Sei sulla pagina 1di 2

"L'Ateneo ha tra i suoi valori fondanti il pluralismo, la libert da ogni condizionamento

ideologico, confessionale e politico e il pieno rispetto delle pari opportunit anche tra
differenti posizioni culturali. Per questo motivo le autorizzazioni all'utilizzo di aule,
locali o spazi dell'Universit di Cagliari devono intendersi revocate con effetto
immediato.
Con queste parole, il rettore Maria Del Zompo nega la possibilit dello svolgimento
dellIsraeli Apartheid Week 2016, iniziativa annuale organizzata nelle citt e nei
campus di tutto il mondo. Conferenze, eventi multimediali e spettacoli culturali hanno
lo scopo di mostrare alle persone la natura dellapartheid israeliana e la sua ricaduta
sui palestinesi dei Territori Occupati e di Israele. Informazione ma non solo. I punti saldi
di questa campagna vanno dal boicottaggio di ogni tipo di prodotto proveniente dal
territorio israeliano, alla richiesta di piena uguaglianza dei cittadini arabo-palestinesi di
Israele, alla fine delloccupazione e della pulizia etnica nei territori arabi, allo
smantellamento del Muro, al rilascio dei prigionieri politici, sino ad arrivare al diritto di
ritorno da parte dei rifugiati palestinesi.
L Israeli Apartheid Week 2016, arrivato ormai alla sua quarta edizione all interno
dellUniversit di Cagliari, sempre stato un ospite poco gradito ai piani alti. Ci ha
comportato difficolt nel volantinaggio, divieto di esporre la bandiera palestinese nella
facolt di Lettere e Filosofia, sino alla negazione dellutilizzo di una sala conferenze di
propriet dellErsu durante l edizione dello scorso anno.
Alla luce di tutto ci ricordiamo invece che nel maggio 2013 laula Magna del corpo
aggiunto della facolt di Lettere e Filosofia ospit un eccelso personaggio della
letteratura israeliana: David Grossman. Tutto normale, in apparenza. Se non fosse che
tale giorno era domenica e che tutti i partecipanti, all ingresso, dovevano fare i conti
con la DIGOS.
Per non parlare, poi, della attiva collaborazione accademica dellateneo cagliaritano
con il Techion Israel Insitute of Technology, istituto di ricerca sempre in prima linea
per lo sviluppo bellico e leader nello sviluppo dei droni utilizzati per i raid sulla striscia
di Gaza, perseguita anche dopo le ripetute campagne di boicottaggio da parte di
docenti e studenti dello stesso ateneo.
Impedire le attivit dellIsraeli Apartheid Week una scelta politica da parte
delluniversit. Significa rendersi complici dei reiterati crimini che Israele continua a
perpetuare ogni giorno e significa avere le mani sporche del sangue dei palestinesi
che ogni giorno muoiono perseguitati e uccisi da un regime imperialista.
Lascia basiti la retorica della pluralit e degli usi ideologici utilizzata dalla Del Zompo
per giustificare una decisione basata esclusivamente su una lettera da parte
dellassociazione filo sionista Chenabura-Sardos pro Israele. Noi crediamo che il vero
utilizzo ideologico sia quello perpetuato da Israele e dai loro complici, come si sta
rivelando essere luniversit di Cagliari. "
Non lasciamo che le pressioni ci fermino nel denunciare i crimini sionisti e gridiamo
sempre pi forte la nostra solidariet al popolo palestinese in lotta. LIsraeli Apartheid
Week 2016 si far, nei tempi, nei modi e negli spazi stabiliti, con o senza
lapprovazione del rettore.

CI VEDIAMO DAL 26 FEBBRAIO AL 3 MARZO NELLE FACOLTA