Sei sulla pagina 1di 195

Decidi di te!

2
Storia di un amore infinito in
connessione con la Fonte Creatrice

Il gruppo Kryon/guarigioni:
tutti insieme verso la Luce

“Caro Spirito, io sono parte della Sorgente Creativa e qui in questo luogo tutto ciò che è
imperfetto, è temporaneo.

Caro spirito, anche nel mio amico che si sta unendo a me proprio ora in qualunque tempo,
io vedo perfezione, come in me.

Caro spirito, gli altri vedono perfezione in me.

Caro spirito, insieme, insieme, come anime antiche su questo pianeta e con chiunque stia
ascoltando in qualunque momento, ci si guarisce l’un l’altro con l’amore”

Kryon

3
L’Autore …
“Sono una persona come tanti, unica come voi, intuitiva, speciale. Né più né meno.
Credo di avere ricevuto un dono dallo Spirito. Dal “Grande Spirito”, come lo chiamava-
mo noi nativi americani: Consiste nell’aver ricevuto un’energia catalizzatrice.
Recita a tal proposito Wikipedia: “Il catalizzatore è un mediatore e promotore, capace di
favorire una reazione chimica. L’apporto del catalizzatore può essere molto importante.
Alcune reazioni che difficilmente avverrebbero, oppure che impiegherebbero giorni o an-
ni per completarsi, possono invece verificarsi nell’arco di minuti o secondi“
Chi mi avvicina riceve il catalizzatore. Ovvero, innesca un processo di cambiamento de-
finitivo nella propria vita.
Nessuna bravura, solo un fatto accertato. La tua vita cambierà dopo aver letto queste pa-
gine.
Semplicemente, tu cambi. Con la tua voglia, cambierai e farai un percorso di consapevo-
lezza. Non ti cambio io. No, fratello, io ho ricevuto il Carisma di poter accendere la tua
miccia. Poiché siamo tutti Uno, ringrazia il Grande Spirito che oggi ha deciso: La tua
Vita Può Cambiare! Portati su una vibrazione più alta dove intercetterai amore, consape-
volezza, bellezza, armonia. Che Dio ti benedica!”
Gaetano

4
La storia del gruppo
Kryon-guarigioni
La meravigliosa attività di aiuto verso i propri
fratelli
Storia di un sogno concepito e realizzato

Scritto da Gaetano

Prima del 2012 quando iniziavi un’attività pensavi: "Mi sarà utile? Che cosa potrò realizzare con questo
lavoro in termini economici ?...
Nel periodo attuale, post 2012, nella nuova era si pensa: "Il lavoro che farò sarà utile? Che cosa posso
condividere? In che modo posso sentirmi vicino e cooperare con i miei fratelli/sorelle?"...
Il mio impegno lavorativo si è svolto nella floricoltura. Qualche anno fa mi resi conto che i miei prodotti
erano scaduti d’interesse. Non servivano più alle persone, non c’era più l’interesse di un tempo. Mi chiesi
il perché e pensai: "Quale desiderio/necessità potrei soddisfare? Che cosa difetta alle persone? A cosa
sono interessati? Che cosa stanno cercando? Che cosa serve all’umanità?”
Mi risposi da solo: “La cosa più desiderata oggi è …la salute e se manca …il desiderio è la Guarigio-
ne…, e naturalmente essere felici!"
Non solo lo pensai. Lo sentivo fortemente nel cuore. L’umanità era improvvisamente focalizzata su
sensazioni mai provate in modo così reale, forte! Il tema della salute stava diventando sempre più discus-
so, importante e coinvolgente.
È veramente appassionante prendersi cura di se stessi. Così m’incamminai con la volontà di fornire un
piccolo contributo affinché i nostri fratelli/sorelle potessero iniziare un percorso verso il benessere.
Certamente, lo stimolo a determinare un cambiamento scaturisce dalla profondità della mia Anima. Con
certezza in altre vite si è incarnata sicuramente come sciamana e guaritrice.
A vent'anni avevo la sensazione che se una persona avesse trascorso con me una settimana io avrei po-
tuto guarirla. Che cosa singolare!... non conoscevo nessuna tecnica, nessun metodo, eppure percepivo
forte questo concetto! Non avrei mai pensato ad un futuro prossimo, l’ieri e l’oggi e domani, a come que-
sta mia passione sarebbe diventata reale nella vita quotidiana.
Un giorno qualcuno mi disse: voi scrivete Kryon/guarigioni, quindi potreste dare ad intendere che pro-
mettete guarigione.
Io credo che quando una persona è in malafede può pensare e vedere tutto attraverso gli occhi del male.
Noi, dal lato nostro, guardiamo tutto con gli occhi del bene
5
Se è vero, come è vero, che tutto ciò che dici e fai è uno specchio, è chiaro come si possa applicare la
realtà degli specchi esseni a chi ci dice questo: evidente un problema con sé stesso e la sua onestà.
Noi non siamo più onesti, né meno di quello che dovremmo essere! Amiamo i nostri fratelli/sorelle a tal
punto da avere lo stimolo di aiutare coloro che sono in difficoltà.
In questi ultimi due anni mi sono recato agli ospedali a trovare i nostri fratelli/sorelle malati o incidentati.
E non ero mai solo. Questo significa che altri la pensano come me. Ci si attiva per amore.
Nessuno mi ha mai rimborsato un centesimo.
Sono sempre andato di mia volontà e a mie spese.
Noi scriviamo Kryon/guarigioni perché siamo STUDIOSI DEI PROCESSI DI GUARIGIONE secon-
do le indicazioni ricevute in canalizzazione da Lee Carroll.
Chi distorce il vero ha qualcosa dentro che non va, nonostante sia un fratello. Anche se in errore.

Quando preghiamo, durante le riunioni settimanali, usiamo un forte intento di guarigione.


Questo è ciò che chiediamo alla Fonte Creatrice. Lei realizza per noi questo riequilibrio.
Una volta ascoltate le nostre richieste, la Fonte ci individua come strumenti di guarigione e ci dà risposta,
con l’ energia, tanto forte da sentire pizzicare le mani. Noi immediatamente la ridistribuiamo amorevol-
mente ai nostri fratelli/sorelle in attesa della nostra opera, del nostro amore, della nostra compassione.
Dire guarigione è dichiarare un intento forte.
Noi vogliamo guarigione per i nostri fratelli/sorelle, che inconsapevolezza non dichiararlo!
Non siamo guaritori, questo ce lo ha spiegato anche Kryon, poiché nessuno ha la capacità di dare
guarigione, ma soltanto di riportare in equilibrio.
Nessuno è un guaritore, ma facilitatore della guarigione. Nel momento in cui noi ti facciamo percepire
una luce bella, potente, rasserenante, un luogo dove ti senti amato, tu decidi di varcare la soglia. Quella
soglia che ti porterà alla voglia di intraprendere il percorso di auto guarigione.
Se noi riusciamo a “farti innamorare di te”, a farti percepire quanto sei grande, quanto sei perfetto, quan-
to sei meraviglioso, abbiamo fatto centro. Tu ti rinnamori di te, e le tue cellule comprendono il messag-
gio! Questa volta vogliono ripristinarsi. Se ti facciamo “vedere” lo spazio sacro nel tuo cuore, il luogo
dove c’è Dio dentro di te, siamo riusciti nel nostro intento: aprire una porta per farti vedere la Luce. Se
ritornate a quando eravate bambini, vi visualizzate sorridenti, mentre giocate su un prato con gli amici.
Questa è la guarigione. Riportare amore nel campo sottile. Poi tutto ciò si trasferirà al corpo fisico. Noi
portiamo amore e luce nel campo sottile, invisibile ai nostri occhi. Il “campo” esiste, noi siamo circondati
da un campo magnetico, una MerKabah molto grande.
Un campo toroidale di circa otto metri. Il campo riceve onde, viene informato da noi, vede la luce.
Gode nel riceverla, si pulisce, sta bene. Questo sentirsi bene si trasferirà a breve, a volte in pochi minuti
nel corpo fisico. Poiché non c’è distacco tra il corpo fisico e il corpo invisibile. È lo stesso corpo con
densità diverse.

Buona “auto guarigione” a tutti!

Per chi crede in noi, ma anche agli scettici.


Che la luce possa entrare nelle loro vite e possa donar loro la consapevolezza e la capacità di distinguere
tra chi ha il cuore pieno d’amore e chi resta immobile a guardare i propri fratelli/sorelle che camminano
verso la luce
Nell’accingermi a scrivere questo libro ho sempre in mente e voglio far capire a tutti voi che leggete
quanto sia unito il gruppo Kryon/guarigioni. Quanto io, Gaetano, sia solo la punta di un iceberg.
L’iceberg dell’amore, della gioia, dell’unione, della pace e dell’appartenenza al gruppo stesso. Facciamo
parte del processo di risveglio, partito nel 2012.
Qualcuno parte prima, altri partiranno più tardi. Nessuna bravura particolare. Se fai una cosa, se ti senti
centrato e in una certa posizione rispetto a un gruppo di fratelli/sorelle è solo perché tu senti che puoi
farlo.
Ed è giusto che tu lo faccia.
6
Basta! con la bassa autostima e la resistenza al cambiamento delle vecchie anime.
Buttiamoci nella mischia con consapevolezza. Il mondo, la nuova Umanità sta fiorendo. Noi ne facciamo
parte. Direi di più: noi siamo quelli che, insieme a tanti altri piccoli gruppi nel mondo, stanno trasfor-
mando la coscienza del pianeta e vogliono che questo cambiamento sia epocale. Siamo la famosa massa
critica che basta a far cambiare la ricalibrazione del Pianeta e di tutti i sistemi. Basterebbe l’uno per cento
della popolazione mondiale a far cambiare le cose. Suppongo che siamo, sicuramente, molti di più
dell’uno per cento. Ecco perché si va più veloce. Le cose cambiano grazie ai nostri pensieri di pace, be-
nessere, amore, attitudine alla bellezza, compassione.

Lenti all’ira, rapidi al perdono. Questo è il nostro motto.

Voglio ricordare l’aiuto di tutti coloro che hanno preso parte alla stesura di questo testo. Ringrazio Lisse-
te Calmet che gestisce tutte le fotografie (quante anime, chiedono aiuto!). Lei le organizza, le invia ai
gruppi di preghiera di guarigione. Lucilla Sarcina di Fidio scrive agli interessati per informarsi come
stanno dopo il trattamento, ascolta con compassione tanti che, le raccontano le loro problematiche
Grazie a Zeneida Di Grazia, la nostra sciamana peruviana. Lei trasmette i trattamenti a distanza e i rialli-
neamenti di luce: innescano un forte processo evolutivo. Riportano la persona a una corretta ricalibrazio-
ne energetica. Sono risolutivi!
Grazie a Paola Musa per le canalizzazioni che tanto mi hanno dato fiducia nel fare i primi passi.
Grazie a Renata Szwajcowska che gestisce il gruppo di Grado con Lissette, Roby e Barbara.
Grazie a Stefania Cruciani, Patrizia Minischetti e Claudia Napolitano del gruppo di Roma.
Grazie a Claudio Gasparotto, Monica Tonin e il gruppo veneto.
Grazie a Marco Sestini, Maria Fantini, Gesualdo Cirrito, Nino Anzilotti, Daniela Nencini, Gerrit Karre-
mans e Carlo Giusti del gruppo di Lucca-Pistoia
Grazie a voi, fratelli/sorelle, il mondo è un luogo perfetto dove vivere, prosperare, sognare ed amarsi.
Il vostro amore, la vostra assidua vicinanza è ciò che serve per sentirsi “a casa”, sentirsi “famiglia” come
spesso noi ci identifichiamo.
Grazie a tutti voi. Che il vostro amore possa solcare come un raggio di Luce tutto l’Universo portando
come messaggio evolutivo la gioia che avete nel cuore.
Questo è il talento da condividere: Un amore sfrenato !

La nostra pagina FB si trova al link:


https://www.facebook.com/groups/1600848786845251/ Kryon/guarigioni.
Se la aprite , visualizzate come post fissato in alto, ovvero come messaggio di apertura questo scritto che
segue. Ho deciso di non cambiare niente e lasciare lo scritto originale così come è. Il linguaggio non è
perfetto. Voi sapete che quando si scrive su Facebook è come parlare con amici e non si guarda alla per-
fezione grammaticale.

“Buongiorno, come avete notato il nome del gruppo è cambiato. Il nome attuale è Kryon/guarigioni ispi-
rato a Lee Carroll.

7
Come Kryon ci ha spiegato, Lee Carroll ha accettato una "fusione" con lui. Per cui, noi identifichiamo
Lee Carroll con Kryon stesso. Lui ci ha spiegato che Lee Carroll non accettò di essere messo da parte e
dare la "voce" a Kryon. Allora Kryon propose la fusione con Lee. E Lee accettò.
Tutti i post che cominciano col virgolettato provengono dalle canalizzazioni pubbliche che Lee tiene in
tutto il mondo. Noi ci ispiriamo fortemente a Kryon e ne seguiamo le indicazioni che ci dà relative alle
guarigioni. E' da precisare che, per qualcuno che fosse male informato, dopo che noi preghiamo per la
guarigione dei nostri fratelli, facciamo dei movimenti. (con le mani N.d.R.)
Questi movimenti non sono stati dati da Kryon a noi. Neppure avvallati da Lee Carroll. Questi movimen-
ti furono ricevuti da me in Ecuador nell'Aprile 2014 in stato theta dopo un trattamento fatto da Grace .Il
primo nome che pensammo per tutto ciò fu Carezza nell'Anima.
Per dissipare eventuali fraintendimenti, ci tengo a dire che Lee Carroll non ha dato nessuna disposizione
affinché questi movimenti facessero parte di un qualcosa di ufficiale ascrivibile a Kryon. Noi infatti, ci
ispiriamo agli insegnamenti di Kryon per capire e approfondire la tematica delle guarigioni. Quello che
facciamo durante le sessioni di guarigione è frutto di un nostro "sentire" che è nato dal confronto espe-
rienziale tra il gruppo italiano di Montecatini (attualmente trasformatosi in gruppo toscano)e il gruppo
Caricia del Alma dell'Ecuador. Per onestà di intento e comportamenti, ribadisco che Kryon è la nostra
fonte di ispirazione. Ci ha insegnato che la Compassione è la Luce più forte da usare nei propositi di gua-
rigione. Noi ci mettiamo a disposizione di tutti coloro che hanno necessità di aiuto.

Ci attiviamo per donare ai nostri fratelli/sorelle. Donare quell'amore che abbiamo dentro. Quell’amore di
cui siamo fortemente capaci. Non siamo professionisti. Non prendiamo soldi. Questo a tanti disturba.
Non essendo professionisti, non possiamo dedicare 24 ore di tempo a questa bellissima esperienza. Dob-
biamo continuare la nostra vita con i normali impegni lavorativi, familiari ecc. Sicuramente sbagliamo
qualche dettaglio, o non siamo particolarmente attenti alle sfumature, pur importanti che siano. Se qual-
cuno ritiene che il nostro comportamento possa avere generato una scorrettezza è pregato di segnalarcelo.
La crescita umana e spirituale di noi tutti passa anche attraverso il vaglio e la critica costruttiva dei nostri
membri/amici/fratelli/sorelle. Tutti possono esprimere la loro opinione, sia benvenuto anche il dissenso.
Cerchiamo di stare uniti e crescere tutti insieme. Nessuno è perfetto. Tutti possiamo sbagliare. Diciamo-
celo senza sotterfugi. Non dimentichiamo il nostro scopo:

Dare amore, la nostra luce più brillante, a chi vive un momento di difficoltà.
Questa la sentiamo come una forte responsabilità. Grazie a tutti coloro che condividono il nostro pensie-
ro.

Grazie a tutti coloro che non condividono il nostro pensiero.


Grazie a tutti di esistere e scambiarci esperienze. Siamo su questo pianeta per fare un viaggio. Lo scopo
del viaggio è il viaggio stesso, come lo facciamo e quanto amore ci mettiamo. Noi siamo fieri di essere
un gruppo e di essere un punto di riferimento per coloro che hanno bisogno di aiuto. Viva il gruppo
Kryon/guarigioni ispirato a Lee Carroll !”

8
Non leggere questo libro
con la mente. Leggilo col
❤cuore
Il mio viaggio verso la Luce
“La guarigione è una conseguenza del risveglio e non è fine a se stessa
Non c’è bravura nella guarigione, non c’è abilità, non c’è professionalità
C’è solo un’accensione di una luce”

Gaetano

Il mio viaggio verso la Luce passa attraverso l’esperienza vissuta a Medjugorje. Un giorno come tanti,
aprendo la Posta elettronica, vidi che Paolo Brosio mi aveva invitato a partecipare a un pellegrinaggio
che si sarebbe svolto a Medjugorje. La mia partenza sarebbe stata da Pisa in data Primo Novembre 2012.
Casualità? Era proprio qualcosa che mi interessava veramente vivere in quel periodo. Così attento alla
ricerca di qualcosa che potesse cambiare la mia vita. “Casualmente”…. quelli erano gli unici giorni in
cui avrei potuto assentarmi dal lavoro. Decido e vado. Mi imbarco in quest'avventura, il pellegrinaggio
alla volta di Medjugorje. Ero solo, e sentivo tanta voglia, tanto bisogno nel cuore di essere amato, cerca-
vo qualcosa che mi potesse dare uno stimolo in un momento di stanchezza della mia vita. Ero partito
senza sapere il motivo, non sapevo con precisione cosa stessi cercando. Nel cuore avevo la certezza di
trovare quel “qualcosa” che avrebbe ridato fiducia alla mia vita fatta di impegni e di routine. Atterram-
mo a Spalato (Split in lingua originale) in Croazia. Facemmo un lungo viaggio in pullman dall'aeroporto
di Spalato fino a Medjugorje. La strada era tortuosa, a volte impervia. Anche il controllo documenti alla
frontiera ci fece perdere ulteriormente tempo. Dopo un paio di ore, finalmente, giungemmo a destinazio-
ne.
Era il Primo Novembre del 2012 e la mattina successiva ci sarebbe stata l'apparizione a Mirjana presso
la Croce blu, sul monte delle apparizioni. Mi svegliai eccitato, pensando a chissà quale esperienza sarei
andato incontro. L’emozione mi si leggeva sul volto. Il sogno si stava avverando. L’incontro sperato con
l’invisibile, con l’apparizione di Maria, mamma di quel Gesù che cambiò la storia dell’umanità. Quanti
pensieri, quante aspettative, la sensazione nel corpo di un’emozione viva, sincera, una speranza che do-
vrebbe esistere nel cuore di ognuno di noi. Chi non si aspetta una visione, un miracolo? Chi non vorrebbe
“vedere” qualcosa che altri non vedono, chi non desidererebbe un segno tangibile della presenza di
un’Anima che si dedica al bene e a portare messaggi di pace? Ci svegliammo presto e dopo aver fatto
una colazione frugale ci recammo sul posto andando a piedi per alcuni chilometri. L'attesa era lunga e
tutti pregavamo e cantavamo le canzoni di Medjugorje. Le canzoni di uno strimpellatore leggermente
stonato si intervallavano ai momenti di preghiera. Era bellissimo condividere questa esperienza con così
tante persone venute da ogni parte d’Europa e del mondo. Una miriade di telefonini filmava l’evento co-
me se tutto ciò fosse normale. Come se l’appuntamento dato fosse stato rispettato. Con sicurezza. Come
9
si fa per un impegno di lavoro. All’ora tale hai un appuntamento con il Sig. … Noi avevamo
l’appuntamento con l’apparizione della Regina della Pace. Myrhiam per gli ebrei. Maria per noi. La gen-
te assiepata al monte delle apparizioni era davvero tanta che non c'era quasi posto per sedersi. La fiumana
aumentava e i ritardatari, come sempre, arrivavano e volevano posizionarsi nel mezzo a quelli che aveva-
no trascorso la notte dormendo al freddo. “Dai, non spingete, non brontoliamo, siamo tutti fratelli”. Cer-
to che non è il luogo giusto per mettersi a discutere se uno ti si mette davanti. “Geesùùù, Geesùùù, Gee-
sùùù è il dei reee…e cantiam le tue lodi Signor, perché Gesù è il re dei ree”. Lo strimpellatore stonato
continuava gagliardo la sua prestazione, nonostante il freddo e la pioggerellina che cadeva. Che pretendi?
Si può prendere una pioggerellina, bagnarsi nell’attesa di Maria. Si, dai , si può fare. C’è gente che sta
sotto la pioggia per ore allo Stadio, a un Circuito di Formula Uno. Noi potevamo benissimo bagnarci
nell’attesa dell’apparizione. Un esercito di fedeli motivati, di soldati della Fede arrivati da tutte le parti
per assistere all’evento. L'apparizione avvenne regolarmente verso le ore nove del mattino. Mentre Mir-
jana saliva il monte delle apparizioni, l’applauso scaturì fortissimo. Sarà stato anche l’intorpidimento
dell’attesa, un po’ bagnati. Quel battere le mani aumentava la solennità dell’evento. Era come un tirare
fuori tutta la tensione e la noia dell’attesa.

“Amatevi l’un l’altro come io vi ho amato” ci disse Gesù.


Chi è che è capace di dare la sua vita per i suoi amici?
“Imparate da me perché sono buono e umile di cuore. Non c’è albero buono che faccia frutti catti-
vi, né albero cattivo che faccia frutti buoni. Ogni albero infatti si riconosce dal suo frutto: non si
raccolgono fichi dalle spine, né si vendemmia uva da un rovo”.

Questo è il monito per tutti coloro che pensano che ogni attività debba essere riconosciuta da un ente
ufficiale. Noi ci sentiamo fratelli/sorelle. Questo ci basta e sancisce il nostro cammino. Cosa cambiereb-
be se qualcuno ci desse un riconoscimento? Cosa cambierebbe nel cuore? Servirebbe solo a gonfiare
l’ego di qualcuno. Queste parole mi risuonavano dentro spesso. A onor del vero, a me non successe nulla
di particolare sul monte delle apparizioni. Vale a dire che non provai l'emozione sperata, a tal punto che,
alla sera riuniti a cena, parlando con Paolo Brosio, lo informavo del fatto che a Lourdes avevo provato
un'emozione molto più intensa. Lui replicò: tu sei già credente vero? Io risposi: si. Lui: Medjugorje è
proprio il posto dove chi non crede ottiene una probabile conversione. Medjugorje è come uno schiaffo
in faccia a chi non crede. Lourdes è un posto dove si provano molte emozioni solo se sei già credente.
Pensai che non sarebbe successo nulla di più. Se non avevo provato cose particolari, ormai non sarebbe
successo più niente che avrebbe potuto scuotermi. La mattina seguente ci recammo in pellegrinaggio al
monte Krizevac. Ebbi modo di stare molto tempo con Paolo Brosio e compresi che è una persona che fa
veramente ciò che sente. Una persona con il cuore infranto dal dolore per la sua vita passata, ma con una
forza incredibile e con l’intento nel cuore di ridare gioia e speranza alla sua seconda parte della vita. Con
la fede. La fede smuove le montagne.
Al ritorno, di pomeriggio, ci recammo in visita alla casa di Vicka. Qui avvenne quello che non avrei mai
pensato potesse avvenire. Arrivammo nel cortile di Suor Cornelia più o meno alle 17. Là si presenta Vic-
ka in una casetta su un pianerottolo e comincia a raccontare alla gente della sua esperienza di avere
l’apparizione quotidiana. Ci racconta i messaggi che riceve. I più importanti. Fui tra i primi ad arrivare
alla scaletta sotto al pianerottolo dove sarebbe apparsa in carne ed ossa la veggente. Quella persona che
da tanti anni scambia con Maria quotidianamente opinioni e pensieri su tutta l’umanità.
Seduto in pole position aspettavo pazientemente il suo arrivo. Come sempre, rosari e canzoni precedeva-
no l’arrivo della veggente. Una volta arrivata, cominciò a raccontarci tante cose dei suoi incontri pomeri-
diani con la “Mamma”. Quando ebbe finito di parlare, la gente le si accalcò addosso come mosche. Io
che sono una persona riservata, non ebbi il coraggio di avvicinarmi a lei.

La gente la chiamava, inneggiava a lei, la baciava, la strattonava, chiedeva autografi e faceva di tutto per
richiamare la sua attenzione. In quel momento, preso anch’io dall‘emozione della festa, mi rivolsi a lei
con questa battuta: “Vicka , sei bella come quando eri bambina!”. Come non ricordare il suo volto di
10
ragazzina, quando per la prima volta, ebbe le apparizioni. Un viso fresco, curioso, stupito. Ora rivedevo
quel volto 25 anni dopo, segnato dalle rughe e dal dolore della malattia mistica che lei ha accettato di
sopportare. Soffre tutti i giorni per il bene dell’umanità. “ Vicka, sei bella come quando eri bambina!”
esce dal mio petto, il mio cuore era pieno di emozione e meraviglia. Essere a due metri da lei e comun-
que non poterla raggiungere. A quel punto avvenne il “miracolo” che ancora oggi, ripensandoci, mi la-
scia di stucco. La veggente, infatti, si fece largo tra le persone che la attorniavano, venne verso di me e
mi fece una delicata carezza dietro al collo. Questa carezza fu talmente dolce che mi fece venire i brividi.
Immediatamente pensai: non è Vicka ad avermi carezzato ma è la Mamma che tramite lei ha voluto farmi
sentire il suo Amore. Mi chiamava a sé, e in qualche modo mi ricordava la missione che di lì a poco
avrei dovuto svolgere.

Quell’attimo fu bellissimo e diede inizio alla parte più bella della mia vita. Il sogno della mia vita. Una
vita senza un “sogno” da realizzare non vale la pena di essere vissuta. Se non ci fosse stata Lei, nulla
sarebbe accaduto. La mia vita sarebbe continuata tra famiglia, lavoro, il solito tran tran che piano piano ti
spegne. Mi sarei ritrovato malato come tutti, drogato di televisione, gli occhi senza quella luce brillante.
La fiamma nel cuore spenta da una vita che, immerso nella Matrix, funziona con la parola d’ordine: ap-
parire, vestiti buoni, macchina di lusso, ristoranti famosi e quant’altro. Ora tutto cambia. Si salta sulla
giostra. Il mio mondo, la mia felicità, le mie aspirazioni, i miei sentimenti; tutto è cambiato. In pratica,
d’ora in poi, tutta la mia vita sarebbe stata dedicata all'opera delle guarigioni, alla missione che sentivo
che avrei dovuto svolgere. Di lì a poco tutte le mie abitudini sarebbero cambiate.

Ricordo ancora i pomeriggi quando, facendo lunghe passeggiate al fiume, pregavo per circa un’ora chie-
dendo grazie e tanti doni. Inoltre chiedevo di poter fare parte della schiera del bene. Chiedevo un aiuto,
chiedevo amore, chiedevo, chiedevo e ringraziavo per i doni che mi sarebbero arrivati. Nulla sarebbe
stato uguale a prima. Nulla. Tutto sarebbe cambiato. Tutto si sarebbe vissuto nel nome e nell’esempio del
nostro amato Gesù. Nel suo nome avrei vissuto la restante parte della mia vita. Nel suo nome avrei com-
battuto le battaglie. Nel suo nome sarei voluto diventare guaritore e aiutare il Prossimo. È come dare un
taglio al passato. È come iniziare una vita nuova, diversa, piena di amore e di luce da dare e da condivi-
dere. Ricordo ancora il piacevole incontro con Suor Cornelia. Suor Cornelia dirige un orfanatrofio con
tanti bambini orfani della guerra che c'è stata da quelle parti. Il progetto si chiama “nonni e nipoti”. Infat-
ti, ci sono anche tanti anziani abbandonati oltre ai bambini orfani. Questo progetto ha dato la possibilità a
un bambino di avere una nuova famiglia, pur se non è la sua originale. Così, alla sera, un nonno può
raccontare una favola a un nipote. Questo progetto è bellissimo ed è degno dell'amore di Dio. Paolo Bro-
sio lo finanzia e questo gli rende lode e merito. A me piace ricordarlo. È facile sparare a zero su persone
famose pensando sempre e comunque che ci sia del marcio. Io l’ho visto con i miei occhi e lo posso te-
stimoniare. Paolo è innamorato di ciò che fa, è un risvegliato.

Grazie di essere capitato sulla mia strada! Anche se oggi penso in maniera diversa a Medjugorie e a tutto
ciò che c’è intorno, ho voluto ricordare l’emozione del “primo giorno di scuola”. Quando arrivi, non co-
nosci niente, non sai niente, e ti imbevi dello Spirito. Ti nutri d’amore. Questo fa bene a tutti. Viva il
risveglio in qualunque forma possa arrivare!

11
Gli incontri
“Voi avete il cuore della compassione di chi era sotto la croce quel giorno
Quel giorno cambio la storia dell’umanità
Voi siete dentro la storia
Andate incontro al destino col sorriso di un bambino
Insegnate:" Il risveglio delle coscienze"
Questo dovete insegnare nei prossimi seminari
Tutti vi seguiranno
Chi non vi seguirà e perché avrà paura di sentirsi libero”

Gaetano

Il 19 di luglio 2014 decido di organizzare il mio secondo seminario. L’organizzatrice è Rita che solerte
lavora per riunire un gruppo di persone. Una trentina. Che cosa potrei raccontare alla gente di così inte-
ressante? Paola dice che gli Angeli le suggeriscono che io debba divulgare la mia conoscenza. Che co-
noscenza ho da poter condividere con gli altri? Che cosa dovrei “insegnare”? Forse c’è un errore. Ve-
diamo. Che conoscenze ho? Quanti libri ho letto? Direi tanti. Quaranta libri l’anno nella ultima decade
della mia vita. Che cosa ho imparato? A volte ho la sensazione di non aver imparato quasi niente. A volte
i concetti mi si fissano nella memoria con difficoltà. A volte ho la sensazione di tornare ai tempi della
scuola dove si studiava e poi si dimenticava tutto. A cosa serve imparare senza mettere in pratica? Stu-
diare senza associarvi l’esperienza, le sensazioni, i colori, profumi. I movimenti del corpo. Anche la ge-
stualità aiuta a memorizzare l’esperienza che stai vivendo. Se giochi una partita di tennis ricordi meglio
quando associ che, mentre raccoglievi le palline, dall’altra parte del campo Andrea lanciava la racchetta
imprecando e insultando contro la sfortuna. Ricordi perfettamente le imprecazioni, poiché si sono fissate
nella memoria nel momento in cui il corpo era al massimo della ricettività. I sensi erano allertati. Tutto il
tuo corpo era in tensione. La mente, probabilmente, taceva e lasciava spazio alle emozioni. Credo che la
mia memoria si formi così. Un mix tra emozione ed esperienza vissuta. È così che si “fissa” il ricordo
nella memoria. L’emozione è il collante necessario, il catalizzatore che ti permette di ricordare le scene
vissute. Più avanti negli anni avrei capito che il cuore, il mio cuore, è veramente il “centro” gravitaziona-
le di tutto me stesso. Quando il cuore è in “fibrillazione” ed è emotivamente scosso, i ricordi restano per
sempre impressi nella mia memoria. Ogni tanto ripenso alla scuola, alle giornate passate a imparare no-
zioni che non sarebbero poi servite a niente. La vita “vera” è diversa da quella appresa sui banchi di
scuola. Il rammarico si fa forte.
Ah! se avessi potuto studiare da autodidatta! Studiare solo e soltanto ciò che mi faceva vibrare il cuore.
Quando vivi un’esperienza, quando sei utile a qualcuno, la memoria registra per sempre il ricordo.
L’incisione nel nostro hard disk diventa indelebile. È utile avere un bagaglio da tirar fuori al momento
opportuno. Quando serve. Senza memoria l’Uomo non esisterebbe. Credo che la malattia più brutta in
assoluto sia l’Alzheimer. Questa infausta malattia ti priva di tutta la tua dignità di essere umano. Ti toglie
la memoria, il ricordo di ciò che sei. Non ricordi chi sei, chi sono i tuoi cari. Non ricordi. Non ricordi. A
cosa serve vivere in queste condizioni? La deprivazione della memoria è l’atto più cruento che il Male
possa farci. Ci toglie tutto. Non resta più niente di noi neanche per noi stessi.
Tornando a quel 19 di luglio parto alla volta di Spezia con mia mamma e i miei figli. Che emozione! La
mia prima volta da solo. Il battesimo del fuoco. Quante emozioni si affollano nel mio cuore. “No, non
ce la posso fare”. A tratti, l’emozione si fa forte e la paura prende il sopravvento.” Ora lascio tutto e me
ne torno a casa!”
Non fare così Gaetano, prega e chiedi aiuto! Mi ripetevo. Se loro vogliono che tu faccia questo, ti daran-
no anche un aiuto! Spero di si! La notte antecedente il seminario la paura diventa forte. Non ce la posso
fare. Scappo e mollo tutto.” Ehi, aspetta…Angeliiiii, dove siete…. Aiuto! help, help…” Prego e chiedo
12
umilmente di aiutarmi. Questo inizio è molto importante per me. Ci tengo molto. O la va o la spacca. O
bene bene. O male male. Si rischia tutto. Come posso farcela… se per vent’anni della mia vita ho quasi
sempre dialogato con computers? Come posso farcela, se solo al pensiero che tre o quattro persone mi
guardano mentre parlo, ho la salivazione azzerata?! Impossibile, non sono adatto. Non sono preparato. A
un certo momento, il chiacchiericcio mentale viene totalmente spazzato via da un’onda energetica che
quasi mi fa levitare…
Entro in uno stato di tranquillità, di pace. Mancano le parole per descriverla. L’energia arriva e mi pene-
tra. Lei muove tutto. Muove l’Universo. Noi siamo fatti di Energia. Noi siamo Energia. Noi siamo tutti
Uno. Noi facciamo tutti parte di quell’Energia. Noi proveniamo da lì.
Da lì “dove comincia il Sole”, cantavano i Pooh. Pensavo a questa canzone. Il ritornello mi suonava in
testa:
“E' la che io voglio andareee, è la che ti porteròòòò, là dove comincia il soleee e nasce la libertààààà”.
Tutto assume il volto della perfezione. Sparisce la tensione. Mi rigenero. Questa sì che è una bella sensa-
zione! Sono aiutato. Loro mi stanno aiutando. Che bellezza! Vedi caso che faccio parte di un progetto?
Arrogante. No, dai, diamo pure spazio ai sogni. Poi si vedrà. Più avanti si tireranno le somme. Certo che
così, facendo il pieno di emozioni, vale proprio la pena di vivere. Un bellissimo scossone interiore. La
vita che mi scorre nelle vene. La fiamma che arde dentro di me. La bellezza, l’emozione. Sono sicuro che
l’incontro sarà grande. Ecco, tutto sarà perfetto. Dai, allontana la paura! che è la più brutta cosa che possa
capitare. Vivere con paura. Mi rifiuto totalmente. Voglio prendere a colpi di cuore il mio destino. Voglio
realizzare i miei sogni. Tutto sarà grande. Sarò grande anch’io (?!..), ma solo perché Dio vuole questo.
Dio vuole che io sia un testimone della Sua grandezza. Dio vuole che io faccia parte delle sue schiere. Le
schiere del bene. Mi vuole affidare un compito difficile. “Girare intorno” alle anime per portarle alla
Conversione. I cuori di quest’Umanità sono così induriti, che devi imparare a essere bravo ad aggirarli. A
tirarli nella rete senza far capire che la rete sia la rete. E tu, alla fine del gioco, sei il mio pesce. Il pesce
deve finire nella rete, se il pescatore è bravo…
Sarò come Parsifal, il Cavaliere dell’Amore. Il ragazzo nato e cresciuto nella foresta che si reca alla corte
di Re Artù e diventa uno dei Cavalieri della Tavola Rotonda. Può vedere il Santo Graal solo perché il suo
cuore è puro. Ah, come mi piacerebbe essere il Cavaliere dell’Amore! Con il cuore puro potrei cambiare
il mondo! Frena il carro Gaetano… sennò l’Ego va a mille!
Di buon mattino mi reco all’Hotel che ci ospitava e mi sento veramente bene. Reattivo, pronto. Un pen-
siero mi pervade: se sono reattivo, sto usando il cervello razionale. Trattando le Energie dovrei dare più
spazio al cervello emozionale. Farò confusione? Ah, dimenticavo. Gli angeli sono con me. Loro prende-
ranno la parola. Mi guideranno. Saliranno sul palco, ed io sarò Parsifal, il Cavaliere dell’Amore che si
farà attraversare. Sarò un rubinetto. Aprite l’acqua per favore e fatemi scorrere fino a voi! Come sorgente
di acqua viva riempirò ogni vostro spazio vuoto e raggiungerò ogni più piccolo anfratto del vostro cuore.
Sarò io, se me lo concederete, il vostro canale. E ora, angioletti miei, cosa volete dire a questa bella gen-
te?
Cominciano ad arrivare le persone, saluto tutti con entusiasmo. Sembra un palcoscenico di un teatro dove
io sono sempre stato l’attore principale. Non una comparsa qualsiasi. Stavolta il
“mio palcoscenico” è pronto a sancire il verdetto. Avrei voluto e dovuto essere il protagonista del giorno.
L’attore principale di questa commedia chiamata vita, dove succede tutto ciò che hai pensato.
Si, così, proprio nei dettagli, tutto avviene come lo pensi.
Se sai pensare con il cuore. Avviene proprio come lo pensi. È la famosa legge dell’attrazione universale.
“Senti, Immagina, Ricevi”. Avevo sentito tutto questo con il cuore, con tutto il mio amore. Lo avevo
immaginato con gratitudine . Lo riceverò come dono accettandolo per come verrà. Nulla da eccepire. La
legge è legge e deve funzionare, anche stavolta! Sennò che legge è. Durante il seminario avevo la netta
sensazione di farcela a tenere alta l’attenzione del pubblico. Così è stato. Tutto è filato liscio. Graditi gli
argomenti. Oltre a parlare di tante cose, abbiamo anche condiviso utili esperienze. Una sensazione che
sentivo fortemente era quella di non dover fare il sermone. Ho partecipato a tanti seminari e ho visto tan-
te persone addormentate. Alcuni giocano col cellulare. Altri si annoiano.

13
Io credo, con il massimo rispetto e senza voler esprimere un giudizio, che tanti relatori abbiano voglia di
sciorinare la propria cultura. Probabilmente sono rimasti ancorati ai tempi della scuola quando la mamma
li obbligava a studiare tanto. E loro, per vendetta, se la prendono con l’inerte pubblico dimostrando che
“la sanno”. A me no, questo non deve succedere! Mi fa paura l’idea che le persone si possano annoiare a
tal punto di addormentarsi. Quando si lavora con le Energie, tutto deve scorrere, fluire con la massima
semplicità. Andiamo incontro al bisogno di un mondo di persone alle quali non interessa la trappola del
sermone. Dopo il 2012 c’è stato un forte cambio a livello energetico. Le energie si sono estremizzate,
anche il male e il bene. Nessuno più vuole passare una giornata a sentire elucubrazioni, discorsi dei quali
non ricorderà nulla. La gente vuole percepire, sentire, toccare con mano e sentirsi energeticamente coin-
volta. Ha bisogno di sensazioni, emozioni, cose e discorsi da poter condividere. Vuole poter parlare,
raccontare la propria esperienza. Perché non darle la possibilità, anche se solo per un minuto, di essere
sul palco e raccontare una storia, da protagonista? Vuole essere attiva, non passiva. Vuole espandersi.
Vuole essere energia che si confronta con altra energia, scambiarsi esperienze. Conoscersi, abbracciarsi,
coccolarsi. Questo è il mio sogno. Trasformare il seminario in una giornata dove tutti si arricchiscono.
Condividere le proprie e le altrui esperienze. Un manoscritto è fatto di parole fredde, non è attuale più.
Rendiamo il manoscritto vivo. Interpretiamolo. Scambiamoci di posto. Io mi siedo lì in mezzo a voi e
qualcuno venga qui sul palco a raccontate una storia, la vostra vita. Che opportunità! Che bellezza! Amo
sentirvi vivi, entusiasti. Si, sfogatevi pure per un attimo. Raccontatemi che il destino ce l’ha con voi. Dai,
io vi ascolto! Poi, subito dopo, vi spiego che questa realtà, questa matrix in cui vivete, l’avete scelta voi.
Solo voi scegliete di farvi del male tutti i giorni ascoltando i Tg. Veri e propri crimini contro la nostra
Anima. Ogni giorno vedere il male e il dolore a cosa può portare? Solo a tristezza e dolore. Dicevano i
giapponesi cinquecento anni orsono: “Non vedere il Male, non ascoltare il Male, non parlare del Male”
Pensiamo che il male faccia parte della nostra vita. Invece no, è un incantesimo. Ci hanno fregato. Ci
hanno tolto la serenità. Ci vogliono schiavi moderni. Vogliono farci produrre beni che non serviranno a
nessuno. Produrre beni che dopo tre o quattro mesi non useremo più. Costruiti affinché dopo un certo
tempo si rompano. Tu li ricompri. Il mondo e il commercio intanto girano. La pattumiera aumenta. A chi
importa? Ci hanno imposto gli status symbols. Siamo belli se possediamo una bella auto e una bella fi-
danzata. Che peraltro non ci possiamo permettere. L’auto è troppo costosa e la fidanzata...troppo bella. E
allora, perché me la fate vedere se non me la potrò permettere? Perché vi sostituite alla naturalezza della
vita? La vita è vita. Va come va. Nessuno vive come negli spot pubblicitari. Dai, non ce la raccontiamo.
E allora a cosa serve vivere in un incantesimo? Vivere nella finzione. Sbarazzatevi di questa matrix che
vi vuole prendere l’Anima. Non ci riuscirà. Perché? Perché ci siamo noi, naturalmente…. a sorreggervi.
Ad aiutarvi. Con le energie dell’Universo che vi inviamo. Sentitela questa energia... Noi vi apriamo una
porta e voi dovete fare il passo successivo. Non vi aspettate che possiamo risolvervi tutti i problemi. Pos-
siamo e vogliamo essere guide. Può darsi che abbiamo capito prima di voi come funzionano le energie,
come connettersi al Creatore. Nessuno è maestro. Siamo tutti sullo stesso piano. Noi, uguali e identici a
voi. Per quanto mi riguarda, ho solo un’esperienza vissuta in più. Da condividere. Devo solo farvi capire
come partecipare alla festa della vostra vita. La festa che avete dimenticato nell’oblio della quotidianità.
Devo solo riaccendere in voi il desiderio. Il desiderio di sognare. Devo buttarvi in faccia questa energia.
Che vi possa scuotere. Che possiate capire quel qualcosa che ora vi sfugge. Connettetevi al Creatore sen-
za intermediari! Senza persone che vi spillino denaro. Voi siete responsabili della vostra salute e della
vostra Anima. Corroborate il vostro cuore con le speranze e i sogni da realizzare! I sogni sono la vera
benzina dell’Anima. L’energia è a disposizione di tutti. Aprite il cuore, accoglietela e trasformatela in
amore da dare gratuitamente agli altri. Immaginatevi belli, sensibili, ricchi d’amore. Così ricchi da dover
donare qualcosa di voi ai vostri simili. Le eccedenze di ricchezza energetica vanno condivise. Date amore
e riceverete doni. I doni del cielo.
Lo Spirito Santo permea tutto l’Universo ed è sempre pronto ad entrare nel tuo cuore. Se tu lo vuoi. Inne-
sca questa possibilità. Cerca di stare bene, di stare in salute. Così potrai donarti e donare agli altri senza
svuotarti. Se sai usare le energie sei sempre carico.” Vibra alto”, come diciamo noi nel gruppo. Non ne-
gare alla tua Anima il sogno. Lo Spirito Santo è l’energia del Creatore. L’universo ne è saturo. Basta solo
saperla afferrare, o meglio, trasportarla nel nostro cuore. Esseri spirituali con un percorso umano. Questo
14
è ciò che siamo. Ci evolviamo per tornare alla casa del Padre come anime migliorate dall’esperienza ter-
rena. Più evolute. Doniamo più di ciò che riceviamo! Nel quotidiano, non pensiamo immediatamente a
un tornaconto. Pensiamo che l’energia che permea l’Universo sia foriera di doni. È lì pronta che ci aspet-
ta per darci tutto ciò di cui abbiamo bisogno.
Paola canalizza questo messaggio per me:

Prendi la tua vita in mano, il sole è nella tua vita, il potere è nelle tue mani
Ricomincia da te, la tua vita è nelle tue mani.
Caricati e goditi di questa energia
Amati con il cuore, ama con il cuore, la tua è una sapienza senza fine
Sei un raggio di Luce infinita
Per le persone sei una Luce in fondo al tunnel
Non chiederti come, dove, perché
Dubbi e insicurezze non saranno di ostacolo nel tuo cammino
Non preoccuparti dei tuoi bisogni materiali, stai per raccogliere frutti.....
I tuoi atti di bontà ti daranno la possibilità di ricevere ciò di cui hai bisogno ..
Fai piani ottimistici, andranno a buon fine
Fatti aiutare nel tuo lavoro
Puoi manifestare la vita che vuoi

Quello di cui hai bisogno apparirà magicamente


Sii orgoglioso di ciò che fai
Segui il tuo cuore, ti arriveranno informazioni psichiche affidabili
Nella tua vita sta per entrare il Sole grazie ai tuoi pensieri positivi
Cambia la tua vita. Cogli l’opportunità di cambiamento
Smettila di rimandare
Non affrontare i tuoi problemi da solo, l’aiuto è a portata di mano
Ti ci vuole autocontrollo e pazienza. Questa è la soluzione
Festeggerai con gli amici tutto questo
In questo momento hai due strade da percorrere, scegli quella che ti porta alla felicità
Gioia attraverso la crescita spirituale
Le risposte ti arriveranno con la meditazione
Segui le tue passioni creative
Fidati dei tuoi sentimenti e dei tuoi sogni e lascia che ti guidino lungo il tuo percorso professionale
Sei pronto per affrontare qualsiasi sfida
Tutto ciò che hai affrontato nella vita ti ha reso forte e coraggioso
Non abbandonare mai la speranza
Dovrai assumere il controllo della situazione.
Lo scopo della tua vita riguarda il lavoro sul corpo, l’energia guaritrice, la terapia fisica
Sarai per gli altri il nutrimento per la loro mente
L’Arcangelo Haniel ti aiuterà ad avere potenti intuizioni psichiche
Riflessione e meditazione possono darti preziose informazioni
i sogni diventano realtà, ci saranno felici momenti nella tua vita
sei in grado di avere delle informazioni e di essere una guida per te e per gli altri
fai ciò che ami senza avere dubbi
lavora con gli altri
fai attenzione ai tuoi pensieri perché attrarrai a te quello che pensi
perciò concentrati solo sui tuoi desideri, non sulle paure ..
un cambiamento positivo si profila all' orizzonte

15
Wow! Questo per me… Grazie. Credo di non meritare tanto. Io sono l’uomo della porta accanto. Riman-
go col dubbio, direi… piacevole dubbio. Queste parole mi diedero tanta carica. Grazie Paola!

Questa è la meditazione che canalizzai un giorno che passeggiavo sulle rive del fiume Pescia dove abito.
La utilizziamo durante le giornate di incontro:

Eccoci qui insieme


Ora chiudiamo gli occhi
E sorridiamo dal profondo della nostra anima
Un bel sorriso interiore
La vita è bella,
Dobbiamo solo imparare a viverla
Dobbiamo solo imparare a respirare
Allentando così le tensioni
Impariamo a sentire l’energia
L’energia che ci pervade
L’energia che entra dentro di noi,
E’ come un fiume che scorre e va fino al mare
Questa energia che è dentro i nostri cuori
Questa scintilla divina che noi abbiamo
Che tutti noi abbiamo dentro
Date vigore a questa fiamma
A questa fiamma di luce che scorre
Che parte dall’amore e dalla vostra anima
Dategli vigore
Donate amore
Non nascondetevi più
Allargate le vostre energie, espandetevi
Tirate fuori l’amore che avete dentro e donatelo a quelli che stanno vicino a voi
E tutti insieme saremo un anello di energia
Una sfera di energia che irradia luce in questa stanza
Amate ! Amate senza paura
Senza limiti
Amatevi gli uni con gli altri
Condividete le esperienze
Siate buoni
Donate amore nella vita
Parlate sempre del bene
Guardate il bene
Sentite il bene dentro di voi crescere a dismisura
In questo momento gli angeli sono collegati con voi
Sono collegati con il vostro cuore
Un raggio di luce entra dentro di voi
E vi illuminerà per tutta la giornata
Grazie

16
La Pachamama e i movimenti
“Le linee sono sempre una bianca e una nera, affiancate per sempre. Devono stare in armonia. Non
esisterà mai tutto bianco, esisterà un’armonia.
L’importante è l’intento.
Voi dovete dedicare più tempo all’intento di guarigione.
Dovete concentrarvi sull’intento
Non si può pensare a una guarigione senza preparazione”
Gaetano

Grace mi invia questa mail dopo che le chiedo di ricordare come cominciò il sogno delle auto guarigioni
(ho preferito lasciare il testo originale in spagnolo poiché si capisce facilmente il senso anche per chi non
è esperto di questa lingua)

Quito 19 April 2014 a las 13:00 hasta las 13:40

Gaetano inicio la reconeccion y comenzó a moverse el ojo izquierdo muy fuerte, se movían los dedos de
las dos manos, pero la mano derecha tenia mas movimientos, cada vez que yo pasaba sobre su cabeza el
ojo parecía que sentía que yo pasaba cerca y se movia. Después se movían los dedos de los pies, la respi-
ración era muy fuerte como que se quedaba dormido, movía la cabeza de la derecha a la izquierda.
En un momento el dedo de la mano izquierda se levanto y la mano subió lentamente hasta que se puso
casi a noventa grados y la mano giro a su derecha luego la mano derecha subió despacio y se unió a la
otra como en una posición para rezar con la mano abierta. Luego subió las manos hacia el cielo, después
se fueron las manos atrás de la cabeza como si todo fuera a parar en posición de descanso, abrió las ma-
nos y las abrió en forma de cruz. Después las manos volvieron a unirse como rezando nuevamente y
bajo las manos hasta la cintura y se abrieron las manos como mandando algo y luego las manos se pusie-
ron como moviéndose como masajeando el aire. Volvió a la posición normal, siempre mientras pasaba
esto la cara tenia una sonrisa hermosa de mucha felicidad y llanto de alegría. Después me contó que al-
guien le dijo que venga a un lugar donde todos ríen y vio un lugar azul incandescente con violeta y fue
una sensación increíble. Me dijiste en el momento que te despertaste que la sensacion fue increible, que
fuiste a un lugar hermoso y que alguien telepaticamente te había llamado, que en ese lugar todos son-
reían, por eso la expresión en tu rostro, era la misma sonrisa de Marcela (una persona che ricevette un
trattamento, n.d.r,) y luego lagrimas de felicidad. Fue impactante.
Creo que esto tiene que ver con que la sanacion, le hace sonreir de una forma diferente a las personas, le
da un brillo en la cara y una sonrisa increible.

Saludos

Grace

17
Aprile 2014, settimana di Pasqua, mi trovavo in Ecuador.
Avevo da poco imparato a praticare guarigione riconnettiva. Facevo anche scanning, ovvero letture di
tipo radiestesico per gli amici che frequentavano la casa dove ero ospitato. Sul finire della vacanza, Gra-
ce mi fece una terapia energetica durante la quale è successo questo fenomeno che vi racconto e che
avrebbe dato vita a quelli che oggi chiamiamo “movimenti”.
Premetto che io non stavo cercando nulla di simile in quel momento della mia vita.
Stavo studiando metodi di guarigione totalmente differenti. Ad un certo punto, direi quasi sul finale del
massaggio energetico che stavo ricevendo, un braccio, molto lentamente comincia a levitare. Va verso
l’alto. A seguire, molto ma molto lentamente, anche l’altro fa la solita cosa e poi comincio a fare delle
figure con le braccia, completamente trasportato dall’ energia. In effetti le mie braccia e mani avevano
peso uguale a zero. Alla fine di questi movimenti intuii subito che mi era stato dato un nuovo sistema di
guarigione. Non capivo perché e perché proprio a me. Come sempre, ci si fanno un sacco di domande sul
perché. La mente crea sempre trappole e non vuole mai uscire dalla sua logica razionale.
La cosa più singolare dei movimenti fu la Croce. Nel momento in cui io allargai le braccia, nel momento
finale della distensione, l’energia mi ha letteralmente “aperto le braccia” e facendomi fare il movimento
che finiva con la Croce ricordandomi la storia di Gesù.
In quel momento ricevetti un forte messaggio. Davvero particolare. Il momento che stavo vivendo in
quel periodo della mia vita fu particolarmente significativo, poiché nei mesi precedenti a questo viaggio
partecipai a vari corsi, da Eric Pearl di Reconnection a Grabovoi e le sue tecniche mentali, viaggio scia-
manico con Bola Banstola, e leggevo libri sull’affascinante mondo del Theta Healing di Vianna Stibal.
Tutte queste tecniche parlano del creatore, dell’energia universale, della luce infinita o nominano Dio con
altre parole da quelle tradizionali. Universo, Fonte creatrice ecc. ecc.
Quando avvertii con chiarezza che l’energia mi stava facendo muovere le braccia, facendo questo movi-
mento della croce, ebbi proprio la sensazione che fosse un messaggio. Mi arrivò canalizzato:

“Fai attenzione, puoi chiamarla Energia, Luce e quant’altro, ma non dimenticare che la storia
dell’Umanità cambiò quel giorno fatidico. L’Umanità e la madre Terra, per la prima volta, sentirono
la “Compassione”, la vibrazione a cui tutti ci stiamo dirigendo con passo spedito”.

Meravigliato, stupito, fu per un momento difficile pensare che proprio io stavo ricevendo dallo Spirito
questo metodo di guarigione nuovo e mai visto fino ad ora. Il secondo messaggio che mi arrivò durante
l’estasi mistica fu:

“Ti diamo in mano questo nuovo sistema di auto guarigione proprio perché ognuno possa nella pro-
pria famiglia operare le guarigioni per i componenti della sua stessa famiglia. Abbiamo dato a te que-
sto metodo.
La Fonte è stufa di dare intuizioni a persone che poi ne faranno un business ad uso personale”.

Datomi in Ecuador, questo messaggio aveva ancora ancora più valore. Perché questo viaggio in Ecuador
che non era programmato? Qualche mese prima di intraprendere il viaggio sentii una forte spinta a ritor-
nare in Ecuador dove ero appena stato alcuni mesi prima. Che senso aveva? Perché mi sarei dovuto reca-
re in Ecuador ancora a distanza di alcuni mesi? Perché sentivo forte questa spinta a ritornare? Che senso
aveva tutto ciò? Mi lasciai guidare dall’intuizione, comprai il biglietto che lo Spirito aveva già staccato
per me, per potermi dare questo splendido messaggio della Fonte Creatrice. Dio sa e muove le pedine
quando e come vuole. Alla faccia della logica umana. Ricevere un così potente messaggio in un paese
che ha evidenti problemi economici, dove le cure sono quasi impossibili per tante persone fu veramente
indicativo. Se ci ripenso, ancora oggi mi fa vibrare forte e mi fa sentire responsabile di tutto il cammino
che insieme al gruppo Kryon/guarigioni stiamo facendo. Ci sono persone che non possono accedere a
nessun tipo di cura a causa di povertà. Il nostro sogno è quello di promuovere questo semplice metodo
che possa permettere l’auto guarigione per tutti. Nelle proprie case, in famiglia, con gli amici. Nei giorni
successivi all’estasi mistica cominciammo a provare il metodo e i risultati furono eccellenti. Tutti dice-
18
vano di sentire una vera e propria pace nel cuore, una qualche forma di guarigione. Alcuni vedevano luci,
altri avevano esperienze mistiche, altri ancora si sentivano toccare da mani invisibili. Tutti, proprio tutti,
avrebbero avuto delle esperienze nuove, mai successe. L’emozione e la responsabilità mi faceva sentire
così cambiato che la mia vita non fu più la stessa. Canalizzai un messaggio di chiusura per finire la ses-
sione di preghiera di guarigione. Da rivolgere alla persona della quale ci siamo presi cura. Le diciamo:
“con tutto l’amore che Dio mi ha insegnato, io ti auguro di raggiungere il Creatore e di nutrirti del
suo amore direttamente alla Fonte”.
La mia sensazione è che siamo di fronte a un qualcosa di grande che vorrei condividere con voi.
Dio ci ha dato (non a me, ma a tutti noi) un nuovo metodo di guarigione a costo zero, usufruibile da tutti.
Senza studiare, senza fare corsi. A me è stato dato il metodo, sono stati fatti vedere i passaggi tecnici.
Resta forte la sensazione che io abbia solo la funzione di divulgarlo a beneficio di tutti. Non sono pro-
prietario del metodo. Mi è arrivato, forse perché come io credo, sono “un designato”. Questa parola mi
arrivò in una canalizzazione (che potete leggere nel capitolo relativo alle canalizzazioni). Designato, ma
a che cosa? A effettuare un programma concordato con la Fonte, quando mi trovavo dall’altra parte del
velo. Il mio compito sarebbe stato quello di contagiare, “toccare” le persone e poi queste avrebbero
camminato da sole. Un catalizzatore puro. Chiunque fosse venuto a contatto con me avrebbe cambiato la
sua vita per sempre.
Si sarebbe risvegliato e avrebbe elevato la sua coscienza fino al punto di trasformare tutta l’Umanità con
la bellezza della propria luce. Sarebbe diventato a sua volta un faro. Si, proprio un “faro” di cui tanto si
parla. Il mio compito è quello di ricordarvi che siete “fari”, farvi innamorare nuovamente di voi stessi
con compassione. Da quel punto in poi, ricevetti questa meravigliosa energia catalizzatrice.
Una energia che trasformava le persone che mi stanno accanto. Me ne accorsi chiaramente durante i se-
minari. Le persone che stavano una giornata in quell’atmosfera, cambiavano. A volte per sempre. Io
aprivo una porta, come dice Kryon, e da questa porta filtrava una luce forte, talmente forte che innescava
una trasformazione. Gli amici con i quali ho condiviso tutto questo sono persone completamente nuove,
trasformate, emanano una luce più forte. Le loro vite sono state toccate per sempre. Nessun errore. Que-
sto era il piano. Lo Spirito ci ha chiamato. Noi lo abbiamo ascoltato. Non siamo più bravi di altri. Siamo
solo anime in cammino. Tutte sul solito percorso. Alcuni più avanti, altri un po’ più indietro. Tirare il
gruppo è il compito di quello che è più avanti. Nessuna bravura. Solo essere. Essere “designati” a fare
questo. Semplice. Senza fronzoli. Senza applausi. Solo la bellezza di un cammino voluto nella gioia e
nella condivisione.
Voglio mettere qui lo stralcio di una canalizzazione che indica me e altri come “designati”.
Durante una canalizzazione Zeneida, chiese se stavamo facendo bene il progetto dell’aiutare i nostri fra-
telli. La risposta, canalizzata, fu:
“La vostra opera è meravigliosa
È ora che voi prendiate coscienza che l’opera che state facendo.
È l’opera più grande che Dio abbia mai pensato per questo momento, nella storia dell’Umanità
Chi ha la forza di capire tutto questo, ovvero che la missione è quella giusta
Chi è stato designato è riuscito a sentirlo
Alcuni dei designati ancora stanno lottando contro l’incredulità della gabbia in cui tutti noi vivia-
mo
Quelli di noi che hanno capito ed eliminato “la gabbia” sono quelli più pronti…..
….. Tu potresti dire: io ho bisogno di una cosa e questa si materializza nel giro di un giorno o due
Non ti serve altro, se tu credi
Tutto quello di cui hai bisogno si sta materializzando per voi che siete designati
Marco Sestini è un designato
Voi dovete credere
Se non credete, non entrate in frequenza con quello che state per ricevere
Voi pensate che Dio non si sarebbe preso cura di voi?
Potete pensare questo?
Riuscite a pensare che voi che porterete la Luce della guarigione nel mondo
19
Potete pensare che Dio non vi ricompensi?
Quanto è grande la vostra fede? Guardatevi intorno
Il più forte di voi, per trovare la sua fede, deve scavare dieci metri sotto la sabbia
E troverà un granello piccolissimo
Voi non avete fede, solo un piccolo granello, il più piccolo del mondo
La vostra fede è grande come il più piccolo granello di sabbia di tutta la terra.
Aumentate la vostra fede col silenzio e la preghiera….
La preghiera…..…. è una preghiera muta……La preghiera è il modo di comunicare con Dio…
È un flusso che tu devi generare quotidianamente.
La preghiera non è fatta di parole, è muta
È fatta di silenzi
Tu offri il tuo silenzio a Dio e lo comprenderai nel silenzio
Non nel caos, non nel movimento, ma solo nel silenzio interiore….”

Dopo circa un anno dal momento in cui ricevetti i “movimenti” ci fu una canalizzazione che ci spiegò
esattamente a cosa servono. In un primo momento pensai che questi movimenti servivano per aiutare le
persone nel processo di auto guarigione. Invece no. Come sempre, all’inizio di un percorso si pensano
delle cose. Poi, nell’andare, si comprendono tante sfumature e il quadro prende i colori giusti. La cana-
lizzazione ci spiegò a cosa servivano i movimenti che facevamo prima di rilasciare l’energia sulle foto-
grafie delle persone. Quell’energia che donavamo ai nostri fratelli dopo che, facendo questi movimenti,
sentivamo le mani che pizzicavano di energia proveniente dalla Fonte. Ecco lo stralcio della canalizza-
zione relativa alla spiegazione dei movimenti:

…………“La preghiera “io amo la vita e chiedo la guarigione dei miei fratelli” deve essere cambia-
ta in

“io amo i miei fratelli e chiedo la loro guarigione per tutta la vita”

Cambiare è importante, stare aperti al cambiamento è importante. Non abbiate paura, non infila-
tevi in schemi predefiniti. Ogni nuova idea, ogni cosa nuova, provatela. Chi ti dice che i movimenti
non sono corretti, sbaglia.
Sono rituali antichi, ritornati da uno squarcio nel tempo
Sono rituali antichi, usati per migliaia di anni dagli sciamani a Machu Picchu
Quei movimenti erano fatti in gruppo nelle tribù per favorire le guarigioni
Come allora anche oggi l’amore di questo rito vi lega
Non c’è niente di strano, è solo bello, è solo un rituale di celebrazione
Lo Spirito ama le celebrazioni. Lo Spirito canta con voi. Lo Spirito ama il sorriso.
Chi ti dice che questi movimenti, chi mette in dubbio la veridicità di questi movimenti, non ha capi-
to che durante una guarigione si devono usare tutti i sensi.
Si deve usare il pensiero, si deve usare il tatto, si deve usare il corpo, si deve usare il canto, si devo-
no usare i movimenti rituali di gruppo.
Questo è il fondamento dei rituali di tutte le tribù del pianeta.
Voi ne avete fatto parte, ecco perché sentite che è giusto.
È una memoria antica che vi lega indissolubilmente a questi gesti.
Li avete fatti per migliaia di anni.
Non li ricordate, ma li abbiamo fatti arrivare per ricordare che qualunque guarigione che sia fatta
con lo Spirito necessita di un rituale.
Dove lo Spirito viene sollecitato e viene richiesto il suo intervento diretto.
Non serve parlare, nel movimento c’è la bellezza della connessione”…….
E ancora, entrando nel dettaglio del cosa sono e a cosa servono:

20
“Quando muovete le mani vi avvicinate alla vibrazione della multidimensionalità, il vostro DNA si
rilassa
Il vostro DNA accoglie la vibrazione dell’amore che gli state inviando
Quando voi guarite voi stessi state già iniziando a guarire i vostri fratelli”

Questo è il passaggio fondamentale che nessuno ancora ha capito: “Mentre fate i movimenti e state
accettando la benevolenza dello Spirito, voi state guarendo voi stessi
Da tutte le durezze della vostra giornata, della vostra vita
In quel momento, durante i movimenti state accedendo a una nuova modalità
Vi avvicinate fortemente allo Spirito, diventate multidimensionali
Guarite voi stessi perché solo quando siete guariti, potete guarire un fratello che sta vicino a voi
L’energia di guarigione, richiamata dai movimenti, guarisce prima voi, le vostre cellule.

E quand’esse sono perfette, entrano in risonanza con le cellule delle persone che intendete aiutare
Tutto questo è semplicemente compatibilità, risonanza”.
La spiegazione mi è sembrata bellissima e ci fa sentire veramente tutti Uno. Noi, lo Spirito, i nostri fra-
telli. Tutte anime senza nessuna differenza. Nessun colore diverso fra noi. Nessuno più bianco o più nero.
Solo e soltanto tutti Arcobaleni meravigliosi che solcano il cielo della vita. Mi fu spiegato in una altra
canalizzazione che il colore dei chakras è arcobaleno. Nella nuova energia nessun colore specifico.
L’amore e la benevolenza di Dio si intrecciano nell’armonia di tutti colori diventando una sola spirale di
colore. Arcobaleno. Come i bambini dell’ultima generazione. Coloro che porteranno il pianeta fino
all’ascensione. Coloro che saranno i frutti dei semi piantati da noi.
Un altro grido mi arriva nella notte:
“Trasforma il dolore in gioia!”
Fu la notte antecedente il seminario di Messina. In Sicilia, il 13 Novembre 2015, compresi come una
parte molto ampia di responsabilità grava su di noi. Noi siamo quelli che dobbiamo trasformare il dolore
dell’Umanità in gioia. Trasformare, un compito importante. Cambiare la vibrazione. Noi siamo quelli
che, ballando e cantando ad Auschwitz, cambieremo la vibrazione di terrore che è memorizzata in quel
suolo. La Madre Terra, essere senziente che coopera con noi, registra questo cambio. Questo cambio va
nelle griglie del pianeta, nelle memorie dell’Umanità, sposta qualcosa. Fa cambiare il “sentire” di questo
campo dove si compirono orrori. Le nuove generazioni cammineranno su quel prato liberi e felici. Grazie
a noi e quelli come noi, non si percepirà più il dolore. Sarà trasformato in gioia. Ce lo chiede la Fonte
amorevole. Quel Dio, Padre/Madre di tutti, che ci ha messo qui a fare questa esperienza. A fare questo
viaggio, di cui lo scopo è il viaggio stesso. Vivere felici, innalzare la vibrazione del pianeta trasforman-
do le coscienze di chi ci vive. Noi siamo la Nuova Umanità. Siamo coloro che credono che un mondo
migliore sia possibile. Siamo quelli che, nonostante i nostri sbagli, ci amiamo con compassione. Rispet-
tiamo noi stessi e i nostri fratelli/sorelle. Vogliamo felicità. La nostra meta. La felicità, il sorriso, la
gioia, le celebrazioni, i canti, i fiori, i frutti della Madre Terra. Questo ci basta. Non ci serve altro. Lo
Spirito è più grande ora. C’è meno bisogno di materia. C’è più bisogno di Amore Universale. Il sogno sta
diventando realtà. Un poco di pazienza ancora. Il Dio che è dentro di noi ce lo fa sentire. Sta cambiando
tutto. Anche se, come ci dice Kryon, Dio non ha l’orologio, mi auguro che questo spostamento di quota
Luce nel buio sia il più veloce possibile. Dio, fa che la nostra compassione faccia innalzare la vibrazione
del pianeta come meritiamo! Che l’amore cominci a giocare la partita definitiva! Mai più divisi, sempre
uniti.

”SEMPRE OVUNQUE SOLO AMORE”.

Questo è il nostro motto. Avete notato come una volta, stando da soli, ci si sentiva soli? Soli veramente,
una sensazione di solitudine. Ora, quando si è soli, e tante volte si sente il bisogno di star soli, si percepi-
sce un abbraccio benevolente dell’amore di Dio. Ci si sente coccolati, amati. Star soli equivale a entrare

21
in connessione, aprire la porta e lasciar entrare quella luce benefica che ci fa stare tanto bene. Come è
cambiato tutto! Davvero…
Ricordo qualche anno fa, a casa di Paola Musa a Genova, durante una regressione, chiesi alla connessio-
ne che lei aveva in quel momento: “ È vero che ormai la luce e il bene hanno vinto sul male e l’oscurità?
Possiamo considerare la partita vinta, o dobbiamo ancora aspettare?”
La risposta, per certi versi agghiacciante, ci richiamò alla responsabilità della nostra missione e fu:
“Il dolore filtrerà attraverso di voi”.
Questa frase lì per lì mi lasciò di stucco. Poi cominciai a capire e metabolizzare che siamo tutti Uno.
Questa illusione che tanti vivono, di sentirsi più avanti di altri nel percorso della vita, è una vera e propria
illusione. Tutti siamo sulla stessa barca, tutti siamo nel solito cammino. Chi è più avanti, è solo perché
deve tirare gli altri. Non pensino coloro che si sentono orgogliosi dei propri studi e di aver letto tanti li-
bri, o di essere stati tanti volte in India a respirare lo Spirito, di aver raggiunto qualcosa più degli altri.
Questo di più lo ricevi solo ed esclusivamente perché lo dovrai donare. Donarlo per bilanciare la dualità
del pianeta.
“Love and compassion“ ci dice Lee Carroll. Io sono d’accordo.
E tu, che aspetti, se non l’hai già fatto, a vedere una strada nuova? Nuove possibilità.
Vivere con l’amore al primo posto nella tua vita. Che ne pensi? Sei ancora in dubbio? Chiarisciti le idee e
poi contattaci. Noi siamo il gruppo Kryon/guarigioni, la tua famiglia.
Ricordo una volta che ero in Ecuador, ci recammo a trovare un nostro fratello che aveva subito una ope-
razione al cuore molto pericolosa. L’emozione fu tanta. Lui, ancora con dei tubi dentro il corpo, si sedet-
te vicino noi. Eravamo seduti in cerchio. Cominciammo a muovere le mani chiedendo allo Spirito di dar-
ci energia amorevole per cambiare il “clima energetico nella stanza” e per aiutarlo. Lui cominciò a suda-
re. Prima che arrivassimo era infreddolito. Vederlo sudare, così abbondantemente, ci faceva capire che
l’energia risolutiva che avevamo richiesto era proprio lì a fare il lavoro. Due infermiere che sedevano in
un angolo della stanza e compilavano cartelle di lavoro, sentendo questa meravigliosa energia, ci chiese-
ro se potevano sedersi nel nostro cerchio. La cosa singolare fu che percepii che in quell’ospedale, la vi-
brazione di dolore nei reparti era molto intensa. Quando entrammo e camminavano per i corridoi
l’atmosfera era davvero pesante. Sembrava di vedere le persone che si muovevano con fatica, appesantite
da quel clima di sofferenza, chiaramente percepibile. Mentre stavamo “trasferendo” energia in quella
stanza, cominciammo a sentire qualcosa di singolare. Le nostre mani non smettevano più di muoversi.
Più andavamo avanti, più c’era energia. Noi continuavamo guardandoci negli occhi. Questa era una cosa
nuova, avere la sensazione di non smettere mai. Continuammo per quasi un paio di ore con i gesti con le
mani, con queste carezze nell’aria, fino al punto di vedere la gente che transitava nei corridoi con una
vibrazione diversa. Si compì qualcosa di veramente unico. Riuscimmo senza volere, a cambiare la vibra-
zione energetica dell’ospedale. Riuscimmo a “filtrare” quel dolore. L’energia che si sentiva ora nei corri-
doi era pulita, fresca. Gli operatori camminavano con un sorriso e un piglio diverso da quando li aveva-
mo visti precedentemente. Uscendo, tutti i reparti e tutti i corridoi erano “cambiati”. Fummo spazzini,
ripulitori. Fu una sensazione bellissima che ci fece capire quanto tutti noi siamo importanti. Quanto tutti
noi, nessuno escluso, possiamo cambiare. Cambiare la vibrazione del dolore e trasformarla in gioia. Tutti
possono fare qualcosa, nessuno escluso. Non nascondiamo più la testa sotto la sabbia! È il momento di
agire. Alle parole, sempre meno importanti, devono seguire i fatti.
“L’amore si esprime con le opere” fu una frase che mi restò impressa. Un grido ricevuto nella notte che
mi fece sobbalzare dal letto. Lo sentii forte. Uno scossone. Non bisogna più circondarsi di belle frasi sen-
za passare all’azione. I nostri fratelli hanno bisogno di qualcosa di concreto. Non di filosofico. Di pratico.
Amore concreto, reale, palpabile. Essere utili è tutto. Fa parte di un nostro bisogno. Un bisogno “evoluti-
vo”. Qualcosa che ci fa crescere. Grazie di esistere, fratelli del gruppo Kryon/guarigioni. Siamo tutti la
stessa nota in un coro di strumenti diversi. Ognuno di noi, bellissimo, diverso da tutti gli altri. Unico nel
suo genere. Insieme, suonando la stessa nota, si arriva alla “sincronia” perfetta. La perfetta risonanza dei
nostri intenti. Chi ha fede si salva. Sempre. Ce lo disse Gesù, il grande maestro: “Vai, la tua fede ti ha
guarito”

22
I limiti sono auto imposti
“Più si va avanti più tutto cambia
Più tutto cambia più tutto si risolve
Più tutto si risolve più si è felici
Più si è felici più si è pieni di amore
Più si è pieni di amore più si ha voglia di dare
Più si ha voglia di dare più lo Spirito si arricchisce
Più lo spirito si arricchisce più siamo in comunione con Dio”

Gaetano

Camminando al fiume con Max, il mio Jack Russel, pensavo: non sarà un limite il dovermi recare in uffi-
cio per poter aiutare una persona che chiede aiuto?
In effetti, a chiunque mi chiedeva di essere aiutato, dicevo di aspettare che fossi arrivato in ufficio ove
utilizzavo un sistema che mi fu insegnato da un vecchio radiestesista toscano.
Questa è la storia. Luigi mi invitò a un seminario di Radiestesia per conoscere il relatore che egli definì
interessante. Ancora non conoscevo i principi dell’energia, come inviarla, come usarla, come trarne risul-
tato. Il vecchio radiestesista fu illuminante. Ero capitato al posto giusto nel momento giusto. La sincroni-
cità che l’Universo realizza per noi, perfetta. Erano mesi che pregavo per trovare la soluzione del come
aiutare i nostri fratelli/sorelle ecuadoriani a distanza. Come puoi aiutare una persona distante 12mila chi-
lometri? mi domandavo. Eppure ci deve essere una soluzione, un metodo. Non è possibile fermarsi.
Lo spirito non ha limiti. Dio non ha limiti. Se vuole, ti aiuta. Se tu sei nel flusso giusto, nell’onda di rea-
lizzazione giusta e la cavalchi, arriva tutto ciò che cerchi, ciò per cui vibri. Se hai sogni e vibri alto, tutto
si realizza, prima o poi. Devi solo saper aspettare il momento giusto, il giorno giusto. Con pazienza.

Ero al cospetto di una persona che lavorava tutti i giorni con l’energia. Usava anche degli strumenti auto
costruiti coi quali faceva una specie di “lavaggio energetico”. Tutto molto interessante. Dopo aver parlato
con lui, scattò la lampadina, mi illuminai, il sogno si stava realizzando. Sentivo come dei campanellini
suonare nella mia testa. L’emozione mi pervadeva. Mi recai subito in ufficio. Realizzai subito un doppio
decagono, ci posi al centro la foto della persona come indicatomi. Scrissi delle formule all’interno del
doppio decagono. Le formule richiamavano energia orgonica con una speciale intenzione. Lo stupore fu
grande quando mi resi conto, quasi subito, che la cosa funzionava. Che bello, avrei potuto aiutare i miei
fratelli/sorelle ecuadoriani che avevano bisogno di me! Gente che non accede a cure mediche, che ha
poca conoscenza di come curarsi. Che ha problemi nel potersi pagare delle cure costose. Il sogno si stava
realizzando? Troppo presto per dirlo. Ma fu l’inizio.
L’inizio di un cammino che avrebbe cambiato per sempre la mia storia e il mio rapporto con l’energia.
Iniziavo a capire come usarla, come manipolarla, come trarne risultato. Come tutti i novizi, commisi al-
cuni errori. Il più grande fu quello che mi spremevo talmente tanto che, quando uscivo dall’ufficio avevo
i crampi ai polpacci. Feci dei test e scoprii che si “bruciava” tutto il potassio che avevo in corpo. Ci misi
un po’ di tempo per capire che non dovevo usare la mia “energia vitale”.
Un consiglio che voglio dare a tutti. Questo è uno degli errori più gravi e clamorosi che commettiamo.
Eppure anche uno dei più facili da fare. Usare la nostra energia vitale per inviare energia, equivale a sca-
ricarsi completamente. Equivale a prendere su di sé, sobbarcarsi tutto il carico energetico della cosa che
stiamo facendo. Praticamente tu dai e la persona riceve. Lei sta meglio, tu ti esaurisci. Tipico problema
noto a massaggiatori e pranoterapeuti. Utilizzando la propria energia vitale, entri in uno stato di “debo-
lezza energetica” e apri la porta all’arrivo di energia sporca indesiderata. Entri in empatia con la persona
che stai trattando e, nel momento in cui il tuo stato energetico si abbassa, comincia il “travaso”. Cominci
23
a “tirare su” tutto lo sporco energetico della persona che vuoi aiutare. Quando capii questo, mi attivai per
stare “nel flusso” dell’energia cosmica.
L’Universo è energia. Tutto è energia. Basta “vibrare alto” e stare in connessione. La Fonte genera per te
uno stato particolare in cui tu ti muovi senza sforzarti. Praticamente è come se ti spostassi dal centro
dell’azione, come se ti mettessi di lato a “sentire” come tutto scorre e va come deve andare. La persona
che stai trattando “riceve” Luce. Riceve il tuo amore, la tua intenzione amorevole. Come è possibile tutto
questo?
Bisogna avere fede. Fede in ciò che si fa. Credere che tutto sia possibile. Allora tutto diventa possibile.
Pensando, creiamo la nostra realtà. Se tu vuoi essere un guaritore, o meglio facilitatore di guarigione, lo
pensi e lo diventi. Ricordate la legge di attrazione? Così funziona. Tutto si avvera. L’ingrediente base
deve essere la purezza dell’intenzione di aiutare.
A questo punto della storia, ero arrivato a scoprire “il segreto”, quello che per tanto tempo mi era stato
celato da persone più esperte di me che non volevano mai rivelarmi come si arrivava allo stargate. Quale
fosse il segreto del manipolare l’energia. Queste persone che definirei di vecchio stampo, vecchie conce-
zioni, custodivano la conoscenza per sé. Gelosamente, ti davano qualcosa, direi un “contentino” per farti
continuare a fare corsi, ma mai ti spiegavano i segreti di ciò che avevano scoperto. Ora è tutto cambiato.
Ora si arriva subito al punto. La nuova energia ha cambiato tutto, anche i tempi di realizzazione delle
cose. Tutto è più rapido. Le porte si aprono con più facilità. Immediatamente.
Basta! È finito il tempo in cui questi pseudo “guru” ti vendono la loro conoscenza. Eticamente, credo
che si debba vendere la propria prestazione, ma non la conoscenza. La conoscenza è un bene
dell’umanità, nessuno ne è proprietario. La nostra conoscenza attuale è anche figlia della conoscenza che
ci hanno lasciato i vari Einstein, Planck, Leonardo da Vinci, Newton, Tesla ecc.
Come si fa ad “appropriarsi” dell’energia e della conoscenza e “venderla” come se tu ne fossi proprieta-
rio? Il mondo sta cambiando e rapidamente. I contenuti gratuiti stanno aumentando sempre più. Si trova
tutto in rete, gratuitamente, tutte le informazioni di cui necessiti. Viva il cambiamento. Tornando al tema
dei limiti, in quel periodo così vivace per il mio apprendimento, capii che tutti i limiti che abbiamo sono
auto imposti.
Nel momento in cui noi diciamo: non ce la faccio a fare questo, non sono portato a fare quest’altro, il
nostro corpo recepisce il messaggio di impossibilità del poter realizzare quel proposito. A quel punto te
lo impedisce, ti fa sentire impreparato, inadeguato a risolvere quella cosa per la quale ti definisci “nega-
to”. Nei primi momenti in cui inviavo energia di guarigione, dovevo essere nel mio ufficio, con tutta la
attrezzatura pronta. Foto, decagoni, formule, protezioni ecc. fino a quando, quel giorno passeggiando al
fiume, scattò nella mia mente l’idea che tutto questo fosse un limite. Un limite che io stesso mi impone-
vo. Perché?
Perché a volte cambiare fa paura, anche se si tratta di piccoli cambiamenti. Scegliamo sempre la strada
più facile e, quando le cose funzionano, non vorremmo cambiare neanche una virgola.
Questa è detta anche zona comfort. Un luogo conosciuto dove tu hai la ”mappa” esatta di tutto ciò che
devi fare. Conosci tutto a menadito. Non hai “paura” di sbagliare. Questo modo di procedere cozza con-
tro il cambiamento imposto dalla nuova energia. La nuova energia celebra l’incertezza. Come ci spiegava
Kryon, la nuova energia è ballerina, non rispecchia più il vecchio modo di camminare. La nuova energia
è sfuggente, la devi “acchiappare”. Immaginate una stazione radio. Nella vecchia energia, ogni giorno,
ritrovavi la tua stazione radio che era selezionata sempre sulla solita onda. Mai avevi bisogno di spostare
la manopola, di cercare la stazione. Tutto sempre uguale, nessun cambiamento. Oggi ti siedi in auto, ac-
cendi la radio e la stazione non c’è più. Devi muovere la manopola, cercarla di nuovo. La stazione radio
ha deciso che ogni giorno cambia frequenza, si sposta, è ballerina. Mai fissa, sempre in movimento. Que-
sto “cercare” ha creato la fatica nei nostri corpi dal 2012 al 2016. Dal 2017 in avanti l’energia si è stabi-
lizzata. O meglio, i nostri corpi sono più settati per funzionare meglio. Si percepiscono meno scossoni
energetici. Prima la nostra struttura cellulare “cercava la stazione radio” dell’energia per sintonizzarsi e
stare bene. Questo è stato difficoltoso. Soprattutto per chi non è stato aperto al cambiamento. Per chi non
è stato aperto con il cuore. Non ha voluto cambiare. Ha avuto paura. Voleva che tutto restasse fermo e
immobile. Permanere nella vibrazione bassa dell’energia di sopravvivenza ante 2012. Ora l’energia è di
24
cooperazione, di movimento, mai ferma, ti fa sempre stare in stato di “ricezione”, in una nuova modalità.
Chi lo capisce e cambia sta bene, gli altri meno, molto meno.
Finalmente avevo imparato a inviare l’energia a distanza. L’energia segue il pensiero. A un certo punto
tutto sembra facile, dopo aver capito. “Informare”, era la parola che usavano i più esperti e che io non
capivo. Ma come si informa una cosa? Mica ha un cervello. Come si fa? Erano domande ricorrenti. Per
una mente abituata a usare la logica questo rompicapo è grande. Davvero.
Poi impari ad usare il cuore, il campo magnetico più forte che abbiamo. E allora tutto cambia. Le cose si
cominciano a “sentire” anche se non esiste la logica alla quale sei abituato. Il “sentire” ti da grandi soddi-
sfazioni. Il limite comincia a crollare. Il limite è la tua mente. La tua auto imposizione negativa. “Non ne
sono capace. Come posso riuscire a fare questo”? Quante volte ho sentito questa frase. Il limite ora non
esiste più. Perlomeno nella intenzione. Tutto è possibile, veramente tutto. “No limits. No more”.
Cominciai ad aiutare i miei fratelli/sorelle ecuadoriani per un lungo e intenso periodo. I risultati che otte-
nevo mi facevano commuovere. Mi scrivevano delle cose talmente belle che quando le leggevo, piange-
vo. “La mia vita è cambiata grazie a te”, “Sono una persona diversa, rinnovata totalmente”. Erano tal-
mente belle queste parole che il mio ego si gonfiava. Quasi quasi ero convinto di essere un guaritore, con
tutte le caratteristiche del ruolo. Sarebbe passato un po’ di tempo prima che potessi capire che il disegno
di Dio era talmente più grande da lasciarmi attonito.
L’inizio è l’inizio per tutti. Passi per quella fase in cui la gente ti fa sentire “potente” e ti senti quasi uni-
co. Poi, piano piano, capisci che fai parte di un disegno. Il disegno che lo Spirito, Dio, ha concordato con
te prima che mettessi piede sul pianeta Terra. Il disegno al quale, nella parte di là del velo, sicuramente
anche la tua anima ha contribuito a realizzare. A dare forma a questa esperienza terrena ricca di dualità e
di doni. Solo se tu fossi riuscito a capire durante il cammino della vita di far parte di un disegno più
grande. Se dopo il 2012 la tua coscienza avesse cominciato ad elevarsi e portarti in alto. In alto coi tuoi
pensieri, con le tue opere. Poi giunsi a un punto in cui, mentre mi trovavo in bagno o al semaforo in atte-
sa del verde, inviavo onde energetiche di riequilibrio. Alla massima velocità e con una facile realizzazio-
ne.
Una notte ricevetti un grido:
“L’amore si esprime con le opere”.
Strano modo di comunicare dello Spirito. Gridi, nella notte. Poche volte, ma ben comprensibili, da non
dimenticarli più. Un’altra volta la voce gridò:
“ La felicità è avere meno cose”.
Quante riflessioni, dopo quelle voci, quanto capire che il cambiamento sarebbe stato “ribaltare” comple-
tamente la propria vita. Passare da uno stato di dormiente a uno stato di risvegliato. Ormai pronto, con il
“segreto” in tasca di come inviare l’energia di guarigione, mi apprestavo a percorrere un cammino nuovo
che mi avrebbe portato a fare cose che mai avrei pensato fossero possibili. Ormai era avvenuta la com-
prensione che i limiti, le malattie, tutto ciò che ci “frena” nella vita fa parte di un paradigma, uno schema
nel quale ci muoviamo.
La matrix. Questa matrice che ci porta su un percorso stabilito a tavolino da altri. Come schiavi che pen-
sano di essere liberi. L’illusione è grande. Vivere pensando di essere liberi e invece seguire uno schema
che si auto alimenta. È come vivere accanto a un mostro la cui testa diventa sempre più grande, ma invi-
sibile.
Sicuramente in futuro riusciremo a “creare” la materia. Quando il nostro DNA avrà aumentato la sua
porzione quantica, la sua parte multidimensionale, riusciremo a farlo. Sai Baba, Gesù, Paramhansa
Yogananda e altri Maestri ce lo hanno dimostrato. A un certo stadio di evoluzione la materia si crea. La
coscienza va oltre la fisica, la manipola. Crea la materia, la genera dalla tua consapevolezza. La vibrazio-
ne la puoi spostare e manipolare come vuoi. L’intensità della Luce la puoi indirizzare dove vuoi. Puoi
cambiare le proprietà della materia, dare un colore differente a un oggetto. Fare cose che difficilmente
sono immaginabili ora. Anche Kryon ci ha spiegato questo. L’ultima fisica che conosceremo non sarà la
fisica dell’anima, sarà la fisica della coscienza. È la nostra essenza che crea la materia, stravolge i concet-
ti della fisica che conosciamo. La nostra coscienza può togliere la gravità agli oggetti, ripristinare i pro-
grammi delle nostre cellule, riportarle allo stato iniziale. Quando tutto era perfetto. La visualizzazione
25
sarà lo strumento del futuro. Tutti gli strumenti che abbiamo oggi, grazie alla nuova energia, sono più
profondi, potenti, intensi. Tutto è più creativo, intuitivo, benevolente, amorevole, compassionevole.

I NUMERI
“L’universo comunica con noi attraverso i numeri”

Gaetano

I numeri come aiuto nell’auto guarigione. Un bell’argomento del quale ne sappiamo ancora troppo poco.
Sappiamo che un numero ha una energia propria. Basta scriverlo su un foglio, porre la mano a 20 cm di
distanza per sentirne la vibrazione. Normalmente si percepisce, si “prende”, con la mano sinistra. Discor-
so contrario per i mancini. I mancini “prendono” al contrario, con la mano destra e rilasciano energia con
la mano sinistra.
Quando un numero è seguito da un altro numero o da altri numeri, diventa come una “squadra”. Un nu-
mero rafforza il successivo e “scambia” qualità e proprietà con il suo numero vicino. I numeri singoli
stando vicini si danno forza, si trasmettono energia e si completano nell’energia finale percepibile di quel
numero che abbiamo scritto. Noi chiediamo sempre se un numero abbia una valenza che possa aiutarci
nel corpo, mente o anima. Poi lo proviamo, scrivendolo sulla mano.
“Tiriamo su” la sua energia, lo facciamo vibrare nel nostro campo energetico. Percepiamo la vibrazione
nel nostro campo, ne sentiamo gli effetti e i benefici. A volte, come nella medicina omeopatica, il nume-
ro potrebbe creare un momentaneo disturbo per poi lasciare spazio a una sensazione di benessere, di “ri-
pulitura” del campo energetico. A volte non si percepisce nulla. In quel caso, direi, che il numero non è
appropriato per quella persona che lo sta provando. Non vuol dire che non funziona, vuol dire solo che
non funziona per quella determinata persona. Abbiamo lavorato spesso sui numeri di Grabovoi, che sono
fenomenali.
Tuttavia abbiamo ricevuto numeri, nel gruppo Kryon/guarigioni, che abbiamo provato e il risultato è
questo: qualunque sia il numero che una persona riceva è più appropriato di un numero ricevuto da altri,
Grabovoi compreso. Ognuno deve, se riceve, usare i “propri” numeri. Certamente, bisogna tuttavia valu-
tare se i numeri sono stati ricevuti in uno stato appropriato. Ovvero in stato Theta, e con consapevolezza.
Noi diciamo sempre:

“Spegniamo la mente, accendiamo il cuore”.

Questo è un po’ il segreto del far funzionare le cose nel mondo dell’invisibile.
Nelle pagine successive vi facciamo un elenco dei nostri numeri favoriti, ovvero quei numeri che usiamo
sempre e in quasi tutte le situazioni. Abbiamo deciso di scrivere un numero per ogni pagina, grande al
centro, in modo che chiunque lo legga possa avere un “impatto” o una sensazione già visualizzando il
numero scritto a caratteri cubitali. Non aspettatevi risultati da qualsiasi numero leggerete. Come sempre,
alcuni funzionano meglio, altri meno. Tutti hanno un loro perché e una loro storia. Non sottovalutateli.
26
Usare l’energia dei numeri non costa nulla (forse per questo non tutti li usano!). Solo tanta consapevolez-
za e profonda visualizzazione. In ogni pagina dove c’è scritto il numero troverete la storia del numero
stesso e di chi lo ha ricevuto, le prove che sono state fatte e i risultati che crediamo possiate ottenere
dall’utilizzo del numero stesso.

Buona lettura! e UTILIZZO DEI NUMERI COME SISTEMA DI AUTO GUARIGIONE!

Il cassetto magico

2033
1589
66266
588184
151334
25811
2222
161616
131113
27
2033. In assoluto il numero più famoso che utilizziamo. Ricevuto da me in una nottata nella quale cana-
lizzai molti numeri. Il 2033 ormai attinge a un campo morfico dove si legge l’informazione della funzio-
ne del numero stesso. Una vera e propria eggregora. La funzione che è stata “percepita” per questo nume-
ro è di ripulitura del campo energetico. Una vera e propria “bomba” di Luce che va a pulire e togliere
qualsiasi tipo di energie sporche, dalle più semplici alle più difficili. L’Universo ha registrato ormai que-
sto numero e le ha assegnato la funzione di numero ripulitore. Ormai usatissimo da noi tutti, il funzio-
namento è quasi “garantito”. Personalmente, visualizzo la persona che tiene in mano un cartello a caratte-
ri molto grandi con scritto 2033 e vedo un fumo arancione salire dal centro del corpo verso la parte de-
stra. Vedo uscire un fumo, uno “sporco energetico” che fa vibrare intensamente e, a volte, fa tremare la
persona ricevente.

Da diverso tempo ci siamo specializzati nell’utilizzo e nell’invio di questo numero. In pratica lo usiamo
come apertura della “sinfonia di onde” che inviamo alla persona che ci richiede aiuto. Fa parte dei nume-
ri “magici”, per così dire, che tanto ci aiutano e ci garantiscono buoni risultati. Li usiamo normalmente
per trattamenti a “distanza”. Ricordo una volta un episodio un po’ particolare successo in Ecuador. Una
amica mi chiese di inviare questo numero a un suo amico che ne aveva bisogno poiché si sentiva “spor-
co” energeticamente. Li avvisai che questa operazione non era un gioco. Da non sottovalutare, poiché
l’esperienza avrebbe potuto essere intensa . Dopo l’invio del numero, dopo circa cinque minuti, ci sen-
tiamo sempre per sapere l’effetto che ha fatto. Non ebbi risposta per almeno venti minuti. Cominciavo a
preoccuparmi.

2033
28
Ricevo un messaggio whatsapp nel quale mi si comunicava che la persona ricevente aveva avuto una
esperienza unica e addirittura le braccia gli erano diventate di un colore rosso violaceo. Aveva sentito
uscire tante energie sporche dal campo energetico. Quando le energie sporche lasciano il tuo campo, po-
tresti sbadigliare molto. Lo sbadiglio è associato alla fuoriuscita di “sporco”.
Invito tutti voi a provare questo numero e rilasciare una testimonianza di che cosa accade. Potete scrivere
a Messenger a Gaetano Caccia o, previo iscrizione, scrivere un post alla pagina Facebook di
kryon/guarigioni ispirato a Lee Carroll.

2222. Ricevuto da me. Il 2222 viene usato per “armonizzare la dualità”. Nei primi momenti fu usato po-
co, poi arrivò in una canalizzazione la frase: “Dovete usare di più il numero 2222”.

Da quel momento in poi è uno dei nostri numeri favoriti. Un grande numero di armonizzazione. Ci si
sente bene, più tranquilli. Una sensazione di star bene a prescindere. Grande stabilità psichica ed emoti-
va.

Stralcio della Canalizzazione ricevuta riguardante il 2222.


………”date loro strumenti semplici ..Frequenze numeriche..Lavorate con le frequenze numeriche….
……Questo è quello di cui hanno bisogno: frequenze numeriche…
Usate spesso e di più il numero 2222
Questo è un portale
È il portale della dualità
Va ad armonizzare il bene ed il male all’interno della persona
2222 inviate questa frequenza e la persona si armonizza

Nello yin e nello yang si armonizza, le persone hanno bisogno di voi”………..

2222
29
1589. Ricevuto da me in Ecuador. Fine Gennaio 2016. Quito, capitale dell’Ecuador. Avevo tenuto due
seminari ed ero veramente molto felice. Una accoglienza splendida, seminari con sale grandi e gremite.
Bellissimo. Ero talmente felice, che, quando nella notte
mi venne in testa questo numero non volli crederci. Pensai tra me e me: basta! Voglio dormire.

Poi pensai, nel pieno sonno: ho ricevuto circa quattrocento numeri, dei quali ne uso circa una cinquanti-
na. A che scopo mi giunge un altro numero? A cosa mi potrebbe servire? pensai, continuando a dormire.
Non ho davvero voglia di alzarmi e scriverlo.

Subito “la voce” che sentii quella notte disse: “Gaetano, svegliati, scriviti questo numero, sennò poi te lo
scordi”. Non ci volevo credere. Nel sonno più profondo, pensai: no, non ce la faccio proprio ad alzarmi.
Poi, non arrestandosi la comunicazione, decisi di accendere una luce fioca e presi il cellulare dove anno-
tai: 1589.
Che senso ha? Intanto lo scrivo, poi ci dormo su, poi vediamo. Tornato in Italia, per circa venti giorni
non ricordai minimamente questo numero. Neanche di averlo ricevuto. Scordato, me ne ero completa-
mente scordato. Senonché, leggendo la nota sul cellulare, vidi il 1589 e cominciai a pensarlo.
Era sera, ero nel letto e immediatamente percepii una forte energia. Forte, fortissima. Talmente forte da
non riuscire a dormire per tutta la notte. Al mattino, riposato e pieno di forze, senza sonno alcuno, feci le
solite cose di tutti i giorni. Incredibile! Questo era un numero davvero pazzesco. Però, il mio scetticismo
da radiestesista, mi faceva sempre dubitare di me stesso e mi spronava a chiedere spiegazioni e condivi-
sioni. Propongo il numero ai fratelli/sorelle del gruppo Kryon/guarigioni.

1589
30
Chiedo di fare dei test e ricevo un buon numero di testimonianze davvero interessanti e incoraggianti.
Non mi ero illuso. Funzionava!! Davvero! Chiesi a un’amica, che canalizza Maestri Ascesi, se poteva
aiutarmi a saperne di più. Qui sotto riporto la sua canalizzazione e la risposta che mi è arrivata da “las-
sù”. Dalla fonte.
La prima volta che provai il numero durante una sessione di preghiera notai che l’energia era aumentata
talmente tanto che non si riusciva a meditare!. Quella sera feci un rapido test e vidi che era proprio il
1589 che “rilasciava” questa energia. Il numero era posizionato sul tavolo dove si trovavano le foto delle
persone che aiutiamo. A partire da quel giorno, tutti i gruppi e tutte le sessioni utilizzano il numero, po-
sto al centro del tavolo in mezzo a tutte le fotografie. Lo scriviamo a caratteri grandi su un foglio bianco.
Un vero aiuto per la sessione di preghiera di guarigione. Chiedo a chiunque voglia provarlo, di farlo solo
a “scopo di auto guarigione”. Così ci fu indicato dalle guide della nostra amica. Non giocate con quel
numero, usatelo in maniera consapevole. Fu una bella risposta all’esubero di foto che avevamo in quel
periodo. Grazie Spirito, grazie Fonte Creatrice, grazie Kryon!. La risposta era arrivata puntuale. La rispo-
sta alla nostra ricerca di un numero ideale massimo di fotografie da poter mettere alle sessioni di preghie-
ra di guarigione. Ricordo ancora le serate con due tavoli grandi pieni di foto e, sotto i tavoli, ancora foto.
Tutti coloro che “rilasciavano energia” dovevano inginocchiarsi per decine di minuti per poter donare
Luce anche alle persone in foto sotto i tavoli. Non ce la facevamo più. Era davvero pesante. Avevamo
bisogno di un aiuto vero. Ecco il perché di questo numero benedetto!! Usatelo con un intento ben preci-
so: favorire la auto guarigione

30/01/2016 – Dialogo tra questa amica e la sua Guida per noi del gruppo Kryon/guarigioni
“Buongiorno, posso chiamare Kryon per rispondere alle domande di Gaetano Caccia?’”
Si, certo, lui è qui ed è disponibile a parlare con te.
Buongiorno Anima, cosa vuoi sapere?
“Kryon vorrei chiederti ……….
“………Ora vuoi sapere del numero 1589. Questo è un portale energetico e si pone tra voi e l’Universo.
Apre le porte della Compassione e dell’Amore. Fatene buon uso e aspettatevi grossi/grandi risultati”.
Ricordo ancora il problema della quantità enorme di foto che arrivavano alla nostra mail energiamadre-
pura@gmail.com. Ricordo che facevamo sessioni con più di trecento persone in fotografia. Senza contare
i partecipanti dal vivo. Era veramente un momento duro, di riflessione. A volte, non è facile gestire una
richiesta così enorme di aiuto. La pressione che sentivamo, alla quale non eravamo abituati, ci rendeva
instabili, un po’ insicuri. Consideriamo quanto sia difficile dover dire alle persone: tu si, tu no. Tu hai
spazio e puoi accedere. Tu no, non hai spazio e non accedi al servizio di rilascio di energia di guarigione.
Pensate alla responsabilità che sentivamo. Fu veramente non facile come inizio. Avevamo messo in piedi
un qualcosa più grande di noi?
Ecco dei post del gruppo che trascrivo qui: (ho tolto alcune parti non inerenti al tema)

Buongiorno famiglia!
…………..Il problema che nasce è che la gestione di tutte le richieste e di tutte le foto comincia a diven-
tare piuttosto pesante e articolata……
……Sta diventando un lavoro immenso
Considerate che dopo ogni sessione di preghiera di guarigioni facciamo un test per verificare coloro che
sono stati raggiunti dal rilascio di energia in maniera più intensa e profonda.
Dopo l'introduzione del benefico 1589 abbiamo visto che il numero di coloro che ricevono è piuttosto
alto. Fino a quaranta per ogni sessione. Ogni foto è collegata a una mail e noi scriviamo a tutti o quasi
per chiedere che cosa hanno sentito e le loro sensazioni. È un lavoro molto importante poiché riceviamo
un feedback sulla nostra attività di aiuto. Abbiamo così la sensazione se tutto ciò funziona veramente.
i riscontri sono stati molto molto incoraggianti. Grazie, grazie, grazie, a Dio! La nostra fede è incrollabi-
le.

31
Altro post:

Buongiorno famiglia!
…….
Mi fanno sapere che la sessione di preghiera di guarigione è stata piena di sorrisi, pianti, gioia irrefrena-
bile.
Questi sentimenti erano molto molto intensi
Stiamo crescendo, evolvendo
Le sessioni sono sempre più intense e foriere di belle notizie
Tante persone che stanno meglio, che ci scrivono per comunicarcelo
Grazie alla redazione che puntualmente scrive a tutti coloro che ricevono questa energia più intensamen-
te, verificando lo stato energetico e di salute della persona
La redazione è l'anima vera di questo gruppo
Colei che fa il lavoro in silenzio, senza "applausi"
Un lavoro sordo, intenso, che sta promuovendo la nostra pagina FB al prossimo traguardo dei mille
iscritti (nel frattempo arrivati a circa 2000 iscritti N.d.R.)
Siamo cresciuti tanto, davvero tanto.
L'amore, come ci spiega Kryon, è contagioso.
Cosa c'è di più bello che dare amore incondizionato!
Chi ha il cuore grande e pieno d'amore sa che il donare ti porta a quell'unità di cui tutti parlano. Essere
Uno non solo a parole, ma nei fatti, concretamente!
Siamo pieni di pagine FB che parlano, parlano, dissertano, filosofeggiano.
Ben vengano, sono comunque utili. Noi (di Kryon/guarigioni) ci sentiamo in dovere di dare qualcosa in
concreto, qualcosa di più.
Ci vogliamo attivare, raggiungere i nostri fratelli/sorelle, anche fisicamente laddove possibile.
Dove non possiamo, li raggiungiamo telefonicamente o in chat.
Ci incarichiamo di sapere della loro salute, di dare una parola di conforto.
Noi non siamo guaritori, come ci spiega Kryon. Noi apriamo una porta, facciamo vedere una luce di
cambiamento e inneschiamo lo stimolo della auto guarigione

La Fonte ci vuole così bene ed ha capito la bontà del nostro messaggio che ha deciso di collaborare
inviandoci il numero 1589 che ha aumentato l'energia durante le sessioni di preghiera di guarigio-
ne

…………..Grazie a tutti coloro che ci leggono e ci sostengono


Grazie al gruppo di Montecatini che stasera donerà ancora amore alle ore 20,30.
State in attesa, collegatevi con noi virtualmente e inviateci il vostro amore.
La rete che abbiamo costruito è grande e forte.
Tutti ne siamo una piccola maglia
Nessun leader, nessun guru.
Tutti fratelli e sorelle, uguali al cospetto di Dio.
L'unità la raggiungeremo amando a più non posso.
Senza discriminazioni, separazioni….

“SEMPRE OVUNQUE SOLO AMORE”

Questo scritto è stato preso dalla pagina del Gruppo Kryon/guarigioni, sezione files:

Le sequenze numeriche e le frequenze - come attivarle per la risonanza e per l'emissione.

32
L'ideale per attivare le sequenze numeriche è trovare un modo per infondersi il più possibile con le se-
quenze stesse in modo consapevole! Nel caso in cui queste sequenze debbono essere attivate su di sé (per
risonanza) si possono usare diverse modalità: il numero può essere scritto sul palmo della propria mano
ricevente che nel destrorso abitualmente corrisponde al palmo della mano sinistra così come nel mancino
corrisponde invece al palmo della mano destra; ma anche sul proprio braccio (preferibilmente sulla parte
ventrale più che quella dorsale).. così come su qualsiasi altra parte del corpo!
Va anche bene il semplice pensarlo, e non solo. Si può anche scrivere su un foglio e poi osservarlo con
attenzione. Si può anche trasferire la proprietà del numero per contatto di questo foglio scritto con una
bottiglia o bicchiere contenente acqua che poi viene bevuta. Anche scriverlo su un muro ed illuminarlo
oscurando il resto della stanza e comunque in qualsiasi modo ci si sente che si possa essere spontanea-
mente in sintonia con tale numero (la spontaneità è sicuramente ottimizzante per il procedimento).
Nel caso in cui, invece, queste sequenze numeriche o frequenze debbono essere inviate ad una persona
allora il procedimento diventa completamente di proiezione, e quindi basterà immaginare il numero op-
pure leggerlo su un foglio ed inviarlo o immaginare che il soggetto che dovrà ricevere lo senta proprio in
sé!
Anche qui vale la stessa regola per cui il modo potrà essere creato secondo il proprio sentire più autentico
che produrrà sicuramente l'effetto migliore che si possa sperare.

Scrissi questo post relativo a un numero ricevuto da una amica del gruppo:
Buongiorno famiglia!
Una nostra amica ha ricevuto un numero che, secondo me, è fantastico: 588184
“588184”
Questo numero induce in uno stato mentale theta talmente forte che si possono vedere colori e la materia
in movimento.
Favorisce enormemente la connessione con la Fonte. Ho avuto un risultato eccezionale provando questo
numero e per circa un'ora ho fatto un viaggio bellissimo. Hanno provato anche i nostri amici della chat
Kryon/guarigioni e ci hanno dato delle risposte entusiasmanti. Chiedo a voi tutti gentilmente di provarlo
e di darci qualche informazione sulle sensazioni provate. Grazie a tutti coloro che collaborano allo svi-
luppo e la conoscenza di questo tipo di studio.
Un abbraccio
Gaetano

Gli angeli suonano alla porta


“Stiamo aprendo una nuova strada..... Il poter finalmente comunicare con i nostri cari angeli e sapendo
esattamente il momento preciso in cui essi si manifestano ci rende dei privilegiati al resto del mondo.
Questo non si trova in nessun libro scritto fino adesso da nessun uomo.... Siamo i primi.....siamo i pri-
mi....e finalmente siamo liberi anche dalla schiavitù dei veggenti e da quelle persone che si connettono....
Adesso possiamo anche noi!
Adesso dovrai iniziare a comunicare con i nostri amici tramite la telepatia.... Come faccio io ormai da
anni.
Non scoraggiarti se le prime volte non ci riuscirai ...... loro sono pazienti con te... Ci amano...e sono tolle-
ranti. Pensa solo che sei un privilegiato ..... Non dimenticare mai di ringraziarli .... Chiedi sempre aiu-
to..... Sono sette schiere e ogni una di essa ha un ruolo diverso....il bello verrà quando avrai incontri con
arcangeli..... E' inevitabile..... Sarà difficile non percepirli da tanto che sono grossi. Gli angeli Vibrano a 3
33
Hz ..... Gli arcangeli a 7,5 Hz . Ricordati che la tua anima sa già tutto....dovrai solo rispolverare.....e' un
po' come andare in bici dopo tanti anni. Ho letto di nuovo queste bozze ..... ti confermo di continua-
re.....per quanto riguarda il numero 444.5203, la mia percezione conferma l'apertura di 63 portali, questa
apertura porta al collegamento non con angeli ma si collega a qualche cosa di più forte a livello vibrazio-
nale------sono ARCANGELI e della schiera delle VIRTU'...... arcangeli guaritori---- non ci è permesso
conoscere i loro nomi ma so con precisione che prendono ordini da RAFFAELE, per il momento non so
dirti di più”

Luigi

Doreen Virtue, specialista dello studio sugli angeli, dice che il numero 444 significa che gli Angeli ti
sono vicino. Precisamente dice:
“Gli Angeli ci sono , e sono dappertutto intorno a te! Tu sei completamente amata, supportata e
guidata da molte creature Celesti, e non hai nulla da temere“.

Una notte, nel più profondo dei sonni, attorno alle 2 del mattino, mi appare una immagine chiara, un nu-
mero. Il numero 444.5203. Questo numero mi si ripresenta più volte anche sotto forma di piccolo qua-
dretto in modo che io lo possa memorizzare. Normalmente, quando ricevo i numeri in notturna, mi ven-
gono nella mente per pochi istanti e poi scompaiono. Mi danno appena il tempo di scriverli rapidamente
su un quaderno che tengo vicino a me. Questa volta il numero non è apparso come se fosse frutto della
mia mente, bensì lo visualizzavo poiché qualcuno me lo mostrava; nel frattempo sentivo delle voci che
mi dicevano: “non dimenticarlo, scrivilo. Non ti riaddormentare! “.
Intorpidito dal sonno, non avevo voglia di alzarmi e scriverlo. Le voci insistevano e continuavano a pre-
garmi fino a farmi alzare per annotare questo numero. Mi facevano percepire che era molto importante.
Ormai disturbato, dopo aver annotato il numero sul telefono non riesco più a prendere sonno. Che impor-
tanza avrà questo numero a tal punto da doverlo scrivere? Che strano numero; è la prima volta che mi
viene dettato un numero con un punto nel mezzo. Il numero suggerito dagli angeli, avrei capito il giorno
dopo. Che storia è questa? Sarà un’illusione? A volte lo scetticismo fa capolino reclamando uno spazio
che da un po’ di tempo a questa parte gli ho tolto. La mente tenta sempre di riprendere il sopravvento.
Questa volta non c’è riuscita. La mente che sogna, la fantasia, l’immaginazione, il cuore, l’Anima hanno
prevalso. Il mattino seguente, all'arrivo in ufficio, pubblico questo numero su Facebook chiedendo
agli amici di provarlo e testimoniare cosa potesse succedere.
Io lo scrissi sulla mia mano sinistra, e poco dopo cominciai a sentire una vibrazione profonda di connes-
sione con l'Alto. Eseguo un test per vedere le potenzialità di questo numero che mi era stato dato: sento
che apre il Chakra 7 o chakra della corona e favorisce le comunicazioni fra la Terra e il Cielo. Era come
se si fosse aperto un canale di comunicazione Terra-Cielo in cui io rappresentavo il ricevente e il Cielo il
mittente. Mi sentivo piuttosto rilassato e sentivo la mia antenna, la ghiandola pineale, molto attiva e
stimolata; come se fosse pronta a ricevere qualunque tipo di comunicazione che mi volessero inviare.
La sensazione di benessere diffusa che sentivo era molto piacevole, come se respirassi profonda-
mente, le tensioni si erano allentate. Intorno all'ora di pranzo ricevo una comunicazione dall'Ecuador da
parte di Grace, la quale aveva annotato il numero sulla sua mano sinistra. Era preoccupata e chiedeva
aiuto perché non si sentiva molto bene, inoltre mi informava che sentiva un dolore al petto come se fosse
stata trafitta da un oggetto pungente. Sentiva un forte calore addosso come se fosse febbre e mi chiedeva
di intervenire; era piuttosto spaventata perché era la prima volta che le capitava una cosa del genere. Io
mi attivavo per aiutarla e le inviai alcune onde energetiche con la tecnica del Pranic Healing. La situazio-
ne non migliorava poiché lei diceva di continuare a sentirsi molto strana; ad un certo punto mi diceva che
c'era un essere dentro al suo corpo: non capiva di cosa si trattasse. Era la prima volta che aveva
un’esperienza diretta con un Angelo! Mi comunicava che questo poteva essere delle dimensioni di una
palla di circa 5/10 cm e stava saltellando dentro al suo corpo; a volte lo sentiva nella testa, altre volte ai
piedi. Girava a suo piacimento all'interno del corpo della sudamericana.

34
Grace si calmò e si rilassò soltanto quando le comunicai che si trattava di un Angelo. Mi disse che aveva
la sensazione profonda che questo essere la stesse curando, prima il pancreas e poi le gambe.
Infine l’Angelo si posizionò all'interno del suo corpo sotto le costole dalla parte sinistra dove sembrò che
rimanesse stabilmente rispondendo alle sollecitazioni delle domande di Grace tamburellando all'interno
del suo corpo. Dopo alcuni giorni mi inviò una Mail specificando:

Sentii un'apertura all’altezza dello sterno dello spessore di circa 10 cm.


Era come se una energia molto forte mi fosse entrata nel corpo
Sentivo una pallina bianca di più o meno 5/10 cm di diametro che attraversava il mio fegato, il mio
pancreas, lo stomaco e poi andava giù fino ai piedi.
Ha trascorso due ore muovendosi a piacimento nel mio corpo, finendo per stabilizzarsi sotto la costola
sinistra per circa tre giorni.
Ieri, mentre facevo la preghiera di guarigione (Carezza nell’Anima) ho sentito che l'Angelo se ne è
andato. Ho pensato che qualcun altro ne avesse bisogno.
Mi sento molto fortunata e benedetta per tutto ciò che mi sta accadendo. Non so se sarò in grado di
realizzare il progetto di Dio, però vedo che sto facendo progressi e che le cose si stanno evolvendo.
Sono una persona semplice con una enorme volontà di realizzare il progetto divino.
Mi riempie l’Anima aiutare il prossimo e ne sono molto felice. Penso di avere ancora tante cose da
imparare nella vita per riuscire ad essere una persona migliore, allo scopo di aiutare tutte le persone
che ne hanno bisogno.
Nella stessa giornata alle sei del mattino, Paola Musa viene svegliata dagli Angeli che la esortano a pren-
dere carta penna e scrivere quello che loro devono comunicarle. In un primo momento Paola resta asso-
pita e non ha voglia di alzarsi per scrivere. Gli Angeli insistono e le dicono di scrivere quello che hanno
da comunicare a Titti (una sorella del nostro gruppo) e a Gaetano.
A quel punto Paola si alza e gli Angeli le dettano le seguenti frasi da dire prima a Titti e poi a Gaetano.
Lei scrive tutto quanto le dicono e successivamente invia una mail ai due destinatari.

Scrive Paola a Gaetano:

Caro Gaetano , alle 6 mi sveglio e una vocina mi dice: prendi carta e penna e scrivi.
Prima ho scritto a Titti, poi alle 6.30 fiumi di parole per te ...
Tamburi e suoni si espandono e vibrano, corre l’onda Divina.
Luce soave percepita dal tuo essere, luce d 'Amore che riscalda e conforta.
Tu sei Essere di Luce che dai, dai e ancora dai.
Fermati e ascolta là dove regna il silenzio, dove regna la pace,
Ascolta il tuo vibrare di Luce pura, i piccoli suoni, onde che si allargano e si espandono.
Àmati !! Senti i dubbi che svaniscono, i dubbi per il tuo divenire, fermati e senti ...
Senti l'amore del tuo amore ...quello che dà conforto, quello che dà pace, e tu puoi espanderlo !!!
Puoi moltiplicarlo, darlo a chi ora amore non ha.
Tu sei luce che guarisce, che si percepisce.
Ascoltati li dove c’è pace.
Quando la voce del tuo cuore vibrerà, quando la sentirai in ogni cellula del tuo corpo, nulla potrà
spaventarti, niente potrà fermarti ....
Saprai .....udirai .....e tutto sarà chiaro.
Le anime terrene vedranno in te un’àncora dove aggrapparsi.
Un’àncora nel buio della loro esistenza,
Vedranno in te la luce che illumina il loro cammino.
O Creatura di Dio, essere splendente, insegnerai loro Pace e Amore.
Il tutto è in tutto. La tua luce si espanderà, sarà la vita, sarà la via, sarà il cammino.
Nulla sarà fuori posto. Tutto il tuo essere lo percepirà e lo espanderà fino all’infinito .
Cuore e anima, corpo e amore ...per vibrare di salute, di luce Divina.
35
Luce, colori che vibrano. I numeri, i tuoi numeri che riscaldano i cuori.
Mente che avrà pace, cuore che avrà pace. Amore che può trasformare tutte le cose .
Sii Amore, sii con l’Amore. Tu, creatura di Dio, Essere di Luce meraviglioso, vai e dona!
Dona i tuoi doni, dona l’Amore ! Tu sei l'amore ...
Con Amore, dai tuoi angeli Michele, Raffaele e tutti gli esseri di luce con te.
Cosi sia, cosi è...

Sembra che ci sia stato un collegamento fra alcuni di quelli che hanno scritto il numero sulla mano.
Anche se in tempi diversi, hanno ricevuto visite di Angeli. Titti mi dice che, durante una meditazione, ha
sentito la sua respirazione cambiare totalmente, diventare più profonda e rilassata come mai fosse riuscita
ad avere. Ora è il mio turno. Alle ore venti ricevo “una visita angelica” di cui ricordo la sensazione di
cambiamento della respirazione in cui tutte le tensioni erano sparite e mi sono addormentato per circa
quattro ore senza ricordare niente. Dopo due giorni da questa esperienza mi chiama Davide e mi dice
che, dopo aver letto un libro sugli Angeli, stando in posizione supina ha sentito chiaramente un Angelo
seduto sul suo stomaco. L'anello di congiunzione fra di noi era chiaro. Un particolare che ho notato è
che, quando ho ricevuto questo numero, c'era una persona molto vicina al numero e che ho riconosciuto
senza alcun dubbio, nella persona di Rosita. Rosita faceva parte del sogno con il numero. Per questo mo-
tivo è stata la prima persona alla quale ho comunicato di scriverlo. Lei specificava che questo numero
l'aveva aiutata a sentirsi meglio senza ricevere alcuna comunicazione particolare.

Non vi racconto in dettaglio la storia degli altri numeri. Non vorrei esagerare e far sembrare questa una
celebrazione. Vi dico solo di provarli e scrivermi le vostre impressioni.

Riepilogando:

2033 Ripulitura del campo energetico. Immissione di una forte luce con relativo cambiamento di quota
luce/oscurità.

1589 Solo da usare a scopo di auto guarigione. Solo per aiutare ed essere aiutati. Potente

66266 Il respiro dell’anima. Un numero che ti fa percepire un contatto con la tua stessa essenza. Va nel
profondo e ti porta in uno stato di benessere
2222 La dualità che si armonizza. Sensazione di calma e attenuazione di nervosismo

151334 Porta armonia, felicità. Calma. Mette di buon umore. Importante

588184 Induce un forte stato theta dove si può viaggiare e vedere la materia in movimento

25811, 131113 e 161616 sono ancora in fase sperimentale. Ricevuti in canalizzazione, sono numeri che
toccano l’anima. In tutta correttezza, non avrei dovuto ancora darveli, poiché non ancora sufficientemen-
te sperimentati. C’è però una voce interiore che mi dice: scrivili. Qualcuno forse potrebbe beneficiarne.
Fatemelo sapere!

36
IL GUARITORE NON ESISTE
“Il vostro compito è di traghettare l’umanità incredula verso questi nuovi lidi
Dovete solo dare amore e riceverete amore”
Gaetano

“Non puoi cambiare il corso della storia, però aiutalo a trovare una strada più giusta”
questa frase mi venne detta nella notte

Durante le giornate di incontro, dico sempre che il guaritore si deve paragonare all’istruttore di volo. Ho
un fratello che è stato paracadutista e mi ha raccontato con dovizia di particolari il primo volo. Il battesi-
mo dell’aria. Il giorno più emozionante. Mi viene da pensare a quell’uccello che spinge il suo piccolo giù
dalla rupe. Il piccolo dovrà…volare! Così è il primo volo del paracadutista. Nella inconsapevolezza di
ciò che accadrà. Sono tutti lì in piedi, in fila, incoscienti di ciò che realmente dovrà succedere di lì a po-
co. Il volo, la sensazione di non aver nessun appiglio, lanciati come sassi nel vuoto. Devi…volare! Non
c’è altro. Devi volare! Senza se e senza ma. Cosa fa, a cosa serve l’istruttore di volo? Lui ti aiuta a con-
trollare l’imbragatura, a vedere se la procedura antecedente al lancio si sta svolgendo correttamente. Si
capisce chiaramente, quando sei sull’aereo, a qualche minuto dal lancio, che lui non può fare tutto per te.
Ad un certo punto si sposterà dall’azione e tu dovrai.. volare. Volare senza sapere che cosa sia il volo.
Volare è come varcare la soglia, titolo di un libro di Kryon. Lui conosce la tua paura. Sa della tua incon-
sapevolezza. Non sai ciò che ti sta accadendo. Lui sa che tu non sai. Sa che tu non sai fino a che punto
sarà forte l’emozione che ti prenderà. Sa che sarai solo nel momento in cui si apre il portellone e tu ti
lanci giù. Lui ti mette in fila e dà la spinta al primo e urla di continuo agli altri “vai, vai, vai…” di modo
che, senza pensare, senza più razionalizzare il rischio e l’incognita di quello che sta per arrivare, dà loro
una spinta affinché escano fuori dal portellone . Così si impara a volare, nella incoscienza del momento
che stai vivendo. Correndo tutti in fila. Verso la solita meta. Direi “democraticamente”, tutti uguali, sen-
za distinzione alcuna. Quando sei in fila e tutti corrono verso l’uscita tu ti senti Uno con il gruppo, non
puoi deluderlo, non puoi fermarti. Non devi ragionare. Se non corri quelli dietro ti spingono.
Nell’incoscienza generale si sente un grido: tutti fuori!!!….. Fuoriiiiiiiiiii……. In volo…… in questo
spazio che sembra infinito.
Questa è la metafora del guaritore. Il guaritore, ovvero il facilitatore di guarigione, ti apre una porta verso
la Luce. Ti fa vedere, o meglio intravedere il cammino, dove puoi andare. E ti farà vedere che la Luce è
così bella e benevolente che vale la pena andare verso di essa. L’incognita, il momento di paura resta. Il
varcare la soglia lo devi fare tu, solo tu. Nessuno può vivere un pezzo di vita di un altro. Siamo pieni di
richieste di persone che vogliono affidarci la loro cura e salute. Cosa possiamo fare noi? Solo innescare il
processo di auto guarigione. Solo far vedere, far percepire dove si possa arrivare. Far percepire la bellez-
za del viaggio di consapevolezza che porta a cambiare la tua vita. Dal buio alla Luce. Dall’oscurità
all’amore passando per l’apertura del cuore. Dalla solitudine al sentirsi “famiglia”.
È bello avere qualcuno che si prenda cura di te, che ti sostenga, che ti scriva, che ti incoraggi. Non sei più
solo, fratello/sorella!
Hai trovato famiglia presso di noi. Che bella emozione si prova, quando al termine di un seminario, al-
cuni vengono da noi e ci dicono: “grazie perché oggi è stata la giornata più bella della mia vita”.

37
Kryon: “Perché alcuni guariscono ed altri no?..... io sono un guaritore. Applico lo stesso equilibrio
energetico a differenti persone, e ci sono davvero reazioni completamente differenti. Alcuni guari-
scono, ed altri no. Sto facendo qualcosa di sbagliato?”
Ecco cosa i guaritori con esperienza vi direbbero: i guaritori non guariscono, equilibrano!
Non c’è nulla che tu o qualcun altro possa fare su questo pianeta per guarire un’altra persona sen-
za il suo consenso totale e la sua totale intenzione. Ma quello che puoi fare è risplendere la tua luce
così luminosamente che essi troveranno quel porto sicuro chiamato “guarigione” perché li hai
equilibrati a tal punto che possono procedere da loro stessi”…….
“hai bilanciato la persona. Sta a loro, invero, decidere se l’equilibrio è sufficiente per andare avan-
ti. E questa è una libera scelta. Quindi non metterti in una posizione dove ti rimproveri di un falli-
mento apparente... mai!
State facendo il lavoro dello Spirito, e alcuni di voi lo stanno facendo in modo profondo. E ci sono
anche molti che si alzeranno dal vostro lettino della guarigione senza “vedere” mai ciò che fate.
Non sentiranno nulla.
Se ne andranno per la loro strada perché scelgono di non aprirsi alla compassione, o scelgono atti-
vamente di non essere guariti, per il momento”.

Quando ci troviamo di fronte a una persona che chiede aiuto la prima domanda da farsi è: che tipo di
anima è? Giovane, intermedia o antica? L’anima giovane, quella con meno esperienza, con meno vite nel
bagaglio, è molto difficile da aiutare con l’energia, con il coinvolgimento dello Spirito. L’anima giovane
vuole, di norma, vedere un medico con il camice bianco che gli prescriva delle medicine. Il nostro inviare
onde energetiche, aprire i chakras, parlare di amore e consapevolezza non sortiscono il risultato sperato.
Si percepisce immediatamente che non c’è feeling. L’anima giovane non accetta, ti dice che ciò che fai
sono tutte illusioni. Che cosa fa questa energia? Non si vede, non si tocca, non ha densità. La pasticca ha
una sua funzione, è stata studiata per questo. Tutto il resto è aria fritta.
Preoccuparsi? No, non resta che accettare e non preoccuparsi. Noi facciamo il nostro servizio con amore,
siamo tutti fratelli. Con le anime giovani il risultato sarà generalmente scarso. Per gli altri vale il discorso
contrario. Ci sono addirittura persone che, soltanto venendo in contatto con te, cominciano a sentire cam-
biamenti, giramenti di testa e forte energia che sta lavorando su di loro. È bellissimo fare delle esperienze
con persone che in pochi minuti riescono a riequilibrarsi. Poi ci sono i casi in cui l’effetto desiderato si
vedrà dopo giorni, a volte dopo mesi. Nessun applauso, nessun merito. Tu, facilitatore di guarigione, fai
il tuo massimo. Sei già abituato a sapere che alcuni non ti ringrazieranno mai. Anzi, forse ti derideranno
con gli amici, dicendo di essere stati da un tipo “fuori di testa” che faceva discorsi strani sull’energia e
come si usa.

Kryon: “Qualche volta un “no” dallo Spirito nel presente, significa una celebrazione più tardi. E
come lo sapete, mie care persone lineari, miei cari guaritori?
Come sapete se avete piantato un seme di equilibrio che sboccerà più tardi in un meraviglioso fio-
re? La risposta è: non lo sapete”.

A volte il risultato non è nell’immediato, bisogna pazientare. Tutti vogliono risultati tangibili e immedia-
tamente riscontrabili. Non sempre funziona così. Può darsi che anche tu, caro ricevente, non eri pronto.
Pronto a ricevere i doni che lo Spirito ha in serbo per te. Nel momento attuale forse tu non avevi ancora
la saggezza di accettare l’esperienza di auto guarigione. Non credevi abbastanza in te stesso e nella per-
sona che ti aiuta. Ritenta, lo Spirito ha tempo e pazienza! Quando facciamo le sessioni di preghiera di
guarigione, diciamo sempre che la persona che “riceve” è fondamentale per attuare il processo di auto
guarigione. Lo stato del ricevente deve essere compatibile con l’energia che arriva. L’energia che noi
inviamo ha una frequenza che deve essere compatibile con quella del ricevente. Se il ricevente non crede,
è scettico, non va in stato theta (o stato meditativo), l’energia, dopo essersi incontrata, registra la incom-
patibilità e scivola via. Se l’energia del donatore, dopo il check con il ricevente, riceve il “via libera”,
entra nella struttura cellulare e cosa fa?
38
Lascia nelle cellule, che sono pronte a riceverlo, il messaggio che voi volevate dare. Quale è il messag-
gio, l’informazione che verrà inglobata? Il messaggio è quello contenuto nella preghiera che facciamo
prima di donare energia:

“IO AMO I MIEI FRATELLI E CHIEDO LA LORO GUARIGIONE PER TUTTA LA VITA”

Questa preghiera, dichiarata prima dell’invio di energia, è caricata di intenzione. Intenzione di guarigione
che richiediamo pregando la Fonte. L’invito a ripristinarsi, sotto forma di messaggio, viene recepito dalle
cellule. Provate a ritornare al programma iniziale, care cellule, quando tutto era perfetto. La cellula può
auto guarirsi!
La coscienza muove la Fisica. Noi possiamo eliminare qualsiasi malattia con la Fede Pura e la nostra
intenzione di auto guarirci. La persona ricevente si deve prendere la responsabilità della propria auto gua-
rigione, del percorso che la porterà alla risoluzione dei propri guai, sia fisici che psicologici che animici.
Prendi atto che alcuni dei tuoi fratelli ti stanno aiutando a “saltare dal portellone” per il primo volo! Ac-
cetta in profondità che noi siamo qui per te, caro fratello/sorella, e ci teniamo alla tua salute! Il tuo benes-
sere non dipenderà più da noi, ma da te che hai capito te stesso. Te con te. Non c’è altro. Tu devi amarti.
Impara ad amarti. A volerti bene, rispettarti, avere compassione di te stesso. Kryon ci insegna che abbia-
mo quattro tipi di compassione: quella per sé stessi, per i propri fratelli, per Gaia e per gli Antenati. La
più complicata, la più difficile da realizzare è quella per sé stessi.
Nel gioco delle incarnazioni abbiamo giocato tutti i ruoli, sia di vittima che di carnefice. Carnefici, ab-
biamo fatto del male a noi stessi e ai nostri fratelli. Abbiamo infierito. Abbiamo affondato il colpo. Que-
sta è la vita. Il viaggio, l’esperienza. Darle e prenderle fino al momento in cui si capisce chiaramente che
tutto questo non serve. Allora si ritorna all’Uno. Si capisce che siamo tutti Uno e nel gioco della vita,
anche noi sbagliamo. Dobbiamo amarci ugualmente. Perdonarci. Nel momento in cui sbagliavamo, face-
vamo comunque il lavoro sporco di mantenere la dualità sul pianeta. Se nessuno sbagliasse non ci sareb-
be l’esperienza, non servirebbe incarnarsi.
Perdonare sé stessi, l’atto più compassionevole che esista. Se perdoni te stesso, sarai capace di perdonare
anche un tuo fratello/sorella che sbaglia con te.

Perdonati, perdonati. Àmati! Àmati! A più non posso.

Tante persone sono gli aguzzini più crudeli verso sé stessi. “Non riesco a perdonarmi quell’errore“.
Quante volte si sente dire. Quante volte. Non ha più senso. Ora è arrivato il momento di capire che noi
siamo fari. Il faro illumina, se non ha filtri. I filtri delle vibrazioni basse ovvero rabbia, odio, ira, orgo-
glio, paura, risentimento, gelosia ecc. . Queste vibrazioni sono così basse che ti impediscono di essere
sereno, felice. Se non sei felice, non emetti la luce che serve alla trasformazione del Pianeta.
In un Pianeta dove la Luce è diventata molto più forte dell’oscurità. Se sono una anima compassionevole,
devo fare il guaritore? Mi devo mettere a servizio degli altri? Kryon ci dice: no, tu devi soltanto emettere
Luce.
Luce è una metafora della consapevolezza. La tua luce è contagiosa. Chi ti sta vicino la vede, e ti chiede
come mai stai così bene, nonostante tutto quello che succede. Il tuo compito è stare bene in salute, stare
bene con te stesso, emettere Luce e amare tutto e tutti. Non devi fare il guaritore o il volontario. Perlo-
meno non ti è richiesto. Dico con certezza che qualcuno si disequilibra cercando di prodigarsi per gli
altri. A volte succede anche in seno al nostro gruppo. Dobbiamo dire e ribadire ad alcuni: pensate a voi
stessi, non agli altri. Il vostro compito è essere felici e stare bene. Questo aumenta la consapevolezza
globale del pianeta. Aumenterà il numero di quella massa critica che porterà alla trasformazione vera. La
trasformazione della coscienza di Gaia avverrà quando tanti emetteranno pensieri d’amore, quando vibre-
ranno alto, amando. Amando tutto e tutti.
Quando ameremo gli animali, le piante, le rocce, i fiumi e tutto ciò che è creazione. Ameremo la bellezza
e vedremo nel nostro fratello/sorella la magnificenza del Dio interiore. Namastè.

39
Riconosci e onora il Dio interiore che è nel tuo prossimo. Questo fa cambiare il pianeta. Questo ti chie-
diamo. Àmati. Ama i tuoi fratelli. Rispetta te stesso e gli altri. Rispetta il pianeta che ti ospita. Rispetta lo
Spirito di Dio che pulsa forte dentro di te.
Tu sei parte della Fonte Centrale da dove tutte le anime provengono. Il gioco è quello che, dopo aver
perso la memoria per contratto, tu riesca a capire che sei Dio insieme a tutte le altre anime, che tu hai co-
creato tutto questo. Questa esperienza non è casuale. È voluta, benedetta, responsabile. Il compito di Dio
è creare mondi e la Vita.
Il nostro compito come anime è dar vita all’esperimento, al test sull’energia del “quando si entra” e del
come sarà “quando si esce e quando si torna”. Che cosa abbiamo fatto? Quanta compassione ci abbiamo
messo?
Non serve quanto siamo stati bravi. Dio benedica il giorno in cui siamo diventati un gruppo, dove c’è
aiuto, amore, compassione. Dio sa di noi, stai sicuro, fratello/sorella!
Sa anche di te, che stai leggendo e che cambierai per sempre. Fallo insieme a noi. Condividi le tue espe-
rienze con noi. Teniamoci la mano e per mano.
Questo viaggio è pieno di insidie, ma tu lo percepirai semplice e amorevole e aprirai il tuo cuore alla
compassione facendola diventare la tua vibrazione di base.

La meravigliosa acqua di guarigione

In una Canalizzazione del 22-02-2016 la voce interiore mi suggerì alcuni tipi di aiuto da offrire:

“………date loro strumenti semplici, frequenze numeriche. Lavorate con le frequenze numeriche.
Date l’acqua benedetta”

L’acqua è il nostro elemento naturale. Nasciamo nell’acqua. Ci riequilibriamo nell’acqua. Scarichiamo le


nostre tensioni nell’acqua. Le nostre cellule ne sono piene. Come ci spiegò Emoto con le sue fotografie,
l’acqua è ricettiva. Ha memoria. Collegando i punti possiamo dire che esiste una “memoria cellulare”.
Come possiamo fare affinché l’acqua ci trasmetta le informazioni che desideriamo? Prendiamo
dell’acqua, esponiamola a vibrazioni di pace, amore, suoni rilassanti, pensieri positivi, preghiere, carica
magnetica, simboli sacri. Praticamente la stiamo “caricando” di quella informazione che poi, bevendola,
rilascerà nel nostro corpo. L’acqua ha potere di guarigione perché è fonte di vita e elemento riequilibran-
te del corpo umano. Qualsiasi acqua (meglio se acqua presa nella natura). Se poi è benedetta lo sarà an-
cor di più, potente, perché conterrà in essa tutte quelle vibrazioni che sono del Potere Divino sulla Terra.
In una canalizzazione del 19-07-2016 mi venne detto:

“Non esiste una persona uguale all’altra, non esiste una ricetta unica.
Esiste una di coscienza di base, ma tutto poi va personalizzato.
Le calamite aiutano a generare la marea, basta provare. Le calamite aiutano affinché
l’informazione vada più in profondità. Aiutano il processo. Attaccatele all’acqua, le calamite.
Date una informazione all’acqua e poi attaccateci le calamite.
L’informazione si memorizza più facilmente e velocemente”.

Per rendere più ricettive le cellule e aumentare la loro capacità di recepire informazioni che aumentino la
vibrazione di base di tutto il nostro essere, noi dobbiamo generare una sorta di “alta marea”. Dobbiamo
40
informare le cellule che si comportino come quando c’è alta marea e luna piena. Inviamo questa sensa-
zione alle cellule (ovvero all’acqua cellulare).

Alta marea, luna piena.

Tutto quello che facciamo da ora in avanti diventa più pieno, più profondo. Nel momento in cui le cellule
hanno ricevuto questa sensazione e si sono “modificate” e rese pronte a ricevere informazioni, le inviamo
il “file informativo” che abbiamo preparato. Lo facciamo associando la sensazione di polo magnetico
positivo.
L’acido del polo positivo, che crea la vita, aumenta la vitalità e fa sì che la informazione che noi voglia-
mo inviare abbia più forza di penetrazione nell’acqua cellulare. LA PROCEDURA è la seguente:

RESPIRARE PROFONDAMENTE PER ENTRARE IN STATO THETA, ABBASSARE IL


BATTITO CARDIACO

SINTONIZZARSI con un luogo della Terra con vibrazioni pulite es: PATAGONIA

inviare alle cellule sensazione di ALTA MAREA

inviare alle cellule sensazione di LUNA PIENA

dal nostro CAMPO MAGNETICO CUORE toroidale, inviare alle cellule l’informazione che
vogliamo farle registrare

inviare alle cellule sensazione di POLO POSITIVO MAGNETICO, acido

Questo semplice sistema che viene eseguito con la visualizzazione associata all’emozione, riesce a cam-
biare lo stato dell’acqua cellulare.
Ricordate che, ogni volta che si parla di acqua, pensiamo all’acqua dentro alle cellule. Modificare l’acqua
vuol dire modificare tutto il nostro corpo. Vuol dire cambiare lo stato vibratorio, innalzarlo. Quando la
vibrazione di base è alta, nessun tipo di malattia, brutto pensiero o altro che possa disturbarci si genera.
Tutto è calmo, tranquillo, rilassato. Il comportamento è maturo, sereno , appropriato alla salute e al be-
nessere personale.

Fate attenzione ai campi magnetici da utilizzare. Normalmente, il campo magnetico da usare per dare
forza e stabilità all’acqua è il polo negativo, basico. È importante capire questo passaggio. Noi usiamo il
polo positivo, acido, solo ed esclusivamente durante la procedura di “informare” l’acqua cellulare. Solo
in quel caso, l’acido ci aiuta in questo processo, a renderlo più efficace.
Una canalizzazione ci diceva di creare l’acqua di guarigione con questo sistema:

Mettere due bottigline di acqua(da mezzo litro)senza tappo, trasparenti o azzurre, al centro del
tavolo delle preghiere di guarigione – riferito alle sessioni dei gruppi di preghiera-

Esporre l’acqua alle vibrazioni della preghiera dei nativi americani, chiedendo alla madre terra
che, col cuore, attraverso le tue corde vocali ti guidi.

Visualizza il tutto partendo dal chakra radice –base-

41
Esporre l’acqua alla vibrazione della musica per un’ora almeno appoggiandola su una base me-
tallica

Caricare un cristallo per una ora. Prima col numero 2033 x 15 minuti e poi col numero 1589
per 45 minuti

Appoggiare le bottigline nel cristallo per alcuni minuti favorendo il travaso delle informazioni
di guarigione
Si possono duplicare le bottigline la prima volta. Diventano 4 e dopo 24 ore si possono utilizza-
re.

Se si vuole, si possono duplicare per una ultima volta aspettando altre 24 ore prima che siano
pronte

Poi basta col duplicare, non è più possibile. Si devono creare nuovamente ripartendo dal proce-
dimento iniziale ovvero dal punto 1
Sbattere l’acqua, smuoverla. Dinamizzarla per almeno 5 minuti.

L’acqua data alle persona deve essere bevuta a piccoli sorsi nelle 24 ore.

Scuotere ogni tanto l’acqua per dinamizzarla

Ecco la preghiera dei nativi americani che noi utilizziamo:

“Io mi rivolgo al creatore degli universi


Con le lacrime agli occhi e un antico canto che viene dal mio cuore
Io ti prego
Insieme al Sole, alla Luna, alla madre terra, e ai miei antenati
Ti prego con compassione
Per tutti coloro che camminano, strisciano, volano e nuotano
Per le cose visibili e invisibili
Per gli spiriti buoni che esistono in ogni parte della creazione
Prego per quelli che sono malati da droghe e vizi
Per quelli senza casa e i disperati
Prego per tutte le razze del genere umano

Che possa esserci bellezza sopra di me


Possa esserci bellezza sotto di me
Possa esserci bellezza intorno a me
Io chiedo che il sole splenda sui miei amici, portando una nuova vita per loro
Una vita senza il dolore e la tristezza
Che il sole porti la luce nelle vite di chi ha bisogno
O luce infinita, cullali nelle tue braccia e poi dona loro il meritato riposo
Chiedo agli antenati e agli spiriti buoni di aiutare i miei amici a liberarsi dai problemi che gravano
pesantemente sui loro cuori
Fa che il fardello da sopportare sia minore

Grande spirito che vegli su di noi e che nutri ogni forma di vita, ti prego di ascoltarmi
42
Rendimi sempre pronto a unirmi a te con mani pulite e occhi retti
Felice invocherò la pioggia che placa la sete dei buoni
Voglio vivere nella bellezza e nell’armonia
Che possano essere sempre vicino a me
Che la bellezza e l’armonia siano ovunque nel creato
E sul mio cammino
Guida l’umanità verso la pace
Permettici di vivere tutti insieme

Quando i semi piantati saranno svegli e liberati dalla paura,


pronti per germogliare dentro il cuore dell’umanità,
Fa che portino i frutti migliori
Impariamo dai fiumi, dagli alberi, dalle rocce.
Onoriamo noi stessi e tutta la creazione.
Fa che sappiamo guardare con gli occhi dell'anima
Voglio bagnarmi il viso con acqua fredda
Ed offrire la mia preghiera muta
Ogni anima deve incontrarsi da sola
Con il sole del mattino
E con il grande silenzio

Davanti alla bellezza della natura


Fermiamoci in contemplazione
Non abbiamo bisogno di distinguere un giorno speciale per farlo
Poiché tutti i giorni sono santi e sono un dono del Creatore
Apri il tuo cuore alla benevolenza dello spirito
Dobbiamo dire sempre e soltanto la verità
Per il nostro bene e per quello degli altri
Voglio gioire in questo viaggio chiamato vita
Non voglio lasciare orme, solo dispensare amore

Fa che io sia saggio e che possa capire


Io cerco la forza, non per me stesso, ma per i miei amici
Fammi essere pronto a rivolgermi a te con le mani pulite
E lo sguardo alto

Che il prossimo sole porti una energia nuova


Per tutti i malati e quelli senza speranza
Che la pioggia lavi via le preoccupazioni
Che il vento soffi nuova forza dentro di noi tutti
Che io possa camminare ogni giorno nel mondo

E continui a vedere la bellezza della vita


Stupito come un bambino, dal suo gioco”

43
Egregora della salute
“Nell'occulto, il termine eggregora o egregora (dal greco ἐγρήγορος, "vigilante", "sveglio"), si riferi-
sce a un'entità incorporea, creata attraverso particolari metodi di meditazione, in grado di influenzare
il pensiero di un gruppo di persone”. Da wikipedia

Il giorno 19-07-2016 durante una canalizzazione dissi:

“Voi dovete creare una eggregora, una bolla di pensiero informativa con cui collegare tutte le per-
sone che fanno parte del gruppo
Quando questo collegamento esiste ed è stabile, tutto quello che fate funzionerà perfettamente
L’informazione dell’acqua è la solita cosa
Voi potete dare una informazione all’acqua e poi darla da bere a tutte le persone del gruppo che
stanno dentro a questo campo informativo insieme a voi
Voi dovete creare una rete
Voi siete una rete
La rete vive di piccole maglie, ognuno di voi è una maglia della rete
Però la rete è informativa e quando un piccolo pezzo della maglia della rete ha una proprietà ce
l’hanno tutti
La forza della rete è quella della trasmissione
La trasmissione informativa è istantanea, immediata, quantica
Se cambia una maglia della rete, cambia tutta la rete
Questa è una cosa che non avete mai pensato
Quindi, se voi create un campo informativo, dovete provare a cambiare alcune cose che cambiano
in contemporanea per tutti coloro che aderiscono a questa rete
Voi dovete fare degli esperimenti
Per esempio, mandare un’onda con una certa frequenza, un numero, a un gruppo di persone
Oppure mandarlo a un testimone che abbia la funzione di propagare questo numero a tutto il
gruppo
Quindi voi informate il testimone, egli entra informato nella rete, e tutte le persone possono riceve-
re questa informazione che voi state immettendo nella rete stessa
Pensate sempre al cerchio: voi potete immettere l’informazione nel centro del cerchio
Informare il centro del cerchio, per esempio: oggi tutte le persone che fanno parte del cerchio, ri-
ceveranno il numero 151334
Voi immettete l’informazione nel centro del cerchio e questa informazione si espande in questa rete
che è come un cerchio e coinvolge tutti quelli che ne fanno parte”

L’idea che vorrei condividere con il gruppo è quella della formazione di una eggregora della salute e del
benessere. Ovvero una bolla informativa, una bolla di pensiero generata da noi stessi per la nostra salute.
L’energia benevolente che abbiamo sul pianeta è in questo momento molto forte, direi fortissima. Tutto
ciò che noi facciamo con il nostro “sentire” e ciò che pensiamo va veramente a influenzare potentemente
la nostra vita.

44
Pensare a una bolla, a un cerchio nel quale siamo tutti coinvolti e partecipanti mi sembra una ottima idea.
Da sperimentare. Se tutti fanno parte della solita bolla informativa, al momento che uno di noi invia un
messaggio vibrazionale alla bolla, questo si propaga a tutti indistintamente.
L’idea è di fare degli esperimenti. Per esempio, si potrebbe a una certa ora del giorno, prefissata e sempre
uguale, inviare una onda energetica benefica. Una onda riequilibrante per tutto il gruppo. Dalla quale tutti
possono trarne beneficio.

Qui sotto leggete lo schema classico nelle 3d. La cosa è da pensare in modo multidimensionale. Senza
spazio né tempo. Senza punto 1, 2 ecc. tutto ciò che avviene è contemporaneo. Tutto si fa nel “sentire” e,
nel “sentire”, saltano le logiche razionali umane

Recarsi in un luogo puro, esempio, Patagonia. È un luogo che emana vibrazioni di gioia

Visualizzare un cerchio del quale tutto il gruppo ne fa parte


creare la sensazione di luna piena e alta marea e polo positivo magnetico

Fare una preghiera con richiesta di soluzione di un problema oppure affermazione di guarigio-
ne con intento guaritore per i nostri fratelli/sorelle

Visualizzare la persona “testimone”, ovvero quella che fa da esempio per fare la procedura

Visualizzare il “testimone” al centro esatto del cerchio, ovvero dove realizziamo la confluenza
di tutte le energie prodotte nel cerchio di guarigione

Visualizzare fumo come mezzo di entrata nel mondo sottile


immettere freddo. Sensazione di temperatura bassa, molto bassa

Inviare al “testimone” l’onda guaritrice, tramite numero o altra maniera a seconda delle nostre
abitudine ed esperienze
una volta raggiunto il centro e il “testimone”, l’onda ricircola sulla superficie del cerchio come
un toroide

Chiusura della procedura visualizzando una enorme luce che fa dei lampi nel cerchio stesso per
alcuni secondi

Visualizzare fumo come chiusura della procedura ed uscita dal mondo sottile
Congiungere le mani lasciando le dita aperte a mo’ di preghiera

Chiedo una particolare attenzione nell’inviare questa onda riequilibrante. La numerazione che vedete da
1 a 10 è solo per creare una sorta di schema. Però dobbiamo capire, e questo è fondamentale, che tutto
questo che facciamo è in contemporanea. Quindi non esiste veramente il punto 1 e il punto 10 ma esisto-
no punti che si interfacciano in maniera multidimensionale. Non c’è un inizio e non c’è una fine. Una
persona che sia capace di inviare per il gruppo questa onda, può visualizzare contemporaneamente tutti
questi punti, o cominciare dal punto che il suo cuore gli richiede. La sua sensazione è fondamentale. Il
suo “sentire” è importante e non ne facciamo una questione di schemi.
In questo particolare momento, durante questa procedura, noi annulliamo il tempo e lo spazio. Esiste solo
il momento presente. Nessuno schema, tutto si fonde insieme nell’armonia e nella purezza
dell’intenzione amorevole che abbiamo nel cuore.
Per esempio, si può visualizzare per prima cosa un lampo di luce amorevole che illumina il cerchio e
“sentire” contemporaneamente il sollevarsi del fumo. Tutto esiste nel solito istante. Alcune persone che
hanno meno esperienza necessitano dello schema classico sopra scritto.
45
Le affermazioni
"Se dico al mio corpo chi sono,
se dico al mio corpo che sono guarito,
se dico al mio corpo che la mia situazione è risolta,
le paure iniziano ad andare via,
le cose iniziano a diminuire
rispetto alla vecchia energia.
Fa la differenza"

Kryon

Kryon ci parla delle affermazioni come dello strumento più consono alla nostra comprensione per elevare
le nostre vibrazioni ed arrivare ad uno stato quantico. La nostra struttura cellulare riconosce chi è che dà
gli ordini, ovvero il “capo”. Noi, come “capo”, indichiamo e diamo istruzioni al nostro corpo. Come devi
stare, come ti voglio. È fondamentale fare le affermazioni “sentendo” che quello che dici sia già presente.
In uno stato quantico, dove tutto è contemporaneo, passato presente e futuro sono tutti qui ed ora, noi
affermiamo ciò che vogliamo essere.
“Io sono guarito”, così devo dire, anche se ho una malattia o disfunzione che mi perseguita. Poiché io
affermo la realtà che voglio conseguire ed è lì, pronta per me. Se io dico: “Io guarirò” faccio percepire al
mio campo la assenza di guarigione e mi allontano dallo stato quantico del qui ed ora. Noi siamo tutto,
nel cerchio quantico è tutto raggiungibile, anche lo stato di salute. Basta porsi in uno stato di “vibrazione
alta” dove le cellule capiscono di cambiare il loro stato. Da vibrazione bassa a vibrazione alta. Da malat-
tia a salute. Il passaggio è breve. Non c’è spazio né tempo nella fisica quantistica. Tutto è multidimensio-
nale e contemporaneo. La vita è un cerchio dove non esiste il punto A e il punto Z. Devi solo saper vibra-
re alto, parlare con amore alle tue cellule. Con voce profonda, a voce alta.
Il nostro sistema di recepire gli ordini è sempre stato verbale. Le parole entrano nelle orecchie e vengono
processate dal cervello nella maniera classica. Il messaggio viene riconosciuto, processato e l’emozione
viene inviata, distribuita alle cellule che sono in stato ricettivo pronte ad aspettare messaggi, ordini da
eseguire. Lo stato theta o stato meditativo è fondamentale per avere la risonanza giusta con l’onda amo-
revole che state inviando e che contiene le istruzioni. La vibrazione della voce entra in risonanza con la
vibrazione cellulare. Se c’è risonanza, se le frequenze sono compatibili, il messaggio “penetra” ed arriva
proprio nella struttura cellulare. Il gioco è fatto. Il corpo ha “recepito” e cambia. Cambiare è questione di
un secondo. È immediato. Parlate a voi stessi con amore, con voce ferma e profonda. Quando facciamo
le affermazioni, la tendenza è sempre quella di farle a “pappagallo”, che tanto ricorda le preghiere dette
in chiesa. Senza usare il cuore, solo con la mente. Il cuore e le sue emozioni riescono a creare il cambia-
mento.
Come si può spiegare l’amore? Ci dice spesso Kryon. Non si può spiegare scientificamente. Noi sappia-
mo che tutto quello che genera il cuore, il campo magnetico più forte di cui siamo dotati, va a “influenza-
re” lo stato vibratorio dell’acqua cellulare. In parole semplici: l’amore crea il benessere dentro di noi.
L’amore compassivo, ovvero l’amore maturo, è la luce più forte che esiste dell’Universo. Ed è
quell’amore che usiamo quando facciamo le preghiere di guarigione.
L’evoluzione ci impone di ricercare “la maestria”. Noi dobbiamo essere 24/24 connessi alla Fonte amo-
revole. Non dobbiamo ricercare l’amore nella nostra vita solo nel momento in cui serve. Dobbiamo avere
amore, stato vibratorio alto, essere in connessione, sempre. L’energia dei maestri è qui, disponibile. I
Maestri sono tutti qui, tutti ritornati, anche se non in carne ed ossa. Sono tutti qui in energia e ci stanno
spingendo verso la “maestria”. Noi dovremo camminare come fecero i Maestri su questa terra. Pacifici,

46
umili, pieni d’amore, senza paura, compassionevoli. Le affermazioni sono “il metodo”. Il metodo 3d,
quello più comprensibile da noi.

Affermiamo, alla sera prima di andare a letto o al mattino appena svegli:

“sto bene
sono guarito
sono sano
sono ringiovanito
sono degno di amore
sono più cosciente
sto cambiando
sono più compassivo
Dentro il mio corpo c’è più luce
ho il controllo delle mie cellule
ho il potere di cambiare quello che voglio dentro di me
Il mio sistema immunitario funziona perfettamente
Il mio fegato funziona perfettamente
I miei reni filtrano perfettamente
Ho finito con i drammi
Ho finito con le preoccupazioni
Ho finito con il dolore
Ho finito con i pettegolezzi
Ho finito con la paura
Ho finito con la cattiva salute
insegno l’amore ai miei amici
amo la vita
sono pieno di talenti
sono luce
amo la bellezza dell’amore
ringrazio Dio della vita
ho compassione per me stesso
ho compassione per tutta l’umanità
ho compassione per la Madre Terra
ho compassione per gli Antenati
sono un frammento di Dio su questa terra
sono parte dell’amore di Dio
amo la vita
amo i miei fratelli
sono un maestro
do amore a chi ne ha bisogno
Dio è dentro di me
creo la realtà e la bellezza della mia vita
Ringrazio Dio dell’amore che ho dentro
sono degno di amore
sono degno di felicità
sono degno della bellezza che mi circonda
ho tanti amici
mi rispetto
sono felice
sono calmo
47
sono tranquillo
sono rilassato
vivo con amore compassivo
sono pieno di pace
il mio corpo funziona perfettamente
lenisco le mie ferite con l’ amore
perdono i miei fratelli che hanno sbagliato con me
chiedo perdono ai miei fratelli coi quali ho sbagliato”

altre affermazioni:

“Io sono amore


Io sono pace infinita
Io sono la casa sicura
Io sono l’albero dalle forti radici
Io chiedo solo amore
Io chiedo solo compassione
Io voglio acqua pura nella mia vita
Io congiungo le mani e prego il grande Spirito
Io sto centrato nel cuore
Io vedo la luce che si propaga dai miei occhi
Io dico parole d’amore
Io rinuncio all’ira
Io dico si con la gioia nel cuore
Io sorrido di fronte ai miei fratelli
Il mio cuore si eleva fino allo Spirito
Io sono un corpo di luce
Io sono un frutto dell’amore di Dio
Io sono un suono meraviglioso di pace
Io sono musica per le orecchie dei miei fratelli
Io sono il dono che voglio ricevere
Io ricevo amore e pace dalle relazioni con i miei fratelli
Io sono la profondità dell’amore
Io mi cibo di pace e speranza
Io mi risveglio con la gioia
Io piango lacrime di felicità
Io mi commuovo quando un fratello guarisce
Io mi commuovo quando un bambino nasce
Io sento la mia anima coccolarmi
Io sono la madre e il padre
Io sono la luce e l’ombra e mi armonizzo
Io ritorno dove c’è amore e pace
Io sto attento nell’aiutare i miei fratelli
Rinuncio all’ego
Accolgo la richiesta d’amore dei miei fratelli
Comprendo di essere parte di un disegno meraviglioso
Partecipo all’armonia e all’equilibrio su questa terra
Prendo parte all’evoluzione
Io sono la nuova umanità insieme a voi
Io vibro della luce più pura
Io mi incammino insieme ai miei fratelli verso la luce
48
Io mi prendo cura dei miei fratelli
Io adoro e amo guarire me stesso e gli altri
Io sono la pace che entra nelle case dei miei amici
Io mi spoglio della materia e mi vesto dello Spirito di luce
Io comprendo che la compassione sarà l’unica luce possibile
Io desidero cambiare. Da oggi
Io sono pronto al cammino di luce e pace
Io sono pronto a lasciare i vecchi rancori
Io sono pronto a perdonarmi e ad amarmi a più non posso
La mia voce vibra di pace
La mia voce mi dice chi voglio diventare
Io sono quello che dico
Io sono quello che affermo
Io sono guarito da ogni vibrazione bassa
Io affermo la mia unicità e bellezza
Io mi spoglio di ogni gelosia e condivido con i miei fratelli
Il mio percorso è uguale a quello degli altri
Io comprendo che tra noi fratelli non ci sono differenze
Io dichiaro a me stesso amore infinito
Io sono un canale di luce
Io sono una macchina d’amore
Io sono la montagna della pace
Io sono l’onda che cavalca il mare
Trasformo il dolore in gioia
Io metto l’amore in ogni cosa che faccio
Rinuncio al rancore
Porto pace ai miei fratelli
Io sono casa
Io sono famiglia
Ringrazio il sole per la sua energia
Ringrazio l’acqua per il suo scorrere dentro di me
Ringrazio il regno vegetale per i suoi frutti
Ringrazio il vento che raffresca l’aria che respiro”

Altre affermazioni:

“Io sono Dio


Io sono qui
Io mi sposto verso l’amore
Io salgo nella luce
Io ricevo doni e pace
Io ti amo senza paura
Spirito di Dio sei dentro di me
Ho finito con i sensi di colpa
Ho finito con i cattivi pensieri
Io amo oggi e sempre tutto e tutti
Io onoro me stesso e chiedo di poter brillare di luce propria
Io sono nel cerchio dell’amore e della guarigione
Io sono e mi vedo nel gruppo, felice
Io mi vedo raccogliere i frutti della madre terra
Io mi vedo sempre più compassivo
49
Io aiuto tutti coloro che hanno bisogno di me
Evito le falsità
Evito le parole che non servono
Da oggi mi concentro sul sentire
Da oggi mi concentro sull’amore
Sono pieno d’amore e coraggio di amare
L’amore è l’unica possibilità di salvezza”
Io sono vetta di montagna innevata
Io sono erba che ondeggia accarezzata dal vento
Io cerco la luce trovo la pace
Io esprimo l’amore con le opere”

Altre affermazioni (di Kryon)

«Accetto questa ricalibrazione. Qualunque cosa ci sia nel mio corpo in questo momento, se ne può anda-
re. Se è inappropriata, se ne può andare. Io sono su questo pianeta come frammento della divinità: sag-
gio, appropriato e al mio posto. Questo è il mio momento. Struttura cellulare, ascolta: se c’è qualcosa di
inappropriato, che se ne vada. Che sia risciacquato con i rifiuti. Lascialo uscire, perché non è ritenuto
appropriato, non è commisurato all’energia dell’amore di Dio. Lascia entrare nella mia coscienza solo le
cose compassionevoli.»
Kryon

"Caro Spirito: sono parte della Fonte Creatrice, tutto ciò che è qui è imperfetto e temporaneo Caro Spirito
: per i miei fratelli/sorelle che si uniscono a me in qualsiasi spazio e tempo, vedo la perfezione come la
vedo dentro di me.
Caro Spirito , i miei fratelli/sorelle vedono la perfezione in me. Caro Spirito , insieme , insieme , come
vecchie anime su questo pianeta , e a chiunque sia in ascolto in qualsiasi momento dello spazio e del
tempo , ci guariamo a vicenda con amore"
Kryon

Un’altra affermazione che trovo molto bella è questa:

“Io ho compassione per me stesso.


Comprendo di essere unito al tutto e ai miei fratelli coi quali condivido il percorso della vita.
Ho compassione per tutti loro e per tutti gli altri esseri che vivono su questo pianeta, al quale mi rivolgo
con sentimenti di amore compassivo.
Ho compassione per i miei antenati.
Onoro il sistema di reincarnazione.
Ringrazio chi sono stato in vite passate.
Nel ricordo e nell'amore delle vite già trascorse, accolgo l'esperienza della vita attuale.
Dichiaro la mia ascensione e rilascio il karma.
Chiedo a Dio di eliminare dalla mia vita tutto ciò che non serve più alla mia evoluzione e al mio benesse-
re supremo.
Chiedo che tutta la mia vita si svolga secondo la norma del creatore”

Queste sono le affermazioni del Gruppo di preghiera di guarigione di Roma – Ostia


(Scritte da Stefania Cruciani)
50
“IO STO BENE
IO SONO GUARITO
IO SONO SANO
IO SONO RINGIOVANITO
IO RILASCIO IL KARMA
IO DICHIARO LA MIA ASCENSIONE
IO SONO DEGNO DELL’ AMORE DI DIO
IO SONO Più COSCIENTE
OGNI COSA CHE ACCADE E’ GIUSTA
TUTTO E’ COME LO CREO
DENTRO IL MIO CORPO C’E’ Più LUCE
IO HO IL CONTROLLO DELLE MIE CELLULE
IO HO IL POTERE DI CAMBIARE QUELLO CHE VOGLIO DENTRO DI ME
IL MIO SISTEMA IMMUNITARIO FUNZIONA PERFETTAMENTE
IL MIO FEGATO FUNZIONA PERFETTAMENTE
I MIEI RENI FILTRANO PERFETTAMENTE
IO LASCIO ANDARE…
IO SONO UN MAESTRO
IO INSEGNO L’AMORE
IO SONO PIENO DI TALENTI
IO SONO LIBERO
IO MI RIPETTO
IO SONO LUCE
IO SONO FELICE
IO SONO CALMO
IO SONO TRANQUILLO
IO SONO SEMPLICE
IO SONO BELLEZZA
RINGRAZIO DIO DELLA VITA
HO COMPASSIONE PER ME STESSO E L’UMANITA’
HO COMPASSIONE PER LA PACHAMAMA
HO COMPASSIONE PER GLI ANTENATI
ONORO IL MIO PROGETTO DI VITA NEL PIANO DI ESISTENZA DIVINO
IO SONO UN FRAMMENTO DI DIO SU QS TERRA
AMO LA VITA IN TUTTE LE SUE FORME
AMO SORRIDERE E GIOIRE
AMO I MIEI FRATELLI E LI RISPETTO
AMO CELEBRARE LO SPIRITO
IO CREO LA REALTA’ E LA BELLEZZA DELLA VITA
RINGRAZIO DIO PER OGNI DONO
IO SONO DEGNO DI FELICITA’
IO SONO DEGNO DELLA BELLEZZA CHE MI CIRCONDA
IO SONO DEGNO DELL’AMORE DI DIO
IO HO TANTI AMICI
IO PERDONO I MIEI FRATELLI CHE HANNO SBAGLIATO CON ME
IO CHIEDO PERDONO AI MIEI FRATELLI CON I QUALI HO SBAGLIATO
DIO E’ DENTRO DI ME….SEMPRE!
TUTTI SIAMO ANIME IN CAMMINO…!”

Provate ora a percepite la bellezza delle affermazioni di Kryon: (prese da canalizzazioni diverse)
51
“Io sono pronto. Io voglio andare oltre a dove sono ed entrare nella luce, in una più alta vibrazione”

Kryon

"Oh Dio, attraverso l'intento io scelgo di cambiare e mi do il permesso di lasciar andare questa malattia.
Non è appropriata, essa mi allontana dall'essere ciò che sono venuto qui ad essere."

Kryon

“Caro Spirito interiore, dimmi ciò che ho bisogno di sapere, attiva la mia bussola interiore, in modo che
possa essere in grado di percepire la direzione. E senza paura”
“Caro Spirito interiore, estingui la mia paura riguardo a qualsiasi cosa”.
“Caro Spirito interiore, mostrami la pace che supera ogni comprensione, perché sono preoccupato”. “Ca-
ro Spirito interiore, ho paura. Attiva ciò che so essere dentro di me, cosicché ogni singola cellula possa
percepire ciò che so essere lì. Io sono eterno, donami la pace, la quiete e fallo adesso”.

Kryon

"Sono meritevole di essere sul pianeta. Io sono qui con uno scopo."
Potete dirlo?
Non è un errore. Ho un'anima che è qui ed è alleata con Gaia.
Ho un'amica nella natura.
Gli animali mi conoscono.
I fiori mi conoscono.
Sono qui per un motivo.
Sono parte del tutto.
Congratulazione a me!".

Kryon

"Caro Spirito, io sono pronto a fare questo cambiamento nella mia vita e voglio che mi mostri che cosa
c'è dopo, dammi un'intuizione su che cosa dire, che mi trasformerà in ciò per cui sono venuto"

Kryon

52
Salute e auto guarigione-
Le informazioni ereditate dal passato, creano DI-
SARMONIA
…Scritto per una Riunione a Montecatini 17-07-15

La nuova energia sta dando più potere a quelle che sono le anime antiche cosicché esse possano cambiare
i paradigmi e riscrivere i programmi. Noi siamo stati abilitati dalla nuova energia, siamo stati deputati a
iniziare questo rinnovamento, a portare questo cambiamento. Diciamo basta! a questa nostra bassa auto-
stima e a questa resistenza al cambiamento. Impariamo a sintonizzarci a questa energia che celebra
l’incertezza del domani, che ci sprona a cambiare e a rinnovarci. Mettiamoci in viaggio senza navigatore,
affidiamoci alla benevolenza dell’amore di Dio. Una volta arrivati al bivio, senza ancora sapere dove
svoltare, connessi a questa grande luce amorevole, riceveremo l’intuizione per sapere dove andare
L’importante è rendersi disponibili e liberare lo spazio energetico attorno e dentro di sé per potersi riem-
pire di nuove informazioni illuminanti. Svuotiamo il nostro vaso informativo e riempiamolo di nuove
benevolenti informazioni. Riscriviamo i nuovi programmi, prendiamo la penna e cominciamo. Magica-
mente, nuove sensazioni creative e intuitive usciranno dalla nostra penna. Proviamo a fare quello che non
ci è riuscito anni fa. Ricacciamo indietro il paradigma del fallimento, di ciò che non ci è riuscito portare a
termine. Riproviamo ORA a dipingere, a scrivere libri o poesie, a creare dei video, a fare cose manuali
che pensiamo di non saper fare. Vedrete come tutto è cambiato, e scopriremo avere dei talenti inaspettati.
Sconosciuti
Soffia una energia nuova, buona, che è dotata di una proprietà: benevolenza!
Questa energia ci aiuta, sta facendo cambiare l’umanità. Sta operando trasformazioni.
Innalza il nostro livello di coscienza. Sta generando amore compassivo in noi. Sta trasformando la luce,
ovvero la consapevolezza. Illumina le zone del pianeta dove non c’è libero arbitrio.
L’energia è ballerina. Non è facile sintonizzarsi come lo era prima. Vibra più alto, più veloce. Per la no-
stra struttura cellulare diventa più “difficile” trovare la stazione radio che diffonde la frequenza giusta per
i nostri corpi. I bambini di oggi non hanno questo problema, avendo il set-up perfetto per questa energia
nella quale sono nati. La trasformazione più dura la subiscono tutti coloro che sono nati nella vecchia
energia e devono risintonizzarsi con quella nuova. La nostra struttura cellulare è sottoposta a stress e
questo lo riscontriamo con dolori (spesso alla lombare).
È il riallineamento (ricalibrazione), ovvero lo sforzo che il corpo fa per stare bene e non perdere la sinto-
nia. Il corpo vorrebbe stare nella risonanza giusta. Come si fa a raggiungere questo? Basta aprire i cuori,
affidarsi all’amore di Dio, non vedere più una persona come un nemico, unicamente come un fratel-
lo/sorella.
Questo volersi bene, questo amare Gaia e la vita che ci è stata donata, amare sé stessi e tutta l’umanità ti
fa ricalibrare immediatamente con la nuova energia. Considerate che questo stato energetico “confusio-
nale” andrà avanti fino al 2018, quando finalmente vedremo nascere “la nuova umanità”.
Nuova perché vicina a Dio, con l’energia dei Maestri, piena di amore compassivo, amante del cooperare,
che non vorrà più dividere, ma unire tutti. Arrivando così all’essere Uno.
Un’energia femminile che porterà il pianeta all’ascensione. L’energia della madre, l’energia della vita,
della protezione dei bambini e dell’amore per gli animali. Nessuno di noi è più insensibile di fronte
all’uccisione indiscriminata di animali indifesi.
Ci stiamo indirizzando verso un’alimentazione di tipo prevalentemente vegetale. I colori oggi hanno un
impatto fortissimo sul nostro stato energetico. I colori che vediamo in una insalata fanno molto più effet-
to oggi di alcuni anni fa. Creano un’armonia, ti portano in uno stato di pace. Una vibrazione dolce, amo-
revole. Nessuno di noi fa più finta che tutto ciò non esista.
53
I colori dei fiori e delle piante. Quante volte ci siamo fermati negli ultimi anni a guardarli? Prima non
succedeva. Era importante solo correre…verso dove? Ora ci si ferma, si rallenta, si gode interiormente
della pace creata dallo scorrere dell’acqua pura di un ruscello. Ora si beve un bicchiere di acqua e ci si
sente in dovere di ringraziare la Madre Terra di avercelo donato. Quell’acqua di cui siamo fatti, e alla
quale acqua cominciamo a dare informazioni vibrazionali.
Cominciamo a parlare alla nostra acqua, che è sensibile alle nostre emozioni. L’acqua restituisce
l’emozione alle cellule. Il DNA viene informato da questa vibrazione e reagisce rilassandosi ed entrando
in stato di auto guarigione. Il campo magnetico del DNA può operare cambiamenti profondi nella nostra
struttura cellulare, riportando così’ il suo programma allo stadio iniziale. Come quando eravamo bambi-
ni. In quel tempo non avevamo sofferenze fisiche poiché la struttura cellulare era informata perfettamente
e seguiva il programma per il quale era stata destinata.
Gioia, salute, partecipazione sociale, amicizia, amore. Dobbiamo pensare che oggi nulla è permanente.
Anche la malattia non lo è, e può essere sconfitta. Cambiamo ora! in questa nuova energia, poiché i Mae-
stri sono qui e ci sostengono. Ci danno dispense energetiche di sapienza e maturità che sono loro proprie.
Ci si può muovere e comportarsi come un Maestro. Oggi sei aiutato da loro.
Tutte le profezie dicevano che i Maestri sarebbero ritornati. Anche se non in carne ed ossa, loro sono qui
e ci aiutano dispensandoci la loro energia piena di amore compassivo.

Smetti di riparare, comincia a costruire.

L’energia ci vede ora in maniera differente. Non guardare a ciò che facevi o a ciò che dovrai fare
Semplicemente: sii quello che sei. Ora. Qui, in questo istante. Senza identificarti in un altro tu, nelle tue
azioni del passato o del futuro. Non far cambiare il tuo stato di benessere col pensiero negativo. Non
“agganciarti” allo sporco energetico ripensando a vecchie situazioni irrisolte.
Non aspettarti il cambiamento, sii ora il cambiamento. Tu lo sei! Non domani, ora!
Sii quello che sei. Stai bene ora! in questo momento, senza aspettarti nulla in più, poiché questa energia ti
ama e ti coccola. Stai già bene se lo vuoi, se la accetti, se la vuoi “sentire” e vibrare alto.
Se qualcuno in passato ha provato a migliorare la sua salute e non ci è riuscito, anche con l’aiuto delle
terapie naturali olistiche, deve riprovare ora. Riprova! perché tutto è cambiato.
Quella porta che prima spingevi con forza e non si apriva, ora, è come se ci fosse qualcuno dall’altra par-
te, che, in sincronia con l’amore universale, sta lì aprendoti quella porta che giudicavi chiusa per sempre.
Stiamo parlando di salute.
Stiamo parlando di guarigione. Riusciamo a capire veramente chi siamo, perché siamo qui, e che
l’energia ora ci vede in maniera diversa rispetto al passato. Prima eravamo sperimentatori della vita, ora
siamo soci e co-creatori della vita e dei suoi cambiamenti. Prendete nota di questo.
Da passeggeri siamo diventati piloti. Prima eravamo solo la tela dove qualcun altro dipingeva. Ora siamo
la tela, il pennello, i colori e la mano che dipinge il quadro. Tutto insieme, coralmente, senza cominciare
dal punto uno al punto dieci, ma vedendo le cose in cerchio. Come multidimensionali, non c’è un inizio,
non c’è una fine. Tutti i punti, dall’uno al dieci, sono in cerchio e non importa da quale inizi poiché tutti
sono disponibili per te simultaneamente.
Questo vuol dire cambiamento! Non aspettatevi un cambiamento senza cambiamento!
Non aspettatevi un cambiamento soltanto parlando di cambiamento, quanto “sentendolo” e “iniziando-
lo”.
Invece di preoccuparti di come sarà, sii tu quella persona che lo inizia.
La tua salute era legata a vari fattori tra i quali l’età, i valori delle analisi mediche. Dimentichiamoci di
tutto questo!
Puoi riscrivere ciò che è dentro di te e che controlla la chimica del tuo corpo. Qualunque cosa non fun-
zioni può essere riprogrammata con la nostra coscienza, la quale dà impulsi alla struttura cellulare tramite
le affermazioni.
Possiamo riscrivere il metabolismo. Per coloro che soffrono un dolore fisico Kryon ci dice che la co-
scienza ha il controllo di tutto! La tua salute generale è ciò che desideri che sia!
54
Il tuo stato d’animo può far cambiare qualunque cosa dentro di te!

Tu puoi trasformarti, se solo lasci da parte tutto ciò che hai imparato nel passato.
Tutte le informazioni obsolete scolpite dentro di te. Spazza via l’area delle credenze! Rinnovati! Queste
informazioni ereditate dal passato creano DISARMONIA.

La tua salute è nelle tue mani. Per favore, riscrivi il tuo programma di salute!
Alzati in piedi e grida al mondo: “Io sto bene, io sono sano, io sono guarito, io sono ringiovanito
Io ho finito con il dolore e la cattiva salute”.
Tutto questo funzionerà quando demolirai quella mancanza di autostima e mancanza di amor proprio.
È tempo di crescere e di fare un falò delle credenze limitanti del passato.
Ricordiamoci che questi limiti ci sono stati imposti dalla nostra educazione familiare, scolastica, religio-
sa. Distruggiamo questi paradigmi! Non era amore, era controllo, eravamo pecore! Menti soggiogate.
È ora che ci liberiamo e desideriamo aria fresca e amore puro nella nostra vita. La mancanza di autostima
si demolisce con le affermazioni. Il tuo corpo deve sapere chi sei: diglielo!

“Io sono un maestro, io insegno l’amore ai miei amici, io porto la luce della consapevolezza in que-
sto mondo. Io amo e sono degno di felicità! Ditelo forte e a voce alta e il vostro corpo aumenterà la
sua autostima! E la vita sarà meravigliosa proprio come era stata pensata!”.

Non esiste la punizione, Kryon ce lo dice sempre che non siamo nati sporchi. Siamo magnifici!
Tu lo sai che non sei una vittima. Non devi stare a testa china come ti vogliono far stare i sistemi di in-
formazione ufficiali, i quali spargono terrore e paura.
Smetti di avere paura del futuro. Questo è un freno per la tua crescita e il tuo cambiamento. Basta con la
paura! Pensa positivo. La struttura cellulare ti ascolta. Sente sia il pensiero positivo che quello negativo.
Lei cerca di conformarsi alle richieste “emozionali” che tu gli dai con i tuoi pensieri!
Se emetti pensieri negativi e di mala salute sarai accontentato!
La luce vincerà. La vecchia energia morirà e vedremo il fiorire della “nuova umanità”
Vibrazioni
Scritto per una riunione del gruppo toscano di guarigione del 30-07-2015:

La resistenza durante la notte diventa zero. Siamo in perfetto allineamento con la fonte. Nel momento in
cui dormiamo facciamo resistenza zero. Al mattino ci risvegliamo completamente allineati.
È importante fare subito dei pensieri positivi che portino la nostra vibrazione in uno stato utile ad essere
felici e a far accadere tante cose positive nella nostra vita. È importante fare dei pensieri che ci possano
far stare in connessione con la fonte. Di modo che, per la legge dell’attrazione, tutto ciò che ci accade
sarà positivo. Ovvero, ci accade ciò che noi pensiamo, ciò che noi stiamo pensando non con la logica, ma
con le emozioni.
È importante che il primo pensiero che facciamo, che potrebbe anche essere di ringraziamento per la vita
e l’amore che proviamo nella nostra vita, sia almeno di 13 secondi.
In questo lasso di tempo, il nostro corpo crea, costruisce, da forma a una emozione che è individuabile
dall’universo e reca con sé un targa vibrazionale. Questa etichetta, o targa, che contiene la nostra emo-
zione, il nostro desiderio, si appone se passano almeno 13 secondi dal momento in cui abbiamo creato il
pensiero emozionale.
Certamente meglio farlo per più secondi, in modo da avere la sicurezza che tutto funzioni. Io direi anche
per alcuni minuti. Però, attenzione, è proprio qui che conta il puro intento associato all’emozione e
all’amore che ci metti nel formulare il pensiero. E conta soprattutto la qualità del pensiero e non la quan-
tità.
Potrebbe bastare anche meno di 13 secondi, se avessimo la capacità di entrare in uno stato theta perfetto
nel quale formulare le richieste. Quella richiesta che noi facciamo, si stampiglia con il suo codice
55
nell’universo e ci resta, calamitando tutte le vibrazioni similari che recano la stessa targa, ovvero lo stes-
so desiderio. Una sorta di diapason vibrazionale, dove tu riesci a sentire solo e soltanto il suono della
frequenza uguale a quella che stai suonando.
La frequenza che porta la tua stessa targa ti trova e avviene un congiungimento. Vi trovate. I vostri desi-
deri corrispondono. Ecco perché simile attira simile.
In questo momento stiamo vivendo una battaglia interiore tra il bene e il male
Arriveremmo tutti a capire quanto è armoniosa e meravigliosa l’energia della Madre, energia di protezio-
ne, di amore, di collaborazione.
L’apertura verso gli altri e il bisogno di stare insieme. Come non mai. Vogliamo socializzare di più. Vo-
gliamo cambiare il nostro modo di pensare. Tutti coloro che rifiutano questo cambiamento imposto
dall’energia attuale, si sentono male.
La terra e il sistema solare si stanno spostando verso un nuovo tipo di area diversa. Siamo ormai entrati
nella cintura fotonica del sole Alcyone che è al centro della galassia. Oggi tutti noi pensiamo in maniera
diversa.
La cosa più difficile al mondo da cambiare è la religione. Le fonti sono antiche, i sistemi di credo antichi,
ci sono profezie. Tutto ciò sembra incrollabile. Vedrete che anche questo sta cambiando e cambierà for-
temente. Le religioni cambieranno poiché esiste un nuovo atteggiamento mentale dell’umanità. Dobbia-
mo stare calmi, anche se, nel momento attuale, viviamo tutte queste cose come inquietudini profonde che
ci scuotono. Man mano che andremo avanti, tutto sarà più chiaro.
È un riallineamento mentale e porterà ad una evoluzione della coscienza in maniera naturale
Una evoluzione di coscienza di tutta l’umanità che vuole che la sua spiritualità abbia un senso.
Senza più seguire le vecchie regole imposte. Vedremo grandi risvegli in tutti i tipi di chiese. Vedremo
crescere i sistemi spirituali che al loro interno hanno più compassione. Tutti i sistemi di credo non com-
passionevoli andranno a sparire. Ce lo dice Kryon.
La compassione, che è la maturità dell’amore, aumenterà il gradimento dei sistemi di credo che ne fanno
uso.
Il corpo umano avrà una rinascita grazie alla consapevolezza. Ci prendiamo più cura di ciò che mangia-
mo, di ciò che introduciamo nel nostro corpo.
La medicina alternativa in futuro non si chiamerà più alternativa. Si chiamerà medicina e basta, dice
kryon.
Questa nuova medicina energetica è più vicina ai gusti e alle esigenze delle persone. Più attenta ai loro
bisogni. I nuovi paradigmi terapeutici coinvolgeranno l’energia e non più la chimica.
L’energia sarà guaritrice. Cominceremo a reagire a questo nuovo tipo di cure. Stiamo sviluppando la
consapevolezza di rimanere più a lungo sul pianeta
In virtù di ciò, stanno arrivando nuovi strumenti, come l’auto guarigione, che permetteranno una più lar-
ga permanenza sul pianeta e un maggior benessere fisico.
Tutti noi ci stiamo risvegliando a cose che altri ancora non percepiscono. Non preoccupiamoci. Tutti si
risveglieranno a tempo debito.
Il futuro è questo: la coscienza determina il modo in cui una persona guarisce. Non con la forza della
chimica, ma con la forza dell’energia che va a informare il corpo e stimola la propria chimica interna a
reagire
Non preoccupiamoci troppo del futuro. Non preoccupiamoci di ciò che ci stanno facendo vedere nella
TV. La vecchia energia cerca di ripristinarsi con i vecchi metodi del seminare terrore e paura.

56
La spiritualità nel cibo
La vibrazione dell’essere a partire
dall’alimentazione
“Il cibo non è nato e cresciuto per essere inscatolato, né per essere condizionato con sostanze con-
servanti, né per avere colori artefatti”

Gaetano

Cos’è il cibo? È solo ciò che ingeriamo con gli alimenti? È solo introdurre nel nostro corpo una banana,
un piatto di pasta, del pesce come risposta a un bisogno fisiologico specifico?
Il cibo è qualcosa che può coinvolgere tutto il nostro stato dell’essere, le nostre emozioni. Pensiamo al
cibo come cibo vibrazione vitale del nostro essere. Che coinvolge tutto il nostro essere.
Fare un bel sorriso è cibo, fare una bella passeggiata è cibo, stare al sole è cibo, bere buona acqua è cibo,
avere dei sogni è cibo, fare un lavoro che ci piace è cibo.
Realizzare le proprie aspettative è cibo. Essere innamorati è cibo. Fare una meditazione è cibo. Pregare è
cibo. Amare Dio è cibo. Sentirsi in connessione con l’energia e la fratellanza universale è cibo.

Questo è solo per dirvi i vari tipi di “cibo” di cui noi abbiamo bisogno per stare in salute. Prendersi cura
solo e soltanto di ciò che noi chiamiamo “alimenti” è totalmente sminuente. Cibo per il corpo, cibo per la
mente, cibo per lo spirito.
Pensiamo che dobbiamo vivere secondo un ordine naturale delle cose, senza i paradigmi che ci hanno
inculcato. Oggi ci vendono cose del passato rifatte e rivedute. Tecniche di riequilibrio copiate dalle tec-
niche di tanti e tanti anni fa. Ho visto che la gente è sensibile a queste cose. E allora ho deciso di parlar-
ne. È arrivato il momento di comprendere qualcosa che può diventare un punto fisso nella nostra vita.
Cominciamo ad organizzare le cose e partiamo dalla materia.
Un corpo fisico, che è l’espressione materiale del veicolo spirituale nel quale viviamo, ha un determinato
funzionamento. Ovvero, noi non siamo corpi che hanno uno spirito.
Siamo spiriti che hanno un corpo come involucro. Mi meraviglio quando vedo che tanta gente ancora ha
bisogno del consiglio “terra terra” sul fatto, per esempio, che i grassi non fanno male.
Queste informazioni pensavo di darle per scontato, però potrebbero essere interessanti per tanti. Partiamo
dall’alimentazione. Più sana, più consona ai nostri bisogni.
In questa nuova energia, la nostra soglia intuitiva è aumentata notevolmente. Quando facciamo la spesa,
dobbiamo “sentire” quali sono i prodotti che ci fanno bene e quelli che non ci fanno bene. Possiamo fare
la domanda: “questo cibo è stato prodotto con amore?”. Non sottovalutate questo, poiché testando
l’amore con cui è stato prodotto, noi siamo sicuri di ricevere a livello vibratorio, tutta l’armonia necessa-
ria a farci stare bene.
L’armonia è data dal sistema di coltivazione, dall’uso o meno indiscriminato di sostanze chimiche. E
“sentiamo” se il cibo è stato prodotto con intento amorevole, oppure solo per mero interesse economico e
di profitto. Questa è una vibrazione che “passa” nel cibo, ovvero l’intenzione del coltivatore.
Il cibo ce la trasmette. È nel suo DNA. Soldi o amore?
Prendiamo in considerazione, per un momento, il fatto se mangiare o no cibi animali.
Nelle nostre varie reincarnazioni abbiamo vissuto in luoghi differenti e acquisito abitudini differenti a
seconda degli usi e costumi di quella zona dove abbiamo vissuto. Si crea una liaison vibrazionale con
quel tipo di cibo al quale eravamo abituati.
57
A volte la carne, per alcuni, è un ingrediente essenziale della dieta.
Il problema, secondo me, non è mangiare o non mangiare carne, il problema vero, lo scandalo che ci tra-
smetterà il cancro, è il “come” vengono trattati gli animali quando sono in vita.
Gli animali si incarnano per supportare la vita dell’essere umano. Alcuni si incarnano per diventare cibo
per l’essere umano, alcuni si incarnano per essere di compagnia all’essere umano. Come i cani, per
esempio. Avere un animale, farlo correre all’aria aperta, dargli amore e rispetto della sua vita, è fonda-
mentale affinché quel cibo non si trasformi in cancro quando lo mangeremo.
Noi teniamo gli animali ingabbiati, senza possibilità di movimento, recidendo loro il becco, come nel
caso dei polli, affinché per lo stress che subiscono, non si comincino ad ammazzare l’un l’altro. Che è
quello che farebbero tutto il giorno. Non si uccidono l’un l’altro poiché, con una pialla, gli viene segato il
becco. Ciò che fa male, quindi, non è la carne, è la fabbrica-cibo.
Il cibo non è nato e cresciuto per essere inscatolato, né per essere condizionato con sostanze conservanti,
né per avere colori artefatti. Come vedete, abbiamo sempre a che fare con la spiritualità anche qui, poiché
quell’animale che è stato tenuto in vita drogato e sedato costantemente, ci restituirà quel dolore a cui noi
lo abbiamo sottoposto, facendoci ammalare di cancro.
Le nostre cellule sentiranno una vibrazione altamente tossica, nel momento in cui dovranno assorbire
sostanze di tale provenienza.
Ecco perché ritengo che non sia la carne il problema, a meno che non sia un problema etico personale,
ma il trattamento che gli animali subiscono in vita che destabilizza l’ordine naturale delle cose.
La medicina ufficiale ci parla sempre di sostanze, quindi parlerà, nel caso della carne, di putrescina, o di
svariate sostanze chimiche che si producono nella digestione, o di sostanze chimiche che gli animali han-
no assorbito.
Il problema però non è solo e soltanto lì, ma è nel nostro comportamento. Ancora una volta vediamo co-
me non si possa far finta di niente e far finta che la spiritualità non faccia parte della nostra vita anche
nelle piccole scelte di tutti i giorni. Noi non onoriamo gli animali.
Questo non fa bene a noi stessi e al nostro livello evolutivo. Le tribù degli indigeni del pianeta, al ritmo
del suono del tamburo, “richiamavano” l’animale per potersene nutrire. L’animale si recava nel punto
dove c’era la tribù e si donava. Donava la propria vita affinché la vita di quella tribù fosse preservata. Si
mangiava solo per non morire.
In questo tipo di evoluzione attuale, abbiamo ancora bisogno di questo tipo di emozione? Credo proprio
di no. Cozza con il nostro percorso evolutivo fatto di vibrazioni amorevoli e compassionevoli.
Noi esseri umani, non abbiamo più bisogno, salvo alcuni casi specifici, di nutrirci di un cibo che non
porta evoluzione. Anzi, ci fa regredire e tornare “primitivi”. Ci fa regredire alla vibrazione di “sopravvi-
venza” che abbiamo lasciato dopo il 2012.
Quando il nostro spirito sta bene, noi vibriamo a una velocità talmente differente e più alta dei batteri e
virus che provocano le malattie, che potremmo mangiare qualunque tipo di cibo e niente ci potrà far ma-
le.
Torniamo per un momento al nostro supermercato, o al nostro rivenditore di prodotti alimentari.
Chiediamo e “sentiamo” sempre se un cibo è stato prodotto con amore. È divertente e interessante fare
questo. Vi fa passare il tempo in maniera intelligente e redditizia, aiutando la vostra salute.
Imparate ad affinare la vostra sensibilità. Nella nuova energia in cui ci troviamo, tutti noi siamo dotati di
questi strumenti. Nella nuova era in cui stiamo vivendo, l’amore è l’ingrediente che fa la differenza. An-
dando avanti, lo sarà sempre di più.
L’amore è il valore aggiunto che cambia la proprietà “vibratoria” del cibo e ce lo fa assimilare con una
sensazione di felicità. I risultati del nostro stato di salute e benessere ci fanno capire se stiamo avendo un
comportamento alimentare corretto per noi.
L’amore è l’unica vibrazione esistente nell’Universo.
Noi lo vediamo e lo indichiamo anche come Luce. La luce ha una energia propria e può illuminare dove
c’è buio. L’oscurità non potrà mai spegnere la luce. Poiché l’oscurità non ha una energia propria, ma è
solo e soltanto assenza di luce.

58
Amore! Amore! Amore, mettetelo in tutto ciò che fate, e soprattutto in ciò che mangiate e in ciò che cu-
cinate. La nostra coscienza è talmente potente che può cambiare lo stato vibrazionale dei cibi, e può far-
celi assimilare senza che ci facciano male.
Benedite il cibo e la vibrazione della benedizione eliminerà le intolleranze. Il cibo sarà assimilato più
facilmente, digerito, processato. Lo facciamo sempre durante i seminari. Prendiamo un cibo e una perso-
na che ne è intollerante.
Prima facciamo vedere l’intolleranza mediante il test kinesiologico.
Poi, tutti insieme, benediciamo quel cibo, e la persona, “miracolosamente” non perde più forza tenendo
in mano quel cibo.
L’amore è più del linguaggio. Quando vi innamorate c’è una densità di Spirito, c’è qualcosa di "gustoso"
e “giocoso”, qualcosa che vi da la sensazione di “pieno” benefico.
Guardate negli occhi di un neonato e questo non è solo emozione, questa è comunicazione. L’amore ha
un campo intorno a sé, che è meraviglioso e che vibra. Due esseri umani insieme e innamorati formano
un legame, c’è un forma di energia data da ciò che sono l’uno per l’altro, si pensano reciprocamente an-
che a grandi distanze. Studiamo pure i cibi, le proteine, i grassi, i carboidrati, però non scordiamo che il
nostro corpo ha una “vibrazione”. Il nostro corpo vibra a secondo del nostro stato d’animo. E’ meglio
evitare una bistecca ai funghi, se ne si ha tanta voglia? No, è meglio mangiarla, perché il nostro stato
vibratorio raggiunge il massimo della sua felicità e noi assimileremo questo cibo senza danno alcuno.
(detto da me che sono quasi vegano..) Avete notato cosa succede quando si va a cena con amici? Per
esempio, rincontrate amici che non vedevate da tempo. Avete fatto caso che, quando mangiate, e proba-
bilmente mangiate molto di più di quello che fareste a casa, magari in solitudine, vi sentite bene. Anche
se tutte le direttive nutrizionistiche ci dicono che sia sbagliato mangiare tardi la sera, voi vi sentite bene e
leggeri! E dite, stupidamente, che quel ristorante è buono poiché ci si sente leggeri dopo cena! Provate ad
andare nel solito ristorante da soli, senza poter condividere con nessuno il pasto, e vedrete come questo
ristorante, ai vostri occhi, perda la credibilità che si era guadagnato in precedenza. Il fatto di stare insie-
me e condividere il pasto, le emozioni, i ricordi. La condivisione è molto importante poiché l’uomo è un
animale sociale. Ha bisogno di relazioni, ha bisogno di “amore”, di coccole, di sentirsi riconosciuto ed
amato. E questo è il cibo di cui più abbiamo bisogno. Sentirci utili agli altri, sentirci amati. È meravi-
glioso. E tutto cambia. Il malessere si trasforma in benessere all’istante. Come è possibile che, sentendo
quella musica in cui tu ti riconosci e che ti ha fatto “vibrare”, cambi subito il tuo stato di benessere? In
un attimo ritrovi la serenità. Quando arrivi a casa, nervoso dopo un’ora di traffico, il tuo cagnolino ti ac-
coglie come se tu fossi la persona più importante della sua vita, come ti senti? Cambia la sensazione,
vero? Fai un bel sorriso, la tensione si allenta e la tua vibrazione comincia ad essere in uno stato di coe-
renza. Lo conosciamo tutti questo amore vero?
Amore incondizionato di un animale che ci elegge al primo posto come amico nella sua vita. Fantastico.
Ditelo a tutte le persone depresse. Prendete un animale da compagnia, curatelo, amatelo. Questo è il cibo
più gustoso della vostra vita. Un amore senza interessi. I giapponesi hanno 14 parole per definire
l’amore. Anche dividere il pasto con amici è una forma di amore. In questa nuova energia, dove il fem-
minile ha preso il sopravvento, noi tutti siamo più improntati alle relazioni sociali. L’energia femminile
è l’energia della cooperazione, dell’unire, del non dividere, del non separare. Tutti noi, pervasi da questo
tipo di energia più “sociale”, abbiamo voglia di condividere con gli altri le nostre emozioni, sia che siano
gioie, sia che siano dolori. Il mio consiglio è questo. Quando i dottori vi dicono: questo cibo fa male,
questo non si deve mangiare a quest’ora, e altre indicazioni di questo genere voi potete rispondere:

io ho un potere talmente grande dentro di me, talmente forte, che posso “cambiare”
quel cibo. Ho il potere dato dal mio amore, di dire a quel cibo: tu entri nel mio cor-
po, mi nutri, e tutto sarà bene. Io sono padrone assoluto della mia salute. Io sto bene,
io sono sano, io sono in salute.

59
Parliamo anche un po’ di tecnica di alimentazione. Ciò che vorrei dire in primis è di pensare alla prove-
nienza del cibo che mangeremo. Dove è stato prodotto, come è stato processato, come si presentava
all’origine, ovvero nella terra dove è stato raccolto, e come si presenta ora ai vostri occhi dopo la tra-
sformazione, a volte necessaria, per arrivare ai banchi del supermercato dove voi lo comprerete. Quando
scartiamo una merendina con tutti quei magnifici colori, pensiamo ai prodotti che contiene e, se in natu-
ra, questi prodotti sono così colorati e accattivanti come sono dopo essere passati attraverso un processo
di conservazione, colorazione, aggiunta di additivi, correttori di sapore.
E se in quel processo c’è amore, o odora fortemente di profitto e risponde solo e soltanto alle leggi del
business. È l’unica arma che noi abbiamo per difenderci. Poiché un cibo oggi, può essere talmente altera-
to, che noi possiamo percepirlo saporito e accattivante. È il caso delle aggiunte spropositate di zucchero
(effetto droga) e del sapore salato. Io non capivo come mai mia suocera cucinava dei pisellini che mia
figlia trovava migliori rispetto a quelli cucinati da me. Mia figlia insisteva a dirmi che erano più buoni e
che li gradiva di più. Confronto la qualità delle materie prime per verificare se lei usa un prodotto miglio-
re rispetto al mio. No, i miei ingredienti erano migliori. Controllo il sistema di cottura e le varie spezie
aggiunte. Non c’era una grande differenza. Sostanzialmente, le due pietanze, si equivalevano. Poi le mi
spiega che aggiunge un cucchiaino di zucchero durante la cottura.
Allora, mi si accende la lampadina, e capisco la “differenza” fra i nostri sistemi di cucinare. Lo zucchero
bianco è una sostanza vuota priva di tutto, ha solo il sapore che attira. Non è un alimento. La truffa al
nostro “sentire” è fatta. La viviamo tutti i giorni comprando nei supermercati prodotti alterati.
Non delegate la salute ad altri! Cucinate voi stessi il vostro pasto!
Abituatevi a “sentire “ l’effetto di ciò che avete mangiato e applicate le eventuali modifiche per i pasti
successivi. Non costruiamoci prigioni mentali. Tante persone, a volte diventano rigide e si limitano nelle
loro scelte alimentari. Si puniscono. L’alimentazione è bellezza, è fatta di colori, di varietà.
Non limitatevi. Amate il cibo. Il cibo è vita. Il cibo entra direttamente nel nostro corpo, nel nostro intimo
come null’altro. Lo fa almeno 4 volte al giorno. Di qui capite l’importanza del fatto che sia buono e pia-
cevole. Concluderei questa breve dissertazione informandovi degli ultimi test radiestesici fatti sugli ali-
menti.
La trasformazione, la ricalibrazione passa attraverso un aumento dell’utilizzo del potassio. Attenzione a
non andare in “sotto scorta” con questo minerale. Se, camminando, sentite crampi ai polpacci, prendete
in considerazione il fatto di aumentare gli alimenti che contengono potassio es: patate, banane.
Le verdure sono l’alimento più appropriato per la prossima evoluzione.
Le verdure sono ricche di informazioni evolutive ed aiutano la struttura cellulare ad una più facile ricali-
brazione. In questa nuova energia, diamo priorità alle verdure. Poi frutta e cereali integrali di coltivazione
biologica. Preferiamo cibi a km.0. Attenzione a consumare cibi biologici provenienti da paesi dove i
controlli sono scarsi! Quella che ci stanno propinando è una vera e propria truffa ai danni nostri. La vec-
chia energia cerca di appropriarsi dei marchi biologici per mettere le mani su questo settore così invitan-
te.
Dalla consapevolezza delle anime antiche in cammino alla furbizia della vecchia energia che si compra
l’idea e trasforma la consapevolezza in spazzatura con un bel marchio. Stiamo attenti! Usiamo il discer-
nimento!
P.S. L’esempio della bistecca scritto sopra è solo un esempio. Personalmente, mi sto avvicinando
all’alimentazione vegana. Non mangio carne da quando avevo 28 anni.
Però non discrimino coloro che lo fanno. Senza giudizio alcuno. Ognuno “sente” ciò di cui ha bisogno e
gli fa bene

60
L’ordine naturale delle cose
“L’energia cambia
Anche i corpi cambiano
Dobbiamo cambiare il sistema di alimentarci
Smettere di mangiare cibi che accalorano come gli insaccati
La frutta dissipa il calore e la verdura rinfresca i tessuti.
Manteniamo uno stato di pace
È l’unico adatto a sostenere questi cambi di energia
Così forti da far perdere la testa ad alcuni”

Gaetano

Mi trovo spesso a ragionare con persone che dicono: a volte mi sento infelice, triste. Conosco degli stru-
menti, ma non riesco a metterli in pratica.
Esiste anche una tecnica di ripetere: grazie grazie grazie.
Dirlo ripetutamente come un mantra. Cosa vuol dire, perché mi dici che non riesci a farlo? E allora? Co-
me si fa giungere al risultato che io riesca a fare le cose che mi aiutano e che mi fanno star bene?
Apprendiamo delle tecniche e ne veniamo in possesso, sono strumenti da utilizzare; però poi non siamo
in grado di utilizzarli al meglio nel momento del bisogno.
Poiché il nostro stato emotivo non ce lo permette. Dentro di noi abbiamo qualche problema che impedi-
sce di mettere a frutto le tecniche, gli strumenti appresi.
Il problema è da collocare nella quotidianità della nostra vita. Noi non siamo in linea con l’ordine natura-
le delle cose. Dobbiamo ritornare a quello stato per assaporare la vita ricca e piena di felicità.
Lo abbiamo perso, questo ordine naturale. Che cosa è? È come avere un filo conduttore di benessere inte-
riore della propria che si rende costante nella nostra vita. Per entrare in questo stato di grazia, dobbiamo
seguire la Natura. Infatti, stiamo parlando proprio dell’ordine naturale delle cose della nostra vita.
La fonte primaria nella nostra vita è la natura (madre terra) e ci insegna a stare in salute psico-fisica. Co-
me si fa a seguire questo ordine, cosa ci insegna la natura, cosa dobbiamo fare?
Cosa ci dà la natura?
Ci offre gli elementi che sono stati dati dalla creazione e dei quali essa si compone. Quali sono gli ele-
menti naturali creati da Dio per noi? Dati in dono a chi vive su questa Terra? La prima cosa che mi viene
in mentre è la Terra. Partiamo da qui. Noi camminiamo con scarpe. Abbiamo omesso un rapporto molto
importante che è la relazione con la Madre terra. La naturalezza di un corpo umano che cammina a piedi
nudi. È utopistico pensare che oggi si possa camminare a piedi scalzi tutto l’anno. Potremmo comunque,
nei periodi in cui fa meno freddo, da Marzo a Novembre, camminare con delle scarpe aperte tipo sandali,
o qualsiasi scarpa che abbia un po’ di apertura e ci faccia percepire meglio le vibrazioni energetiche che
risalgono dal centro della Terra.
Se ne avete la possibilità, camminate a piedi nudi su un prato! Lo stress si allenta e si percepiscono im-
portanti vibrazioni energetiche. In questo contatto che noi abbiamo con Gaia, l’entità che ci ha generato e
a sua volta creata da Dio, possiamo sentire tutte le energie che partono dal centro della Terra. Le meravi-
gliose, innumerevoli energie che completano il nostro stato di benessere.
Pensiamoci bene la prossima volta che diciamo : mi sono sporcato di terra. Pensiamo alla “sacralità” di
questa terra, componente della Pachamama, la nostra mamma meravigliosa che si sta ricalibrando con
noi. Sta “aggiustando” il tiro per poterci sfamare, si sta ricalibrando per noi.
Un altro elemento è il mare. L’acqua. È un elemento della creazione. Bagnarsi, lavarsi, appena svegli.
Che bellezza e che importanza! Tutto ciò fa parte dell’ordine naturale delle cose al quale ci dobbiamo
61
attenere se vogliamo stare bene in salute. L’acqua, indispensabile per la nostra vita. Fonte di vita stessa.
Quando dobbiamo ancora nascere, feti, stiamo nel liquido amniotico della mamma che ci protegge e ci
rassicura. Ci stiamo circa nove mesi. L’acqua è il primo elemento della creazione con il quale veniamo a
contatto. Poi viene il cibo. Mangiate, come diceva Gesù il maestro, i chicchi e i frutti che la Terra ci of-
fre. Quali sono? I frutti che penzolano dagli alberi. I frutti sono veramente un dono della creazione. Dio
ce li ha dati per alimentarci e per assaporare la dolcezza della Natura. Un nettare offertoci in abbondanza.
La frutta sta allegramente per svariati mesi illuminata dai raggi del sole. Quanta energia accumulata!
Quante! informazioni che arrivano dalla Fonte, dal sole Alcyone, centro della galassia, poi rimandate
sulla terra attraverso i raggi solari. Questi raggi che fanno crescere la frutta rigogliosa e piena di profumo
e sapore. E piena di “trasformazione”, di messaggi evolutivi. Nell’universo qualsiasi elemento viaggia
attraverso la Luce. La frutta contiene questa informazione. Mangiandola, possiamo evolvere più velo-
cemente. Pensiamo a quanta carica energetica assorbe un frutto cresciuto con l’amore dei raggi solari.
Quanto sia consapevole tutto ciò, quanto “amore” ci trasmetta nel momento in cui lo assaporiamo. Il sole
culla la frutta fin da quando è seme o germoglio e le trasmette amore fino alla completa maturazione.
Diventare frutto maturo, diventare cibo per un essere umano. Che grande amore esprime la creazione! Le
bacche che troviamo nei roveti, come le more, i mirtilli e altro, sono tutti doni della creazione. E i chic-
chi? Cosa sono? Il riso, l’orzo, il farro, il mais, avena e altri. Sono preziosi per il nostro nutrimento. Il
riso è l’alimento per eccellenza. Nella scala tra acidità e alcalinità dei cibi, l’alimento che corrisponde al
PH neutro è il riso. L’ordine naturale delle cose prevede di mangiare i frutti e i chicchi che la Terra ci
offre. Fanno parte della nostra vita. Poiché anche noi siamo parte di questo ordine. Questa terra ricca di
frutti benefici è stata data a noi affinché la vita si sviluppi armoniosamente. La vita deve essere gratifica-
ta con questi doni che Dio ci diede creando il tutto. Gli alberi, che sono sulla terra, con la loro chioma,
fanno parte delle montagne, che sono l’espressione della maestosità della massa terrestre. Masse che si
sono spostate, che si sono scontrate. Che sono in continuo movimento e che hanno generato, al momento
della creazione, le nostre montagne. Ricoperte da alberi bellissimi, dai quali noi riceviamo un nutrimento
che è l’ossigeno. L’ossigeno purifica il nostro sangue, che purifica i nostri pensieri. Il sangue pulito cura
qualsiasi malattia. Energeticamente, l’ossigeno da l’energia al nostro corpo per produrre il movimento e
il calore necessario a tutte le nostre attività corporee. Le attività digestive, le attività respiratorie e quelle
che noi stessi non controlliamo, come il respiro, la deglutizione, il battito delle ciglia non sono controlla-
te dalla volontà. Il corpo umano va a ossigeno, il nostro carburante. Da quanti anni sono radicati nella
terra, gli alberi? Alcuni sono veramente centenari. Gli alberi assorbono le energie che vengono dal centro
della terra. Tutte le energie della madre terra, tutte le vibrazioni vengono assorbite dagli alberi. Crescono
rigogliosi, sono intelligenti. Per comunicare la loro bellezza, il loro star bene, non hanno bisogno di par-
lare. Sono esseri estremamente evoluti.
Noi li abbracciamo e ne riceviamo “nutrimento” energetico. Sono statuari. Dimostrano il loro amore per
il creato donando l’ossigeno di cui noi abbiamo bisogno per respirare. Anche il respiro fa parte
dell’ordine naturale delle cose ora. Il respiro lungo, come dicono gli indiani, allunga la vita. Quando si
parla, si fanno pause per respirare. Per dare una intonazione alla voce.
La voce, a seconda del tono, può esprimere una emozione che stiamo vivendo. Il tono della voce può
esprimere gratitudine, gioia, serenità, tristezza. Qualunque emozione umana si può esprimere con un cer-
to tono di voce modulato dall’aria che passa tra le corde vocali.
Il tono della voce con che cosa interagisce? Con che cosa si materializza? Con l’aria. Con l’aria che è un
altro elemento della natura che fa parte dell’ordine naturale delle cose.
Respirando profondamente incameriamo aria, aprendo bene le narici, mandando l’aria fino alla pancia
per alcalinizzarci il più possibile. Respirando tonifichiamo il corpo. Tutte le nostre cellule hanno bisogno
di ossigeno, che viene portato dall’aria dentro il corpo. Le cellule hanno bisogno di aria e di acqua pulite.
Tutto ciò di cui noi necessitiamo per stare bene in salute ,sono solo e soltanto gli elementi essenziali che
troviamo in natura. Per ritrovarsi nell’ordine naturale delle cose ci servono: aria, acqua, luce solare, albe-
ri, montagne e mare. Questi furono gli elementi primari donatici dalla creazione. Noi siamo esseri di
luce. All’interno delle nostre cellule viene prodotta luce. Questa luce rappresenta l’amore che c’è stato

62
nella creazione. Lo spazio che percepiamo vuoto tra l’elettrone e il centro del nucleo di un atomo non è
vuoto.
È “colmo” dell’amore di Dio. È il regalo più bello, più profondo che Dio ci ha dato. La luce è l’elemento
che rappresenta Dio dentro di noi. In ogni nucleo cellulare c’è una polarità, maschile e femminile.
Questa polarità è un campo magnetico che si concretizza nell’orbita del nucleo. Attorno al nucleo girano,
come in una danza, come calamitati, gli elettroni. Danzano in un coro magico, calamitati dalla vera es-
senza, che è il nucleo cellulare. L’essenza della vita, il nucleo. Il nucleo che non ha nessuna polarità, è
statico, è il punto fermo, è il punto di scelta, il punto di partenza e di inizio della vita.
Il nucleo è il vero frammento di Dio. È Dio dentro di noi. Il nucleo è Dio, lo spazio vuoto è l’amore di
Dio. Dio creò l’uomo a sua immagina e somiglianza. Dio dentro di noi. La luce, che è l’espressione mas-
sima della bellezza e dell’amore di Dio, illumina il nostro pianeta. Illuminando, attiva tutte le nostre fun-
zioni ormonali, enzimatiche, digestive, respiratorie, endocrine, immunitarie, nervose. Tutto ciò è attivato
dalla luce. Esseri di luce, noi lo siamo veramente. Il veicolo è denso, umano, l’essenza è spirituale.
L’abitacolo è fatto di carne, il motore è fatto di nervi, muscoli, sangue. Il pensiero, il programma,
l’intento è spirito. Puro spirito. Abbiamo bisogno della luce. La luce di questo astro che rappresenta
l’amore di Dio, contiene il dono più grande. Il dono è l’essenza del dare senza ricevere qualcosa in cam-
bio. Il sole è un archetipo. È la vita che pulsa con tutta la sua forza. È il donare amore puro con gioia e
forza immense. Abbiamo bisogno di poche cose per sentirci allineati in questo ordine naturale delle cose:
aria, acqua, luce, vitamine e minerali che prendiamo dai semi e dai chicchi della madre terra. Dio, con
la sua magnificenza, ci ha posto sulla terra con questi elementi. Essi sono necessari e sufficienti a farci
felici. Dobbiamo nutrirci di questo. Di ciò che serve, di ciò che è primario per il nostro benessere. Cer-
chiamo di stare di più all’aperto. Non rinchiudiamoci nelle nostre case, usciamo fuori.
Usciamo e amiamo il più possibile, poiché questa è la vibrazione che Dio ha pensato per noi. Amiamo
tutto e tutti.
Da questa vibrazione traiamo il nutrimento per la nostra anima. Siamo animali sociali, abbiamo bisogno
di condividere esperienze con i nostri fratelli. Non chiudiamoci, confrontiamoci!
Non viviamo troppe ore immersi negli apparecchi elettronici, non diamo a questa tecnologia lo scettro
delle nostre giornate, delle nostre ore libere. La tecnologia, se usata bene, è anch’essa un dono. Se le si
lascia il predominio, essa può diventare una nemica che ci allontana dall’ordine naturale delle cose, dal
raggiungimento della felicità.
Dobbiamo soddisfare i bisogni di base, e diminuire il “di più”, il superfluo che c’è nelle nostre vite. Im-
pariamo a ritrovare le risposte nel silenzio, come ci hanno insegnato i nostri amici tibetani.
Il superfluo non deve superare una certa quota. Se la si supera ci si sente infelici, svuotati di energie.
Svuotati e affranti, pensiamo di porre rimedio a questa “bassa” vibrazione energetica affidandoci agli
schemi.
Schemi che abbiamo appreso in un corso, in un seminario. Applichiamo una tecnica che conosciamo spe-
rando che essa ci riporti in una condizione di benessere. Tutto questo non funziona, non sempre.
Se non si è sobri dal punto energetico, non si riesce a ritrovare velocemente il benessere.
Se non si fa abitudinariamente movimento fisico per svegliare tutte le funzioni ormonali per la salute, se
non si da importanza a questo, lasciando predominare la mente con i suoi meandri oscuri, il raggiungi-
mento della felicità rimane una meta lontana. Troppo distante dalla nostra percezione.
È finita l’era delle tecniche e dei guru. Oggi la tecnica siamo noi.
La tecnica è la consapevolezza. Impariamo ad essere connessi con la Fonte. Questo ci fa star bene. 24/24
connessi e consapevoli. Con la connessione, ci arrivano tutte le indicazioni di dove andare, cosa fare,
come comportarci.
Il “sentire” serve, quello che non più è lo schema. Serve a raggiungere tutto ciò di cui abbiamo bisogno.
Sentirsi in una armonia con l’ordine naturale delle cose.
Se il nostro stato vibratorio è alterato, la nostra energia è sporca. Il disturbo che è arrecato anche da tanti
componenti elettronici come televisioni, cellulari ecc. è evidente. Il disturbo “energetico” è enorme. Co-
me si fa a parlare per svariate ora al cellulare senza cuffie?
E dormire col telefono sotto il cuscino? Qualcuno sorride. Conosco tanti che lo fanno.
63
Noi dovremmo avere un “campo” pulito e ossigenato come il “campo” che troviamo sotto un albero, pu-
lito ed elevato. Elevato come vibrazione energetica.
Come il “campo” che si sente vicino a una cascata in montagna. Un albero ti dà ossigeno puro. Grazie
alberi, esseri dalle radici forti!
Voi siete la metafora del come ci si deve evolvere. Tanto in basso, quanto in alto.
Tanto chiome fluenti, quanto radici forti.
Radicamento ed elevazione. Voi rappresentate questo. Ne siete il simbolo. Il livello energetico del nostro
sistema di vita è fortemente inquinato. Fortemente.
Solo chi vibra a una “onda frequenziale” più alta, può essere inattaccabile dal punto di vista dell’energia.
Se vibri “basso” con paura e rabbia, come vuole il sistema, l’inquinamento elettromagnetico crea un di-
sturbo che ti impedisce di capire il vero senso delle cose.
Ci arrivano in testa un sacco di messaggi confusi, di informazioni non pulite.
La confusione energetica intacca la sobrietà del nostro campo energetico di base. Senza un ordine, senza
coerenza non c’è benessere. Senza emissione di fotoni coerenti, non possiamo stare bene. Anche se lo
vogliamo.
Il dottor A. Popp ci insegnò: "Le persone in salute emettono fotoni coerenti". Il DNA delle persone che
stanno bene, rilassate, somiglia a un sigaro, si allunga. Questo è lo stato ideale per ricevere gli ordini di
ripristino. La struttura cellulare ci “ascolta”, sente che siamo pronti, in stato theta. Noi mandiamo
l’informazione con l’aiuto della nostra coscienza, e il gioco è fatto.
Stare bene e guarire è possibile. Non solo, direi doveroso. Doveroso amarci, rispettarci, volerci bene.,
Distanziarci dall’ordine naturale senza capire la semplicità delle cose della vita, ci fa male.
In realtà le cose sono più semplici di ciò che noi pensiamo.
Se non siamo puliti non sappiamo più cosa mangiare per accedere a una energia pulita. Semplicemente
non abbiamo più i “sensi” per percepire cosa ci fa bene e cosa ci fa male. Siamo drogati da conservanti,
coloranti, pesticidi.
Le nostre menti sono piene di rifiuti prodotti dalle industrie alimentari. Cambiamo tutto questo!
Come mai mettiamo piede in un fast food senza pensare che la natura non ha mai inscatolato, aggiunto
sostanze, alterato le proprietà di ciò che mangiamo. La natura ci ha regalato l’energia pura.
Contenuta nei semi e nei chicchi che ci dona.
Questa vibrazione naturale è così forte che ci ricarica. La vibrazione contenuta nei frutti della terra. Man-
giando un frutto maturato al sole, la nostra vibrazione cellulare di base aumenta. Pensate a cosa succede
mangiando un cibo morto, inscatolato, conservato, con additivi, addizionato di sostanze vuote che non
fanno bene al corpo umano.
Come può trasformarsi in energia dentro di noi? Anzi, noi cediamo una parte della nostra energia per
digerirlo. Questo cibo ha una vibrazione talmente bassa che richiede il nostro intervento. Per poterlo di-
gerire noi dobbiamo aumentare la vibrazione del cibo stesso.
A nostre spese. L’energia che serve per poterlo processare è molta di più di quella che riceviamo in cam-
bio. Ecco perché ci sentiamo stanchi dopo aver mangiato merendine o altre schifezze prese nei banchi dei
supermercati. Le abbiamo scelte solo perché hanno una busta colorata ed attraente. Nell’ordine naturale
delle cose che ha creato Dio non esiste la fabbrica-cibo con animali stipati che non hanno spazio per
muoversi. Se non c’è amore, come può trasformarsi questo cibo pieno di dolore in una vibrazione armo-
niosa per il corpo umano?
Questo è uno dei motivi per cui ci sentiamo, male, abbiamo strane reazioni, non riusciamo a entrare nel
nostro sé superiore. Questo malessere che la fabbrica-cibo ci porta con la sua vibrazione di dolore, entre-
rà successivamente nelle nostre cellule. Non riusciamo a meditare, a trovare quello stato di pace interiore
che ci aiuterebbe a vivere più sereni e senza stress. Siamo pieni di sostanze chimiche, tossiche, energeti-
camente sporche, ingerite con il cibo, respirate con i fumi cittadini. Il cibo spirituale, il nostro bisogno
primario, vibra dentro di noi come farebbe un buon cibo.

Le notizie ci intossicano. Notizie senza valore, senza approfondimento, parole buttate là con l’unico
scopo di tenerci in un continuo stato di paura.
64
Telegiornali, notiziari vari, tutto confezionato secondo lo schema del regime che cerca di mantenerci
sudditi delle nostre paure. Schiavi moderni che amano la propria matrix, il proprio carnefice. La superfi-
cialità dei messaggi che ascoltiamo va a minare la nostra serenità interiore.
La strada si trova nel silenzio. Senza parole. Senza chiasso, rumori di sottofondo. Il silenzio come arma
di riscatto. Abbiamo bisogno di trovare la nostra pace, non quella che ci vorrebbero dare preconfezionata.
Abbiamo bisogno di poter contattare e ritrovarci nel nostro sé in qualunque momento lo desideriamo.
Abbiamo bisogno di trovare la nostra parte spirituale, sempre attiva, che ci trasmette con facilità benesse-
re, amore, pace, gioia.

Per raggiungere lo stato meditativo al fine di contattare il nostro sé superiore, non abbiamo più bisogno
di entrare in un dojo, in una palestra, in una chiesa Noi dobbiamo stare sempre con la vibrazione massi-
ma che ci è consentita. Ventiquattr’ore su ventiquattro. Sempre. La vibrazione dell’amore, lo stato di
preghiera sia continuo e costante! Stare sempre in contatto con il creatore e avere continuamente le rispo-
ste di cui necessitiamo. Non risposte logiche, razionali. Risposte del cuore, sensitive. Risposte che ci
fanno vibrare come una corda di violino tesa nell’armonia del suo suono perfetto.
Dobbiamo continuamente essere in contatto con il nostro respiro. Respiriamo piano e profondo, allentan-
do così le tensioni. Cerchiamo di reagire il meno possibile a tutti questi stimoli che ci vengono imposti.
La nostra felicità deve essere costante.
Il nostro respiro deve essere il respiro degli angeli.
Lenti all’ira, rapidi al perdono.
Questa sarà la nuova umanità. L’energia dei Maestri la vedremo espressa tutti i giorni. I nuovi “maestri”,
le anime antiche, cammineranno su questo pianeta riproponendo la vibrazione dei maestri che li hanno
preceduti. I maestri ci sospingono, ci fanno pervenire la loro saggezza. Noi ne saremo nutriti. Praticate la
maestria, ci dice Kryon spesso. Vero, è tempo di finirla con le frasi “io non riesco a cambiare”, “io sono
fatto così, non ce la faccio a perdonare”. Dobbiamo cambiare, necessariamente cambiare. Tutto cambia.
L’energia, la vibrazione si fa sempre più acuta. Tutto si ricalibra. Non possiamo più andare avanti con
gli scheletri nell’armadio. L’energia attuale ti mostra sempre davanti agli occhi i problemi irrisolti. Non
puoi più far finta di niente. Devi risolvere. Sennò stai male. Soffri fintanto che non risolvi. Il travaglio
interiore è inevitabile. La vita va vissuta senza mettere più la maschera, con consapevolezza che noi
siamo esseri che hanno bisogno di Luce. Luce nella nostra vita, compassione per noi stessi!
Amiamoci, vogliamoci bene, rispettiamoci. Basta! Con l’essere aguzzini di noi stessi. È finito quel tem-
po. La prima compassione è per sé stessi. La nostra vibrazione deve mantenersi così alta da sentirsi co-
stantemente in stato di preghiera e connessione con l’energia creatrice, con Dio.
Soltanto amando e rispettando la vita, i nostri simili, gli animali, i vegetali e tutto il creato ci evolveremo.
Ci troveremo in pace. La pace raggiunta, dentro di noi. E quando la pace è dentro di noi, possiamo dire
di stare bene. Quando il nostro stato vibratorio di base è il più possibile vicino allo stato di connessione
col Creatore, siamo Amore Puro, incondizionato. La troveremo quando cominceremo ad amare il silen-
zio. Amare noi stessi in profondità. Se cominciamo a stare bene da soli, noi evolviamo, stiamo bene e
troviamo soluzioni che non ci aspettavamo. Le risposte che cerchiamo non ce le danno i rapporti super-
ficiali che spesso viviamo, schiavi dei pettegolezzi e dei paradigmi. Avremo la pace e vivremo
nell’amore di Dio. Nella bellezza e armonia che ci insegnò il maestro dell’amore. Gesù, vero esempio di
amore e di pace.
Ora vive dentro di noi in energia. È tornato, come dicevano le profezie. Non in carne ed ossa, ma in
energia. Dimora dentro di noi e ci spinge a fare grandi cose.
Nell’armonia e nella pace.

65
Consigli di Kryon
(riveduti e corretti da me)
Come dice il Vangelo, noi ci troviamo riuniti insieme.
Nelle riunione di preghiera di guarigione che facciamo tutti i venerdì, noi siamo un gruppo di anime in
preghiera. Kryon ci suggerisce che un gruppo di anime in preghiera è una forza inarrestabile
La Fonte, nel momento in cui preghiamo e richiediamo una energia di soluzione ai problemi dei nostri
fratelli, ci sta individuando come gruppo e la richiesta che facciamo alla Fonte va in linea con quello che
disse Gesù nel Vangelo:
“ In verità io vi dico ancora: se due di voi sulla terra si metteranno d’accordo per chiedere qualun-
que cosa, il Padre mio che è nei cieli gliela concederà. Perché dove sono due o tre riuniti nel mio
nome, lì sono io in mezzo a loro».”

La coscienza, che è multidimensionale, non segue le regole della linearità.


Questo significa che quando due o più si riuniscono, l’energia risulta amplificata secondo una curva di-
spari, non esponenziale ma simile a essa.
Vi focalizzate e vedete la guarigione.
L’energia è stata sviluppata a partire da voi che l’avete inviata, anche se non l’avete creata.
È arrivata da un motore che ha a che fare con la Sorgente Creativa, passa attraverso di voi e viene inviata
all’individuo, perciò non l’avete creata dal nulla.
Quando meditiamo e preghiamo entriamo in contatto con lo Spirito e questo si percepisce.
Attingiamo fortemente a ciò che è Spirito Santo e lo spingiamo direttamente sulla persona che vogliamo
aiutare. Questo è il modo giusto. La Sorgente Creativa ci ha “visti” e ha permesso quella trasmissione di
energia direttamente dalla nostra ghiandola pineale, direttamente dalla nostra coscienza, spingendola
direttamente sulla persona ricevente. L’energia non può essere distrutta, perciò deve andare da qualche
parte. La prima cosa che accade è che l’energia colpisce una potenziale membrana della manifestazione:
è pronta ad andare, ma deve passare attraverso questa membrana. Questa particolare membrana è aggan-
ciata alla fisica della coscienza del “ricevente”. La persona che sta ricevendo ci deve credere! Se però,
interiormente, da qualche parte una vocina dice: “Non credo a una sola parola”. Il “ricevente” non si è
assunto l’impegno, non ha aperto la sua ghiandola pineale, non l’ha connessa alla Sorgente. In questo
caso manca la Sorgente. È come avere un circuito! Quando l’energia colpisce la membrana e vede che la
coscienza non è compatibile, quindi non conforme alle regole della fisica, l’energia della preghiera si
dissipa attraverso la membrana e va da qualche altra parte. La persona con la malattia deve far parte del
circuito.
Quelli che fanno parte del circuito maggiormente sono i bambini piccoli, i quali non obiettano.
Anche gli animali sono pronti per l’energia di guarigione, la ricevono subito, sono aperti al massimo.
La membrana della loro coscienza è pronta ed essi accetteranno l’energia perché non ci sono obiezioni
intellettuali né alcun tipo di condizionamento che si frappone (paradigmi, scetticismo).
Le persone che sono soltanto parzialmente pronte faranno passare solo un po’ di energia e limiteranno
l’effettivo beneficio. Per cui, a volte, si ottiene soltanto una pulizia del campo, un riequilibrio.
Nel momento in cui scopriremo che siamo in grado di comprendere la preghiera, possiamo effettivamen-
te mostrarla alla persona in ricezione e darle istruzioni su come aprire la membrana.
Far passare la preghiera, o meglio il “messaggio informativo” che la preghiera contiene, è far sì che ac-
cadano cose di cui non siamo consapevoli a livello logico. Ne siamo consapevoli solo con il cuore, vi-
brando alto. Non logica normale, logica spirituale. Qualcosa sta cominciando ad accadere, su questo pia-
neta, alle persone che hanno problemi: stanno cominciando a crederci, stanno cominciando a capire,

66
stanno cominciando ad aprire la membrana della coscienza; si conformano alle leggi della fisica ondula-
toria e vibratoria dell’energia. Quello che è un vero e proprio protocollo dell’invio, se sarà conforme ai
riceventi, quali essi sono, lo comprenderanno a livello fisico. La chimica cambierà internamente portan-
dolo a una vera e propria auto guarigione. Il ruolo futuro della terapia e della medicina non sarà nella
chimica.
Sarà nelle energie multidimensionali che sono “tagliate e progettate su misura” allo scopo di parlare alla
struttura cellulare del corpo. Tutto ciò sarà benevolo, non ci sarà alcuna energia distruttiva che spazzi via
il tumore o dissolva questo o quello. L’ energia quantica parla alla chimica nel suo linguaggio. La chimi-
ca del corpo recepisce le istruzioni, le cellule staminali si risvegliano e svolgono il loro lavoro. Questo è
il cambiamento di paradigma! Riusciamo a immaginare un futuro senza chimica?
Riusciamo a immaginare una medicina energetica senza alcun effetto collaterale di qualunque tipo?
Nessuna energia residua indesiderata di qualunque tipo. L’energia va dritta dove deve andare, parla il
linguaggio delle cellule.

La malattia proviene dalla mente

Posso ripulire il mio corpo mediante ciò che penso? In questa nuova energia sì. Teniamo d’occhio ciò
che diciamo ad altri riguardo al nostro corpo, perché in questa nuova energia c’è un’antenna gigantesca
che è stata appena innescata. E che ascolta tutto ciò che diciamo: tutto.
Questo è un cambio di paradigma, un matrimonio fra coscienza e salute che non può essere diviso.
Il modo di curare sta cambiando.

Informazione per i guaritori, terapeuti

Chi viene da te per quello che fai, si stende su un lettino e tu lavori su di lui in un certo modo: gli dai
energia o la smuovi, la senti nel suo corpo.
Stai coinvolgendo la sua coscienza? Prima che il tuo paziente si sieda o si sdrai, abbi con lui una conver-
sazione a tu per tu e fai questa dichiarazione ai tuoi pazienti:

“Dai il permesso a quest’energia di guarirti oggi?”


Osserva la sua risposta e mettici intenzione.

Deve risponderti a voce alta e che intenda veramente quello che dice.
Altrimenti tornerà da te, e tornerà, e tornerà… e tu farai la stessa cosa più, più e più volte.

Guarire non significa avere clienti che ritornano, significa riceverli una sola volta

Una sola volta. Un cambio di paradigma.


A che cosa assomiglierà la medicina? Arriverà a una fine, molto presto, perché il futuro della medicina è
la fisica, non la chimica! Cominceremo a comprendere e sviluppare la fisica. La fisica letteralmente par-
lerà alla struttura cellulare e le darà istruzioni senza una sola sostanza chimica!
Le migliori sostanze chimiche che abbiamo e che stanno aiutando per le peggiori malattie sul pianeta
hanno tutte degli effetti collaterali, in qualche caso ci portano alla morte.

C’è un’accelerazione della cooperazione da parte dell’altro lato del velo nei vostri confronti. L’energia è
benevolente, non dimentichiamolo. C’è un accordo in cielo che fa si che tutto cominci ad andare per il
meglio.

Pulizia energetica : quello che facevamo in quanto operatori di luce è cominciato a cambiare.

67
Non dobbiamo più fare alcuna pulizia manuale, fisica. Quando entriamo in una stanza, non è necessario
produrre suoni, fare fumigazioni o meditare per ripulire l’energia della stanza. Quella stanza veramente
potrebbe aver visto molte cose oscure, comprese le modalità della coscienza umana oscura.
Si potrebbe entrarci per la prima volta e il sé intuitivo dire: ripulisci questa stanza, così da non metter
piede nell’oscurità! Oggi noi portiamo un tale fascio di luce che l’oscurità non potrà mai penetrare. È una
modalità della nuova energia. Entriamo nella stanza portando la nostra luce e l’oscurità fugge. La nostra
luce ripulisce la stanza con la nostra presenza. Se ci portiamo dietro un aiuto per non finire nei guai, co-
me l’angelo custode preferito, un cristallo, cosa succede? Con queste azioni, che sono molto comuni,
molto comprensibili, molto logiche in un’energia vecchia, state dicendo alle vostre stesse cellule, alla
vostra stessa psiche, persino al vostro Sé Superiore, che non vi fidate della vostra luce. Liberiamoci di
tutto ciò. E’ obsoleto. Possiamo fare una volta sola un rituale di integrazione di quella che è la vostra
qualunque cosa preferita dentro la vostra energia personale.

Azione compassionevole

Una delle chiavi per ottenere accelerazione, per diventare più saggi e per capire meglio che cosa fare
prossimamente e che incrementerà ciò per cui siete qui, è diventare più compassionevoli. Diventiamo di
più com’erano i Maestri. Invece noi, normalmente, riversiamo su una persona povera la nostra compas-
sione, poi andiamo a casa e odiamo un vicino ricco.
Questa è compassione selettiva
Ogni singolo essere umano è qui per una ragione. Quelli che non ci piacciono, che vi frustrano, ognuno
di loro. Riusciamo a guardarli con cuore compassionevole e vedere dentro di loro perché sono disturbati,
perché sono disfunzionali? C’è Dio anche dentro di loro. Un criminale che ha ucciso e resterà lì per sem-
pre in prigione, senza ricevere mai più la libertà; quello che ha fatto è stato spregevole, orribile: quando
lo guardiamo, che cosa proviamo? Siamo dispiaciuti per lui?
Riusciamo a guardare dentro di lui e vedere la compassione per il suo cammino e per quello che ha scelto
di fare in questa vita, disfunzionale o no, e avere compassione per il suo cuore?
Che cosa facevano i Maestri? Questo è quello che facevano. Compassione per tutta l’umanità.
Guardiamo nel loro cuore , chiunque essi siano, per la strada o nella vostra stessa famiglia, e tutto ciò che
vedete è Dio, il volto di Dio, esattamente come per voi stessi. Questo tipo di compassione cambierà la
vostra vita, cambierà il pianeta sul quale camminate. Il nostro pianeta sta andando in un luogo dello spa-
zio in cui non era mai stato prima. Chiedi a un astronomo e ti dirà che il sistema solare sta uscendo da
una bolla protettiva (fasce di van Hallen) ed è entrato in un nuovo tipo di radiazione, in una zona di ener-
gia mai vista prima.
Il nostro sistema solare sta perdendo una coperta protettiva che aveva sempre avuto grazie alla posizione
che aveva. Il nostro sistema solare è sempre stato in movimento ruotando attorno al centro della galassia.
Fisicamente, che cosa sta succedendo? La nuova energia sta influenzando il vostro sole perché
quest’energia è PROGETTATA per farlo. Questa è un’energia evolutiva che influenzerà il nostro sole,
l’eliosfera del nostro sole, poi passerà al campo magnetico della Terra che ora sta venendo riposizionato
per una nuova Coscienza. Consideriamo la confluenza di energie che si stanno spostando e cambiando e
che influenzano direttamente il nostro DNA. Il DNA degli esseri umani è pronto a spostarsi su un diverso
livello e a cambiare. Non lo vedremo mai con un microscopio perché non è chimico: è una questione di
fisica.
Il 90% del DNA era chiamato in passato spazzatura, e ora comprendiamo che non lo è, perché contiene
dentro di sé informazioni che sono multidimensionali ed è pronto a ricevere informazioni dalla Fonte!
Se considerate il sé individuale e lo stesso DNA, quello che potreste dire stia accadendo è che stanno
ricevendo un’attivazione. È un rilascio, il rilascio dalla prigione della paralisi. Il tuo DNA è paralizzato: è
una tua libera scelta decidere dove vuoi mandare l’energia di questo pianeta, e il tuo DNA ha cooperato.
Non è un’attivazione del DNA: è una LIBERAZIONE del DNA. Il nostro DNA è pieno di informazioni
e di programmi, ossia modelli e paradigmi di vita, e sono programmi che abbiamo ricevuto solo in parte.

68
Un programma ha una struttura propria. Se abbiamo già una porzione del programma, cioè un frammento
del disegno, essa attrae a sé il resto del disegno, se è in grado di raggiungerlo. Se abbiamo un frammento
del quadro, quel frammento ha un’attitudine: un atteggiamento di desiderio e di volontà di avere il resto
del quadro (frattale). Non appena è possibile ottenere il frammento, è come una calamita: letteralmente
vola verso se stesso. Il programma va a posto di scatto e otteniamo il quadro intero. Tutti noi abbiamo
frammenti del programma e tutti quei frammenti, in un’anima antica, sono pronti ad attaccarsi agli altri
frammenti del programma. Chiamandoli letteralmente per nome perché si facciano avanti: in questa nuo-
va energia, questo lo potete fare. Questi frammenti sono disponibili per noi adesso, semplicemente an-
diamo a prenderli nel libro della Coscienza lo facciamo con le affermazioni, lo facciamo con la medita-
zione.

Come appare un’anima antica esaltata? La risposta è: compassionevole.

Il segreto per scavare la miniera della propria akasha è avere una Coscienza compassionevole.
Se vogliamo scavare la nostra akasha, se vogliamo essere in contatto con chi eravamo, e cominciare a
riscrivere chi siamo, dobbiamo raggiungere un accordo di compassione con noi stessi. Questa è la prima
compassione, la compassione per sé stessi. Ed è la più difficile da realizzare. È quella che blocca tutti i
programmi evolutivi. È quella non ci fa percorrere il cammino fino in fondo. Noi siamo giudici di noi
stessi. Questo atteggiamento è da abbandonare definitivamente. Dobbiamo stare in uno stato senza rab-
bia, avere cura per gli altri e purezza del nostro Dio interiore. Questa è fisica; la fisica della Coscienza
crea quella che chiamiamo azione compassionevole. A quel punto potete cominciare a scavare la vostra
akasha. La compassione ci guiderà in uno stato evoluto; senza compassione né cura per gli altri non fun-
zionerà. Molto lentamente si verificherà una spaccatura, e ve ne abbiamo parlato in precedenza, fra quan-
ti sono compassionevoli e quanti non lo sono.

Avere cura o non avere cura: è uno stato d’animo; è questa, la spaccatura in arrivo.

Non preoccupiamoci più di tanto: quando assumiamo gli attributi del maestro, la luce ci circonda.
Nessuna malattia più sarà in grado di toccarci… con la compassione. È fisica, è reale, è fisico! Noi esse-
ri umani siamo progettati per creare certi tipi di energia, per lo più attraverso il pensiero cosciente, ovve-
ro l’intento, intuizione. Credere. Il credere è energia focalizzabile dentro di noi.
C’è un motore del credere. Quando l’avviamo produce qualcosa, va in qualche luogo, è un veicolo di
energia. Quanta fisica è coinvolta nel credere! L’energia è qualcosa che possiamo misurare, tracciare e
vedere!
Il grado al quale crediamo mette in atto la nostra capacità di guarire.
Letteralmente, il grado al quale crediamo determinerà effettivamente quanto ci risvegliamo a Dio perché
credere è energia, e questo può essere o un blocco o un acceleratore. Un giorno la guarigione del corpo
umano dipenderà completamente e totalmente dalla coscienza. Quel giorno si userà lo stesso trattamento
per molti. Alcuni guariranno e altri no. Ci saranno invece quei tipi di guarigioni che letteralmente dipen-
dono dall’energia del credere, e ora siamo nel tempo in cui tutto ciò comincia ad avverarsi. Le medicine e
le terapie cambieranno sul pianeta, e una parte delle cose che ci impediscono di raggiungere ciò che ci
aspetteremmo è la conoscenza di ciò che avete avuto. La conoscenza di ciò che avete avuto dice che la
cura è lineare e per tutti. Ci rendiamo ancora poco conto che adesso, se applichiamo una cura, alcune
malattie saranno curate e altre no. È la prima volta che succede ciò in questa nuova energia
.Improvvisamente dobbiamo avere la coscienza del credere (credere coscientemente) nella cura, e questo
ci rende totalmente e completamente responsabili del nostro stesso corpo. Qualunque sia la cura, chiun-
que abbia la cura, qualunque compagnia l’abbia prodotta, qualunque sia la tecnologia, quando è di fronte
a noi non funziona se non ci crediamo.

Remissione spontanea. Cosa succede

69
Le persone che stanno attorno al letto di una persona a cui è accaduta una remissione spontanea si chie-
dono cosa sia successo
Un miracolo! La medicina lo chiama “remissione spontanea”; coloro che sono spirituali lo chiamano
“miracolo” perché è inaspettato, perché non crediamo che il corpo umano sia progettato per questo, per-
ciò deve essere arrivato da Dio…
Ogni singolo essere umano può attivare dentro di sé l’energia del credere!
È possibile che per un istante la persona si sia rilassata e ha abbandonato qualunque cosa le fosse stata
detta da chiunque su ciò che è possibile, ed abbia permesso al suo corpo di guarire all’istante.
QUESTO È CREDERE! Ha mandato in frantumi la prigione di ciò con cui siete giunti riguardo a ciò in
cui credete.
Costruiamo le nostre affermazioni personali, che possano mandare in frantumi la barriera di quanto ci è
stato detto riguardo a ciò che è possibile per l’essere umano
Noi siamo in assoluto un prodotto di quello che ci è successo nella vecchia energia e nel passato.
Ci portiamo dietro blocchi e filtri che non sappiamo neppure di avere.
Abbiamo la capacità di andare oltre queste cose attraverso quella che è la nostra intuizione e quello che è
il potere delle affermazioni, il potere di parlare al corpo intelligente dentro di noi.
Questo è il potere di insegnare alla struttura cellulare che tutte le cose sono possibili attraverso quelli che
sono l’amore e la compassione.
Se la nostra coscienza dà il permesso di farlo, la nostra struttura cellulare ha l’incarico di frantumare
quelle credenze.
Dobbiamo costruire il ponte tra l’energia dell’essere umano cosciente e quello che fa il corpo intelligente.
Poiché tutti i blocchi e i filtri sono installati dentro il nostro corpo intelligente.
Questi blocchi sono stati creati da noi creati e messi lì durante ciò che chiamiamo “vivere la vita”.
Noi interiorizziamo cose di cui non abbiamo più bisogno: questo significa che crediamo in cose che ci
sono state dette e che non servono più. Esiste una tendenza, iniziare a elencare ciò che non sappiamo
fare. Siamo coscienti che stiamo facendo una lista dei nostri blocchi quando chiediamo: “Come posso
fare una cosa? Quante volte devo farla? Qual è la procedura?”
Ognuna di queste domande viene fatta perché c’è un blocco nella nostra mente che non ci permette di
andare oltre. Se smettiamo di porre domande su quante volte e come, su quando, dove e perché, e invece
andiamo alla sorgente del problema, questa sarebbe la compassione del Creatore che portiamo con noi e
che letteralmente è installata lì.
Ed è un vaso pronto per essere aperto e riversato su di noi da parte di una Sorgente che è sempre dentro
di noi e che è la coscienza e la compassione del Creatore.
In tutti noi c’è un processo di risveglio e possiamo percepirlo. Uno degli attributi di questo processo di
risveglio che vi invito a cercare è la gioia.

La Sorgente Creativa è benevola, ama le risate.

Sul pianeta non c’è un’emozione più fortemente terapeutica del riso e del festeggiamento.
Cerchiamola, anche nei rituali. Cambiamo quello che si fa nei rituali. Non chiudiamo più gli occhi fin-
gendo di essere afflitti perché siamo in contatto con lo spirito, non inginocchiamoci più.
E’ energia vecchia. Lo capiamo o no?
Che cosa ne pensiamo di una celebrazione durante la quale raccontare una barzelletta?
Qualcosa per creare una celebrazione della gioia e del riso mentre si entra in uno stato meditativo: questo
l’amplificherebbe enormemente.
La vecchia energia dice che dobbiamo essere depressi o almeno sembrare così: in un cerchio di medita-
zione tenere lo sguardo basso, nessuno dice nulla, tutti in silenzio… e tutti depressi.
A che cos’altro si suppone che dobbiamo pensare? Ridere durante la meditazione? No! Disturba
l’energia?
Proviamoci e osserviamo che cosa succede all’energia: potrebbero avvenire delle cose inaspettate. Dei
cambiamenti nei nostri campi energetici ai quali non siamo abituati.
70
L’energia è qualcosa che dovremmo essere in grado di percepire, misurare, utilizzare, calcolare… e pre-
dire. La Terra ha una Coscienza che è sintonizzata sull’umanità.
Gaia sta cominciando ad aumentare la sua coscienza, restituendoci quello che stiamo cominciando a dar-
le e che non è guerra e odio. Gaia sta cominciando a cambiare. La griglia cristallina sta cominciando a
cambiare dandoci ricordi di cose belle, non di drammi. Tutto ciò che ci circonda e ci supporta sta comin-
ciando a muoversi. Se preghiamo per avere la pioggia creiamo un’energia che è quantica, il che significa
che funziona con le particelle quantiche. La definizione di “quantum” è una particella che è multidimen-
sionale.
Tutta l’energia che creiamo entra nel pianeta. Creerà la pioggia? Per migliaia di anni gli indigeni hanno
fatto danze per la pioggia. Facevano qualcosa o era una stupidaggine? Gli indigeni deviavano la curva
della casualità, quando si trattava del tempo atmosferico, e creavano la pioggia, che veniva letteralmente
presa da un certo luogo, spostata nel loro luogo e pioveva! E lo fecero più e più volte, a volte con risulta-
ti, altre volte senza risultati, ma più spesso con risultati che non senza, ed è per questo che la pratica delle
danze durò migliaia di anni. Pensiamo che sia follia, che sia pagano. Di che cosa si tratta?
Di coscienza che agisce sulla fisica: essi lo sapevano, perché funzionava!
Gaia è più ricettiva, proprio adesso, a questi tipi di cose di quanto non sia mai stata prima.
Il pianeta è benevolo per noi ed è pieno di benevolente energia femminile.

Libero arbitrio
Kryon, in una canalizzazione ci dice:
E' appropriato guarire qualcuno che non può decidere per se stesso?

"Caro Spirito, sono un guaritore. E’ appropriato e corretto effettuare una guarigione su un Essere
Umano che sembra non aver la capacità di chiederla? Per esempio, potrebbe essere un Essere
Umano in coma. Potrebbe essere una persona in uno stato mentale non equilibrato. Qual è la diffe-
renza tra un’appropriata lezione di vita e un'interferenza? E’ giusto?”

Sembrerebbe così che l’Essere Umano di fronte a voi abbia la sua libera scelta “muta” e voi fate una do-
manda sulla correttezza di una guarigione forzata? Ci sono due riposte:
Ricorda che tu non guarisci; tu equilibri. Quindi, è giusto accendere una luce in una stanza scura? Forzi
gli occupanti a vedere? No. Li metti in grado di scegliere. Quindi, la domanda è, in realtà : “E’ appropria-
to equilibrare senza permesso?”
Ogni Essere Umano che non è in equilibrio o è incosciente, ha un frammento di puro equilibrio in ogni
singola cellula. Se il cervello Umano non funziona, molto spesso altre cellule (milioni di esse) sono a
posto... e gridano per avere equilibrio - ognuna di esse! Non è diverso quando il cervello è consapevole e
le altre parti del corpo hanno problemi... fanno male!
Il dolore è il grande comunicatore della biologia per avvisare il cervello che sono necessari correttivi ed
equilibrio in una data area. Vale lo stesso al contrario. Se l’Umano è in uno stato di coma, le cellule del
corpo tenteranno di bilanciarsi. Desiderano essere consapevoli! Nel cervello della persona in disequili-
brio c'è un grido per l'intenzione di essere riequilibrata. Questo è spesso il motivo della loro ansia. Ben-
ché essi possano essere in uno stato non funzionale, sono anche spesso depressi, poiché una parte di loro
desidera essere integra… ma non possono esprimerlo.
Possono non essere in grado di dirlo, e possono non essere in grado di comunicarlo, ma questa è la verità
perché il corpo Umano desidera l’equilibrio che definite “normale”.

71
Quando non c’è il “normale”, anche se non potete sentirlo provenire dalla bocca, o anche dagli occhi,
ogni cellula lo desidera ardentemente e lo chiede. Così, sì, è appropriato che operiate e equilibriate quella
persona. E’ appropriato inviare luce in una zona buia. Non è forzare nulla. E’ solamente illuminare. Ri-
cordate, qualche volta siete il catalizzatore per un risveglio di quell’Umano, che non sarebbe arrivato mai
se non aveste fatto qualcosa.
Qualche volta voi siete la loro sincronicità!
Siete il loro angelo! Pensateci la prossima volta che passate accanto a qualcuno che sembra essere in uno
stato al di là del contatto conscio. Circondateli di energia equilibrante. Inviate loro luce, e poi lasciate la
libera scelta alle loro cellule di fare il proprio lavoro.
“ E' giusto guarire quelli intorno a me?”
Questa domanda sulla guarigione viene da un non guaritore. Viene da un operatore di luce che desidera
aiutare quelli che vede intorno lui.

“Caro Kryon, caro Spirito, ho parenti ed amici ed ho molta gioia ed informazioni spirituali per
loro. Ho guarigione per loro. Ho imparato così tanto su come funzionano le cose. Potrei aiutarli a
renderli integri e farli sentire meglio. Potrei dare loro esercizi ed informazioni, e potrei anche dare
loro un libro che potrebbe aiutarli. Cos’è che dovrei fare? E’ giusto? Kryon, tu hai detto che que-
sta nuova energia è non-evangelizzante. Allora cosa devo fare?”

Operatore di luce, questa è forse la domanda più profonda di tutte. Tu sei un notevole filantropo, non è
vero? Hai imparato la compassione per te e per gli altri. Sei più attento alla mancanza di umanità di mol-
ti, e ti addolori molto di più per la terra di quanto hai mai fatto prima.
La risposta è quella che è sempre stata:
prenditi cura di te stesso.

Sembra una non-risposta? Lascia che te ne spieghi la meccanica e decidi.


Più il faro sta in alto, più lontano la luce brilla e può essere veduta.

Più il faro è ancorato, meno la tempesta lo toccherà. Quando tu cammini per questo pianeta distribuendo
questa luce, brillerai in aree che sono buie. Le aree oscure sono in luoghi in cui ci sarà l’onnipresente
“libera scelta”, che da tutti noi è così venerata… ed è un importante riferimento per quelli intorno a te.
Hai un parente che vive con te? Forse è un amico che ami teneramente? Tutto dentro di te desidera poter-
li aiutare ma loro non sono interessati? Ti dirò come potrebbero essere interessati.
Lascia che essi ti osservino!
Lascia che essi vedano che tu “vivi ciò in cui credi”. Celebra il lavoro che non ami.
Diventa tollerante con una persona che è insopportabile. Fai un sorriso radioso giorno dopo giorno, che
sia sincero. Celebra la tua vita! Guarisci il tuo corpo e parla alle tue cellule. Allora forse, solamente
forse, quella persona verrà da te un giorno e dirà: “Anche se io non posso non credere a ciò che tu
credi, posso vedere che funziona per te. Da dove devo cominciare? Come posso avere ciò che tu
hai?”
Non vedete l’ora di sentire queste parole, vero?
Questa è la risposta.
Prendetevi cura di voi stessi, vibrate più alto, andate in uno stato di ascensione… questo non è sem-
plice.
Questo è il lavoro.

Kryon

Qui di seguito riporto due post che scrissi per il nostro gruppo su FB:

Post su kryon/guarigioni su Facebook del giorno 7 Settembre 2016


72
Buongiorno famiglia!!
Come va?
Credo che siano stati tempi davvero duri per noi tutti.
La nuova energia ci ha "imposto" di separare il vecchio dal nuovo dentro di noi.
A tutti i livelli.
Lavoro, famiglia, amicizie, salute ecc.
In tutti questi ambiti della vita sono avvenuti forti cambiamenti
Dobbiamo essere noi stessi, ormai, non più la "maschera" di noi stessi
Chi vive con la maschera e "fa finta" di stare bene ed essere felice ha preso una "botta" tremenda
L'energia benevola di cui parla Kryon aiuta le anime antiche, ovvero ci da gli strumenti per andare avanti
con la gioia nel cuore
Noi saremo coloro che mostrano il cammino a chi resta indietro
Non abbiate paura a "sentire", non rifiutate che dentro di voi avvengano sconvolgimenti interiori. Osser-
vatevi, sentite i vostri nuovi bisogni e realizzateli
E' il momento della realizzazione che passa attraverso un aumento dell'energia. Ora molto più forte che
alcuni mesi fa
Questa "forza" ti porta ad attivarti, a muoverti, a proporre, a fare nuovi...sogni.
Vibrare alto è diventata la parola d'ordine
Essere spirituali, anime antiche, 24/24
Sempre e non solo quando si fa meditazione
Noi dobbiamo "essere fari" sempre, in tutti i momenti della nostra vita
Il vero cambiamento è questo
Dobbiamo imparare a controllarci, a volerci bene, ad accettare che gli altri siano diversi da noi
Accettare il dialogo, anche se a volte difficile, e contribuire all'evoluzione del pianeta con pensieri positi-
vi
Emettiamo positività, i nostri pensieri comunicano il nostro "stato" alla struttura cellulare che riceve un
"campo" vibrazionale amorevole e ci pone nello stato di vibrazione elevata
La separazione da tutto ciò che non vi sta più bene è cominciata e non si fermerà finché voi non diventate
voi stessi
Fino al momento in cui dovrete prendere tutte le decisioni che ora non volete vedere.
Non nascondiamo più la testa sotto la sabbia sperando che l'energia si scordi di metterci alla prova
Impossibile! siamo tutti ingaggiati in questa lotta interiore, nessuno escluso!
Immaginiamo di vivere su linee temporali che sono parallele
Ad un certo punto avviene un cambio di "rotta", ovvero si salta di dimensione e si va nella corsia paralle-
la
L'energia ci spinge su questa nuova corsia dove la vibrazione è diversa
Cosa avremmo dovuto fare per prepararci? Adeguarci. Cambiare la nostra "essenza vibratoria", poiché
nella nuova corsia ci sono tante cose nuove e modi di viaggiare che non conosciamo
Questo salto di corsia si chiama ricalibrazione
L'intuitività, la saggezza, comportamenti maturi, la Compassione che ci porterà a una serie di nuove so-
luzioni che entreranno nelle nostre vite. Ecco gli strumenti nuovi
Nulla sarà come prima. Vedrete fiorire nuovi sistemi di scambio di moneta, di prodotti, nuovi tipi di
energia pulita, nuovi tipi di spiritualità in piccoli gruppi, il nuovo "dappertutto"!
Tutti i "vecchi sistemi" sono al bivio. O cambiano, o spariscono
L'oscurità non cambierà. Per cui darà gli ultimi colpi di coda, e lo stiamo vedendo!
Sparirà, scalciando, per non morire
Kryon ce lo ha spiegato bene. Qualunque sistema, e soprattutto i più grandi, si ricalibreranno.

Metteranno tutto in discussione al proprio interno e si auto distruggeranno litigando fino alla morte
Il nuovo sentire sta dilagando
73
L'amore per gli animali, per il benessere, per il cibo biologico prende sempre più campo
Il sentire comune, il cooperare, il sentirsi tutti Uno anche nelle scelte quotidiane, sempre più forte
La Big Pharma risentirà come tutti i sistemi di questa aria nuova, di questo vento fresco che scoperchierà
i cassetti impolverati dove si svolgevano le marachelle che hanno provocato danni all'Umanità
Tutto viene alla luce
C'è più luce sul pianeta
A fine 2012 entrammo nella cintura fotonica del sole Alcyone
Ora ci aspettano 2000 anni di luce che ci porteranno fino all'Ascensione
La sensazione che tutto cambia ci fa vivere il momento come fantastico!
Se siete pronti, se avete lavorato con il cuore e abbattuto i paradigmi nei quali abbiamo vissuto, vi sentite
ora con una forte energia addosso
Siete finalmente pronti per l'azione, anime antiche!
Nulla e nessuno ci fermerà
Le intuizioni che ci arrivano dalla Fonte sono meravigliose e ci guidano passo passo
E' finito il tempo del navigatore, della bussola, della lista di istruzioni, dello schema del dove andare
Oggi si va, ci si mette in marcia senza chiedere dove sarà la meta
Celebriamo l'incertezza, la non stabilità
Tutto cambia velocemente e noi cambiamo insieme all'energia stessa
Mi piace ricordare la metafora di Kryon che ci dice di andare in viaggio in auto senza meta, senza navi-
gatore, senza paura
Al momento che arriva un semaforo, una biforcazione, noi "sapremo" ovvero "sentiremo" quale è la dire-
zione giusta da prendere
Il cambiamento vero è quello che, il viaggio, al posto di essere nella paura, lo faremo sorridendo e can-
tando canzoni
Bellissimo!
Basta con la paura! vecchie anime, è il momento dell'azione!
Buttiamo via tutte le zavorre e mettiamoci in marcia!
Questo è il tempo che stavamo aspettando....
Questo è il tempo che abbiamo nel nostro cuore e lo sentiamo!
Trasformiamo il dolore in gioia
Gaetano

Buongiorno famiglia! 09-09-2016

Stavo facendo questa riflessione che condivido con voi


La gente ci chiede spesso che vuole imparare la nostra "tecnica" di aiuto
Vorrei dare alcune delucidazioni su questo tema
Non abbiamo una tecnica da proporre, poiché la tecnica include passaggi prestabiliti, un apprendimento
di schemi e lezioni varie
Questo non esiste da noi, semmai abbiamo un rito, una preghiera da condividere
Tutte le tribù e i gruppi religiosi hanno sempre avuto un rito comune che li faceva sentire "gruppo" e
"portava" tutti insieme verso la connessione
Noi non diamo informazioni su una tecnica, poiché l'informazione la può dare chiunque, sono parole
scritte, schemi mentali
L'informazione è reperibile su internet, dappertutto. Viviamo di informazioni. Peccato che non siamo
felici
Noi vorremmo stimolare i nostri fratelli a vivere una spiritualità attiva, ovvero essere spirituali con la
voglia di aiutare, di dare
Le tecniche vanno a fissarsi nella mente, la spiritualità e il misticismo vanno a fissarsi nel cuore
Noi non abbiamo bisogno di "informazione" sul come fare, noi abbiamo bisogno di raggiungere "l'infini-
74
ta sapienza" che è data solo da una spiritualità vissuta nel silenzio e nello spirito di servizio e dedizione
per i propri fratelli
E' facile dire che ciò sia impossibile, legati come siamo agli schemi, ai paradigmi nei quali ci fanno vive-
re
Nella "gabbia" non ci si muove in libertà, la Matrix impone schemi e modelli di comportamento
Il nostro sogno è quello di andare oltre a tutto questo, di andare in una zona, uno spazio che va oltre la
materia, oltre la fisicità e che ci permetta di vivere nel "sentire"
In quel caso ogni esperienza si vive nel profondo del nostro sé
Quando aiuti un fratello percepisci l'emozione, l'empatia assoluta, la compassione vera
Quando ti allontani dai pettegolezzi, dagli schemi preconfezionati, entri in una dimensione diversa
Solo il vero cambiamento porta verso questi lidi certi.
Non si può "parlare" di spiritualità, discutere di tanti temi, dal karma all'ego, e poi tornarsene a casa pen-
sando se hai più o meno ragione rispetto a ciò che hai detto o che gli altri hanno detto
Noi vogliamo andare oltre
Vogliamo andare nel luogo senza tempo e senza spazio dove ogni momento vale oro, vale una vita, vale
un sorriso
In quel luogo, che non è poi così distante da noi, ci si va attraverso il silenzio interiore, senza chiacchie-
riccio mentale, senza informazioni televisive
Ci si va respirando, mangiando i frutti e i chicchi della terra, astenendosi da emozioni forti preconfezio-
nate
Ci si va nel silenzio della meditazione, nello spirito di servizio
Lo so che è difficile pensare e realizzare tutto questo in poco tempo
Però noi, dicendolo, cominciamo a dichiarare la realtà nella quale vorremmo vivere
Il pensiero co-crea la realtà
Pensiamolo, tutto questo è più facile da realizzare nella nuova energia
Pensiamo di essere a un bivio dove ci sono due strade
La prima è quella della informazione, delle tecniche, degli schemi e dei modelli di comportamento impa-
rati dalla storia e dalla società. Questa strada va dritta verso il mentale, il controllo, il potere
La seconda è la strada del silenzio, della musica, della intuizione, del collegamento con l'altro lato del
velo. Qui si sta leggeri, in stato di estasi mistica, con amore e senso di dedizione.
Si sviluppa la compassione, l'empatia, il servizio ai fratelli. Questa strada porta a liberarci della densità,
della materia. Questa strada cerca la sapienza che ha sede nel cuore
Il cuore "vede" senza occhi
Il cuore "sente" la direzione da prendere
Non siamo mai stati soli
Mai come ora sono tutti lì a sostenerci e a darci "consigli"
Le nostre famiglie spirituali ci stimolano nel tornare all'Uno
A comprendere l'Uno, a capirlo e raggiungerlo
Questo avverrà quando ognuno dei nostri fratelli sarà trattato con rispetto e con amore
Quando ogni animale, pianta e vegetale del pianeta sarà rispettato
Quando eravamo tribù, noi mangiavamo solo per nutrirci e lasciavamo alla madre terra ciò che non ci
serviva
Lo lasciavamo perché anche gli animali se ne cibassero
Torneremo al rispetto della Madre Terra
Grazie a tutti voi e tutti coloro che fanno pensieri d'amore per il Pianeta e per tutta l'Umanità
vi voglio bene.
Gaetano
Esercizio della velocizzazione della struttura cellulare anti invecchiamento (su suggerimento di Kryon)

Visualizzare la struttura cellulare. Subito dopo visualizzare la rotazione degli elettroni attorno al nucleo
velocizzata al massimo.
75
"Potreste andare alla stessa velocità in un cerchio? La risposta è sì.
Ignorate quella che pensate essere la forza centrifuga, che non è definita correttamente: se doveste
muovervi lungo un cerchio anziché lungo una linea retta, potreste ugualmente essere veloci?
Ovviamente! Allora muoviamoci molto velocemente lungo un cerchio anziché in linea retta: ora
che avete quest’immagine in mente, cominciate a rimpicciolire il cerchio, rimpicciolitelo, rimpiccio-
litelo, rimpicciolitelo e rimpicciolitelo finché il cerchio diventa la vostra struttura cellulare.
Avete udito l’espressione “vibrare a un livello più alto”: per voi una vibrazione è un’oscillazione,
un movimento avanti e indietro: no, è un cerchio!
Voi vibrate in un cerchio e in quest’energia che diventa multidimensionale, la vostra struttura cel-
lulare accelera. Cominciate a farvene un quadro? Che cosa succederebbe se la vostra struttura
cellulare cominciasse ad accelerare molto di più di quella di altri?
Usando la teoria della relatività nella sua forma più pura, ignorando alcuni dei limiti di velocità
che Einstein pose, riuscite a vedere che per il vostro orologio sarebbe possibile rallentare, mentre
tutti intorno a voi vanno più velocemente?
Questo risulta in una vita assai più lunga, miei cari. Vi ho appena dato la ragione quantistica per la
quale un’anima che vibra a un livello più elevato vivrà più a lungo: è perché cambiate il tempo
mediante la vostra coscienza"

kryon

Verifica:

Se la persona emette raggi verso l’esterno (come nell’immagine) è piena di luce e positiva
Se la persona emette raggi verso l’interno è oscura e piena di problemi
Impariamo a visualizzare questo

Informazioni sulle guarigioni prese dalle canalizza-


zioni di Kryon
76
Ricordate quando sono cominciati i computer? Forse ne avrete viste alcune foto, se siete giovani. Tutti i
calcoli, persino negli uffici, venivano eseguiti meccanicamente. Leve, ingranaggi, rotelle, numeri… Ed
essi (i numeri), tra (vari) “click-clack”, si collegavano in modo molto intelligente, si mescolavano mate-
maticamente e davano una risposta. Questo è ciò che avevate, lo chiamavate macchina per sommare,
sottrarre, dividere – la calcolatrice - ed è ciò che avevate. Molti di voi si meravigliavano che potesse esi-
stere una simile cosa… e poi tutto questo cambiò. Aggiungeste a essa qualcosa che non sapevate che
esistesse quando era stato costruito, qualcosa che era energia: era il chip, o il circuito elettronico. Im-
provvisamente il percorso dell’energia degli elettroni cominciò a fluire secondo certi paradigmi, algorit-
mi, per fare le stesse cose che facevano gli ingranaggi. Non solo riduceste enormemente le dimensioni
delle macchine fino a qualcosa che potete tenere nel palmo della mano, ma i computer potevano fare
molto di più: tutti quegli elettroni, tutta quell’energia… Che cambiamento di paradigma è stato! Siete
passati da ciò che era meccanico a ciò che era energetico mediante l’uso di circuiti.
Questa è la stessa metafora di ciò che vi accadrà con la medicina. La biologia, le terapie e gli esami dia-
gnostici che conoscete adesso, che chiamate “medicina”, sono ingranaggi e leve. Avete fatto un buon
lavoro, davvero, con ciò che avevate. In modo molto, molto intelligente e ingegnoso avete messo insieme
una chimica capace di tirare e premere su un’altra chimica: se c’è un chimico che sta ascoltando ora – e
c’è! – saprà esattamente che cosa intendo dire. Quando una sostanza chimica preme su un’altra sostanza
chimica che a sua volta preme su un’altra, create l’effetto terapeutico desiderato… e altro.
Non è puro, vero? Arriva sempre con un prezzo da pagare: quegli effetti che si sommano a quelli che
volevate sono assai spesso drammatici e dovete decidere se volere quel farmaco o no. Il farmaco più inci-
sivo è davvero controverso, ed è chiamato “chemio”: Curiamo il cancro uccidendo tutto, poi guariamo
ciò che vogliamo che guarisca, e nel processo il cancro morirà, questo per voi è radicale. Vi mostra le
rotelle e le leve, vi mostra ciò che è grossolano… forse; non elegante… forse. Gli effetti collaterali, miei
cari, a volte possono persino uccidervi. Ci sono coloro che dicono che il futuro è nella chimica, o forse
nella genetica, quindi magari si possono alterare i geni perché facciano qualcosa di diverso da ciò per cui
erano stati intesi.

Lasciatemi dire, miei cari, che avrete lo stesso problema e la stessa questione: premete su questo, e que-
sto reagisce; è semplicemente una leva più piccola, una rotella più piccola.
Il futuro della terapia e della medicina non sarà nella chimica. Punto. Sarà nelle energie multidimensio-
nali che sono “tagliate e progettate su misura” allo scopo di parlare alla struttura cellulare del corpo.
Tutto ciò sarà benevolo, non ci sarà alcuna energia distruttiva che spazzi via il tumore o dissolva questo o
quello, magari mediante ciò che chiamate luce laser coerente puntiforme. Non è di questo che stiamo
parlando. Stiamo parlando di energia parla alla chimica e le parla nel suo linguaggio. La chimica del cor-
po recepisce le istruzioni, le cellule staminali si risvegliano e svolgono il loro lavoro. Questo, è un cam-
biamento di paradigma!
Riuscite, proprio ora, anche solo a immaginare un futuro senza chimica? Oh, ce ne sarà ancora un po’,
ma non com’è oggi. Miei cari, riuscite a immaginare una medicina energetica senza alcun effetto collate-
rale di qualsivoglia tipo? Nessun effetto collaterale di qualunque tipo. Nessuna energia residua e indesi-
derata di alcun tipo. Va dritta dove deve andare, parla il linguaggio delle cellule… Ed è tutto. Sta arri-
vando! E non è troppo inverosimile. Dite addio alle leve, alle rotelle e alle imposizioni dell’allopatia. Sta
cominciando a muoversi.
Comprenderete pienamente, entro qualche generazione, che la malattia proviene dalla mente. La malat-
tia… proviene… dalla mente.
«Kryon, mi stai dicendo che posso ripulire il mio corpo mediante ciò che penso?» In questa nuova ener-
gia sì, ben più di quanto chiunque di voi potrebbe mai immaginare! Lo dirò ancora: caro essere umano, io
sono innamorato di te; voglio che tu duri, e duri, e duri… Tieni d’occhio ciò che dici al tuo corpo; tieni
d’occhio ciò che dici ad altri riguardo al tuo corpo, perché in questa nuova energia c’è un’antenna gigan-
tesca che è stata appena innescata. Ascolta tutto ciò che dici: tutto.

77
Che cosa ti aspetti, non basandoti sul passato, ma basandoti su ciò che sai esattamente ora: che cosa ti
aspetti? Questo è un cambio di paradigma, un matrimonio fra coscienza e salute che non può essere divi-
so né negato.

Il modo di curare sta cambiando. Guaritore, sei qui? C’è qualcuno che viene da te per quello che fai, for-
se si stende su un lettino e tu lavori su di lui in un certo modo: gli dai energia o la smuovi, la senti nel suo
corpo. Stai coinvolgendo la sua coscienza? Ecco un altro messaggio che vi ho dato 15 anni fa, sei pronto,
guaritore? Prima che il tuo paziente si sieda, stia in piedi o si sdrai, abbi con lui una conversazione a tu
per tu e fai questa dichiarazione ai tuoi pazienti:
“Dai il permesso a quest’energia di guarirti oggi? Osserva la tua risposta e mettici intenzione”.
Fa che egli parli a voce alta e che intenda veramente quello che dice. Se gli vuoi chiedere il perché,
proiettalo, fagli la domanda giusta che sai che dev’essere fatta, perché altrimenti tornerà da te, e tornerà,
e tornerà… e tu farai la stessa cosa più, più e più volte. Sto parlando a qualcuno, qui, che sta scuotendo la
testa: sa esattamente che questo è ciò che accade, esattamente.
Guarire non significa avere clienti che ritornano, significa riceverli una sola volta.
Una sola volta.
Un cambio di paradigma. Ci sono diverse categorie di cui vorremmo parlarvi, non sono in un ordine spe-
cifico tranne l’ultima. Parliamo dunque di medicina: a che cosa assomiglierà la medicina? Ora, siamo
stati sfuggenti su ciò in passato, ma le predizioni più raffinate tra quelle più raffinate, quelle più eleganti,
non hanno alcuna idea di ciò che sta arrivando. Quello che avete oggi è che state raggiungendo un limite
della chimica. Ora, il corpo è chimica, perciò è sensato osservare la chimica del corpo ed emularla per
scoprire come reagisce alla malattia e quindi creare certi tipi di cose che reagiranno diversamente per
curare la malattia, forse trattare il corpo in modo che faccia delle cose, produrre elementi curativi, salvare
vite.
È assolutamente normale, quello che avete fatto! … E arriverà a una fine, molto presto, perché il futuro
della medicina è la fisica, non la chimica! Comincerete a comprendere e sviluppare la fisica, strumenti
della fisica che letteralmente parleranno alla struttura cellulare e le daranno istruzioni senza una sola so-
stanza chimica! C’è sempre una reazione, vero? C’è sempre un effetto collaterale: quando premete su una
cosa, c’è qualcos’altro che reagisce in modo diverso, vero? Che cosa ne pensate a tutt’oggi? L’eleganza
della chimica, le migliori sostanze chimiche che avete e che stanno aiutando per le peggiori malattie sul
pianeta hanno tutte degli effetti collaterali, in qualche caso la morte. Vi chiedo: che cosa ne pensate a
tutt’oggi? Vi sembra elegante? Non lo è, è semplicemente una modalità analoga al salasso del barbiere!
Ed ecco che cosa osserverete un giorno, e vi batterete la mano sulla fronte dicendovi: ricorda il giorno in
cui lo si faceva con le sostanze chimiche! Proprio ora sul pianeta sono in corso esperimenti ai quali non
credereste. Si stanno facendo scoperte per guarire alcune tra malattie più strazianti che avete. Ne rivelo
una perché non è un segreto: non vi do mai cose alle quali nessuno sta lavorando o pensando grazie al
libero arbitrio che vige sul pianeta.
Questa è la linea guida della canalizzazione, non possiamo darvele, dovete svilupparle da voi, cionono-
stante possiamo mettervi in un’energia che è più veloce del libero arbitrio, ossia è più ovvia.
L’Alzheimer è straziante, ci sono milioni di persone su questo pianeta che lo contraggono, apparente-
mente sempre di più. Sembra che sia così perché vivete più a lungo e il materiale simile a placche lette-
ralmente offusca quella che è la memoria e si attacca a certe parti del cervello, le incrosta, le restringe, le
imprigiona e ben presto… sapete che cosa succede. L’Alzheimer verrà curato con la fisica. Stanno co-
minciando a scoprire che la sostanza simile a placche che imprigiona quelle parti del cervello relative alla
memoria, ai ricordi, può essere mandata in frantumi mediante il suono! Con suoni ad alta frequenza, sin-
tonizzati su certe frequenze in certi modi, quegli strati letteralmente si dissolvono e vengono via. C’è un
sacco di ricerca da fare, ma è un momento “Eureka”, in cui ci si accorge che la fisica da sola, senza chi-
mica, e senza alcun effetto collaterale di qualunque tipo, può impedire che il morbo si instauri e curare
quanti l’hanno. Sta arrivando! Sta arrivando! Avverrà con l’energia.

78
Anime antiche, che c’è qualcosa che dovreste sapere: non dovete aspettare per questa cosa; l’anima anti-
ca ha dentro di sé l’equipaggiamento, proprio ora, proprio come i neonati. Non abbiamo parlato di ciò in
questo modo prima d’ora: il vostro DNA è pieno di informazioni e di “template”. Ora, noi li chiamiamo
“template”, ossia modelli e paradigmi di vita, e sono template che avete ricevuto solo in parte. Quello che
non sapete riguardo a un template è che ha quella che chiameremmo una struttura propria. Se avete già
una porzione di un template, cioè un frammento del disegno, essa attrae a sé il resto del disegno, se è in
grado di raggiungerlo. Avete capito? Se avete un frammento del quadro, quel frammento ha
un’attitudine: un atteggiamento di desiderio e di volontà di avere il resto del quadro. Non appena è possi-
bile ottenerlo (il frammento), è come una calamita: letteralmente vola verso se stesso, il template va a
posto di scatto e ottenete il quadro intero. Tutti voi avete frammenti del template e tutti quei frammenti,
in un’anima antica, sono pronti ad attaccarsi agli altri (frammenti) del template chiamandoli letteralmente
per nome perché si facciano avanti: in questa nuova energia, questo lo potete fare.
Uno dei template che non se ne va mai fa parte di un manuale, voglio che pensiate al manuale della na-
scita. Quando siete arrivati, com’era il manuale? A quale pagina eravate a cinque giorni di vita? A quale
pagina eravate a sei mesi? A quale pagina eravate a trent’anni? E sapete che tutte le pagine sono diverse
per via della cronologia della crescita. Le pagine ci sono ancora, il template c’è ancora per quelli che
chiamo “Cellule Genesis”. Le Cellule Genesis, per come le definirei, sono le cellule di un neonato che ne
accelerano la crescita e l’apprendimento. Tutte le antenne sono dieci volte più lunghe di quelle che avete
voi ora; il bambino assorbe il mondo in sei mesi, impara tutto in sei mesi: a parlare, a camminare, tutte le
cose. Le sue antenne sono enormi, (protese) ad ascoltare gli atteggiamenti e la coscienza di ogni singolo
genitore presente nella sala. Lo sapete, per un bambino è diverso da adesso! Poi rallenta, e poi avete
l’adulto.

Le Cellule Genesis ci sono ancora; il template c’è ancora; i set di istruzioni, per come sono fatti, se così
volete chiamarli, ci sono ancora… Tra parentesi, è tutto una questione di fisica.
Ora, anime antiche, questi sé sono disponibili per voi adesso, semplicemente andate a prenderli nel ma-
nuale: lo fate con le affermazioni, lo fate con la Coscienza, lo fate con la meditazione; comunque comu-
nichiate con l’Innato, esso è pronto ad attivare le Cellule Genesis e ciò che questo significa per voi è una
crescita su corsia veloce verso l’illuminazione. Per qualunque situazione abbiate, sia guarigione, sia inse-
gnamento, sia un talento, riuscite a immaginare, qualunque sia la vostra età… dieci volte?

Miei cari, l’essere umano è progettato – progettato! – per creare certi tipi di energia, per lo più attraverso
il pensiero cosciente, quello che avete chiamato intento, intuizione… ed è focalizzabile. Quando pensate
a una coscienza, pensate a un qualcosa che potrebbe essere statico: “Forse egli ha una certa coscienza,”
potreste dire. Noi pensiamo alla coscienza come a un qualcosa al quale si mira, che ha un focus, che ha
uno scopo e una ragione di essere. Potreste allora avere una coscienza del “credo” e questo è qualcosa di
cui vogliamo parlare. Non si è parlato molto negli ultimi tempi della parola “credere”. Vorrei che vi fer-
maste qui per alcuni minuti, chiunque stia ascoltando – noi sappiamo chi siete – e mentre state qui, vo-
glio che riflettiate su qualcosa con me: qual è il vostro credo e, nello specifico, qual è il vostro credo su
ciò che VOI potete fare? La risposta varierà da nulla a tutto a seconda di ciò che abbiamo chiamato i filtri
degli esseri umani, ma voglio che ripensiate per un attimo a ciò che pensate sia il credere. Per noi il cre-
dere è energia focalizzabile dentro di voi, proprio ora. C’è un motore del credere. Usiamo la parola “mo-
tore” perché quando l’avviate produce qualcosa, va in qualche luogo, è un veicolo di energia. Se vi fer-
mate per un momento e considerate che cosa sia possibile con ciò che avete imparato oggi, ci credete? Ci
saranno vari gradi di questo credere e dipenderà da ciò che è accaduto prima, da ciò che avete tentato, se
ci credete – ecco qui la parola! – se l’apprezzate.
Quanta fisica è coinvolta nel credere! L’energia è qualcosa che potete misurare, tracciare e vedere! Nel
caso della coscienza, dell’intenzione, del credo, dell’intuizione, questi sembrano concetti esoterici, ele-
ganti, ma non fisica, mentre per chi ha conoscenza della multidimensionalità si tratta di un puzzle della
fisica. E se vi dicessi che il grado al quale credete, mette in atto la vostra capacità di guarire, che il grado
al quale credete mette in atto la vostra capacità di ascendere sul pianeta? Letteralmente, il grado al quale
79
credete determinerà effettivamente quanto vi risvegliate a Dio, perché credere è energia, e questo può
essere un blocco o un acceleratore.
Molti anni fa vi abbiamo dato un assioma, un nuovo paradigma, qualcosa a cui pensare, una predizione,
una profezia, e diceva che, un giorno la guarigione del corpo umano sarebbe dipesa completamente e
totalmente dalla coscienza; che quel giorno si userà lo stesso trattamento per molti e alcuni guariranno e
altri no; che non ci sarà più la linearità della chimica, ossia le reazioni del corpo umano a ciò che si im-
mette in esso tramite ingestione o iniezioni; che ci saranno invece quei tipi di guarigioni che letteralmen-
te dipendono dall’energia del credere, e adesso siete in quel tempo.
Le medicine e le terapie cambieranno sul pianeta, e una parte delle cose che vi impediscono di raggiun-
gere ciò che vi aspettereste è la conoscenza di ciò che avete avuto, e la conoscenza di ciò che avete avuto
dice che, la cura è lineare e per tutti.

https://www.spreaker.com/user/5970083/il-potere-della-preghiera-gruppo-kryon-g 07-12-2015
https://www.spreaker.com/user/5970083/Gaetano-caccia-e-il-gruppo-kryon-guarigi 06-07-2016
https://www.spreaker.com/user/5970083/Gaetano-caccia-invio-di-luce-e-frequenze 31-08-2016
Ospiti di Patrizia G. Pezzarossa Beltrame

80
Canalizzazioni
Ci si potrebbe chiedere: come si canalizza?
Per quanto mi riguarda, ricevo i messaggi in stato theta. Mi collego intuitivamente con lo Spirito, la Fon-
te. Non sono molto allenato, però ritengo che il mio canale comunicativo sia pulito. Vale a dire che “pe-
sca” nel pulito, nelle onde di luce sopra il caos vibratorio che c’è tra la terra e il cielo. A voi l’ardua sen-
tenza. Per questioni di spazio, non riporterò integralmente tutte le canalizzazioni, ma solo degli stralci
significativi. Tra virgolette, le parole che escono dalla mia bocca. Alcune canalizzazioni sono in versione
integrale, altre stralciate. Prima registrate, poi trascritte su carta. Non ho nessuna pretesa di avere la verità
in tasca. Il mio, vuole essere solo un contributo, senza pretese. Non sono la verità assoluta, sono una voce
che, come tante, si esprime con consapevolezza e guardando a un radioso cammino evolutivo fatto di
gioia e di esperienze amorevoli. Come mi piacerebbe! trasmettervi l’emozione che provo, quando con la
Luna piena, sento l’emozione che mi nasce nello stomaco, prima ancora delle parole che sgorgheranno
lentamente dalla mia bocca. Il groppo allo stomaco è qualcosa che mi fa “sentire” che sono pronto a co-
municare con lo Spirito. Grazie a tutti coloro che mi stimano e credono in me. Buona lettura!

Vi chiedo di leggere le canalizzazioni molto lentamente, senza fretta. Le frasi contengono molte verità,
profonde. A volte si parla di una specifica persona. L’insegnamento, però, è per tutti. L’insegnamento
che arriva dalla Fonte è profondo e utile. Vi consiglio una lettura molto lenta in modo da capire bene le
parole, a volte un po’ confuse. Vi ricordo che, per non cambiare l’immediatezza e la bellezza della co-
municazione, non sono state corrette. Sono così come escono dalla bocca del canalizzatore. Originali.
Senza alcuna correzione. Ogni frase è un insegnamento che arriva dalla Fonte e che ci sprona ad allonta-
nare le tensioni della nostra vita e a vivere in una dimensione più consona al nostro benessere. Ci viene
detto costantemente di perdonare, allontanare le tensioni, non giudicare. Guardare al proprio fratello sen-
za invidia, rancore. Ogni percorso è benedetto e qualunque essere umano viene considerato un fratello,
non più un nemico. È finita l’epoca della chiusura, del vedere nemici, dell’avere paura. Dobbiamo aprir-
ci, usare il cuore. Non so se gli canalizzatori nel mondo parlano delle solite cose che dico io. È innegabile
che la Fonte da sempre messaggi positivi e benefici. Come dice Lee Carrol, chiunque riceva dalla Fonte
messaggi, dice le stesse cose di tutti gli altri canalizzatori. La purezza del canale garantisce il risultato.
Dio, il Grande Spirito, si materializza attraverso la voce di un canalizzatore che, in stato theta da
all’Umanità le parole che ci giungono dall’Uno. Di là sono tutti Uno. Per cui, poco importa, se sia Kryon
o chiunque altro a darci messaggi. La voce è Una, l’amore è Uno, la Luce è Una. Buona lettura

Questa canalizzazione non ha data ma è una delle prime in assoluto. Si tratta di una comunicazione con il
nonno di Paola che ci diede queste informazioni

rivolgendosi a Paola:

“Il tuo amore, La tua voglia di dare…


Ama la vita, ama tutto e tutti
Incondizionatamente…
81
Tu sei tra le poche che lo sanno fare
Tu e Gaetano sarete per sempre uniti
La vostra è una unione antica che qui tutti applaudono
Ne avete fatte tante insieme
Avete risvegliato tante coscienze in altre vite e continuerete a farlo
È la vostra missione, voi siete cavalieri dell’amore
Date! senza ricevere nulla in cambio
Nella scala, al di sopra di voi ci sono solo i santi
Al di sotto siete i migliori fra gli esseri umani, la migliore espressione che ci possa essere sulla terra
Non spaventatevi, sarete grandi, molto, molto di più di ciò che pensate
E che potete pensare
Entrerete nei cuori e li farete sentire amati (i vostri fratelli N.d.R.)
Anche chi non il conosce sentimento, si scioglierà davanti alle vibrazioni del vostro cuore
Voi non avete un cuore normale
Voi avete il cuore della compassione di chi era sotto la croce quel giorno
Quel giorno in cui cambiò la storia dell’umanità
Voi siete dentro la storia
Andate incontro al destino col sorriso di un bambino
Insegnate: " Il risveglio delle coscienze"
Questo è ciò che dovete insegnare nei prossimi seminari
Tutti vi seguiranno
Chi non vi seguirà e perché avrà paura di sentirsi libero
Ormai il sasso ha increspato la tranquillità del lago
A macchia d’olio l’amore e la pace si spargeranno sulla terra
Di qui a pochi anni tutti vi riconosceranno
Adesso è dura, dopo sarà grande e trionfale
Qui nelle memorie della terra c’è sempre il vostro nome
C’è sempre stato, ricordi Maria Maddalena?
Tu hai ricevuto lo scettro da Gesù, non fu Pietro
Fosti tu la prescelta
La storia come sempre fu riscritta e confusa
Tu portasti il segreto con te
Arriverà un giorno che lo capirai
Quando lo apristi, il tuo segreto fece paura e fu insabbiarono
Era troppo per loro, troppo scandaloso
Voi vi siete ritrovati dopo tante vite, vi siete ritrovati tutti
Vi riconoscerete prima o poi

Sarete forti come il tuono e pungenti come il lampo

Quando vi ritroverete tutti la vita non potrà più essere la stessa


Il guanto di sfida è lanciato
L’umanità cambierà sotto la vostra guida
Questo è il vostro potenziale, il potenziale del vostro gruppo
Dovete essere bravi a proteggervi l’un l’altro
Non cercate di essere famosi, cercate di costruire dentro di voi
Ricercatevi dentro
Voi siete antichi e quando tutti troverete la connessione, allora ricorderete tutto.
Questo voi l’avete già fatto
Ha già funzionato e funzionerà ancora
Sarà bellissimo!
82
Voi siete la freccia, l’arco, il bersaglio
Solo allora capirete”

Andandosene , si è tolto il cappello in segno di saluto

P.S. Voglio dire grazie al nonno di Paola che si materializzò in una visione che si trasformò in questa
canalizzazione. Ci mettemmo un po’ di tempo per capire che era proprio lui. Ci fece vedere scorci della
sua vita. Pastore sulle montagne della Sardegna, ci guidò passo passo fino a capire che era proprio lui
l’anima che ci stava comunicando quello di cui avevamo bisogno. Grazie ancora, nonno!

Canalizzazione del 10-12-2014.

L’ho scritta e poi data a un maresciallo che perse il figlio quasi ventenne in un incidente stradale. Erano
alcuni giorni che sentivo fortemente la presenza di questa anima che mi voleva “comunicare” qualcosa.
Inizialmente ero restio all’idea del contatto con questo ragazzo appena “volato” via da pochi giorni. Cosa
e come avrei detto al padre una cosa del genere? Come si fa a portare un messaggio di questo tipo a una
persona che, probabilmente, non crede che tutto questo sia possibile? Come fai ad andare da una persona
così e dirgli: “Sai, ho una comunicazione da parte di tuo figlio”. Mi faceva paura questa idea. Eppure lo
feci. Mi sentii così calmo e concentrato dopo aver comunicato con questa anima che ebbi la forza di an-
dare a parlare con lui. Gli scrissi e gli diedi questo scritto che potete leggere qui sotto:

“Papà: stai calmo!


Questo è il più bel regalo che mi puoi fare
Quando ho sbattuto, in un secondo sono volato via
Nella luce da cui tutti veniamo, c’è solo amore papà
È bellissimo
La paura c’è solo qui, sulla terra
Tu non lo capisci, tu piangi
Noi qui sorridiamo nel vedervi angosciati
Dovreste partecipare una volta e vedere la bellezza della luce che c’è qui
Distraiti, guarda un film
Non aggrottare sempre la fronte
La sera, carezza la mamma
Lei ha bisogno perché non capisce
Ma tu, da grande uomo quale sei, e con te posso parlare di cose difficili, tu devi capire, anche se è diffici-
le, che qui si sta bene. Che qui esiste solo amore
L’odio, l’invidia, la lotta ci sono solo da voi
Noi siamo tutti uguali, non giudichiamo, amiamo e basta
E soprattutto siamo amati e onorati
È una grande famiglia e stiamo tutti bene
Non t’illudere, non c’è paradiso, non c’è inferno
C’è solo amore perenne
Solo un canto lieve e continuo e una luce bellissima che ci riscalda
Non posso spiegarti di più, non mi è permesso
Questo me l’hanno permesso e te l’ho voluto dire
Perché tu hai idee molto confuse su ciò che c’è di qua
Tu non capiresti, sei rigido papà. ….E ride…..
83
Sorridi alla vita, tutto è insegnamento
Anche il mio andar via è servito, a te e alla mamma a stare più uniti
I problemi si risolvono con l’amore e non con le leggi
Fai valere la legge del cuore
Papà, per una volta, lo so che per te è difficile, ama la mamma più che puoi
È una creatura dolce e gentile, senza regole e senza leggi
Rifletti di più, fai vibrare il tuo cuore
Non tenerlo chiuso in un cassetto, aprilo
È la scatola che contiene il tesoro
Con il cuore puoi fare tutto, puoi essere in cielo in terra e in ogni dove senza sforzo
Senza l’immaginazione non si vive
Togliti la divisa, cammina un giorno per strada senza divisa
Guarda sugli alberi, vedrai gli uccellini che cinguettano
Vedrai le fioriere piene di fiori, vedrai i doni di Dio
Non hai mai tempo e non te ne accorgi, papà mio
Papà mio, stai sereno
Io vorrei aiutarti di più, ma questo è quello che posso fare, amarti dall’altra parte
Ho pena più per te che per la mamma
Lei ha già capito tutto della vita, tu non hai ancora capito tante cose
Lei sembra gentile e indifesa, ma è più forte di te
Lei sa, ha un sapere antico
È un’anima antica, stalle vicino, ti potrà insegnare tante cose
Dalle lo spazio giusto, dalle più spazio
Un giorno cucina tu, falle una sorpresa
Senza usare i soldi, falle una sorpresa, fai qualcosa per lei, con amore
Portala una volta a Firenze a passeggiare, come facevi tanto tempo fa
Lei ha bisogno di questo, di sentirti vicino
Fai una pazzia per lei, portala in un posto che ha sempre sognato e dove non siete mai andati
E tu sai qual è …..
Lei sogna spesso, non infrangere i suoi sogni
Lei è la mia mamma adorata, mi ha tenuto in grembo
Lei mi ha amato, mi ha cresciuto
Tu non c’eri mai
Io sentivo la tua forte autorità
Eri buffo, non ti prendevo sul serio
Mi sembravi un uomo di altri tempi, sempre dedito al servizio…
Lo hai capito che il mondo ha solo bisogno d’amore?
Non di inseguire i ladri (sta usando un tono scherzoso N.d.R.)
Ama con compassione!”

Mi fa vedere la pietà di Michelangelo e dice:

“Nella pietà si vede l’amore di una madre per il figlio morto


Lei mi avrebbe tenuto sulle ginocchia come nella Pietà, se solo avesse potuto…
Papà, io sono volato via
È stato un mezzo secondo, non ho sentito niente
Non ho capito niente, non ho minimamente sofferto
Erano tutti lì ad aspettarmi sorridenti, erano già pronti
Il destino non si può cambiare e loro già lo sapevano, così mi hanno detto
La mia morte servirà alla tua coscienza e alla coscienza delle persone per aumentare l’amore e la com-
passione
84
Ti dò un compito: porta nell’arma il sentimento della compassione, fai capire a tutti quanto sia importan-
te
Non siate duri, non siate rigidi, non scherzate sulla gente che ha problemi, non prendeteli in giro
Loro sono anime come noi e che stanno facendo un viaggio
Il loro viaggio, di quelli che prendete, è più duro del nostro
Saranno più onorati quando saranno di qua, lo capisci?
Hanno scelto di fare il lavoro duro, difficile, di soffrire
Di essere sbattuti in prigione, solo per insegnare agli altri
Sono anime privilegiate papà, nell’aldiquà dove noi siamo
Ma sei duro, papà, non capisci
Noi siamo tutti uguali, il gioco è concordato
Sia le guardie che i ladri
Veniamo tutti per aumentare l’amore che c’è sul pianeta
Nessuno viene per caso
Nessuno se ne va per caso
Vedrai cosa succederà
È già successo
Tutto il paese ha capito il messaggio
Tutti sono più amorevoli in famiglia, con i propri figli
Visto che è servito…
Tu pensi che mi hanno portato via da te, invece mi hanno avvicinato a te
Io sono dentro il tuo cuore e ci starò per sempre
Prima c’ero quando si e quando no
Tutto questo è servito poiché i disegni sono sempre perfetti
Nessuno ha sbagliato
Non essere duro con quello lì, lui fa parte del gioco, come me, come te
È uscita la carta del matto, nessuno lo voleva fare, e lui si è preso la responsabilità
Che te lo dico a fare, tanto non lo vuoi capire…
Più avanti capirai, tutto sarà chiaro
Tu lo capirai dentro il tuo cuore che questo ha avuto un senso
I giorni migliori per te devono ancora arrivare
Tu sarai il portatore di un messaggio
Ci stai già pensando (in effetti si è fatto promotore di una legge per gli omicidi stradali N.d.R.)
Vedi che è servito?
Come potevi scendere dal tuo piedistallo?
Solo così…
Servirai a tante famiglie, a tante persone che hanno subito la stessa cosa
Tu sarai grande quando riuscirai a fare quello che hai in mente
Credici papà, tutti quassù ti stanno già applaudendo
Forse smetterai la divisa, forse no
sarai un uomo vero, però, solo quando avrai capito il messaggio che ti voglio lasciare:
“Ogni farfalla vola solo se ha le ali” “

Canalizzazione integrale del 30-01-2015.

Parlando con Gesù

Domanda di Gaetano: Maestro, Maestro, saresti tu potuto scendere dalla croce?


Non sarebbe stato meglio, forse, scendere dalla croce? Il maestro rispose:

85
“Dalla croce non si scende mai perché la croce è una sceltaTu ti puoi immolare liberamente per i tuoi
amici
Perché l’amicizia è la forma di amore più nobile che esista
Sappi che quel giorno la storia dell’umanità cambiò
Ed io ne ero l’artefice
Pur dovendo dare tutto me stesso
Non mi sono tirato indietro
Perché quello era il destino
Si sentiva freddo quel giorno, dalla croce
Una forte sensazione di freddo mi pervadeva
Sapevo che il destino si stava compiendo
Sapevo che questa agonia sarebbe durata poco
Solo una volta
persi la connessione con mio padre
e allora io gridai:

Padre, padre, perché mi hai lasciato solo?

Subito dopo quella invocazione ritrovai (immediatamente N.d.R.) quella connessione perduta
e sentii di nuovo in me l’amore di mio Padre
Perciò io continuavo a soffrire nelle carni ma il mio cuore era ristorato da quella forte sensazione di amo-
re e di unità con mio Padre
che sentivo cosi forte, talmente forte
che mi dimenticavo del dolore
che mi dimenticavo che le mie carni erano trafitte
dall’odio e dalla stupidita umana
Io ero un re
e sono stato pronto a dare la vita per il mio popolo
Sono stato un re senza corona
Sono stato un re che parlava ai cuori
Sono stato un re delle emozioni profonde
La gente mi ascoltava e io li ho nutriti con la mia parola e con lo spirito
Loro stavano lì attoniti ad ascoltarmi e non riuscivano a dire una parola
Tutti erano pieni di stupore poiché nessuno aveva mai pronunciato loro parole d’amore così profonde da
far vibrare la loro anima”

ora, rivolgendosi a Gaetano:

“Dai un pugno a questa scatola in cui vivi, rompila!


e prendi i doni che sono al suo interno
Prendi l’amore, l’amore di cui sei capace e nutri le persone che ti stanno vicino
Nutri coloro che ti seguono e sempre ti seguiranno
Nutrili di amore con rispetto
Dai loro ciò di cui hanno bisogno, impara a fargli la sentire la vibrazione dello Spirito, dello Spirito San-
to
Fai in modo che fra te e loro ci sia un collegamento spirituale profondo
Nutrili non solo di parole, dai loro qualcosa di più!
Aiutali quando sono in difficolta, fagli sentire l’amore e il sostegno nel momento del bisogno
Fai che non si sentano mai abbandonati
Renditi disponibile e sincero come sei sempre stato fino ad ora

86
Ama incondizionatamente come tu sai fare
Ama senza regole
Ama senza condizionamenti
Non giudicare
Non separare, mai!

Tutti siamo parte dell’Energia Creatrice


Tutti veniamo dall’Uno
Quando riuscirai a tenere unito ciò che tutti vogliono dividere, allora ti potrai considerare un maestro
Questo è un percorso e tu lo hai iniziato da poco
Però già stai vedendo dove porta
Vedrai, vedrai che grandi cambiamenti!
Grandi prospettive che si avvereranno
I tuoi potenziali sono enormi, devi solo aiutarli a crescere
I tuoi fratelli, devi farli sentire importanti
Ognuno di loro è importante
Ognuno di loro è come te
Figlio di Dio, ascolta

Più si va avanti più tutto cambia


Più tutto cambia più tutto si risolve
Più tutto si risolve più si è felici
Più si e felici più si è pieni di amore
Più si è pieni di amore più si ha voglia di dare
Più si ha voglia di dare più lo Spirito si arricchisce
Più lo spirito si arricchisce più siamo in comunione con Dio

Quando giungerai a destinazione, perché tu giungerai a destinazione


Vedrai tutto chiaro e limpido dinnanzi a te
Capirai tante cose di cui ora non conosci gli attributi
Capirai tante cose e le insegnerai
Quando si alza il vento una vela comincia a incresparsi e a gonfiare
Così la tua anima, quando riuscirai a fare una guarigione.

Si gonfierà d’amore e tu camminerai volando


Ti sentirai in comunione con la tua famiglia spirituale che ti sta sempre vicino e ti aiuta sempre
Ti sentirai tutt’uno con essa

Tutto va bene, tutto va bene


Ci vuole calma, ci vuole tranquillità
Ci vogliono aspettative d’amore
Ci vogliono vibrazioni alte che ti facciano sentire il tuo frammento di Dio collegato
Vibrare vuol dire essere vivi
Vibrare è come volare senza paracadute

Figlio mio, tu ne sei capace


Spiega le tue vele, che quel vento dolce che attendevi è arrivato
Naviga con destrezza e non temere, non temere più
I trucchi non esistono più
La luce ha vinto il buio e tutto ciò che è oscuro ora si vede
E scappa, scappa via (il buio N.d.R.), non ce la fa a stare vicino alla luce
87
C’è una repulsione tra la luce e il buio

Cosa veniamo a fare al mondo?


Quale è il test che dobbiamo superare? È il karma
Noi dobbiamo riuscire a risolvere il karma e quando si risolverà il karma
Si apriranno le porte dell’infinito e capiremo perché siamo angeli che non stanno volando
Capiremo perché siamo venuti qui e cosa siamo venuti a fare e il gioco come era e che senso aveva

Ragazzo, voglio darti un ultimo consiglio…


Insegna più che puoi, tempo ce n’è”

Canalizzazione integrale del 11-02-2015 parte 1 e parte 2

Parte 1

“Il cancro si può debellare semplicemente mangiando un’arancia e una banana al giorno
Il cancro è una malattia della civiltà, è un errore che noi facciamo
Il nostro corpo smarrisce la via, non capisce, si disallinea.
Il corpo si cura nei modi più semplici: buttando fuori le tensioni, non accumulandole
Nel cancro ci sono due fattori: il fattore organico, determinato dai cibi che ingeriamo
E il fattore spirituale, dato dalle problematiche non risolte.
Il cancro più grave è quello che ha origini spirituali
Questo tipo di cancro è un messaggio
È un messaggio, poiché tu nella tua vita stai commettendo un errore.
Non devi commetterlo più, devi capire
Devi capire
Devi risolvere i tuoi conflitti interiori
Devi urlarli
Devi buttarli fuori dal tuo corpo, non accumularli mai.
Queste sono sostanze tossiche per il tuo organismo (i conflitti)
Ti tolgono ossigeno, ti abbassano il ph
E rendono possibili tutti i mali
Il cancro si può auto-curare con la propria coscienza
Semplicemente cambiando il nostro PH
Rendendolo quasi alcalino
Questo si fa con la nostra coscienza
Con l’energia della nostra coscienza
Noi possiamo creare l’innalzamento del PH con la nostra coscienza, con la nostra luce
Se abbiamo un PH moderatamente basico il cancro non attecchisce
Non ha questo terreno fertile dove far sbagliare le operazioni alle nostre cellule
Dove farle confondere
Abbiamo tante possibilità di auto-guarirci
Ma tutto viene sempre dalla coscienza
Ogni cura che non sia chimica viene operata dal proprio stato di coscienza
La nostra coscienza crea lo stato in cui una auto guarigione si renda possibile
La nostra coscienza deve fluire come un’onda accarezzando il corpo e la sua propria energia
Fluire è molto importante.
Stare alla luce del sole è molto importante per auto-guarirsi
Perché il sole è la fonte primaria di vita del nostro Universo
88
Noi veniamo da là.
Noi abbiamo un segreto racchiuso là dentro
Che nessuno può rivelare
Nessuna anima lo può rivelare”

P.S. Queste righe finali ci fanno capire come, forse, nel sole da cui tutti probabilmente proveniamo,
ci possano essere i segreti della vita, del perché di tutto. Il Sole Centrale, lo dice anche Kryon, da
dove provengono tutte le Anime, è la Matrice di Dio nel nostro Sistema Solare. Così come la Matri-
ce di Dio da dove provengono tutte le informazioni di trasformazione è il sole Alcyone, centro della
nostra galassia, la Via Lattea.

Parte 2

“Dammi la tua mano


Mettici una goccia d’acqua
Io la berrò
Dammi colori infiniti, dammi arcobaleni di luce
Io li aspetterò
Dammi il progetto del futuro dell’umanità
Dammi una coscienza superiore che mi possa aiutare a far crescere i miei propri fratelli
A far crescere i miei compagni di viaggio
Dammi un Sole dentro il cuore che mi illumini e mi scaldi continuamente
Fa’ che questa fiamma vitale non si spenga mai
Fa’ che questa ansia, questo tremore interno, non finisca mai
Che possa portare sempre di più verso il bene
Che questa frustrazione si trasformi in amore, in pace, in guarigione
Dammi gli elementi per capire questo percorso

Fa’ che il mio stimolo non diminuisca mai


Fa’ che aumenti l’amore e la voglia di bene che c’è in me
Fa’ che tutto questo si possa concretizzare in opere, opere d’amore
Fa’ che le nuvole nel cielo scompaiano e che io possa vedere l’azzurro oltre l’eterno
Fa’ che possa vedere e immergermi negli occhi di un bambino felice e ritrovarmi più vivo che mai
Fa’ che io possa scegliere sempre la vita
Fa’ che io possa scegliere sempre e ovunque l’Amore e Compassione
Fa’ che la mia Luce possa essere sempre più forte
Fa’ in modo che io possa illuminare le zone oscure e portare Luce dove c’è il buio e portare pace e
amore dove non c’è libero arbitrio
Fa’ che io possa abbracciare gruppi di bambini bisognosi della mia opera
Fa’ che il mio amore possa raggiungere, come un fotone di luce, chi ha bisogno di me
Fa’ che io possa raggiungere chiunque necessiti di sostegno e anche chi ha bisogno ma non chiede

Fa’ che la mia energia possa essere sempre presente dove c’è bisogno di una cura
Dove c’è bisogno d’amore
Dove c’è bisogno di una parola di conforto
Fa’ che io possa sempre essere lì presente
Fammi vibrare sempre più alto
Affinché io possa essere una nota così acuta
Da poter creare una vibrazione più forte
89
E che questa vibrazione possa generare guarigione

Fa’ che tutti i miei muscoli, i miei nervi siano tesi a portare l’amore e la pace
Fa’ che chi ha bisogno bussi alla mia porta
Fa’ che io possa generare amore e guarigione sempre di più
Fa’ che io possa donare, ricevendo in cambio sorrisi
Fa’ che io possa curare
Fa’ che io possa amare ricevendo in cambio abbracci di Luce
Fa’ che io possa risvegliare le coscienze
Fa’ che io possa portare consapevolezza laddove non c’è
Fa’ che io possa essere d’esempio anche se non ne sono capace (di essere da esempio N.d.R.)

Dammi la forza di ottenere il meglio, anche se per ora non ci riesco


Fa che io sia per gli altri un esempio, un aiuto, una luce inestinguibile
Fa che io possa brillare e dare amore e pace
Portare la guarigione nell'anima che ha sofferto
Portare il perdono, la Compassione dove non c’è

Fa’ che io possa insegnare ad amare a chi non l’ha capito (come si possa amare N.d.R.)
Fa’ che possa bruciare sempre il mio falò sulla spiaggia
E la mia chitarra non smetta mai di suonare
Fa’ che i miei fardelli si risolvano con un sorriso, con una vibrazione d’amore
Fa’ che chiunque possa sentire questa Luce che si espande dal mio cuore e che, amorevolmente,
viene verso di te
Fa’ che la mia famiglia spirituale mi aiuti ad essere strumento, uno strumento di pace, di amore, di
consapevolezza
Fa’ che io possa guarire me stesso e che soprattutto io possa guarire i miei fratelli
Fa’ che tutti insieme possiamo percorrere il cammino verso la pace, la giustizia, l’amore, il cam-
biamento
Fa’ che possiamo tutti vedere il frammento di Dio che è in noi
Fa’ che tutti possano capire quanto siamo Angeli
Fa’ che tutta l’umanità possa vedere chiaramente la strada e la bellezza della vita
Fa’ che possiamo tutti percorrerla insieme con un unico obbiettivo

Innalziamo le nostre coscienze


Vibriamo alto insieme alla coscienza del pianeta
Saremo tutti fratelli, saremo una umanità consapevole del cammino
Fa’ che nel cerchio della vita ci sia sempre Dio e le sue vibrazioni d’amore”

Canalizzazione integrale del 26-03-2015

“L’energia cambia
Anche i corpi cambiano
Dobbiamo cambiare il sistema di alimentarci
Smettere di mangiare cibi che accalorano come gli insaccati

La frutta dissipa il calore e la verdura rinfresca i tessuti

Manteniamo uno stato di pace


90
È l’unico adatto a sostenere questi cambi di energia
Così forti da far perdere la testa ad alcuni

Siate positivi, non guardate i notiziari


Pensate all’amore, a quanto è bello dare
Pensate alle cose fantastiche che succederanno
All’evoluzione dell’umanità
Piccoli passi verso un grande obiettivo
I nostri corpi diventeranno più leggeri
Ci sarà tanto cibo spirituale a disposizione
Sta già cominciando
Le vecchie anime si svegliano
Le loro coscienze stanno cominciando a riflettere
E vogliono contribuire al cambiamento
A far sì che il cambiamento sia pieno
Di consapevolezza e maturità
I vecchi errori non li vedremo più
Tutto cambia
La nostra coscienza evolve
La calma ci deve nutrire

L’attività più importante che dobbiamo imparare a sostenere è il collegamento continuo vibrazio-
nale con il Creatore

Con questa energia che ne è la Sua espressione


Abbiamo sperato questo, abbiamo aspettato tante vite, tanto tempo
Prima di elevarci realmente e definitivamente
Ora non fermiamoci!
Non facciamoci impaurire dai vecchi sistemi

Noi saremo quelli che scriveremo i nuovi libri


Noi saremo quelli che faranno la nuova televisione
Noi saremo quelli che non faranno più guerre
Noi saremmo quelli che ci uniremo nel nome di Dio

Troppi secoli divisi dalla fede


Non è più possibile
La fede è una
Dio è lo stesso per tutti
Dio è uguale e non separa
Dio è una super coscienza che ci unisce tutti e che ci lascia liberi di capire quando saremo pronti
Mai più divisi da una bandiera
Solo e sempre uniti da un sentimento d’amore
E l’amore è il messaggio di Dio per noi
L’umanità sarà colma dell’amore di Dio
Noi costruiremo la fratellanza vera, quella che ci insegnò Gesù
Noi saremo una vera comunità
Ci aiuteremo, ci sosterremo

Quando un fratello cade, due saranno pronti a rialzarlo

91
Saremo tutti guaritori e insegneremo ai nostri fratelli
Quanto è bello dare più che ricevere
Dio sa come premiarci
Ci fa stare bene
Ci fa stare nell’Amore
Questo sentimento assoluto che attraversa le galassie
Ci renderà liberi e uniti
Mai più nemici, solo fratelli
Non adiratevi nelle situazioni difficili
Sorridete pensando che qualcuno sta dispensando per voi la soluzione
Le soluzioni arrivano copiose
Avete mai chiesto realmente?
Avete mai creduto realmente?
Basterebbe ciò per cambiare e godere dei doni
Chiedete e vi sarà dato, disse il Maestro
Possibile che l’abbiamo scordato?
Quanto chiedete: come devo fare, come posso risolvere questo problema?
Vi dico: avete mai chiesto realmente pensando che possa giungere una soluzione benevola?
Tante volte lo fate, tante volta fate finta e pregate senza cuore, muovete la bocca come per lavarvi la co-
scienza
Aprite il cuore al sentimento di amore universale
Ogni essere umano è un fratello
Noi siamo già sulla strada dell’infinito
Si realizzeranno incredibili scoperte che ci porteranno dritti al sogno
Niente più fame, solo fame d’amore
Niente più guerre, solo sguardi compiacenti
La nuova umanità è in cammino
Hai messo per troppo tempo la testa sotto sabbia
Hai dimenticato il frammento di Dio che è in te
Hai dimenticato la saggezza e la conoscenza antica
Riprendi in mano il futuro, così radioso, così brillante che ti toglierà il fiato
Suona una musica dolce che possa coccolarti
Sii una nota lieve che riceve doni in abbondanza
Tempo ce n’è
Incamminati e guarda fiducioso in avanti
Nessuna paura potrà più fermarci
Vecchia anima, noi saremo i primi
Noi insegneremo agli altri
E tutti arriveranno prima o poi
È scritto
Tutto è generato dal sole
E nel sole cammineremo, luminosi, verso un futuro di pace”

Canalizzazione integrale del 13/04/2015

“Il sistema, il meccanismo, arriva tutto dalla luce


La luce cambia, la luce trasforma ogni cosa
La luce porta l’informazione, innalza la vibrazione del pianeta
È stato deciso così
92
Non c’è nulla da cambiare
Non c’è nulla di più giusto
Chi ce la fa, va avanti, chi non ce la fa, si ferma
La luce non è cattiva, è solo luce
Però la luce non ti giudica
Se non la sopporti, se non ce la fai
Non farai altro che abbandonare
E te ne andrai dal gioco
L’evoluzione durerà 350 anni
A quel punto cominceremo a manipolare la fisica con la nostra coscienza
Riusciremo a materializzare le cose
Riusciremo a cambiare la materia solo pensando.
è molto importante perché sarà molto rapido,
molto più rapido di come lo fecero gli altri (allusione agli altri popoli delle galassie N.d.R.)
gli altri ci misero molto più tempo, noi seguiamo il loro schema,
ma siamo molto più veloci
perché lo schema è già consolidato
e noi viaggiamo sulle linee che loro hanno già tracciato
e la coscienza dell’umanità si espanderà
e si fonderà poco a poco con la coscienza dell’Universo
tutte le anime che formano la super coscienza di “Dio”
hanno già deciso che il cambiamento sarà rapido
che l’ascensione è vicina
prima di due o tre reincarnazioni, il pianeta ascenderà
i semi giusti sono stati piantati
la coscienza li sta annaffiando con l’acqua dell’amore, con la vibrazione della pace
nulla di ciò che stiamo vedendo nei telegiornali è reale
la maggior parte è artefatto e costruito per crearci insicurezza
spegnere la televisione è fondamentale
liberare la mente dalla spazzatura;
affinché la mente possa riempirsi di altro tipo di vibrazioni

Quando ci svuotiamo c’è spazio per poi riempirsi


quando siamo pieni, tutto ciò che entra casca al di fuori del vaso
e gocciola via,
e capiremo che non è servito a niente
la spazzatura che ci buttano addosso è tanta
sta a noi non accettarla,
sta a noi scegliere come usare il nostro corpo e la nostra mente
a quale tipo di notizie accedere, quale tipo di informazione ascoltare
non prendere tutto quello che ci viene propinato
basta fare un piccolo ragionamento
è come aprire un rubinetto e senza vedere l’acqua che ne scorre,
cominciare a bere, poi, più tardi accorgersi, che quell’acqua era sporca
che ci stava infettando tutto il corpo
meglio accorgersi prima
stare attenti
non accettare tutto
vibrare più alto
vibrare con la luce
pregare, riflettere
93
cantare, creare, intuire, questo è fondamentale
nutrirci di cibo spirituale
nutrirci di vibrazioni di un livello superiore
cosicché le vibrazioni basse, di odio, di malattia, di terrore
si allontanino in modo naturale da noi
non c’è compatibilità tra la luce e l’oscurità
vestiamoci di luce, cambiamo
abbiamo il coraggio di cambiare in profondità!

non cambiamo a parole


cambiamo nella quotidianità della nostra vita
cambiamo il nostro modo di pensare e di reagire alle cose (che succedono)
siamo più lenti all’odio , all’ira, alla vendetta
rilassiamoci di più, meditiamo di più
diamo più valore all’amicizia
diamoci la mano, restiamo uniti
perché è uniti che riusciremo a varcare la soglia
da soli non si arriva a niente
l’unione, lo stare in gruppo, è la forza che ci permetterà di evolverci
di evolverci al punto che riusciremo a vivere cantando e ballando
e nutrendoci del fuoco dell’amore divino.
questa fiamma antica che abbiamo spento, ricominciamo ad accenderla!
ritorniamo a concepire il senso della comunità
aiutarsi l’un l’altro, accettarsi, questo fa di noi degli esseri umani propensi alle relazioni sociali
non accettiamo più le divisioni, non dividiamoci più per una bandiera politica
ci hanno preso in giro facendo leva sulla nostra ignoranza
tutto questo è finito
da domani solo la luce avrà posto nel nostro cuore.
questa vibrazione così forte sarà la fiamma che ci farà vibrare,
vibrare di allegria, di sorrisi, di bontà, di amore, di giocosità
diamoci tutti la mano e uniti, attorno al fuoco, cantiamo le canzoni che provengono dalla nostra anima
Osanna, Osanna, Osanna nell’alto dei cieli
oggi è nato qualcosa di nuovo.
La maestria è ora alla portata di tutti
Credeteci, e si realizzerà
non c’è più bisogno che vengano Maestri sulla Terra
questo compito, ora, è stato dato a noi
noi saremo il nuovo esempio
noi cammineremo sulla Terra
facendola vibrare sulle note dell’amore universale.
Eterni, noi siamo eterni
Noi siamo puro spirito
L’involucro è passeggero, ma l’origine della fiamma divina è scolpita nella Grande Fonte Centrale da cui
tutti proveniamo

Celebriamo la vittoria della luce, che ormai, sta avvolgendo la Terra


La luce sarà sempre più forte, sempre più bella e danzerà insieme a noi
Noi saremo i protagonisti della rinascita.
Fra due decadi non ci saranno più guerre
L’inizio della pace sarà fondamentale per aiutare il cambio vibrazionale del pianeta
Ormai tutti i leader si sentono diversi, hanno capito la loro vulnerabilità
94
I popoli cominciano a sentire di non avere più bisogno di punti di riferimento (tradizionali).
La coscienza collettiva si sta espandendo e tutti cominceranno ad utilizzare la loro saggezza, la loro ma-
turità
I comportamenti cambieranno enormemente
Vedremo sagge decisioni che non ci aspettiamo
Vedremo tante persone fare il bene e vedremo tante persone fare cose che non ci aspettiamo

L’amore è contagioso. Il pensiero positivo è contagioso, noi lo diffonderemo e tutto si risolverà in breve
tempo
In poche decadi tutto sarà diverso
Quello che vediamo oggi sarà un ricordo, come una foto in bianco e nero e saranno passati solo 25 anni

Grazie Dio di averci designato messaggeri, i messaggeri della pace e dell’ amore

Grazie Dio di darci l’amore e la vibrazione giusta che ci aiuterà a risvegliare le coscienze

Grazie Dio perché tutti saremo Uno e finalmente lo capiremo


Non manca molto, è solo un soffio di vento e tutto sarà nuovo
Non si parlerà più di natura umana, si parlerà di natura divina”

Canalizzazione integrale del 01-05-2015. Qui cercai la vibrazione del Maestro Gesù e chiesi alcune cose.
La vibrazione rispose e le sue parole sono nel virgolettato.

Gaetano: Maestro, aiutami, dammi la forza di vivere con l’Amore Compassivo!

“La forza si ottiene facendo e dimostrando con i fatti, ogni giorno, ragazzo mio, ogni giorno, devi vivere
nell’Amore Compassivo
Non dimenticarti più, non scordare più, tu hai intrapreso il cammino che ti porterà alla Soluzione
Tu stai ricevendo l’Energia dei Maestri che hanno camminato su questa terra
Sappila sentire, sappila usare, dai consigli amorevoli.
Non dividere mai, unisci sempre
Stai di più in silenzio
Medita di più
Stai più all’aria aperta, usa meno la tecnologia, usa di più il cuore, ancora di più
Quello che fai è bello, ma non è sufficiente, non è abbastanza per il percorso che vuoi intraprendere
Sei solo all’inizio, sei come una goccia d’acqua nel mare, sei ancora poco
Devi migliorarti sotto tutti i punti di vista
Devi essere più tollerante

Non devi rifiutare le critiche, devi accettarle senza reagire


Chiunque ti faccia del male, chiunque dica male di te gli ritornerà questa energia indietro, ma solo se tu
non accetterai di farti scalfire
Nel momento in cui vivrai l’accettazione di come sono gli altri, i tuoi fratelli, quando comincerai ad ac-
cettarli, allora avrai capito chi sei tu stesso
Tu non sei nulla senza di loro, loro hanno bisogno di te, loro hanno bisogno di te in una maniera diversa,
di un te diverso da quello che sei ora

Hanno bisogno di un te molto più profondo, molto più compassivo


Le guarigioni funzionano, funzioneranno sempre di più
95
Verrà sempre più gente, gente che ha bisogno di Amore, di essere coccolata
Ricordatevi il sorriso, siete troppo seri, usate di più il sorriso, anche il sorriso interiore

Gioite della Vita, gioite dei frutti che state raccogliendo


Gioite di quello che state seminando.
Gioite, rallegratevi, sorridete.
Abbracciatevi, coccolatevi, amatevi
L’energia dei Maestri è qui e voi cominciate a sentirla
Noi capiamo il progetto e vi inviamo le più alte vibrazioni d’Amore che ci siano nell’Universo.
La Luce più alta, la Luce più forte entra in quella stanza.
Quando muovete le mani dovete commuovervi e vibrare di Amore Compassivo.
La vostra Anima è connessa con l’Anima di chi ha bisogno di Voi.

Tutti uguali, tutti sullo stesso piano.


Tutti diversi nell’espressione, ma tutti uguali di fronte all’Energia.
Tutti uguali, voi alimentate un’onda, un flusso di Energia
Fate attenzione!
Quelli che sono in foto sono lì con voi, insieme a voi, il loro Spirito è lì, la loro Energia è lì.
Amateli come gli altri. Sono persone che hanno bisogno.
Date loro amore”
Muovete le mani sopra di loro e pregate affinché guariscano.
L’Energia dei Maestri è qui.
Chiunque di voi la chiederà, la otterrà.
Quando siete in gruppo e richiedete con il vostro amore questa energia, noi dalla parte di là ci commuo-
viamo.
Ci commuoviamo perché voi in quel momento vi rendete strumenti puri dell’ amore di Dio.
Strumenti perfetti, quando aprite i cuori, quando muovete le mani.
Non c’è più errore, non c’è nulla di sbagliato, tutto è perfetto.
Il flusso è potente.

L’amore è grande, state canalizzando l’Energia della Creazione, che vi arriva con l’aiuto dei Mae-
stri.

Non dimenticate mai la connessione con i Maestri che camminarono su questo pianeta.
Furono inviati da Dio per darci l’esempio di ciò che avremmo potuto fare

Loro sono qui con voi. Con la loro Energia che è sempre qui e ci sta vicino
L’intuizione aumenterà. Imparate a chiedere. Voi non chiedete mai.
Quando meditate, quando pregate, chiedete, chiedete, e vi sarà dato
Voi non chiedete mai. Abituatevi a richiedere ciò che vi serve”

L’acqua va al mare perché è nella sua natura


L’amore che date arriva ai Cuori perché è la sua natura
L’Universo ha una sola regola: E’ Luce Pura davanti ai vostri occhi

In questo momento si stanno aprendo dei portali energetici nuovi


Li sentirete, vi sentirete cambiati, vi sentirete più forti
Le guarigioni saranno sempre più forti. Arriverà il momento in cui le persone impareranno ad auto gua-
rirsi
Imparate a liberarvi della schiavitù della vostra educazione trasmessa con la minaccia, con l’odio, con la
paura.
96
Vibrate talmente alto che le vibrazione basse delle malattie fuggiranno dai nostri corpi

L’ascensione è più vicina di quanto voi pensiate. Il processo si sta accelerando notevolmente.
La rapidità, l’accelerazione è aumentata notevolmente rispetto agli schemi previsti. Tutto va più veloce
L’inizio della nuova Era ha portato un vento fresco

Godiamoci questa nuova libertà


Tanti ci aiuteranno, tanti cominceranno a capire. La consapevolezza contagerà persone che non vi aspet-
tereste mai che possano sedersi in meditazione vicino a voi.
Vedrete quanti giungeranno a voi.

Vedrete quanti guariranno nel corpo ma soprattutto nello Spirito


Lodate il Signore, Lodate Dio quando pregate

Voi siete un suo Frammento sparso qui sulla Terra per dimostrare la sua grandezza”

Canalizzazione - Regressione di Marco Sestini - 05-06-2015. (non integrale)


In questo giorno facemmo una ipnosi regressiva dove Marco poté rivedere pezzi di vite passate e ci diede
bellissimi messaggi. La Fonte ci fece capire tante cose attraverso la voce di Marco.
Nel virgolettato le parole di Marco. Le altre parole sono le mie. Sono state stralciate alcune parti per ren-
dere più scorrevole il testo.

…….. posso fare una domanda?


Puoi chiedere se ha un messaggio da dare?
La prima domanda è questa: puoi darci un consiglio su come affrontare le guarigioni?
Ci sono cose che non sappiamo?
“L’amore compassivo è fondamentale, però, ci sono altre tecniche da affiancare”
Sono tecniche che noi conosciamo?
“Qualcosa conosciamo e qualcosa no, però sta a noi trovare qual è quella giusta”
Quindi fa già parte della nostra conoscenza?
“In parte”
Dobbiamo cercare altre tecniche o possiamo..
“Aspettare che arrivino. Arriveranno, soprattutto quando facciamo le guarigioni. Quindi, state
Concentrati e ricettivi”
“Aperti, arriveranno informazioni aggiuntive a quello che facciamo”
Arriveranno a tutti? O solo ad alcuni…
“A tutti coloro che saranno ricettivi nel momento. Però potrebbero arrivare nello stesso momento in-
formazioni diverse a ognuno di noi”
Quindi dobbiamo scambiarci le informazioni?
“Si, chi è ricettivo all’informazione la metterà in comunione con gli altri”
“Non siamo soli. Ci aiuteranno anche tutte le altre parti di noi stessi che sono nell’Universo”
Quindi, la nostra essenza dall’altra parte del velo, si rende disponibile nel momento in cui facciamo le
guarigioni?
“L’essenza è disponibile, ma è solo un tramite, per le altre nostre parti, che sono sparse nell’Universo”
“Così come loro si mettono a nostra disposizione, noi siamo a disposizione loro”
“Alla fine siamo tutti Uno”
C’è qualcosa che non stiamo facendo, che non capiamo? Che dobbiamo cambiare, o la strada è giusta?
“La strada è giusta, però non dobbiamo avere timore ad apportare cambiamenti che ci verranno resi
disponibili”
97
“Tutto è in continua evoluzione. Quello che va bene ora, domani, per continuare ad avere efficacia,
dovrà essere implementato. Verranno lasciate alcune cose per prenderne altre”
“L’importante è essere in connessione e disponibili al cambiamento. Siate ricettivi”
La tecnica dei movimenti va bene, ci permette di entrare in connessione? E per fare le guarigioni?
“Si. È la chiave. Quella, non dovrà mai essere abbandonata”
“Cambierà la maniera e l’intenzione nel dirigere l’energia”
“Comunque, al momento, va tutto bene”.
Quando mandiamo l’energia sulle foto, va bene, o dobbiamo fare qualche cambiamento?
“Siate ricettivi, al momento, va bene, anche se ha meno efficacia che farlo a una persona presente”.
“anche lì arriveranno informazioni”. Quindi, farlo sulle foto, ha meno efficacia che farlo dal vivo? E
sarebbe meglio farlo su una foto singola, o si può fare su un gruppo di foto. L’energia si disperde?
“La foto singola è più concentrata”
Quando tempo dovremmo stare su una foto singola affinché la procedura sia efficace. Un minuto, due
minuti? C’è un tempo?
“Non esiste tempo. Basta se l’intenzione, la connessione è al massimo, basta anche un secondo”
Come possiamo stimolare la nostra intenzione, le preghiere che facciamo prima dei movimenti sono cor-
rette, andrebbero cambiate, migliorate?
“E’ finito il tempo , vi devo lasciare”
Grazie
Puoi dirci solo il tuo nome se hai un nome, per ringraziarti?
“Sono tutti voi”
“Ringraziate voi stessi”
Puoi aiutare Marco a rientrare?
“Sa come fare”
Ok. Puoi esserci d’aiuto anche in altre occasioni?
“Sono sempre con voi, basta chiamare e chiedere”
“Io mi nutro dei vostri sentimenti, delle emozioni buone”
“Sono sempre al vostro fianco”
Tu sei un’entità angelica? Per poterti definire?
“Molto di più. Ora devo andare”.
Non puoi lasciarci solo un nome per contattarti nuovamente? O una parola che possiamo dire per ricono-
scere che sei tu?
“Non occorre. Non ho nomi. Basta che pensiate a me. Sono dentro di voi”.
Quindi, noi possiamo contattarti dal nostro cuore?
“Contattate la vostra scintilla divina”.
Quindi, quando facciamo le guarigioni tu sei vicino a noi?
“Sono dentro di voi e fuori di voi”.
“Sono voi stessi”.
Quindi sei Dio, il Creatore dell’Universo?
“No. Lui è molto di più. Ma questo è un argomento che di un altro incontro. Vi saluto . Vado”.
Grazie
Dove ti trovi in questo momento? Cosa vedi?
“Sto tornando. Stiamo salutando. Siamo felici”.
Sei sempre vicino al fuoco con gli altri?
“Sono con gli altri, ma il fuoco è spento. Il cerchio si è sciolto”.
La casa esiste sempre?
“Siamo sempre dentro la casa”
“Ci stiamo scambiando esperienze”
Con chi?
“Con tutti i partecipanti al cerchio di guarigione”.
C’è qualcuno di questi partecipanti che può dirci qualcosa? Che può aiutarci?.
98
“Siamo tutti in piedi ora. Abbiamo tutti tuniche bianche”.
“Sono tutti esseri di Luce”.
Tu puoi chiedere qualcosa a qualcuno di loro, ti risponderebbero?
“Ora ci siamo uniti in un essere solo, luminoso fatto a forma di cuore”.
Quindi tu sei parte di questo cuore.
“Io ne sono parte. Questo è il messaggio”.
Quindi il messaggio è: siamo tutti uniti, siamo tutti parte di uno stesso cuore?
“Il messaggio è questo: la via è il cuore”.
Ci seguiranno tante persone?
“Se resteremo puliti, trasparenti, si”
Puliti, intendi, che non dobbiamo prendere soldi?
“No, i soldi non sono sporchi. Se indirizzati bene, servono al nostro fine. Puliti vuol dire senza mac-
chia”.
Il rischio quale è? In questo tipo di cose? La vanità, l’ego?
“Si”.
In questo momento c’è ego e vanità o siamo puliti?
“Non tutti. Qualcuno deve ancora capire che siamo solo strumenti. Strumenti che abbiamo bisogno di
essere accordati costantemente”.
Questo qualcuno che non ha capito..
“Capirà”
Fa parte del nostro gruppo italiano o del gruppo ecuadoriano? O di tutti e due?
“Un po’ di qui e un po’ di là, però è in buona fede”
Quello che sta facendo Grace è corretto? C’è qualche consiglio da darle? Noi non vediamo come lei ope-
ra.
“Grace è un ottimo canale. Anche lei deve rimanere ricettiva e mantenersi pura com’è ora. Non sarà
facile per tutti, soprattutto quando ci sarà tanta gente che vi seguirà”
“Le guarigioni aumenteranno. Vi dovete aiutare a rimanere voi stessi”
“Così facendo, chi non è degno, si allontanerà”.
Gaetano sta correndo dei rischi di impurità in tutto questo? Rischia di cambiare senza rendersene conto?
“Tutti voi dovrete ricordarvi che siete solo strumenti. Le vostre capacità, come vi sono state date, vi
possono essere tolte”
“Ricordate sempre la via de cuore. Per realizzare cose grandi vi serviranno anche dei soldi. I soldi non
sono sporchi”.
Noi dobbiamo chiedere soldi per fare le guarigioni? Possiamo trovare un’altra via di finanziamento?
“I soldi arriveranno. Chi vuole dare, lasciatelo dare. Non chiedete durante le guarigioni, ma chi si
vuole sdebitare, fatelo sdebitare come vuole”.
“Sotto forma di azioni, ma anche, se vuole, di denaro. È sempre energia”
“Ci deve essere lo scambio. Per rimanere in equilibrio. Nessuno dovrà sentirsi legato a voi per quello
che fate. Ognuno deve essere libero. Nessuno dovrà sentirsi in obbligo. Se per qualcuno, sdebitarsi,
vorrà dire pagare, va bene”
“Se altri riterranno di compiere opere di bene, va bene lo stesso”
“L’importante è lo scambio. Anche verso voi stessi, ma anche verso altre persone”
“Tutti siamo tutto”.
Intendi, raccogliere denaro per qualcuno che ha bisogno?
“No. Il denaro che arriverà dovrà essere utilizzato per un vostro progetto di guarigioni”
“Guarigione non finalizzata ad un'unica persona, ma alla collettività”
“Guarigione come, in piccolo, la state facendo ora. Il progetto sarà molto più grande, molto più am-
pio”

Per fare questo, dobbiamo liberarci del nostro lavoro attuale, e poi dare inizio al progetto?
O dobbiamo iniziare il progetto pur facendo un altro lavoro?
99
“Iniziare, poi tutto verrà da sé”
“il cuore ora si è trasformato in un fiore di loto”
“Essere ricettivi. Accettare come un fiore accetta il vento, l’acqua che piove dal cielo, il sole. Accettare
qualsiasi cosa”.
Vorrei fare una domanda personale per me, Gaetano: Questa inquietudine interiore che sento, è legata al
progetto delle guarigioni, o c’è qualcosa che io non riesco a capire?
“Devi avere pazienza”.
“Tutto arriverà. Stai tranquillo. Non c’è fretta. Sii consapevole delle tue potenzialità. Non dubitare”.
Un’altra domanda che vorrei fare. Quel quadro dipinto da Jan che ha cambiato due volte i colori, è stato
per il mio scetticismo?
“Un segno per tutti”
“L’energia esiste. L’energia trasforma. Tutto si trasforma”
“Tutto possiamo fare. Il quadro è e resterà il vostro simbolo. È un’energia molto forte. Riuscirete a
lavorarci per aiutare tutti quanti. È una chiave”
Dobbiamo usarlo anche nelle guarigioni?
“Si”
“Troverete il modo migliore per utilizzarlo. Siate ricettivi”
“bisogna che torni ora”
Grazie. Ringrazia da parte mia.
“Loro ci ringraziamo e ci ringraziamo. Siamo tutti Uno. Quando ringraziate noi, le vostre famiglie, il
vostro Dio, ringraziate voi stessi. Siamo unità”.

Canalizzazione integrale del 8 Maggio 2015

“Guarigione. Cos’è la guarigione?


La guarigione è già dentro di noi
Quando muoviamo le mani siamo connessi a un canale d’amore Un canale privilegiato.
Da questo canale arriva l’energia, l’energia che arriva dal centro dell’Universo, dalla Fonte Creatrice
E giunge attraverso di noi con l’aiuto delle vibrazioni dei Maestri
Sappiate che si può fare di più. Sappiate che si può fare meglio
Però il cammino è scritto, il percorso è quello giusto
Non demordete!
State cominciando a vedere i frutti, i risultati del vostro amore,
Quando muovete le mani, le dimensioni si sovrappongono
Voi non siete più diversi, voi siete solo anime connesse alla rete vibrazionale che c’è,
Voi non siete diversi, siete tutti una famiglia
Chi dà e chi riceve, chi è in piedi, chi è seduto
Non fa differenza.
Alla fine la bolla di energia tocca tutti.
L’unica differenza è la voglia che ognuno di noi ha di farsi toccare in profondità

Non è una tecnica, l’amore non ha tecniche.


L’amore non ha un nome, non ha un logo
È solo amore puro che scaturisce dai cuori e si connette con la vibrazione della Sorgente, della Fon-
te Creatrice

Siamo tutti connessi, tutti vedremo le stesse cose, tutti vivremo le stesse emozioni
Saremo tutti consapevoli nel medesimo istante che il nostro amore cresce e si è elevato
Noi non abbiamo più tempo di aspettare
100
Noi vogliamo guarire per dimostrare agli altri che ce la possono fare
Chi ci segue è felice, si sente amato, si sente abbracciato dall’energia
State rilassati, lasciatevi attraversare dall’energia
Respirate profondo
Meditate
Cos’è la vita? Che senso ha questo gioco? Cosa siamo venuti a fare?
Siamo venuti a dare o a ricevere?
Ciascuno di noi è venuto per soddisfare la sua sete di conoscenza, per approfondire il suo ruolo
Ciascuno di noi è venuto ed opera secondo il suo piano di coscienza
Chi vuole elevarsi può farlo
Chi vuole afferrare la materia, chi vuole nutrirsi di vibrazioni più basse può farlo
Il libero arbitrio ce lo permette
Non c’è giudizio e non ce ne sarà
Nessuno è più bravo
Ognuno risponde alla sua coscienza
Il piano di coscienza di ognuno di noi è determinato dalla sua evoluzione
La nostra storia di anime è data da tutte le esperienze acquisite nel corso delle vite vissute
Vale la pena essere felici.

Scegliamo di non vedere più i drammi


Scegliamo di non vedere più il dolore
Scegliamo di vedere il bello della vita
Scegliamo di vedere il bello della natura con i suoi fiori e i suoi colori
Scegliamo di vivere nella Luce dell’amore che ci arriva dal Padre

Chi ci ha generato ci ha detto: vai, sei libero!


Puoi fare ciò che vuoi
Puoi vivere nell’amore o nel dolore
Non c’è differenza.
Tutti e due si bilanceranno,
Per cui la scelta è nostra, stare bene o stare male.
Vi invito ad aprire il cuore, lasciar fluire quell’onda, quell’emozione che ci fa vibrare più fortemente
Possibile.
L’emozione più profonda che ci scuote si chiama Amore
E noi vogliamo viverlo profondamente
Ed è nell’Amore che troveremo le risposte
Nel coraggio di stare calmi
Nel coraggio di stare zitti, di non rispondere alle provocazioni
Nel coraggio di meditare e mandare Amore ai nostri fratelli
Quando meditiamo si genera un’onda meravigliosa di pace
Inviamola a tutta la Terra, inviamola ai nostri fratelli, a chi ne ha bisogno!
Quest’onda va in risonanza con altre onde uguali che provengono da tutti coloro che stanno meditando e
che hanno pensieri di pace e di amore per tutta l’Umanità
Diamo il nostro contributo!
Inviamo anche noi la nostra onda, la nostra vibrazione d’amore che, connessa con le altre, può generare
un terremoto nelle coscienze
Diamo amore più che possiamo!
Nutriamo i nostri corpi con le vibrazioni dello Spirito
L’infinito è sui polpastrelli delle vostre dita
Dobbiamo solo imparare a sentirlo, a riconoscerlo
101
La purezza dell’anima si vede dagli occhi
Chi è puro brilla!
Luce sempre ovunque sul Pianeta
Questo sarà il Pianeta della Pace
Noi dimostreremo che è possibile
Noi la raggiungeremo in breve tempo (la pace N.d.R. )
Sconfiggeremo la paura, la paura di sentirsi soli e abbandonati
Noi saremo una comunità
Tanti fratelli che si danno la mano e si sorridono guardandosi negli occhi
Nessuno li abbasserà più sentendosi inferiore
La connessione è forte, è potente
Siamo tutti figli della medesima vibrazione

Il Cuore vola e l’Anima lo accoglie


O Dio, questa scintilla divina che hai infuso nella mia Anima è sempre più connessa con te!
Tu sei la Fonte, la Fonte Creatrice
Io non so come sei
Nessuno ti ha mai visto
Però vedo e sento la Luce che emani
La vibrazione d’amore che ci invii è meravigliosa e ci sta nutrendo
Stiamo cominciando a capire che ci servono meno cose, meno vestiti, meno cibo
Meno auto, meno informazione
Le nostre coscienze si stanno connettendo
La vibrazione uguale ci salverà perché tutti vibreremo allo stesso modo.
Tutti proveremo le stesse emozioni
Tutti ci commuoveremo di fronte alla vita, negli occhi di un bambino che nasce
Tutti proveremo la stessa emozione quando l’onda batte sullo scoglio
Tutti proveremo la stessa emozione quando ringrazieremo Dio della vita che ci ha donato
Noi creiamo la nostra realtà
Noi possiamo volare alto, noi possiamo finire in basso, sta solo a noi
Viviamo un’epoca fantastica di cambiamenti, un’epoca che ci darà la misura della nostra evoluzione spi-
rituale
Stiamo arrivando, manca poco al traguardo!
Guarigione, guarigione dell’anima
L’energia ci insegnerà a perdonare e a quel punto saremo guariti
Saremo ripuliti da qualsiasi negatività
Dentro la nostra anima solo la vibrazione dell’amore, positiva
Solo la luce che viene proiettata alle altre coscienze
“Amatevi l’un l’altro come io vi ho amato” disse Gesù
Nulla cambierà in peggio
La straordinaria trasformazione, la magia che vivremo è qui
Basta aprire la porta, varcare quella soglia e affidarci all’immensità del Creatore
O Dio che ci hai dato la vita, o Fonte Creatrice piena di amore, dacci la mano come quando eravamo
bambini!
Sostienici nel cammino!
Facci scoprire di più, facci arrivare dove dobbiamo arrivare
Facci capire e vedere le Cose dello Spirito che non conosciamo
La luce pura illumina le coscienze di questa galassia
Rallegratevi, il pastore è tornato (non in carne e ossa, ma in energia)
e noi pecore ora ci chiamiamo fratelli.

102
Canalizzazione integrale del 18-05-2015

Dov’è lo spirito?
Come parla lo spirito?
Come ci connettiamo allo spirito?
Come possiamo emettere luce pura?
Quando un ruscello scorre dalla montagna fino al mare,
Lo fa in un percorso che è un solco
Le pietruzze, ogni cosa che scorre insieme al ruscello, i rumori dell’acqua, i salti
Tutto è connesso con il cammino che l’acqua farà fino al mare
Anche noi, come il ruscello, siamo connessi a una fonte.
Facciamo un percorso, con tutti i suoi dettagli, con tutte le sue sfumature
Importante è non perdere la connessione
Quando un ostacolo si frappone nello scorrere del ruscello, l’acqua trova
nuove strade dove scorrere affinché lo scopo di arrivare al mare si realizzi
La nostra mente forma gli ostacoli che possono bloccare lo scorrimento
Dobbiamo essere capaci, non di rimuovere gli ostacoli, quanto di aggirarli, fino al punto di ritrovare la
strada che possa scorrere fino alla meta, sempre in connessione con lo spirito
L’ostacolo esiste per metterci alla prova, dobbiamo aggirarlo con senso di amore e gratitudine, ringra-
ziando l’ostacolo stesso che troviamo nel cammino
L’ostacolo è una parte di noi stessi, della nostra dualità
L’ostacolo è il buio che va illuminato con nostra Luce
L’importante è non perdere mai il senso che tutto si può aggirare per poi ritornare sulla strada maestra
Ogni infortunio, ogni delusione è parte del cammino e non va rifiutata, ma accettata e benedetta
Benediciamo l’ostacolo! poiché l’ostacolo, se guardiamo nello specchio, siamo noi stessi
Tutte le nostre credenze scolpite dentro di noi, da moltissimi anni
Non siamo capaci di sbarazzarcene e di spazzare l’area delle credenze
Questo è il compito, il più difficile!
La liberazione giungerà quando l’acqua non saprà più dove scorrere
Quando l’acqua si fermerà e formerà lo stagno delle coscienze, pacate, unite, ritrovate
Tutti saremo Uno
Quando la tempesta del mare si calmerà e noi avremo portato la nave in porto, riparandola
Comprenderemo la bellezza di aver navigato in questo mare pieno di insidie, di scogli affioranti,
di tempeste, di spruzzi improvvisi che ti accecano
Che non ti fanno vedere la bellezza stessa di essere in mare e navigare, e nonostante tutto, continuare a
navigare.
La nave è piena di persone, ognuno ha il suo ruolo, chi sta al timone tiene la barra dritta,
sa che il vento di Dio soffierà benevolo.
Il timoniere amerà il mare più che se stesso, si annullerà guardando l’onda che si trasforma.
Quante gocce ha un’onda, mille, diecimila, un milione?
Questo è il bello. Il non sapere
L’affidarsi completamente, sapendo che il grande maestro dell’Universo ha disegnato l’onda e i suoi
spruzzi
Non ha contato le gocce.
Ha dato una energia di amore in ciò che ha fatto
Il grande Maestro sa che dopo la tempesta gli spruzzi saranno dolci
Ogni goccia starà vicina all’altra goccia, e tutte si ameranno senza giudizio
Non esiste una goccia più bella, più alta, più trasparente
Tutte le gocce sono frutto dell’amore del grande Maestro che le ha generate
Tutte le gocce sanno che insieme possono formare un mare dolce o una tempesta pericolosa
103
Ora il Maestro ha inviato una melodia che fa acquietare le gocce
Le fa sentire tutte unite, tutte parte di un Uno meraviglioso
La sensazione di essere tutte bagnate, fresche, trasparenti, calme
La sensazione di essere tutte parte dell’Uno in questo che è il mare delle Coscienze
Il grande architetto pensò: il progetto è la vita, il mare
Le anime vadano a creare e generare vita in modo naturale, proprio come gli elementi della natura incre-
spano le onde del mare
Le emozioni, le sofferenze, le gioie a cui siamo sottoposti fanno parte del gioco
Il gioco è navigare, cercare il mare calmo dove la rotta sia più sicura
Tutti hanno una nave, la tua può essere più nuova
La mia più brillante, un’altra appena ripitturata
Tutte prenderanno il largo, apriranno le vele
Sia quando il mare è calmo, sia quando il mare è grosso
Quando la tempesta si fa forte, il timoniere ammaina le vele
E aspetta l’abbassarsi del vento col fine di poter continuare a navigare e ritrovare più velocemente un
porto sicuro, sempre nel nome di Dio
La navigazione è benedetta da Dio
Quando finirà tutto si romperà la barca?
No, il timoniere volerà via nel vento
Prima si inabisserà nei flutti, poi risorgerà dall’acqua
Per volare ancora più puro nelle vibrazioni dell’amore del Padre
E guardando indietro, la barca sparire all’infinito vedrà tanta gente che saluta e un nuovo timoniere,
di bianco vestito , bello nella sua fierezza, che ha imparato a navigare guardando per anni i movimenti
del vecchio capitano
Ora che ha imparato i segreti può condurre la nave su qualunque tipo di mare
Non ha più paura delle tempeste, ha imparato a controllarle
Si chiede solo dove sarà il vecchio capitano.
Lo immagina seduto su una spiaggia attorno al fuoco a raccontare al Padre tutta la sua avventura
O Dio che soffi quel vento, benedici il mio cammino e quello dei miei amici!
L’amore trionferà in ogni modo, su qualsiasi mare
Bella la vita, i suoi misteri
La bellezza e la gloria saranno il nostro pane quotidiano
Noi ti amiamo come tu hai amato noi
Insegnaci di più
Insegnaci a stare sempre connessi con te
E non perderci mai nelle tempeste della vita
Il sole sorge tutti i giorni e ci dà l’esatta misura del tuo calore
O Dio che dai la vita, fai che il Padre e il Figlio siano sempre uniti in un abbraccio d’amore!
E che ogni ruscello possa arrivare sempre al mare
La festa che hai preparato per noi sarà meravigliosa
Aiutaci nello scorrere
Aiutaci ad essere acqua più pura, degna d’amore, degna di esserti figlia
Che la nostra vibrazione possa calmare le acque di tutto il mondo
E che tutti i porti possano diventare sicuri
Senza più guerre, senza più acqua sporca
Emana per noi una vibrazione che ci possa purificare
Noi ce la faremo, creeremo un’isola dove tutte le navi si potranno fermare
Dove tutti i marinai possano fare il bagno
Dicendo: questa è l’acqua più fresca e più pura dove io abbia mai nuotato
Dio, Padre Onnipotente, vestici di amore e inviaci in tutti gli angoli della Terra
A costruire Nuove Navi e a insegnare ai fratelli il modo migliore per navigare
104
Salutaci con un arcobaleno come solo tu sai fare
Fonte divina di Amore Puro noi ti amiamo , grazie della vita!
Generoso nel tuo dare, noi apprenderemo sempre di più
Sapremo come andare, come tornare
Acquisiremo la sicurezza di non sbagliare più
Quando torneremo a casa, ci saluteremo guardandoci negli occhi
Dagli occhi di tutti noi uscirà solo Luce Bianca Pura
E a quel punto capiremo, di cosa è fatto l’Universo”

Canalizzazione del 21-05-2015

“Dov’è Dio, dove lo vedo, come lo sento?


Quando piango Dio è lì, quando rido Dio è lì
Quando mangio una mela Dio è lì, quando riposo Dio è lì
Quando sorrido Dio è lì, quando amo la vita Dio è lì
Quando mi arrabbio Dio è lì
Dio è sempre “lì”
È in ogni dove, in ogni come
È in ogni promessa che viene fatta, in ogni parola che viene detta
In ogni obiettivo che ci poniamo, in ogni illusione che ci facciamo
In ogni molecola del nostro corpo, in ogni atomo
Dio è “lì”
Quando stiamo sentendo una vibrazione dolce
Quando ci stiamo schiudendo come un fiore che sente la primavera
Dio è lì, in quell’apertura, in quel momento in cui noi ci apriamo
In quel momento in cui sentiamo nel nostro corpo, la vibrazione d’amore che proviene dalla nostra co-
scienza
Dio è “lì”
In ogni dove, in ogni come, e in ogni perché
Devo guardare in alto, devo guardare in basso, dove trovo Dio?
Dio è lì tutto attorno a noi
Dobbiamo sentirlo, non dobbiamo guardarlo, cercarlo, perché è già in noi
È nel nostro cuore, nella nostra anima
Noi siamo sempre connessi con lui
Solo che a volte non desideriamo sentire questa connessione
Noi la interrompiamo
Lui è sempre lì
Lui è la vibrazione primordiale, la vibrazione di quando siamo nati
La vibrazione di energia che ci siamo portati dietro in tutte le vite
Ogni volta differente, ogni volta sempre Dio, sempre lui
Perché noi cambiamo, però per Dio noi non cambiamo mai
Siamo sempre parte della sua coscienza, sempre parte del suo meraviglioso viaggio
Il viaggio non ha inizio e non ha fine
È sempre, sempre è, sempre fu, sempre sarà
Mio Dio, cosa ci faccio io qui?
Siamo venuti a sperimentare
A sperimentare l’energia
A sperimentare i cambi di vibrazione
A sperimentare la dualità, a comprenderla, a viverla e a cambiarne le proprietà (della dualità N.d.R.)
105
Le nostre coscienze, il nostro Sé Superiore interagisce con i nostri Angeli, con la nostra famiglia spiritua-
le
Che è tutta dalla parte di là, e noi siamo dalla parte di qua
Cosa ci unisce? Ci unisce la vibrazione d’amore che ci fa capire che non siamo mai soli
Ci unisce la vibrazione di amore che ci fa sentire connessi con il tutto
l’Universo intero è tutto collegato
Ci hanno cancellato la memoria poiché questo è parte del gioco
Noi l’abbiamo scelto (al momento di incarnarsi N.d.R.), noi l’abbiamo accettato
Noi siamo l’esperimento…
Cosa c’è ora di nuovo?

Più luce, più amore, più bene, più attitudine al cambiamento, più creatività,
più intuitività, più saggezza, più maturità, più parole d’amore,
più sorrisi, più canzoni, più arte, più bellezza
Tutto questo sta emergendo dentro il cuore di ognuno di noi
Prima mancava, poiché veniva schiacciato dalla durezza
delle nostre decisioni, dalla corsa frenetica che ci eravamo imposti
La mente padrona ci portava su strade che non volevamo
Poi di colpo, abbiamo capito tutto
Abbiamo capito tutto quello che non serve e adesso, davvero, tutto questo non ci serve più
Tutta questa abbondanza, tutti questi vestiti, queste auto,
Questo cibo, questo eccesso, non ci serve più
Possiamo vivere con molto, molto meno
Ci riempirà il cuore di gioia vedere un cespuglio fiorire
Vedere un fiore sbocciare, vedere un uccellino cantare
Sarà bellissimo sentire nell’aria la vibrazione dell’amore
Tutti insieme con lo stesso scopo, sentirci uniti, vicini, fratelli, amorevolmente
Questo prima non c’era. Adesso c’è
Festeggiamo il nuovo, brindiamo a questa nuova vita
Spegniamo quelle immagini, quelle notizie che ci fanno del male, la nostra sensibilità è aumentata
Regaliamoci dei sorrisi
Regaliamoci delle parole, comunichiamo il nostro amore tra di noi fratelli,
Voliamo in alto sulle ali della fantasia, della creatività che sta prendendo forma dentro di noi
Sempre di più siamo esseri intuitivi e ci stiamo scoprendo ora, piano piano
O Dio, che hai tolto le barriere fra di noi
O Dio, che hai aperto le frontiere
Dacci la forza di continuare ad amare incondizionatamente i nostri simili
Dacci la forza di perseverare affinché noi tutti possiamo crescere, sia soli sia in gruppo
Dacci, o Dio, la dimostrazione che ti siamo graditi
Dacci, se vuoi, risultati nella guarigione
Noi ci rimettiamo alle tue volontà
Noi così piccoli, eppure così grandi, possiamo volare in alto dove nessuno mai penserebbe di poter arri-
vare
Un cuore si connette a un altro cuore, e poi a un altro, e poi a un altro ancora
Poi diventiamo una rete, un’unica connessione con tanti cuori che, vibrando all’unisono, si inviano amo-
re e guarigione
Amore e guarigione sono le parole del futuro, del futuro immediato
Crolleranno le industrie del male, l’industria dell’inutile
Crolleranno e cambierà tutto
Cambieranno i regimi politici perché cambieremo noi
Non saremo più disposti a sottometterci a nessuno
106
Guarigione, amore, riposo, tranquillità, calma
Viviamo senza più preoccuparci di tutto l’inutile che ha sempre circondato le nostre vite
Liberiamoci da tutto ciò che falsamente ci hanno fatto credere
Siamo esseri nuovi, ora abbiamo una vibrazione diversa e questo ci dà la forza per capire e per cambiare
Stiamo uniti e vicini, aiutiamoci, cooperiamo
Lo sviluppo dell’essere umano nasce dall’intento di aiutarsi l’un l’altro
Basta con le parole, apriamo i cuori e “sentiamo” quello che c’è da fare, non “pensiamolo” soltanto.
“Sentiamolo”
Siamo tutti sintonizzati
Sentiremo tutti le stesse cose
Basta con le vecchie nozioni, i vecchi libri
Tutto ciò che fa parte del passato è morto e sepolto e non serve più
Scriviamo nuovi libri, scriviamo nuove regole
Scriviamo nuovi sogni da realizzare
Il futuro lo decidiamo noi
Creeremo ciò che fino ad oggi non abbiamo raggiunto
Creeremo la pace, che sarà visibile sulla terra
Quando finiranno le guerre, sentiremo (la pace) dentro di noi
Quando sarà finita per sempre la lotta per il possesso del nulla, della materia, che ci ha schiavizzato per
tanti secoli”

Canalizzazione integrale del 30-05-2015 Filippo.

In questo giorno mi recai a trovare un ragazzino di circa 14 anni a La Spezia di nome Filippo, attaccato a
una macchina che lo faceva respirare. Tenuto in vita, gli occhi quasi spenti. Standogli accanto sentivo la
compassione più profonda, gli ho tenuto la mano, gli ho accarezzato i capelli. Ho sentito fortemente la
vibrazione di Gesù. Non so come spiegarmi meglio, ma mi è sembrato che Filippo fosse la reincarnazio-
ne di Gesù. Quella era la vibrazione che sentivo. Ho pianto per almeno un’ora insieme ai miei ami-
ci/fratelli coi quali ero andato a visitarlo. La sofferenza era quella di “sentire” di non poter fare niente per
lui. Quando tornai a casa, in auto, piansi per tutto il tragitto e scrissi queste parole che mi giungevano
canalizzate, mentre guidavo! Dopo alcuni mesi Filippo ha trovato la Luce. È lì, seduto sul trono di Dio,
nella Luce più pura. Quanto amore mi ha insegnato e quanto amore ho provato. Comunicavo telepatica-
mente con lui! Uno dei giorni più intensi della mia vita. Grazie Filippo, grazie fratello, ora sei nella Lu-
ce! Guardaci da lassù con l’amore, caro fratello! Anche ora, rileggendo, non posso fare a meno di far
sgorgare lacrime copiose dal mio volto. Dedico a te, Filippo, questa canalizzazione e lo faccio

con tutto l’amore che posso

“Filippo, anima mia,


107
io e te vicini in quella stanza
un abbraccio fraterno come mai avrei pensato
Filippo, la mia anima vicina alla tua
La mia anima dentro la tua
Noi ci siamo parlati
Noi ci siamo toccati
Grazie a te ho capito tante cose
Ho capito quanto è bella la vita
Quanto sono importanti i sogni
Quanto ho voglia di volare
Quanto ho voglia di aprire le mie ali
E nel mio volo voglio portare anche te, anima pura,
bloccata in quel corpo che non ti rende giustizia, Filippo
Con quegli occhi socchiusi, sentire quel suono ritmato di quella macchina che ti tiene in vita e che ti fa
respirare
Chissà se tu lo sai, Filippo, quanto sono belle le montagne, quanti doni Dio ci ha dato, quante ricchezze
abbiamo che non sappiamo vedere! e non sappiamo apprezzare
Quanto è bello il mare, Filippo
Quanto è bello il sole
Quanto è bella la vita
La vita che scorre tra i rivoli di un ruscello
Filippo, è tutto così bello, e tu sei lì, immobile, che mi stai parlando, che mi stai toccando dentro e che mi
fai capire quanto sono fortunato
Forse questo non l’avevo capito fino ad oggi, non l’avevo mai capito
Tu mi hai detto tante cose, senza parole
Il tuo spirito parlava con il mio spirito, c’era comunicazione interiore, profonda, bellissima
Tu mi hai detto:

“Vai e fai guarigioni, guarisci con la Compassione”


“Tu hai l’arma più grande che esista”
“L’amore compassivo”
“Puoi guarire amando, vai avanti su quella strada”
“Sei uno dei pochi che può farlo”
“Paola, anche lei è così” (riferimento a Paola Musa, che era con me in quella stanza N.d.R. .)
“Anche lei ha tanta compassione”
“Lei capirà nei prossimi giorni”
“Ora io sto parlando con te, nei prossimi giorni con lei”
“Le darò dei messaggi e lei capirà tutto ciò che fino ad oggi non ha capito”

Filippo, Filippo, asciugandoti la saliva che ti usciva dalla bocca, ho provato tanto amore per te!
Tanto amore per Filippo!
Questo amore, così profondo, che sconvolge, che fa paura
Questo sentimento così forte che può far volare le nostre anime
Insieme staremo uniti, insieme voleremo, io e te
Voleremo nell’universo dove nessuno ci potrà fermare
Due splendide anime che volano vicine come due aerei che sfrecciano nel cielo
Saremo io e te vicini, sempre vicini
Tu insegnerai a me, e io capirò di più di te
Tu mi hai detto:

“Anche questa è vita”


108
“La vita è sempre vita”
“Ogni forma di vita è un dono di Dio”

Tu lo hai detto a me e quante cose mi hai fatto capire, Filippo


Cose che non riesco a dire, che la mia penna non può scrivere
Filippo, dentro la tua anima ho visto l’Universo, tutta la creazione!
E l’amore di Dio e non ho capito, forse ancora non l’ho capito
Non ho capito perché tu sei qui chiuso in quel corpo che non ti dà movimento
Però la tua anima vibra, la tua anima ha dei suoni bellissimi! Inconfondibili!
Io ti ho sentito tanto dentro di me
Hai toccato le corde della mia anima
Tu mi hai detto:

“Piangi pure e sfogati”


“Non aver paura della Compassione, sarà il frutto dentro di te”
“La Compassione ti porterà in alto, ti farà diventare grande”

Poi mi hai chiesto di carezzarti i capelli


Io ti ho accarezzato, tu sei mio fratello!
Io ti ho amato come non ho mai amato nessuno
Io ti ho amato, io ero te e tu eri me e noi due eravamo il tutto!
Non c’era nulla di sbagliato
Non c’era nulla più di strano
Noi comunicavamo…
Noi parlavamo come due amici che non si vedono da tanto tempo
Filippo, io ho carezzato la tua guancia, ho trovato la tua mano, il tuo braccino
Non avrei più smesso di farti carezze!
Avrei continuato a darti amore per sempre
Un amore infinito
Solo l’amore può farci dimenticare tutto il male
Solo l’amore ci può portare in alto e farci sentire liberi
Solo l’amore ci può rendere sani
L’amore vero è quello che mi hai insegnato tu
Amore fatto di silenzi, senza parole, solo vibrazioni
Con il sottofondo di quel tonfo sordo della macchina respiratoria
Quel suono, che non è musica di Bach
Quella musica che tu non vorresti sentire
Però tu sei lì e non puoi dire niente
Noi siamo stati lì con te
Per quella ora tu ci hai reso divini, come tu sei divino!
Noi abbiamo toccato la tua anima
Tu hai toccato per sempre i nostri cuori
Filippo, bambino meraviglioso, tu sei mio fratello!
Io sarò tuo per sempre!
E in qualunque storia d’amore, in qualunque canzone, in qualunque ballo,
In qualunque guarigione, io vedrò il tuo volto!
Il volto dell’amore travestito da corpicino inerte
Dentro di te ho potuto sentire gli squilli di tromba più belli del mondo
Dentro di te ho sentito le cascate più potenti del mondo
Dentro di te ho visto le montagne più alte del mondo
Dentro di te ho viste le nevi più pure del mondo
109
Filippo, fratello, aiutami nel mio percorso!
Fammi capire quanto c’è ancora da fare
Fammi capire quanto devo ancora crescere
Fammi capire se posso farlo
Tu mi hai detto di si, che io posso farlo
Che tanti aspettano me e che devo aiutarli
Io ti ringrazio perché il mio cuore trabocca d’amore
Io sento nelle profondità della mia anima di esserti vicino, vicino per sempre
Non ti lascerò mai, fratello, tu vivrai sempre dentro di me
E io vivrò sempre dentro di te
Grazie, Filippo, di avermi insegnato tanto
Quel tuo silenzio è stata la cosa più profonda che abbia mai conosciuto
Quei tuoi occhi sono la cosa più bella che io abbia mai visto
Perché, inchiodato su quella croce, tu mi hai chiesto:

“Non farmi morire più”

E io lo farò. Io lo farò
Grazie a te, Filippo, diventerò un maestro
Grazie a te, Filippo, farò guarigioni
Grazie a te e a quello che mi hai insegnato!
Adesso possiedo l’arma più forte e profonda che esista nell’Universo
Io oggi conosco, dentro la mia anima, la Vibrazione più alta di tutto l’Universo,
La compassione…
Mai come oggi l’ho sentita, così profonda
Mai come oggi avevo provato questa emozione di unità, di amore
Grazie, Filippo, fratello, tu farai sempre parte della mia famiglia!
Oggi ti ho dato il mio cuore, l’ho messo lì nudo, l’ho staccato dal mio petto e l’ho appoggiato dentro di
te! dentro la tua anima.
Fratello, grazie, mi hai regalato un sorriso in più
Si, perché dopo le lacrime, vengono i sorrisi
E questo me lo hai anche insegnato tu
Devo essere fiero e tenere alta la bandiera dell’Amore con il sorriso
Amore, Compassione!
Il sorriso interiore che mi hai regalato, dopo il pianto, è stato bellissimo
Ho visto fiori nei campi, ho visto fuochi accesi sulla spiaggia
Ho visto pittori dipingere quadri bellissimi
Ho visto suonatori per le strade
Ho visto donne danzare nelle piazze dei paesi
Ho immaginato il mondo attraverso i tuoi occhi
Ho visto quel mondo che tu non vedrai mai, ma che io ti posso raccontare, fratello!
Dio ti benedica, figliolo!
Ci ritroveremo, di là, insieme, nella casa del Padre
E io ti racconterò la più bella storia che tu abbia mai sentito raccontare
Ti amo, fratello mio!
Ora ti lascio con un ultimo pensiero
Dedico a Dio questa mia vita, questa mia impresa
Tutto ciò che vorrò fare nel tempo
Io lo dedico a Dio e alla sua grandezza
Oggi mi ha fatto conoscere suo figlio (sentivo la vibrazione di Gesù in quel momento nel corpo di Filip-
po N.d.R.)
110
Ti bacio sulla fronte
Che Dio benedica la nostra opera! e tutti coloro che vi partecipano
Amate, amate il più possibile!
Amate fino a che il cuore vi esca dal petto
Amate sempre, comunque
Tutte le genti stanno aspettando noi
Noi che portiamo un fiore, un sorriso e una parola d’amore

Stralcio di Canalizzazione del 14-07-2015

Gesù parla del suo rapporto col Padre e comincia dicendo che non gli era stato richiesto il sacrificio, ma
che era la sua missione

…..”Lui non me lo ha chiesto (riferito al padre)


Io sapevo da me ciò che avrei dovuto fare
Lui era in me e io in lui
Non c’era bisogno di dire il da farsi
Io ero venuto per quello scopo
Io dovevo dare un segnale di risveglio all’umanità”

Sono commosso… (emozione di Gaetano)

“Ora sto vivendo in voi


Ora sto sperando in voi
Io vi sono vicino
Vi trasmetto la mia maestria
Vi inondo di amore compassivo
E voi state imparando ad amare
Quando capirete che solo l’amore serve in questa via terrena
Allora sarete pronti ad insegnare tutto questo al mondo
Non abbandonatevi l’un l’altro
State sempre vicini
Amatevi!
L’amicizia è la forma di amore più grande che esista
Non c’è interesse, né gelosia, né attrazione fisica
Solo amore puro
Luce che entra ed esce dai vostri occhi quando vi guardate
Voi non avete ancora capito l’importanza
Voi non avete ancora capito che vi siete ritrovati
Voi siete tutti qui e io con voi
Io vi guido, vi guido e vi invio un mare di messaggi d’amore
Capirete
Nell’umanità vedrete cambiamenti illuminanti già a partire da quest’anno (2015 N.d.R.)
Voi siete il traino
Poi arriveranno tutti gli altri e vi seguiranno
Avete capito che tutto ciò che è stato detto sul Papa non è casuale?
Avete capito che esisterà una nuova forma di Chiesa?
E voi ne sarete i promotori?
Voi ed altri come voi
111
Tutti uguali SENZA GERARCHIE
Tutti fratelli che agiscono con amore verso i propri fratelli
Credete che sia un caso che il Papa si chiami Francesco?
Voi siete gli eredi spirituali dell’opera di San Francesco, di Padre Pio e di Madre Teresa
Sarete tutti uniti dalla vibrazione dell’amore compassivo
Fra tre anni vedrete come sarete cambiati
L‘amore compassivo scorrerà nelle vostre vene, totalmente
Voi diventare un esempio per l’umanità
Non alzate più bandiere e non dividetevi più
Comunicate il vostro amore con il cuore, non serve altro
Fortificatevi, rendetevi persone migliori
Donate agli altri parte del vostro tempo
Ringraziate questa unione con il Padre che è profonda
Voi siete direttamente connessi
Non avete capito che dovevate sapere come funzionavano le guarigioni e tutte le ultime canalizzazioni
sono state sulle guarigioni ? (riferendosi alle canalizzazioni di Kryon di giugno-agosto 2015 N.d.R.)
Sono state fatte per voi, per aiutarvi a capire i processi
Quel quadro… cambierà ancora i colori (riferendosi al quadro Carezza nell’Anima che cambiò colori
due volte N.d.R.)
Voi cambierete ancora dentro i vostri cuori
Ci sarà spazio solo per l’amore che viene direttamente dal padre
Voi siete Benedetti dal Padre!
Sempre!...Siatene fieri..
La guerra nel deserto a breve finirà
Fiorirà una pace nuova tra le nuove generazioni

Il vostro compito è di traghettare l’umanità incredula verso questi nuovi lidi


Dovete solo dare amore e riceverete amore

Sia la fatta la volontà del Padre Mio


Amore illimitato per tutti
Bene, fate il bene
È ora di aprire quel libro che è custodito dentro di voi
Il libro si doveva aprire quando sareste stati pronti
Ora siete pronti… la via è tracciata
Percorretela.. come fratelli nella fede
Le stelle vi guardano e sorridono
La festa è pronta, tutto è pronto
Basta iniziare…Io vi do la mia benedizione
Nel nome del padre, del figlio, e dello spirito di tutti santi
Cosi sia

Serve solo il pane di vita eterna

Amatevi come io ho amato voi


Sono sempre stato nelle braccia del Padre

Quello che voi ancora non avete capito è questo: Affidatevi!

Siete vicini all’obbiettivo


Non ho versato il mio sangue per niente
112
Tutto sta andando secondo la volontà del Padre Mio
Avvicinatevi alla fonte e dissetatevi di vita eterna
Voi non morirete mai
Siamo una cosa sola
Vi abbraccio tutti nell’unita dello Spirito
La luce vi porterà in fondo al tunnel
Sarete i primi a vedere la benevolenza del Padre mio che vi ama infinitamente

Il vostro ruolo è di essere madri e guidare il cambiamento

“SEMPRE OVUNQUE SOLO AMORE”

P.S. Qui sopra l’incredibile immagine del quadro che cambiò colori ben due volte. Dalla sera alla mattina
lo Spirito ci lanciò questo messaggio. Grazie grazie grazie

Regressione Marco 28-07-2015

Stralciata in alcuni punti non scorrevoli. Nel virgolettato, le frasi di Marco. Le altri frasi e domande sono
di Gaetano.

“Mi trovo all’interno di una cupola, tutta bianca, ma non c’è gravità, non vedo la terra, né pareti,
mobili
È come una sfera grande e luminosa e ci sono dentro
Bianca, luminosa
C’era qualcuno che mi stava parlando di ciò che ero venuto a fare sulla terra, poi è sparito
Era una voce
Un essere luminoso, alto, longilineo
Vedo ora un punto di luce fatto a stella, fuori, vedo il buio dello spazio”

113
Puoi avvicinarti?

“È lui che si avvicina


Lui chiede: cosa vuoi sapere?”

Io vorrei sapere se siamo vicini a scoprire qualcosa di nuovo per quanto riguarda l’aiuto nelle guarigioni
oppure se siamo ancora distanti dal capire tutto il processo, come si svolge

“Siamo all’inizio. L’amore compassivo è la base, è il primo gradino. L’amore compassivo è sempre
stato presente sulla terra da migliaia e migliaia di anni. Ora c’è più consapevolezza, però è l’inizio.
Ci sono persone che guariscono con l’amore compassivo, il passaggio successivo sarà la guarigione
sprigionata dalla ghiandola pineale. Qualcuno già la usa”

Qualcuno di noi, o qualcuno al di fuori di noi?

“Qualcuno di noi, ha meno forza a livello di cuore, e più forza a livello di pineale. Sono due cose
che vanno armonizzate
Armonizzate entrambe
La nuova energia è una evoluzione della vecchia energia, nel senso che la vecchia, non è tutto da
buttare, poiché contiene le basi della nuova
La nuova è più una energia femminile, quella vecchia era una energia troppo maschile
L’obiettivo è l’equilibrio. Tanta energia maschile quanta energia femminile”

Nel processo che stiamo facendo, cosa possiamo cercare per migliorare? Nel direzionare l’energia oppure
nell’usare la pineale e il cuore. Dov’è il punto dove siamo più carenti? C’è qualcosa di nuovo da scoprire
che noi non conosciamo, dove non arriviamo?

“Di nuovo c’è molto da scoprire


Lo scoprirete facendo esperienza”

Più con la testa o più col cuore?

“Equilibrando testa e cuore. L’equilibrio avviene anche mettendo insieme persone che lavorano
più col cuore con persone che lavorano più con la ghiandola pineale
L’importante è che uno trovi un equilibrio interno, in sé stesso
Perché siamo tutti Uno
È l’energia che dobbiamo armonizzare”

Quando noi direzioniamo l’energia sulle persone o sulle foto, abbiamo alcune differenze tecniche di co-
me lavora l’energia, oppure il processo è identico? Dobbiamo comportarci in maniera diversa?

“La procedura è la stessa”

La quantità di foto e di persone che possiamo aiutare nella solita sessione qual è? Abbiamo un limite nu-
merico o no?

“Dipende dall’energia delle persone nella foto, e, se al momento della guarigione, la persona nella
foto è consapevole che in quel determinato momento gli stiamo facendo una guarigione
È chiaro che se ci sono tante foto, e tante persone che non sono consapevoli della guarigione, in
quel momento è più difficile
C’è maggiore dispersione”
114
Riguardo al libero arbitrio delle persone che stanno ricevendo: è successo che alcune persone che erano
inconsapevoli, sono state guarite, sono state meglio senza essere informate. Perché avviene questo?

“Quella persona era predisposta a ricevere l’energia


Era pronta per guarire”

Quindi esiste una predisposizione? A ricevere?

“La scelta è sempre dell’Anima. L’Anima la percepisce sempre l’energia e sa come usarla e se
usarla e a quali fini”

Quindi anche se la persona è inconsapevole, la sua Anima sta ricevendo un’energia che sa come utilizza-
re

“Si, però ci vuole un allineamento


Una centratura della persona. Se la persona è centrata utilizzerà al massimo l’energia per il suo
fine
Altrimenti no”

Le affermazioni che noi usiamo del tipo “Io sono sano, io sto bene” possono generare una auto guarigio-
ne al pari di quella che noi facciamo coi movimenti? Una persona da sola si può auto guarire con questa
consapevolezza?

“Si, dipende dalla centratura”

Come si può fare per avere una migliore centratura e di conseguenza una migliore predisposizione a rice-
vere? Si deve porre in uno stato meditativo, deve pregare? Oppure può fare altre cose che favoriscono lo
stato di ricezione?

“Se la persona è consapevole e resta aperta è meglio, la centratura non si ottiene a comando
È frutto di un lavoro. Più la persona lavora per ottenerla, più sarà vicina a essere centrata
Ci sono persone a cui basta poco e persone che devono lavorare molto”

Tutte le anime sono pronte per ricevere guarigione? O ci sono anime che non possono ricevere a causa
del loro percorso di vita?
“Il percorso di guarigione è vasto. C’è guarigione fisica, guarigione spirituale, guarigione emozio-
nale, ci sono guarigioni da situazioni passate, ognuno può guarire una sua parte”

Durante una sessione una persona può essere guarita in una sua “parte” e poi successivamente in un’altra
“parte”? può andare a fasi la guarigione?

“Si, tutti andiamo a fasi


Dipende l’anima a che punto è del suo percorso, e quello che vuole fare
L’obiettivo è la consapevolezza
Ora mi sta dicendo una cosa difficile
Più ci si evolve e più qualcuno, a un livello superiore, ne trae giovamento
Noi siamo come dei produttori di qualcosa per altri esseri
Più siamo consapevoli e più il prodotto è migliore
E quindi l’obiettivo è l’evoluzione sia per gli altri che per noi stessi
Poi arriveremo a un livello di passaggio vibrazionale
115
E finiremo il ciclo qui sulla terra”

Questa energia che sentiamo quando finisce una sessione di guarigione, noi la inviamo alla terra e
all’universo affinché illumini le zone del mondo che necessitino di luce dove non c’è consapevolezza,
serve, è utile? Aiuta, dovremmo qualcosa di più o diverso?

“L’energia è utile perché va a nutrire un serbatoio di energia positiva, che si va poi a contrapporre
ad altre energie, che sono energie negative
La massa più grande vincerà”
Per sviluppare la tematica delle guarigioni e capire meglio tutti i processi, abbiamo bisogno di unirci a
qualcuno, conoscere persone che fanno altri tipi di guarigione, scambiarci informazioni o tutto può arri-
vare dentro di noi? Nel silenzio, nella meditazione, nell’attesa.

“Per fare il salto dovete conoscere meglio le energie


Di energie ce ne sono di tantissimi tipi, quelle per lavorare sul corpo fisico, sul corpo emozionale,
sul corpo spirituale
Conoscerle non vuol dire conoscere coloro che fanno guarigioni, ma portare la conoscenza di questi
diversi tipi di energie a più persone possibile
Tramite questo si raggiunge la consapevolezza”
Noi dovremmo studiare determinati passaggi, per esempio come direzionare l’energia?
“È importante, anche perché ci sono tanti chackras nel corpo, e non è detto che se, i chackras prin-
cipali sono a posto, i chackras minori vadano bene. Potrebbero essere squilibrati anche se in ma-
niera minore
Lo squilibrio poi si manifesterà sui chackras superiori”
Qual è la differenza nell’inviare l’energia con frequenze numeriche, oppure con il cuore, da solo o in
gruppo?

“L’energia confluisce tutta in un grande serbatoio dove poi le persone attingono


Più persone mandano e maggiore sarà la forza dell’energia
L’importante è la centratura delle persone che mandano l’energia oltre a quelli che la ricevono”
Quando siamo in gruppo, se c’è uno non centrato, può disturbare tutta la sessione, oppure è ininfluente?
“Può disturbare in parte minima, ma energeticamente influenza”
Sempre meglio testare chi è pronto per inviare l’energia?
“Si, meglio poche persone che inviano, ma centrate, che tante con alcuni non centrati”
Tutte le persone che sedute e ricevono sono uguali o ci sono differenze?
“Non fa differenza, a meno che volutamente una persona voglia intralciare il lavoro
La differenza è per coloro che ricevono, nell’essere centrati o meno
Chi è centrato riceve meglio”

Nel momento in cui abbiamo finito la guarigione e le persone sono in stato meditativo, noi facciamo le
affermazioni. È corretto, o c’è qualcosa di meglio da fare per poterle aiutare?
“Sia prima, durante e dopo, l’importante è essere centrati, in silenzio, essere consapevoli della sa-
cralità dell’atto che stiamo facendo”
Dobbiamo fare una preghiera congiunta, ovvero inventare una preghiera da recitare tutti insieme, affin-
ché non ci si divida nel recitare ognuno le preghiere della sua religione?
“Si, farla insieme, solo se tutti la sentono
Se tutti sono consapevoli e credono in quello che dicono
Sennò meglio farla silenziosa”
Quando finisce la sessione, io testo chi ha ricevuto più di atri. Sento qualcuno che ha ricevuto di più, puoi
dirmi cosa sto percependo?
“La luce si sta allontanando, non la sento più, si sta rimpicciolendo”
116
ok, ringraziala da parte nostra
“Siamo tutti Uno”.
“Mi trovo ora da un’altra parte, in una foresta, con tante piante
Sto in un punto dove ci sono cristalli che servono per recuperare l’energia, ci si sta in piedi
È un punto dove mi posso rigenerare
È una grotta che conosco
Ci sono delle lastre di quarzo dove le persone si stendevano per rigenerarsi su tutti i piani
Penso che sia sulla terra, credo che sia multidimensionale
I cristalli sono amplificatori di energia
Emettono forte energia
Possiamo usarli”

Canalizzazione integrale del 30-07-2015

Cercai lo Spirito di Madre Teresa. La pregai di darmi delle risposte. È stato veramente emozionante. La
Madre è dentro il mio Cuore. Sempre. Quando faccio dei test alle persone e trovo qualcuno con l’Anima
parzialmente fuori dal Corpo, chiedo sempre a lei di aiutarmi a riportarla dentro. Ho un feeling particola-
re con Madre Teresa. Lei è l’unica Entità che ha potuto aiutarmi in queste difficili operazioni.
Possa io valere un laccio della sua scarpa. Grazie di essere esistita e di essere nel mio Cuore! Grazie per
la Compassione che hai dimostrato nella tua vita e che mi hai insegnato! Nel virgolettato le parole di
Madre Teresa

Cercando lo Spirito di Madre Teresa:

Madre, Madre Teresa, puoi comunicare con me? Puoi dirmi qualcosa?

“La mia vita fu come un liquore dolce intriso dell’amore che provavo per Gesù
Tutta la mia vita è stata dedicata a lui, alla sua figura, a ciò che egli ha rappresentato
La compassione è una necessità delle anime per poter cambiare vibrazione, elevarsi e raggiungere
l’ascensione
Il futuro sarà pieno di amore, di fede, di pace, sorrisi e bontà
Gioia, diffusione di saggezza, aumento della Luce in noi, canti d’amore, celebrazioni continue
Questo ci attende
Io amai così tanto che fui travolta dall’amore, dalla compassione che provavo per tutta l’umanità
La carità, praticate la carità!
Le parole non hanno valore se non seguite dai gesti
La carità è come la compassione
È la maturità dell’amore, senza il giudizio
Fare la carità vuol dire donare senza aspettarsi nulla in cambio
Vuol dire voler bene ad un anziano, a un senzatetto
Donare una parte di voi a queste persone
Non importa che sia denaro, importa che siano azioni compassionevoli
L’amore che state imparando, l’amore che vivrà dentro di voi, sarà fatto di azioni meravigliose
Ne trarrete, come anime, un grande vantaggio
Sarete privilegiati, poiché sentirete delle vibrazioni talmente forti, talmente belle, che vi inebrie-
ranno
Il vostro cammino sarà lungo, sarà bello, sarà pieno di gloria
Comunicherete sempre di più con lo Spirito, nel silenzio della vostra cameretta, incrociando le
gambe, unendo le mani a mo’ di preghiera
117
vi evolverete e aiuterete l’umanità ad evolversi
Sedendo in meditazione, congiungendo le mani, sentirete dentro di voi vibrazioni dolcissime
Sarà come essere in un mare calmo, dove l’andare per mare sarà sicuro
Senza più notte, senza più buio
La luce del giorno vi accompagnerà sempre
La chiarezza sarà determinante per proseguire il cammino e dovrete scegliere da che parte stare
Il bene e il male avranno finito la battaglia dentro di voi e capirete la strada da intraprendere”

Madre, puoi indicarci qualcosa? Relativo alle guarigioni

“Silenzio, ascolto, pace, più calma, meno aspettative, più amore, meno tensione
Dare senza aspettarsi nulla in cambio
Questo è il principio della guarigione
La vibrazione emessa nella stanza è frutto di un lavoro tra il cuore di noi umani e lo Spirito che
proviene da Dio
Il congiungimento di questa armonia è il risultato delle dolci onde che escono dalle vostre mani
Sono frutto dell’amore e della qualità dello Spirito
Voi toccate il cielo e il cielo risponde con un bacio dolce per tutti voi, per tutti i vostri amici, per
tutti i vostri fratelli
Voi chiedete, noi vi diamo
Noi siamo lì tutti insieme, aspettiamo solo la vostra chiamata
Noi vediamo la bellezza dei vostri gesti, dei vostri movimenti, e la benediciamo
Bere acqua è importante, prima della guarigione
Respirare è importante durante la guarigione
Sorridere e abbracciarsi è importante dopo la guarigione
La qualità, non dimenticate la qualità!
Lo Spirito vi ama perché voi siete una Luce pura
Lo Spirito non brama la quantità di Luce, lo Spirito cerca ed ama la purezza
Ricercate la purezza, siate puri!
Quando entrate nella sala, abbandonate qualunque vibrazione bassa
Quando entrate nella sala, dimenticate tutto ciò che vi coinvolge nel pensiero mentale
Voi state entrando in un luogo sacro, un luogo benedetto, dove c’è un appuntamento che lo Spirito
rispetterà, in onore e per gloria dell’amore di Dio
In onore e gloria dello Spirito della Vita, che fu dato al momento della Creazione
Noi tutti siamo uniti da un vincolo d’Amore
Noi tutti apparteniamo all’Essere Uno
Noi tutti inviamo Luce, Luce che cavalca gli Universi
Luce è informazione, informazione d’Amore
La bontà, la bellezza si trasmettono nel chiarore della Luce che voi emettete
Voi siete importanti quando siete puri
Noi vi benediciamo perché il gesto di riunirvi nel nome dell’Amore e di dare Amore e Guarigione a
chi vi sta intorno è benedetto da Dio
Dio non cerca altro, benedice la vostra evoluzione, il vostro cercare, la vostra buona volontà
Voi siete benedetti
Il vostro Spirito è alto, anche se muore in carni deboli
Sappiatelo, nel momento in cui vi riunite, tutte le debolezze svaniscono
Voi siete una forza, voi siete un gruppo di anime in preghiera
L’unicità e la bellezza di tutto questo è riconosciuta ed è benvoluta
Noi vi amiamo
Il disegno è bello. È intelligente, è appropriato
Ogni uomo indossa una maschera, ma quando siete lì, tutti insieme, ogni maschera cade
118
Siete voi stessi nell’Io più profondo, nella maturità dell’amore
La saggezza, la comprensione, la volontà di ricercare Dio, in quella ora, è uno stupendo favore che
fate a tutta l’Umanità
Voi emettete Luce, e questa Luce va in ogni paese del mondo e aumenta la consapevolezza
Rende un servizio appropriato all’evoluzione di ogni essere umano
Amatevi, non smettete mai
Muovete le mani
Aprite le vostre ali di Angelo
Benedite la vostra cerimonia
Voi siete sacri come il fuoco puro che brucia e toglie ogni impurità
Dio è con voi
Voi siete sempre con Lui”

Canalizzazione integrale del 04-10-2015

Questo testo mi da una emozione particolare. Non è la prima volta che mi succede di riscontrare una sin-
cronicità tra le mie parole e quelle di Kryon. Non ho registrato quando e quante volte questo sia successo.
Credetemi sulla parola. Io canalizzo delle informazioni, poi Kryon dice alcune frasi o parole che io ho
canalizzato in precedenza. Questo mi fa capire che, forse, l’Universo e l’Amore di Dio giocano un po’
con la sincronicità e ci fanno capire di essere in “entanglement” spirituale. Ricordo con simpatia
l’episodio successo in Olanda. Ci recammo con il gruppo a vedere dal vivo le canalizzazioni di Lee Car-
roll. 21 e 22 Maggio 2015. Avevo con me le calamite con le quali pratico riequilibri energetici. Bioma-
gnetismo. Una calamita tira o respinge l’altra, il suo opposto. Un concetto importante, del quale anche
Kryon parla. Sul palco sale una signora, che racconta la storia della sua vita che passa attraverso il cancro
e dell’aiuto che il DR. Todd Ovokaitys le ha dato per la sua guarigione. Vi ricordo che Todd fa parte del-
lo staff di Kryon e va con Lee Carroll a tenere seminari in tutto il mondo. Insieme ai fratelli del gruppo
Kryon/guarigioni incontro la signora nella sala da pranzo a prendere un thè. Ci scambiano le nostre im-
pressioni e le nostre esperienze sulla vita, sulle guarigioni miracolose. Dopo una decina di minuti la sta-
vamo trattando con i magneti. Lei trovò un enorme sollievo e si sentì molto meglio. Ci ringraziò e ci ab-
bracciammo come se ci conoscessimo da sempre. A quel punto scattò in me una lampadina e pensai di
far vedere al DR. Todd un esperimento con i magneti che facciamo sempre durante i seminari. Il dottore
era impegnato in varie conversazioni e noi aspettavamo con pazienza. Dopo circa una mezz’ora di attesa,
tocca a noi. Qui lo Spirito e la sincronicità vollero “giocare” con noi e farci capire qualcosa. Ci fecero
capire di essere sulla strada giusta. Comincio a parlare, dico solo “Good evening” e una persona dello
staff richiama Todd con urgenza sul palco per l’ultima canalizzazione di Lee Carroll. Col suo smagliante
sorriso Todd ci dice “Sorry” e se ne va, dicendo: “ci vediamo dopo all’Hotel”.
Noi eravamo delusi. Todd è uno scienziato che applica la quantistica e la utilizza per la creazione di al-
cune medicine alternative. Medicinali che portano una guarigione “informativa”. Un po’ come fa
l’omeopatia, però ancora più moderni ed evoluti. Che peccato, lui avrebbe potuto forse “rubare” dal no-
stro esperimento qualcosa che gli potesse servire nel suo lavoro così benedetto. Delusi, andiamo a sedere
ed assistiamo alla canalizzazione di Lee Carroll. Non ci potevamo credere, ci guardiamo negli occhi nel
momento in cui Kryon comincia a parlare di magneti!! Ci guardiamo con Marina Zecchi e Fabio Biscaro
e pensiamo: allora esiste la sincronicità, esiste per davvero! Noi siamo “collegati” col lavoro di Lee Car-
roll tramite le informazioni di Kryon. Ecco uno stralcio della canalizzazione che proprio nelle prime frasi
comincia a parlare di ciò che noi avremmo voluto far capire al DR. Todd con un esperimento!
L’esperimento poi lo facemmo in Hotel alla sera stessa. Sentiamo le parole di Kryon attraverso Lee:

………“Voglio che visualizziate qualcosa.


Un puzzle,
119
che viene osservato da scienziati
da quando è apparso.
Voglio che guardiate qualcosa di molto semplice.
Qualcuno potrebbe chiamarlo magia.
Due magneti incollati l'uno all'altro.
Uno mostra il suo lato positivo all'altro che ha il suo lato negativo e sono incollati.
Sono potenti.
Se voi volete dividerli come esseri umani voi potete
e necessita di energia.
Voi potrete separarli per un pò ma presto vi stancate.
E ritornano assieme.
Se lo fate per un lungo periodo,
vi stanchereste e dovreste andare a mangiare,
per poi tornare e provare ancora.
Ma parliamo dell'energia nel magnete.
Voi vedete come si sostengano da soli.
Vedete, l'energia che tiene i magneti assieme
è per sempre.
Ci sono alcuni che dicono: "come è possibile questa energia in oggetti così piccoli?"
E' qui per sempre.
Letteralmente in migliaia di anni rimangono incollati assieme.
L'essere umano che ha provato a separarli probabilmente non c'è più
e loro sono ancora incollati assieme.
La scienza cerca di comprendere che cos'è questa energia
in questi piccoli pezzetti di metallo.
Loro non comprendono
che l'energia non proviene da quei pezzetti di metallo
E' una energia multidimensionale chiamata magnetismo.
Sono intrecciati, in entanglement, sono parte di una incredibile sorgente galattica che è eterna.
I magneti sono connessi a qualcosa di più grande,
molto più grande.
E la prova di questo è che loro la loro forza è eterna.
Tornate dopo migliaia di anni e loro sono ancora incollati assieme.
Provate a separarli e loro hanno la stessa energia che in passato.
Miei cari, questa è energia quantica, "tira" da una sorgente che non potete vedere, ma è compro-
vabile dai magneti.
Non è compresa, è un puzzle”………

La canalizzazione si intitola “Kryon, Alkazar ed il Divino Femminile” - 22 maggio 2016, Amsterdam,


Olanda. Se volete leggerla tutta basta andare sul sito di Entourage di Kryon Italia. Questo è il link:
http://www.entourage-di-kryon.it/kryon-alkazar-ed-il-divino-femminile-22-maggio-2016-testo

Un sentito grazie a Leonardo Luca Ferretti per l’organizzazione degli eventi di Lee Carroll/Kryon in Ita-
lia e per l’immenso lavoro di traduzione delle canalizzazioni che procede a un ritmo incalzante. Circa due
o tre a settimana. Grazie ai traduttori che lavorano alacremente per portarci questi meravigliosi messaggi.
Uno di loro è Admin della nostra pagina Facebook. Grazie Fabio Biscaro!

Tornando alla mia canalizzazione, ricordo bene che, per qualche secondo o minuto, vidi due cerchi che si
intersecavano, l’uno dentro l’altro. Lo Spirito voleva che io capissi, in qualche modo, che la vita è come
un cerchio più piccolo all’interno di un cerchio più grande. Scrissi solo poche parole di questa immagine,
poiché non ero in grado di capirla più di quanto scrissi. Come potevo pensare che mi stessero dando una
120
rappresentazione della MerKaBah. Come potevo capirlo! Era molto bello da vedere, capii qualcosa, ma
non tutto ciò che c’era da capire.

Dopo circa 15 giorni dalla canalizzazione, guardo su Youtube una canalizzazione di Lee Carroll in Israe-
le. Data 20 ottobre. La mia era in data 04 Ottobre. Quando sentii le parole di Lee capii che era proprio
come l’immagine che io vidi e che non seppi rappresentare meglio che delle due frasi che scrissi. Abbia-
mo parlato della solita immagine! Incredibile! Questa è veramente sincronicità! Ecco la canalizzazione di
Lee:

“È questo il momento in cui Dio scende e prende Elia?” e la risposta è no. La storia continua, per-
ché nella sua percezione Eliseo inizia a vedere forme e persino cose che - ora possiamo dirvelo -
hanno un significato numerologico. Una delle cose che vede è una ruota – non solo una ruota, ma
una ruota all’interno di un’altra. Questa è la sua percezione multidimensionale, non c’erano ruote
lì, ma vennero mostrate a Eliseo perché potesse scriverne, e vi diciamo cosa significa. Molti hanno
fatto congetture sul significato, molti hanno ragione: il cerchio, o la forma del cerchio, è la forma
perfetta, e la troverete in tutta la storia spirituale, è la forma dell’aureola. Il cerchio più ampio che
Eliseo vede rappresenta l’infinito amore e purezza di Dio: un cerchio perfetto non ha inizio né fine.
Ma Eliseo vide due cerchi, uno all’interno dell’altro. Quello interno rappresenta l’anima dell’essere
umano, ed è un cerchio: infinito, senza inizio né fine, leggermente più piccolo del cerchio maggiore
che lo cinge completamente nel suo abbraccio. I due cerchi, uno nell’altro, iniziano a trasformarsi in
qualcos’altro, e Eliseo lo descrive, dice che sembrava un carro, un carro trainato da tre cavalli
bianchi. Dovete capire la numerologia del tre: il tre in tempi antichi, quando si mettevano in rela-
zione numeri e energie, rappresentava l’energia catalizzatrice. Un catalizzatore è qualcosa che tra-
sforma continuamente ciò che lo circonda. I tre cavalli bianchi, in quanto cavalli, e il carro signifi-
cano che Elia stava per andarsene altrove. Eliseo identifica il carro e lo definisce l’energia di Elia
nella sua Merkabah, che in ebraico significa carro/salire su un mezzo di trasporto. Il carro
dell’ascensione viene identificato perché tutta l’umanità capisca.”
Ecco la mia Canalizzazione integrale del 04-10-2015

“L’esistenza è fatta come dei cerchi


Grandi cerchi dove noi impariamo tutto
Il più importante è il cerchio che riguarda Dio, la nostra essenza
Quello è il cerchio più difficile da comprendere
Noi facciamo parte del cerchio di Dio e questo cerchio siamo noi stessi insieme alla forza creatrice.
Noi siamo bolle di energia che danno vitalità alla forza creatrice
Noi siamo di là seduti a vedere il film della nostra vita, se tutto coincide, se tutto torna secondo i pro-
grammi che avevamo fatto
Non è un contratto, noi non facciamo un contratto, noi esprimiamo una volontà d’accordo con la Fonte
Creatrice

Noi, piccole bollicine di Dio, veniamo a prendere parte al più grande dei progetti e decidiamo insieme
alla forza creatrice quale sarà lo stimolo e l’obbiettivo da raggiungere.
È la nostra volontà di evoluzione, nessun contratto
Venendo qui ed evolvendoci, noi riportiamo il riassunto dell’esperienza dalla parte di là, dove servirà
come una piccola pedina di un puzzle, a comporre il grande mosaico della vita, nei Multiversi che Dio ha
progettato insieme a noi che siamo il suo sale, che siamo il suo motore creativo.
Cosa dobbiamo imparare ora? Cosa dobbiamo capire ora?
Dobbiamo capire che tutto quello che avverrà sta girando sul tema della purificazione.
Noi siamo Luce, ma in questo momento, siamo ancora Luce sporca
Diventeremo Luce pulita ed infinita quando noi saremo puri
La purezza fa parte del nostro progetto
121
E la meta, l’obbiettivo è l’ascensione
Ma l’ascensione avverrà attraverso un’evoluzione di purezza. La purezza giungerà attraverso la purifica-
zione
Per essere purificati dobbiamo cominciare a tenere pulito il nostro campo energetico
Per tenerlo pulito dobbiamo abbracciare tutti gli aspetti del nostro essere.
L’aspetto fisico, il nostro corpo, l’aspetto spirituale, la nostra anima
Puliamo! Continuamente il nostro corpo.
Dobbiamo ripulirlo dalle scorie del cibo.
Da tutto ciò che è tossico
Da quello che respiriamo, da quello che ingeriamo,
Detossifichiamoci bevendo acqua pura.
Dobbiamo imparare col il nostro sentire a percepire quali sono gli alimenti che, introdotti nel nostro cor-
po, esalteranno la nostra vibrazione e la porteranno in alto .
Dobbiamo sentirlo, imparare a sentirlo
Quando noi introduciamo purezza nei nostri corpi, le nostre cellule vibrano d’amore, di Luce pura
Quando noi stiamo in connessione sempre e costantemente con la fonte creatrice, purificandoci comin-
ciamo a vibrare con amore e abbandoniamo naturalmente e senza sforzo tutti i pensieri che producono
basse vibrazioni
Lasciamo andare l’ira, il rancore, l’inimicizia .
Cominciamo a vedere i nostri fratelli al di là dei loro corpi
Cominciamo a vedere delle anime in cammino come noi. E non guardiamo più all’errore
Vediamo solo il percorso, che è uguale al nostro, L’errore fa parte della nostra esperienza
La saggezza e la maturità ci portano ad elevarci e a non giudicare gli errori dei nostri fratelli
Così cominciamo a purificarci partendo dai nostri pensieri.
Andremo avanti ancora per poco tempo con il contrasto vecchia energia, nuova energia
Tra poco i vecchi spariranno
Lo abbiamo capito pochi giorni fa
La vibrazione aumenterà ancora, sempre di più
Chi si è adeguato, chi si è aperto, chi ha aperto il cuore alle vibrazioni dell’amore ed è già in cammino,
sopporterà con facilità il cambio.
Anzi, comincerà a sentirne i benefici: più creatività, più amore, più intuitività, più leggerezza.
I nostri corpi stanno cambiando , si stanno rinnovando.
L’amore li plasma
Siamo sempre in contatto con la Fonte Creatrice che ci invia vibrazioni continue che nutrono le nostre
cellule, più dei cibi.
Noi siamo nutriti spiritualmente dalla connessione
La forza di questa connessione è stupenda, meravigliosa.
Ci porterà diritti verso i nostri sogni di pace e di fratellanza. Tutto il resto, come sabbie mobili, sparirà
Tutti coloro che non hanno voluto vedere la strada, spariranno inevitabilmente
Sarà un’ecatombe continua
Tanti periranno, non potremo fare niente per aiutarli
Dobbiamo solo avere compassione
Dovremo solo provare amore per loro
Nessun giudizio
Loro sono serviti per equilibrare la dualità
Però ora non servono più alla Fonte Creatrice
Perché la vibrazione si è spostata fortemente
L’ascensione è vicina.
La rapidità con cui ci stiamo muovendo è fantastica.
Nessuno lo sa che stiamo andando così veloci.

122
Nessuno lo sa che la velocità è fantasmagorica.e le nostre cellule si stanno rinnovando, più di quanto noi
pensiamo.
Vivremo più a lungo rinnovandoci.
I nostri corpi saranno più leggeri, molto più leggeri.
I nostri passi saranno più dolci.
Le persone capiranno dove ci stiamo dirigendo, a volte anche per forza.
E anche se, ancora non c’è la consapevolezza totale, questo cammino è già tracciato.
La strada è piena di Luce, è ben definita.
Non ci sono trucchi, non ci sono inganni. tutto è stato preparato per noi, per chi lo vuol vedere.
Chi non lo vuol vedere, non avrà più tempo per aprire gli occhi.
Amiamo i nostri fratelli, a prescindere dal loro cammino, non giudichiamoli, non guardiamo al loro per-
corso, guardiamo solo al sentimento che dobbiamo avere per loro.
Compassione totale per tutta l’Umanità
La Terra ci sta aiutando
La Terra ci sta ringraziando
La Terra ci sta inviando tanti messaggi, ci dice di adeguarci
Perché la vita è un dono e non va sprecato
Non va vissuta senza energia, nella gabbia
Dobbiamo avere la forza di rompere il lucchetto e uscire fuori
Sentire che aria tira
Inventarci la vita del futuro
Nessun libro è stato ancora scritto
Il nuovo libro esce dalla nostra pancia
Il nostro libro lo scriviamo ora, come lo vogliamo
Tutti riceviamo la solita energia
Tutti siamo nella stessa situazione
Però tanti fanno finta di non sentire, di non vedere, di non percepire
Lo faranno loro malgrado e a costi alti
Non c’è più tempo per far finta di niente
Questo è il tempo della consapevolezza
La Fonte Creatrice ci dice: cambiate, fratelli
Perché il vostro sacrificio non si renda necessario
Cambiate tutto quello vi serve, vi sta arrivando nel cuore
La consapevolezza vi sta nutrendo
I messaggi che arrivano dalla Fonte saranno sempre più numerosi e più illuminanti
Non fate finta di non vedere
Dio è qui in mezzo a noi, dentro di noi
Chi vuol tornare indietro non potrà più farlo
Noi siamo complici del divenire
Non c’è nessun’altra spiegazione
La vibrazione originale, la Luce da cui siamo venuti, è la stessa Luce alla quale stiamo cercando di tor-
nare
Quindi dall’Uno si genera il Tutto, si divide e poi ritorna all’Uno
Il cerchio si chiude, il gioco continua
Aprire la porta per non richiuderla mai più
Amare indistintamente tutti gli esseri del creato
Rispettarli, proteggere i nostri cari
Insegnare ai propri fratelli la via giusta
I maestri sono qui, sono tutti qui
Anche loro sono Uno
Come lo saremo noi quando avremo capito”
123
Canalizzazione integrale del 25 Novembre 2015

“È il momento della purificazione


Purificarci, e non solo nel corpo
Purificarsi vuol dire anche buttare giù le maschere che indossiamo
Per tre giorni dopo la luna piena, beviamo molti più liquidi
Tisane, succhi, acqua
Mangiamo cose leggere, che stimolano la nostra purificazione
Tutte le comunicazioni energetiche tra noi e la Fonte passano attraverso i minerali che introduciamo nel
nostro corpo.
Potassio, magnesio, ferro
Abbiamo principalmente bisogno di questi tre minerali
Quando ci connettiamo alla Fonte, avviene una cosa bellissima
Noi comunichiamo con la realtà vera, non con quella che abbiamo costruito qui sulla terra, nella nostra
mente, con la dualità
Noi comunichiamo con l’essenza stessa della Creazione
Noi comunichiamo con quella Fonte che continua a dispensarci messaggi che noi sentiamo dentro il no-
stro corpo
Le nostre cellule stanno cambiando
Si stanno adeguando
Ci sentiamo bene solo quando siamo puri
Solo quando mangiamo frutta e verdura e cereali perlopiù provenienti da agricoltura biologica
La vibrazione energetica di questi cibi ci nutre molto di più ora rispetto al passato
La Fonte dà a tutti noi gli stessi messaggi
Tutti sentiamo le stesse cose
Tutti sentiamo ora il bisogno di purificarci
Purificarci è stare in astinenza, o parziale astinenza da cibi molto grassi, da cibi fritti
Da cibi di origine animale
Ma l’astinenza è anche dalle emozioni negative, dal vedere notizie raccapriccianti
Dal parlare sempre di problemi
Dal parlare di soldi
Dal parlare di cose che non vanno
Purifichiamo il nostro campo energetico
Inebriandoci della dolcezza della luce dei raggi del sole
Del respirare aria pura camminando in un prato
La lotta interiore tra il bene e il male sta finendo
E ora, chi ha scelto per il bene, si sente più sicuro del cammino da intraprendere
Ha solo bisogno di purificarsi, di detossificarsi
Basta con le nozioni, basta con gli schemi
Meno logica, più creatività
Meno nozioni, più intuizioni
Noi dobbiamo essere l’esempio
Poiché stiamo ricevendo l’energia dei Maestri
Dei Maestri che camminarono su questa Terra
Loro sono tutti lì, vicino a noi, pronti ad aiutarci
Vibriamo di Pace, di Unione, di Appartenenza alla grande famiglia umana
Vibriamo all’unisono
Poiché, essendo tutti Uno, suoneremo la stessa melodia, pur essendo strumenti diversi
Nessuno sarà una nota stonata
Se l’intento è di suonare insieme agli altri, il coro funziona bene
124
Un suono meraviglioso, dove si percepisce la forza dell’unione, dell’appartenenza
Il suono è imponente, è meraviglioso perché tutti hanno un solo strumento
Ma il loro suono è messo a disposizione dell’armonia melodica generale
La melodia che ne esce non è frutto del singolo, è frutto di tanti piccoli strumenti suonati con umiltà
Noi siamo questo: piccoli, ma insieme, un grande risultato
La melodia che stavamo suonando e che abbiamo composto s’intitola: Amore e Pace e Illuminazione

La prossima dispensa energetica sarà. Il pensiero illuminato

Dopo il silenzio che abbiamo già avuto


Dopo la purificazione di questo periodo
Sarà il momento del pensiero illuminato
Sarà il periodo dove le anime antiche prenderanno i loro progetti sul serio
E li affideranno all’amore e alla benevolenza dell’Universo Fonte Creatrice”

Canalizzazione integrale del 25-12-2015.

Chiesi di parlare con Kryon. Lui ha detto a noi che è possibile parlare con lui. Lui è sempre all’interno
del nostro cuore. Fu la unica volta che questo mi riuscì. La voce che sentivo mi spiegò tante cose relative
alle preghiere di guarigione che facciamo. Se non fu Kryon a darmi le informazioni, fu qualcuno della
Fonte laddove tutti sono Uno. Che armonia in queste parole!

“Sono Kryon e ti do informazioni relative alle guarigioni.

Apri bene il cuore per ricevere questo messaggio


Il tuo canale è pulito, ma non è allenato
In Ecuador stanno facendo bene
Meglio che da voi
Loro si concentrano su poche persone
Che sono consapevoli di ricevere energia di guarigione
Questa è la via giusta
Voi sbagliate
Mettete troppe foto e disperdete la concentrazione dell’energia di guarigione
L’energia di guarigione è generata dalla Fonte e viene distribuita a partire dalla vostra ghiandola pineale
e viene ricevuta con accettazione e con consapevolezza
Fate sessioni di poche persone in foto, 50/70 non di più
Selezionate chi ha più bisogno
Chiedete allo Spirito chi ha più bisogno
Alcuni devono esserci sempre, alcuni una volta sola
Se una persona non ha grossi problemi è sufficiente una volta sola
Cercate il contatto diretto con coloro che devono ricevere la guarigione cosicché ricevere quell’amore di
cui voi siete capaci,
per poter ricevere quel flusso del quale voi avete aperto la porta e lo avete fatto arrivare con tanta genero-
sità e tanto amore, non devono essere distratti, devono essere partecipi, totalmente partecipi
Non demordete, noi siamo qui per aiutarvi!
Dovete stare attenti ed aprire le porte giuste
La musica, la musica va bene durante la guarigione
La musica è una vibrazione che intensifica e lascia fluire meglio l’energia di guarigione
125
La preghiera “io amo la vita e chiedo la guarigione dei miei fratelli” deve essere cambiata con

“io amo i miei fratelli e chiedo la loro guarigione per tutta la vita”

Cambiare è importante, stare aperti al cambiamento è importante


Non abbiate paura, non infilatevi in schemi predefiniti
Ogni nuova idea, ogni cosa nuova, provatela
Chi ti dice che i movimenti non sono corretti, sbaglia
Sono rituali antichi, ritornati da uno squarcio nel tempo
Sono rituali antichi, usati per migliaia di anni dagli sciamani a Machu Picchu
Quei movimenti erano fatti in gruppo nelle tribù per favorire le guarigioni
Come allora anche oggi l’amore di questo rito vi lega
Non c’è niente di strano, è solo bello, è solo un rituale di celebrazione
Lo Spirito ama le celebrazioni
Lo Spirito canta con voi
Lo Spirito ama il sorriso
Chi ti dice che questi movimenti, chi mette in dubbio la veridicità di questi movimenti, non ha capito che
durante una guarigione si devono usare tutti i sensi

Si deve usare il pensiero, si deve usare il tatto, si deve usare il corpo, si deve usare il canto, si devono
usare i movimenti rituali di gruppo
Questo è il fondamento dei rituali di tutte le tribù del pianeta
Voi ne avete fatto parte, ecco perché sentite che è giusto
È una memoria antica che vi lega indissolubilmente a questi gesti
Li avete fatti per migliaia di anni
Non li ricordate, ma li abbiamo fatti arrivare per ricordare che qualunque guarigione che sia fatta con lo
Spirito necessita di un rituale
Dove lo Spirito viene sollecitato e viene richiesto il suo intervento diretto

Non serve parlare, nel movimento c’è la bellezza della connessione


Il movimento sincronico è un dono e la Fonte vi vede tutti insieme a pregare e a muovervi per guarire i
vostri fratelli
Grazie a voi, noi vi stiamo a guardare!
Non demordete!
Non vergognatevi di ciò che fate
Non abbiate pregiudizi
Quando c’è bellezza, quando c’è amore
Perché giudicare? L’amore è sufficiente a dare avvio fino al completamento di tutta la guarigione
Il movimento è una canzone che voi cantate a Dio
Il movimento è celebrazione gradita
È un fuoco che alimenta e focalizza l’intenzione della guarigione
Il movimento è ciò che vi permette di ricevere nella vostra modalità consueta l’energia di guarigione, che
fluirà dalle vostre mani
Il movimento è ciò che fa sì che il rubinetto della Fonte si apra e cominci ad uscire l’acqua
L’acqua delle vibrazioni dell’amore di Dio che arriverà fino al cuore dei vostri fratelli
Sorridete perché Dio è proprio lì vicino a voi
Voi non siete soli, voi siete tantissimi
Quando muovete le mani vi avvicinate alla vibrazione della multidimensionalità
Il vostro DNA si rilassa
Il vostro DNA accoglie la vibrazione dell’amore che gli state inviando
Quando voi guarite voi stessi state già iniziando a guarire i vostri fratelli
126
Questo è il passaggio fondamentale che nessuno ancora ha capito
Mentre fate i movimenti e state accettando la benevolenza dello Spirito, voi state guarendo voi stessi
Da tutte le durezze della vostra giornata, della vostra vita
In quel momento, durante i movimenti state accedendo a una nuova modalità
Vi avvicinate fortemente allo Spirito, diventate multidimensionali
Guarite voi stessi perché solo quando siete guariti, potete guarire un fratello che sta vicino a voi
L’energia di guarigione, richiamata dai movimenti, guarisce prima voi, le vostre cellule
E quand’esse sono perfette, entrano in risonanza con le cellule delle persone che intendete aiutare
Tutto questo è semplicemente compatibilità, risonanza
Smettete di delegare agli altri la gestione della vostra bravura
Non fatevi dire se va bene, se è bello, se è giusto
Ditelo voi a voi stessi
Perché voi, nonostante non siate guaritori, siete le persone che permettono in una stanza buia
l’accensione della luce
Quella luce brillerà agli occhi dei vostri fratelli
Loro intravvederanno la strada grazie a voi, grazie la vostro intento che è stato chiaro
Voi li amate, questa è l’unica cosa che “capisce” lo Spirito
È l’unica trasmissione di energia che esiste fra noi umani e la Luce divina di Dio
Ci capiamo solo quando innalziamo le bandiere dell’amore
La sintonia, la trasmissione di frequenza è perfetta
Amore dalla Fonte
Amore dagli esseri umani
Luce bianca pura inequivocabile guaritrice ristoratrice benefica amorevole splendente unica
Unica, l’esperienza della guarigione è unica
Andate avanti per la vostra strada. Siete benedetti da Dio
Andate avanti fratelli
Noi siamo con voi
Voi non siete soli
Quando suonate quelle note, a volte stonate, noi correggiamo il suono e la melodia è perfetta
Grazie a tutti voi di esserci, di provarci, di riuscirci
Dipende tutto da voi, dal vostro impegno, dalla vostra fede
Dalla vostra convinzione
Chi ama sa bene cosa fare
Chi ha paura deve aspettare e farsi guidare da chi vede meglio la strada
La Madre Terra sta aspettando che la Luce diventi talmente forte per poter ascendere”
Grazie. Grazie”

Stralcio della Canalizzazione del 22-02-2016

“Vedo una luce che si accende nell’oscurità e diventa un fiore


Che sboccia
Questo fiore che sboccia è la nuova umanità
Non importa l’età (di chi vuole fare il cammino verso la Luce N.d.R.)
Quello che conta è il sorriso e l’armonia con cui si fanno le cose
Vedo delle lance di energia che scendono su ogni essere umano che cammina
Questa energia che scende come pioggia
Una pioggia di luce che scende come un canale
Questa luce è molto fine
Saremo illuminati dalla Fonte quando cammineremo in futuro
Noi camminiamo e questa luce è irradiata continuamente
Saranno tanti ad avere questa Luce
127
Io vedo che sono tanti…………
…………… Noi li risveglieremo, quando passiamo noi, la gente si sente bene e si risveglia……..
…………….Il mondo sarà pieno di nuovi profeti
I risvegliati saranno tanti, tanti davvero
Siamo solo all’inizio
Saremo tanti
Ognuno di noi avrà un piccolo gruppo
Non esisteranno più grandi organizzazioni religiose
Sarà tutto fatto in piccoli gruppi, con tanto amore e tanta consapevolezza
A nessuno interessa più una cosa grande, imponente
Tutti vivranno nel cuore il loro amore per Dio
Lo vivranno dentro, lo capiranno nelle cose di tutti i giorni
Non c’è più bisogno (di grandi cose N.d.R.), il tempo è cambiato
Il tempo si è evoluto, nei prossimi dieci anni le organizzazioni religiose tradizionali non ci saranno più
Saranno completamente trasformate
Tutto sarà diverso……………………
…………….La gente si sveglierà di qui a poco tempo, poco tempo
Non ci vorranno tanti anni, sono tutti già pronti
Il risveglio delle coscienze è contagioso
Quando uno si risveglia, contagia un altro e poi un altro
Si crea l’informazione
Si crea un’informazione che accede alle griglie e le griglie lavorano con la terra
E la coscienza di tutti si evolve di colpo
Vedremo decisioni unanimi di tutta l’umanità
Saremo capaci di pensare tutti la stessa cosa poiché tutti riceveremo le stesse informazioni
E più andiamo avanti più tutti cominceranno a decodificarle e a comprenderle
E ad unirsi

Pace, gioia, unione, senso di appartenenza


Fratellanza, misericordia, carità, compassione
Dedizione, servizio

Queste sono le parole del nuovo vocabolario


Tutto sta per arrivare, anzi è già arrivato
Bisogna solo aprire le pagine
Però le pagine non sono ancora scritte, dobbiamo scriverle noi
Tutto è già qui
Non c’è nulla che deve arrivare
Non ci sono i libri ancora
I nostri fratelli sono abituati a pensare secondo schemi scritti nei libri
Perché non si rende libera e quindi ha bisogno di leggere quello che scrive un altro
L’Umanità ha bisogno di una parte mentale che la porti all’apertura del cuore
I nostri fratelli non ce la fanno a spegnere la mente e accendere il cuore
I nostri fratelli hanno bisogno di una informazione che li faccia passare dal mentale al sentire
Però per capire questo hanno bisogno di una informazione scritta
Noi dobbiamo scrivere
Dobbiamo dare impulsi alle persone
I nostri fratelli capiscono secondo i loro sistemi
Non fate l’errore di pensare che tutti possano capire
Voi dovete fare un passo indietro
Usate l’amore compassivo
128
Però usate anche la vostra abilità nel portare I nostri fratelli sul cammino del bene e di pace
E questo non si può fare pensando che loro lo capiscano
Perché voi siete già arrivati o siete più avanti
Loro non ci sentono, per cui dategli strumenti semplici

Frequenze numeriche, lavorate con le frequenze numeriche


Date l’acqua benedetta!

Questo è quello di cui hanno bisogno: frequenze numeriche


La cura con le frequenze numeriche, usate spesso e di più il numero 2222
Questo è un portale
È il portale della dualità
Va ad armonizzare il bene ed il male all’interno della persona
2222 inviate questa frequenza e la persona si armonizza
Nello yin e nello yang si armonizza
Le persone hanno bisogno di voi
Bisogna organizzare tutte quelle anime preziose per lo Spirito che hanno voglia di dare
Non sono organizzate
Sono tutte pecore sparse che non sanno dove andare
Non hanno una guida, uno schema
Non sanno quello che stanno facendo, non sanno il perché
Sono solo lì e vengono da voi perché hanno un grande cuore ma non stanno capendo nulla
Dovete volergli bene e dar loro delle indicazioni su come camminare
Sono abituati con schemi, per cui voi dovete fare un passo indietro, star loro vicino
Non dovete andare troppo avanti e volare sulle ali dello Spirito
Voi dovete tornare indietro, perché loro sono più indietro
E poi tirateli avanti piano piano, senza correre.

Voi avete potenzialità per andare molto avanti, ma il percorso che avete deciso di fare su questa terra era
insieme ai vostri fratelli, non da soli
Capite bene questo passaggio: più andate avanti, più vi allontanate da loro
Loro hanno bisogno di cose semplici, di un sorriso, di una pacca sulla spalla
Hanno bisogno di complimenti, hanno bisogno di sentirsi amati, coccolati
Non volate, non serve
Volerete quando avrete le ali, ma non serve in questa vita
Tutti quelli che hanno provato a volare hanno perso la strada
Anche Madre Teresa ha dovuto tornare indietro e ha dovuto cercare Gesù nella sofferenza
Voi non dovete andare troppo avanti
Dovete fermarvi e consolidare sennò i fratelli non capiranno
I nostri fratelli capiscono quando voi li stupite
L’umanità ha sempre bisogno di miracoli, di cose che risaltano agli occhi per capire
Tutti capiranno solo se voi li stupite
Fate al meglio ciò che fate senza cercare novità pazzesche
Tornate a dare energia all’acqua!
L’acqua, i nostri fratelli la capiscono
Usate le calamite! Le calamite, I nostri fratelli le capiscono
Usate le mani!
Le mani, i nostri fratelli le capiscono
Il cerchio con uno al centro. Tutta l’energia che si è generata si può inviare nel punto del centro del cer-
chio
Va messa una persona al centro del cerchio
129
Poi bisogna darsi le mani (attaccate)
Bisogna chiedere permesso alla Madre Terra di far salire un’energia di connessione e armoniosa con
l’energia che si è creata che viene dal cielo
La Madre Terra vi aiuta se voi la onorate, se la ringraziate
Vi ha sempre aiutato, ha sempre collaborato
Vuole solo sentirsi parte del vostro cuore
Non dimenticatela, lei ci da tutti i suoi frutti e tutte le meraviglie che sono in natura
Le ha generate per noi, per il nostro stare bene, per il nostro stare in armonia”

Qual è il miglior modo per onorare la madre terra? (domanda di Zeneida)

“Inginocchiarsi e baciare la terra


Con le mani in avanti più avanti della testa stese come una posizione yoga
Questo hanno sempre fatto, anche se in tanti modi diversi, questo è quello più bello, più appropriato
Inginocchiarsi, ginocchia unite, la testa avanti alle ginocchia e le braccia stese davanti alla testa
Questa è la posizione del feto, però le mani toccano la Pachamama
Il feto allunga le mani per ringraziare chi gli ha dato la vita
Ecco il significato
Ricordatevi, ognuno di voi è connesso con la madre terra con un filo di energia, sempre connesso
Voi avete una antenna che va verso l’alto, ma ne avete anche una che va verso il basso fino a dentro la
terra
Queste due antenne ricevono energia e nel centro si toccano.
Si toccano dove confluiscono le energie della Pachamama e l’energia che riceviamo dalla matrice di Dio
(Sole)
Una viene dal basso una dall’alto, il punto in cui si toccano è all’altezza del cuore
I chakra sono tutti spirituali!
Il chakra uno è spirituale, il due, il tre, il quattro, il cinque, il sei, il sette
Tutti sono un campo solo!
È tutto sbagliato quello che dite, non si possono pensare i chakras staccati!
Comunicano tutti insieme come un serpente avvoltolato su se stesso
Sono tutti spirituali dall’uno alla testa (chakra 7 N.d.R.)
Non c’è nessuna differenza, è solo la mente dell’uomo che sempre divide e separa
Non esiste più la separazione
Nella nuova energia non c’è più separazione
I chakras devono stare bene tutti in armonia, solo in questo modo siamo felici
Non parlate più di chakras spirituali
Non offendeteli, e non offendete la vostra intelligenza!
Sentite le cose! I chakras non si vedono
Sono campi, perché dare questi nomi, perché dare queste definizioni?
Perché dare questi colori?
Nella nuova energia il colore dei chakras è l’arcobaleno
Non esiste un colore diverso
Sono tutti insieme girando e formando un arcobaleno di colori
Non date più queste definizioni, state tornando indietro!
Nella nuova energia dovete ricalibrare tutto, tutto il sentire
Sta cambiando tutto, totalmente tutto
L’alimentazione sta cambiando”

L’alimentazione appropriata è il vegetarianismo? (domanda di Zeneida)

“No, l’alimentazione appropriata è quella che ti rende felice


130
L’alimentazione appropriata è quella dove tu prepari il pasto per te e senti l’amore che ci metti
Quell’amore trasforma il cibo in ciò che ti serve
L’alimentazione appropriata è quella che si trova sugli alberi e che si trova dentro la Madre Terra e che
scorre nei fiumi della madre terra (acqua), questa è alimentazione appropriata”

Anche le carni? (domanda di Zeneida)

“Tutto ciò che è in natura è appropriato, ma la carne non è per tutti


L’umanità non ha bisogno di mangiare carne, tranne alcuni gruppi etnici particolari, come per esempio,
gli esquimesi
Loro devono mangiare carne, perché la carne sopperisce alla mancanza che la Madre Terra ha voluto in
quei luoghi, al fine di mantenere l’equilibrio dei poli magnetici
Al fine di preservare al meglio la sua struttura interna
Lì ha generato un bio-sistema differente
Lì non puoi raccogliere una mela, devi mangiare quello che è disponibile lì
L’uomo europeo non deve più mangiare carne, perché l’uomo europeo ha ancora troppa vibrazione di
violenza nel suo DNA
Negli altri paesi del mondo, ad altre latitudini, si può mangiare carne
Perché la vibrazione si armonizza di più
L’ ideale per il futuro è mangiare alimenti che ci aiutano ad evolvere la nostra vibrazione
La vibrazione più alta in assoluto è nei frutti più dolci
Più il frutto è dolce, più la vibrazione è alta
Più il frutto è dolce, più è un regalo che la Madre Terra vi fa
È stato tanti mesi al sole, ha accumulato tanta energia
La frutta, in questo momento, sta portando trasformazioni all’interno della nostra struttura cellulare
Perché tutte le informazioni sono nella luce
La frutta assimila luce che, poi, entra dentro di noi
Ed entrando dentro di noi ,si trasforma in informazioni che vanno dentro il nostro stomaco, dentro il no-
stro intestino
Quello che fa peggio sono i cibi industriali
Sono molto peggio della carne
È meglio mangiare un pezzo di carne selvatico, sano, che mangiare un cibo prodotto in fabbriche
Se voi pensate ad un animale che ha corso in un prato, ha corso nella madre terra, ha accumulato tanta
energia
Se questo animale ha vissuto felice lui si immola volentieri per esservi da cibo
Per il fatto che la vita è stata rispettata fino all’ultimo giorno, il cibo è sano
Il cibo che è preparato nelle fabbriche porta informazioni di bassa vibrazione: dolore, demenza
Tutti i coloranti, i conservanti vanno a toccare punti nel nostro cervello che ci fanno assoggettare a que-
sto sistema
Questi cibi sono fatti apposta perché tu li vada a ricomprare
Le industrie usano sostanze altamente cancerogene
Lo fanno col fine che quel sapore ti faccia scattare qualcosa nel tuo cervello, cosicché tu vada a ricercarlo
Quel cibo, che non è cibo, è un falso
Un prodotto chimico industriale travestito da cibo
Il cibo è un animale che corre
Il cibo è un frutto che nasce
Il cibo è un vegetale che cresce da dentro la terra
La Madre ci ha dato tutto e noi non lo abbiamo capito”………

…….L’economia?” domanda di Zeneida


131
“L’economia di questo sistema è finita
Andranno avanti solo idee nuove
Solo quelle di cooperazione e ci sono tantissime persone che cercano di bloccarle, anche se non ce la
faranno
Il nuovo travolgerà le coscienze, travolgerà come un vento che spazza via tutto
Questa è la nuova energia
Non è un vento forte, ma leggero
Spazza via tutto, anche se lo fa con dolcezza
Non lo fa con violenza
Chi è che soffrirà sono solo quelli che hanno deciso di non capire e di rimanere primitivi
Quella è la loro scelta
Voi non vi dovete preoccupare di quelle persone lì
Perché quelli lì hanno deciso di fermare il gioco
Loro non vogliono andare avanti
Voi vi dovete preoccupare delle persone che vogliono evolversi e che non stanno trovando la strada
Essere fratelli vuol dire indicar loro la strada, senza dover fare di più
Indicate loro la strada
Quando loro sentiranno la vostra energia, le vostre preghiere, il vostro amore, a quel punto capiranno
Capiranno perché sono già connessi, anche se hanno tanto sporco che perdono la connessione
Dovete solo ripulire, aprire questa porta e loro si ripuliranno
Si connetteranno, e una volta agganciati con la nuova energia, vivranno felici
Questo è il vostro compito, ed è il compito più importante………

………….La madre terra è connessa


Con tutti gli elementi della creazione, con il sole, con tutti i pianeti
È connessa perfettamente
E questo noi l’abbiamo dimenticato
La madre terra si evolve come ci evolviamo noi
Si evolve con le informazioni che arrivano dal sole
E il sole cambia la madre terra
La madre terra si adegua alla natura umana
Proprio perché è madre
Non ci uccide, ci tollera e vuole il nostro bene…….

……….Gaetano è il cuore del progetto


Tutto gira intorno a lui
Lui è quello di voi che ha il cuore più grande ed è pieno d’amore.
Questo lo porterà ad essere famoso e popolare tra le anime antiche
Tutto avverrà soltanto col passaparola
Però ha bisogno di aiuto
Il carico di lavoro sarà sempre più grande e da solo non ce la può fare
Adesso è giunto il momento buono che altri fratelli si uniscano a lui
Lo faranno con consapevolezza
Anche lui ha camminato con San Francesco
Ed ha imparato tante cose
Soprattutto il donare ai poveri
E questo non lo ha mai dimenticato
Lui non fa distinzione, glielo ha insegnato Francesco”

132
Stralcio della Canalizzazione del 10-03-2016

…………………..”Noi possiamo sempre immaginare il sole, perché la luce esiste sempre anche quando
noi vediamo il buio
In qualche parte dell’universo c’è sicuramente luce
E quindi a noi ci arriva nelle mani comunque (quando la pensiamo)
Perché ora noi abbiamo superato la terza dimensione
Noi siamo lì proprio dove la luce nasce
Se noi lo vogliamo, questo sarà il prossimo passo evolutivo, stare nel luogo in cui la luce si genera
Non avere più paura che la luce sia così meravigliosa
E che possa dissolvere tutto ciò che non va dentro di noi
Questo è il prossimo passaggio evolutivo che dovremo affrontare
Avere il coraggio di stare dove nasce la luce
Non vederci più quaggiù, ma vederci lassù
Quaggiù noi proiettiamo solo una immagine riflessa di noi stessi (ologramma? N.d.R.)……
…….È un cambio vibrazionale, non ci sarà più l’oscurità”

Che è la quinta dimensione?” domanda di Zeneida

“No, è la multidimensione totale


Non esistono quarta, quinta, sesta dimensione
Non esistono
È tutta MULTIDIMENSIONE TOTALE CON FREQUENZA VARIATA
Questa codifica (la quinta dimensione N.d.R.) è solo umana, ed è sempre una etichetta che nell’Universo
non esiste
Sul nostro pianeta cominceranno ad arrivare tanti visitatori
Cominceremo a vedere astronavi
Cominceremo a vedere, siamo vicini, vicinissimi, fra 20 anni sapremo tutto
Sapremo dei nostri fratelli galattici
Sarà chiaro che i nostri fratelli esistono e li potremo vedere
Potremo stabilire un contatto stabile, una comunicazione fra noi e loro stabile
Non è comprensibile da tutti, però loro arriveranno e potranno sintonizzarsi con noi
Loro possono sintonizzarsi con noi, perché riescono a decodificare qualunque frequenza, lo hanno già
imparato
Quelli che arriveranno potranno parlare con noi
Noi non saremo in grado di parlare con loro
Loro avranno uno strumento che li fa sintonizzare con noi, un traduttore simultaneo di frequenze
Dicendo le nostre parole, loro ci capiranno, poiché sono più avanzati
Noi parliamo e loro ci capiscono”

Poi capiremo anche noi? Domanda di Zeneida

“No, noi capiamo perché loro ci fanno capire


Noi non saremmo in grado di capirli.

Vedo i maestri, o meglio non vedo i maestri, vedo la loro trasformazione


Gesù si è reincarnato migliaia di volte
La sua vibrazione è disponibile per noi adesso
La religione come la intendiamo noi non serve più, è finita
Noi possiamo contattare direttamente l’energia dei maestri
Sono loro che vogliono entrare dentro di noi
133
Loro sono vibrazioni che ci aiutano entrando dentro di noi e ci spingono
Ci spingono proprio come fecero quando erano in vita
Ora lo fanno sotto forma di vibrazione
Sono loro che ci stanno spingendo
Loro sono dentro di noi, è difficile spiegarlo poiché sono frequenze d’amore mescolate
Non riesco a dirlo meglio
SONO FREQUENZE D’AMORE MESCOLATE
Sono già in noi, si attivano dentro di noi nel momento in cui proviamo amore compassivo

Ecco, ora capisco, perché mi dicevano che si doveva piangere durante la guarigione!
Ora lo capisco! (riflessione di Gaetano)

Con la compassione si attiva la frequenza, la frequenza dei maestri


Con la massima empatia possibile
Se tu non ti commuovi, non stai provando compassione per i fratelli malati, ma stai ancora usando la
mente
Nel momento in cui riesci a commuoverti, hai messo da parte la mente
Hai aperto solo un rubinetto di energia che sta nel flusso, tra il tuo cuore, la Fonte Creatrice e le vibrazio-
ni dei Maestri che sono modulate dentro di noi
Noi possiamo accedere, possiamo sentire Gesù, Gandhi, Madre Teresa, Sai Baba, Buddha, possiamo sen-
tirli, quando il nostro amore compassivo è attivato
Ora capiamo perché Kryon ci parlava della Compassione
Ci diceva che quando torneremo di là ci chiederanno (impressionante….) quanta compassione hai prova-
to..
È talmente semplice che nessuno lo ha capito…
Ma questo è un tranello perché nel momento in cui…”

(è bellissima questa cosa che mi arriva……- emozione di Gaetano)

“Nel momento in cui tu entri nell’empatia massima coi tuoi fratelli e riesci a piangere stai facendo
come quando eri sciamano
Lo sciamano piangeva per i propri fratelli malati, per chi soffriva
Noi sciamani prendevamo le loro mani e piangevamo con loro
E in quel momento, questa era la chiave, la chiave che apriva tutte le porte dello Spirito”

(…è bellissimo sentirlo dire…- emozione di Gaetano)

“Questa è la chiave
Dio non parla mai complicato
Dio è amore e semplicità
La chiave è questa: la connessione comincia a partire dalla compassione che riesci a generare dal tuo
cuore
Se non generi compassione, non puoi accedere alle vibrazioni dei Maestri
E i Maestri sono sempre dentro di noi (anche se non attivati…N.d.R.)
Noi non lo abbiamo capito, sono sempre dentro di noi, ma disattivati
Li attiviamo solo quando entriamo in questa empatia forte con i malati e ci lasciamo coinvolgere in que-
sto flusso d’amore immenso, immenso
L’amore di Dio, l’amore dell’Universo è immenso, non ha limiti
Dobbiamo riuscire a fare guarigioni escludendo la mente

Noi dobbiamo solo accendere la Compassione……


134
…… Perché la compassione nasce dal cuore e se tu non hai lacrime per i tuoi fratelli, non hai compassio-
ne e stai usando la mente
Le guarigioni con la mente non funzionano
Le guarigioni funzionano quando il tuo cuore porta il messaggio della Luce, dell’amore di Dio,
dell’Universo
Per entrare in risonanza con questa frequenza c’è stata data la Compassione, che è l’espressione più alta
dell’evoluzione umana
Noi siamo l’ultimo esperimento, l’esperimento più nuovo
Gli altri non avevano la compassione che abbiamo noi
Loro sono stati guidati, i nostri fratelli galattici sono stati guidati alla pace da frequenze prestabilite
Loro camminavano su binari dove non potevano sbagliare
Il nostro test è sull’energia della Compassione che riusciamo a provare per i nostri fratelli
Possiamo generare noi la Compassione, ognuno di noi
Ogni fratello singolarmente, dentro il proprio cuore
E questo tipo di Compassione non esiste nella Galassia
Ce l’abbiamo solo noi, perciò siamo i più interessanti”

(Ora l’ho capito- emozione di Gaetano)

“Nella nostra Galassia nessuno prova Compassione, anche perché loro stanno in pace, vibrano con fre-
quenze di pace
Però non riescono a sviluppare la Compassione che è una frequenza altissima e che Dio sta testando con
noi, in questo esperimento, su questo Pianeta.
L’unica cosa per cui vale la pena vivere è questa
Tutto il resto fa parte dello schema
Lo schema che ci doveva allontanare dalla comprensione di questo gioco
Quando entriamo sul pianeta siamo d’accordo e accettiamo, per fare l’esperimento, di prendere su di noi
un programma che ci avrebbe portati distanti dalla meta.
Tutte le esperienze negative, tutto ciò che ci distoglie dall’amare è fatto apposta per fare parte
dell’esperimento
Non serve a niente intellettualizzare tutto questo
Tutto questo è uno schema, un paradigma, un programma dove noi dobbiamo continuare a sbagliare e a
sbagliare
Saremo salvi solo quando capiremo che l’amore, soprattutto compassivo, è la chiave di volta per evol-
verci
Noi ci evolviamo attraverso la Compassione, non attraverso lo studio e l’intelligenza
Questa (l’intelligenza) è fatta per portarci indietro, per illuderci che stiamo andando avanti
Invece ci sta portando indietro”

(Ecco perché ci dicevano (in altre canalizzazioni N.d.R.): non andate avanti, tornate indietro!
Perché più andiamo avanti e più stiamo andando indietro
Più leggiamo e studiamo e più stiamo sbagliando
Perché adesso, tutto ciò che serve, ci arriverà direttamente!
Che bello!”....... emozione di Gaetano)

….. Per attivare più velocemente la compassione, come si può fare? Domanda di Zeneida

“Bisogna credere, avere fede


La fede, la fede in Dio
Dio esiste e noi ne siamo parte
135
E la nostra coscienza è la coscienza di Dio attivata in noi
Noi non siamo piccoli, questo non mi riesce spiegarlo….
Noi siamo uguali a Dio, però è come se per gioco, ci fossimo messi in uno scalino sottostante
Non riesco a dirlo bene…
Noi, per gioco, ci togliamo delle facoltà, perché il gioco va fatto secondo le sue modalità
Non puoi fare il gioco se non vuoi stare alle regole del gioco
Ecco perché noi veniamo qua
Noi abbiamo deciso di fare un gioco, di stare alle sue regole”
Che intendi con regole del gioco? Domanda di Zeneida
“Regole del gioco, ovvero essere nella dualità, avere la mente che ti porta indietro
E il cuore che ti porta avanti
Il gioco è passare le vite a non capire questo
Il gioco non è un gioco ...aspetta voglio dirlo meglio…
Il gioco non è guidato, è come buttare dei semi, e se poi nascono le piantine, una nasce alta, una bassa,
una storta, una fa più frutti, una meno
Il gioco non è condizionato, si auto compone
I cambiamenti che noi facciamo, con la nostra coscienza e con l’aiuto della Madre Terra, cambiamo il
gioco mentre lo stiamo facendo
Noi non siamo più quelli che hanno deciso il gioco, noi siamo i giocatori che stanno cambiando la realtà
del gioco, in maniera naturale e senza condizionamento
Questa è la grandezza dell’esperimento
L’esperimento non è condizionato, l’esperimento è così e tutto quello che succede si auto implementa e
va avanti da sé modificando le stesse regole del gioco iniziali
Noi possiamo distruggere, fare tutto ciò che vogliamo, però ciò che avviene è del tutto naturale
L’unica vibrazione che è stata cambiata è questa che abbiamo ricevuto ora
Questa vibrazione è il sollevamento del velo (l’inizio della comprensione del gioco? N.d.R.)
Il velo che divideva i mondi è stato tolto, piano piano si è assottigliato e ora noi vediamo di più
Ecco perché dall’Universo gli altri vedono noi, perché abbiamo cambiato frequenza
La luce che arriva sul nostro pianeta ha reso disponibile un altro tipo di visione, sia da parte degli altri,
ma anche da parte nostra
Noi non ce ne rendiamo conto
Il fatto che adesso noi stiamo canalizzando, è perché la frequenza cambiata ce lo permette
Il fatto che queste comunicazioni possano arrivare a me prima di un altro è solo perché io ho più fede
E la fede è quel qualcosa che ti permette di accedere ad uno stato più elevato
Non c’è bravura
Noi pensiamo che sia bravura perché viviamo in una gabbia e ancora vogliamo dire: quello è più bravo di
un altro
Invece non è così
Chi crede riesce a vedere, chi non crede resta cieco

“Grande Luna che ci rendi la pelle chiara


Grandi stelle che brillano nei nostri occhi
Grandi cuori che si accendono attorno al fuoco
L’albero della pace è in movimento
L’arco si tende solo per tirare la freccia
Il sole sorge per illuminare le nostre vite
L’acqua scorre arrivando fino al mare”

Noi eravamo tribù


Ci amavamo, eravamo fratelli
Tutti uniti, con un senso profondo di rispetto e di amore
136
Quando qualcosa non funzionava andavamo dal grande saggio
Tutto era perfetto prima che arrivasse l’uomo bianco
Il lupo era il lupo e noi uccidevamo solo per mangiare
Chiedevamo scusa agli animali e le donne piangevano per le vite spezzate
Quando l’uomo ascende alla montagna si avvicina a Dio
Quando l’uomo vede la luna piena, il suo cuore si riempie d’amore
Balla! e canta! attorno al fuoco urlando i nostri gridi d’amore per gli antenati
Gli spiriti degli antenati sono sempre discesi su di noi
Noi stiamo sbagliando una cosa
Questo è un circolo (Gaetano sta ora mimando con le mani un cerchio in aria), e nel circolo noi impa-
riamo
Impariamo l’amore, il rispetto, la dedizione, il servizio, la vita in tutte le sue forme
Quando stavamo lì (nelle tribù N.d.R.) avevamo imparato tanto
Nelle vite attuali abbiamo imparato poco, ecco perché lo Spirito continua a farci vedere le immagini
degli sciamani
Vediamo immagini antiche, perché hanno più valore di quello che stiamo vivendo oggi
Gli insegnamenti erano più profondi
Oggi non ci sono insegnamenti profondi come c’erano nelle tribù, poiché la trasmissione di certi valori
veniva dal cuore
E certe cose erano trasmesse dagli sciamani attraverso le vibrazioni degli antenati, degli Spiriti
Ecco perché noi, pur essendo tribali, già entravamo nella multidimensione
Perché lo sciamano, quando richiamava gli spiriti degli antenati, era già nella multidimensione poiché
stava in quella frequenza (che gli permetteva di parlare con i defunti N.d.R.)
Quindi, senza saperlo, lo sciamano sentiva e ti trasmetteva qualcosa con una vibrazione talmente pro-
fonda che tu recepivi qualcosa che era un insegnamento e ti rimaneva dentro
Perché lo acquisivi
Invece oggi noi parliamo, parliamo, parliamo
L’uomo bianco parla, parla, parla, parla ed esce solo merda dalla bocca e non serve a niente
Bisogna imparare a fare silenzio
Bisogna imparare a riportare il silenzio nelle nostre vite
Il silenzio è la parola
La parola è un errore
Il silenzio, lo stare zitti, entrare dentro, nella profondità della connessione
La madre terra ci parla quando stiamo in silenzio
La madre terra ci parla quando nel silenzio entriamo nelle profondità del nostro essere
Chi siamo noi? Noi siamo spiriti
Gli spiriti parlano?
Comunicano stando in silenzio
Quindi noi parlando tanto, siamo in errore
Non serve a nulla tutta quella quantità di parole che usiamo, non serve a niente
Noi impareremo a comunicare nuovamente con gli sguardi
Ecco perché gli indiani erano più avanti
Perché loro lo facevano
Loro comunicavano con lo sguardo
Non avevano bisogno di usare tante parole
Perché più parli e più ti sbagli
Questo è il trucco e avrebbe fatto parte del gioco (parla della nostra esperienza su questa terra N.d.R.)
Più si sarebbe parlato e più si sarebbe sbagliato, ma noi non lo abbiamo capito
Più si sta in silenzio, più si parla agli occhi del grande Spirito…
….. Chi è il Grande Spirito? È Dio!!

137
-ora ho capito perché ci arrivano tutte immagini degli sciamani- (emozione di Gaetano)
-perché loro avevano già capito quello che noi oggi ancora non abbiamo capito-
-avevano capito già migliaia di anni fa-

Noi viviamo nell’era della grande illusione….


…… Ci siamo fermati
Fermati
Siamo tornati indietro….
…. Sapevamo tutto (riferito agli sciamani N.d.R.)
Tutto intuitivo…..”
…..

La divulgazione come facciamo noi, le guarigioni sono ben fatte? domanda di Zeneida

“La vostra opera è meravigliosa


È ora che voi prendiate coscienza che l’opera che state facendo
È l’opera più grande che Dio abbia mai pensato per questo momento, nella storia dell’Umanità
Chi ha la forza di capire tutto questo, ovvero che la missione è quella giusta
Colui che è stato designato è riuscito a sentirlo
Alcuni dei designati ancora stanno lottando contro l’incredulità della gabbia in cui tutti noi viviamo
Quelli di noi che hanno capito ed eliminato “la gabbia” sono quelli più pronti…..
….. Tu potresti dire: io ho bisogno di una cosa e questa si materializza nel giro di un giorno o due
Non ti serve altro, se tu credi
Tutto quello di cui hai bisogno si sta materializzando per voi che siete designati
Marco Sestini è un designato
Voi dovete credere
Se non credete, non entrate in frequenza con quello che state per ricevere
Voi pensate che Dio non si sarebbe preso cura di voi?
Potete pensare questo?
Riuscite a pensare che voi che porterete la Luce della guarigione nel mondo
Potete pensare che Dio non vi ricompensi?
Quanto è grande la vostra fede? Guardatevi intorno
Il più forte di voi, per trovare la sua fede, deve scavare dieci metri sotto la sabbia
E troverà un granello piccolissimo
Voi non avete fede, solo un piccolo granello, il più piccolo del mondo
La vostra fede è grande come il più piccolo granello di sabbia di tutta la terra
Aumentate la vostra fede col silenzio e la preghiera….
La preghiera…..
…. è una preghiera muta…
…La preghiera è il modo di comunicare con Dio…
È un flusso che tu devi generare quotidianamente
La preghiera non è fatta di parole, è muta
È fatta di silenzi
Tu offri il tuo silenzio a Dio e comprenderai lui nel silenzio
Non nel caos, non nel movimento, ma solo nel silenzio interiore….”

Stralcio di Canalizzazione del 16-03-2016

138
“Nel seminario va creato un flusso…”

(Sto cercando di capire…. emozione di Gaetano)

“Un flusso…
Sento che c’è qualcosa che è legato all’armonia
Non bisogna sbagliare i tempi….
…Bisogna fare delle prove con i tempi
Perché quello che volete fare fa effetto se c’è la precisione nella tempistica
I tempi sono molto importanti
Il ritmo, il ritmo è tutto
Ci vuole ritmo, e che sia giusto
Bisogna saper fare quello che volete fare
Deve venire tutto dalle vostre intuizioni
Però deve essere provato, provato

Il flusso è l’armonia che si genera a partire da un qualcosa che voi fate con un ritmo giusto e cor-
retto

Un tempo, ci vuole un tempo nel far le cose


Nei seminari non dovete più andare a braccio
Dovete cominciare ad avere dei tempi in cui fare delle cose
Le persone devono fare tre meditazioni, tre meditazioni
Queste servono affinché possano penetrare nel sé superiore
Tre meditazioni in tempi distinti, però dovete cominciare a rispettare dei tempi
Non si può più fare così come viene
Dovete avere dei tempi dove inserire le meditazioni
Dove inserire i cerchi di guarigione
Dovete avere dei tempi
Il tempo è il ritmo del cuore
Tutto è tempo
Nella nostra vita c’è sempre un tempo giusto per fare le cose
Se non usi bene il tempo non riesci ad esser incisivo
Considerate il vostro cambiamento nel fare questo
Dovete imparare a gestire un seminario basato sui tempi

Un tempo per meditare


Un tempo per confrontarsi
Un tempo per parlare

Voi dovete imprimere ai seminari il vostro ritmo, quello che avete pensato
Però questo studio va fatto a tavolino…..
…..Quella cosa che voi dite in quel determinato momento o quella cosa che voi fate in quel determinato
momento, affascinerà la mente delle persone
E questo è un metodo per innescare il cambiamento
La gente rimane affascinata da una frase, da una musica, da un movimento che ha visto e sentito al semi-
nario
E questo gli servirà per cambiare vita, per innescare l’auto guarigione, per innescare un processo di cam-
biamento…..
…Il cerchio, dovete utilizzare il cerchio
Il cerchio è un potente mezzo di guarigione perché si rifà alla forma principale dell’universo…
139
….Quando voi siete in cerchio e inviate luce alla persona che ha bisogno e che sta al centro del cerchio
L’energia arriva modulata, non arriva sbalzata, arriva uniforme…..
….L’energia che arriverà alla persona al centro è la risultante di tutte le vostre energie collegate alla fon-
te, però in maniera armoniosa e senza picchi, in maniera uniforme
…..Ricordati che il centro del cerchio è uno spazio sacro
È come se tu avessi preso in prestito un punto
È come se tu lo avessi chiesto in prestito allo Spirito
……È perché noi non crediamo agli spiriti
Invece tutto è popolato dagli spiriti
Sono in ogni dove, in ogni luogo
In ogni luogo ci sono spiriti guardiani”
….. Loro aprono le porte, aprono i collegamenti con la Fonte”
…….
“onorate gli antenati” DICE UNA VOCE

“Dice che noi abbiamo perso il senso dell’onore


Quando l’acqua scorre dalla montagna andando fino al mare deve fare un percorso che è stato prestabilito
dalla madre terra in migliaia di anni
La madre terra ha costruito il percorso dove deve scorrere l’acqua
Quando tu cambi il percorso e non chiedi permesso hai tolto l’onore del lavoro della madre terra
Ecco cosa vuol dire
Vuol dire che tutto fa parte di un disegno e noi non possiamo arbitrariamente stravolgere il disegno
…..Loro dicono che c’è talmente tanto onore a fare questo cerchio
Che non si può fare per tutti, solo per chi rispetta, chi capisce, chi ama
Queste tradizioni, non sono per tutti, sono solo per noi o per pochi, per chi ama veramente”….

.....”Ecco il grande insegnamento del grande spirito

“Quello che non serve non va detto”

Loro stanno dicendo: togli il superfluo


Pulisci le parti della tua vita, pulisci
Togli il superfluo
Se vuoi penetrare devi essere come una lancia appuntita
Ricordati che per penetrare nelle cose basta una piccola lancia appuntita
Questa penetra fino in fondo alle cose
Basta un punto per penetrare (da parte di una cosa appuntita)
In realtà non importa portarsi dietro tante parole, tante cose
Basta essere acuti e si va in profondità
Gli sciamani dicono: “Noi abbiamo imparato tanto dagli animali, guardandoli
Come si muovono, come vivono
Ecco perché ci chiamavamo con i nomi degli animali
Ci davamo i nomi degli animali perché noi li osservavamo”…..
…..”Noi cercavamo di introdurre in noi stessi la qualità dell’animale che osservavamo
Come se noi riuscissimo a prendere l’essenza della vibrazione di quell’animale e a portarcela dentro”…
………”Noi per capire e per vivere felici non abbiamo dovuto tradire la madre terra
Quello che fate voi è che vi allontanate dalla madre terra
Per cercare una felicità che non c’è”
………(quello che loro mi fanno capire è che la vita è una grande illusione…emozione di Gaetano)
……Loro avevano raggiunto già l’armonia in gruppo…
…….La cooperazione, lo stare insieme, il vivere tutti insieme in un gruppo era già raggiunto
140
centinaia e centinaia di anni fa
Poi, questa specie di progresso, ci ha allontanato tutti dall’Unità
(Secondo me era previsto, perché come dice Kryon, forse andavamo troppo veloci secondo i piani di svi-
luppo della galassia N.d.R.)
Loro dicono: “Tutto quello che avete fatto è una grande illusione”
Vi siete nutriti di una illusione che vi ha allontanato dallo spirito reale e dall’amore della madre terra
Siete andati verso la direzione del non capire
Invece noi avevamo già capito tutto”
……Avevamo già raggiunto tutto

Loro dicono:

“il vostro andare avanti sarà ripassare da qui, capire e poi trasformarsi”

Stralcio di Canalizzazione del 13-04-2016

……”Sento che l’eliosfera farà una bolla stabile grande


Come se il sole si allargasse
L’influenza sulla terra sarà molto più forte nei prossimi due anni
La trasformazione finirà nei prossimi due anni
2018, la trasformazione dell’umanità sarà terminata
Tutte le anime antiche saranno consapevoli
Qualcuna, rara, non avrà capito
Tutti gli altri avranno capito…
…..L’umanità si trasformerà, però tanti non avranno tempo di ricalibrare, non ci sarà spazio
Sono troppo indietro, alcuni non ce la faranno
I loro corpi non accetteranno
Non accetterà né la loro biologia, né il loro cuore
È come se loro ricevessero questo campo magnetico al contrario
……Ci saranno persone che se ne andranno inaspettatamente, molto velocemente
Senza una spiegazione
Questi sono quelli che ricevono il campo magnetico al contrario
Perché il loro cuore non è pronto a ricevere questo campo in maniera corretta
È come se si bruciassero
Tutto gira al contrario, elettricamente, a livello di polo positivo e negativo
Si inceppa tutto lì
Nel momento in cui questo succederà, è come se noi ricevessimo una dispensa di felicità
Questo ci permetterà di non sentire questo dolore, così intenso per alcuni, per noi più facilmente supera-
bile”….

Stralcio di Canalizzazione del 25-04-2016

Jozen vuole parlare sul SENSO della Vita


……. Domanda: Ci puoi dare qualche indicazione?

“La luna, dovete imparare ad ascoltare la luna piena


La luna porta intuizioni, porta novità nelle vostre vite, porta cambiamenti
Voi dovete, non solo guardare la luna, ma anche ascoltare, tendere l’orecchio alla madre terra
141
Perché nelle notti di luna piena tutti gli animali sentono questa forte vibrazione e se voi, tendete
l’orecchio alla luna, ascolterete anche voi dei suoni diversi
Qualcosa di nuovo, qualcosa che non avete mai provato
Ascoltare, andare nel silenzio della madre terra, e non solo guardare e quindi ricevere la meravigliosa
sensazione di profondità, ma anche ascoltare, poiché sentirete dei fruscii
Sentirete dei gridi di animali, cose che vi lasceranno una sensazione molto profonda”…
....”Non avete coscienza delle trasformazioni che avverranno
Non penate, non vi preoccupate eccessivamente
Dio è dentro di voi e sta per rivelarvi i passi che dovete fare
La guarigione è il fondamento della vostra vita e della vostra attività
Ogni guarigione è un pezzo di cuore che si purifica dentro di voi
Ogni guarigione è un pezzettino di cuore che dentro di voi va a liberare, a riaprire gioia laddove c’era
tristezza o blocchi energetici
Il fatto che dovete tornare indietro è fondamentale
Capire quello che ci hanno lasciato in eredità gli sciamani e la loro consapevolezza
Dio era dentro di loro
Loro si servivano dell’amore di Dio e delle anime per comunicare nuovi elementi di guarigione ai corpi
delle persone che gli stavano di fronte….
….Che senso aveva il fumo? E le droghe e i tamburi
Che senso aveva?
Tutto questo serviva per portare la persona inconsapevole nello stato di sogno
Vi dico una cosa importante: il sogno è l’unica ragione per cui vivere
L’ uomo si identifica nel sogno, l’essere umano si alimenta di sogni
L’uomo ha bisogno di illudersi, di sentirsi apprezzato, di sentirsi riconosciuto
L’uomo ha dentro di sé, dentro la sua anima, il potere dell’illusione
L’uomo non ha mai visto la realtà
L’uomo ha visto un piccolo pezzo di realtà e l’ha confusa con la verità
La verità su questo pianeta non esiste
La verità è qualcosa che arriva a ognuno di noi in maniera diversa
Le Carte sono state mescolate per rendere il gioco più affascinante
La verità non esiste
Tutti vedono la solita scena con elementi diversi
Il gioco sembra difficile ma è molto semplice…
….Lo sciamano aveva la capacità di discernere il bene e il male
Però il bene e il male appropriato per ogni persona diversamente…
…..Lui poteva percepire di qualunque persona che cosa a lui facesse bene e che cosa a lui facesse male
Poi con un trucco, una magia, faceva percepire al cuore e alla mente della persona che aveva bisogno
quello che lui desiderava come guarigione
Lui eliminava, dal campo di una persona, certe cose che potevano portarlo a star male
E faceva arrivare nel campo altre cose che potevano equilibrarlo
Lo sciamano faceva un patto con le anime dei defunti…
……Lo sciamano faceva parte del mondo degli spiriti, pur essendo una persona in carne ed ossa
Perché lo sciamano, nelle sue giornate, stava più di là che di qua
La sua vibrazione era simile a quella del sogno
Ed era sempre pronto a riconoscere ciò che gli serviva
Il sentire era preciso, allenato”…..
Domanda: Qualche aiuto per le guarigioni?
“Le guarigioni si stanno evolvendo, il sole sta inviando nuove informazioni
E farete più movimenti che entrano dentro e portano la persona in uno stato ideale affinché possa riceve-
re guarigione
Voi dovete solo istruire le persone a credere, credere profondamente in quello che fate
142
Tutto il resto viene da sé
Uno si potrà muovere in un modo, uno in un altro
Ma il risultato, ed è quello che conta, avviene con la determinazione della persona che riceve”

Domanda: posso chiederti a proposito delle costellazioni?

Ora tutti nel cerchio sono inginocchiati e stanno ringraziando (riferendosi ai partecipanti al cerchio)
“Tutti con la testa davanti alle ginocchia con le braccia sdraiate in avanti
Stanno tutti ringraziando gli spiriti degli antenati
“Nessuno di voi lo fa, noi lo facevamo tutti

Anche se cambi un nome non cambi un’essenza (riferendosi alla parola costellazioni N.d.R.)
Tutto quello che trasforma va capito in profondità
Le costellazioni andrebbero studiate da parte di chi partecipa e solo chi ha l’attitudine dovrebbe parteci-
pare, perché non sono un gioco
Le anime degli antenati tornano per risanarsi
Se le persone non sanno come trattare con queste anime ottengono effetti indesiderati
Quando sono di là, le anime sono quiete anche se hanno una vibrazione di rancore o di disturbo
Quando tu le solleciti, le anime riprendono quanticamente la vibrazione dei problemi che avevano duran-
te la loro vita
Questo è il disturbo che voi generate senza consapevolezza
Voi non sapete come trattare con loro
Le anime si agitano e riprendono quanticamente i loro vecchi rancori
Per acquietarsi, entrano dentro alle persone e generano un campo disturbato
Voi che fate le costellazioni servite per acquietarli dopo che li avete sollecitati
Se loro non fossero stati sollecitati non succederebbe nulla
Dal momento in cui li sollecitate dovete avere la piena comprensione, la piena capacità di poter trattare
con loro
Nessuno di voi sa trattare con loro come facevano gli sciamani
Nessuno di voi è preparato e sa come si deve fare
Prima cosa, bisogna usare il fumo
Quando si tratta con gli spiriti si deve generare il fumo, perché loro arrivano con il fumo
Noi facevamo sempre il fumo con una coperta e le anime arrivano nel fumo
Arrivano più calme perché ricreavamo la loro vibrazione naturale
Senza il fumo non capiscono come collocarsi
Entrano dentro ad alcune persone e possono generare disturbi di carattere emozionale
Se invece c’è il fumo, che è l’elemento naturale degli spiriti, loro stanno pacifici in questa cortina di fu-
mo che avete creato
Quando sono nel fumo, voi potete trattarli da pari a pari
Quando voi siete pronti a livello di vibrazione, potete parlare con loro
Per fare questo, devi conoscere l’arte di richiamare gli spiriti
Solo alcuni sono pronti
Tanti lo possono fare, tanti, anche se non lo hanno mai fatto
Se volete imparare a fare le costellazioni, dovete andare in Sud America
Andate dagli sciamani e fatevi spiegare come si tratta con gli spiriti
Quando avrete imparato, potete fare le costellazioni
Solo i Sudamericani sanno richiamare gli spiriti in maniera corretta, perché la tradizione è sempre stata
tramandata
In quel continente la tradizione è ancora molto forte anche se non tutti la conoscono
In quei luoghi si può imparare a trattare con gli spiriti

143
Ricordatevi gli elementi dell’illusione: il fumo, il sogno, i suoni, la voce, lo sguardo, anche i segni sul
viso sono importanti perché sono elemento di ipnosi
In quei luoghi potete imparare, anche se non vi servirà perché le costellazioni non vi porteranno nessun
frutto, nessun risultato
È come buttarsi in una pentola bollente coperti da un vestito ignifugo

Non serve, non serve buttarsi nell’olio bollente


Non serve giocare poiché le anime non stanno giocando
Loro hanno bisogno di voi
Siccome, per contratto, quando l’anima torna a casa, tutto si acquieta, la loro animosità, i loro rancori, le
loro ire vanno in stand-by e non succede più nulla
Ecco perché noi abbiamo il karma
Ecco perché quando ritorniamo in vita riprendiamo quelle vibrazioni irrisolte
Loro sono bloccate lì (le vibrazioni irrisolte N.d.R.)….
….Se tu vai a toccare le anime devi sapere ciò che stai facendo
Le anime dei defunti si possono aiutare e loro lo vorrebbero, però sono poche le persone che sono prepa-
rate a fare questo
Perché le persone che sono preparate a questo sono persone che conoscono cose che nessuno vorrebbe
conoscere
Non travestivi da giocolieri e non toccate le cose che possono farvi male
La vostra anima è come un lenzuolo bianco e quante più macchie mettete facendo queste cose, più sarà
difficile lavarvi
Voi dovete “sentire” e non dovete studiare sui libri
Nessuno vi può insegnare questo
Solo chi ha l’esperienza sul campo può farlo
Solo gli uomini eremiti che guarivano la tribù (gli sciamani N.d.R.)
Loro erano contorniati dagli spiriti e sapevano come trattarli
Ballavano insieme a loro, parlavano insieme a loro
Gli spiriti li aiutavano a fare le erbe medicamentose, erbe di guarigione….
……..Lo sciamano era totalmente guidato dagli spiriti
Riuscite a capire la differenza?
Come puoi vivere in una scatola di cemento e poi, una volta a settimana, o di quando in quando, trattare
con gli spiriti
Non puoi saperlo fare, non ne sei in grado….

Pensate di vivere nelle vostre scatole di cemento e poi andare, per esempio, nel mare a 200 metri di pro-
fondità, dieci volte l’anno?
Questo sarebbe possibile? No
Però ci sono uomini che lo sanno fare. Perché?
Perché vivono tutto il giorno dentro il mare
Tutto il giorno provano la profondità del mare
Loro si riposano dentro l’acqua
Stanno decine e decine di minuti sdraiati dentro l’acqua
L’acqua e il mare è il loro elemento vitale

Gli spiriti sono l’elemento vitale dello sciamano, non del ragioniere
Attenzione perché è talmente facile da capirlo che, se uno vuole, può anche far finta di non aver capito
bene
Tutte le arti della vita sono specializzazioni

Le specializzazioni hanno bisogno di esperienza


144
I costellatori che voi conoscete sono tutte brave persone che hanno letto tanti libri e hanno praticato mol-
to poco
Gli sciamani non hanno mai letto libri, ma hanno praticato tutta la vita, giorno e notte
Attenzione! a queste differenze, poiché il problema è tutto lì
Tutti possiamo “sentire”, ma nel momento in cui sentiamo, dobbiamo sapere cosa fare
Invece tanti di voi, quando “sentono” qualcosa, si trovano spaesati e con gli occhi cercano uno che gli
dica cosa fare
Questo è l’errore fondamentale!
Perché tu ricevi la sensazione e un altro ti dice quello che devi fare, e non c’è connessione fra una cosa e
l’altra
Quando finite le costellazioni mettete le mani nell’acqua con il sale
Sale e acqua
Sciacquatevi le mani, sale e acqua
Pensate a cosa vi ha dato la madre terra, come potete dimenticarlo?
L’acqua è l’elemento principale e il sale è il fuoco della vita
E il fuoco cosa fa? Brucia e si porta via con il fumo tutti i residui delle anime che chiedono giustizia”

Domanda di Zeneida: “Volevo chiedere qualcosa delle memorie che noi cerchiamo di togliere”

Sta parlando Jozen

“Le memorie sono molto complicate da togliere


Perché la memoria diventa quantica, è una memoria che diventa multidimensionale
La memoria è una vibrazione congelata e somatizzata all’interno di un organo o una parte del corpo
Lì si sono congelate storie, immagini, sensazioni di qualcosa che è stato bloccato lì per sempre, in una
certa vita, o anche nella vita attuale
Queste sono le memorie, sono blocchi di energia congelata lì, che non si muove
Poi arrivate voi, ed entrate dentro la memoria
La guardate, la osservate, e tutto questo è corretto
La guardate, osservate, però la maggior parte delle volte la persona non collabora
Può succedere che voi togliete la memoria e poi la persona, con il suo paradigma, a livello quantico, le
ridia forma
Fa parte del suo paradigma
La persona, per eliminare le memorie, deve fare un lavoro di purificazione sia nel corpo, ma soprattutto
nello spirito
Perché se tu hai delle memorie e continui ad alimentarti con carni insanguinate, le memorie non si elimi-
nano
Ma se tu hai delle memorie e ti alimenti con i vegetali, con i chicchi e frutti che la madre terra ti ha rega-
lato, sei già più purificato e potresti liberartene
Per purificarsi nello spirito si devono fare dei sacrifici
I sacrifici sono qualcosa che crea difficoltà
Qualunque cosa che ti dia difficoltà a portarla a termine, ti darà un premio finale
Non pensate che la memoria si tolga solo e soltanto facendo una magia
La memoria si può togliere, ma solo provvisoriamente
Poi la persona riaccende quel file e lo reinserisce nel suo stato dell’essere
Per togliere una memoria, la maniera migliore è rendere consapevole la persona che deve fare un percor-
so di vita, dove, per togliere la memoria, si intende purificare corpo e spirito
Le memorie si attaccano dove c’è debolezza
E se tu non hai la forza di cambiare, purificare i tuoi cibi, non hai neanche la forza di eliminare le memo-
rie

145
Grazie! agli operatori che tolgono le memorie, però ben poco servono se la persona non raggiunge uno
stato di consapevolezza elevato
Immaginate, è come se una persona, un giorno che è ubriaca, riesce a ballare o a cantare per un’ora di fila
sotto l’effetto dell’alcol
Poi, svanito l’effetto, questa persona può pensare di essere diventata un ballerino o un cantante?
No, perché la sua voce, i suoi movimenti torneranno rigidi
E la voce tornerà rauca e non armonica, torneranno tutti i freni inibitori, e i sistemi educativi dove avete
sempre vissuto, si ripristinano”….

…”Il modo migliore di togliere le memorie è informare il proprio fratello che deve cambiare la propria
vita
Abbattere il paradigma e lavorare con consapevolezza nel silenzio trovando le risposte interiori ai propri
problemi
Quando ha fatto questo, le memorie si possono togliere e non si riattaccheranno più
Perché la memoria è quantica, multidimensionale, esiste sempre
Tutte le memorie sono tutte lì, la differenza è che tu hai la capacità di attivarle o disattivarle
È tutto lì nel tuo campo multidimensionale
Ci sono tutte le memorie, tutte, di tutte le vite
Solo che tu le hai scollegate
Però se tu vuoi e non sei consapevole, puoi riaccenderle tutte o, per contro, eliminarle tutte
Quando una memoria è relativa a vite passate è strettamente collegata al percorso che farai nella tua vita
attuale
Quando invece la memoria è relativa alla vita attuale devi solo lavorare sul perdono
Quando si tratta di vite passate, è tutto il percorso che deve essere consapevole
Tu, quanticamente, vai a riconnetterti con tutte le tue altre vite, passate, simultanee, parallele ed elimini
quel male che in realtà non esisterebbe
Che però è memorizzato nel nostro campo energetico
Siamo noi che lo richiamiamo, siamo noi responsabili delle nostre memorie, nessun altro
Siamo noi che diamo vita al malessere per rispettare il paradigma del dolore che ci hanno insegnato
Ecco perché conta il percorso, perché, a seconda di come lo fai, puoi distruggere il paradigma nel quale ti
hanno fatto vivere
Il paradigma è quello della schiavitù educativa
Tu lo puoi rompere e, una volta rotto, la memoria è già eliminata”

Stralcio di Canalizzazione del 21-05-2016

Domanda di Zeneida: “Cosa ci manca per realizzare un centro guarigioni?”

Dice Gaetano : Ora vedo una aquila che sta volando con dietro il sole (simbolo?) sullo sfondo
Che tiene nelle zampe qualcosa che ha afferrato e lo sta portando nel suo nido
Vedo una strada con un buco, (se riferito al centro guarigioni), c’è qualcosa ancora di incompiuto
Qualcosa che non è stato chiarito
Qualcosa di cui non si è parlato
Forse del funzionamento….

… “Un diamante deve brillare solo se è fatto di luce pura”


Forse l’idea non è ancora pura come serve
Forse abbiamo ancora qualche dubbio

“L’allegria è terapia”
146
Le frasi sono importanti. Vanno studiate a tavolino
Vanno dette con consapevolezza
Non si possono dire frasi senza connessione (con la Fonte Creatrice N.d.R.)
Nel “centro” serve avere delle frasi che definiscono la tua immagine e che definiscono il senso di quello
che tu vuoi fare
Le frasi sono importanti
Perché la parola, leggendola, ha una vibrazione e penetrando in una persona che la legge, le dà un senso,
un conforto per capire il senso di quello che sta facendo….
…….Frasi che vanno nel profondo
Frasi che riescono a smuovere qualcosa nella consapevolezza della persona che viene da voi
Frasi che smuovono la coscienza
L’amore è la chiave che va a sbloccare tutta questa invenzione…..
......“Il sole entra nel mare e scalda l’acqua cellulare”
“L’anima raggiunge la pace quando tu togli la maschera”
“Il vento soffia nel fuoco, ma se il tizzone è troppo ardente, brucia troppo presto”
“Siamo tutti figli dell’Uno”
“Dividerci è l’errore più grande”
“Impara a sentire ciò che vuoi sentire senza pensarlo”
“L’intuizione arriva quando la mente è sgombra da pensieri inutili”
“Un lucchetto non si apre se la chiave non è quella giusta”
“Se il cuore non ha compassione non si apre alle possibilità della guarigione”
Fate sedere una persona nel centro di un cerchio che viene disegnato con la mente
Poi cominciate a ricongiungere questi fili fino alla sommità
Questi fili sono dodici e fanno un’onda, come una pancia, verso il basso
Poi fanno una curva, un’onda e poi si congiungono in cima sopra la testa della persona, seduta esatta-
mente nel centro
Lì si riuniscono tutti i dodici fili
Voi dovete contarli e verificare il livello di consapevolezza fino a cui una persona è disposta a guarire
Quando una persona riesce a far richiudere tutti e dodici i fili, guarirà completamente

Dovete contare quanti fili potete richiudere


I fili vanno a gruppi di tre, sono 4 gruppi di 3

Il primo gruppo è la preparazione alla guarigione


Il secondo gruppo è la presa di coscienza della responsabilità della propria auto guarigione
Il terzo gruppo rappresenta la voglia di guarire e di tornare ad essere felice
Il quarto gruppo rappresenta il completamento e la compassione che tu hai con te stesso che ti por-
terà al totale cambiamento nella tua vita

Ognuno di questi passaggi va verificato


Il test va eseguito con moltissima calma perché ogni filo rappresenta uno scalino del percorso di guari-
gione e dobbiamo verificare fino a che scalino una persona può arrivare
Bisogna riuscire a portarla fino a allo scalino più alto possibile per lei
Non illudiamoci di portare una persona allo scalino dodici, se può arrivare solo fino al quinto
L’anima primitiva non può superare il sesto filo, l’anima intermedia non può superare il decimo
La missione è portare la persona ad arrivare al massimo del gradino a cui può arrivare
Questo va esercitato con la pazienza, senza voler trovare immediatamente il risultato

Con coloro che non sono anime antiche bisogna fare tante sessioni e verificare i miglioramenti, a volte
arrivano anche dopo mesi
147
Non pensate che il miglioramento si veda dopo una sessione sola. Si consolida con il tempo, con un certo
numero di riequilibri ripetuti
La ripetizione apre la strada al miglioramento, solo la ripetizione della procedura va a scavare nel pro-
fondo
Ripetete, ripetete. Fino a quando la persona non riesce ad arrivare al massimo delle sue possibilità di auto
guarigione”

Cambiando tema e parlando delle sessioni di preghiera di guarigione

“…..Arriveranno dei movimenti che ricordano un serpente che si arrotola….


…Ricordatevi di bere acqua e di fare bere acqua prima, durante e dopo la sessione
Tutto ciò che si trasmette all’interno del corpo e della struttura cellulare rallenta se manca l’acqua come
elemento veicolante.

Se si beve acqua va più in profondità, c’è meno lavoro da fare


Tutti si dimenticano questo particolare……
…..
Verità, luce, amore, sentimenti unici, bellezza, compassione, vicinanza, accoglienza, carità, unione,
appartenenza, fratellanza, comunione di intenti, spirito di libertà, umiltà, impegno, soddisfazione,
sorriso, allegria, elevazione, intuizione, saggezza, trasmissione dell’amore.

Questo è quello che ci vuole, quello a cui dovete ambire per porvi degli obbiettivi sani
Le linee sono sempre una bianca e una nera, affiancate per sempre. Devono stare in armonia. Non esiste-
rà mai tutto bianco, esisterà un’armonia

L’importante è l’intento.
Voi dovete dedicare più tempo all’intento di guarigione.
Dovete concentrarvi sull’intento
Non si può pensare a una guarigione senza preparazione

Troppo poco tempo. Voi vi buttate a capofitto nella guarigione, ma dovreste buttarvi a capofitto
nell’intento.
La guarigione può arrivare in un solo minuto anche nel finale

Nell’intento si esprime il collegamento con la fonte divina che farà la guarigione


E’ tutto lì.
È l’intento che conta.
Voi dovete dedicare più tempo all’intento di guarigione che alla guarigione

Meno tempo con i movimenti, più tempo di concentrazione e di richiesta di soluzione alla Fonte
Alla Fonte Creatrice dovete chiedere la guarigione
In quel luogo di contemplazione di voi stessi, dovete passarci più tempo
In contemplazione dell’amore della Fonte che opera la guarigione
Voi dovete passare più tempo a chiedere: e vi sarà dato!

Voi dovete passare più tempo a chiedere la guarigione che a farla, poiché nel momento stesso in cui
la chiedete, si stanno già creando le condizioni perché la guarigione possa avvenire anche solo in un
minuto
Non serve muovere le mani per tanti minuti, serve molto di più connettersi alla Fonte

148
Il massimo della connessione profonda è la compassione.
Se non c’è compassione non c’è guarigione

Se non hai sentimenti di empatia profondi con i tuoi fratelli non puoi operare la guarigione quantica, per-
ché l’effetto multidimensionale lo raggiungi solo e soltanto quando diventi multidimensionale.
L’unico strumento che noi conosciamo che ha questa capacità, è la nostra coscienza
Per stimolare questa capacità dobbiamo essere compassivi
È l’unica vera chiave di apertura che ri-modula i campi magnetici cellulari, le memorie delle cellule e lo
stato vibratorio di tutto

Ecco perché gli sciamani sapevano fare le guarigioni. Perché loro continuavano a fare il rito e benedire le
persone che avevano davanti
Avendo questa forte empatia e usando le benedizioni continuamente, loro riuscivano ad entrare in quel
canale di luce che serve per cambiare tutto all’interno di una persona

Quando fate le guarigioni dovete escludere completamente la mente

…… L’amore è la chiave di volta di tutte le problematiche umane


ogni essere umano, non dimenticatelo, ha bisogno di amore, di sentirsi apprezzato, amato, di sentire vici-
nanza, di essere coccolato e accolto
Ognuno di noi vuole avere la sensazione di avere accanto un amico vero
Tutti cerchiamo le stesse cose…….
…….Noi che siamo guaritori dobbiamo essere consapevoli che, per aiutare gli altri, dobbiamo capire
anche noi stessi
Illudere noi stessi non ha senso…..
……Dobbiamo solo fare
E’ finito il tempo delle parole dette a vuote
E’ finito il tempo delle chiacchere meschine, indagatorie, pettegole

Noi dobbiamo FARE

solo così potremo raggiungere le vette che ci siamo prefissati incarnandoci in questa vita
Noi siamo stati Sioux e non abbiamo paura
Non abbiamo mai avuto paura di nulla…..”

Stralcio di Canalizzazione del 06-06-2016

Vedo il pianeta terra come da una immagine distante. Tanto mare


Sento una frase che mi risuona dentro: il potere del mare
Sto vedendo che dentro il mare si formano dei campi, come se fossero campi magnetici
Questi campi sono totalmente naturali
Si potrebbero usare per generare energie pulite
È qualcosa che già esiste e che potremmo usare
Le maree
Pensare alle maree (mi fanno vedere questo)
149
“Cosa fanno le maree?
La marea sale quando la luna è in una certa posizione e si crea campo magnetico
Il messaggio è: in una determinata posizione della luna si crea un campo magnetico e salgono le maree, o
scendono, a seconda della posizione della luna
Quindi, anche noi possiamo fare qualcosa in corrispondenza con il movimento della luna
Perché la luna aiuta a generare un campo spontaneo
Che noi possiamo incamerare all’interno del corpo per la guarigione
Prendere questo campo e utilizzarlo
Come fosse il principio delle maree
Qualcosa che sale o che scende, a seconda della posizione della luna….
… I campi magnetici vanno applicati per diminuire la malattia in rapporto al momento in cui la luna to-
glie forza, abbassa la vita….
….Quando abbassa la marea la luna toglie la vita
Quando sale la marea da la vita, la aumenta….
…..il campo magnetico, il negativo, il polo negativo alcalinizza come fa il sale e toglie la vita, aumenta il
PH, toglie la vita
l’acido, che abbassa il PH, da la vita……
……. quando togliamo la vita, alziamo il ph e mettiamo il polo negativo e sale la marea
lì si toglie il tumore o la malattia
Quando la marea si abbassa, quando il ph scende, e quando c’è più acidità e polo positivo, la vita va più
veloce, aumenta, e la malattia corre di più
Noi associamo l’alta marea, luna che aumenta la marea, crescente toglie la vita
Luna calante aumenta la vita, PH più acido
Luna crescente, toglie la vita, PH basico, polo negativo”……..
Ora mi arriva una informazione per i seminari

“Ci devono essere cinque tempi nei seminari i cui tempi sono importanti e da realizzare con precisione
5 tempi di mezz’ora, tempi fissi

Inizio, preparazione, cura, guarigione, sogno

Il primo tempo è l’inizio, ha bisogno di una cerimonia di apertura dove si favorisca una connessione del
gruppo
Tutti devono sentirsi connessi tra di loro
L’inizio è importante, una cerimonia, un rituale di inizio, conoscersi, entrare in connessione come gruppo
Poi c’è la preparazione, quindi la fase che ci porta a preparare le persone, a fare ciò per cui sono venute
Ovvero cercare di guarire, di riequilibrarsi
Questa è la fase di preparazione
Il numero ideale di persone è da 8 a 12

La bocca della verità, voi vi dovete connettere tutti insieme alla bocca della verità
Visualizzate una bocca e questa bocca vi darà le risposte
La bocca della verità”

Purtroppo questa canalizzazione si interruppe per difetto di registrazione

150
Stralcio di Canalizzazione del 19-07-2016

“Le maree sono dentro di noi


I flussi delle maree sono dentro i nostri corpi, uguali
Noi veniamo tirati e lasciati dall’influsso gravitazionale della luna sulle maree
Anche noi siamo tirati in su e ritirati in giù
Questo ci serve per capire che le cellule umane non sono mai stabili ma si adattano sempre alle influenze
gravitazionali e vibrazionali che le attraversano

Quando la marea sale il corpo si dilata, è un’espansione


Quando il corpo ha un’espansione è più ricettivo e più pronto a ricevere informazioni
Quando diamo un’informazione alla cellula, dobbiamo creare l’espansione (come la genera l’alta ma-
rea N.d.R.)

Solo così l’informazione penetra totalmente nella cellula


Noi possiamo sempre generare l’espansione con la nostra coscienza
Quando la marea sale è tutto più facile, l’informazione da dare al corpo
Quando la marea sale, e noi possiamo farlo con la nostra coscienza, creiamo l’espansione che aumenta la
ricettività cellulare
La cellula prende dentro di sé l’informazione
Ecco perché l’acqua, il perché si deve bere durante le guarigioni, bisogna espandere
Espandere le cellule e quindi, la capacità di ricezione
Noi possiamo generare una alta marea nel corpo
Nel momento in cui nel corpo c’è più espansione, noi mandiamo i messaggi
Le cellule recepiscono e si modificano

Usate il numero 25811 per aiutare questo processo


161616
131113
66266
Usate questi numeri
Ogni persona è diversa
Voi dovete controllare la tipologia della persona e fare i test sulla sua modalità di ricezione
La discriminante è:

Persona di tipo mentale, persona che usa il sentire. Reagiscono diversamente


Considerate anche la tipologia ayurvedica: vata, pitta, kapha
Considerate anche se l’anima è giovane, intermedia o antica

Tutte queste sono discriminanti, vanno provate


Non esiste una persona uguale all’altra e non esiste una ricetta unica
Esiste una di coscienza di base, poi tutto è personalizzato
Le calamite aiutano a generare la marea, basta provare
Le calamite aiutano affinché l’informazione vada più in profondità, aiutano il processo…..
….Date una informazione all’acqua e poi attaccateci le calamite

L’informazione si memorizza più facilmente e velocemente

Voi dovete creare una egregora, una bolla di pensiero informativa con cui collegare tutte le persone che
fanno parte del gruppo
151
Quando questo collegamento esiste ed è stabile, tutto quello che fate funzionerà perfettamente
L’informazione che date all’acqua è la solita cosa….
…..Voi dovete creare una rete, voi siete una rete
La rete vive di piccole maglie, ognuno di voi è una maglia della rete
Siccome la rete è informativa, quando un piccolo pezzo della maglia della rete ha una proprietà ce
l’hanno tutti
La forza della rete è quella della trasmissione
La trasmissione informativa è istantanea, immediata, quantica
Se cambia una maglia della rete, cambia tutta la rete
Questa è una cosa che non avete mai pensato
Se voi create un campo informativo, dovete provare a cambiare alcune cose che cambiano in contempo-
ranea per tutti quelli che fanno parte della rete
Voi dovete fare degli esperimenti
Per esempio, mandare un’onda, un numero, una frequenza a un gruppo di persone
Oppure mandarlo a un testimone che abbia la funzione di propagare questo numero a tutto il gruppo
Voi informate il testimone, poi tutte le persone riceveranno questa informazione che voi state immetten-
do nella rete…..
…..Voi immettete l’informazione nel centro del cerchio e questa informazione si espande in questa rete,
che è come un cerchio e coinvolge tutti quelli che ne fanno parte
Non date più spazio a persone che non vogliono crescere
Voi avete bisogno di fare un cammino condiviso
Non di immolarvi per gli altri
Voi dovete condividere il percorso
Chi condivide il percorso con voi cresce insieme a voi
Condividete le esperienze, crescete insieme
Sperimentate insieme, ed insieme avrete i risultati sperati
Tutte le altre persone che vi stanno attaccate solo per succhiare energia, vanno eliminate
Queste persone portano un abbassamento del campo energetico vostro e vi inducono in stati di rallenta-
mento del vostro progetto
Voi dovete solo aiutare le persone che hanno voglia di guarire

Il vostro cammino è solo quello di risvegliare i dormienti


Non dovete salvare nessuno
Voi dovete risvegliare
Le cose andranno da sé
Voi non dovete salvare, non siete salvatori
Siete stati designati per risvegliare i fratelli che ancora non hanno capito da che parte sta la luce
Voi dovete solo aprire la porta, mostrare loro il cammino
Poi loro andranno da sé
Non teneteli stretti a voi

Non abbiate la vanità di pensare di essere dei leader


Voi siete persone che accendono un processo di risveglio
Voi siete venuti per questo
E per questo sarete felici
Quanto più grande sarà il numero di persone con le quali venite a contatto e si sveglieranno, maggiore
sarà la vostra felicità

La guarigione è una conseguenza del risveglio e non è fine a se stessa


Non c’è bravura nella guarigione, non c’è abilità, non c’è professionalità
C’è solo un’accensione di una luce
152
Quelli che risveglierete saranno come formichine
Quando una formica va avanti tutte le altre le vanno dietro
Questo è il progetto, questo è il processo, nulla di più
Non dovete fare cose che non servono
Voi avete la capacità di accendere i cuori, di trasformare le persone
In una seduta, in un giorno, loro cambieranno per sempre dopo che essere stati a contatto con voi
Non dovete legarli, voi dovete solo contagiarli!
Il contagio si propagherà entro il 2018
Il numero dei risvegliati sarà decuplicato grazie a voi e a quelli come voi che stanno facendo la stessa
opera
Siete tanti che avete intrapreso il cammino, prima degli altri
Ora è il momento di farglielo vedere
Alcuni fratelli, anche se sono anime antiche, sono ingabbiati dalla matrice che voi stessi avete costruito
per fare l’esperimento ed andare più piano
Nel momento in cui avreste capito, sareste andati più veloci
Le capsule del tempo stanno rilasciando non soltanto informazioni, stanno rilasciando memorie akashi-
che molto potenti
Voi ricorderete chi eravate, comincerete a ricordare di più
Tutte le qualità delle vostre vite passate cominceranno a ripristinarsi dentro di voi
Ritornerete a dipingere, a cantare, a ballare, a suonare la musica
A fare conferenze, a scrivere libri, a creare
Voi sarete creatori di una nuova consapevolezza che è già nata sul pianeta
Non siete soli
Quando sarete a contatto con uno come voi, provate a visualizzare il numero 33 insieme a quella persona
Se qualcuno dentro il cuore vi risuona familiare, vuol dire che vi siete ritrovati con i designati come voi
Se visualizzate il 33 insieme alla persona e questo non risuona vuol dire che la persona non è un designa-
to
Voi conoscete già altri designati:
Marco Sestini è un designato, Monica Tonin, Davide Bellei sono designati…
……Alcuni perdono la strada perché hanno scelto di vivere l’esperienza con tutte le sue difficoltà
Quando si sono incarnati hanno deciso in consapevolezza di non accettare aiuti e quindi si sarebbero ri-
svegliati solo se avessero capito, come avete capito voi
Non hanno accettato alcun privilegio…..
….Sono anime speciali i designati, sono benedetti dalla fonte, benvoluti
Che a volte scelgono di restare nell’ombra solo perché hanno rifiutato l’aiuto…..
…….La morte non esisterà più come noi la conosciamo
Sarà una trasformazione diretta
Nella nostra evoluzione non serve più morire, è un vecchio sistema
Ritornare, non servirà più
Noi cambiamo piano, ci spostiamo di frequenza
La nostra vita andrà avanti per come la conosciamo
Ci spostiamo solo, non moriamo, ci spostiamo, così è stato deciso
Non esisterà più la morte, esisterà uno spostamento di piano
Questa è l’evoluzione, spostarsi di piano
Tutti i piani sono vicini, sono tutti vicini
Solo che per contratto, abbiamo scelto di avere dei sensi limitati che non ci permettono di spostarci au-
tomaticamente su un piano a fianco
Questa è la scelta di tutti noi che facciamo parte della Fonte Centrale, tutti decidiamo insieme

153
Questo è un messaggio che arriva dal centro di tutte le anime unite
Esiste una sola grande anima
Noi siamo tutti pezzettini della stessa grande anima
Ci frammentiamo solo per capire di più
Ma veniamo tutti dallo stesso luogo e dallo stesso punto, ma soprattutto dalla stessa idea
Tutti creiamo e questo è il motore del nostro stesso esistere

“Io sono” deve essere detto “Noi siamo” perché siamo tutti insieme
Non siamo mai stati separati
Non ci sono livelli
Ci sono solo esperienze

Il livello, lo abbiamo creato noi umani per avere una illusione di essere diversi ma noi siamo tutti uguali
Noi veniamo tutti dal solito luogo, dalla solita iridescenza (arcobaleno)
Dal solito colore, dal solito tunnel
Tutti veniamo dal solito concetto e ne esiste uno solo
Esistiamo anche su altri pianeti, sempre noi ma con forme diverse
Parametri diversi, stessa idea creatrice

Il grande occhio dentro al triangolo è sempre esistito


È il simbolo di tutto

Trasformarsi fa parte della qualità della Fonte Creatrice


Trasformarsi è un atto normale, consapevole, per creare vita
La vibrazione che abbiamo ora sul pianeta porterà all’eliminazione di tanti fratelli che non ce la faranno a
sopportarla
2017-2018 saranno i due anni più duri dal punto di vista dei sentimenti umani
La trasformazione avrà preso il suo indirizzo
Nel 2019 si vedranno le linee tracciate e tutti lo capiranno
Quelli più bravi, quelli meno bravi, tutti capiranno
Tutto questo era previsto, nessuno sbaglio e nessun errore
Faceva tutto parte del gioco e nulla è diverso da quello che doveva succedere
Tutto è giusto, nessun errore, nessuno sbaglio
Tutto è perfetto come deve essere
Il programma non si può fermare e non si può cambiare

Questo messaggio arriva dalla Fonte attraverso le parole di un umano che non sa quanto è grande
tutto questo e non ha la minima idea di quello che gli sta succedendo

La connessione è ora possibile e il canale aperto


Nulla sarà più come prima
Una volta che capisci, tutto cambia e non sarà più uguale
La porta è stata aperta, e questa porta apre altre mille porte e ogni porta ne apre altrettante
Il limite non esiste più
Grazie di essere
Grazie”

154
Stralcio di Canalizzazione del 12-08-2016

“Apertura. Ci vuole maggiore apertura


In questo momento, tanti si stanno chiudendo
Apertura verso gli altri, apertura nel cuore
Si stanno chiudendo perché la strada va più veloce e loro la vedono buia e pericolosa
Si muovono come in una strada piena di curve, scure
La reazione è la paura
Per alcuni tutto questo va troppo veloce
Solo quelli veramente consapevoli fanno funzionare il tempo come gli serve. Lo rallentano, hanno tempo
di pensare, di stare bene, di aprire il cuore
I doni che arriveranno saranno meravigliosi
L’akasha si sta aprendo totalmente e quasi tutti adesso cominciano a vedere scene di vite passate
Adesso abbiamo la possibilità di vedere la materia in movimento
Voi vedrete la materia muoversi, formare colori, creare del movimento
Lo potrete vedere anche nei muri
Potrete vedere la materia in movimento”…….

“…Nel cerchio, chi è più forte sta all’esterno e controlla tutto quello che avviene all’interno
I più forti devono sempre stare all’esterno e tenere unito il cerchio
I più deboli devono stare al centro e questo è il rapporto di forze nel cerchio
Un cerchio ha un rapporto di forze. L’esterno vede meglio all’interno. Chi sta sul bordo esterno può con-
trollare tutto quello che avviene all’interno e aiutarlo, cambiarlo, aggiustarlo
Chi sta al centro è quello più debole che riceve l’energia o il lavoro di quello situato all’esterno
Chi è all’esterno rappresenta la forza…

…..Quando l’anima è totalmente fuori dal corpo, quella specie di sofferenza che vedi è solo biologica,
non è un vero dolore, è solo una macchina che si sta rompendo
L’anima è già serena e pronta, deve solo compiere un tragitto così come è stato concordato
Nell’anima, nella sua essenza, il dolore non c’è
Solo voi lo vedete, ma realmente non c’è
Perché nel corpo non c’è più l’essenza
L’essenza è già al di fuori del corpo e sta solo aspettando il segnale per poter rientrare nella dimensione
da cui è venuta

È solo uno spostamento tra quella che voi chiamate VITA e noi che siamo dalla parte di là
C’è solo uno spostamento di onde ma siamo esattamente nello stesso luogo, tutti insieme
Anche se voi non ci potete vedere
Noi siamo proprio qui, non siamo da un’altra parte
Siamo qui dove siete voi
Abbiamo solo un’onda diversa che voi non potete registrare e percepire
Siamo qui e la nostra forma è come una come una nuvola di onde che vibrano
Questa è la nostra essenza, una nuvola di onde che oscillano
Da quella onda si genera tutto
Siamo tutte onde che esistono
Onde che rappresentano una coscienza

Gli indiani non sbagliavano quando facevano il fumo perché erano così sensibili da aver capito che tra
noi e voi c’è solo un fumo che ci divide
E’ una cortina sottile come una nebbiolina
155
Il fumo rappresentava questo, la capacità di passare tra le dimensioni, tra vivi e defunti
Solo un fumo ci divide…

Ecco perché voi avete avuto questo ruolo (di aiutarli)*


Perché la cultura dei nativi americani è stata in assoluto quella che è stata più maltrattata e meno ricono-
sciuta nella sua consapevolezza
Una cultura talmente grande che è stata annichilita dai vincitori
Gli indiani avevano raggiunto l’essenza della vera comprensione della vita su questo pianeta
Erano troppo avanzati, ecco perché sono stati eliminati
Erano troppo attaccati alla Madre Terra e avevano capito troppe cose
Sono stati fermati perché il test doveva essere fatto in un’altra maniera
Questi popoli avevano già raggiunto la comprensione di ciò che voi state cominciando a capire

Avevano capito di essere parte del tutto e che il tutto era parte di loro e che non vi era un distacco
Quella cultura era la cultura dell’insieme, senza distacco.
Non c’era distacco, tutti vivevano insieme compresi i malati, i pazzi
Tutti vivevano nel solito luogo e tutti erano accettati
Avevano l’esatta comprensione di come si deve vivere su questo pianeta, utilizzare le risorse senza
abusarne, senza sprecarle
Questo è il più grande insegnamento della storia dell’Umanità
Nessuno era capace di farlo tranne loro, usare le risorse giuste solo fino a quando fossero servite.
Qualunque pasto, qualunque preda riportassero, veniva condiviso con tutti gli altri della tribù
Il colpo del tamburo è l’essenza di quella che voi chiamate musica, perché il colpo del tamburo batte nel
cervello e nel cuore contemporaneamente.
Ogni colpo di tamburo rappresenta il suono d’amore che l’uomo fa per la Madre Terra….”

* In una visione si materializzò Bisonte Seduto (detto anche Toro Seduto). Mi chiese di aiutarlo a cam-
biare la vibrazione del dolore dei nativi americani.
Trasformare l’onta della sconfitta, ma soprattutto l’ingiustizia della grande bugia di come andarono le
cose. Il più grande olocausto mai riconosciuto e passato addirittura come una conquista trionfante e bene-
fattrice.
Questa richiesta, che aveva una scadenza in 45/60 giorni, venne da me e Zeneida accettata. Fu un periodo
molto duro dove eravamo pervasi dalla vibrazione di dolore di questi popoli.
La nostra missione fu quella di trasformare la vibrazione. Il dolore era percepito quotidianamente fino al
punto che il nostro campo energetico subiva dei veri e propri cali. Qualcuno, in quel particolare periodo,
ci tacciò di non essere “puri”. Noi non abbiamo mai voluto rivelare la verità di quello che stavamo fa-
cendo.
Avevamo accettato quel dolore poiché, nelle nostre memorie akashiche, venne alla luce che anche noi
abbiamo fatto parte del popolo Sioux. Ora sapete la verità che non abbiamo mai potuto dire.
Lo scrivo senza rancore. Vorrei solo dare il consiglio a chi si erge a censore della vita degli altri, di pen-
sare che ognuno di noi ha un dolore inespresso e inconfessato. Giudicare senza guardare nel profondo del
cuore, è un vero e proprio crimine energetico. Ognuno ha il suo percorso. Ogni percorso è benedetto.
Anche quello di chi denigra gratuitamente per un “mi piace” in più su FB. Siamo tutte anime in cammi-
no. Nessun rancore, solo compassione per tutti noi.
E soprattutto per questi grandi popoli densi di amore e di profondità.

156
Canalizzazione del 17-08-2016

“Lo spirito ci parla attraverso il nostro cuore


I simboli dell’amore sono dentro di noi
Il cerchio con il punto al centro, la spirale che dal basso va verso l’alto allargandosi, di colore arcobaleno

Apri il tuo cuore alla benevolenza dello Spirito


Il gioco è appena cominciato e già tanti quelli che sono in difficoltà
Chi non cambia non ce la fa a sopportare questa vibrazione d’amore così grande
La luce invade, penetra, entra in tutti gli spazi
Il buio si illumina e tutti possono vedere quello che prima era celato
Amate senza paura

Il titolo del libro potrebbe essere:


Decidi di te! Storia dell’amore infinito che si prova
stando in collegamento con la fonte Creatrice

Quando lasci l’attaccamento alle cose, allora cominci a vedere le soluzioni


Lo Spirito non è materia, non ha densità fisica
Quando ti colleghi al sé superiore entri in uno stato dove la densità non ha più valore, ma conta solo la
vibrazione del tuo corpo di luce
Invadiamo il mondo con pensieri d’amore, pensieri di pace!
Le affermazioni, usate le affermazioni:

“Io sono Dio


Io sono qui
Io mi sposto verso l’amore
Io salgo nella luce
Io ricevo doni e pace
Io ti amo senza paura
Spirito di Dio sei dentro di me
Ho finito con i sensi di colpa
Ho finito con i cattivi pensieri
Io amo oggi e sempre tutto e tutti
Io onoro me stesso e chiedo di poter brillare di luce propria
Io sono nel cerchio dell’amore e della guarigione
Io sono e mi vedo nel gruppo, felice
Io mi vedo raccogliere i frutti della madre terra
Io mi vedo sempre più compassivo
Io aiuto tutti coloro che hanno bisogno di me
Evito le falsità
Evito le parole che non servono
Da oggi mi concentro sul sentire
Da oggi mi concentro sull’amore
Sono pieno d’amore e coraggio di amare
L’amore è l’unica possibilità di salvezza”

Nel momento in cui amate siete attaccati a una corda che vi tiene collegati allo Spirito
Ciò che è in basso è come ciò che è in alto
Siamo collegati, siamo in connessione
I vulcani erutteranno e la terra si ricalibrerà sempre di più
157
Spirito di Dio donaci la pace
Spirito di Dio stai sempre nei nostri cuori
Spirito di Dio, illuminaci senza abbandonarci mai
Spirito di Dio dacci da bere alla tua fonte

Amore e pace sono le uniche aspirazioni dell’essere umano evoluto


Niente può fermarci, ormai abbiamo vinto
La qualità della nostra opera è stata gradita dalla madre terra
Lei si ricalibra per regalarci tutto quello che ha, cibo, energia, amore e sensibilità
In futuro il lavoro esisterà solo per esprimere i nostri talenti.
Dio, io ti ringrazio per la capacità che mi doni di apprendere da te
la bellezza e l’armonia della vita”

Stralcio della Canalizzazione del 14-11-2016.

In questa serata erano presenti Zeneida, Maria, Carlo e Cristina. È stata la prima volta in cui ho canaliz-
zato davanti a persone

….Ho la sensazione che c’è qualcosa che la madre terra ci vuol far capire
Mi fa vedere delle foglie, piante…
Ho la sensazione che attraverso l’uso delle piante noi riusciamo ad aumentare la nostra consapevolezza e
a collegarci più in profondità con la madre terra
A capire la dinamica e lo sviluppo della vita sul pianeta
È come se noi, quando siamo inchinati a raccogliere una foglia, un frutto , una erba, entrassimo in colle-
gamento profondo con la madre terra.
Come se, toccando le sue piante, le accarezzassimo le ciglia in un movimento dolce, amorevole

“La madre terra produce le risorse per i suoi figli, noi dobbiamo imparare a toccarla con amore
Perché questo amore col quale la tocchiamo è qualcosa che genera dentro di noi una emozione profonda
Dentro alle foglie, ai fiori, ai frutti, c’è la vibrazione armoniosa della madre terra
Quando noi assaporiamo qualcosa che viene dalla madre terra, una sua foglia o frutto, noi stiamo man-
giando la vibrazione dell’INFINITO
Dal cielo giungono le informazioni, dal cielo giunge la trasformazione.
Poi si concretizza nascendo in un frutto, in una foglia, creando la vita
E quella vita vegetale che si sta formando sta raccogliendo tutte quelle informazioni che poi trasferirà
dentro i nostri corpi e andrà a suonare quella melodia dentro le nostre cellule
Ecco perché bisogna mangiare i frutti e i fiori della madre terra
Dobbiamo imparare a capire quanto amore c’è in tutto questo
Dobbiamo capire quanta bellezza c’è
Un fiume che scorre trascina la vita da un punto a un altro
Tutto quello che avviene nella vita vegetale è un ciclo perfetto
C’è tanto amore
C’è tanta perfezione
Questa perfezione è una vibrazione “coerente”
Le piante capiscono tutto ciò che gli diciamo, sentono i nostri bisogni
Perché le loro radici affondano nella madre terra
Loro stesse sono l’espressione dell’amore della madre terra
158
Lei veicola questo amore fino in superficie.

Sento questa forza dolce della madre che vuol farci capire che tutto cresce in una armonia e tutto conti-
nua a crescere.
La terra si colma di frutti, di fiori e tanto amore.
Questa è una melodia
La madre ci dice di imparare a sentire questo amore che le piante esprimono
Poiché le piante comunque hanno dei movimenti, dei suoni, delle vibrazioni che voi potete percepire.
Voi potete indicare a una pianta come crescere e come comportarsi
Voi potete indicarle il cammino
Perché il vostro cammino e il cammino delle piante è all’unisono
Voi vi nutrite di questa vibrazione d’amore che viene dalla mamma
La mamma vuole nutrire i suoi figli
In futuro avrete meno bisogno di cibo e più bisogno di amore che viene dalla terra
Quando mangerete un frutto della terra vi sentirete sazi perché il vostro corpo non ha più bisogno di mat-
toni, ma di vibrazioni che entrano nelle cellule.
Ha bisogno di musica
Ha bisogno di una vibrazione dolce che va a nutrire spiritualmente ogni cellula.

Questo è quello che succederà in futuro perché i frutti si stanno adeguando alla vibrazione che voi portate
Le piante nascono con la vibrazione di cui voi avete bisogno
Ecco questo è il segreto, uno dei segreti
Noi dobbiamo capire che le piante sono più avanti di noi, Zeneida
Perché quando tu pianti un seme lui ha già dentro la trasformazione
Si trasforma dentro di noi e trasforma noi stessi
Ecco ciò che dovevamo capire
È un sistema perfetto, Zeneida
Le piante sono più avanti di noi, capisci, perché nel loro seme sono già evolute
E noi, mangiandole, portiamo dentro di noi una vibrazione evolutiva”.

Avete delle domande? È una sensazione bellissima, di abbondanza, dice Gaetano

“Vedo la terra che sprizza energia da tutti i pori e fa crescere questi alberi, queste piante, questa meravi-
glia
Lo sta facendo per noi
Ecco perché noi siamo attratti dai vegetali
Perché lì è contenuto il seme della consapevolezza della madre terra”.

Se vuoi chiamarli, chiamali pure (riferendosi agli amici che stavano aspettando la canalizzazione)

Gaetano: Maria, vieni qui vicino, siediti.

“Maria, quando tu tocchi le piante è come se una melodia prendesse forma


Sento questo
Maria, sei in un rapporto profondo con le piante
Tu senti la loro essenza e le piante ti rispondono
Perché le piante comunicano con te
Le piante comunicano con te, Maria
Maria, tu sei una sensitiva vegetale
Tu hai questa qualità
Puoi toccare le piante e percepire il loro bisogno di luce, di acqua
159
Puoi riuscire a sentire i messaggi che hanno da dare
Ogni pianta contiene delle informazioni e tu Maria sei predisposta a poterne capire i segreti
Le piante possono aiutarvi nell’evoluzione
Le piante contengono un grande potere informativo per voi
Le piante vi aiuteranno
Voi dovete approfondire questa conoscenza
Dovete imparare ad utilizzarle di più
Anche per curarvi
Voi potete interagire con le vibrazioni delle piante
Se voi avete bisogno che una pianta faccia più frutto, questo voi lo potete generare
Stimolare che faccia più frutto
È una visione bellissima
Vedo come le foglie delle piante che ti accarezzano le mani….…….

Il gruppo che state facendo è un’esperienza profonda


Non sottovalutate Gesualdo
Lui è quello che ha il messaggio più profondo di tutti
Ma non sa tirarlo fuori, non lo conosce, non arriva a capirlo
Lui è il fiore più bello che deve sbocciare
È il più puro di tutti
È un’anima molto elevata
Non ha accettato aiuti
Tutti voi avete avuto degli aiuti
Lui, per contratto, li ha rifiutati
È molto più avanti di voi nel percorso
Questi limiti che lui ha se li è imposti, affinché il percorso non sia così facile
Stimolatelo!
È un prediletto di Sai Baba che ha ricevuto diversi segni
Solo che lui non ha creduto fino in fondo
La cosa più difficile in assoluto, nel vostro percorso, è credere
È la cosa più difficile perché tutti voi credete fino a un certo punto…….”

Parlando a Carlo……..

“Ricordati che il nostro compito è trasformare il sogno in realtà


Non dobbiamo vivere la realtà che altri hanno pensato per noi
Nel momento in cui riesci a fare questo cambiamento che è dentro di te tutto attorno a te cambierà
Perché tu, come tutti noi, emani una vibrazione e se la vibrazione è dolorosa, il tuo campo energetico è
pieno di quella informazione
Il messaggio è: tenere il campo energetico pulito con informazioni positive e di trasformazione
Trasformazione profonda interiore
Devi imparare a comunicare con il tuo Dio interiore
Dentro di te, in ogni cellula, c’è una porzione di Dio
È il programma, è così
Tu questo lo capisci, però c’è una parte di te che ti frena dall’avere una comprensione profonda
Quando tu cambi, tutto ciò che si relaziona con te, cambia
Quando tu cambi, il mondo attorno a te cambia
Vedrai come si allenteranno le tensioni
Devi imparare a parlare con il tuo Dio interiore
Questo è fondamentale per te
Non devi vivere scollegato
160
Devi viere collegandoti a te stesso
Questa è la tua difficoltà
Perché tu hai la comprensione di tutto questo, ma non credi profondamente che tutto questo puoi cam-
biarlo
Devi solo crederci e volerlo
Nessuno può insegnarti questo, solo tu puoi farlo
Questa è la lotta che tu hai con te stesso
Nel momento in cui riuscirai a superare tutto ciò sarà bellissimo
Poiché tutto torna e gira come deve girare…..
…………………..
L’energia ci sta aiutando nel percorso
Se solo noi lasciamo cadere le barriere che ci tengono legati
Dipende da ognuno di noi sciogliere questi nodi che ci bloccano
Tutto il resto viene dalla Fonte
Tutto il percorso e l’amore che c’è nel farlo viene dalla Fonte, per tutti, nessuno escluso……………..”
…………………
……..
“C’è un messaggio per Gesualdo
Sento che arriva da Sai Baba

Dice Sai Baba: io sono già rinato, sono sempre tornato e sempre ritornerò

Dice di dirlo a Gesualdo


È forte la vibrazione
Dice che ha sempre insegnato amore e basta
Pochi lo hanno capito, pochi davvero
Dice che lui non ha avuto una vita normale perché faceva parte di un disegno
E non poteva fare altro di quello che ha fatto
Doveva fare solo quella cosa lì
Senza scelta
La sua vita non ha avuto scelta
È stata solo una testimonianza
Dice di dirlo a Gesualdo
Lui ha dato dei segni a Gesualdo
Mi fa vedere una collana al collo con una sfera come fosse un sole, un cerchio
Come se doveste portare quello, un sole… in miniatura, color oro
È una sfera piatta color oro, un metallo
È un simbolo, rotondo, perfetto
Una sfera
Rappresenta un sole, è liscia
È l’idea del sole, ma senza raggi

Canalizzazione del 19-10-2016

Domanda di Zeneida: “Chiedo alla Fonte se ci può dare qualche suggerimento relativo al “centro” che
vorremmo aprire, se c’è qualcosa che non abbiamo capito su come realizzarlo”

“Quando qualcosa nasce, quando un’idea si deve concretizzare, è come se fosse un parto.
Una nuova idea prende vita e bisogna dargli lo spazio adeguato, farla crescere
Sentirla nel cuore, coltivarla nei sentimenti, nello spirito
161
L’idea è buona, è giusta, è appropriata, è amorevole
Con il tempo le indecisioni svaniranno
Tutto sarà più chiaro, più luminoso
Si troveranno i punti da seguire
La sinergia sarà migliore
Ci vuole un po’ di tempo
Poi tutto si metterà a posto
Ci vuole soltanto un po’ di tempo
Nulla in particolare di quello che state pensando è sbagliato
Nulla, non c’è errore, c’è solo una sintonia, una frequenza che ancora non è perfetta
È come se la sintonia ancora fosse in disarmonia
Poi piano piano troverete la frequenza giusta, la sintonia giusta per fare funzionare tutto
Rinnovatevi, solo cambiando vi garantiterete il successo
Rinnovarsi è fondamentale
Quello che pensavate ieri, forse già oggi potrebbe essere cambiato
Adeguatevi al senso del cambiamento veloce

Nulla più è statico


Tutto è in continuo movimento
Il movimento è molto repentino e sta mettendo in difficoltà quasi tutti
Le cose cambiano più velocemente della capacità di adattamento di noi esseri umani
Siamo presi dentro un turbine e la velocità con cui vanno i cambiamenti è rapidissima e noi facciamo
fatica a comprendere e a star dietro a tutto il nuovo che arriva
Il consiglio è: fluire, fluire con le nuove idee e i nuovi sentimenti, le nuove situazioni
Fluire, non frenare, non giudicare, non crearsi nuovi paradigmi che sempre vengono dal vecchio
Ci vogliono idee che vengano da sensazioni, che vengano da questo nuovo fluire
Usate solo il sentire
Le parole, dovete sapere che oggi, le parole che dite, per quanto importanti siano, non verranno recepite
totalmente se non le associate a una esperienza vissuta
Tutti hanno bisogno di vivere una esperienza emozionale alla quale vi sia associato un insegnamen-
to
Voi, come prima cosa, dovete imparare questo per i prossimi lavori che farete: basta! col parlare per far
capire alla gente
Voi, prima, dovete trasferire una emozione alla persona
Quando una persona è pervasa dall’emozione è più ricettiva, in quel momento dovete trasferirgli
l’informazione
Questo dovete fare nei seminari “sciamanici”
Dare l’emozione, e una volta giunta, trasferire l’informazione

EMOZIONE, e dopo INFORMAZIONE

Non più informazione, sperando che avvenga una emozione…


Questo non funziona più, è vecchio
Per creare l’emozione ci deve essere l’esperienza
Ci deve essere la meditazione, ci deve essere il ballo, ci devono essere i colori, ci deve essere energia, ci
deve essere tutto ciò che può toccare i sensi al fine di far giungere qualcosa dentro, nel profondo.

Quando la persona è toccata dall’emozione, è in uno stato vibrazionale più profondo, è più ricettiva e
pronta a ricevere .
Voi dovete studiare come dare l’informazione: che sia di poche parole, molto incisive

162
Ricordate: POCHE PAROLE, MOLTO INCISIVE

Questo è uno dei nuovi sistemi per la auto guarigione


Poche parole dette in maniera profonda, molto incisive
Fatelo quando una persona è emozionata”

Domanda di Zeneida: “Ci puoi dare un esempio di come creare una emozione forte?”

“L’emozione si crea con la meditazione, si crea con il ballo, si crea con l’energia, si crea con i colori, si
crea toccando i sensi
Qualunque cosa voi facciate, deve essere sempre connessa con i sensi, con il sentire
Guardarsi negli occhi, abbracciarsi
Tutto ciò che potete fare deve essere connesso ai sensi, al sentire
Nel momento in cui una persona è colpita dall’emozione, proprio in quel momento è pronta per ricevere
un messaggio che potrebbe cambiare la sua vita
È in quel punto che voi dovete imparare ad andare più dentro, essere più incisivi.

Poiché bastano poche parole profonde, anziché centinaia o migliaia di parole dette in velocità dalla mente
Utilizzate la musica, durante la musica si possono trasferire le emozioni profonde, ovvero informazioni
Informazioni associate ad emozioni profonde
Le persone sono confuse perché hanno capito, ma non vogliono ammettere, che l’ultimo scalino, per ar-
rivare a essere sé stessi, è quello di gettare la maschera
O meglio, è quello di togliersi la maschera
Però, togliersi la maschera, vuol dire rinunciare a tutto ciò che sono stati
A tutti i titoli che hanno avuto, a tutte le belle parole che dicono di sé stessi falsamente.
A tutto quello che hanno imparato nel passato
A tutta questa montagna di informazioni che non servono più
Questo vuol dire gettare la maschera…
Sapere che tutto quello che hanno fatto nel passato è superato, è finito
Nessuno ha il coraggio di prendere questa spazzatura e portala fuori di casa
Tutti la vogliono tenere in casa per ricordare chi sono stati, per ritrovarsi nei paradigmi del passato
Cosa serve, se tutto è qui ed ora, sapere cosa sei stato nel passato?
Se tutto è qui ed ora, a cosa servono i titoli e le conquiste del passato? Servono solo a farti vivere il qui
ed ora arricchito di giudizio
Per stare bene e per fluire con la nuova energia, devi riuscire a cancellare il passato e a fluire nel qui ed
ora senza giudizio, osservando quello che succede senza giudicare
Vedendo tutti i tuoi fratelli come anime in un percorso uguale al tuo
Chi riesce a gettare la maschera e a scrollarsi di dosso gli scheletri nell’armadio, a non pensare più a chi è
stato, ma solo a chi è in questo momento o da ora in avanti; questa è la sola persona che riesce ad avere
un successo e un seguito.

Andare avanti bene ed essere felici per aiutare gli altri


Chiunque aiuta gli altri e vorrebbe rimanere in una situazione di aggancio al passato, non sta facendo
bene
Perché nel momento in cui si connette come operatore singolo all’altra persona, gli sta impedendo
l’evoluzione
Perché, se una persona è bloccata, può trasferire solo parte del suo bloccaggio come vibrazione alla per-
sona che sta aiutando
Il consiglio che do per i guaritori è:

sbloccate le parti della vostra vita che non funzionano


163
Basta far finta di niente, basta!
È il momento di agire, non più quello di parlare!
Non è più il momento dei luoghi comuni
Non è più il momento di preservare gli stili del passato che ci sono stati insegnati, che sono dentro di noi
e continuano a propinarci
Tutto questo è vecchio e superato
Abbiate il coraggio di scaricarvi della zavorra e sappiate che tutto quello che avete imparato prima del
2012 è zavorra
Era tutto giusto nella vecchia energia, ma ora, lo avete capito: dovete fare un salto più in alto.

Il salto di corsia, per farlo, necessita di rendersi leggeri


E per rendersi leggeri, bisogna disfarsi delle valigie del passato
Tutto ciò che blocca la nostra evoluzione è l’ancoraggio al passato
Il passato è lo scoglio che non ci permette di vedere la multidimesionalità, che non ci permette di vedere
a colori
Che non ci permette di sognare a colori
L’eliminazione del passato avviene in tanti modi.
Anche con i cibi
Quando voi mangiate cibi che sono prodotti nella nuova energia, con le tecniche vibrazionali della nuova
energia, con l’amore richiesto dalla nuova energia, questi cibi trasferiranno in voi una quantità di emo-
zione e di informazioni che vi trasporterà, automaticamente, in una dimensione diversa.
In una vibrazione più acuta, dove c’è lo spazio per capire nuove interpretazioni del futuro che sta arri-
vando
Quando invece noi mangiamo cibi insanguinati e di vecchi pensieri, noi stiamo bloccando la nostra evo-
luzione e stiamo dicendo alle nostre cellule e al nostro campo energetico: questo è ciò di cui ancora ho
bisogno
È il passato che ritorna e io sono un essere, un uomo/donna del passato
Fate tutto ciò che è nuovo!
Alimentatevi con cibi nuovi, creati, studiati e pensati nella nuova energia
Leggete solo libri scritti e pensati nella nuova energia
Ascoltate e partecipate a gruppi solo ed esclusivamente nati nella nuova energia, con obbiettivi di consa-
pevolezza più alti di quella che fu nel passato
Il passato non serve, è morto, sepolto, finito, è solo un ricordo.
Dobbiamo imparare a mettere da parte anche quello
Non dobbiamo più ricordare il passato se vogliamo fare il salto di dimensione
Il passato è ciò che ci impedisce di fare il salto necessario per essere felici e trasformarsi.
I bambini della nuova era hanno una ghiandola pineale diversa dalla nostra; più evoluta, più aperta, più
funzionante, con delle capacità di allargamento dell’esperienza sensoriale.
Noi, nati nella vecchia energia, possiamo arrivare vicino a loro in questa capacità: per fare questo, noi
dobbiamo lavorare.

Dobbiamo sperimentare, capire, provare


Il consiglio è:
MEDITARE IL Più POSSIBILE NELLA NATURA
La natura offre vibrazioni più elevate
L’apertura della pineale sarà più ampia e più coinvolgente
Tutto ciò che ci arriva durante le nostre connessioni è filtrato dagli ambienti, ambienti chiusi che non
permettono il massimo della connessione
Se noi ci connettiamo su di una montagna piena di alberi, se ci connettiamo in riva al mare, avremo una
maggiore capacità di espansione, di allargamento.
164
La nostra ghiandola pineale sarà molto più potenziata, più ricettiva
Il collegamento con l’altra parte del velo è ora più forte rispetto ad alcuni mesi fa
Ora cominceremo a percepire il non distacco
Ora cominceremo a capire che siamo tutti una grande famiglia
Noi che siamo di qua e gli altri che sono di là del velo
Prima sentivamo un forte distacco fra noi e coloro che ci hanno lasciato
Ora vedrete che tutti cominceranno a percepire un senso di unione profonda con quelli che sono stati i
nostri parenti, amici, antenati
Questa separazione non è più così netta come era prima
Loro, i nostri cari, ci possono trasferire tante informazioni
Ci possono trasferire parte della loro esperienza perché fanno parte della nostra famiglia animica
Per cui, noi possiamo prendere una parte della loro saggezza e inglobarla dentro di noi, istantaneamente,
se solo lo chiediamo e vogliamo
Istantaneamente, tutto ciò che di buono loro hanno realizzato è pronto per essere copiato dentro la nostra
memoria
Ecco perché, improvvisamente, chiunque di noi può sviluppare una creatività, un’arte, una intuitività, una
saggezza molto superiore, che non pensava di poter avere come proprio bagaglio.

Nel momento in cui ci si apre alla possibilità di comunicare profondamente coi propri antenati, si può
recuperare e gioire delle qualità e dell’esperienza e della saggezza acquisita e accumulata da coloro che
fanno parte della medesima famiglia animica.
La nostra multidimensione ci da la possibilità, non solo di recuperare cose dalle nostre vite passate, ma
di recuperare le qualità, anche dalle vite passate di coloro che fanno parte della nostra famiglia animica
Noi possiamo attingere pezzi di vita dei nostri familiari, delle nostre guide, di quelli che sentiamo vicini
Possiamo prenderle, e con la multi dimensione, attivarle dentro di noi.
Nella fisica che va oltre la coscienza, noi siamo tutto ciò che desideriamo essere
Perché la trasformazione e i cambiamenti ci sono se lo vogliamo, e sono immediati
Nella fisica che va oltre la coscienza, non c’è differenza tra la nostra vita e la vita di un nostro antenato
Non vi è alcuna differenza.
La nostra multi dimensione ci dà la possibilità di vivere quella vita che desideriamo
Ci dà la possibilità di comprendere quelle lezioni che un nostro antenato ha imparato
Non importa se non siamo stati noi a impararle (le lezioni N.d.R.)
Questa è la multi dimensione.
Una esperienza di un membro della nostra famiglia animica può essere acquisita e trasformata, e questo
insegnamento arriva dentro di noi, anche se non siamo stati noi a viverlo direttamente.
Il messaggio è:
IO SONO Ciò CHE DESIDERO ESSERE
Il desiderio, nella fisica che va oltre la coscienza, equivale a un ordine
Quando tu dici: io desidero essere questo, tu lo puoi recuperare in qualunque vita, in qualunque persona,
in qualunque antenato e familiare che fa parte della tua famiglia animica
Ecco perché non dobbiamo avere più paura di trasformarci
Anche se trasformarsi profondamente può fare paura, perché cambiamo tutto quello stato di ciò che sia-
mo stati fino ad oggi
Noi abbiamo la capacità di farlo
La nostra evoluzione ha previsto questo
Io sono ciò che desidero essere
Non sono ciò che ho pensato che dovevo essere
Il desiderio di essere quello che vuoi fa parte integrante del processo evolutivo
Tu puoi essere chi desideri di essere
Questa è la multidimensione
La multidimensione ti fa sentire e ti fa diventare ciò che stai sognando.
165
Questo può avvenire solo in una persona che sta trasferendo al suo interno tanta luce, quasi da abbando-
nare la densità corporea per cominciare a diventare un corpo più luminoso.

In quel preciso momento, potrebbe aver voglia di spogliarsi della totalità del proprio passato, fino ad ar-
rivare al punto che gli altri non lo riconoscano più….”

…..“È arrivato il tempo in cui voi potete cominciare ad accarezzare l’anima di chi vi sta vicino (per i
guaritori N.d.R.)

Quando voi muovete le mani e cominciate a sentire dei cambi di intensità, dei pieni e dei vuoti, è perché
voi state cominciando ad accarezzare l’anima della persona che vi sta accanto
Ecco perché la persona va in uno stato così profondo di alterazione di coscienza, perché voi state acca-
rezzando la sua anima.

È la parte multidimensionale, quel campo che nessuno ancora ha ben definito, ma voi avete la capacità di
penetrarvi dentro, toccarlo, carezzarlo, farlo respirare, trasferirvi amore, portare luce all’interno di
quest’anima.
Ed è proprio quello che voi sentite quando, con le mani, percepite dei cambi di densità, di intensità, senti-
te dei pieni e poi dei vuoti…
Ecco, in quel momento state toccando l’anima di chi vi sta vicino”.
È bellissimo (emozione di Gaetano)

“…Dio non è Uno, anche se viene percepito come unico.


Dio è una molteplicità, una fusione, una coesione.
Dio non è Uno, è l’intento che è Uno
L’intento di Dio è uno
Metafisicamente Dio non è Uno, ma è la risultante di tante parti mescolate insieme armoniosamente
La molteplicità di miliardi e miliardi di parti (anime) che vibrano all’unisono.
Questo viene percepito come Uno, ed è bellissimo perché è l’Uno fatto di tanti piccoli pezzi

Dal tanto nasce l’Uno


Da tanti pezzi, miliardi e miliardi, fusi insieme, nasce l’Uno”

“Hai qualche domanda”? dice Gaetano, “Ora siamo con la Fonte, siamo lì dove tutto nasce, dove tutto si
crea, dove tutto si genera, dove non si sa se c’è il nulla o c’è il tutto”
“Non c’è differenza tra ciò che ancora non è stato creato e ciò che non esiste.
Siamo lì in questo momento, noi stiamo comunicando nel punto dove tutto si crea, puoi chiedere quello
che vuoi, perché è qui che si genera la meraviglia delle creazioni”

Zeneida: “Vorrei chiedere come sviluppare la nostra forza, come attrarre la forza dei nostri antenati, dei
maestri e utilizzarli per i nostri fratelli durante le guarigioni e nella nostra vita”?

“…Voi tutti siete totalmente uniti alla forza dei Maestri


Voi dovete immaginare di essere tutti insieme
Non c’è niente di diviso e di separato
Nel piano di Dio non c’è separazione
Tutto è disponibile nello stesso istante, nello stesso momento che tu lo desideri, lo puoi generare, ed è lì
pronto per te per realizzarsi.

L’unica cosa che impedisce che tutto ciò avvenga sistematicamente è la mancanza di fede profonda; que-
sto è il percorso di difficoltà dell’essere umano.
166
Tutti voi mancate di fede
Per avere fede bisogna pregare
Voi non pregate

Voi non sapete cosa sia la profondità della preghiera

Voi meditate, ma le vostre menti sono pervase dal disturbo informativo che ricevete quotidianamente da
tutti quei messaggi, da tutte quelle informazioni che sono nell’aria, da tutte quelle eggregore che
l’umanità ha generato.
L’unico sistema, non ce sono altri, per arrivare dove tu vuoi arrivare, è stare al di sopra di tutto questo.

Spogliarsi delle tensioni umane, spogliarsi dei desideri materiali, spogliarsi di tutto questo.
Perché questa è la vera grande illusione: che tutto ciò abbia un valore.
Invece, nello spirito, tutto questo non esiste
Basta un soffio di vento per spazzare via tutto
Le vostre vite, le vite di tutti voi, sono appese a un filo
Oggi ci siete, domani passate di quà
Per questo motivo non serve questo attaccamento materiale, non serve a niente.

Dovete elevarvi, andare al di sopra di questo torrente dove ci sono tutte queste emozioni contrastanti
Provate a uscire dal torrente, mettetevi di lato, guardate il torrente scorrere con tutte e sue emozioni, con
tutti i suoi clamori, i rumori e tutte le sue distorsioni.
Provate a guardarlo dal di fuori e percepitelo solo come un torrente, che prima o poi arriverà al mare.
Lì verrà inglobato e non resterà niente di tutto ciò che si è fatto, di tutto ciò che si è detto, di tutti questi
falsi valori e falsi miti.
Quanto vi ci vuole per capire che l’umanità è guidata e fa un percorso che è già prestabilito?
Tutti i dolori, tutte le emozioni di massa, sono tutte create, inventate.
L’unico sistema per andare oltre è l’elevazione spirituale.
Ma non la parola elevazione, ma l’essere elevati.
Per essere elevati bisogna stare in connessione con la Fonte
Per stare in connessione con la Fonte si deve pregare, anziché parlare.
Pregare vuol dire aprire il rubinetto dello Spirito ed essere in contatto con Dio
Dio è dentro di voi, ma il rubinetto è chiuso, perché non avete la chiave per aprirlo.
La chiave per aprirlo è l’allontanarsi da tutti questi rumori, da tutti questi clamori, da tutte queste infor-
mazioni e distorsioni che vi disturbano.
Allontanarsi da tutta questa spazzatura che entra nel nostro campo energetico e non serve a niente.
L’unico sistema è fare un salto e vibrare più alto, al di sopra di dove sta il rumore.
Quel lacerante sottofondo di rumori
Andare in un luogo dove il rumore è annullato, e si percepisce il silenzio dello Spirito.
Questo luogo sacro, Zeneida, vi fu già detto, ma voi non l’avete capito.

Questo luogo sacro è uno spazio che sta dentro il vostro cuore

Non potete vederlo, poiché siete nel buio della notte delle vostre menti contorte.
Lo potete vedere solo nella luce e nel chiarore del vostro amore illimitato per Dio e per tutta l’Umanità
Solo così potete accedere in questo spazio sacro, vibrando pieni d’amore.
Senza più ferirsi, senza più discutere, senza più animarsi per questa vita che è un soffio.

Io sono Ramtha e sono venuto per fartelo capire

Il vento è l’elemento che spazza via tutto ciò che non è stabile
167
Zeneida, lo avevi capito?
Il vento porta via tutto ciò che non è ancorato.

Tutto ciò che è forte, tutto ciò che è forte e stabile resta, con amore e con forza.

Tutto ciò che non serve, basta un soffio di vento, per portarlo via

Questo è il senso dell’esistenza

Tutto quello che hai e che sei può essere spazzato via in un secondo.
Anche le vostre vite, in un secondo, Zeneida
Quello che veramente dovete imparare, è che questo luogo sacro che è dentro il vostro cuore, si nutre
solo dell’amore profondo che viene dalla vostra anima, cioè dalla parte di Dio che è in voi.

Dovete nutrirlo con amore


Dovete pensare che l’amore che avete dentro si deve espandere e allargare e non dovete mai dubitare
Dio è lì dentro di voi che sta aspettando solo che girate la chiave di quella porta che tenete chiusa a causa
delle vibrazione basse.

Andate in alto, vibrate diverso, vibrate dell’amore più puro, vibrate di un amore che non si può scalfire
con una parola, uno sguardo, un qualunque discorso.
Ricordate il grande insegnamento dei Maestri.
Loro erano sereni anche nelle difficoltà più profonde
Voi dovete imitare i Maestri, perché voi potete diventare come loro nella multidimensione
Questo è un concetto difficile da capire per voi
Ma se voi volete essere Gesù, voi diventate Gesù
Se volete essere Sai Baba, voi diventate Sai Baba
Voi diventate qualunque Maestro che vogliate diventare
Questa è la multidimensione
Voi entrate in quella vita, voi entrate a farne parte, voi ne prendete la saggezza, voi potete trasformarvi e
diventare quello che state sognando
Solo la multidimensione ha questa proprietà.

Ma per arrivare qui si deve fare il salto, lasciando tutte le zavorre.


Lasciarle cadere, non servono più
Non servono per andare oltre
Impara a mettere tutto l’amore possibile in quello che fai
Non lo dimenticare
L’energia dell’universo è illimitata
Quando senti poca energia è solo perché non sai attingere all’amore che esiste, a questo reticolo univer-
sale pieno di energia illimitata
Quando ti senti scarica connettiti con amore a noi e vedrai come ti sentirai ricaricata
Però, Zeneida, devi capire che la nostra vibrazione è milioni di volte più acuta della tua
Se tu vibri basso non puoi riuscire a connetterti con noi
Ecco perché ti devi rendere pura, affinché le nostre vibrazioni siano compatibili e tu possa acquisire la
nostra saggezza
Perché questo trasferimento di energia non è reso possibile dalla differenza di risonanza
Ama più che puoi
Non pensare mai a te stessa come essere umano
Pensa solo che sei qui e se oggi ricevi questo messaggio, è perché sei un essere multidimensionale che è
pronto per prendere il volo
168
Non aver paura, non serve

Invadi, con la tua Luce, tutti gli spazi della tua vita

Illumina, con la tua Luce, tutti i luoghi dove vai e le persone che contatti e con le quali hai dei rapporti
Invadili con la tua Luce, non dubitare!
Nel momento in cui crederai di più e avrai più fede, tutto questo avverrà automaticamente, senza il biso-
gno di pensarci”.

Domanda di Zeneida: “Jozen, come posso prendere le tue forze? per usarle in questa vita, per il mio bene
e quello dei miei fratelli?”
Jozen mi fa vedere che si era spostato, perché quando è arrivato il messaggio di Ramtha, lui ha capito che
era una energia superiore.
Superiore in purezza
L’unica differenza per chi sta alla Fonte, è la differenza di purezza
Perché tutti, se così si può dire, tutti pensano uguale
L’unica differenza è la purezza di chi porta il messaggio.
Jozen mi ha fatto vedere che ha sentito questa purezza così forte e si è messo da parte per far entrare que-
sto messaggio

“Lui dice che fra te (Zeneida) e lui non c’è nessuna differenza.*
L’unica differenza è che tu, come essere umano, quando ti sei incarnata, hai scelto di vivere queste diffi-
coltà che stai vivendo
Perché tu, come tutti, devi completare l’esperienza per arricchire l’anima che sei
Hai scelto di fare delle esperienze, anche difficili, anche dolorose
Però, nello stesso tempo, anche elevate e sublimi
Lui dice che voi siete la solita cosa
La separazione è soltanto qualcosa che è stato costruito per fare l’esperienza (Zeneida è la reincarnazione
di Jozen)
Tu sei lui (Jozen), con delle limitazioni.
Queste furono scelte per fare questo gioco (la vita)
Lui dice: ora tu hai capito che questo è un gioco e non la realtà vera
Poiché la realtà vera è la tua anima che è di là, e questa di qua è semplicemente una parte che sta facendo
un gioco
Sta prendendo parte a questo puzzle che chiamiamo vita o insieme di esperienze quotidiane, che però non
hanno “tempo” quando siamo di là.

Per cui potremmo rivedere la nostra vita in un secondo, in un battito di ciglia, tutto questo che invece noi
percepiamo come lo scorrere dei giorni.
Lui ti vuole far capire che tutto questo è un gioco che è concordato e che è stato deciso prima della tua
venuta sul pianeta
Questa regola (la separazione percepita tra corpo fisico e anima e il non ricordare chi sei all’origine) non
si può infrangere, sennò non avrebbe senso fare l’esperienza umana
Lui mi dice che tu puoi capire che, proprio perché tu sei lui meno queste difficoltà che stai vivendo, tu
devi cominciare ad apprezzare la bellezza della grandezza della tua anima e dell’esperienza, della sag-
gezza e della maturità che porti; dell’intuizione che hai.

Questa bellezza, a volte la dimentichi, perché nella quotidianità, ti devi scontrare con le cose più terrene
possibili, più inutili possibili, come il senso del denaro, il senso del lavoro, il senso del cibo, il senso dei
rapporti umani
Tutto questo per te è faticoso, perché tu vorresti già essere oltre e aver capito tutto questo
169
Dentro di te devi essere più pronta a vivere un’esperienza ancora più profonda

L’esperienza più profonda, dice Jozen, è il distacco dalle emozioni


Per praticare questo ci vuole la ferrea disciplina interiore che tu conosci
Dice che tu la conosci e che l’hai praticata in tante vite.
Tu eri molto connesso/a alla madre terra e molto distaccato/a dalle vicende umane
E anche in questa vita è così
Solo che in questa vita, le difficoltà che ci sono, sono a livello planetario, e quindi tu non puoi sfuggire ai
piani che altri hanno fatto e che tu devi vivere, anche se non lo avresti voluto.
Certe situazioni le devi vivere perché fanno parte del gioco globale, del mondo degli esseri umani
Anche se tu eri pronta ad essere più avanti, ti sei dovuta fermare per aspettare gli altri che sono pieni di
difficoltà
Non hai potuto arrivare al punto dove avresti voluto essere, perché hai dovuto patire tutto ciò che esiste
nelle bolle di pensiero dell’umanità, in tutti i paradigmi che sono stati costruiti, in tutta la matrice che è
stata costruita, nel bene e nel male.
Tu, comunque, ne fai parte e ne subisci il gioco, come tutti gli altri.
Ecco perché hai ancora queste indecisioni.
Da una parte la tua mente ti porta verso i paradigmi, che tutti voi avete, nessuno escluso
Come vedi la difficoltà non è nel comprendere, perché tu hai già compreso che tutto questo è così.
La difficoltà è nell’esperire quotidiano
Sei attaccata da tutti i disturbi dell’esperienza globale dei tuoi fratelli
Sono questi che ti buttano giù
Però vedrai che, con pazienza, disciplina interiore e saggezza, se riuscirai a stare in connessione con la
tua famiglia animica, con i tuoi antenati e con tutta quella saggezza, vedrai che tutto arriverà con facilità.

Non dare più spazio alle paure, ormai non servono più
Anna Cei (la mamma) è qui con noi
Lei è tornata a casa e ha ripreso il posto nella tribù da dove era venuta
La sua vita più importante è stata questa, con la tribù
Per questo ha sempre avuto quello sguardo; come l’aquila che guardava la preda.
Quello non lo ha mai perso e lo aveva appreso qui (nella tribù N.d.R.)
Fiera, orgogliosa, sempre pronta a fare le cose necessarie e non quelle comode
È sempre stata questa l’espressione delle sue vite”

Zeneida:”Lei è qui?”

“No, queste cose le ha dette Jozen di tua mamma, e quando parla Jozen nessuno può entrare per un senso
di rispetto.
Non c’è una gerarchia precisa, ma è solo un senso di rispetto profondo per ciò che ogni anima ha rappre-
sentato e rappresenta.
Tua mamma sa che la sua anima (Jozen) è molto più evoluta della sua
Lei ti ha fatto solo voler capire che è lì che ti guarda
Jozen è nettamente più elevato e quindi lei ha soltanto fatto vedere che c’è.
Lei è tornata nella tribù e si sente parte di essa
L’unico messaggio che vuole farti arrivare tramite Jozen è:

io so stare al mio posto, sto sempre al mio posto

Lei intende che fa ciò che serve per gli altri, quindi non si muove dal suo posto.
Vuol fare capire la sua dedizione, il suo amore per il servizio che nelle sue vite ha sempre fatto.

170
Lei dice: io so stare al mio posto
Non le è mai interessato cambiare posto ed è sempre stata felice nel fare il servizio che ha fatto
“Io ti benedico figliola”, vedi che Jozen ha lasciato passare il messaggio…
C’è soltanto amore e rispetto dalla parte di là
Non ci sono invidie né gelosie, soltanto amore puro
Nel momento in cui lei voleva dire questo e pensava che per te fosse importante ascoltarlo, Jozen ha la-
sciato passare il messaggio.
Perché lei, per rispetto, non parla se sta parlando lui
Perché lei rispetta lui come lui rispetta lei

Jozen ora dice: “L’amore travolgerà ogni cosa”

Gli oceani in un secondo potrebbero staccarsi dalla terra e volare via se solo lo volessimo
Questo è il potere che abbiamo come creatori
Lui ci fa capire che abbiamo un potere illimitato
E il limite è il gioco (che facciamo N.d.R.), il gioco che abbiamo scelto di fare.
Lui fa capire che, nel giro di un secondo, potrebbe togliere l’acqua al pianeta.
In un solo secondo potrebbe renderlo secco, se solo lo volesse
Pensa alla capacità e la potenza di essere multidimensionali
Si può creare tutto ciò che si vuole
Liberatevi da ogni tabù, da ogni costrizione, affrontate la vita col sorriso senza temere nulla
Ricordatevi:
la cosa più bella è correre su un cavallo con i capelli al vento
grazie”

*Jozen, la guida con cui parliamo, è la stessa anima di Zeneida. Jozen ci disse di essere il testimone della
storia dei nativi americani. Un profeta, molto elevato. Il silenzio è la sua caratteristica principale. Si per-
cepisce la sua presenza, anche se lui non si fa notare. Durante molte canalizzazioni, lui stava in un angolo
seduto con le gambe incrociate e non diceva una parola. Solo dopo averlo richiesto, cominciò a risponde-
re. La sua forza è una forza muta, profonda. Grazie Jozen! di illuminarci con la tua saggezza.

Stralcio di Canalizzazione del 07-02-2017

Sento una vibrazione fortissima come se ci fosse una entità dentro di me


Sensazione molto forte, come esaltante
Mi sento sparato a mille all’ora
Non capisco lo scopo, l’intento
La vibrazione è molto benevola
Speriamo che sia questa la vibrazione di base per noi
Vedo come se noi fossimo delle antenne molto molto alte
Vedo un’antenna molto alta
Forse devo chiedere di parlare con qualcuno
Con la vibrazione sono lì, molto in alto

Zeneida: “Posso chiedere a mia mamma Livia?”

Gaetano : “Chiedo di parlare con mamma Livia…

171
Vedo un fiore, come un senso di famiglia
Come se la famiglia fosse il fiore dove lei è al centro e gli altri sono i petali
la mamma è un fiore e i figli i petali
la mamma è la corona del fiore, il centro, rotondo e i figli sono i petali
Mi fa vedere che le piacerebbe lanciare a terra dei fiori avendone le mani piene, con gioia
Lanciarli verso la terra sorridendo
Dalle sue mani lancia in alto dei fiori per farli poi ricadere con gioia spargendoli sulla terra
Il fiore è il dono più bello che la madre terra ti può dare
Quando guardi un fiore fallo con estrema consapevolezza
Quel profumo, quel colore e quell’odore che ti inebria è un simbolo della creazione
Dio ha creato i fiori e sono simboli
I fiori sono simboli, le loro forme sono importanti
Osservate le forme dei fiori
È La natura che distribuisce le sue meraviglie attraverso questi simboli
Simboli di gentilezza, bontà e passione
È un modo per fare una carezza anche a chi non ha nulla
Il fiore è per tutti
Tutti lo possono guardare, tutti lo possono osservare
Tutti possono fare questo, dal più ricco al più povero, senza distinzioni
Siamo tutti uguali davanti ai fiori
Non è casuale che voi vi ritroviate davanti ai fiori
Perché voi siete artisti, siete creativi
Il fiore è la creatività della Madre Terra
La Madre Terra non chiede niente, vuole solo donare
La Madre Terra è nata per donare, così come voi siete fari nati per emettere la vostra luce.
Lei esiste solo per donare rigogliosamente tutto l’amore che ha dentro
È quella vibrazione unica, fortissima che ha dentro….. che fa sì che nascano i fiori e le piante
È tutto l’amore che viene dall’interno della madre, un flusso di energia che dall’interno va verso l’esterno
È l’energia della madre che si espande con tanto amore sul pianeta
In ogni posto del mondo, in ogni angolo più remoto, nasce un fiore anche dove mai pensereste che
potesse nascere
Lei, la tua mamma (Livia), ci fa capire che queste cose le ha sempre sentite dentro di sé, nella sua pancia
Come se lei sentisse forte tutte queste cose che ora sono state dette
Le sentiva dentro di sé
Lei amava vivere nella natura
Non le interessava molto il resto, altre cose
Lei si sentiva felice stando nella natura
Lei sentiva la forza della madre terra, sentiva questa forza dolce
C’era tanta consapevolezza in questa donna che vedo con un cappello bianco di campagna
Questo cappello non perfetto, un po’ rovinato dai lati
È un simbolo che ci fa capire come una persona se ne può fregare di tutto quello che è il modo comune di
sentire e pensare le cose
Una persona può essere felice in mezzo a un campo con un cappello strappato, come può esserlo una
persona modesta
Con quel cappello ti senti legato alla tua opera quotidiana di dare e prendere amore dalla madre terra
Livia sentiva di dare e di prendere e di restituire alla Madre Terra
Era come se la Madre comunicasse con lei e lei sentiva il bisogno di restituirle qualcosa
Era come se fosse soddisfatta dei doni che riceveva e si sentiva in debito
Lei offriva dei fiori alla madre terra per sdebitarsi nel suo cuore
La Madre Terra le donava i frutti, i suoi prodotti
Lei ringraziava con la ofrenda, un rito simbolico di restituzione della abbondanza ricevuta
172
Così, per farle capire con un gesto il grazie che veniva dal suo cuore”

Bella sensazione, (emozione di Gaetano) è come se tutto fosse perfetto…


“L’amore della Madre Terra e di chi lo riceve diventa come un circuito: dare, ricevere, restituire, donare,
dare
Una sensazione di perfezione nella semplicità
La Madre Terra rappresenta la forza
È davvero una madre amorevole perché dona ai suoi figli tutto ciò che ha
Quello che non tutti hanno capito è che lei rappresenta la forza di un entità
È un essere nelle mani di Dio che partecipa al gioco della vita e alla creazione”
Ho sentito tanta forza arrivare dalla profondità, dal centro della terra fino alla superficie (emozione di
Gaetano: era quello che sentivo oggi stando in campagna)
“La forza è la vita stessa: nasce e non la puoi fermare
La Madre Terra ce lo ha dimostrato in mille modi
La sua è una forza benevole, dirompente
Nessuno può bloccarla, nessuno può tentare di controllarla, nessuno…
Lei è strettamente connessa con il piano di Dio, ne è una rappresentazione della sua perfezione
Percepisco di Livia: che nelle sue vene scorreva un sangue allineato con quello della Madre Terra, con
quell’amore
Il bello di tua mamma era che alcune cose lei non le comprendeva a livello intellettivo
Però era più avanti di altri, lei capiva le cose “dentro”
Quello che capiva non riusciva a dirlo con parole, nonostante sapesse tutto
Lei “sentiva” dentro di sé
Tua mamma era una medium
Forse lei non lo ha mai fatto nella sua vita, ma lei comunicava direttamente con la Madre Terra
Lei aveva un canale speciale, una apertura che nessuno di voi aveva e comprendeva
Ecco perché a lei non servivano le parole
Lei ha voluto rimanere pura
La sua purezza era a livello vibrazionale
Lei vibrava per le cose che faceva
Lei mi dice che non era intelligente però comprendeva più degli altri
Perché, e questa è una cosa profonda, proprio perché non aveva studiato, non aveva deformato la sua
forma mentale
Il suo cuore era puro , per cui sentiva perfettamente le vibrazioni, come una medium
Le persone non riescono a comunicare come poteva comunicare lei, perfettamente, con un mondo interi-
ore
Aveva un canale aperto continuo, una medium pura
Era medium in maniera naturale; infatti non sapeva cosa fosse essere medium
Molto acuta, molto acuta nel sentire, non nel parlare
Ecco perché lei dice: “io non sono intelligente, però so più degli altri”
Lei conosceva le cose in profondità, non le sfuggiva nulla di nessuno di voi
Non le sfuggiva niente
Lei “sentiva” anche a distanza
Una donna particolare, una anima molto evoluta che aveva deciso di rimanere ignorante sul piano intel-
lettivo, ma di espandersi sul piano creativo e vibrazionale
Lei creava, forse non ve ne siete mai accorti…
Creava dei pensieri, delle emozioni dentro al suo cuore
Soprattutto le creava nel ringraziare la Madre Terra
Una donna che non aveva bisogno di niente, che non chiedeva
La cosa che percepisco forte di questa donna è il suo essere solida, integra
Come dire: io sono così, sto bene così e non mi interessa cambiare
173
Lei non voleva essere diversa da come era, si sentiva una figlia della Madre Terra
Estremamente consapevole, estremamente solida
Nulla la poteva cambiare
Dava l’idea di essere come una roccia; forse non lasciava trasparire la sua fragilità
Sento una pienezza, una donna a tutto tondo, pienamente consapevole di quello che era e faceva
Vedo lei che scende dalle scale, come fosse un’ immagine allegorica
Come a far vedere che anche nello scendere le scale, se questo rappresentasse una metafora dell’andare
giù, avesse una forza e una grazia
Una sua coerenza
Nel momento in cui si è sentita giù (scendere dalle scale della vita) non si è persa d’animo, ha tenuto bot-
ta
La vedo con una gonna lunga, giovane
Graziosa, giovane, giovane. Movimenti graziosi
Da giovane ha dovuto patire qualcosa (scendere le scale), eppure lo ha fatto con grazia
La gonna la vedo ordinata come a rappresentare una grazia che si esprime anche nelle difficoltà: scende
le scale con signorilità
ora la vibrazione è cambiata da forza in dolcezza, tutte e due bellissime”

Zeneida: “Amato kryon, in questa nuova energia, come si fa a trasformare le difficoltà che abbiamo?
Andare avanti, lasciare i paradigmi e crearne di nuovi, per aiutare noi stessi e i nostri fratelli?”

“L’energia non è nuova, è il senso del cammino che è nuovo


Il senso del cammino, del percorso, questo è nuovo e puro
L’inizio è sempre importante in tutti i viaggi
Questo è l’anno dell’inizio…
Chiaramente, chi sente l’inizio buono è perché ha lavorato bene e ha avuto tanto amore già negli anni
precedenti
E si è ricalibrato con tutto l’amore possibile
Che cos’è la ricalibrazione?

È amore in trasformazione

È l’amore che trasforma l’essere umano


Il piano di Dio prevede questo
Prevede che l’amore generi la trasformazione evolutiva
Nessuno di voi può stare fermo

Nessuno di voi può più stare fermo


Tutti dovete mettervi in cammino
Tutte le anime sono chiamate a fare il cammino, il percorso per il quale sono venute
Per fare questo cammino basta solo aprire il cuore
I paradigmi da abbattere sono in assoluto il lavoro più difficile
Poiché i paradigmi sono concetti acquisiti ai quali vi attenete
I paradigmi sono cresciuti dentro di voi

Voi stessi siete il paradigma che dovete abbattere


È questo che non vi risuona
Voi dovete svuotarvi di tutto ciò che avete conosciuto
Perché tutto quello che avete conosciuto è un blocco, un filtro enorme che vi impedisce di vedere la Luce
Il mondo sta accelerando
L’umanità sta accelerando, tante eggregore si stanno sfaldando
174
Tanti vecchi sistemi cominciano a incrinarsi e a breve vedrete il caos che si genererà; quando tutti o quasi
tutti non si riconosceranno più nei vestiti che hanno sempre portato
L’umanità non si riconoscerà più nei politici, nei religiosi, negli istruttori, nei professori, negli educatori,
nei dottori, negli psicologi, nei banchieri, nei giornalisti
L’umanità non si riconoscerà più, perderà coscienza di ciò che sente
Ciò è molto più profondo e importante dei messaggi che quotidianamente vi vengono propinati
Al mattino, quando ci si sveglierà, l’umanità comincerà ad avere la consapevolezza di ciò che sente
E quando vede qualcosa, quando pensa qualcosa e quando vede una scena, la valuterà per come le arriva
nel cuore.
Questo è più importante delle verità preconfezionate che vengono date tutti i giorni dai mezzi di informa-
zione, televisione, eggregore e paradigmi
Questi programmi li avete dentro tutti, nessuno escluso”…..

……”La guarigione avverrà sempre di più con affermazioni


Quando siete davanti alle fotografie dei vostri fratelli dovete affermare: “tu sei guarito, tu stai bene, tu sei
sano”…
Così facendo voi state comunicando con l’innato
Ora che i ponti comunicativi tra coscienza e struttura cellulare si sono aperti, dovete sapere che la vostra
coscienza può comunicare, oltre che con la vostra struttura cellulare, anche direttamente con la struttura
cellulare dei vostri fratelli, purché siano in stato theta (di ricezione)
Voi parlate direttamente con il loro sé superiore, quindi bypassate la mente
La coscienza va a comunicare con la ghiandola pineale e modifica le attività di quella persona
Potrete comunicare con il sé superiore dei vostri fratelli, anche se loro non se ne rendono conto
Così bypassate la comunicazione da umano a umano
Voi state parlando da Dio interiore a Dio interiore dell’altra persona

La comunicazione avverrà con la vibrazione più alta esistente. La compassione


La compassione permette di aprire il collegamento fra voi e il vostro messaggio e il sé superiore del ri-
cevente che, in questo modo, viene a essere informato da voi.
Per cui voi dovete fare le affermazioni; affinché la struttura cellulare, il corpo innato di quella persona
che è in fotografia cominci a recepire i messaggi che voi state trasferendo
Cosicché il processo di guarigione si acceleri

La luce è talmente forte che a volte vi abbaglia


A volte sentite forti cali energetici
Poiché questa vibrazione è talmente alta che crea degli scompensi a livello cerebrale
Chi dimentica, chi si scorda, chi si assenta, chi si sente vanesio e strano è più vicino alla meta
Perché sta cominciando a scollegare quella parte che è stata data per essere di ostacolo”
C’è Jozen, c’è lui seduto, da quando c’è la tua mamma…(emozione di Gaetano)

“Kryon dice che lui è sempre una frequenza raggiungibile


Lee Carroll è l’essenza della comunicazione di Kryon
Lee Carroll è una persona fondamentale
È venuto a fare QUESTO
LUI SOLO farà il comunicatore per Kryon
Anche se Kryon non è esclusivo
Kryon si collega con chiunque ne abbia bisogno di sentire la sua vibrazione energetica
Se uno lo chiama lui c’è, in energia
Kryon è una essenza angelica
Non è un angelo e non è paragonabile a st. Germain, a Ramhta
Kryon è una essenza superiore
175
Kryon è puro, è più puro
Kryon è l’essenza stessa del messaggio di Dio
Dio non comunica a parole
Dio emette soltanto una coerenza, una emozione coerente che crea tutto
Crea la vita, i mondi
Non ha bisogno di altro
Dio non ha bisogno di comunicare
Dio è e basta
Ecco perché kryon è una essenza pura
Perché Kryon ha deciso di aumentare la consapevolezza del pianeta stimolando le anime antiche a colle-
garsi, a ritrovarsi
Una nebbiolina, Kryon è una nebbiolina, che sta rotolando, multiforme, come una specie di fumo”
Domanda di Zeneida: “Gli altri canalizzatori di Kryon?”
“Kryon dice che a ognuno da la risposta che può comprendere
Solo Lee Carroll può comprendere tutto
Perché Lee Carroll ha una particolarità: si è annullato dentro Kryon pur rimanendo nella densità del cor-
po fisico
Gli altri non sono in grado di percepire i messaggi più profondi perché essi stessi non sono puri
Non è Kryon la differenza, sono gli esseri umani che chiedono di parlare con Kryon che creano la differ-
enza
E ognuno riceve le risposte di cui ha bisogno”
…Ora Jozen alza la mano in segno di saluto….. (per noi. Emozione di Gaetano)
“Kryon dice che la cosa più importante per un gruppo è il rituale
Il rituale è la via di apertura verso la connessione
Tutti fanno lo stesso ballo, come nelle tribù, si fanno gli stessi movimenti, come voi fate. Quando tutti
fanno le stesse preghiere, gli stessi gesti simbolici si diventa tutti insieme una creazione di energia
Il rituale è la via privilegiata dello Spirito che si incanala per raggiungere l’essere umano
Tra l’essere umano e lo spirito puro, il grande Spirito, c’è un canale comunicativo dove la porta viene
aperta dal rituale
Il rituale è sempre esistito in tutte le tribù del pianeta, in tutte le religioni
In tutte le scuole, in tutti i sistemi, in tutte le squadre, in tutti i gruppi
In ogni luogo e paese del mondo ove le persone si riuniscono e ci sono amore e condivisioni di esperien-
ze, esiste un rituale”
Chiede Zeneida: “Che tipo di rituale è più adeguato? Canto, preghiera, ballo?”
“Il rituale non ha limiti né confini
Rituale si intende solo e soltanto che viene costantemente ripetuto dal gruppo di appartenenza, dalla tribù
Il rituale sono gesti che vengono ripetuti e che tutti sanno fare con quella modalità che viene insegnata,
che è stata canalizzata e che qualcuno ha portato all’interno del gruppo
Non importa quale sia, può essere recitare una poesia, dire una preghiera, ballare, cantare, fare un mo-
vimento
Siamo sempre tutti connessi”
Ora è jozen che parla….(emozione di Gaetano)
“Siamo sempre tutti connessi
Grazie della vostra opera
Siamo sempre TUTTI CONNESSI
Siamo sempre noi che andiamo e veniamo (allusione alle anime e le reincarnazioni N.d.R.)
Siamo tutti connessi, nessuno è solo nell’universo
Nessuno è solo, siamo tutti gruppi di anime
Siamo tutti gruppi che fanno esperienze insieme
Saltiamo da un mondo all’altro, da una vita all’altra
Da una corsia all’altra
176
Le vite sono lì vicine e si svolgono tutte insieme e siamo sempre noi a giocare tutte le partite
In qualunque mondo sia, siamo tutti vicini
Siamo tutti vicini e connessi uno all’altro
Nessuno è più bravo di un altro; nello Spirito non contano i risultati
C’è solo un risultato, mettersi in gioco e fare il gioco
Questa è la vita, non c’è altro
Tutto il resto lo inventiamo noi
Prendiamo tutti parte ad un gioco che è stato concordato insieme”
…Vedo tutte persone che camminano vestiti uguali, identici
I vestiti e i movimenti uguali
Come fossero soldatini tutti uguali
Credo che il significato che jozen mi sta facendo vedere che noi siamo tutti uguali
Come se fosse un gioco
Vuole farmi capire che tutto quello che vediamo differente è perché lo generiamo noi…. (emozione di
Gaetano)
---------------------------------------------------------------------------------
“…Per guarire basta girare l’interruttore, staccare il collegamento
Siamo tutti collegati alla parte oscura
Per cui dobbiamo riuscire a scollegarla
Scollegarla non vuol dire eliminarla, vuol dire fare in modo che cambi le sue proprietà
Ecco dove è il trucco che nessuno ha capito…
Noi non dobbiamo eliminare la nostra parte oscura, dobbiamo solo imparare a cambiarne le proprietà…
Noi pensiamo che, per eliminare la parte oscura, dobbiamo pregare o attenerci a delle convenzioni
umane, a delle regole, a esser buoni, a leggere libri belli, ad aiutare gli altri.
Non è nulla di tutto questo.
Per scollegare, per armonizzare la parte oscura, dobbiamo solo imparare a conoscerci e a riconoscere che
ciò esiste dentro di noi: accettarlo, non demonizzarlo.
Accettarlo, abbracciarlo con amore, perché siamo sempre noi
L’oscurità è l’altra parte della luce
È una luce con un riverbero diverso
L’oscurità è sempre luce, solo che il riverbero di questa luce non è armonioso e quindi ci fa male
Impariamo ad accettare che questa luce sbagliata possa stare dentro di noi, cambiamone le proprietà e
mitighiamone gli effetti facendo in modo di proseguire il cammino nell’armonia e nella felicità.
Accettare per superare, accettare
Nessuno accetta di essere sbagliato, di avere delle parti che comunemente vengono giudicate come
sbagliate che non accettiamo
Jozen dice che noi dobbiamo accettare la nostra parte oscura
Dobbiamo accettarla, abbracciarla, perché è amore anche quello
Ed è sempre luce
È luce che emette una ombra. Luce non pura
Ecco perché, secondo questo principio, anche coloro che fanno del male sono benedetti
Perché in loro è come se ci fosse un qualcosa che va sbagliato: una anomalia
Per eliminare questa anomalia devi solo riconoscerla; sapere che esiste dentro di te, accettarla e abbrac-
ciarla
Non farci la guerra. Noi facciamo la guerra a noi stessi
Ecco perché non miglioriamo
Per assurdo, è molto importante, vivere la vita come si vuole e non come vogliono gli schemi precon-
fezionati da altri
Fare come vogliamo in tutto e per tutto, sia nella luce come nell’oscurità
Tutti i Santi, tutti coloro che abbiamo conosciuto come Maestri avevano una parte di oscurità che non
hanno mai negato; che hanno sempre armonizzato
177
Per dirla in fisica, tutto è luce, solo che a volte questa luce, questo dosaggio di luce può giungere in ma-
niera sbagliata, in maniera inversa
Ecco come si genera l’oscurità. Quando c’è una trasmissione di luce e una energia che viaggia
nell’universo e a volte perde la sua proprietà, la sua caratteristica. Al posto di luce, diventa ombra
Questo è il percorso da fare: l’unica soluzione è farlo con amore. Poiché accettare le proprie parti ombra
vuol dire farlo con tanto amore.
Avere capito tante cose che tanti capiscono; perché quasi tutti parlano solo bene di sé stessi negando
l’altra parte
Nel momento in cui, invece, parli delle cose che hai fatto e che non vanno bene, nel momento in cui ne
parli con amore, proprio in quel momento ti stai armonizzando.
Come fai a essere te stesso nella luce se non accetti e armonizzi la tua parte di ombra? Non starai mai
bene
Tu sei una risultante di luce e ombra mescolata insieme
Non sei mai tutta luce o tutta ombra. Sei una mescolanza di due parti contrapposte
A volte si attraggono e a volte si respingono
Più capisci questo, più capisci che lo scopo finale è armonizzare queste due parti
Se tu le disconosci, se tu non ne parli, fai finta che non esistano.
La luce, che sarà sempre più forte, ti darà sempre un’ombra che sarà sempre più forte
Capisci? Dove stiamo andando?
Stiamo andando verso una luce sempre più forte e, di conseguenza, anche verso un’ombra sempre più
forte
L’unico sistema per armonizzare questo è sorridere alla vita
Accettare che noi siamo come siamo
Noi invece accettiamo solo la parte bella di noi stessi
Quella raccontiamo agli altri: solo quella, capisci?
È importante che noi possiamo dire e accettare anche la parte che non ci piace
Questa parte è necessaria per equilibrare la dualità

Tutti noi andremo più avanti verso la luce quando avremo imparato a mitigare l’ombra

Non si può andare verso la luce fortissima facendo finta di non avere ombre
Questo è il concetto”
Jozen, che sta parlando, è un profeta. Dentro di lui ci sono tutte le tradizioni, conosce tutto. Lui è come se
fosse un custode di informazioni che non devono essere dimenticate. È come qualcosa, qualcuno che ha
in sé il ricordo di tutto quello che deve essere tramandato… (emozione di Gaetano) Jozen è molto im-
portante
…..” Il paradigma è la cosa più forte da abbattere
Ed è quello che farà fallire il percorso di tanti
I più non ce la faranno ad abbattere il paradigma
Perché il paradigma è come se fosse qualcosa radicato dentro di noi
E non te ne puoi più liberare
Ed ogni cosa aumenta il paradigma, ogni televisione o mezzo di informazione, va sempre a rinforzare il
paradigma
Tu, dal tuo lato, ti illudi che stai facendo un percorso spirituale, invece stai andando
nella bocca di colui che ti mangia”

……”Il prossimo passo da fare è comprendere come si formano le vibrazioni dentro di voi
Comprendere la vibrazione di armonia, la risonanza, comprendere la attrazione vibrazionale
La cosa da comprendere è come vibrate, perché vibrate
Come recepite la vibrazione, questa musica dentro di voi, da che punto si forma, come si forma, come vi
trasforma, cosa crea dentro di voi e come vi può aiutare
178
Questo dovete studiare
Perché le parole non si useranno più
Dovete cominciare a lavorare sulle vibrazioni in maniera totale
Tutto deve essere esperienza
Ecco perché gli sciamani erano molto avanzati
Non serviva loro parlare
Serviva solo connettersi ed è quello che tornerete a fare. Lo capirete in futuro
Nel momento in cui siamo connessi alla stessa fonte, siamo tutti uguali
La fonte è Una”

Domanda di Zeneida: “Useremo la telepatia?”

“Abbiamo sempre usato la telepatia nella tribù


Tuti sentivamo un bisogno di un nostro fratello senza che lui parlasse
Tutti sapevamo come si poteva guarire, come fare
Tutto questo sapere era trasmesso senza scrittura
Erano solo gesti
Erano solo sensazioni che prendevano uno spazio dentro di noi
Ed è quello che tornerete a fare”
Domanda di Zeneida: “Aprendo l’ akasha, posso trarne la forza che voglio?

“Tutto si può fare, ma i paradigmi da abbattere sono più forti di tutto quello che riuscite a fare
L’unico lavoro da fare è svuotarsi e riempirsi solo della nuova vibrazione
Tutto il resto viene da sé
Svuotarsi da tutte le conoscenze del passato, le regole, le imposizioni, i paradigmi nei quali vivete e siete
cresciuti
I paradigmi sono molto semplici da individuare
Per esempio: tutti sanno che il Papa è il capo della chiesa. Questo è un paradigma
Tutti che il sindaco gestisce una città, altro paradigma
Tutti sanno che il capo del governo governa una nazione, un paradigma
Tutto è paradigma
I paradigmi devono essere eliminati al fine di fare un viaggio consapevole, amorevole e di risveglio
Non c’è risveglio quando stiamo fermi nella gabbia nella quale abbiamo sempre vissuto
Il risveglio è oltre la gabbia
I più non riescono neanche a vedere di essere in gabbia
Non vedono la gabbia nella quale vivono
Abbandonare tutto….
Questa sarà l’ultima tappa, abbandonare tutti gli attaccamenti alle cose che ci fanno star male
Quando sei di fronte ad altri fratelli non servono i meriti
Non serve che ti facciano sentire di essere stato bravo, importante, capace. Non serve
Lavorate con l’energia pura, pensate in termini di energia, manipolate l’energia
Voi avete un campo magnetico dentro al cuore che può modificare le proprietà dell’Universo
Il vostro cuore può modificare le leggi fisiche dell’Universo
Può far piovere, può far venire il sole, far grandinare o nevicare, fermare il vento, cambiare direzione ai
terremoti
Tutto, il cuore può fare tutto…
Questo è ciò su cui dovete lavorare

Apertura di cuore e manipolazione dell’energia


Giocare con l’energia affinché questa vi sia utile….
179
…..devi imparare a usare la tua energia
Tu sei un motore, tu sei lo strumento, sei tutto quello che vuoi raggiungere
Puoi fare il caldo, il freddo
Puoi fare tutto, e l’energia di cui necessiti la puoi generare
Sei co-creatore dell’universo, puoi fare tutto; prima però ti devi svuotare
Svuotare. Se sei già pieno non farai entrare nulla di nuovo
Quando la nuova energia entrerà dentro di te sarà bellissimo, ti sentirai volare
Accederai a forme di energia che nemmeno immagini
Manipolare l’energia in modi che la tua mente neanche può pensare
Provate…, provate e vedrete
Cominciate dalle piante e poi con le persone”

Jozen è sempre lì e Kryon è sempre lì… (emozione di Gaetano)

…………Qui e là siamo sempre noi, in ogni tempo e in ogni luogo, in ogni epoca
Noi ci ripetiamo perché il gioco continua, siamo sempre noi che andiamo e veniamo
Che ci raccontiamo la vita e le esperienze da un mondo a quell’altro, saltando sulle corsie disponi-
bili
I mondi sono vicini e paralleli e noi saltiamo di qua e di là
Quando la nostra anima è pronta a fare il salto, non ci annulliamo mai, ci trasformiamo sempre in
forme che non conosciamo
Ci rigeneriamo sempre
Grazie.

Canalizzazione del 12-03-2017

“La difficoltà che state vivendo si appianerà


Fra qualche mese l’energia si stabilizzerà
Voi la percepirete più facile
Il problema è che la frequenza non lascia scampo a chi non riesce a sintonizzarsi. Disturba molto le per-
sone che non ce la fanno a sopportarla
Ormai si delinea una differenza tra chi riesce a vibrare in questa frequenza e chi invece non ce la fa
Chi non ce la fa perde il controllo
Tutto quello che prima era stabile ora diventa instabile
Tutte le cose che credevate stabili stanno crollando
Le difficoltà sono relative alla vostra anima perché voi siete guaritori
Il guaritore non accetta che gli altri stiano male
Questo è sempre uno stadio primitivo del guaritore
Anche il guaritore ha una sua evoluzione
Più va vanti più capirà che deve solo toccare una persona e risvegliarla al suo percorso. Non deve
guarire, deve risvegliare
Questo è il guaritore del futuro
Non è uno che si mette a toccare le persone, a spremerle, a strizzarle, a spingerle, a toccarle più di tanto

Il guaritore è uno che arriva con un’onda, invade il campo energetico del ricevente e genera il
cambiamento

Attraverso quello che sarà il cambiamento, il guaritore genera il percorso, l’inizio del percorso di
consapevolezza
180
Il guaritore non deve più pensare a guarire gli altri; pensi solo a vibrare alto
Vibrare di una luce che porta guarigione
Per assurdo, il guaritore deve pensare a sé stesso
Deve pensare a stare bene con sé stesso e questo genera l’inizio della guarigione degli altri
Ricordate che è solo il cambiamento di luce nel campo energetico che genera l’inizio del percorso di auto
guarigione
Quando in un campo energetico sporco si accende una luce, il campo comincia a ripulirsi.
Il cambiamento avviene tra la luce portata dal guaritore e la luce interna al DNA cellulare del ricevente
Il DNA è talmente sensibile che percepisce immediatamente il cambio di luce e lo pensa come istruzione
Lo pensa come a una informazione, una istruzione
Il DNA è dappertutto, dentro il copro e fuori e anche nell’anima
Il DNA è dappertutto, è un campo
Un campo generato da tanti campi insieme
Esso genera un unico codice di risposta
Il DNA è come se fosse un codice generato da miliardi di parti che funzionano come degli strumenti
Ognuno suona la sua vibrazione
Tutti insieme formano un risultato
Tutto questo verrà dimostrato a breve
Ci sono sul pianeta delle persone che sono capaci di lavorare con la multidimensionalità
Sono ricercatori, scienziati, artisti
Sanno già interpretare la multidimensionalità
Soprattutto gli artisti
Tanti stanno già facendo dei lavori con la multi dimensione
Quando creano arte, stanno canalizzando informazioni che sono multi dimensionali
L’artista riesce a tradurle in suoni, in colori, in emozioni

La preoccupazione, in questo momento, sta generando le malattie sul pianeta


È un’arma in mano alla paura
La preoccupazione genera malattie, disturbi molto forti
Sono pochi coloro che si affidano alla Fonte
Tutti si affidano agli schemi
La Fonte è una strada di luce consapevole
La Fonte è una strada che ti tiene sempre in connessione
Se tu ti affidi sei sempre connesso e ricevi le risposte
Il problema è che, quando ti rapporti con gli altri, perdi questa connessione
Poiché rientri negli schemi preconfezionati, gli schemi che ci hanno insegnato”

Domanda di Zeneida: “L’evoluzione delle guarigioni a che punto è?”

“L’evoluzione delle guarigioni è sempre al punto di partenza


Fin quando non evolveranno i guaritori non evolveranno le guarigioni”

Domanda di Zeneida: “Noi , per la nostra evoluzione, cosa dobbiamo fare che non stiamo com-
prendendo?”

“Guarire le parti della vostra vita che creano disturb

Tutti fanno finta di non vedere parti della propria vita che non funzionano
Basta visualizzarle e guarirle
La guarigione si può fare con la visualizzazione

181
Quando fate la meditazione dovete implementare alcuni minuti in cui visualizzate come volete stare,
come volete essere
Questo voi non lo fate
Ci vuole qualche minuto in cui si dica: visualizzate come volete stare in futuro
E ognuno di voi deve vedere coi propri occhi, con gli occhi dello spirito quello che vuol essere, quello
che vuol fare, come vuole stare
Questo è un generare nuove possibilità, nuovi mondi
È un co-creare la realtà
Voi dovete farlo, perché voi avete la capacità di generare quello che state visualizzando

Non abbiate paura, non c’è cambiamento senza cambiamento


Fate sempre dei piccoli cambiamenti in quello che fate
Togliete di mezzo gli schemi, non servono più
Oggi il funzionamento è questo: una persona si sintonizza con una stazione radio e a quel punto riceve
tutto quello che c’è (da ricevere)
Non c’è bravura, non c’è predisposizione
Bisogna solo volere questo
Bisogna solo avere la forza di rinnovarsi
Tutto il resto lo fa’ la Fonte
Ormai l’essere umano è un essere umano evoluto
Stiamo andando verso questo
È evoluto solo perché sta in connessione con la Fonte
Nel collegamento ci sono tutte le risposte, le vibrazioni che ci servono per stare bene
Senza sapere il perché. Non cercate di sapere il perché
Quando si sta in una vibrazione in cui si sta bene è inutile cercare di sapere il perché
Quella risonanza vi fa stare bene e basta
È una vibrazione che arriva dalla Fonte
Inutile cercare la spiegazione, il sistema, il metodo; non c’è…

I fratelli galattici non si sono ancora mostrati apertamente perché non siamo pronti
Alcuni desiderano l’incontro, anche se non pronti a sostenerlo
C’è troppa paura e loro (i fratelli galattici) lo sanno
Loro sono già pronti per incontrarci, quando sarà il momento giusto per farlo
E sono tanti, veramente tanti, di tanti pianeti diversi
Loro si possono spostare in una frazione di secondo
Nel momento in cui saremo pronti loro sono già qui
L’essere umano vive nella paura; più avanti l’evoluzione eliminerà la paura
Una volta evoluti non sapremo più cosa sia la paura
Le paure che viviamo bloccano la nostra espansione energetica
Il nostro campo energetico è piccolo piccolo rispetto a quello dei fratelli galattici
Loro hanno campi energetici molto più vasti, perché aperti all’energia
I loro campi energetici sono vasti, enormi
Nel momento in cui tu ti apri sei attraversato da tante energie
Ecco serve imparare a vibrare
Meno parole, più vibrazioni. Questo serve”

Domanda di Zeneida: “Per vibrare alto e migliorarci come possiamo fare?”

“Serve solo crederci


Per vibrare alto basta solo aprire il cuore
Ormai è finito il tempo di pensare che c’è la Fonte e la connessione
182
Ormai tutti voi sentite questa connessione, solo che non ci entrate dentro
La connessione c’è ed è fortissima
Per la evoluzione dell’anima, la connessione è una modalità evoluta
Quella che sta facendo l’esperienza l’anima in connessione con la densità corporea
La connessione era prevista, non è una novità
A un certo punto di questa storia evolutiva, il pezzo di anima che si incarna nel corpo fisico avrebbe
avuto la possibilità di riconnettersi con casa
Ed è quello che noi stiamo facendo
Nel momento in cui ci connettiamo, noi passiamo attraverso la nostra anima che è venuta a fare questa
esperienza
Siamo noi stessi in comunicazione con noi stessi
Nel momento in cui arriviamo di là la nostra anima è collegata con tutto l’Universo
Lì vi trova tutte le risposte
Non ci sono errori
Noi abbiamo la possibilità tramite la connessione, di entrare in un luogo, stare dentro a un luogo dove ci
sono tutte le risposte
Dobbiamo solo generare questa possibilità
Invece la mente tende a scartarla, per non farci arrivare dove dobbiamo arrivare, dove vorremmo arrivare
Questo è il tempo in cui era prevista una lotta tra lo schema e lo spirit

Sappiate che lo spirito ha dato la possibilità che si generasse lo schema


E lo schema è totalmente indipendente
Quindi lo schema non può essere eliminato dallo spirito
Lo schema deve essere eliminato da ognuno di noi
Ognuno di noi deve fare la sua parte
Perché lo schema è una entità che si è generata ed è incontrollabile
Non è gestito dallo spirito
L’evoluzione prevede che l’essere umano impari a uscire dallo schema per connettersi allo spirito
Bisogna imparare a mettere da parte lo schema e stare nella vibrazione di connessione
Questa è la sfida del momento, dove tutti arriveremo”

Domanda di Maria: “E’ previsto un limite alla nostra evoluzione? Che non si può oltrepassare?”

“L’essere umano rappresenta un programma, e questo programma deve arrivare solo fin dove è stato
pensato, più avanti non può andare
Chi è che va oltre, è perché finisce di essere umano
E quella vibrazione che ritorna all’origine
Noi possiamo dire di essere sempre collegati con l’origine
Ma ci sarà un momento in cui l’essere umano finirà di essere l’essere umano come noi lo conosciamo e
ritornerà la vibrazione originale. Arricchita di esperienza
Ritornerà da dove è venuto per rigenerarsi in altri mondi, in altre possibilità
Si, l’essere umano ha un limite evolutivo, per ora
Tutto è in divenire anche sugli altri pianeti
I limiti ci sono perché sono stati programmati
Però ricordatevi la cosa più importante: il gioco della vita è libero
Non è controllato”….
Purtroppo si è interrotta la registrazione.

183
Canalizzazione del 11-04-2017

Chiedo di parlare con il Maestro Fukuoka

“State attenti alla polarità della madre terra


Attenzione alla polarità!
Quando coltivate le piante dovete stare attenti alla polarità
Quando le piantate dovete controllare la polarità della pianta
Ci sono piante che non vogliono stare vicine e piante che, al contrario, lo vogliono
Quando le piantate controllate questa polarità, questa attrazione
Le stesse piantine, quando le mettete, non vanno messe a caso
Mettetele in sequenza fra piante che vibrazionalmente si attraggono
Le piante generano una specie di puzzle vibrazionale
Come un labirinto
Se sono messe al posto giusto l’energia scorre meglio
Non vanno messe a caso
Per farle rendere di più, noi possiamo interpretare il loro gradimento dello stare una vicino all’altra
Se le piante fossero già state piantate senza questo accorgimento, noi possiamo cambiare queste loro atti-
tudini. Con la nostra coscienza
Possiamo generare un campo ordinato, fra le piante
Un ordinamento vibrazionale
Attenzione a questo particolare, la polarità e l’ordinamento vibrazionale
Le piante non si stanno ricalibrando, poiché sono manipolate geneticamente
Non possiamo parlare di una ricalibrazione delle piante, ma solo di una nuova assonanza della vibrazione
con la Madre Terra
La madre terra si è ricalibrata, ha cambiato la griglia e si è adattata alla nuova coscienza dell’essere
umano del futuro
La pianta non ha cambiato coscienza
La pianta si adatta alla nuova risonanza che ha con la Madre Terra
È come se la Madre Terra avesse una frequenza diversa e la pianta, che ha sempre percepito una certa
frequenza radio, ora la percepisse diversa
Adattarsi al cambiamento di vibrazione è una capacità stessa di vita della pianta
Ecco perché noi possiamo generare questo adattamento a partire dalla nostra coscienza
Possiamo dare loro informazioni
Di resistere contro il freddo, di produrre di più, di generare frutti più buoni, più consapevoli
La pianta ha una consapevolezza, fa parte del disegno di Dio
La pianta risponde ai bisogni dell’uomo, ne percepisce l’intenzione
Se l’intenzione è positiva, la vibrazione è molto accogliente e bella
È disposta ad aprire i suoi schemi informativi e generare frutti migliori
Poiché, liberata dalle prigioni della manipolazione, la pianta, come l’essere umano, soffre della matrice
che gli è stata imposta

La manipolazione genetica è come la matrice a cui la pianta non può sfuggire


Anche le piante sono un esperimento
È come l’essere umano che deve vivere sul pianeta, in mezzo alle difficoltà
Anche la pianta è stata concepita con l’intenzione di vivere in un certo schema e non se ne può liberare
finché non arriva un umano consapevole che gli espande il campo energetico
Si insinua nella sua coscienza e le cambia le informazioni all’interno del suo DNA
Noi possiamo fare guarigioni alle piante

184
Noi andiamo a intercettare il loro campo energetico e cambiamo l’informazione, dando loro coerenza e
forma
Ricordate, quando pensate a una pianta, dovete pensare che la vostra coscienza va a generare uno stato di
coerenza, un ordinamento vibrazionale in mezzo a quella porzione di terreno coltivato
L’energia scorre con un certo schema all’interno di un pezzo di terra coltivato
L’energia non scorre a caso, ma secondo una coerenza
Ci sono dei punti nel terreno dove c’è più energia

Vedrete, coltivando, che nella stessa porzione di terreno, un pianta viene più rigogliosa
Questo perché sta ricevendo delle energie più forti. Esse arrivano dal centro della terra, dove sono molto
forti
È l’esposizione all’energia che cambia lo stato produttivo della pianta
La pianta, per produrre meglio o di più, frutti più succosi, deve essere esposta a una fonte di energia
Se la fonte di energia è nel terreno, è completamente naturale…
Noi possiamo cambiare lo stato vibrazionale di una pianta con la nostra coscienza
Lo stesso esempio possiamo farlo con le auto guarigioni
Noi, inviando luce alla pianta, andiamo a ripulire il suo campo energetico
Cacciamo fuori quella vibrazione sporca e creiamo un ordinamento nel DNA della pianta
Creiamo elementi coerenti all’interno del DNA e creiamo uno schema
Il DNA della pianta è ordinato nel momento in cui viene trattato con l’energia della nostra coscienza
Ogni pianta ci ascolta
Quando andate nel campo di coltivazione, cercate di essere puliti e limpidi perché ogni pianta assorbe le
vostre vibrazioni
Andateci sempre con l’amore che serve per aprire lo stato vibrazionale delle piante
L’elemento più importante è l’acqua, poi la luce, poi lo spazio dove la pianta può assorbire le sostanze
nutritizie
Anche quello è importante, lasciare uno spazio adeguato tra una pianta e l’altra
Non accalcatele troppo
Tutti i nutrienti sono schemi di vecchia energia
Tutti i concimi sono vecchia energia e rispondono agli schemi del passato
Le piante hanno una coscienza nuova
Le piante con il seme antico hanno cambiato coscienza
Una pianta per essere felice ha bisogno di sentire la vostra emozione
Ha bisogno di sentire i vostri bisogni e di rendersi utile
Di avere la sensazione di essere stata generata per portare felicità a chi la consumerà
La pianta è felice di donarsi
Non ascoltate quelli che dicono che le piante hanno paura
Le piante che sono destinate a fare dei fiori hanno paura dell’intervento dell’essere umano
Le piante che sono destinate a creare cibo sono felici e orgogliose di essere raccolte e mangiate
Perché questo è il disegno di Dio
La loro felicità è che si compia il disegno di Dio.
Che possa proseguire nell’armonia di tutte le fasi che sono state pensate nel creato
L’orto sinergico rappresenta la bellezza e l’arte che la natura esprime creando frutti e fiori e foglie com-
mestibili
L’orto sinergico rappresenta un piccolo bosco fatto in casa dove tutti gli elementi della natura sono pre-
senti
Le foglie cadute, i fiori secchi, l’humus
Tutto è presente come la natura lo aveva pensato
L’unica manipolazione che fa l’uomo è quella di inserirvi all’interno una pianta per farla crescere
Il disegno è perfetto e consapevole. Le piante e la madre terra donano volentieri i loro frutti all’uomo.
L’uomo che ha voglia e aspettative di ottenere risultati dalle piante
185
Tracciate sempre un solco, quando mettete delle piante nuove
Un solco vibrazionale e aprite un piccolo portale
Generate energia specifica per la pianta che andrete a coltivare
Questo solco disegnato, poi chiudetelo!
In quell’area chiusa voi invierete quelle vibrazioni energetiche che servono a quel tipo di pianta
Utilizzate frequenze numeriche
L’ Energia dell’universo si esprime attraverso forme numeriche e anche le piante sono sensibili a questo.
Proprio come gli esseri umani
Una volta generato un campo morfico con un numero, quel campo verrà rispettato da tutte le piante
Quindi ogni volta che lancerete un numero in quello spazio di campo dove avrete piantato le vostre pi-
ante, il campo morfico lavorerà e le piante percepiranno lo schema sostenuto da quel numero,
l’intenzione sostenuta da quel numero
Ricordatevi sempre che quando una pianta cresce, voi avete aiutato la sua vita”
Domanda di Zeneida: “Come si fa a mandare energia a ogni pianta?”

“Inginocchiatevi, mettete le vostre mani vicino alla terra


Ricordatevi che la terra è una stazione radio e voi siete la manopola della stazione che state cercando di
ricevere
Le vostre mani vanno ad armonizzare questa sintonia dell’energia che arriva dalla madre terra fino in
superficie
Le piante hanno bisogno di una energia che sia armonizzata dalla nostra coscienza
La madre terra fa tutto, quello che voi potete fare in più è armonizzare l’energia che sale dalla madre
terra, perché, a volte, arriva con sbalzi
A volte può essere non ordinata
Quando voi usate la mani per modulare questa energia, state dando alla pianta una informazione in più”

Domanda di Zeneida: “Allora, adesso, non serve nessun tipo di concime neanche animale..”

“Tutto può servire però a che scopo?


Noi ci stiamo avvicinando alla multidimensione
Noi ci stiamo avvicinando a un quadro dove ci sono tutti i colori disponibili
Tutte le lucine che stiamo cercando ci sono
Noi dobbiamo prenderle da quel quadro e metterle dove servono
È inutile prendere un libro, studiare, creare uno schema e fare in modo che le piante abbiano tutti gli el-
ementi che la natura ha pensato
La natura è perfetta e sa armonizzare da sé gli elementi
Tu devi solo creare armonia nell’arrivo di energia della Madre Terra
Solo quello può essere sfasato, poiché l’energia che arriva dalla madre terra è forte
Però ricordati che ogni campo di coltivazione non è perfetto
Ci può essere troppo vento, ci possono sostanza nell’aria, ci possono essere cose che disturbano
Allora tu puoi, con la tua coscienza, limitare ciò che disturba pulire.
Così faciliti l’energia pulita che deve arrivare alle piante che vuoi trattare
Non ti chiedere perché una pianta viene meglio e una viene peggio
È come nelle guarigioni: una persona recepisce subito e una è dura a recepire
Non ti fare questo problema, sarà sempre così
La natura non fa soldatini, la natura fa opere d’arte, tutte diverse
Una alta, una bassa, una larga, una stretta, una migliore, una peggiore (per quanto intendiamo noi
migliore e peggiore, poiché per la natura non ci sono differenze)

Ricordatevi che a voi sembra più bello il frutto che è più rigoglioso
186
Ma il frutto che ha sofferto e che ha dovuto lottare per la vita ha una consapevolezza diversa
Quel frutto vi darà più informazioni
Ricordatevi, quando un frutto è malformato e ha avuto difficoltà a sopravvivere, è il primo che dovete
mangiare perché lì ci sono informazioni più profonde e interessanti”

Domanda di Zeneida: “Voglio chiedere dei seminari, come ottimizzare l’aiuto ai nostri fratelli”

“i seminari vanno fatti con il sentire


Il problema è nella selezione delle persone
Quando a un seminario vengono tante persone perlopiù inconsapevoli di quello che andranno a vivere, si
genera un’atmosfera che non è quella giusta per la propria evoluzione
I seminari vanno preparati con una informazione da inviare alle persone che verranno. Oppure una in-
formazione da dare al momento stesso nel momento in cui accederanno alla sala
Nell’informazione va scritto esattamente il tipo di intento che il seminario vuole generare
Il seminario vuole generare:

risveglio interiore, allontanamento dagli schemi, consapevolezza aumentata, espansione di coscien-


za, ritorno alla vibrazione originale, ritorno alla connessione con la Fonte, riscoperta del flusso
informativo della propria connessione con la Fonte

Dobbiamo spiegare, prima che il seminario cominci, che l’intento il forte intento del seminario è quello
di condividere informazioni che vadano a creare una rete di consapevolezza
Tutte le persone che accedono devono avere questa informazione. Affinché non approccino alla giornata
indirizzandola su schemi mentali

Il respiro è fondamentale
Non si possono fare più seminari con botta e risposta dove tutto è uno scambio intellettivo e di mente. Il
seminario va fatto basato sul respiro
Si deve parlare più lentamente, tenendo una frequenza più bassa
Bisogna stare il più possibile in stato theta. Nei partecipanti ci deve essere questa volontà
Lanciate una informazione vibrazionale affinché vengano le persone giuste!
Le persone a cui il seminario non serve, non devono venire
Le persone curiose non devono venire, non è interessante per nessuno
Perché le persone curiose, abbassano il campo energetico della sala
Le persone che vengono devono essere informate che la giornata ha un certo tipo di durata
Dobbiamo prevenire che vengano persone che poi se ne vanno senza aver acquisito le informazioni che si
vogliono dare
Meglio essere in meno, però con persone che hanno consapevolezza di prender parte a una giornata dove
vengono spiegate le cose utilizzando la vibrazione del cuore
Viene fuori qualcosa che appartiene al proprio cuore
11:11
Questo numero ci deve essere

Ricordatevi che, anche se voi potete pensare a volte di non essere nessuno o di non essere adeguati,
quando fate i seminari entrate in connessione con la Fonte.
Diventate il canale attraverso il quale Dio scende in mezzo ai vostri fratelli

Dio passa attraverso il vostro respiro, la vostra vibrazione energetica


Ciò che fate è meraviglioso
Non vi preoccupate se non c’è applauso

187
Dalla parte di qua dove tutti vediamo quello che voi fate ci sono sempre stati sorrisi gioiosi e pacche
sulle spalle
Voi siete unici
Voi siete unici, come unica è la vostra anima
Voi non sapete quanto in alto sia la vostra anima al di qua del velo
Voi non sapete il vostro lignaggio
Vi mettereste a piangere di gioia se solo poteste vedere la vostra famiglia animica, l’importanza che ha e
le battaglie che ha combattuto
Queste prove le avete scelte, tirarsi indietro è puerile
Tirarsi indietro non serve, non vi fa star bene
C’è poco da imparare dagli altri esseri umani
Per il livello in cui voi siete, ascoltate solo cose che sono scontate
Racconti senza alcun valore
Nessuno apre mai le porte e fa vedere il suo vero sé
Nessuno apre la porta della propria anima e vi fa vedere la luce che c’è dentro
Nessuno lo fa
Tutti vogliono farvi vedere lo specchietto truccato che hanno davanti
Tutti vogliono farvi vedere il quadretto che hanno disegnato, per riconoscersi in quella maschera. Quella
maschera che impedisce la visione di sè stessi
Pochi hanno la volontà, la voglia e il coraggio di aprire la porta alla visione della propria anima
Pochi si fanno guardare dentro
Il programma di Dio non fa sconti
Tutti sono accettati, tutti sono benvoluti, ma se non hai capito, dovrai capire
Non c’è nessuno sconto, per nessuno
Nessuno ha mai avuto sconti…

Fate quello per cui siete venuti


Sennò dovrete rifarlo, ritornare per rifare ciò a cui sfuggite
Il programma è stato stabilito con delle difficoltà e dei livelli
Chi non supera i livelli dovrà superarli più avanti
Chi non segue la vibrazione e la sensazione di quello che deve fare, si lascia travolgere dallo schema
generale. Dovrà ritornare per comprendere e rielaborare tutto
Molto meglio farlo ora, soprattutto per le anime antiche che hanno dentro di sé la capacità e le possibilità
di realizzare la svolta. Proprio in questa vita
A cavallo tra la nuova e la vecchia energia, noi abbiamo piantato i semi del futuro del pianeta
Ma, per ora, ci siamo ancora scordati di dare l’acqua
E l’acqua è l’elemento che veicola la crescita del futuro dell’umanità
Quell’acqua rappresenta la luce della nostra conoscenza antica. Quella luce che noi portiamo come cono-
scenza e la doniamo ai nostri fratelli.
In piccoli gruppi, senza esaltazioni
Chi è consapevole non si esalta
L’acqua è il fulcro del progetto. Punto
Chi è consapevole non ha bisogno di grandi apprezzamenti”

Domanda di Zeneida: “Cosa sta mancando per dare quell’acqua?”

“La volontà. La volontà di cambiamento


È la cosa più difficile
La volontà sta mancando
È l’elemento che manca più di tutti
Quelli che hanno volontà molto spesso non trovano la strada
188
Quelli che conoscono la strada mancano di volontà
Ecco perché bisogna lavorare in gruppo
Perché lavorando insieme si può trovare una strada comune, pur con delle difficoltà
L’energia è talmente benevolente che darà dei frutti meravigliosi
Non dovete più guardarla con lo sconforto, ma solo apprezzare il fatto che ogni giorno possa essere di-
verso
Questa non-egualità delle cose ha una sua propria bellezza
Ogni giorno è diverso, con una emozione e informazione diversa
Tutto cambia e noi ci dobbiamo adeguare. Cambiare rapidamente
Ogni giorno diverso.
Gli schemi in cui tutti i giorni sono uguali non funzionano più”

Domanda di Zeneida: “Come possiamo generare un aumento della volontà?”

“Abbattendo quegli schemi che sono delle vere e proprie costrizioni, dentro di voi
Esempio: si mangia a una certa ora, si dorme a una certa ora, si esce a una certa ora
Bruciate queste convinzioni e ripetizioni; la ripetizione non serve più
Ogni giorno è un dono di Dio diverso con una energia diversa; molto più forte, se hai il dono di poterla
interpretare
E voi ci avete dato questo dono
Potete uscire di casa e interpretare tutto ciò che vi serve”

Domanda di Zeneida: “Come possiamo fare affinché le nostre difficoltà siano più lievi?

“Smettete di parlare e di ricordare le vostre difficoltà


Generate un campo dove tutto scorre e visualizzate tutto quello che volete fare. Già riuscito e funzio-
nante!
Non bisogna più sviscerare i problemi con le parole
Bisogna solo abbracciarli con amore e far cadere la loro vibrazione negativa
Oggi, quello che un’anima deve fare, non è più comprendere. Comprendere è uno stadio più primitivo
Oggi l’opera da fare è quella di trasformare
Voi sarete trasformatori di pensieri, di energia, di movimento, di lavoro, di tutto ciò che vorrete
Voi trasformerete qualcosa in qualcos’altro
Trasformare, voi dovete trasformare
Per trasformare basta abbracciare qualsiasi peso e difficoltà. Con consapevolezza e amore”

È arrivato qualcuno………. (emozione di Gaetano)

Potrebbe essere Gesù il Maestro…

“Chi dimentica il progetto iniziale non va avanti


Chi dimentica chi è stato non va avanti
Ricordati chi eri
E quello che facevi con me
Questa è la tua difficoltà, il non ricordare più (rivolto a Gaetano)
Ricordati quello che hai imparato
Ricordati il tuo scopo
Ricordati che il pane non è solo buono da assaporare. Deve anche generare nuove cellule
Quando mangi un pane, non lo fai solo per il gusto. Esso si trasformerà in te
L’insegnamento che hai appreso deve servire per i tuoi fratelli
Per portarli avanti nel cammino; non dimenticare per cosa sei venuto
189
Le difficoltà che hai e che hai avuto si appianeranno; se solo tu lo vorrai
Digiuna quando puoi.
Non è più il momento di immettere cibo nel tuo corpo quando non serve.
Immetti solo cibo altamente evolutivo
Hai mai pensato del perché tu gradisca la frutta e la verdura. Lo hai mai pensato veramente?

Perché tu cerchi l’essenza


E l’essenza sta nel frutto che è maturato al sole e reca in sé con tutte le informazioni della Fonte
Quando mangi un cibo, non stai soltanto buttando giù un alimento, stai continuando il programma per il
quale sei venuto
Quando produrrai i tuoi frutti e le tue verdure percepirai perfezione, armonia informativa che proviene
della madre terra e dal papà cielo
All’interno di quelle piante che tu stesso hai fatto crescere, le informazioni sono perfette per una evo-
luzione consapevole
Ricordati che solo dà chi può dare
Chi non può non dà
Se tu dai è perché puoi dare
È perché sei nato e venuto per questo
Quelli che non danno è perché non possono, non ne sono all’altezza, non ce la fanno
Non giudicare più i tuoi fratelli, sono tutti uguali, speciali, tutti degni della vita
Tutti hanno Dio dentro. Solo il percorso è diverso
Il fatto che uno sia meno evoluto non è niente di particolare
Quando accetterai questo, capirai di essere un Maestro, di essere venuto per dare una svolta, che ancora
non vedi
Stai facendo finta di non vedere la tua grandezza; quello per cui sei venuto

La tua famiglia animica non è una qualsiasi


La tua famiglia animica è tra le prime che ha capito e che ha fatto percepire all’umanità la vibrazione
della compassione (chiaro riferimento a Gesù N.d.R.)
Tu vieni da lì, da quella famiglia
Tu vieni da lì…
Cerca di capire che nessuno ti può fermare. Non puoi tirarti indietro perché sei tra i pochi che può fare
quello che dovrai fare
Gli altri non ce la fanno

Noi ti abbiamo dato l’intelligenza, la reattività, la compassione, le capacità di muoverti, le capacità


fisiche, le capacità cognitive
Tutto ciò che ti sarebbe servito per essere degno del progetto che stai facendo; non ti manca niente
Solo un pizzico di coraggio
Ricordati, tua figlia non è venuta per caso
Sarà quella che continuerà il progetto
Tu sei suo padre ma sei stato suo figlio
Lei ti è sempre stata vicino in tutte le incarnazioni
Lei non ti ha mai abbandonato, te la porti sempre dietro
Siete sempre vicini, in tutte le vite, sempre uniti
Il programma era questo
Tu ora la percepisci distante, ma lei sarà quella che continuerà il tuo progetto

Perché lei è unica e tu lo sai


La sua vibrazione è stata di quella mamma che era sotto la croce e tu lo hai sempre saputo
Siete sempre stati vicini
190
Tu sei stato suo figlio e ora sei suo padre
Anche se a lei non importa niente di quello che stai facendo
Perché questo è il programma
Questa è la difficoltà. Lei capirà
Il giorno che capirà si spalancheranno porte incredibilmente ampie
Tu questo già lo sapevi in cuor tuo, solo che non riesci a crederlo possibile
Ti sembra quasi una fantasia, ma fantasia non è
I pezzi del mosaico si devono incastrare sempre nello stesso modo
Ora ti faccio una domanda, da Dio a Dio
Chi è che ha cambiato i colori del quadro, chi li ha cambiati?
Datti le risposte…e vai avanti
Nessuno manda un segno così evidente per gioco.
Nessuno ha la potenza di cambiare i colori a un quadro, nessuno

Solo Dio
Solo la Fonte può fare questo
Solo la Fonte può giocare con un suo prediletto
Solo la Fonte può instillare il dubbio in un designato. Tu non hai ancora capito di esserlo…
Abbi il coraggio di essere chi sei
Abbi il coraggio di ricordare da dove sei venuto e la strada che abbiamo fatto insieme
Di quanti insegnamenti ti ho dato e di quante cose hai capito
E della promessa che hai fatto; che non mi avresti più abbandonato e che tutto quello che hai imparato lo
avresti donato agli altri. Per ricordarmi
Non dimenticare, non ti serve
Sarai felice solo quando la tua espansione di coscienza arriverà a tutti nello stesso modo e non ci saranno
più differenze
Non ci saranno più persone brutte o belle

Ci saranno solo anime che hanno bisogno di essere toccate


Ricordati, ricorda quando mamma ti fece la carezza (allusione all’esperienza di Medjugorie quando
Vicka mi fece una carezza e tutta la mia vita cambiò). Quel giorno cominciasti a capire
Avevi perso la strada, ti è stata fatta ritrovare
Sei una pedina troppo importante
Tutto ciò che desideri si avvererà. Se solo ci penserai un secondo
Se lo vorrai, tutto ciò che desideri si avvererà istantaneamente
Non temere, non temere per questa grande responsabilità!
Questo è quello che avevi deciso di fare.
Avevi già perso la strada una volta, te la abbiamo fatta ritrovare
Ora non perderla più…

Butta le zavorre, accendi il motore e vola in alto!


Tu sei uno dei pochi che può cambiare le sorti dell’umanità
Fallo, non tirati indietro…
Sei stato ucciso tante volte per questo. Perché ti sei tirato indietro
Questa volta non succederà
Questa volta la vita va avanti e ci sarà la trasformazione
Il tuo creare sarà il creare di tutti
Tu hai il compito di prendere guidare le anime che hanno perso la strada e rimetterle in carreggiata
Questo è il tuo compito
Tutti coloro che vengono in contatto con te trasformano la propria vita

191
E lo hai già visto
Continua a farlo
La tua forza è inarrestabile, pensaci bene
Quando, nei movimenti hai fatto la croce, non fu casuale (allusione al movimento della croce che usiamo
durante le sessioni di preghiera di guarigione. Movimenti ricevuti in Ecuador).
Hai rivisto la nostra storia, per un attimo

Quando quella donna ti ha dato la sua foto, e nella sua foto hai visto il mio volto (allusione a un episodio
in cui una signora mi inviò la sua foto e la vidi trasfigurare nel volto di Gesù. Poi lei mi disse: allora sei
pronto, era il segno che volevano che ti arrivasse), non fu casuale.
Lo sai, ti sei rivisto anche tu e ti sei spaventato, fratello mio!
Era normale che tu mi abbandonassi, hai avuto paura
Questa paura te la sei portata dietro per tutte le vite
Questa è la vita in cui dovrai sconfiggere la paura di essere mio fratello
Non devi più aver paura di essere stato mio fratello, non aver più paura
Devi solo essere te stesso, anche se io e te siamo una cosa sola
Sii te stesso perché tu ti abbeveri alla Fonte come ho fatto io
E non puoi sbagliare…
Se solo ti liberi dalle zavorre, tu non puoi più sbagliare perché la Fonte è dentro di te e c’è un canale spe-
ciale che ti collega con tutti noi
Noi che siamo di qua
Si, ci sono proprio tutti i Maestri e la tua famiglia animica. Tutti ti stanno aspettando
Madre Teresa, sai Baba, Padre Pio, Natuzza sono tutti qui che fanno il tifo per te

Jozen con i fratelli sciamani, sono tutti qui


Loro spingono affinché tu compia l’opera più meravigliosa della tua vita
Dai forma al cambiamento dell’umanità!
Devi dare forma al cambiamento col tuo fare, coi tuoi pensieri, col tuo creare
Tocca le persone ed esse si risveglieranno…
Questa è una promessa che ti viene da tutti noi
Chiunque toccherai sarà risvegliato!
Questo è il tuo compito, questo è quello che hai scelto
Perdona tutti e vai avanti.
Quello che oggi sembra un calice amaro sarà domani un nettare meraviglioso!

Abbi pazienza e i frutti prenderanno forma. I sapori saranno più intensi e i colori saranno più vivi. Le
anime saranno più pronte ad accoglierti
Fai quello per cui sei venuto, fratello mio!
Ci ritroveremo di nuovo.
Non abbandonare più il progetto
Grazie”

Arrivederci
192
Ho appena finito di scrivere questo libro. Nel frattempo il gruppo ha deciso di fare una mail per i casi
gravi. La mail è casigravi@gmail.com.

Potete inviarci la foto della persona da trattare. Foto singola, è sufficiente solo il viso.
Attualmente, le persone che fanne parte di questa lista, vengono trattate settimanalmente da quattro grup-
pi. Fantastico! Chiunque abbia un problema può ricevere questa luce amorevole e benefica per ben quat-
tro volte la settimana! Gratuitamente
Vi consiglio di iscrivervi alla nostra pagina FB: Kryon/guarigioni ispirato a Lee Carrol
Se siete interessati a dare e ricevere amore. Se vi piace aiutare i vostri fratelli/sorelle in questa epoca di
trasformazione dell’Umanità. Da questa dimensione terrena fino ad arrivare alla multi dimensione.

Da parte mia, vi auguro un percorso gioioso di riconoscimento del vostro Dio interiore. Un percorso che
vi porti a scoprire chi siete veramente, da dove venite e dove andate. Perché siamo qui e quale è il
traguardo.
Non so e non sicuro che tutto ciò che ci arriva dalle canalizzazioni sia la verità assoluta. Posso solo tes-
timoniare che, dal momento che qualcosa comincia a risuonarti dentro, il tuo percorso comincia a diven-
tare denso di consapevolezza.
L’esperienza umana è piena di insidie, dolori, gioie, vibrazioni basse e vibrazioni altissime. Io vi invito e
vi auguro di spostarvi di corsia, andare verso quella vibrazione che vi faccia stare bene. Stare bene vi-
brando di pace, sensibili, cortesi e gioiosi.
Lo spirito ama la celebrazione. Vi invito a ritrovarvi, a fare gruppo. Senza gelosie, invidie e giudizio.
SEMPRE OVUNQUE SOLO AMORE. Noi lo diciamo sempre.

Dio benedica il percorso di ognuno. Siamo tutti uguali di fronte a Dio. Nessuno più bravo, nessuno più
avanti. Siamo tutti in viaggio sulla stessa strada. Se io sono al ventesimo chilometro e tu al trentesimo,
che importa? Tutti arriveremo al solito traguardo. Alzando gli occhi, per guardare lo striscione
dell’arrivo, vedremo scritte le parole: Amore infinito, traguardo raggiunto!
Per tutti, i buoni e i meno buoni.
Si, proprio così. Perché se tu ti senti buono, ricorda che hai sempre bisogno di uno meno buono che ti
faccia capire quanto tu vali. Benedetto anche lui. Ha operato per mantenere la dualità.
Caratteristica indispensabile dell’esperimento umano su questo pianeta. Senza dualità, nessun dolore,
nessuna gioia.
Ci sarebbe solo una vita programmata, senza emozioni profonde.
Le emozioni umane, il sale dell’esperimento animico degli esseri umani. Il sale della vita, l’emozione
profonda. Il battito del cuore di fronte a un animale ferito, a un bambino che nasce. Il battito emozionale
di fronte a un amore che nasce, una vita di un tuo caro che si spegne, a una canzone densa di ricordi.

La vibrazione, c’è contenuto tutto in questa magica parola. Noi, esseri eterni e vibranti, cavalchiamo le
galassie in attesa di che, di chi? Cosa riportiamo a casa, dopo il nostro esperire terreno?
Un’emozione in più, un insegnamento in più. Un capire qualcosa in più di quando siamo partiti. Al
fischio d’inizio sembrava tutto così strano. La vita, il suo senso. Ora, a un certo punto del percorso, il
puzzle si sta componendo. Anche se non abbiamo capito tutto, e non lo capiremo mai totalmente, abbi-
amo la sensazione di aver compreso la meraviglia del viaggio.
Chi vive su una sedia a rotelle, chi viaggia a duecento all’ora, chi è pieno di sé, chi fa la guerra. La spie-
gazione quale è? Il libero arbitrio? Il poter fare ciò che si vuole. Da che parte è meglio stare?

Dio mio, Grande Spirito, dacci la forza di guardare il mondo con gli occhi retti e le mani pulite
Fai che il nostro andar per mare e per terra sia dolce. Aiutaci a trovare la pace interiore. Noi siamo in te.
Noi siamo te. Tu sei in noi. Noi siamo un tuo frammento.

193
Il giorno volge naturalmente verso la sera. Così noi volgiamo naturalmente verso il bene. L’amore per i
nostri fratelli al primo posto. Come in un festa chiamata “amore”.
Io non so se mi sono spiegato, ma tempo ce n’è ancora.
Il nostro passaggio terreno durerà molto di più della generazione che ci ha preceduto.

Io vi auguro e mi auguro, che ci si possa trovare insieme, in una notte di luna piena, a cantar canzoni, in
riva al mare. Attorno al fuoco, ballando e abbracciandoci insieme

Esseri umani bellissimi, coinvolgenti, artisti meravigliosi. Scrittori del libro intitolato “vita”. Tutti belli,
magnifici. Tutti con Dio dentro

Namastè

Gaetano

Ovunque vai io
sarò con te

194
€ 17,33
195