Sei sulla pagina 1di 5

TORCELLO

Torcello una delle pi antiche isole abitate della Laguna Veneta. Era una dei pi forti
e prosperi insediamenti della laguna, ma lespansione di Venezia e dei mutamenti
ambientali avversi ne hanno contribuito al declino. Torcello diversa da tutte le altre
isole: non ci sono calli, campi, fondamenta,poche case ma canali e grandi zone incolte.
Torcello era popolata gi durante il periodo romano; nel V secolo d.C. vi giunsero gli
abitanti di Altino, scappati dalle invasioni degli unni. Passato il pericolo molti degli
altinati ritornarono alla loro citt, ma due secoli dopo, sotto la pressione dei
longobardi, ritornarono nellisola e vi si stabilirono. Nella fuga portarono anche le
reliquie del primo vescovo di Altino, sant Eliodoro, che divenne protettore dellisola.
Nel X secolo Torcello era una delle pi importanti isole della laguna, era indipendente
dal punto di vista amministrativo e contava su alcune fiorenti attivit produttive (le
saline e una notevole industria della lana). Nel 1300, per, a causa di alcuni lavori di
sistemazione idraulica che cambiarono il corso delle acque dei due fiumi, molte zone si
trasformarono in paludi e la malaria costrinse numerosi abitanti a trasferirsi nella
vicina Venezia. Nel 1680 anche il vescovo spost la sua sede a Murano e poco a poco
lisola si spopol.

Figura 1 : planimetria di Torcello

Torcello situata a nord di Burano, al centro di una zona di barene, delimitata a sudovest dal canale dei Borgognoni-canale di Burano, a sud-est dal canale di Sant'Antonio
e a nord dal canale di Torcello. A nord e ad est confina con le paludi della Rosa e della
Centrega. Attualmente lisola conta solo 18 residenti, anche se le bellezze del
patrimonio archeologico ne fanno un luogo molto frequentato dai turisti di tutto il
mondo.

Figura 2: Vista dall' alto di Torcello

Storia
Come dimostrano scavi archeologici abbastanza recenti, sull isola si era insediato un
gruppo di persone fin dei primi secoli dell Impero Romano. Nel quinto e nel sesto
secolo, la popolazione diminu per colpa di alcune calamit naturali (Rotta della
Cucca). Lo sviluppo della popolazione riprese piede nel settimo secolo, grazie anche
ad alcuni lavori di bonifica e arginatura, che resero pi sicura l isola. In quel secolo
risalgono anche delle tracce di frutteti e vigneti e un officina vetraia. La prima
dimostrazione del toponimo risale al 840, con il nome Torceli. Nel decimo secolo
Torcello era una delle teste di ponte per il commercio veneziano nel mar Adriatico. In
quei secoli venne costruita la Chiesa di Santa Fosca, e Torcello costitu il principale
centro di lavorazione della lana nel Ducato di Venezia. Il governo della citt era
affidato a due Consigli : uno maggiore e uno minore, affiancati dal Podest. A partire
dal 1400 inizi il declino della citt , l impaludimento della zona della laguna dove
situata rende l aria malsana, e le pestilenze del trecento e del cinquecento decimano
la popolazione, Da allora la popolazione in costante calo, per colpa della scomoda
posizione dell isola.

Edifici importanti :
Palazzo dellArchivio e Palazzo del Consiglio
I due palazzetti gotici che sorgono di fronte alle chiese sono le uniche testimonianze
della grandezza di un tempo. La costruzione con il portico ed una trifora gotica era al
sede dellArchivio , dove venivano conservati i documenti. Il palazzetto accanto, con il
piccolo campanile e la scala esterna gotica, un tempo ospitava il Consiglio. Oggi le due
costruzioni sono la sede del museo dellEstuario e vi sono conservati preziosi reperti
antichi rinvenuti durante gli scavi.
Ponte del diavolo
Come a Venezia e a Murano anche a Torcello cerano edifici come palazzi, chiese,
alcuni mulini e anche alcune ville. Oggi sono ben pochi edifici rimasti,tra cui due ponti.
Il primo che si incontra appena scesi dal vaporetto chiamato Ponte del
diavolocaratterizzato da essere senza parapetti. La leggenda dice che sia stato
costruito in una sola notte dal diavolo in persona.
2

Figura 3 : il Ponte del Diavolo a Torcello

Cattedrale di Santa Maria Assunta


E il principale edificio religioso dell isola di Torcello, nonch la cattedrale della sua
sopressa diocesi. L edificio a pianta basilicale, in stile bizantino. Sorge quasi isolata
al centro dell isola. vicino alla basilica di Santa Fosca, con questo edificio e un altro
oggi scomparso (Battistero di San Giovanni) costituivano un unico complesso religioso.
La chiesa viene eretta nel 639 su ordine dell Esarca di Ravenna per dare una nuova
sede alla diocesi di Altino. La cattedrale viene ampliata per la prima volta nell 826 e
riconsacrata alla Santa Maria Assunta nel 1008. Il complesso ha il tipico schema
paleocristiano, la facciata composta da 12 lesene (specie di colonna attaccata alla
facciata con funzioni solo decorative), collegate da archetti a tutto sesto in alto. Al
centro presente il portale di marmo con gli stipiti dellanno mille. Il campanile sorge
su un prato, e l oratorio poco distante sorge sul luogo della chiesa di San Marco. L
interno della chiesa diviso in 3 navate da 18 colonne con capitelli corinzi. La parete
interna della facciata occupata da un grandioso mosaico bizantino di autore ignoto
che rappresenta il giudizio universale. La posizione del grande mosaico, incombente
sullingresso, ne faceva un monito ai fedeli che lasciavano la cattedrale intimoriti da
quella visione apocalittica. Al centro dell abside si erge l altare maggiore, custodisce
le spoglie di SantEliodoro. A sinistra dell altare presente un iscrizione su pietra
risalente alla costruzione della chiesa, primo documento di storia veneziana.

Figura 4 : la cattedrale di Santa Maria Assunta

Chiesa di Santa
Fosca
Del complesso di
edifici romanici che
circondava
la
cattedrale
di
Torcello rimane solo
la chiesa di S.Fosca, edificata tra lanno 1000 e il 1100 d.C. come tomba dellomonima
martire ravennate. L edificio ha una pianta a croce greca, con 3 navate con absidi ,
splendido esempio dello stile veneto- bizantino. L edificio circondato da un porticato
semiottagonale su cinque lati. Lo spazio interno simmetricamente scandito attorno a
un quadrato centrale. Gli archi sono retti da colonne a piede rialzato con eleganti
capitelli bizantini. La chiesa sovrastata da una cupola circolare. In origine non era un
chiesa ma un martyrium cio un luogo dove erano conservati e venerati i resti di un
martire.

Figura 5 : La chiesa di Santa Fosca.