Sei sulla pagina 1di 16

anno I serie II n.

giugno 2011

Sommario
A PROPOSITO DI... Mondiale ORC REGATA Torri Saracene REGATA Minialtura Trofeo Cappiello Trofeo Challege Rolex Summer Interclub Race Vele depoca sentite in banchina lintervista short news scatta il mare velacucino
*** Saphira news, pubblicazione mensile. Registrazione Tribunale di Napoli, n.12 del 07/01/2011 Anno I serie II n. V Redazione Via Roberto Bracco 45 80133 napoli tel. 081.552.13.85 saphiranews@gmail.com; commerciale@saphiranews.it Direttore Editoriale Raffaele Archivolti Direttore Responsabile Francesco Bellofatto In redazione Claudia Campagnano, Antonella Panella, Paola Vona Ideazione grafica e impaginazione Francesca Sessa
stampato su carta

2-3 4 6 7 9 10 12 2 5 6 14 14

Mondiali ORC

Croazia 2011

riciclata

Editore Arpi costruzioni srl Tipografia Arti Grafiche Solimene

Cari Naviganti, I mesi estivi, si sa, sono costellati di importanti appuntamenti: la redazione di Saphira News si quindi portata dalle acque campane alle limpide acque di Cres in Croazia dove, ben 125 imbarcazioni, si sono date battaglia per conquistare il Campionato Mondiale ORCi. In attesa del Campionato Italiano Assoluto, che si svolger invece a Trieste nel mese di luglio, Saphira News ha poi doppiato lo scoglio della Giraglia per raccontarvi unaltra delle Classiche regate della Rolex, alla quale partecipano entusiaste sempre pi imbarcazioni, in uno scenario

naturale di sempre grande suggestione. E per quanto riguarda le acque natie? Non poteva mancare la splendida regata delle Torri Saracene, che questanno ha toccato un record di iscritti, ed stata un gran successo anche per le numerose ed interessantissime attivit collaterali ed i Match Race, disciplina sempre pi gettonata, tenutisi a Salerno e a Napoli per la Second Summer Interclub Race organizzata dal CRV Italia. Come sempre buona lettura e naturalmente buon vento. Raffaele Archivolti

Fotografia di Dean Miculinic

A proposito di...

Enfant Terrible e Low Noise Campioni


Antonella Panella
stata una lunga settimana di regate per i 125 equipaggi giunti a Cres per contendersi il Campionato del Mondo ORC International 2011, organizzato dallOffshore Racing Congress (ORC) e dal Sailing Club (SCOR), unico Campionato del Mondo di vela daltura riconosciuto ufficialmente dallInternational Sail Federation (ISAF). Settimana difficile per le condizioni di vento: assente il primo giorno, ha consentito una sola prova per il raggruppamento A; timido lindomani, ha creato scompiglio nello svolgimento della regata costiera: la forzata riduzione di percorso che ne conseguita ne ha dimezzato il punteggio. Instabile, ha consentito di terminare tre prove soffiando forte, ad ambo i raggruppamenti il penultimo giorno: 30 kn che hanno messo a dura prova regatanti ed attrezzatura: la carica agonistica ha costretto, dopo diversi richiami nei due gruppi alla partenza, la bandiera nera: 15 le imbarcazioni squalificate nel Gruppo A. Il vento forte ha fatto registrare anche diversi ritiri a causa del cedimento delle attrezzature: rottura allalbero per Calipso IV, il Cookson 50 di Piero Paniccia con a bordo Vasco Vascotto. Si concluso con poca aria, solo unultima prova, nessuno scarto, scelte tecniche del Comitato di Regata poco condivise dalla maggior parte della flotta, questo campionato che ha fatto segnalare, in compenso, unaltissima partecipazione. Disappunto espresso molto bene da Tommaso Chieffi, tattico e veterano di Coppa America, a Cres a bordo di Man GS42R05 di Ricardo Bartolomeo detentore del titolo di Campione Europeo, qui medaglia di bronzo in classe A. E stato un campionato molto difficile, ha detto, Riteniamo che le regate con una flotta cos numerosa debbano essere organizzate su due campi diversi con differenti modalit di partenze. Ma abbiamo fatto un nostro errore e dobbiamo accettarlo; ad ogni modo, non vediamo lora di partecipare al campionato italiano ORC a Trieste nel mese di agosto. Lascia alle spalle critiche e ben 55 rivali Alberto Rossi su Enfrant Terrible, Yacht Club Ancona, Far 40 di serie, corretto solo da 200 kg di zavorra. Con team misto, ceco, portoghese e brasiliano, lo ha seguito Bohemia Express, il Grand Soleil 42R05 di Richard Vojtas , che nellultimo mondiale a Flensburg aveva sfiorato di poco il podio. Al timone Enrico Zennaro, Man, sul gradino pi alto del podio in 11 eventi internazionali, si

2 - giugno 2011

Fotografia di Dean Miculinic

A proposito di...

dovuta accontentare di un terzo posto. Low Noise doro in Classe B ha ripetuto il successo avuto a Brindisi nel 2009 ed ha messo in riga 62 competitors; lM37 modificato, ha una chiglia fatta per larmatore, Giuseppe Giuffr, rispetto alla produzione di serie. Il gradino dargento innalza ancora una barca italiana: Scricca Indeco, il Comet 38s di Gianfranco Cioce, Campione Italiano in carica. Giunta lo scorso anno sui campi di regata, ha subito avuto progetti ambiziosi sostenuta dal successo dei risultati. Ha vinto anche il premio per

gli armatori. Il podio si chiude con Escandalo, M37 di Inna Vaclavovas dalla Repubblica Ceca. I Corinthian Trophy sono stati assegnati a Pietro Mosnys su Quebramar, un Judel / Vrloijk 42 proveniente dalla Slovacchia, che ha concluso 4 assoluto nella Classe A, e a Escandalo in Classe B. La partecipazione dellItalia, con la flotta pi numerosa, inorgoglisce Francesco Siculiana, neo Presidente dellUnione Vela dAltura Italiana, lassociazione di classe che riunisce gli armatori impegnati nelle regate a rating.

Abbiamo dato vita allUvai Italy Team, un modo per far sentire a tutti gli armatori italiani il nostro supporto, ha dichiarato. La flotta italiana, oltre ad essere la migliore sia numericamente che qualitativamente, stata lunica ad esser supportata ufficialmente dalla sua associazione di classe; i nostri armatori hanno trovato un riferimento nellUvai, presente in loco con i suoi tecnici e con il suo team della comunicazione. Il prossimo Mondiale in Mediterraneo puntiamo ad organizzarlo in Italia ha concluso.

sentite in banchina
Pollica. Ancora una volta Pollica ha conquistato la bandiera delle 5 vele, riconoscimento assegnato da Legambiente e Touring Club Italiano nella Guida Blu 2011 in cui vengono segnalate le migliori localit di mare e di lago per trascorrere una vacanza allinsegna di natura e acqua pulita, ma anche eccellenze enogastronomiche, paesaggi mozzafiato, luoghi darte e ambiente tutelato. Giro dItalia a vela. Lorganizzazione del consueto giro dItalia a vela, a causa della mancanza di sponsor e del ritiro di alcune imbarcazioni, si vista costretta ad annullare la 23esima edizione, dando appuntamento per il 2012. 151 miglia. La vittoria in tempo reale e del Trofeo Challenge 151 Miglia andata al Maxi Ourdream, armato da un gruppo di appassionati capitanati da Claudio Uberti e Stefano Graidi, che con il tempo di 16 ore, 25 minuti e 23 secondi ha stabilito anche il nuovo record della regata. Classe tridente. Con delibera del presidente FIV Carlo Croce sono state riconosciute la Classe Tridente 14 e 16 e la relativa Associazione Sportiva Dilettantistica Italiana Classe Tridente 14 e 16. Classe J24. La napoletana Superba e il suo equipaggio (il timoniere Ignazio Bonanno, il tailer Simone Scontrino, il centrale tattico Vincenzo Vano, il due Giovanni Magliulo e il prodiere Alfredo Branciforte) si sono laureati campioni italiani 2011 della Classe J24 concludendo al secondo posto assoluto la classifica del Campionato Nazionale Open. Millevele. Il Maxi di 18 metri Itacentodue di Adriano Calvini si aggiudicato il Trofeo Millevele riservato alla prima imbarcazione arrivata. Aia de Ma di Luca Olivari si aggiudicata invece la Coppa Yacht Club Italiano, assegnata alla prima imbarcazione arrivata in tempo reale delle categorie V, VI, VII, VIII.

3 - giugno 2011

Fotografia di Dean Miculinic

regata

Gran successo la Regata delle Torri Saracene


Carlo Zazzera
Si conclusa dopo una settimana di manifestazioni lattesa Regata delle Torri Saracene che di anno in anno conquista sempre pi consensi. Una grande prestazione nella prova di ritorno ha consentito a Pipaluk, dellarmatore Francesco Massaro della Lega Navale Sorrento, di aggiudicarsi il successo finale nella sesta edizione della regata delle Torri Saracene. La manifestazione si conclusa domenica 12 giugno con larrivo delle oltre 50 imbarcazioni partecipanti a Capri, dopo aver percorso le 90 miglia della seconda tappa partita da Sapri sabato 11. Levento ha confermato linteresse degli armatori, accorsi in gran numero per questa edizione, affascinati da un percorso che rappresenta una delle pochissime vere regate daltura in Campania. Unoccasione, anche, per riscoprire il territorio del Cilento, dove armatori ed equipaggi sono stati ospiti per una settimana abbinando alle regate costiere momenti di divertimento e gastronomici, per una settimana che ha unito sport e relax. La vittoria finale stata frutto del netto successo ottenuto dallimbarcazione di Massaro nella prova conclusiva nella classe Orc A, portata a termine da Pipaluk con il tempo 15h 19 50, con un vantaggio di quasi due ore e mezza su Yanez di Dario Sarnataro. Il tempo compensato ha dato ragione allo scafo della Lega Navale sorrentina, nonostante nella Orc B On Mich, la barca di Michele Palumbo della Lega Navale Castellammare di Stabia, abbia ottenuto un importante secondo posto alle spalle di Zerottantuno di Mario Amato, dopo il successo nella prima tappa. Per On Mich resta, per, la consolazione di essere arrivato prima nella classifica generale nella classe Orc B. Nelle classi Libera vittorie di tappa per Stella Marina di Giovanni Fregola, La mia piccola di Mario Vaccaro e Ale grande di Alessandra Ciapparelli. La prova dandata aveva consegnato, invece, nella classe Orc A la vittoria

di tappa allimbarcazione della Lega Navale di Torre del Greco First Lady, dellarmatore Alberto Papa, mentre nella Orc B aveva preceduto tutti On Mich. Nella classe Libera A il primato temporaneo era andato allo scafo di Gino Esposito e della Lega Navale Sorrento, Mahatma; nella Libera B, invece, era in testa Pensa a te di Giorgio Monachesi, del Circolo

Nautico Fiumicino. In classe Libera C, infine, aveva tagliato il traguardo per primo Caff corretto di Costante Martinelli della Lega Navale di Procida. La premiazione degli equipaggi vincitori della sesta edizione della Regata delle Torri Saracene si tenuta sabato 25 giugno a villa Fondi di Piano di Sorrento.

4 - giugno 2011

Fotografie di Luca Fenderico

lintervista

Massaro: la sfida di Pipaluk alla ARC


Ginetto Esposito
Ginetto Esposito della LNI di Sorrento ha intervistato per noi Francesco Massaro, timoniere e armatore dei Pipaluk, vincitore dellultima edizione della Regata delle Torri Saracene e prossimo alla partecipazione alla ARC. Veleria Banks Sails di Napoli, nato poi il restyling, con attrezzature e vele di primordine, grazie anche alle quali abbiamo partecipato a tante regate, con ottimi risultati. Parteciperai alla ARC 2011. Ci parli dellorganizzazione? Una traversata oceanica una sfida significativa, sul piano organizzativo molto pi che su quello tecnico. Occorrono persone con equilibrio e buon senso, primancora che campioni di vela. Sicurezza e confort sono i fattori principali per stare bene psicologicamente. Solo dopo viene laspetto sportivo. Divenendo preponderante laspetto organizzativo-logistico, mi sto concentrando su cose che, fin quando si naviga in Mediterraneo, con tappe di pochi giorni, non si considerano pi di tanto. Esempio: come e dove stivare circa 300 litri di acqua o i rifiuti non organici prodotti in 20 giorni? Per prepararci al meglio, abbiamo previsto quindi una campagna impegnativa sotto tutti i punti di vista. Vorremmo unire laspetto ludico ad una performance sportiva di livello, competendo con le migliori barche in classe Regata e non Crociera. Una volta ai Carabi, parteciperai anche a regate sul posto? Parteciperemo allInternational Sail Festival di Grenada ed allInternational Sail Week di Antigua. Entrambe costituiscono il massimo della vela oceanica per condizioni meteo, location ed organizzazione. Infine ci iscriveremo allARC Europe, la traversata di ritorno da Barbados alle Azzorre. Nel giugno 2010, durante il Trofeo P. Cappiello hai gareggiato con Shirlaff di Peppe Puttini. Che differenza hai colto fra le due barche, accomunate dalla regata ARC? Sono barche completamente diverse, ma entrambe rappresentano la migliore espressione tecnico-stilistica del loro tempo. Shirlaff la classica regina dei mari, possente ed oceanica, ma meno agile nelle regate sulle boe. Pipaluk, costruito con materiali pi moderni, rappresenta il giusto compromesso fra potenza ed agilit, ma anchessa votata maggiormente alle lunghe navigazioni. un barca molto veloce: linee dacqua pulite, ottimo rapporto tra dislocamento totale e zavorra, ed unimportante superficie velica per la sua categoria. poi pi semplice da manovrare rispetto a Shirlaff che arma due alberi. Pipaluk consente di approcciare le navigazioni pi impegnative in sicurezza e comodit e, non a caso, il tipo di barca che pi frequentemente si incontra in competizioni come lARC. Nella fotografia Pipaluk

Dopo Peppe Puttini con il suo Swan 65 Shirlaff, un altro sorrentino parteciper ad una regata transoceanica. Della serie di Pipaluk armati quali hai amato di pi? Sicuramente il primo, un Soxisix 9,50, 5 classe IOR, con cui ho vinto parecchio ed il secondo, un Perversion 42, di cui presi solo il guscio e, con Peppe Cappiello e Sebastiano Anastasio, rivoluzionai gli interni, sia dal lato estetico-funzionale che tecnico. E poi c lattuale, un Jeanneau 54 DS, che considero la classica barca di arrivo per un velista. Una barca che sembrava essere un crocierone e invece Comprata nel 2007, lho attrezzata, fin da subito, con tutte le dotazioni per lOceano, che sempre stato una mia fissa. Con lei mi sono ridato alle regate, anche supportato dallentusiasmo dei miei amici dell equipeggio di Sorrento e Torre del Greco. Dallamicizia con Dario e Filippo della

5 - giugno 2011

regata

short news
17 23 luglio Trieste, Campionato Italiano Assoluto www.italianoaltura2011.com 30 luglio 1 agosto Fiumicino Hammamet Carthagodilectaest www.carthagodilectaest.com 7 agosto Sapri I trofeo N. Gallo Circolo Nautico Sapri www.velaincampania.it 3 4 settembre Salerno, II prova Campionato Match Race LNI Salerno www.velaincampania.it 5- 11 settembre Porto Cervo, Maxi Rolex Cup, Yacht Club Costa Smeralda, www.yccs.it 9 11 settembre Marina di Alimuri, Trofeo Edoardo De Martino, vela latina e vele depoca, Circolo Nautico di Marina di Alimuri, www.velaincampania.it 10 settembre Salerno, Golfo di Salerno x2 e x tutti, LNI Salerno www.velaincampania.it 16 18 settembre Ostia, Coppa Italia, Club Nautico Roma www.clubnauticoroma.it 24 25 Settembre Napoli, Trofeo Oreste Albanesi, Club Nautico della Vela www.clubnauticodellavela.it

Chiuso il Minialtura
Ufficio Stampa Campionato Minialtura
Due giorni, 5 regate, il trofeo Alessandro Chiodo incorona i vincitori della prima edizione del Campionato Minialtura del Golfo. Mary Poppins dellarmatore Claudio Polimene, Circolo Nautico di Torre del Greco, il vincitore indiscusso del Campionato. Costante, fin dal primo appuntamento ha condotto la classifica generale. Hanno approfittato dellassenza di Garopera, e di Noi di Notte, Les Alisee di Leonardo Pasanisi e Angela di Vincenzo Panella, argento e bronzo. In classe meteor Angela vince al cardiopalma loro a pari punti con Euplea, di Mario Greca, secondo per la regola dei migliori piazzamenti. Al gradino pi basso del podio, Titina la Strega di Raffaella Borriello. Poco vento, una media che si tenuta intorno ai 10 Knt, come sempre il trofeo Chiodo, tanto caro alla classe meteor, ha riscosso successo nonostante il fine settimana lungo, gli atleti lo hanno preferito alla gita fuori porta. Merito di Francesco Cerullo, Guido Musto Fabio e Mario Greca, equipaggio di Euplea, gli amici di sempre di Alessandro a cui intitolato il trofeo; la loro voglia di ricordarlo e farlo conoscere alle nuove generazioni dei soci della classe viene trasmessa dallimpeto, dallo slancio, dal fervore della loro partecipazione e voglia di vincere proprio questo trofeo. Hanno lottato fino in fondo, ma di nuovo la regola dei migliori piazzamenti decreta vincitore del trofeo Chiodo, Zizz e pacchian di Sergio Giusti, seguito da Euplea, e Angela. La premiazione del Campionato Minialtura si svolta il 16 Giugno, con suggestiva luna rosso fuoco di sfondo, sulla terrazza del Club Nautico della Vela, che ha ospitato lultima tappa di questo ben riuscito evento: incominciato in marzo col trofeo Giusti a Torre del Greco, proseguito in Aprile alla sez. della Lega Navale di Napoli. Ha consegnato il trofeo Alfa Romeo, lAlfa Romeo Center Napoli, mentre North Sails Napoli Point ha donato un buono ai vincitori delle due classifiche. Siamo soddisfatti della partecipazione e dellentusiasmo dei regatanti che ci aiutano a capire anche quali sono le esigenze di questa categoria per migliorare levento il prossimo anno. Sulla scia di questo successo, stiamo gi lavorando alla prossima edizione. - dichiara il Presidente del Comitato Organizzatore Antonella Panella. Nella foto: Mary Poppins

6 - giugno 2011

regata

Trofeo Cappiello e Torri Saracene


Le regate che emozionano
ria stata la partecipazione ed il calore con cui i negozianti, gli albergatori, i ristoratori hanno contribuito nell accogliere i regatanti a Sapri. Non ho assistito a diatribe tra regatanti, non ho visto equipaggi stressati dal desiderio di performance, ma solo tanti appassionati di cui molti veri marinai, tutti comunque molto affiatati anche con chi partecipava alla prima volta a questa regata. Credo che le vostre Al Cappiello, giunto al decimo anno, ci scappata anche la lacrima per lemozione. Questo evento nato da tanta passione e spontaneit, nellalveo di una cultura velica di altri tempi, fu tenuto a battesimo 10 anni fa dal carissimo amico di Peppe Cappiello e di tutti noi, Mauro Pelaschier, che pi volte ci ha poi onorato della sua presenza. Anche questanno, ormai con una collaudata esperienza, la LNI di Sorrento riuscita a rispettare il programma al meglio: serate culinarie, musica, tanta allegria, cordialit e, soprattutto, due regate con percorso costiero molto interessante, lungo tutti i Comuni della penisola sorrentina. Vorrei parlare di questo evento gemellandolo con un altro altrettanto importante, la Regata delle Torri Saracene, con cui ha molto in comune: ad entrambi fa da sfondo la cultura, il paesaggio, posti di incomparabile bellezza e, certamente, una sana competizione. A questo proposito vorrei riportare un brano molto eloquente tratto da una lettera scritta dallamico, nonch coorganizzatore, della Peppe Cappiello, il Dr. Giovanni Fregola , a proposito della sua partecipazione alla RTS : Sono oltre venti anni che partecipo a regate di ogni tipo in tutto il Mediterraneo, dalla vela latina alla vela depoca, dai circuiti pi aggressivi dove migliaia di euro vengono spesi per limare i propri certificati, non sempre ripagati da risultati sul campo, a regate di circolo con barche approssimate. Ho conosciuto armatori ipertecnologici con barche fantastiche che si accontentano di ruoli secondari a bordo lasciando il gusto del timone a professionisti lautamente pagati, ma mai mi capitato di trascorrere una settimana cos interessante e divertente come durante lultima edizione delle Torri Saracene. Esprimo a tutti voi i miei pi sentiti rigraziamenti per quanto avete realizzato, ottima la scelta del percorso che mi ha permesso di navigare tra panorami mozzafiato anche nelle condizioni pi dure come nel ritorno da Sapri. Fantastica lescursione a Morigerati, straordinascelte debbano essere di esempio per altre manifestazioni similari che fanno solo del bene al mondo della nautica, e che danno una bella spolverata a barche, armatori ed equipaggi che hanno dimenticato quanto sia bello poter navigare e vivere sulla propria barca. Ginetto Esposito
Foto: Mahatma al Trofeo Cappiello 11

7 - giugno 2011

regata

Successo per la manifestazione della Lega Navale di Napoli


Il 26 giugno le Ladies della vela partenopea si sono date appuntamento nelle acque del Golfo per disputare la regata a loro dedicata, organizzata dalla sezione di Napoli della Lega Navale. La bellissima giornata ha rallegrato ancor pi la gi lieta manifestazione, che ha contato un buon numero di imbarcazioni iscritte, circa trenta, con equipaggi rigorosamente al femminile. La regata, un percorso a triangolo, stata vivacizzata da un grecale ballerino di 15 nodi di media, con raffiche fino a 20 nodi. Grande divertimento in mare, nonostante il divieto per le veliste di issare spinnaker e gennaker, che ha decretato vincitrici, per la classe ORC Sly Fox, Artiglio e Dolcerezza, timonate rispettivamente da Francesca Pentimalli, Camilla De Pasquale ed Elena Masullo; nella classe Libera Ferdi-

Le Ladies scendono in campo

nando con al timone Stefania Cappiello, Magica e Miketta, timonate da Matilde Novelli e Antonietta Manfredonia; mentre tra i Meteor vincono Aqua Vin, Frittatina e AFenestrella, timonate da Stefania Iorio, Giuliana Rogano e Chiara DAcunto. La manifestazione, ideata dallattuale vice Presidente della Lega Navale Giancarlo Mereghini, tra sole, bel vento e convivialit ha riservato an-

che, come al termine di ogni regata che si rispetti, momenti accesi di contestazione riguardante la composizione degli equipaggi, non proprio conforme alle regole, di due imbarcazioni, Hypnotic e Pragma, con conseguenti proteste e ritiro delle stesse. Paola Vona Nella foto: Oras e Nimar II

regata

Peccer dargento a Trieste


Antonella Panella
Si chiude con due prove valide ed un podio deccezione che recita Thule, di Fausto Rubbini, Peccer,di Mirko De Falco, Notaro Team, Luca Domenici, tutti ad 8 punti, seguiti da Bela Vita e Audi Fratelli Giacomelli, di Guido Miani, entrambi a 9 punti, la terza tappa dellAudi Melges 20 Sailing Series, svoltasi a Trieste lo scorso 29 Maggio. Fermati dalla Bora sabato, la flotta si confrontata domenica con aria leggera ed instabile che ha reso la regata estremamente difficile nellinterpretazione tattica, nonch le operazioni di partenza: solo dopo quattro tentativi e una Zulu Flag ha avuto inizio la prima prova. Favoriti da un salto di vento, gli americani di Michael Kiss, su Kiss, passano al comando che era stato di Thule per gran parte della prova, lasciando loro il gradino dargento. Terzo il team napoletano di Mirko De Falco. Dopo due tentativi, la partenza della seconda prova valida. Non mancano colpi di scena, e Molla, primo al cancello di poppa, chiude ultimo e vede salire sul podio Bela vita, Audi Fratelli Giacomelli, Camay. Il vento debole costringe allissata di N dopo 20 secondi dallo start della terza prova. Sfaticato Eolo, il comitato ne prende atto e conclude cos il week end di regate dedicate al melges 20. E una imbarcazione molto divertente, reattiva, tecnica, con degli ottimi costi di gestione commenta Mirko De Falco, soddisfatto dei risultati che sta ottenendo in questa classe con il suo equipaggio di amici, Piero Vigo e Gugliemo Giordano. Il livello dei regatanti alto, e la flotta numerosa e questo gratifica ancor pi Mirko, alla sua prima esperienza al timone; prestato dal kayak, con un palmares di tutto rispetto, 8 titoli italiani, uno europeo, 4al mondiale, gi a Napoli con la sua Peccer era entrato nei primi dieci ed era salito sul podio di una prova. Al comando della classifica generale resiste, nonostante il 12 di Trieste, Lets roll di Claudio Recchi, seguito ad un punto da Notaro team e Fremito darja di Dario Levi. Continueremo a seguirli in luglio a Malcesine.

8 - giugno 2011

regata

A Foxy Lady va il Trofeo Challenge Rolex


Ufficio Stampa Giraglia Rolex Cup
Foxy Lady, lX372 di Dominique Heyraud ha vinto la prova daltura della Giraglia Rolex Cup in tempo compensato nella Classe IRC, aggiudicandosi cos il Trofeo Challenge Rolex riservato al primo yacht classificato Overall, in tempo corretto, nella Classe IRC. Con larrivo a Genova delle ultime imbarcazioni si conclusa, il 24 giugno, la 59ma edizione della Giraglia Rolex Cup: Esimit Europa 2 di I. Simcic, vincitore in tempo reale della regata daltura della Giraglia Rolex Cup, si aggiudica il Trofeo Rolex e il Trofeo Rn Levainville riservati al primo yacht classificato in tempo reale, oltre al Trofeo Beppe Croce per il primo yacht ad aver raggiunto lo scoglio della Giraglia. Comiris di T. Bouchard vince il premio Yacht Club de France per limbarcazione francese prima classificata overall nel raggruppamento pi numeroso tra IRC e ORC nella regata daltura. Sempre nella regata daltura, Gianin 6 di P. Supparo prima overall nella classe ORC e Foxy Lady di D. Heyraud nella classe IRC, mentre Scintilla J di A. Macr si aggiudica il Trofeo Challenge Sergio Guazzotti assegnato allimbarcazione prima classificata Overall nel raggruppamento pi numeroso tra IRC e ORC appartenente a un socio dello Yacht Club Italiano. Nella classifica combinata (regata Sanremo St Tropez + regate costiere di St Tropez + Regata daltura) troviamo: Aurora di P. Bonomo e R. Bruno che si aggiudicata il Trofeo Challenge Marco Paleari riservato al primo yacht overall nella Classe IRC Gruppo A. Sempre nella classifica combinata, Midva Hi Fun di Besana-Crispiatico-Sirena primo nella Classe ORC Gruppo B, Foxy Lady prima nella Classe IRC Gruppo B, Itacentodue di A. Calvini si aggiudica il Trofeo Challenge Bellon riservato al primo yacht nella Classe IRC Gruppo 0. La classifica overall della regata Sanremo - St. Tropez vede Irruenza II di M. Scandolera vincere in tempo

compensato la regata Sanremo - St Tropez nella Classe ORC e Dralion di F. Pit, primo classificato nella Classe IRC vincitore del Trofeo Challenge Gavagnin. Ben 15 le Nazioni rappresentate in questa edizione: Austria, Belgio, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Lussemburgo, Malta, Olanda, Portogallo, Russia, Slovenia, Stati Uniti, Svezia, Svizzera. La Giraglia Rolex Cup rappresenta una tappa fondamentale per lassegnazione del titolo di Campione Italiano Offshore FIV. E inoltre valida per lassegnazione

del Trofeo dAltura del Mediterraneo che si disputa sulle regate lunghe delle seguenti manifestazioni: Settimana dei Tre Golfi, Regata Palermo Montecarlo (Palermo - Montecarlo 18-23 agosto) e Rolex Middle Sea Race (Valletta Valletta 22 28 ottobre). Accanto al main sponsor Rolex, anche BMW ha affiancato lo Yacht Club Italiano in questa occasione mettendo a disposizione le proprie courtesy car. Nelle foto: in alto lequipaggio di Foxy Lady e in basso la flotta.

9 - giugno 2011

Fotografie di Rolex / Carlo Borlenghi

regata

Gli svizzeri del club Corviglia si aggiudicano il Trofeo


Si concluso con vento debole domenica 26 Giugno la II edizione del Summer Interclub Race. Le regate di match race, organizzate dal Circolo del Remo e della Vela Italia, abbinate al II trofeo Ski Yachting Interclub Race Trophy, prova sugli sci conclusa a St. Moritz lo sorso marzo, hanno visto nel team svizzero del club di Corviglia il vincitore assoluto: lequipaggio doltralpe con Riccardo Simoneschi al timone, ha battuto in finale, nonostante al timone vi fosse il napoletano campione olimpionico Picchio Milone, Whites, team londinese. Valerio Romano ha sconfitto nella finalina lequipaggio di sudamericani cileni del club Andes regalando un terzo piazzamento al circolo ospitante. Al quinto posto ha concluso il Circolo della Caccia di Roma ed al sesto il Jockey Club di Vienna. La classifica della combinata sci-vela del II trofeo Ski Yachting Interclub Race Trophy, vede in testa ancora il club di Corviglia, seguito da Whites e Jokey club Vienna. Tre giornate intense, ricche di emozioni sportive, ma anche di cultura e di promozione della nostra citt. Questo il pensiero del presidente del Circolo del Remo e della Vela Italia, Roberto Mottola di Amato. La manifestazione, che ha portato a Napoli circa 100 visitatori per 5 giorni, ha proposto anche un ricco calendario di vi-

Summer Interclub Race

site ai siti monumentali napoletani, ed a quelli archeologici degli Scavi di Pompei e alla Reggia di Caserta. Prosegue cos limpegno nella disciplina dei match race del Circolo Italia che dallo scorso febbraio, Centro Federale Zonale di Match Racing. Interessante lappuntamento previsto in ottobre, che come lo scorso anno, prevede due campi di regata, 8 imbarcazioni, 20 partecipanti, lallestimento di barche isola: una vera e propria palestra per gli organizzatori e per la formazioni di umpire ed atleti in un ottica, tutta in crescita, della

disciplina delluno contro uno. Nelle foto: momenti di regata Antonella Panella

regata

I prova Campionato Match Race di Salerno


Ufficio Stampa Lega Navale Salerno
Dopo 2 round robin piuttosto equilibrati, vince la prima prova del 2 Campionato Match Race di Salerno, svolta l11 giugno scorso, Davide Gallo del Circolo Canottieri Irno, prevalendo su Roberto Guerrasio della LNI Salerno e su Marcello Amato del Club Velico Salernitano. Levento, nonostante siano mancati gli specialisti salernitani del match race per la concomitanza con altri impegni, ha comunque registrato un buon livello tecnico dei partecipanti, costantemente in crescita. Data la giornata di brezza leggera, si rivelata opportuna la scelta degli organizzatori della LNI Salerno di avvalersi di due campi di regata, uno allinterno della rada e laltro in mare aperto. Come sempre ineccepibile la direzione dellevento da parte del Comitato di Regata, presieduto da Salvatore Rollin e degli umpires Picariello e Sorrenti.

10 - giugno 2011

Fotografie di Riccardo Giordano

regata

Raffica campione italiano


Antonella Panella
Meritata la vittoria di Raffica, X41 di Pasquale Orofino, che si aggiudicato il titolo italiano di classe disputatosi dal 10 al 12 giugno a Punta Ala. Poca aria, 8 prove, fin da subito, sicura ed aggressiva, ha condotto la classifica, costruendo il suo vantaggio di regata in regata. Precisa, veloce con poca aria, ha trovato il suo vantaggio ed il suo equilibrio nel tattico Flavio Favini. Soddisfatto ed ancora frastornato per limpresa larmatore alla premiazione. Lalto livello dei nove scafi in corsa per il titolo ha reso emozionante la manifestazione ed ha definito la classifica solo pochi minuti prima della premiazione, al termine di una protesta che ha condizionato lassegnazione del gradino di bronzo; Le Coq Hard di Maurizio e Gian Paolo Pavesi, con Francesco De Angelis alla tattica e Lorenzo Mazza alle scotte, protestato dalla imbarcazione estone Techno micol, ha dovuto cedere il gradino pi basso del podio a Malafemmena di Giovanni Arturo Di Lorenzo, alla tattica Matteo Ivaldi. Dallincontro tra armatori Gianclaudio e Andrea Bassetti e Vincenzo Onorato, approdato alla classe, Mascalzone Latino. Qualche problema di passo il primo giorno servito da rodaggio per il team dei mascalzoni, che hanno recuperato nei giorni successivi! Lorenzo Bressani alla tattica, timonati dallo stesso Onorato vince il gradino dargento. Dichiara di esser contento e di essersi divertito il leader del consorzio napoletano. Non stato facile adattarmi allX-41, erano due anni che non timonavo una barca con lo spinnaker. Come prima volta andata bene Per il Mondiale di Scarlino saremo sicuramente pi competitivi. Si divertito molto anche Andrea Felci, alla randa di Mascalzone, che rileva il livello molto alto dei team, tutti possibili candidati al titolo. Sono state regate molto combattute, sino allultimo potevi vincere o concludere quinto-sesto. Si guarda ora al prossimo Mondiale che sar disputato a Scarlino il prossimo fine agosto.

regata

Campionato Italiano Comet 21


Team napoletano conquista il titolo
Il partenopeo Niord Sailing Team Filippo DArrigo alle scotte, Dario Desiderio al timone e Vittorio Granato alla tattica - ha conquistato la I edizione del Campionato Italiano Comet 21, organizzato dal Circolo della Vela di Roma dal 2 al 5 giugno nellambito della manifestazione velica Asteria Beauty Point Cup, dominando nettamente sugli altri equipaggi. Il Team, a bordo di Raf III, armato da Mauro Serappo (Associazione Sportiva Mascalzone Latino) e invelato Banks Sails, nel corso delle sei prove disputate, ha sempre guidato la classifica nonostante le condizione meteo marine in continuo mutamento: dai 10 Kn della prima giornata, al vento debole della seconda, fino alle raffiche di 20 Kn della conclusiva. Grande soddisfazione per il team, gi vincitore della tappa napoletana del circuito nazionale: Ci siamo divertiti molto - ha dichiarato Desiderio -la barca si conferma sempre pi veloce, facile e divertente. Dopo questo titolo italiano puntiamo alla Ranking List nazionale. La nuova classe di sport boat dalle caratteristiche innovative promette dunque grande seguito di appassionati, professionisti e non, proprio perch, grazie alle soluzioni tecniche adottate, generalmente caratterizzanti imbarcazioni pi grandi, un mix ideale di innovazioni tecniche, notevole facilit di conduzione ed economicit di gestione. Il progettista del C21 Sergio Lupoli, vincitore per il progetto del prestigioso premio Italia per la vela 2010, molto soddisfatto del risultato raggiunto dai ragazzi del team napoletano che hanno dimostrato di essere coesi, precisi, ben sincronizzati nelle manovre e capaci di fare ottime scelte tattiche, devono per guardarsi da altri promettenti equipaggi che stanno affilando le armi e della costante diffusione della sport boat primo, accattivante monotipo del cantiere Comar, piace proprio perch, anche equipaggi non proprio allenati, possono trarne grande divertimento. Prossima tappa del circuito, il 2 e 3 luglio a Molfetta. Paola Vona Nella foto: il Niord Sailing Team

11 - giugno 2011

Fotografia di Antonio Costantino

regata

Le Signore del mare tornano a sfilare


Claudia Campagnano
Le chiamano le signore del mare per la loro eleganza nel navigare, le Vele dEpoca a Napoli torneranno nuovamente ad affascinare gli spettatori del lungomare dal 29 giugno al 3 luglio. E un appuntamento davvero da non perdere quello con il Trofeo Banca Aletti, in particolare perch questanno lottava edizione presenta una serie di novit di grande pregio. Dopo poco pi di cinquantanni tornano nel golfo di Napoli anche i Dragoni, imbarcazioni costruite entro il 1972, che regatarono in queste acque lultima volta per le olimpiadi del 1960, quando a vincere la medaglia doro fu il principe Costantino di Grecia con Nirefs. Mentre Venilia dragone italiano con equipaggio partenopeo formato da Antonio Nino Cosentino, Antonio Ciciliano e Giulio De Stefano, arrivava terzo. Un bel momento della vela napoletana che grazie al Presidente del Circolo Savoia Pippo Dalla Vecchia rivivremo con le 10 imbarcazioni iscritte per questa manifestazione (sulle 30 esistenti in Italia) che si contenderanno la Coppa doro Edoardo Pepe. Capitanati da I 1 Ausonia, primo dragone costruito in Italia nel 1948, insieme al Blue Mallard I-2, secondo dragone costruito nel nostro paese, entrambi con il guidone del Reale Yacht Club Canottieri Savoia. Il percorso per loro scelto naturalmente lo stesso di 10,8 miglia delle olimpiadi del 1960. La coppa Pepe andr al primo classificato in tempo reale. Alcune novit sono previste anche per le classiche Vele dEpoca: saranno 30 i partecipanti alle regate e tra di loro lattesissimo Lulworth, Big Class Gaff Cutter dei cantieri White Bros varato nel 1920, si tratta della barca pi grande che naviga il mediterraneo (36,87 metri), dellarmatore Gabriele De Bono socio del Circolo Savoia. La marina Militare festegger i suoi 150 partecipando con una vera e propria flotta a queste Vere regate, per le quali ci vuole spirito di sacrificio e tecnica, non la tecnologia della classe olimpica odierna ha

dichiarato il Capitano Bruno Puzone Bifulco, Capo Ufficio Sport Velico della Marina Militare. Ben cinque le imbarcazioni: la nave ammiraglia Chaplin, Artica II, Caroly, Corsaro II e Stella Polare. Ancora tra i partecipanti Javelin, imbarcazione del 1897 progettata da Arthur Edward Payne, oggi dellarmatore Daniele Canelli; ed il 6 metri Zenith degli storici cantieri scozzesi Fife che anticipa la novit del 2012: la classe dei 6 metri di stazza internazionale. Il Trofeo Banca Aletti, main sponsor della manifestazione, sar assegnato allo yacht che avr ottenuto il miglior tempo compensato risultante dalla somma dei tempi compensati ottenuti nelle diverse prove. Il Savoia ha inoltre istituito la Coppa triennale consecutiva Angelo Lattarulo che sar assegnata al primo classificato, in tempo compensato, nella regata lunga svolta sul percorso Napoli-Massa Lubrense e ritorno. Non in ultimo il premio Eleganza Marina Yachting, nuovo side sponsor della manifestazione, assegnato allequipaggio, allarmatore e alla barca che risulteranno pi fedeli allo spirito e allo stile dello yachting, senza ostentazioni, come si addice alla gente di mare. Oltre a Marina yachting anche Dimensione Triade side sponsor del Trofeo, fornitori ufficiali sono come sempre i partenopei Ferrarelle, Birrificio Sorrento e Tarallifi-

cio Leopoldo. www.leveledepoca.it Nelle foto: in alto Le regate dei Dragoni nel Golfo di Napoli durante i Giochi Velici della XVII Olimpiade 1960, campo di regata rosso. In basso: Il Capo Ufficio Sport Velico della Marina Militare il C.V. Bruno Puzone Bifulco, il Presidente Pippo Dalla Vecchia, l Assessore comunale allo Sport Giuseppina Tommasielli e Carlo Rolandi, Presidente Onorario FIV.

12 - giugno 2011

Fotografie Mediasails

Per gentile concessione del R.Y.C.C. Savoia

regata

Costiera Amalfitana x 2 e x Tutti


Ufficio Stampa LNI Salerno
Una edizione indimenticabile per la regata daltura sul percorso costiero Salerno-Conca dei Marini-Salerno di circa 19 miglia che si svolta domenica 26 giugno. Sin dalla partenza 20 nodi da nord con tendenza ad aumentare nel corso della regata, con raffiche fino a 34 nodi. The Red Lion, tornata a regatare come ai vecchi tempi, ha preso la testa della flotta e lha conservata per tutto il percorso girando prima alla boa di Conca dei Marini, e tagliando il traguardo prima in tempo reale in poco pi di 3 ore. Regata difficile soprattutto per il fatto che il vento da nord interagisce con i canaloni della Costiera, generando sul mare continue oscillazioni nellintensit e nella direzione, con raffiche anche violente, soprattutto nella parte del percorso a ridosso di Capo dOrso. In Crociera-regata x2 vittoria di Margarita, il Grand Soleil 40 di Petronella-Aliberti che prevale su Istar di Taddeo-Consalvo e X-Tension di Guerrasio-Orza, vincitori della passata edizione. In Libera x2 vince Alisea, il Cigale 14 di Ciciriello-Saggese su Tatadue di Meglio-Tisi, e Stregata di MagniPerna costretta al ritiro per rottura della drizza genoa. The Red Lion di M. DArcangelo del Circolo Canottieri Irno si aggiudica la classe Crocieraregata xTutti prevalendo su Selvaggia, lElan333 di M. Boscaino e su My Toy 3 di G. Pastore. In Minialtura xTutti vince il Protagonist 750 Ocappa di E. Robortaccio. Al secondo e terzo posto i J24 Ossoduro di L. DAmbrosio.e Tany&Tasky di A. Pepe. In Libera xTutti vittoria di Profondo Sud il Comet 12 di U. De Lauso che precede in tempo reale Garopera di L. Landi e Finalmente di F. Bove. Ottimo il bilancio finale per la LNI di Salerno che piazza al primo posto 4 barche su 5 classi in gara.

news dai circoli

Rinasce il Comitato dei Circoli Velici


Paola Vona
Altra interessante novit dal Circolo Savoia: un po in sordina, ma con grande soddisfazione, il vulcanico Presidente Pippo Dalla Vecchia ha annunciato, la rinascita dello storico Comitato dei Circoli Velici. Si parla di rinascita poich il Comitato ha avuto il suo battesimo nel 1968 quando i Presidenti di tutti i circoli napoletani decisero di unirsi ununica istituzione, al fine di sostenere lorganizzazione di manifestazioni veliche particolarmente rilevanti. Il Comitato, si poi evoluto, negli anni 80, mantenendo per lo stesso statuto, nellAssociazione dei Circoli Velici del Golfo di Napoli, ed esteso, inglobando il Circolo Nautico di Torre del Greco. La guida del Comitato, era assunta, a turno, ogni due anni, da ognuno dei Presidenti dei circoli aderenti. Liniziativa, partita quindi con ottime premesse e finalit, and, man mano, spegnendosi a causa, non solo della turnazione statutaria dei Presidenti, troppo breve per programmare eventi a medio e lungo termine, ma, perlopi, a causa della scarsa volont o interesse per la vela di alcuni dei soggetti coinvolti, che spesso prevaleva sulla voglia di fare e che portava addirittura a saltare il proprio turno. Questo fino a poche settimane fa, quando Dalla Vecchia ha, come suo solito, preso in mano le redini della situazione e voltato pagina. Primo passo per la creazione del Comitato dei Circoli Velici del Golfo di Napoli una sostanziale modifica allo Statuto: lelezione, da parte dei membri del Comitato, di un Presidente esterno, realmente interessato alle attivit veliche, da designare o riconfermare, ogni quattro anni. Il Presidente neo eletto Gianfranco Busatti, gi pi volte, in passato, Presidente del Circolo Nautico di Torre del Greco e vice presidente FIV. Lobiettivo resta per lo stesso: riportare a Napoli, citt di mare che ignora il suo mare (Cit. di Dalla Vecchia), eventi velici di portata internazionale per cui il Golfo rappresenterebbe un campo ideale ed invidiabile. Unica nota stonata delliniziativa: il mancato coinvolgimento dellultracentenario Club Nautico della Vela che, in passato, a causa di divergenze, si allontan dallAssociazione. Non possiamo che augurare la risoluzione di ormai vecchie questioni, e che lo spirito diniziativa del risorto Comitato dei Circoli Velici riesca davvero a promuovere ed a riportare alla ribalta Napoli e la vela partenopea.

13 - giugno 2011

scatta il mare
Questo mese per Scatta il mare abbiamo scelto il tramonto realizzato da Carlo Zazzera sullisola di Procida. Continuate ad inviarci le vostre foto di mare a saphiranews@gmail.com

velacucino
Paccheri con scorfano e peperoni Ricetta in anteprima per i lettori di Saphira News testa e la lisca per il sugo con i pomodorini, fare molta attenzione a non lasciare le spine! 2. Togliere le branchie e tagliare la lisca a pezzi. Sciacquare poi tutti i pezzi che verranno utilizzati per la bisque (salsa) se possibile con acqua di mare 3. In un rondau (pentola larga) fare imbiondire dellaglio in camicia nellolio e.v. 4. Aggiungere testa e lisca, e dopo poco i pomodorini tagliati a spicchi. 5. Sfumare con vino bianco (facoltativo) 6. Far cuocere lentamente senza aggiungere liquido e passare la salsa eliminando spine e impurit COTTURA dei PACCHERI 1. Tagliare a listarelle i peperoni e i filetti di scorfano, condire con sale e olio (per non farli attaccare) 2. Buttare i rigatoni in abbondante acqua salata 3. In una pentola larga con olio fare imbiondire dellaglio in camicia (con la buccia) 4. Aggiungere le listarelle di peperone e lasciare soffriggere un poco 5. Controllare di sale, aggiungere la salsa di scorfano (vedi sopra) e lasciare cuocere 6. A cottura quasi ultimata, buttare la pasta nella salsa e lasciare cuocere 2-3 minuti continuando a mescolare 7. Verso la fine aggiungere i pezzetti di scorfano, un pizzico di pepe e mantecare ancore un poco aggiungendo un filo di polio di oliva e.v. a crudo 8. Preparare le porzioni e servire immediatamente! Il pesce si aggiunge a fine cottura in quanto essendo tagliato sottile ha bisogno di poca cottura, inoltre il liquido che verr eliminato sar utile a mantecare la pasta. Aspetto consigli e ricette su www.velacucino.blogspot.com Buon appetito e buon vento! Gianluca Ferrante

Innanzitutto controlliamo la freschezza del pesce osservando anche la coda, se risulta secca lo scorfano non fresco! Si prepara quindi una salsa allo scorfano, che chiameremo bisque. Dopo si aggiunge la salsa ai peperoni e poi il filetto di scorfano tagliato a listarelle
SALSA di SCORFANO Ingredienti 1 grosso scorfano 2 peperoni 350 g pomodorini freschi 350 g paccheri napoltani Olio di oliva e.v. Vino bianco (facoltativo) Aglio Sale e pepe q.b. Procedimento 1. Pulire il pesce, tenendo da parte la

14 - giugno 2011

Fotografia di Carlo Zazzera

appuntamenti
Cilento Sailing Cup: 2/9 Luglio 2011 Una settimana di Vela e Mare per ritornare alle origini della Dieta Mediterranea in Costiera Cilentana, con base nautica di partenza e di rientro al Molo Manfredi di Salerno. Il programma settimanale sviluppato in modo tale da poter toccare i siti di maggiore rilevanza turistica del Cilento e prevedono degustazioni di cibi tradizionali. Una Settimana di Vela alla Scoperta del Territorio Cilentano dalle sue Coste e dai suoi sapori! Prevista anche una Competizione Velica, Cilento Cup, tra i partecipanti alla Flottiglia con cena di premiazione alla fine della settimana. Evento Velico unico nel suo genere avr lo scenario di suggestivi porti cilentani come: Agropoli, Acciaroli, Casal Velino, Paliniro e Marina di Camerota. Porti Free, Cocktails di Benvenuto, Partecipazione alla Cilento Cup, Cena di Premiazione...a tutti le Barche Partecipanti! Promossa dallEversailing Club in collaborazione con tutte le societ di charter italiane ed internazionali, si potr partecipare: - noleggiando una barca con o senza skipper - partecipando ad un equiapaggio individualmente - con propria barca. Informazioni e Programmi presso: Eversailing Club tel +089 344849 mail: segreteria@corsivela.it Info Line 3332979727 I 100 anni della ANMI Per i suoi 100 anni dalla fondazione lAssociazione Nazionale Marinai dItalia ha istituito il Trofeo Velico Marinai dItalia da disputarsi in una regata daltura di circa 150 nm con percorso Gaeta-Sperlonga-Circeo-Ponza-Ventotene-Ischia-Procida-Gaeta, dal 16 al 18 settembre. Liniziativa organizzata da Club Nautico Gaeta - Yacht Club Gaeta EVS con la collaborazione del Gruppo ANMI di Gaeta ha ricevuto il forte sostegno della Marina Militare, della Lega Navale Italiana, della Federazione Italiana Vela e dell Unione Vela dAltura Italiana. Le iscrizioni sullapposito modulo completamente compilato dovranno pervenire entro il 31 agosto 2011 alla segreteria del Club Nautico di Gaeta, Piazza Carlo III, 04024 Gaeta e-mail: gaeta@leganavale.it telefono: 331/8551053 fax: 0771/740006 0771/452480

www.marinaiditalia.com Ecco il Primo Circuito Barche dEpoca Marina Yachting Marina Yachting, storica marca dabbigliamento e l AIDE Associazione Italiana Derive dEpoca hanno ideato il Premio Eleganza Marina Yachting con lo scopo di promuovere la marineria, la tradizione e leleganza. Il premio viene assegnato ad ogni tappa del circuito che partito da Venezia, con il Trofeo Carlo Riva si proseguito a La Spezia con la grande Festa della Marineria di La Spezia, per poi toccare Napoli con il Trofeo Banca Aletti. Si proseguir spostandosi dal mare alle acque dolci del lago di Como, esattamente a Lezzeno, tra il 14 e 17 luglio, dove saranno nuovamente protagonisti i Riva Storici, della Riva Historical Society. Sempre nelle acque del Lago di Como, esattamente a Pescallo di Bellagio una delle localit pi autentiche ed esclusive dItalia, dal 16 al 18 settembre verr realizzato con il Circolo Vela Pescallo il Trofeo Grand Hotel Villa Serbelloni, cornice storica del jet set internazionale. Il Circuito si concluder in ottobre in Alto Adriatico, con una classica che non poteva mancare, presso lo Yacht Club Adriaco in occasione del Trofeo Citt di Trieste dall1 al 2 ottobre, una delle regate depoca pi partecipate del Mediterraneo, con oltre 50 grandi vele depoca storiche, di ogni classe. Advances in yacht Design Inversioni di tendenza Small Simple Susteinable Alla facolt di Architettura di Napoli (via Forno vecchio) il professore Carlo Bertorello dirige il seminario Advances in yacht Design sulle tecniche e levoluzione dello yacht Design. Il Seminario ha visto lo svolgersi di due incontri a giugno il 17 e il 24 e proseguir con due incontri a luglio il 1 e l8. Il 1 luglio si parler di Inversioni di tendenza Sustaineble is cool, con Carlo Bertorello, seguir lintervento di Ivan Pavanello Propulsione zero emission, Andrea Ratti parler invece di Sostenibilit ambientale norma ISO 1400 uso dei materiali naturali. Lappuntamento dell8 luglio prevede lintervento di Carlo Bertorello su General layouts, il fascino indiscreto della simmetria, seguir Ermina

Bacheca annunci!
SOS Goletta

Begovic con Limbarcazione in mare, moti, comportamento, influenza sulle persone, chiuder Aurora Restucci con Limiti dinamici e cinematici nella definizione degli spazi a bordo Ogni sezione sar seguita da un workshop.

Aiutaci a difendere il mare e i laghi dallinquinamento. Denucia a SOS Goletta le situazioni sospette che possono mettere a rischio la salute delle nostre coste. Se ti capita di individuare tubature che scaricano liquidi o sostanze sospette in mare o nei laghi, se ti imbatti in tratti di mare o di lago dal colore e dallodore sgradevoli segnalalo tempestivamente a SOS Goletta! Inviaci una breve descrizione della situazione, lindirizzo e le indicazioni utili per identificare il punto, le foto dello scarico o dellarea inquinata e un recapito telefonico scrivendo a scientifico@ legambiente.it , inviando un SMS o MMS al numero 346.007.4114, oppure chiamando lo 06.862681. Le vostre segnalazioni aiuteranno i biologi di Goletta Verde e della Goletta dei Laghi a individuare nuovi punti da controllare, campionare, denunciare alle autorit competenti. Ci aiuter inoltre a tenere informati i cittadini sul reale stato di salute del nostro mare e dei nostri laghi. Per portare avanti il nostro impegno in difesa del mare e dei laghi dallinquinamento abbiamo bisogno del contributo di tutti. Anche del tuo!

15 - giugno 2011