Sei sulla pagina 1di 5
Pei i ee eee Ine eee hiner Dore nce! Cen tees. Pec tete Curent aoa etna iek DeLee c ie crsel rn cese Michael Adanson che nel Seco ne tS Cee CI) Pee Recon Ces ue a eee ee Ponce nn) buhibab, che significa ‘frutto dai Peet tat eae mr eicrl acs Cuneo us ae eerie ers Deer ccna A | Cty BAOBAB aN PN) Be ae AVM Rg VT) Tutti conoscono il Baobab, colossale albero del continente nero. SU OR CUM CCRC potenzialita dell’utilizzo della polpa del suo frutto, sia a livello nutrizionale che cosmetico. Tali derivati sono apparsi molto eee aM a ere Pn CONOR cc ree ON Cons ‘sono stati descritti esemplari Sor kas en) Pe ets Renee er Cg oe orc Cee ee pee eR cs pee ears eee ee Ce ac Peete Rome om kan oats nei eaCececaect ais qua ed anche come galleggiante eget MeL) ritenere la parte pid interessa eee nase c esas Po eae ers ie katona Pye E’ costitulto da un epicarpo legno- 50 € coriaceo a forma di capsula, ricoperto da una lanugine velluta ta giallo-verde, ¢ da una parte in terna, l'endoca-po, contenente una polpa suddivisa in 8-10 spicchi tra mite filament fibrosi, in cui sono present! i semi. La polpa del frutto ‘maturo del Baobab ha un aspetto polveruiento, di colore biancastro, al sapore leggermente acidulo, dovuto alla presenza di acidi citr co, tartarico, malico e succinico, La polpa pud essere separata dal frutto mediante un semplice pro- cesso meccanico: in tal modo si ot- tiene una polvere che viene impie- gata sia a scopo alimentare che fi toterapeutico. {A questo proposito sono in corso studi atti ad evidenziare le pro- prieta cosmetiche di vari derivati del Baobab in virtu delle proprieta antiossidanti, emoltienti, leviganti ed elasticizzanti gia osservate nel utilizo tradizionale indigeno. Sono proprio le sostanze antiossi- danti ad attrarre sempre pit 'inte- resse di ricercatori e consumatori per le loro potenzialita applicative, ‘SONO IN CORSO STUDI ATT! AD EVIDENZIARE LE QUALITA COSMETICHE DI VARI DERIVATI DEL BAOBAB IN VIRTU DELLE PROPRIETA EMOLLIENTI, LEVIGANT! ED ELASTICIZZANTI grazie alla nota caratteristi neutralizzare gli effetti nocivi dei radical liberi. Maigrado l'elevato contenuto di vitamina Ce le ne merose applicazioni nella medici naa tradizionale africana, fino a tempi recenti non sono mai state Investigate a fondo in tal senso le potenzialita degli estratti da Bao- bab. L'unica eccezione @ rappre sentata da una ricerca apparsa nel 1998 dove furono esplorate le proprieta antiossidanti delle fo- glle fresche. Ora, in uno studio & stato valutato se all’elevato con- tenuto in principi antiossidanti presente nella polpa fosse corre- lata una conispondente capacita di contrastare | radicall liberl. AI fine di facilitare la comprensione dei risultati, la valutazione @ sta tacondotta in modo comparativo confrontandola a quella di kiwi, arancia, fragola e mela, anch’es- si frutti considerati antiossidanti per il loro buon contenuto di vita mina C. Sempre a fini comparati: Wie stata inoltre valutata la ca pacita antiossidante integrale r: spetto ad un estratto secco di acini d'wva titolato in proantocia nidine oligomeriche. Le fibre rica vate dal frutto del Baobab e la polpa del frutto hanno esibito un valore di capacita antiossidante motto significative, corrisponden te rispettivamente a 24,70 mill moli € 6,96 millimoli di Trolox per ogni gramme di prodotto. In parti- colare, la capacita relativa alle fibre @ risultata essere 5 volte superio- re rispetto a quella della polpa det frutto del Baobab e dell’estratto seco di acini d’wva. Riguardo la va lutazione comparativa tra gli estrat {Ul derivantl dal frutto de! Baobab ed alte fruttiricchi di antiossidanti, fa capacita dei compost solubill in acqua della polpa del frutto del Baobab & notevolmente superiore a {quella rilevata con la polpa di aray cla (0,1 volte), la fragola (0,90), i! kiwi (0,34) e la mela (0,16), Ma an- che I'attitudine antiossidante della componente che si scioglie nel grassi é risultata notevole. La pol pa del frutto presenta una capa- cita (4,148 millimoli /grammo) equivalente a quella dell'estratto ssecco di acini d'uva ricco in oligo- ‘meri proantocianidinici (4.03 mit limoli/grammo). Al contrario di quanto accadeva nel protocollo per la valutazione degli antiossidanti solubill in acqua, le fibre mostrano Lun‘attivita antiossidante moito in feriore rispetto alla polpa del frut- to, con un valore di 0,375. aii alt derivati vegetall valutati sono ri- sultati scarsamente attivi nei