Sei sulla pagina 1di 11

Arcidiocesi di Agrigento

VICARIATO FORANEO di Palma di Montechiaro

SOLENNITA DI PENTECOSTE 2012

PRIMI VESPRI, VEGLIA E SOLENNE CONCELEBRAZIONE EUCARISTICA


Presieduti dal Vicario Episcopale P. Luigi Lo Mascolo

2 La celebrazione inizia nel silenzio. I ministri processionalmente si recano al presbiterioportando licona della Vergine Maria; nel contempo una guida introduce la celebrazione

Guida (R.n.S Gioia Piena) In questa notte di Pentecoste, nell'ascolto della Parola del Padre, mossi dallo Spirito che abita in noi e che il Cristo ci ha fatto conoscere, facciamo memoria dell'opera di Dio nei confronti di ogni uomo su questa terra, della sua misericordia e benignit, e della sua silenziosa e discreta presenza nella nostra vita e nel mondo intero. Presenza da intuire e cogliere perch nascosta e impercettibile, ma concreta, reale e viva come l'amore che ci abita quando da altri siamo amati. Notte di ascolto e di invocazione, di silenzio e proclamazione: Vieni Santo Spirito, abita in noi e inondaci della tua luce. Invadici nell'intimo. Nella sequenza e nel ritmo delle letture dell'Antico e del Nuovo Testamento, celebreremo nell'ascolto e nel gesto il dono maestoso e ultimo del Dio che abita in noi. Conosceremo la consolazione e la misericordia, testamento non di morte ma di vita che scritto in noi.
Giunti al presbiterio,senza baciarelaltare, viene intronizzata licona di Maria che viene incensata dal presidente.

SALUTO P- Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. A Amen. P- Il Dio della speranza, che ci riempie di ogni gioia e pace nella fede per la potenza dello Spirito Santo, sia con tutti voi.
A E con il tuo spirito.

P- Rendiamo grazie al Padre, che ci ha donato la Beata Vergine Maria immagine e madre della Chiesa. E' lei la Vergine vigilante, che attende senza esitare la vittoria di Cristo sulla morte e aspetta nella fede l'effusione dello Spirito. E noi, in unione con lei, la Vergine Madre, offriamo la lode delle nostre labbra a te, o Padre, che con il Figlio e lo Spirito Santo sei degno di ogni onore e gloria nei secoli eterni. Amen. ACCENSIONE DEL FUOCO E BENEDIZIONE
Il diacono introduce il rito dellaccensione del fuoco

Diacono Alfredo Zarbo: Questa sera la nostra comunit parrocchiale chiamata a stringersi attorno al fuoco dello Spirito Santo, perch assieme che si fa Chiesa, assieme che la fede si rafforza e cresce, assieme che possiamo vivere e sperare. Viene acceso il fuoco , poi il presidente dice la seguente orazione P: O Padre, che nella tua grande bont e misericordia, non hai lasciato luomo privo dellalito di vita, ma hai mandato tuo Figlio ad infondere in noi lo Spirito della Verit e di Vita; che ci hai radunati in un solo popolo, la Chiesa, e la guidi e lalimenti con la potenza dello Spirito; benedici questo fuoco e rinnova il prodigio della Pentecoste; fa che il dono del Santo Spirito confermi nellamore i tuoi fedeli, rigenerati a vita nuova. Per Cristo nostro Signore. A- Amen.

PRIMI VESPRI DI PENTECOSTE Un cantore intona il Veni Creator Spiritus INNO Veni, Creator Spiritus, / mentes tuorum visita: imple superna gratia, / quae Tu creasti pectora. Qui diceris Paraclitus, / altissimi donum Dei, fons vivus, ignis, caritas, / et spiritalis unctio. Tu septiformis mnere, / digitus paternae dexterae, Tu rite promissum Patris, / sermone ditans guttura. Accende lumen sensibus, / infunde amorem cordibus, infirma nostri corporis / virtute firmans prpeti. Hostem repellas longius, / pacemque dones protinus: ductore sic te praevio, / vitemus omne noxium. Per Te scimus da Patrem, / noscmus atque Filium, Teque utrisque Spiritum / credamus omni tempore. Deo Patri sit gloria, / et Filio, qui a mortuis serrexit, ac Paraclito, / in saeculorum saecula. Amen. (Antifonario Giovanni Paxia) 1 Ant. Al compiersi della Pentecoste, cinquanta giorni dopo la Pasqua, i discepoli erano tutti riuniti, alleluia. SALMO 112 Lodate, servi del Signore, * lodate il nome del Signore. Sia benedetto il nome del Signore, * ora e sempre. Dal sorgere del sole al suo tramonto * sia lodato il nome del Signore. Su tutti i popoli eccelso il Signore, * pi alta dei cieli la sua gloria. Chi pari al Signore nostro D io che siede nell'alto * e si china a guardare nei cieli e sulla terra? Solleva l'indigente dalla polvere, * dall'immondizia rialza il povero, per farlo sedere tra i principi, * tra i principi del suo popolo.

Fa abitare la sterile nella sua casa * quale madre gioiosa di figli. Gloria al Padre e al Figlio * e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre * nei secoli dei secoli. Amen. 1 Ant. Al compiersi della Pentecoste, cinquanta giorni dopo la Pasqua, i discepoli erano tutti riuniti, alleluia. 2 Ant. Lingue di fuoco su ognuno degli apostoli: lo Spirito di Dio appariva nel mondo, alleluia. SALMO 146 Lodate il Signore: bello cantare al nostro Dio, * dolce lodarlo come a lui conviene. Il Signore ricostruisce Gerusalemme, * raduna i dispersi d'Israele. Risana i cuori affranti * e fascia le loro ferite; egli conta il numero delle stelle * e chiama ciascuna per nome. Grande il Signore, onnipotente, * la sua sapienza non ha confini. Il Signore sostiene gli umili, * ma abbassa fino a terra gli empi. Cantate al Signore un canto di grazie, * intonate sulla cetra inni al nostro Dio. Egli copre il cielo di nubi, prepara la pioggia per la terra, * fa germogliare l'erba sui monti. Provvede il cibo al bestiame, * ai piccoli del corvo che gridano a lui. Non fa conto del vigore del cavallo, * non apprezza l'agile corsa dell'uomo. Il Signore si compiace di chi lo teme, * di chi spera nella sua grazia. Gloria al Padre e al Figlio * e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre * nei secoli dei secoli. Amen.

2 Ant. Lingue di fuoco su ognuno degli apostoli: lo Spirito di Dio appariva nel mondo, alleluia. 3 Ant. Lo Spirito che viene dal Padre rivela la gloria di Cristo Signore, alleluia. CANTICO Cfr. Ap 15, 3-4 Grandi e mirabili sono le tue opere, o Signore Dio onnipotente; * giuste e veraci le tue vie, o Re delle genti! Chi non temer il tuo nome, chi non ti glorificher, o Signore? * Tu solo sei santo! Tutte le genti verranno a te, Signore, davanti a te si prostreranno, * perch i tuoi giusti giudizi si sono manifestati. Gloria al Padre e al Figlio * e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre * nei secoli dei secoli. Amen. Ant. Lo Spirito che viene dal Padre rivela la gloria di Cristo Signore, alleluia. Guida ( R.n.S. Gioia Piena) Siamo ora introdotti alla liturgia della Parola; Essa infatti, in questa solenne veglia ci ricorda che, come per il Figlio, cosi anche lo Spirito annunciato e agisce nella storia, fin dalla creazione del mondo, per proclamare a tutti la venuta del Salvatore e rendere gloria a Dio.
LITURGIA DELLA PAROLA

Dal libro della Genesi (11,1-9)

( Parrocchia Immacolata)

Tutta la terra aveva ununica lingua e uniche parole. Emigrando dalloriente, gli uomini capitarono in una pianura nella regione di Sinar e vi si stabilirono. Si dissero lun laltro: Venite, facciamoci mattoni e cuociamoli al fuoco. Il mattone serv loro da pietra e il bitume da malta. Poi dissero: Venite, costruiamoci una citt e una torre, la cui cima tocchi il cielo, e facciamoci un nome, per non disperderci su tutta la terra. Ma il Signore scese a vedere la citt e la torre che i figli degli uomini stavano costruendo. Il Signore disse: Ecco, essi sono un unico popolo e hanno tutti ununica lingua; questo linizio della loro opera, e ora quanto avranno in progetto di fare non sar loro impossibile. Scendiamo dunque e confondiamo la loro lingua, perch non comprendano pi luno la lingua dellaltro. Il Signore li disperse di l su tutta la terra ed essi cessarono di costruire la citt. Per questo la si chiam Babele, perch l il Signore confuse la lingua di tutta la terra e di l il Signore li disperse su tutta la terra. Salmo Responsoriale (Salmo 32) Su tutti i popoli regna il Signore. Il Signore annulla i disegni delle nazioni, ( Parrocchia S. Antonio)

rende vani i progetti dei popoli. Ma il disegno del Signore sussiste per sempre, i progetti del suo cuore per tutte le generazioni. Rit. Beata la nazione che ha il Signore come Dio, il popolo che egli ha scelto come sua eredit. Il Signore guarda dal cielo: egli vede tutti gli uomini. Rit. Dal trono dove siede scruta tutti gli abitanti della terra, lui, che di ognuno ha plasmato il cuore e ne comprende tutte le opere. Rit. ORAZIONE P- Scenda su di noi, o Padre, il tuo Santo Spirito, perch tutti gli uomini cerchino sempre l'unit nell'armonia e, abbattuti gli orgogli di razza e di cultura, la terra diventi una sola famiglia, e ogni lingua proclami che Ges il Signore. Egli Dio e vive e regna nei secoli dei secoli. A-Amen
Dal libro del profeta Ez 37,1-14 ( Parrocchia Trasfigurazione)

In quei giorni, la mano del Signore fu sopra di me e il Signore mi port fuori in spirito e mi depose nella pianura che era piena di ossa; mi fece passare accanto ad esse da ogni parte. Vidi che erano in grandissima quantit nella distesa della valle e tutte inaridite. Mi disse: Figlio dell'uomo, potranno queste ossa rivi vere?. Io risposi: Signore Dio, tu lo sai . . Egli mi replic: Profetizza su queste ossa e annuncia loro: Ossa inaridite, udite la parola del Signore. Cos dice il Signore Dio a queste ossa: Ecco, io faccio entrare in voi lo spirito e rivivrete. Metter su di voi i nervi e far crescere su di voi la carne, su di voi stender la pelle e infonder in voi lo spirito e rivivrete. Saprete che io sono il Signore. Io profetizzai come mi era stato ordinato; mentre profetizzavo, sentii un rumore e vidi un movimento fra le ossa, che si accostavano l'uno all'altro, ciascuno al suo corrispondente. Guardai, ed ecco apparire sopra di esse i nervi; la carne cresceva e la pelle le ricopriva, ma non c'era spirito in loro. . Egli aggiunse: Profetizza allo spirito, profetizza, figlio dell'uomo, e annuncia allo spirito: Cos dice il Signore Dio: Spirito, vieni dai quattro venti e soffia su questi morti, perch rivivano. Io profetizzai come mi aveva comandato e lo spirito entr in essi e ritornarono in vita e si alzarono in piedi; erano un esercito grande, sterminato Mi disse: Figlio dell'uomo, queste ossa sono tutta la casa d'Israele. Ecco, essi vanno dicendo: Le nostre ossa sono inaridite, la nostra speranza svanita, noi siamo perduti. Perci profetizza e annuncia loro: Cos dice il Signore Dio: Ecco, io apro i vostri sepolcri, vi faccio uscire dalle vostre tombe, o popolo mio, e vi riconduco nella terra d'Israele. Riconoscerete che io sono il Signore, quando aprir le vostre tombe e vi far uscire dai vostri sepolcri, o popolo mio. Far entrare in voi il mio spirito e rivivrete; vi far riposare nella vostra terra. Saprete che io sono il Signore. L'ho detto e lo far. Oracolo del Signore Dio. . Salmo Responsoriale (Salmo 50) (Parrocchia Sacra Famiglia) Piet di me, o Dio, nel tuo amore; nella tua grande misericordia cancella la mia iniquit. Lavami tutto dalla mia colpa, dal mio peccato rendimi puro. Tu gradisci la sincerit nel mio intimo,

nel segreto del cuore m'insegni la sapienza. Aspergimi con rami d'isspo e sar puro; lavami e sar pi bianco della neve. Crea in me, o Dio, un cuore puro, rinnova in me uno spirito saldo. Non scacciarmi dalla tua presenza e non privarmi del tuo santo spirito. Rendimi la gioia della tua salvezza, sostienimi con uno spirito generoso. Signore, apri le mie labbra e la mia bocca proclami la tua lode. ORAZIONE P- O Dio, creatore e Padre, infondi in noi il tuo alito di vita: lo Spirito che si librava sugli abissi delle origini torni a spirare nelle nostre menti e nei nostri cuori, come spirer alla fine dei tempi per ridestare i nostri corpi alla vita senza fine. Per Cristo nostro Signore. Terminata lorazione il presidente intona il Gloria P- Gloria in Excelsis...... poi bacia e incensa laltare. COLLETTA P- O Dio, che oggi porti a compimento il mistero pasquale del tuo Figlio, effondi lo Spirito Santo sulla tua Chiesa, perch sia una Pentecoste vivente fino agli estremi confini della terra, e tutte le genti giungano a credere, ad amare e sperare. Per il nostro Signore Ges Cristo, tuo Figlio, che Dio, e vive e regna con te, nellunit dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. A- Amen.

Dal libro del profeta Gioele (3, 1-5) (R.n.S Gioia Piena) Cos dice il Signore: Io effonder il mio spirito sopra ogni uomo e diverranno profeti i vostri figli e le vostre figlie; i vostri anziani faranno sogni, i vostri giovani avranno visioni. Anche sopra gli schiavi e sulle schiave in quei giorni effonder il mio spirito. Far prodigi nel cielo e sulla terra, sangue e fuoco e colonne di fumo. Il sole si cambier in tenebre e la luna in sangue, prima che venga il giorno del Signore, grande e terribile. Chiunque invocher il nome del Signore, sar salvato, poich sul monte Sion e in Gerusalemme vi sar la salvezza, come ha detto il Signore, anche per i superstiti che il Signore avr chiamato. Salmo Responsoriale (Salmo 50) ( Parrocchia Chiesa Madre) Manda il tuo Spirito Signore, a rinnovare la terra. Benedici il Signore, anima mia! Sei tanto grande, Signore, mio Dio! Sei rivestito di maest e di splendore, avvolto di luce come di un manto. Rit. Quante sono le tue opere, Signore! Le hai fatte tutte con saggezza; la terra piena delle tue creature.

Benedici il Signore, anima mia. Rit. Tutti da te aspettano che tu dia loro cibo a tempo opportuno. Tu lo provvedi, essi lo raccolgono; apri la tua mano, si saziano di beni. Rit. Togli loro il respiro: muoiono, e ritornano nella loro polvere. Mandi il tuo spirito, sono creati, e rinnovi la faccia della terra. Rit.

Dalla lettera di San Paolo Ap. ai Romani (8, 22-27) (R.n.S Sacra Famiglia) Fratelli, sappiamo che tutta insieme la creazione geme e soffre le doglie del parto fino ad oggi. Non solo, ma anche noi, che possediamo le primizie dello Spirito, gemiamo interiormente aspettando l'adozione a figli, la redenzione del nostro corpo. Nella speranza infatti siamo stati salvati. Ora, ci che si spera, se visto, non pi oggetto di speranza; infatti, ci che uno gi vede, come potrebbe sperarlo? Ma, se speriamo quello che non vediamo, lo attendiamo con perseveranza. Allo stesso modo anche lo Spirito viene in aiuto alla nostra debolezza; non sappiamo infatti come pregare in modo conveniente, ma lo Spirito stesso intercede con gemiti inesprimibili; e colui che scruta i cuori sa che cosa desidera lo Spirito, perch egli intercede per i santi secondo i disegni di Dio. CANTO AL VANGELO Alleluia, Alleluia, Alleluia. Vieni, Santo Spirito, riempi i cuori dei tuoi fedeli, e accendi in essi il fuoco del tuo amore. Alleluia, Alleluia, Alleluia. VANGELO (Diacono F. Amato) + Dal Vangelo secondo Giovanni (7, 37-39). Nellultimo giorno, il grande giorno della festa, Ges, ritto in piedi, grid: Se qualcuno ha sete, venga a me, e beva chi crede in me. Come dice la Scrittura: dal suo grembo sgorgheranno fiumi di acqua viva. Questo egli disse dello Spirito che avrebbero ricevuto i credenti in lui: infatti non vi era ancora lo Spirito, perch Ges non era ancora stato glorificato. Omelia MEMORIA DEL BATTESIMO E DELLA CONFERMAZIONE BENEDIZIONE DELLACQUA P: Fratelli carissimi, preghiamo umilmente Dio nostro Padre, perch benedica questacqua con la quale saremo aspersi in ricordo del nostro Battesimo. Il Signore ci rinnovi interiormente, perch siamo sempre fedeli allo Spirito che ci stato dato in dono. Breve pausa di silenzio.

Diacono Zarbo- Ad ogni invocazione risponderemo :Gloria a te, Signore. P: Noi ti lodiamo, o Dio creatore, che nellacqua e nello Spirito hai dato forma e volto alluomo e alluniverso. A- Gloria a te, Signore. P: Noi ti benediciamo, o Cristo, che dal petto squarciato sulla croce hai fatto scaturire i sacramenti della nostra salvezza. A- Gloria a te, Signore. P: Noi ti glorifichiamo, o Spirito Santo, che dal grembo battesimale della Chiesa ci hai fatto rinascere come nuove creature. A- Gloria a te, Signore. P- Dio onnipotente, che nei santi segni della nostra fede rinnovi i prodigi della creazione e della redenzione, benedici questacqua + e fa che tutti i consacrati dal tuo Spirito siano annunziatori e testimoni della Pasqua che sempre si rinnova nella tua Chiesa. Per Cristo nostro Signore. A- Amen RICORDO DELLA CONFERMAZIONE P- Fratelli e sorelle, nella notte santa di Pasqua abbiamo rinnovato le promesse del nostro Battesimo. In questa veglia di preghiera, ricordiamo il sacramento della Confermazione invocando ancora il dono dello Spirito, perch confermi in tutti noi limpegno di servire lunit e la cattolicit della Chiesa e di ravvivare il senso di apostolicit per annunziare con rinnovato ardore ad ogni creatura la parola che salva. Breve pausa di silenzio Diacono Alfredo Zarbo- Ad ogni invocazione rispondiamo: Vieni, Santo Spirito. P - Spirito increato, forza primordiale delluniverso, potenza santificatrice della Chiesa, ravviva in noi i doni del Battesimo e della Confermazione. A - Vieni, Santo Spirito. P - Spirito di vita, soffio di amore, energia scaturita dalla Croce, rinvigorisci nel cuore dei tuoi fedeli limpegno a vivere come stirpe eletta, sacerdozio regale, nazione santa, popolo che Dio si acquistato. A - Vieni, Santo Spirito. P- Spirito del Padre e del Figlio, disceso sulla Vergine, donato agli Apostoli, anima e feconda la Chiesa con il conforto dei tuoi sette santi doni. A - Vieni, Santo Spirito. PROFESSIONE DI FEDE P- Nello stesso Spirito ora invocato, professiamo la nostra fede. P- Rinunciate a satana e a tutte le sue opere e seduzioni? A - Rinuncio.

10

P- Credete in Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra? A - Credo. P- Credete in Ges Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore, che nacque da Maria Vergine, mor e fu sepolto, risuscitato dai morti e siede alla destra del Padre? A - Credo. P- Credete nello Spirito Santo, che Signore e d la vita, e che oggi effuso sulla Chiesa e sul mondo intero? A - Credo. P- Credete nella Santa Chiesa cattolica, la comunione dei santi, la remissione dei peccati, la risurrezione della carne e la vita eterna? A - Credo. P- - Questa la nostra fede. Questa la fede della Chiesa. E noi ci gloriamo di professarla, in Cristo Ges nostro Signore. A - Amen. Il Celebrante ( se necessario insieme ai due concelebranti)asperge se stesso, quanti stanno in presbiterio e lassemblea. P- Ravviva in noi, Signore, nel segno di questacqua benedetta il ricordo del nostro battesimo e f che siamo sempre testimoni e annunciatori della Pasqua. Per Cristo nostro Signore.
PREGHIERA DEI FEDELI

P- Fratelli carissimi, preghiamo il Signore Dio nostro, perch rinnovi in noi il dono dello Spirito Santo. Egli confermi in tutti noi limpegno a servire la Chiesa con rinnovato ardore. Diacono F. Amato Preghiamo insieme e diciamo: Vieni, Spirito Santo! Alla fine di ogni invocazione viene portata una lampada accesa Concedi alla santa madre Chiesa il tuo Spirito di Sapienza, perch nel suo pellegrinaggio terreno, possa disprezzare le cose di questo mondo e guardare al dono che ci fai. R.n.S Sacra Famiglia Concedi al Santo Padre, Benedetto XVI, al nostro Vescovo Franceco, al nostriParroci ed a tutti i ministri del Vangelo il tuo Spirito di Intelletto, perch possano guidare con la luce della divina verit il popolo santo di Dio. Purgatorio Concedi ai governanti il tuo Spirito di Consiglio, perch possano sempre scegliere la via pi sicura per piacere a te, compiendo la tua santa volont. Immacolata Concedi a coloro che sono provati dalla sofferenza e dal dolore, corporale e spirituale, il tuo Spirito di Fortezza perch, abbracciando la croce, possano superare con coraggio ogni ostacolo e trovare in Cristo risorto la sorgente della salvezza. Comunit Ges Ama Concedi ai giovani il tuo Spirito di Scienza, perch possano conoscerti sempre meglio, crescere in perfezione ed essere sale della terra e luce del mondo. R.n. S. Trasfigurazione Concedi a quanti non credono o sono lontani dalla tua casa il tuo Spirito di Piet, perch possano trovare il tuo amore e gustare le primizie della tua misericordia. San Giuseppe Concedi a questa citta, a noi qui presenti ed a questa Comunit ecclesiale lo Spirito del tuo santo Timore, perch possiamo amarti senza limiti e servirti nella liturgia di lode. SantAntonio P - Rifulga su di noi, Padre onnipotente, Cristo, luce da luce, splendore della tua gloria, e il dono del tuo Santo Spirito confermi nellamore i tuoi fedeli, rigenerati a vita nuova. Per Cristo nostro Signore. A - Amen.

11

LITURGIA EUCARISTICA PRESENTAZIONE DEI DONI Guida( R.n.S. Gioia Piena) Insieme al pane ed al vino, portiamo allaltare i nostri cuori, le nostre famiglie e la Chiesa universale, perch siano santificati dallo Spirito del Cristo risorto. La Celebrazione prosegue come di consueto. Finita la distribuzione della Comunione, dopo un breve stacco per la riflessione e la preghiera, prima dellorazione dopo la comunione si canta il Magnificat, come lode a Dio per il dono ricevuto attraverso lEucarestia e come termine della preghiera dei vespri iniziata durante la veglia per questa celebrazione. L'anima mia magnifica il Signore * e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore, perch ha guardato l'umilt della sua serva. * D'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata. Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente * e Santo il suo nome: di generazione in generazione la sua misericordia * si stende su quelli che lo temono. Ha spiegato la potenza del suo braccio, * ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore; ha rovesciato i potenti dai troni, * ha innalzato gli umili; ha ricolmato di beni gli affamati, * ha rimandato i ricchi a mani vuote. Ha soccorso Israele, suo servo, * ricordandosi della sua misericordia, come aveva promesso ai nostri padri, * ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre. Gloria al Padre e al Figlio * e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre * Nei secoli dei secoli amen. Riti di Benedizione e Congedo