Sei sulla pagina 1di 3

Matteo Silvestri

Autore: C. S. Lewis
Titolo: Le cronache di Narnia, Lultima battaglia (libro VII)
Epoca in cui vissuto lautore: prima met del novecento
Genere letterario: Romanzo fantasy
Descrizione di un personaggio ritenuto significativo: Aslan un leone imponente e maestoso che
rappresenta allegoricamente il bene: Dio di Narnia. Aslan si contrappone a Tash, demone malvagio
con sembianze umane, ma con testa duccello che viene adorato dagli abitati di Calormen. Anche se
il leone stato ucciso nel secondo libro della saga, appare nei momenti di massima difficolt
quando viene invocata la sua presenza e il suo aiuto dove spesso, a sua volta, manda a Narnia delle
persone del nostro mondo. In questo libro verranno inviati Eustacchio e Jill, tuttavia proprio
nellultimo libro delle cronache parte del popolo di Narnia smetter di credere in Aslan, e il leone
far iniziare lapocalisse sul suo regno.
Ambiente ed epoca in cui si svolge la vicenda: La vicenda si svolge a Narnia e in parte nel nostro
mondo allinizio del novecento, tuttavia a Narnia il tempo scorre in modo diverso perci non si pu
risalire allepoca in questo mondo.
Breve riassunto della trama:
Tirian, ultimo re di Narnia, si trova ad affrontare
una situazione molto difficile nel suo regno: una
furba scimmia di nome Cambio ha costretto
Enigma, un povero asino, ad indossare una
pelliccia di leone, cos facendo Cambio viaggia nel
territorio di Narnia creando subbuglio e
impartendo ordini, facendo credere a tutti che
Aslan fosse tornato. Tutte le creature di Narnia
credono alle parole della scimmia tranne Trian che
verr imprigionato con lamico unicorno. Il
principe invoca laiuto del vero Aslan e dei vecchi
re e regine di Narnia. Arriveranno dopo pochi
minuti, dal nostro mondo, Eustachio e Jill che
libereranno Trian e organizzeranno un piano
dattacco. Tuttavia nel svelare il trucco della
scimmia non fanno altro che creare confusione
nella mente dei Narniani. Inizia cos unultima
battaglia che viene persa dal principe. Narnia
inizia ad essere distrutta da Aslan che ormai
corrotta in modo irreparabile fa iniziare
lapocalisse: precipitano le stelle, il sole si unisce
alla luna, mentre parte delle creature si dirigono
verso una zona oscura mentre altre allingresso di
una piccola porta. I vecchi re e regine si ritrovano
con Aslan e altre creature in una valle che
assomiglia alla vecchia Narnia, capiranno poi che
si trovano in paradiso, il Leone dir ai ragazzi che
sono morti in un incidente ferroviario e li rassicura
dicendo che staranno per sempre insieme.
Argomenti e problemi principali trattati: come molti libri fantasy il problema principale che si
trova, in tutta la durata del romanzo, la continua lotta tra il bene e il male. Il culmine si ha proprio
nellultimo libro, dove i Narniani dopo essere stati soggiogati e confusi dalla scimmia non credono
pi nella figura di Aslan. Tuttavia il leone un personaggio misericordioso, che perdona le persone
anche dopo che hanno fatto qualcosa di terribilmente grave, come accade per il giovane abitante di
Calormen che ha venerato per tutta la sua vita Tash. Infatti quando il giovane incontra Aslan alle
Matteo Silvestri

porte del paradiso vuole essere cacciato, in quanto non si ritiene degno di essere al suo cospetto
tuttavia il leone lo rassicurer, il giovane poi racconter la sua esperienza con queste parole: Tutto
quello che facciamo di buono lo facciamo in nome di Aslan, anche quando non lo sappiamo;
mentre tutto quello che facciamo di cattivo lo facciamo in nome di Tash. Se un uomo commette una
crudelt in nome di Aslan, pur non sapendolo Tash che serve; allo stesso modo, quando si ha
lanimo buono e gentile Aslan a occuparsi di noi.
Un altro argomento trattato la crescita dei personaggi, nellultimo libro non compare pi la sorella
maggiore degli antichi re e regine di Narnia: Susan. Infatti quando Eustacchio, Jill e i fratelli
Pevensie proveranno a ritornare a Narnia la sorella non si unir con loro come viene descritto
attraverso le parole di Jill A lei interessano solo vestiti, creme, rossetti e gran feste. Ha lo sguardo
candido e imbambolato di una bambina troppo cresciuta. Susan pensa che le avventure vissute da
piccola siano la sola fonte della sua immaginazione e crede di essere troppo grande per pensare a
Narnia. Tuttavia Lewis rimane molto ambiguo e forse Susan riuscir a raggiungere Aslan pi tardi,
a modo suo.
Episodi pi significativi: nel momento che Tirian chiede aiuto ad Aslan, Eustacchio, Jill, i fratelli
Pevensie, Polly e Digory (le prime persone ad aver compiuto questo viaggio) cercano un modo per
tornare a Narnia. Pensano di ritornare nel mondo fantastico grazie agli anelli magici che ebbero
usato in precedenza Digory e Polly, i fratelli li trovano e decidono di incontrarsi con il resto del
gruppo in una fermata dei treni. Tuttavia mentre i fratelli Pavensie insieme a Polly e Digory si
recano al luogo di ritrovo, Eustacchio e Jill si rendono conto che il paesaggio intorno a loro sta
cambiando e si ritrovano a Narnia. Tuttavia ripensando al loro trasporto si rendono conto di aver
sentito del dolore ma, ora che si trovano a Narnia si sentono in perfette condizioni. Solo nelle
ultime pagine del libro, Aslan dir ai ragazzi che il treno era deragliato nei pressi della stazione e
tutti loro erano morti. Questo episodio molto importante per comprendere a fine del romanzo,
infatti senza questo avvenimento non ci si spiegherebbe come loro possano trovarsi nel vero regno
di Aslan, che il paradiso. Tuttavia lautore non descrive questa passaggio con molta chiarezza in
modo da tenere il lettore inconsapevole per tutta la durata del libro.
Un secondo episodio significativo si trova alla fine del libro, quando dopo lapocalisse di Narnia
tutti i ragazzi si ritrovano in questo luogo dove non c spazio ne tempo e le leggi della fisica non
valgono. I ragazzi poi si ritroveranno davanti ad un enorme cancello e incontreranno tutti i vecchi
amici che li hanno accompagnati nelle avventure precedenti. Ai ragazzi viene spiegato che Narnia,
come il loro mondo, non era altro che una copia di quel regno, poi Aslan dir che i ragazzi sono
morti e il romanzo si concluder.
Citazioni interessanti:
Ma certo, dolce figlia di Eva disse il fauno. Pi entri nel cuore delle cose e pi grandi
diventano. Linterno sempre pi grande dellesterno [] S, come gli strati di una cipolla
conferm Tummus Lunica differenza che pi entri nel cuore delle cose, pi grandi sono gli
universi che scopri.
In questo dialogo Lucy ascolta il vecchio amico Fauno e parlano del nuovo mondo in cui si
trovano: il paradiso.
Noi ci fermiamo qui e possiamo solo aggiungere che vissero per sempre felici e contenti. Ma fu
solo linizio della Vita Vera. La vita nel mondo originario e le magnifiche avventure a Narnia non
erano state che la copertina, il titolo della Grande Storia. Ora, finalmente, cominciava il Primo
Capitolo di un libro fantastico che sulla terra nessuno ha mai letto. Il libro che narra la Storia Eterna
e che, di pagina in pagina, si fa sempre pi avvincente e straordinario.
Queste parole si trovano alla fine del libro, in queste frasi si vede perfettamente la forte
componente religiosa inserita nel libro da Lewis, una vita ultraterrena che va al di l della vita
terrena, ma allo stesso tempo questa non deve essere trascurata.
Stile e linguaggio: gli avvenimenti si svolgono in un ordine cronologico e il linguaggio semplice
in quanto Lewis volle scrivere questopera anche per i bambini.
Difficolt della lettura: Non ho trovato nessun tipo di difficolt nella lettura del romanzo
Matteo Silvestri

I nterpretazione e giudizio personale: lultima battaglia insieme ai sei libri precedenti delle
cronache di Narnia, sono sette romanzi spettacolari, consiglierei la lettura di questi libri a tutti,
indifferentemente dallet. Infatti quello che a prima vista, dalla trama, potrebbe essere solo un libro
per bambini, in verit molto di pi. Proprio come dice Lewis: Mi sembra che il punto di vista
moderno contenga una falsa nozione della crescita. Ci accusano di arresto dello sviluppo perch non
abbiamo perso i gusti che avevamo da ragazzi, ma l'autentico arresto non pu consistere nel rifiuto
di abbandonare un patrimonio, bens in quello di acquistarne uno nuovo. Oggi mi piace il vino
bianco che da ragazzo non avrei apprezzato, ma continua a piacermi la limonata. E' un processo di
crescita nel quale mi sono arricchito: dove prima conoscevo un solo gusto, adesso ne conosco due.
Se per acquisire il piacere del vino avessi dovuto perdere quello di una spremuta di limoni, non si
sarebbe trattato di crescita ma di semplice cambiamento. Oggi mi piacciono Tolstoj, Jane Austen e
Trollope come le fiabe, il che una crescita; tuttavia, se avessi rinunciato alle fiabe per fare posto ai
romanzieri non potrei parlare di crescita ma solo di un cambiamento nei gusti. Questa una
citazione presa da un inserto (Tre modi di scrivere per linfanzia) inserito alla fine dei sette libri, che
condivido pienamente.