Sei sulla pagina 1di 4

[Titolo del documento] 11 novembre 2020 Cannavacciuolo

El almohadón de plumas – Horacio Quiroga

La prima: su luna de miel…sin darlo a conocer

La secunda: los médicos…siguieron al comedor

La parte tres: Jordán lo levantó…estaba tan hincado que apenas se le pronunciaba la boca

La ultima parte: Noche a noche…había vaciado a Alicia

All’esame due ore di tempo: 50 minuti+ 3 domande

Da tradurre le 4 parti.

La sua luna di miele fu molto fredda. Bionda, angelica e timida com’era, il carattere duro di suo marito raggelò i suoi
sogni infantili di fidanzatina. Lo amava tanto, ma volte con un leggero timore quando tornando di notte insieme
lungo la via, gli lanciava uno sguardo furtivo all’altura di Jordan, che era in silenzio da più un’ora. Lui da parte sua, la
amava profondamente, senza renderlo noto.

Laura Ferruta

Fausta Antonucci

Fanciullaggini

Sposina

Leggero tremito

Darlo a vedere

Innocenti sogni di fidanzata

Turbamento: anche fisico

Il duro carattere gelo infantili fantasie di novella sposa

Los medicos …

Munecabambola e polso, però qui polso della paziente

Pulsavantastavano

Le ascoltavano il battito cardiaco dal polso inerte

Visita non visita medica

Stordita

Estupor: attonita

frastornata

El almohadon e pluma (1917) Horacio Quiroga – Il cuscino di piume

Laura FerrutaCuentos e racconti: traduttrice


[Titolo del documento] 11 novembre 2020 Cannavacciuolo

Fausta Antonucci: traduttrice ufficiale di Quiroga

Il primo paragrafo: l’incipit

Su luna de miel fue un largo escalofrío. Rubia, angélica y tímida, el carácter duro de su marido helo sus sonadas
niñerías de novia. Ella lo quería mucho, sin embargo, a veces con un ligero estremecimiento cuando volviendo de
noche juntos por la calle, echaba una furtiva mirada a la alta estatura de Jordán, mudo desde hacía una hora. Él,
por su parte, la amaba profundamente, sin darlo a conocer.

La sua luna di miele fu un brivido lungo. Bionda, angelica e timida, il carattere duro di suo marito gelò i suoi infantili
atteggiamenti di sposa. Lo amava molto, ma a volte con un leggero timore quando tornando di notte insieme lungo
la via gettava uno sguardo furtivo all’alta statura di Jordan, muto da almeno un’ora. Lui, da parte sua, l’amava
profondamente, senza farlo vedere (Laura Ferruta).

La sua luna di miele era stata un lungo brivido. Bionda, angelicale e timida, il carattere duro di suo marito aveva
gelato le sue sognate fanciullaggini di sposina. Però lo amava molto, a volte con un leggero tremito quando, mentre
tornavano insieme, la sera, per la strada, gettava un’occhiata furtiva all’alta statura di Jordan, muto da più di un’ora.
Lui, da parte sua, l’amava profondamente, senza darlo a vedere (Fausta Antonucci).

Passato remotoLaura Ferruta: fu

TrapassatoFausta Antonucci: era stata

abbiamo una traduzione più letterale da parte di Laura Ferruta, che traduce letteralmente “helo” con “gelò”. In
consonanza della prima riga “fu un lungo brivido”

lo stesso fa Fausta Antonucci opta per un altro trapassato “aveva gelato”

la differenza di traduzione nella prima parte sta nella “sus soñadas niñerías de novia” viene tradotto da Ferruta
come infantili atteggiamenti di sposa mentre Antonucci opta per sognate fanciullaggini di sposina. Qual è la
differenza? La differenza è nell’orientamento della traduzione. Mentre Ferruta opta per un orientamento targed
oriented “infantili atteggiamenti”è più vicino a un lettore contemporaneo, rispetto a fanciullaggini. Ferruta omette
l’aggettivo “sonadas”(participio che diventa aggettivo). Invece viene mantenuto da Antonucci. Fanciullaggini ci indica
un orientamento source orientedorientamento più vicino al testo fonte, quindi al testo di Quiroga.

Ferruta opta per sposa, mentre Antonucci opta per sposina (sottolineando la differenza d’età tra i due coniugi, e il
carattere infantile di Alicia, sposa bambina-sposa fanciulla).

prossima fraseFerruta opta per una traduzione più letterale, che ricalca il testo d’origine anche da un punto di
vista sintattico. Antonucci invece interviene a livello sintattico, aggiungendo molte virgole. Scandisce di più la lettura.
(la prof dice che è troppolettura ostacolata dalle virgole).

Le piace la traduzione della Ferruta, che anticipa il sin embargo. Quiroga inserisce il sin embargo all’interno del
periodo. Antonucci lo sposta all’inizio del periodo. Ferruta resta fedele in modo molto letterale all’originale: lo amava
molto, ma a volte con un leggero timore. Antonucci anticipa l’avversativo: però tuttavia lo amava molto. Questo però
all’inizio del periodo è interessante perché già ci annuncia che qualcosa non va, all’interno di questo matrimonio. È
un però che all’inizio del periodo rimarca, sostiene il brivido iniziale citato da Quiroga: el esalofrio, che segna tutto il
racconto. che è un asse, che attraversa tutto il racconto. l’avversativo catapulta il lettore immediatamente all’interno
di una situazione che stride. La sottolinea di più che lasciando l’avversativo così come faceva Quiroga. Quello che ha
fatto Antonucci è stato spostare l’avversativo.

estremecimiento (tremito fisico e psicologico)Ferruta traduce: leggero timore, mentre Antonucci traduce: un
leggero tremitoè molto più corretto un leggero tremito! Traducendo tremito continua l’isotopia iniziata con
brivido.

altra differenza tra queste due traduzioni: Ferruta: muto da almeno un’ora, mentre Antonucci: muto da più
d’un’ora. È molto più corretto: muto da più d’un’ora.
[Titolo del documento] 11 novembre 2020 Cannavacciuolo

 la amaba profundamente, sin darlo a conocer: senza darlo a vedere è molto più elegante che senza farlo vedere. E
mantiene questa linea di traduzione source oriented. Mentre farlo vedere è un po’ più vicino al linguaggio
colloquiale del lettore contemporaneo, continua con la sua traduzione targed oriented.

Alessandra: innocenti sogni e impeti di giovane fidanzata giovane fidanzata va bene, no impeto. Innocenti sogni:
sostantivare l’aggettivo. Molto importante contestualizzare il frammento che dovete tradurre.

Elena: il carattere duro di suo marito gelò i suoi sogni di infanzia di sposameglio un sostantivo e un aggettivo:
meglio evitare di di.

Estremecimiento: sussultova bene, però Quiroga ci dice que el estremecimiento es ligero. Il sussulto è già
leggeromeglio omettere l’aggettivo leggero e lasciare sussulto oppure optare per un sostantivo più incisivo da
smorzare con l’aggettivo leggero.

turbamento invece di timore? Sì

infantili fantasie di novella sposa cacofonico la ripetizione della fperò va bene

Los médicos volvieron inútilmente. Había allí delante de ellos una vida que se acababa, desangrándose día a día,
hora a hora, sin saber absolutamente cómo. En la última consulta Alicia yacía en estupor, mientras ellos la
pulsaban, pasándose de uno a otro la muñeca inerte. La observaron largo rato en silencio, y siguieron al comedor.

I medici ritornarono inutilmente. Lì davanti a loro c’era una vita che stava terminando, dissanguandosi giorno dopo
giorno, ora dopo ora, senza sapere assolutamente come. Nell’ultimo consulto, Alicia giaceva incosciente, mentre
quelli la palpavano, passandosi dall’uno all’altro la bambola inerte. L’osservarono a lungo in silenzio e se ne
andarono in sala da pranzo (Laura Ferruta).

I medici tornarono inutilmente. Lì davanti a loro c’era una vita che si spegneva, dissanguandosi giorno dopo giorno,
ora dopo ora, senza assolutamente sapere come. Nell’ultimo consulto, Alicia giaceva inebetita, mentre essi le
tastavano il polso, passandosi dall’uno all’altro il braccio inerte. La osservarono a lungo in silenzio e uscirono in sala
da pranzo (Fausta Antonucci).

muneca di cui parla Quiroga: è vero che muneca è sia bambola che polso. Ma applicando il principio della
traduzione di Eco, della disambiguazione contestuale. Qui non c’è nessuna bambola...si passano il polso.

la pulsavano, non la palpavano…la pulsaban

La traduzione più corretta è quella di Antonucci.

altro punto interessante: Alicia yacía en estuporestupor si potrebbe tradurre anche con attonita. Ferruta
traduce incosciente però spinge troppo oltre. Era attonita, indebolita ma non priva di coscienza. La prof non
ama la scelta di Antonucci inebetita
altra differenza all’inizio tornarono-ritornaronopiù elegante tornarono. Antonucci.
si spegneva – stava terminandoentrambe traduzioni corrette. spegneva è più poetico, e meno letterale.
 senza sapere assolutamente come-senza assolutamente sapere comeinteressante lo spostamento
dell’avverbio perché sottolinea la condizione di irreversibilità della malattia, ma anche di enigma. Sottolinea
che vi è un mistero che riguarda la malattia della protagonista.

altro punto: siguieron  se ne andarono in sala da pranzo- e uscirono in sala da pranzo. Entrambe sono
corrette. Più immediata la scelta di Ferruta.

Ilaria: le ascoltavano il battito cardiaco dal pulso inerte/nell’ ultima visita medica senza medica. Il racconto è un
genere sintetico. Dobbiamo rispettare il procedimento sintetico e la densità del racconto. se aggiungiamo troppe
parole rischiamo di allungare il racconto e dilatare l’effetto.
[Titolo del documento] 11 novembre 2020 Cannavacciuolo

Uno stato di stordimento no stordimento, meglio stordita.

Hasia: nell’ultima visita Alicia giaceva immobile, mentre i medici le tastavano il polso inerte passandoselo l’uno
l’altro perdiamo un po’

Giada: frastornata può andare

La straordinarietàc’è stato un evento al di fuori della quotidianità. Tradurre si perde quello che l’autore voleva
trasmettere.

Le virgole

Le piace di più Antonucci

Rispettare l’effetto fantastico

innaturaleottimo

gerundio: relativa?

Squarciò

Tajo: per sottolineare la forza del colpo

Mentre muoveva le zampe, si nascondeva….

Jordan lo sollevò

I termini fondamentali sono gli aggettivi! In questa scena

Ricreare la tensione

Questo, quellostrategia che viene utilizzata dagli autori di letteratura fantasticanon specifica quali zampe

Il deittico permette di alludere una posizione però non si specifica.

Eco avverte che per tradurre si deve fare una ricerca dell’universo narrante

Essere costretta a letto

Aveva prosciugato Alicia

Jorge Luis Borges 1899-1986

Es argentino

Es un autor extraordinario

Su producción se divide en tres periodos:

1. Poesía y ensayos

Las dos maneras de traducir

2. Se acerca a la narrativa
3. Vuelve la poesía

La reflexión sobre la traducción y la lectura …. Borges empieza su tarea con una traducción.

Borges analiza las traducciones para llegar a la literatura

Rescritura de textos