Sei sulla pagina 1di 32

SOMMARIO

ATTUALITA’ POLITICA SCUOLA & CULTURA


Incendiata l’auto del Sindaco Spina 4 In tema di sicurezza, parla Vincenzo Il centro storico come non lo avete mai visto 14
De Pinto 4
Nasce il portale dei creditori 4 Calici nel borgo antico 15
Contraddittorio sulla sicurezza
OCCUPIAMOCI. Il lavoro a Bisceglie: 5
AndamentoLento:
istruzioni per l'uso 8 Pablo Rigante: ma Dario Galantino - Come si muovono i ragazzi in città? 16
dove va? 6
Il topo sul tetto che scotta 8 - Conferenza Lions sulla mobilità 17
Generazione Italia prende la via del Fli 6
Sanità: in pensione anche il dott. Nicola - C'entro in bici 17
De Toma 10 Forum cittadini: il sindaco Spina 6
concede il bis - I tratturi: dalla transumanza degli
Biceglielive ha la meglio sul Comune 11 armenti a quella dei saperi 18
Dario Galantino: se nessuno scende in
Finanziamenti per le scuole biscegliesi 11 campo, lo faccio io 7 18
- Salviamo Palazzo Fiore
Piero Di Terlizzi alla direzione dell' Avviciniamo i disabili alla politica 7 L’Unesco di Bisceglie porta la Pace
Accademia delle Belle Arti di Foggia 13 a Napoli con un concerto da non
BAT: Morte di una democrazia! 9 dimenticare 24
Con un pizzico di sale: approfondimenti
radio in salsa appetitosa 24 La raccolta delle olive nel corso dei
RUBRICHE 14
secoli 25
Centenario del frantoio Caprioli 26
Notizia flash: I fatti di Novembre 12 40° anniversario della Confraternita
dell'Addolorata 26
SPORT:
SPECIALE NATALE -Bisceglie calcio: finalmente la vetta! 27 A Manduria per la festa di fine
26
Speciale Natale - Bisceglie Calcio a 5:
vendemmia
Indignazione su una festa melensa, Dopo il derby, la rimonta
ipocrita 28 Il Rotary adotta una classe 31
20
- ASD Olimpia Basket: si può sognare! 28
Come sarebbe il Natale... 20 errata corrige
- Il karate ‘made in Bisceglie’ Nel num. 96 a pag.7 avevamo scritto
I Presepi animano il borgo antico 21 si impone a Brindisi «.. l'essere di destra lo si dimostra ogni giorno nelle
28
proprie opere e che forse tradire, rinnegare la propria
Scout: XXXIV ed. del Presepe Vivente 21 - Olimpiadi: Il muro del pianto 29 identità è di gran lunga meglio di continuare a difendere
Il vademecum delle spese natalizie 22 i camorristi alla Cosentino, ....»
- ASD Nettuno: In caduta libera! 29 Anziché «l'essere di destra lo si dimostra ogni giorno e
Shopping di Natale: facciamolo solidale 23 Lettere al Direttore chi tradisce e rinnega la propria identità è chi continua
30
a difendere i camorristi alla Cosentino, i mafiosi alla
Dell'Utri, ecc ecc! Io non rinnego la mia identità
politica...».
Ci scusiamo con Vincenzo Arena per il qui pro
al via il rilevamento dei quo, banale ed evidente.
Tanto dovevamo, la redazione.
numeri civici
Silvia La Franceschina
La diretta nuova
ha da oggi una vita parallela
L’
Italia si conta. La nuova tornata censuaria
organizzata dall’Istat correggerà i dati relativi alla
popolazione di tutta la penisola, generalmente
Fabrizio Rigante
soggetta ad errori di sovra copertura , originati da chi è Il giornalismo è cambiato, lo si sa e bisogna Presto allestiremo una galleria di immagini
ancora registrato ma non risiede più nel comune, e quelli adeguarvisi. Se un tempo il lettore si inedite, link ad articoli, curiosità e tutto quello
di sotto copertura, originati da chi dimora abitualmente sul accontentava di leggere notizie da un foglio che i limiti della carta non ci permettono di
territorio comunale ma non vi risulta residente, con metodi di carta, oggi può ampliare, approfondire fare. Tutto questo si aggiungerà al consueto
più semplici del solito. le sue conoscenze on-line, fare commenti, formato cartaceo.
Ma il core di tutto il progetto sta nella rilevazione sul campo, avvalersi di link e supporti multimediali. La prima discussione aperta, intitolata “Il
effettuata distribuendo questionari “porta a porta” con Si è già ipotizzata la scomparsa del cartaceo mestiere che non c’è”, è già aperta. Si tratta
l’aiuto di rilevatori selezionati da ciascun comune in base e il passaggio definitivo al web. E per di una indagine conoscitiva, circa i lavori
alle rispettive referenze. qualcuno lo “switch-on” è già avvenuto. che mancano nella nostra città. Poiché molti
Anche il Comune si sta dando da fare e, nell'ambito delle Ma i più forti resistono, fanno l’uno e l’altro, giornali hanno recentemente denunciato su
attività preordinate al 15° Censimento generale della differenziano i contenuti a seconda dei media più fronti l’assenza, in Italia, di imbianchini,
popolazione e delle abitazioni, ha provveduto alla nomina e fanno capire che la “convivenza” tra i vari manovali, idraulici e operai, ci siamo chiesti
di cinque rilevatori per la raccolta delle informazioni relative ambienti dell’informazione è possibile, a volte quali possano essere le cause della repulsione
ai numeri civici, al numero e alle caratteristiche strutturali indispensabile. verso questi lavori manuali. A Bisceglie
degli edifici al fine di facilitare le attività censuarie del 2011. Oltre a blog e siti web (magari dotati di web- non mancano i bar, i venditori ambulanti,
I rilevatori, dopo una riunione di formazione, hanno iniziato tv), altro strumento interattivo di notevole i supermercati, ma aprire una bottega
il 30 Novembre i lavori di rilevazione dei numeri civici degli
interesse è Facebook, il social network più artigianale è ancora remunerativo? Diteci la
edifici situati nelle sezioni loro assegnate. Il censimento avrà
diffuso al mondo, che si sostanzia in una rete vostra, siamo curiosi.
termine il prossimo 14 Febbraio.
di relazioni virtuali (ma in realtà anche reali) Per partecipare alla discussione basta essere
Ai cinque rilevatori, scelti per punteggio tra i candidati,
tra conoscenti e amici di conoscenti. Vista la iscritti a Facebook. Gli stessi lettori possono
dovranno registrare le informazioni raccolte sui modelli di
sua diffusione e le opportunità di promozione sollevare questioni, fornirci segnalazioni e
rilevazione ed, eventualmente, anche in formato digitale;
che questa risorsa offre, abbiamo deciso di curiosità sul nostro paese. Il nuovo giornalismo
dovranno inoltre verificare la congruenza delle informazioni
compiere il passo anche noi. Cercate dunque è anche questo: è fatto dai cittadini, che così
raccolte e riferire agli uffici comunali preposti le eventuali
“La Diretta Nuova” per discutere con la nostra diventano parte integrante di una redazione
problematicità riscontrate nel corso dell’attività.
redazione in maniera più rapida e interattiva. a misura di città.

2
IL MIRACOLO DI SANTA LUCIA
“Occhio” alla notte del 13 Dicembre.
ferrara_serena@libero.it

L
ucia nacque a Siracusa da famiglia nobile altrimenti solo carbone nero.
(280 d.c.). Ebbene si, anche i santi possono Ma veniamo a noi, perché è giusto si capisca cosa
essere meridionali. Cristiana e per giunta c’entri un editoriale in tema natalizio, con la festa
consacrata a Figlio di Dio all’epoca (terribile) di a della verginetta siracusana protettrice (ancora
Diocleziano, compì miracoli in vita e dopo la uno “storpiamento” popolare) della vista.
morte, guadagnando fan e devoti subito dopo Proviamo a fare una previsione. Il 13 Dicembre
la sua decapitazione (13 dicembre 204). Per lei, di quest’anno le preghiere italiane a Santa Lucia
il tempo fu subito galantuomo. Martire, saranno più generose che mai. E sarebbe
Da Dante a Tommaso d’Aquino, da Santa già un primo miracolo, in effetti.
Caterina da Siena a San Gregorio Magno, i suoi Ma il miracolo più grande, per cui vedremo
supporter (e testimonial) hanno portato sino a noi politici nazionali e locali allinearsi inginocchiati
il suo grido di fede. Che magari si è affievolito e in preghiera, potrebbe verificarsi qualche ora
non poco, da quando la tradizione è andata oltre. più in là in Parlamento, nel cosiddetto “giorno
Tra falò e frittelle di mele e uvetta, mercatini della verità”.
natalizi e atmosfere da fiaba, della martire, il 13 Fli promette di sfiduciare il Cav. A meno che
Dicembre, si è persa quasi ogni traccia. non accetti di fare riforma della legge elettorale,
Nel nord Italia, dal bergamasco al veronese, e se la riforma del Fisco, un grande provvedimento
ci spostiamo ancora oltre in Svezia e Danimarca, economico e sociale. L’idea di Berlusconi, Santa
Santa Lucia è la festa dei bambini. Come per noi Lucia permettendo, è invece quella di incassare
nella notte tra Tutti i Santi e il giorno dei Morti, la maggioranza e andare verso il “rimpasto
ogni bambino, prima di andare a dormire, programmato”. Magari preceduto da un periodo
imbandisce la tavola per i parenti defunti, di appoggio esterno al governo da parte centrista.
come promemoria per i dolciumi da ricevere piena d’acqua e una carota per l’asinello, assieme «Andare a nuove elezioni ora – dice il Premier (ma
al mattino, nel Polpaccio dello Stivale, i piccoli alla letterina con le richieste di giochi e quant’altro. questo lo pensa anche Fini, almeno a giorni alterni,
sistemano accanto alla porta di casa una ciotola Se sarà stato buono, Santa Lucia porterà i doni, viste le continue contraddizioni)- sarebbe solo un

Editoriale
atto irresponsabile, una jattura per l’Italia a causa della
crisi che soffia in Europa».
PUG: dove saranno le case in città E ora veniamo a noi, alla situazione locale. Se per
intercessione di Santa Lucia il governo reggesse, a
lo decidono (anche) i cittadini Bisceglie si confermerebbero le posizioni politiche
attuali. Che, da voci di popolo, rispetterebbero più
o meno questa mappatura:
Felicia Antonino pro-Spina: Puglia Prima di Tutto/Pdl/Fli/Dc/

S
Udc/Nuovo Psi
econdo forum cittadino per la redazione del Piano Urbanistico Generale, la cui stesura pro-Napoletano: Pdci e Rifondazione Comunista/
è stata avviata nel 2008, su integrazione del documento programmatico preliminare Pd/Idv/Sinistra Ecologia Libertà/Partito
risalente al 2005. Socialista/Unione Popolare Cristiana/ Verdi/
Un intero giorno, quello del 25 Novembre al Teatro Garibaldi, dedicato alle proposte “dal Alleanza per l’Italia
basso” e a condividere i risultati dell’integrazione al DPP, presentato il 10 Settembre scorso alla L’Mpa – Io Sud per ora va’ solo, o meglio non
prima conferenza di copianificazione per la redazione dei PUG regionali, presso l’Assessorato scende in campo come partito, ma raccoglie
Regionale alla Qualità del Territorio: quadri interpretativi, schema strutturale strategico consensi attorno a chi, della sezione locale, vorrà
di indirizzo per la elaborazione del PUG ed Rapporto Ambientale Intermedio della VAS metterci del suo da indipendente.
(Valutazione Ambientale Strategica).
I progetti strategici, valutati positivamente dalla Regione, sono così stati esposti dal dirigente Se la grazia non dovesse arrivare per Spina e
arch. Giacomo Losapio e dall’ass. all’urbanistica avv. Antonio Di Lollo. Napoletano, le ripercussioni da Montecitorio a
A relazionare, anche il prof. Gianluigi Nigro, coordinatore del gruppo di progettazione, l’arch. Bisceglie si farebbero sentire già all’alba del 15
Mauro Saito responsabile della progettazione urbana e l’arch. Francesca Calace in qualità di Dicembre.
consulente scientifico. Il terzo polo Fli - Udc salirebbe subito all’altare per
Il prof. Nigro ha presentato i caratteri giuridico formali del PUG, suddivisi in previsioni stringere matrimonio con il Pd, che dal cappello
strutturali (finalità da raggiungere ed assunzione delle invarianti in vista della salvaguardia magico tirerebbe fuori il nome del terzo candidato.
del territorio) e previsioni programmatiche (in cui si fissano le regole dell’uso del suolo). Noi non facciamo nomi per prudenza, ma se
«Il PUG dovrà essere sia perequato – ha spiegato Nigro - nel senso che chi è nelle stesse incontraste l’on. Boccia per strada (in questi giorni,
condizioni, riceverà uguale trattamento, che perequativo tra pubblico e privato, nel senso che più di una volta è qui… ed è già un segno) potrete
il privato dovrà integrare le spese dell’Amministrazione mettendo a disposizione una quota chiedere a lui se è vero o no che l’avv. Bartolo
di edificabilità per politiche sociali e di qualificazione urbana». Cozzoli è il loro volto del prossimo quinquennio
La fase progettuale vera e propria invece è compito dell’arch. Saito che ha individuato circa a Bisceglie.
10 progetti strategici per Bisceglie L’asse centrista calamiterebbe a sé probabilmente
- itinerario naturalistico culturale nel paesaggio agrario (che ha come nodo il Dolmen della i favori di Mpa e Dc, lasciando isolati i due poli, a
Chianca); meno di improbabili ribaltoni.
- parco agricolo Lama Santa Croce (comprende casali, costruzioni rurali e trulli); Difficile fare previsioni, anche perché è a Roma
- parco Pantano Ripalta (una delle zone più difficili da gestire, a causa dell’insediamento che si gioca tutto, e che il Cav. giocherà il tutto
produttivo esistente); per tutto.
- nuovo paesaggio ecoproduttivo ( fotovoltaico inserito nel paesaggio nella zona produttiva Prima del fatidico verdetto e di scoprire quale
ASI); sarà il colore del prossimo Natale, abbiamo
- viale verde di ingresso alla città (in via S. Andrea si pensa ad un viale con alberi davanti ancora più o meno dieci giorni di veleni e
monumentali); guazzabugli, flirt dell’ultima ora, propagande.
- foro urbano (tra mare e ferrovia, per ricucire le “due città” divise dalla stazione); E magari di preghiere e invocazioni (profane?) alla
- strategia per il nucleo antico (che riguardi sia le abitazioni che gli spazi pubblici);
- nuovo water front ( un tutt’uno con la riqualificazione del centro storico: primo passo, Gloriosa Lucia martire bella
eliminare la rete metallica che separa la città dalla vista del porto e del mare); luce dei secoli fulgida stella
- musei in edifici storici rilevanti. del paradiso vaga eroina
del mondo tutto luce divina.

3
Incendiata l’auto del Sindaco Spina
Fabrizio Ardito
…e con l’automobile divampano le fiamme anche in campagna elettorale

I
l Sindaco Spina, già minacciato più manzoniana memoria» della politica
volte nel corso del suo mandato locale. Odore di campagna elettorale
amministrativo, ha visto la sua si sente anche scorrendo il messaggio
auto ardere tra fiamme “di origini e accorgendosi che l’io è usato in
ignote” durante la notte tra il 4 e il 5 tutto il messaggio: giustificabile nel
Novembre. L'autovettura, un'Audi messaggio di solidarietà a Spina, ma
A4 di colore nero, era parcheggiata inutile ai fini della lettera, se non per
in via Nigri, una traversa del centrale ricordare una Età dell’Oro (la “sua”)
corso Umberto. Sul posto non e tornare alla questione “campagna
sono stati trovati residui di liquido elettorale”. La risposta di Spina, come
infiammabile. dicevamo all’inizio, non si è fatta
Episodio di delinquenza gratuita attendere: «il messaggio di Napoletano
e intollerabile, che ha giustamente è calunnioso, diffamatorio e istiga a
messo in moto sin da subito la perpetrare atti in tal senso».
“macchina” dei messaggi di Del resto Napoletano non sembra
solidarietà politica. Dall’ANCI, di condannare seriamente i piromani
cui il Sindaco è consigliere nazionale, («Nei circa dieci anni durante i quali ho
al gruppo parlamentare del PD guidato l’Amministrazione comunale
alla Camera, rappresentata dal con l'auto del Sindaco brucia la campagna elettorale di Bisceglie non è mai accaduto nulla di
Coordinatore delle Commissioni simile»), né farsi propositivo, invitando
Economiche On. Francesco Boccia; dall’UDC al oggi le conseguenze a tutti i cittadini) Spina lo ha i cittadini ad una condotta civica migliore.
Pd locali, dai consiglieri comunali indipendenti querelato per diffamazione, calunnia e istigazione Non voglio dire né pensare che l’auto di Spina
ai movimenti giovanili, per passare attraverso a delinquere. Di tutta risposta Napoletano ha sia stata incendiata da seguaci di Napoletano
“Puglia Prima di tutto” e Pdl regionale: tutti respinto le accuse, rimandandole al mittente con per far apparire la città do-minata dai vandali.
hanno mostrato vicinanza e indignazione, stima o un bigliettino stile se quel poliziesco: «Non mi Sia perché l’atto in sé sarebbe stato moralmente
per lo meno rispetto, rabbia e preoccupazione. faccio intimidire dalle querele (e da te)». deprecabile, sia perché il centrosinistra non
A qualche giorno dall’accaduto, in ritardo Della storia vorremmo forse già sentire la avrebbe nulla da guadagnarci in immagine
rispetto al tempestivo coro di voci politiche che mancanza, ma prima di abbandonarla nel da questi episodi. È tuttavia strano notare che
si è magistralmente scatenato dopo poche ore dimenticatoio, faremmo meglio ad analizzarla. nel messaggio originale di Napoletano non si
dal fatto, anche l’avversario politico di Spina Il messaggio di Napoletano (il primo, si intende) dica esplicitamente: “chiunque ha appiccato
alle prossime competizioni comunali, il Pdci in effetti mostrava qualche punto controverso: quell’incendio è un vandalo, delinquente e va
Francesco Napoletano, si è fatto sentire. prima il suo formale messaggio di solidarietà, arrestato per il bene di tutti”, ma solo un timido
Di qui, si è sviluppata una vicenda politica che poi l’attacco. Napoletano non ha difatti perso «auspico che le Forze dell’ordine […] individuino
sembra avere ormai vita propria e, come sfondo, occasione per ricordare che certi fatti nel corso del presto i responsabili».
già le elezioni di primavera. Dopo il messaggio suo mandato non accadevano. E ha giustificato Torniamo però alla calunnia. Napoletano scrive
di Napoletano (che, tramite un giro di parole, la cosa prima con un rapporto più diretto con senza peli sulla lingua: «Non mi sono mai avvalso
accusava sostanzialmente il Sindaco di essersi l’elettorato (specialmente quello meno abbiente) dei bravi di Don Rodrigo, di manzoniana memoria,
avvalso di gente poco rispettabile e di farne pagare e poi con la sua lontananza da certi «bravi di né davanti alle sezioni elettorali, né per garantirmi
la personale incolumità». E così facendo gioca al
ribasso, senza fare nomi ma instillando dubbi

Nasce il Cipel Portal: piuttosto pesanti. Spina, che il fatto suo lo sa, ha
contrattaccato in maniera impeccabile: «Renda
pure alle autorità inquirenti tutte le circostanze che
il portale dei creditori lui stesso […] pare conosca molto bene».
E qui arriviamo ai giorni nostri, alla querela.
Alessio Di Liddo
Napoletano ha reagito con grande savoir faire,

P
resentato in Comune dall’ass. Mimmo Spina e dal sindaco Francesco Spina il Cipel non lo si può negare. Se Spina mi querela, è
Portal: il portale dei creditori. perché spera di «spostare la contesa elettorale nelle
Bisceglie, comune pilota nella trasparenza amministrativa, è la prima città pugliese ad aule di Giustizia, dove, forse, spera di trovare chi sia
attivare la consultazione telematica dei crediti. disposto ad assecondarlo».
Ciò significa che d’ora in avanti si avrà maggior chiarezza sullo stato del procedimento che porta Che dire?! Per una sitcom, gli ingredienti ci sono
al pagamento di un credito che un cittadino vanta nei confronti dell’Amministrazione. tutti. E forse agli spettatori della tv piacerebbe
collegandosi al sito istituzionale www.comune.bisceglie.bt.it. nella sezione “come fare per” pure.
è possibile accedere all’area web dedicata ai creditori dell’Amministrazione, o direttamente Ma qual è la morale di tutto questo? Non sono
cliccando www.comunedibiscegliepay.it. sicuro che debba essercene per forza una in questa
Il portale è stato realizzato da Svimservice su indicazione del dirigente dott. Angelo Pedone. storia, ma vorrei dare un consiglio ad entrambi i
Per consultare il portale occorrono alcuni passaggi preliminari: contendenti: le elezioni sono in primavera, quindi
- richiesta di registrazione, ossia accreditamento on-line ( la Cipel vi darà l’ok inviando una mancano quattro mesi circa. Non abbassate il
mail di conferma e specificando quali documenti produrre); livello della campagna elettorale poiché, per
- autorizzazione del dirigente che, previa verifica della documentazione, invia due mail quanto mi riguarda, la democrazia è ancora
contenenti rispettivamente autorizzazione alla consultazione e password d’accesso; sinonimo di confronto, di passione e di discussioni
- autenticazione on-line, immettendo nome e password utente ad ogni singola su temi forti. Piuttosto che battibeccare sul “chi sei
consultazione. tu/chi sono io” parlate di programmi, proposte
Vi può accedere anche un delegato, ma occorre prima che la delega venga trasmessa via posta e idee. Non incendiate la campagna elettorale
elettronica e ugualmente autorizzata dal dirigente. con temi che non le appartengono: di fiamme,
Da oggi i 5.000 creditori del Comune potranno dunque monitorare le procedure amministrative tra macchine e cassonetti al rogo, ne abbiamo
(estratto conto fatture, impegni, liquidazioni, mandati) e tramite posta elettronica saranno viste fin troppe.
informati sul pagamento (dove, quando, come e in quali termini).

4
in tema di sicurezza parla
Vincenzo de pinto
ispettore capo polizia di stato
Felicia Antonino

L’
attentato subito dal Sindaco Spina e Da quando fa politica attiva?
il conseguente Consiglio comunale «Da sempre. Ero iscritto al Fronte della Gioventù
monotematico (svoltosi lo scorso 22 a metà degli anni ’70 ed è a quegli anni che risale
Novembre) hanno portato alla ribalta l’argomento la mia amicizia con Francesco Amoruso».
“sicurezza urbana”, uno dei temi caldi della
campagna elettorale della prossima primavera per Presumo che, considerata la sua professione, il campo (ho alle spalle 32 anni di servizio nella
il rinnovo dell’amministrazione comunale. suo impegno politico sia rivolto alla risoluzione Polizia di Stato) mi porta a notare subito ciò che
Tra i tanti candidati consiglieri, anche Vincenzo dei problemi di sicurezza cittadina. non va. Sono consapevole che nessuno sia in
de Pinto, classe 1959, ispettore capo della Polizia «Sono convinto che ove non vi sia sicurezza non possesso della bacchetta magica, ma, avvalendomi
di Stato e attuale consigliere di maggioranza in v’è sviluppo né pace sociale. E parlo di sicurezza dell’esperienza, provo a trovare soluzioni».
forza al PdL. Lo abbiamo intervistato, prendendo intesa come lotta alla criminalità e “imposizione”
spunto dagli ultimi fatti di cronaca. del senso civico. La mia lunga esperienza sul Quale è la prima cosa che farebbe se le fosse data
possibilità di operare per la sicurezza urbana dal
versante politico?
«Il coordinamento delle Forze di Polizia Locale.
contraddittorio sulla sicurezza Non v’è una sinergia tra forze dell’ordine, cosa
necessaria per un controllo del territorio. A scopo
assolutamente preventivo, devono essere presenti
sul territorio in maniera più visibile, soprattutto nel
fine settimana e fino all’alba. Quanti meno genitori
CITTA’ DI BISCEGLIE Coordinamento cittadino PD piangerebbero!
Altro fronte su cui mi muoverei sin da subito, è
Il Sindaco di Bisceglie ha espresso piena Il Consiglio Comunale nella seduta monotematica
quello dell’educazione al vivere civile. Auspico una
soddisfazione per l’approvazione all’unanimità sulla “Sicurezza Urbana”, fortemente voluta dal
maggior presenza delle forze dell’ordine e delle
nella seduta del consiglio comunale del Partito Democratico e tenutasi nella giornata
varie associazioni d’armi nelle aule scolastiche di
documento proposto dall’Amministrazione di ieri, è giunto all’approvazione, unanime, di
ogni ordine e grado ».
Comunale. un ordine del giorno che, fatti salvi i principi
Sono stati analizzati i risultati fin ora ottenuti fondanti del confronto politico e di una sana
Ha delle proposte per una migliore vivibilità della
nel campo della sicurezza e del controllo del dialettica tra maggioranza e opposizione, ha
città e sicurezza dei cittadini?
territorio: sancito, inequivocabilmente, l’accoglimento
«Una maggior sorveglianza dei punti strategici
- ristrutturazione ed ampliamento della caserma delle indicazioni e delle istanze espresse dal
della città. E poiché non è possibile aumentare il
dei Carabinieri; Gruppo Consigliare del PD in questi anni di
personale della Polizia Municipale, penso ad un
- avvio ed ampliamento del sistema di opposizione. Seppure con improvvido ritardo,
maggior supporto tecnologico. Ovvero, aumentare
videosorveglianza; l’Amministrazione Comunale ha accolto la
il controllo con la videosorveglianza».
- stipula di convenzioni con Metronotte, Guardie nostra richiesta di istituire una “Commissione
Campestri, Guardie Ambientali e Associazioni Consiliare Speciale sulla sicurezza urbana”
In tema di sicurezza stradale cosa propone?
d’Arma per interventi sussidiari; il cui compito, tra gli altri, è lo studio delle
«C’è molto da fare. Elenco alcune azioni
- svolgimento di una seduta del Comitato problematiche afferenti la Sicurezza nella nostra
indispensabili:
dell’Ordine Pubblico e la Sicurezza presso la sala Città e la promozione e la tutela della cultura della
- rilevatori di velocità in via S. Andrea, in prossimità
consiliare del Comune presieduto dal Prefetto di legalità. In questi anni più e più volte il PD si è
degli imbocchi della 16 bis e della rotonda.
Bari con l’intervento delle massime Autorità di fatto promotore di interrogazioni e proposte volte
altrettanto dovrebbe accadere in via Veneto dove
pubblica sicurezza. alla determinazione della reale consistenza della
vanno anche posizionati dei rallentatori;
Questi traguardi storicamente mai raggiunti criminalità nella nostra città e alla attuazione di
- creazione di una rotonda all’incrocio di via
prima dal Comune di Bisceglie non sono stati efficaci strumenti di prevenzione e repressione e
Veneto - bretella via Ruvo (nelle vicinanze del
sufficienti, tuttavia, ad evitare una serie di episodi di misure tese a contrastare il disagio sociale, l’
distributore di benzina), un’altra all’incrocio di via
di criminalità a danno di rappresentati comunali emarginazione, i conflitti sociali e culturali. Non ci
Vecchia Corato con via Sergio Cosmai (direzione
impegnati nell’attuazione del programma aspettiamo che sia l’O.d.G di ieri a porre rimedio
via Andria) e l’ultima all’incrocio via S.Andrea - via
amministrativo sulla legalità e sicurezza. ai ritardi gravissimi che questa amministrazione
S. Maiellaro;
Il Sindaco, avv. Francesco Spina, ha previsto nel ha sul delicato tema della sicurezza dei cittadini.
- strisce pedonali rialzate rispetto all’assetto
suo programma di governo cittadino l’istituzione D’altronde l’istituzione della Commissione e
stradale(dossetti) per tutto il lungomare, onde
di una “commissione consiliare speciale” che l’accoglimento delle nostre indicazioni e dei
obbligare gli automobilisti a rallentare.
diventi osservatorio sulle tematiche della nostri suggerimenti, peraltro con notevole ritardo
Ma la vera necessità è l’aumento del numero
sicurezza e promuova occasioni di incontro e e solo in piccola parte non avendo avuto questa
di Vigili Urbani. L’organico cittadino è proprio
raccordo interistituzionale per definire azioni maggioranza il coraggio di sposare e di aderire in
insufficiente: ce ne vorrebbero 50, uno ogni 1000
concrete ed efficaci. pieno alla nostra impostazione “culturale” fatta di
abitanti così come prevede la legge, ma gli operatori
Nel prossimo consiglio comunale tale punto azioni concrete e mirate su tutti gli aspetti del tema
in servizio attualmente sono solo 31 ».
programmatico del sindaco troverà attuazione Sicurezza, è “de facto” il riconoscimento della
con la formale istituzione di tale commissione inefficacia dell’ordinaria azione svolta sul tema
Sono sul punto di accomiatare l’ispettore de Pinto,
consiliare speciale e la nomina dei componenti. da questa Amministrazione. Conseguentemente
quando mi anticipa con le parole:
Il Sindaco ha espresso soddisfazione per all’approvazione di tale documento ci aspettiamo
«È necessario un codice etico comportamentale
l’adesione e il sostegno di tutte le forze di dall’Assessore competente (Abbascià) una presa
per pubblici amministratori, politici e dipendenti
maggioranza e per la minoranza, del PD e di di coscienza dei suoi limiti accompagnata
pubblici tutti. Chiederò al Sindaco e al Consiglio
Città Solidale ad eccezione del gruppo dei da una presenza più assidua ed un maggior
Comunale di elaborarne uno, che preveda una
Comunisti Italiani. impegno nello svolgimento dei compiti che la
pena pecuniaria e un procedimento disciplinare
Il documento approvato dal consiglio comunale sua carica richiede. Con il Consiglio di ieri, questa
verso tutti coloro i quali contravvengono alle
verrà trasmesso al Ministro degli Interni, ai Amministrazione ha preso atto dell’esistenza di
norme di legge e deontologiche. Non possiamo
Prefetti di Bari e della B.A.T., al Comandante un problema serio, prenda anche atto dei propri
permetterci di elevare contravvenzioni ai cittadini
della Tenenza dei Carabinieri di Bisceglie anche ritardi.
quando noi non diamo il buon esempio».
per l’inoltro agli Organi superiori. Il segretario Nicola Amoroso

5
pablo rigante: ma dario galantino dove va?

I
ncontro l’avv. Pablo Rigante, consigliere “allievo” politico in seno al MPA? politico. Si sa, c’è sempre tanto da migliorare».
comunale del PdL per caso e subito mi chiede: «Mi dispiace, ma devo dire che Dario Galantino da
«hai capito cosa sta facendo Dario Galantino?» segretario di sezione non è stato capace di formulare Qualche parola sul candidato sindaco
Si riferisce al Comunicato che l’avv. Dario Galantino, suggerimenti concreti da porre all’attenzione del dell’opposizione?
già segretario del MPA, ha inviato alla nostra Consiglio Comunale. Se io, Pablo Rigante, ho fatto «Resto molto sorpreso quando sento dire all’avv.
redazione e che abbiamo pubblicato sul numero qualche proposta in passato, non è certo stato frutto Napoletano, già sindaco di Bisceglie e oggi
in edicola a Novembre. del lavoro del coordinamento del partito. E poi, di ricandidato: “Se dovessi fare il Sindaco farei…”.
quale coordinamento stiamo parlando?» Forse non si è reso conto di aver già fatto il Sindaco
Cosa vuoi dire? Gli ho dato il la ed è stato come per tre volte. Avrebbe già dovuto realizzare tutto
accendere una radio. Sei troppo polemico: il movimento che Galantino ciò che oggi propone. È palesemente non credibile.
«È singolare quello che dice. Fa un appello ai propone è agli inizi; aspetta almeno che si E poi in questi cinque anni di Amministrazione
cittadini, parla a titolo di alcuni sottoscrittori, ma concretizzi con un programma condiviso e con un Spina, il centro-sinistra si è limitato a contestare
l’unico firmatario è lui. E poi: si presenta come ex gruppo più allargato. Ma veniamo a noi. Cosa mi ogni proposta presentata dalla maggioranza, senza
coordinatore cittadino del MPA, come candidato dici di Pablo Rigante? preoccuparsi di favorire un’alternativa. Quindi,
consigliere o come candidato sindaco? Parla di un «Sono fortemente convinto del giusto operato presumo ancora una mancanza di idee e progetti
“distacco dei cittadini dalla politica amministrativa dell’attuale amministrazione e in particolare del per la nostra Bisceglie. È assurdo contestare e
e … distacco nei confronti della politica nazionale PdL. Mi sono riconosciuto nel suo programma e opporsi ai lavori di riqualificazione delle periferie
e dei suoi interpreti”, quando tra questi “interpreti per questo, da consigliere di maggioranza MPA, e soprattutto del Centro Storico, riqualificazione
della politica nazionale” c’è anche il Presidente del sono passato a consigliere di maggioranza del PdL. fortemente voluta dal sen. Amoruso. Stiamo
suo partito. Tra l’altro, a mio parere, Lombardo è il Auspico la riconferma del centro-destra alla guida rivalutando il borgo antico dopo un decennio di
primo degli esempi di poca affidabilità e il suo unico della nostra città». totale abbandono e degrado e, anziché dire grazie
consigliere comunale Tonio Di Lollo non è certo da o per lo meno tacere, loro contestano. Propongano
meno: non partecipa a tutti i consigli comunali e Hai un programma tuo? alternative, invece».
quando lo fa è presente per poco tempo». «È quello che stiamo costruendo nel PdL, ma
Tento una difesa di Dario: ma non è stato tuo personalmente prometto un maggior impegno Felicia Antonino

Generazione Italia Forum cittadini:


prende la via del FLi il sindaco spina concede il bis
Felicia Antonino
F. A.

G C
on il ciclo di incontri “Città e
enerazione Italia - Futuro e Libertà BAT, il Cittadini a confronto”, il primo
circolo dei futuri Fli della sesta provincia, cittadino si fa “aiutare” a stendere
debutta politicamente con un incontro sul il suo programma elettorale
tema “Legalità. L’etica e la morale nella politica”. L’idea dei forum non è nuova: erano
L’incontro, svoltosi lo scorso 26 Novembre, è già stati attivati nel 2006, contribuendo
stato promosso dai Circoli di Generazione Italia probabilmente alla vittoria dell’avv.
di Barletta e di Bisceglie. A rappresentare la Francesco Spina sui suoi concorrenti.
nostra città, Nancy Pasquale, coordinatrice G.I. Ora il Sindaco, che punta alla riconferma,
per Bisceglie. Hanno partecipato al dibattito l’on. indice nuovi tavoli di discussione in vista
Salvatore Tatarella, parlamentare europeo di Fli, della campagna elettorale per le nuove
Gianmarco Surico, vice-coordinatore regionale amministrative. Il primo dei quattro
Fli, il docente universitario di diritto commerciale forum previsti, Venerdì 5 Novembre, ha
Sabino Fortunato, il coordinatore Generzione messo in chiaro una cosa: a stendere il
Italia della provincia Foggia, Fabrizio Tatarella e appositamente allestito in modo professionale
suo nuovo programma elettorale saranno tutti i
Carmine di Paola, coordinatore G.I. per Barletta. dall’agenzia di comunicazione “Zero 1 media”
cittadini, nessuno escluso.
Con questo meeting ha preso dunque il via il di Molfetta, oltre al sindaco Francesco Spina
Il Sindaco lo ha capito bene, che la partecipazione
traghettamento dei finiani locali nel partito Futuro e e al sen. Francesco Amoruso in qualità di
è percepita come elemento decisivo per la
Libertà, che conta in Italia il 7% dell’elettorato attivo vicesindaco, i rappresentanti di organizzazioni
democrazia. E che la gente sa che gli amministratori
pur non essendo ancora un partito organizzato e del territorio, il dott. Gianni Porcelli vicepresidente
che operano correttamente hanno tutto l’interesse
strutturato. Il messaggio politico, più che chiaro, Confagricoltura di Bari, il dott. Alessandro Fusco
a coinvolgere la base, mentre chi fa da sé e non
che si è voluto lanciare in questo primo meeting è : in rappresentanza della Confcommercio di Bari, la
concede potere di indirizzo a nessuno, lo fa per
ridiamo al centrodestra la cultura della legalità e del dott.ssa Rachele Barra della Conbitur (Consorzio
due motivi: o è un dittatore, o ha qualcosa da
rispetto delle regole. Bisceglie Turistica), l’ing. Giuseppe Latrofa per
nascondere.
Incisivo è stato l’on. Tatarella, che, parafrasando il Consorzio ASI (Area Sviluppo Industriale) e la
Tornando all’appuntamento del 5 Novembre,
Berlusconi («chi mi sfiducia è un traditore», ndr) ha dott. Mariangela Chiappa del Centro per l’impiego
il meeting moderato dalla giornalista Vanessa
detto: «chi è nel Fli non è un traditore. Noi siamo sempre di Andria.
Battista ha avuto come tema “Il Comune, leva di
stati coerenti. Il tema della legalità ci ha portato allo Dal confronto con il pubblico, i relatori hanno
sviluppo e di lavoro”. Ed è proprio dallo sviluppo
scontro con il Pdl ed è il tema che giustifica la nascita del sviluppato una scaletta degli argomenti da
che ha preso piede la discussione: sono stati
partito». Ciò che i finiani rimproverano al Pdl è di trattare nei prossimi forum: sistemazione delle
evidenziati i progetti già avviati e quelli in fase
non aver risolto il problema della giustizia né nel strade, pulizia del territorio, incentivazione
di attuazione.
passato governo, né in questo. Dunque, imperativo dell’agricoltura attraverso il riciclo delle acque
Parlando poi dei programmi futuri è emersa la
categorico per il nuovo centrodestra locale e reflue, partecipazione delle donne alla vita
necessità di ripartire dalle peculiarità del territorio:
nazionale, è quello di dare seguito alla stesura di politica e amministrativa, sostegno al comparto
agricoltura, turismo, imprenditorialità vincenti.
un codice deontologico anche e soprattutto per i della pesca.
Le difficoltà che la città lamenta sono soprattutto
professionisti della politica, affinché precondizione Chi volesse farsi portatore di idee in tema di
di tipo occupazionale e la rivoluzione in tal senso
di un buon politico sia l’essere un uomo buono. sviluppo e della città, si è ribadito in chiusura di
non è cosa breve.
dibattito, può inviare i propri suggerimenti al blog
Presenti presso l’auditorium S. Croce,
“cose da fare.it”.

6
dario galantino: se nessuno
scende in campo, lo faccio io
Serena Ferrara
Nel mese di Novembre abbiamo pubblicato il suo appello ai cittadini per una
“politica che parta dal basso”. Dario Galantino, avvocato men che 30enne, già in
lizza per le provinciali del 2009 in quota all’Mpa, questa volta ci riprova con piglio e buona volontà. Un
mese e mezzo fa aveva scritto e firmato di suo pugno una missiva per raccogliere consensi attorno ad una
nuova proposta politica che avesse base larga e vertice più o meno uguale.
La sua idea di movimento civico “trapezoidale” (chiamiamola così, per contestare il metodo della
“piramide”) ci è piaciuta. Ma quella lettera “nuda”, così come proposta (in prima persona punto e
basta), poteva sembrare un salto nel vuoto. Siccome conosciamo il Galantino, intuiamo che invece alle
spalle c’è tutto un progetto, magari non ancora definito in ogni dettaglio, ma pur sempre reale. Di
questo, abbiamo parlato con lui in un incontro informale.

A
llora, spiegaci bene da cosa nasce questa avranno grosse difficoltà a fare una campagna in quanto persone ma quali rappresentanti di uno
tua idea di scendere in campo in prima elettorale coerente. stesso sistema, caratterizzato dall’immobilismo
persona. E comunque a Bisceglie, come nel resto d'Italia, i amministrativo che ha portato la nostra città ad
«Nasce dalla semplice constatazione di due finiani sono con Fini, e se Spina rappresenta uno essere ormai ferma dal punto di vista dello sviluppo
elementi: schieramento che Fini vuole contrastare, i suoi economico e sociale».
1° nella città si parla solo sotto voce di tutto ciò che rappresentanti locali dovranno seguire quella linea,
non va e nessuno ha preso l’iniziativa. Quindi, da oppure cambiare partito, se non condividono». E cosa propone di rivoluzionario?
persona convinta che ci siano tante cose che non «Credo che il semplice fatto di lavorare per la
vanno, provo a farmi portavoce del malcontento; Ma questo movimento civico “trasversale” che, città sia già una rivoluzione, visto il chiarissimo
2° la classe politica che ci rappresenta a livello a quanto ho capito, non fa capo all’Mpa, cosa processo involutivo che ha interessato Bisceglie,
comunale e non solo, non rappresenta il mio ideale rimprovera a Spina? dovuto ovviamente alla superficialità della classe
di politica. Sono molto legato al territorio e vorrei «Il movimento che sta nascendo rimprovera a amministrativa degli ultimi 10-15 anni».
che si sviluppasse il più possibile, ed invece assisto Spina tutto ciò che rimprovera a Napoletano, non
al susseguirsi di notevoli rappresentanze in seno
agli organi decisionali della nostra repubblica che
non fanno nulla, o fanno pochissimo, per il nostro
territorio».
Avviciniamo
Avviciniamoiidisabili
disabilialla
allapolitica
politica
E dunque: il coraggio premia? Hai ricevuto adesioni
alla tua proposta? Se si, di che genere di persone
si tratta? (Politici, tecnici, imprenditori, gente di A tu per tu con Alex Caputo Bartolomeo Pasquale
Bartolomeo Pasquale
destra delusa da Spina, gente di sinistra che ha perso
la strada di casa…)

N
«Il coraggio premia sempre, almeno dal punto elle campagne elettorali dei politici
di vista delle gratificazioni personali; e posso locali e nazionali, tra i tanti punti dei
assicurare che poter dire quello che si pensa, senza programmi un accenno al sostegno ai
essere costretti a dire solo SI SIGNORE, è una grande disabili non manca mai. Ma per passare dalle belle
soddisfazione. parole ai fatti, le strade spesso sono tortuose e al
Al progetto hanno aderito in molti, persone di ogni concreto non si arriva mai. Fa eccezione il giovane
genere, tutti scontenti del sistema e che non vedevano Club della Libertà di Bisceglie (nato lo scorso
l’ora di sentire una voce apparentemente fuori dal Settembre), presieduto da Enzo Caputo.
coro, ma effettivamente molto condivisa». Fautore del progetto per l’inclusione politica
di disabili e donne è Alex Caputo, classe 1989,
Se si tratta di un movimento a base larga, dovreste laureando in Giurisprudenza d’impresa e
consentire a tutti di partecipare in modo sostanziale. mediatore creditizio. Ci ha spiegato le ragioni
Ma mi rendo conto che dire “democrazia assoluta” del suo credo: «Vivendo a stretto contatto con
in politica è come dire caos. Condividi? persone meno agiate e disabili, ho voluto dar loro voce,
«Non sono d’accordo. Il progetto si svilupperà eliminando i filtri e le barriere con le istituzioni. Non
attraverso delle sedute aperte a tutte le persone che vogliamo puntare ad una loro candidatura diretta,
avranno voglia di dare un contributo. E le decisioni perché a loro non interessa esporsi in prima linea, ma
saranno prese in maniera condivisa». essere rappresentati come portatori di interesse».
La domanda sorge così spontanea: quale contributo
Avete già pensato ad un nome e ad un programma? attivo i disabili possono dare al Club?
Chi si occuperà di tutto questo? «Tramite il loro responsabile, Giosuè Gargiulo (disabile
«Il programma sarà condiviso da tutti i membri del anche lui dal 2003 a causa di un incidente stradale), i
comitato che vorranno apportare delle idee». ragazzi meno fortunati di noi possono manifestare le
loro esigenze ed i loro problemi. Giosuè merita di essere
A livello nazionale, Lombardo (a capo dell’Mpa, di preso ad esempio per la sua forza di volontà».
cui eri fino a qualche mese addietro il coordinatore Voce anche alle donne, con la sezione femminile, presieduta da Gabriella Aruanno.
cittadino) ha dichiarato amore al Fli di Giancarlo «Vogliamo che tutti partecipino – spiega Caputo - indistintamente dal sesso e dalla classe di appartenenza.
Fini, ma a Bisceglie i finiani sono con Spina. E Anche le ragazze hanno molto da dire: il feeling è ottimo, le basi per fare bene ci sono tutte».
l’Mpa, a questo punto, che strada prende? Il Club delle Libertà in meno di tre settimane ha raccolto cento iscritti. Ma a Caputo i numeri per
«L’Mpa prende la strada dell’autonomia e dello il momento non interessano. L’euforia dei primi tempi, si concentra sui progetti futuri del Circolo:
sviluppo del territorio, attraverso la difesa dei «Intendiamo realizzare una manifestazione al mese, in collaborazione con associazioni come l’Agebeo di
valori e l’esaltazione di tutto ciò che rende Bisceglie Michele Farina (l'Associazione genitori bambini emato oncologici, ndr) ed altre realtà locali. Il nostro obiettivo
unica. è quello di coinvolgere tutte le fasce sociali, diversamente abili compresi, in tutte le fasi della realizzazione
Credo che i gruppi che sostengono uno schieramento degli eventi organizzati».
a livello nazionale ed uno differente a livello locale

7
OCCUPIAMOCI. Il lavoro a Bisceglie:
istruzioni per l'uso Silvia La Franceschina

La fabbrica di Nichi e la Cgil discutono di uno dei problemi più spinosi delle nuove generazioni.

L
o spettro più grande che minaccia i dei propri padri; per cui noi staremmo ancora
giovani del Sud (e ormai non solo loro) è pagando, come i nostri nonni e bisnonni
senza dubbio la disoccupazione. trapiantati al nord in cerca di fortuna, chissà
Se ne è parlato tanto, e si continua a filosofeggiare quale delitto.
sulle cause che costringono le nuove generazioni Fatto sta che nel Mezzogiorno la disoccupazione
a migrare altrove. aumenta pressoché sistematicamente, in
C’è chi sostiene che dipenderebbe dalla cattiva misura più pronunciata quando la situazione
volontà dei meridionali, riluttanti ad accettare economica generale è negativa, ma senza
salari inferiori o posti non prestigiosi, scarsamente mostrare significativi cali quando la situazione
disponibili alla mobilità territoriale, insomma economica volge al bello.
‘poltroni’ nel senso pieno del termine. La Fabbrica di Nichi e la Cgil, venerdì 12
C’è chi, invece, considera il Sud vittima Novembre hanno incontrato presso la sede della
del “familismo amorale”, come sostiene Cgil Bisceglie Michele Valente, Coordinatore
l’antropologo americano Edward Banfield, che Comunale della CGIL di Bisceglie e l'avv.
ha coniato il concetto per descrivere l’incapacità Gianpaolo Santoro. A moderare il dibattito
della popolazione meridionale di agire per Mario Lamanuzzi, giornalista di Bisceglielive.
qualsivoglia fine che trascenda l’interesse Obiettivo, quello di fare il punto sulla situazione
materiale immediato del nucleo familiare. occupazionale locale e dare qualche consiglio
C’è poi chi liquida il problema andando a ai giovani su come utilizzare i finanziamenti
scomodare la cultura greca classica, secondo pubblici. esperienza di consulente del lavoro, dopo
la quale i figli continuano ad espiare le colpe L’avvocato Santoro ha parlato della sua un decennio d'insegnamento di diritto ed
informatica ed il conseguimento, sin dal
praticantato legale, di una specializzazione
nell'ambito della "finanza agevolata". Il

Il topo sul tetto che scotta


consulente del lavoro è la figura incaricata di
seguire chi fa domanda di un finanziamento
pubblico per la realizzazione di un’impresa, in
Un piccolo Jerry fa irruzione in casa di biscegliesi tutto il percorso dal mandato di consulenza fino
all'erogazione del finanziamento.
In un quadro generale di un Paese, l’Italia
Cristina Giovenale intera, massacrato dalla crisi e dalla mancanza
Questa è la storia di un topo di Bisceglie, di prospettive lavorative per i giovani, i
nato per caso in Via Isonzo. finanziamenti pubblici rappresentano una
Ma un giorno disse: vado alla ricerca di una nuova casa risorsa concreta contro la disoccupazione, in
e mentre lo diceva sorgeva un cantiere; quanto destinati esclusivamente allo sviluppo
là dove c’era l’erba delle microimprese in ambiti territoriali
ora c’è una colata di cemento su cui arrampicarsi. svantaggiati, come il Sud Italia. A proposito di
Passano i mesi, ma otto son lunghi microimprese, l’avv. Santoro ha spiegato che
e il topolino di strada ne ha fatta: gli attuali bandi regionali per l’ottenimento
ora quella casa può anche occuparla… dei finanziamenti (finalizzati a start up o
investimenti) escludono le ditte individuali,
le società di capitali, le cooperative, le società

“C
hissà come si farà” avrebbe concluso facilitato l’accesso alle abitazioni. di fatto e le società aventi un unico socio. Il
il buon Celentano, che magari al programma di sviluppo finanziario promosso
topo, nella via Gluck inondata Un episodio simile si è verificato in uno stabile dalla regione Puglia, allo stato attuale mette
col tempo dal cemento, proprio non aveva di Via Federico II di Svevia, nelle vicinanze di a disposizione a fondo perduto fino a 400mila
pensato. Fondo Noce: un topo di fogna si è insediato nello euro per ogni nuova microazienda e si rivolge a
E “come si farà” è la domanda che ora si pongono stanzino di una abitazione (ricavandosi una tana disoccupati e precari, giovani e donne. Permette
alcuni condomini di Via Isonzo, che da un po’ tra le provviste di farine e zuccheri), nei pressi inoltre il sostegno dei cassaintegrati intenzionati
di tempo stanno assistendo ad un caso tanto dei tubi esterni del gas; nel luogo riparato, ha ad uscire dall’azienda.
increscioso quanto disgustoso: topi che nelle potuto vivere comodamente sino a che non ci Secondo l’esperienza di Michele Valente anche
ore notturne si aggirano per i balconi. Come gli si è accorti che aveva rosicchiato i cavi elettrici Bisceglie soffre tanto. E alcuni dati risultano
‘scazzambreidd', i folletti dispettosi. della caldaia. I residenti ora non possono più addirittura stupefacenti. Un settore un tempo
Chi ha visto l’animale ha dichiarato che si usufruire di acqua calda. trainante come quello dell’agricoltura, è oggi
tratta di un topo nero di fogna; altri hanno solo in crisi (su 1100 braccianti, 450 domande di
constatato gli effetti, la visita topastra, avendone Il comune denominatore dei due episodi di disoccupazione), mentre risulta pressoché
trovato le tracce in escrementi e foglie delle periferia, i topi di fogna, ci dice una sola cosa: scomparso quello tessile, più che fiorente fino
piante rosicchiate. che la città è sporca. Contribuisce a destare ad una decina d’anni fa. La manodopera locale
Causa di tali scappatelle, il cantiere edilizio preoccupazione, il fatto che i bidoni della è stata soppiantata da quella estera, che costa
costruito proprio a ridosso dello stabile in spazzatura (in modo particolare in queste zone) molto meno. Le aziende non dispongono di
questione, passerella ideale per i topi per non sempre vengano vuotati quotidianamente, più di 15 dipendenti. Solo il settore edilizio è
raggiungere i balconi. Chi ha provviste sul invitando a nozze i roditori (e non solo loro). in ripresa, grazie anche alla 167. E il terziario?
balcone, negli armadi da giardino, già teme per Che accadrà dunque durante le vacanze di Non incide nemmeno sui dati occupazionali:
la salute dei propri cari. Ma i più preoccupati Natale, quando, a causa delle feste, i servizi parliamo solo di lavoro stagionale e lavoro in
sono i residenti dell’ultimo piano e sull’attico, ordinari di smaltimento non rispondono in toto nero.
che prevedono la nidificazione dei topi sul alle normali esigenze di igiene? E frattanto che ci arrendiamo all’evidenza dei
terrazzo, in vista della stagione fredda. Anziché aspettare di scoprirlo, chiudete bene le fatti, ci domandiamo: la politica cosa fa e cosa
La presenza dei topi nella zona era di certo finestre, evitate la sovraproduzione di rifiuti e, può fare per sciogliere il nodo più grande del
preesistente al cantiere, ma quest’ultimo ne ha soprattutto, lasciate il gatto sulla porta… millennio?

8
…dalla Delibera di Consiglio Comunale n.4 del 20/02/2001 con all’O.d.G. 6ª Provincia

MORTE DI UNA DEMOCRAZIA

A
ccadde nell’Anno Domini 2001, era scadesse nell’adesione al ruolo di comparsa; il
d’inverno, il calendario segnava 20 febbraio, “rammarico …per …la soluzione dei capoluoghi a
l’orologio le 19.35. Doveva esserci foschia. lutto cittadino tre” si tramutasse in sostegno al mostro a tre bocche;
Nell’Aula senz’altro, fuori forse. l’auspicio di vedere “esaltate le proprie vocazioni ”
A Palazzo S. Domenico si riuniva il Consiglio sfociasse in iella; “la grande occasione di sviluppo”
Comunale con all’Ordine del Giorno “Sesta si trasformasse in regresso; “l’enorme beneficio …
Provincia Pugliese”, ovvero “Morte Annunciata sotto l’aspetto del decentramento amministrativo,
di una Democrazia”, ovvero ancora “Piangere il
Morto”, per il popolo “andare sap o vist”. Si è spenta dei collegamenti e dei servizi” …diventasse ciò che
è sotto gli occhi di tutti, basta recarsi all’INPS, o
Era ancora in vita però. Ma il rantolo non cedeva, avventurarsi per una visita medica specialistica.
la speranza si affievoliva.
la democrazia Ora basta. Che si gridi, che si urli, che si additino i
Tutti i Consiglieri comunali avevano chiesto responsabili. E subito.
una 6ªprovincia policentrica a 12, se l’erano I continui appelli contro la Bat stanno svegliando
trovata policentrica a 3. Portavano per scontata le coscienze sopite. Nascono i Comitati, si tenta da
l’individuazione del capoluogo, se ne videro più parti la formazione di Liste Civiche con al centro
piombare ben tre in testa. Scontato ritenevano la sua capacità di governo democratico- C’è il bubbone Bat.
pure il nome di battesimo della neonata, e con gli indifferenza, meno male che non abbiamo fatto il Si registra un buon sperare.
altri 11 Comuni desideravano brindare al grande Referendum!”. Viene così evidenziato il risultato E’ in arrivo la scadenza amministrativa, forse anche
evento, si videro invece sbattere in faccia il nome del suo lungo e capillare lavoro di “sensibilizzazione quella politica. Quale migliore occasione per urlare,
BAT e ricevere l’invito a …rimanere a secco. Vibrata democratica”, e viene finalmente dimostrato quanta per condizionare, per pesare?
era stata la protesta del sindaco Napoletano per “fatica” occorra per aspirare al vitalizio eterno. Guai a crearsi una tregua in questo momento. E’
quell’insulto (nota 22335 del 30/10/2000), assestato Rimbalza l’altro compagno-aspirante, elevando ciò che vorrebbero, anzi è ciò che vogliono e in tal
fu il silenzio che ne subì. il concetto: “Il Referendum? E noi che ci stiamo senso si stanno già muovendo, coloro che ci hanno
Di tutto questo quel Sindaco “prendeva atto”, a fare qui? Dobbiamo dimostrare di non essere resi sudditi togliendoci la libertà di scegliere con
e sottoponeva all’approvazione dei consiglieri capaci di fare scelte di natura politico-istituzionali? chi stare, con chi vivere, con chi programmare, con
presenti un Ordine del Giorno col quale si ribadiva Se siamo incapaci è bene che i cittadini facciano chi sognare.
la “volontà di aderire ad una 6ª Provincia pugliese il referendum, ma per cacciare noi dal Consiglio Ma questa volta non la spunteranno. Parola della
effettivamente policentrica” (cioè a 12), pur sapendo Comunale”. Democrazia.
che ciò non sarebbe potuto avvenire altrimenti la Da cotanta levatura e idealità, ove il distacco Questa è una battaglia di tutti, è una battaglia di
nuova provincia non sarebbe mai nata, neppure col dalla prov. di Bari e l’adesione alla Bat venivano libertà: nessuna strumentalizzazione è possibile né
cesareo. Ma lui ci teneva. Doveva salvare la faccia trattate alla tregua di un appalto della Nettezza per l’oggi, né per il domani.
però e apparire un duro. E doveva “convincere”, Urbana, nessun consigliere, punto nell’orgoglio (io Coprire con una pagina di riscossa una delle pagine
se voleva …continuare a sognare, sognare di incapace?), se la sente di apparire distante. I più più nere e umilianti della storia di Bisceglie, è
dominare l’intero territorio rosso! Come fare? nervosetti vengono “serviti” ospitando qualche imperativo categorico per chiunque abbia a cuore
Facile, bastava, come bastò, terminare l’O.d.G. loro scarno emendamento, e, con l’unica meditata le sorti della nostra Città, le sorti della nostra
con un monito, anzi una minaccia: ripristinare e sofferta astensione - “per motivi linguistici” (sic!) Democrazia, le sorti della nostra Libertà.
le condizioni originarie della 6ª Provincia “onde - del prof. L. De Pinto Presidente, quell’O.d.G. passa Occorre muoversi subito. Muoversi ora.
evitare possibili sfilacciamenti e ripensamenti che all’unanimità. La Democrazia spira. (*) 22 nov. 2010,
pongano nel nulla una grande occasione di sviluppo Mauro Papagni
per i comuni aderenti”. Ed è ciò che avvenne: lo La dipartita viene coperta da un lungo silenzio,
sfilacciamento, mai il ripensamento. Anzi: col un silenzio che seguiva quello degli anni
nome BAT confermato, con la policentricità a tre immediatamente precedenti e che doveva continuare
consolidata, con le nostre vocazioni completamente a lungo. Su tutto: sullo scempio urbanistico, sulla
ignorate (sul turismo e la sanità qualcuno ha mai distruzione delle nostre vestigia, sul non rispetto dei
guardato a noi?), con la nostra dignità beffata (al diritti dei lavoratori, sullo sterminio della struttura
Sindaco Spina viene fatta ingoiare la sua timida solidaristica e dei grandi valori dell’uomo sui quali
proposta di Referendum) c’erano tutte le condizioni la nostra città con tutt’altre Amministrazioni, e con
per onorare quell’O.d.G. e avviare il minacciato tutt’altri Sindaci (Ricchiuti e Lorusso), si era votata
ripensamento. Invece no. Tutti i Partiti, Napoletano negli anni precedenti.
in testa, in occasione dell’elezione del primo Un silenzio che continua ancora oggi su quella Bat,
Consiglio Prov.le, si buttano in difesa della provincia dalla quale i Comuni di Ruvo e di Corato si sono
a tre bocche ed ivi piazzano, aggiungendoli agli salvati, e nella quale Bisceglie è stata trascinata,
altri, ben sette consiglieri-picconatori della nostra volutamente ignorando il NO alla 6ª Provincia
città, della nostra dignità, della nostra vocazione, deliberato a suo tempo dal Consiglio Provinciale
del nostro sviluppo. di Bari alla unanimità di tutti i partiti (comunisti
compresi); e nonostante gli appelli e gli inviti
Al capezzale, in quell’ ombroso 20 febbraio, quattro rivolti in più occasioni al sindaco Napoletano
sindaci della nuova Provincia recitano le ultime dal prof. Domenico Ricchiuti (ex Presidente della
orazioni definendo “fughe in avanti” lo sberleffo Provincia di Bari ed ex Sindaco del Comune di
del capoluogo a tre, e “problemi di metodo” la Bisceglie) di consultare, prima, i cittadini e di indire
lucida determinazione di annullarci. Conferita, così, il Referendum. Inviti ai quali Napoletano non ha
l’Unzione degli Infermi i sindaci si allontanano. mai degnato di una risposta, mentre soverchia
Restano i consiglieri col loro “dolore”. L’agonia “dignità” ha mostrato nel porsi a paladino di una
continua a spegnere ogni speranza. Qualche adesione alla Bat che si realizzava grazie a quell’
consigliere propone disperatamente l’ultimo o.d.g. abiurato, da lui stesso e da tutti i consiglieri
tentativo: consultiamo, consultiamo i cittadini, che l’avevano votato (alcuni dei quali nel tempo si
può salvarsi! sono ravveduti, grazie a Dio).
“I cittadini? Non hanno mai protestato, non hanno Infatti si è accettato che per Bisceglie (seguiamo
mai reagito, non hanno mai raccolto firme -informa in corsivo l’O.d.G. di Napoletano): il “maggiore
lesto Napoletano che vede per un attimo offuscare protagonismo -auspicato- rispetto al passato”

9
Il Vittorio Emanuele Isempre più povero
in pensione anche il
dott. Nicola De Toma
Felicia Antonino

67
anni, per lo Stato, sono il segnale per il Prima si pensava a salvare la madre, poi a È vero che dal 1° Ottobre non si effettuano più
giro di boa. E così anche per il Dott. De salvare madre e bambino, oggi si pensa a far interruzioni di gravidanza? E se è si, perché?
Toma, a tutti noto per essere il primario star bene entrambi e fare in modo che la mamma «Perché manca un anestesista non obiettore
del reparto di Ostetricia e Ginecologia, è ora di ricordi la nascita del figlio come un lieto evento, di coscienza. Da noi si effettuavano più di 400
salutare i reparti in cui ha vissuto 40 anni. Laureatosi senza trauma e dolori. Ma per rispondere interruzioni di gravidanza (non se ne può andare
nel 1967, ha iniziato il suo lavoro di ginecologo alle nuove esigenze c’è bisogno che Bisceglie fieri, ma è la donna che deve decidere), oggi se
proprio nell’ospedale cittadino (a quel tempo si poteva diventi un punto nascita con servizi di analgesia ne fanno zero. Il dott. Lopez (l’anestesista non
scegliere dove iniziare la carriera) nel 1970, come ostetrica (epidurale). Ci aspettavamo che il obiettore) è in malattia. Per motivi burocratici
assistente del padre, all’epoca primario del reparto. servizio toccasse al nostro ospedale, visto che è non è stato sostituito. Tra l’altro non è facile
Per 6 anni “aiuto” all’ospedale di Canosa, nel 1993 il primo della Bat per numero di nascite, oltre trovare non obiettori, perché l’anestesista che
è tornato a Bisceglie, dopo aver vinto il concorso di che essere l’unico ospedale in cui si fa raccolta effettua interruzioni di gravidanza si accolla
primario. Ora la legge gli impone di tornare a casa, sangue di cordone ombelicale. Invece è stata questo lavoro come un extra non pagato,
ma il dott. De Toma non l’ha presa troppo bene. Andria a spuntarla. In barba alla legge. Stiamo anche nelle strutture private convenzionate:
Ha pertanto fatto richiesta alla ASL di rimanere aspettando che venga estesa anche a Bisceglie, il budget per le interruzioni di gravidanza è
come consulente. In attesa di risposta, continua ad Barletta e Canosa. Per abbassare la soglia dei stato ampiamente superato. È sempre un fatto
esercitare con passione la sua professione. parti cesarei, come ci chiedono, occorrono le di soldi: gli amministratori sono condizionati
Curiosi di conoscere la verità su un reparto storico epidurali. Bisogna istituzionalizzarle, perché dalla spesa, che è piuttosto alta in quanto in
come quello di Ginecologia a Bisceglie, lo abbiamo questo comporta anche un guadagno per Puglia il privato entra molto nella Sanità creando
incontrato e intervistato per La Diretta. l’azienda: la gente paga, ospedale e medico problemi al pubblico servizio. Forse questo è il
guadagnano». maggior problema della sanità regionale».
Dott. De Toma, cosa è cambiato nel reparto da
quel lontano ’93, anno del suo insediamento da Ci sono cose che non vanno nel reparto? Rifaresti questo mestiere?
primario a Bisceglie? «Non voglio vederle. Ho sempre pensato a «Non lo so, forse farei il chirurgo più che
«Molto. Il reparto è cresciuto a dismisura e i risolvere i problemi di giorno in giorno. Agli l’ostetrico. Di certo rifarei il medico. Vivo con
parti annuali pure: da 170 a 1200. Non perché amministratori della Asl ho cercato in molte ansia il momento della nascita e mi crea problemi
nascano più figli, ma perché prima c’erano occasioni di far capire l’importanza di una sala sentire soffrire le donne. Talvolta sembra che
molti altri ospedali in cui partorire: Molfetta, operatoria di reparto, ma finora nulla è accaduto. tutto si accanisca contro una partoriente, e
Trani,Villa Giustina… oggi chiusi. L’aspetto Non sono un buon organizzatore ma un buon spesso, se qualcosa comincia ad andar male,
negativo della questione, è che alla mole di lavoratore, mi piace soprattutto stare in reparto, si presentano le situazioni più imprevedibili.
lavoro non corrisponde un adeguato budget. in sala parto o in quella operatoria. » Nonostante i miei anni di lavoro, in sala parto
È vero che i medici sono passati da 4 a 11 e l’ansia è maggiore dell’emozione che si prova
che anche il numero delle ostetriche e delle A Trani il reparto di Ginecologia è stato riaperto quando un bimbo viene al mondo. Sembro
infermiere è aumentato, ma le attrezzature il 19 Ottobre. Anche questo in barba alla legge. tranquillo solo perché devo tranquillizzare le
non sono confacenti. Siamo in attesa di un Come se lo spiega?E’ vero che vogliono scipparci pazienti».
nuovo cardiotocografo, visto che quello in uso anche questo?
ha 10 anni di vita. Un ospedale di eccellenza «Loro lo definiscono un “percorso donna”. È Quali sono il ricordo più bello e quello più
deve essere aggiornato tecnologicamente. Per sempre stato un pallino dei tranesi avere un inquietante di questi anni?
patologie particolari non siamo attrezzati e punto nascita. Per ora a Trani è stato fatto solo «Ce ne sono tanti. Ma quello che ancora mi
dobbiamo talvolta dirottare i pazienti verso altre qualche intervento di natura ginecologica, emoziona è la nascita di tre gemelli. Non
strutture. Sono anni che mi batto per avere una oltre che il day hospital già esistente. È un fatto eravamo attrezzati ad una gravidanza trigemina
rianimazione prenatale. politico quello che sta accadendo. Quel che una decina di anni fa. L’allora pediatra dott.
Anche la mentalità del ginecologo è cambiata. posso dire è che per ora il nostro reparto non si Lamanuzzi era piuttosto restio a questo parto,
trasferisce a Trani». ma alla fine ci organizzammo. Ed è stato proprio
un lieto evento.
Però è certo che molti reparti di Invece il più critico è stato un intervento di
ginecologia saranno chiusi, lo prevede il asportazione di ciste ovarica. La difficoltà era
piano di riordino ospedaliero presentato nella dimensione della ciste: circa 40 cm di
alcuni giorni fa dal Governo alla diametro. Occupava tutta la pancia, sembrava
conferenza Stato-Regioni. Si parla di una gravidanza. Pensavo proprio di non farcela,
accorpamenti di sale parto che contano ma nulla è impossibile quando ci si mette
tra gli 800 e i mille interventi e di d’impegno. Siamo stati fortunati: poteva essere
chiusura di reparti in cui che contano una ciste di natura maligna invece è risultata
meno di 500 nascite all’anno. Entro la benigna».
fine di novembre le Regioni dovrebbero
dare una risposta al ministro Ferruccio Una domanda a tema per il mese di Dicembre.
Fazio. Come vivi il Natale tu che lo celebri ogni
«Noi effettuiamo circa 1200 interventi, giorno?
abbiamo una guardia ostetricia 24 ore «Lo vivo in casa. Sono molto tradizionalista.
su 24, anche se difettiamo di anestesisti. Mi piace la festa del Natale ed in effetti lo
Dovremmo essere al riparo, però i abbino sempre alla nascita. Però per me resta
giochi politici si sa come sono. E la un momento tutto familiare».
Sanità è politica allo stato puro».

10
BISceglielive ha la meglio
Il direttore Mario Lamanuzzi, querelato per diffamazione dal
Comune, viene scagionato dal Gip: il reato non sussiste Serena Ferrara

«D
ue Comuni, due appalti, una sola revocare l’appalto, avrebbero potuto revocarlo Ora il Giudice per le Indagini Preliminari Roberto
azienda. Il Comune di Corsano anche a Bisceglie, “visti gli stessi “requisiti Olivieri del Castillo si è pronunciato, accogliendo
revoca l'appalto per la gestione della estremamente selettivi” (come definiti dal Tar di la memoria difensiva degli avvocati Nico
pubblica illuminazione. Un appalto con tante Lecce) riscontrati nei due bandi. Ovvero: Regina e Simona Cifarelli e disponendo quindi
similitudini con quello di Bisceglie. A partire 1) fatturato globale «negli ultimi tre esercizi l’archiviazione del caso.
dall'impresa aggiudicataria». conclusi (2004-2005-2006) per almeno € Poche le righe di motivazione: «Sollecitare
Questo l’incipit dell’articolo che sarebbe valso 15.500.000,00»; un'indagine giudiziaria non vuol dire (e non si dice
una querela per diffamazione (delibera di 2) Capitale sociale «non inferiore a n. 5 volte nell'articolo) dare per scontato un esito di colpevolezza
Giunta Municipale del 16/01/2009) al direttore l’importo annuo dell’appalto (3.100.000,00 – nei confronti dell'amministrazione comunale e
di Bisceglielive, il collega (e amico) di lunga tremilionicentomila)»; pertanto non vi è alcuna valenza diffamatoria, bensì
esperienza Mario Lamanuzzi. Persona mite, 3) Gestione pregressa dei punti luce e cioè legittimo esercizio del diritto di cronaca e di critica».
dalle idee politiche ben chiare ma mai prestate a «consistenza di almeno n. 6.000 punti luce, per Sollecitare un’indagine giudiziaria è dunque un
servizio dell’informazione, come la professione un importo complessivo, nel triennio (2004-2005- legittimo esercizio di critica e cronaca, nel rispetto
richiede. 2006), pari o superiore ad € 1.000.000,00». di un obbligo professionale.
Insomma, un giornalista che sa fare il suo mestiere E’ chiaro che la “scivolata sul malizioso” , come E credetemi, lo dico con tutta onestà, non è un
e che, come tutti, può sbagliare. lui stesso definiva la traduzione di “appalto obbligo sempre facile da esercitare. O per lo
Ma non questa volta, non per quel pezzo (da selettivo” in “appalto su misura” (riferita però meno non in questa realtà, non a livello locale,
lui firmato tre giorni prima della querela) che al Comune di Corsano), il coraggioso direttore se provinciale, regionale. A meno che non ci sia di
gli sarebbe costato mesi di rabbia ed amarezza la sarebbe potuta evitare, ma è altrettanto vero mezzo la cronaca nazionale ed internazionale,
(anche se, diciamocela tutta, per un giornalista che da qui ad una denuncia-querela avallata da il sexy gate o la escort di turno, quale che sia
una querela è un po’ un marchio d’orgoglio). ben 8 assessori (Vincenzo Di Pierro, Antonio Di l’ala politica al governo, “fare il muso duro” e
Il direttore del quotidiano on-line semplicemente Lollo Capurso, Alfonso Russo, Giovanni Abascià, denunciare non è facile.
dichiarava che le similitudini tra i due comuni, Antonia Spina, Saverio Montrone, Vittorio Fata, Ora Lamanuzzi, avendo sedimentato, dopo quasi
circa l’appalto 25ennale concesso alla ditta Alfano, Nunzia Nancy Pasquale) più il Sindaco Spina, la due anni, la questione, tira un sospiro di sollievo
erano tante e che se a Corsano avevano scelto di strada che corre è tanta. e si lascia andare.
« Quale senso di giustizia volessero richiamare gli otto
assessori più il Sindaco nel proporre quella denuncia, è
PD, Gruppo Consiliare Città di Bisceglie per me ancora incomprensibile. Sarebbe certamente più
plausibile interpretarla come azione intimidatoria nei
confronti di un operatore dell’informazione locale».
FINANZIAMENTI PER LE SCUOLE BISCEGLIESI
E alla domanda «e ora cosa pensi di fare?»,
risponde semplicemente: «A loro offro l’occasione
anche di ammettere l’errore. E di chiedere scusa a me,
a Bisceglielive e a chi vuole l’informazione sempre
libera.
Non con una delibera, però».

Francesco Spina
Cavaliere al Merito

I
n tempi in cui la discussione sulla traballante destinare agli istituti di istruzione cittadini una
Riforma Gelmini sta mortificando ed prima tanche di risorse finanziarie, pari a 370 mila
della Repubblica
emarginando la scuola italiana (creando euro, che, nello specifico, andranno a favorire
gravi tensioni nel mondo scolastico) c’è chi interventi di manutenzione straordinaria e messa Alessio Di Liddo
concretamente interviene per migliorare la in sicurezza delle Scuole medie “R.Monterisi” e

I
fruibilità delle nostre scuole. “G.Ferraris”.
l Primo cittadino di Bisceglie ha
Nella seduta del 24 novembre le Commissioni Ancora una volta l’attenzione e la sensibilità
ricevuto il 19 Novembre dalle mani
parlamentari V e VII hanno approvato lo dell’On Boccia e del PD nei confronti della città
del ministro Fitto l'onorificenza di
stanziamento di somme per realizzare gli di Bisceglie e della nostra Comunità fanno da
"Cavaliere al Merito della Repubblica
interventi necessari per la messa in sicurezza e, contraltare a chi si ricorda dei cittadini solo in
Italiana".
per alcuni territori, l’immediato adeguamento occasione delle elezioni e/o per fare demagogia
L'onorificenza proposta dal Presidente del
antisismico delle scuole (“Interventi in materia di o propaganda spicciola, destinando alle scuole
Consiglio dei Ministri è stata conferita con
edilizia scolastica, legge 23 dicembre 2009 n.191 pubbliche cittadine risorse modeste a vantaggio
decreto del Presidente della Repubblica il
-finanziaria 2010- art.2, comma 239”). di soggetti e/o iniziative meno importanti (ma
2 Giugno scorso.
In tale contesto, i gruppi parlamentari hanno politicamente più “vicine”).
La cerimonia si è svolta nella Sala degli
indicato talune priorità e, tra quelle indicate La speranza è che questo diventi solo il primo
Specchi della Prefettura di Bari, alla
dal Partito Democratico, su iniziativa dell’On. di altri interventi sul patrimonio scolastico; i
presenza del Prefetto Carlo Schilardi, del
Francesco Boccia, vi sono le scuole biscegliesi. consiglieri comunali Bartolo Cozzoli e Mauro
Presidente del Consiglio Regionale della
In particolare, l’On Francesco Boccia, componente Di Pierro, infatti, anticipano: “nei prossimi
Puglia, Onofrio Introna, del Presidente
della Commissione Bilancio della Camera dei giorni il gruppo consiliare del PD di Bisceglie
della Provincia di Bari, Francesco
Deputati, ha raccolto la segnalazione sulla contatterà e incontrerà i dirigenti scolastici
Schittulli e del Presidente della Provincia
difficile condizione delle scuole biscegliesi delle scuole cittadine e del mondo studentesco
di Barletta-Andria-Trani, Francesco
rivoltagli dai consiglieri comunali del PD, Bartolo per conoscere dalla loro viva voce le urgenti
Ventola.
Cozzoli, Mauro Di Pierro e Carlo Rocco, e si è necessità degli istituti locali e segnalare le stesse
prontamente ed efficacemente impegnato per far all’On. Boccia”.

11
n I FATTI di Novembre
o
Marco Tempesta
Descrivere la vita di una cittadina di media gran-
dezza come Bisceglie, significa mettere in evidenza
alcuni parametri salienti che emergono, per la loro
peculiarità, dal solito tran tran quotidiano. Ecco in

t
estrema sintesi, quel che è accaduto nel mese di No-
vembre a Bisceglie

ATTUALITA’
CRONACA

i
- Giovani del partito "La Destra" hanno
- Salvati dalla guardia costiera dopo 4 giorni incappucciato con dei sacchi neri le fontane
in balia delle onde, due austriaci sorpresi in pubbliche di Bisceglie, per protesta contro la
mare da avverse condizioni meteorologiche privatizzazione dell'acqua.
ed un guasto al motore. Una disavventura che
poteva finire in tragedia.

z
- Gli eroi biscegliesi De Trizio e De Cillis
sono stati immortalati in un'opera scultorea
- Incidente mortale sulla Bisceglie-Corato. dell'artista Francesco Calabrò, calabrese
Hanno perso la vita due coniugi di 64 di origine ma biscegliese d'adozione.
anni, presi in pieno da un'auto mentre si L'opera è stata donata alla città nel corso
immettevano sulla strada, con la loro auto, dell'inaugurazione della mostra del Calabrò,

i
da una villa privata. a Santa Croce.

- Una violenta reazione alle contestazioni - Il Dolmen della Chianca, entrerà a far parte
della guardia costiera che lo aveva sorpreso in del novero internazionale dei “Monumenti
mare mentre pescava illegalmente, ha portato Messaggeri e Testimoni di una Cultura di

e
in carcere un giovane biscegliese, che non ha Pace”, promosso dall’Unesco.
voluto fornire le proprie generalità.
- Apre il centro per anziani “Mons.re Pom-
- Profanata la tomba della contessa Caprioli, peo Sarnelli”i n un palazzo settecentesco in
nobildonna biscegliese molto nota per le Piazza Castello. La struttura dispone di 40
sue attività assistenziali. E' stata aperta una posti letto
sottoscrizione per ridare dignità alla sua
ultima dimora. - Nasce a Bisceglie un centro diurno per l’ac-
coglienza di malati di Alzheimer, l’unico cen-
- Un operaio biscegliese trentottenne è tro autorizzato di tutta la Bat. La struttura, di
rimasto ferito in un incidente sul lavoro a 250 mq, potrà ospitare 30 pazienti (dalle 8.30

f
Molfetta, mentre stava scaricando pannelli alle 16.30), e offrirà un servizio comprensivo
per l'isolamento termico in un capannone di trasporto e mensa.
industriale a Molfetta.
- Ultimati i lavori della nuova scuola mater-
- Un biscegliese di 45 anni completamente na di via Padre Kolbe. L’edificio è stato rea-

l
ubriaco ha tentato di aggredire i sanitari lizzato con fondi comunali per un importo
del 118 accorsi in piazza Dante, a Trani, per di circa un milione di euro.
soccorrerlo. Sono prontamente sopraggiunti gli Nella nuova scuola materna saranno ospita-
uomini della Polizia locale che hanno bloccato te quattro sezioni più locali adibiti a mensa.
l'aggressore, rendendolo inoffensivo.

CULTURA
a
- Un grave scempio è stato compiuto ai dan-
ni del Dolmen Frisari: sono state derubate
50 grate di metallo poste come recinzione a - L'Associazione "Comitato Progetto Uomo"
protezione del monumento. Le grate sono indice la XII edizione del concorso musicale
state segate con una fresa e portate via con UNA CANZONE PER LA VITA

s
una gru. Rassegna regionale di canzoni inedite per
"nuovi talenti" e "talenti affermati", band e
Politica solisti, sul diritto alla vita dal concepimento
al termine naturale manifestazione canora con
- Il biscegliese Mario Catalano è stato finalità educative e di solidarietà.

h
nominato nel direttivo provinciale del partito Le iscrizioni per la preselezione si accettano
Alleanza per l'Italia, di Francesco Rutelli. dal 1° dicembre 2010 al 10 gennaio 2011.

- Il sindaco Spina comunica ai cittadini di - 10 associazioni culturali si aggregano per il


aver rispettato il patto di stabilità anche "Concerto di Natale" che si svolgerà presso la
quest'anno, al fine di ottenere il riequilibrio Basilica di S. Giuseppe. Ad esibirsi l'orchestra
del bilancio, che è stato chiuso in pareggio. e il coro polifonico Ass. Capotorti.

- Si torna a parlare della raccolta porta a porta - Il professionale richiede l'istituzione di nuovi
dei rifiuti differenziati. Intanto ci si chiede indirizzi per l’anno scolastico 2011-2012.
come mai è stato autorizzato il trasferimento In particolare, per la sede di via Gandhi,
a Bisceglie dei rifiuti di Ruvo. l’indirizzo “Meccanica , Meccatronica ed
Energia”, con articolazione “Energia” e l’
-Il Consiglio comunale ha approvato l’ultimo indirizzo “Elettronica ed Elettrotecnica” con
assestamento di bilancio di previsione per articolazione “Automazione”. Per la sede
l’anno 2010 con 20 voti a favore e 6 contrari. di via Villa Frisari, la richiesta è quella di
Quest'anno non si prevede un disavanzo avviare un indirizzo “Socio-Sanitario” con
d’amministrazione. articolazioni “Odontotecnico” ed “Ottico”.

12
piero di terlizzi: Un biscegliese
alla direzione dell’Accademia
delle Belle Arti di Foggia Serena Ferrara

Le elezioni si sono svolte il 29 Ottobre scorso e hanno decretato il “nostro”, come


il più idoneo per porsi a capo dell’Accademia al posto del prof. Savino Grassi.

P
artiamo da zero. Molti, a Bisceglie, ti la Biennale del
conoscono in qualità di artista (… ho 2011. Si prospetta
raccolto pareri e le voci sono più o meno la partecipazione
unanimi: personaggio sui generis e pennello delle accademie e
elegante), ma non come docente. Parlaci dunque dei giovani artisti
di te. a quella che è la
«Giovanissimo ho iniziato con l’insegnamento più importante
all’Accademia di belle Arti di Bari dove manifestazione
godevo della stima di maestri come R.Spizzico d’arte italiana.
e M.Conenna. Ero tornato da Roma dove ero S a r e b b e
stato assistente per 2 anni di Alighiero Boetti. una buona
L'artista, prematuramente scomparso, con i suoi opportunità per
insegnamenti rappresenta per me una specie di far conoscere la
"angelo custod". Sono quindi stato professore di vitalità creativa
2ª fascia ad Anatomia, poi sono stato a Frosinone dei giovani
e Bologna. Dopo il concorso da docente ho vinto talenti presenti
una cattedra all’accademia di Brera, dove sono nella nostra
stato per cinque anni dal 1992 al 1997. Con il istituzione.
direttore F.de Filippi si respirava già un’aria Dal punto di
nuova e stimolante: l'anatomia non era più vista vista personale,
come una disciplina esclusivamente scientifica, ho un’attività
ma studiata anche sotto l'aspetto sensoriale. abbastanza frenetica. Al momento mi sto storta di passaggio obbligato per chi vuol far
Prima di "scendere" a Foggia ho lavorto anche concentrando su una personale di sculture carriera nell’arte».
a Roma dal 1998». in ceramica e porcellane che si svolgerà in
primavera; nell'occasione sarà pubblicato anche
E’ vero allora, che nessuno è profeta in patria? E’ un catalogo». Ma, visti i tagli alla spesa pubblica nel settore,
per questo che a Bisceglie non esponi mai? come stimolare l’arrivo di maggiori fondi dai
«Sono convinto che Bisceglie non sia una Torniamo all’accademia. Che prospettive hanno privati?
città molto attenta all’arte e soprattutto l’arte i nostri studenti meridionali, in un panorama «Parliamo della nostra regione, dove nonostante
contemporanea, mi piace vivere in questo luogo nazionale ed internazionale che si fa sempre più tre accademie, a Bari, Lecce e Foggia non
un po’ come un Ufo. Da noi non c’è sensibilità competitivo? Il provincialismo dell’arte, qui da esiste un contenitore vero e proprio per l’arte
e scarsa è la promozione della cultura. Non c’è noi, è ancora così forte? contemporanea. Musei del tipo di Maxxi e
amore per il paesaggio, le arti visive non vengono «Le regole del gioco non le facciamo noi, il Macro a Roma, sono convinto che potrebbero
viste come fattore di sviluppo economico. Si mercato è globale. Per questo motivo bisogna non solo promuovere e valorizzare i giovani
promuovono molte manifestazioni popolaresche inseguire ad ogni costo i propri sogni. Oggi, artisti, ma diventare un luogo di confronto
senza una programmazione, eventi che non sono rispetto a quando ero un giovane artista, sono e conoscenza per collezionisti e mecenati.
in grado di richiamare diversi target turistici. Per cambiate tante cose: tanto per cominciare non Entrerebbero in gioco sponsor autorevoli e si
attirare visitatori i paesi vicini hanno già mosso esistono più gli artisti “puri”, ma solo artisti potrebbe far richiesta di disporre in comodato
passi importanti, penso a Trani con Palazzo poliedrici e creativi, che mescolano e corrompono d’uso di collezioni di banche e mercanti, così da
Beltrami dove c’è la collezione Scaringi e a i linguaggi. Se a questo aggiungiamo i viaggi accrescere il prestigio di questi spazi. Insomma,
Barletta con Palazzo della Marra e con il Castello low coast, internet, i computer e le tecnologie, quel che più serve al momento, è un luogo dove
dove si trova la collezione De Nittis. Sono 16 anni capiamo bene che, per chi ha cose da dire, non ci l’informazione verso l’arte contemporanea si
che non espongo a Bisceglie e sinceramente non sono limiti. Serve solo un po’ di coraggio». possa affermare in tempo reale, entrando in rete
ne sento la mancanza. Preferisco esporre in altri con le maggiori realtà museali d’Italia».
contesti che sono più gratificanti». Ma ai tuoi ragazzi consiglieresti, immagino
a malincuore, di fare “baracche e burattini” Posso permettermi, in questa sede, di farti
A quali progetti ti stai dedicando ultimamente, e cercare prospettive al nord (sia ben chiaro, una proposta? Da due anni a questa parte
dal punto di vista personale e in seno anche a Milano si sente la crisi), oppure credi l’associazione G.B. Ferrara, editrice di questo
all’accademia? sia arrivato il momento di suggerire loro di giornale, sta promuovendo “GiulianArte”, un
«Sono stato eletto da pochi giorni, ma questo fermarsi, per dare una spinta di “tacco” al resto evento che tramite l’arte ha l’obiettivo di far
non m’impedisce di pensare che quest’anno dello Stivale? conoscere alla gente la musica del “nostro”
ricorrono i 40 anni dalla nascita dell’istituzione «Ti ripeto: la cosa migliore e più semplice è Mauro Giuliani. Se volessimo interagire
dell’accademia in Capitanata. Mi piacerebbe, per quella di inseguire il mercato, anche perché con l’accademia, “sfruttando” la presenza
dare visibilità e rilanciare l’attività, riproporre la non ci sono proposte politiche strategiche che un direttore biscegliese, ci offriresti la tua
testimonianza del lavoro dei docenti che hanno incentivino i nostri giovani a rimanere in Puglia. collaborazione?
contribuito alla crescita dell’istituzione, artisti Altrove, e sto parlando del Nord, ci sono più «Certo, possiamo collaborare. Basta organizzare
come I. Legnaghi, L. Lucchetti, G. Albanese, V. prospettive; anche perché oltre all’arte oggi i per tempo le cose. Se sei d’accordo, potremmo
Capone, in un confronto con gli artisti e docenti “cosiddetti creativi” sono occupati in attività estendere la proposta anche agli amici musicisti
che tuttora sono presenti nel nostro istituto. diverse come la moda e il fashion, il design, il che insegnano nei nostri conservatori di Bari
Stiamo contemporaneamente seguendo, con cinema d’animazione, la fotografia, il fumetto, la e Monopoli. Sono convinto che ne sarebbero
molta attenzione, gli sviluppi del progetto che il grafica per videogiochi. Milano è una città carica entusiasti».
Prof. Sgarbi ha illustrato questi giorni a Roma per di fermenti e di opportunità. E oggi è anche una

13
il centro storico
come non lo avete mai visto
Case torri, portali catalani, emergenze medievali che spuntano ovunque:
l’eccezionalità di un borgo antico ancora sconosciuto Serena Ferrara

N
on me ne vogliate se vi propongo l’ennesima precedenti. Una forma di tutela della storia più al Palazzo di Lucrezia Borgia: il tetto è a cuspide
puntata di un evocativo tormentone: il o meno inconsapevole, che noi “post-moderni” ( ancora una torre medievale) e svetta libero
centro storico e la sua edilizia. abbiamo del tutto dimenticato. A fianco del sul cielo: un caso raro. Ben più spesso la casa
Questa volta l’idea è quella di prendervi per mano Palazzo di Lucrezia Borgia vi è uno stabile in corso palazziata orizzontale ingloba nelle facciate tutto
virtualmente e farvi riscoprire (come lo abbiamo di ristrutturazione. E’ palazzo Sciarra, edificio il frontespizio della casa verticale.
fatto noi in anteprima, con una guida di eccezione) le settecentesco dalle mille sorprese. Restiamo sul posto e ruotiamo il busto di 180°
bellezze del centro storico, guardandole da una nuova Pozzo a conchiglia, scalinata napoletana si affaccia per scoprire un altro dei mille edifici interessanti.
angolazione. che si sul loggiato, travi cordonate del ‘500 un Questa volta non ristrutturato. Il doppio arco del
La verità è che si può percorrere le viuzze del borgo tempo decorate, finestre gotiche e rinascimentali, portale murato di ingresso sta ad indicare che ci
antico in tre modi: passeggiare accontentandosi vano della torre medievale (e arco gotico di troviamo di fronte ad una casa-bottega. L’ingresso
di respirarne i profumi e le emozioni e magari fare passaggio dalle strutture settecentesche a quelle più stretto (per motivi di sicurezza) consentiva
caso solo alla poca igiene e il generale degrado degli precedenti) ancora perfettamente leggibile. solo l’accesso ai piani superiori, in cui era la zona
isolati; oppure percorrerlo da “semplici” turisti, E poi, eccole (si veda foto esplicativa), belle come abitata, mentre il portale più ampio segnalava ai
a caccia di ricordi eccezionali e scorci di rara non mai, le ultime scoperte della stagione: due clienti la presenza della bottega. In genere questi
suggestione da immortalare. La terza via è quella ingressi erano sopraelevati (sempre per ragioni
della “consapevolezza”, di chi prende coscienza di di privacy), così da permettere ai proprietari,
essere custode di un patrimonio unico e inizia a ritratte le scale di legno, di evitare ruberie al calar
chiedersi come poterlo preservare. Quest’ultima via della sera. Il livello stradale nel corso dei secoli si
è forse la più dolorosa, ma certamente è quella che è dunque alzato di oltre mezzo metro.
regala le emozioni più grandi.
Se siete pronti a percorrerla, allora seguiteci in STRADA BALESTRIERI
questa sommaria “caccia al tesoro”, alla ricerca dei
testimoni sopravvissuti del Medioevo a Bisceglie. Proseguiamo lungo viale Sciarra per portarci in
Largo tre Archi, all’incrocio con Strada Bardaro
PALAZZO SCIARRA E LE ULTIME e Strada Balestieri. Nello spiazzo incontriamo
SCOPERTE INTERESSANTI il primo dei 10 portali catalani censiti nel
centro storico: li si riconosce perché l’arco è
Partiamo dunque da Piazza Castello per incorniciato da una modanatura rettangolare,
raggiungere Palazzo Sciarra (alle spalle della nello stile dell’architettura quattrocentesca.
chiesa di S. Adoeno). Lungo il percorso, a Alzando lo sguardo, ancora coppie di archi
destra e manca, decine di archi attompagnati attompagnati, seminascosti sotto le tre (note)
sulle facciate dei palazzi rinascimentali già ci finestre rinascimentali. Alla nostra destra, oltre
indicano la presenza di case torri medievali, in l’arco voltato a botte che attraversa il palazzo, c’è
seguito accorpate in edifici più recenti. Questo ci Finestra medievale rinvenuta Strada Balestieri. La si legge come la mappa di un
spiega che in passato nulla veniva distrutto: ogni negli interni di Palazzo Sciarra cielo stellato: archi ed archetti murati, con doppie
edificio successivo semplicemente inglobava i monofore si affastellano ovunque indicando la
finestre medievali a bifora, con capitello decorato, presenza di case-torri antiche e raccontano storie
venute alla luce mentre i restauratori stonacavano dei primi secoli di vita di Vigiliae. Lungo la strada
le pareti della zona medievale. L’appartamento è dormiente (nessun lavoro in corso) c’è anche un
nelle mani di un privato che ha fatto un salto nel palazzo dal bugnato alternato. Si tratta della torre
buio e si è scoperto fortunato. Oggi sta compiendo di avvistamento più antica di Bisceglie, gettata lì
un pregevole lavoro di restauro avvalendosi di senza alcun genere custodia, quasi fosse una delle
materiali di recupero: un esempio sicuramente macerie. E’ una torre longobarda e data l’ VIII sec.
da seguire prima che tanti gioiellini architettonici eppure è sorprendentemente intatta agli esterni.
possano crollare infrangendo tutti i loro segreti. Si pensa appartenesse all’antico Casale di Vigiliae,
Torniamo sulla strada, per dare un’ultima occhiata precedente persino alla data di fondazione della
Cattedrale. Il bugnato alternato è presente anche
in altri edifici del centro storico, a significare un
Cuspide di casa torre,
circuito di torri fortificate che segnava il confine
Palazzo Borgia
delle vecchie mura medievali (non continue come
quelle aragonesi, ma intervallate da robuste torri di
vedetta). Il percorso anulare passa per S. Domenico
via Arco S. Antonio

STRADA DELL’OSPEDALE, RUOTA


DEGLI ESPOSTI E CHIESA DI S.NICOLA

Da strada Balestrieri svoltiamo per la stretta


strada Ospedale, che prende il nome dall’antico
ospedale della città. L’edificio settecentesco (oggi
adibito a case popolari) è ancora in ottimo stato
di conservazione (viste le finalità dell’edificio,
i recuperi sono stati semplici e poco invasivi).
All’esterno dell’ospedale, ad incrocio con Strada
Pastore, vi è ancora splendente il sacro monte di
Continua a pag. seguente

14
Fabrizio Rigante

Notti di sapori, odori e arti


negli antichi portoni e nei vicoli della città vecchia

D
opo i Libri del Borgo Antico, Bisceglie I Calici nel Borgo Antico, alla loro seconda
ha dato prova di saper organizzare edizione, hanno riscosso un successo notevole:
eventi di un certo spessore culturale. sarà perché rispecchia appieno le tendenze del
momento o perché offre una valida
alternativa alle pizzerie per tutta la Inoltre, per valorizzare ulteriormente il territorio
fascia (non più discotecara) degli e promuoverne la conoscenza, sono state
ultratrentenni, sta di fatto che c’è distribuite mappe del centro storico.
stata grande affluenza di pubblico In realtà il vino è stato anche un pretesto
e che la gente è giunta anche dal per invitare la gente a superare i pregiudizi
sud barese per assaporare i vini ancora oggi nutriti nei confronti del centro
provenienti dalle più importanti storico: sia Domenico Storelli dell’associazione
cantine pugliesi, dal foggiano al Borgo Antico (organizzatrice dell’evento), sia
leccese. l’On. Francesco Amoruso (assessore al centro
Sono stati aperti sei punti vendita storico), intervistati da noi hanno sottolineato
in cui acquistare calice e coupon la disponibilità e la gentilezza di chi vive nella
per la degustazione nei portoni (in cosiddetta Bisceglie Vecchia.
omaggio, giusto per sottolineare «La collaborazione è stata totale – ha detto
che la Puglia è molto à la page, Domenico Storelli – anche quando si è trattato di
anche tarallini da aperitivo). trasportare i vini e gli arredi. Centro storico poco
praticabile? Falso. L’ho frequentato parecchio negli
ultimi anni problemi. Ora la gente mi ferma, mi
grave. Basterebbe invece fermarsi a riflettere saluta, si fa una chiacchierata. Non è assolutamente
Continua da pag. precedente
e pensare: perché dal crollo di quelle due case pericoloso. È una leggenda metropolitana. Ovunque
torri medievali al centro della via, non farne un nel mondo c’è brava e cattiva gente: quella che ho
museo? Le sezioni, i piani, le strutture interne sono conosciuto io è brava gente».
perfettamente visibili. Da un cancro che rischia di E di «massima collaborazione da parte degli abitanti»
farsi metastasi, potrebbe nascere un fiore… ha parlato anche l’On. Amoruso, sottolineando
un dato di fatto: «altrimenti non ci avrebbero
A proposito di Fiore, lo sapevate dell’interessante consentito tutti l’uso dei portoni. Questo vuol dire
progetto che un privato cittadino, il dott. Gennaro che anche chi ha deciso di vivere nel centro storico
Papagni, sta portando avanti per trasformare via lo ha fatto con gusto e con interesse e ora si mette a
Montegrappa in una strada della cultura? disposizione affinchè anche tutti gli altri cittadini
Cogliamo l’occasione per diffondere la notizia ed possano apprezzare questo quartiere della città».
invitarvi a deviare un po’ dal percorso medievale Ogni palazzo recava al proprio ingresso delle
per partecipare (attivamente se potete) alla brevi notizie storiche sui vari proprietari.
maratona culturale il dott. Papagni organizzerà Informazioni esclusive per arricchire il patrimonio
nei pressi di Palazzo Fiore entro l’arrivo della culturale dei biscegliesi su Bisceglie.
primavera. L’iniziativa, svoltasi il 19 e il 20 Novembre
Se frattanto vi va di curiosare per le altre strade scorso, ha raccolto gli entusiasmi di sponsor,
del borgo antico approfittando delle vacanze soci dell’associazione Borgo Antico e altri
natalizie, fatelo assolutamente e raccontateci enti, come ad esempio il Rotaract Club, che ha
del vostro viaggio a testa alta ed occhi sgranati. fornito un contributo significativo alla logistica
Scommettiamo che scoprirete quel che neanche dell’evento. Il supporto, però, è stato da parte
Torre longobarda in noi sappiamo immaginare? di tutti più materiale che economico: anche
Strada Balestrieri studenti, lavoratori e volontari hanno dato una
mano alla buona riuscita dell’evento.
Ma l’associazione Borgo Antico, presieduta da
pietà e quella che forse era un tempo la nostra Francesco Dente, non si ferma qui: a partire dal
ruota degli esposti. L’antica forma assistenziale 28 Novembre tornano i presepi in Via Cardinale
permetteva ai figli di nessuno o della povertà di Dell’Olio.
sperare in una nuova vita, in un orfanotrofio o in «I progetti sono tanti – ha detto l’On. Amoruso
una seconda famiglia. – anche se il nostro centro storico per un po’ di
All’ incrocio di via Ospedale con la degradata tempo dovrà restare chiuso. Sarà difatti oggetto di
Strada Pastore, di fronte all’ospedale, vi sono i importanti lavori di ristrutturazione. Al di là di
resti della chiesa di S. Nicola, a tre navate poi questo, spero che per l’anno prossimo, con il bis
divenute case torri. Sul palazzo (di colore rosa, dell’iniziativa Libri nel Borgo Antico, magari da
in versione ottocentesce) svetta ancora intatto realizzarsi in maniera più organizzata di quanto non
l’antico campanile. lo sia stato quest’anno, ci possa essere un momento
Strada Pastore, dicevamo. In questa strada le case di grande partecipazione. Non dimentichiamo che il
torri hanno subito lo scempio dell’intervento fatto fine ultimo è quello del rilancio di un centro storico
sull’intero isolato. Tutti i piani terra sono murati, che avrà nel frattempo acquistato anche una veste, io
alle antiche torri vi si accede da un unico vano scala spero, ancora più bella di quella attuale».
centrale che collega l’isolato. Periodicamente tra Ex chiesa di S. Nicola, oggi
gli edifici crollati vengono improvvisate discariche inglobata in edificio ottocentesco
abusive e il rischio di crollo o incendio è piuttosto

15
Serena Ferrara

V
enti realtà associative, privati commercianti e otto scuole Biscegliesi: la
Settimana Unesco Dess per la Mobilità Sostenibile, svoltasi tra 8 e14
Novembre scorsi, ci ha coinvolti tutti e ci ha insegnato tanto. Mostre,
conferenze, feste, liberazione delle piste ciclabili e degli scivoli per carrozzine,
installazione di rastrelliere, finte multe simboliche e momenti di protesta hanno dimostrato che il
momento è quello adatto per cambiare traffico e mentalità, tutti insieme e in maniera coordinata.
“Andamentolento”, questo il nome della rassegna di attività che ha procurato all’Unesco Bisceglie
il titolo di “realtà pugliese più attiva nella promozione della sostenibilità urbana”, ha davvero visto
una partecipazione «corale, eterogenea e trasversale della cittadinanza», così come ha ben riassunto il
coordinatore delle iniziative, dott. Antonio Consiglio, al termine della Settimana.
Una cosa, in particolar modo, è apparsa chiara: aree pedonali, reti ciclabili, corsie preferenziali per
bus e campagne sociali sono importanti. Ma non servono a nulla se la strada del cambiamento non la
si percorre in maniera graduale, partecipata, costante.
E così Andamentolento (di cui di seguito leggerete un resoconto dei suoi momenti più significativi) sceglie
di avere un seguito e aprirsi ancor di più alla città. A partire dal 5 Dicembre le associazioni e i privati
torneranno a riunirsi, per studiare nuove strategie di condivisione dei valori della mobilità sostenibile.
Altrimenti detta “vivibilità”.
PS: se state leggendo questa pagina, prima di passare oltre pensateci bene. Segnatevi piuttosto i recapiti
del dott. Consiglio (antonioconsiglio@menteinterattiva.it) e scrivetegli per partecipare a forum e
iniziative. Lo diciamo solo per il vostro bene…

Come si muovono i ragazzi in città?


Un’indagine promossa dall’Unitre mette a nudo stili di vita e contraddizioni
Serena Ferrara

P
romossa dall’Unitre, una
delle realtà che più e meglio
ha lavorato per la Settimana
per la Mobilità Sostenibile a
Bisceglie, l’iniziativa “Andiamo
a scuola senza macchina" è forse
GREEN NIGHT PARTY
la prima nel suo genere su scala
locale.
Silvia Lafrancschina
L’indagine ha preso in

G
considerazione un campione di
330 ragazzi tra i 12 e i 13 anni rande successo anche per la Festa
(seconde e terze medie inferiori), della sostenibilità, nella serata del 13
onde scoprirne strategie di Novembre, pensata dall’Open Source.
spostamento quotidiano, modo di Il circolo Arci, aderendo alla settimana di
fruire gli spazi urbani e tipologie Educazione alla Mobilità Sostenibile di Bisceglie,
di mezzi utilizzati in famiglia. Un ha organizzato una serata speciale, ricca di
“test”, insomma, finalizzato a consapevolizzare non fanno troppo peggio: 281. Una media che musica e fantasia.
studenti, insegnanti e istituzioni sugli stili di vita sale grazie ad un buon 38% di studenti che “Bike Wearing”, il nome dell’iniziativa che ha
e di mobilità dei futuri cittadini. dichiara 4 o più biciclette nel nucleo familiare. ispirato artisti e seguaci di Art Attack ! Sono
Perché, come si suol dire: bisogna prima Poche (appena 133), sono invece le due ruote, stati raccolti disegni, colori, temi, ispirati ad
conoscersi per poi migliorarsi. tra vespe e motori. una filosofia green a cui si rifà il tema di questo
Tutti i lavori sono stati esposti durante la Chi usa l’auto la mattina (il 32% degli intervistati), appuntamento annuale indetto dall'Unesco.
settimana tra l’8 e il 14 Novembre presso il e qui il dato preoccupante, lo fa principalmente Tutti gli ospiti potevano portare con sè una
Sepolcreto di S. Croce, dove, parallelamente, è per scelta personale (31% del totale): andare a T-shirt, per farla decorare da un’artista -
stata allestita anche una mostra fotografica sulla piedi in città, anche in pieno giorno, per molti Giovanna Di Pierro - che la restituiva trasformata
mobilità, tra denuncia e sentimento. non è totalmente sicuro. A confermarlo, un altro in una maglia “ecosostenibile”, con soggetti
Tra i dati raccolti dall’Unitre, emerge un dato: il 19% degli studenti viene accompagnato dipinti estemporaneamente in tema con logica
fenomeno schiacciante: i ragazzi vanno a scuola perché sono i genitori a non volerlo lasciar solo, eco-green.
a piedi (66%), non usano molto le biciclette mentre il 23% non si sposta a piedi solo perché La serata, scandita a ritmo di reggae-bohan-rock-
(il 28% degli intervistati sostiene che in tutta abita troppo lontano. elettronic-dub, ha galvanizzato i partecipanti,
la famiglia ce n’è solo una e appena il 2% ha Il problema traffico, di cui i ragazzi si pensa scatenati nella pista danzante interna, il nuovo
dichiarato di usarla come mezzo quotidiano abbiano ancora poca coscienza, è invece percepito spazio al coperto del circolo Arci, ristrutturato
negli spostamenti casa-scuola) né pare facciano molto da vicino, se è vero che ben il 48% degli e rivalorizzato dai volontari Open, inaugurato
smanie per trovarla sotto l’albero (solo il 3% studenti dichiara impossibile giocare per strada, proprio in quest’occasione. Si sono esibiti alla
chiederebbe in dono una bicicletta allo scopo contro un 10% che invece ci riesce facilmente. consolle i “Limongella project” (Francesco
di ridurre l’inquinamento in città). Però sono E se quest’ultimo dato può dare molto da “Gneppo” Di Gregorio e Francesco “Vinod”
in tanti a ritenere opportuno un aumento delle riflettere a tecnici e amministratori comunali, Monopoli) con il loro sound “proteico”, frutto di
piste ciclabili (ben un 52% degli studenti, ha agli insegnanti resta il compito di educare, contaminazioni diverse, e il Dj Narrow in coppia
risposto così alla domanda: “cosa faresti per affinché i dati non presentino più contraddizioni con il Vj Atomix, la cui musica avanguardistico-
ridurre traffico e inquinamento in città?”). e sorprese. sperimentale elettronica, è una tensione continua
Rassicura un dato: se le auto sono in rapporto Ad ogni modo, forse, qualche mobility manager in verso nuove emozioni. In questo caso, all’insegna
di 1-1 (310 vetture su 330 famiglie), le biciclette più tra i banchi di scuola non sarebbe male… del greeness.

16
meeting lions sulla
mobilità sostenibile
Grazia Pia Attollini

A
derendo alle iniziative del Coordinamento “Andamento Lento” e
con il patrocinio del Comune di Bisceglie, il Lions Club di Bisceglie
ha voluto promuovere il dibattito sulla mobilità sostenibile, con
una conferenza in linea con i dettami della Settimana Unesco di Educazione
allo Sviluppo Sostenibile 2010.
Il meeting dello scorso 9 Novembre, molto partecipato, è stato inteso
dal Presidente del club Neri Genesio Verdirosi come «un servizio alla
cittadinanza, ovvero uno strumento di conoscenza del tema “mobilità urbana”, con
particolare attenzione agli aspetti di accessibilità e fruizione degli spazi pubblici da
parte di ciechi e ipovedenti». Come ci ha tenuto a sottolineare la Presidente interventi citati, l’amministrazione avrebbe dovuto chiedere il parere dei
di Circoscrizione, prof.ssa Chiapperini, l’incontro a sfondo scientifico e diretti interessati, ma, come accade spesso, sono mancati i “tempi tecnici”:
culturale si è elevato ad un grande momento sociale. Non è la prima volta si rischiava, in soldoni, di perdere i finanziamenti per sopraggiunta
che il Lions Club agisce a favore dei ciechi con service mirati, tanto è vero scadenza dei termini di presentazione delle domande.
che in tutto il mondo i soci del club di servizio sono considerati “cavalieri A conclusione della serata, il Presidente Lions ha consegnato ai relatori
dei non vedenti nella crociata contro le tenebre”. dei “contapassi” a ricordo della manifestazione.
Relatore della serata, lo psicologo Dr. Antonio Consiglio; sono inoltre
intervenuti il responsabile UICI Bisceglie (Unione Italiana dei Ciechi e degli
Ipovedenti) Giovanni Ciani, il presidente provinciale dell’UICI Francesco
Giangualano, il responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune di Bisceglie
Arch. Giacomo Losapio, il Sindaco di Bisceglie Avv. Francesco Spina e
C’entro in bici
l’assessore all’ambiente Di Pierro.
Con estrema chiarezza il Dr. Consiglio ha illustrato il concetto di mobilità
L'happy hour Rotaract vale una rastrelliera
sostenibile partendo dallo scomposizione dell’espressione.
«Mobilità – ha spiegato - è il diritto di poter accedere a qualsiasi luogo da Silvia La Franceschina
parte di tutti. E’ sinonimo di accessibilità. L’aggettivo sostenibile richiama
il mantenimento della nostra sopravvivenza in connessione con tutto ciò che
riguarda gli spostamenti: traffico, smog, parcheggi... Sostenibilità è invece pensare
in un modo diverso, cambiare la propria forma mentis». L’analisi dell’argomento
è risultata ancora più interessante quando il relatore ha iniziato a citare i
dati, prima nazionali poi provinciali e infine cittadini. A proposito delle
auto in circolazione: a Bisceglie se ne contano 26.456.
Momento centrale dell’intervento dello psicologo è stato quello riguardante
le misure collegate alla mobilità sostenibile: le infrastrutture e gli aspetti
semiotici a esse collegati. «Sono le strutture a comandarci il comportamento -
sostiene lo psicologo. - Bisogna quindi progettare e realizzare le strade a misura
di pedoni: carreggiata stretta, panchine, alberi, marciapiedi bassi». La seconda
azione è di tipo educativo e formativo: «bisogna cambiare mentalità». «Uno
dei modi per cambiare mentalità é ascoltare una conferenza come quella di oggi,
ma qual è la sua efficacia?» si è domandato il Dr. Consiglio.«Non sempre si
può plasmare il comportamento della massa così. A volte è più efficace agire per
imitazione. La prima fase quindi è quella dell’osservazione del comportamento
altrui». Il relatore ha presentato anche una terza via, che è quella che persegue la

T
fermezza: «i cittadini sono purtroppo incentivati ad agire in un certo modo solo
se sollecitati da sanzioni. Ed è ciò che è accaduto con il divieto di non fumare nei ra gli eventi che hanno animato la settimana dedicata alla mobilità
luoghi chiusi». sostenibile, particolarmente interessante è stato il dato della
partecipazione all’happy hour “C’entro in bici” organizzato dal
A parlare in maniera esaustiva degli interventi già attuati Rotaract Club di Bisceglie, presso il locale Rosso Cardinale, Giovedì
dall’amministrazione e di quelli in programma per la mobilità ciclistica e 11Novembre.
a favore delle utenze deboli è stato poi l’Arch. Losapio. Oltre 80 giovani hanno animato l’ingresso del centro storico sino a tarda
«Partiamo dal presupposto che basterebbe rispettare il codice della strada – ha sera, tra cocktail, stuzzichini e campanelli di biciclette, all’insegna di uno
affermato in incipit il Responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune. - Ciò stile di vita notturno sostenibile che non rinuncia al divertimento. Un
non toglie che lavori infrastrutturali nel segno della mobilità sostenibile sono stati monito che ci si augura possa ripetersi anche al di fuori dei sette giorni del
necessari e continuano a esserlo». L’architetto ha dunque illustrato quanto programma di andamento lento, ora che la città si sta dotando di nuove
fatto in questi anni: «Grazie a finanziamenti europei è stato possibile realizzare forme di arredo urbano.
piste ciclabili in ambito urbano; con fondi di stessa natura saranno realizzate Mary e Dino, titolari del wine bar Rosso Cardinale (che ha ospitato
piste anche nella zona S. Francesco - Ripalta e una ciclovia che collega le Grotte l’aperitivo sostenibile), sono stati decisamente contenti di questa iniziativa.
di Ripalta alle Grotte di S. Croce. In ambito urbano sono stati dotati gli impianti Hanno accettato difatti senza esitazioni la proposta di installare – a
semaforici di segnalazione acustica per i non vedenti. L’azione continuerà con proprie spese - una rastrelliera per parcheggiare portabiciclette, che i soci
la costruzione di marciapiedi in zone sprovviste». del club Rotaract avrebbero scelto e installato (assieme a quella donata
alla Biblioteca don Michele Cafagna, con il contributo della Parrocchia
Una leggera critica al piano illustrato dall’Arch. Losapio è stata rivolta omonima e di BisceglieViva-Confcommercio), dopo essersi procurati
dal Presidente provinciale dell’UICI che si è lamentato della mancata autorizzazioni presso gli uffici comunali e sconti di eccezione dalla dita
sinergia tra Amministrazione e UICI. «Chi meglio di noi può suggerirvi sistemi fornitrice.
adeguati per la mobilità dei non vedenti? Noi mettiamo a disposizione dei tecnici La trovata , almeno per quella sera, ha funzionato: dalle 23.00 in poi,
la nostra esperienza sul campo, li aggiorniamo su migliori provvedimenti. Solo la rastrelliera prospiciente l’ingresso del locale era colma di biciclette.
insieme si può pensare e agire efficacemente. Quelli proposti sembrano quasi atti Il ricco aperitivo a base di vino, focaccia con la mortadella e salatini,
di commiserazione, mentre riteniamo che la mobilità debba essere assicurata a provvidenziale ristoro dopo tanto pedalare, è stato un ottimo esempio di
tutti i cittadini, senza distinzioni». animazione delle serate della movida, ugualmente divertenti anche senza
A tale proposito l’Assessore all’ambiente Di Pierro ha ammesso che per gli macchina. Anzi, anche di più!

17
I TRATTURI: DALLA TRANSUMANZA
DEGLI ARMENTI A QUELLA DEI SAPERI Attolini Grazia Pia
Bartolomeo Pasquale

Gli studenti del liceo Da Vinci adottano i tratturi


dimostrato i ragazzi del Liceo scientifico di far partecipare i ragazzi nasce dalla volontà
di Bisceglie con “Tratturi: un grande parco di trasmettere alle nuove generazioni un grande
ambientale - un monumento per amico”. messaggio: il nostro patrimonio culturale non va
Il progetto con cui gli alunni hanno “adottato” considerato un relitto, ma un insieme di valori,
i tratturi biscegliesi, è stato presentato, utili a costruire una comunità attiva.
insieme al libro: “Dalla Transumanza degli A colto al volo il segnale, il sindaco Spina, che nel
Armenti alla transumanza dei Saperi”, il 12 suo intervento ha dichiarato di voler far tesoro
Novembre presso l’auditorium del liceo, in un dello studio sui tratturi, considerandolo ai fini
dibattito patrocinato da Comune di Bisceglie, della redazione del Piano Urbanistico Generale,
Provincia Bat, Presidio del Libro Bisceglie ancora in corso.
e Club UNESCO Bisceglie ed inserito Presente all’incontro, anche il Presidente Unesco
all’interno del cartellone di eventi della Bisceglie dott.ssa Pina Catino, che ha partecipato
Settimana Unesco per la Mobilità Sostenibile al progetto anche in veste di esperta di fotografia.
“Andamentolento”. E in qualità di fotografa, ci ha tenuto a ricordare
I lavori, coordinati sapientemente dalla Prof. il potere dell’immagine: strumento di denuncia
Rosa Leuci, sono stati illustrati al pubblico sociale, ricerca e riflessione sulle peculiarità del
tramite un video documentario, giusto territorio.
corredo al volume realizzato da alunni ed Che la scuola sia la base da cui partire per
esperti (trattavasi difatti di un PON risultato rivoluzionare la mentalità e la cultura è un dato

C
ostruire un futuro migliore senza vincitore del programma regionale “Un di fatto, ma ottenere risultati di buon livello non
dimenticarci del passato è la sfida del monumento per Amico”) a conclusione del scontato e né tanto meno è da tutti. Dando a
presente. Uno stile di vita più responsabile percorso di approfondimento. Cesare quel che è di Cesare, c’è da riconoscere
nei confronti della salute, dell’ambiente e della Come ha sottolineato la dott.ssa Anselmi della che il Liceo di Bisceglie, in questo senso, ha
vivibilità degli spazi urbani è possibile. Lo hanno Regione Puglia, intervenuta al convegno, l’idea grandi meriti.

Salviamo palazzo fiore


Serena Ferrara
Il dott. gennaro papagni promuove le domeniche
della cultura in via Montegrppa.
Ad artisti e associazioni dice: "Fatevi avanti"
Il contesto è quello della presentazione del di deporre una memoria difensiva, traccia con «Ma è questa la luce che merita un Barocco-Rococò?
volume “Dalla Transumanza degli Armenti arte oratoria la Storia delle ferite di Palazzo Questo è quanto di meglio la mia terra riesce ad offrire
alla transumanza dei Saperi”. Si parla di Fiore, a partire da un secolo fa. ad un’architettura così pregevole?»
tratturi, le vie della transumanza, i sentieri Ma le istituzioni sono già via, già passate a
creati dal calpestio degli armenti in migrazione «Agli inizi ‘900, Villa Fiori era dotata di un lungo presenziare ad altro evento. Il dott. Papagni non
stagionale: un tema in linea con quello della viale che la conduceva nei pressi dell’attuale si perde d’animo e va avanti: «Un funzionario di
Settimana Unesco per la Mobilità Sostenibile Palazzuolo e di una cappella, negli anni’20 inglobata stato di fronte a queste mie domande ha risposto: “la
e di Andamento Lento, di cui questa serata fa dall’espansione della città. Negli anni’40 tre statue fortuna di un palazzo non dipende da un vincolo, ma
parte (vedi articolo precedente). sono state vendute, e negli anni’50 un muro posticcio dal suo destino” Il suo destino?! Non si può accettare
Ci sono le istituzioni locali e provinciali, referenti oscura la facciata anteriore. Due box auto con questa logica, non ci si può rassegnare ad un destino
della Regione Puglia, il presidente del club ingresso a saracinesca, tutt’oggi presenti, completano di cui siamo gli artefici».
Unesco di Bisceglie e i ragazzi. è insomma il il quadro. Nel 53 arriva finalmente il vincolo Bisogna, conclude il dott. Papagni, che ognuno
luogo adatto per parlare a cuoce aperto di un della Sovrintendenza, che avrebbe dovuto salvare faccia la sua parte, che ogni istituzione «diventi
sogno che ha finalmente trovato il tempo di l’immobile e invece gli interni del palazzo, già allora il destino di Villa Fiori. Chiedo pertanto al dirigente
realizzare: ridare luce a Villa Fiore (palazzo trasformato in moduli abitativi, continuano a subire scolastico di occuparsene come ha fatto con la rete
su cui la sua casa si affaccia) creando una vera modifiche senza che nessuno batta ciglio. Scompaiono dei tratturi; alla dott.ssa Anselmi (responsabile dell’
e propria via della cultura. Possibilmente con prima gli affreschi, poi il vestibolo del primo piano, Ufficio Ambiente e Territorio Regione Puglia e tra
appuntamenti ciclici e non sporadici. coperto con un tavolato ligneo e decorato con motivi gli esperti del PON del Liceo, nrd) di facilitarci la
Accorato ma non veemente, il dott. Gennaro floreali. Viene cancellato anche un pregevole tavolato strada perché Villa Fiori ed altri monumenti in ombra
Papagni nell’Auditorium del Liceo racconta dei ligneo ottocentesco, decorato con il sistema della diventino veramente “amici”; al presidente del Club
suoi studi, delle sue scoperte, del perché ama quadratura prospettica e raffigurante Apollo che Unesco di Bisceglie di candidare Villa Fiore nella lista
Villa Fiore e non la può veder lasciar morire. stringe una lira da braccio accompagnandosi ad un dei beni meritevoli di un riconoscimento Unesco. E
Spiega quale sia il valore architettonico della putto musicante. Non rimane più traccia neanche del infine al Sindaco, chiedo che accolga questo palazzo
palazzina di scuola napoletana (attribuita al tondo raffigurante una scena dell’Orlando Furioso tra i monumenti da promuovere e che dia il via ad un
Vaccaro) nel contesto pugliese e documenta con (Angelica che cura le ferite di Medoro). progetto di “strada della cultura”, in cui promuovere
immagini le similitudini con altri monumenti: Ma la ferita più grande che il palazzo ha subito iniziative culturali con due obiettivi: portare gente sul
la chiesa S. Teresa a Chiaia, Palazzo Principe in questi cinquant’anni è quella di essere stato sito, in moda che possa accorgersi che questo esiste;
di Tarsia, le ville vesuviane lungo la strada del dimenticato». fare in modo che la cultura diventi strumento per
Miglio d’Oro. Quindi pone una domanda, sperando che tutti, presidiare un bene di tutti ormai in pericolo».
Come un avvocato di grande esperienza all’atto come lui la considerino retorica:

18
Indignazioni su una COME SAREBBE il
festività melensa, ipocrita NATALE ...
Dino Cosmai Zaccaria Gallo

N …S
on avrò finito di scrivere questo rigo (la stessa che promuove Telethon), si e abbandonassimo ogni competizione,
che saranno morti due bambini: spartiscono da sole i 3/4 di questo ricco l’aggressività, l’antagonismo a tutti i costi;
buon Natale. mercato, a seguire altre banche sia straniere se non percepissimo più gli altri come avversari;
Ogni 3 secondi al mondo muore un bambino, che italiane tra cui Unicredit e Intesa San se la bontà non fosse considerata debolezza;
di fame. Mentre leggevate un altro è morto: Paolo (ah San Paolo!). Altri 9 bambini sono se non volessimo esercitare il potere per schiacciare i più deboli;
buon Natale. morti: buon Natale. se non cercassimo a tutti i costi il profitto;
Il tempo, inesorabile scorre, non conta le A chi alimenta la deriva anticulturale se non inseguissimo sempre, ovunque e comunque il successo;
nostre ridicole ricorrenze, tanto meno il italiana, buon natale anche se è morto un se imparassimo che, per sentirci uomini, non è necessario
Natale. Altri 3 bambini sono morti: buon altro bambino. salire sempre;
Natale. “Bisogna aiutarlo, sostenerlo, perché viene, se non licenziassimo i dipendenti;
A Natale, siamo tutti più buoni, disarmante vengono tutti da Zeus, forestieri e mendichi se, almeno per un quarto d’ora al giorno, ci adoperassimo a
e oscena bugia. Un altro bimbo è morto: … un dono … anche piccolo dono, è caro”. contrastare con ogni mezzo la povertà;
buon Natale. Così Omero, per bocca di Nausica ci presenta se fossimo più gentili, più cortesi, più dolci;
Ogni anno, a Natale ci ripromettiamo ed il naufrago Ulisse. Oggi noi, dal mare ci se il nostro cuore fosse più generoso;
elenchiamo le cose che potrebbero, in meglio, aspettiamo solo delinquenti e terroristi, se rispettassimo gli altri;
cambiare. Sono sempre, dal giorno dopo perché così lasciamo che lo dipingano e se sorridessimo di più, anche a chi non ci piace;
disattese. Sono morti altri 3 bimbi: buon non ci accorgiamo dei criminali in giacca se, ricordando le nostre origini, fossimo più accoglienti e
Natale. e cravatta ben profumati, che abbiamo ospitali con chi ha bisogno di una casa, di un lavoro, di una
A Natale ci pestiamo i piedi per comprare accanto. Abbiamo dimenticato, anzi ci libertà, di una dignità, di una carezza;
cibo per le pattumiere, e doni inutili. Sono infastidisce, l’idea di intolleranza, solidarietà, se potessimo avere occhi che non vedono il colore della pelle;
morti altri 2 bambini, buon Natale. accoglienza con il cuore, il bene per tutti. se dessimo una mano al drogato, al carcerato che ha scontato
Natale la festa della famiglia… però solo Valori di sempre, a prescindere dal Natale. la sua pena, al carcerato che soffre nel carcere, al disabile, a
la famiglia legittimata dalla chiesa… che le Ma intanto che ce lo diciamo sono morti 6 chi è solo, a chi trascorrerà la notte nella stazione;
altre si arrangino. Sono morti altri 3 bimbi: bimbi: buon Natale. se amassimo gli anziani;
buon Natale. Ora voi: fate il conto di quanti bambini, con se avessimo sempre tempo per alleviare la sofferenza di chi
Buon Natale a quelle donne - 1 su 4 al la sola colpa di essere nati, sono morti per si incammina sulla via della morte col dolore;
mondo - che vengono violentate nella “santa fame durante il tempo di queste poche righe. se, amando un Dio, ricordassimo che non è il nome che conta,
famiglia”. Altri 2 bambini sono morti: buon Ogni tre secondi un bambino lascia questo ma l’amore per Lui;
Natale. “bel pianeta” anche a Natale! se riuscissimo a stare più in silenzio;
Oggi, siamo tutti buoni, e per non offendere Questi che ho elencato sono una piccola se lasciassimo i nostri figli eredi di un mondo pulito, non
nessuno tranquillamente prepariamo in casa, parte dei gravi problemi che ci mortificano, inquinato;
il presepe e l’albero (sacro e pagano). Sono problemi a cui, ad ogni Natale, tutti si se difendessimo la bellezza;
morti altri 3 bimbi: buon Natale. ripromettono di porre rimedio, ipocritamente, se decidessimo di non fare regali superflui;
A Natale c’è qualcuno che ricorda le famiglie da anni se non imitassimo le guerre sparando i botti;
dei morti sul LAVORO? Oltre che indignarsi E dal momento che non mi ritengo un se evitassimo d’infliggere sofferenze agli animali e alle piante;
le istituzioni, hanno fatto qualcosa per ipocrita, non aspettatevi il mio buon Natale. si ci battessimo per la Pace;
impedire questo massacro? 4 bimbi ancora Sono indignato. se tornassimo bambini…
sono morti: buon Natale.
E a chi mendica lavoro, accoglienza, dignità,
amore e vive nell’indigenza e/o indecenza, Menù di Natale a Km 0
diciamo buon natale? Ma si, tanto non ci

V
costa niente. Altri 3 bambini sono morti:
buon Natale. icini alle feste di Natale e forse anche un po’ preoccupati
E, facciamo mancare gli auguri all’industria che il portafoglio si svuoti anzitempo, probabilmente
bellica italiana, che in questi cupi tempi di staremo già pensando a come fare per mediare tra rispetto
recessione è viva e vegeta come non mai della luculliana tradizione culinaria ed economia.
(un fatturato di oltre 5 miliardi di euro) ed Detto fatto, se seguiamo un “Menu di Natale a km 0″, ovvero
esporta armi italiane prevalentemente nei facendo attenzione a che gli ingredienti delle nostre ricette
paesi del Sud del mondo? Sono morti altri 8 contengano solo prodotti agricoli, zootecnici e lattiero-caseari
bimbi: buon Natale. locali (ad impatto ecologico ed economico più contenuto).
Ma anche al governo, va il mio personale Sulle tavole Pugliesi per la cena della Vigilia di Natale, non
buon Natale, perché ha scelto di investire 14 possono mancare i panzerotti fritti fatti in casa, che diventano
miliardi di euro in un progetto internazionale più buoni se preparati con farina di grano duro integrale Senatore
per costruire strumenti di morte (per la pace Cappelli da agricoltura biologica. Tra i primi piatti consigliamo
del mondo): i cacciabombardieri F35, proprio orecchiette al ragù di cavallo e spaghetti con alici e pinoli. La pasta
in questo momento di crisi economica. Non prodotta con grano pugliese e trafilata al bronzo trattiene meglio
ha trovato invece soldi per l’occupazione, la i condimenti. Per secondo da leccarsi i baffi: carne di cavallo “alla
scuola, la ricerca, le pensioni, per la “santa pignata” o agnello ai funghi carboncelli, con contorno di cime di
famiglia”. Ancora 7 bambini sono morti: rape o broccoli stufati.
buon Natale. Per il pranzo di Natale: tocchetti di focaccia pugliese, orecchiette fatte
Non dimentichiamo di fare gli auguri alle in casa ai frutti di mare e zuppa di pesce, naturalmente adriatico. E
banche, che sono l’intermediario privilegiato veniamo al dolce: perché accontentarsi di una scatola di panettone,
nelle esportazioni di morte. UBI Banca, la quando custodiamo segreti che il mondo ci invidia? Cartellate,
Deutsche Bank e la BNL - BNP/ Paribas torrone, marzapani e sapienze, se fatti in casa non possono che
impregnare l’atmosfera della vera magia del Natale. A km 0.

20
I presepi
animano il Centro Storico Fabrizio Ardito

L’Associazione Borgo Antico organizza la 3ª Mostra Mercato di presepi artigianali

I
l Natale si avvicina e come consuetudine tutti affatto nel mondo del lusso, sappiamo bene
i negozi e le case si abbelliscono di alberi e che spendere, in questa occasione, ci piace: ci
presepi. Sebbene questa festa non nasca piace costruire presepi e addobbare gli alberi,
ci piace ricevere regali (ma forse non
sempre farli).
D’obbligo, nella nostra tradizione è
tuttavia la costruzione del presepio,
classicamente composto da una grotta,
con la Sacra Famiglia, e a volte abbellito
da un paesaggio montagnoso, cui si
affacciano pastori e altri personaggi
secondari.
Il via vai delle mode, spesso e volentieri
ci spinge a cambiare look ai “corredi”
del Natale. Un anno si sfoggia un
presepe andino, l’altro quello di
manifattura napoletana. Una volta
quello antico, l’altra quello ispirato al
design contemporaneo.
Ma se non abbiamo un presepe, o
ne vogliamo uno di riserva, dove
possiamo comprarlo?
A toglierci il dubbio, è la
manifestazione che ancora una volta
vedrà protagonista il borgo antico.
Dopo l’incredibile successo di “Libri
nel Borgo Antico” e “Calici nel Borgo
Antico” l'associazione culturale "Borgo
Antico" fa il tris, aggiungendo alla sua
rassegna, in poco meno di tre mesi, il

terzo evento che valorizza le potenzialità della


città vecchia.

XXXIV edizione del Da Domenica 28 Novembre a Giovedì 23


Dicembre in via Cardinale dell’Olio si svolgerà

Presepe Vivente
una mostra-mercato di presepi (l’evento è già
Fabrizio Ardito alla sua terza edizione). Meta quasi obbligata
per chi ha l’hobby di costruire presepi, luogo
di passeggio ed acquisto esclusivo per chi non
Il Gruppo Scout organizza l’ennesima edizione del è un hobbista. Per la prima volta, tanti artigiani
tradizionale Presepe Vivente “per passione” potranno esporre e mettere in
vendita i propri manufatti. I prezzi delle opere

C
oscillano da poche decine di euro a cifre che
hi non ha mai visto a Bisceglie il Presepe Vivente del Gruppo Scout? superano i tre zeri.
Pochi, immagino. Ci sono presepi ricchi e completi, oppure solo
E’ difatti da 34 anni che il Gruppo Scout promuove questa iniziativa scorci di paesaggi, ma sono in vendita anche
natalizia. personaggi da aggiungere ad un presepe
Il luogo prescelto, anche quest’anno, è lo splendido scenario notturno delle Grotte di S. Croce, esistente, oppure ancora solo paesaggi, da
lungo la strada provinciale Bisceglie-Corato al 7° km. Uno scenario di rigogliosa flora poter personalizzare con la propria inventiva.
che nella notte, alla luce delle lampadine e delle torce, restituisce una meravigliosa, quasi «E' certamente un passo avanti – ci spiega
mistica immagine di sé, aiutando a riportare il pubblico a 2000 e passa anni fa. più di un commerciante. - L'associazione
Lungo un percorso guidato si potranno osservare mestieri antichi minuziosamente ricostruiti propaganda la città vecchia a favore di tutta la
(il fornaio, il calzolaio, il pescivendolo, il pescatore, il vasaio, il torciaio, lo spaccalegna) cittadinanza. L'iniziativa diventa importante
accanto a prodotti della tradizione tipica contadina. in quanto avvicina i cittadini al centro storico,
Ma il presepe realizzato dagli Scout non solo vive di personaggi e mestieri: è uno spettacolo ancora poco apprezzato sotto il profilo della
dinamico, con le odalische presso la reggia del governatore romano Quirinio (come quotidianità. Non vedo a Bisceglie, come accade
l’evangelista Luca riporta nel suo Vangelo) e scene di vita irruente, quello la drammatizzazione invece in altre città, un centro storico all’altezza
della vicenda l’arresto di uno dei personaggi. delle sue bellezze. Quest'anno si sono viste
Sarà per queste sue caratteristiche suggestive, che il nostro Presepe Vivente riscuote successi più iniziative che contribuiscono al recupero
da ogni dove: negli ultimi anni, dai dati raccolti si è registrato un continuo aumento di di questa immagine e spero vivamente che la
visitatori provenienti da paesi limitrofi (maggiormente provenienti da Trani, Barletta, vitalità di questi giorni non resti circoscritta alla
Andria, Corato, Ruvo di Puglia, Molfetta e Terlizzi) e di turisti da città che varcano i confini realizzazione di grandi eventi».
regionali (Milano, Roma e Napoli sono solo alcuni esempi) e italiani (diversi sono infatti i Inutile dire che il numero di presepi per
turisti francesi e di altre nazionalità). “bottega” è vario, a seconda che i partecipanti
Come di consuetudine, sarà possibile “vivere” il Presepe Scout nei giorni di Sabato 25 e abbiano realizzato pochi ma grandi, o piccoli ma
Domenica 26 Dicembre 2010, Domenica 2 e Giovedì 6 Gennaio 2011. Appuntamento, presso tanti manufatti; il prezzo (ancora una occasione
le Grotte di S. Croce. di folklore) si contratta sul posto, direttamente
con l’artigiano.

21
Il vademecum
delle spese natalizie Natale
Natale
A Bisceglie è difficile comprare bene è anche...
è anche...
Grazia Pia Attollini
Bartolomeo Pasquale

A
Natale si sa, siamo tutti Nella nostra Bisceglie la spesa media settimanale
più buoni: che si tratti di una persona nei supermercati, si aggira sui
di fidanzati o di amici, 45 € considerando i prodotti di prima necessità
di familiari in linea retta o come pane, pasta, contorni e frutta, insaccati e
collaterale, ci piace vedere un prodotti per la casa. Nelle settimane di Natale
sorriso, quando sotto l’albero si la cifra si quadruplica. E non creadiamo sia solo
scarta un pacchetto incartato a una questione di pranzi luculiani: a Natale non
regola d’arte. E chissà, tra scambi si praticano sconti (o per lo meno le promozioni
di doni, rituali della tradizione,
Banco Bebè
si fanno più furbe) e i prodotti tipici costano
funzioni religiose e promesse di molto più di quel che valgono. Prova ne è,
buone azioni, che non scappi la “svendita” post – vacanziera di panettoni,
anche un pensiero solidale cotechini, bevande e dolci della tradizione.

L
verso chi è più sfortunato. Abbiamo effettuato una indagine su un
La domanda che prende campione di sei supermercati evidenziando ’Associazione “Comitato Progetto
forma tra noi della redazione le differenze nei prezzi relativamente agli Uomo” ONLUS, in collaborazione con
è però: ma i supermercati, stessi prodotti. la FEDERFARMA-Bari, organizza per
sanno essere effettivamente Emerge un dato di fatto: i supermercati sabato 4 dicembre, nelle farmacie di turno
così “buoni” durante le quotati, in fatto di prezzi, fanno peggio dei della città di Bisceglie, il “Banco Bebè”: raccolta
festività? fratelli minori. di farmaci, prodotti alimentari e per l’igiene
Secondo lo studio annuale Un esempio? Uno spumante Asti Fontana dei neonati da 0 a 12 mesi.
di Natale di Twenga, il Fredda in un discount come il Penny Quanto raccolto sarà offerto, in prossimità
motore di ricerca per Market viene venduto a 2,99 €, mentre in un delle festività natalizie, alle gestanti e alle
lo shopping di nuova supermercato noto al pubblico come il Dok mamme in difficoltà assistite dal nostro Centro
generazione, gli italiani o il Di Meglio raggiunge i 7 € a bottiglia. Più di Aiuto.
prevedono di aumentare obiettivi, i rivenditori sembrano esserlo su
solo del 3% il loro budget altre marche di spumanti meno in voga, tutte Il Banco Bebè sarà allestito presso la
per gli acquisti natalizi nei vendute ad un prezzo di più o meno 3 €. FARMACIA VENTURA in Piazza Vittorio
supermarket rispetto al 2009. Il budget m e d i o Stesso discorso per la frutta secca, in modo Emanuele e la FARMACIA DI GENNARO in
degli italiani per quest’anno è di 325€, il che si particolare gli arachidi: i prezzi variano via Sant’Andrea sia in orario antimeridiano
avvicina al budget medio europeo (339€ contro clamorosamente sempre in rapporto alla che pomeridiano.
i 314€ dell’anno scorso). Gli inglesi sono quelli grandezza ed alla notorietà del supermercato,
che prevedono di spendere di più: ben 474€, dai 3,58 del Penny Market fino ai 6 € al chilo Il Centro di Aiuto opera a servizio delle donne
mentre più parsimoniosi saranno tedeschi e del Di Meglio (un aumento del 59,7 %): nel e dei loro bambini solo grazie alla generosità
olandesi, che spenderanno rispettivamente mezzo troviamo Primo Prezzo a 4,50 € e Dok di quanti non fanno mancare il loro personale
270€ e 206€. a 5,40 al kg. contributo. Pertanto, invitiamo i nostri
concittadini a condividere questo gesto di
solidarietà con i neonati della nostra città che
spumante panettone spumante vivono in condizioni familiari precarie.
arachidi
fontanafredda Melegatti asti gancia
Penny Market* -------- -------- € 3.58 € 2.39 - 2.99 L’associazione rivolge un ringraziamento
particolare al Dott. Arnaldo Tempesta,
Primo Prezzo € 5.50 € 2.99 - 3.95 € 4.50 ------- presidente FEDERFARMA Bari, al Dott. Sergio
Di Meglio € 6.59 € 3.99 € 6.00 € 2.99 Ventura e al dott. Girolamo Di Gennaro per aver
colto l’importanza sociale dell’iniziativa.
Despar € 6.39 € 4.99 € 5.18 € 4.60
Panda ------- ------ € 3.98 ------
Dok € 6.60 € 2.79 gr.750 € 5.40 € 3.90
Ipercoop € 6.20 € 5.30 € 6.50 kg € 4.90
è rivelata piuttosto complicata. I supermarket si
sono fatti, ahimè, molto furbi e in due rivendite
* tutti i dati sono stati raccolti tra 26 e
29 Novembre Dulcis in fundo (perché proprio di dolci stiamo non è mai possibile trovare gli stessi prodotti.
parlando) pandori ed i panettoni. Stavolta Chi ha Bauli non ha Motta o Paluani, chi ha Asti
non è effettivamente la portata dell’esercizio Cinzano non ha Fontanafredda o Martini Grandi
commerciale a fare la differenza sui prezzi, Auguri.
ma il marchio distintivo: fra Ecco dunque la risposta alla domanda iniziale:
un panettone Maina ed uno i dettaglianti, ma soprattutto la grande
Melegatti del peso di 750 distribuzione, a Natale non sono di certo “più
grammi ci sono 60 centesimi buoni”. Un pezzetto di carbone sotto l’albero,
in più, ma si arriva a 6 € piuttosto che una generosa mazzetta da 50
(come nel caso della Despar) euro in cambio di salmoni e salami, specie in un
per le confezioni “famiglia” periodo di recessione come questo, ci starebbe.
con panettone (o pandoro) e Perché se è vero che le feste fanno girare
spumante di varie case. l’economia, è altrettanto vero che più d’uno è
Abbiamo provato a stilare costretto ad indebitarsi. E i debiti non saldati, alla
una tabella comparativa, lunga l’economia la possono solo affossare.
ma in realtà l’operazione si

22
facciamolo solidale
Shopping di Natale: i nostri consigli per gli acquisti umanitari

Che ne direste di una confezione Nelle quattro


natalizia di caffè, cacao, tè, giornate del
tisane, marmellate, cioccolata, Natale della
spezie prodotti senza sfruttamento dei Solidarietà
lavoratori? Anche gli acquisti alimentari (11-12-18 e 19
possono sposare sotto l'Albero la Dicembre) sarà
solidarietà. I prodotti Fairtrade Italia possibile acquistare gli
(Alce Nero e Mercatoaltro), in vendita oggetti realizzati dai
presso il negozio Naturalmente (Via disabili della cooperativa
Alcide De Gasperi, 40) sono garanzia di di promozione sociale
commercio equo e solidale. "Uno tra Noi". Il ricavato
Fairtrade Italia è un consorzio senza delle vendite servirà a potenziare le attività
scopo di lucro costituito da organismi dei laboratori, con cui gli utenti vengono resi
che operano nella cooperazione protagonisti di esperienze artistiche e di vita
internazionale, nella solidarietà e nel fondamentali al potenziamento della loro
commercio equo e solidale. autostima.

In via Cardinal
"Un anno di vita con Giovanni Paolo Dell'Olio, nelle stesse
II" - Ed. Messaggero Padova, a cura del date, sarà inoltre
biscegliese prof. Natalino Monopoli e di possibile acquistare il Calen-
Padre Remo Piccolomini, è il primo dei doni "giusti" dario 2011 realizzato dall'As-
di questo Natale. Per due motivi: chi lo riceve potrà sociazione Giovanni Paolo
valersi di una guida spirituale che, giorno per giorno, II. Con un'offerta minima di 2
scandirà la vita quotidiana con un pensiero di Papa Euro sarà possibile aiutare due
Wojtyla. Chi lo dona, saprà di aver fatto un'opera diverse realtà: l'orfanotrofio
davvero buona. L'intero ricavato delle vendite l'Alveare di Cascia e quello di
del volume (15 Euro), sarà difatti devoluto alla Medjugorge. Presso lo stand
fondazione dell'Orfanotrofio Giovanni Paolo II a dell'ass. GPII, anche accessori
Medjugorje. Il volume è disponibile presso tutte le di abbigliamento e ricami re-
maggiori librerie, su richiesta in Cattedrale e presso alizzati dalle piccole di Cascia
il negozio Semeia (via G. Amendola, 7). Altrimenti nelle ore di educazione al
è possibile acquistarlo durante il Natale della lavoro manuale.
Solidarietà, l'11-12-18-19 Dicembre.

Se volete un Natale Se cercate un regalo elegante, che


solidale fino in fondo, sappia al contempo stupire e arredare
non limitatevi ai ogni casa, Argenti Preziosi è la scelta
regali. Anche gli ideale. E solidale. Acquistando uno dei
auguri potrebbero salvare una complementi di arredo presso il negozio di
vita. Al posto del solito sms, oggettistica e articoli da regalo Casabella (via
quest'anno scegliete carta e G. Pasquale, 7) sosterrete
penna. Acquistando cartoline AMREF in Kenya. Dal 2009,
o altri prodotti solidali Argenti Preziosi è difatti
da Poste Italiane (trovate impegnata per la costruzione di
giocattoli e articoli natalizi aule scolastiche, la conduzione
presso l'ufficio centrale, in di programmi sanitari legati
via Gramsci 32) sosterrete all’utilizzo dell’acqua e la
l'Unicef, nei suoi progetti a distribuzione di materiale
sostegno dell'infanzia. educativo a favore della scuola
primaria di Majivuni nel
distretto di Malindi.

Presso "Bon Bon Chicche


di Eleganza", negozio di
oggettistica situato nel Centro Immancabile acquisto natalizio, la Stella
Mongolfiera a Molfetta, è possibile dei volontari della Fondazione Ant torna
acquistare articoli natalizi e pregevoli in piazza per tutto il mese di Dicembre.
manufatti tra i quali servizi di piatti Durante il fine settimana del 4 e 5 dicembre e il
anche personalizzati, maschere, Natale della Solidarietà, l'11-12-18-19 Dicembre, la
pannelli decorativi, bambole e collages campagna raggiungerà il suo culmine, colorando
realizzati dai disabili della cooperativa di solidarietà le speranze dei malati di tumore. A
di promozione sociale per l’integrazione disposizione anche candele, panettoni, calendari,
dei diversamente abili Ce.Di.S. onlus carte regalo e decorazioni natalizie per sostenere
di Giovinazzo. Il 70% del ricavato sarà il progetto “Eubiosia” (assistenza domiciliare ai
devoluto ai fini sociali del centro diurno malati terminali di tumore).

23
L’UNESCO DI BISCEGLIE PORTA LA PACE A NAPOLI
CON UN CONCERTO DA NON DIMENTICARE
Zaccaria Gallo

C
i sono luoghi in cui storia, che unisce, non divide. Musica
costume, tradizioni, fede e che è veicolo di Pace.
religiosità si mescolano in Due regioni, Puglia e Campania,
modo inestricabile. che da sempre hanno interagito,
Uno di questi luoghi è la Cappella lasciando testimonianze del
del Tesoro di San Gennaro a loro rapporto diretto nella
Napoli. produzione artistica. Allora
Entrarci non è solo una esperienza ecco l’intuizione di unire
estetica di emozionante evidenza, materialmente, in una giornata,
ma è anche motivo di riflessione con un evento-spettacolo
profonda su tutto quello che Napoli le forze operative dei Club
ha rappresentato, rappresenta e Unesco di Napoli e Bisceglie,
rappresenterà per la storia del per diffondere un messaggio di
nostro paese. Pace e ricordare quelli i valori
Certo, oggi, passare dalle discariche fondativi della Federazione
a cielo aperto delle strade, alla Italiana dei Club Unesco: rispetto
ineffabile raccolta di ori, argenti, del bene comune e delle risorse
statue, stucchi e tele dà l’impressione del pianeta; valorizzazione del
che, varcare la porta del Duomo ruolo dell’educazione nella
significhi passare da un stato di diffusione dei valori e delle
rabbia rassegnata a uno di stupore meditativo. del nostro Club Unesco, Pina Catino. Entusiasmo competenze, attraverso la promozione della
Ed è quello che è successo a noi, mentre ci e gratitudine che, poi, si concretizzarono cultura della conoscenza.
preparavamo a questo straordinario evento del nell’invito che il Duca, vicepresidente della L’aver riunito il Presidente del Club Unesco di
7 Novembre. Si tornava spesso con la memoria, Deputazione della Cappella di San Gennaro Napoli, Prof. Danise Fortunato, la Presidente
così, a quel giorno in cui, dopo il conferimento di Napoli, rivolse al Club Unesco di Bisceglie: della Federazione Nazionale dei Club Unesco,
del Premio Luigi d’Angiò 2010 al Duca Don organizzare un Concerto per la Pace a Napoli. Dott.sa Maria Luisa Stringa, i Sindaci delle due
Riccardo Carafa, leggemmo del suo entusiasmo In quel momento si scelse la musica, linguaggio città On. Maria Russo Iervolino e Francesco
e della sua gratitudine per l’accoglienza ricevuta che accomuna tutti i popoli della terra, perché da Spina, Monsignor Vincenzo De Gregorio, Abate
a Bisceglie e per l’impegno della Presidentessa tutti capito, senza bisogno di traduzioni. Musica del Tesoro di San Gennaro, i Vicepresidenti e
il Segretario Generale del Direttivo Nazionale
dell’Unesco, i membri della Deputazione della
Cappella del Tesoro di San Gennaro, una
ORIGINALITà, MADE IN BISCEGLIE E grande quantità di autorità civili e religiose, i
Presidenti dei Club Unesco di Baretta, Baronissi,
APPROFONDIMENTO IN SALSA APPETITOSA: Caserta, Lucera, Trani, Il Presidio del Libro
di Bisceglie, L’Archeoclub di Bisceglie, la
ECCO GLI INGREDIENTI DELL’ULTIMA Pro Loco di San Ferdinando, Il Lions Club di
Bari “Isabella d’Aragona” e tanti altri Enti,
RICETTA DI BADSIDE Silvia La Franceschina
testimonia l’importanza e la risonanza di questo
appuntamento.
La cerimonia della consegna della Sacra Manna
Marzia Papagna e Domenico Pizzi ideatori e conduttori del programma radio di San Nicola alla Cappella di San Gennaro è
in streaming live ogni lunedì dalle 21.30 alle 22.30 stata toccante. Non capita spesso, difatti, di
vedere due Santi uniti in un omaggio reciproco

M
a due grandi terre del Sud.
etti insieme una cucina, due gatti, confrontano direttamente in onda, magari non Quando sono risuonate le prime note del
pentole, computers, un improbabile si conoscono nemmeno (come è successo nella sassofono del Maestro Vittorio Gallo, si è
chef, una giornalista scoppiettante e puntata del 15 novembre, in cui Erica Mou e i Sei capito che il Concerto avrebbe rapito l’anima
gente che, tra una risata e un bicchiere di vino ore dopo si sono incontrati per la prima volta). di tutti gli spettatori. Certo, noi artisti eravamo
si ritrova a condividere un piatto di orecchiette e Ai fornelli, cuochi d’eccezione come emozionati, ma “L’Improvvisazione Barocca
cime condito di esperienze diverse, ed ecco che Giovannangelo De Gennaro (noto maestro di sul 2° Movimento del Concerto BWV 1060”di
nasce “Un Pizzico di sale”! musica) e la sua impertinente aiutante, Sara Johann Sebastian Bach, eseguita con sassofono
Il programma, originale e verace, va in onda ogni Valente; e lo chef Domenico che pungola gli solo, ha presto dato a tutti la spinta necessaria
lunedì dalle 21.30 alle 22.30 sulla piattaforma ospiti con briosa sagacia, fino alla conclusione, per dare il meglio.
www.ufosolar.com, in streaming live dalla davanti al piatto del giorno. E, allora, si sono alternate, con intensità, le voci
cucina di casa Pizzi a Bisceglie. È un format nato Nel corso della puntata gli invitati parlano di sé recitanti delle due napoletane Valeria D’Avenia
in collaborazione con l’associazione musicale e e affrontano l’argomento della serata, mentre il e Francesca Buommino e della terlizzese Luigia
culturale Badside. pubblico può interagire in diretta tramite chat, Antonino, alle intense due voci liriche del
Marzia, l’acqua che bolle - mente del offrendo spunti e idee. A far da sfondo è sempre contralto Elisabetta Sasso e della soprano Angela
programma- e Domenico, il maccherone, la musica. Lisco, che hanno cantato magistralmente brani
invitano a cena ogni lunedì sera un paio di ospiti Avendovi assistito dal vivo, vi assicuro che il di Bach, Haendel, Durante e Faurè. All’organo e
per una chiacchierata informale che spazia tra programma è davvero carinissimo. Per questo al pianoforte, due pianisti: Emanuele De Filippis
argomenti diversi d’attualità, cinema, musica, consiglio a tutti i lettori di sintonizzarsi ogni e la nostra Angela Rosa Graziani.
cultura. Tutto rigorosamente made in Italy, lunedì sera su “Un pizzico di sale”. Male che A me è toccato il compito di far risuonare fra le
meglio ancora se made in Puglia, nella logica vada, avrete una nuova ricetta per il vostro pareti della Cappella e la sua volta affrescata le
della filosofia del “pensare globalmente ed agire menù. parole di Don Tonino Bello sulla Pace: momento
localmente”. di grande gioia.
La bellezza di questo format “semigiornalistico” Gli applausi alla fine per tutti sono stati
sta proprio nella suo essere così tanto casalingo suggello di una serata che difficilmente sarà
e quindi così tanto vero. Non c’è tempo e modo dimenticata.
per costruirci impalcature artificiose; gli ospiti si

24
LA RACCOLTA DELLE OLIVE
NEL CORSO DEI SECOLI Preside Giuseppe Di Pierro

Dalle tecniche antiche a quelle moderne, per non dimenticare

Le operazioni di raccolta delle olive si introdusse un metodo che


nel corso dei secoli sono state sempre definirei “barbaro”: la raccolta
manuali. con l’uso di mazze. Da quelle
Nei primi tempi si attendeva che le olive più corte, di 60-70 cm (“u
maturassero e cadessero a terra, quindi mazzidd”) a quelle medie e
venivano raccolte nel miglior modo lunghe, fino a 4 metri (verghe),
possibile. per scuotere i rami più alti. Le
Nel secolo scorso le operazioni di raccolta fronde venivano battute e le
furono divise in due fasi successive. olive cadevano sulle retine, a
Prima la raccolta delle “olive di casco” volte anche fuori. Gli alberi a suo
ovvero quelle cadute a terra a causa di tempo ”accarezzati” o pettinati
venti o di parassiti; più tardi, a mezza venivano ora “mazziati”.
maturazione del frutto, si procedeva L’operaio moderno non sale più
alla raccolta dalla pianta delle “olive di sugli alberi né si toglie le scarpe,
cima”. perché la raccolta viene fatta da
Le olive di casco erano raccolte a terra, girando attorno alla pianta
mano, una per una, da ragazzi, anche per battere tutti i rami.
minorenni, che riuscivano, nell’arco Nell’ultimo decennio la raccolta
della giornata a coglierne 60 - 80 kg. I più bravi due mantenevano il sacco aperto, gli altri tre è stata meccanizzata. Sono state prima introdotte
anche 100 kg. I proprietari o i capo d’opera, per provvedevano a svuotare i teli e riempire i grosse macchine che scuotendo gli alberi
incentivare e sveltire il lavoro, organizzavano sacchi. provocano la caduta delle olive (scuotitori), poi,
una gara, (la “mbrov”, prova) mettendo in palio I teli (“ràcane”) , lunghi circa 8m e larghi 3 m, per evitare danni alle piante, i “vibratori”: grossi
due premi in denaro (di pochi soldi) per i primi erano fatti di canapa, mentre i sacchi, della attrezzi montati su trattori che abbracciano il
due classificati. capacità di circa 100 kg, erano di iuta. Si usava tronco e lo fanno vibrare.
Onde facilitare queste operazioni si preparava anche un’asta di legno lunga oltre tre metri Recente è anche l’introduzione di piccoli scuotitori
il terreno sottostante la chioma degli alberi (verga) per far cadere le ultime olive attaccate motorizzati, portati a spalla dall’operaio, che
livellandolo e pulendolo da erbe o sterpaglie; si alla pianta. agganciano e scuotono tutti i rami dell’albero.
faceva la “chiazz” (la piazza). Nel dopoguerra i teli di canapa furono man Anche lo svuotamento dei teli ed il trasporto delle
Per la raccolta delle olive di cima, gli operai si mano sostituiti dalle reti di nailon a maglie strette olive sui rimorchi dei trattori è stato velocizzato:
arrampicavano sugli alberi senza scarpe, per delle stesse dimensioni. Col passare degli anni, i teli, appena riempiti, vengono svuotati nei
evitare di scivolare sulla terra bagnata attaccata man mano che cambiava il metodo di raccolta, “secchioni” della capacità di 3-4 qt (detti “Chippn”,
sotto le scarpe e farla cadere tra le olive. furono confezionate reti sempre più ampie a coppini), montati su altri trattori, che provvedono
La raccolta veniva fatta a mano col metodo della maglie strettissime (attualmente sono in uso reti a riversare le olive sui rimorchi, alla rinfusa.
“mungitura” delle frasche, quasi accarezzando i di 12x10 m). I mezzi moderni, poco delicati, hanno sostituito il
rami. Le olive cadevano sui teli, preventivamente Per velocizzare il raccolto fu introdotto l’uso del poetico metodo secolare della raccolta manuale.
stesi sotto l’albero. “pettine” di plastica a forma di mano. Si passò, Allora i sacchi caricati sui traini e trasportati al
Così, passando da albero ad albero i teli quindi, dal metodo della “mungitura” a quello frantoio, venivano scaricati e pesati uno per uno
si riempivano e si svuotavano nei sacchi. della “pettinatura” dei rami di olive. e quindi svuotati negli appositi “camini.”Le
All’operazione partecipavano cinque operai: A seguito dell’aumento dei costi di mano d’opera, operazioni di carico e scarico erano fatte a spalla
dagli operai.
Ai vantaggi tecnici dell’ultimo mezzo secolo,
non corrisponde però alcun beneficio economico

Centenario del per l’agricoltore, perché nel contempo sono


sensibilmente lievitati i costi di gestione, mentre

frantoio Caprioli
i prezzi delle olive sono drasticamente crollati.
Fabrizio Ardito Da diversi anni si è rinunciato alla raccolta delle
olive di casco, anche di quantità consistenti: il
solo costo della mano d’opera supera il ricavo
di vendita. Nelle annate di magra non vengono

F
esteggia quest’anno la storica soglia del il frantoio Caprioli, in cento anni? Il processo è raccolte nemmeno le olive di cima.
secolo di vita il frantoio di via S. Andrea. rimasto pressoché identico, ma solo cambiati Per dare un’idea concreta della situazione attuale
Fila tutto liscio come l’olio. Ma un detto i macchinari: la tecnologia ha premesso di mettiamo a confronto due dati:
potrebbe essere usato meglio in questo caso. velocizzare e di rendere più accurata tutta la
Di fatti certamente un ottimo risultato è stato lavorazione. Riposano ormai nella memoria dei 1980 – prezzo di vendita delle olive: £ 80.000 per
raggiunto per il frantoio Caprioli, che proprio nostri nonni le vecchie presse in pietra. qt (pari a circa 40 €).
quest’anno spegne le cento candeline. Il frantoio Caprioli rimane comunque radicato Salario per oltre 7 ore lavorative: £ 30.000 (15 €).
E il compleanno cade in un periodo, quello in nella tradizione: non entra nella filiera produttiva
cui si raccolgono le olive per poi lavorarle e dell’olio, ma come i frantoi tradizionali lavora 2010 - prezzo delle olive: 35 € compreso IVA 4%
spremerle fino ad ottenere un olio che ci invidia prodotti altrui. Non interviene quindi nel (pari £ 67.000 nette).
ormai tutto il mondo, di massima attività: al mercato con proprio marchi, con confezioni e Salario per 6 ore lavorative: 50 € (pari a £ 100.000),
frantoio di via S. Andrea entrano ed escono bottiglie di olio targate con il suo nome né con più i contributi sociali maggiorati.
trattori, rimorchi, casse piene di olive. Le linee speciali di prodotti per il centenario o per
macchine sono sempre in funzione, per separare le feste natalizie ormai alle porte. Ogni commento è superfluo.
i frutti dalle foglie e dai ramoscelli e le presse non Una chicca del frantoio, che tuttavia non è il solo Si badi bene che questa crisi grava solamente
conoscono riposo. La produzione dell’olio è un ad aprirsi al turismo, è la possibilità di visitare sugli olivicoltori, unici componenti di tutta la
processo affascinante, non c’è dubbio. E poi quel i locali durante tutta la produzione dell’olio. filiera a chiudere in perdita netta i propri bilanci.
profumo di “cose buone che fanno bene”, che Basta farne richiesta ai titolari e le porte di un Se la situazione dovesse perdurare, si profila
l’aria emana nei mesi di novembre e dicembre, pezzo di storia della nostra città si apriranno a all’orizzonte un futuro disastroso: l’abbandono
ha in sé un qualcosa di caratteristico, speciale. chiunque. della terra.
Ma come sono cambiati i frantoi, ed in particolare

25
Si chiude il 40° anniversario della
Confraternita di Maria SS. Addolorata
Verrà benedetto il gonfalone, sottoposto ad un accurato restauro a cura di Vincenzo Di Leo
Priore della Confraternita

D
opo la nomina a parer mio non era altro che un rifacimento È stata nostra premura far aggiungere sul retro del
a priore della dell´antico labaro preesistente. Sul nostro labaro panno l'anno di fondazione della confraternita e
confraternita di era presente l' immagine della Vergine SS. l'anno del restauro.
Maria SS.Addolorata, la mia Addolorata in fotografia, cosa che non confaceva Il labaro sarà portato come insegna confraternale
mente era già prospettata al all'epoca di costituzione della confraternita. nelle processioni "principali" per la solennità del
2010 che, pur non essendo Decisi con altri confratelli di distaccare la Corpus Domini, in occasione della festa dei Santi
un anno giubilare per il fotografia dal panno del labaro e con grande Prottetori e la Festa della Vergine Addolorata.
nostro sodalizio, avrebbe visto protagonista la sorpresa sotto questa trovammo un dipinto della Sabato 18 dicembre il labaro sarà benedetto ed
nostra amata confraternita in occasione del 40° Madonna risalente all'800. esposto ai fedeli.
anniversario della sua costituzione. La gioia fu grande e l'emozione fu così forte da Domenica 19 dicembre 2010 tutti i confratelli
Nel consiglio della confraternita tenutosi a Marzo non riuscire piu' a trattenere le lacrime. saranno chiamati ad eleggere il nuovo consiglio
del 2009 portai a conoscenza dell´amministrazione A mio avviso il dipinto fu coperto per ragioni della confraternita in conformità con il nostro
della nostra confraternita tutte le possibili proposte estetiche, dato che la testa della statuto diocesano.
che poi avrebbero formato il vasto programma Vergine si presentava troppa inclinata. Colgo l'occasione per ringraziare il nostro Padre
di eventi per ricordare la nascita del nostro pio Il restauro effettuato oggi dalla dott.ssa Loredana Spirituale, per l'impegno e il costante supporto a
sodalizio. Con mia grande soddisfazione tutte Acquaviva, ha reso possibile correggere la Don Mauro Camero, nonché a Lucia Maffione,
le proposte furono deliberate senza grandi posizione del capo e restituirci il gonfalone Speranza Brescia ed a Pasquale Capurso per la
contestazioni o controversie di alcun genere. che ricorda la data della fondazione della professionalità nella realizzazione dei ricami.
Tra queste, il restauro del nostro gonfalone, che confraternita.

a manduria per la Festa


di fine Vendemmia Giovanni Cassanelli

L
o scorso 14 novembre il Rotary Club di relativo alla prima cerchia muraria e
Bisceglie si è recato in visita a Manduria costruito, forse, proprio con funzione
per partecipare alla XIV edizione della di rinforzo di quest’ultima. A ridosso
Festa di fine Vendemmia. L’occasione è stata delle mura si osservano i resti della
colta da una trentina di soci e ospiti biscegliesi i necropoli messapica, circa mille
quali hanno potuto, in quell’occasione, esplorare tombe che hanno restituito corredi
funerari databili al IV-III sec. a.C..
Molto suggestiva è stata la visita
al Fonte pliniano, una sorgente
Cambia il codice di d’acqua sita in una grotta naturale
avviamento postale sotterranea descritta, in antichità,
dal naturalista latino Plinio nella
a Bisceglie. sua Naturalis Historia. La tradizione
vuole che l’acqua di questo fonte
Alessio Di Liddo abbia dissetato le truppe di Annibale
che qui si erano asserragliate durante
Dal 29 di Ottobre Poste Italiane ha il locale Parco Archeologico e, al tempo stesso, il lungo assedio di Quinto Fabio Massimo. Recenti
assegnato nuovi codici di avviamento gustare il vino che a buon diritto rende nota scavi archeologici hanno restituito frammenti
postale a 146 comuni e 23 frazioni d’Italia, la cittadina del tarantino. La prima tappa ha di ceramica attica del VI sec. a.C., ad ulteriore
compresi i 10 comuni della sesta provincia riguardato una mostra d’arte contemporanea, testimonianza dell’antica frequentazione del
pugliese. comprendente opere di Massimo Ruio e fonte. Non meno interessante è stata la visita
Una modifica necessaria per mettere ordine Alessandro Parmigiani e presentata, presso la condotta alla chiesa di S. Pietro Mandurino;
tra i codici di quei comuni che hanno subito Chiesa di S. Croce, dal prof. Aldo Pezzarossa. si tratta di un monumento composto da tre
variazioni nell’assetto amministrativo. Successivamente, guidati dalla prof.ssa Laura elementi architettonici comunicanti tra loro:
Il nuovo codice d'avviamento postale Pezzarossa dell’Archeoclub di Manduria, ci si il primo coincide con la chiesetta emergente,
assegnato al Comune di Bisceglie è 76011 è tuffati nel passato di questa città di origine databile tra il X e il XII secolo; gli altri due
che sostituisce il precedente 70052. Fino messapica che presenta preziose vestigia di età ambienti, ipogei, sono rispettivamente una
ad aprile si potranno utilizzare ancora precristiana. I resti più cospicui di quella che fu la basilica a due navate terminante con due absidi
i vecchi codici d'avviamento, poi si Manduria messapica sono senza dubbio le mura e datata tra l’VIII e il IX secolo ed una camera
dovranno adoperare necessariamente i megalitiche, certamente le meglio conservate di di forma quadrangolare, probabile riuso di una
nuovi. tutte le coeve cinte murarie salentine. La cerchia tomba a camera di età ellenistica.
Questi i Cap dei dieci Comuni della Bat: interna è ancora emergente per circa metà della Il pranzo, tenutosi presso la Cantina del
Andria 76123, sua lunghezza; essa era fiancheggiata da un Consorzio Produttori Vini, è stato preceduto
Barletta 76121, B fossato, oggi ricolmo, e la tecnica con cui è stata dalla relazione del prof. Alessandro Di Muro,
isceglie 76011, costruita la fa risalire al V sec. a.C., epoca in cui ricercatore presso l’Università della Calabria,
Canosa di Puglia 76012, i conflitti fra i Messapi e la città di Taranto erano sul tema “Prima del Primitivo: vite e vino nella
Margherita di Savoia 76016, quanto mai violenti. La seconda cerchia, che Puglia medioevale”, e si è caratterizzato per la
Minervino Murge 76013, racchiude la precedente, fu costruita con tecnica presenza di ben 250 soci provenienti da diverse
San Ferdinando di Puglia 76017, più evoluta ed è riferibile all’epoca delle guerre zone della Puglia e d’Italia. Un’occasione di
Spinazzola 76014, puniche (III sec. a.C.). Esiste, inoltre, un terzo incontro, dunque, per rinsaldare i legami di
Trani 76125, muro (terzo per data di rinvenimento, ma datato amicizia rotariana all’insegna della storia,
Trinitapoli 76015. al IV sec. a.C.), individuato all’interno del fossato dell’arte e della buona tavola.

26
Bisceglie calcio:
finalmente la vetta! Bartolomeo Pasquale

Di Pinto decisivo con tre gol in due gare

I
l ritratto della felicità in casa Bisceglie viene canto suo un po’ fuori dai pali ed al 71’
disegnato da Amedeo Di Pinto, decisivo mediante un tiro a tu per tu con l’estremo
nelle ultime due uscite della formazione difensore, ben imbeccato da Piscopo. Gol
neroazzurra contro il Maruggio e contro il San della bandiera di Beppe Ingrosso al 77’
Paolo Bari; gare che, dopo l’inopinata sconfitta su tiro dalla lunga distanza.
subita in casa col Cerignola, hanno permesso di Sul taccuino anche un rigore parato dal
agganciare il Martina Franca al primo posto in portiere Sansonna per fallo da ultimo
classifica, rinverdendo la rivalità che due stagioni uomo di Cioffi su Greco.
fa aveva fatto da leit motiv per la promozione in La sconfitta non viene però vista
serie B nel campionato di Basket. come campanello d’allarme, visto il
Andando con ordine, la gara contro il Castellana contemporaneo rallentamento della
ha dato fiducia ulteriore agli uomini di Del formazione biancoceleste allenata da
Rosso, spinti a fare bottino pieno, così come negli Ciraci: il Bisceglie nei successivi due turni
scontri, diretti e sentiti, di Copertino e Martina trova una sua identità e prosegue il suo
Franca. cammino momentaneamente trionfale.
Due risultati risicati con reti di Cioffi nel primo 0-3 col Maruggio è la sintesi di
incontro e Sisalli nel secondo, ma che hanno motivazione, concentrazione, gioco di
dato ulteriore entusiasmo anche alla tifoseria. squadra e grinta messa da tutti i reparti:
Entusiasmi subito spenti dalla decente partita le chiavi della porta leccese sono state
contro l’Audace Cerignola dell’ex tecnico consegnate a Sisalli, Di Pinto e Persia
andirivieni Mimmo Di Corato, contestato per (di ritorno dalla squalifica contro il
tutto l’incontro insieme ad una vecchissima Martina).

Sport
conoscenza locale militante nelle fila gialloblu. L’ultima gara di Novembre ha visto invece Persia, che segue e passa la sfera per l’accorrente
Si tratta di Massimo Piscopo, uno dei migliori un super Amedeo Di Pinto finalmente tornato capitano, lesto ad infilare di esterno destro Di
in campo, con una prestazione impreziosita protagonista e portabandiera di questa squadra Candia; il secondo gol vede Di Pinto svettare
dall’assist sul filo dell’offside che ha portato i con la doppietta rifilata, al 20’ e 31’ del primo su tutti infilando al volo una corta respinta di
foggiani sullo 0-2. tempo, al San Paolo Bari: dai suoi piedi sono Dentamaro sugli sviluppi di un corner.
Le reti di questa gara sono, come prassi, capitate anche partite le azioni più pericolose (fallite Il prossimo turno, per continuare a sperare,
tutte nella ripresa con Lasalandra, che al 51’ clamorosamente da Persia e Sisalli). Il primo vede il Bisceglie in trasferta a Sogliano per la
fionda un diagonale beffardo per Sansonna, dal centro parte con un rapido tocco di Campo su penultima d’andata.

cordoglio per la morte dell'ex calciatore


Mauro lamanuzzi TAMBURELLO: Non so come scriverlo nel abbastanza tribolata, per il forte altruismo,
nostro dialetto, ma seguendone il suono una generosità che lo spingeva a dividere il
24 Gennaio 1932 - 13 Novembre 2010 dovrebbe risultare: TAMBRREIDD. Con suo poco con gli altri.
questo nomignolo, che gli veniva dal suo Molti lo ricorderanno anche per quel suo
correre come un matto da una porta all’altra modo, al limite, di giocare a calcio.
del campo di calcio, era conosciuto da una Ha giocato nella Polisportiva “G.Ventura di
marea di biscegliesi, non solo sportivi. Bisceglie”, raggiungendo non trascurabili
Sto parlando di Mauro Lamanuzzi, che il 13 traguardi negli anni 1956-57-58.
Novembre 2010 ha lasciato un vuoto nel cuore Nella foto, è il secondo da sinistra, accovacciato.
di chi lo ha amato. Ciao Mauro, se puoi continua a correre…
Persona che si è contraddistinta nella sua vita, Tambrreidd.

27
Bisceglie calcio a 5: Il karate ‘made
in Bisceglie’ si
dopo il derby, la rimonta impone a Brindisi
4 vittorie di fila e si sale al 3° posto in classifica

P
odio meritato per gli atleti biscegliesi della
Bartolomeo Pasquale palestra Aktiva, capitanati dal maestro

I
Angelo Dell’Olio.
maligni davano per spacciata la formazione di Grande orgoglio per la città di Bisceglie per la
Leopoldo Capurso, dopo il tonfo clamoroso vittoria dell’Accademia BudoRyu del maestro
nel derby contro il Putignano, finito per Angelo Dell’Olio, al III campionato di kick-
8-5. boxing fu toa di kata hard – semi e light contact
E invece i nostri hanno ritrovato la via del gol, e forme kung fu, svoltosi a Brindisi Domenica
inanellando 4 vittorie consecutive. L'ultima, il 7 Novembre.
30 Novembre, nella partita contro i campioni in L’Accademia del maestro Dell’Olio conferma,
carica del Montesilvano, gara in cui il Bisceglie ancora una volta, una incisiva supremazia
dimostra a tutti ciò che è in grado di fare, tecnica nei kata hard tradizionali e nel semi
battendo, negli ultimi 3 minuti di una partita contact. Premiati anche atleti della società ‘Sol
fin troppo equilibrata, i campioni d'Italia (gol Levante’ di Bisceglie.
di Nicolodi, Pereira e Pedotti). Questi i risultati:
La prima tappa di questa “remuntada” che ha •Pantaleo Dell’Olio c.n. 4° dan - budoryu – 1°
portato i locali a ridosso delle grandi (siamo a class. semi contact – cat. -68 kg;
quota 17 punti, contro i 22 della Marca Futsal consecutiva è ottenuta grazie ai centri di
•Sergio Messina c.n. 4° dan - budoryu – 2° class.
e i 21 del Lazio) ha avuto come palcoscenico il Rodolpho e Alcides Pereira, ma viene resa amara
semi contact – cat. -64 kg;
Paladolmen di via Ruvo, dove l’eterna rivale dall’infortunio di Dao e da alcune incertezze
•Giulio Di Pierro c.n. 2° dan - budoryu – 3° class.
Luparense è stata sconfitta per 1-0: la rete è patite nella retroguardia.
semi contact – cat. +83 kg;
messa a segno da Pedotti sugli sviluppi di un Dal taccuino del sito ufficiale Alcides Pereira
Under 18
preciso calcio di punizione; per lui si tratta del dichiara: «La squadra è forte, ben assemblata e
•Gioacchino Piccolo c.n. 1° dan - budoryu – 2°
61° gol in carriera con questa casacca. competitiva, con giocatori veloci come Borruto ed
class. semi contact – categ. -78kg;
Stessi punti conquistati, stessi gol ma avversa- importanti tatticamente come Rogerio, ma tutti
•Cristian Lavolpicella c.n. 1° dan - sol levante –
rio diverso in occasione della quinta giornata hanno la loro importanza negli equilibri di squadra.
1° class. kata – categ. -16anni;
di campionato contro il Kaos Futsal Bologna; Il momento è positivo e dobbiamo lottare: siamo pronti
•Pasquale Gisondi cintura gialla - sol levante – 1°
stavolta è il fenomeno Nicolodi a mettere alle a combattere».
class. kata – categ. -10anni;
spalle dell’ultimo baluardo Bragaglia, poco abile Adesso ai neroazzurro stellati tocca una trasferta
Sport

•Lorenzo Cosmai cintura marrone - sol levante


a trattenere il tiro iniziale del capitano Pedotti. in campagnia, contro un Napoli Vesevo davvero
– 3° class. kata – categ. -14anni;
Aumentano piano le reti ma si vince sempre difficile da superare.
•Girolamo Mastrapasqua cintura marrone - sol
con un gol di scarto anche nel turno successivo Quella del 4 Dicembre sarà una prova del nove
levante – 2° class. kata – categ. -14anni;
contro il Cagliari Calcio a 5: la terza vittoria importante.
•Marco Valente cintura marrone - sol levante –
1° class. kata – categ. -14anni.

Olimpiadi Calcio a 5:
il muro del pianto Bartolomeo Pasquale

Difesa colabrodo: 36 gol subiti in 9 partite

Che l’Olimpiadi Bisceglie avesse dovuto cuginetti minori termina male: 2-0, con reti
sopportare le pene dell’inferno per cercare beffarde di Milani nel giro di soli 18 secondi.
quantomeno di restare a galla in questo torneo Solo in data 13 Novembre il roster biscegliese
di serie A2 era tutto sommato comprensibile. riesce ad agguantare quei tre punti che mancano
Ciò che sorprende è la totale mancanza di una dal secondo turno. Contro il Fasano: 4-2 gara, tutto
difesa affidabile, quella che noi stessi avevamo sommato, sofferta che ha visto un fenomenale De
osannato alla presentazione ufficiale. Cills autore di tre gol (l’altro è di Magueran, al
Ma cosa c’è che non va? Cosa rappresentano suo primo centro in carriera con questa maglia,
questi 36 gol subiti in nove turni di campionato? dopo un avvio al di sotto delle aspettative).
E' una media spaventosa di quattro gol subiti in Paura nella ripresa con i brindisini che si
ogni gara disputata. rifanno sotto, dopo aver preso anche due legni,
Qu e s t a s q u a d r a n o n h a l ’ o p p o r t u n i t à tramite i gol di Grumiche e Juninho: la squadra
(l’opportunità, non le capacità) di fare quel gol di Chiaffarato però recrimina su un impianto infatti, una delle due reti rifilate ai siciliani); e
in più che permetterebbe di portare a casa un difensivo molto distratto e cincischiante nel Francesco Acquaviva, che con le sue giocate ha
punteggio pieno: in questi ultimi cinque turni, è primo tempo, che ha favorito gli inserimenti di permesso all’Olimpiadi di salvarsi da situazioni
successo una volta sola, contro il Fasano. “Sheva” ed i movimenti senza palla di Diego. imbarazzanti un anno fa e che oggi è tornato ad
Si parte con la sconfitta patita il 30 Ottobre contro La luce la si vede ancora per poco; Regalbuto essere un abile giocatore. Acquaviva ha segnato
il Napoli Caffè Marigliano, la seconda debacle ed Isef Cercola riportano alla dura realtà la il suo primo centro stagionale a Cercola, prima
fra le mura amiche dove, dopo un primo tempo squadra del presidente Di Liddo, annientata di ritrovarsi daccapo ad indossare gli scomodi
equilibrato, i campani hanno affondato la nave in entrambe le occasioni da 16 reti terribili (9 panni del portiere in movimento, per cercare
di mister Ventura con i centri di Urio e Pelentir dal Regalbuto e 7 dal Cercola). Le restano un l’impossibile “tutto per tutto”.
(non basta la doppietta di Diego). paio di certezze: Bartolo Sasso , non solo un Il prossimo turno in programma è per Sabato 4
Dopo il clamoroso 8-5 rifilato dalla squadra giocatore ma un piccolo pianeta speciale che la Dicembre. Per tutti, quella contro il Gragnano è
principale di Putignano, anche la sfida fra i serie A deve cercare sempre di riscoprire (sua, già la “sfida-salvezza”.

28
ASD NETTUNO:
IN CADUTA LIBERA! Domenico Aurora

Brutto momento della squadra distante 3 punti dalla zona retrocessione

N
on è un momento positivo per la squadra con le reti di Cangelli, Valente e Landriscina. autore di parate strepitose.
biscegliese nel massimo campionato Nella ripresa il Nettuno amministra il risultato Proprio sul momento difficile che attraversa il
regionale di futsal. Nelle ultime cinque e segna altre tre reti con Cangelli e Rana, autore Nettuno si è soffermato il presidente Papagni
giornate di campionato sono arrivate solo due di una doppietta. Nella giornata successiva, in affermando che: “nelle ultime partite siamo stati
vittorie. Ciò che preoccupa è l’incapacità di quel di Rutigliano, si assiste ad una autentica penalizzati fortemente dagli arbitri. A Rutigliano
ottenere i tre punti contro avversari alla portata “Caporetto” per la squadra del presidente abbiamo perso per 4-3 perché c’erano arbitri
del Nettuno. Il 30 Ottobre i biscegliesi hanno Papagni. In vantaggio per 0-3, i biscegliesi si fanno spaventati dai 500 tifosi locali. Inoltre vorrei
avuto la meglio sul Tris Gravina per 5-3. Buona rimontare e superare dai locali dell’Azetium. aggiungere che ci sono stati molti infortuni
la prova di Maurizio Valente, sempre più bomber L’incapacità degli arbitri di gestire il match di (Michele dell’Olio e Mimmo Papagni su tutti)
della squadra, autore di una doppietta. Sette giorni fronte ad un pubblico locale molto “pressante” ha che hanno penalizzato il rendimento della
dopo arriva un punto dalla trasferta di Foggia condizionato l’incontro. Anche i vincitori si sono squadra. Devo ringraziare ancora una volta il
contro i locali del Fovea, rinvigoriti dal nuovo lamentati dell’arbitraggio, infatti come riportato mister Leo Gentile che ci sta dando una grossa
assetto dirigenziale dopo il ripescaggio in C1. dall’Ufficio Stampa dell’Azetium Rutigliano C5: mano ad uscire da questo momento difficile.
Il primo tempo si chiude per 1-0 con Illiano che “Nonostante la vittoria, c’è da ridire comunque Recupereremo gli squalificati e gli infortunati
caparbiamente si libera di due avversari e serve sull’arbitraggio che non è stato assolutamente in vista dei prossimi due turni difficili che ci
a sinistra Spagnoli che in diagonale infila Squeo. all’altezza della partita con decisioni arbitrali attendono: Barletta e Ruvo. Non mi preoccupo
Nella ripresa Landriscina, su azione da calcio sia a favore che contro che hanno lasciato molti per ora della classifica, l’obiettivo stagionale era
d’angolo infila l’ottimo portiere dauno Spina, dubbi. Purtroppo certi arbitri in certe categorie e resta la salvezza”.
autore di molti pregevoli interventi che hanno non possono arbitrare!” Dopo una beffa, eccone Sul fronte dirigenziale, ingresso in società per
salvato il risultato. Nella giornata successiva pronta un’altra contro il Città di Bari C5, relegata Massimo Ambrosino (vecchia gloria biscegliese
il calendario vede opposti ai ragazzi di mister al penultimo posto della classifica. Sotto di 1-3, con un passato importante nelle fila della
Gentile il fanalino di coda Futsal Messapia. Ospiti i biscegliesi riescono a rimontare e conquistare vecchia Fidenz Bisceglie) in qualità di dirigente
che sbagliano addirittura quattro tiri liberi su 5. un punto che muove leggermente la classifica. accompagnatore. Prossimo turno a Barletta contro
Il primo tempo si conclude sul punteggio di 3-1 Migliore in campo il portiere biscegliese Gangai, il Futsal. Fischio d’inizio fissato per le 16.

ASD Olimpia Basket:

Sport
si può sognare! Domenico Aurora

Record di 5 vittorie consecutive interrotto dalla sconfitta di Molfetta

B
asta solo un termine per descrivere l’inizio Empedocle i nerazzurri ingaggiano un duello gara contro il Molfetta ha fatto il suo esordio
di campionato della squadra biscegliese: serrato, caratterizzato da ripetuti capovolgimenti Marko Micevic, ala/pivot di 21 anni proveniente
incredibile! Incredibile sono le cinque di punteggio, spuntandola al 45’ grazie alla dal San Severo (Legadue).
vittorie consecutive, incredibile è vedere la gioia solidità di un gruppo sempre più compatto e Altro avversario difficile attende l’Ambrosia
dei tanti tifosi che sempre più riempiono gli vincente. 77-78 il punteggio finale con Raschi e il 5 Dicembre. Sarà l’Ostuni, appaiato alla
spalti di un gremito Paladolmen, incredibile è Mainoldi autori di 16 punti. La “quinta” viene formazione biscegliese in classifica. Servirà
il momentaneo secondo posto in compagnia di “ingranata” con l’affermazione casalinga contro una prova di carattere per trionfare contro una
Ostuni e Trapani dietro solo la corazzata Ruvo. il Matera per 79-74, altra squadra rivelazione di squadra che, secondo gli addetti ai lavori, lotterà
Il 31 ottobre, al terzo appuntamento esterno questo campionato. Nel match più avvincente per la promozione in Legadue.
dopo le due sconfitte subite contro Trapani finora disputato in stagione
e Latina, arriva il primo acuto lontano dal al PalaDolmen, i ragazzi di
Paladolmen in quel di Potenza per 79-76. Dopo coach Ciracì regolano nel finale
un primo tempo in tono minore, con i lucani l’indomito team biancazzurro
capaci di raggiungere anche un vantaggio di e perfezionano l’aggancio
13 lunghezze, Bisceglie ha saputo riaprire la momentaneo al Ruvo in cima
gara con caparbietà rimontando il divario nella alla classifica. Raschi, Rosignoli
seconda parte del match e combattendo punto a e Mainoldi tra i migliori in
punto nella frazione decisiva, in cui gli uomini campo.
di coach Ciracì hanno evidenziato un maggiore L’unica nota negativa del
tasso di lucidità e di esperienza rispetto agli mese di Novembre è stata
avversari. Sette giorni dopo altra bella prova la sconfitta subita nel derby
contro il Ferentino, tra le papabili per la vittoria contro Molfetta. Non è bastato
finale. Grande la prova dei cestisti biscegliesi l’incitamento dei circa 300 tifosi
che non concedono nulla agli avversari e biscegliesi accorsi in massa per
limitano Carrizo, pericolo numero uno tra le fila incitare i propri beniamini.
ciociare. Da segnalare tra le fila neroazzurre i 20 Sempre in svantaggio ad
punti di Rosignoli e i 21 di Raschi, sempre più eccezione di un effimero
trascinatore della squadra, che contribuiscono al sorpasso, subito soffocato,
punteggio finale di 81-62. Nel turno successivo la squadra del presidente
altro successo esterno, il secondo consecutivo, Valentini esce dal campo
ottenuto ad Agrigento, formazione apparsa sconfitta per 79-69. Hanno
molto in difficoltà in questo avvio di campionato. influito sul risultato le scarse
Sono necessari i cinque minuti dell’overtime per percentuali di realizzazione
conquistare i due punti. Sul parquet di Porto dalla distanza dei 6,75 m. Nella

29
LA DIRETTA nuova
Organo editoriale della
Il Direttore risponde
Ass. Culturale no profit Per richieste e segnalazioni scriveteci a: diretta.nuova@libero.it
“ G. B. Ferrara ”
Litigio tra due signori che portavano cani a passeggio. Finora avevo assistito solo a battibecchi tra
proprietari di cani e semplici cittadini, oggi ho visto litigare anche due proprietari. E’ avvenuto alla
Direttore responsabile periferia della città, in via Padre Kolbe. Uno dei due litiganti abitava in zona, l’altro no. Quest’ultimo
Serena Ferrara aveva portato con la macchina il suo animale di grossa taglia a passeggiare e a soddisfare anche i
suoi bisogni fisiologici in un quartiere “non suo”, senza curarsi di rimuovere con scopa e paletta la
cacca del suo amato. Ecco dunque il residente di via S. Andrea assalire l’uomo con un: «Porta il tuo
Vicedirettore cane a defecare a casa tua, lascia pulito il nostro quartiere». E l’altro, altrettanto sprovvisto di paletta:
Pasquale Stipo «Cosa vuoi, che mi rivolga alle forze dell’ordine per farti stare zitto? Io vado dove mi pare, la città è
anche mia, compreso questo quartiere». Di qui è iniziata una serie di botta e risposta. Urla per una
Art Director decina di minuti, finché lo “straniero” non
Felicia Antonino
USPI è tornato nel suo rione. A parte il modo
incivile di comportarsi, io mi chiedo:
non sarebbe giusto restringere l’accesso
Coordinatore di Redazione ai cani in alcune zone centrali della città,
Silvia La Fanceschina visto che bambini a spasso con i genitori
possono essere intimoriti dalla presenza
di grossi animali?
Comitato di Redazione Maria V.
Fabrizio Ardito
Grazia Pia Attolini Partiamo dalla cosa più importante: se
Domenico Aurora nessuno dei due proprietari aveva spazzola
e paletta, mia cara signora, lei li doveva
Leonardo Cosmai denunciare. Ognuno dovrebbe raccogliere gli
Alessio Di Liddo escrementi del proprio animale e allo stesso
Giuseppe Di Pierro modo ognuno dovrebbe farsi carico anche di
Zaccaria Gallo sporgere denuncia anche al vicino se questi
non si comporta correttamente. Sarebbe un
Cristina Giovenale gesto di civiltà e di rispetto verso tutto il
Vito Losciale quartiere. Il problema delle deiezioni dei cani
Mariaserena Mansueto è strettamente collegato al tema del decoro
Bartolomeo Pasquale cittadino. Personalmente ritengo che anche le istituzioni, in questo senso, abbiano ancora molto da lavorare,
Fabrizio Rigante con campagne di sensibilizzazione al senso civico e azioni repressive (in verità mai poste in essere a Bisceglie).
Restrizioni all’accesso ai cani in alcune zone della città, mi sembrano invece eccessive: basta che gli animali
Nicola Silvestris siano tenuti sempre al guinzaglio e quelli ritenuti pericolosi portino la museruola.
Marco Tempesta È colpa del proprietario se l’animale non si comporta correttamente: un cane va educato a vivere in città e tra
la gente. D’altra parte anche i genitori devono essere attenti ai propri figli. Se un bambino vede un cane, non è
il caso che gli si avvicini e magari gli tiri la coda o l’orecchio. La reazione dell’animale non è mai prevedibile,
Stampa per quanto educato possa essere.
NuovoCentro Stampa-Molfetta

Dalle 16,30 alle 18,45 - lunedì


Chiuso il 30/11/ 2010 15 novembre
Insolito lo spettacolo della
Redazione e Amministrazione nebbia per una Bisceglie dal
clima mite, con autunni dolci
e inverni tiepidi. Spettacolo
Via Virgilio 12 – Bisceglie (Ba) insolito ma affascinante: c’è un
Tel – Fax: 080 392 17 86 alone quasi mistico. Prima una
e-mail: diretta.nuova@libero.it foschia diffusa poi la nebbia
avvolge la città: il panorama è
Registrato al Tribunale di Trani indistinguibile. Guardo verso
il solito lampione è opaco,
al n° 296 del 06/02/2003
offuscato. Inevitabili i disagi
legati alla circolazione stradale.
Nessun suono nell'aria, c’è
foto e articoli sono protetti da un silenzio inconsueto per
copyright, possono essere utilizzati le cinque del pomeriggio, il
solo dietro richiesta alla redazione traffico è ridotto. Le auto coi
fari accesi percorrono le strade al rallentatore.
Ma è magia di poche ore: la
nebbia si fa subito foschia
e poi scompare come una
nuvola di cipria profumata
dopo il maquillage. Agli
orizzonti torna una città
che non sempre è come la
vorremmo.
Giovanna Rana

«“La Diretta settimanale” E si, signora mia è proprio


fondata nel 1993 magia. e poi diciamo che la
Lega Nord in Puglia non ha
da Maurizio Rana & C.» potere...

30
IL ROTARY ADOTTA UNA CLASSE
Mansueto Mariaserena

C
’era una volta So-Tchanhoue,
un villaggio del Benin, sperduto

la sezione di Bisceglie promuove nell’Africa Occidentale tra


Nigeria e Burkina Faso. A un passo
dalle elezioni, previste come da noi
per il 2011, il Benin è una repubblica
presidenziale con alle spalle scarsi
cinque anni di democrazia, tanti
problemi e una risorsa su cui ha
ancora molto da lavorare: il cotone,
“oro bianco” degli ultimi mesi. Tra
baraccopoli e difficoltà di ogni natura,
So-Tchanhoue sta vivendo un piccolo

Q
sogno, grazie all’impegno della Rotary
uesto il progetto che l’ Adisco Sezione Foundation.
Territoriale di Bisceglie ha ideato e Illustrato a Bisceglie nel corso
delineato e che è stato positivamente dell’incontro del 25 Novembre dalla
valutato e condiviso dall’Assessorato Regionale dott.ssa Eliana Centrone, del Rotary
della Sanità, che ha voluto generosamente Club Bitonto -Terre dell’Olio (club capofila) il service “Adotta una classe” è stato
assumerne il patrocinio, a testimonianza realizzato in interclub con i Rotary Club di Bisceglie, Casamassima, Corato, Melfi e
dell’apprezzamento e della significativa Molfetta.
valenza. Infatti, gli organismi regionali, Obiettivo: la costruzione di 3 aule per scuola primaria nel Villaggio di So-Tchanhoue,
condividendo l’opportunità di diffondere la al fine di migliorare, nel piccolo, le condizioni di studio degli alunni e degli insegnanti.
conoscenza della preziosità delle cellule E soprattutto fare in modo che non esistano più classi di 140 bambini e che ad ogni
staminali cordonali e la cultura della banco non siedano più di tre alunni alla volta.
donazione eterologa, come previsto anche Ma cosa vuol dire “adottare una classe” a migliaia di km di distanza? Non si tratta
nei propri programmi di politica sanitaria solo di una adozione a distanza, se è vero che i soci ingegneri dei club pugliesi hanno
, ha accolto prontamente l’idea progettuale prestato gratuitamente la loro opera ed esperienza per la progettazione e la supervisione
articolata in vari punti. dei lavori. Un contributo di certo più rilevante di una qualsiasi copiosa donazione.
Nel progetto, patrocinato dai Comuni di Bitonto e Giovinazzo, sono state coinvolte le
1) Redazione del vademecum “ VITA ALLA classi V della scuole primarie delle due città, tramite il premio “Adotta una classe”.
VITA” Per educare i bambini alla cultura della diversità e della multiculturalità, si è chiesto
Predisposizione di una guida semplice ma non loro di realizzare disegni sul tema della scuola e del miglioramento delle condizioni
semplicistica che spieghi gli scopi e le fasi dell’iter di apprendimento da dedicare ai coetanei africani.
della donazione. Il vademecum verrà diffuso I lavori sono stati pubblicati in un volume che ha permesso di raccogliere parte dei
nel corso di appuntamenti itineranti da noi fondi necessari a finanziare la costruzione della scuola a So-Tchanhoue, la cui prima
definiti: pietra è stata posata, ad un anno circa dall’inizio dei lavori, lo scorso Marzo 2010.
2) Un gazebo per la vita Alla costruzione della scuola hanno collaborato tutti i ragazzi del villaggio, facendosi
Si tratta dell’apertura domenicale di gazebo nelle co-artefici della realizzazione di un piccolo sogno.
principali città della Regione, presso i quali i
volontari dell’Adisco forniranno informazioni
particolareggiate sulla donazione cordonale
e distribuiranno i vademecum.
3) Distribuzione di gadget
Nella medesima circostanza saranno distribuiti
appositi gadget (quali bavette, mutandine per neonati e t-shirt
per bambini e adulti, tutti con logo Adisco ecc.) per raccogliere
fondi destinati A) a sostenere la ricerca scientifica nel settore Capodanno
delle staminali; B) a facilitare la diffusione della cultura della con volo diretto da Bari
donazione; C) a potenziare la rete delle Banche pubbliche
cordonali; D) a incentivare l’operatività dei centri di raccolta Vienna dal 30 Dicembre al 3 Gennaio ............. da 595 euro
presso le strutture pubbliche abilitate. PRAGA dal 30 Dicembre al 3 Gennaio .............. da 498 euro
4) Campagna informativa
L’apertura domenicale di gazebo sarà preceduta da una
campagna informativa incentrata su notizie fornite attraverso vari Capodanno in puglia
mass media, compresi giornali on line e televisioni private.
5) Creazione di altre Sezioni Adisco Villaggio Valentino 31 Dic. al 2 Gen da 235 euro
Promuovere la costituzione di altre sezioni Adisco in ambito Riva Marina Resort 31 Dic. al 2 Gen da 250 euro
regionale onde rendere più capillare l’opera di sensibilizzazione
propria dell’Adisco, a supporto delle strutture sanitarie
impegnate nella raccolta e nella conservazione del prezioso SCO. epifania
I primi risultati significativi in tal senso sono già una meravigliosa
realtà con la nascita delle sezioni territoriali di Bari e di Trani, delle Berlino 3-6 Gennaio ..........................................da 385 euro
quali la sezione di Bisceglie è orgogliosa madrina.
Pertanto, a nome del Consiglio Direttivo e di tutti i soci della sez.
terr. Adisco di Bisceglie, rivolgo il più vivo ringraziamento alle
Istituzioni Regionali per la sensibilità dimostrata e l’autorevole
supporto che ci forniranno affiancandoci in partnership.( Siamo
certi che in tali circostanze i club rotariani non ci faranno mancare
via XXIV Maggio 19/21 70052 Bisceglie (BT) Italy
la loro fattiva collaborazione date le significative finalità; sarà
nostra cura informare per tempo i club delle varie città in cui ci web: www.tuttiviaggi.com mailto: tuttiviaggi@tuttiviaggi.com
recheremo). tel. +39 080 3921877 Fax +39 080 3965691
Anita Pesce
Presidente Sez. Territoriale Bisceglie

31