Sei sulla pagina 1di 3

IN EVIDENZA

Mamme per lambiente : accolta denuncia


Il regalo alle lobby del governo Renzi
Lo spreco alimentare e lo spreco della natura
Thailandia: nuovo disastro petrolifero e il prossimo dove sar?
Il WWF lancia campagna per salvare i gorilla e impedire le trivellazioni nel parco del Virunga
Leoni dai circhi ai ristoranti
Antibiotici e antistaminici inquinano i fiumi
Perch la difesa dellambiente non fa notizia?
Caffaro la fabbrica che ha avvelenato Brescia
Trivelle Enel nel Mar Jonio
Lavori di bonifica sul lago Albano al Parco dei Castelli Romani
In 27 anni persa met barriera corallina
Orango del Borneo minacciato dal carbone
Ostia Antica tra i rifiuti
Anche un Concerto per la Giornata Mondiale della Terra

Home > Lifestyle > 7 modi per pulire le arterie naturalmente

7 modi per pulire le arterie naturalmente


da Agnese Tondelli su 2 luglio 2014

Laterosclerosi un processo patologico a carico delle pareti delle arterie, caratterizzato dalla
deposizione di sostanze di natura lipidica, come ad esempio trigliceridi e colesterolo. Questa
condizione pu portare alla formazione di placche, in aree pi o meno estese, che generano una
riduzione del flusso ematico. La parete arteriosa colpita viene gravemente alterata da fenomeni
di fibrosi, distruzione delle strutture proprie, precipitazione di sali di calcio, indurimento e perdita di
elasticit del vaso. Le placche progrediscono fino a formare trombi che ostruiscono il vaso. Questa
condizione pu dare vita a emboli e mettere a serio rischio la salute delle persone.
Statisticamente, infatti, laterosclerosi una delle principali cause di morte nel mondo.
Questa patologia un processo complesso che coinvolge incompatibilit alimentari, diete squilibrate e
altri fattori.
Utile potrebbe essere intervenire in maniera naturale, con alcuni rimedi per ripulire le arterie.
Vediamo quali possono essere.

Vitamina B. Aggiungere della Vitamina B nel regime alimentare potrebbe proteggere il


cuore da complicazioni causate dallaterosclerosi. Uno studio randomizzato, pubblicato nel
2005 sulla rivista Atherosclerosis, ha evidenziato come che un semplice supplemento di 2,5 mg
di acido folico, 25 mg di vitamina B6, e di 0,5 mg di vitamina B12 per 1 anno possa portare a
una significativa riduzione dello spessore delle arterie. Ovviamente, sempre meglio optare
per fonti naturali di acido folico e vitamine del gruppo B.
Aglio. Anche laglio un alimento considerato salva-vita. Non solo infatti utile acombattere il
tumore ai polmoni, ma stato provato che aiuta anche a far regredire laccumulo di placca nelle
arterie.

Melograno. Come abbiamo gi visto in un precedente articolo, questo frutto impedisce e


inverte lispessimento progressivo delle arterie coronarie causate dallaccumulo di materiali
grassi. Oltre naturalmente agli altri innumerevoli benefici per la salute.
Cavolo fermentato. In particolare qui parliamo del Kimchi, una ricetta coreana che comprende
cavoli fermentati, peperoncino e vari altri ingredienti che sembra aver dimostrato di ritardare il
processo aterosclerotico nel modello animale.
L-Arginina. LArginina un aminoacido essenziale per il nostro organismo. in grado di
prevenire lispessimento arterioso, in alcuni casi anche del 24%, come confermato da una
ricerca effettuata dal Duke University Medical Center del North Carolina.
Curcuma. Il polifenolo principale contenuto nella curcuma e conosciuto con il nome
dicurcumina, oltre a un eccellente antinfiammatorio naturale, un ottimocardioprotettivo.
Semi di sesamo. I semi di sesamo sono probabilmente uno dei pi sottovalutati super alimenti
presenti sulla terra. Sono ottimi per il dolore causato dallartrite e sono anche un utile
cardioprotettivo, ideale per prevenire la progressione dellaterosclerosi.

Quello proposto un piccolo elenco di sostanze naturali che hanno dimostrato di essere utili a
prevenire le malattie cardiovascolari.
Ricordate: laterosclerosi non un processo naturale del cuore che deve essere considerato
inevitabile. Le nostre scelte quotidiane, soprattutto alimentari, sono la prima fonte di condizionamento
alla base di questa patologia. Possiamo decidere di utilizzare il cibo per compromettere la nostra salute
o, al contrario, per curarci naturalmente, prevenendo linsorgenza di malattie pericolose o mortali.