Sei sulla pagina 1di 1

la Repubblica PER SAPERNE DI PIÙ

GIOVEDÌ 23 SETTEMBRE 2010


@ www.regione.lombardia.it
www.provincia.milano.it
MILANO ■ III

Il commento

L’emergenza prevedibile
e gli autentici disastri
parte del sindaco che per metà di quei
MAURIZIO BONO
quarant’anni ha governato la maggio-
ranza che la sostiene, che negli ultimi
(segue dalla prima di Milano) quattro il Seveso, inarrestabile come il
Rio delle Amazzoni, è stato direttamen-

D’
ACCORDO, nel variopinto e te affar suo, e che mentre sta per chie-
pittoresco paesaggio delle dere ai cittadini altri cinque anni di fi-
emergenze italiane s’è visto ducia non si riesce neppure a capire che
forse anche di peggio: grandi Comuni fine hanno fatto centinaia di pagine di
del Sud coperti da strati di spazzatura scartoffie vergate con la promessa di te-
con il concorso interessato di camorra e nere Niguarda all’asciutto.
mafia, e salvati con la mobilitazione del- Intanto, per dare qualche pezza d’ap-
l’esercito. E a Milano stessa, problemi di poggio mediatica alla richiesta di aiuto
ordinario ordine pubblico alimentati per la “calamità”, i toni dei bollettini dal
dalla cattiva gestione sociale della vita fronte sotterraneo sono passati dalla
dei quartieri, affrontati con misure minimizzazione al panico: 500 persone
estreme di coprifuoco come se ci fosse sono impegnate «senza sosta: dall’eser-
la guerra civile. Ma nell’invocare la cala- cizio di superficie, ai tutor per l’assi-
mità per asciugare il metrò e, chissamai, stenza ai cittadini, agli operai coinvolti,
riuscire a mettere in cantiere un mode- al personale delle sale operative di su-
sto canale scolmatore che è all’ordine perficie e metropolitana, ai tecnici del-
del giorno da decenni, non ci sono nep- le infrastrutture della metropolitana, a
pure l’attenuante dell’ombra della cri- quelli responsabili degli impianti elet-
minalità organizzata intorno alle disca- trici e tecnologici, fino al facility mana-
riche, o la furbizia propagandistica del- gement e alle strutture di riferimento
l’uso della paura per mostrare muscoli per gli impianti di scale mobili e ascen-
inesistenti. C’è solo l’improntitudine, a sori». Quasi un uragano Katrina o una
spiegare una frase come «ci incontrere- alluvione dell’Indo, addirittura «è im-
mo con Provincia e Regione per trovare possibile fare alcuna stima dei danni
una soluzione per risolvere le criticità provocati dall’esondazione». Figuria-
del Seveso che da oltre 40 anni si abbat- moci se era possibile pensarci prima.
tono su Milano». Senza aggiungere da © RIPRODUZIONE RISERVATA

L’analisi Gli stanziamenti per bonifiche e “messe in sicurezza” si susseguono dal 1988. Risultato, paralisi a ogni acquazzone

Fondi mai spesi e lavori a metà


(segue dalla prima di Milano)

DAVIDE CARLUCCI per i fiumi 150 milioni fantasma sa prevista di 68 milioni di euro, di
cui 34 a carico del Comune e 34 a
carico di Mm, ma non è seguito
nulla di concreto. Anzi. Il proget-

I
FINANZIAMENTI, negli ulti- to, che era rimasto nel Piano del-
mi venti anni, sono molto più
cospicui e si avvicinano alla ci-
fra di centocinquanta milioni di
euro. Fondi messi a disposizione
“Sparito” dal piano delle opere il progetto scolmatore bis le opere pubbliche fino al 2008,
poi è sparito: nonostante nella
primavera del 2009 il Comune ab-
bia sottoscritto un nuovo accor-
da vari enti — governo, Regione, do di programma con tutti gli en-
Provincia e Comune — ma che La scheda ti competenti». In realtà il rad-
non sono mai serviti a risolvere il Cos'è uno scolmatore
doppio del canale scolmatore è
problema. Così oggi la colpa è È un canale in grado di diminuire la portata di piena stato realizzato ma soltanto a
Se

della recessione che prima dell’e- di un fiume: funziona come un "bypass idraulico" metà: non basta perché faccia il
ves

Rho
state avrebbe congelato, secondo che sottrae acqua al bacino principale e la incanala suo lavoro deviando le acque. E
o

il Pirellone, il piano da 33,4 milio- scaricandola in un lago, nel mare o in un altro fiume Ol secondo i tecnici, oltre a essere di
on
ni di euro per il raddoppio dello A4 Pero a difficile realizzazione, non basta
Come funziona
scolmatore di nord-ovest e per la All'ingresso del canale ci sono una o più paratie neppure a garantire la sicurezza
che regolano il flusso e che vengono aperte Marcallo LOMBARDIA
vasca di laminazione di Senago. idraulica definitiva. Per l’Autorità
Ma è dal 1988, quando era già a seconda delle esigenze. Nel caso dello scolmatore di Bacino la vera soluzione sta
di Nord-Ovest questa competenza spetta MILANO
stato ultimato il primo scolmato- alla Provincia di Milano
nella costruzione di una serie di
re iniziato negli anni Cinquanta, Magenta “vasche di laminazione” lungo il
Lo scolmatore di Nord-Ovest Canale scolmatore
che si susseguono stanziamenti di Nord-Ovest Seveso che consentano di rallen-
Iniziato nel 1954, prevedeva la costruzione di un
per la bonifica e la messa in sicu- canale per raccogliere le acque in eccesso del Seveso.
tare le piene.
de
rezza della rete fluviale che mette Nel 1980 è stato completato un ramo per limitare ran Il Comune, in compenso,
glioG
a rischio la città e l’hinterland, vi spende ogni tre anni 250mila eu-
se

anche le piene dell'Olona.


Na
ave

con esondazioni e paralisi che si Le acque vengono scaricate nel Ticino. ro per opere di manutenzione
Dopo una serie di lavori tra il 2002 e il 2004 la portata
oP

ripetono nei quartieri a nord fin idrauliche. Servono a tenere sot-


è stata aumentata da 30 a 50 metri cubi al secondo:
igli

dal 1976. Nel 1997 il ministero il flusso è regolato da due chiuse nel territorio
to controllo i 250 chilometri di
Ti

Nav
c in

dell’Ambiente stanzia 200 miliar- di Paderno Dugnano una delle quali rimane Abbiategrasso A50 “tombinature”, i corsi d’acqua
o

di di lire — i cento milioni di oggi costantemente abbassata che scorrono sotto la città, anche
— per la “sistemazione del nodo nelle vie del centro, una delle qua-

Da 12 anni Milano Nell’estate 2001


è inserita nella lista crollò il ponte
delle città a rischio di via Ornato ma
inondazione per il Comune si limita
i rischi connessi al a investire ogni tre
nodo idrico Olona- anni 250mila euro
Seveso-Lambro in manutenzioni

Lambro-Seveso-Olona a difesa di Pizzinato e richiamato alla me- re un problema ormai insoppor- li — quella che “sotterra” l’Olona
Milano”. Un anno dopo l’Auto- moria oggi — in polemica con la tabile per la zona nord della città». — è stata consolidata negli anni
rità di Bacino del fiume Po inseri- Regione, che ricollega invece Due anni prima, nel 1999, era Novanta con un costo di 40 mi-
sce il capoluogo tra le “città a ri- quello stanziamento a impreci- stato approvato l’accordo di pro- liardi di lire. Oltre 2 milioni di eu-
schio inondazione” ripetendo sati interventi a sud della città, in gramma tra Comune, Regione, ro furono stanziati dalla Regione
che «è essenziale risolvere il pro- corso Lodi — dal consigliere Autorità di Bacino del Po e l’Aipo nel 2003 per tenere a bada il Seve-
blema dello smaltimento degli Chiara Cremonesi, di Sinistra (il vecchio Magistrato del Po) per so a Milano e in vari comuni come
afflussi meteorici del sistema ecologia e libertà. «Nell’ultimo realizzare opere importanti co- Cormano, Barlassina, Bovisio,
Lambro-Seveso-Olona». Intanto anno le esondazioni hanno inte- me il raddoppio del canale scol- Bresso, Cesano Maderno e Vare-
le piogge continuano a mettere in ressato otto volte il quartiere Ni- matore di nord-ovest da Palazzo- do. Sempre pannicelli caldi, mai
ginocchio il quartiere Niguarda. guarda dove ha sede anche uno lo a Senago. Questo finanzia- interventi strutturali. L’accordo
Si arriva all’estate del 2001 quan- dei più importanti ospedali italia- mento, accusano i consiglieri co- di programma del 1999 tra i vari
do l’ennesimo scroscio provoca ni. Le cause delle esondazioni munali del Pd Marco Cormio e enti? Di fatto è solo una segreteria
l’emergenza: crolla il ponte che non iniziano in quel quartiere ma Marco Granelli, è come evapora- tecnica: funzionari che segnala-
collegava via Antonio da Saluzzo derivano dall’afflusso delle ac- to. «L’approvazione del progetto no rischi e prospettano soluzioni
con via Ornato. Un episodio cita- que del fiume Seveso... I soldi de- preliminare da parte della giunta che non potranno mai realizzare.
to dal senatore dell’Ulivo Antonio vono essere utilizzati per risolve- è dell’ottobre 2004, con una spe- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Interessi correlati