Sei sulla pagina 1di 107

IL RISVEGLIO DI COSCIENZA Questo blog guidato da un unico principio:il mondo non esiste come realt oggettiva esterna a te,bens

s come estensione del tuo essere.Il mondo non unentit indipendente da te,ma si trova dentro la tua coscienza e pu solo reagire a ci che tu sei. Stiamo parlando di un ribaltamento del consueto modo di pensare la realt intorno a noi.Sto parlando di una nuova specie di esseri viventi che sostituir gli attuali esseri umani! Home page VIDEO CONFERENZE PENSIERI COSCIENTI DIALOGO CON L'ANIMA CONTATTI CHI STA USANDO LA TUA MENTE? L'ILLUSIONE DEL 2

PENSIERI COSCIENTI

PENSIERI COSCIENTI Dentro Matrix Siamo in una fase storica in cui tutto sembra sfuggirci dalle dita: relazioni interrotte, amicizie, denaro, lavoro, amore.

L'unico vero motivo della sofferenza ad essi legata che il tuo IO frammentato al suo interno! Il tuo vero IO non affatto quello che credi... Sei totalmente identificato con la tua macchina psicofisica (corpo/mente), e nel momento in cui ogni cosa che le appartiene ti dice ADDIO (persona amata, lavoro, soldi, situazioni, ecc..), quella parte di te, che identificata totalmente con ci credi ti appartenga, si sentir morire anche'essa.

La via pi immediata per scoprire Te Stesso osservare, senza GIUDIZIO ALCUNO, il modo in cui RE-AGISCI alle persone e alle situazioni. Solo durante un'AUTO-Osservazione distaccata puoi PRO-AGIRE

in maniera Cosciente e Presente trovando la perfetta soluzione in

sintonia con quel preciso momento: il QUI & ORA. Non trovare rifugio in un passato o futuro illusorio

lontano dall'unica cosa reale: il PRESENTE!

Le cose non accadono a noi, ma dentro di noi

Credi sia davvero reale quella che osi chiamare Realt? E invece semplicemente un'ologramma proiettato dalla tua coscienza all'esterno di te, in quello che ami chiamare MONDO ESTERNO.

Esso solo un'illusione, una tua proiezione che ti fa da specchio per il semplice fine dell'evoluzione e dell'espansione della coscienza.

Questo testo tratta argomenti su come superare indenni una falsata sofferenza e i vari tumulti interiori tramite l'alchimia trasformativa e la comprensione dell'ego e della mente. Si affrontano temi come amore, rabbia, legge di attrazione, fisica quantistica, alchimia, ego, alieni, 2012.

Non ti scoraggiare, abbi FEDE...in TE!!! Il vero Genio che esaudisce ci che il tuo cuore chiede, sei soltanto TU!

In questo momento sei concentrato sul tuo Te Interiore.

Stai osservando quanto di FALSO hai Assorbito dalle etichette dell'esterno. Contemporaneamente, visualizzando il tuo interno, intravedi una realt che non di questo mondo: questa non separata da TE. Percepisci il tuo "S" (TE) pi puro anche durante le cose che fai nella quotidianit. Ti porter la quiete e ti permetter di mantenere aperte le porte del CUORE. Ti sorprenderai nel ritrovarti CONSAPEVOLMENTE a sorridere!

Sei disposto a scoprire te stesso? Inizia ora da TE!

<!--[if !vml]-->

<!--[endif]-->

Questo libro stato concepito con il solo scopo di contribuire alla riscoperta del proprio vero essere. In questa fase evolutiva dellumanit, in molti si chiedono cosa stia accadendo ma non solo allesterno (politica, economia, clima, situazioni personali, ecc), ma soprattutto al proprio interno. Spero possa ritornarvi utile. Con stima, Claudio.

E come se stesse passando un treno, o lo prendi o lo perdi!!!

"Una parola troppa, e due sono poche..." Ormai non c' pi tempo per cedere..

RIALZATEVI! Il mondo l fuori ve lo sta maledettamente SPECCHIANDO! Ma solo ""chi avr orecchie per udire e occhi per vedere"" sapr coglierlo..

Questo il periodo in cui bisogna dire tutto in tutti i modi possibili per svegliare le persone...

There's NO TIME ANYMORE!

<!--[if !vml]-->

<!--[endif]-->

Esiste una legge per cui, quando si fa un vuoto in un luogo dello spazio, qualcosa viene immediatamente a colmarlo. Questa legge fisica si applica anche alla vita psichica, cio quando si d, si riceve. Quando avete vuotato i vostri serbatoi interiori, perch avete dato il vostro Amore ed i vostri Buoni Pensieri a tutte le creature, qualcosa arriva immediatamente dall'alto per riempirvi. Perci Amate e sarete Amati. Date e vi sar dato. Date anche quello che vi manca ed otterrete. Desiderate essere illuminati e non sapete come attirare a voi la luce? molto semplice : incominciate con l'illuminare chi meno illuminato di voi e riceverete Luce, perch in questo caso un altro essere, che possiede pi Luce di voi, verr a darvi la sua luminosit. [Aivanhov]

Siamo co-Creatori della realt. Proiettiamo ci che abbiamo all'interno rendendolo vivo all'esterno e crediamo che la causa di tutto sia l fuori mentre la responsabilit qui dentro di noi..

Il vero nemico il passato, il vittimismo, le aspettative. Siamo noi a trasformarli in demoni. E pi energia si regala loro (giudicandoli e condannandoli), pi essi distruggeranno la vita e l'innato potere che ci appartiene diventando sempre pi giganti. Essi esistono solo nella mente.

Il mezzo pi efficace per non farci trascinare nei loro inferi OSSERVARE, senza respingerli, qualsiasi loro interferenza. Osservare con tutta la PRESENZA COSCIENTE mentre avvertiamo: rabbia, frustrazione, odio, ansia, paura, tristezza (e simili). Solo Osservare, come fossimo spettatori senza giudizio, crea quel fuoco divino che ci trasmuta alchenicamente.

NULLA AVVIENE PER CASO

Una volta dissi ad una donna: -Credo di aver tanto da imparare da te..-

E lei mi rispose: -Ci arricchiremo delle nostre differenze, delle nostre esperienze.. se credi alla teoria che NULLA AVVIENE PER CASO, allora io ho da imparare da te.. e tu da me. Gli incroci sono importanti.. un pezzo della vita tua entra nel mondo di un altro e viceversa.. e tu, in qualche modo, non sei pi lo stesso, perch non sei solo tu, ma sei anche me e altri. Qualcuno la chiama "fratellanza", altri "amore universale". Poco importa dargli un nome. Accettiamo questi doni e ringraziamo perch siamo stati capaci di scorgerli-

Allora prontamente le dissi: -Le anime si riconoscono quando i binari che percorrono solo gli stessi, ognuna ne sta scavando dei suoi per il suo percorso e spesso alcuni son paralleli a quelli di altre anime..e la donna aggiunse: -Si..oppure mentre io stavo scavando il mio e tu il tuo, ti venuta sete dalla fatica...e ti sei sporto per chiedere dell'acqua alla tua vicina scavatrice e hai trovato me. Con me non devi ricoprire nessun ruolo e se tu sei un DIO, io sono la DEA che sorride al presunto DIO -

Con l'insistenza di un bimbo amorevole aggiunsi:

-Io voglio solo specchiarmi in te... e imparare a vedere il bello anche in altri specchi cos come lo vedo in te-

E la donna mi salut dicendomi: -Puoi farlo ..consacra la tua anima all'amore ,all'energia che permea ogni cosa,e ti ritroverai ad essere specchio di meraviglie che neanche immagini; siamo niente e tutto.. siamo un potenziale da scoprire.."

PENSIERI COSCIENTI DENTRO MATRIX

Claudio Guarini

Buona lettura.

Prefazione per il lettore scettico e giudicante:

Questo piccolo manuale non stato creato per impormi su altri esseri umani come detentore di una certa verit. Considerando anche che ognuno ha la sua verit, e la ritiene tale per motivi che non si finirebbe pi di elencare. Non niente di spettacolare o eccezionale ci che leggerete, ma per chi si appresta per la prima volta a questi argomenti sappia farne buon uso.

Per chi invece li mastica gi da tempo, trover solo alcune conferme su ci che da tempo intuisce: IL MONDO ESTERNO E SOLO UN RIFLESSO OLOGRAFICO DEL NOSTRO MONDO INTERNO. Il mio principale intento quello di lasciare dei piccoli e semplici semi di una consapevolezza (anche se ancora parziale) ormai raggiunta a questo stadio della mia vita terrena; e ognuno poi li coltiver (se vorr) nella maniera che ritiene pi idonea al proprio essere. Sento di avere una missione da compiere, cos come ognuno di noi; lunica differenza che ne divento ogni istante sempre pi cosciente e consapevole. Mi specchio ogni giorno in questa scatola chiamata mondo che stato, e tuttora lo , il mio pi grande maestro. Chiunque voi siate (presidenti, contadini, lavoratori precari, studenti, ragazzini in cerca di un senso della vita, genitori, sognatori, artisti, cazzeggiatori,) vogliate posare sul comodino ogni forma di giudizio e lamentela prima di leggere questo libro. Siate come dei semplici spettatori di un qualcosa che pu esistere solo al di fuori di questarma di distruzione di massa chiamata GIUDIZIO. E lunica cortesia che vi chiedo, perch ci sono argomenti e concetti difficili da assorbire e accettare soprattutto per chi li scopre per la prima volta. La vostra mente non far altro che borbottare accusando ogni singola sillaba. Nel momento in cui sentirete un certo astio verso le parole, armatevi di coraggio e abbiate la pazienza di terminarlo (ci vorr molto poco). Se vi sentirete esplodere di energia, avrete scoperto una parte di voi che vi stava semplicemente aspettando. Nulla avviene per caso!! MAI! Siamo tutti interconnessi in ogni parte delluniverso nel passato, presente e futuro che coesistono simultaneamente. Ricordatevi che mentre leggerete starete dormendo e non ne sarete coscienti. Un giorno capirete perch e come svegliarvi. Ma questo dipende solo ed esclusivamente da voi.

Gli argomenti trattati riguardano lAlchimia Trasformativa, lEgo e la Mente di cui ho trovato un ottimo insegnamento nei testi di Salvatore Brizzi (di cui riporto alcune SPLENDIDE REALTA) ed Eckhart Tolle.

So che mi state ascoltando... avverto la vostra presenza. So che avete paura di noi, paura di cambiare. Io non conosco il futuro, non sono venuto qui a dirvi come andr a finire, sono venuto a dirvi come comincer. Adesso appender il telefono e far vedere a tutta questa gente, quello che non volete che vedano. Mostrer loro un mondo senza di voi, un mondo senza regole e controlli, senza frontiere e confini. Un mondo in cui tutto possibile. Quello che accadr dopo, dipender da voi... e da loro. dal film Matrix, Neo nella scena finale

Non c danno pi grave per il tuo essere che lasciar dipendere la tua felicit da qualcun altro che non sei TU!

"L'uomo che durante la vita lavora per risvegliarsi produce un'energia che serve a scopi pi grandi di lui e per lui inconcepibili. Inoltre, e non certo cosa da poco, lavorando su di s ha la possibilit di divenire pi consapevole, accedere a una nuova dimensione di coscienza e creare un corpo per la sua anima all'interno del quale egli sopravviver coscientemente alla sua morte fisica."

In conclusione: il nostro modo di pensare riguardo il marketing, i soldi, il potere, Berlusconi, il Papa e lilluminazione... interamente frutto di comandi post-ipnotici.

Risveglio significa uscire da questi condizionamenti indotti. Non significa diventare solo pi buoni e/o spirituali.

Cosa mi dice la gente che ancora vive nel "SONNO" ??

SAPETE COSA MI DICE LA GENTE CHE SI REPUTA NELLA NORMALITA': "TU NON CONOSCI I VERI PROBLEMI DELLA VITA, SEMPRE A PARLARE DI CAZZATE STAI! CLAUDIO, anzich andare dietro a queste puttanate di internet, trovati un lavoro serio e fatti una famiglia, non hai capito le cose importanti della vita!" Ecco cosa mi dicono. Perch hanno ancora il velo dell'illusione davanti agli occhi e non hanno colpa. Sono ancora identificati con la propria macchina biologica/pisco-fisica (il corpo e la mente) con i loro "PROBLEMI", le situazioni, le persone, gli oggetti; IDENTIFICATI CON LA PROPRIA MENTE che da l'illusione che tutto questo sia REALE.

Dico che un tempo anche io credevo in ci che adesso loro credono:

-Credono che i SOLDI e IL LAVORO fanno la felicit. -Credono che una POSIZIONE faccia la felicit. -Credono che una famiglia (secondo gli standard di quella falsa chiesa demagoga) sia d'obbligo altrimenti non sei uno che ama o non sei una persona seria o affidabile o non sei nel loro standard. -Credono che inseguire i sogni non dia da mangiare. -Credono che l'amore sia possesso e non lasciare libero di ESSERE. -Credono che se non fai come la societ ti impone muori di fame. -Credono che se parli di cose che riguardano SPIRITUALITA' allora sei depresso, satanista, scappi dai PROBLEMI che LORO AMANO TANTO, fai parte di una setta, sei pazzo, sei infelice... -Credono che la TV dica la verit. -Credono che ci che toccano, guardano, sentono, annusano, gustano sia reale.. -Credono che la medicina aiuto loro a guarire dalle malattie. -Credono che la psichiatria sia il rimedio per le malattie fasulle del cervello -Credono che la crisi economica sia reale. -Credono che la morte esista. -Credono che NON possono essere felici se non hanno oggetti inutili, che non possono essere felici soltanto con ci che hanno al momento. Loro sono cosi tristi e infelici che se vedono uno FELICE dicono che pazzo e se provi a volerli tirare fuori dalla melma, ti si rivoltano contro perch ci stanno bene (MA NON NE SONO CONSAPEVOLI PERCHE SONO IMPEGNATI A LAMENTARSI). Non prendetela come una critica ma come un punto di partenza per iniziare a farvi domande su di voi: CHI SONO IO?? Ma se volete la risposta dovreste chiedervi: COSA NON SONO IO?

Se ora ti dicessi: "Da ora ti priver del tuo partner, del tuo lavoro, dei tuoi oggetti pi preziosi, del tuo corpo, della tua mente, della tua personalit.

Ma ti do la certezza che non perderai il tuo vero IO, che qualsiasi cosa ti venga tolta rimarrai integro" ACCETTERESTI?? Senza una parte del corpo, personalit, situazioni, oggetti, persone..non saresti sempre TU? CERTO! Per scoprire chi sei devi prima scoprire cosa NON SEI! NON PUOI SVEGLIARE CHI "NON" VUOL ESSERE SVEGLIATO! Non comprender ci che sei e ci che provi se non partir prima da dentro se stesso quell'impulso irrefrenabile di scoprire il VELO DELL'ILLUSIONE. Puoi solo impazzire nel tentare di farlo... finger solo di ascoltarti! LAVORA SU DI TE, il resto lo vedrai accadere..

Credere che il mondo sia qualcosa di separato da noi e non esclusivamente una nostra proiezione, la causa prima di tutte le paure che ci affliggono. Le nostre paure originano infatti dalla superstiziosa credenza che possa esistere un mondo esterno alla nostra coscienza, separato da noi, il quale pu agire su di noi indipendentemente dal nostro volere. Questo criterio totalmente fasullo di rapportarsi alla realt stato inventato, divulgato e viene tuttora alimentato da talune forze che governano il mondo nellombra. Ognuno di noi crea, spesso inconsciamente, le situazioni e le persone che gli sono pi utili per compiere il passo successivo sul suo cammino evolutivo. Le persone e le cose non sono fuori di noi, bens DENTRO di noi. Lanima la coscienza letteralmente materializza nel cosiddetto mondo esterno solo ci di cui ha bisogno. Nella misura in cui noi siamo identificati addormentati nel corpo, non siamo coscienti di stare creando il mondo e quindi subiamo le decisioni della nostra stessa anima come se non fossero nostre. Solo lincapacit di udire la voce della nostra vera essenza ci fa apparire improvvisi e inaspettati gli eventi della vita. Mentre nella misura in cui sentiamo di essere anima, diveniamo anche coscienti di stare materializzando tutto ci che ci accade momento dopo momento. La conseguenza di questo nuovo atteggiamento che svanisce ogni paura e diveniamo finalmente liberi.

Tutto ci che esiste

fatto della stessa sostanza

Siamo macchine che producono Realt!! Non esiste un l fuori che accade indipendentemente da ci che avviene dentro di NOI! Essere Consapevoli di questo la Chiave Suprema che Ci render Liberi dall'unico "Peccato Originale": quando credi il mondo pi forte di te!! Quando diventi consapevole che sei TU a plasmare il mondo e non viceversa, allora divieni il Re del tuo Paradiso Terrestre. Quando hai di fronte un'altro essere umano, l'essenza pi importante della forma; non serve sapere il suo nome. Le parole sono solo suoni a cui associamo un pensiero. E il nostro cuore che imprime il suo potere in esse. Da millenni l'uomo vive sulla Terra un dualismo culturale e genetico: l'osservatore e losservato, la separazione tra me e l'Altro, l'alienazione tra uomo ed ecologia, tra uomo e Dio. Tra l'essere umano e il suo corpo interferiscono medici e farmaci, tra individui e collettivit si inseriscono politici e media, mentre in realt tra spirito e materia esiste un vuoto pieno: tutto interconnesso. La grande rivelazione che ci attende che: la morte non esiste, perch noi siamo l'UNO. [Vittorio Marchi] E in questUNO che si potrebbe far coincidere la definizione di Dio (per una mente duale terrestre). Dio non si pu definire n nell'immagine, n nella forma, n nel tempo, n nello spazio perch una sorta di energia intelligente che si specchia attraverso tutte le forme, compresi noi. Quindi siamo come una goccia d'acqua in un oceano. L'oceano Dio e noi siamo anche Dio perch contenuti in esso. L'acqua rimane acqua in qualsiasi contenitore la si versi e qualsiasi forma prenda in esso. E' un concetto che credo che la mente umana generalizzante non pu concepire cos facilmente ma solo VIVERLA. Ma come qualcuno mi ha saggiamente insegnato e reso evidente: SIAMO ENERGIA VIBRANTE e quando ce ne dimentichiamo, diveniamo delle vere e proprie macchine che proiettano fuori la propria realt che sia indotta o consapevole. Tutto nel mondo esterno "l fuori" solo una proiezione del nostro mondo interno. Amare gli altri ci fa entrare in un universo speciale, e quest'universo siamo noi, in quanto "L'Altro" solo uno Nostro specchio che Ci permette di imparare ad amare la cosa pi importante: NOI STESSI! Negli altri proiettiamo pregi, difetti e qualit che sono solo ed esclusivamente in noi! Per c da ricordare sempre che tutte le cose che avvengono in quest'UNO in cui siamo immersi, avvengono per una loro precisa necessit. Quindi come spesso dico, NIENTE giusto e NIENTE sbagliato, ma semplicemente esiste e/o accade. Tutto Uno

La realt, cosi come la intendiamo, non esiste.

Questa realt che tu vivi quando sei sveglio, o meglio, quando sei nello stato di coscienza di veglia, non esiste quando tu dormi; sparisce quando sogni, quindi non esiste. Inoltre quanto sei nello stato di coscienza di sonno senza sogni, neanche le altre realt esistono. Ti potr sembrare assurdo, ma quella in cui sogni proprio questa in cui credi di essere sveglio. Quindi queste tre realt (stato di veglia, di sogno senza alcun ricordo dei sogni- e di sogno lucido) sono assolutamente irreali, relative e impermanenti. C qualcosa dentro di te che pu essere cosciente delle tre realt senza perdere consapevolezza; c qualcosa in te che pu vivere consapevolmente i sogni senza identificarsi con essi; qualcosa che pu addirittura sparire nel nulla essendo consapevole di essere il nulla. E questa parte di te si chiama Coscienza ed il Testimone che vive la vita, i sogni e il nulla permanendo nella sua natura di pura coscienza. E meraviglioso sperimentare come la coscienza sia il nostro corpo reale. Non il corpo fisico e nemmeno le emozioni, n i pensieri, n i sogni. La nostra natura, la nostra essenza, la nostra materia reale, il nostro corpo reale la Coscienza. La coscienza il corpo che ti permette di sperimentare tutti i mondi, tutti i sogni, tutte le realt e soprattutto di poterle creare. La cosa pi facile da fare adesso immaginare di essere in un cinema. Ti metti comodo, guardi il film e ti identifichi con il protagonista. Allora inizi a piangere, ad emozionarti; senza che te ne accorga inizi ad entrare ed identificarti con quella realt. Tu sai benissimo che una proiezione, per ti Identifichi con ci che vedi entrando in quel contesto e soffrendo per questo. Ti fa arrabbiare che lantagonista lotti con il protagonista, che il buono della situazione. E qui entra in gioco la dualit: il BENE e il MALE. Viene rappresentato il dramma umano e tu pian piano perdi consapevolezza di avere un corpo, di essere al cinema seduto su quella poltrona a mangiare pop corn. Ma ricorda: tu non sei il film. Quando il film termina non farai altro che ritornare alla consapevolezza di chi sei. Tuttavia alcuni esseri umani (e sta succedendo a molti sempre di pi) durante il film si girano e guardano il proiettore. Esso proietta luce, non immagini: semplicemente un unico raggio indistinto di luce che si apre a milioni di colori e sensazioni che noi traduciamo in pensieri credendolo reale. La natura della coscienza non ha limiti. Tu puoi identificarti con il film o con la luce del proiettore, questa la tua natura. Tu semplicemente PUOI. Hai la possibilit di essere qualunque cosa tu voglia; una responsabilit molto grande che lessere umano possiede.

Dio esiste?

Alla domanda DIO ESISTE? risponderei che il problema reale, la domanda reale non cosa Dio ma cosa non Dio. Diventa come la storia dei due pesci per chi tenta si spiegarlo.

Uno dice allaltro: mi hanno parlato di questo mare, per io non lo vedo, non esiste, dimmi dove sta. Laltro pesce gli risponde che il mare sta dentro e fuori, sta sopra. Non lo vedi il mare, non lo vedi? No, non lo vedo, dimostrami che esiste! E proprio in quel momento un pescatore getta lamo e lo pesca. E fuori dal mare il pesce che dubitava, morendo dice: Adesso, con la morte capisco, posso comprendere

La scienza del passato si persa durante questa ricerca, si dimenticata lobiettivo di questa ricerca. Ha iniziato cercando di spiegare questo universo e si dimenticata di viverlo. Come possiamo spiegare la vita e dimenticarci di viverla!

Attitudine Basta osservare attentamente perch la gente fa quello che fa. Perche le persone cercano un lavoro, vanno in palestra, stanno in coppia? Quante persone stanno in coppia per paura di stare sole? Quante persone cercando un lavoro per paura di non avere soldi? Quante persone fanno sport e si allenano faticosamente per la paura di invecchiare? Quante persone si mettono un bel vestito per paura di non piacere? Ci siamo dimenticati di fare le cose per amore, per libert e per felicit e le facciamo per paura. Il segreto del successo, della realizzazione interiore che devi coltivare DENTRO DI TE la giusta attitudine. Smetti di cercare di spiegare le cose e VIVILE! Tuttavia, se spiegarle un mezzo per viverle, va bene cos; una tua modalit per conoscerle. Potranno accaderti molte cose nei mesi avvenire, potresti attraversare delle crisi profonde: la fine di una relazione, la perdita di un lavoro, delle amicizie; la famiglia che non riesce pi a riconoscerti. Potrebbe succedere di trovarti in una situazione quasi insostenibile. A tal punto da dirti: Sono in un tunnel e non posso uscire, non trovo la luce. In quel momento cerca di fidarti di te stesso, di abbandonarti ad unesigenza reale di domandare alluniverso, di chiedere con il cuore, sinceramente. Purtroppo ci siamo dimenticati come si domanda con unesigenza reale dellanima. Le domande che mi son posto e che tuttora mi faccio sono: Dove posso trovare la luce, dove posso vivere la pace, come posso risolvere tutti questi miei drammi? Lunica risposta sincera e chiara che si manifestata stata: se non incontri la luce, Si la tua Luce! Questo semplicemente un atto di umilt dove riconosciamo la natura divina che in noi. La morte reale il Risveglio della Coscienza e non quella fisica che soltanto una fase di passaggio. Morire molto di pi: significa Risvegliarsi, ossia lasciare andare questo senso di separazione con luniverso, questo senso di essere individuo separato dalluniverso. Abbandonarsi ad unespansione di coscienza che ti faccia ricordare lesperienza dellessere, di ESSERE lUNIVERSO STESSO!

Questa esperienza possibile e sempre pi gente la sta vivendo.

Siamo tutti Donne

Dedico questo mio pensiero alla figura femminile in occasione della giornata contro la violenza sulle donne :

La donna... Sempre oggetto di attacco, di sottomissione.. discriminazione.. Quando si mette a tacere qualcuno o qualcosa?? Quando si riconosce il suo enorme potere di poter cambiare in meglio le sorti di una situazione, piccola o grande che sia. Unesempio quello che sta accadendo in tutto il pianeta a persone (a livello interiore), situazioni politiche e sociali e quantaltro.. Nessuno si chiesto perch? Perch tutto intriso dell'energia femminile che tornata a risollevare le sorti, per cosi dire, del disordine interiore che inevitabilmente si rovesciato all'esterno con tutto ci che vediamo sta accadendo. LA DONNA. Il suo immenso e stupendo potere di trasformazione "alchemica" del piombo in ORO. Solo ora, poco alla volta, ci stiamo rendendo conto del nostro potere misandrogino nascosto, la parte femminile che in ognuno di noi, quella che pu cambiare davvero anche il solo punto di vista di tutto ci in cui siamo immersi e di conseguenza modificarne in maniera cosi semplice e meravigliosa il suo aspetto. La donna . Una giornata di protesta "contro" (parola che non amo) la violenza sulle donne. Oggi io dedico il mio pensiero non ad una protesta ma ad una vittoria dello splendido potere trasmutante dell'energia femminile che intriso in ogni essere vivente... (un esempio quello di "MADRE TERRA" che sempre cura e protegge)..

Un inno ad una figura, quale quella femminile, che sar la guida di questa nuova era verso cui siamo diretti... Anche io sono DONNA , perch son fatto di ci che molti pensano sia solo una conquista o una forma da acquisire:

"L'AMORE".

E COLPA DI CHI?? Noi non siamo affatto schiavi del sistema. Troppo facile prendersela con questo sistema. Accusiamo alieni, il governo ombra, i banchieri, il nuovo ordine mondiale, i politici corrotti; insomma accusiamo questa MATRIX costruita a pennello per sottometterci. Ma quale sottometterci?? Noi possiamo essere schiavi solo di un unico sistema , e quel sistema siamo NOI. Si. Siamo schiavi di noi stessi. Del nostro corpo, delle nostre idee, dei nostri pensieri, dei nostri attaccamenti a oggetti, situazioni e persone. Ops ho usato laggettivo possessivo NOSTRO. In effetti un grave errore (nonostante non esistano errori come qualcosa di diverso dal giusto, ma qualcosa esiste e basta). Si, avete capito bene. NULLA effettivamente nostro. Noi crediamo sia nostro ci che crediamo di essere, quello in cui siamo tutti identificati. Diventa nostro nel momento in cui crediamo di essere quella cosa (esempio il corpo), nel momento in cui crediamo di essere quel pensiero ansiolitico proiettato nel futuro, nel momento in cui crediamo di poter firmare la compropriet su un altro essere umano (esempio simbolico nel rapporto di coppia e la conseguente gelosia e atroce sofferenza nel momento dellabbandono di uno dei partner). SIAMO ESCLUSIVAMENTE SCHIAVI del nostro apparato psicofisico, della nostra macchina biologica, progettata per la sopravvivenza e , di conseguenza, per lattacco e la difesa. Tutto ci sembra maledettamente avverso in quello che crediamo sia il mondo esterno. IL MONDO ESTERNO?? Ma di che cavolo stiamo parlando?? Non esiste nulla l fuori.. NULLA! Tutto pura illusione, ma per darvi il contentino di un effetto placebo, diciamo che quello che viviamo giornalmente e che chiamiamo realt, un SOGNO. E il sogno di quellentit intelligente, indefinita e indefinibile, senza tempo e senza spazio, mai nata e mai morta, piena e vuota, eternamente ovunque e in nessun luogo. Insomma il sogno di ci che usiamo chiamare DIO. Si proprio lui, anzi proprio NOI. Come????? NOI?!!? Certo, noi. Perch pensavate che Dio fosse un Babbo Natale li in cielo con il bastone sempre pronto a giudicare il bene e il male e a punire o premiare qualcuno? Bh, non sta a me dire cosa penso , anzi di cosa son sicuro, nel fuoco del cuor mio, di chi o cosa sia Dio. Per la vostra curiosit stata ormai solleticata, quindi ne parler in seguito. Proprio mentre sto scrivendo , in questo istante, mi capitato di vedere un video su youtube. UNA VERA SCHIFEZZA! UN VERO SCEMPIO DI UMANITA! UN VERO MOTIVO PER ODIARE E RIBELLARSI! Questo mi verrebbe da gridare. Ma non serve farlo perch sarebbe solo una comune e schiavizzante REAZIONE. E invece qui, abbiamo bisogno di PRO-AZIONE, azione consapevole, cosciente e presente! Cosa cera in questo video? Una semplice manifestazione di persone adulte riguardo ad uno dei tanti temi che fanno sempre venir voglia di rivoluzione in questo dannato mondo (tipica espressione da film). La scena riguarda un gruppo di donne e uomini che parlando civilmente con dei poliziotti chiedendo il perch del loro minacciare poveri civili che sono li a parlare di quanto sta accadendo. Si chiedono perch si deve vietar loro una semplice libert, un semplice diritto di potersi esprimere se pur civilmente. Invece no, non sapendo che rispondere, il comandante capo di sto c incita alla carica di poveri civili indifesi chiedendo il loro immediato arresto e ferendo addirittura una donna sulla cinquantina.

Non vi verrebbe da dire CHE SCHIFO?? Bh sinceramente io so di avere una parte di me che funziona oltre allistinto, il CUORE. Eppure mi verrebbe da dire : mi vergogno di "ESSERE UMANO".. non posso credere che ci si nasconda dietro un lavaggio del cervello per diventare poliziotti, carabinieri o gendarmi, MI FATE SCHIFO (griderei ad alta voce se non avessi smesso di lamentarmi) anche se molti di voi avevano scelto un mestiere PER VERO SENSO DI GIUSTIZIA (vedi Falcone e Borsellino) ma tutto questo non pi accettabile; credete di sapere tutto e di poter decidere la cosa GIUSTA O SBAGLIATA, ci accusate di malattie mentali per creare sottomissione da parte di governi, politici e milizie . Nessuno ha ancora capito il motivo del mio volermi farmi chiamare risveglio; non presunzione ma solo il desiderio che ognuno di noi possa chiamarsi in tale modo come un vero e proprio sforzo di tendere ad esso per non essere pi soggetti alla schiavit di s stessi, si, di s stessi, perch la colpa non di nessuno la fuori ma solo nostra!! Un giorno capirete perch, ma se preferite, continuate pure a dormire.. e lasciatevi illudere ancora...

Linganno della mente

L'aspettativa crea la non accettazione del presente e lattaccamento a qualcosa che non esiste ancora, che non c'; e di conseguenza crea sofferenza nel momento della delusione dell'aspettativa stessa. Il tuo subconscio in realt ci che continuamente attrae tutto nella tua vita. Se ad esempio desderi un lavoro o soldi perch ne hai bisogno, ti stai solo proiettando nel futuro sulle basi di un passato che ti condiziona con il quale ti identifichi e di conseguenza continui a non accettare il tuo presente. E creando mancanza (esempio: "non ho soldi") attrarrai mancanza inevitabilmente! L'unica soluzione godere e accettare il presente. Vedrai come tutto cambia..ogni cosa ti giunger e non sar n giusta n sbagliata, ma la cosa pi adatta a te! Siamo cosi dolcemente affezionati a ci che l'emozione provoca nel corpo che ne sentiamo la mancanza, quando non la vediamo o non la sentiamo a tal punto da poterla palpare..

L'unica cosa reale in questo universo solo l'AMORE SONO PAROLE DI UN'UNICA FUSIONE ARMONICA del tuo desiderare AMORE con il mio volerlo DONARE disse unanima ad unaltra.

EPPUR SOFFRO

Ecco..provo questa forte pressione nel petto..ho deciso di chiamarla AMORE credo per sia ATTACCAMENTO.

Da cosa lho capito? Ho creato unaspettativa, un emozione, mi ci sono attaccato fortemente, e appena questa ha iniziato a vibrare, l'identificazione del mio benessere in essa ha causato tutto questo trambusto come se ci stessi insieme da anni. Mi son rifugiato nellidea di innamorarmi di te.. per fuggire da cosa???? Eppure solo un auto osservazione, perche lemozione e il sentimento sono per me reali, fin troppo reali; tanto da capire quanto bello vivere il momento presente , il qui ed ora. Con te l immerso in uno sguardo e abbraccio infinito di gioia e benessere puro, senza tempo e spazio, senza ricordi e anticipazioni.. Chiss se questo davvero come aver toccato Dio con la punta delle dita poi per accade che me ne allontano perch troppa bella la luce in cui mi sono ritrovato.. che paradosso! Si ha paura della bellezza.. Troppo attaccati a questo corpo che teme sempre labbandono e la sofferenza.. una sofferenza mai esistita ma solo cercata e voluta.. eppure, eppure nulla. IO TI RINGRAZIO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

UN MOSTRO CHIAMATO EGO

E assurdo di quanto l'ego si nutra della conseguenza emozionale delle congetture che esso stesso ci inietta per parassitare, alla nostra insaputa, durante tutta la nostra vita terrena. Cazzo, dimenticavo, molti di voi non sanno in realt cosa sia lEGO ci che voi non siete! Lego quello che viene costruito su di voi sin dalla nascita; quellaffarino, quel meccanismo interno che vi da unidentit. Ma per meglio capire alcuni concetti fondamentali sullaiuto ma anche sui danni che lego procura, leggete questa belle ampia esplicazione di OSHO: L'EGO: IL FALSO CENTRO Come prima cosa, si deve comprendere cos lego. Un bimbo nasce. Egli viene al mondo senza alcuna cognizione, n coscienza del suo s. E quando un bimbo nasce la prima cosa di cui diventa consapevole non se stesso: come prima cosa diventa consapevole dellaltro. E naturale, perch gli occhi si aprono verso

lesterno, le mani toccano gli altri, le orecchie ascoltano gli altri, la lingua sente il sapore del cibo e il naso sente gli odori esterni. Tutti questi sensi sono aperti verso lesterno. Nascere significa questo. Nascita significa venire in questo mondo: il mondo di ci che sta fuori. Per cui, quando nasce un bambino, egli nasce a questo mondo. Apre gli occhi, vede gli altri. Gli "Altri" significano il tu. Egli dapprima diventa consapevole della madre. Poi, un po alla volta, diventa consapevole del suo corpo. Anche questo laltro, anche questo appartiene al mondo esterno. Ha fame e sente il suo corpo; il suo bisogno viene soddisfatto, ed egli si dimentica del corpo. E cos che un bimbo cresce. Prima diventa consapevole dellaltro, e poi, a poco a poco, in contrasto con laltro, diviene consapevole di se stesso. Tale consapevolezza una consapevolezza riflessa. Egli non consapevole di chi lui sia. E semplicemente consapevole della madre e di ci che lei pensa di lui. Se sorride, se gli fa dei complimenti, se gli dice: "Quanto sei bello", se lo abbraccia e lo bacia, il bimbo soddisfatto di s. In questo modo, nato lego. Attraverso i complimenti, lamore, le cure, egli si sente bene, sente di essere apprezzato, sente di avere un significato. Nasce un centro. Ma questo centro un centro riflesso. Non il suo vero essere. Egli non sa chi ; sa solo quello che gli altri pensano di lui. E questo lego: il riflesso, ci che pensano gli altri. Se nessuno pensa che lui sia utile, se nessuno gli fa i complimenti, se nessuno gli sorride, anche in questo caso nasce un ego: un ego malato, triste, rifiutato, simile a una ferita; un ego che si sente inferiore, indegno. Anche questo ego. Anche questo un riflesso. Dapprima viene la madre, e allinizio la madre rappresenta tutto il mondo. Poi alla madre si uniscono gli altri, e il mondo continua a crescere. E pi il mondo cresce, pi lego diventa complesso, perch vi si riflettono le opinioni di molte altre persone. Lego un fenomeno di accumulazione, un sottoprodotto della vita vissuta con gli altri. Se un bambino vive completamente solo, non accadr che in lui cresca un ego. Ma questo non aiuta affatto. Egli rimarr come un animale. Questo non vuol dire che arriver a conoscere il suo autentico s, per nulla! Il reale pu essere conosciuto solo attraverso il falso, quindi lego necessario. Bisogna passarci attraverso. E una disciplina. Il reale pu essere conosciuto solo attraverso lillusione. Non potete conoscere la verit direttamente. Prima dovete conoscere ci che non vero. Prima dovete scontrarvi con il falso: questo incontro, vi aiuter a conoscere la verit. Se conoscete il falso in quanto tale, la verit sorger in voi. Lego una necessit; una necessit sociale, una conseguenza della societ. La societ tutto ci che vi circonda: non siete voi, ma quello che vi sta intorno. Tutto, eccetto voi, la societ. E tutti riflettono. Andrai a scuola e il maestro rifletter chi sei. Diventerai amico di altri bambini, e gli altri bambini rifletteranno chi sei. Pian piano, tutti quanti aggiungono qualcosa al tuo ego, e tutti cercano di modificarlo, in modo tale che tu non divenga un problema per la societ. Gli altri non si preoccupano di te. Il loro unico interesse la societ. La societ si preoccupa di se stessa, e cos devessere. A loro non importa che tu divenga un conoscitore di te stesso. A loro importa che tu divenga una parte efficiente del meccanismo della societ: devi adattarti allo schema. Quindi, cercano di darti un ego compatibile con la societ. Ti insegnano una morale. La morale comporta il darti un ego compatibile con la societ. Se sei immorale, in un modo o nellaltro, sarai sempre un disadattato. Ecco perch mettiamo i criminali in prigione: non perch abbiano fatto qualcosa di sbagliato; non perch la prigione possa aiutarli a migliorare, anzi... semplicemente, essi non sono compatibili.

Sono fonte di problemi. Hanno ego particolari, che la societ non approva. Se la societ li approvasse, tutto andrebbe bene. Un uomo ammazza qualcuno: un assassino. E lo stesso uomo, in tempo di guerra, uccide migliaia di persone... e diventa un grande eroe. La societ non disturbata da un delitto, per il delitto deve essere commesso negli interessi della societ: in questo caso pienamente accettato. La societ non si preoccupa della moralit. La moralit presuppone semplicemente che tu ti debba adattare alla societ. Se la societ in guerra, la morale cambia. Se la societ in pace, esiste una morale diversa. La morale politica sociale. E diplomazia. E ogni bambino deve essere allevato ed educato in maniera tale, da rientrare negli schemi della societ: questo tutto, in quanto alla societ interessa avere componenti efficienti. Alla societ non interessa che tu raggiunga la conoscenza di te stesso. La societ crea un ego, perch lego pu essere controllato e manipolato. Il s non potr mai essere n controllato n manipolato. Nessuno ha mai sentito parlare di un societ che controlli il s: non possibile. E il bambino ha bisogno di un centro; il bambino totalmente inconsapevole del suo centro. La societ gli d un centro, e il bambino a poco a poco, si convince che quello sia il suo vero centro: lego che gli d la societ. Un bambino torna a casa: se risultato il primo della classe, tutta la famiglia felice. Lo abbracciate e lo baciate, ve lo prendete sulle spalle, lo fate ballare, e gli dite: "Figlio bello! Siamo orgogliosi di te." Gli state dando un ego, un ego sottile. E se il bambino torna a casa deluso, sconfitto, una frana -- non ce lha fatta, oppure lo hanno messo nellultimo banco -- allora nessuno gli fa complimenti, ed egli si sente rifiutato... la prossima volta ci metter pi impegno, perch il suo centro stato scosso. Lego sempre agitato, sempre in cerca di alimento, in cerca di qualcuno che gli faccia delle lodi. E per questo motivo che chiedete continuamente attenzione. Ho sentito raccontare: Mulla Nasruddin e sua moglie stavano uscendo da un cocktail party, e Mulla disse: "Cara, nessuno ti ha mai detto che sei affascinante, che sei bella, che sei stupenda?" Sua moglie si sent salire alle stelle, era felicissima. Rispose: "Mi domando come mai nessuno me labbia mai detto." Nasruddin replic: "E allora, cosa te lo fa pensare... ?" Tu prendi dagli altri lidea di chi sei. Non unesperienza diretta. Sono gli altri a darti lidea di chi sei. Essi danno forma al tuo centro. Questo centro falso, perch porti in te stesso il tuo vero centro. Nessun altro pu metterci voce... non sono affari suoi! Nessun altro gli pu dare una forma... vieni al mondo con quel centro. Tu sei nato con lui. Quindi, tu hai due centri. Un centro tuo, che ti dato dallesistenza stessa: questo il s. E laltro creato dalla societ: questo lego. E una cosa falsa... ed in se stesso un grandissimo stratagemma. Attraverso di esso la societ ti controlla: devi comportarti in un certo modo, perch solo in questo caso la societ ti apprezza. Devi camminare in un certo modo; devi ridere in un certo modo; devi assumere un certo comportamento, avere una morale, un codice. Solo cos la societ ti apprezzer, e se ci non accade, il tuo ego ne sar sconvolto. E quando lego viene scosso, tu non sai pi dove sei, non sai pi chi sei. Gli altri ti hanno dato quellidea. Quellidea lego. Cercate di capirlo quanto pi profondamente possibile, perch questa una cosa che si deve gettare via. E a meno che non la gettiate via, non potrete mai raggiungere il s... perch voi tutti siete dipendenti dal centro: non potete muovervi, e di conseguenza non siete in grado di guardare nella direzione del s. E ricordate: ci sar un periodo di transizione, un intervallo di tempo, durante il quale lego sar fatto a pezzi; voi non saprete pi dove siete n chi siete, e tutti i confini si confonderanno. Sarete confusi, nel caos. In questo caos, avrete paura di perdere il vostro ego, ma deve essere cos.

Bisogna passare attraverso il caos per arrivare a toccare il vero centro. Se avrete coraggio, questo periodo sar breve. Se invece avete paura e ricadete nellego, e ricominciate ancora una volta a organizzarlo, allora ci vorr moltissimo tempo, forse addirittura intere vite. Una volta un bambino and a far visita ai nonni; aveva solo quattro anni. La sera, quando la nonna lo mise a letto, improvvisamente si mise a gridare, a piangere: "Voglio andare a casa, ho paura del buio." La nonna allora gli disse: "So bene che anche a casa dormi al buio, non ho mai visto la luce accesa, perch allora qui hai paura?" Il bambino rispose: "E vero, ma quello il mio buio; questo buio qui, invece, non lo conosco." Anche delloscurit si pensa: "Questa la mia". Allesterno... unoscurit sconosciuta. Con lego la sensazione : "Questa la mia oscurit." Pu anche essere difficoltoso; pu creare molte sofferenze, tuttavia si pensa: mio. Qualcosa da afferrare; qualcosa a cui aggrapparsi; qualcosa sotto i piedi... non siete in un limbo, nel vuoto. Puoi anche essere infelice, ma perlomeno esisti. Persino lessere sofferente ti d il senso di "Io sono". Se te ne allontani, arriva la paura; inizi a temere loscurit che non conosci e il caos... perch la societ riuscita a far luce solo su una piccola parte del tuo essere. E come entrare in una foresta: fai un po di pulizia, liberi un piccolo spazio, lo recinti, costruisci una capanna, un giardinetto, un prato... e sei soddisfatto. Oltre la siepe, la foresta, il mondo selvaggio. Qui tutto a posto: hai pianificato tutto. E accaduta la stessa cosa. La societ ha fatto un po di pulizia nella vostra consapevolezza. Ha ripulito perfettamente una piccola parte e lha recintata. E l dentro tutto a posto. E questo che fanno tutte le vostre universit. Tutta la cultura e tutti i condizionamenti, servono solo a ripulire quella piccola porzione del vostro essere in modo tale da farvi sentire a casa. Ma ecco che vi spaventate. Oltre la siepe c il pericolo. Voi esistete oltre la siepe, cos come esistete al suo interno, e la vostra mente cosciente appena una parte, un decimo di tutto il vostro essere. Gli altri nove decimi sono in attesa, nelloscurit, e in questi nove decimi nascosto, da qualche parte, il vostro centro reale. E necessario rischiare... essere coraggiosi. Occorre fare un passo nellignoto. Per un attimo, tutti i confini spariranno. Per un attimo, avrete le vertigini. Per un attimo, sarete spaventati e sconcertati, come se fosse avvenuto un terremoto. Ma se siete coraggiosi e non tornate indietro, se non ricadete di nuovo nellego e continuate ad andare avanti... dentro di voi esiste un centro, che possedete da vite intere. Questa la vostra anima, il vostro s. Quando vi ci avvicinerete, tutto cambier, tutto si organizzer di nuovo. Ma questa volta lassestamento non sar opera della societ. Ora ogni cosa diventer un tutto organico e armonico, non un caos: nascer un nuovo ordine. Ma questo non pi lordine della societ: lordine stesso dellesistenza: ci che Buddha, chiama Dhamma; Lao Tzu, Tao; Eraclito, Logos. Non fatto dalluomo: lordine stesso dellesistenza. Ecco che allora, allimprovviso, tutto sar di nuovo bello; anzi, per la prima volta, davvero bello, perch le cose fatte dalluomo non possono essere belle. Al massimo se ne pu nascondere la bruttezza, ma niente di pi. Si pu cercare di renderle attraenti, ma non potranno mai essere belle. La differenza la stessa che esiste tra un fiore vero e uno di plastica o di carta. Lego un fiore di plastica, morto. Sembra un fiore, ma non lo . Di fatto, non lo si pu chiamare fiore. Anche da un punto di vista linguistico sbagliato, perch un fiore qualcosa che fiorisce, mentre questo oggetto di plastica solo un oggetto, non pu fiorire. E morto, in lui non c vita alcuna. Tu hai, dentro di te, un centro in fiore. E per questo che gli hindu lo chiamano Fior di Loto, perch qualcosa che fiorisce. Lo chiamano il loto dai mille petali." Mille", significa "infiniti petali". E continua a fiorire, non si ferma mai, non muore mai. Voi per, vi accontentate di un ego di plastica. E sono molti i motivi per cui vi accontentate. Con una cosa morta ci sono molti vantaggi. Il primo, che una

cosa morta non muore mai. Non pu... non mai stata viva. Quindi, potete comprare fiori di plastica; sotto un certo aspetto vanno bene: durano molto... non sono eterni, ma durano a lungo. Il fiore vero, che spunta in giardino, eterno, ma non dura a lungo. E ci che eterno ha un suo modo di esserlo. E questa la via di ci che eterno: nascere e morire continuamente. Con la morte si ricrea, torna a essere di nuovo giovane. A noi sembra che il fiore vero sia morto... non muore mai, cambia semplicemente corpo, e in questo modo sempre fresco. Lascia il vecchio corpo e entra in quello nuovo. Fiorisce da qualche altra parte... e continua a fiorire. Ma noi non siamo in grado di cogliere questa continuit, perch invisibile: vediamo solo un fiore e poi un altro fiore... non vediamo mai la continuit. E lo stesso fiore che sbocciato ieri. E lo stesso sole... ma con un abito diverso. Lego ha una sua qualit: morto, una cosa di plastica. Ed molto facile averlo, perch sono gli altri a dartelo. Non hai bisogno di cercarlo, non richiesta nessuna ricerca. Ecco perch solo diventando un ricercatore dellignoto, potrai essere un individuo, altrimenti non lo sarai mai. Tu sei solo parte della folla. Sei tu stesso una folla. Se non hai un centro reale, come farai a essere un individuo? Lego non dellindividuo. E un fenomeno sociale, appartiene alla societ, non tuo. Ti d per una funzione nella societ, ti inserisce in una gerarchia. E se ti accontenti di questo, perderai ogni occasione di trovare il tuo "s". Ed per questo che sei cos infelice. Con un vita artificiale, come puoi essere felice? Con una vita falsa, come puoi vivere in estasi e in beatitudine? Ed ecco che questo ego crea molte sofferenze, milioni di sofferenze. Tu non lo puoi vedere, perch la tua stessa oscurit e tu sei identificato con essa. Non hai mai notato che tutti i tipi di infelicit penetrano in te attraverso lego? Non ti pu rendere beato, pu solo renderti infelice. Lego linferno. Ogni volta che soffri, cerca semplicemente di osservare, di analizzare... e scoprirai, che lego, in qualche modo, la causa di tutto. Inoltre, esso continua a scoprire nuovi motivi di sofferenza. Una volta mi trovavo a casa di Mulla Nasruddin, e la moglie diceva cose terribili su di lui in modo rabbioso, villano, aggressivo, era quasi sul punto di scoppiare, con violenza. Il Mulla se ne stava per seduto in silenzio, e ascoltava. Allimprovviso la moglie si volt verso di lui e gli disse: "E cos, hai ancora da ridire, vero?" Mulla rispose: "Ma se non ho aperto bocca." "Lo so", rispose la moglie, "ma stai ascoltando in modo molto aggressivo." Sei un egoista, come tutti. Alcuni problemi sono grossolani, superficiali, e non presentano troppe difficolt. Altri invece sono sottili, profondi e sono questi i veri problemi. Lego lotta in continuazione con gli altri, perch non ha nessuna confidenza con se stesso; non pu averne, qualcosa di falso. Quando non hai niente in mano e invece pensi di avere qualcosa, ecco che nasce il problema. Se qualcuno dice: "Non c niente", comincer subito la lotta, perch anche tu senti che non c niente... laltro ti rende cosciente di questa evidenza. Lego falso, nulla, e questo lo sai anche tu. Come puoi non saperlo? E impossibile. Un essere consapevole, come pu non sapere che il suo ego semplicemente falso? Gli altri gli dicono che non c niente, e tutte le volte che gli altri ti dicono che non c niente, ti feriscono, dicono la verit, e niente colpisce come la verit. Devi difenderti: se non lo fai, se non stai sulla difensiva, che cosa accadr di te? Ti perderai. La tua identit si spezzer. Per questo devi difenderti e lottare: qui nasce il conflitto. Chi centrato nel suo s, non mai in conflitto. Possono essere gli altri a lottare con lui, ma lui non si metter mai in conflitto con nessuno.

Una volta, mentre un maestro Zen camminava per la strada, un uomo si precipit su di lui e lo colp duramente. Il maestro cadde, poi si rialz, e riprese a camminare nella stessa direzione di prima, senza neppure voltarsi indietro. Un discepolo che era con il maestro rimase molto colpito e chiese: "Chi quelluomo? Che cosa vuol dire tutto questo? Nessuno pu voler uccidere un essere che vive come te; e tu non lo hai neppure guardato. Chi , e perch lha fatto?" Il maestro rispose: "E un problema suo, non mio." Puoi metterti a combattere con un illuminato, ma sar un tuo problema, non suo. E se tu rimani ferito in quella lotta, anche questo sar un tuo problema, non suo. Lilluminato non pu colpirti. E come picchiare contro un muro: ti potrai anche ferire, ma non il muro che ti colpisce. Lego sempre alla ricerca di guai. Perch? Perch se nessuno ti presta attenzione, il tuo ego inizia a sentirsi affamato. Vive sullattenzione degli altri. Perci, anche se qualcuno lotta ed in collera con te, questo ti va bene: per lo meno ti ha prestato attenzione. Se qualcuno ti ama tutto va bene; ma se nessuno ti ama, ti va bene anche la rabbia. Perlomeno sei oggetto di attenzione. Se per questa attenzione non esiste, se nessuno pensa che sia importante, che tu sia qualcuno, come farai a nutrire lego? E necessaria lattenzione degli altri... e tu cerchi di attirarla in mille modi: ti vesti in un certo modo, cerchi di farti bello, ti comporti in modo educato, cerchi di cambiare. Quando percepisci che la situazione di un certo tipo, ti adegui immediatamente, in modo che la gente ti presti attenzione. Questo vero e proprio mendicare. Un vero mendicante colui che ricerca e chiede attenzione. E un vero imperatore colui che vive di se stesso, che ha un proprio centro e non dipende da nessunaltro. Buddha seduto sotto lalbero del bodhi... se il mondo di colpo scomparisse, farebbe forse qualche differenza per lui? No, per nulla. Se il mondo intero scomparisse, non farebbe alcuna differenza, perch egli ha conseguito il proprio centro. Tu invece, se tua moglie scappa, divorzia, va con qualcun altro, vai in pezzi, resti completamente sconvolto: lei, infatti, ti prestava attenzione, si dedicava a te, ti amava, ti stava sempre attorno, ti faceva sentire qualcuno. Ora, il tuo impero completamente perduto, sei semplicemente distrutto. Cominci a pensare al suicidio. Ma perch? Perch se la moglie ti lascia, dovresti suicidarti? Perch se il marito ti lascia, dovresti suicidarti? Perch non hai nessun centro che sia davvero tuo. Erano il marito o la moglie a dartelo. Questo il modo in cui la gente vive. Questo il modo in cui si diventa dipendenti dagli altri. E una vera e propria schiavit, ed molto profonda. Lego deve essere schiavo: dipende dagli altri. Solo una persona priva di ego per la prima volta un maestro, non pi uno schiavo. Cerca di capirlo. Inizia a cercare lego: non negli altri -che non ti riguarda -- ma in te stesso. Tutte le volte che ti senti infelice, meschino, chiudi immediatamente gli occhi: cerca di scoprire dove ha origine questa infelicit, e ogni volta scoprirai che il tuo falso centro entrato in conflitto con qualcuno. Ti aspetti qualcosa... e non succede niente. Ti aspetti qualcosa... e accade tutto il contrario: il tuo ego ne rimane sconvolto, cadi nellinfelicit pi nera. Limitati ad osservarlo: quando ti senti infelice prova a scoprirne il motivo. Le cause non stanno al di fuori di te. Il motivo fondamentale dentro di te, ma tu guardi sempre al di fuori, chiedi sempre: chi mi rende cos infelice? Chi provoca questa mia rabbia, questa mia angoscia? Se guardi allesterno, non lo scoprirai mai. Limitati a chiudere gli occhi e a guardare sempre dentro di te. La fonte di ogni miseria, rabbia, angoscia, nascosta dentro di te: il tuo ego. E se trovi la fonte, sar facile andare oltre. Se riesci a vedere che il tuo stesso ego la causa di ogni sofferenza, preferirai abbandonarlo, perch nessuno pu portarsi dietro la causa della propria sofferenza, una volta che la conosce.

E ricordarti che non c bisogno di lasciar cadere lego. Non puoi farlo. Se ci provi, arriverai ad avere un ego pi raffinato che dir: "Sono diventato umile". Non cercare di essere umile. Di nuovo sar una maschera dellego, ancora non sar morto. Non cercare di essere umile. Nessuno pu darsi da fare per essere umile; e nessuno lo pu diventare attraverso lo sforzo. Quando lego non c pi, in te nasce lumilt. Non una creazione: lombra del vero centro. Un uomo davvero umile, non n umile n egoista. E unicamente semplice. Non neppure consapevole di esser umile. Se si consapevoli di essere umili, lego esiste ancora. Guarda le persone umili... ce ne sono a milioni che credono di esserlo. Si inchinano molto profondamente, ma osservali: sono gli egoisti pi elusivi. Ora si nutrono alla fonte dellumilt. Dicono: "Sono umile", e poi ti guardano e aspettano la tua approvazione. "Come sei umile!" vorrebbero sentirti dire. "Sei davvero luomo pi umile del mondo; nessuno umile come te." E osserva il sorriso che compare sui loro volti. Che cos lego? Lego una gerarchia che si fonda sullidea: " Nessuno come me", e che pu benissimo alimentarsi con lumilt. "Nessuno come me, sono il pi umile di tutti gli uomini." Una volta, accadde che un fachiro, un mendicante, pregasse in una moschea, la mattina presto, quando era ancora buio. Era una festa religiosa per i mussulmani, e lui pregava dicendo: "Non sono nessuno, sono il pi povero dei poveri, il pi peccatore tra i peccatori." All improvviso, unaltra persona cominci a pregare. Era limperatore di quel Paese, che non si era accorto che qualcun altro stava pregando -- era ancora buio -- e anche lui cominci a dire: "Non sono nessuno, non sono niente. Sono semplicemente vuoto, un mendicante che bussa alla tua porta." E quando si accorse che qualcun altro stava dicendo la stessa cosa, sbott: "Smettila! Chi che cerca di superarmi? Chi sei? Come osi dire davanti al tuo imperatore che non sei nessuno, mentre anche lui lo sta dicendo?" Ecco come funziona lego. E cos sottile e astuto, che bisogna stare molto, molto attenti: solo cos lo si pu vedere. Non cercare di essere umile, cerca semplicemente di capire che tutta linfelicit e langoscia nascono dallego. Osserva semplicemente! Non c bisogno di lasciarlo cadere, non si pu. Chi ci riuscir? A quel punto, colui che lo lascer cadere, diventer un nuovo ego, perch lego ritorna sempre. Qualunque cosa tu faccia, limitati a metterti in disparte e osserva, guarda: non fare altro. Qualunque cosa tu faccia -- umiliarti, renderti modesto e semplice -- niente ti sar di aiuto. Puoi solo fare una cosa: limitarti a osservare che lego la fonte di ogni miseria. Ma non dirlo, non ripeterlo, osserva. Perch dire che la fonte di ogni infelicit, e continuare a ripeterlo, non serve a niente. Tu devi arrivare a capirlo. Ogni volta che ti senti infelice, chiudi semplicemente gli occhi: non cercare di scoprirne le cause allesterno; prova a vedere da dove viene questa disperazione. E il tuo stesso ego. Se continui a sentire e a capire, se questa comprensione che lego ne sia la causa, si radica profondamente in te, un giorno, allimprovviso, ti accorgerai che lego semplicemente scomparso. Nessuno lo lascia cadere; nessuno in grado di lasciarlo cadere. Puoi semplicemente osservare che, a un certo punto, scomparso, perch la comprensione stessa che sia lego a creare ogni sofferenza, lo fa cadere. Questa profonda comprensione, la caduta stessa dellego. Ma tu sei bravissimo a vedere lego degli altri; anche se nessuno, in realt, in grado di vedere lego di un altro.... quando invece riguarda te, nasce il problema, perch non conosci questa regione, non lhai mai attraversata.

Il vero sentiero verso il divino, verso lassoluto, deve passare attraverso la regione dellego. Bisogna riconoscere come falso ci che falso. Bisogna riconoscere la fonte della nostra sofferenza in quanto tale, e a questo punto lego cade da solo, semplicemente. Quando ti rendi conto che un veleno, cade da s. Quando ti rendi conto che fuoco, cade da s. Quando ti rendi conto che linferno, cade da s. Quindi non affermare mai: "Ho lasciato cadere lego". Ridi semplicemente di tutto, del fatto che eri tu stesso lautore di tutta la tua sofferenza. Stavo guardando dei fumetti di Charlie Brown. In uno di questi, gioca con i cubi, per costruirsi una casa. E seduto al centro, e monta le pareti... a un certo punto, si trova chiuso dentro: ha costruito pareti tuttintorno a s, e si mette a gridare: "Aiuto! Aiuto!" E stato lui a fare tutto! E ora chiuso dentro, imprigionato. E un atteggiamento infantile, ma quello che avete fatto tutti voi, finora. Avete costruito una casa tutto intorno a voi, e ora gridate: "Aiuto! Aiuto!" E la sofferenza aumenta a dismisura, perch colui che dovrebbe portarvi aiuto, si trova sulla stessa barca. Una donna bellissima va dallo psicanalista per la prima seduta, e lui, dacchito, le chiede: "Per favore si avvicini". E non appena la paziente gli si avvicina, il dottore le salta addosso, stringendosela tra le braccia e baciandola. La donna rimane esterrefatta. Lo psicanalista continua: "Ora si segga pure. Questo risolve i miei problemi... adesso parliamo dei suoi!" Il problema diventa complesso, perch chi dovrebbe portare aiuto, si trova sulla stessa barca. Ed , inoltre, felice di aiutare, perch in questo modo lego si sente molto, molto bene: sei di grande aiuto, sei un guru, un maestro, stai aiutando una infinit di persone; e quanto pi numerosi sono i tuoi seguaci, tanto meglio ti senti. Ma tu sei sulla stessa barca: non puoi aiutarli. Anzi, li danneggerai. Chi ha ancora i propri problemi, non pu essere di grande aiuto. Solo chi non ne ha pi, pu aiutarti. Solo allora, avr la chiarezza per vedere attraverso di te: una mente che non ha problemi propri, pu vederti: per lei diventi trasparente. Una mente che non ha problemi, pu vedere dentro di s, ed per questo che in grado di vedere attraverso gli altri. In Occidente, esistono numerose scuole di psicoanalisi, ma non sono di aiuto alle persone, anzi sono piuttosto un danno. E questo perch chi aiuta gli altri, o cerca di aiutarli, o si propone in quanto aiuto, in realt si trova sulla stessa barca di coloro che vorrebbe salvare. E difficile vedere il proprio ego. E molto facile vedere quello degli altri. Ma non questo il punto, tu non li puoi aiutare. Prova a vedere il tuo ego. Osservalo semplicemente. E non avere fretta di lasciarlo cadere, osservalo semplicemente. Quanto pi lo osservi, tanto pi sarai in grado di osservarlo. E un giorno, allimprovviso, ti accorgerai che semplicemente caduto. E quando cade per conto suo, solo in questo caso cade veramente. Non c altro modo. Non puoi farlo cadere prima del tempo. Cade esattamente come una foglia secca. Lalbero non fa niente: basta un soffio di vento, qualcosa che accade... e la foglia secca semplicemente si stacca. Lalbero non si accorge nemmeno che la foglia secca sia caduta. Non fa rumore, non pretende niente, proprio niente. La foglia secca cade semplicemente, e non fa altro che frantumarsi sul terreno. Proprio cos... Quando, attraverso la comprensione e la consapevolezza, maturerai, e avrai realizzato davvero che lego la causa di tutta la tua sofferenza, un giorno vedrai semplicemente cadere quella foglia secca. Si poser a terra, morir per conto suo, senza che tu abbia fatto nulla, senza la pretesa di essere stato tu a farla cadere. Ti accorgerai che lego semplicemente scomparso, e in quel momento emerger il vero centro. Questo vero centro lanima, il s, dio, la verit o qualsiasi altro nome gli vogliate dare. E senza nome, per cui gli si pu dare qualunque nome. Puoi dargli tu stesso il nome che preferisci.

Copyright 2003 Osho International Foundation Osho, tratto da:

"Tantra: La comprensione suprema" Bompiani editore

GUARDA UN PO.. SI PARLA DI UN DEMONE Si parlava di ego. Credo ora sia chiaro il concetto. Almeno ad intuito, dovreste averlo compreso, cos come si coglie la sensazione dellenergia di una splendida giornata di sole. Medici e pseudo-medici mi rinchiuderebbero con le loro false medicine e dottrine automatiche nate con lo scopo di tenerci a bada. Ma non hanno colpa, perch anche loro sono Dio, e ognuno ha il suo ruolo in questo gioco chiamato vita. Vasco Rossi cantava: E tutto un equilibrio sopra la follia. Si, siamo tutti folli da manicomio, ma il manicomio chiamato VITA. La normalit lequilibrio che ognuno trova nella propria pazzia. ESATTO!! E di equilibrio che abbiamo bisogno, non di eccessi smisurati. Troppa luce ci acceca, troppo buio anche. Ma quella via di mezzo misurata e pacata ci permette di vedere davvero; vedere oltre lillusione del velo che ci permea. Abbiamo bisogno di sentirci vivi, di non dipendere dagli altri , anche se in realt non siamo mai dipesi da nessuno se non da noi stessi, fingendo di accusare gli altri di tenerci incatenati. Non c' nulla da combattere o da cui scappare..

Il mondo esiste solo grazie a TE, e se credi di stare lottando contro questo mondo che consideri "ESTERNO" a te, ti stai solo illudendo.. perch stai combattendo contro TE STESSO! Lo senti arrivare ma non te ne accorgi, perch ancora vivi nel sonno pi totale. E vero, sembra un controsenso, invece esattamente quello che accade dentro la tua testa. La mente partorisce egoisticamente, godendo come una dannata, tutti quei pensieri che causano il tuo dialogo interiore perenne in ogni istante della tua vita. Sai che stai pensando ( non sempre), ma la cosa che non sai che non sei tu a pensare. TU SEI PENSATO. Le tue idee su qualcosa o qualcuno, i tuoi pensieri, le tue congetture, i tuoi dubbi, le tue paure, le tue cosiddette seghe mentali, sono dei veri e propri innesti cosi silenziosi e adatti allambiente in cui ti trovi, alla gente che frequenti, alle situazioni in cui ti trovi, che credi di essere tu a partorire tutto questo vociare nella tua testa. Ma non ti sei mai fermato anche solo per un dannatissimo istante a riflettere, anche a livello intuitivo, che stai soltanto ripercorrendo il tuo passato identificandoti e creando lillusione del tempo attraverso il suo ricordo, la memoria. E diventando un tuttuno con questo tuo passato lo identifichi nel tuo presente, che in realt non vivi, e proietti tutto questo in ci che si usa chiamare futuro, senza mai osservarti o chiederti perch mai dovresti avere tutti questi pensieri. Io ho sempre fatto cosi, e nonostante lo sforzo, lo faccio tuttora ma in maniera molto ridotta e, soprattutto,

consapevole.. potendo quindi riconoscere queste saette che piombano a tutta velocit fingendosi amiche: i PENSIERI. Essi, la maggior parte, non sono nostri; crediamo che lo siano, ma producono in realt immagini di qualcosa che vorremmo accadesse nella nostra vita.. PERCHE vogliamo che accada sempre qualcosa di pi nella nostra vita? Perch ci consideriamo insoddisfatti di ci che abbiamo, anche se son piccole cose. Attribuiamo la nostra felicit a qualcosa che potrebbe accadere, a qualcosa che potremmo avere, a qualcuno di cui potremmo innamorarci, affidiamo il nostro momento di gloria in un puntino nella nostra testa, in un momento che crediamo migliore di questo. Beh, potreste dire che la legge di attrazione (famosa e reale legge universale) potrebbe essere dalla vostra parte, perch a livello di fisica quantistica, il pensiero crea. Ma qui mi sento in dovere di correggere una questione molto importante. NON STATE VIVENDO, STATE SCAPPANDO.. DA COSA? Dal vostro PRESENTE! State visualizzando , va bene, create immagini positive e ottimiste; ma state scappando dalla cosa pi importante per la creazione consapevole della vostra realt: IL PRESENTE. Se affidate la vostra situazione di felicit ad un qualcosa che dite di non avere e la postate nel futuro, voi state comunque attraendo a voi ci che sulla vibrazione corrispondente; ma non alla vostra immagine visualizzata (ossia a ci che pensate vorreste) ma a ci in cui credete, a ci da cui state scappando ( e questo risiede nel subconscio). Tutto l. State solo attirando a voi quello che meritate per poter comprendere ogni istante che passa, che la vostra attuale situazione di vita quella giusta per voi in quel momento. Se non accettate il vostro presente come realt creata da voi per voi, non potrete riuscire a buttarvi in un futuro considerandolo come spiaggia di arrivo. La vostra felicit non si raggiunge, ma la si possiede, si decide di essere felici accettando se stessi e amandosi nel momento presente. Purtroppo non facile a causa di questo ego stile MATRIX che vuole dominarci creando pensieri lanciati fuori dal presente e immersi nel tempo (il che pura illusione), in particolar modo nel futuro, creando quindi unaspettativa che non coincider con il risultato se prima non smettete di considerare quel futuro come qualcosa di meglio, ma come qualcosa in pi; perch ci che avete al momento deve bastarvi per dire: CAZZO SONO FELICE! Nel momento in cui dentro di voi si creano pensieri (legati quasi sempre a emozioni di sofferenza sia in ricordi, che congetture che aspettative), si crea anche quello che E. Tolle chiamava CORPO DI DOLORE. Questo crea linizio di una sensazione di sofferenza in cui iniziamo a identificarci credendo sia reale, credendo dipenda davvero da qualcosa di esterno a noi, da una situazione accaduta o che potrebbe accadere. Allora iniziamo a giustificarla, non comprendendo che le stiamo solo dando del cibo, la stiamo nutrendo fino a farla crescere cos tanto da diventare NOI (dandole unidentit) e divorare tutta la nostra energia vitale, creando intorno a noi basse vibrazioni, che attireranno proprio quella realt che crediamo sia vera ma che solo iniettata per tenerci lontano dal presente e dal suo potere creativo. Vivere il momento presente la morte dellego, il suo cessare di farci vivere nel tempo (passato e futuro), libert, essere coscienti e consapevoli del nostro corpo, di ci che la vera realt: quella vista da esseri NON DORMIENTI. Non ci che ti ha dato e impostato la cultura e la societ il tuo vero obiettivo, ma anche attraverso di esso che puoi imparare a riconoscere ci che ti appartiene veramente.

EMOZIONI NEGATIVE

[Per questo argomento consiglio vivamente di leggere i testi di Salvatore Brizzi]

Per mezzo del ricordo di s si prende atto del proprio stato di addormentamento, si guadagna energia utile per il lavoro successivo, si sviluppa la forza di volont, si acquisisce la capacit di essere presenti in corrispondenza di determinati eventi e, a livello alchemico, si costruiscono i corpi sottili, fra cui il pi importante il corpo dell'anima. Ma il ricordo di s solo una parte del lavoro. Per costruirsi un corpo immortale in grado si ospitare il S indispensabile lavorare assiduamente su pi fronti contemporaneamente. La parte pi consistente e pi difficile del lavoro va compiuta sull'immaginazione negativa e sulle emozioni negative. Sia ben chiaro che lo stato di risveglio uno stato emozionale superiore , non mentale. La costruzione del corpo per l'anima e la conseguente apertura del Cuore sono fatti che concernono le emozioni superiori, cio la capacit dell'uomo di guardare il mondo attraverso le emozioni superiori anzich attraverso le emozioni negative, e quindi di cogliere il Vero e il Bello. Il corpo dell'anima costituito di emozioni superiori e ci permetter di vedere il mondo attraverso tali emozioni. La nostra macchina biologica invece costituita di immaginazione negativa ed emozioni negative e ci costringe a vedere il mondo attraverso di esse. Le emozioni superiori - e quindi il corpo di gloria - si sviluppano in due modi:

a) per mezzo del NUTRIMENTO che ci viene dalle cose belle che gi adesso siamo in grado di vedere intorno a noi e che ci provocano emozioni superiori. Non dobbiamo farci sfuggire nessuna occasione per cogliere pi Bellezza che possiamo e per emozionarci di fronte a questa Bellezza: si va dalle manifestazioni artistiche agli eventi quotidiani che possono commuoverci. Dobbiamo educarci al Bello ponendo l'attenzione sul Bello che gli altri uomini manifestano. La percezione del Bello in una cosa o in una situazione provoca emozioni superiori: amore, compassione, tenerezza, perdono. Coltivare queste emozioni il metodo pi rapido e sicuro per costruire il corpo dell'anima. b) attraverso un lavoro alchemico mirato sulle emozioni negative. I due metodi sono complementari e indispensabili entrambi: si lavora simultaneamente sul ravvivare e incrementare le emozioni superiori che gi siamo in grado di provare e sulla trasmutazione di quelle negative che ci impediscono di cogliere la realt per come intrappolandoci nell'illusione. Si tenga ben presente che il lavoro su immaginazione ed emozioni negative deve iniziare parallelamente agli esercizi sul ricordo di s. L'immaginazione negativa e le emozioni negative ci fanno perdere consistenti quantit di energia. Se non possediamo una sufficiente quantit di energia il ricordo di s ci appare impossibile; esso infatti comporta un enorme dispendio di energie.

Allo stesso tempo il riuscire a essere presenti - anche se non ancora il vero ricordo di s - ci permette di guadagnare energia. Se per dovessimo procedere con il lavoro sul ricordo di s senza aggiungere un

parallelo lavoro su immaginazione negativa ed emozioni negative, perderemmo in queste manifestazioni tutta l'energia guadagnata grazie ai momenti di ricordo. Un'arrabbiatura di qualche minuto, o qualche ora di depressione, possono far perdere la quantit di energia accumulata in settimane di sforzi per rimanere svegli. La manifestazione senza controllo di emozioni negative fa subire un crollo alla frequenza delle nostre vibrazioni, ci scarica energeticamente e avvelena le nostre cellule anzich favorirne la trasmutazione. Se non lavoriamo su di esse non facciamo altro che versare acqua in uno scolapasta e ci troviamo continuamente al punto di partenza. Inoltre l'energia acquisita nei momenti in cui ci ricordiamo di noi tende a seguire spontaneamente la linea di minor resistenza e va a rafforzare i vecchi schemi mentali e le vecchie emozioni negative della macchina, quindi, se entrambi non vengono sorvegliati fin dal primo momento, le nostre paure, le nostre rabbie e i nostri pregiudizi diventano sempre meno gestibili e il nostro stato diviene pi penoso di quello da cui siamo partiti. Per inciso utile rammentare - e non lo si rammenta mai abbastanza - che le pratiche di meditazione o di ricordo di s non costituiscono di per s stesse il lavoro di risveglio, e possono divenire pericolose quando non vengono inserite in un contesto di lavoro su di s globale: l'energia che l'individuo accumula meditando o ricordandosi di s scorre nei vecchi schemi mentali e nei vecchi schemi emotivi, peggiorando la sua situazione. Simili sono le conseguenze della recitazione di mantra: tale pratica, se non accompagnata da un lavoro di risveglio a 360 gradi, pu portare a una tranquillit di natura ipnotica, che esattamente il contrario di ci che vorremmo ottenere. Non ci si lasci quindi ingannare dalle condizioni estatiche o dalle 'visioni' a carattere mistico che il persistere su alcune tecniche a volte provoca, perch tali manifestazioni quasi mai coincidono con un effettivo risveglio.

UN NUOVO AMBIENTE MENTALE

Le emozioni negative pi comuni sono: rabbia, desiderio di vendetta, odio, invidia, ogni forma di gelosia, senso di colpa, depressione, frustrazione, lamentela, critica, nostalgia, malinconia, paura, ansia, dispiacere, senso di inadeguatezza, senso del possesso, senso di attaccamento alle cose e alle persone, tutti i generi di fastidio: verso chi non la pensa in modo giusto, verso chi non si comporta in modo giusto, ecc. Il lavoro sulle emozioni negative inizialmente un lavoro mentale. Noi infatti proviamo emozioni negative perch le giustifichiamo mentalmente e quindi, per fare un buon lavoro, dobbiamo rivedere il nostro vecchio modo di ragionare. Di norma pensiamo che in certe occasioni sia giusto infastidirsi o arrabbiarsi, oppure provare ansia o essere depressi. La giustificazione di tali emozioni radicata nel nostro inconscio, per cui esse possono ormai esprimersi meccanicamente senza dover affrontare alcun freno cosciente da parte dell'individuo. Gli unici freni alle emozioni negative sono quelli imposti dalla societ, quindi non sono voluti,

ma sono anch'essi divenuti inconsci e dunque meccanici. Pertanto quando esprimiamo le emozioni pi 'basse', cos come quando le reprimiamo, tutto avviene meccanicamente. La fase pi importante del lavoro consiste nel convincere prima la mente conscia poi quella inconscia che le emozioni negative non hanno alcuna giustificazione. La mente giustifica le emozioni e le tiene vive, quindi sulla mente bisogna lavorare affinch si crei un ambiente mentale in cui le emozioni negative appaiono per quello che sono. Esse da un lato sono manifestazioni che ci sottraggono energia e ci fanno soffrire - se le consideriamo inevitabili e lasciamo che abbiano il sopravvento - dall'altro lato sono strumenti indispensabili alla nostra trasformazione - se cominciamo a osservarle e a lavorarci nel modo corretto. Vedremo pi avanti quanto esse in realt siano elementi insostituibili del nostro lavoro e non vadano quindi ritenute difetti della persona o manifestazioni sbagliate. Se esse esistono in noi c' un motivo, non vanno perci mai n represse n eliminate. Esse rappresentano la fondamentale sostanza da cui ricaviamo le emozioni superiori e, di conseguenza, il nostro nuovo corpo. Ma per ora bene aver chiaro quanto risulti dannoso giustificarle e appoggiarle. Si lavora a partire dalla mente conscia introducendo le nuove idee che vengono trattate in questo sistema di pensiero. Abituandosi a pensare in maniera differente si creano nuovi schemi di pensiero nel corpo mentale e questo fa s che in seguito questi nuovi schemi diventino a loro volta inconsci e prendano il posto di quelli vecchi. Lo scopo di questo lavoro fare in modo che al nascere dell'emozione negativa una parte della nostra coscienza non si identifichi completamente con essa, ma si ricordi di s e assuma immediatamente il controllo della situazione cercando di opporre resistenza ai pensieri negativi che inevitabilmente accompagnano tale emozione, e tentando di non lasciarsi coinvolgere integralmente da essa. L'attrito che viene a crearsi durante questi tentativi di opporsi alla meccanicit consente la fabbricazione del corpo dell'anima. Il passo successivo sar non provare pi emozioni negative e percepire tutto direttamente attraverso le emozioni superiori. In questo modo i fatti del mondo che attraverso i vecchi schemi di pensiero venivano percepiti come brutti, dai nuovi schemi dell'anima vengono immediatamente percepiti per quello che realmente sono oltre l'illusione: Bellezza allo stato puro. Qualcuno potrebbe chiedersi: "Chi ci garantisce che non stiamo solo sostituendo vecchi meccanismi con nuovi meccanismi - come accade nell'ipnosi, nella programmazione mentale o nel pensiero positivo - e che in tutto questo l'anima c'entri veramente qualcosa?" Rispondiamo che il nostro un lavoro COSCIENTE e VOLONTARIO; questo significa che per ottenere un cambiamento stiamo operando uno sforzo cosciente andando contro qualcosa che MECCANICO e INVOLONTARIO.

Se noi utilizziamo una qualsiasi forma di programmazione mentale alla fine del nostro lavoro rimaniamo addormentati esattamente come prima, con la sola differenza che adesso siamo schiavi di meccanismi differenti da quelli precedenti. Con il risveglio invece noi diventiamo liberi di provare le emozioni che vogliamo e di pensare ci che vogliamo: vediamo la realt sottostante l'illusione e di conseguenza possiamo scegliere se arrabbiarci oppure no; ma fino a quando non vediamo la realt siamo costretti ad arrabbiarci senza alcuna possibilit di scelta. Deve esser chiaro che la differenza non sta nell'assumere un comportamento 'buono' piuttosto che uno 'cattivo' - rimanendo sempre limitati alla sfera della macchina biologica - bens nel vedere o non vedere cosa sta accadendo realmente, e nella libert di agire come pi ci pare, magari anche con lo stesso comportamento di prima! Psicoanalisi, pensiero positivo, ipnosi, programmazione neurolinguistica e molte altre tecniche si limitano ad agire nell'ambito della nostra macchina, permettendoci di ottenere una macchina che ci piace di pi o che ci pi utile nella vita sociale, ma non agiscono 'alla radice', non ci consentono di traslare il nostro centro di consapevolezza dalla macchina biologica all'anima e non ci dischiudono la verit oltre le apparenze. Quando va bene ottengono

come risultato la creazione di una prigione un po' pi confortevole per noi e per chi ci circonda. Un'altra frequente domanda : "Tutta la gioia e l'amore che si provano in questo nuovo stato non potrebbero essere frutto di un forte auto-convincimento che impedisce di vedere la vita con tutte le sue reali sofferenze? Non forse un modo per fuggire alla vita entrando in un delirio di beatitudine allucinatoria?".

Chi pone questa domanda lo fa da uno stato di coscienza diverso da quello risvegliato. Quando si ancora identificati con la macchina pu sorgere la paura di divenire vittime di un lavaggio del cervello di natura tale da annullare anche solo la possibilit del dubbio circa la veridicit del nuovo stato di coscienza. Ma questa paura pu sorgere unicamente in un individuo che ancora identificato con la sua mente e che immagina lo stato risvegliato come un 'diverso stato della mente', non come uno stato sovra-mentale . Nello stato risvegliato si guarda a partire dall'anima e si vede la propria mente dal di fuori, la si guarda mentre lavora e pensa; qualcosa di totalmente diverso da ogni fenomeno possiamo immaginare adesso utilizzando la nostra mente. Se lo si immagina unicamente come un differente stato della propria mente, magari pi gioioso e rilassato, allora non si capito nulla, e possono ancora sorgere domande come la precedente. Ma quando si in quello stato si pu solo ridere di tali domande!

Immaginazione negativa (tratto dallinsegnamento Gurdjeffiano di S. Brizzi)

Rientra sotto questa dicitura ogni genere di immaginazione o "dialogo interno" che avviene nella nostra macchina biologica e non da noi n voluto n controllato. La sua pericolosit sta in due caratteristiche: <!--[if !supportLists]-->a) <!--[endif]-->da essa trae origine la maggior parte delle emozioni negative che proviamo durante la giornata;

b) essa in grado di far riaffiorare e poi alimentare un'emozione negativa anche a distanza di ore, giorni o mesi dall'evento che ha causato tale emozione. Facciamo qualche esempio del primo genere: alla vigilia di un esame o di un colloquio di lavoro la nostra mente comincia a costruire situazioni immaginarie che incrementano la tensione e la paura. Alla vigilia di un incontro con un parente per il quale non proviamo alcuna simpatia la nostra mente costruisce dialoghi immaginari in cui si arriva agli insulti o alle percosse. Mentre il nostro partner in vacanza con amici la nostra mente immagina senza freno situazioni di tradimento oppure disgrazie come incidenti o malattie. L'ipocondria immaginazione negativa. Ogni pensiero ossessivo origina dall'immaginazione negativa. Tutte queste immaginazioni fanno fremere la nostra macchina a livello emotivo come se stessimo vivendo le situazioni immaginate. Facciamo ora qualche esempio del secondo genere di immaginazione negativa: dopo un incidente stradale nel quale ci siamo infuriati con l'altro automobilista andiamo a casa e trascorriamo ore a pensare a cosa gli avremmo detto o a cosa gli avremmo fatto, riprovando cos la stessa emozione di rabbia e frustrazione. Ripensando a una situazione spaventosa riproviamo ripetutamente la stessa paura e ripensando al partner che ci ha lasciato riproviamo per mesi la stessa nostalgia per i momenti belli passati insieme. Ripensando a quel politico o a quell'evento sociale inaudito costruiamo mentalmente situazioni in cui noi litighiamo con quel politico o interveniamo con violenza per risolvere una situazione; allora la nostra macchina vibra di

fastidio o rabbia. Le emozioni negative scaturite dall'immaginazione negativa producono sull'ambiente tutti gli effetti descritti nel capitolo sulle emozioni negative. Il fatto che tutto avvenga nella nostra mente non fa alcuna differenza, in quanto la macchina quando pensa emette le sue basse vibrazioni e i suoi pensierispazzatura nello spazio. A ben guardare fanno parte dell'immaginazione negativa pure tutti quei "dialoghi interni" e quelle scene da film che la nostra mente immagina e che non producono emozioni negative, ma ci fanno invece provare piacere o gratificazione personale. Nei nostri sogni a occhi aperti immaginiamo di vincere alla lotteria, di avere un incontro amoroso con un famoso attore, di avere successo sul lavoro, di fare un bel discorso con gli amici, di essere gli eroi o i Maestri in mille situazioni. Anche tutti i 'sogni a occhi aperti' riguardanti il nostro partner, di cui siamo follemente innamorati, rientrano nell'immaginazione negativa, e un giorno, quando ci abbandoner, invece che dai sogni saremo ossessionati da scene di gelosia, violenza, vendetta e disperazione. Inizialmente i 'sogni a occhi aperti' non causano rabbia o paura, tuttavia possono causare emozioni di gratificazione, euforia, senso di esaltazione personale che appartengono sempre al mondo della macchina e che, in quanto tali, sono anch'esse frutto di una visione alterata della realt. Con il loro manifestarsi rendono tale visione sempre pi allucinata, inoltre, prima o poi, richiameranno inevitabilmente - per effetto della Legge di Compensazione - una dose corrispondente di emozioni negative (vedi l'euforia dovuta all'innamoramento e le corrispondenti rabbia e depressione dovute all'abbandono).

Resta il fatto che quando cominciamo a contrastare l'immaginazione negativa, all'inizio ci conviene concentrare la nostra attenzione su quei pensieri direttamente collegati a emozioni negative (lamentela, rabbia, giudizio, ansia, tensione, ecc), perch pi dannosi dal punto di vista dello spreco di energia e pi facilmente distinguibili nella miriade di oziosi pensieri quotidiani.

La visualizzazione

Accenniamo alla visualizzazione perch tale concetto viene talvolta confuso con quello di immaginazione negativa e si pensa che eliminare quest'ultima significhi togliere all'uomo anche la sua facolt di sognare e di creare. Niente paura, queste magnifiche facolt umane permangono e fanno appunto parte della visualizzazione. Questa l'indispensabile capacit di immaginare e costruire col pensiero in maniera voluta e cosciente. Immaginare cosa si dir prima di un incontro importante molto utile se lo si fa in maniera controllata, cio senza ripetere le stesse scene ossessivamente per decine di volte e, soprattutto, senza scivolare nella tensione e nell'ansia (emozioni negative). Anche ricostruire la scena di un incidente o il filo dei discorsi che si sono fatti in una certa occasione molto utile ed anche un buon esercizio di addestramento della mente, ma anche qui indispensabile non farlo con il fine di replicare le stesse basse emozioni - il che rientrerebbe nell'immaginazione negativa. Inoltre la visualizzazione un elemento importante della creativit: gli artisti creano i mondi che poi rappresentano nelle loro opere immaginandoli,

ma ci ben diverso dal sognare a occhi aperti di vincere alla lotteria o di diventare un messia che salva l'umanit.

Ricordarsi di S

Durante la giornata, ogni volta che ce ne ricordiamo, dobbiamo chiederci cosa stiamo pensando e perch. sufficiente porsi una domanda: "Avevo il controllo di ci che stavo pensando, oppure no?". Tutte le volte che non siamo stati noi a voler iniziare coscientemente un certo processo di immaginazione, ci significa che esso venuto da s e ci sta usando, rubandoci preziosa energia. pertanto meglio interromperlo iniziando un'attivit che tenga occupata la mente e le impedisca di sprecare le nostre forze nel sogno a occhi aperti.Come un giovane fiorente d'un tratto si accorgesse di tenere legata al collo la carogna di una serpe o una carogna di cane o una carogna umana e spaventato, raccapricciando e rabbrividendo, subito se la strappasse e la gettasse via.(Majjhimonikyo, XX) .

Su tutto questo, nota: in primo luogo, che necessario arrestare il pensiero o sentimento al suo apparire. Va come colto al volo, prima che prenda terra nella tua anima e vi si diffonda. Previeni. Soffoca in germe. Fatti agile, labile, pronto a distaccarti e a sottrarti. [ Abraxa, Gruppo di Ur] Il modo migliore per gestire l'immaginazione negativa il ricordo di s. Nel momento in cui cominciamo a essere ossessionati da pensieri disturbanti - gelosia, ansia, paura o giudizio verso gli altri - dobbiamo portare l'attenzione su noi stessi, sul qui-e-ora. Non importante l'oggetto della nostra immaginazione negativa, ma solo il fatto che in quel momento non ci stiamo ricordando di noi e siamo totalmente identificati con i meccanismi psicologici della personalit. A noi pare un argomento di importanza vitale, qualcosa di essenziale per la nostra vita, invece solo frutto dell'illusione provocata dalla macchina biologica. Il ricordo di s vera vita, mentre l'identificazione con qualche problema della personalit tempo perso... qualunque sia l'oggetto delle nostre preoccupazioni. Non c' differenza fra i vari argomenti; l'unica differenza fra "sonno" e ricordo di s. La personalit la nostra parte animale, ed essa avr sempre un motivo per lamentarsi, per essere infelice o ansiosa. Ci che deve morire avr sempre paura di morire. Talvolta l'identificazione con un problema pu essere davvero pesante e le emozioni negative molto dolorose e durature. Solo nella misura in cui ci siamo esercitati nel ricordo di noi stessi durante i momenti pi tranquilli della nostra vita, troveremo la forza per ricordarci di noi nel corso dei periodi difficili. Non si pu sperare di svolgere qualche esercizio ogni tanto e poi saper affrontare con equilibrio una disgrazia. Si raccoglie solo ci che si seminato. In ogni caso lo scopo non scappare dalla sofferenza: il ricordo di s non permette l'estinzione della sofferenza e dei pensieri ossessivi legati a questa sofferenza, bens la loro osservazione e trasmutazione. Dobbiamo essere p r e s e n t i mentre la macchina si contorce dal dolore perch stata abbandonata dal partner o ha perso il lavoro. Questa presenza - il ricordo di s - sufficiente perch a livello alchemico si verifichino dei processi di trasmutazione. Il fatto che riusciamo a restare presenti durante la sofferenza

della macchina significa che gi esiste in noi un testimone (il maggiordomo degli insegnamenti di Gurdjieff). Questo testimone opera profondamente e in silenzio la fabbricazione dei "corpi sottili". Dobbiamo rassegnarci al fatto che su questo pianeta si soffre - e talvolta si soffre anche molto - ma possiamo decidere se sfruttare tale sofferenza a nostro vantaggio oppure continuare a subirla passivamente.

La trasmutazione

della sostanza emozionale

Poi l'Eterno Iddio disse: "Ecco l'uomo e' diventato come uno di noi, quanto a conoscenza <!--[if !vml]--><!--[endif]-->del bene e del male. Ma ora, che egli non stenda la mano e prenda anche il frutto dell'Albero della Vita, e ne mangi e viva per sempre." Cos Egli scaccil'uomo, e pose a oriente del giardino d'Eden i cherubini, che vibravano da ogni parte una spada fiammeggiante, per custodire la via all'Albero della Vita. Gen 3,22-24 Compiendo uno sforzo di concentrazione contro la meccanicit dellimmaginazione negativa e delle emozioni negative, stiamo lavorando a livello alchemico. La ferma Volont del testimone di percepire il mondo in maniera differente sviluppa attrito contro la volont dellapparato psicofisico di continuare a pensare come ha sempre fatto. Questo attrito un Fuoco che agisce sulle sostanze presenti nella macchina biologica, per crearne di nuove, che vanno a costruire il corpo astrale e il corpo di gloria .

Il termine Nigredo, o Opera al Nero, sta proprio a indicare lannerimento, la cottura delle sostanze che compongono la natura animale. Grazie allemergere di un testimone distaccato, gli aspetti pi grossolani della macchina biologica non vengono pi alimentati e vanno in putrefazione (termine alchemico).

Le vecchie sostanze vengono incenerite, e da queste ceneri nascono nuove materie. Le materie sottili che emergono da questo processo formano i corpi sottili, lUomo Nuovo.

Lanima non un concetto astratto, ma qualcosa di fisico, sebbene di una fisicit molto sottile e per noi

intangibile. Possiamo quindi parlare di corpo dell'anima come di un fenomeno perfettamente reale. Compiendo un lavoro alchemico, ci identifichiamo sempre di pi con lanima e allo stesso tempo stiamo costruendo il suo corpo sottile, il corpo di gloria , quello attraverso cui percepiremo il mondo quando saremo entrati nello stato di coscienza del Regno dei Cieli. Se, ad esempio, la nostra macchina biologica sta provando rabbia, ci vuol dire che essa pervasa dalla sostanza della rabbia, cio da un aggregato di atomi con una certa struttura. Oltre che manifestarsi sul piano emotivo, questa sostanza agisce anche a livello mentale dove prende la forma dellimmaginazione negativa e a livello fisico dove provoca varie alterazioni in ambito ormonale, circolatorio e muscolare. Se noi cerchiamo di ostacolare tali manifestazioni della rabbia, osservandole in maniera distaccata e imponendoci un nuovo modo di ragionare, creiamo una certa dose di attrito; questo un fuoco che agisce sulla sostanza della rabbia e fa in modo che si produca da essa una differente materia, che si cristallizza nellanima. Il fuoco cuoce gli atomi della sostanza grossolana e modifica la loro struttura. Questo mutamento strutturale dei nostri atomi anche conosciuto come redenzione della materia. Per il fatto di appartenere alla macchina biologica di individui che nel corso della loro vita stanno praticando un lavoro di trasformazione interiore, questi atomi vengono cambiati per sempre.

La cottura o lincenerimento, a cui si fa riferimento nei testi alchemici riguarda proprio questo processo. Il presupposto teorico verificabile sperimentalmente che le nostre emozioni non siano "enti astratti" privi di consistenza come alcuni studiosi oltraggiosamente stupidi si ostinano a pensare ma sostanze fisiche composte di atomi, la cui struttura pu venire modificata coscientemente. Questa "nuova materia" molto pi sottile e delicata di quella da cui ha avuto origine. Essa quindi si cristallizza si fissa, per usare un termine alchemico non nel nostro apparato psicofisico, dove si trovano la rabbia e le altre emozioni grossolane, bens nel "corpo dellanima". In questo corpo etereo e impalpabile, la nuova sostanza, risultante dalla rabbia, d origine a un "senso dellanima". Cos come lapparato psicofisico, anche lanima ha i suoi sensi, attraverso i quali percepisce il Regno dei Cieli invece che il mondo illusorio. Questi sensi sottili sono fabbricati con la sostanza ricavata dalle emozioni negative, quando vengono trasmutate in emozioni superiori. Notiamo, a questo punto, che il lavoro di trasformazione interiore non un lavoro psicologico, morale o spirituale, bens un processo squisitamente fisico, che si produce attraverso la creazione di sostanze che sono fisiche e di corpi che sono fisici anche se appartengono a una fisicit meno grossolana di quella che siamo abituati a misurare con i mezzi comuni.

Lapertura del Cuore e la trasmutazione alchemica

tratto da OFFICINA ALKEMICA DI SALVATORE BRIZZI Il principale compimento del lavoro magico/alchemico consiste nell'apertura del Cuore. Questa esperienza comunemente nota come illuminazione o salvezza . E' bene sapere che TUTTI i nostri problemi derivano esclusivamente dall'aridit del nostro Cuore, cio dalla mancata apertura di

questo. Problemi di denaro o di salute, difficolt a trovare il lavoro pi adatto o il partner giusto, incapacit di farsi accettare e senso di inadeguatezza... nessuno di questi fenomeni ha la sua fonte all'esterno di noi: ogni difficolt origina al nostro interno ed sempre causata dalla durezza del Cuore, cio dall'incapacit di vivere in uno stato di innamoramento. Aprire il Cuore significa entrare in una dimensione di complicit rispetto al mondo. Le altre persone smettono di essere fonte di paura, sospetto, ansia... e divengono nostre complici. Fra noi e gli altri si stabilisce una sottile intesa, un senso di intima fiducia che completamente indipendente da ci che loro stanno pensando di noi. La trasmutazione della paura in fiducia riguarda un cambiamento che avviene nel nostro Cuore e non ha nulla da spartire con il comportamento delle altre persone. Noi non conosciamo mai gli altri, non ne abbiamo facolt; semplicemente ci costruiamo un'immagine mentale di loro e interagiamo con quella. Quando il Cuore si apre strappiamo questa immagine e ci lasciamo invadere dall'anima dell'altra persona, percepiamo direttamente la sua essenza senza pi alcun filtro. Ecco che inevitabilmente scaturisce l'amore. Non possiamo pi fare a meno di innamorarci del mondo e di ogni suo abitante. Muoversi in ufficio, sull'autobus, al supermercato, in tangenziale... con il Cuore aperto, significa essere continuamente travolti dalla Bellezza delle persone e delle situazioni. Ci si sente protetti, al caldo, fra le braccia dell'esistenza... a casa propria. Quale magnifica sensazione camminare per strada sentendosi sempre a casa propria, perennemente circondati da sconosciuti amici! Quale benessere psicofisico pu scaturire dal non dover temere nessuno, dalla certezza che niente di negativo pu mai accaderci! L'amore, la fiducia e la serenit interiore non nascono come conseguenza di azioni che qualcuno compie nell'ambiente intorno a noi. Nessuno deve fare o non fare qualcosa per consentire che noi ci sentiamo pi innamorati o pi al sicuro. Non grazie al sorriso di qualcuno che diverremo pi innamorati e non aumentando i dispositivi di sicurezza nei luoghi pubblici che ci sentiremo pi sicuri. Il nostro grado di fiducia, sicurezza e amore possiamo deciderlo noi... adesso, senza dover mutare alcuna condizione esterna. Per fare ci dobbiamo avere il coraggio di andare per il mondo con in Cuore aperto. Allora, e solo allora, vivremo in un mondo sicuro, pieno di armonia e pace... anche se gli altri continueranno a vedere la guerra e la sopraffazione. L'illusione di maya ci tiene prigioniero il Cuore e lo far fino a quando non avremo sviluppato occhi per vedere. Aprire il Cuore significa cominciare a galleggiare nell'amore... vibrare a un'altra velocit e spostarsi nel mondo senza mai uscire da quella calda vibrazione. Sentire ardere il Sacro Fuoco interiore lungo ogni momento della giornata. Un elevato livello di amore pu dare vertigine e stordimento: non sentimentalismo, ma qualcosa di tangibile e concreto che produce uno straordinario effetto sulla macchina biologica. L'eccesso di amore pu addirittura bruciare. L'amore rappresenta il principale e pi potente fuoco dell'alchimista - ancor pi del ricordo di s - che permette di trasmutare il veleno in farmaco , cio ogni emozione negativa in emozione superiore. L'amore tenuto costantemente acceso conduce con certezza all'immortalit.

SONO QUELLO CHE NON SONO E arrivato il momento in cui non so pi chi sono, non riconosco pi il luogo in cui mi trovo, non riesco a distinguere obiettivi, desideri, appagamenti. Ma la cosa pi paradossalmente assurda che non riesco pi a distinguere lorigine delle emozioni. E come iniziato lennesimo turbine di meravigliosa confusione che mi porta ad affidarmi a quello che io chiamo INVISIBILE. Niente pi regole, n schemi mentali o sociali imposti; n direzioni obbligatorie da prendere; ma solo sentieri luminosi che si aprono senza un apparente motivo in maniera quasi inaspettata, ma che, in realt, tanto inaspettata non . In quanto sai che, se poni tutta la tua

fiducia nellinvisibile e , soprattutto in te stesso, vedrai aprirsi strade che ritenevi chiuse o addirittura inesistenti. Forse sto uscendo fuori dal tempo cos come aspiravo e poter godere soltanto della cosa pi bella, soave, divina e magica a cui un essere umano possa aspirare: il MOMENTO PRESENTE, il QUI & ORA. Di una cosa sono certo a questo punto della mia vita in questo corpo, in questo periodo della storia, in questa societ, in questo contesto preciso: che tutto perfetto cos com. Tutto quello che devo fare solo lasciar fluire, ma non solo le cose che apparentemente sembrano belle, ma TUTTO! Perch, solo lasciando fluire, la vita ha modo di vincere, di esprimersi, di evolvere, di fare ci che banalmente ovvio: ESSERE SE STESSA! Se volete guarire dai vostri mali potete fare soltanto una cosa molto difficile da mettere in pratica: SMETTERE DI LAMENTARVI PER OGNI COSA e SMETTERE DI ESPRIMERE IL GIUDIZIO CON LE PAROLE. Quellenergia che sprecate nel lagnarvi o nel criticare Emilio Fede e Pap Silvio, o vostro figlio che non ha rifatto il letto, o lo stato che non vi d lavoro, utilizzatela al vostro interno per trasmutare tutto ci che vi permetter di vedere bellezza in ogni cosa. Dopo 6 mesi di duro lavoro nel non giudizio e non lamentela, vedrete accadere miracoli!

LA MENTE COLLASSA PER UN ISTANTE

Oggi ero sullo stile usuale di questo periodo comune a me cosi come a tante persone; quello che vivo almeno 3 volte al mese se non quasi 3 volte a settimana, o anche al giorno . Quella falsa malattia detta depressione che altro non che uno stato da BENEDIRE perch se ben usato trasmuta emozioni basse in emozioni superiori, importanti per la propria evoluzione e identificazione con lanima. Insomma questo stato con cui ormai ci ho fatto labitudine, e credo che il metodo dellauto osservazione stia dando i suoi frutti, questo: depresso, voglio morire, sto male, voglio questo, non voglio quello ecc.

Ero sul letto, con me stesso; quello che credo sia il vero s; nel silenzio assordante, se pur rumoroso, della mente, essa si lamentava di non voler tutte quest cose; come al solito tentando di sconfiggerle scacciandole anzich amandole e accettandole; all'improvviso c' stata la frase: LA MENTE COLLASSA.. dopodich ho iniziato, senza nemmeno mettermi dimpegno, a dire: cazzo, ma non esiste nulla all infuori di me, io tocco , vedo e sento, riconosco forme, odori ecc. perch ho questo impianto dentro chiamato mente, in questo corpo che in realt non nemmeno qui (ho avuto la

sensazione di essere da qualche altra parte con la mia vera essenza, in un altro posto a dormire con gli occhi chiusi, e io qui CLAUDIO in questo corpo a percepire di essere sognato... ) ma non finita qui.. Ho cominciato a ricordare almeno una trentina di sogni tutti a ritroso , dai pi recenti a quelli vecchi, come se fossero tutti collegati; anche se, sinceramente, non ne trovassi il collegamento, ma era come un revival veloce.. tutti uno dopo l'altro ( li ricordo come sogni ma pu darsi che non lo siano, che siano vecchi ricordi,anche se credo fosse il Claudio di ora ). E in tutti c questo particolare: o sono solo che vago per la citt, o c' una donna di cui non riesco a ricordare il viso, ma solo la sua presenza che mi accompagna sempre . La sensazione strana perche li ricordo con piacere; non c nulla di spaventoso, ma non capisco e non riesco ancora a comprendere il nesso, la cosa strana del ricordare tutto questo. Una cosa certa: non c tempo che scorre in questi ricordi; esiste solo il qui e ora! E la cosa che vorrei imparare e sognare nel sogno stesso, quello che adesso chiamo vita reale, che tanto reale non . Sono nel turbine del tutto e niente allo stesso tempo. Passo dal lamentarmi ( pur sapendo che il mondo esterno una mia proiezione e dipende da me) al gioire senza motivo, come un vero folle. E un conflitto spontaneo tra la nostra vera essenza che vuole esplodere e la matrix che ci vuole ancorati al velo dell'illusione. VOGLIO FARE DI PIU! NON MI ACCONTENTO E NON MI ACCONTENTERO' MAI! (Parla lEGO???) VOGLIO PROVARE GIOIA SOLO NEL DONARE, E SE POI RICEVO ben venga come qualcosa di piu... MA VOGLIO ESSERE COME L'UNIVERSO: FELICE DI ESSERE ABBONDANZA INFINITA PER TUTTO CIO' CHE CONTIENE! E la donna sar quellessere di indefinibile potere che mi aiuter e io le dir: Sei una persona MERAVIGLIOSA, SEI PER ME L'ENERGIA FEMMINILE DI UN POTERE IMMENSO... non te ne accorgi perch sei abituata in questo corpo a vedere il risultato anzich lo sforzo, ma TU ,GRANDE E POTENTE E AMOREVOLE ANIMA, AIUTI TANTA TANTA GENTE SU QUESTA TERRA! IL TUO FUOCO E IMMENSO, SENZA SPAZIO E SENZA TEMPO... TI AMO MADRE!! Lascia l'amore LIBERO di ESPRIMERSI e MANIFESTARSI.. Non forzarlo, non pregarlo, non tentare di spiegarlo..VIVILO e ACCETTALO in tutte le sue forme! E soprattutto si GRATO! Senti il mutare di te intorno alle cose e le persone e viceversa? Lo senti il cambiamento? Si avverte c' della magia una sorta di polvere di Trilly invisibile che ci permea sempre..

IL SESSO E ENERGIA

Abbiamo fatto s che ci imponessero il SESSO come una SORTA DI POSSESSO, e non come un ATTO DI AMORE LIBERO.

L'essere umano troppo frammentato al proprio interno, e inevitabilmente la frammentazione interiore si manifesta all'esterno con i tutti i SUOI CASINI, i SUOI DRAMMI, LE SUE PAURE e cosi via.. Siamo solo SCHIAVI DI NOI STESSI e di nient'altro!! Il sesso solo un esempio di quanto abbiamo permesso di farci dominare con un controllo mentale diretto dalla paura, dai dogmi, da ruoli imposti.L'abbiamo scelto noi, vero. Prima di scendere sulla Terra e di entrare in questo sogno, abbiamo voluto stabilire alcune tappe essenziali, metterci alla prova; alcuni hanno scelto la strada pi difficile rischiando di dimenticare del tutto che, questa chiamata vita reale, davvero un sogno costruito a pennello.

Ripeto: l'essere umano troppo frammentato al proprio interno. E inevitabilmente la frammentazione interiore si manifesta all'esterno con i tutti i SUOI CASINI, i SUOI DRAMMI, LE SUE PAURE e cosi via. Siamo solo SCHIAVI DI NOI STESSI e di nient'altro!! La gente, continua ad avere paura nonostante arrivi anche alla comprensione di questo (nonostante dubito che molti diano la responsabilit a s stessi). Eppure ogni cosa dove deve essere, non esiste un mondo esterno che ci vuole male, ma ognuno crea ci che gli consono. Quello che fuori solo una proiezione di ci che dentro. Abbiamo paura di un mondo esterno che ha potere su di noi quando in realt il contrario. Bisognerebbe affrontare personalmente ci che la propria visione di questo mondo esterno ci offre, perch siamo noi che lo alimentiamo dal di dentro; ma nel nostro piccolo dobbiamo star certi che cambiando e modificando dall'interno, il mondo costretto a seguire questo nostro cambiamento, esattamente come farebbe la nostra ombra. Tu sei il vento e la foglia ti viene dietro. L fuori non c' nulla. Lo vediamo solo grazie a quel 5 % scarso dei collegamenti delle sinapsi che ci fanno percepire rumori, suoni, colori e quantaltro; ma il sol fatto di iniziare ad agire consapevolmente anzich RE-Agire come una macchina automatica, cambia le cose.

Non c' nulla da combattere o da cui scappare.. il mondo esiste solo grazie a TE, e se credi di stare lottando contro questo mondo che consideri "ESTERNO" a te, ti stai solo illudendo.. perch stai combattendo contro TE STESSO!

TU PUOI SOLO FARE DA ESEMPIO Trascinare coloro i quali hanno quella fiammella in grado di potersi accendere e diventare un fuoco di grande portata..

LILLUSIONE DEL TEMPO e il dramma degli ALTRI

Essendo la memoria ci che da l'illusione della continuit del tempo, quest'ultimo esiste esclusivamente all'interno della nostra coscienza. Crediamo di aver vissuto determinate cose IERI a causa della memoria, ma non c' la certezza che siano davvero esistite.

Non siamo mai nati! Ci incarniamo OGNI GIORNO nel nostro avatar con una missione specifica (programmati con il ricordo di ci che siamo qui sulla terra) e quindi creiamo (come la fisica quantistica insegna) ininterrottamente la realt che vediamo credendola fissa ed immutabile; in realt tutto finto, pura illusione, un ologramma, un vero e proprio programma installato per farci credere che quello che vediamo cos e basta! Perch continuiamo a sprecare energia accusando gli altri come la causa dei nostri problemi? Gli altri non hanno potere su di noi, ma possono acquisirlo solo nella misura in cui cediamo alle loro provocazioni, alla loro pseudo depressione della vita, al loro fatalismo. Perdiamo potere ed energia decisionale solo se poniamo nelle loro mani la nostra energia, idolatrando ci che essi dicono o pensano sul nostro conto, sulla nostra vita, che qualcosa che solo ed esclusivamente noi stessi possiamo conoscere e prenderne pieno potere. Non facile, ma cambiando punto di prospettiva, possiamo iniziare a sorridere alle difficolt, vedendole come occasioni che ci indicano la strada migliore da intraprendere! In molti direte: Il punto che quando ne hai affrontate troppe, poi ti senti stanco, esaurito....io la penso come te e cerco di mettere in pratica oltre che pensarlo, per proprio ci sono quei periodi neri.... RISPOSTA: Ci saranno sempre periodi neri (anzi anche super neri); a volte saremo costretti a toccare il fondo pi nero che ci sia; sono proprio questi momenti che ci fortificano e ci dicono : "GUARDA CHE HAI DA RISOLVERE QUALCOSA DENTRO DI TE CHE ANCORA TI RIFIUTI DI GUARDARE NEGLI OCCHI, ACCETTARE E AFFRONTARE..." Vogliate una volta per tutte accettare che tutto ci che accade all'esterno, in quello che chiamiamo MONDO ESTERNO, non mai colpa di questo MONDO che ci sembra nemico, ma sempre e solo "causa" nostra. Siamo noi che creiamo qualsiasi evento e situazione a volte indotti (perch diamo energia ad esso ritenendolo pi potente di noi) a volte volutamente, a volte (quasi sempre) inconsciamente.. Perch diciamo a volte: MA TE LA SEI PROPRIO CERCATA?? ESATTO! Siamo noi che ce la cerchiamo. La vita ci mette di fronte alla situazione, all'evento migliore per poter apprendere ed evolvere.

Per poter imparare che siamo solo ed esclusivamente noi che facciamo diventare padrone della nostra vita una persona o un evento, dandogli energia. Ma in realt solo apparenza. Siamo troppo abituati a delegare agli altri il compito pi importante della vita stessa: VIVERE! Se anzich lamentarci e accusare dei nostri problemi il demone chiamato mondo, sperdendo dunque energia all'esterno vacuamente, iniziassimo a dirigere l'attenzione al nostro interno, questa forza fluirebbe in maniera guaritrice dentro di noi, rendendoci partecipi in maniera cosciente di tutto ci che continuamente creiamo. Riusciremmo ad assumerci pertanto la nostra responsabilit costante del tutto sul tutto. Accettando che nulla giusto o sbagliato, ma che la cosa pi adatta a noi in quel determinato momento. La mia non una questione VERBALE, ossia: E' COLPA TUA! (il linguaggio la rovina del mondo), ma proprio una questione di atteggiamento interno; del fatto che siamo abituati a temere e pensare che le condizioni avverse non ci permettono di fare talune cose; ma bisogna abituarsi a comprendere che siamo sempre e comunque noi a crearle, nel bene o nel male che dir si voglia. Non si tratta di verit o regola, ma del fatto che tutti quanti noi (me compreso) dovremmo iniziare a prendere coscienza che non quellipotetico avversario di un fottuto mondo che crea gli eventi per noi, ma siamo noi a farlo per noi per noi. Ogni cosa al posto in cui deve essere. Questo non vuol dire che dobbiamo starcene nemmeno con le mani in mano, sia chiaro. Dobbiamo agire in maniera consapevole, (che non equivale a RE-AZIONE ma a PROAZIONE) nel qui e ora. Come puoi capire cosa il tuo subconscio pensa del mondo? Ti basta osservare il mondo intorno a te: la casa in cui vivi, il modo in cui interagisci con i tuoi genitori, il rapporto col tuo partner, la tua ricchezza economica..non fanno altro che dirti tutto riguardo ci che nel tuo passato hai pensato della vita e di te stesso, sebbene tu non ne fossi consapevole. Il tuo presente la fedele fotografia del tuo passato, il tuo esterno la rappresentazione dellinterno. I tuoi stati emotivi e mentali creano le circostanze esterne: dagli incontri daffari, agli incidenti, agli amori.

Dovunque soffermi il tuo sguardo scorgi sempre solo le proiezioni del tuo subconscio: in tua madre, in tuo padre, nei tuoi figli, nel tuo partner, nei tuoi colleghi... ci sei sempre solo tu. Quando REALIZZI che il mondo solo una proiezione a piedi della quale ti prostri tutti i giorni, allora sei libero da esso. Allora vivi nel mondo ma non appartieni pi al mondo. Le circostanze della vita non sono eventi esterni a te che ti accadono a caso. Le circostanze della vita di un uomo gli rivelano la sua condizione interiore, rendono cosciente ci che di norma subconscio. Gli altri ti offrono un servizio di vitale importanza: incarnano le tue ombre. Quando tocchi qualcuno come se toccassi uno specchio dacqua, limmagine che vi riflessa inizia a tremolare. [S.Brizzi]

L'unico modo per "salvarsi

rimanere sulla Terra

..e fare con estrema consapevolezza, ADESSO, ci che si crede necessario, con la massima PRESA DI COSCIENZA che tutto solo DENTRO DI NOI. L'Anima in grado di vedere quello che sta succedendo, in questo istante, nel futuro che corrisponde a questo presente! [Presente, Passato e Futuro coesistono simultaneamente] Quindi decidiamo il nostro futuro in questo istante! Se credete che sar ORO agite come se lo fosse gi.. se credete che sar piombo agite ora per TRASMUTARLO in ORO, e il futuro cambier in questo PRECISO istante!

La mia esperienza pi evidente?

La continua lotta illusoria contro le proiezioni di realt illusorie, ossia i problemi: li possiamo toccare ma non esistono. Una falsa lotta contro l'unico protagonista: me stesso. Ma siccome il nostro IO frammentato, diciamo che la lotta contro i tanti ME presenti; e si arriva a scoprire che essi non esistono e dietro tutto questo c un unico vincitore: COLUI CHE E'. Ma sono ancora soggetto, come quasi tutti gli esseri umani, a MATRIX e spesso non sono SVEGLIO. Ma appena riuscir ad uscire dal giudizio e dalla lamentela e a vedere tutto con gli occhi dell'amore, quelli di Dio (che sono coperti da un velo in questo corpo denso), allora avr vinto. Ma attenzione: questa gi un 'altra illusione in quanto mi proietto in un momento lontano dal qui e ora; quindi non uno stato da raggiungere, ma da consapevolizzare in questo preciso istante, che unico, eterno e irripetibile. Anche intraprendere unazione massiccia per aver la certezza che sto agendo in maniera seria, potrebbe farmi sentire davvero un guerriero; ma credo che anche questo potrebbe essere un appagamento dell'ego. In ultima analisi ritengo che il lavoro pi difficile quello di liberarmi della schiavit che io stesso mi son creato con la mia mente, con le illusioni ecc. Perch una volta realizzato tutto questo in piena consapevolezza, il resto verr ovviamente da s. L'universo sei solamente tu e in quanto tale ogni cosa la crei tu per te e per la tua evoluzione ed espansione della coscienza. L fuori non esiste nulla se non ci che da dentro hai proiettato all'esterno. Consigli: -Inizia con il non farti pi influenzare dai risultati ed eventi del passato e nemmeno dalle aspettative sul futuro. - Inizia con l'accettare pienamente tutto ci che sei e che hai ora, perch comunque una tua creazione (che sia consapevole o meno) fatta da te per te per apprendere e migliorarti.

-Non porre mai la felicit come un traguardo nel futuro perch cos ti perdi in una corsa nel buio. Devi amare, accettare ed essere pienamente cosciente della bellezza che ti circonda adesso. -Cambia prospettiva e punto di vista. Cerca di vedere quello che ti appare brutto, negativo o sofferenza come un led rosso che ti dice che quella la parte di te da trasmutare e accettare per far s che si sciolgano certi blocchi che non ti permettono di andare oltre il velo dellillusione della realt.

LA FALSA SCIENZA E CULTURA Convincere le persone che tutti gli interrogativi debbano essere risolti attraverso il metodo scientifico fa parte della "trappola planetaria". In questo modo tutto ci che non ancora misurabile viene negato, ritenuto inesistente o relegato nel campo della fede. Si delega a una "comunit scientifica" - peraltro spesso manovrata da interessi economici - il potere di decidere ci che pu essere creduto e ci che non pu essere creduto dalle "masse ignoranti". Bisogna fare un distinzione tra gli scienziati: ci sono i geni della scienza e gli operai della scienza. Questi ultimi sono dei minorati psichici che fanno il loro lavoro da operai, hanno letto qualcosa alluniversit, fanno studi su commissione e si occupano semplicemente di analizzare provette. Questi ovviamente, che sono anche quelli che scrivono i libri di testo per le scuole, luniversit, i licei, non sono aggiornati per niente. Non hanno idea di cosa si scoperto in questi ultimi anni. I geni della scienza, da Heisenberg ad Einstein ed altri che ci sono anche oggi come Steven Hacking, per citare il pi famoso, sanno bene e hanno confermato il fatto che noi ci creiamo la nostra realt. Questo qualcosa che sapevano gi i filosofi, al tempo della Grecia, e che sanno anche gli scienziati, come Fritjof Capra per esempio, che anche un bravo divulgatore. Quindi bisogna distinguere; c una scienza che pu essere molto utile visto che stanno arrivando a delle conclusioni sulla creazione della realt. Poi ce n unaltra che fatta dagli operai della scienza, quindi non neanche da tenere in conto. Se uno vuole veramente scoprire dove siamo arrivati nelle scoperte scientifiche deve informarsi da solo perch alluniversit si studia quello che stato scoperto negli anni 50, non quello scoperto nel 2005-2006. Ci pu essere un inganno. Per esempio potrei capire come fatto luniverso, cio che tutto Uno come tanti scienziati stanno iniziando a dire, che la realt un tutto con alla base un substrato unico di cui tutti quanti facciamo parte. Questo intenderlo a livello mentale per adesso comprensibile da una certa fetta dellumanit; per la maggior parte della gente invece non cos, vista anche la difficolt di accesso ad una qualsiasi istruzioni per buona parte dellumanit. Quindi una parte lo sta capendo a livello mentale, pochissimo invece lo stanno effettivamente mettendo in pratica. Bisogna distinguere queste tre fasce. Non cadere nellinganno che una volta che mi hanno spiegato che tutto Uno, io penso di aver compreso luniverso, perch non vero. Quando io Sento che tutto Uno e Vivo in questo modo, ho compreso luniverso e so di cosa sto parlando. La maggior parte di questi scienziati, anche quelli geniali, non si sono ancora risvegliati e non sono in grado di parlarne con la giusta vibrazione necessaria a far passare le proprio

idee sulluniverso, per esempio. Se sei fermo ad una comprensione a livello mentale su un qualcosa, riuscirai a farlo comprendere solo a quel livello.

In secondo luogo, se qualcuno scoprisse a livello scientifico lesistenza dellanima, potrebbe rivelarsi persino un danno. Una volta che so che c lanima perch qualcuno te lo dice e te lo prova, allora tu semplicemente ci credi, come succedeva con le parole della Chiesa nel Medioevo. Se domani in televisione uno scienziato arrivasse a provare lesistenza dellanima, la gente inizierebbe a dire Che bello! Cos anche quando morir, rester comunque in vita. No, proprio per niente! Se tu sai solo a livello mentale che esiste lanima, la mente comunque muore e tu non te ne fai niente del fatto che lanima ci sia. Bisogna sempre distinguere tra comprende a livello mentale, in un laboratorio, con formule matematiche, e laver realizzato personalmente quel qualcosa. Lesoterismo pi avanti della scienza perch ti porta a realizzare qualcosa, si sostiene da s, non avrebbe bisogno della scienza. In questo periodo la scienza si sta avvicinando sempre di pi a cose che venivano detto 3000-5000 anni fa. Ma non necessario. Ci si svegliava anche centinaia di anni fa. Siamo tutti permeati di quella fonte mai nata e mai morta che da sempre esiste senza tempo e senza spazio , senza forma e senza nome. Essere SVEGLI non vuol dire solo capire l'inganno della realt (velo di MAYA), ma uscire dallo schiavismo creato a tavolino da MATRIX e divenire creatori consapevoli che il mondo esterno solo una proiezione del nostro mondo interno. Il tutto svolto sotto un principio di cui nessuno comprende lutilit: principio della D U A L I T A' ". Il principio che consente la presa di coscienza delle anime. Questo ambiente duale una matrice energetica costituita da tre piani (fisico, emotivo, mentale) dove gli esseri viventi possono cogliere una dualit illusoria e divenire progressivamente pi consapevoli di esistere. Pi la situazione difficile, pi essa diventa per alcuni un'occasione evolutiva e per altri un'occasione di perdizione . Cosa accade il pi delle volte? L'Identificazione dell'EGO con cose, situazioni e/o persone crea l'ATTACCAMENTO ad esse. Se il valore che attribuite a voi stessi legato a ci che possedete (persone e oggetti) e/o a situazioni che vivete, allora il vostro 2012 sar SOFFERENZA. La Vita ti fornir qualsiasi esperienza ti sia necessaria per l'Evoluzione della tua Coscienza. Riconoscerai tale esperienza per il sol fatto che ti sta accadendo. Solo un SERVO (schiavo di se stesso) attribuisce all'esterno di s la causa dei suoi mali! La consapevolezza un potente mezzo per il cambiamento. Mi dispiace per amici e parenti ma posso solo lavorare su di me e fungere da magnete per chi si trova sulla stessa vibrazione! "Uno sar preso, l'altro lasciato.." (Ges)

2012:

DATA APOCALITTICA PER CHI LO VORRA

Ogni anima ha deciso di mettersi dimpegno prima di scendere sulla Terra e quindi di fare anche l'esperienza pi difficile sperando di risvegliarsi; pu darsi magari che si incarnata anche solo con il compito di apportare un contributo significativo a questa transizione e poi magari andare altrove (qualche altro piano desistenza); o forse si trova qui solo perch le interessava accrescere ed espandere la propria coscienza, in questo periodo, senza l'obiettivo di risveglio ma con lunico scopo d'esperienza in questo turbine di energie arrivate quasi al loro culmine di un ciclo. Per sento che il 2012 , secondo il mio profondo sentire riguardo a quella frase di Ges:

Uno sar preso, laltro lasciato.. , intuisco nel profondo che coincida con la cosa pi naturale dellesistenza, della vita e cio che sulla Terra l'umanit si AUTO-SELEZIONERA. Nel senso che la vibrazione e la nuova energia a cui si tende a livello interiore e che, sempre in aumento costante, costringer tutti a fare i conti con se stessi facendo vibrare tutte le forme pensiero a cui siamo attaccati e che inevitabilemente dovranno sciogliersi. E chi non avr saputo distaccarsi e dis-identificarsi da tutto ci che FORMA e identificarsi almeno parzialmente con la propria anima, chi temer il mondo esterno, causer da s la propria morte fisica e il suo allontamento dalla Terra (sotto forma di suicidi, catastrofi, guerre, incidenti,omicidi, malattie, ecc), Sar quindi un processo naturale di AUTO_SELEZIONE, di auto pulitura. In un certo senso, o ti sintonizzi sulla stessa vibrazione o impazzisci.

Il vero 2012 ORA!

La follia che coinvolger tutti gli abitanti del pianeta nei prossimi anni [tratto dal Blog di Salvatore Brizzi che consiglio vivamente di leggere e del cui autore comprarne i libri]

Il tempo psicologico sta infatti accelerando e il tempo psicologico lunico tempo che esiste,non c un tempo che scorre oggettivamente al di fuori della nostra coscienza e le persone vengono sottoposte a livelli di stress sempre maggiori. Al di l della data pi o meno certa e dei possibili disastri sul piano materiale,ci che pi importa riguardo largomento 2012 laspetto socio-psicologico:

le persone stanno impazzendo e impazziranno sempre di pi. Ognuno sar portato vicino al suo personale punto di rottura: chi geloso vivr la sua gelosia fino in fondo, chi possiede paure riguardo il denaro le vivr fino in fondo, chi teme labbandono lo vivr fino in fondo e cos via. Sar una guarigione collettiva e, come tutte le guarigioni, anche questa comporter una pi o meno grande sofferenza. La misura della sofferenza sar data dalla nostra resistenza allinevitabile cambiamento. O ci si arrende alla Vita e si lascia andare ogni attaccamento, oppure si impazzisce, perch gli attaccamenti ci verranno letteralmente strappati via dalla Vita stessa... che ci vuole bene. Si veda il numero incredibile di donne che vengono uccise dal loro ex compagno, si tratta ormai di una vera e propria strage quotidiana dovuta allincapacit dellessere umano medio di accettare ci che porta la Vita rinunciando ai propri attaccamenti affettivi. Pi resistenza, pi attrito, pi dolore, pi follia. Restare nel qui-e-ora, accettare quello che c e non quello che noi vorremmo ci fosse, aprire il Cuore, guardare con coraggio le proprie paure questo ci consente di attraversare indenni il 2012... e di farlo gi oggi, senza dover aspettare quella data. [www.salvatorebrizzi.com]

Cerco di spiegarti come funziona.. ma non so se accetterai

(Parlo al femminile rivolgendomi allenergia femminile che c in te) L'unica realt rimani TU che TI osservi in tutto e per tutto senza giudizio alcuno. La cosa migliore che puoi fare spegnere quel dialogo mentale che non sei tu, tutto quel brusio nella tua testa nutrimento per il tuo ego /mente / matrix / alieni / larve / parassiti / vampiri energetici... ( son tanti sinonimi per farti capire che la maggior parte dei pensieri che hai sono INDOTTI per farti vivere nel passato e nel futuro). Non identificare mai il tuo passato con il tuo presente perch gli dai solo continuit creando l'illusione del tempo e credendo che ogni cosa si ripeta "maledettamente". In pi cerca di evitare ,per quanto tu ne sia capace, di proiettare questa tua identificazione passato/presente nel FUTURO perche cosi dimentichi che il presente l'unica vera realt che devi accettare cosi come , senza porre nel domani la tua felicit, perche se rinneghi ci che sei e che hai adesso, ogni qualvolta crei aspettative ponendo nel futuro la tua felicit, rimarrai eternamente delusa e vorrai sempre e solo di pi, senza capire che tutto ci che hai ora una benedizione, perche l'hai comunque creata TU per TE a fin di bene anche se pu apparir negativa. L'unica cosa che puoi fare solo VIVERE, OSSERVARE, ESSERE PRESENTE e CONSAPEVOLE di quello che vedi pian piano crescere, nascere o morire. Ama in maniera che il tuo dare sia sincero senza la pretesa di ricevere per sentirti appagata.. Il tuo dare cresce dentro di TE mentre lo fai in maniera disinteressata e con cuore aperto senza aspettarti nulla in cambio. Ci che riceverai sar bello ma non necessario... lascia tutto scorrere cosi come esiste, perche se esiste vuol dire che quella la cosa migliore per te in quel momento. Il distacco sar

la prova pi dura nella tua vita da vivere non come una tragedia ma come una benedizione perche la tua vera essenza non si attacca mai a nulla, ma solo il tuo EGO lo fa perche si nutre di dolore, di passato e futuro, e la sua morte soltanto IL PRESENTE, IL QUI e ORA!

Quando senti pensieri dannosi che arrivano, ti basta solo riconoscerli e porre su di loro l'attenzione presente, cosciente ed essere consapevole che non sono pensieri tuoi..non tentare di allontanarli per paura di soffrire perche dai loro solo modo di crescere e di nutrirsi. Falli tuoi, amali, accettali e osservali senza giudizio alcuno.. il fuoco dell'attenzione consapevole e cosciente (che il fuoco di dio che in te) li far dissolvere come se non fossero mai esistiti, anche perche in realt non esistono, un illusione ben architetta per tenerti schiava di una realt illusoria creata per dar nutrimento a questa che io chiamo MATRIX. Spero di esserti stato d'aiuto.. Ti lascio con questa mia considerazione:

"Siamo tutti permeati di quella fonte mai nata e mai morta che da sempre esiste senza tempo e senza spazio , senza forma e senza nome. Essere SVEGLI non vuol dire solo capire l'inganno della realt (velo di MAYA), ma uscire dallo schiavismo creato a tavolino da MATRIX e divenire creatori consapevoli che il mondo esterno solo una proiezione del nostro mondo interno.. SII SEMPRE TE STESSA E NON FORZARTI MAI, sii spontanea e naturale ma con l'unica costante: IL CUORE APERTO!

Ognuno di noi ha il suo ruolo in questo periodo di TRASFORMAZIONE SULLA TERRA. Dimenticavo: GLI ALIENI SIAMO NOI!!

Anche tu penserai come un ALIENO nel momento in cui ti sarai risvegliato dal torpore della mentalit terrestre. In ogni caso alieni si nasce, non si diventa. La Terra popolata da una grande maggioranza di terrestri, ma anche dai discendenti degli incroci fra le razze aliene che hanno abitato e abitano da milioni di anni questo pianeta e i terrestri stessi. Queste sono stirpi regali che milioni di anni fa dominavano e istruivano gli esseri umani. Sappi che una parte dell'umanit di oggi discende geneticamente da queste stirpi. Erano grandi esseri che spesso venivano venerati come Dei. Chi prova interesse per tutto ci che concerne lo sviluppo dellessere...non completamente terrestre, nel suo sangue c qualcosa di alieno. Ovviamente anche tanti che non lavorano esplicitamente su di s, e non si interessano a questi argomenti, hanno comunque grandi potenzialit interiori e sono pertanto discendenti degli Dei che venivano dal Cielo e si accoppiavano con i terrestri. Ma chi solamente terrestre non pu lavorare su di s, nato per essere schiavo e non in grado di porsi domande al di l del contingente. Ma ci non vuol dire che on abbia alcuna funzione nel processo evolutivo e di risveglio.

E' comunque una pedina del puzzle che si trova al posto giusto nel momento giusto.. ( maghi, alchimisti, astrologi, terapeuti di ogni genere, streghe e cartomanti... provengono direttamente da queste linee di sangue non terrestri. Ma anche uomini di stato, condottieri, grandi imprenditori, scienziati geniali, santi, cantanti e artisti di ogni genere... chiunque si distingua per doti e qualit dalla folla inconsapevole, lo fa perch non pu farne a meno... perch se non lo facesse andrebbe contro il suo stesso sangue).

MAESTRO DI TE STESSO

"Siate Maestri di voi stessi.." Non c danno pi grave per il tuo essere che lasciar dipendere la tua felicit da qualcun altro che non sei tu! proprio quando dici di non sapere cosa volere o chi sei che si rivela la tua vera essenza. Per scoprire chi siamo, dobbiamo sapere cosa NON SIAMO. Sei sempre allo stesso punto con l'illusione di una partenza e di un arrivo.. ci che cambia la consapevolezza e l'espansione della coscienza.. Gli alieni?? I santi?? Gli Dei?? Le madonne? I cristi salvatori?? Comprendo bene che non tutto oro quello che luccica..un tempo per me erano affascinanti salvatori..ma ora sono solo concorrenti ,chi per un IPOTETICO BENE chi per UN IPOTETICO MALE.. ogni cosa nell'universo agisce per s e per la propria EVOLUZIONE/INVOLUZIONE... Quindi son dell'opinione che fidarsi di S la miglior cosa.. Ci che stiamo cercando siamo NOI!! Essendo noi stessi creatori della nostra realt, creiamo anche Dei, Alieni, Madonne, Cristi, Santi, Salvatori, Distruttori.. Creiamo un rapporto energetico simbiotico e diamo vita ad essi.. ma se perdiamo il controllo e ci affidiamo come sudditi, trasferiamo su di loro il diritto di scegliere (siamo noi che glielo permettiamo idolatrandoli).. ogni cosa la creiamo per noi adatta a noi e come vogliamo che sia.. quindi secondo me c' solo da impazzire nel voler dimostrare la propria verit ad altri anche con tutta la benevolenza e sincerit possibile.. "Il dito che punta la luna, non la luna..." "Quello che si insegna agli altri quello che abbiamo pi bisogno di imparare"

LA TRAPPOLA PLANETARIA: Le linee dazione rivolte allasservimento delle masse

Gli obiettivi principali cui mirano le forze diabolico-aliene sono tre: a) procurarsi cibo sfruttando l'energia emessa dalle emozioni negative dell'uomo. Esse sono entit duali, quindi fa parte della loro dieta ogni forma-pensiero separativa, ogni atteggiamento che implichi alla base il non amore, il non riconoscersi come Unit.

b) acquisire un'anima immortale sottraendola agli esseri umani che la posseggono.

c) ottenere un accentramento del potere che consenta un controllo totale delle energie della popolazione planetaria: un Nuovo Ordine Mondiale retto da un Grande Fratello informatico onnipresente. Questo obiettivo solo una conseguenza dei primi due, in quanto necessario conseguirlo allo scopo di potersi procurare cibo emotivo e anime, liberamente e per un tempo indeterminato. Per realizzare questi obiettivi le forze della dualit mettono in atto alcune linee di azione che alimentano la diffusione di forme pensiero separative nell'umanit:

-- Fare s che l'uomo si consideri esclusivamente un corpo e una mente mortali - cio un mucchio di materia pensante che dispone di questa unica vita - anzich un essere divino immortale che si trova solo temporaneamente dentro una personalit mortale allo scopo di acquistare pi conoscenza e pi consapevolezza. -- Fare s che l'uomo identifichi la reale conoscenza con il sapere mentale razional-scientifico. Anche la stessa spiritualit viene sostituita da una serie di nozioni filosofiche e dall'applicazione di tecniche psicologico/meditative, evitando cos che l'uomo lavori concretamente per espandere la sua coscienza e aprire il suo Cuore alla ricerca della Verit fondendosi con l'Uno. -- Si vuole applicare il metodo scientifico alla sfera spirituale, cio alla conoscenza della Verit sull'Universo. La definizione stessa di "metodo scientifico" dice che esso pu essere applicato esclusivamente a ci che misurabile con qualche strumento, e a nient'altro. Il metodo analitico e razionale pu venire applicato esclusivamente alla soluzione di problemi che concernono la sfera materiale spaziotemporale - quindi la sfera dell'illusione - e non alla conoscenza vera e propria. La mente razionale - come gi dimostrato da tutti i filosofi che si sono dovuti scontrare con i paradossi - non pu rispondere a interrogativi quali: Cosa l'Universo? Chi sono Io? Cosa l'anima? Perch c' la Vita invece che il nulla? Per tali questioni si esige l'intervento dell'aspetto sovrarazionale, il genio intuitivo, sintetico, non-linguistico, che scavalca l'analisi. Convincere le persone che tutti gli interrogativi debbano essere risolti attraverso il metodo scientifico fa parte della trappola planetaria. In questo modo tutto ci che non ancora misurabile viene negato, ritenuto inesistente o relegato nel campo della fede. Si delega a una "comunit scientifica" - peraltro spesso manovrata da interessi economici - il potere di decidere ci che pu essere creduto e ci che non pu essere creduto dalle "masse ignoranti". -- Fare s che gelosia, invidia, desiderio di vendetta, senso di colpa, paura e critica verso gli altri vengano mostrati attraverso la televisione e gli altri media come comportamenti "normali", affinch gli attaccamenti materiali e affettivi siano giustificati e considerati da tutti "inevitabili manifestazioni umane".

--Fare s che l'uomo viva nella separativit (divide et impera). Si applica a questo scopo il principio delle opposte fazioni: si divulgano attraverso i media due o tre opinioni concernenti un evento - che pu riguardare la sfera politica, militare o sociale - si fa poi in modo che si creino degli schieramenti e che tutti aderiscano a uno degli schieramenti criticando e accusando le fazioni "nemiche". -- Fare s che vengano inculcati il senso dello sbagliato e il concetto di caso, anche questi conseguenza del sentirsi separati dal resto dell'Universo. L'uomo comune portato a pensare: "Nella mia vita c' sempre qualcosa che non va per il verso giusto!" oppure "Potrebbe accadermi qualsiasi cosa in qualsiasi momento, perch le disgrazie colpiscono a caso!". Invece chi ha "occhi per vedere" si accorge che la nostra realt creata da noi stessi, quindi non pu mai essere sbagliata, va solo compresa, e niente pu succedere "a caso" perch ci accade solo ci che ci serve per compiere il prossimo passo sul nostro personale cammino evolutivo. Comprendere profondamente questo significa raggiungere l'unica vera sicurezza, la sicurezza che pu accadermi solo ci che mi serve, perch, anche se a livello inconscio, lo creo sempre solo io. -- Fare s che l'uomo viva nella paura, nell'angoscia e nell'ansia. Si vive in apprensione perch l'omicidio, il furto, la truffa, l'aggressione, la malattia infettiva, l'attentato terroristico o il tracrollo economico sono sempre dietro l'angolo e potrebbero colpire chiunque e in qualsiasi momento. Si fa in modo che ognuno di noi si senta sempre pi insicuro in mezzo ai suoi simili e cerchi protezione e sicurezza dall'"alto" in un Governo Globale dotato di massimo controllo e potere di accentramento delle decisioni: tutti sotto un'unica bandiera contro il terrorismo o contro l'epidemia, anche a costo di rinunciare alle pi elementari libert personali! In nome della sicurezza le masse umane sono disposte a farsi monitorare da telecamere che ormai sono a ogni incrocio (per la nostra sicurezza) dentro i taxi (per la nostra sicurezza) e in ogni edificio pubblico (per la nostra sicurezza). In nome della sicurezza le masse umane sono disposte a farsi vaccinare. E' sufficiente pianificare a tavolino un'epidemia (progettazione del virus, diffusione, campagna mediatica allarmistica, e quindi offerta - se non obbligo - della vaccinazione) perch la parte pi animale della psiche umana si metta in allarme e cerchi la protezione dall'alto - il vaccino - il quale in realt mina il sistema immunitario esponendolo a un rischio questa volta reale. Libri sull'argomento: LE VACCINAZIONI PEDIATRICHE di dott. Roberto Gava, SISTEMA IMMUNITARIO E VACCINAZIONI di dott. Heinrich Kremer, VACCINAZIONI - IL BUSINESS DELLA PAURA di Gerhard Buchwald. -- Fare s che le moltitudini siano uniformi, cio che adottino gusti e comportamenti simili in ogni luogo del pianeta: stessi cibi (fast-food), stessi format televisivi, stessi film (blockbuster), stessa musica (MTV), stessi libri (best-seller), stessi videogiochi. L'uniformazione degli stimoli sensoriali provenienti dall'esterno porta inevitabilmente all'uniformazione dei pensieri e delle reazioni emotive. Uomini che guardano gli stessi programmi televisivi, assistono agli stessi film e ascoltano la stessa musica, cominciano a pensare gli stessi pensieri; diventano quindi prevedibili e controllabili nelle loro reazioni emotive agli eventi diffusi dai media. Manovre commerciali, rivolte, guerre, elezioni politiche possono cos essere pianificate a tavolino manipolando e direzionando le reazioni uniformate della massa. Queste linee di pensiero anestetizzanti sono quelle gi messe in atto quotidianamente. La causa dell'attuale sottomissione siamo, ovviamente, NOI STESSI, in quanto ci viene dato dall'Esistenza solo ci che inconsapevolmente chiediamo nel nostro sonnambulismo. Se rinunciamo alle nostre libert in nome della sicurezza... alla fine non avremo pi n libert n sicurezza. Come giusto che sia.

Le azioni future

Vogliamo invece adesso accennare ad alcune iniziative tese alla sodomizzazione del genere umano che potrebbero essere rese operative in un prossimo futuro: -- Diffondere un virus che faccia ammalare milioni di persone e poi far apparire un "messia" capace di guarire gli ammalati, il quale in realt ha a disposizione l'antidoto e lo distribuisce magari sottoforma di "acqua benedetta" o simili. In seguito masse consistenti di individui penderebbero dalle labbra di questo falso profeta. -- Far apparire un falso messia che inviti all'amore, alla pace, alla meditazione e al buonismo e compia prodigi e guarigioni miracolose. I prodigi in questo caso saranno autentici, cio veri atti di Magia, che per nulla hanno da spartire con il reale livello spirituale di chi li mette in atto. In altre parole, si tratter di un mago nero. Anche qui lo scopo mostrare un falso profeta nelle cui parole le masse potranno riporre la loro fiducia. Tale sar il comportamento dell'anticristo, il quale, oltre a possedere poteri sovrannaturali, non parler di guerra e distruzione, ma di pace e amore. Per questo motivo ...saranno tratti in inganno anche gli eletti. -- Incrementare gli atti terroristici fino a rendere la situazione insostenibile. Tutte le nazioni si unirebbero sotto un'unica bandiera e accetterebbero qualsiasi violazione della libert personale e della privacy in nome di un Governo Unico. (Sta gi accadendo). -- Simulare un'invasione extraterrestre. Come abbiamo spiegato gli alieni gi collaborano a tempo pieno con le forze militari. Anche in questo caso avremmo il risultato voluto: tutte le nazioni si unirebbero sotto un'unica bandiera e accetterebbero qualsiasi violazione della libert personale e della privacy. Si otterrebbe

facilmente un Governo Unico. Qualcosa di simile accadrebbe qualora gli alieni si presentassero come "salvatori dell'umanit" anzich come invasori. -- Iniettare dei microchip, sia legalmente (con il consenso dei cittadini) che illegalmente (in alcuni Paesi sono stati inoculati insieme ai vaccini). Tali microchip esistono gi e vengono posizionati sul palmo della mano o sulla fronte e trasmettono in tempo reale a un computer centrale tutti i dati medici del soggetto (dal gruppo sanguigno allo stato del suo battito cardiaco o della pressione), consentono la sua localizzazione in qualunque punto del mondo, e in futuro serviranno anche da bancomat per l'acquisto di qualsiasi bene, per accedere agli alberghi, pagare le autostrade... in ogni nazione. Se si sceglier la via legale le persone verranno convinte a farsi innestare il microchip attraverso grandi campagne mediatiche che presenteranno tale iniziativa come la soluzione a tutti i problemi dei cittadini: delinquenza, sequestri, terrorismo, sparizione dei bambini e pedofilia (non un caso che negli ultimi anni il problema della pedofilia stia letteralmente "lievitando" negli interessi dei media), sorveglianza di anziani malati e soli, eliminazione della cartamoneta... Tali sofisticati strumenti porterebbero per anche al controllo mentale ed emotivo degli "innestati", in quanto da una centrale operativa verrebbero inviati segnali capaci di influenzare l'apparato psicofisico di tali individui: aggressivit, paura e depressione delle masse sarebbero cos pilotate dall'alto. E' infatti qualcosa di accertato che attraverso determinate frequenze sonore subliminali possibile influenzare il comportamento emotivo umano.

AMARE PER VINCERE

(Non odiare per vincere)

Alla luce della situazione sopraesposta risulta semplice comprendere che alimentando l'insofferenza e l'odio verso le entit duali stesse, o nei confronti degli eserciti, della globalizzazione o dei responsabili dell'inquinamento ambientale, si ottiene l'effetto esattamente opposto a quello voluto. Chi agisce in tal modo diviene egli stesso inquinatore del pianeta... e anche della peggior specie: inquinatore mentale ed emotivo. Le forze duali si nutrono infatti proprio di quelle basse emozioni che l'uomo esprime nei suoi maldestri tentativi di ostacolarle. Su troppi siti ho notato un astio serpeggiante nei confronti del Nuovo Ordine Mondiale cos come degli alieni. Questi argomenti vengono affrontati con pesantezza invece che con leggerezza. In fondo tutto un gioco divinamente perfetto. Le migliori armi per vincere sono la Gioia, la Compassione, la Presenza... Se si incrementa la separativit non si fa altro che incrementare il potere dei signori della dualit. un discorso perfettamente logico. La "battaglia per la Terra" si combatte a livello sottile pi che sul piano fisico grossolano.

Come sconfiggere un nemico che si nutre di odio? Con l'amore. Non combattendolo, ma sottraendogli i soldati; divulgando cio il risveglio delle coscienze e facendo cos in modo che nessuno sia pi disposto a farsi abbagliare dalle sue promesse. Il vecchio modo di intendere la vita appassir con un moto naturale derivante dal non riuscire pi a trovare terreno fertile nelle coscienze ormai liberate dei nuovi uomini. Le informazioni riguardo il loro operato vanno diffuse; essi vanno portati allo scoperto, mostrati all'opinione pubblica, ma non odiati, bens trascesi, resi impotenti dall'avanzare di una nuova visione dell'esistenza all'interno della comunit umana, resi innocui perch superati dalla nuova presa di consapevolezza. Allora moriranno d'inedia, perch non saranno pi alimentati in alcun modo da un'umanit consapevole ormai incapace di provare in famiglia, sul lavoro, in auto o davanti alla tv le basse emozioni che costituiscono il loro cibo. Il disegno diabolico di sottomissione della Terra come l'Idra dalle nove teste che compare in una delle fatiche di Ercole. L'eroe riesce a sconfiggere il mostro solo quando smette di voler tagliare le sue teste - ne nascevano due ogni volta che ne veniva tagliata una - ma si inginocchia di fronte a lui, lo solleva e lo espone alla luce del Sole. Ogni genere di interferenza culturale che risvegli le coscienze dal piattume - e dal pattume - quotidiano pu essere compiuta. Non ci sono limiti a ci che si pu fare per aiutare il risveglio degli uomini, purch ogni intervento non sia mai accompagnato da odio e risentimento nei confronti di un presunto nemico; il che trasformerebbe un'azione a favore del Bene in un'azione contro. Rammento che la saggezza popolare ha sempre saputo che "non si sconfigge il diavolo divenendo noi stessi diavoli": nel momento in cui li si odia si entra a far parte delle loro schiere, divenendo inutilizzabili per il servizio all'umanit. Non ha d'altronde alcun senso logico voler odiare entit che sono solo manifestazioni energetiche agenti secondo una natura duale. Quale colpa avrebbero commesso se non quella di esistere e di voler svolgere il loro compito - la divisione - secondo la loro natura? Sarebbe come accusare la forza di gravit di essere di ostacolo all'uomo. Lo , ma la colpa della struttura dell'uomo, non della forza. Per gli uccelli la forza di gravit non un problema, bens un mezzo per godere della Bellezza del volo. Gli esseri diabolici ci sono utili, ci sono indispensabili, perch attraverso la separazione illusoria ci costringono a divenire ogni giorno pi consapevoli di noi stessi. L'adorazione del diavolo in quanto portatore di luce (=lucis -ferum) che avveniva all'interno di antiche confraternite, ha origine da questa esatta considerazione. Adorare Lucifero significava adorare il portatore della coscienza. Ci naturalmente non giustifica le deviazioni sataniche operate al fine di soddisfare desideri personali! Sia chiaro che se l'uomo schiavo delle forze duali lo deve al suo addormentamento, non a una loro presunta "cattiveria". Noi creiamo la nostra realt: questa una legge che vale SEMPRE. Non odiando le forze del Male che si salva il mondo... ma nemmeno restando nella passivit. Ogni uomo ha un suo specifico lavoro da svolgere. Invece il lavoro che, pi in generale, ognuno di noi deve svolgere, consiste nel cominciare a risvegliarsi alla sua anima con il fine di diventare pi utile al risveglio del pianeta. un lavoro "per", non "contro". Il vero Guerriero, il Portatore della Fiamma, sia esso uomo o donna, non si occupa del male, non spreca le sue energie, egli un artista che si focalizza su opere e interventi che facciano crescere a dismisura il Bene nel mondo. D'altronde combattendo il cosiddetto "male", combattendo contro i governatori occulti del pianeta, combattendo contro i rettiliani, stiamo sempre combattendo contro noi stessi. Chi sono i rettiliani, se non una parte di noi? La pi primitiva, la pi animalesca. La parte pi antica del nostro cervello proprio il cervello rettile. Noi tutti abbiamo un rettile dentro di noi con il quale dobbiamo fare i conti quotidianamente. Se non li avessimo gi dentro... "essi" non si sarebbero materializzati fuori. Assieme al midollo allungato, il cervelletto la parte pi antica del cervello. una parte del cervello chiamata cervello rettile. la sede degli istinti primordiali, tarato per sopravvivere fuggendo o aggredendo, non certo per provare compassione o porgere l'altra guancia. La competitivit, la territorialit, il corteggiamento originano qui. Il secondo "strato" del cervello, detto anche "sistema limbico", nella scala evolutiva

corrisponde al cervello dei mammiferi, specie dei primi mammiferi, ed coinvolto nella vita delle emozioni. Deputato all'elaborazione e all'espressione delle emozioni, compare, da un punto di vista filogenetico, nei mammiferi, mentre nei rettili non presente. Il terzo "strato", la corteccia cerebrale, quello pi esterno e anche il pi recente, esclusivo dei primati ed sede di tutte le funzioni cognitive e razionali. In particolare i lobi pre-frontali rappresentano la zona pi evoluta dell'essere umano, che influenza il suo carattere, giocando un ruolo chiave nella gestione degli istinti. E' l'ultima parte del cervello a maturare alla fine dell'adolescenza, la zona preposta all'autocontrollo, dove si distingue fra chi agisce sotto l'impulso emotivo e chi riesce a fermarsi e ragionare. Aggiungiamo inoltre qualcosa a cui la scienza arriver - forse - in futuro: l'attivazione del corpo pituitario (ipofisi) consente l'identificazione con l'anima, mentre l'attivazione della ghiandola pineale consente la fusione della coscienza individuale in quella dell'Uno. Per concludere, noi tutti siamo rettili, mammiferi, primati e uomini al contempo. Dentro di noi si esprimono in misura pi o meno grande, a seconda del nostro grado evolutivo, queste differenti nature. Sta a noi, attraverso il lavoro di risveglio della coscienza, tenere a bada il rettile e far emergere l'uomo. Chi odia i rettiliani e li vuol combattere dovrebbe applicare su di s la Legge dello Specchio e chiedersi se non sta forse combattendo contro i suoi stessi istinti di prevaricazione e distruzione. D'altronde sufficiente osservare con quanta animosit i sostenitori della teoria del 'complotto rettiliano si scagliano contro questi esseri e i personaggi politici che li sostengono, e con quanta animosit si scagliano anche contro chiunque non sia d'accordo con la loro visione del mondo... per verificare la Legge dello Specchio: stanno combattendo contro loro stessi. Quando avranno finalmente accettato con amore e quindi trasceso questi aspetti di loro stessi, allora non odieranno pi n i rettiliani n il Nuovo Ordine Mondiale e saranno in grado di trascendere tutto questo. TRASCENDERE la parola chiave, non combattere. Quando VEDO e SENTO che loro sono le parti nascoste di me, ossia le parti 'grigie' e 'rettili' che albergano in me, allora comprendo che li sto creando e sostenendo io. Le cose non accadono a me, ma DENTRO di me. Il mondo nella mia coscienza. Fino a quando giudicher e lotter contro un nemico esterno sar sempre sconfitto... per definizione. Perch considerare il mondo come esterno gi una sconfitta, la prima e l'ultima. Solo uno schiavo lotta per liberarsi. Un Re sa di essere Re e non lotta mai, si limita a regnare sul suo Regno. Questa la psicologia di fondo che anima chi governa il mondo: loro si sentono padroni. Mentre la stupida psicologia che anima i ribelli la classica psicologia dello schiavo che cerca la libert. Ma la ribellione dello schiavo rafforza il padrone, lo legittima, lo fortifica nel suo ruolo. Per questo motivo un certo grado di ribellione sempre tollerato, in tutte le dittature. Si tratta di un gioco psicologico estremamente sottile. Puoi essere uno schiavo che si ribella eternamente al suo padrone, oppure puoi essere un padrone tu stesso, un Re, e combattere ad armi pari contro altri Re. La libert la si ottiene solo quando si capovolge la propria psicologia. NON DOBBIAMO AVERE PAURA DI LORO, SONO LORO CHE HANNO PAURA DI NOI.

Il loro volere controllarci deriva esclusivamente dal terrore che gli esseri umani si sveglino, che riacquistino la propria regalit. Abbiamo un'anima che loro non hanno, abbiamo un potenziale interiore infinito, possiamo identificarci con l'Uno e cominciare a dominare il nostro mondo... e per questo ci temono. Il loro potere sembra maggiore del nostro solo perch loro credono profondamente in se stessi e noi ancora no. Ma possiamo farlo anche adesso, noi possiamo aprire il Cuore, identificarci con l'Uno e diventare inarrivabili per la loro prigione psichica. Loro sono in realt prigionieri della stessa prigione di cui sono i guardiani... come il signor Smith confessa a Morpheus nella scena dell'interrogatorio, nel film Matrix.

PROPRIO NON CAPISCO

DOMANDA: io vado avanti e molte volte la paura mi fa tornare indietro... RISPOSTA: la paura ti serve , tutto fa parte del gioco perche pi cadi e pi impari a prendere coscienza,farai sempre 3 passi avanti e 10 indietro, ora sarai sempre pi a terra e poi inizia la risalita..fidati un passaggio quasi obbligato

DOMANDA: e allora che senso ha? RISPOSTA: finch non troverai l'equilibrio ci saranno scompensi per condurti su una strada dritta senza interruzioni continue...

DOMANDA: e ho paura di non trovarlo...ormai sono anni...non ho fatto altro che nascondermi inconsciamente... RISPOSTA: il bambino se non inizia a staccarsi dal seggiolino per capire cosa vuole e soprattutto com' camminare, non conoscer mai questa nuova esperienza che gli appartiene in quanto ha le gambe, e sopratutto se non cadr quelle volte necessarie a prendere coscienza delle sue gambe non imparer a

camminare ritto! Sappi che hai di certo, come tutti ,guide interiori che ogni giorno ci indicano la via e il mezzo per poter raggiungere la piena consapevolezza attraverso sia ci che sembra bene che ci che sembra male..

DOMANDA: da un po' di giorni sto attraversando un periodo particolare,sono diventata completamente asociale, evito di uscire e stare in mezzo alla gente,non ho voglia di parlare,vorrei sempre dormire,cerco la solitudine e tollero pochissime presenze..ho perso entusiasmo per quasi tutto..persone, situazioni..insomma come se stessi acquisendo un certo distacco da tutto e tutti.. non mi riconosco pi.. ho ripensato a quello che mi avevi scritto un po' di tempo fa..cosa diavolo mi sta succedendo???..pensi che sia un periodo do transizione?? o solo confusione e disorientamento??..... RISPOSTA: Stai passando esattamente la fase centrale di distacco dai vari ego proprio come accadde a me e come accade a tutti.. Ti sembrer anche peggio man mano che andrai avanti ma servir davvero Tanto a farti diventare lo specchio di Dio in tutte le sue pi alte virt, qualit e forza! La mente con i suoi limiti terreni si metter in mezzo al tuo cammino di discesa/risalita per farti cadere pi volte perch dovrai imparare a rialzarti da Sola e sempre pi forte! Sappi che la solitudine e l'isolamento sono una tappa pressocch obbligatoria perch avrai bisogno di familiarizzare con te stessa, con il tuo Vero s che altri non che la parte divina che Dio e Tu allo stesso tempo.. Potrai diventare irascibile spesse volte perch ti sentirai come incompresa o violata della tua progressiva presa di coscienza in intimit con te stessa. Ti potr capitare di sentirti come depressa senza via d'uscita dov' tutto inutile e senza senso, come se non avessi quasi pi voglia di vivere...ma abbi fiducia in te e non avere fretta perch la risalita sar ardua con alti e bassi ma con un finale splendido! Tutto questo non altro che la fuoriuscita ti tutto ci che deve essere risolto in questa vita di vecchi "Drammi" che ti porti dietro (che puoi anche considerare come precedenti vite o questa stessa) e tutto deve spurgare e venir fuori per far si che tu affronti di petto credenze e schemi irrisolti (attraverso le quali hai deciso di fare esperienza, legati soprattutto al materialismo e di conseguenza al distacco da tutto ci in cui sei identificata.

SIAMO IMMORTALI

Se riesci a guardare oltre il visibile e ne diventi consapevole, ti consiglio di abbandonare la descrizione rovesciata del mondo che viene inculcata sin da tenere et nei cuccioli appartenenti alle masse del pianeta. La causa allinterno e leffetto allesterno, non viceversa. Non stai male perch il mondo brutto, ma il mondo sembra brutto perch tu stai male. Il Sistema di cui sei schiavo vuole fortemente che tu continui a lamentarti di lui e se tu iniziassi a combatterlo sarebbe ancora pi contento. Nel lamentarti gli riconosci potere. La lamentela la preghiera che gli rivolgi tutti i giorni, nel lamentarti lo stai pregando come si prega un idolo. Divenire IMMORTALI significa una cosa sola: essere giunti alla completa identificazione con lanima immortale. Questo ti permette di lasciare il corpo quando vuoi e costruirne un altro. Significa aver

dominato i piani fisico, eterico, emotivo e mentale al punto da essere in grado di utilizzare gli atomi appartenenti ai rispettivi piani per costruirsi un apparato psicofisico ex-novo. Quando DIVENTIAMO lanima, ci trasformiamo in viaggiatori cosmici che passano da un corpo allaltro, da unepoca allaltra e da un pianeta allaltro. Per chi divenuto immortale non c pi identificazione con la carne, per cui il corpo appare solo come un mezzo: una bicicletta o unautomobile. E ogni volta che un immortale ne ha bisogno se ne costruisce uno adatto al pianeta e al tempo dove vuole svolgere la sua missione. La morte pura ILLUSIONE! Solo la personalit con i suoi attaccamenti muore... Accettare la sofferenza significa viaggiare nellAde, negli Inferi, nel mondo della morte. Accettare che il partner se ne vada significa permettersi finalmente di morire. La morte consapevole si ottiene solo guardando in faccia il dolore, senza trovare scuse, senza ricattare, senza fuggire, senza cercare il farmaco o la droga. Allora per chi muore in serbo un regalo: limmortalit. Allora ti rendi conto che niente pu ucciderti, diventi invulnerabile, perch solo la personalit con i suoi attaccamenti muore. Ma questa non mai stata realmente viva. Quando senti il dolore ricordati che il tuo compito di essere umano portare la luce della consapevolezza negli Inferi. Permetti a ogni fibra del tuo essere di OSSERVARE in Presenza cosa accade dentro di te, senza produrre nemmeno un inutile pensiero. Non possibile sfuggire a quel dolore, non ci sono vie di scampo. Ti piacerebbe che ci fosse una via di fuga, a tutti piacerebbe, ma non c, lunica via per uscirne passarci attraverso usando la tua Regalit, la PRESENZA COSCIENTE, silenziosa, non giudicante. E questo basta. La Presenza condizione necessaria e sufficiente alla trasmutazione alchemica. [Salvatore Brizzi]

LA RABBIA Vi lascio con una considerazione sulla rabbia di Salvatore Brizzi. Si siamo tutti maledettamente incazzati e se non losservate con estrema presenza, la rabbia vi prende in giro e si trasforma in depressione. La rabbia insita nellessere umano per il solo fatto che questi incarnato. La rabbia ha una ragione metafisica: lanima impatta con la materia e si ritrova in un corpo fisico che le sta stretto in tutti i sensi. Ci che prova una rabbia cosmica dovuta allattrito che si genera nello sfregamento fra spirito e materia. un urlo di dolore che si protrae in maniera pi o meno sommessa lungo tutta la vita di un essere umano. La depressione non altro che la rabbia verso il mondo che viene repressa e soffocata nel subconscio. Il depresso in realt, nel profondo, molto aggressivo e auto-aggressivo. Nel corretto lavoro su di s, dapprima riconosco come mia quellemozione, la amo, la accetto, la coccolo... e proprio facendo questo mi sto dis-identificando da lei. Sono identificato quando sono tuttuno con lemozione e ne subisco passivamente la violenza, cio sono fuori di me quando si scatena e vengo trascinato da essa. Mentre sono dis-identificato quando mi lascio penetrare consapevolmente, la accolgo nel mio corpo e al contempo io la posseggo, ne ho la gestione. *S.Brizzi+

"Il compito del lavoro di risveglio non guarirti dai tuoi mali psicologici . Il suo autentico fine portarti nel Regno e farti realizzare che sei tu il Re di quel Regno. Ma i terrestri non possono cogliere la Bellezza e non possono sentire che il mondo dentro di loro, non possono nemmeno credere alla Legge di Attrazione. Per loro il mondo si trova fuori, pieno di pericoli e le disgrazie colpiscono a caso. I terrestri non si sentono responsabili per quanto succede nelle loro vite. Nel loro culto primitivo il Mondo viene considerato una divinit dotata di esistenza propria,indipendente dalla loro coscienza e da ci che accade dentro di essa. Il Mondo una divinit da temere. Per questo motivo trovo estremamente divertente avere a che fare con i terrestri. [S. Brizzi]

IL VERO CORAGGIO DI UN GUERRIERO

Il vero coraggio non lanciarsi col parapendio, RE-AGIRE ad uno scippo con l'uccidere lo scippatore, "Dimostrare" di nuotare tra gli squali tentando la "sorte"..

Il vero coraggio affrontare i propri DEMONI, proiettati all'esterno in quello che chiamiamo MONDO.. GUARDANDOLI DRITTO NEGLI OCCHI!!!!! Un vero GUERRIERO prende su di s la responsabilit di ci che gli accade. Non accusa il mondo e nemmeno ci che contiene. Sa che FUORI c' solo uno specchio; uno specchio fatto di gente, situazioni, oggetti.. uno specchio che lo aiuta a diventare CONSAPEVOLE della sua personale realt. Ma solo se lo vorr! E' nel mondo che si dimostra il vero coraggio, ma ATTENZIONE: non accusandolo n idolatrandolo! Quanti cagasotto ci sono?? hmm...troppi...parecchi... moltissimi... FORZA! Ci diamo una mossa?!?! I tempi son questi.. le vibrazioni aumentano e i pseudo-drammi ci mettono alla prova ogni singolo istante.. usiamoli a nostro favore!

APRIAMO IL CUORE

Questo il mio augurio personale per tutti quanti noi: che possiamo diventare dei veri guerrieri.

La nostra realt quotidiana non viene creata dalla nostra sfera cosciente, bens da tutto ci che SUBCONSCIO

La nostra realt quotidiana non viene creata dalla nostra sfera cosciente, bens da tutto ci che SUBCONSCIO. il subconscio il nostro signore e padrone che materializza gli eventi che ci accadono, al di l del fatto che noi li abbiamo voluti a livello cosciente. Il pensiero cosciente influisce solo minimamente sulla creazione della nostra realt. Attribuirgli un 5% gi tanto. La Legge di Attrazione non viene messa in moto dal pensiero cosciente, bens da tutti i meccanismi psicologici e le convinzioni che si trovano radicate nel nostro subconscio e che se ne stanno l da quando avevamo pochi mesi/anni di vita, condizionando poi tutto il resto della nostra esistenza. Il risultato che io voglio essere innamorato, ma qualcosa dentro di me lo impedisce. Io voglio essere ricco, ma qualcosa dentro di me lo impedisce. Io voglio avere successo, ma qualcosa dentro di me lo impedisce. Io voglio essere una persona sicura quando parlo in pubblico, ma qualcosa dentro di me lo impedisce. Le mie ombre mi dominano. Ma quando sono al ristorante decido coscientemente se mangiare carne o verdura, in questo modo utilizzo quel 5% di capacit di influenzare coscientemente il mio mondo e mi illudo cos di possedere libero arbitrio. La conseguenza logica di questo discorso che non tecnicamente corretto affermare che la realt influenzata dal nostro pensiero cosciente, la realt influenzata invece da convinzioni profonde, di cui spesso NON ABBIAMO COSCIENZA, che si sono stratificate nel subconscio col passare dei decenni, e dalle relative emozioni negative cristallizzate che si trovano anchesse dentro di noi. Quindi, se voglio modificare la realt esterna, devo andare ad agire nel mio subconscio, devo operare una DISCESA NEGLI INFERI, dove si trovano le mie ombre, il mio passato cristallizzato, coloro che io credevo morti ma che ancora non lo sono e mi attendono nell'oscurit per darmi un messaggio!

Continuare a farci fottere dalla MENTE equivale a dire:

"Ci separeremo sempre pi dagli altri esseri umani e dalla Vita nella sua Totalit, per paura di soffrire, di perdere ci che abbiamo, di non poter difenderci dai loro assalti. Cos, creeremo, o entreremo a far parte, o

ci ritroveremo, in gruppi costituiti da NOI contro LORO, costruiti essenzialmente per difendere qualcosa di irreale da qualcos'altro di altrettanto irreale. Qualcosa che la Morte spazzer via come foglie sugli alberi d'autunno. Non esiste NOI contro LORO. LORO non sono forse esseri umani invischiati nella medesima illusione, manifesta in un'altra forma? E se cos, che differenza c' tra NOI e LORO? Le pi comuni identificazioni dell'ego riguardano:

i beni materiali, il lavoro svolto, la condizione sociale, la conoscenza e l'istruzione, l'aspetto fisico, le abilit speciali, i rapporti affettivi, le storie personali e familiari, i sistemi di credenze, le identificazioni politiche, nazionalistiche,razziali, religiose e collettive di altro genere.

Niente di tutto questo siete voi. [Eckhart Tolle]

Consapevolezza

della propria esistenza

Se ancora non ti capaciti di ci che hai letto fin ora, ti spiego meglio e ti do alcuni consigli personali per me molto utili e fondamentali.

Continua a leggere

ll timore di ci che ci accade. Gli specchi. La caduta della lamentela.

Non esiste affatto un mondo l fuori SUPER POTENTE che agisce dal di fuori rendendoci impotenti. Ci che FUORI solo uno SPECCHIO di ci che abbiamo DENTRO!

["Come in alto cos in basso"] Siamo Noi dal di dentro a dargli potere idolatrandolo. Se la RIVOLUZIONE non prima INTERIORE, se non avviene prima la caduta del giudizio e della lamentela e del puntare il dito all'esterno, potremo combattere in ogni modo ci che temiamo, ma un qualcosa del mondo esterno ("cattivo") specchier sempre quella parte di noi che CAUSA di un Nemico Invisibile: un ologramma proiettato dalla nostra coscienza! La lamentela quella che ogni giorno nella nostra testa o nelle nostre parole a partire dal traffico che malediciamo perche ci fa far ritardo al lavoro, o di qualsiasi altro evento o persona che ci tenta nell'esprimerla. Il giudizio altrettanto connesso alla lamentela in quanto non solo ci lamentiamo ma giudichiamo sia la situazione ma soprattutto le persone per come si vestono, per come si comportano con noi e con gli altri, per ci che accade nel mondo; giudichiamo un BERLUSCONI, un politico, un professore, un amico, un amante, chiunque Loro sono specchi di ci che giudichiamo in noi o di ci che non accettiamo inconsciamente in noi. Quello che ci accade e che ci sembra strano che accada proprio a noi succede perche la parte di ci che ancora non visualizziamo o conosciamo di noi, la parte SUBCONSCIA che lo manifesta all'esterno proprio per farci da specchio e dirci cosa sta succedendo e farcelo accettare cosi com, in quanto pur sempre una nostra creazione anche se inconscia. La cosa pi difficile riuscire a vedere perfetta ogni cosa.

Nel giudicare o lamentarsi si butta via quell'energia che, se utilizzata nel proprio interno osservando quell'emozione disturbante (causa di lamentela e giudizio), ci trasmuta alchemicamente in meglio. E letteralmente un fuoco che brucia dentro per la trasmutazione del piombo (emozioni negative) in oro (emozioni superiori). Lo spreco di energia sta proprio nell'esprimerla all'esterno. Per la cosa importante sta nel rendersi conto immediatamente se si vuole solo esprimere il proprio punto di vista davanti ad una situazione o discussione che inevitabilmente lo richiede, oppure se si sta soltanto puntando il dito su qualcuno o qualcosa per imporsi ad un livello di superiorit. importante anche osservare e divenire consapevoli dell'intenzione con cui si vuole esprimere un concetto all'esterno, dato che una cosa spiegare ci ch si pensa, mentre un'altra e condannare l'ESTERNO con un'energia di disprezzo , rabbia, odio, invidia o risentimento.

Finch sarai Inconsapevole del tuo Vero Essere (il S), cercherai il significato solo nella dimensione del fare e del futuro, ossia quella del tempo. E qualsiasi significato o soddisfazione troverai, si dissolver trasformandosi in una delusione. Sar distrutta dal tempo. Vivere di rimpianti/ricordi e anticipazioni future ti distrae dall'unico momento reale: ADESSO!

Diventare Magnetici

Un esercizio decisamente efficace nel creare magnetismo questo: si tratta di resistere a ogni desiderio di approvazione. Tutte le volte che vorremmo dire o fare qualcosa che potrebbe metterci in buona luce con amici, parenti, conoscenti o sconosciuti, dobbiamo trattenerci. Dobbiamo astenerci dal soddisfare il nostro desiderio di sentirci intelligenti, bravi, svegli, capaci... agli occhi degli altri. Se si presenta l'occasione di dire una frase che ci far apparire come intelligenti, colti, svegli, informati o spiritualmente profondi... agli occhi dei circostanti, noi non la diremo e tratterremo al nostro interno questo impellente desiderio della personalit. Talvolta il desiderio pu essere anche molto forte, irresistibile, ma questo significa che la Forza a nostra disposizione davvero enorme, quindi un motivo in pi per non sprecarla disperdendola all'esterno. Questa Forza trattenuta all'interno cresce, si accumula e ci trasforma, perch contribuisce a fabbricare alchemicamente i nostri corpi sottili, e a donarci un grande potere attrattivo.

Tutte le volte che non cediamo al desiderio di essere approvati, di apparire originali, furbi o spiritosi di fronte agli altri, allora staremo accumulando un'indicibile Forza dentro di noi. Ci che non viene espulso diventa come una calamita che attira l'attenzione dall'esterno. Anche trattenere un segreto o una notizia originale che conosciamo solo noi raggiunge lo stesso scopo. Pi ci costa fatica non parlarne per far vedere quanto siamo informati, pi Forza stiamo immagazzinando al nostro interno. Questa Forza viene utilizzata per fabbricare i corpi sottili. Cedere al desiderio di consenso ci "scarica" e ci indebolisce, mentre resistere a questo desiderio ci "carica", ci rafforza e ci rende persone molto particolari, in quanto tutti gli altri non vedono l'ora di mostrare ci di cui sono capaci per mendicare un po' di approvazione dall'esterno. Paradossalmente, pi vogliamo metterci in mostra per essere accettati e ricevere l'approvazione della nostra compagnia di amici, della nostra famiglia, dei colleghi di lavoro o di una persona che vorremo conquistare... meno ci riusciamo, perch proprio attraverso questo tentativo di essere accettati perdiamo magnetismo. Al contrario, resistere all'impulso di voler essere accettati e considerati intelligenti dall'ambiente, fa s che guadagniamo in magnetismo personale. Fate buon uso di questo potente esercizio.

IO sono RESPONSABILE

Anche solo per un momento, lascia che questo pensiero sprofondi nel tuo cuore: Io sono responsabile.

E allora improvvisamente cominciano ad accadere due cose: se io sono responsabile, possibile il cambiamento. E poi l'altra : se io sono responsabile non ha nessun senso che io accusi gli altri e litighi continuamente. Se sei TU a CREARE la tua miseria, allora TU PUOI anche DISFARLA. NESSUNO responsabile per quello che tu sei, tu sei l'unico ad essere responsabile. NON ESISTE AFFATTO UN "l fuori" da ACCUSARE!

""Lo scopo della vita, di tornare all'amore in ogni momento. Per realizzare questo scopo,l'individuo deve riconoscere di essere responsabile al 100% della creazione della sua vita per quello che . Deve riuscire a vedere che sono i suoi pensieri a creare quello che la sua vita in ogni momento. I problemi non sono le persone, i luoghi e le situazioni, ma i pensieri che abbiamo su di loro. Si deve arrivare a capire che non esiste affatto un "l fuori""".

- Dottor I. Hew Len (ho'oponopono)

NON SEI SOLO

La realt una nostra creazione. Stiamo vivendo un'accelerazione del processo evolutivo che inevitabilmente porta ognuno di noi, molto pi rapidamente che in passato, a confrontarsi con tutti gli effetti manifesti di tutte le sue credenze, paure, immaginazioni, entusiasmi, disponibilit o resistenze alla propria Evoluzione. L'essere umano, proprio nei settori in cui ha pi paure, timori e credenze limitanti, sta vivendo le CRISI MAGGIORI! Egli attrae nella sua vita proprio ci che TEME. Posso solo dirti che la via obbligata per questo periodo quasi sempre quella che spesso chiamiamo sofferenza. Il partner che ci lascia, la perdita di un lavoro, l'abbandono di qualcuno, la morte, situazioni di dolore. Anche piccole cose che possono sembrar banali come una sofferenza che i medici amano tanto chiamare depressione. Ognuno sar portato vicino al suo personale punto di rottura: chi geloso vivr la sua gelosia fino in fondo, chi possiede paure riguardo il denaro le vivr fino in fondo, chi teme labbandono lo vivr fino in fondo e cos via.

La misura della sofferenza sar data dalla nostra resistenza allinevitabile cambiamento. Cerca, con tutte le tue forze, di vederlo come un passaggio che ti serve per diventare pi forte e imparare ad accettare che in questa vita, ogni cosa accade per portarci a fare un balzo in avanti e soprattutto imparare la cosa pi importante: che si pu amare anche senza la pretesa di ricevere ci che doniamo incondizionatamente. Devi avere il coraggio di accettare e vedere tutto sotto un altro punto di vista tutto. E' difficile riuscire a vedere bellezza e perfezione in tutto, ma devi farti forza e cercare di non provare, quello che chiami amore, soltanto come una specie di attaccamento, ma come un donare spontaneo. Basta solo pensare che non c' un punto lontano e diverso da questo momento. E'questo l'unico momento che devi vivere come sereno. Finch non riuscirai a trascenderle, a scoprire il messaggio che contengono e cosa riflettono di te (e tutto quello che non accetti), le cose in sospeso ritorneranno sempre! RICORDA: ci accade ci di cui l'anima ha bisogno per evolvere e imparare. Ogni persona arriva nella vita di un'altra persona sempre per un motivo specifico, che a volte ci pu apparire inizialmente incomprensibile.. Cerca di cogliere i segni che ti si ripresentano ogni istante della tua vita. Lascia che tutto fluisca in maniera naturale senza opporre resistenza e soprattutto sai benissimo che l'unica via che ti dice che sei sulla strada adatta a te, la via del cuore. Il dolore va accettato nella sofferenza che provi, perch sarebbe troppo comodo provare gioia senza aver capito che il dolore una faccia della stessa medaglia, e che non va respinta! "NON C'E' NULLA DA RAGGIUNGERE, C'E' SOLO DA SMETTERE DI RESISTERE". Ci vuole tempo , la tua sfida! La mente si metter in mezzo con il suo chiacchiericcio che ti dice: questo sbagliato e questo giusto. Non darle retta, lasciala parlare. Non esistono cose sbagliate o giuste, ma una cosa semplicemente ESISTE e ACCADE. In cuor tuo sai che un'anima venuta nella tua vita per insegnarti qualcosa e per apprendere qualcosa, e tu saprai aiutarti anche se non sai come, lo senti dentro di te; ogni cosa arriva al momento giusto nel modo giusto per te.

LA LEGGE DEL DARE dice che : L'universo si basa su uno scambio dinamico il dare e il ricevere rappresentano

due aspetti diversi del suo flusso energetico. Con la disponibilit a donare ci che ricerchiamo, assicuriamo alla nostra esistenza l'abbondanza dell'universo. Ti dico una cosa potentissima: PROVA A DIRE CONTINUAMENTE "GRAZIE" DALLA MATTINA ALLA SERA, QUALSIASI COSA TI ACCADE , BELLA O BRUTTA, E INIZIERANNO AD ACCADERE MIRACOLI ! Stare in uno stato di GRATITUDINE talmente potente che la maggior parte degli esseri umani non ne hanno davvero alcuna consapevolezza! DEVI DIRLO SOPRATUTTO QUANDO LE COSE TI VANNO MALE! Prima di alzarti dal letto, al mattino, inizia a dire GRAZIE anzich lamentarti di qualcosa. Cerca di non farti trascinare dal pensiero che tenta di fotterti , di farti credere che la felicit in un altro punto o momento diverso da ora. La sfida piu grande di questa vita quella contro te stesso. Quando troverai l'amore e la sicurezza dentro di te, si rifletter automaticamente in ogni cosa all'esterno. Se non ci fossero queste sfide Dio non si sarebbe preso nemmeno la briga di evolvere se stesso. Molti pensano che Dio sia qualcun altro che decide per noi, in realt siamo noi Dio. Dio un energia invisibile che decise un giorno di farsi in tanti pezzettini (stelle, rocce, animali, piante, esseri umani) per poter prendere consapevolezza di se stesso sotto varie forme. Il Sole, il mare, la Terra, i pianeti, le persone, gli animali, la gioia, la distruzione e tutto ci che vedi e tocchi sono la manifestazione della Fonte-Coscienza-Dio-L'Uno (che condividi con tutti gli altri) il quale "esprime" e manifesta o anima ci che ha nei suoi pensieri ed emozioni. Questa fonte vive in noi esseri umani (in quanto lo ) per evolvere se stesso in forma umana attraverso il libero arbitrio. Quindi ognuno, in questa forma umana, soggetto a inconsapevolezza (dovuta alla materia corporale) e quindi a commettere "ipotetici errori" e pensare che il resto del mondo agisca da solo, mentre gli altri (sia le situazioni che le persone) sono solo un effetto di ci che dentro di noi e si comporta come un ombra proprio per farci da specchio e dirci cosa dobbiamo ancora comprendere, osservare e trasmutare in ORO dentro di noi per poter fare un passo in pi. Non parlo di "errori" cos come ci vogliono far credere oggi, parlo di credenze limitanti a cui siamo stati abituati, o lezioni che magari tu stesso prima di questa vita hai deciso di affrontare per imparare una lezione importante. Quello che ti accade e che vedi come sofferenza esiste come specchio, il quale ti ha portato a prendere consapevolezza proprio di ci che hai necessit di capire ORA.

Cerca di osservare, per quanto tu possa, la tua RE-Azione alla situazione in cui ti trovi e alle persone che ti circondano, diventa PRESENTE nel momento in cui senti queste emozioni dentro di te, osservale, e osserva soprattutto le tue re-azioni ad esse e vedrai che tutto verr a galla e si risolver, ma ci vuole molta disciplina e volont. Sappi anche che il corpo non sorregge tutto questo sforzo, soprattutto quando pratichi il ricordo di s (esercizi per la presenza nel qui e ora) avvengono trasmutazioni alchemiche che mettono il fisico nello stato di de-condizionarsi, mente compresa. Non forzare.. Pi andiamo avanti, pi quella parte che non ci appartiene trova stratagemmi per tenerci ancorati a MATRIX. Spero che queste semplici parole possano esserti d'aiuto. Ma tu lo senti dentro...lo avverti.. la magia che ci permea..vivila e ama ogni cosa che ti si presenta, fosse anche il peggior nemico. AMA E PERDONA TE STESSO! La rabbia o l'odio che provi inconsciamente verso di TE e non verso qualcuno o qualcosa che credi sia la causa esterna. La causa interna. Creare con il CUORE APERTO Il fuoco della consapevolezza

La realt una nostra creazione. Gli eventi esterni della nostra vita sono solo il riflesso dello stato interiore della nostra coscienza. Si attira solo ed esclusivamente ci che in risonanza col nostro cuore. il nostro cuore genera un campo elettromagnetico la cui ampiezza normalmente di 2 o 3 metri e che pu quindi influenzare gli altri campi elettromagnetici presenti nellambiente, compresi quelli delle altre persone. Siamo tutti interconnessi. Pi siamo sulla stessa onda, sulla stessa frequenza (di purezza e amore), pi essa cresce e si diffonde all'unisono in ogni parte dell'universo. UNIVERSO : unus vrtere = tendere all'UNO!

Non opporre resistenza a ci che ti arriva, qualsiasi persona o situazione sia. La cosa pi assurda che facciamo rinnegare il QUI & ORA credendo che la nostra quiete sia in qualcosa che deve ancora arrivare.

La vita "ti dice solo quello che hai bisogno di sentirti dire in quel momento"

Quindi il mondo ci dice e ci specchia ci di cui abbiamo bisogno in ogni singolo fotogramma della nostra esistenza. Ecco perch niente giusto e niente sbagliato. Devi solo cercare di essere il pi possibile presente a te stesso ascoltando il tuo corpo senza giudizio. Rimani solo con questa specie di sofferenza, di malanno interno. Accoglilo.. si trasmuta da solo.

Il dialogo interiore che senti nella testa la mente che ti paracula e che si nutre del dolore di cui causa. Lasciala confabulare quanto vuole. Dalle attenzione attraverso la tua presenza vivida e cosciente e vedrai che smetter subito di parlare grazie al fuoco della tua consapevolezza di riconoscere che quei pensieri non sono te ma qualcosa che cerca di convincerti di esserlo per tenerti ancorato a MATRIX.

La via pi immediata per scoprire Te Stesso osservare, senza GIUDIZIO ALCUNO, il modo in cui RE-AGISCI alle persone e alle situazioni. Solo durante un'AUTO-Osservazione distaccata puoi PRO-AGIRE in maniera Cosciente e Presente trovando la perfetta soluzione in sintonia con quel preciso momento: il QUI & ORA. Non trovare rifugio in un passato o futuro illusorio lontano dall'unica cosa reale: il PRESENTE!

Lo specchio della vita, lo specchio di te, la risposta che cercavi.

L'unica cosa da capire che gli altri non centrano nulla, essi sono solo uno specchio di te, un tuo riflesso! Vivono dentro di te, non sono all'esterno. Ti sembrano fuori solo perche impulsi elettrici del cervello ti danno questa impressione, ma qualsiasi persona e situazione l fuori letteralmente una tua proiezione. E 'dura da accettare! Qualsiasi cosa ti accade ha un motivo ben preciso; il caso non esiste! Tutto ha un suo scopo a volte incomprensibile per la nostra mente ingannatrice che pretende anzich donare.

Per farla breve ti accade solo ci che non accetti (consapevolmente o meno) di TE STESSO, ci che va affrontato. E nel momento in cui non lo si vede, non lo si comprende appieno, quando il velo dell'illusione ancora li davanti al nostro cuore, allora l'esistenza ( o Dio, se preferisci) interviene mostrandotelo attraverso le situazioni e le persone che ti circondano. Lo potrai capire solo ed esclusivamente se rimani con te stesso, in maniera autonoma, anche se pensi che qualcuno ti dia una mano, in realt sei sempre tu che lo stai facendo attraverso costui. Molto spesso la gente si lamenta perch non trova la propria anima gemella, perch nella vita le capitano sempre le stesse situazioni anche se con persone diverse. La questione delicata capire che una persona si infatua (credendo di innamorarsi) di caratteristiche che gi possiede in partenza ma che non vede. Quindi gli altri che ce le proiettano, ci sembrano speciali, fantastici, unici..poi pu capitare che ci abbandonano, che avvenga una separazione tra i due e pertanto ci sentiamo soffrire, morire, letteralmente bruciare, non capendone il perch. Il perch risiede nel fatto che quelle persone arrivano nella nostra vita solo per un motivo: per dirci solo ci che la nostra anima richiede, per comunicarci che quello che cerchiamo in noi. Quando poi ne diventiamo consapevoli, allora pu darsi anche che arrivi la persona che stavamo aspettando, quella con cui proseguire il vero percorso. Te lo ripeto ancora: RICORDA: ci accade solo ci di cui l'anima ha bisogno per evolvere e imparare. Un'anima arriva nella tua vita per insegnarti qualcosa e per apprendere qualcosa.

Ogni persona arriva nella vita di un'altra persona sempre per un motivo specifico, che a volte ci pu apparire inizialmente incomprensibile..

Quando accetterai ogni cosa di te e della tua vita e la vedrai come una cosa perfetta, come la cosa pi adatta a te, o meglio, quando vedrai bellezza in ogni cosa che ti accade e che ti circonda,che sia di te stesso o del mondo "esterno", senza porre pi l'etichetta giusto o sbagliato, inizieranno ad accadere quelli che si usa tanto chiamare miracoli. Non esistono cose sbagliate o giuste, ma una cosa semplicemente ESISTE e ACCADE.

Sei Perfetto, perch il tuo Essere uno specchio per gli altri, e viceversa. E' in Perfetta sintonia con l'Universo che pretende che ora tu sia come Sei! E se non ti piace come sei perch non accetti ancora la tua Perfezione!

Quello che gli altri possono sembrare in ci che tu giudichi di loro, accusi in loro, o situazioni particolari in cui sia tu che loro vi trovate, ci sono per parlarti e darti le risposte che cerchi. E finch non le vedrai con gli occhi del cuore, non ti molleranno cos facilmente.

VIVI COME SE DOVESSI MORIRE OGGI

Una mattina mi balz alla mente una frase per condurmi a vedere la bellezza in ogni cosa e ad agire nella maniera pi produttiva in ogni singolo istante della giornata: VIVI COME SE DOVESSI MORIRE OGGI!

Tienilo a mente per ogni pensiero o situazione disturbante. Cerca il pi possibile di osservarti in maniera imparziale, senza giudizio, osserva cosa accade all'esterno di te e dentro di te. Come fossi un testimone che sta l solo per osservare. Devi approfittare proprio delle situazioni pi "problematiche", quelle in cui percepisci un certo dolore o sofferenza. Proprio in quelle occasioni devi essere maggiormente presente a te stess osservando ogni singola vibrazione del tuo corpo. Non esprimere lamentela all'esterno, usa quell'energia dall'interno. E ripeti a te stesso: IO MI AMO E MI ACCETTO COSI COME SONO. VIVO COME SE DOVESSI MORIRE OGGI! E tutto cosi semplice e complicato allo stesso momento. Non c' nulla da raggiungere ma c' solo da smettere di resistere. Lascia fluire in maniera naturale senza opporre resistenza.

Non devi reprimere ma osservare ci che accade. Anzich sbraitare, dai attenzione a quel momento, osservati anche mentre urli o ti incazzi; ma se devi condannare o puntare il dito all'esterno, mantieni quell'energia al tuo interno dato che comunque sai gi che dentro di te ti stai lamentando in partenza. Ma il non esprimerla serve a mantenere energia al tuo interno che trasmuta proprio a livello alchemico tutta la cacca che deve inevitabilmente venire a galla. Quello che conta non il risultato ma lo SFORZO che ci metti: SFORZO = FUOCO

Quel fuoco brucia la cacca che deve andar via. Quando senti arrivare sensi di colpa, rabbia, paura, odio, non ti condannare o punire come se avessi qualcosa di male.. Concentrati invece sull'amore che daresti ad un animale o ad un bambino che chiede aiuto per strada perch si smarrito.

REPETITA IUVANT:

Considera quell'amore incondizionato come qualcosa di cos spontaneo e immediato dopodich prova a cambiare le carte trasferendolo su questa situazione e quella persona. Considera che quello che ci accade (e che ci sembra strano che accada proprio a noi) avviene perche la parte di tutto quello che ancora non visualizziamo o conosciamo di noi; la parte SUBCONSCIA che lo manifesta all'esterno proprio per farci da specchio e dirci cosa sta succedendo e farcelo accettare cos com in quanto pur sempre una nostra creazione anche se inconscia.

La teoria della SEPARAZIONE, della DISTANZA e del COMPLOTTO

Sono state inventate le distanze solo per tenerci lontano dalla verit, ci sono state imposte, inculcate e ne abbiamo fatto il pilastro portante della nostra vita. Vediamo distanze ovunque:

tra noi e gli altri, tra noi e gli amici, tra noi e gli extracomunitari, tra noi e gli animali, tra noi e gli insetti, tra noi e gli oggetti, tra noi e il cosmo, tra noi e le situazioni che accadono altrove, tra i pianeti che si crede siano palle piene distanti migliaia di anni luce tra loro. Tra noi e Dio, quando in realt non c' alcuna separazione. Essa ha avuto il solo scopo di dominare un essere umano inconsapevole.

Il concetto base dell'invisibile tirannia che ci domina : Divide et Impera Strategia finalizzata al mantenimento di una posizione privilegiata, dividendo e frammentando la forza di opposizione in modo che non possa riunirsi contro un obiettivo comune.

Tutto ci che noi chiamiamo COSMO non altro che un unico ed infinito organismo vivente dotato di intelligenza e coscienza ; e facendone parte ed essendone le cellule, non rimane che dire che nella cellula c il tutto e nel tutto c la cellula. Nessuna cosa, sia consciamente che inconsciamente, pu considerarsi separata da tutto questo ESSERE UNIVIVENTE.

Il concetto del Divide et Impera stato rafforzato dall'altra idea/innesto inculcatoci dalla nascita: "che non solo esiste l fuori qualcosaltro o qualcun altro diverso da me, ma che esso anche un potenziale nostro NEMICO".

La nostra pi grande illusione che ci sia un nemico da combattere che venga da fuori. Ma ci che sta da affrontare esclusivamente dentro di noi!

"Il primo, vero, reale confronto che dobbiamo sostenere:

quello con la proiezione illusoria di noi stessi."

"Comprendete che il vero nemico la vostra RE-azione. Il nemico il vostro sentirvi offesi, arrabbiati e feriti, e non la persona in questione" (Yehuda Berg)

"L'AUTO OSSERVAZIONE la guida di quella grande avventura che il viaggio alla scoperta di s e dei mondi, l'occasione per salvare se stessi dall'inferno della mente minore, disposta a tutto pur di non riconoscere le proprie responsabilit nel dare "Realt" a questa Matrix in preda alla follia" [Giualiana Conforto (astrofisica)]

***********************************

Oggi vanno tanto di moda le teorie del COMPLOTTO e quelle spirituali. Ma chi cosciente non li alimenta portandoli alla ribalta come unica soluzione, perch "SENTE" che sono ormai vecchi tranelli che vogliono solo indurre i "DORMIENTI" a ricercare un ipotetico SALVATORE ALIENO o MESSIA religiosi stico che possa fare al posto nostro un lavoro "cos difficile" da farci ricascare nuovamente nella credenza che siamo impotenti di fronte ad un DIO con la barba che giudica e punisce. Nessuno si ancora chiesto perch ci lasciano liberamente parlare di NUOVO ORDINE MONDIALE? Perch in tv (ad esempio il programma MISTERO) parlano, come fossero attivisti, di sciee chimiche, alieni, 2012, signoraggio bancario, complotti, ecc....?????? Perch se non ne parlassero la gente potrebbe sospettare che forse c' qualcosa di vero, o pu darsi che ne parlano cosicch la gente "DORMIENTE" dica: SONO LE SOLITE CAZZATE o pu darsi ancora che vogliono inculcarci un'altra IDEA INNESTO:

"Tu essere umano potrai soccombere al volere di un governo ombra maligno, cattivo, senza scrupoli e piet! Allora nel momento in cui tutto ci accadr avrai tanta paura e non saprai come mettere in salvo Te e i Tuoi cari. Devi diffondere queste notizie a tutti, perch se tutti le dicono, allora tutti ci credono. E siccome io (la tua idea innestata nella tua mente)ti faccio credere che sei impotente, ti proporr una soluzione che potrebbe salvarti. (Alieni, messia, governo e religione new age, ecc)"

*****************************

Il vero impedimento quello di non farci riscoprire che siamo potenti oltre ogni misura, che siamo qualcosa che va al di l del nostro apparato psico-fisico (corpo/mente), che siamo immortali ed eterni.

Io diffido da chiunque si proclama un "maestro" del bene che combatte il "male". Ultimamente ho avuto una forte intuizione dentro di me. Ossia che non c' nessun pianeta o spazio o distanze l fuori... Esiste la Terra e tante sue forme in universi e mondi paralleli, uno avvolto all'altro proprio come i gironi danteschi. E tutto si gioca qui da sempre in tante forme, colori ed espressioni. E mi sa tanto che fra non molto vedremo il cielo squarciarsi sotto i nostri occhi, ma non tutti vorranno vedere!

[ solo per chi avr occhi per vedere e orecchie per udire ]

"La parte pi difficile nella strada percorsa da un Guerriero capire che il Mondo una sensazione"

-John Michael Abelar-

********************************

Cerco di farmi capire meglio:

l'esterno ti segue come un ombra quindi cambia di conseguenza, e lo puoi affrontare in maniera cosciente e diversa, quindi non hai pi motivo di temerlo. Non ho detto che occorre ignorare, ma che il mondo non agisce indipendentemente da noi, quindi l'ILLUSIONE che tutto agisca in maniera indipendente da NOI, proprio perch ancora non sappiamo chi siamo veramente, crediamo di essere tizio che fa un lavoro, che sposato, che ha una casa, un corpo, una posizione sociale, degli oggetti, degli affetti, ecc. Quello che cerco di dire che tutto "come dentro cosi fuori"; quindi la cosa fondamentale uscire dall'identificazione con ci che crediamo falsatamente di essere, altrimenti produrremo solo RE azioni anzich PRO azioni, proprio come quelli che credono di combattere il NWO ripagandoli della stessa moneta: (rabbia, odio, violenza... = RE-AZIONE).

La libert di un essere umano nell'espressione creativa dell'Infinito in lui

Accogliere in serenit qualsiasi risultato significa renderci conto di un qualcosa che sempre stato e sempre sar: il risultato delle nostre azioni non rientra nel dominio delle decisioni di un essere umano. La libert di un essere umano nell'azione, cio nell'espressione creativa dell'Infinito in lui; i risultati sono di pertinenza di Forze superiori. Risultati che possono giungere dopo molto tempo. Risultati che possono essere totalmente diversi da quelli che volevamo.Ci sono sempre risultati che scaturiscono dalle nostre azioni, ma che cosa, quando, quanto e come, dominio e decisione dell'Infinito. Arjuna comincia ad agire, a combattere, e non sa cosa avverr di lui, n dei suoi compagni,

n dell'esito della battaglia o del futuro del suo popolo. Ma sapere questo il compito del Divino, del "conoscitore del campo". All'essere umano in realt compete solo di agire, cio di vivere, all'interno della Straordinaria Manifestazione in cui si dispiega la sua Vita. [Andrea Di Terlizzi Walter Ferrero]

Un'emozione negativa, intesa come emozione che dissipa energia, che viene inflessibilmente osservata senza essere combattuta, senza essere negata, senza essere espressa in maniera reattiva, passa rapidamente ed inizia pressoch subito a diminuire di intensit. Successivamente, con il nostro stato interiore cos ripulito, se sar necessaria una azione per far s che l'emozione passi via del tutto, allora agiremo, ma la nostra azione sar pulita, creativa e non RE-attiva.

Agisci come fossi un MONACO GUERRIERO La cosa pi difficile riuscire a vedere perfetta ogni cosa.

Comportati come un vero MONACO GUERRIERO: egli quello che potrebbe cambiare anche oggi il destino delle sorti dell'umanit. Basterebbero davvero 10 uomini dallo spirito del monaco guerriero per attuare un cambiamento per ogni nazione.

Egli non ha pi un ego da difendere, non deve pi dimostrare niente n a se stesso n agli altri. Fa il lavoro per cui venuto sul pianeta... nel silenzio. Il monaco guerriero vive nel presente, nellAdesso, non condizionato dai ricordi del passato e non investe energie nel crearsi aspettative riguardo il futuro. Quando combatte non pensa a un risultato finale, si concentra sul dare il meglio istante dopo istante, perch sa che solo listante esiste. Se ha dato il meglio restando sempre nel qui-e-ora senza farsi distrarre da pensieri ed emozioni... ha gi vinto! *S. Brizzi+

Il monaco guerriero vince quando vince lillusione del tempo, non quando batte qualcuno allesterno. Ogni attimo nuovo,ogni attimo lUniverso si ricrea, e si ricrea uguale solo perch noi lo pensiamo uguale, questo ci d la parvenza della continuit. Non si pu vivere nel passato o nel futuro, tutto ci che esiste questo istante, il monaco guerriero semplicemente qualcuno che se lo ricorda! Il monaco guerriero sa che lavversario sempre solo una parte di s. In realt non c nessuno l fuori, non c nessuno oltre i confini della sua coscienza.

TU Stesso sei: l'Insegnante, l'Allievo, il Maestro, il Guru, il Leader. Tutto Dentro di TE. TU SEI TUTTO. Tu sei il solo Padrone di Te Stesso!

Prima di tentare di cambiare gli altri,ricorda quanto difficile cambiare TE STESSO!

VI STATE SOLO ILLUDENDO DI ESSERE LIBERI

Decidere consapevolmente le proprie azioni significa valutare la situazione di vita nella quale siamo, e decidere quindi una o pi azioni da compiere che tengano conto della migliore funzionalit energetica possibile ed accessibile a noi in quel momento; cio a dire, decidere una direzione che punti diritta al nostro miglioramento delle condizioni di vita, ad un aumento del nostro benessere e della nostra vitalit, ad una crescita interiore e personale. In una vita condotta caoticamente da colui che nella nostra mente ci innesta idee e pensieri non nostri (lo sfidante, avversario, matrix, larva astrale, alieno ecc), non c' mai il tempo di fermarsi a pensare davvero alla propria esistenza. Non c' mai tempo di decidere consapevolmente azioni che ci portino benefici e buoni frutti. Agiamo credendo di compiere scelte responsabili e ponderate, mentre distruggiamo la nostra energia e la nostra vita con ogni sorta di abitudini nefaste ed attaccamenti emozionali camuffati da libere decisioni. Fumiamo 80 sigarette al giorno, mangiamo ben oltre le nostre necessit, beviamo costantemente litri di liquidi dannosi, trattiamo i nostri compagni esseri umani come oggetti, lavoriamo ore e ore solo per tossicodipendenza emozionale, senza fermarci un attimo a chiederci il perch di tutto questo; e chiamiamo questa cosa libert personale.

Se oggi fosse l'ultimo giorno della mia Vita vorrei fare quello che sto per fare oggi ?

Ogni qualvolta la risposta no per troppi giorni di fila, capisco che c' qualcosa che deve essere cambiato. [Steve Jobs]

CUORE: IL CENTRO DI TUTTO

Consapevolezza della propria energia

Si attira solo ed esclusivamente ci che in risonanza col nostro Cuore. Esattamente ci il tuo cuore chiede riceverai. Se hai il cuore chiuso e temi qualcosa ne farai inevitabilmente esperienza. Se lo hai aperto e non opponi resistenza al fluire naturale della Vita in te accettando tutto come una tua creazione, non avrai pi nulla da temere! Sappi che il tuo AMORE (senza pretesa, quello incondizionato) pu benedire qualsiasi cosa, e se lo fai posare ovunque (soprattutto su ci che ritieni un "nemico"), ti ritorna triplicato e ti accadono miracoli! Ogni cosa inizia a giungerti come fiocchi improvvisi di neve.

Ogni parola che pronunci genera energia! Fai pratica nello scegliere saggiamente le tue parole. Fai pratica nel dire ci che pensi e nel pensare ci che dici. Come scegli di farti carico della tua vita?

RICORDA: sei un essere umano in evoluzione in grado di dirigere la tua pi preziosa risorsa: la tua ENERGIA personale. Sei TUTT'UNO con il campo universale di ENERGIA che ci circonda e di cui siamo permeati. Mentre cresciamo nella consapevolezza di essere tutti connessi, concordiamo collettivamente di essere pi RESPONSABILI per i nostri Pensieri, Parole, Azioni ed Emozioni. Essere responsabili della propria energia equivale anche ad essere responsabili di quella degli altri, proprio in virt del fatto che siamo Uno. Ed ecco il fondamento dell'essere presenti a noi stessi, anche quando comunichiamo con il nostro Specchio. Da qui lo sforzo necessario nello scegliere con Cura le parole da usare. Proprio perch mentre lo facciamo creiamo continuamente la nostra realt, che non altro che una scelta che nasce da dentro. Questo sforzo, questo sacrificio gradito a Dio ed fondamentale per la nostra evoluzione spirituale. Tutto parte da dentro, ed il riflesso di ci che si manifesta all'esterno. Individualmente e collettivamente possiamo consapevolmente evolvere nella nostra capacit di scegliere come e dove investire la nostra energia personale. E' un mio sincero desiderio che questa consapevolezza possa portare una maggiore introspezione su cosa significhi essere parte della famiglia dell'umanit. Mentre pratichi scelte consapevoli, GIOISCI!

Scopri la tua missione e lascia fluire in te la vita.

Scopri qual la tua MISSIONE per scoprire chi sei. Tu sei uno strumento attraverso cui un progetto pu essere manifestato. Non hai ragione di esistere se non in funzione di un Piano pi grande. Il tuo ESSERE e la tua MISSIONE sono la stessa cosa. Solo la MISSIONE di cui un uomo portatore pu giustificare lenorme impiego di energie necessario a farlo nascere. [S.Brizzi]

Io non sono qui per insegnarti qualcosa, ma solo per darti una VISIONE.

Non sei per nulla consapevole di essere un personaggio di un videogioco apparentemente infinito. Non noti ci perch lo schermo tridimensionale nel quale si trova il tuo corpo, lo schermo nel quale si trova anche lo schermo dove compare la mia immagine, sembra perfettamente reale. La vita davvero uno specchio e quando riusciamo a sorriderle, ecco che ci sorride. Solo lasciando fluire, la vita ha modo di vincere, di esprimersi, di evolvere, di fare ci che banalmente ovvio: ESSERE SE STESSA! Lascia fluire,abbandonati alla vita e al tuo vero S. Senza aspettative, senza condizionamenti passati. Non c' nulla da raggiungere ma solo da smettere di resistere. La Paura f uno strumento utile sotto alcuni aspetti. Ma ora lascia che si dissolva tramite l'osservazione e la presenza cosciente. Ogni cosa che ti giunge sempre quella pi adatta a te e non mai causa di nessun altro all'infuori di te stesso. Se ti concentri sul problema non vedrai la soluzione! Guarda oltre perch tu vedi quello che nessun altro vede, vedi tutto quello che gli altri scelgono di non vedere, senza paura, conformismo o pigrizia. Vedi il mondo intero come nuovo OGNI GIORNO! La verit che sei sulla strada giusta. Tu vedi qualcosa in pi, qualcosa che va oltre il visibile.

Quando non ti aspetti nulla dalla vita, tutto ti arriva in abbondanza.

PRE-CONCLUSIONI

La "New Age" (alieni e federazioni galattiche varie) e i "Media" (catastrofismi, crisi,ansie e paure varie) stanno facendo cadere nel sonno pi profondo l'essere umano che vuol Svegliarsi! Delegare una Falsa Salvezza ad un Alieno, una religione, un sistema nel collasso equivale a un Suicidio di massa! Finch resteremo nel 2 (dualismo) sentendoci separati dal resto e non faremo un lavoro su noi stessi ritornando a capire che siamo L'UNO, li vedo molto movimentati questi 2011,2012 e 2013. Se temete il mondo esterno , esso vi dominer come un Vero e proprio "Anticristo". Anche combatterlo accusandolo che colpa "Di" "dominatori" che vogliono sottomerci... non far altro che alimentare la loro energia perch gliela staremo semplicemente restituendo provando odio, rabbia e risentimento. Il mezzo pi potente per non dar loro energia smettere di Lamentarsi, perlomeno con gli atteggiamenti e le parole.

Quell'energia , anzich sprecarla fuori dando loro potere, trattenetela all'interno osservando senza giudizio il Trambusto che avete DENTRO! Qul fuoco scioglier un sacco di immondizia depositata da secoli. Cerco solo di lasciare solo dei semi, ognuno lo coltivi a modo suo. Io ho la mia salvezza, come ognuno ha la sua, cos come ognuno di noi crea la sua realt adatta a s per il suo percorso. L'importante non fare come ho fatto io: ho creato comunque DUALISMO con l'affermazione che new-age e media stanno creando zombie; siamo un tutt'uno quindi niente separato. E colpa di tutti e nessuno allo stesso tempo "Il mio lavoro pulire me stesso Pulendo me stesso il mondo viene ripulito perch io sono il mondo. Tutto ci che all'esterno di me proiezione e illusione. E' mia responsabilit mettere a posto ogni cosa che percepisco dal mio interno, connettendomi al Divino. Quello che c' la fuori un mondo olografico che io stesso proietto all'esterno per prenderne coscienza." SIAMO TUTTI RESPONSABILI DI TUTTO CIO' CHE ACCADE INTORNO A NOI. Se faccio qualcosa di male qui potrebbe succedere un disastro da qualunque altra parte nel mondo. EFFETTO FARFALLA: "Una farfalla, sbattendo le ali in America, potrebbe provocare un ciclone in Asia." Ci riportato anche nella fisica quantistica...

TUTTO UNO!

Lo diceva anche Ges: "Io e il Padre siamo UNO".

Tutto interconnesso, qualsiasi cosa io pensi e faccia qui ha ripercussioni in qualsiasi parte dell'universo..e indovinate perch l'universo si muove all'unisono con ciascuno di noi? (cosi come ogni cellula del nostro corpo anche se autonoma rende conto al nostro intero organismo) Quell'universo siamo NOI! Ci di cui parlo in sostanza lai trasmutazione alchemica. Non voglio assolutamente intendere o proporre di eliminare o opporre resistenza, ma tutt'altro. Ci stato concesso di partecipare al gioco cosmico della cocreazione all'interno della dualit e per tanto riscoprire attraverso essa che tutto interconnesso e riconduce all'UNO! Si preso ormai consapevolezza (non x tutti) che ogni cosa intrisa "della stessa sostanza del padre" che viaggia nell'etere permeando ogni cosa, visibile e invisibile. Ma sulla scuola chiamata Terra dobbiamo fare l'esperienza dell'ego, della rabbia, dell'odio, della paura proprio perch (Noi) Dio (che pura COSCIENZA) ha scelto questo tipo di specchio armonico per vedersi evolvere sotto questo aspetto. Quindi il nostro lavoro di pulitura e di trasmutazione del piombo in Oro ha un suo senso e significato. Non ho detto di eliminare l'Ego e respingere la sofferenza, ma di donar loro amore Compassionale e arrivare al punto di DisIdentificarsi da esso e Identificarsi, invece, con la propria anima da cui purtroppo ci sentiamo separati dal momento in cui siamo scesi sulla Terra credendo di essere solo il nostro corpo o la nostra mente. La parola MIO non si dovrebbe usare nel dire la MIA anima, altrimenti creiamo ancora questa separazione, in quanto noi Siamo Anima, ch in embrione e ch invece pi sviluppata, diciamo cos. Quando siamo ossessionati da pensieri disturbanti:gelosia, ansia, paura, giudizio verso gli altri, dobbiamo portare l'attenzione su noi stessi, sul Qui & ORA. Divenire degli osservatori senza alcun tipo di giudizio o lamentela. Dobbiamo prendere consapevolezza che Siamo identificati con i meccanismi psicologici della personalit che la nostra parte animale; essa avr sempre un motivo per lamentarsi, per essere infelice o ansiosa. Essa legata alla sopravvivenza dell'apparato psicofisico (corpo) e con esso un giorno morir. Ci che deve morire (personalit/Ego) avr sempre paura di morire. E ti far credere di non essere IMMORTALE. La felicit che sperimentiamo di solito ILLUSORIA perch basata sui nostri sensi e sulla nostra mente. Quando soddisfiamo certi nostri desideri interagendo con il mondo materiale tramite i sensi,percepiamo un certo piacere. Ma questa felicit effimera,temporanea: pu volgere in malessere,tristezza o sparisce. Quindi non c' modo di trovare felicit duratura attraverso i sensi/mente,ma solo dal nostro vero ESSERE. Amore e odio, virt e vizio esistono solo nella mente. Ogni uomo crea un mondo del bene e del male, del piacere e del dolore, dell'odio e dell'amore, solo attraverso la propria immaginazione. Dunque il bene e il male, il piacere e il dolore, l'odio e l'amore non hanno origine dagli oggetti, ma sono soltanto atteggiamenti della mente. In questo mondo non vi nulla che sia buono o cattivo: solo la nostra mente che crea un tale stato. I pensieri sono forze gigantesche, molto pi potenti dell'elettricit. Essi controllano la vostra vita, modellano la vostra vita, modellano il vostro carattere e forgiano il vostro destino. Notate come un pensiero contiene un'infinit di altri pensieri che si manifestano entro un periodo di tempo brevissimo. Immaginate di preparare un t per i vostri amici: ebbene, il pensiero base del t richiama immediatamente il pensiero dello zucchero, del latte, delle tazze da t del tavolo, delle sedie, delle tovaglie, dei tovaglioli, dei

cucchiaini, delle torte, dei biscotti, ecc. Tutto ci in sostanza non altro che la multiforme espansione del pensiero principale. Con la moltiplicazione dei pensieri della mente nei confronti degli oggetti che ci circondano, si instaura una specie di rapporto di schiavit. La rinunzia al pensiero invece liberazione. Dovete fare attenzione a cogliere i pensieri nascenti. Solo allora sarete realmente felici. La mente difficilmente controllabile e per questo motivo dovete capirne la sua natura ed il suo comportamento. Solo allora sarete in grado di controllarla molto facilmente.

Il mondo non che la materializzazione del pensiero. La via pi immediata per scoprire Te Stesso osservare, senza GIUDIZIO ALCUNO, il modo in cui RE-AGISCI alle persone e alle situazioni. Solo durante un'AUTO-Osservazione distaccata puoi PRO-AGIRE in maniera Cosciente e Presente trovando la perfetta soluzione in sintonia con quel preciso momento: il QUI & ORA. Non trovare rifugio in un passato o futuro illusorio lontano dall'unica cosa reale: il PRESENTE!

Ges : maestro di fisica quantistica

Vorrei che prendeste in esempio un grande maestro (per chi crede nella sua esistenza storica o meno) il cui spirito si incarnato in pi personaggi ormai noti come Buddha, Horus, Krishna, Mitra e, nel caso che sto per descrivere, Ges. E stato tra quelli il cui messaggio stato strumentalizzato e frainteso dalle religioni e istituzioni per creare questa dualit. Lo possiamo a tutti gli effetti considerare un MESSIA; (un Messia che viene al mondo molte volte, rispondendo a diversi momenti storici e alle necessit di diverse culture, un Messia che parla il linguaggio adatto a ciascuno che lo riceve). Quello che in pochi hanno compreso che Egli ha parlato s ad un certo popolo ma il messaggio era rivolto a noi di oggi, di questepoca perch gli antichi del passato siamo proprio noi. E considerando che passato, presente e futuro coesistono simultaneamente in una realt dalle infinite probabilit di esistenza, il suo messaggio pi attuale di quello che si possa pensare. Io lo ritengo un grande insegnante di fisica quantistica. Infatti un concetto fondamentale di cui portatore si pu riassumere in questa frase: Io e il Padre Siamo UNO!. Questo a tutti gli effetti un concetto di fisica quantistica di cui Ges ne stato un maestro, per cos dire, Ante ltteram. In essa (e di qui non mi smuove nessuno) si dice infatti che losservato (tutto ci che si pu osservare nellambito del panorama universale) e losservatore (che pu essere un soggetto rappresentato da ognuno di noi) sono la stessa cosa. Ci che potrebbe sorprendere che Lui labbia detto 2000 anni fa. Ma prima di Lui, questo stesso concetto stato ripreso da altri cosiddetti figli di Dio. Per cui Creatore e Creato sono esattamente la stessa cosa;

laddove, invece, per secoli lumanit ha continuato a pensare che ci fosse questa separazione, questa scissione (dualit). E quindi siamo sempre andati a cercare Dio fuori di Noi [questo quello che induce a fare la religione che comunque ha una sua funzione ma con una scadenza]. L dove finir la religione potr iniziare la spiritualit (intesa come una ricerca di Dio dentro me stesso) in questo vasto oceano chiamato universo (unus vrtere = tendere allUno). E indovinate cosa disse Ges? Il Regno dei Cieli DENTRO DI VOI Questa una frase molto profonda perch riassume ancora una volta un concetto di fisica quantistica. Per Ges non esisteva il dentro e il fuori, il sopra e il sotto, il migliore e il peggiore, linterno e lesterno. Esisteva un concetto che oggi la fisica quantistica sintetizza nella parola ovunque e non nellaltrove. Quindi la nostra ricerca non deve affannarsi ed essere sempre impostata proiettandoci verso qualcosa che non si sa mai dove si trova perch quello che noi cerchiamo molto pi vicino a noi di quello che si possa pensare. Il "Padre" molto pi vicino a noi di quanto possiamo pensare..ma soprattutto molto pi vicino Lui a noi di quanto lo siamo noi a Lui. E troppo difficile, per la maggior parte di chi sta affrontando per la prima volta questi argomenti, poter accettare e condividere perch questo un concetto che sfida la cultura e ledu-castrazione ricevuta nei secoli. Siamo in un momento di transizione, e non andremo incontro alla fine di un mondo ma alla fine di un modo di pensare, di rapportarci. Scopriremo che siamo tutti esseri di scintilla divina e questa scuola chiamata Terra la pi dura ma la pi importante sotto il punto di vista evolutivo e desperienza animica. Ripeto per lennesima volta che noi oggi siamo immersi in una visione della realt di stampo dualistico; quindi anche il nostro simile noi lo vediamo come laltro. Quando Ges disse AMA IL PROSSIMO TUO COME TE STESSO stava semplicemente impartendo una lezione davvero importante: il tuo prossimo il tuo te stesso. Fai allaltro ci che vorresti fosse fatto a te (nellaltro Lui vedeva semplicemente se stesso). Il giorno in cui lumanit vedr che non costituita da molti esseri e che ciascuno di questi esseri fa parte indissolubile di un organismo universale (cos come le centomila miliardi delle nostre cellule fanno parte del nostro organismo funzionando tutti per uno e uno per tutti comportandosi come fossero una propriet comune e funzionale), vedremo davvero accadere qualcosa che solo i bambini puri in spirito potrebbero raccontare in questo preciso istante. Tutto ci che noi chiamiamo COSMO non altro che un unico ed infinito organismo vivente dotato di intelligenza e coscienza ; e facendone parte ed essendone le cellule, non rimane che dire che nella cellula c il tutto e nel tutto c la cellula. Nessuna cosa, sia consciamente che inconsciamente, pu considerarsi separata da tutto questo ESSERE UNIVIVENTE. Noi crediamo di conoscere lamore ma ne assaporiamo soltanto alcuni surrogati. Il vero amore (dal latino amors = senza morte) non potr sussistere mai finch non ci renderemo conto, in coscienza (perch tutto coscienza), che qualsiasi evento accada in un punto qualunque, in qualsivoglia parte del cosmo, tutto

interconnesso con noi. E quindi tale evento ci riguarda. Nessuno mai potr dire che ci che succede a noi non succede in qualsiasi altra parte delluniverso. Abbandnati alla vita e a te stesso ma diventando consapevole di ogni pensiero, di ogni parola e di ogni azione! PRESENTE sempre a te stesso! CONCLUSIONI

La Terra altro non che un pianeta-scuola, in quanto tutte le anime sono frammenti di Dio che si incarnano qui con il fine di sperimentare lautocoscienza o meglio la sensazione di esserci e sviluppare quindi qualit sempre nuove. In altre parole, lanima usa il corpo materiale una macchina biologica per attirare intorno a s persone e circostanze che le permettono di sviluppare sempre pi amore, sempre pi unit, fino a quando un giorno lindividuo non arriver a percepirsi finalmente Uno con tutte le cose. Ma non dimenticate che la Terra anche una trappola, in quanto ciascuno di noi, una volta incarnato sul piano materiale, smette di essere lUno onnicomprensivo e si identifica totalmente con una particolare macchina biologica, dimentica il suo scopo evolutivo e, soprattutto, comincia a credere che esista un mondo l fuori sul quale non ha alcun controllo e del quale succube. Sono le nostre emozioni a plasmare il mondo, e non viceversa. La realt fatta di luce, lo hanno scoperto anche in fisica, e questa luce facilmente malleabile da parte della nostra coscienza, proprio perch DENTRO la nostra coscienza. Le persone non esistono di per se stesse: i figli, i colleghi di lavoro, i partner... sono solo immagini che ci rimandano parti di noi che non vogliamo conoscere, non vogliamo affrontare, non vogliamo superare. Lamentarsi, accusare gli altri, gli eventi, del nostro star male, come accusare la nostra immagine allo specchio... e arrabbiarsi con lei... e aver paura di lei.

Il mondo non possiede unesistenza autonoma, solo uno stupido schermo privo di vita sul quale ognuno di noi proietta immagini di se stesso. IN NOI la vita, e NOI siamo i registi del film.*S.Brizzi+

Consiglio di leggere tutti i testi di tre autori che stimo profondamente:

SALVATORE BRIZZI, GIULIANA CONFORTO, ECKHART TOLLE

e Carlos Castaneda

FILM CONSIGLIATI:

* IL PIANETA VERDE * MATRIX * IL TREDICESIMO PIANO * NIRVANA * K-PAX * IL SESTO SENSO * STARTREK * LA PROFEZIA DI CELESTINO * THE TRHUMAN SHOW *AL DI LA' DEI SOGNI * ESSI VIVONO * THE DARK CITY

* MIMZY-IL SEGRETO DELL'UNIVERSO * RISVEGLI (Awakenings) * MESSAGGIO DAL COSMO (YOUTUBE) * IL RISVEGLIO QUANTICO (YOUTUBE) * I VIDEO DI MENPHIS75 (YOUTUBE E GOOGLE) * I VIDEO DI Sorayaluna72 & Aquilasenzanido (YOUTUBE) waterResistant82 sul Risveglio (youtube) *LO SFIDANTE (youtube) *WAKING LIFE (youtube) *Video di

Grazie di cuore del vostro tempo dedicatomi! Ma credo che non sia stato affatto sprecato..

Continuate a farvi domande e a guardare in alto con il vostro cuore ardente. "Tutto ci che esiste fatto della stessa sostanza".

L'unica cosa reale in questo uni-verso la FUSIONE ARMONICA del nostro desiderare AMORE con il suo volerlo Incondizionatamente Donare in uno scambio reciproco e infinito di continua espansione dove donatore e ricevente diventano UNA cosa sola.

Unus-vrtere=tendere all'UNO

"Vuoi vedere un miracolo figliolo? Si il TUO MIRACOLO!!" (dal film UNA SETTIMANA DA DIO)

La vostra capacit di restare PRESENTI in stato di osservazione dellattivit emotiva/mentale, decide se alla prossima occasione soffrirete solo per qualche ora o per qualche mese.

Buon Lavoro.

___________________________________________ Audio rilassante e motivante in regalo per te

formato mp3

SCARICA I FILE GRATUITAMENTE QUI SOTTO DEDICATO A TUTTI.. L'AMORE CI GUIDA

Invia tramite email Postalo sul blog Condividi su Twitter Condividi su Facebook 0 commenti: Posta un commento I commenti a scopo offensivo, di ingiuria e senza un legame con tale argomento verranno rimossi.

Home page Iscriviti a: Post (Atom) Acquista la tua copia personale e diffondi l'amore incondizionato Claudio Guarini Dialogo con l'Anima Ci che stai cercando sei tu! Youcanprint Edizioni Prezzo 10,00

"Dialogo con l'Anima" Il libro occorre ordinarlo con questi dati al tuo libraio di fiducia: TITOLO : "Dialogo con l'Anima" AUTORE: Claudio Guarini EDIZIONI: YouCanPrint.it ISBN: 9788866182092 Prezzo: 10 oppure dal sito MACROLIBRARSI In caso non lo troviate potete acquistarlo anche dai siti seguenti: YOUCANPRINT LIBRERIA UNIVERSITARIA AMAZON UNILIBRO IBS DEASTORE

Le nostre dirette RADIO Claudio Guarini in diretta RADIO su Spreaker

QUANTO PENSI SIANO UTILI QUESTE INFORMAZIONI AL TUO RISVEGLIO INTERIORE

Il Risveglio di Coscienza Il Risveglio di Coscienza

Chi sono e perch sono qui.. CONFESSIONE PERSONALE: Mi son accorto che mi son dimenticato che sono sulla Terra anche per VIVERE. IO VOGLIO VIVERE!! Senza alcun peso sulle spalle, di nessun IMPEGNO per salvare il mondo. La Terra non stupida, quando vuole fa il suo dovere. Io sono solo un messaggero, ripeto: UN MESSAGGERO! Io sono qui per portare armonia, unione, simpatia, allegria, per riunire in pace chi risuona nella mia vibrazione di gioia e amore. Sono qui per ESSERE AMORE e diffonderlo nel silenzio assordante o in un caos silenzioso.. Cosa sento in cuor mio? Che ci sar una realt spaccata in due: l'inconsapevole perir comunque nel bene o nel male della sua piccola/grande missione che ha scelto per la sua evoluzione. Colui che invece avr imparato a non aver paura della paura n della morte, sapr che avr imparato ad essere amore e a fungere da magnete. Accadr ci che deve accadere; ci sar sia cenere che polvere di stelle.. In queste 48 ore riemersa in me una sorta d' ansia da prestazione apocalittica.. quella che da mesi non mi appartiene pi. Sono qui per amare e per imparare a creare consapevolmente con l'amore, per poterlo mostrare a tutti. Sono canale dell'uni-verso senza eccezione alcuna. Se mi apro sempre pi alla mia vera essenza, l'azione destinata all'"AVATAR" CLAUDIO fluir semplicemente senza troppe seghe mentali. Ecco al momento cosa sento: "Il prescelto non un ELETTO ma proprio colui che ha sentito la chiamata alla dis-identificazione con la propria personalita/ego ( e da tutti i suoi drammi) e ha risposto con l'agire e il lavorare su se stesso nella riscoperta di essere ANIMA/AMORE e prodigarsi per la rinascita del "regno dei cieli" dentro se stesso per renderlo manifesto in TERRA. Ma non tutti rispondono alla chiamata... Io l'ho sentita e ho deciso di rispondere." Non serve giudicare ma prendere coscienza che la perfezione nella comprensione di sentirsi parte di un tutto che conduce inevitabilmente all'UNO. La mia missione portare nel Due l'amore per l'Uno. Ma non pi cercando di convincere a ci che io sento o faccio, ma trasmettendo "onde quantiche" di gioia, facendo breccia nei cuori cosicch si possa instaurare un "entanglement" di armonia e di diffusione di non SEPARAZIONE.

segnalato da

Visualizzazioni totali

NEWSLETTER Per rimanere aggiornato automaticamente su i nostri articoli, eventi, regali ditigali, proposte e seminari MANDA UNA MAIL con oggetto ISCRIVIMI al seguente indirizzo: info@unitinelrisveglio.com

ARCHIVIO 2011 (57) set 2011 (5) Continuiamo a dormire oppure ci diamo una svegliat... Battiato,intervista su Gurdjieff: "Risvegliare lu... LEGGE DELLO SPECCHIO-RISONANZA-RESPONSABILITA'-TRA... Lo studio pi completo sull'alimentazione mai cond... Pensavate che il risveglio fosse ribellarsi a un n... ago 2011 (5) I racconti di PHAOS AGAPE: "Adesso il tuo moment... I racconti di PHAOS AGAPE: "L'ANIMA SI RICONOSCE I... I racconti di PHAOS AGAPE: "IL LUPO DAGLI OCCHI RO... 2012 - Salto Vibrazionale e Sconfitta dell'illusio...

Quanti perch.. Il dolore un'illusione? lug 2011 (2) L'amore consapevole nella coppia riconduce all'UNO... UNIVERSO=UNUS VERTERE= TENDERE ALL'UNO giu 2011 (3) Giudizio-Separazione-Dualit-Illusione L'UOMO: la bestia inconsapevole E' tempo di uscire dalle ombre, tempo di sceglie... mag 2011 (6) Il pensiero felice la tua VITA! L'essere umano non nato per mangiare carne! Due tipi di amore IL SOLE NEL CUORE DELLA TERRA Il cambiamento L'equilibrio e la forza apr 2011 (3) Il coraggio di due anime I SEGNI SONO OVUNQUE ATTORNO A TE E DENTRO DI TE Il Benessere e l'Assertivit mar 2011 (10) TU SEI LUCE La liberazione ha bisogno di coraggio La notte incinta - Segui le coincidenze! Fare pace con se stessi RISPETTATE QUESTE REGOLE. AMATE IL VOSTRO CORPO. S... LAVORARE SULLE PROPRIE PAURE IL PERDONO come passo evolutivo Dedicata alla sofferenza improvvisa e inaspettata

NEW AGE-MASSA CRITICA-NUOVO ORDINE MONDIALE-RISVEG... QUATTRO FASI DI VITALE IMPORTANZA feb 2011 (11) Il risveglio [Anthony de Mello] La SOLUZIONE ai tuoi mali sei TU! Lo specchio della vita, lo specchio di te, la risp... Consapevolezza del respiro Non sei solo! La teoria della SEPARAZIONE, della DISTANZA e del ... Grande Spirito - preghiera Esiste solo una meditazione: osservare Universo Organico e Realt Olografica Il potere di cambiare DENTRO avr conseguenze univ... Film Documentario "AMARE PER VINCERE" di Claudio G... gen 2011 (12) La creazione della realt: LA COSCIENZA Il Fuoco della Consapevolezza Messaggio dal PASSATO-FUTURO-PRESENTE IO E TE SIAMO UNO Facebook: t'amo e t'odio (di Viviana Guarini) 2010 (97) dic 2010 (8) nov 2010 (8) ott 2010 (21) set 2010 (8) ago 2010 (12) lug 2010 (16) giu 2010 (12)

La memoria dell'universo: TU SEI PARTE DEL TUTTO I SOGNI LUCIDI & VIAGGI ASTRALI (fuori dal corpo) L'amore ci guida..non abbiate paura! David Wilcock - 2012 Event Horizon: Prophecies and... Il Cerchio nel grano a Wilton Windmill e la grande... MAPPA E FUNZIONE DEI 7 CHAKRA LE 10 ILLUMINAZIONI IL MIO GRIDO DI LIBERTA' GRANDE EMERGENZA, COMUNICATO DI ALVOL LOOKING HORS... Le ultime volont e il Testamento di Madre Terra Il salto vibrazionale, la trasformazione dell'uman... DISCORSO CON L'ANIMA - AMORE INCONDIZIONATO - "La ... mag 2010 (12)

Seleziona argomento
Seleziona etichetta

Get Widget

LAVORARE su S Stessi * il ricordo di se ( parte I ) * il ricordo di se ( parte II ) * il ricordo di se ( parte III )

LAVORARE SULLE PROPRIE PAURE Programma di osservazione ed esercizi su di s

NOI SIAMO FATTI D'AMORE..

Claudio Guarini Dialogo con l'Anima Ci che stai cercando sei tu! Youcanprint Edizioni Prezzo 10,00

SOSTIENI QUESTO BLOG Inizio modulo

_s-xclick

WC5MKDS9XA5E

Fine modulo

Se vuoi sostenere questo sito o fare una donazione libera: PostePay N 4023600570149320 intestata a CLAUDIO GUARINI

Cerca nel blog Caricamento in corso...

ULTIMI ARTICOLI

Lettori fissi

Iscriviti al mio blog Post Atom Post Tutti i commenti Atom Tutti i commenti

NEWS TEMPO REALE Loading...

Commenti recenti

Post pi popolari- Ultimi 30 giorni Battiato,intervista su Gurdjieff: "Risvegliare luomo dal suo sonno" In gennaio 2011 andata in onda una significativa intervista a Franco Battiato , tutta incentrata su una figura che notoriamente egli a...

LEGGE DELLO SPECCHIO-RISONANZA-RESPONSABILITA'-TRASMUTAZIONE-PERFEZIONE LA LEGGE DELLO SPECCHIO Riassumo brevemente una legge per me indispensabile alla comprensione di ci che fra un po andrai a leggere. Es... Continuiamo a dormire oppure ci diamo una svegliata? Continuiamo a dormire oppure ci diamo una svegliata? IL PROBLEMA NON SUSSISTE perch non esiste problema! Fare il sorrisino, far finta che...

REIKI: cos', perch farlo e l'AUTOTRATTAMENTO REIKI , parola giapponese che tradotta in italiano significa : Energia vitale universale E lenergia intorno a noi che permea ... MAPPA E FUNZIONE DEI 7 CHAKRA MAPPA DEI 7 CHAKRA La funzione principale dei chakra quella di assorbire l' Energia Universale , metabolizzarla, alimentare le aure... Lo studio pi completo sull'alimentazione mai condotto finora. T. Colin Campbell , Thomas M. Campbell The China Study - Libro Lo studio pi completo sull'alimentazione mai condotto finora. Sorprendenti ... il ricordo di se ( parte I ) IL LAVORO ALCHEMICO Premettiamo che il Lavoro Alchemico dell'uomo su s stesso deve consistere innanzitutto nella purificazione da tutte le...

Realizzare un desiderio: " I SIGILLI MAGICI " La tecnica della sigillazione un metodo molto usato e comune a molte culture la cui origine si perde nella notte dei tempi. In genera...

I racconti di PHAOS AGAPE: "IL LUPO DAGLI OCCHI ROSSI" Da oggi ha inizio una serie di racconti di cui volevo fare un libro ma che ho deciso di pubblicare gratuitamente per condurre, attraverso l...

Pensavate che il risveglio fosse ribellarsi a un nemico esterno? Credevate davvero di essere "questo o quello"? SVEGLIA!!! Timore di sentirsi giudicati. Il senso di colpa. Paura di perdere persone, situazioni o oggetti. Paura di non piacere agli altri. Di delude...

Disclaimer Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poich viene aggiornato senza alcuna periodicit. Non pu pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio ( consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro).

LOGO

CONDIVIDI QUESTO BLOG

Modello Picture Window. Immagini dei modelli di enot-poloskun . Powered by Blogger .

wibiya widget

Maximize Toolbar Wiwi Title Powered by Close window Minimize Toolbar

Online Clicca per vedere quanti sono collegati ora

Traduci Traduci questa pagina Traduci

Original Language Chinese Dutch English English

French German Italian Japanese Korean Portuguese Russian Spanish

Condividi Condividi questo post

Top Pages Click here to see the top pages now!

Click here to learn more about this bar

Click here to view the latest notification Online Busy change your chat status online/busy Join Chat Click here to join live chat

Vai alla nostra Fan page

Videos Click here to watch videos from our YouTube Channel Click Here to Share

WebRep

Valutazione generale