Sei sulla pagina 1di 16

Hithpael

Lambdin 50
• Hithpael è la coniugazione associata con Pi:
- come Pi ha spesso il significato riflessivo
(indicato dalla presenza della Tau)
- e si caratterizza per il raddoppiamento della
seconda consonante radicale, cfr.
‫ הִתְ ּגַּדֵ ל‬Pf; ‫ י ִתְ ּגַּדֵ ל‬Impf.
‫גדל ‪Hithpa Pf vb. regolare‬‬
‫‪singolare‬‬ ‫‪plurale‬‬
‫‪3m‬‬ ‫תג ַּ ֵּדל‬
‫ה ְ‬
‫ִ‬ ‫תג ַּ ְּדלו ּ‬
‫ה ְ‬
‫ִ‬
‫‪3f‬‬ ‫תג ַּ ְּדלָה‬
‫ה ְ‬
‫ִ‬ ‫תג ַּ ְּדלו ּ‬
‫ה ְ‬
‫ִ‬
‫ַל ּ ָ‬
‫ְת ‪2m‬‬ ‫ג ַּד‬
‫ּ‬ ‫תד ַּ‬
‫ד ַּג‬ ‫ה ְ ַּ‬
‫ִ‬ ‫תג ַּ ַּדל ּ‬
‫ְתֶם‬ ‫ה ְ‬
‫ִ‬
‫‪2f‬‬ ‫תג ַּ ַּדל ּ ְ‬
‫ְת‬ ‫ה ְ‬
‫ִ‬ ‫תג ַּ ַּדל ּ‬
‫ְתֶן‬ ‫ה ְ‬
‫ִ‬
‫‪1‬‬ ‫ַל ְּתִי‬
‫גד‬
‫ּ‬‫ְ‬ ‫הִת ְַּד ַּ ַּ‬
‫דג ַּ‬ ‫תג ַּ ַּדלְנו ּ‬
‫ה ְ‬
‫ִ‬
‫גדל ‪Hithpa Impf vb. regolare‬‬
‫‪singolare‬‬ ‫‪plurale‬‬
‫‪3m‬‬ ‫תג ַּ ֵּדל‬
‫יִ ְ‬ ‫תג ַּ ְּדלו ּ‬
‫ִי ְ‬
‫‪3f‬‬ ‫תּ ְ‬
‫תַג ַּּ ֵּדל‬ ‫ִ‬ ‫דלְנ ָה‬
‫תג ַּ ֵּד ֵּ ֫‬ ‫ִּ‬
‫ת ְ‬
‫‪2m‬‬ ‫תּ ְ‬
‫תַג ַּּ ֵּדל‬ ‫ִ‬ ‫תג ַּ ְּדלו ּ‬
‫תּ ְ‬
‫ִ‬
‫‪2f‬‬ ‫תג ַ ּ ְּדלִי‬ ‫ִּ‬
‫ת ְ‬ ‫דלְנ ָה‬
‫תג ַּ ֵּד ֵּ ֫‬ ‫ִּ‬
‫ת ְ‬
‫‪1‬‬ ‫תג ַּ ֵּדל‬
‫א ְ‬
‫ֶ‬ ‫תג ַּ ֵּדל‬
‫נִ ְ‬
Hithpa Impv. vb. regolare ‫גדל‬
(cfr. Pf)
singolare plurale
2m ‫תג ַּ ֵּדל‬
ְ ‫ה‬
ִ ּ ‫הִתְַג ַּּ ְּדלו‬
2f ‫תג ַ ּ ְּדלִי‬
ְ ‫ה‬
ִ ‫דלְנ ָה‬
֫ ֵּ ‫תג ַּ ֵּד‬
ְ ‫ה‬
ִ
Hithpa Ptc. vb. regolare ‫גדל‬
singolare plurale
Masch. ‫תג ַּ ֵּדל‬
ְ ‫מ‬
ִ ‫תג ַּ ְּדלִים‬
ְ ‫מ‬
ִ
Femm. / ‫תג ַּ ְּדלָה‬ ְ ‫מ‬
ִ ‫תג ַּ ְּדלוֹת‬
ְ ‫מ‬
ִ
ֶ ַ ּ‫ד‬
‫ַּ ֶּדלֶת‬ ּ ‫ֶּדג‬
ֶ ‫ג‬ ‫ת‬
ְ ‫מ‬
ִ
Osservazioni
Con radici che iniziano con una sibilante
(‫ )צ ׁש ׂש ז ס‬avviene regolar­mente una metatesi
di questa consonante e della ‫ ת‬del prefisso, cfr.
‫שׁמר‬: forma aspettata *hiṯšammēr → ‫ׁשּתַ ּמֵר‬
ְ ‫ ִה‬.
Si verifica poi un’ulteriore assimilazione:

1. -zt- ( ‫ →)זת‬-zd- (‫)זד‬


cfr. *hiṯzakkēr → *hiztakkēr → ‫; ִה ז ְּדַ ּכֵר‬

2. -ṣt- (‫ → )צת‬-ṣṭ- (‫)צט‬


cfr. *hiṯṣaddēq → *hiṣtaddēq → ‫ ִה ְצ ַטּדֵ ק‬.
• Nel caso di radici geminate, analogamente a
quanto avviene nel verbo Piel, il
raddoppiamento della seconda consonante
radicale viene spesso omesso quando questa è
seguita da ə: ‫ הִתְ ַחנְנֹו‬invece di ‫הִתְ ַחּנְנֹו‬.

• Le radici II-gutturale ― a causa della mancanza


del raddoppiamento della consonante gutturale
― alcune subiscono un allungamento
compensatorio, altre un raddoppiamento
virtuale, come nel Piel: ‫ הִתְ ָרָאה‬oppure ‫הִתְ נַחֵם‬.
• La sillaba tematica finale può avere a al posto di
ē. Ciò avviene normal­mente davanti alla terza
gutturale (‫)הִתְ ַוּדַע‬, mentre è opzionale altrove
(‫)הִתְ ַאּנַף‬.

• Con radici I-Waw/Yodh viene preservato a volte


il ‫ ו‬originario, come in ‫( הִתְ ַוּכַח‬discutere, litigare;
‫)יכח‬, ‫( הִתְ ַוּדַ ע‬farsi conoscere; ‫;)ידע‬
altrimenti viene mantenuto lo ‫ הִתְ י ַּלֵד‬: ‫י‬
(dichiarare o rivendicare un’ascendenza; ‫)ילד‬,
‫( הִתְ י ָעֵץ‬cospirare con­tro; ‫)יעץ‬.
Hithpael - significati
I verbi Hithpael sono intransitivi e hanno spesso
un significato riflessivo o reciproco rispetto alle
loro controparti attive delle coniugazioni Qal,
Piel o Hiphil.
(a) Riflessivo: ׁ‫ק ֵּדש‬
ַ ‫ת‬
ְ ‫ה‬
ִ santificarsi Cfr. ׁ‫דיש‬ִּ ‫ק‬
ְ ‫ה‬
ִ ;ׁ‫ק ֵּדש‬
ִ

    ‫התְג ַּ ֵּדל‬
ִ magnificarsi Cfr. ‫דיל‬ִּ ְ ‫הג‬
ִ ;‫ִג ִּּ ֵּדל‬

‫חבֵּא‬
ַ ‫ת‬
ְ ‫ה‬
ִ
 
    nascondersi
(b) Reciproco: ‫התְרָ אָה‬ ִ guardarsi a vicenda cfr. ‫רָ אָה‬
    ‫ה ַּדבֵּר‬
ִ conversare cfr. ‫ִדבֶּר‬
ִּּ
(c) Riflessivo indiretto (cioè fare qualcosa per se stessi, a
proprio be­neficio o a proprio detrimento):
‫תחַנ ֵּן‬ְ ‫ה‬ִ cfr. ‫חָנ ַן‬
   
cercare o implorare una grazia
   
‫פַלֵּל‬ ּ ‫ת‬ְ ‫ה‬ִ pregare

‫טיּ ֵד‬
ַ ְ‫הצ‬
ִ cfr. ‫ִד‬ ‫צַי‬
֫ ַ provviste
   
procurarsi provviste
(NB: metatesi e assimilazione)
(d) Iterativo: ְ ‫הלֵּך‬
ַ ‫ת‬
ְ ‫ה‬
ִ camminare avanti e
indietro; camminare
continuamente
   

     

(e) Denominativo: ‫התְנַבֵּא‬


ִ profetizzare cfr. ‫נָבִיא‬

    ‫תאַנ ַּף‬
ְ ‫ה‬
ִ arrabbiarsi cfr. ‫;אַף‬
radice ‫אנף‬
~AY=h; x:Wrål. !G"ßB; %LEïh;t.mi
~yhi²l{a/ hw"ôhy> lAq’-ta, W[úm.v.YIw:)
`!G")h; #[eî %AtßB. ~yhiêl{a/ hw"åhy>
‘ynEP.mi ATªv.aiw> ~d"øa'h'( aBe’x;t.YIw:

(Gn 3,8)