Sei sulla pagina 1di 1

300

1301 Stagnazione demografica che riguarda soprattutto la prima metà del secolo, in Italia
formazione delle signorie e dei principati al nord, al centro la definizione dello stato della chiesa ed
al sud il regno di Napoli appartiene agli Angiò mentre la Sicilia è nelle mani degli Aragonesi
1309 Formazione da parte di Filippo il Bello di una chiesa nazionale gallicana con elezione del papa
Clemente V con trasferimento della sede papale da Roma ad Avignone (periodo della cattività
avignonese), nel contempo c’è un altro papa a Roma.
1314-1316 Peggioramento climatico che comporta due cicli di Carestie che , a loro volta,
producono una crisi anche in campo economico (fallimento delle banche italiane in particolare)
1320 Comparsa delle compagnie di ventura formate da mercenari che combattono a pagamento
1326 Othman da inizio alla campagna di conquista ottomana
1328 Ludovico il Bavaro con una spedizione tenta di restaurare il potere politico in Italia ma fallisce
1337 Scoppio della guerra dei 100 anni tra Inghilterra e Francia. Cause: Filippo il Bello muore e
non ha eredi diretti così scatena una crisi dinastica. Viene ripresa la legge salica che non rende
possibile considerare una discendenza per via femminile, dunque si elegge Filippo VI di Valois (il
più vicino nel ramo della famiglia). Il re inglese Edoardo III si ribella perché ha un rapporto di
parentela anche lui e dichiara guerra rivendicando la Francia. Una delle motivazioni è anche quella
di ottenere il predominio sulle Fiandre e sull’Aquitania.
1346 Battaglia di Crecy importante vittoria inglese
1347 Comparsa della peste proveniente dalle navi orientali, milioni di vittime
1350 Il complesso economico crolla a causa della peste, vengono abbandonate le terre e avviene lo
spopolamento delle campagne, iniziano le insurrezioni in Francia.
1356 Carlo IV in Germania emana la Bolla d’oro, definisce i grandi elettori incaricati dell’elezione
del re (3 ecclesiastici e 4 laici)
1357 Con la grande Ordinanza di Etienne Marcel viene dato il controllo delle finanze e dell’esercito
agli Stati Generali
1358 In Francia l’insoddisfazione popolare provoca lo scoppio delle Jacquerie (rivolte popolari)
1360 Battaglia di Poitiers, con questa ennesima vittoria inglese nella guerra dei 100 anni si firma
per un periodo di pace assegnando diversi territori del nord agli inglesi
1369 Riprende la guerra dei 100 anni poiché Carlo V (nuovo re francese) rivendica i diritti
sull’Aquitania e sul porto di Calais
1370 Tamerlano crea un impero mongolo solido conquistando l’Asia minore e sconfiggendo gli
ottomani
1376 Muore Edoardo III e gli succede Riccardo II che perde tutti i possedimenti conquistati
1378 Rivolta dei ciompi a Firenze (rappresentanti delle arti minori che volevano essere considerati
politicamente nell’assemblea cittadina)
1392 In Francia regna Carlo VI il quale dà segni di squilibrio e scatena diverse insurrezioni