Sei sulla pagina 1di 36

Tecnologia dei Materiali e degli Elementi Costruttivi

Corso A

Laterizi per muratura

Firenze 22.10.2015
murature 02 torricelli temec 1
ARGILLA: roccia sedimentaria composta principalmente da silicato
idrato di alluminio (detto caolinite) e da ossido di ferro (che conferisce
al prodotto, dopo la cottura, il caratteristico colore rosso).
L’ARGILLA è un materiale facilmente plasmabile e modellabile.
La proprietà essenziale è LA PLASTICITÀ. L’argilla è in grado di
assorbire acqua fino al 70% del proprio peso.

ARGILLA GRASSA: se prevale la


parte attiva e quindi le particelle
finissime. troppo grassa subisce in
fase di cottura un ritiro eccessivo e la
formazione di tensioni interne e
screpolature superficiali.
ARGILLA MAGRA: se prevale la parte
inerte costituita da minerali allo stato
cristallino. troppo magra l’impasto
risulta difficilmente lavorabile e non
resiste alle alte temperature.

murature 02 torricelli temec 2


PROCESSO DI PRODUZIONE Il colore dei materiali ceramici
dipende da:
1. composizione dell’argilla
(percentuali di ferro e manganese
differenti determinano un colore che
varia dal giallo ocra al rosso bruno)
2. tempo di cottura
3. temperatura di cottura
4. percentuale di ossigeno presente
nell’impasto.

murature 02 torricelli temec 3


Edificio in mattoni ad Amburgo
Chilehaus 1922

murature 02 torricelli temec 4


Università Siena
Natalini

murature 02 torricelli temec 5


Cino Zucchi - Abbiate Grasso

murature 02 torricelli temec 6


London School of Economics
Students centre

murature 02 torricelli temec 7


murature 02 torricelli temec 8
•LSE Students' Centre by O'donnell + Tuomey

murature 02 torricelli temec 9


murature 02 torricelli temec 10
PROCESSO DI PRODUZIONE

murature 02 torricelli temec 11


Preparazione dell’argilla a umido
mescolatura

murature 02 torricelli temec 12


murature 02 torricelli temec 13
murature 02 torricelli temec 14
Cottura nel forno a tunnel
fino a 1050°C

murature 02 torricelli temec 15


murature 02 torricelli temec 16
mattoni e blocchi per muratura

murature 02 torricelli temec 17


murature 02 torricelli temec 18
CLASSIFICAZIONE DEI PRODOTTI
per murature portanti secondo la normativa italiana
Tabella 4.5.Ia - Classificazione elementi in laterizio
Elementi Percentuale di foratura ϕ Area f della sezione
normale del foro
Pieni ϕ ≤ 15% f ≤ 9 cm2
Semipieni 15% < ϕ ≤ 45% f ≤ 12 cm2
Forati 45% < ϕ ≤ 55% f ≤ 15 cm2
Gli elementi possono avere incavi di limitata profondità destinati ad essere riempiti dal letto di
malta.
Elementi di laterizio di area lorda A maggiore di 300 cm2 possono essere dotati di un foro di presa
di area massima pari a 35 cm2, da computare nella percentuale complessiva della foratura, avente lo
scopo di agevolare la presa manuale; per A superiore a 580 cm2 sono ammessi due fori, ciascuno di
area massima pari a 35 cm2, oppure un foro di presa o per l’eventuale alloggiamento della armatura
la cui area non superi 70 cm2.

D.M. 14.01.2008
NUOVE" NORME TECNICHE
PER LE COSTRUZIONI
Testo aggiornato e approvato che
sostituisce quello di cui al
D.M. 14 settembre 2005.

murature 02 torricelli temec 19


CLASSIFICAZIONE DEI PRODOTTI per muratura
UNI EN 771-1 “Specificazioni per elementi da muratura – Parte 1:
Elementi in laterizio da muratura”.
Questa norma è diventata cogente con il febbraio 2005
per la qualificazione dei prodotti in laterizio per muratura sul mercato
europeo
Nella UNI EN 771-1 i mattoni e i blocchi vengono in primo luogo classificati
in due categorie che definiscono il tipo di elemento, ovvero:
elementi a bassa densità o Low Density (LD): elementi con massa
volumica asciutta lorda fino a 1.000 kg/m3;
elementi ad alta densità High Density (HD): elementi con massa volumica
asciutta lorda superiore a 1.000 kg/m3.
la densità lorda o massa volumica apparente (o massa volumica vuoto per
pieno) è il primo parametro che caratterizza gli elementi.
La densità asciutta della argilla cotta è pari a circa 1800
kg/m3, e la densità asciutta dell’argilla alleggerita in pasta cotta è pari a circa
1400 kg/m3, nella prima categoria sono inclusi i prodotti in argilla normale con
foratura oltre il 45%, e prodotti in argilla alleggerita in pasta con foratura oltre
il 30%.
murature 02 torricelli temec (UNI EN 771-1
20 )
CLASSIFICAZIONE DEI PRODOTTI UNI EN772-3

La EN772-3 definisce la percentuale di foratura in base al


rapporto fra il volume dei fori passanti e non passanti e il
volume lordo dell’elemento, da misurare con il metodo della
pesatura idrostatica:
100 F/V
dove
F = somma dei volumi dei fori passanti e non passanti
compresi nell’elemento
V = volume del blocco o del mattone

Le norme tecniche italiane definiscono la percentuale di


foratura come rapporto fra superfici 100 F/A
murature 02 torricelli temec 21
MATTONI PIENI mattone UNI

murature 02 torricelli temec 22


MATTONI E BLOCCHI SEMIPIENI

murature 02 torricelli temec 23


MATTONI E BLOCCHI FORATI

Tipi di mattoni forati Tipi di blocchi forati

murature 02 torricelli temec 24


ALLEGGERITI IN PASTA
Elementi dotati di maggior coibenza termica
Il laterizio alveolato o porizzato o alleggerito in
pasta è un’innovazione degli anni sessanta-settanta
sulla spinta della crisi energetica. La porizzazione
permette di ottenere degli alveoli, fra loro non
comunicanti, diffusi uniformemente nella massa di
argilla.
La porizzazione si ottiene dalla combustione durante
la cottura di addittivi all’impasto argilloso. Gli additivi
maggiormente utilizzati sono: la segatura, il
polistirolo espanso, il fango di cartiera e le fibre
di carta , la sansa di olive esauste , gli scarti di
carbone
La dimensione dei grani, che in fase di cottura
vengono combusti lasciando vuota la sede occupata,
non deve essere superiore a 2,5 mm.
La densità del laterizio è mediamente di 1.600-1.800
kg/mc: con l’alleggerimento tale valore scende al di
sotto di 1.450 kg/mc (UNI 8942/1).

murature 02 torricelli temec 25


LATERIZIO RETTIFICATO
I blocchi rettificati sono sottoposti a un processo meccanizzato passando attraverso una
coppia di mole che ne rendono le facce di contatto perfettamente lisce e complanari. La
rettifica si esegue sulle due superfici ortogonali alla direzione dei fori, viene realizzata in
due stazioni di lavorazione poste una in sequenza all’altra. Questo procedimento
permette di ottenere dei prodotti estremamente precisi con una ridottissima tolleranza
dimensionale (± 0,5 mm).
Il processo di rettifica del prodotto può essere applicato dopo la fase di cottura o dopo la
fase di essiccazione

La muratura in blocchi rettificati è caratterizzata da


una posa praticamente a secco che rende più rapida e
pulita l’operazione di costruzione. Il sistema è
composto da elementi in laterizio e completato dal
collante, dagli attrezzi livellatori e dalle maniglie per
facilitare la presa dei blocchi. Questo sistema nasce in
Germania nel 1980
murature 02 torricelli temec 26
CARATTERISTICHE dei laterizi

Massa volumica o densità netta dell‘elemento


Da = Ms/Vn (kg/m3) 1800 (kg/m3)

Massa volumica o densità lorda dell’elemento


Mv = Ms/Vl (kg/m3) 990 (kg/m3)

massa per unità di superficie o massa areica (M)


di una parete realizzata con elementi di laterizio
senza intonaco:
M = [Mv - (Mv - K) a] s (kg/m2)

dove K = massa volumica della malta 1600 (kg/m3)


a = incidenza dei giunti 0,1
s = spessore in m della muratura

murature 02 torricelli temec 27


Prestazioni meccaniche dei laterizi

• la resistenza caratteristica a rottura nella direzione portante (fbk)


non inferiore a 5 MPa (5 N/mm2)
calcolata sull’area al lordo delle forature

• la resistenza caratteristica a rottura nella direzione perpendicolare a


quella portante, nel piano di sviluppo della parete
( f bk ), calcolata nello stesso modo, non inferiore a 1.5 MPa.

la malta di allettamento resistenza media non inferiore a 5 MPa


i giunti verticali devono essere riempiti con malta.
L'utilizzo di materiali o tipologie murarie aventi caratteristiche diverse
deve essere supportato da adeguate prove sperimentali

murature 02 torricelli temec 28


Prove di resistenza a compressione

murature 02 torricelli temec 29


CARATTERISTICHE E DIMENSIONI A CONFRONTO
MATTONI PIENI
Massa volumica: 1600-1800 Kg/mc MATTONI
Peso a seconda delle dimensioni : 2,5-3,4 Kg Volume < 5500 cmc
Resistenza a compressione: > 20 N/mm2 Base maggiore: 22,5-28 cm
Conduttività utile: 0,59-0,72 W/m°C Base minore: 10,5-14 cm
Reazione al fuoco: 0 Altezza: 4-12 cm

MATTONI E BLOCCHI SEMIPIENI


Massa volumica: 650-1450 Kg/m3
BLOCCHI
Peso a seconda delle dimensioni: 1,7-12,8 Kg
Volume: > 5500 cmc
Resistenza a compressione: 10-15 N/mm2
Base maggiore: 30-50 cm
Conduttività utile: 0,25-0,40 W/m°C
Base minore: 20-30 cm
Reazione al fuoco 0
Altezza: 20-30 cm

BLOCCHI IN LATERIZIO ALLEGGERITO


SEMIPIENI
Massa volumica: 800-860 Kg/m3
Peso: secondo le dimensioni 6,6-13,5 Kg
Resistenza caratt. a compressione in direz.
Carichi verticali: > 8 N/mm2
Conduttività utile: 0,15-0,23 W/m°C
Reazione al fuoco: 0
murature 02 torricelli temec 30
EVOLUZIONE DELLE MURATURE

murature 02 torricelli temec 31


-

murature 02 torricelli temec 32


Innovazione nei laterizi
Parete spessore 45 cm + 3 cm intonaco
Trasmittanza termica 0,27-0,23 W/m2K
Sfasamento onda termica 20 ore

murature 02 torricelli temec 33


Innovazione nei
laterizi
Parete spessore 30 cm + 3 cm intonaco
Trasmittanza termica 0,30 W/m2K

murature 02 torricelli temec 34


Innovazione nei laterizi

a- Blocco riempito con lana di


roccia
b-Blocco riempito con materiale a
cambiamento di fase b

murature 02 torricelli temec 35


murature 02 torricelli temec 36