice dice: Pezzo di merda! (in dialetto) Prova a mettermi ancora le mani addosso. Ti faccio vedere com'e facile fare un buco in testa. Pino dice: Dammi la pistola, avete rotto i cogloni! Maria dice: Che fanno? Vai via! Sergio dice: Dai, toccami ancora. Pino dice: Mi venuta un'idea. Facciamo come i soldati in guerra,.. ..per decidere chi deve fare le missioni mortali: ..uno deve scegliere un flammifero. Maria (sottovoce)dice: Dove vai? Sst! Michele dice: Voi ragni pelosi, voi tassi barbassi,.. ..lumache bavose e ciechi orbettini, restate lontani dai nostri bambini. Voi bestie notturne amanti dei buio,.. ..voi che non dormite se non al mattino,.. ..vegliate sui sonno di questo bambino. Lui aveva scoperto tutto e il mostro non io poteva fermare,.. ..perch lui aveva i poteri. 761 MICHELE PASSA LA CASA DI CANDELA Candela grida: Chi c'? c' qualcuno? Candela grida al cane: Stai zitto, non c' nessuno! Michele (sottovoce) dice: Filippo! Filippo!

Filippo, sei tu? Michele dice: Aspetta, te la levo io. Come stai? Stai male? Michele dice: Dai, che ora ce ne andiamo. Mttiti su. Trati su. Dai, che non ce la faccio, ti prego! Filippo! Non lo capisci che se rimani qui ti sparano? Io sono venuto a salvarti! Alzati! Alzati, stupido! Come? Non ce la faccio. Che hai detto? Non ce la faccio. Scusami. Niente scuse, ce la devi fare, capito? Michele dice: Dai, abbiamo quasi fatto. Dai, che sei forte. Ora devi salire. io ti spingo da sotto, ma tu ti devi tirare su. Michele dice: Dai, che ce la fai. Forza! Dai, che stanno arrivando! Forza! Dai! Bravo! Salta, adesso. Ho paura. Salta! Stanno arrivando! Devi saltare! Bravo. Sei stato molto bravo. Vieni. Ti aspetto. No, devi andare via. Vattene via. Vattene via! Michele dice: Papa!

Parla, Mich, parlami! Parla, Miche. Apri gli occhi a papa. Michele! Michele, guardami. Non avere paura. Apri gli occhi. Apri gli occhi, Michele. Guardami. Non aver paura. Sergio dice: Pino! Non c', scappato! Parla, Michele. Parlami. Ehi! Ehi! Scusa, Michele, non ti ho riconosciuto. Non ti avevo riconosciuto. Sergio dice: Pino! Non lo trovo pi! scappato! Pino, lascialo stare. Dai, non si fatto niente! Quell'aitro scappato! Sergio dice (in dialetto): Devi ammazzare il bambino. Devi ammazzarlo! FILIPPO RITORNA Gli avete sparato al posto mio. Bravo, bambino. Bravo. Hai fatto bene a tornare. Vieni. Vieni. Bravo, bambino. Bravo.